NOVARA AQUILONE SICAV Société d Investissement à Capital Variable 26, boulevard Royal, L-2449 Luxembourg R.C.S. Luxembourg B (la Società )

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NOVARA AQUILONE SICAV Société d Investissement à Capital Variable 26, boulevard Royal, L-2449 Luxembourg R.C.S. Luxembourg B-63 851 (la Società )"

Transcript

1 NOVARA AQUILONE SICAV Société d Investissement à Capital Variable 26, boulevard Royal, L-2449 Luxembourg R.C.S. Luxembourg B (la Società ) Avviso agli Azionisti di Novara Aquilone Sicav Lussemburgo, 24 dicembre 2010 Signor Azionista, Il consiglio di amministrazione della Società (il Consiglio ) ha deliberato di apportare varie modifiche alle operazioni della Società (o la Sicav ) illustrate più avanti, che entreranno in vigore il 28 gennaio 2011, salvo espressa indicazione contraria in questo avviso: 1. Modifica della ragione sociale della Società e conseguente variazione del nome dei comparti: Con la presente comunicazione, il Consiglio informa gli azionisti che, ai sensi della delibera dell assemblea generale straordinaria degli azionisti tenuta in data 23 dicembre 2010, la ragione sociale della Società cambierà da Novara Aquilone Sicav a Gestielle Investment Sicav con decorrenza 28 gennaio Il Consiglio rende anche noto agli azionisti che a seguito della modifica della ragione sociale della Società, la prima parte del nome di ciascun comparto, ossia quella che precede il trattino, sarà modificata da Novara Aquilone Sicav - a Gestielle Investment Sicav-. 2. Cambio del gestore degli investimenti: Il Consiglio informa gli azionisti che il gestore degli investimenti, Dexia Asset Management Belgium S.A., sarà sostituito con decorrenza 1 marzo 2011 da ALETTI GESTIELLE Società di Gestione del Risparmio S.p.A., Via Roncaglia, 12, Milano, Italia. Gli azionisti di Novara Aquilone Sicav che non accettassero la suddetta modifica hanno il diritto di richiedere il rimborso o la, a titolo gratuito, delle loro azioni a decorrere dal 24 gennaio 2011 fino al 28 febbraio Cambio del promoter: Il Consiglio informa gli azionisti che il promoter del fondo, Banca Popolare di Novara S.p.A., sarà sostituito dal 1 marzo 2011 da Banco Popolare Luxembourg S.A., con sede legale in 26, boulevard Royal, L-2449 Lussemburgo. 4. Introduzione nel prospetto di una commissione di performance per il Gestore degli Investimenti così formulata: 1

2 Il Gestore degli Investimenti ha il diritto di percepire la commissione di performance se il rendimento del Comparto è di segno positivo e superiore al rendimento del benchmark. La commissione sarà calcolata in ogni Giorno Lavorativo e sarà uguale al 20% della differenza, se positiva, tra la performance del Comparto del precedente Giorno Lavorativo e la performance del benchmark nello stesso periodo, applicata al Valore Netto d Inventario del Comparto. La commissione di performance non sarà calcolata in caso di rendimenti negativi cumulati del Comparto dall ultimo Giorno Lavorativo del precedente esercizio contabile, anche se il rendimento del Comparto fosse migliore di quello del benchmark nello stesso periodo. Il benchmark del Comparto è uguale al 100% dell Euribor a 1 Mese (ticket code di Bloomberg 001M Index) fissato nel penultimo Giorno Lavorativo del precedente anno contabile, più 0,80%. Il Consiglio informa gli azionisti che questa possibilità sarà utilizzata dal 1 marzo 2011 per la classe di azioni del comparto Novara Aquilone Sicav-Medium Term Euro. Gli azionisti della classe di azioni del comparto Novara Aquilone Sicav-Medium Term Euro che non accettassero la suddetta modifica hanno il diritto di richiedere il rimborso o la, a titolo gratuito, delle loro azioni a decorrere dal 24 gennaio 2011 fino al 28 febbraio Incremento della commissione per il Gestore degli Investimenti relativamente alla classe di azioni del comparto Novara Aquilone Sicav-Medium Term Euro: Il Consiglio informa gli azionisti che, a seguito della nomina del Gestore degli Investimenti da parte del Gestore si avrà un incremento della commissione per il Gestore degli Investimenti, per quanto riguarda la classe di azioni del comparto Novara Aquilone Sicav-Medium Term Euro, dall attuale percentuale di 0,08% a 0,10% con decorrenza 1 marzo Gli azionisti della classe di azioni del comparto Novara Aquilone Sicav-Medium Term Euro che non accettassero la suddetta modifica hanno il diritto di richiedere il rimborso o la, a titolo gratuito, delle loro azioni a decorrere dal 24 gennaio 2011 fino al 28 febbraio Variazione della commissione per la società di : Il Consiglio informa gli azionisti di avere introdotto nel prospetto completo e nei prospetti semplificati una modifica alla commissione per la società di che potrebbe ammontare fino allo 0,08%, fermo restando una commissione di minima applicabile pari a ,- per comparto e di per tutta la Sicav. Questa modifica sarà applicabile dal 1 marzo Gli azionisti di Novara Aquilone Sicav che non accettassero la suddetta modifica hanno il diritto di richiedere il rimborso o la, a titolo gratuito, delle loro azioni a decorrere dal 24 gennaio 2011 fino al 28 febbraio Fusione dei Comparti Novara Aquilone Sicav Cash Dollars, Novara Aquilone Sicav-Bond Latin America, Novara Aquilone Sicav Corporate Bond, Novara Aquilone Sicav Global Bond, Novara Aquilone Sicav Short-Term Euro e Novara Aquilone Sicav Long-Term Euro (ognuno il, e collettivamente i Comparti Assorbiti ) nel Comparto Novara Aquilone Sicav-Medium Term Euro: Il Consiglio ha deliberato di liquidare i Comparti Assorbiti mediante il conferimento di tutte le rispettive attività e passività nel Comparto Novara Aquilone Sicav-Medium Term Euro, (il ) ai sensi dell articolo 24 paragrafo 4 dello statuto della Sicav e della sezione 16 Liquidazione e Fusione del prospetto della Sicav. Questa decisione è stata presa nel migliore interesse degli azionisti. Infatti, le ridotte dimensioni dei Comparti Assorbiti fanno sì che essi siano gravati da costi relativamente elevati e dalla difficoltà di mantenere un portafoglio ben diversificato. Inoltre, il livello del patrimonio netto dei suddetti comparti è sceso al di sotto del valore che il Consiglio ritiene essere quello minimo per consentire la redditizia di tali attivi. Il 28 gennaio 2011 si realizzerà la fusione in base al valore netto di inventario del comparto alla data del 27 gennaio 2011 (la Data di Efficacia ), mediante il conferimento di tutto l attivo e il passivo dei Comparti Assorbiti nel. Le spese di incorporazione saranno sostenute dai Comparti Assorbiti alla Data di Efficacia. 2

3 In cambio delle loro azioni, gli azionisti di ciascuna classe di azioni dei Comparti Assorbiti riceveranno il numero di azioni della classe di azioni equivalente, ove esiste, del, determinato moltiplicando il numero di azioni della stessa classe che il relativo azionista possiede in ciascun Comparto Assorbito per il rapporto di concambio applicabile. Il rapporto di concambio applicabile sarà calcolato per ogni classe di azioni dividendo (i) il valore netto di inventario per azione della classe in questione di ciascun, calcolato alla chiusura delle operazioni nella Data di Efficacia della fusione, previa deduzione della quota applicabile delle spese di fusione per (ii) il valore netto di inventario per azione dell identica classe di azioni del, calcolato nella stessa data. Laddove il relativo rapporto di concambio non consente l emissione di un numero intero di azioni del, gli azionisti riceveranno frazioni di azioni del. Fino al 27 gennaio 2011 gli azionisti dei Comparti Assorbiti hanno il diritto di (I) rimborsare le loro azioni, senza che sia applicata la commissione di rimborso nel rilevante dalla data del presente avviso, al valore netto di inventario per Azione calcolato nella relativa data di valutazione oppure di (II) scambiare le loro azioni, senza che si applichi la commissione/i di in (i) azioni della stessa classe di un altro comparto oppure (ii) azioni di una classe diversa di un altro comparto, a condizione che entrambe le classi abbiano l identica struttura di commissioni e che la classe richiesta sia disponibile nella giurisdizione in cui l azionista effettua la. I rimborsi delle azioni dei Comparti Assorbiti saranno accettati senza l applicazione della commissione di rimborso fino alla chiusura delle operazioni del Giorno Lavorativo precedente la Data di Efficacia. Gli investitori che hanno effettuato la tramite un sub-distributore, sono pregati di consultare il loro sub-distributore qualora si applicano limiti di tempo più ravvicinati. Alla Data di Efficacia, la fusione diventerà vincolante per tutti gli azionisti che non hanno esercitato validamente il diritto al rimborso, e le relative azioni dei Comparti Assorbiti saranno convertite, in base al citato rapporto di concambio applicabile, nella classe di azioni equivalente, ove esista, del Comparto Assorbente. Qui di seguito si mettono a confronto le caratteristiche dei Comparti Assorbiti con quelle del : Novara Aquilone Sicav Cash Dollars Novara Aquilone Sicav-Medium Term Euro (da ridenominare Novara Aquilone Sicav-Bond Euro, con decorrenza 28 gennaio 2011) Classe di Azioni Classe di Azioni I Classe di Azioni Classe di Azioni I 0,69% 0,22% 0,90% 0,32% Fino a 2% Zero Fino a 3% Zero Fino a 0,5% Zero Fino a 0,5% Zero Il Comparto investe principalmente in obbligazioni, titoli a tasso variabile e titoli di credito negoziabili, buoni del tesoro o altri strumenti a reddito fisso tutti denominati in dollari statunitensi emessi da stati, autorità locali, società ed organismi pubblici internazionali con un rating minimo a lungo termine di A o a breve termine di A2 secondo Standard & Poors oppure un rating minimo a lungo termine di A2 o a breve termine di P2 secondo Moody s. L obiettivo del Comparto è di garantire una crescita di capitale e un reddito nel medio termine con un rischio moderato. Il Comparto terzi dell attivo totale in obbligazioni sovrane denominate in euro di qualità investment grade con rating minimo BBB-/Baa3. La vita finanziaria media del portafoglio non supererà, di norma, sei anni. L in valori mobiliari denominati in valute diverse dall euro non è permesso. L obiettivo di consiste nell ottenere la crescita del capitale e del reddito nel medio-lungo termine con un rischio basso. Il Comparto può investire in via accessoria in titoli obbligazionari di emittenti dei mercati emergenti in tutto il 3

4 può investire una piccola percentuale di attività nette in titoli obbligazionari di emittenti di mercati emergenti in tutto il mondo come ampiamente descritto nel capitolo Rischi di Investimento del Prospetto. mondo, come ampiamente descritto nel capitolo Rischi di Investimento del Prospetto. Valuta di riferimento Novara Aquilone Sicav-Bond Latin America Novara Aquilone Sicav-Medium Term Euro (da ridenominare Novara Aquilone Sicav-Bond Euro, con decorrenza 28 gennaio 2011) Classe di Azioni Classe di Azioni I Classe di Azioni R Classe di Azioni R USD* 1,82% 1,82% 0,90% 0,32% Fino a 3% Fino a 3% Fino a 3% Zero Fino a 0,5% Fino a 0.5% Fino a 0,5% Zero USD Il Comparto investirà principalmente in obbligazioni di emittenti del Subcontinente latino-americano. Almeno due terzi delle sue attività nette saranno investiti in Eurobond e Brady Bond denominati in USD emessi da mutuatari latino-americani. I Brady Bond sono obbligazioni di debito sovrano e con garanzie collaterali emesse nell ambito del Brady Plan Agreement. Derivano dallo scambio di prestiti commerciali bancari con obbligazioni cartolarizzate emesse da enti sovrani e sono in alcuni casi totalmente garantiti o parzialmente garantiti da obbligazioni non fruttifere del governo federale degli Stati Uniti. Pertanto il pagamento degli interessi e il rimborso del capitale prima della scadenza generalmente non sono terzi dell attivo totale in obbligazioni sovrane denominate in euro di qualità investment grade con rating minimo BBB-/Baa3. La vita finanziaria media del portafoglio non supererà, di norma, sei anni. L in valori mobiliari denominati in valute diverse dall euro non è permesso. L obiettivo di consiste nell ottenere la crescita del capitale e del reddito nel medio-lungo termine con un rischio basso. Il Comparto può investire in via accessoria in titoli obbligazionari di emittenti dei mercati emergenti in tutto il mondo, come ampiamente descritto nel capitolo Rischi di Investimento del Prospetto. 4

5 garantiti. Gli investimenti che non sono denominati in USD hanno una copertura in USD. In caso di rettifica, correzione o soppressione del benchmark descritto, il Consiglio di Amministrazione può decidere di usare un altro benchmark con simili caratteristiche. In tal caso, il Prospetto sarà rettificato di conseguenza. Novara Aquilone Sicav- Corporate Bond Novara Aquilone Sicav-Medium Term Euro (da ridenominare Novara Aquilone Sicav-Bond Euro, con decorrenza 28 gennaio 2011) Classe di Azioni Classe di Azioni I Classe di Azioni Classe di Azioni I 1,82% 0,37% 0,90% 0,32% Fino a 3% Zero Fino a 3% Zero Fino a 0,5% Zero Fino a 0,5% Zero Il Comparto investirà sempre, a livello mondiale, almeno i due terzi dei suoi attivi totali in obbligazioni societarie denominate in euro con un rating minimo di BBB- secondo Standard & Poors o di Baa3 secondo Moody s. Il Comparto investirà fino al 25% dei suoi attivi totali in obbligazioni convertibili, fino al 10% dei suoi attivi totali in titoli azionari, fino a un terzo dei suoi attivi totali in strumenti del mercato monetario e fino ad un terzo dei suoi attivi totali in depositi presso banche. La durata finanziaria del portafoglio sarà normalmente superiore ai 3 anni. L obiettivo del Comparto è di garantire, terzi dell attivo totale in obbligazioni sovrane denominate in euro di qualità investment grade con rating minimo BBB-/Baa3. La vita finanziaria media del portafoglio non supererà, di norma, sei anni. L in valori mobiliari denominati in valute diverse dall euro non è permesso. L obiettivo di consiste nell ottenere la crescita del capitale e del reddito nel medio-lungo termine con un rischio basso. Il Comparto può investire in via accessoria in titoli obbligazionari di emittenti dei mercati emergenti in tutto il mondo, come ampiamente descritto nel capitolo Rischi 5

6 con un alto livello di rischio, una crescita di capitale e un reddito nel medio-lungo termine. Il Comparto può investire una piccola percentuale delle sue attività nette in obbligazioni di emittenti di mercati emergenti in tutto il mondo come ampiamente descritto nel capitolo Rischi di Investimento del Prospetto. di Investimento del Prospetto. titolo strumenti finanziari anche a scopo diverso dalla copertura, nel rispetto di quanto esposto nella sezione Rischi dell Investimento del Prospetto e nell interesse della sistematica del suo attivo. Data la loro forte volatilità, i futures e le opzioni sono Novara Aquilone Sicav- Global Bond Novara Aquilone Sicav-Medium Term Euro (da ridenominare Novara Aquilone Sicav-Bond Euro, con decorrenza 28 gennaio 2011) Classe di Azioni Classe di Azioni I Classe di Azioni Classe di Azioni I 1,17% 0.37% 0,90% 0,32% Il presente Comparto investirà principalmente in obbligazioni a tasso fisso e a tasso variabile di emittenti di prim ordine (rating minimo A secondo Standard & Poors o rating minimo A2 secondo Moody s). Il Comparto investirà pertanto in obbligazioni investment grade (di elevata affidabilità) con un'ampia gamma di scadenze, emesse da emittenti di tutto il mondo. Fino a 3% Zero Fino a 3% Zero Fino a 0,5% Zero Fino a 0,5% Zero terzi dell attivo totale in obbligazioni sovrane denominate in euro di qualità investment grade con rating minimo BBB-/Baa3. La vita finanziaria media del portafoglio non supererà, di norma, sei anni. L in valori mobiliari denominati in valute diverse dall euro non è permesso. L obiettivo di consiste nell ottenere la crescita del capitale e del reddito nel medio-lungo termine con un rischio basso. Il Comparto può investire in via accessoria in titoli obbligazionari di emittenti dei mercati emergenti in tutto il mondo, come ampiamente descritto nel capitolo Rischi di Investimento del Prospetto. titolo 6

7 strumenti finanziari anche a scopo diverso dalla copertura, nel rispetto di quanto esposto nella sezione Rischi dell Investimento del Prospetto e nell interesse della sistematica del suo attivo. Data la loro forte volatilità, i futures e le opzioni sono Novara Aquilone Sicav- Short Term Euro Novara Aquilone Sicav-Medium Term Euro (da ridenominare Novara Aquilone Sicav-Bond Euro, con decorrenza 28 gennaio 2011) Classe di Azioni Classe di Azioni I Classe di Azioni R Classe di Azioni I 0,76% 0.27% 0,90% 0,32% Fino a 3% Zero Fino a 3% Zero Fino a 0,5% Zero Fino a 0,5% Zero Il presente Comparto investirà principalmente in titoli di debito negoziabili e trasferibili, come obbligazioni e titoli a tasso variabile (floating rate note), denominati in o in valute di paesi facenti parte dell Unione economica e monetaria, emessi da emittenti privati, da stati, da enti locali o da organismi pubblici internazionali. Al momento della loro acquisizione, la scadenza iniziale o residua di tutte le attività deve essere uguale o inferiore a 48 mesi, tenendo in considerazione l'uso di strumenti derivati. Fanno eccezione i titoli a tasso variabile che possono avere una scadenza iniziale o residua superiore a 48 mesi, a condizione che il loro tasso di interesse sia rettificato almeno una volta all anno in base alle condizioni di mercato. La durata finanziaria del portafoglio sarà normalmente uguale o inferiore ai due anni. L obiettivo del presente Comparto è di garantire agli investitori un rendimento sicuro e continuativo. titolo accessorio e strumenti del mercato terzi dell attivo totale in obbligazioni sovrane denominate in euro di qualità investment grade con rating minimo BBB-/Baa3. La vita finanziaria media del portafoglio non supererà, di norma, sei anni. L in valori mobiliari denominati in valute diverse dall euro non è permesso. L obiettivo di consiste nell ottenere la crescita del capitale e del reddito nel medio-lungo termine con un rischio basso. Il Comparto può investire in via accessoria in titoli obbligazionari di emittenti dei mercati emergenti in tutto il mondo, come ampiamente descritto nel capitolo Rischi di Investimento del Prospetto. titolo strumenti finanziari anche a scopo diverso dalla copertura, nel rispetto di quanto esposto nella sezione Rischi dell Investimento del Prospetto e nell interesse della sistematica del suo attivo. Data la loro forte volatilità, i futures e le opzioni sono 7

8 monetario entro i limiti previsti dalla legge. Novara Aquilone Sicav- Long Term Euro Novara Aquilone Sicav-Medium Term Euro (da ridenominare Novara Aquilone Sicav-Bond Euro, con decorrenza 28 gennaio 2011) Classe di Azioni Classe di Azioni I Classe di Azioni Classe di Azioni I 0,96% 0,32% 0,90% 0,32% Fino a 3% Zero Fino a 3% Zero Fino a 0,5% Zero Fino a 0,5% Zero Il Comparto investirà sempre almeno i due terzi dei suoi attivi totali in obbligazioni sovrane denominate in euro la cui affidabilità creditizia minima sia investment grade. La durata finanziaria media del portafoglio non supererà nove anni e la vita finanziaria residuale di ogni non supererà quindici anni. Non è consentito l in titoli denominati in valute diverse dall euro. L obiettivo del Comparto è di garantire con un rischio moderato una crescita di capitale e un reddito a lungo termine. Il Comparto può investire una piccola percentuale delle sue attività nette in titoli obbligazionari di emittenti dei mercati emergenti a livello mondiale come ampiamente descritto nel capitolo Rischi di Investimento del Prospetto. terzi dell attivo totale in obbligazioni sovrane denominate in euro di qualità investment grade con rating minimo BBB-/Baa3. La vita finanziaria media del portafoglio non supererà, di norma, sei anni. L in valori mobiliari denominati in valute diverse dall euro non è permesso. L obiettivo di consiste nell ottenere la crescita del capitale e del reddito nel medio-lungo termine con un rischio basso. Il Comparto può investire in via accessoria in titoli obbligazionari di emittenti dei mercati emergenti in tutto il mondo, come ampiamente descritto nel capitolo Rischi di Investimento del Prospetto. titolo strumenti finanziari anche a scopo diverso dalla copertura, nel rispetto di quanto esposto nella sezione Rischi dell Investimento del Prospetto e nell interesse della sistematica del suo attivo. Data la loro forte volatilità, i futures e le opzioni 8

9 sono * Il Consiglio fa presente che, dopo la fusione, gli Azionisti titolari di Azioni della Classe R USD nei Comparti Assorbiti riceveranno Azioni della Classe del. Il Consiglio desidera inoltre sottolineare che le variazioni della struttura commissionale del comparto Novara Aquilone Sicav-Medium Term Euro (da ridenominare Novara Aquilone Sicav-Bond Euro ), avranno efficacia dall 1 marzo 2011 Si invitano gli Azionisti a consultare i consulenti fiscali di fiducia in merito alle possibili conseguenze fiscali della fusione in base alle leggi dei paesi in cui hanno la cittadinanza, la residenza o il domicilio. 8. Il Comparto Novara Aquilone Sicav-Medium Term Euro cambierà il nome in Novara Aquilone Sicav-Bond Euro e la sua politica di sarà modificata come segue: terzi dell attivo totale in obbligazioni sovrane denominate in euro di qualità investment grade con rating minimo BBB-/Baa3. La vita finanziaria media del portafoglio non supererà, di norma, sei anni. L in valori mobiliari denominati in valute diverse dall euro non è permesso. L obiettivo di consiste nell ottenere la crescita del capitale e del reddito nel medio-lungo termine con un rischio basso. Il Comparto può investire in via accessoria in titoli obbligazionari di emittenti dei mercati emergenti in tutto il mondo, come ampiamente descritto nel capitolo Rischi di Investimento del Prospetto. dell Investimento del Prospetto e volatilità, i futures e le opzioni sono Gli azionisti del comparto Novara Aquilone Sicav-Bond Euro (in precedenza Novara Aquilone Sicav- Medium Term Euro ) che non accettassero la suddetta modifica della politica di hanno il diritto di richiedere il rimborso o la, a titolo gratuito, delle loro azioni a decorrere dalla data di questo avviso fino al 27 gennaio Fusione dei Comparti Novara Aquilone Sicav Pharmatech Equity, Novara Aquilone Sicav- World Utilities Equity, Novara Aquilone Sicav Equity Central Europe, Novara Aquilone Sicav Value Equity USA e Novara Aquilone Sicav Japan Equity (ognuno il Comparto Assorbito, e collettivamente i Comparti Assorbiti ) nel Comparto Novara Aquilone Sicav- Value Equity Europe: Il Consiglio ha deliberato di liquidare i Comparti Assorbiti mediante il conferimento di tutte le rispettive attività e passività nel Comparto Novara Aquilone Sicav-Value Equity Europe, (il ) ai sensi dell articolo 24 paragrafo 4 dello statuto della Sicav e della sezione 16 Liquidazione e Fusione del prospetto della Sicav. Questa decisione è stata presa nel migliore interesse degli azionisti. Infatti, le ridotte dimensioni dei Comparti Assorbiti fanno sì che essi siano gravati da costi relativamente elevati e dalla difficoltà di mantenere un portafoglio ben diversificato. Inoltre, il livello del patrimonio netto dei suddetti comparti è sceso al di sotto del valore che il Consiglio ritiene essere quello minimo per consentire la redditizia di tali attivi. Alla chiusura delle operazioni del 28 gennaio 2011 si realizzerà la fusione in base al valore netto di inventario del comparto al 27 gennaio 2011 (la Data di Efficacia ), mediante il conferimento di tutto l attivo e il passivo dei Comparti Assorbiti nel. Le spese di incorporazione saranno sostenute dai Comparti Assorbiti alla Data di Efficacia. 9

10 In cambio delle loro azioni, gli azionisti di ciascuna classe di azioni dei Comparti Assorbiti riceveranno il numero di azioni della classe di azioni equivalente, ove esiste, del, determinato moltiplicando il numero di azioni della stessa classe che il relativo azionista possiede in ciascun Comparto Assorbito per il rapporto di concambio applicabile. Il rapporto di concambio applicabile sarà calcolato per ogni classe di azioni dividendo (i) il valore netto di inventario per azione della classe in questione di ciascun, calcolato alla chiusura delle operazioni nella Data di Efficacia della fusione, previa deduzione della quota applicabile delle spese di fusione, per (ii) il valore netto di inventario per azione dell identica classe di azioni del, calcolato nella stessa data. Laddove il relativo rapporto di concambio non consente l emissione di un numero intero di azioni del, gli azionisti riceveranno frazioni di azioni del. Fino al 27 gennaio 2011 gli azionisti dei Comparti Assorbiti, salvo il Comparto Novara Aquilone Sicav Japan Equity, hanno il diritto di (I) rimborsare le loro azioni, senza che sia applicata la commissione di rimborso nel rilevante dalla data del presente avviso, al valore netto di inventario per Azione calcolato nella relativa data di valutazione oppure di (II) scambiare le loro azioni, senza che si applichi la commissione/i di in (i) azioni della stessa classe di un altro comparto oppure (ii) azioni di una classe diversa di un altro comparto, a condizione che entrambe le classi abbiano l identica struttura di commissioni e che la classe richiesta sia disponibile nella giurisdizione in cui l azionista effettua la. Gli Azionisti del Novara Aquilone Sicav Japan Equity hanno il diritto di richiedere il rimborso e la delle loro azioni, alle stesse condizioni indicate nel precedente paragrafo, fino al 26 gennaio 2011, stante la specificità del Comparto che investe in Giappone. I rimborsi delle azioni dei Comparti Assorbiti saranno accettati senza l applicazione della commissione di rimborso fino alla chiusura delle operazioni del Giorno Lavorativo precedente la Data di Efficacia, tranne che per gli azionisti del comparto Novara Aquilone Sicav Japan Equity i quali potranno richiedere il rimborso delle loro azioni fino al 26 gennaio Gli investitori che hanno effettuato la tramite un subdistributore, sono pregati di consultare il loro sub-distributore qualora si applicano limiti di tempo più ravvicinati. Alla Data di Efficacia, la fusione diventerà vincolante per tutti gli azionisti che non hanno esercitato validamente il diritto al rimborso, e le relative azioni dei Comparti Assorbiti saranno convertite, in base al citato rapporto di concambio applicabile, nella classe di azioni equivalente, ove esista, del Comparto Assorbente. Qui di seguito si mettono a confronto le caratteristiche dei Comparti Assorbiti con quelle del : Novara Aquilone Sicav Pharmatech Equity Novara Aquilone Sicav- Value Equity Europe Classe di Azioni Classe di Azioni R Classe di Azioni I 1,95% 1,95% 0,62% Fino a 3% Fino a 3% Zero Fino a 0,5% Fino a 0,5% Zero Il Comparto investe, a livello mondiale, principalmente in titoli azionari quotati presso le Borse Valori di Stati Uniti, Europa e Giappone, emessi da società farmaceutiche e/o di biotecnologia o da società che hanno un interesse predominante in questi settori. L obiettivo dell è quello di garantire una crescita di capitale a lungo termine. Il Comparto può investire una terzi dell attivo totale in titoli azionari di grandi società con sede legale in Europa o che esercitano la parte preponderante della loro attività economica in Europa. Nel portafoglio saranno anche comprese azioni delle blue chips e di piccole società appartenenti a tutti i settori. titolo 10

11 piccola percentuale dele sue attività nette in titoli azionari di emittenti dei mercati emergenti in tutto il mondo come descritto nel capitolo Rischi di Investimento del Prospetto. strumenti finanziari anche a scopo diverso dalla copertura, nel rispetto di quanto esposto nella sezione Rischi dell Investimento del Prospetto e nell interesse della sistematica del suo attivo. Data la loro forte volatilità, i futures e le opzioni sono Novara Aquilone Sicav-World Utilities Equity Novara Aquilone Sicav- Value Equity Europe Classe di Azioni Classe di Azioni R Classe di Azioni I 1,95% 1,95% 0,62% Fino a 3% Fino a 3% Zero Fino a 0,5% Fino a 0,5% Zero Il Comparto investe, a livello mondiale, principalmente in titoli azionari quotati presso le Borse Valori di Stati Uniti, Europa e Giappone, emessi da società del settore dei servizi pubblici e/o di società che hanno un interesse predominante in questo settore. L obiettivo dell è quello di garantire una crescita di capitale a lungo termine. Il Comparto può investire una piccola percentuale delle sue attività nette in titoli azionari di emittenti dei mercati emergenti in tutto il mondo come ampiamente descritto nel capitolo Rischi di Investimento del Prospetto. Gli investimenti in Russia non possono eccedere il 6% delle attività nette. terzi dell attivo totale in titoli azionari di grandi società con sede legale in Europa o che esercitano la parte preponderante della loro attività economica in Europa. Nel portafoglio saranno anche comprese azioni delle blue chips e di piccole società appartenenti a tutti i settori. titolo strumenti finanziari anche a scopo diverso dalla copertura, nel rispetto di quanto esposto nella sezione Rischi dell Investimento del Prospetto e nell interesse della sistematica del suo attivo. Data la loro forte volatilità, i futures e le opzioni sono 11

12 Valuta di riferimento Novara Aquilone Sicav Equity Central Europe Novara Aquilone Sicav- Value Equity Europe Classe di Azioni R Classe di Azioni R USD* Classe di Azioni R Classe di Azioni I 1,95% 1,95% 1,95% 0,62% Fino a 3% Fino a 3% Fino a 3% Zero Fino a 0,5% Fino a 0,5% Fino a 0,5% Zero USD Il presente Comparto investe principalmente sui mercati azionari di Russia, Ungheria, Polonia, Repubblica Ceca e altri mercati dell'europa Centrale, oltre che sui mercati periferici dell'europa dell'est. Alcuni di questi mercati potrebbero non essere mercati borsistici o mercati regolamentati, come definiti nel capitolo Limitazioni agli Investimenti del Prospetto. Pertanto gli investimenti in detti mercati, così come gli investimenti in valori mobiliari diversi da quelli citati nel capitolo Limitazioni agli Investimenti e gli investimenti in titoli di debito trattati, per le loro caratteristiche, allo stesso modo dei valori mobiliari (come definiti nella stessa sezione) non possono rappresentare più del 10% delle attività nette del Comparto. Inoltre la Sicav è autorizzata ad investire, in via funzionale alla, nei mercati azionari di paesi dell'europa Occidentale. Il presente Comparto può investire anche in via eccezionale una piccola parte del suo attivo in organismi per l' collettivo in valori mobiliari (OIC) a capitale fisso, oltre che investire in OIC a capitale variabile. terzi dell attivo totale in titoli azionari di grandi società con sede legale in Europa o che esercitano la parte preponderante della loro attività economica in Europa. Nel portafoglio saranno anche comprese azioni delle blue chips e di piccole società appartenenti a tutti i settori. titolo strumenti finanziari anche a scopo diverso dalla copertura, nel rispetto di quanto esposto nella sezione Rischi dell Investimento del Prospetto e nell interesse della sistematica esposti a rischi maggiori degli investimenti diretti nei titoli. 12

13 Valuta di riferimento Novara Aquilone Sicav Value Equity USA Classe di Classe di Classe di Azioni R Azioni R Azioni I USD* Novara Aquilone Sicav- Value Equity Europe Classe di Azioni Classe di Azioni I 1,95% 1,95% 0,62% 1,95% 0,62% Fino a 3% Fino a 3% Zero Fino a 3% Zero Fino a 0,5% Fino a 0,5% Zero Fino a 0,5% Zero USD L obiettivo del presente Comparto è quello di garantire agli investitori una crescita di capitale a lungo termine. Pertanto, il Comparto investirà sempre almeno i due terzi dei suoi attivi totali in titoli azionari di grandi società ad elevata capitalizzazione che hanno sede legale negli Stati Uniti di America oppure svolgono la parte preponderante delle loro attività economiche negli Stati Uniti di America. terzi dell attivo totale in titoli azionari di grandi società con sede legale in Europa o che esercitano la parte preponderante della loro attività economica in Europa. Nel portafoglio saranno anche comprese azioni delle blue chips e di piccole società appartenenti a tutti i settori. titolo strumenti finanziari anche a scopo diverso dalla copertura, nel rispetto di quanto esposto nella sezione Rischi dell Investimento del Prospetto e nell interesse della sistematica del suo attivo. Data la loro forte volatilità, i futures e le opzioni sono Novara Aquilone Sicav-Japan Equity Novara Aquilone Sicav- Value Equity Europe Classe di Azioni R Classe di Azioni I Classe di Azioni Classe di Azioni I 1,95% 0,62% 1,95% 0,62% 13

14 Fino a 3% Zero Fino a 3% Zero Fino a 0,5% Zero Fino a 0,5% Zero Il Comparto investirà sempre almeno i due terzi dei suoi attivi totali in titoli azionari di società che hanno sede legale in Giappone oppure svolgono la parte preponderante delle loro attività economiche in Giappone. I suddetti titoli azionari saranno ammessi alla quotazione ufficiale nelle borse valori giapponesi. L obiettivo di del Comparto è quello di garantire una crescita di capitale di lungo termine. Il Comparto può investire una piccola percentuale delle sue attività nette totali in titoli azionari di emittenti dei mercati emergenti dell Asia del Pacifico come ampiamente descritto nel capitolo Rischi di Investimento del Prospetto. terzi dell attivo totale in titoli azionari di grandi società con sede legale in Europa o che esercitano la parte preponderante della loro attività economica in Europa. Nel portafoglio saranno anche comprese azioni delle blue chips e di piccole società appartenenti a tutti i settori. titolo strumenti finanziari anche a scopo diverso dalla copertura, nel rispetto di quanto esposto nella sezione Rischi dell Investimento del Prospetto e nell interesse della sistematica del suo attivo. Data la loro forte volatilità, i futures e le opzioni sono * Il Consiglio fa presente che, dopo la fusione, gli Azionisti titolari di Azioni della Classe R USD nei Comparti Assorbiti riceveranno Azioni della Classe del. Si invitano gli Azionisti a consultare i consulenti fiscali di fiducia in merito alle possibili conseguenze fiscali della fusione in base alle leggi dei paesi in cui hanno la cittadinanza, la residenza o il domicilio. 10. Fusione del Comparto Novara Aquilone Sicav Equity Controlled Risk Italy (il Comparto Assorbito ) nel Comparto Novara Aquilone Sicav-Global Equity Controlled Risk: 14

15 Il Consiglio ha deliberato di liquidare il mediante il conferimento di tutte le sue attività e passività nel Comparto Novara Aquilone Sicav-Global Equity Controlled Risk, (il ) ai sensi dell articolo 24 paragrafo 4 dello statuto della Sicav e della sezione 16 Liquidazione e Fusione del prospetto della Sicav. Questa decisione è stata presa nel migliore interesse degli azionisti. Infatti, le ridotte dimensioni del fanno sì che sia gravato da costi relativamente elevati e dalla difficoltà di mantenere un portafoglio ben diversificato. Inoltre, il livello del patrimonio netto del suddetto comparto è sceso al di sotto del valore che il Consiglio ritiene essere quello minimo per consentire la redditizia di tali attivi. Il 28 gennaio 2011 si realizzerà la fusione in base al valore netto di inventario dei comparti al 27 gennaio 2011 (la Data di Efficacia ), mediante il conferimento di tutto l attivo e il passivo dei Comparti Assorbiti nel. Le spese di incorporazione saranno sostenute dal alla Data di Efficacia. In cambio delle loro azioni, gli azionisti di ciascuna classe di azioni del riceveranno il numero di azioni della stessa classe del, determinato moltiplicando il numero di azioni della stessa classe che il relativo azionista possiede nel per il rapporto di concambio applicabile. Il rapporto di concambio applicabile sarà calcolato per ogni classe di azioni dividendo (i) il valore netto di inventario per azione della classe in questione del, calcolato alla chiusura delle operazioni nella Data di Efficacia della fusione, previa deduzione della quota applicabile delle spese di fusione, per (ii) il valore netto di inventario per azione dell identica classe di azioni del Comparto Assorbente, calcolato nella stessa data. Laddove il relativo rapporto di concambio non consente l emissione di un numero intero di azioni del, gli azionisti riceveranno frazioni di azioni del. Fino al 27 gennaio 2011 gli azionisti del hanno il diritto di (I) rimborsare le loro azioni, senza che sia applicata la commissione di rimborso nel rilevante dalla data del presente avviso, al valore netto di inventario per Azione calcolato nella relativa data di valutazione oppure di (II) scambiare le loro azioni, esenti da commissione/i di in (i) azioni della stessa classe di un altro comparto oppure (ii) azioni di una classe diversa di un altro comparto, a condizione che entrambe le classi abbiano l identica struttura di commissioni e che la classe richiesta sia disponibile nella giurisdizione in cui l azionista effettua la. I rimborsi delle azioni del saranno accettati senza l applicazione della commissione di rimborso fino alla chiusura delle operazioni del Giorno Lavorativo precedente la Data di Efficacia. Gli investitori che hanno effettuato la tramite un sub-distributore, sono pregati di consultare il loro sub-distributore qualora si applicano limiti di tempo più ravvicinati. Alla Data di Efficacia, la fusione diventerà vincolante per tutti gli azionisti che non hanno esercitato validamente il diritto al rimborso, e le relative azioni del saranno convertite, in base al citato rapporto di concambio, nelle azioni del. Qui di seguito si mettono a confronto le caratteristiche del con quelle del : Novara Aquilone Sicav Equity Controlled Risk Italy Novara Aquilone Sicav-Global Equity Controlled Risk Classe di Azioni Classe di Azioni 1,95% 1,95% Fino a 3% Fino a 3% Fino a 0,5% Fino a 0,5% Il Comparto si propone di partecipare all evoluzione positiva dell indice Il Comparto si propone di partecipare all evoluzione positiva di un paniere di 15

16 MIB30 controllando al contempo il rischio collegato a fluttuazioni negative del mercato. Detto scopo può essere raggiunto, per esempio, nei due modi seguenti: la partecipazione all evoluzione del mercato si realizza tramite l acquisto fisico di azioni accompagnato dall acquisto di opzioni put. La partecipazione all evoluzione del mercato è raggiunta tramite l acquisto di opzioni call ammesse dalle direttive d, accompagnato dall acquisto di titoli di debito trasferibili emessi da emittenti ad alto rating. Questi due approcci consentono di ottenere la stessa esposizione economica rispetto al mercato azionario sottostante e saranno adottati tenendo conto delle condizioni di mercato predominanti in un determinato momento. In via complementare e in modo marginale, la partecipazione all evoluzione del mercato potrà essere ottenuta anche attraverso contratti swap. Gli investimenti sono effettuati in azioni, altri certificati che attestino la proprietà di azioni, certificati che diano il diritto ad ottenere dividendi, index certificate nella misura in cui tutti questi strumenti siano considerati valori mobiliari ai sensi dell articolo 41, paragrafo (1) della legge del 2002 e, a complemento dei precedenti strumenti, in warrant su azioni e altri titoli di capitale, in obbligazioni, titoli a breve e altri valori mobiliari a tasso fisso e variabile (inclusi obbligazioni a tasso variabile, obbligazioni convertibili e warrant su emissioni obbligazionarie che riconoscano al possessore il diritto di sottoscrivere i valori mobiliari) emessi da autorità pubbliche, imprese a partecipazione statale o emittenti privati di primaria importanza. Oltre ai rischi normalmente legati alle azioni ordinarie, i warrant su azioni possono essere soggetti ad effetto leva. Gli Index Certificate (Certificati su Indice) sono titoli di debito nominativi emessi su un mercato di capitali. Il valore degli Index Certificate dipende dal valore giornaliero dell indice di riferimento. Il rimborso di questi certificati dipende dalle condizioni di emissione e normalmente varia in base alle oscillazioni di un dato indice (talvolta con un tetto massimo stabilito). Contrariamente alle Opzioni su Indice e ai Certificati di Opzione, gli Index Certificate non sono contratti a azioni globali controllando al contempo il rischio collegato a fluttuazioni negative del mercato. Detto scopo può essere raggiunto, per esempio, nei due modi seguenti: la partecipazione all evoluzione del mercato si realizza tramite l acquisto fisico di azioni accompagnato dall acquisto di opzioni put. La partecipazione all evoluzione del mercato è raggiunta tramite l acquisto di opzioni call nel rispetto delle restrizioni d, accompagnato dall acquisto di titoli di debito trasferibili emessi da emittenti ad alto rating. Questi due approcci consentono di ottenere la stessa esposizione economica rispetto al mercato azionario sottostante e saranno adottati tenendo conto delle condizioni di mercato predominanti in un determinato momento. In via complementare e in modo marginale, la partecipazione all evoluzione del mercato potrà essere ottenuta anche attraverso contratti swap. Gli investimenti sono effettuati in azioni, altri certificati che attestino la proprietà di azioni, certificati che diano il diritto ad ottenere dividendi, index certificate nella misura in cui tutti questi strumenti siano considerati valori mobiliari ai sensi dell articolo 41, paragrafo (1) della legge del 2002 e, a complemento dei precedenti strumenti, in warrant su azioni e altri titoli di capitale, in obbligazioni, titoli a breve e altri valori mobiliari a tasso fisso e variabile (inclusi obbligazioni a tasso variabile, obbligazioni convertibili e warrant su emissioni obbligazionarie che riconoscano al possessore il diritto di sottoscrivere i valori mobiliari) emessi da autorità pubbliche, imprese a partecipazione statale o emittenti privati di primaria importanza. Oltre ai rischi normalmente legati alle azioni ordinarie, i warrant su azioni possono essere soggetti ad effetto leva. Gli Index Certificate (Certificati su Indice) sono titoli di debito nominativi emessi su un mercato di capitali. Il valore degli Index Certificate dipende dal valore giornaliero dell indice di riferimento. Il rimborso di questi certificati dipende dalle condizioni di emissione e normalmente varia in base alle oscillazioni di un dato indice (talvolta con un tetto massimo stabilito). Contrariamente alle Opzioni su Indice e ai Certificati di Opzione, gli Index Certificate non sono contratti a termine, non hanno premio né prezzo di esercizio e non sono soggetti a un significativo effetto leva, come invece le opzioni. 16

17 termine, non hanno premio né prezzo di esercizio e non sono soggetti a un significativo effetto leva, come invece le opzioni. Nel caso di investimenti in titoli di debito trasferibili, gli interessi derivanti da questi investimenti possono essere scambiati con la partecipazione allo sviluppo positivo del mercato borsistico di riferimento per mezzo di un operazione di swap con una controparte. Ove fosse necessario al fine di bilanciare i flussi di cassa generati dalle operazioni quali quelle sopra descritte, i proventi derivanti da investimenti a tasso fisso possono essere scambiati attraverso operazioni di swap con investimenti a tasso variabile e viceversa. Gli swap di tassi d interesse mirano, nel caso in cui l esposizione sul mercato azionario sia ottenuta attraverso equity swap o attraverso acquisto di opzioni call, a far corrispondere i pagamenti delle cedole degli investimenti in titoli obbligazionari con la scadenza dei flussi di cassa dell equity swap o con la scadenza dell opzione call. Se le controparti dello swap non dovessero essere più in grado di fare fronte alle rispettive obbligazioni, la Sicav non riceverebbe gli interessi pattuiti o la porzione pattuita dell andamento positivo del mercato borsistico di riferimento. Al fine di limitare detto rischio di controparte delle operazioni di swap, questo tipo di operazioni viene effettuato esclusivamente con istituzioni finanziarie di primaria importanza specializzate in questo tipo di operazioni. In seguito all utilizzo delle operazioni swap come sopra summenzionate, il Comparto potrebbe non beneficiare degli interessi maturati sugli investimenti in titoli di debito. Nel caso in cui gli investimenti in titoli di debito siano effettuati in valori mobiliari denominati in una valuta differente da quella del paese in cui si investe, l operazione sopra descritta sarà strutturata in modo da coprire il rischio di cambio. L applicazione di una sistematica strategia di copertura che utilizzi opzioni, operazioni a termine e swap, entro i limiti stabiliti dalle Limitazioni agli Investimenti, ha lo scopo di evitare che il valore per azione scenda al di sotto di uno specifico valore minimo. Il valore minimo è calcolato entro il sesto Nel caso di investimenti in titoli di debito trasferibili, gli interessi derivanti da questi investimenti possono essere scambiati con la partecipazione allo sviluppo positivo del mercato borsistico di riferimento per mezzo di un operazione di swap con una controparte. Ove fosse necessario al fine di bilanciare i flussi di cassa generati dalle operazioni quali quelle sopra descritte, i proventi derivanti da investimenti a tasso fisso possono essere scambiati attraverso operazioni di swap con investimenti a tasso variabile e viceversa. Gli swap di tassi d interesse mirano, nel caso in cui l esposizione sul mercato azionario sia ottenuta attraverso equity swap o attraverso acquisto di opzioni call, a far corrispondere i pagamenti delle cedole degli investimenti in titoli obbligazionari con la scadenza dei flussi di cassa dell equity swap o con la scadenza dell opzione call. Se le controparti dello swap non dovessero essere più in grado di fare fronte alle rispettive obbligazioni, il Comparto non riceverebbe gli interessi pattuiti o la porzione pattuita dell andamento positivo del mercato borsistico di riferimento. Al fine di limitare detto rischio di controparte delle operazioni di swap, questo tipo di operazioni viene effettuato esclusivamente con istituzioni finanziarie di primaria importanza specializzate in questo tipo di operazioni. In seguito all utilizzo delle operazioni swap come sopra summenzionate, il Comparto potrebbe non beneficiare degli interessi maturati sugli investimenti in titoli di debito. Nel caso in cui gli investimenti in titoli di debito siano effettuati in valori mobiliari denominati in una valuta differente da quella del paese in cui si investe, l operazione sopra descritta sarà strutturata in modo da coprire il rischio di cambio. L applicazione di una sistematica strategia di copertura che utilizzi opzioni, operazioni a termine e swap, entro i limiti stabiliti dalle Normative sugli Investimenti, ha lo scopo di evitare che il valore per Azione scenda al di sotto di uno specifico valore minimo. Il valore minimo è calcolato entro il sesto giorno lavorativo di ciascun esercizio finanziario ed è pari ad almeno il 90% del valore netto d inventario di tale giorno. Se la situazione del mercato borsistico è favorevole, il valore minimo così ottenuto può essere rettificato al rialzo nel corso dell esercizio finanziario. Non è ammesso rettificare al ribasso il valore minimo nel corso dell esercizio finanziario. Per questo 17

18 giorno lavorativo di ciascun esercizio finanziario ed è pari ad almeno il 90% del valore netto d inventario di tale giorno. Se la situazione del mercato borsistico è favorevole, il valore minimo così ottenuto può essere rettificato al rialzo nel corso dell esercizio finanziario. Non è ammesso rettificare al ribasso il valore minimo nel corso dell esercizio finanziario. Per questo motivo è possibile che in un determinato momento il portafoglio sia totalmente investito in titoli a reddito fisso e/o in strumenti del mercato monetario. Il valore minimo di un azione è sempre e semplicemente un valore di riferimento e non è perciò garantito, né esplicitamente né implicitamente. Nel caso di modifiche, correzioni o soppressione dell indice, il Consiglio di Amministrazione può decidere di utilizzare un altro indice con caratteristiche simili o di nominare una terza parte indipendente affinché quest ultima continui a fornire l indice di riferimento iniziale, secondo il metodo di calcolo iniziale. In tal caso, l Indice fornito è vincolante per tutte le parti, salvo nell eventualità di errore manifesto. In ogni caso, il presente Prospetto sarà modificato di conseguenza. motivo è possibile che in un determinato momento il portafoglio sia totalmente investito in titoli a reddito fisso e/o in strumenti del mercato monetario. Il valore minimo di un Azione è sempre e semplicemente un valore di riferimento e non è perciò garantito, né esplicitamente né implicitamente. Nel caso di modifiche, correzioni o soppressione dell indice, il Consiglio di Amministrazione può decidere di utilizzare un altro indice con caratteristiche simili o di nominare una terza parte indipendente affinché quest ultima continui a fornire l indice di riferimento iniziale, secondo il metodo di calcolo iniziale. In tal caso, l Indice fornito è vincolante per tutte le parti, salvo nell eventualità di errore manifesto. In ogni caso, il presente Prospetto sarà modificato di conseguenza. titolo concernenti futures e opzioni anche a scopo diverso dalla copertura, nel rispetto di volatilità, i futures e le opzioni sono esposti a rischi maggiori degli investimenti diretti nei titoli. Il Comparto può concludere operazioni concernenti futures e opzioni anche a scopo diverso dalla copertura, nel rispetto di quanto esposto nella sezione Rischi nell interesse della sistematica del suo attivo. Data la loro forte volatilità, i futures e le opzioni sono Si invitano gli Azionisti a consultare i consulenti fiscali di fiducia in merito alle possibili conseguenze fiscali della fusione in base alle leggi dei paesi in cui hanno la cittadinanza, la residenza o il domicilio. 11. Il Comparto Novara Aquilone Sicav-Cash Euro modificherà la sua politica di come segue: Il Comparto investe principalmente in obbligazioni, titoli a tasso variabile e titoli di credito negoziabili, buoni del tesoro o altri strumenti a reddito fisso denominati in euro emessi da stati, enti locali, organismi pubblici e società internazionali con un rating minimo BBB-/Baa3. La vita residua media del portafoglio non 18

19 sarà superiore ai 12 mesi. Non è consentito l in titoli denominati in valute diverse dall euro. L obiettivo di è di garantire la protezione del capitale e un reddito a breve termine con un basso livello di rischio. Il Comparto può investire in misura accessoria in titoli obbligazionari di emittenti di mercati emergenti in tutto il mondo come ampiamente descritto nel capitolo Rischi di Investimento del Prospetto. concernenti futures e opzioni anche a scopo diverso dalla copertura, nel rispetto di volatilità, i futures e le opzioni sono Gli azionisti del comparto Novara Aquilone Sicav-Cash Euro che non accettassero la suddetta modifica hanno il diritto di richiedere il rimborso o la, a titolo gratuito, delle loro azioni a decorrere dalla data di questo avviso fino al 27 gennaio La bozza del Prospetto della Sicav si può consultare presso la sede legale della Sicav. IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 19

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto Relazione semestrale SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto R.C.S. Luxembourg B 136 880 Non si accettano sottoscrizioni basate sul presente

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati 1.1.1. I titoli di capitale Acquistando titoli di capitale

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it I Derivati a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it 1 Definizione di derivati I derivati sono strumenti finanziari (art.1 TUF) Il valore dello strumento deriva da uno o più variabili sottostanti (underlying

Dettagli

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 YOUR Private Insurance SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 Offerta pubblica di sottoscrizione di YOUR Private Insurance Soluzione Unit Edizione 2011 (Tariffa UB18), prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Titoli di debito. Giugno 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Titoli di debito. Giugno 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Titoli di debito Giugno 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire Materiale di marketing Schroders Fondi Income Una generazione su cui investire Con mercati sempre più volatili e imprevedibili, affidarsi al solo apprezzamento del capitale spesso non basta. Il bisogno

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta insieme fino all essenza Dexia Asset Management, un leader europeo nell ambito della Gestione Alternativa n Una presenza storica fin

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018 Banco Popolare Società Cooperativa - Sede legale in Verona, Piazza Nogara, n. 2 Società capogruppo del Gruppo bancario Banco Popolare Iscritta all albo delle banche al n. 5668 Capitale sociale, al 31 marzo

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. *** Nota informativa per i potenziali aderenti

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.

PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0. SINTESI DELLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI PROCESSO FINANZA Data approvazione Versione 25 ottobre 2007 v.0.1 19 novembre 2009 v.0.2 16 settembre 2010 v.0.3 25 novembre 2010 v.0.4 1 La Markets

Dettagli

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità Il gruppo finanziario belga KBC ha chiuso i primi 9 mesi del 2012 con un utile netto

Dettagli

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile.

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. Signori Azionisti, come illustrato nella Relazione sulla

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

Gestione Separata Sovrana

Gestione Separata Sovrana Gestione Separata Sovrana Investment pack Aggiornamento al 31/01/2015 Composizione degli asset per classi di attivo DURATION DI PORTAFOGLIO 6,33 AUM (in mln ) 651,48 805,61 848,22 821,06 2 Dettaglio delle

Dettagli

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 Iscritta all Albo delle Banche al n. 6175.4 Capogruppo del Gruppo CARIGE iscritto all albo dei

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Maggio 2014. Guida dell Azionista

Maggio 2014. Guida dell Azionista Maggio 2014 Guida dell Azionista Con la presente Guida intendiamo offrire un utile supporto ai nostri azionisti, evidenziando i diritti connessi alle azioni possedute e consentendo loro di instaurare un

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216. "BANCO POPOLARE Società Cooperativa

CONDIZIONI DEFINITIVE BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216. BANCO POPOLARE Società Cooperativa CONDIZIONI DEFINITIVE relative all offerta delle Obbligazioni BANCO POPOLARE S.C. SERIE 307 STEP UP CALLABLE 31.01.2013 31.01.2018 ISIN IT0004884216 da emettersi nell ambito del programma di offerta e/o

Dettagli

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Alfredo Fusetti, Partner Luca Barenco, Investment Consultant Zurigo, 30.06.2015 Situazione attuale (1) Secondo il comunicato stampa

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

Tipologie di strumenti finanziari

Tipologie di strumenti finanziari Tipologie di strumenti finanziari PRINCIPALI TIPOLOGIE DI STRUMENTI FINANZIARI: Azioni Obbligazioni ETF Opzioni 1 Azioni: definizione L azione è un titolo nominativo rappresentativo di una quota della

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

"OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI

OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI "OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI Ai sensi dell art. 114, comma 7, D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 e dal Regolamento Emittenti adottato dalla Consob

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BORSA

INTRODUZIONE ALLA BORSA INTRODUZIONE ALLA BORSA Informazioni guida per gli insegnanti delle scuole superiori CHE COSA È LA BORSA? Una piazza, dove avviene la compravvendita di titoli. La determinazione delle quotazioni è di solito

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 17 07.05.2014 Riporto perdite e imposte differite Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie Il meccanismo del riporto delle perdite ex art.

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 SERVIZIO SULLE OPZIONI SU AZIONI (ISOALPHA) 1. INTRODUZIONE Con la piattaforma T3 di Webank possono essere negoziate le Opzioni su Azioni (Isoalpha), contratti di opzione

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli