INTRODUZIONE... 8 IL CLINICAL TRIAL CENTER LE BORSE DI STUDIO AZIENDALI LA BIBLIOTECA BIOMEDICA... 58

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INTRODUZIONE... 8 IL CLINICAL TRIAL CENTER... 34 LE BORSE DI STUDIO AZIENDALI... 44 LA BIBLIOTECA BIOMEDICA... 58"

Transcript

1 RENDICONTAZIONE SCIENTIFICA

2 2

3 INTRODUZIONE... 8 ATTIVITÀ EDITORIALI I quaderni dell Ospedale Newsletter La Prima giornata della ricerca: l attività scientifica al servizio dell assistenza LA PRODUZIONE SCIENTIFICA Valutazione quantitativa Valutazione qualitativa: Impact Factor Aziendale I PROGETTI DI RICERCA: PARTECIPAZIONE A PROGRAMMI DI FINANZIAMENTO NAZIONALE E INTERNAZIONALE Progetti nazionali Progetti europei IL CLINICAL TRIAL CENTER LE SPERIMENTAZIONI CLINICHE: PROTOCOLLI AVVIATI NELL ANNO 2013 E STUDI CLINICI ATTIVI A GIUGNO LE BORSE DI STUDIO AZIENDALI LINEA DI RICERCA AZIENDALE: IL MESOTELIOMA MALIGNO (MM) Progetti di ricerca Attività collegate LA FORMAZIONE AZIENDALE Piano Strategico della Formazione per il triennio Dati di attività anno Formazione, sviluppo e ricerca LA BIBLIOTECA BIOMEDICA I PROGETTI DI TELEMEDICINA Il controllo globale del processo trasfusionale in telemedicina Progetto di Telemedicina dedicato ai bambini ventilati a domicilio Progetto i-retina Progetto Ret-cam per Retinopatia del Prematuro Utilizzo Software Eurotouch PROGETTI SCIENTIFICI IN COLLABORAZIONE CON ALTRI ENTI Collaborazioni con istituti scientifici, universitari, imprese del territorio Collaborazione con l Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Alessandria ELENCO PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE ANNO AGGIORNAMENTO SPERIMENTAZIONI CLINICHE ANNO

4 4

5 5

6 La ricerca sanitaria è parte integrante delle attività del SSN, poiché è fondamentale per garantire ai cittadini una sanità che risponda in modo efficace, efficiente e sostenibile ai reali bisogni di assistenza e cura. La ricerca sanitaria e biomedica non è solo progresso scientifico e tecnologico ma deve essere soprattutto innovazione al fine di ottenere miglioramenti dell assistenza sanitaria, dei servizi e della loro organizzazione. Art. 20 Patto per la Salute

7 Una rete di conoscenza condivisa con la finalità ultima di migliorare la qualità delle prestazioni erogate e l efficienza ed efficacia dei servizi offerti: era questo il presupposto della prima giornata della ricerca dell Azienda Ospedaliera di Alessandria, che si è svolta il 9 maggio 2013 come evento formativo per il personale aziendale. Un momento di partecipazione e condivisione che ci ha permesso di svelare il lavoro svolto negli anni precedenti e portare all attenzione, non solo della comunità dei professionisti aziendali, ma della collettività tutta, l importante ruolo di riferimento in termini di conoscenza e competenze dell Azienda Ospedaliera. Un appuntamento che ha unito ricerca e formazione, elementi indispensabili per l innovazione, che è la vera scommessa della sanità: oggi, che abbiamo così tanti stimoli, è necessario fare scelte giuste e sostenibili. Scelte possibili se supportate dall adeguato aggiornamento. La giornata è stata il culmine di una serie di attività svolte quotidianamente: la ricerca e l innovazione sono parti integranti dell attività istituzionale, al pari dell attività assistenziale. L Azienda in questi anni ha progressivamente investito di più in professionalità, con l obiettivo di introdurre nei processi di diagnosi e di cura, nei modelli organizzativi e gestionali innovazioni utili al miglioramento dei servizi erogati e di conseguenza al miglioramento della soddisfazione dei cittadini e degli stessi operatori. Ecco perché abbiamo realizzato la presente pubblicazione, per raccogliere in maniera strutturata il lavoro del 2013, dopo le precedenti edizioni. Abbiamo cercato di rendere sistematico il lavoro di un anno in una forma gradevole e leggibile dalla comunità scientifica, ma anche eventualmente da chi avesse il desiderio di approfondire questi aspetti, con l obiettivo di valorizzare il grande patrimonio di conoscenza che è stato prodotto. Da anni realizziamo il censimento della produzione scientifica, presentato in forma rinnovata e allegato alla presente pubblicazione e siamo tra i pochi a rendere tracciabili i flussi economici legati alle attività di ricerca, anche questi, elencati in forma semplice e fruibile. Un cenno poi al Clinical Trial Center, che ha l obiettivo di migliorare l efficienza dell Azienda Ospedaliera nell attivazione, conduzione e gestione degli studi clinici e delle iniziative di ricerca scientifica, operando in conformità alle direttive delle Good Clinical Practice (G.C.P.) e alla mission dell Azienda Ospedaliera. Il rapporto OASI 2014 afferma che tempi celeri nell autorizzazione da parte delle direzioni aziendali, la standardizzazione dei contratti con le imprese e l efficiente gestione delle diverse fasi degli studi clinici, a partire dal reclutamento dei pazienti, sembrano rappresentare importanti criteri di scelta delle sedi sperimentali da parte delle imprese. Un ringraziamento particolare ai colleghi della struttura, protagonisti attivi del lavoro realizzato. Antonio Maconi 7

8 INTRODUZIONE L Azienda Ospedaliera SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo di Alessandria, già individuata quale Presidio Ospedaliero di rilievo nazionale e di alta specializzazione dal D.P.C.M. 23 aprile 1993, è un azienda dotata di personalità giuridica pubblica e di autonomia imprenditoriale ed è attiva dal 1 gennaio L Azienda è inserita nel Sistema Sanitario della Regione Piemonte, come confermato dalla Deliberazione del Consiglio Regionale (di seguito DCR) 22 ottobre 2007, n L Azienda Ospedaliera SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo di Alessandria eroga prestazioni sanitarie di diagnosi e cura in regime di ricovero in area medica ed in area chirurgica, in elezione e da pronto soccorso, in regime di day surgery, day hospital e prestazioni ambulatoriali. La rete ospedaliera con la Deliberazione della Giunta Regionale 19 novembre 2014, n , Adeguamento della rete ospedaliera agli standard della legge 135/2012 e del Patto per la Salute 2014/2016 e linee di indirizzo per lo sviluppo della rete territoriale, prevede una riformulazione dei servizi sul territorio delle province di Alessandria e Asti, che vede nell Azienda Ospedaliera di Alessandria ospedale di riferimento, con afferenti i vari presidi secondo la suddivisione sotto indicata: ospedale spoke, sede di DEA I: ASTI - CARDINAL MASSAIA LIVELLO, CA- SALE, NOVI - SAN GIACOMO ospedale di base, sede di PS: ACQUI OSPEDALE CIVILE, TORTONA ospedale sede di PS AREA DISAGIATA: OVADA Costituisce il punto di riferimento per le attività di 2 e 3 livello per le province di Asti e Alessandria; svolge altresì un ruolo di presidio di base per i cittadini residenti nel Distretto di Alessandria, in stretta correlazione con i servizi territoriali. L Azienda Ospedaliera espleta la sua attività istituzionale nei seguenti presidi: Ospedale Santi Antonio e Biagio, via Venezia 16, Alessandria Ospedale Infantile Cesare Arrigo, Spalto Marengo 46, Alessandria Ospedale Teresio Borsalino, piazzale Ravazzoni 4, Alessandria. Costituiscono ulteriori sedi operative dell Azienda le seguenti strutture: Poliambulatorio Ignazio Gardella, via Don Gasparolo 2, Alessandria Centrale Operativa Emergenza 118 e Base Elisoccorso, via Teresa Michel 65, Alessandria Sede degli Uffici amministrativi, via Santa Caterina da Siena 30, Alessandria. In particolare l Ospedale Cesare Arrigo costituisce presidio per la diagnosi e cura delle patologie pediatriche, comprese quelle riferite alla chirurgia pediatrica, oltre a costituire riferimento per l emergenza neonatale. Il PSSR , inoltre, ha confermato la funzione di Centro Riabilitativo Polifunzionale attribuita all Ospedale Teresio Borsalino, che costituisce in ambito regionale uno dei centri di riferimento per la Riabilitazione di III livello, oltre ad essere sede di unità spinale e centro per le gravi cerebrolesioni. Per la funzione di Ospedale di riferimento riconosciuta agli ospedali dell Azienda Ospedaliera di Alessandria, essa: esprime competenze di alta specializzazione nei campi della Cardiochirurgia; della Chirurgia Toracica; della Chirurgia Vascolare; della Cardiologia ivi compresa l Emodinamica; della Neurochirurgia; del Trauma ortopedico; dell Onco- A.O. SS. ANTO 8

9 logia; dell Onco-Ematologia; della Chirurgia e della Ginecologia oncologiche, della Chirurgia Plastica e ricostruttiva; della Radioterapia; della Radiologia Interventistica; della Pneumologia oncologica ivi inclusa l attività di Broncoscopia; dell Endoscopia Digestiva e della Chirurgia Maxillo Facciale è sede di Centro Trapianti e Centro Trasfusionale è sede di Dipartimento di emergenza e accettazione, anche a livello pediatrico, di II livello costituisce riferimento di 3 livello per l Ostetricia è sede di Centrale Operativa Emergenza 118 delle Province di Alessandria e Asti, con base per l Elisoccorso sviluppa progetti regionali in rete, in particolare partecipa alle seguenti reti regionali: > Rete Oncologica del Piemonte e della Valle d Aosta > Rete per l ictus ischemico, per le funzioni sia di 1 sia di 2 livello > Rete per la terapia dell infarto miocardico acuto (STEMI) > Rete ospedaliera di allergologia NIO E BIAGIO Con l atto aziendale del 2010 è stata istituita la Struttura Sviluppo e Promozione Scientifica, che ormai da tre anni redige annualmente la relazione di rendicontazione scientifica annuale, allo scopo di evidenziare quanto svolto dai professionisti. In questi anni la struttura ha consolidato e avviato una serie di rapporti e di relazioni con le università, enti e istituti di ricerca: l Azienda Ospedaliera instaura e mantiene rapporti di collaborazione progettuali con istituti scientifici, grandi ospedali della rete nazionale e internazionale nonché con istituti universitari, anche esteri, per favorire la crescita culturale dei propri professionisti. Poter contare su professionisti aggiornati, attenti alle più recenti innovazioni nelle proprie discipline, in alcuni casi riferimenti nelle proprie comunità scientifiche, rappresenta senza dubbio un elemento fondamentale per coloro che si trovano ad utilizzare i servizi dell Azienda Ospedaliera di Alessandria. Grazie alla consolidata collaborazione con l Università del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro, formalizzata con convenzioni e protocolli d intesa, l Azienda Ospedaliera di Alessandria è sede di corso di laurea in Infermieristica della facoltà di Medicina e Chirurgica della stessa Università. É centro di collaborazione con consorzi di imprese del territorio per lo sviluppo di nuove tecnologie sanitarie e per l innovazione scientifica. L Azienda Ospedaliera di Alessandria (A.O. AL), sede di una Banca Biologica del Mesotelioma Maligno, fa parte della rete nazionale per il trattamento del mesotelioma, la cui struttura capofila é il Dipartimento di Oncologia dell Università di Torino Con Deliberazione della Giunta Regionale 23 luglio 2013, n é stata approvata la proposta di istituzione di una Unità Funzionale Interaziendale A.O. AL - ASL AL per la diagnosi e la terapia del mesotelioma, con il supporto tecnico scientifico del Dipartimento di Oncologia dell Università di Torino, che definisce e gestisce le strategie della ricerca. L Azienda Ospedaliera ha individuato il mesotelioma come linea di ricerca aziendale, sviluppando progetti con valenza locale, regionale e nazionale, nonché garantendo l attivazione a livello locale di studi clinici nazionali e internazionali, specifici su questa patologia, offrendo ai pazienti affetti da mesotelioma la migliore qualità di diagnosi e cura in ambito multidisciplinare e con riferimento alle evidenze scientifiche disponibili. 9

10 Totale costi produzione , ,00 (costi operativi - CE ministeriale B) 97,37% 97,76% Totale ricavi (CE ministeriale A) , ,00 Costo personale , ,00 (CE ministeriale B.5+B.6+B.7+B.8) 48,27% 48,07% Totale ricavi (CE ministeriale A) , ,00 Ammortamento attrezzature sanitarie , ,00 1,07% Totale ricavi (CE ministeriale A) , ,00 1,08% Costo totale acquisto beni e servizi , ,00 (CE ministeriale B.1+B.2) 40,24% 40,45% Totale ricavi (CE ministeriale A) , ,00 Costo personale dedicato alla ricerca non disponibile non disponibile Costo personale (CE ministeriale B.5+B.6+B.7+B.8) , ,00 ATTIVITÀ EDITORIALI Working Paper of Public Health A febbraio 2012 è stata istituita la serie di pubblicazioni online ed Open Access dell Azienda Ospedaliera di Alessandria, progressiva e multi disciplinare in Public Health (ISSN: ) Working Paper of Public Health (WP). Gli obiettivi dei Working Paper of Public Health sono i seguenti: promuovere l immagine ed incrementare il prestigio dell A.O. di Alessandria sia nel settore della ricerca (progetti Europei e/o ricerca farmaceutica) sia nel campo dell attività clinica, coinvolgendo tutti gli stakeholders potenzialmente condizionati dalla stessa: cittadinanza, istituzioni mediche, aziende; incoraggiare la produzione di articoli scientifici da parte del personale aziendale, fornendo uno strumento attraverso il quale gli operatori possano realizzare l obiettivo proposto; favorire il dibattito, condividere la conoscenza e le proprie idee al fine di avere dei feed-back sul lavoro scientifico proposto, prima di una conferenza e/o della sottomissione ad una rivista scientifica. La pubblicazione del WP non preclude agli autori la possibilità di pubblicare la versione finale del lavoro proposto su una rivista scientifica. L idea stessa dei WP, al pari di conferenze, seminari e workshop, è quella di agevolare l innovazione mediante la condivisione della conoscenza. A tal fine è stata creata all interno del sito aziendale appropriata pagina web ed è stato richiesto e ottenuto apposito ISSN, evidenziando la natura on line e progressiva della pubblicazione. Possono essere pubblicati contributi sia di medicina che di epidemiologia, di economia sanitaria e management, di etica e diritto. Rientra nella politica editoriale aziendale tutto ciò che può proteggere e migliorare la salute della comunità attraverso l educazione e la promozione di stili di vita corretti, così come la prevenzione di malattie ed infezioni, nonché il miglioramento dell assistenza (sia medica sia infermieristica) e della cura del paziente. È stato redatto un regolamento specifico, individuata una segreteria dedicata all attività editoriale formata da personale della S.S.A. Sviluppo e Promozione Scientifica (S.P.S.), è stato inoltre designato un Responsabile scientifico ed istituito un Comitato di Redazione. È garantita la sottomissione di tutti i manoscritti inviati purché rientrino nelle linee guida editoriali. 10

11 In data 24 ottobre 2012 il Collegio di Direzione dell A.O. ha approvato la costituzione del Comitato Scientifico composto dai componenti del Collegio di Direzione stesso, presieduto dal Direttore Generale e al quale prende parte il Direttore Sanitario in qualità di vice Presidente. Per ogni manoscritto, il Responsabile Scientifico verifica la rispondenza alle norme editoriali degli articoli sottomessi e valuta l opportunità di una revisione da parte di studiosi o altri esperti, che abbiano dato la loro disponibilità. Al fine di rispettare nel lavoro proposto criteri di scientificità, la revisione sarà anonima, così come l articolo revisionato (i.e. double blinded). La pubblicazione aziendale è stata indicizzata in: Directory of Open Access Journals (DOAJ); Google Scholar; Academic Journals Database, al fine di dare alla stessa massima diffusione. Questo processo d indicizzazione è continuo e progressivo e sarà incrementato nel tempo. Nel 2013 sono stati proposti e pubblicati 26 manoscritti, sottomessi sia da ricercatori interni all Azienda Ospedaliera che da professionisti esterni (nazionali ed internazionali). Nel 2012 il numero di articoli pubblicati si era fermato a 20. La tabella evidenzia nel 2013 dettaglio gli enti di appartenenza degli autori e, per l Azienda Ospedaliera, le strutture. Working Paper Ente Struttura AO WP Nr. 01/2013 A.O. di Alessandria Microbiologia WP Nr. 02/2013 A.O. di Alessandria; Università di Torino Psichiatria WP Nr. 03/2013 A.O. di Alessandria; Università del Piemonte Orientale Corso di Laurea WP Nr. 04/2013 A.O. di Alessandria Psichiatria WP Nr. 05/2013 A.O. di Alessandria; A.O. di Novara Lab. Analisi WP Nr. 06/2013 A.S.L. AL - presidio di Casale M.to Anatomia Patologica WP Nr. 07/2013 A.O. di Alessandria Psichiatria; Sviluppo e Prom Scientifica WP Nr. 08/2013 MGMediation - WP Nr. 09/2013 A.O. di Alessandria Oncologia; Urologia; Radiodiagnostica; WP Nr. 10/2013 Ethiopian Civil Service University - WP Nr. 11/2013 A.O. di Alessandria Radioterapia; Medicina Nucleare; Fisica WP Nr. 12/2013 A.S.L. AL - presidio di Casale M.to Anatomia Patologica WP Nr. 13/2013 A.O. di Alessandria Nefrologia e Dialisi; Lab. Analisi WP Nr. 14/2013 A.O. di Alessandria Psichiatria WP Nr. 15/2013 A.S.L. di Piacenza Dipartimento Salute Mentale e DP WP Nr. 16/2013 Ethiopian Civil Service University - WP Nr. 17/2013 A.O. di Alessandria Affari Generali WP Nr. 18/2013 A.S.L. AL - presidio di Casale M.to Anatomia Patologica WP Nr. 19/2013 A.O. di Alessandria Psichiatria WP Nr. 20/2013 A.O. di Alessandria Fisica; Radioterapia WP Nr. 21/2013 A.O. di Alessandria; Università del Piemonte Orientale Sistemi Informativi; Gestione Attività Amministrative di Supporto; Direzione medica dei Presidi; WP Nr. 22/2013 A.O. di Alessandria Farmacia; Medicina d Urgenza; WP Nr. 23/2013 A.O. di Alessandria; Università del Piemonte Orientale Corso di Laurea WP Nr. 24/2013 A.O. di Alessandria; Pediatria WP Nr. 25/2013 A.O. di Alessandria; Fondazione IRCCS Policlinico Pediatria S. Matteo, Pavia WP Nr. 26/2013 A.O. di Alessandria Psichiatria 11

12 Sono state pubblicate due serie speciali con gli atti del convegno Ospedale senza dolore, dieci anni di attività Special Issue 1 Special Issue 2 Special Issue 3 Special Issue 4 Special Issue 5 e La prima giornata della ricerca. Special Issue 6 Special Issue 7 Special Issue 8 I Quaderni dell Ospedale Nel 2013 la struttura S.S.A. Sviluppo e Promozione Scientifica ha creato una nuova pubblicazione online: Quaderni dell Ospedale. La serie proposta è una pubblicazione online ed Open Access, progressiva e multidisciplinare in Health Care Management. Rientra nella politica editoriale tutto quello che può migliorare la salute della comunità attraverso il miglioramento delle performance dell Azienda Ospedaliera, sia con riferimento agli aspetti clinico-sanitari e di assistenza, sia con riferimento all implementazione di metodi e strumenti di tipo organizzativo-gestionali. Si prefigge quindi l obiettivo di migliorare lo stato di salute della popolazione e l impatto sui pazienti dei servizi erogati, attraverso una corretta gestione delle risorse pubbliche e una efficace gestione della pratica clinico/assistenziale e organizzativa. È stato richiesto ed ottenuto apposito ISSN (ISSN ). Gli articoli pubblicati impegnano esclusivamente gli autori, le opinioni espresse non implicano alcuna responsabilità da parte dell Azienda Ospedaliera SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo di Alessandria. Nel 2013 sono stati pubblicati 4 quaderni: Nr. 1/2013: La formazione sul campo, a cura della Dr.ssa F. Riva; Nr. 2/2013: Impact Factor, a cura del Dr. R. Ippoliti, in collaborazione con dr.ssa M. Bertolotti, dr.ssa E. Gandini, sig.ra M. Perre; Nr. 3/2013: Customer Satisfaction Management, a cura dell Ing. R. I. M. Bellini; Nr. 4/2013: Assistenza infermieristica in Anestesia nei Blocchi Operatori, a cura della Dr.ssa F. Stornino, in collaborazione con P. Abbatia, M. Aiachini, R. Berti, E. Borasio, I. Bortolin, L. Carretta, I. Civello, R. Marino, M. Minafra, E. Molinari, S. Odisio, G. Piccolo, L. Pistidda e O. Voglino. 12

13 Newsletter Anche nell anno 2013 la S.S.A. Sviluppo e Promozione Scientifica ha inviato agli operatori dell Azienda Ospedaliera di Alessandria l informativa settimanale che propone una panoramica delle varie articolazioni dell attività scientifica prodotta dai professionisti aziendali e, allo stesso tempo, segnala eventuali opportunità destinate a coloro che abbiano interesse a sviluppare progetti scientifici attraverso finanziamenti da parte di enti no profit a vari livelli. La News Letter viene trasmessa attraverso la mail aziendale ed è articolata come segue: Iniziative editoriali dell Azienda Ospedaliera; Bandi di ricerca nazionali ed europei che possono essere d interesse per i professionisti aziendali; Pubblicazioni dei professionisti aziendali; Formazione Aziendale; Sperimentazioni cliniche attivate all interno dell Azienda Ospedaliera; Collegamento alla rivista mensile dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Alessandria; Segnalazione di eventi di rilevante interesse scientifico e/o sanitario organizzati da enti esterni; Altre eventuali note/informazioni inserite in base alle esigenze riscontrate (e.g. Biblioteca). Da ottobre 2013 la News Letter ha rinnovato la propria veste grafica anche grazie al contributo dell Ufficio Comunicazione e a partire da novembre é stata inviata all ASL AL per la divulgazione ai propri dipendenti attraverso il sito istituzionale al fine di avviare una proficua collaborazione nell ambito delle attività di sviluppo e promozione scientifica. In particolare lo scopo é condividere le informazioni scientifiche, arricchendo la News Letter con abstract di pubblicazioni proposte dall ASL AL, notizie su progetti attuati o in programma così da favorire la massima integrazione e creare utili sinergie tra il personale e le strutture sanitarie di tutta la provincia. Al 31 dicembre 2013 la News Letter ha raggiunto i 90 numeri. A dicembre 2013 attraverso la News Letter é stato divulgato il primo numero della Newsletter della Rete di Innovazione Sanitaria Europea della Regione Piemonte (EHI), una rubrica regionale di aggiornamento sulle opportunità offerte dalla progettazione ed innovazione europea in sanità. 13

14 14 I nuovi media come canali di promozione e valorizzazione dell attività scientifica aziendale: Twitter La diffusione dei social media (Facebook, Twitter, YouTube, ) è un fenomeno importante e in rapida ascesa: si tratta di strumenti comunicativi così potentemente pervasivi nell esperienza quotidiana, da essere presenti in moltissimi ambiti della socialità contemporanea. Essere presenti sui social network consente alla Pubblica Amministrazione di raggiungere un maggior numero di cittadini in maniera molto più veloce rispetto ai tradizionali canali, a fronte di costi notevolmente minori; l utilizzo degli stessi in Sanità, costituisce una sfida ed un opportunità, un modo per ascoltare e monitorare ciò che accade, per raccogliere e diffondere notizie rilevanti, rappresentando un canale di informazione, formazione e aggiornamento continuo. Negli Stati Uniti, cuore della comunicazione sanitaria di nuova generazione, i Cdc (Centers for disease control and prevention) di Atlanta, pionieri nell impiego dei social network in Sanità, hanno inserito Twitter come utile e valido strumento di diffusione e promozione della salute nel Social Media Tool Kit. In Italia, la diffusione dell utilizzo del social media in Sanità è stata lenta e a macchia di leopardo; uno stimolo si è avuto con la pubblicazione, nella primavera 2012, del Vademecum Pubblica amministrazione e Social Media, a cura di Formez Pa e dell allora ministro per la Pubblica amministrazione e la semplificazione, Filippo Patroni Griffi. Nella presa d atto di questa evoluzione del contesto mediatico 2.0, la S.S.A. Sviluppo e Promozione Scientifica, con il supporto dell Ufficio Comunicazione ha aperto, nell ultimo trimestre del 2013, il canale Twitter Ricerca- OspedaleAl, nell intento di formare un network di comunicazione inerente il mondo della Sanità e della Ricerca, volto a diffondere contenuti di promozione della salute, quali articoli scientifici, Linee Guida Nazionali ed Internazionali, ma anche eventi e convegni, o notizie di carattere sanitario. Attraverso la selezione di Following quali Aziende Sanitarie, IRCCS nazionali, società scientifiche o altri profili di carattere medico, la S.S.A. S.P.S. segue gli aggiornamenti pubblicati e rilancia quelli di maggior rilievo (per mezzo del retweet) ai propri Followers, attivando un interscambio continuo di informazioni. Verificando l autorevolezza e l affidabilità delle fonti, cerca di fornire un valido supporto agli operatori, ai cittadini ed ai pazienti, nell accesso alle notizie scientifiche di maggior importanza ed ai risultati della ricerca, offrendo una valida opportunità di aggiornamento professionale. La Struttura si propone di incrementare, (nel corso dell anno 2014) tale attività di promozione e divulgazione attraverso il canale Twitter, aumentando la rete di utenti a cui rivolgersi e coinvolgendo il maggior numero di professionisti nella segnalazione di contenuti di rilievo.

15 Nicola Giorgione Gianluca Ciardelli Moderatore: Luciano Bernini La Robotica - l applicazione realizzata dalla Chirurgia Generale Giuseppe Spinoglio La Domotica - verso la realizzazione della Casa Amica Salvatore Petrozzino Le collaborazioni Internazionali Diego Gazzolo Moderatore: Massimo Desperati L esperienza dell audit clinico sull antibiotico profi lassi perioperatoria Grazia Lomolino, Franca Riva, Gabriele Ferretti, Andrea Rocchetti, Eugenio Mantia, Laura Savi Progettualità sul Mesotelioma Maligno Federica Grosso, Gabriele Ferretti, Maurizio Mancuso, Francesco Musante, Roberta Libener, Mario Botta, Massimo D Angelo Il percorso diagnostico terapeutico assistenziale come strumento di integrazione e standardizzazione: l esperienza del PDTA certificato delle Patologie Tiroidee Egle Ansaldi, Ornella Testori, Roberta Bellini, Mauro Cappelletti Direttore e Responsabile Scientifico della giornata Antonio Maconi Responsabile S.S.A. Sviluppo e Promozione Scientifi ca Segreteria Organizzativa: Per informazioni riguardanti l iniziativa - in fase di accreditamento ECM - è possibile contattare: Marinella Bertolotti S.S.A. Sviluppo e Promozione Scientifica Silvia Cermelli S.S.A. Sviluppo e Promozione Scientifica Roberto Ippoliti S.S.A. Sviluppo e Promozione Scientifi ca Telefono La Prima giornata della ricerca: l attività scientifica al servizio dell assistenza giovedì 9 maggio 2013 ore L attività scientifica al servizio dell assistenza Prima Giornata della Ricerca Salone di Rappresentanza Azienda Ospedaliera Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Via Venezia, 16 ALESSANDRIA Dalle ore 14,00 alle ore 14,15 Registrazione partecipanti Dalle ore 14,15 alle ore 14,45 Introduzione dei lavori - L attività scientifica al servizio della persona Dalle ore 14,45 alle ore 15,15 Nanomateriali ingegnerizzati per affrontare le sfide irrisolte della medicina Dalle ore 15,15 alle ore 16,30 Tavola rotonda Tecnologie, formazione e progettualità per l assistenza e la cura Dalle ore 16,30 alle ore 18,00 Tavola rotonda Sinergia e lavoro di squadra: approccio interdisciplinare e multiprofessionale : Dalle ore alle ore Premiazione Bando dr.ssa Graziella Giambone Dalle ore alle ore Riconoscimento alla carriera: Francesco Arena Consegna degli attestati ai primari non più in servizio L Azienda Ospedaliera di Alessandria ha organizzato il 9 maggio 2013 la Prima giornata della ricerca: l attività scientifica al servizio dell assistenza al fine di promuovere l attività scientifica e di ricerca di cui sono protagonisti i professionisti aziendali; nel contempo l iniziativa ha rappresentato un momento di confronto con le realtà presenti sul territorio volto a favorire la creazione di una rete di conoscenza interaziendale e interistituzionale, utile a sostenere progetti di ricerca e di miglioramento comuni che potranno essere avviati. I lavori della giornata, evento formativo accreditato E.C.M e rivolto al personale aziendale, si sono aperti con l intervento del Direttore Generale che ha illustrato gli ambiti nei quali si é sviluppata l attività scientifica aziendale - pubblicazioni e relativo Impact Factor, studi clinici, progettazione italiana ed europea - fornendo i dati relativi al triennio A seguire Gianluca Ciardelli, Professore presso il Politecnico di Torino, ha presentato i risultati della collaborazione con l Azienda Ospedaliera in tema di Nanomateriali ingegnerizzati per affrontare le sfide irrisolte della medicina. La giornata é proseguita con due tavole rotonde: la prima dedicata alle Tecnologie innovative, formazione e progettualità per l assistenza e la cura con interventi in tema di chirurgia robotica, domotica e collaborazioni internazionali in ambito formativo; la seconda, intitolata Sinergia e lavoro di squadra: approccio interdisciplinare e multiprofessionale, nella quale sono state presentate relazioni su un percorso interdisciplinare di audit clinico sull antibiotico profilassi perioperatoria teso a migliorare la sicurezza del paziente ed a contenere i costi aggiuntivi, sulla progettualità interaziendale (A.O. ASL AL) sul Mesotelioma Maligno e su quella interistituzionale sulle patologie tiroidee (A.O.- Ordine dei Medici della Provincia di Alessandria). Al termine dell evento sono stati consegnati ai primari non più in servizio, a partire dal 2008, attestati di riconoscenza per il lavoro svolto. Per l impegno, la professionalità e l umanità dimostrate Con questa motivazione durante la giornata della Ricerca che si è svolta il 9 maggio, sono state consegnati alla carriera gli attestati di riconoscimento ai professionisti collocati a riposo a partire dal 2008 e fino all anno in corso. Nella foto in alto da sinistra: Augusto Pergolo, Pietro Primo Versari, la direzione generale rappresentata da Luciano Bernini, Francesco Arena e Nicola Giorgione, Carla Gallini, Massimo Iberti, Guido Bottero, Pier Giacomo Betta, Giuseppe Rosti, Pier Antonio Ravazzi, Dante Medici, Mauro Rinaldo Azzini, Ornella Testori. Erano assenti: Giancarlo Forno e Pier Luigi Seymandi, mentre un riconoscimento speciale è stato consegnato alla vedova di Dante Paolo Besana. 15

16 16

17 LA PRODUZIONE SCIENTIFICA Valutazione quantitativa La S.S.A. Sviluppo e Promozione Scientifica ha effettuato, in continuità con quanto avviato a partire dal 2010, il censimento della produzione scientifica che i professionisti aziendali hanno svolto nel 2013 con la finalità di evidenziare l attività svolta dalle singole Strutture, incrementare la reputazione dell Azienda Ospedaliera e naturalmente quella dei professionisti che vi operano. È stato possibile raccogliere e valorizzare ogni tipo di attività scientifica sia attraverso le ricerche bibliografiche effettuate dalla Biblioteca Biomedica, sia sollecitando i professionisti alla segnalazione attiva della propria produzione scientifica. Nel triennio considerato , la collaborazione da parte dei professionisti aziendali é cresciuta notevolmente, anche se la pubblicazione con l elenco dei lavori ed il data base che consente agli utenti di effettuare ricerche sull attività scientifica svolta dal professionista e/o dalla singola struttura, non esprimono ancora un quadro esaustivo della produzione scientifica. Le pubblicazioni sono state suddivise per tipologia (pubblicazioni in inglese, italiano, relazioni, abstract delle comunicazioni a congressi) e per struttura di appartenenza degli autori, distinguendo poster e comunicazioni orali, indicando la rivista per gli abstract pubblicati. Sono state evidenziate le segnalazioni su Pub Med, cioé le citazioni dei professionisti aziendali che, pur non comparendo tra gli autori dell articolo, grazie alla loro collaborazione, ne hanno reso possibile la stesura. Sono stati segnalati articoli in italiano e in inglese facenti parte della serie di pubblicazioni online ed Open Access dell Azienda Ospedaliera di Alessandria Working Paper of Public Health (WP). Ad oggi è stata conclusa l elaborazione di dati relativi al censimento della produzione scientifica riferita al 2012: sono stati proposti e pubblicati sui WP manoscritti sottomessi da 53 professionisti interni all Azienda Ospedaliera. Nell anno 2012 le strutture aziendali hanno prodotto 489 lavori suddivisi tra 126 pubblicazioni su riviste di settore in inglese ed in italiano, 155 abstract delle comunicazioni a congressi (poster o comunicazioni orali) di cui 89 pubblicati su riviste del settore, 208 relazioni e docenze. I grafici seguenti evidenziano la produzione scientifica suddivisa per tipologia e per struttura di appartenenza degli autori. ELENCO CENSIMENTO PRODUZIONE SCIENTIFICA

18 PUBBLICAZIONI IN INGLESE E IN ITALIANO SUDDIVISE PER STRUTTURA 14 FREQUENZA ASSOLUTA Sviluppo e Promozione Scientifica Psicologia Chirurgia Generale Ginecologia e Ostetricia Endoscopia digestiva Cardiologia Cardiochirurgia Chirurgia Toracica Neurologia Neurochirurgia Maxillo Facciale Geratria Malattia dell apparato respiratorio Medicina Interna Psichiatria- SPDC Ematologia Medicina Nucleare Nefrologia e dialisi STRUTTURA Malattie Infettive Oncologia Radioterapia Day Hospital Onco-ematologia Anatomia patologica Laboratorio Analisi Medicina trasfusionale Radiodiagnostica Microbiologia Medicina e chirurgia d accettazione Neonatologia TIN Urologia Pediatrica Medicina fisica riabilitazione III livello Riabilitazione cardio-respiratoria ABSTRACT SUDDIVISI PER STRUTTURA 25 FREQUENZA ASSOLUTA Direzione Medica dei Presidi Gestione Blocchi Operatori Fisica Sanitaria Psicologia Terapia del dolore Anestesia e Rianimazione Chirugia generale Ginecologia e Ostetricia Endoscopia digestiva Chirugia Toracica Neurologia Neurochirugia Oculistica ORL Malattie dell apparato respiratorio Medicina Interna Ematologia Medicina nucleare Nefrologia e dialisi Malattie Infettive Oncologia STRUTTURA Radioterapia Day Hospital Onco-ematologia Reumatologia Anatomia Patologica Laboratorio Analisi Medicina Trasfusionale Radiodiagnostica Microbiologia Neuroradiologia Radiodiagnostica pediatrica Radiodiagnostica interventistica Anestesia e Rianimazione Pediatrica Chirugia Pediatrica Neonatologia TIN Neuropsichiatria infantile Pediatria Ortopedia e Traumatologia Pediatrica Urologia Pediatrica Medicina fisica e riabilitazione III livello 18

19 RELAZIONI E DOCENZE SUDDIVISE PER STRUTTURA 60 FREQUENZA ASSOLUTA Direzione Medica dei Presidi Psicologia Terapia del dolore Anestesia e rianimazione Chirugua generale Cardiologia Cardiochirurgia Chirugia toracica Neurologia Oculistica Ortopedia e traumatologia - CRCP Malattie dell apparato respiratorio Medicina Interna Psichiatria - SPDC Medicina Nucleare Nefrologia e Dialisi Oncologia STRUTTURA Radioterapia Reumatologia Laboraotrio Analisi Medicina trasfusionale Radiodiagnostica Microbiologia Medicina e Chirurgia d Accettazione Anestesia e Rianimazione Pediatrica Neuropsichiatria Infantile Medicina Fisica e Riabilitazione III livelllo Riabilitazione cardio-respiratoria La tabella seguente riporta i dati quantitativi riferiti alla produzione scientifica del triennio suddivisi per tipologia e per Presidio Tipologia Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 PUBBLICAZIONI IN INGLESE Presidio SS. Antonio e Biagio Presidio Cesare Arrigo Presidio Borsalino PUBBLICAZIONI IN ITALIANO Presidio SS. Antonio e Biagio Presidio Cesare Arrigo Presidio Borsalino ABSTRACT Presidio SS. Antonio e Biagio Presidio Cesare Arrigo Presidio Borsalino Relazioni Presidio SS. Antonio e Biagio Presidio Cesare Arrigo Presidio Borsalino Totale Azienda

20 Si può evidenziare: un trend positivo, legato all aumento rispetto al 2010 della produzione scientifica realizzata dal Presidio SS. Antonio e Biagio, relativamente a: > pubblicazioni su riviste del settore in inglese (43 nel nel 2012); > abstract delle comunicazioni a congressi; > relazioni e docenze un assestamento delle pubblicazioni in italiano ai livelli del 2010 Una valutazione della produzione scientifica aggregata, non suddivisa per tipologia, evidenzia, nel triennio, un trend positivo per la Direzione dei Presidi Ospedalieri, il Dipartimento testa-collo e le Strutture in Staff alla Direzione Generale. I dati preliminari relativi all anno 2013, pur non esprimendo ancora un quadro esaustivo dell attività scientifica svolta, (soprattutto relativamente alle segnalazioni dei lavori non indicizzati da parte dei professionisti), confermano il trend positivo aziendale in particolare per quanto attiene alle pubblicazioni e alle relazioni e docenze. I grafici seguenti mostrano l andamento della produzione scientifica riferita al triennio suddiviso per tipologia e per dipartimento di appartenenza degli autori. PUBBLICAZIONI SUDDIVISE PER DIPARTIMENTI FREQUENZA ASSOLUTA Strutture in staff alla DG Direzione dei Presidi Ospedalieri Dip. Chirurgico Dip. CardioToracoVascolare Dip. patologie testa collo Dip. Internistico DIPARTIMENTI Dip. Oncoematologico Dip. Servizi Ospedalieri Dip. Emergenza e Accettazione - DEA Dip. Pediatrico Dip. Riabilitazione In merito alle pubblicazioni in inglese ed in italiano nel triennio considerato, si può osservare un trend positivo per quanto riguarda il Dipartimento Chirurgico, Internistico, dei Servizi Ospedalieri e per le strutture in Staff alla Direzione Generale. Si evidenzia una diminuzione per quanto attiene al Dipartimento Oncoematologico determinata da un aumento delle pubblicazioni in inglese ma di contro da una notevole diminuzione dei lavori in italiano, soprattutto in riferimento all Ematologia. Si nota infine un trend negativo per i Dipartimenti Patologie testa collo, Pediatrico e Riabilitazione 20

Quaderni dell Ospedale Nr. 2/2013

Quaderni dell Ospedale Nr. 2/2013 ISSN 2282-6130 Quaderni dell'ospedale [Online] Quaderni dell Ospedale Nr. 2/2013 Impact Factor Pubblicazione curata da dr. Roberto Ippoliti In collaborazione con dr.ssa Marinella Bertolotti, dr.ssa Elisabetta

Dettagli

DIREZIONE GENERALE SICUREZZA DEI LAVORATORI E DEGLI AMBIENTI DILAVORO CONTROLLO DIGESTIONE

DIREZIONE GENERALE SICUREZZA DEI LAVORATORI E DEGLI AMBIENTI DILAVORO CONTROLLO DIGESTIONE Organigramma DIREZIONE GENERALE SICUREZZA DEI LAVORATORI E DEGLI AMBIENTI DILAVORO CONTROLLO DIGESTIONE AREA DI SUPPORTO DIREZIONALE PER L ORGANIZZAZIONE E LO SVILUPPO (ASDOS) INGEGNERIA CLINICA DIREZIONE

Dettagli

Struttura organizzativa professionale. (art.2, comma1, lett u l.r. 40/2005)

Struttura organizzativa professionale. (art.2, comma1, lett u l.r. 40/2005) Allegato 1 Funzione operativa (art.2, comma1, lett l l.r. 40/2005) Struttura organizzativa professionale (art.2, comma1, lett u l.r. 40/2005) Dipartimento interaziendale di Area Vasta Allergologia ed immunologia

Dettagli

volume curato da Marinella Bertolotti Roberto Ippoliti Franca Riva Irene Marchese

volume curato da Marinella Bertolotti Roberto Ippoliti Franca Riva Irene Marchese RENDICONTAZIONE SCIENTIFICA 2014 a cura di AZIENDA OSPEDALIERA SANTI ANTONIO E BIAGIO E CESARE ARRIGO VIA VENEZIA 16, ALESSANDRIA SSA SVILUPPO E PROMOZIONE SCIENTIFICA RESPONSABILE DOTTOR ANTONIO MACONI

Dettagli

Allegato 1. Regione Abruzzo. Programma Operativo 2010

Allegato 1. Regione Abruzzo. Programma Operativo 2010 Allegato 1 Regione Abruzzo Programma Operativo 2010 Intervento 6: Razionalizzazione della rete di assistenza ospedaliera Azione 3: Razionalizzazione delle Unità Operative Complesse Determinazione delle

Dettagli

Strutture complesse della rete dei servizi di assistenza ospedaliera

Strutture complesse della rete dei servizi di assistenza ospedaliera Allegato 2 della rete dei servizi di assistenza ospedaliera Di seguito sono elencate le schede dei seguenti presidi ospedalieri Istituto di Ricerca e Cura a Carattere Scientifico Burlo Garofolo di Trieste

Dettagli

Schema di riferimento per la dotazione di personale minimo per le attività ospedaliere e le case di cura

Schema di riferimento per la dotazione di personale minimo per le attività ospedaliere e le case di cura Allegato 3 requisiti organizzativi di personale minimi per le attività ospedaliere Schema di riferimento per la dotazione di personale minimo per le attività ospedaliere e le case di cura 1 Gli schemi

Dettagli

A.O. Ordine Mauriziano di Torino BOZZA ORGANIGRAMMA

A.O. Ordine Mauriziano di Torino BOZZA ORGANIGRAMMA A.O. Ordine Mauriziano di Torino BOZZA ORGANIGRAMMA Bozza di discussione Settembre 2015 1 Direzione Generale Collegio Sindacale DIREZIONE GENERALE Collegio di Direzione Organismo Indipendente di Valutazione

Dettagli

1. medicina di urgenza e di pronto soccorso O medicina e chirurgia d'accettazione e d'urgenza

1. medicina di urgenza e di pronto soccorso O medicina e chirurgia d'accettazione e d'urgenza organigramma aziendale dipartimento emergenza accettazione Denominazione Strutture Complesse 1. medicina di urgenza e di pronto soccorso O medicina e chirurgia d'accettazione e d'urgenza 2. chirurgia di

Dettagli

TABELLA ALLEGATA. Roma - Verona

TABELLA ALLEGATA. Roma - Verona TABELLA ALLEGATA Roma - Verona R O M A " S A P I E N Z A " Allergologia ed immunologia clinica 2 Anatomia patologica 4 Anestesia e rianimazione 35 Borse 1997/98 Borse riservate a cittadini provenienti

Dettagli

D I C H I A R A. Di aver svolto attività di ricerca non pianificate da un Provider ma che hanno dato esito a pubblicazione scientifica.

D I C H I A R A. Di aver svolto attività di ricerca non pianificate da un Provider ma che hanno dato esito a pubblicazione scientifica. DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETA (ai sensi dell art. 47 D.P.R. 28/12/2000, n. 445) Per il riconoscimento dei crediti ECM per attività formative individuali per Pubblicazioni Scientifiche

Dettagli

L'organizzazione aziendale

L'organizzazione aziendale L'organizzazione aziendale Organigrammi: - struttura organizzativa dell'azienda - unità operative in staff alla direzione generale - dipartimento di prevenzione - distretto socio-sanitario unico - ospedale

Dettagli

PIANO SANITARIO E SOCIOSANITARIO REGIONALE

PIANO SANITARIO E SOCIOSANITARIO REGIONALE Direzione centrale salute e protezione sociale PIANO SANITARIO E SOCIOSANITARIO REGIONALE 2006-2008 (ex articolo 7 L.R. 23 del 29 luglio 2004) Documento N.2 di 2 Schede di ospedale Dicembre 2005 INDICE

Dettagli

PIANTA ORGANICA DIRIGENZA MEDICA E ODONTOIATRICA UOC UOSD TOTALE DIP 91.00.00 DIPARTIMENTO DI MEDICINA 7 2 40 55 4 7 - - 44 62

PIANTA ORGANICA DIRIGENZA MEDICA E ODONTOIATRICA UOC UOSD TOTALE DIP 91.00.00 DIPARTIMENTO DI MEDICINA 7 2 40 55 4 7 - - 44 62 DIP 91.00.00 DIPARTIMENTO DI MEDICINA 7 2 40 55 4 7 - - 44 62 UOC 26.01.00 Medicina Interna I 1 3 8 1 1 - - 4 9 UOC 26.02.00 Medicina Interna II 1 6 6 1 1 - - 7 7 UOC 58.01.00 Gastroenterologia 1 9 10

Dettagli

TABELLA ALLEGATA. Genova - Napoli

TABELLA ALLEGATA. Genova - Napoli TABELLA ALLEGATA Genova - Napoli G E N O V A Borse 1997/98 Borse riservate a cittadini Allergologia ed immunologia clinica 2 Anatomia patologica 2 Anestesia e rianimazione 15 Cardiologia 4 Chirurgia generale

Dettagli

ASL TO2 "Torino Nord" Piano di organizzazione DIREZIONE GENERALE. Direzione Sanitaria Aziendale. Dipendenze 1. Dipendenze 2

ASL TO2 Torino Nord Piano di organizzazione DIREZIONE GENERALE. Direzione Sanitaria Aziendale. Dipendenze 1. Dipendenze 2 ASL TO2 "Torino Nord" Piano di organizzazione DIREZIONE GENERALE Direzione Sanitaria Macro livello Distretti Circ. 4,5,6,7 Direzione distretto 4 Circoscr. 4 Direzione distretto 5 Circoscr. 5 Direzione

Dettagli

REVISIONE DELLA RETE OSPEDALIERA DI AREA SOVRAZONALE COINCIDENTE CON LA FEDERAZIONE N. 6 PIEMONTE SUD EST

REVISIONE DELLA RETE OSPEDALIERA DI AREA SOVRAZONALE COINCIDENTE CON LA FEDERAZIONE N. 6 PIEMONTE SUD EST REVISIONE DELLA RETE OSPEDALIERA DI AREA SOVRAZONALE COINCIDENTE CON LA FEDERAZIONE N. 6 PIEMONTE SUD EST PROPOSTA ASO ALESSANDRIA ASL AL ASL AT Il DIRETTORE GENERALE Il DIRETTORE GENERALE Il DIRETTORE

Dettagli

ALLEGATO N. 2. L'organizzazione aziendale

ALLEGATO N. 2. L'organizzazione aziendale Azienda ULSS n. 8 - Piano triennale di prevenzione della corruzione 2014-2016 ALLEGATO N. 2 L'organizzazione aziendale Organigrammi: - struttura organizzativa dell'azienda - unità operative in staff alla

Dettagli

ALLEGATO 2. 1. Scheda Presidio. Istruzioni per la compilazione. 1.1 Fac simile scheda presidio

ALLEGATO 2. 1. Scheda Presidio. Istruzioni per la compilazione. 1.1 Fac simile scheda presidio ALLEGATO 2 1. Scheda Presidio Istruzioni per la compilazione Al punto 1.1 è riportato il fac simile della scheda; al punto 1.2 sono riportate le tabelle da utilizzare per la compilazione delle voci,,.

Dettagli

MINISTERO DELLA SANITÀ

MINISTERO DELLA SANITÀ DECRETO MINISTERIALE 31 gennaio 1998 MINISTERO DELLA SANITÀ Tabella relativa alle specializzazioni affini previste dalla disciplina concorsuale per il personale dirigenziale del Servizio sanitario nazionale.

Dettagli

Formazione Residenziale

Formazione Residenziale Formazione Residenziale ALIAS SRL 2806 95028 1 Ragione Sociale: Id Provider: Evento n Edizione n Si tratta di un Progetto Formativo Aziendale (PFA)? NO L'evento tratta argomenti inerenti l'alimentazione

Dettagli

TABELLE. Presidi di ricovero a ciclo continuo e diurno per acuti di classe B

TABELLE. Presidi di ricovero a ciclo continuo e diurno per acuti di classe B ALLEGATO 1 TABELLE 1. Tipologie di presidi B1.a TIPOLOGIA PRESIDIO Presidi ambulatoriali: prestazioni di specialistica e diagnostica - classe 1 (extraospedaliero) B1.b Presidi ambulatoriali: prestazioni

Dettagli

TABELLA ALLEGATA. Ancona - Firenze

TABELLA ALLEGATA. Ancona - Firenze TABELLA ALLEGATA Ancona - Firenze A N C O N A Borse 1997/98 Borse riservate a cittadini Allergologia ed Immunologia Clinica 1 Anestesia e rianimazione 10 Cardiologia 3 Chirurgia generale 2 Chirurgia plastica

Dettagli

informa@pec.polime.it

informa@pec.polime.it Direzione Direttore Generale A.O.U. direttore.generale@pec.polime.it Segreteria Direzione Generale A.O.U. segr.direzionegenerale@pec.polime.it Direzione Staff Direzione Generale dir.staffdg@pec.polime.it

Dettagli

Personale laureato del ruolo sanitario

Personale laureato del ruolo sanitario TABELLA DI SUPPORTO per la compilazione della Sezione 3: Professionalità e Tipologia di rapporto della Scheda anagrafica Personale laureato del ruolo sanitario 1. MEDICI 1.01. Odontoiatria 1.02. Allergologia

Dettagli

IL RETTORE D E C R E T A

IL RETTORE D E C R E T A 678 Ufficio Esami di Stato e Scuole di Specializzazione IL RETTORE VISTO il D.Lgs. n. 368 del 17/08/1999, pubblicato in G.U. n. 250 del 23/10/1999 di attuazione della direttiva n. 93/16/CEE in materia

Dettagli

Nota metodologica. Avvertenze

Nota metodologica. Avvertenze 1 Nota metodologica Le informazioni sulla struttura e l attività degli istituti di cura sono elaborate dall Istat a partire dai dati rilevati dal Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali.

Dettagli

PRESIDIO OSPEDALIERO DI SONDRIO

PRESIDIO OSPEDALIERO DI SONDRIO PRESIDIO OSPEDALIERO DI SONDRIO Centralino tel 0342.521111 Ufficio Protocollo fax 0342.521024 Direzione Medica tel 0342.521030 fax 0342.521368 Ufficio Cartelle Cliniche tel 0342.521366 direzionemedica.so@aovv.it

Dettagli

A relazione dell'assessore Monferino:

A relazione dell'assessore Monferino: REGIONE PIEMONTE BU3 17/01/2013 Deliberazione della Giunta Regionale 11 dicembre 2012, n. 21-5035 Controllo sugli atti delle AA.SS.RR.- l.r. 31/92 s.m.i. - DGR 18-23906 del 2.2.1998. Sessione istruttoria

Dettagli

Presidenza. Presidenza. Direzione

Presidenza. Presidenza. Direzione Presidenza Presidenza Ufficio Segreteria Generale Generale Generale di Staff Comitato Scientifico Farmacia Galliera Comitato unico di garanzia (CUG) Uffici: Coordinatore Scientifico Stampa Sicurezza app.

Dettagli

PIANO DEI CENTRI DI COSTO

PIANO DEI CENTRI DI COSTO REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI VIBO VALENTIA Via Dante Alighieri 89900 Vibo Valentia Partita IVA n 02866420793 Allegato A alla delibera n. 109/CS del 8.2.2012 PIANO DEI CENTRI DI COSTO

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

Iscrizione partecipante (ECM)

Iscrizione partecipante (ECM) Promosso da Iscrizione partecipante (ECM) AUDITORIUM SALA TESTORI palazzo lombardia MILANO 1-3 LUGLIO 2015 Dati Generali Azienda/Ente Uff./Dip. Nome* Cognome* Via* N * CAP* Comune* Provincia* Email* Tel.*

Dettagli

Formazione Residenziale

Formazione Residenziale Formazione Residenziale Ragione Sociale: ALIAS SRL Id Provider: 2806 Evento n 119781 Edizione n 1 Si tratta di un Progetto Formativo Aziendale (PFA)? NO L'evento tratta argomenti inerenti l'alimentazione

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ALLEGATO 2 - Voto ottenuto negli esami fondamentali e caratterizzanti la singola scuola Punteggio massimo 5 punti. STUDENTI LAUREATI (DM 509/99 o DM 270/04) Ai fini dell attribuzione del punteggio, il

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

Allegato B. Azienda Sanitaria Locale di Cuneo, Mondovì e Savigliano ORGANIGRAMMA

Allegato B. Azienda Sanitaria Locale di Cuneo, Mondovì e Savigliano ORGANIGRAMMA Allegato B Azienda Sanitaria Locale di Cuneo, Mondovì e Savigliano ORGANIGRAMMA ORGANIGRAMMA GENERALE Direttore Generale SC Legale SC Servizio Prevenzione Protezione dei Percorsi cardio respiratori dei

Dettagli

ELEZIONI RSU 2015 ELENCO REPARTI PER SEGGIO ELETTORALE

ELEZIONI RSU 2015 ELENCO REPARTI PER SEGGIO ELETTORALE ELEZIONI RSU 2015 ELENCO REPARTI PER SEGGIO ELETTORALE SEGGIO 1 - Ospedale Borgo Trento - ATRIO PORTINERIA CENTRALE ANATOMIA ED ISTOLOGIA PATOLOGICA BTR DAI CARDIOVASC.E TORAC.- PERS.ADD.SOST. DAI DI CHIRURGIA

Dettagli

AZIENDA USL DI IMOLA - MISSION - ORGANI - ASSETTO ORGANIZZATIVO

AZIENDA USL DI IMOLA - MISSION - ORGANI - ASSETTO ORGANIZZATIVO AZIENDA USL DI IMOLA - MISSION - ORGANI - ASSETTO ORGANIZZATIVO MISSION DELL AUSL DI IMOLA L Azienda Sanitaria di Imola è precipuamente impegnata nel governo della domanda di servizi e prestazioni sanitarie

Dettagli

32 Chirurgia pediatrica Medico chirurgo 33 Chirurgia plastica e ricostruttiva Medico chirurgo 34 Chirurgia toracica Medico chirurgo 35 Chirurgia

32 Chirurgia pediatrica Medico chirurgo 33 Chirurgia plastica e ricostruttiva Medico chirurgo 34 Chirurgia toracica Medico chirurgo 35 Chirurgia ALLEGATO F Codice DA UTILIZZARE Professione 1 Medico chirurgo si 2 Odontoiatra si 3 Farmacista 4 Veterinario 5 Psicologo si 6 Biologo si 7 Chimico si 8 Fisico 9 Assistente sanitario 10 Dietista 11 Educatore

Dettagli

Allegato E. Allegato F. Allegato G. Ruolo del partecipante Partecipante Relatore

Allegato E. Allegato F. Allegato G. Ruolo del partecipante Partecipante Relatore Allegato E Ruolo del partecipante Partecipante Relatore Codice P R Allegato F Professione Codice Medico chirurgo 1 Odontoiatra 2 Farmacista 3 Veterinario 4 Psicologo 5 Biologo 6 Chimico 7 Fisico 8 Assistente

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 1697 del 05 giugno 2007 pag. 1/12

ALLEGATOA alla Dgr n. 1697 del 05 giugno 2007 pag. 1/12 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 1697 del 05 giugno 2007 pag. 1/12 REGIONE VENETO - AZIENDA ULSS 5 ARZIGNANO AZIENDA ULSS 5 N p.l DIRETTIVE per Apicalità/U.O.A. Area AREA F.O. MEDICA:

Dettagli

Governance e Risk Management in Sanità Il punto di vista del Direttore Generale

Governance e Risk Management in Sanità Il punto di vista del Direttore Generale AZIENDA OSPEDALIERA CTO/MARIA ADELAIDE TORINO Governance e Risk Management in Sanità Il punto di vista del Direttore Generale Alberto Andrion Management in Anatomia Patologica: Quale rischio? Roma 22 24

Dettagli

RISULTATI SONDAGGIO SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE RIVOLTO AGLI STUDENTI DEL V E DEL VI ANNO MAGGIO 2014

RISULTATI SONDAGGIO SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE RIVOLTO AGLI STUDENTI DEL V E DEL VI ANNO MAGGIO 2014 RISULTATI SONDAGGIO SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE RIVOLTO AGLI STUDENTI DEL V E DEL VI ANNO MAGGIO 2014 DESTINATARI V ANNO 295 VI ANNO 316 FUORICORSO 501 TOTALE 1112 RISPOSTE V ANNO 100 VI ANNO E FC 217 TOTALE

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI VERONA

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI VERONA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI VERONA GV/MLDB/ALF ALLEGATO "A" AL BANDO DI AMMISSIONE ALLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE MEDICHE EMANATO CON DECRETO RETTORALE REP. N. 3528-2007 PROT. N. 59007 DEL 10/12/2007 DENOMINAZIONE

Dettagli

TABELLA B VALEVOLE PER LA VERIFICA E LA VALUTAZIONE DELLE SPECIALIZZAZIONI

TABELLA B VALEVOLE PER LA VERIFICA E LA VALUTAZIONE DELLE SPECIALIZZAZIONI TABELLA RELATIVA ALLE PREVISTE DALLA DISCIPLINA CONCORSUALE PER IL PERSONALE DIRIGENZIALE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE - D.Lgs. 502/92 COSI' COME MODIFICATO DAL D.Lgs. 254/2000 (MINISTERO DELLA SALUTE

Dettagli

AVVISO RIASSEGNAZIONE DI PERSONALE APPARTENENTE ALLA FIGURA PROFESSIONALE DI INFERMIERE

AVVISO RIASSEGNAZIONE DI PERSONALE APPARTENENTE ALLA FIGURA PROFESSIONALE DI INFERMIERE AVVISO RIASSEGNAZIONE DI PERSONALE APPARTENENTE ALLA FIGURA PROFESSIONALE DI INFERMIERE SCADENZA 02.04.2014 * * * * * * * * * * * * In attuazione alla decisione del Servizio Gestione e sviluppo del personale

Dettagli

Proposta. Piano di organizzazione. (novembre2012) Area Sanitaria. Piano di organizzazione

Proposta. Piano di organizzazione. (novembre2012) Area Sanitaria. Piano di organizzazione Proposta (novembre2012) Area Sanitaria A.O.U. SAN GIOVANNI BATTISTA DI TO Assetto dipartimentale SS.CC. Sanitarie Direttore Ammin.vo Direttore Generale Direzione Generale Direttore Sanitario 1/2 Dip. 1

Dettagli

ATTO AZIENDALE A.S.L. NAPOLI 1 CENTRO 2013 ALLEGATO A

ATTO AZIENDALE A.S.L. NAPOLI 1 CENTRO 2013 ALLEGATO A ATTO AZIENDALE A.S.L. NAPOLI 1 CENTRO 2013 ALLEGATO A DIREZIONE GENERALE Dipartimento dei Servizi Strategici Prevenzione e Protezione Prevenzione e Infortuni DIREZIONE SANITARIA DIREZIONE AMMINISTRATIVA

Dettagli

(2) Il presente provvedimento è anche citato, per coordinamento, in nota all'art. 10, D.P.R. 10 dicembre 1997, n. 484. IL MINISTRO DELLA SANITÀ

(2) Il presente provvedimento è anche citato, per coordinamento, in nota all'art. 10, D.P.R. 10 dicembre 1997, n. 484. IL MINISTRO DELLA SANITÀ Pagina 1 di 25 Leggi d'italia D.M. 31-1-1998 Tabella relativa alle specializzazioni affini previste dalla disciplina concorsuale per il personale dirigenziale del Servizio sanitario nazionale. Pubblicato

Dettagli

ALLEGATO AL REGOLAMENTO DIDATTICO D ATENEO TABELLE DEGLI ORDINAMENTI DEGLI STUDI TABELLA - A - CORSI DI DIPLOMA UNIVERSITARI E DI LAUREA

ALLEGATO AL REGOLAMENTO DIDATTICO D ATENEO TABELLE DEGLI ORDINAMENTI DEGLI STUDI TABELLA - A - CORSI DI DIPLOMA UNIVERSITARI E DI LAUREA ALLEGATO AL REGOLAMENTO DIDATTICO D ATENEO TABELLE DEGLI ORDINAMENTI DEGLI STUDI TABELLA - A - CORSI DI DIPLOMA UNIVERSITARI E DI LAUREA TABELLA I Facoltà di Architettura Diploma universitario in Disegno

Dettagli

Azienda/Ente Uff./Dip. Nome Cognome. Via N CAP. Comune Provincia. Email* Tel. Cell. Fax

Azienda/Ente Uff./Dip. Nome Cognome. Via N CAP. Comune Provincia. Email* Tel. Cell. Fax Iscrizione Generale Azienda/Ente Uff./Dip. Nome Cognome Via N CAP Comune Provincia Email Tel. Cell. Fax Desidero partecipare alle giornate del 25 26 27 28 Novembre 2014 Iscrizione ECM (L iscrizione è obbligatoria

Dettagli

CORSO DI LAUREA A.A. 2014/2015. 1 B19 Scienze umane, politiche della salute e management sanitario

CORSO DI LAUREA A.A. 2014/2015. 1 B19 Scienze umane, politiche della salute e management sanitario I ANNO - I SEMESTRE CORSO DI LAUREA A.A. 2014/2015 CHIMICA APPLICATA ALLE SCIENZE BIOMEDICHE FISICA INFORMATICA E STATISTICA BIOLOGIA E GENETICA 8 SCIENZE UMANE I ANNO- I SEMESTRE AMBITI DISCIPLINARI 6

Dettagli

Bilancio di Missione 2007 allegati

Bilancio di Missione 2007 allegati 1 Bilancio di Missione 2007 allegati Policlinico S.Orsola-Malpighi 2 3 indice 1 pag. 5 allegati Discipline cliniche trattate secondo le classi ICD9CM 2 pag. 10 Numero studenti per corso di laurea (medicina

Dettagli

Legenda centri di responsabilità: CdR centri di costo: cdc centri di rilevazione per l'acquisto di prestazioni finali da terzi soggetti erogatori: cda

Legenda centri di responsabilità: CdR centri di costo: cdc centri di rilevazione per l'acquisto di prestazioni finali da terzi soggetti erogatori: cda REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI VIBO VALENTIA Via Dante Alighieri 89900 Vibo Partita IVA no 0286642079 PIANO AZIENDALE DEI CENTRI DI RILEVAZIONE (allegato delibera n. del ) Legenda centri

Dettagli

Posti letto per tipo di disciplina negli ospedali a gestione diretta della provincia di Vicenza. Anni 2011 2013.

Posti letto per tipo di disciplina negli ospedali a gestione diretta della provincia di Vicenza. Anni 2011 2013. Posti letto per tipo di disciplina negli ospedali a gestione diretta della provincia di Vicenza. Anni 2011 2013. Anno 2011 2012 2013 104 ULSS 4 Alto Vicentino 105 ULSS 5 Arzignano 106 ULSS 6 Vicenza Acuti

Dettagli

altre attività strutture sanitarie e studi professionali modello 5_13_01

altre attività strutture sanitarie e studi professionali modello 5_13_01 Apertura struttura sanitaria N. identificativo marca da bollo: (La marca da bollo deve essere annullata e conservata in originale a cura del soggetto interessato) AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello

Dettagli

IN MODALITÀ FAD DI FORMAZIONE PROPOSTA IN VULNOLOGIA. Modernità ed innovazione nella gestione dell ulcera cutanea Innovative wound management

IN MODALITÀ FAD DI FORMAZIONE PROPOSTA IN VULNOLOGIA. Modernità ed innovazione nella gestione dell ulcera cutanea Innovative wound management PROPOSTA DI FORMAZIONE IN VULNOLOGIA IN MODALITÀ FAD Modernità ed innovazione nella gestione dell ulcera cutanea Innovative wound management IN COLLABORAZIONE CON intus ut in cute intus et in cute NUOVE

Dettagli

Elenco Aree Organizzative Omogenee Caselle di posta elettronica certificata (PEC)

Elenco Aree Organizzative Omogenee Caselle di posta elettronica certificata (PEC) Elenco Aree Organizzative Omogenee Caselle di posta elettronica certificata (PEC) DENOMINAZIONE Amministrazione centrale Biblioteca Plinio Fraccaro Biblioteca di fisica A.Volta Biblioteca di scienze politiche

Dettagli

(D.P.C.M. 17-5-84; D.M. 23-12-96; D.M. 05-12-06) ANNO 2011

(D.P.C.M. 17-5-84; D.M. 23-12-96; D.M. 05-12-06) ANNO 2011 (D.P.C.M. 17-5-84; D.M. 23-12-96; D.M. 05-12-06) MAGGIO 2014 I N D I C E PREMESSA ELENCO DEI MODELLI DI RILEVAZIONE DELLE ATTIVITA' GESTIONALI ED ECONOMICHE DELLE A.S.L. TABELLE DI DECODIFICA DELLE DISCIPLINE

Dettagli

Presentazione Atto aziendale 2015

Presentazione Atto aziendale 2015 AOU San Luigi Gonzaga Orbassano Presentazione Atto aziendale 2015 Direzione Generale 14 settembre 2015 1 Contenuti Presentazione dell Atto aziendale AOU San luigi Gonzaga Descrizione dei criteri, delle

Dettagli

Dati statistici sulle ASL della provincia di Vicenza - Anno 2006.

Dati statistici sulle ASL della provincia di Vicenza - Anno 2006. Dati statistici sulle ASL della provincia di Vicenza - Anno 2006. 103 - BASSANO DEL 104 - THIENE GRAPPA 105 - ARZIGNANO 106 - VICENZA POPOLAZIONE RESIDENTE Popolazione Infantile (0-13 anni) 25.300 25.848

Dettagli

Azienda Ospedaliera Universitaria San Luigi Gonzaga: un Ospedale specialistico al servizio dei cittadini. Un patrimonio da difendere e sviluppare

Azienda Ospedaliera Universitaria San Luigi Gonzaga: un Ospedale specialistico al servizio dei cittadini. Un patrimonio da difendere e sviluppare Azienda Ospedaliera Universitaria San Luigi Gonzaga: un Ospedale specialistico al servizio dei cittadini Un patrimonio da difendere e sviluppare L AOU San Luigi per la sua collocazione geografica svolge

Dettagli

ALLEGATO C Dgr n. del pag. 9/162

ALLEGATO C Dgr n. del pag. 9/162 0 Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto n. 07 del 0 dicembre 3 ALLEGATO C Dgr n. del pag. 9/ A-Area Medica 5 9 3 0 Cardiologia Gastroenterologia Geriatria Medicina Generale Nefrologia Neurologia

Dettagli

Mediterraneo in Sanità

Mediterraneo in Sanità Forum 2012 Mediterraneo in Sanità SOSTENIBILITÀ E DIRITTO ALLA SALUTE SICUREZZA EQUITÀ APPROPRIATEZZA 6 7 8 giugno Palermo - Teatro Politeama Piazza Ruggero Settimo, 15 LA PIAZZA DELLA SALUTE Modalità

Dettagli

ASL Salerno - Piano Ospedaliero 2007-2009 Presidio Ospedaliero di Battipaglia

ASL Salerno - Piano Ospedaliero 2007-2009 Presidio Ospedaliero di Battipaglia ASL Salerno - Ospedaliero 2007-2009 Presidio Ospedaliero di Battipaglia Allegato A PL PL PL T MEDIINA HIRURGIA Medicina generale orientata all'urgenza e all'emergenza 14 97 2 201 16 15 3 18 Medicina d'urgenza

Dettagli

GUIDA PER L ACCESSO AL CORSO FAD AGGIORNAMENTI IN CURE PALLIATIVE 2015-2016. STEP 1. Accesso alla pagina di registrazione.

GUIDA PER L ACCESSO AL CORSO FAD AGGIORNAMENTI IN CURE PALLIATIVE 2015-2016. STEP 1. Accesso alla pagina di registrazione. GUIDA PER L ACCESSO AL CORSO FAD AGGIORNAMENTI IN CURE PALLIATIVE 2015-2016 STEP 1. Accesso alla pagina di registrazione. E possibile accedere alla pagina di registrazione: premendo il pulsante relativo

Dettagli

23/04/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 33 - Supplemento n. 1 Pag. 244 di 259 ORGANIGRAMMA AZIENDALE 23/02/2015 1

23/04/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 33 - Supplemento n. 1 Pag. 244 di 259 ORGANIGRAMMA AZIENDALE 23/02/2015 1 23/04/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 33 - Supplemento n. 1 Pag. 244 di 259 ORGANIGRAMMA AZIENDALE 23/02/2015 1 23/04/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 33 - Supplemento

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA Modalità di gestione delle urgenze di persone non r icoverate

ISTRUZIONE OPERATIVA Modalità di gestione delle urgenze di persone non r icoverate AZIENDA OSPEDALIER A UNIVERSITA DI PADOVA ISTRUZIONE OPERATIVA Modalità di gestione delle urgenze di persone non r icoverate Preparato da Ref. GdL Dott.ssa C. Destro. Verificato da Direttore S.C. Qualità

Dettagli

Note metodologiche. Avvertenze

Note metodologiche. Avvertenze Note metodologiche Le informazioni sulla struttura e l attività degli istituti di cura sono elaborate dall Istat a partire dai dati rilevati dal Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali.

Dettagli

Oncologia medica 1 Chieti 3 0 Igiene e medicina preventiva 2 Radioterapia 1 Ferrara 26 22 Anestesia e rianimazione e terapia intensiva 2 Chirurgia

Oncologia medica 1 Chieti 3 0 Igiene e medicina preventiva 2 Radioterapia 1 Ferrara 26 22 Anestesia e rianimazione e terapia intensiva 2 Chirurgia Count of select_3 Row Labels Total variazione Ancona 5 0 Medicina legale 1 Bari 7 0 Chirurgia Maxillo- Facciale 1 Chirurgia Pediatrica 1 Radioterapia 1 Reumatologia 1 Bologna 5 1 Malattie dell\'apparato

Dettagli

PROFESSIONI SANITARIE

PROFESSIONI SANITARIE PROFESSIONI SANITARIE Le Professioni Sanitarie e le Arti Ausiliarie riconosciute dal Ministero della Salute. Farmacista Medico chirurgo Odontoiatra Veterinario Altri riferimenti normativi: D. Lgs. 08.08.1991,

Dettagli

(D.P.C.M. 17-5-84; D.M. 23-12-96; D.M. 05-12-06) ANNO 2010

(D.P.C.M. 17-5-84; D.M. 23-12-96; D.M. 05-12-06) ANNO 2010 (D.P.C.M. 17-5-84; D.M. 23-12-96; D.M. 05-12-06) FEBBRAIO 2013 I N D I C E PREMESSA ELENCO DEI MODELLI DI RILEVAZIONE DELLE ATTIVITA' GESTIONALI ED ECONOMICHE DELLE U.S.L. TABELLE DI DECODIFICA DELLE DISCIPLINE

Dettagli

Allegato 2 Strutture e standard organizzativi della rete dei servizi di assistenza ospedaliera

Allegato 2 Strutture e standard organizzativi della rete dei servizi di assistenza ospedaliera Allegato 2 Strutture e standard organizzativi della rete dei servizi di assistenza ospedaliera Di seguito sono elencate le schede dei seguenti presidi ospedalieri Istituto di Ricerca e Cura a Carattere

Dettagli

Approccio moderno all artrite reumatoide in Campania: possibilità di un protocollo comune Treat to Target. 9 Maggio 2015

Approccio moderno all artrite reumatoide in Campania: possibilità di un protocollo comune Treat to Target. 9 Maggio 2015 Approccio moderno all artrite reumatoide in Campania: possibilità di un protocollo comune Treat to Target 9 Maggio 2015 Grand Hotel Vanvitelli - Caserta Ble Consulting srl id. 363 numero ecm: 123281 Responsabile

Dettagli

Allegato 3 Tabella di raccordo Centri di costo

Allegato 3 Tabella di raccordo Centri di costo Linee guida per il Controllo di gestione della ASL e delle Aziende Ospedaliere Allegato 3 Tabella di raccordo Centri di costo Presidi ospedalieri ASL PRESIDIO OSPEDALIERO AZIENDALE NTRO DI COSTO DENOMINAZIONE

Dettagli

IN MODALITÀ FAD DI FORMAZIONE PROPOSTA IN VULNOLOGIA

IN MODALITÀ FAD DI FORMAZIONE PROPOSTA IN VULNOLOGIA PROPOSTA DI FORMAZIONE IN VULNOLOGIA IN MODALITÀ FAD Modernità ed innovazione nella gestione dell ulcera cutanea Wound management with modernity and innovation IN COLLABORAZIONE CON intus ut in cute intus

Dettagli

REGOLAMENTO EMERGENZA MEDICA INTRAOSPEDALIERA

REGOLAMENTO EMERGENZA MEDICA INTRAOSPEDALIERA Direzione Medica di Presidio ARCISPEDALE SANT'ANNA AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA DI FERRARA Servizio Sanitario Nazionale Regione Emilia-Romagna REGOLAMENTO EMERGENZA MEDICA INTRAOSPEDALIERA A cura

Dettagli

O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte. ..Tornando a casa

O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte. ..Tornando a casa Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a..tornando a casa Gentile Sig. / Sig.ra, sta per tornare a casa dopo un periodo di ricovero presso la nostra Struttura

Dettagli

ATTIVITA SPECIALISTICA

ATTIVITA SPECIALISTICA Allegato A) Profilo di Ruolo del Direttore di Struttura complessa ATTIVITA SPECIALISTICA DISTRETTO SOCIO-SANITARIO SUD Titolo dell incarico Direttore di struttura complessa di Attività Specialistica Luogo

Dettagli

SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE AREA MEDICA ANESTESIA E RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA

SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE AREA MEDICA ANESTESIA E RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE AREA MEDICA ANESTESIA E RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA Prof. Maurizio Chiaranda maurizio.chiaranda@uninsubria.it Classe dei Servizi Clinici Specialistici Contratti di formazione

Dettagli

L Oss nell. L infermiere e le figure di supporto: il processo di attribuzione Esperienze a confronto. Sede di Fermo

L Oss nell. L infermiere e le figure di supporto: il processo di attribuzione Esperienze a confronto. Sede di Fermo L infermiere e le figure di supporto: il processo di attribuzione Esperienze a confronto L Oss nell Sede di Fermo Antonino Longobardi Mariangela Cococcioni FERMO 20 GIUGNO 2012 L evoluzione del numero

Dettagli

PRESENTAZIONE. DIRETTORE DEL CORSO Zoran Olivari UOC Cardiologia - Ospedale Ca Foncello, Treviso tel. 0422 322767 e-mail: segcardiotv@ulss.tv.

PRESENTAZIONE. DIRETTORE DEL CORSO Zoran Olivari UOC Cardiologia - Ospedale Ca Foncello, Treviso tel. 0422 322767 e-mail: segcardiotv@ulss.tv. PRESENTAZIONE I percorsi diagnostico terapeutici nell ambito delle patologie cardiovascolari sono soggetti a continua evoluzione in funzione di nuove disponibilità tecnologiche e di nuove possibilità terapeutiche

Dettagli

Scuole attivate. 0382/592255/592216 Prof. Gino Roberto Corazza -Pavia

Scuole attivate. 0382/592255/592216 Prof. Gino Roberto Corazza -Pavia Scuole attivate Scuola Indirizzo Telefono Direttore 1 Allergologia ed immunologia clinica Fondazione Maugeri -I^ Sez. di Medicina del Lavoro Via Maugeri, 10 0382/592255/592216 Prof. Gino Roberto Corazza

Dettagli

Storia, missione e valori

Storia, missione e valori Storia, missione e valori Il Centro Cardiologico Monzino di Milano è sin dal 1992 uno degli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) italiani e l unico monospecialistico cardiovascolare.

Dettagli

Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia

Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia Direzione Regionale Sanità e Servizi Sociali Centro di Riferimento Oncologico Regionale Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia L esperienza del CRO e il programma di una Rete Oncologica Regionale

Dettagli

TRA L'Università degli Studi di Torino Scuola di Medicina, con sede in Torino, C.so. , n., cap., cod. fisc.., in

TRA L'Università degli Studi di Torino Scuola di Medicina, con sede in Torino, C.so. , n., cap., cod. fisc.., in CONVENZIONE QUADRO TRA L'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO - SCUOLA DI MEDICINA, E L A.S.O. PER LO SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DA PARTE DEGLI ISCRITTI ALLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE DELLA SCUOLA

Dettagli

Ruolo e prospettive delle società scientifiche

Ruolo e prospettive delle società scientifiche Ruolo e prospettive delle società scientifiche Dott. Nino Basaglia PastPresidentSIMFER Gorgo al Monticano (TV), 18 settembre 2015 RUOLO E PROSPETTIVE DELLE SOCIETÀ SCIENTIFICHE Motta di Livenza, 18 settembre

Dettagli

DATI ANAGRAFICI AZIENDA OSPEDALIERA PAPA GIOVANNI XXIII

DATI ANAGRAFICI AZIENDA OSPEDALIERA PAPA GIOVANNI XXIII DATI ANAGRAFICI AZIENDA OSPEDALIERA PAPA GIOVANNI XXIII INDICE 1. IDENTIFICAZIONE DELL'AZIENDA... 2 2. IDENTIFICAZIONE DEI SOGGETTI... 2 3. IDENTIFICAZIONE DELLE UNITA STRUTTURALI... 3 3.1 Unità Strutturali

Dettagli

Autovalutazione dei requisiti autorizzativi note per la compilazione

Autovalutazione dei requisiti autorizzativi note per la compilazione Autovalutazione dei requisiti autorizzativi note per la compilazione Ad integrazione del manuale d uso Sistema informativo per le autorizzazioni e gli accreditamenti delle strutture sanitarie predisposto

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Riduzione della durata delle scuole di specializzazione di area sanitaria La direttiva 93/16/CE, al fine di agevolare la libera circolazione dei medici, ha introdotto alcune disposizioni in materia di

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ

MANUALE DELLA QUALITÀ Sede Legale: 15100 Alessandria Via Venezia n.16 tel. 0131/206111 MANUALE DELLA QUALITÀ Il presente Manuale della Qualità è stato redatto in conformità alla Norma Europea UNI EN ISO 9001 (Edizione 2000)

Dettagli

ALLEGATO C Dgr n. del pag. 104/162

ALLEGATO C Dgr n. del pag. 104/162 ALLEGATO C Dgr n. del pag. 04/2 A-Area Medica 20 - Verona 5 2 2 29 32 Cardiologia Gastroenterologia Geriatria Medicina Generale Nefrologia Neurologia Psichiatria B-Area Chirurgica 9 3 43 TOTALE AREA 5

Dettagli

RAPPORTI UNIVERSITA E OSPEDALI DI INSEGNAMENTO. Marco Bosio Direttore Sanitario Aziendale

RAPPORTI UNIVERSITA E OSPEDALI DI INSEGNAMENTO. Marco Bosio Direttore Sanitario Aziendale RAPPORTI UNIVERSITA E OSPEDALI DI INSEGNAMENTO Marco Bosio Direttore Sanitario Aziendale UNIVERSITA CATTOLICA DEL SACRO CUORE E stata fondata da Padre Agostino Gemelli nel 1921 E presente in 4 città: Milano,

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome(i) / Cognome(i) Indirizzo(i) Maurizia Sezzano Telefono(i) Facoltativo (v. istruzioni) Cellulare: Fax E-mail Cittadinanza Italiana Data di nascita 20/02/1967

Dettagli

exz ÉÇx TâàÉÇÉÅt YÜ âä ixçxé t Z âä t

exz ÉÇx TâàÉÇÉÅt YÜ âä ixçxé t Z âä t exz ÉÇx TâàÉÇÉÅt YÜ âä ixçxé t Z âä t AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N. 4 MEDIO FRIULI SISTEMA DI GRADUAZIONE DELLE POSIZIONI DELLA DIRIGENZA MEDICO-VETERINARIA Quadro organizzativo gestionale Tab. A 1/5

Dettagli

Rilevazione posti vacanti ed eccedenze ASP Agrigento. Disciplina di inquadramento / Profilo gestionale 1/16. Posti previsti in Dotazione Organica

Rilevazione posti vacanti ed eccedenze ASP Agrigento. Disciplina di inquadramento / Profilo gestionale 1/16. Posti previsti in Dotazione Organica Rilevazione posti vacanti ed eccedenze ASP Agrigento 201 3.667 771 - Medico 940 313 I003 Cardiologia 65 33 I005 Ematologia 4 3 I012 Malattie infettive 6 6 I013 Medicina e Chirurgia di accettazione e di

Dettagli