INTRODUZIONE... 8 IL CLINICAL TRIAL CENTER LE BORSE DI STUDIO AZIENDALI LA BIBLIOTECA BIOMEDICA... 58

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INTRODUZIONE... 8 IL CLINICAL TRIAL CENTER... 34 LE BORSE DI STUDIO AZIENDALI... 44 LA BIBLIOTECA BIOMEDICA... 58"

Transcript

1 RENDICONTAZIONE SCIENTIFICA

2 2

3 INTRODUZIONE... 8 ATTIVITÀ EDITORIALI I quaderni dell Ospedale Newsletter La Prima giornata della ricerca: l attività scientifica al servizio dell assistenza LA PRODUZIONE SCIENTIFICA Valutazione quantitativa Valutazione qualitativa: Impact Factor Aziendale I PROGETTI DI RICERCA: PARTECIPAZIONE A PROGRAMMI DI FINANZIAMENTO NAZIONALE E INTERNAZIONALE Progetti nazionali Progetti europei IL CLINICAL TRIAL CENTER LE SPERIMENTAZIONI CLINICHE: PROTOCOLLI AVVIATI NELL ANNO 2013 E STUDI CLINICI ATTIVI A GIUGNO LE BORSE DI STUDIO AZIENDALI LINEA DI RICERCA AZIENDALE: IL MESOTELIOMA MALIGNO (MM) Progetti di ricerca Attività collegate LA FORMAZIONE AZIENDALE Piano Strategico della Formazione per il triennio Dati di attività anno Formazione, sviluppo e ricerca LA BIBLIOTECA BIOMEDICA I PROGETTI DI TELEMEDICINA Il controllo globale del processo trasfusionale in telemedicina Progetto di Telemedicina dedicato ai bambini ventilati a domicilio Progetto i-retina Progetto Ret-cam per Retinopatia del Prematuro Utilizzo Software Eurotouch PROGETTI SCIENTIFICI IN COLLABORAZIONE CON ALTRI ENTI Collaborazioni con istituti scientifici, universitari, imprese del territorio Collaborazione con l Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Alessandria ELENCO PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE ANNO AGGIORNAMENTO SPERIMENTAZIONI CLINICHE ANNO

4 4

5 5

6 La ricerca sanitaria è parte integrante delle attività del SSN, poiché è fondamentale per garantire ai cittadini una sanità che risponda in modo efficace, efficiente e sostenibile ai reali bisogni di assistenza e cura. La ricerca sanitaria e biomedica non è solo progresso scientifico e tecnologico ma deve essere soprattutto innovazione al fine di ottenere miglioramenti dell assistenza sanitaria, dei servizi e della loro organizzazione. Art. 20 Patto per la Salute

7 Una rete di conoscenza condivisa con la finalità ultima di migliorare la qualità delle prestazioni erogate e l efficienza ed efficacia dei servizi offerti: era questo il presupposto della prima giornata della ricerca dell Azienda Ospedaliera di Alessandria, che si è svolta il 9 maggio 2013 come evento formativo per il personale aziendale. Un momento di partecipazione e condivisione che ci ha permesso di svelare il lavoro svolto negli anni precedenti e portare all attenzione, non solo della comunità dei professionisti aziendali, ma della collettività tutta, l importante ruolo di riferimento in termini di conoscenza e competenze dell Azienda Ospedaliera. Un appuntamento che ha unito ricerca e formazione, elementi indispensabili per l innovazione, che è la vera scommessa della sanità: oggi, che abbiamo così tanti stimoli, è necessario fare scelte giuste e sostenibili. Scelte possibili se supportate dall adeguato aggiornamento. La giornata è stata il culmine di una serie di attività svolte quotidianamente: la ricerca e l innovazione sono parti integranti dell attività istituzionale, al pari dell attività assistenziale. L Azienda in questi anni ha progressivamente investito di più in professionalità, con l obiettivo di introdurre nei processi di diagnosi e di cura, nei modelli organizzativi e gestionali innovazioni utili al miglioramento dei servizi erogati e di conseguenza al miglioramento della soddisfazione dei cittadini e degli stessi operatori. Ecco perché abbiamo realizzato la presente pubblicazione, per raccogliere in maniera strutturata il lavoro del 2013, dopo le precedenti edizioni. Abbiamo cercato di rendere sistematico il lavoro di un anno in una forma gradevole e leggibile dalla comunità scientifica, ma anche eventualmente da chi avesse il desiderio di approfondire questi aspetti, con l obiettivo di valorizzare il grande patrimonio di conoscenza che è stato prodotto. Da anni realizziamo il censimento della produzione scientifica, presentato in forma rinnovata e allegato alla presente pubblicazione e siamo tra i pochi a rendere tracciabili i flussi economici legati alle attività di ricerca, anche questi, elencati in forma semplice e fruibile. Un cenno poi al Clinical Trial Center, che ha l obiettivo di migliorare l efficienza dell Azienda Ospedaliera nell attivazione, conduzione e gestione degli studi clinici e delle iniziative di ricerca scientifica, operando in conformità alle direttive delle Good Clinical Practice (G.C.P.) e alla mission dell Azienda Ospedaliera. Il rapporto OASI 2014 afferma che tempi celeri nell autorizzazione da parte delle direzioni aziendali, la standardizzazione dei contratti con le imprese e l efficiente gestione delle diverse fasi degli studi clinici, a partire dal reclutamento dei pazienti, sembrano rappresentare importanti criteri di scelta delle sedi sperimentali da parte delle imprese. Un ringraziamento particolare ai colleghi della struttura, protagonisti attivi del lavoro realizzato. Antonio Maconi 7

8 INTRODUZIONE L Azienda Ospedaliera SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo di Alessandria, già individuata quale Presidio Ospedaliero di rilievo nazionale e di alta specializzazione dal D.P.C.M. 23 aprile 1993, è un azienda dotata di personalità giuridica pubblica e di autonomia imprenditoriale ed è attiva dal 1 gennaio L Azienda è inserita nel Sistema Sanitario della Regione Piemonte, come confermato dalla Deliberazione del Consiglio Regionale (di seguito DCR) 22 ottobre 2007, n L Azienda Ospedaliera SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo di Alessandria eroga prestazioni sanitarie di diagnosi e cura in regime di ricovero in area medica ed in area chirurgica, in elezione e da pronto soccorso, in regime di day surgery, day hospital e prestazioni ambulatoriali. La rete ospedaliera con la Deliberazione della Giunta Regionale 19 novembre 2014, n , Adeguamento della rete ospedaliera agli standard della legge 135/2012 e del Patto per la Salute 2014/2016 e linee di indirizzo per lo sviluppo della rete territoriale, prevede una riformulazione dei servizi sul territorio delle province di Alessandria e Asti, che vede nell Azienda Ospedaliera di Alessandria ospedale di riferimento, con afferenti i vari presidi secondo la suddivisione sotto indicata: ospedale spoke, sede di DEA I: ASTI - CARDINAL MASSAIA LIVELLO, CA- SALE, NOVI - SAN GIACOMO ospedale di base, sede di PS: ACQUI OSPEDALE CIVILE, TORTONA ospedale sede di PS AREA DISAGIATA: OVADA Costituisce il punto di riferimento per le attività di 2 e 3 livello per le province di Asti e Alessandria; svolge altresì un ruolo di presidio di base per i cittadini residenti nel Distretto di Alessandria, in stretta correlazione con i servizi territoriali. L Azienda Ospedaliera espleta la sua attività istituzionale nei seguenti presidi: Ospedale Santi Antonio e Biagio, via Venezia 16, Alessandria Ospedale Infantile Cesare Arrigo, Spalto Marengo 46, Alessandria Ospedale Teresio Borsalino, piazzale Ravazzoni 4, Alessandria. Costituiscono ulteriori sedi operative dell Azienda le seguenti strutture: Poliambulatorio Ignazio Gardella, via Don Gasparolo 2, Alessandria Centrale Operativa Emergenza 118 e Base Elisoccorso, via Teresa Michel 65, Alessandria Sede degli Uffici amministrativi, via Santa Caterina da Siena 30, Alessandria. In particolare l Ospedale Cesare Arrigo costituisce presidio per la diagnosi e cura delle patologie pediatriche, comprese quelle riferite alla chirurgia pediatrica, oltre a costituire riferimento per l emergenza neonatale. Il PSSR , inoltre, ha confermato la funzione di Centro Riabilitativo Polifunzionale attribuita all Ospedale Teresio Borsalino, che costituisce in ambito regionale uno dei centri di riferimento per la Riabilitazione di III livello, oltre ad essere sede di unità spinale e centro per le gravi cerebrolesioni. Per la funzione di Ospedale di riferimento riconosciuta agli ospedali dell Azienda Ospedaliera di Alessandria, essa: esprime competenze di alta specializzazione nei campi della Cardiochirurgia; della Chirurgia Toracica; della Chirurgia Vascolare; della Cardiologia ivi compresa l Emodinamica; della Neurochirurgia; del Trauma ortopedico; dell Onco- A.O. SS. ANTO 8

9 logia; dell Onco-Ematologia; della Chirurgia e della Ginecologia oncologiche, della Chirurgia Plastica e ricostruttiva; della Radioterapia; della Radiologia Interventistica; della Pneumologia oncologica ivi inclusa l attività di Broncoscopia; dell Endoscopia Digestiva e della Chirurgia Maxillo Facciale è sede di Centro Trapianti e Centro Trasfusionale è sede di Dipartimento di emergenza e accettazione, anche a livello pediatrico, di II livello costituisce riferimento di 3 livello per l Ostetricia è sede di Centrale Operativa Emergenza 118 delle Province di Alessandria e Asti, con base per l Elisoccorso sviluppa progetti regionali in rete, in particolare partecipa alle seguenti reti regionali: > Rete Oncologica del Piemonte e della Valle d Aosta > Rete per l ictus ischemico, per le funzioni sia di 1 sia di 2 livello > Rete per la terapia dell infarto miocardico acuto (STEMI) > Rete ospedaliera di allergologia NIO E BIAGIO Con l atto aziendale del 2010 è stata istituita la Struttura Sviluppo e Promozione Scientifica, che ormai da tre anni redige annualmente la relazione di rendicontazione scientifica annuale, allo scopo di evidenziare quanto svolto dai professionisti. In questi anni la struttura ha consolidato e avviato una serie di rapporti e di relazioni con le università, enti e istituti di ricerca: l Azienda Ospedaliera instaura e mantiene rapporti di collaborazione progettuali con istituti scientifici, grandi ospedali della rete nazionale e internazionale nonché con istituti universitari, anche esteri, per favorire la crescita culturale dei propri professionisti. Poter contare su professionisti aggiornati, attenti alle più recenti innovazioni nelle proprie discipline, in alcuni casi riferimenti nelle proprie comunità scientifiche, rappresenta senza dubbio un elemento fondamentale per coloro che si trovano ad utilizzare i servizi dell Azienda Ospedaliera di Alessandria. Grazie alla consolidata collaborazione con l Università del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro, formalizzata con convenzioni e protocolli d intesa, l Azienda Ospedaliera di Alessandria è sede di corso di laurea in Infermieristica della facoltà di Medicina e Chirurgica della stessa Università. É centro di collaborazione con consorzi di imprese del territorio per lo sviluppo di nuove tecnologie sanitarie e per l innovazione scientifica. L Azienda Ospedaliera di Alessandria (A.O. AL), sede di una Banca Biologica del Mesotelioma Maligno, fa parte della rete nazionale per il trattamento del mesotelioma, la cui struttura capofila é il Dipartimento di Oncologia dell Università di Torino Con Deliberazione della Giunta Regionale 23 luglio 2013, n é stata approvata la proposta di istituzione di una Unità Funzionale Interaziendale A.O. AL - ASL AL per la diagnosi e la terapia del mesotelioma, con il supporto tecnico scientifico del Dipartimento di Oncologia dell Università di Torino, che definisce e gestisce le strategie della ricerca. L Azienda Ospedaliera ha individuato il mesotelioma come linea di ricerca aziendale, sviluppando progetti con valenza locale, regionale e nazionale, nonché garantendo l attivazione a livello locale di studi clinici nazionali e internazionali, specifici su questa patologia, offrendo ai pazienti affetti da mesotelioma la migliore qualità di diagnosi e cura in ambito multidisciplinare e con riferimento alle evidenze scientifiche disponibili. 9

10 Totale costi produzione , ,00 (costi operativi - CE ministeriale B) 97,37% 97,76% Totale ricavi (CE ministeriale A) , ,00 Costo personale , ,00 (CE ministeriale B.5+B.6+B.7+B.8) 48,27% 48,07% Totale ricavi (CE ministeriale A) , ,00 Ammortamento attrezzature sanitarie , ,00 1,07% Totale ricavi (CE ministeriale A) , ,00 1,08% Costo totale acquisto beni e servizi , ,00 (CE ministeriale B.1+B.2) 40,24% 40,45% Totale ricavi (CE ministeriale A) , ,00 Costo personale dedicato alla ricerca non disponibile non disponibile Costo personale (CE ministeriale B.5+B.6+B.7+B.8) , ,00 ATTIVITÀ EDITORIALI Working Paper of Public Health A febbraio 2012 è stata istituita la serie di pubblicazioni online ed Open Access dell Azienda Ospedaliera di Alessandria, progressiva e multi disciplinare in Public Health (ISSN: ) Working Paper of Public Health (WP). Gli obiettivi dei Working Paper of Public Health sono i seguenti: promuovere l immagine ed incrementare il prestigio dell A.O. di Alessandria sia nel settore della ricerca (progetti Europei e/o ricerca farmaceutica) sia nel campo dell attività clinica, coinvolgendo tutti gli stakeholders potenzialmente condizionati dalla stessa: cittadinanza, istituzioni mediche, aziende; incoraggiare la produzione di articoli scientifici da parte del personale aziendale, fornendo uno strumento attraverso il quale gli operatori possano realizzare l obiettivo proposto; favorire il dibattito, condividere la conoscenza e le proprie idee al fine di avere dei feed-back sul lavoro scientifico proposto, prima di una conferenza e/o della sottomissione ad una rivista scientifica. La pubblicazione del WP non preclude agli autori la possibilità di pubblicare la versione finale del lavoro proposto su una rivista scientifica. L idea stessa dei WP, al pari di conferenze, seminari e workshop, è quella di agevolare l innovazione mediante la condivisione della conoscenza. A tal fine è stata creata all interno del sito aziendale appropriata pagina web ed è stato richiesto e ottenuto apposito ISSN, evidenziando la natura on line e progressiva della pubblicazione. Possono essere pubblicati contributi sia di medicina che di epidemiologia, di economia sanitaria e management, di etica e diritto. Rientra nella politica editoriale aziendale tutto ciò che può proteggere e migliorare la salute della comunità attraverso l educazione e la promozione di stili di vita corretti, così come la prevenzione di malattie ed infezioni, nonché il miglioramento dell assistenza (sia medica sia infermieristica) e della cura del paziente. È stato redatto un regolamento specifico, individuata una segreteria dedicata all attività editoriale formata da personale della S.S.A. Sviluppo e Promozione Scientifica (S.P.S.), è stato inoltre designato un Responsabile scientifico ed istituito un Comitato di Redazione. È garantita la sottomissione di tutti i manoscritti inviati purché rientrino nelle linee guida editoriali. 10

11 In data 24 ottobre 2012 il Collegio di Direzione dell A.O. ha approvato la costituzione del Comitato Scientifico composto dai componenti del Collegio di Direzione stesso, presieduto dal Direttore Generale e al quale prende parte il Direttore Sanitario in qualità di vice Presidente. Per ogni manoscritto, il Responsabile Scientifico verifica la rispondenza alle norme editoriali degli articoli sottomessi e valuta l opportunità di una revisione da parte di studiosi o altri esperti, che abbiano dato la loro disponibilità. Al fine di rispettare nel lavoro proposto criteri di scientificità, la revisione sarà anonima, così come l articolo revisionato (i.e. double blinded). La pubblicazione aziendale è stata indicizzata in: Directory of Open Access Journals (DOAJ); Google Scholar; Academic Journals Database, al fine di dare alla stessa massima diffusione. Questo processo d indicizzazione è continuo e progressivo e sarà incrementato nel tempo. Nel 2013 sono stati proposti e pubblicati 26 manoscritti, sottomessi sia da ricercatori interni all Azienda Ospedaliera che da professionisti esterni (nazionali ed internazionali). Nel 2012 il numero di articoli pubblicati si era fermato a 20. La tabella evidenzia nel 2013 dettaglio gli enti di appartenenza degli autori e, per l Azienda Ospedaliera, le strutture. Working Paper Ente Struttura AO WP Nr. 01/2013 A.O. di Alessandria Microbiologia WP Nr. 02/2013 A.O. di Alessandria; Università di Torino Psichiatria WP Nr. 03/2013 A.O. di Alessandria; Università del Piemonte Orientale Corso di Laurea WP Nr. 04/2013 A.O. di Alessandria Psichiatria WP Nr. 05/2013 A.O. di Alessandria; A.O. di Novara Lab. Analisi WP Nr. 06/2013 A.S.L. AL - presidio di Casale M.to Anatomia Patologica WP Nr. 07/2013 A.O. di Alessandria Psichiatria; Sviluppo e Prom Scientifica WP Nr. 08/2013 MGMediation - WP Nr. 09/2013 A.O. di Alessandria Oncologia; Urologia; Radiodiagnostica; WP Nr. 10/2013 Ethiopian Civil Service University - WP Nr. 11/2013 A.O. di Alessandria Radioterapia; Medicina Nucleare; Fisica WP Nr. 12/2013 A.S.L. AL - presidio di Casale M.to Anatomia Patologica WP Nr. 13/2013 A.O. di Alessandria Nefrologia e Dialisi; Lab. Analisi WP Nr. 14/2013 A.O. di Alessandria Psichiatria WP Nr. 15/2013 A.S.L. di Piacenza Dipartimento Salute Mentale e DP WP Nr. 16/2013 Ethiopian Civil Service University - WP Nr. 17/2013 A.O. di Alessandria Affari Generali WP Nr. 18/2013 A.S.L. AL - presidio di Casale M.to Anatomia Patologica WP Nr. 19/2013 A.O. di Alessandria Psichiatria WP Nr. 20/2013 A.O. di Alessandria Fisica; Radioterapia WP Nr. 21/2013 A.O. di Alessandria; Università del Piemonte Orientale Sistemi Informativi; Gestione Attività Amministrative di Supporto; Direzione medica dei Presidi; WP Nr. 22/2013 A.O. di Alessandria Farmacia; Medicina d Urgenza; WP Nr. 23/2013 A.O. di Alessandria; Università del Piemonte Orientale Corso di Laurea WP Nr. 24/2013 A.O. di Alessandria; Pediatria WP Nr. 25/2013 A.O. di Alessandria; Fondazione IRCCS Policlinico Pediatria S. Matteo, Pavia WP Nr. 26/2013 A.O. di Alessandria Psichiatria 11

12 Sono state pubblicate due serie speciali con gli atti del convegno Ospedale senza dolore, dieci anni di attività Special Issue 1 Special Issue 2 Special Issue 3 Special Issue 4 Special Issue 5 e La prima giornata della ricerca. Special Issue 6 Special Issue 7 Special Issue 8 I Quaderni dell Ospedale Nel 2013 la struttura S.S.A. Sviluppo e Promozione Scientifica ha creato una nuova pubblicazione online: Quaderni dell Ospedale. La serie proposta è una pubblicazione online ed Open Access, progressiva e multidisciplinare in Health Care Management. Rientra nella politica editoriale tutto quello che può migliorare la salute della comunità attraverso il miglioramento delle performance dell Azienda Ospedaliera, sia con riferimento agli aspetti clinico-sanitari e di assistenza, sia con riferimento all implementazione di metodi e strumenti di tipo organizzativo-gestionali. Si prefigge quindi l obiettivo di migliorare lo stato di salute della popolazione e l impatto sui pazienti dei servizi erogati, attraverso una corretta gestione delle risorse pubbliche e una efficace gestione della pratica clinico/assistenziale e organizzativa. È stato richiesto ed ottenuto apposito ISSN (ISSN ). Gli articoli pubblicati impegnano esclusivamente gli autori, le opinioni espresse non implicano alcuna responsabilità da parte dell Azienda Ospedaliera SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo di Alessandria. Nel 2013 sono stati pubblicati 4 quaderni: Nr. 1/2013: La formazione sul campo, a cura della Dr.ssa F. Riva; Nr. 2/2013: Impact Factor, a cura del Dr. R. Ippoliti, in collaborazione con dr.ssa M. Bertolotti, dr.ssa E. Gandini, sig.ra M. Perre; Nr. 3/2013: Customer Satisfaction Management, a cura dell Ing. R. I. M. Bellini; Nr. 4/2013: Assistenza infermieristica in Anestesia nei Blocchi Operatori, a cura della Dr.ssa F. Stornino, in collaborazione con P. Abbatia, M. Aiachini, R. Berti, E. Borasio, I. Bortolin, L. Carretta, I. Civello, R. Marino, M. Minafra, E. Molinari, S. Odisio, G. Piccolo, L. Pistidda e O. Voglino. 12

13 Newsletter Anche nell anno 2013 la S.S.A. Sviluppo e Promozione Scientifica ha inviato agli operatori dell Azienda Ospedaliera di Alessandria l informativa settimanale che propone una panoramica delle varie articolazioni dell attività scientifica prodotta dai professionisti aziendali e, allo stesso tempo, segnala eventuali opportunità destinate a coloro che abbiano interesse a sviluppare progetti scientifici attraverso finanziamenti da parte di enti no profit a vari livelli. La News Letter viene trasmessa attraverso la mail aziendale ed è articolata come segue: Iniziative editoriali dell Azienda Ospedaliera; Bandi di ricerca nazionali ed europei che possono essere d interesse per i professionisti aziendali; Pubblicazioni dei professionisti aziendali; Formazione Aziendale; Sperimentazioni cliniche attivate all interno dell Azienda Ospedaliera; Collegamento alla rivista mensile dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Alessandria; Segnalazione di eventi di rilevante interesse scientifico e/o sanitario organizzati da enti esterni; Altre eventuali note/informazioni inserite in base alle esigenze riscontrate (e.g. Biblioteca). Da ottobre 2013 la News Letter ha rinnovato la propria veste grafica anche grazie al contributo dell Ufficio Comunicazione e a partire da novembre é stata inviata all ASL AL per la divulgazione ai propri dipendenti attraverso il sito istituzionale al fine di avviare una proficua collaborazione nell ambito delle attività di sviluppo e promozione scientifica. In particolare lo scopo é condividere le informazioni scientifiche, arricchendo la News Letter con abstract di pubblicazioni proposte dall ASL AL, notizie su progetti attuati o in programma così da favorire la massima integrazione e creare utili sinergie tra il personale e le strutture sanitarie di tutta la provincia. Al 31 dicembre 2013 la News Letter ha raggiunto i 90 numeri. A dicembre 2013 attraverso la News Letter é stato divulgato il primo numero della Newsletter della Rete di Innovazione Sanitaria Europea della Regione Piemonte (EHI), una rubrica regionale di aggiornamento sulle opportunità offerte dalla progettazione ed innovazione europea in sanità. 13

14 14 I nuovi media come canali di promozione e valorizzazione dell attività scientifica aziendale: Twitter La diffusione dei social media (Facebook, Twitter, YouTube, ) è un fenomeno importante e in rapida ascesa: si tratta di strumenti comunicativi così potentemente pervasivi nell esperienza quotidiana, da essere presenti in moltissimi ambiti della socialità contemporanea. Essere presenti sui social network consente alla Pubblica Amministrazione di raggiungere un maggior numero di cittadini in maniera molto più veloce rispetto ai tradizionali canali, a fronte di costi notevolmente minori; l utilizzo degli stessi in Sanità, costituisce una sfida ed un opportunità, un modo per ascoltare e monitorare ciò che accade, per raccogliere e diffondere notizie rilevanti, rappresentando un canale di informazione, formazione e aggiornamento continuo. Negli Stati Uniti, cuore della comunicazione sanitaria di nuova generazione, i Cdc (Centers for disease control and prevention) di Atlanta, pionieri nell impiego dei social network in Sanità, hanno inserito Twitter come utile e valido strumento di diffusione e promozione della salute nel Social Media Tool Kit. In Italia, la diffusione dell utilizzo del social media in Sanità è stata lenta e a macchia di leopardo; uno stimolo si è avuto con la pubblicazione, nella primavera 2012, del Vademecum Pubblica amministrazione e Social Media, a cura di Formez Pa e dell allora ministro per la Pubblica amministrazione e la semplificazione, Filippo Patroni Griffi. Nella presa d atto di questa evoluzione del contesto mediatico 2.0, la S.S.A. Sviluppo e Promozione Scientifica, con il supporto dell Ufficio Comunicazione ha aperto, nell ultimo trimestre del 2013, il canale Twitter Ricerca- OspedaleAl, nell intento di formare un network di comunicazione inerente il mondo della Sanità e della Ricerca, volto a diffondere contenuti di promozione della salute, quali articoli scientifici, Linee Guida Nazionali ed Internazionali, ma anche eventi e convegni, o notizie di carattere sanitario. Attraverso la selezione di Following quali Aziende Sanitarie, IRCCS nazionali, società scientifiche o altri profili di carattere medico, la S.S.A. S.P.S. segue gli aggiornamenti pubblicati e rilancia quelli di maggior rilievo (per mezzo del retweet) ai propri Followers, attivando un interscambio continuo di informazioni. Verificando l autorevolezza e l affidabilità delle fonti, cerca di fornire un valido supporto agli operatori, ai cittadini ed ai pazienti, nell accesso alle notizie scientifiche di maggior importanza ed ai risultati della ricerca, offrendo una valida opportunità di aggiornamento professionale. La Struttura si propone di incrementare, (nel corso dell anno 2014) tale attività di promozione e divulgazione attraverso il canale Twitter, aumentando la rete di utenti a cui rivolgersi e coinvolgendo il maggior numero di professionisti nella segnalazione di contenuti di rilievo.

15 Nicola Giorgione Gianluca Ciardelli Moderatore: Luciano Bernini La Robotica - l applicazione realizzata dalla Chirurgia Generale Giuseppe Spinoglio La Domotica - verso la realizzazione della Casa Amica Salvatore Petrozzino Le collaborazioni Internazionali Diego Gazzolo Moderatore: Massimo Desperati L esperienza dell audit clinico sull antibiotico profi lassi perioperatoria Grazia Lomolino, Franca Riva, Gabriele Ferretti, Andrea Rocchetti, Eugenio Mantia, Laura Savi Progettualità sul Mesotelioma Maligno Federica Grosso, Gabriele Ferretti, Maurizio Mancuso, Francesco Musante, Roberta Libener, Mario Botta, Massimo D Angelo Il percorso diagnostico terapeutico assistenziale come strumento di integrazione e standardizzazione: l esperienza del PDTA certificato delle Patologie Tiroidee Egle Ansaldi, Ornella Testori, Roberta Bellini, Mauro Cappelletti Direttore e Responsabile Scientifico della giornata Antonio Maconi Responsabile S.S.A. Sviluppo e Promozione Scientifi ca Segreteria Organizzativa: Per informazioni riguardanti l iniziativa - in fase di accreditamento ECM - è possibile contattare: Marinella Bertolotti S.S.A. Sviluppo e Promozione Scientifica Silvia Cermelli S.S.A. Sviluppo e Promozione Scientifica Roberto Ippoliti S.S.A. Sviluppo e Promozione Scientifi ca Telefono La Prima giornata della ricerca: l attività scientifica al servizio dell assistenza giovedì 9 maggio 2013 ore L attività scientifica al servizio dell assistenza Prima Giornata della Ricerca Salone di Rappresentanza Azienda Ospedaliera Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Via Venezia, 16 ALESSANDRIA Dalle ore 14,00 alle ore 14,15 Registrazione partecipanti Dalle ore 14,15 alle ore 14,45 Introduzione dei lavori - L attività scientifica al servizio della persona Dalle ore 14,45 alle ore 15,15 Nanomateriali ingegnerizzati per affrontare le sfide irrisolte della medicina Dalle ore 15,15 alle ore 16,30 Tavola rotonda Tecnologie, formazione e progettualità per l assistenza e la cura Dalle ore 16,30 alle ore 18,00 Tavola rotonda Sinergia e lavoro di squadra: approccio interdisciplinare e multiprofessionale : Dalle ore alle ore Premiazione Bando dr.ssa Graziella Giambone Dalle ore alle ore Riconoscimento alla carriera: Francesco Arena Consegna degli attestati ai primari non più in servizio L Azienda Ospedaliera di Alessandria ha organizzato il 9 maggio 2013 la Prima giornata della ricerca: l attività scientifica al servizio dell assistenza al fine di promuovere l attività scientifica e di ricerca di cui sono protagonisti i professionisti aziendali; nel contempo l iniziativa ha rappresentato un momento di confronto con le realtà presenti sul territorio volto a favorire la creazione di una rete di conoscenza interaziendale e interistituzionale, utile a sostenere progetti di ricerca e di miglioramento comuni che potranno essere avviati. I lavori della giornata, evento formativo accreditato E.C.M e rivolto al personale aziendale, si sono aperti con l intervento del Direttore Generale che ha illustrato gli ambiti nei quali si é sviluppata l attività scientifica aziendale - pubblicazioni e relativo Impact Factor, studi clinici, progettazione italiana ed europea - fornendo i dati relativi al triennio A seguire Gianluca Ciardelli, Professore presso il Politecnico di Torino, ha presentato i risultati della collaborazione con l Azienda Ospedaliera in tema di Nanomateriali ingegnerizzati per affrontare le sfide irrisolte della medicina. La giornata é proseguita con due tavole rotonde: la prima dedicata alle Tecnologie innovative, formazione e progettualità per l assistenza e la cura con interventi in tema di chirurgia robotica, domotica e collaborazioni internazionali in ambito formativo; la seconda, intitolata Sinergia e lavoro di squadra: approccio interdisciplinare e multiprofessionale, nella quale sono state presentate relazioni su un percorso interdisciplinare di audit clinico sull antibiotico profilassi perioperatoria teso a migliorare la sicurezza del paziente ed a contenere i costi aggiuntivi, sulla progettualità interaziendale (A.O. ASL AL) sul Mesotelioma Maligno e su quella interistituzionale sulle patologie tiroidee (A.O.- Ordine dei Medici della Provincia di Alessandria). Al termine dell evento sono stati consegnati ai primari non più in servizio, a partire dal 2008, attestati di riconoscenza per il lavoro svolto. Per l impegno, la professionalità e l umanità dimostrate Con questa motivazione durante la giornata della Ricerca che si è svolta il 9 maggio, sono state consegnati alla carriera gli attestati di riconoscimento ai professionisti collocati a riposo a partire dal 2008 e fino all anno in corso. Nella foto in alto da sinistra: Augusto Pergolo, Pietro Primo Versari, la direzione generale rappresentata da Luciano Bernini, Francesco Arena e Nicola Giorgione, Carla Gallini, Massimo Iberti, Guido Bottero, Pier Giacomo Betta, Giuseppe Rosti, Pier Antonio Ravazzi, Dante Medici, Mauro Rinaldo Azzini, Ornella Testori. Erano assenti: Giancarlo Forno e Pier Luigi Seymandi, mentre un riconoscimento speciale è stato consegnato alla vedova di Dante Paolo Besana. 15

16 16

17 LA PRODUZIONE SCIENTIFICA Valutazione quantitativa La S.S.A. Sviluppo e Promozione Scientifica ha effettuato, in continuità con quanto avviato a partire dal 2010, il censimento della produzione scientifica che i professionisti aziendali hanno svolto nel 2013 con la finalità di evidenziare l attività svolta dalle singole Strutture, incrementare la reputazione dell Azienda Ospedaliera e naturalmente quella dei professionisti che vi operano. È stato possibile raccogliere e valorizzare ogni tipo di attività scientifica sia attraverso le ricerche bibliografiche effettuate dalla Biblioteca Biomedica, sia sollecitando i professionisti alla segnalazione attiva della propria produzione scientifica. Nel triennio considerato , la collaborazione da parte dei professionisti aziendali é cresciuta notevolmente, anche se la pubblicazione con l elenco dei lavori ed il data base che consente agli utenti di effettuare ricerche sull attività scientifica svolta dal professionista e/o dalla singola struttura, non esprimono ancora un quadro esaustivo della produzione scientifica. Le pubblicazioni sono state suddivise per tipologia (pubblicazioni in inglese, italiano, relazioni, abstract delle comunicazioni a congressi) e per struttura di appartenenza degli autori, distinguendo poster e comunicazioni orali, indicando la rivista per gli abstract pubblicati. Sono state evidenziate le segnalazioni su Pub Med, cioé le citazioni dei professionisti aziendali che, pur non comparendo tra gli autori dell articolo, grazie alla loro collaborazione, ne hanno reso possibile la stesura. Sono stati segnalati articoli in italiano e in inglese facenti parte della serie di pubblicazioni online ed Open Access dell Azienda Ospedaliera di Alessandria Working Paper of Public Health (WP). Ad oggi è stata conclusa l elaborazione di dati relativi al censimento della produzione scientifica riferita al 2012: sono stati proposti e pubblicati sui WP manoscritti sottomessi da 53 professionisti interni all Azienda Ospedaliera. Nell anno 2012 le strutture aziendali hanno prodotto 489 lavori suddivisi tra 126 pubblicazioni su riviste di settore in inglese ed in italiano, 155 abstract delle comunicazioni a congressi (poster o comunicazioni orali) di cui 89 pubblicati su riviste del settore, 208 relazioni e docenze. I grafici seguenti evidenziano la produzione scientifica suddivisa per tipologia e per struttura di appartenenza degli autori. ELENCO CENSIMENTO PRODUZIONE SCIENTIFICA

18 PUBBLICAZIONI IN INGLESE E IN ITALIANO SUDDIVISE PER STRUTTURA 14 FREQUENZA ASSOLUTA Sviluppo e Promozione Scientifica Psicologia Chirurgia Generale Ginecologia e Ostetricia Endoscopia digestiva Cardiologia Cardiochirurgia Chirurgia Toracica Neurologia Neurochirurgia Maxillo Facciale Geratria Malattia dell apparato respiratorio Medicina Interna Psichiatria- SPDC Ematologia Medicina Nucleare Nefrologia e dialisi STRUTTURA Malattie Infettive Oncologia Radioterapia Day Hospital Onco-ematologia Anatomia patologica Laboratorio Analisi Medicina trasfusionale Radiodiagnostica Microbiologia Medicina e chirurgia d accettazione Neonatologia TIN Urologia Pediatrica Medicina fisica riabilitazione III livello Riabilitazione cardio-respiratoria ABSTRACT SUDDIVISI PER STRUTTURA 25 FREQUENZA ASSOLUTA Direzione Medica dei Presidi Gestione Blocchi Operatori Fisica Sanitaria Psicologia Terapia del dolore Anestesia e Rianimazione Chirugia generale Ginecologia e Ostetricia Endoscopia digestiva Chirugia Toracica Neurologia Neurochirugia Oculistica ORL Malattie dell apparato respiratorio Medicina Interna Ematologia Medicina nucleare Nefrologia e dialisi Malattie Infettive Oncologia STRUTTURA Radioterapia Day Hospital Onco-ematologia Reumatologia Anatomia Patologica Laboratorio Analisi Medicina Trasfusionale Radiodiagnostica Microbiologia Neuroradiologia Radiodiagnostica pediatrica Radiodiagnostica interventistica Anestesia e Rianimazione Pediatrica Chirugia Pediatrica Neonatologia TIN Neuropsichiatria infantile Pediatria Ortopedia e Traumatologia Pediatrica Urologia Pediatrica Medicina fisica e riabilitazione III livello 18

19 RELAZIONI E DOCENZE SUDDIVISE PER STRUTTURA 60 FREQUENZA ASSOLUTA Direzione Medica dei Presidi Psicologia Terapia del dolore Anestesia e rianimazione Chirugua generale Cardiologia Cardiochirurgia Chirugia toracica Neurologia Oculistica Ortopedia e traumatologia - CRCP Malattie dell apparato respiratorio Medicina Interna Psichiatria - SPDC Medicina Nucleare Nefrologia e Dialisi Oncologia STRUTTURA Radioterapia Reumatologia Laboraotrio Analisi Medicina trasfusionale Radiodiagnostica Microbiologia Medicina e Chirurgia d Accettazione Anestesia e Rianimazione Pediatrica Neuropsichiatria Infantile Medicina Fisica e Riabilitazione III livelllo Riabilitazione cardio-respiratoria La tabella seguente riporta i dati quantitativi riferiti alla produzione scientifica del triennio suddivisi per tipologia e per Presidio Tipologia Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 PUBBLICAZIONI IN INGLESE Presidio SS. Antonio e Biagio Presidio Cesare Arrigo Presidio Borsalino PUBBLICAZIONI IN ITALIANO Presidio SS. Antonio e Biagio Presidio Cesare Arrigo Presidio Borsalino ABSTRACT Presidio SS. Antonio e Biagio Presidio Cesare Arrigo Presidio Borsalino Relazioni Presidio SS. Antonio e Biagio Presidio Cesare Arrigo Presidio Borsalino Totale Azienda

20 Si può evidenziare: un trend positivo, legato all aumento rispetto al 2010 della produzione scientifica realizzata dal Presidio SS. Antonio e Biagio, relativamente a: > pubblicazioni su riviste del settore in inglese (43 nel nel 2012); > abstract delle comunicazioni a congressi; > relazioni e docenze un assestamento delle pubblicazioni in italiano ai livelli del 2010 Una valutazione della produzione scientifica aggregata, non suddivisa per tipologia, evidenzia, nel triennio, un trend positivo per la Direzione dei Presidi Ospedalieri, il Dipartimento testa-collo e le Strutture in Staff alla Direzione Generale. I dati preliminari relativi all anno 2013, pur non esprimendo ancora un quadro esaustivo dell attività scientifica svolta, (soprattutto relativamente alle segnalazioni dei lavori non indicizzati da parte dei professionisti), confermano il trend positivo aziendale in particolare per quanto attiene alle pubblicazioni e alle relazioni e docenze. I grafici seguenti mostrano l andamento della produzione scientifica riferita al triennio suddiviso per tipologia e per dipartimento di appartenenza degli autori. PUBBLICAZIONI SUDDIVISE PER DIPARTIMENTI FREQUENZA ASSOLUTA Strutture in staff alla DG Direzione dei Presidi Ospedalieri Dip. Chirurgico Dip. CardioToracoVascolare Dip. patologie testa collo Dip. Internistico DIPARTIMENTI Dip. Oncoematologico Dip. Servizi Ospedalieri Dip. Emergenza e Accettazione - DEA Dip. Pediatrico Dip. Riabilitazione In merito alle pubblicazioni in inglese ed in italiano nel triennio considerato, si può osservare un trend positivo per quanto riguarda il Dipartimento Chirurgico, Internistico, dei Servizi Ospedalieri e per le strutture in Staff alla Direzione Generale. Si evidenzia una diminuzione per quanto attiene al Dipartimento Oncoematologico determinata da un aumento delle pubblicazioni in inglese ma di contro da una notevole diminuzione dei lavori in italiano, soprattutto in riferimento all Ematologia. Si nota infine un trend negativo per i Dipartimenti Patologie testa collo, Pediatrico e Riabilitazione 20

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A.

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. Marra PROGETTO OBIETTIVO MATERNO INFANTILE ( POMI) DM 24 APRILE 2000 TRE

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/201. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/1. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 2/. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

I sistemi di valutazione delle pubblicazioni scientifiche. di Laura Colombo

I sistemi di valutazione delle pubblicazioni scientifiche. di Laura Colombo I sistemi di valutazione delle pubblicazioni scientifiche di Laura Colombo Ultimo aggiornamento: marzo 2011 Sommario L analisi bibliometrica Indicatori bibliometrici o Impact Factor o Immediacy Index o

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus -ijp ASLLanusei Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6 Organigramma DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus DIREZIONE SANITARIA Direttore: dott. Maria Valentina Marras DIREZIONE AMMINISTRATIVA

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA S. CROCE E CARLE di CUNEO

AZIENDA OSPEDALIERA S. CROCE E CARLE di CUNEO AZIENDA OSPEDALIERA S. CROCE E CARLE di CUNEO Via Michele Coppino, 26-12100 CUNEO Tel. +39 0171.641111 fax +39 0171.699545 Email: aso.cuneo@cert.legalmail.it Sito web: http://www.ospedale.cuneo.it P.I./Cod.

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6 Convegno AL TERMINE DI TELEMACO riflessioni a margine dell esperienza svolta www.telemaco.regione.lombardia.it Codice evento: SDSS 10092/AE VENERDI 12 NOVEMBRE 2010, ore 10.000 18.00 Politecnico di Milano

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE Premessa Obiettivo delle presenti linee-guida è fornire indirizzi per la organizzazione della rete dei servizi di riabilitazione

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 27/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO II Fascia AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

Anno 2014. Anno 2014 Individuati nel sub obiettivo. Anno 2015. Individuati nel sub obiettivo. Anno 2014 Numero operatori della Struttura partecipanti

Anno 2014. Anno 2014 Individuati nel sub obiettivo. Anno 2015. Individuati nel sub obiettivo. Anno 2014 Numero operatori della Struttura partecipanti A.S.L. TO4 Piano della performance ed obiettivi - S.C. Affari Generali Direttore: Dott.ssa Carla CIAMPORCERO FOR Sviluppare le attività di formazione su appropriatez prescrittiva farmaci e prestazioni

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova Genova 31 gennaio 2014 CORSO RESIDENZIALE nuovi paradigmi per una terapia personalizzata nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto CON IL PATROCINIO DI Obiettivi Il trattamento del

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Pronto Soccorso e Sistema 118

Pronto Soccorso e Sistema 118 PROGETTO PRONTO SOCCORSO E SISTEMA 118 Ministero della Salute Progetto Mattoni SSN Pronto Soccorso e Sistema 118 Ricognizione della normativa, delle esperienze, delle sperimentazioni, relativamente a emergenza

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

-Azienda Unità Sanitaria Locale n. 12 Viareggio Regione Toscana

-Azienda Unità Sanitaria Locale n. 12 Viareggio Regione Toscana -Azienda Unità Sanitaria Locale n. 12 Viareggio Regione Toscana Direttore Amministrativo Paolo Gennaro Torrico 59507 direttore.amministrativo O.I.V. Organismo Indipendente di Valutazione Direttore Generale

Dettagli

www.policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it

www.policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it Progetto grafico Avenida Stampa Artestampa srl Diffusione 50.000 copie Dicembre 2003 www.policlinico.mo.it

Dettagli

ESENZIONE 048:LE PRINCIPALI CRITICITA PER LA SUA APPLICAZIONE

ESENZIONE 048:LE PRINCIPALI CRITICITA PER LA SUA APPLICAZIONE ESENZIONE 048:LE PRINCIPALI CRITICITA PER LA SUA APPLICAZIONE Fare clic per modificare lo stile del sottotitolo dello schema I CAS DELLE AZIENDE OSPEDALIERE DOTT. A. CAPALDI I.R.C.C.s Candiolo Regione

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

Come si trova l Impact Factor di una rivista?

Come si trova l Impact Factor di una rivista? Journal Citation Report ovvero: Come si trova l Impact Factor di una rivista? a cura di Francesca De Rosa Biblioteca Dermatologica dell Istituto San Gallicano Indice: Che cos è l Impact Factor? Come si

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo

Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo Dott.ssa Lorenza Donati Convegno Agli albori della salute: prevenzione

Dettagli

Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c.

Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c. Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c. Data e Sede: 1-2 dicembre 2010 - Roma Evento ECM N N. rif. ECM 10033589 crediti 9 Programma e

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III

DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III RAZIONALE Scopo di queste Raccomandazioni

Dettagli

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS CONFERENCE Institutional archives for research: experiences and projects in open access Istituto Superiore di Sanità Rome, 30/11-1/12 2006 Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS Paola

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DELPIANO Laura Indirizzo Via Torino n. 112 int. 2 10036 SETTIMO TORINESE Telefono 011.898.26.34 Mobile: 333.10.60.176 Fax 011.898.26.34 E-mail laura.delpiano@cespi-centrostudi.it

Dettagli

Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici

Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici 1. Introduzione Vengono oggi pubblicate sul sito dell ANVUR e 3 tabelle relative alle procedure dell abilitazione scientifica nazionale

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino Università di Camerino FONDO DI ATENEO PER LA RICERCA Bando per il finanziamento di Progetti di Ricerca di Ateneo Anno 2014-2015 1. Oggetto del bando L Università di Camerino intende sostenere e sviluppare,

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

Lista dei Settori Concorsuali con i relativi settori scientifico disciplinari

Lista dei Settori Concorsuali con i relativi settori scientifico disciplinari Lista dei Settri Cncrsuali cn i relativi settri scientific disciplinari 01/A1 - LOGICA MATEMATICA E MATEMATICHE COMPLEMENTARI MAT/01 MAT/04 01/A2 - GEOMETRIA E ALGEBRA MAT/02 MAT/03 01/A3 - ANALISI MATEMATICA,

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

Ministero, della Salute

Ministero, della Salute Ministero, della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III MORTE O GRAVE DANNO CONSEGUENTI

Dettagli

L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove?

L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove? L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove? Anna Prenestini SDA Bocconi Area Public Policy and Management 09 ottobre 2012 1 Un futuro da scrivere

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC La formazione sul campo (di seguito, FSC) si caratterizza per l utilizzo, nel processo di apprendimento, delle

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

COSTITUZIONE COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE

COSTITUZIONE COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE AZIENDA OSPEDALIERA DI COSENZA COSTITUZIONE COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE Delibera n. 328 del 25 marzo 211 COMITATO TECNICO PREPOSTO AL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE Dr.

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Indice 1. Le basi normative e aspetti generali 2. Parte I: obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento

Dettagli

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE)

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE) Brochure Montesilvano 2015 30/07/15 12: Pagina 1 Associazione Italiana Operatori Sanitari di Stomaterapia INCONTR- 2015 Certificazione EN ISO 9001:2008 IQ-0905-12 per formazione ed aggiornamento COMPETENZE

Dettagli

Criteri, parametri e indicatori per l abilitazione scientifica nazionale AREA 01 MATEMATICA E INFORMATICA. Premesso

Criteri, parametri e indicatori per l abilitazione scientifica nazionale AREA 01 MATEMATICA E INFORMATICA. Premesso Criteri, parametri e indicatori per l abilitazione scientifica nazionale AREA 01 MATEMATICA E INFORMATICA Premesso che l attività scientifica e di ricerca nei settori MAT/01-09 e INF/01 consiste principalmente

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI

Dettagli

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura Dip.to di Continuità Assistenziale - U.O.C. di Geriatria Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura 1^ ed. 6 maggio 2014 Centro Servizi alla Persona Fondazione Zanetti di Oppeano

Dettagli

Allegato B - dotazione organica.xls. criteri di costruzione della dotazione organica (per unità operativa)

Allegato B - dotazione organica.xls. criteri di costruzione della dotazione organica (per unità operativa) rideterminazione della dotazione organica ALLEGATO 1 ALLEGATO 2 ALLEGATO 3 struttura organizzativa criteri di costruzione della dotazione organica (per unità operativa) riepilogo per macrostruttura ALLEGATO

Dettagli

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali S.C. Fisica Sanitaria S.C. Medicina Nucleare Pietra Ligure S.C. Neuroradiologia Diagnostica ed Interventistica S.C. Radiologia Diagnostica

Dettagli

ESPERIENZE DEL C.I.O. NELLA ASL 2

ESPERIENZE DEL C.I.O. NELLA ASL 2 Le Infezioni nosocomiali nella realtà degli Ospedali liguri: un up to date con il contributo di casistiche personali ESPERIENZE DEL C.I.O. NELLA ASL 2 Dott.. G. CALCAGNO Responsabile S.S. Prevenzione rischio

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 La Sol Levante nasce nel 1998 per dare una risposta alle esigenze delle persone, di ogni fascia d età, affette da disagio psichico e con problematiche in

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. Dr.ssa La Seta Concetta. Direttore U.O.C. di Farmacia C U R R I C U L U M V I T A E

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. Dr.ssa La Seta Concetta. Direttore U.O.C. di Farmacia C U R R I C U L U M V I T A E C U R R I C U L U M V I T A E Dr.ssa La Seta Concetta INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome Data di nascita Luogo di nascita Nazionalità Indirizzo Telefono La Seta Concetta 10 Febbraio 1963 Palermo Italiana

Dettagli