LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' '

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' '"

Transcript

1 LINGUAGGICREATIVITA ESPRESSIONE 3 4ANNI 5ANNI Mniplrmtrilidivritipin finlizzt. Fmilirizzrindivrtntcnil cmputr Ricnsclmntidl mnd/rtificilcglindn diffrnzprfrmmtrili Distingugliggttinturlidqulli rtificili. Cnscstridiggttiprcssi. Cnsclprincipliprtidlcmputr. Dscrivggttinturlidrtificili. Rpprsntrsmplicifnmni dggttitcnlgicimdintil linguggiinic. Utilizzsftwrprsclripr rbilitàimmgintiv linguistich. Mniplrmtrilidivritippr rlizzrsmplicifrmidntificbili ngliggttiqutidini. Cmpnscmpnggttinilr lmnti. Utilizzilmuslfindimiglirril crdinmntlmniplzin. Utilizzsmpliciprgrmmidigrfic. Obittivispcificidipprndimnt Cmptnzcnscitiv Cmptnzlinguistic/cmunictiv Cmptnzmtdlgichprtiv Usr,mniplrtrsfrmr smplicimtriliincrtiv. Sprimntrlpssibilitàdiutilizzril cmputrincrtiv divrtnt. Ossrv,splr,ricnscttrvrsi snsimtrilidivritip. Cnscvrimtrililrprprità. Ossrv,scprstrutturfnmni tcnicismplici. Cnscfunzinidlcmputrusl principlipzinidlsistmprtiv. Dscriv,cmpr,clssificggtti nturlidrtificili. Utilizzunlinguggipprpritpr dscrivrr,smplicifnmnid ggttitcnlgici. Utilizzsftwrprsclripr rbilitàprcttiv, immgintiv,lgich,linguistich. Usutnsilittrzziprcmpir dtrmintprzini. Pinific,cntrll,vlutsluzinipr rislvrunprblmtcnic. Utilizzltstir. Utilizzilprgrmmpintsmplici prgrmmidigrficprrlizzr qulcsdicncrtutil. CONTENUTI Attivitàdimniplzinilibr;; Gichidicstruzini; Sprimntzindiprpritàdimtrili; Attivitàdicstruzinguidtdsmplicicnsgn; Usdistrumntidttrzziprgicr,frgirdinggi,cucin,ttivitàmnipltiv; Cstruzindismplicimcchin; Visitguidt; Prgtti di duczin mbintl (us, rius riciclggi di rifiuti, prtzin dll ntur,cqucmrisrs,risprminrgtic).

2 CURRICOLODIEDUCAZIONEALL IMMAGINE SCUOLAPRIMARIA CLASSIPRIMASECONDA OBIETTIVISPECIFICIDIAPPRENDIMENTORELATIVIACOMPETENZE: CONOSCITIVE Sprricnscrlprinciplirlzinispzilinllrnll rpprsntzingrfic. Sprricnscrifndmntlilmntismplicidllinguggivisiv: punt,sgn,lin,spzi,clr. Sprricnscrlcrttristichdidivrsimtrilimnipltivi. Sprutilizzrglilmntifndmntlicquisitiprlggrun immgin. LINGUISTICO/COMUNICATIVE Sprlbrrmssggidsprimrlittrvrsillinguggiicnic. Sprrpprsntrun sprssinindividulcnildisgnl vrblizzzin. Sprssrvrdscrivrun immgin. METODOLOGICO/OPERATIVE Sprsirintrnllspzigrfic. Sprusrilclrscndlr. Sprricnscrutilizzriclriprimrilcunidrivti. Sprutilizzrllintrrllincil. Sprrpprsntrfigurumnscndunschmcrprstrutturt. Sprutilizzrmtrilidivrsiprrlizzrlvrifigurtividcrtivi. CLASSETERZA

3 OBIETTIVISPECIFICIDIAPPRENDIMENTORELATIVIACOMPETENZE: CONOSCITIVE Sprricnscrnllrnllrpprsntzinilin,frm,figur cntstispzili. Sprcnscrglilmntifndmntlidllinguggivisivlprincipli rgldllrpprsntzingrficpittric. Sprutilizzrglilmnticquisitiprlggrun immgin. Sprcnscrlfunzindlmusprvvicinrsilmnddll rt. LINGUISTICO/COMUNICATIVE Sprsisprimrinvrimbititcnich. Sprcmprndrutilizzriprinciplitrminidllinguggispcific. Sprrpprsntrun sprinzindividulcnildisgnl vrblizzzin. Sprssrvr,cmprndrdscrivrun immgin. Sprlggrlsprssiniculturli,rtistichrchitttnichprsntinl trritri. METODOLOGICO/OPERATIVE Sprutilizzringuidt,piinutnmprsnl,gli lmntiitrminiprpsti. Sprricnscrutilizzriclricmplmntri. Sprutilizzrilclrcmlmntsprssivcmunictiv. Sprmniplrmtrilivriprrlizzrggtticmpsizinicrtiv. Sprrpprsntrun sprinzindividul/cllttivcnildisgn,l pittur,lvrblizzzin,ldfinizindididsclicnfumtti. CLASSIQUARTAQUINTAOBIETTIVISPECIFICIDIAPPRENDIMENTORELATIVIA COMPETENZE: CONOSCITIVE

4 Cnscriprinciplilmntismplicicmpstidllinguggivisivin rlzinll immgingrficpittric,spzil. Ricnscrglilmntiprinciplidllstrutturcmpsitivdiun immgin(frm,lin,clri,dtitipgrfici) Sprlggrintrprtrun immgin/un prd rtutilizzndgli lmnticquisiti. Sprsirintrtrivrimvimnti,utriprprpstscndi trminilcrttristichspcifich. Cnscrlfunzindlmusprvvicinrsilmnddll rtnllsu vrifrm. LINGUISTICO/COMUNICATIVE Sprcmunicrmssggittrvrsilmzzsprssivusndmtrili, tcnichstrumntidivrsi. Ricnscrutilizzrillinguggispcific. Sprdscrivr,utilizzndillinguggigrficpittric,snszinid mzinisuscittdll ssrvzindll mbintdsprinz sggttiv. Sprlggrlsprssiniculturli,rtistichrchitttnichprsntinl trritri. METODOLOGICO/OPERATIVE Sprsplrrimmgini,frmggttiprsntinll mbintutilizznd lmglilrisrssnsrili. Sprutilizzrinfficcglilmntidllinguggivisiv(sgn, lin,spzi )prprdurrmssggi. Sprutilizzrmtrilidivrsiprrlizzrlvrifigurtividcrtivi, sgundnchimtivistginli,lricrrnz. Sprutilizzrcrrttmnt,fficcmntcrtivmntilclr.

5 Scndridi1 grd ARTE&IMMAGINE PROGRAMMAZIONE CLASSEPRIMA COMPETENZERIFERITEAI CRITERIDIVALUTAZIONE OBSPECIFICI ClssPrim OSSERVARE Cpcitàdivdr/ssrvr cmprndrdusdi linguggivisivispcifici.rlcpcitàdiprczindi ssrvzindismplicilmntivisuli. b.suprrglistrtipifndmntli rlcpcitàdimmrizzr visivmntidtidlrl. c.sprdscrivrimmginismplicid lmntinturliusndunlinguggi pprprit LEGGERE Ltturdidcumntidl ptrimniculturlrtistic.sprricnscrinunmssggivisiv lcuntcnich,imtrililprincipli crttristichdllinguggivisul. b.cnscrsprusrlcunitrmini pprpriti,rltivillstudidllstri dll rtnllsuprinciplifrmsprssiv (rchitttur,scultur,pittur,rtpplr). c.cquisirilcncttdibnculturl mbintlprndrcscinzdll mltplicitànllmnifstzinirtistichdl prsntdlpsst. PRODURRE 1.Cnscnzdusdll tcnichsprssiv 2.Prduzinrilbrzin dimssggivisivi 1.usrcrrttmntglistrumntiil mtrilinrntilpiùsmplicitcnich rtistich. 1b.pplicrcrrttmntltcnich prpst. 1c.sprscglir,trqullsprimntt,l tcnichpiùidnllsignzsprssiv. 2.rlcpcitàdirpprsntzin grfic. 2b.sprrpprsntrdsprimr grficmntquntssrvt/l sprinzcmpiut. 2c.sprpplicrlrgldibsdl linguggivisul. 2d.rlcpcitàimmgintivd sprssiv,ttrvrsl intrprtzin prsnldisggttiprpsti 2.sprprgttrprdurriprprilvri rispttndsqunzlgictmprli.

6 Scndridi1 grd ARTE&IMMAGINE SVILUPPODELLAPROGRAMMAZIONE CLASSEPRIMA CRITERI di VALUTAZIONE U.D.A. CONTENUTI dlluda TEMPIdi SVILUPPOdll UDA CONOSCENZAED USODELLE TECNICHE SPECIFICHE TEMPERE PASTELLI PENNARELLI COLLAGE MATITA INCHIOSTRI CONTESTUALMENTEALLO SVILUPPODELLEALTRE UD PRODUZIONEE RIELABORAZIONE DEIMESSAGGI VISIVI ILPUNTOELALINEA LECARATTERISTICHEDELPUNTO; RIELABORAZIONI LECARATTERISTICHEDELLALINEA; SPERIMENTAZIONIGRAFICO PITTORICHE ISIGNIFICATIDELSEGNODELPUNTOE DELLALINEAINPITTURASCULTURA ARCHITETTURA;LETTURADELL OPERA OTTOBRE NOVEMBRE (6lzini) ILCOLORE LASTRUTTURADELCOLORENEL CERCHIODIITTEN;RIELABORAZIONE CONTRASTO,GRADAZIONE,TONALITA ; RIELABORAZIONE SIGNIFICATOSIMBOLICODELCOLORE; LETTURADELL OPERAD ARTEE PUBBLICITA L ESPRESSIONEDELCOLORE; OSSERVAZIONE NOVEMBREDICEMBRE GENNAIO (68lzini) LUCIEOMBRE DIVERSEFONTIDIILLUMINAZIONE; OSSERVAZIONE LALUCEINARTE;LETTURADELL OPERA SPERIMENTIAMOGLIEFFETTIDEL CHIAROSCURO;RIELABORAZIONE FEBBRAIO (2lzini) COMPRENSIONEED USODEILINGUAGGI SPECIFICI ILLINGUAGGIO VISIVOLEGATOALLA NARRAZIONE ALL IMMAGINAZIONE ALL ESPRESSIONE ILLUSTRAZIONEDIRACCONTI,FIABE, POESIE,FUMETTI;RIELABORAZIONI. FEBBRAIOMARZO (68lzini) lduunitàdidttichsi n cntmprnmnt ILLINGUAGGIO VISIVO LAFORMADELLECOSE LEFORMEDELLANATURA FORMAEDESPRESSIVITA LETTURADI DOCUMENTIDEL PATRIMONIO CULTURALEE ARTISTICO L ARTEANTICA; L ARTEDEL MEDIOEVO PITTURERUPESTRIEGRAFFITI GEROGLIFICIEDIVINITA EGIZIE ILTEMPIO,LAFIGURAUMANAIN GRECIA PITTURAESCULTURAETRUSCA PITTURAESCULTURAROMANA ARCHITETTURAROMANA LACHIESAROMANICA LASCULTURAROMANICA LACHIESAGOTICA LASCULTURAGOTICA DASETTEMBREA GIUGNO: CONTESTUALMENTEALLO SVILUPPODELLEALTRE UDA

7 INDICATORE OSSERVARE LEGGERE CAPACITA DI VEDERE-OSSERVARE; COMPRENSIONE ED USO DEI LINGUAGGI VISIVI SPECIFICI LETTURA DEI DOCUMENTI DEL PATRIMONIO CULTURALE E ARTISTICO P R O D Scndridi1 grd ARTE&IMMAGINE VALUTAZIONE CLASSEPRIMA LIVELLIDIVALUTAZIONE Nn h t Nn risc suprr Nn s dscriv r Nn s ricns cr Nn cnsc nn s usr Nn h cquisi t Prsnt ncr diffic nll Nn h ncr suprt Nn h ncr cquisi t l cpcit à di dscriv r Incntr mlt diffic nl ricns cr Stnt cnsc r us cn mlt diffic Nn h ncr cquisi t t in smmri cmpls sivmn t suprt Dscriv in cctt bil Prsnt qulch incrt zz nl ricns cr Cnsc us cn qulch incrt zz cquisi t in smmri U C R R n E s E c R n I z E L A B d O R u A s R E t in bbst nz crrtt suprt in cctt bil Dscriv in bbst nz chir S ricns cr in bbst nz crrtt Cnsc us in bbst nz crrtt cquisi t in bbst nz crrtt d l l t in crrtt suprt cn sicurz z Dscriv in chir Ricns c in crrtt Cnsc us in crrtt cquisi t in crrtt t in crrtt dttgli t suprt cmplt mnt Dscriv in cmplt Ricnsc cn sicurzz Cnsc us cn sicurzz cquisit in sicur t c n i c h t cmplt nlitich cpcità di prczin ssrvzin di smplici lmnti dll r suprt in cmplt sicur gli strtipi fndmntli nd l cpcità di mmrizzzin visiv dl rl Dscriv in cmplt dttglit immgini smplici d lmnti nturli usnd un linguggi pprprit Ricnsc cn prcisin sicurzz in un mssggi visiv lcun tcnich i mtrili l principli crttristich dl linguggi visul Cnsc us cn prcisin sicurzz lcuni trmini rifriti ll stri dll rt nll su principli frm sprssiv cquisit pinmnt gli lmnti più smplici di cnctti di Bn Culturl Ambintl dll mltplicità dll mnifstzin rtistich ch li crttrizzn Nn Cnsc Cnsc Cnsc Cnsc Cnsc mlt bn s p r s s i v

8 Prduzin rilbrzin mssggi visivi cnsc nn s pplic r Nn s scgli r Nn cnsc nn s pplic r Nn s rpprs ntr Nn h t scrs cnsc nz incntr mlt diffic nll p plicr Incntr mlt diffic nll scgli r scrs cnsc nz incntr mlt diffic nll p plicr Incntr mlt diffic nl rpprs ntr Prsnt mlt diffic r pplic cn qulch incrt zz Prsnt qulch incrt zz Cnsc pplic cn qulch incrt zz Dimstr qulch incrt zz nl rpprs ntr t cn qulch incrt zz pplic in bbst nz crrtt Scgli in bbst nz crrtt Cnsc pplic in bbst nz crrtt Rpprs nt in bbst nz crrtt t in bbst nz crrtt pplic crrtt mnt Scgli crrtt mnt Cnsc pplic crrtt mnt Rpprs nt crrtt mnt t crrtt mnt pplic cn sicurzz Scgli cn sicurzz Cnsc pplic cn sicurzz Rpprs nt in cmplt t in cmplt Scndridi1 grd ARTE&IMMAGINE PROGRAMMAZIONE CLASSESECONDA COMPETENZERIFERITEAI OBSPECIFICI CRITERIDIVALUTAZIONE OSSERVARE Cpcitàdivdr/ssrvr cmprndrdusdi linguggivisivispcifici ClssScnd s pplicr cn pdrnnz smplici strumnti tcnich sprssiv di bs Scgli cn sicur pdrnnz tr qull cnsciut l tcnich più idn ll signz sprssiv Cnsc mlt bn s pplicr cn pdrnnz l più smplici rgl dl linguggi visiv Rpprsnt in cmplt dttglit smplici frm d lmnti dll r t in cmplt prsnl l cpcità immgintiv d sprssiv nll rilbrzin di sggtti prpsti.rlcpcitàdiprczindi ssrvzindilmntidllrdi mssggivisivi. b.suprrglistrtipi. c.cnscrglilmntilrgllstruttur fndmntlidllinguggivisulllr funzinicmunictiv d.cnscrsprutilizzrltrminlgi spcific;sprdscrivrl lbrtprdtt nllsusqunzdiprduzinnivlri

9 sprssivi LEGGERE Ltturdidcumntidl ptrimniculturlrtistic.sprricnscrdscrivrinun dcumntstricrtisticimtrili,l tcnic,lstruttur,glilmntidllinguggi visiv. b.cquisirsprpplicruncrrtt mtddiltturdiun immgindiun pr d rt. c.sprscglirlfunzincmunictivil significtdiunmssggivisivsprl cllcrnlgiustcntststricculturl. d.cnscrsprpplicrltrminlgi pprpritrltivllstudidllstri dll rtnllsuprinciplifrmsprssiv. PRODURRE 1.Cnscnzdusdll tcnichsprssiv 2.Prduzinrilbrzin dimssggivisivi 1.usrcrrttmntglistrumntiil mtril. 1b.cnscrsprscglirltcnichpiù idnllsignzsprssivtnndcnt divinclidllpssibilitàsprssivdi ciscundiss. 1c.pplicrcrrttmntltcnich prpst. 2.rlcpcitàdirpprsntzin grfic. 2b.sprrpprsntrdintrprtr ttrvrsl usdistrumntigrficidivrsi quntssrvtlsprinzcmpiut. 2c.sprpplicrlrgllstruttur fndmntlidllinguggivisul. 2d.rlcpcitàdiintrprtzin prsnlditmisggttiprpsti. Scndridi1 grd ARTE&IMMAGINE SVILUPPODELLAPROGRAMMAZIONE CLASSESECONDA CRITERI di VALUTAZIONE U.D.A. CONTENUTI dlluda TEMPIdi SVILUPPOdll UDA CONOSCENZAED USODELLE TECNICHE SPECIFICHE Apprfndirsprimntzintcnichcn TEMPERE PASTELLI PENNARELLI COLLAGE MATITA INCHIOSTRI cnscrltcnicdll ffrscdlmsic CONTESTUALMENT EALLOSVILUPPO DELLEALTREU.D PERCEZIONEINTUITIVADELLOSPAZIO RAPPRESENTAZIONEINTUITIVADELLOSPAZIO BIETRIDIMENSIONALE OTTOBRE

10 PRODUZIONEE RIELABORAZIONE DEIMESSAGGI VISIVI COMPRENSIONEED USODEILINGUAGGI SPECIFICI LETTURADI DOCUMENTIDEL PATRIMONIO CULTURALEE ARTISTICO SPAZIO SIMMETRIA PESOEQUILIBRIO FORMA GLIELEMENTIDELLA COMUNICAZIONE CAPACITA ESPRESSIVEDEL LINGUAGGIOVISIVO DAGIOTTO ALL 800 LETTURADIOPERE PITTORICHE RAPPRESENTAZIONEPROSPETTICA RIELABORAZIONEPERSONALE LOSPAZIOESTERNO SIGNIFICATODISIMMETRIA APPLICAZIONEINCOMPOSIZIONIINFORMALI, ASTRATTEFIGURATIVE SIGNIFICATODIPESOEDEQUILIBRIONELLA COMPOSIZIONE APPLICAZIONIINCOMPOSIZIONIASTRATTE INFORMALI,FIGURATOVE LEFORMEDELLANATURA LEFORMEDEGLIOGGETTI OSSERVAZIONE;TECNICHEDIRIPRODUZIONE RIELABORAZIONIPERSONALI LAFORMACOSTRUITA(SPERIMENTAZIONI CONLACRETA) COMMITTENTEEDESTINATARIO MESSAGGIO,CODICEECONTESTO STRUMENTIEMATERIALI DIFFERENZETRAILCOSARAPPRESENTAE COSASIGNIFICA:OSSERVAZIONE INDIVIDUAZIONEDELLAPROPRIAESIGENZA ESPRESSIVA RICERCADELLINGUAGGIOVISIVOIDONEOA RAPPRESENTARELAPROPRIAESIGENZA ESPRESSIVA UTILIZZODELLINGUAGGIOESPRESSIVO RITENUTOPIU IDONEO LARAPPRESENTAZIONEDELLOSPAZIOEDELLA PROFONDITA ILPAESAGGIO ILRITRATTO LACOMPOSIZIONE NOVEMBRE (6lzini) NOVEMBRE(2 lzini) DICEMBRE GENNAIO (34lzini) FEBBRAIOMARZO APRILEMAGGIO (14lzini) NELCORSO DELL ANNO,IN FUNZIONEALLO SVILUPPODELLE ALTREU.D NELCORSO DELL ANNO,IN FUNZIONEALLO SVILUPPODELLE ALTREU.D INDICATORE OSSERVARE CAPACITA DI VEDERE- OSSERVARE; COMPRENSIONE ED USO DEI LINGUAGGI VISIVI SPECIFICI Scndridi1 grd ARTE&IMMAGINE VALUTAZIONE CLASSESECONDA LIVELLIDIVALUTAZIONE Nn h t Nn risc suprr Prsnt ncr diffic nll Nn h ncr suprt t in smmri cmpls sivmn t t in bbst nz crrtt suprt in t in crrtt suprt cn sicurz t in crrtt dttgli t pinmn t suprt t cmplt nlitich cpcità di prczin ssrvzin di più cmplssi lmnti dll r di mssggi visivi suprt in cmplt sicur gli strtipi

11 LEGGERE E COMPRENDERE PRODURRE E RIELABORARE LETTURA DEI DOCUMENTI DEL PATRIMONIO CULTURALE E ARTISTICO Cnscnz d us dll tcnich sprssiv Nn s dscriv r Nn s ricns cr Nn h cquisi t Nn cmprn d nn s utilizz r Nn cnsc nn s pplic r Nn s scgli r Nn h ncr cquisi t l cpcit à di dscriv r Incntr mlt diffic nl ricns cr Nn h ncr cquisi t Cmprn d cn diffic utilizz przil mnt scrs cnsc nz incntr mlt diffic nll p plicr Incntr mlt diffic nll scgli r suprt Dscriv in cctt bil Prsnt qulch incrt zz nl ricns cr cquisi t in smmri Cmprn d utilizz sl i princip li Cnsc pplic cn qulch incrt zz Prsnt qulch incrt zz cctt bil Dscriv in bbst nz chir S ricns cr in bbst nz crrtt cquisi t in bbst nz crrtt Cmprn d s utilizz r in bbst nz crrtt Cnsc pplic in bbst nz crrtt Scgli in bbst nz crrtt z Dscriv in chir Ricns c in crrtt cquisi t in crrtt Cmprn d s utilizz r in crrtt Cnsc pplic crrtt mnt Scgli crrtt mnt Dscriv in cmplt Ricnsc cn sicurzz cquisit in sicur Cmprnd s utilizz r in sicur Cnsc pplic cn sicurzz Scgli cn sicurzz t l cpcità di ricnscr lmnti fndmntli dl linguggi visul Dscriv in cmplt dttglit immgini d lmnti nturli più cmplssi usnd un linguggi più spcific Ricnsc cn prcisin sicurzz in un dcumnt stricrtistic tcnich mtrili lmnti struttur dl linguggi visiv cquisit pinmnt un crrtt mtd di lttur di un immgin pr d rt individundn l funzin cmunictiv cllcndl nl giust cntst stric culturl Cmprnd utilizz cn sicurzz prcisin più trmini spcifici rltivi ll stri dll rt nll su principli frm sprssiv Cnsc mlt bn s pplicr cn pdrnnz strumnti tcnich sprssiv prpst Scgli cn sicur pdrnnz l tcnich più idn ll signz sprssiv cnsidrndn i

12 Prduzin rilbrzin mssggi visivi Nn cnsc nn s pplic r Nn s rpprs ntr Nn h t scrs cnsc nz incntr mlt diffic nll p plicr Incntr mlt diffic nl rpprs ntr Prsnt mlt diffic r Cnsc pplic cn qulch incrt zz Dimstr qulch incrt zz nl rpprs ntr t cn qulch incrt zz Cnsc pplic in bbst nz crrtt Rpprs nt in bbst nz crrtt t in bbst nz crrtt Cnsc pplic crrtt mnt Rpprs nt crrtt mnt t crrtt mnt Cnsc pplic cn sicurzz Rpprs nt in cmplt t in cmplt Scndridi1 grd ARTE&IMMAGINE PROGRAMMAZIONE CLASSETERZA COMPETENZERIFERITEAI CRITERIDIVALUTAZIONE OSSERVARE Cpcitàdivdr/ssrvr cmprndrdusdi linguggivisivispcifici LEGGERE Ltturdidcumntidl ptrimniculturlrtistic OBSPECIFICI ClssScnd vincli l pssibilità Cnsc mlt bn s pplicr cn pdrnnz nll su rpprsntzini grficpittrich, l principli rgl dl linguggi visiv Rpprsnt in cmplt dttglit ttrvrs l us di strumnti grfici divrsi smplici frm d lmnti dll r t in cmplt prsnl tr l cpcità di intrprtzin di tmi sggtti prpsti.pprfndirlcpcitàdissrvr nlizzrlmntidllrrl cpcitàdisintsi. b.sprnlizzrintrprtrmssggi visivi,lmntifnmnidllr. c.cnscrglilmntilrgllstruttur dllinguggivisulllrfunzini cmunictiv d.cnscrsprusrltrminlgi spcific;sprdscrivrl lbrtprdtt nllsusqunzdiprgttzinnisui cntnutisprssivi..sprricnscrdscrivrinun dcumntculturlrtisticimtrili,l tcnic,lstruttur,glilmntidllinguggi visiv. b.cquisirsprpplicruncrrtt mtddiltturdiun immgin. c.sprcglirfunzinsignifictdiun mssggivisiv,sprlcllcrnlgiust cntststricculturlsprsprimrun mtivtgiudiziprsnl.

13 d.cnscrsprusrltrminlgi spcific. PRODURRE 1.Cnscnzdusdll tcnichsprssiv 2.Prduzinrilbrzin dimssggivisivi 1.usrcrrttmntglistrumntiil mtril. 1b.cnscrsprscglirltcnichpiù idnllsignzsprssivtnndcnt divinclidllpssibilitàsprssivdi ciscundiss. 1c.pplicrcrrttmntltcnich prpst. 2.sprsprimrsicnlinguggigrfic dgut. 2b.sprpplicrcrrttmntrgl strutturdllinguggivisul,infunzindl lrvlrcmunictiv. 2c.rcpcitàdirilbrzin intrprtzinprsnlditmisggtti prpsti. 2d.sprprdurrincnspvl mssggivisiviriginlidsprssivi, prgttndl rgnizzzindisgniin funzindlmssggi. Scndridi1 grd ARTE&IMMAGINE SVILUPPODELLAPROGRAMMAZIONE CLASSETERZA CRITERI di VALUTAZIONE U.D.A. CONTENUTIDELLEU.D.A. U.D.A. TRAVERS ALI TEMPIDI SVILUPPODELLE UDA CONOSCENZAED USODELLE TECNICHE SPECIFICHE Apprfndirsprimntzintcnichcn TEMPERE PASTELLI PENNARELLI COLLAGE MATITA INCHIOSTRI IOEIL TERRITORI O IRAGAZZIE LE RAGAZZE DI Blsn li ftgrfim n riprduci mps, ttggim nti CONTESTUALMEN TEALLO SVILUPPODELLE ALTREU.D. PRODUZIONEE RIELABORAZION EDEIMESSAGGI VISIVI LAFIGURA UMANA lstrtip lcstruzinmdulr dlmdulllfrm ilmnichin rilbrzinicnilmnichin FUNZIONE IMMAGINAT IVA COSASIGNIFICAL OPERAASTRATTOIMMAGINARIA L OPERASIMBOLICOALLEGORICAL OPERA SURREALISTA ELEMENTIESTRUTTUREDELLINGUAGGIOVISIVO IDONEIARAPPRESENTARELAFUNZIONE IMMAGINATIVA RIPRODUZIONEDIOPEREdll vngurdirielaborazione PERSONALE OTTOBRE NOVEMBRE (6lzini) DICEMBRE GENNAIO (34lzini FUNZIONE ESPRESSIVA EMOTIVA COSASIGNIFICAL OPERAINFORMALE;L OPERA ESPRESSIONISTA ELEMENTIESTRUTTUREDELLINGUAGGIOVISIVO IDONEIARAPPRESENTARELAFUNZIONEESPRESSIVO EMOTIVA RIPRODUZIONEDIOPEREdll vngurdirielaborazione FEBBRAIO

14 COMPRENSIONE EDUSODEI LINGUAGGI SPECIFICI LETTURADEL DOCUMENTO DEL PATRIMONIO CULTURALEE ARTISTICO INDICATORE OSSERVARE LEGGERE E COMPRENDER E CAPACITA DI VEDERE-OSSERVARE; COMPRENSIONE ED USO DEI LINGUAGGI VISIVI SPECIFICI Nn risc d ssr vr FUNZIONE ESORTATIVA GLI ELEMENTI DELLA COMUNICAZ IONE CAPACITA ESPRESSIVE DEL LINGUAGGI OVISIVO DAL NEOCLASSIC ISMOALLE AVANGUAR DIEDEL 900 PERSONALE CHECOSASIGNIFICALAPUBBLICITA COMMERCIALEE NON L OPERARELIGIOSA ELEMENTIESTRUTTUREDELLINGUAGGIOVISIVO IDONEIARAPPRESENTARELAFUNZIONEESORTATIVA RIPRODUZIONEDIOPEREdll vngurdirielaborazione PERSONALE sgni,frm,clri simbli rccntgrfic/pittric linguggifigurtivnnfigurtiv linguggifunzinlciòchsi rpprsnt linguggifunzinllsggtt(rtist) INDIVIDUAZIONEDELLAPROPRIAESIGENZA ESPRESSIVA UTILIZZODELLINGUAGGIOVISIVO RITENUTOPIU IDONEOARAPPRESENTARE LAPROPRIAESIGENZAESPRESSIVA NEOCLASSICISMO;ROMANTICISMO; REALISMO;IMPRESSIONISMO; POSTIMPRESSIONISMO;ESPRESSIONISMO; CUBISMO;FUTURISMO;ASTRATTISMO; SURREALISMO;METAFISICA IOEIL GRUPPO??? Scndridi1 grd ARTE&IMMAGINE VALUTAZIONE CLASSETERZA MARZOAPRILE (10lzini APRILEMAGGIO 2+2lzini) DANOVEMBREA GIUGNO (cntstulmnt lldll ltru.d.) LIVELLIDIVALUTAZIONE Ossrv Ossrv Ossrv Ossrv Ossrv cn in in in in difficl crrtt tà smmr bbst crrt i nz t dttgli crrt t Nn risc supr r Nn cns c Nn s lgg r LETTURA DEI DOCUMENTI DEL PATRIMONIO CULTURALE E ARTISTICO Nn h ncr suprt Nn h ncr cquisit l cnscn z Nn h ncr cquisit l cpcità di lttur cmpl ssivm nt supr t Cnsc in cctt bil Lgg in smmr i t supr t in cctt bil Cnsc in bbst nz chir Lgg in bbst nz chir supr t cn un crt sicur zz Cnsc in chir Lgg in chir suprt cmplt mnt Cnsc in cmplt Lgg in cmplt Ossrv in cmplt nlitic mssggi visivi d lmnti dll r pinmnt suprt gli strtipi fndmntli Cnsc in cmplt dttglit l principli rgl dl linguggi visul Lgg in cmplt dttglit un mssggi visiv un pr d rt

15 PRODURRE E RIELABORARE Cnscnz d us dll tcnich sprssiv Prduzin rilbrzin mssggi visivi Nn cmpr nd nn s utili zzr Nn s cll cr Nn cns c nn s ppli cr Nn cns c nn s ppli cr Nn s rppr snt r Nn s ril brr Cmprnd cn difficl tà utilizz przilm nt Incntr mlt difficl tà nl cllcr scrs cnscn z incntr mlt difficl tà nll pp licr scrs cnscn z incntr mlt difficl tà nll pp licr Incntr mlt difficl tà nl rpprs ntr Incntr mlt difficl tà nl rilbr r Cmpr nd utiliz z sl i princi pli Prsn t qulch incrt zz nl cllc r Cnsc pplic cn qulch incrt zz Cnsc pplic cn qulch incrt zz Dimst r qulch incrt zz nl rppr sntr Dimst r qulch incrt zz nl rilb rr Cmpr nd s utiliz zr in bbst nz crrt t S cllc r in bbst nz crrt t Cnsc pplic in bbst nz crrt t Cnsc pplic in bbst nz crrt t Rppr snt in bbst nz crrt t Rilb r in bbst nz crrt t Cmpr nd s utiliz zr in crrt t Cllc in crrt t Cnsc pplic crrt tmnt Cnsc pplic crrt tmnt Rppr snt crrt tmnt Rilb r crrt tmnt Cmprnd s utilizz r in sicur Cllc cn sicurzz Cnsc pplic cn sicurzz Cnsc pplic cn sicurzz Rpprs nt in cmplt Rilbr in cmplt Cmprnd pinmnt, utilizz cn prcisin i trmini spcifici rltivi ll stri dll rt S cllcr cn prcisin sicurzz un pr d rt un mssggi visiv nl giust cntst stric/cultur l Cnsc mlt bn s pplicr cn pdrnnz strumnti tcnich sprssiv Cnsc mlt bn s pplicr cn pdrnnz l principli rgl dl linguggi visiv Rpprsnt in cmplt dttglit frm d lmnti dll r Rilbr i tmi prpsti in prsnl riginl

16

Scheda Prodotto Prestito Personale. Agenti e Mediatori. Luglio 2009. Marketing Department (Ver. 1 PP 07/2009) 1

Scheda Prodotto Prestito Personale. Agenti e Mediatori. Luglio 2009. Marketing Department (Ver. 1 PP 07/2009) 1 Schd Prdtt Prstit Prsn Agnti Mtri Lugli 2009 Mrkting Dprtmnt (Vr. 1 PP 07/2009) 1 INDICE Prdtt Prfil Richidnt Prfil d Età Richidnt Ctgri Finnzibili Richidnt Ctgri nn Finnzibili Evntu Cbbligzin Dcumntzin

Dettagli

Descrizione prestazionale degli elementi di arredo del progetto MOVIlinea.

Descrizione prestazionale degli elementi di arredo del progetto MOVIlinea. . 11 Dscrizin prstzinl dgli lmi di rrd dl prgtt Vlin. Pnnll infrmzini dll pnsilin cstituit dll qui tvl dll schinl sull qul vin incllt un lmirin di llumini 2 mm di spssr, vrnicit binc. Du pnnlli in plicrb

Dettagli

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE nno 213 Tipologia Istituzione U - UNIT' SNIT LCLI Istituzione 9565 - SL VNZI - MSTR 12 Contratto SSN - SRVIZI SNIT NZINL Fase/Stato Rilevazione: pprovazione/ttiva Data Creazione Stampa: 19/6/215 14:15:25

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE e DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL'ATTO DI NOTORIETÁ

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE e DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL'ATTO DI NOTORIETÁ DA COMPILARE IN STAMPATELLO Spttabil SERVIZIO PER IL PERSONALE PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Piazza Vnzia 41 Palazz Vrdi 38122 TRENTO TN spazi risrvat all'uffici DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALLA SELEZIONE

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città COMUNE DI BOLOGNA Dipartimnto Economia Promozion dlla Città Allgato C all Avviso pubblico pr la prsntazion di progtti di sviluppo alla Agnda Digital di Bologna Modllo di dichiarazion sul posssso di rquisiti

Dettagli

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015 Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr il sistma ducativo di istruzion formazion Dirzion Gnral pr gli ordinamnti scolastici la valutazion dl sistma nazional di istruzion Circolar

Dettagli

LE NUOVE SCUOLE NEL GIARDINO POZZATI

LE NUOVE SCUOLE NEL GIARDINO POZZATI COMUNE DI BOLOGNA Sttr Lavri Pubblici Quartir Rn LE NUOVE SCUOLE NEL GIARDINO POZZATI LABORATORIO PARTECIPATO PROGETTIAMO INSIEME IL QUARTIERE Assmbla pubblica cnclusiva Prsntazin risultati finali dl Labratri

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

Qualifica MENSILITA' STIPENDIO R.I.A./ PROGR. ECONOMICA DI INCARICO STRUTTURA SEMPLICE SD0N33-DIR. MEDICO CON INC. DI STRUTTURA COMPLESSA (RAPP.

Qualifica MENSILITA' STIPENDIO R.I.A./ PROGR. ECONOMICA DI INCARICO STRUTTURA SEMPLICE SD0N33-DIR. MEDICO CON INC. DI STRUTTURA COMPLESSA (RAPP. nno 214 Tipologia Istituzione U - UNIT' SNIT LCLI Istituzione 9577 - PDV Contratto SSN - SRVIZI SNIT NZINL Fase/Stato Rilevazione: Validazione/ttiva Data Creazione Stampa: 14/7/215 15:39:26 Tabella: T12

Dettagli

Localizzare gli oggetti

Localizzare gli oggetti NDC SUU 3^ UN FUNZN CUNCV : Chiedere e dire l'età, il mese e la stagione del compleanno Chiedere che colore è un elemento Chiedere qual è il giocattolo /colore preferito Saper dire cosa una persona ha

Dettagli

per tutti i visitatori disponibile tutti i giorni gratuito con il biglietto della mostra Contiene un album una matita una gomma questo manuale

per tutti i visitatori disponibile tutti i giorni gratuito con il biglietto della mostra Contiene un album una matita una gomma questo manuale pr tutti i visitatori disponibil tutti i giorni gratuito con il biglitto dlla mostra Contin un album una matita una gomma qusto manual Un manual pr visitar la mostra ossrvar 1 chi è già un po sprto chi

Dettagli

4. La progettazione concettuale

4. La progettazione concettuale 4. La prgttazin cncttual 4.4 Esmpi 1. intrduzin alla prgttazin di basi di dati 2. mdll Entità-Rlazin 3. tdlgia pr la prgttazin cncttual 4. smpi ciascun, vgliam ricrdar, cg, di, s è,, nl cas l sia, il nur

Dettagli

I RIFIUTI DI NOVARA. Altieri ASSA S.p.a. 28/02/2013

I RIFIUTI DI NOVARA. Altieri ASSA S.p.a. 28/02/2013 2013 I RIFIUTI DI NOVARA Alr ASSA S.p.. 28/02/2013 2 Rfu L Cmmss Eurp c l Drv 2008/98/CE dc l v d rur r l 2020 ll s d rfu ssd u rul crl ll prvz quv qulv d rfu. L Il h rcp l v c l DLs 205 dl 3 dcmr 2010

Dettagli

COMUNE di SOLAROLO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE di SOLAROLO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE di SOLAROLO Vrbal Numro 8 OGGETTO: DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI SOLAROLO E L'ASSOCIAZIONE VOLONTARI SOLAROLO "MONS.G.BABINI". Priodo 1.1.2010-31.12.2014. MODIFICA

Dettagli

ANDAMENTO DELLA MORTALITA': TOSCANA E PROVINCIA DI AREZZO A CONFRONTO

ANDAMENTO DELLA MORTALITA': TOSCANA E PROVINCIA DI AREZZO A CONFRONTO ANDAMENTO DELLA MORTALITA': TOSCANA E PROVINCIA DI AREZZO A CONFRONTO I numri riprtti nll tbll sn TASSI GREZZI, ciè il numr dgli vnti vrifictisi in un nn divis l pplzin mltiplict pr 1 Nl 9 si può ntr ch

Dettagli

L Istruzione secondaria superiore in provincia di Varese

L Istruzione secondaria superiore in provincia di Varese OPIVa_ F.T._L.B. Lttur Cmmnti a.s. 2010-2011 SETTORE FORMAZIONE PROFESSIONALE E ISTRUZIONE OSSERVATORIO PERMANENTE ISTRUZIONE LETTURE E COMMENTI L Istruzin scndaria suprir in prvincia di Vars Ann sclastic

Dettagli

Programmazione curricolare di Istituto SCUOLA PRIMARIA ARTE E IMMAGINE

Programmazione curricolare di Istituto SCUOLA PRIMARIA ARTE E IMMAGINE Programmazione curricolare di Istituto SCUOLA PRIMARIA ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO INDICAZIONE SINTETICA DI TEMI (CONTENUTI) O ARGOMENTI TRATTATI 1. PERCEPIRE E DESCRIVERE

Dettagli

SCUOLE PRIMARIE CLASSI QUINTE

SCUOLE PRIMARIE CLASSI QUINTE ISTITUTO COMPRENSIVO N 5 SANTA LUCIA UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 o QUADRIMESTRE SCUOLE PRIMARIE CLASSI QUINTE UNITA DI APPRENDIMENTO Dnominazion Compito-prodotto Comptnz mirat Comuni /cittadinanza LA CIVILTA

Dettagli

Modelli equivalenti del BJT

Modelli equivalenti del BJT Modll ulnt dl JT Pr lo studo dll pplczon crcutl dl JT, s è rso opportuno formulr d modll ulnt dl dsposto ch srssro rpprsntr n modo connnt l suo comportmnto ll ntrno d crcut. A scond dl tpo d pplczon (mplfczon

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

Lampade di. emergenza MY HOME. emergenza. Lampade di

Lampade di. emergenza MY HOME. emergenza. Lampade di Lampad di Lampad di MY HOME 97 Lampad Carattristich gnrali Scopi dll illuminazion Ngli ambinti rsidnziali gli apparcchi di illuminazion non sono imposti da lggi o norm, ma divntano comunqu prziosi ausilii.

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata PROTOCOLLO D INTESA tra Prfttura di Roma Univrsità di Roma La Sapinza Univrsità dgli Studi di Roma Tor Vrgata Univrsità dgli Studi Roma Tr 1 PREMESSO ch con dcrto dl Prsidnt dl Consiglio di Ministri dl

Dettagli

Task Force deleghe al territorio Secondo incontro

Task Force deleghe al territorio Secondo incontro 1 Task Forc dlgh al trritorio Scondo incontro Roma 03 novmbr 2008 2 Immobili acquisti Esignz rilvat Strumnti gstionali Stratgia intrvnto Attività di gruppi lavoro trritoriali Prossimi Ambiti Analisi: S&S

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO Distrtto Scolastico N 53 Nocra Infrior (SA) SCUOLA MEDIA STATALE Frsa- Pascoli Vial Europa ~ 84015 NOCERA SUPERIORE (SA) Tl. 081 933111-081 931395- fax: 081 936230 C.F.: 94041550651 Cod: Mcc.: SAMM28800N

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LOREDANA CAMPANARI. Via Monte Pollino, 45-00015 Monterotondo (RM) CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE A.S.

ISTITUTO COMPRENSIVO LOREDANA CAMPANARI. Via Monte Pollino, 45-00015 Monterotondo (RM) CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE A.S. ISTITUTO COMPRENSIVO LOREDANA CAMPANARI Via Monte Pollino, 45-00015 Monterotondo (RM) CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE A.S. 2013/2014 ARTE E IMMAGINE CURRICOLO Ambito disciplinare ARTE E IMMAGINE

Dettagli

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

Cod. 01. Laboratorio di Didattica Museale Museo Civico di Rieti a cura del Museo Civico di Rieti e dell Associazione Culturale ReArte

Cod. 01. Laboratorio di Didattica Museale Museo Civico di Rieti a cura del Museo Civico di Rieti e dell Associazione Culturale ReArte Cod. 01 Laboratorio di Didattica Musal a cura dl dll Associazion Cultural RArt La musica di Orfo ATTIVITÀ: Visita guidata laboratorio didattico. FASCIA DI ETÀ: 5/10 anni N. BAMBINI: Da dfinir in bas alla

Dettagli

CLASSE PRIMA E SECONDA ARTE E IMMAGINE

CLASSE PRIMA E SECONDA ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA E SECONDA ARTE E IMMAGINE CONTENUTI (Conoscenze) ABILITA (Competenze specifiche) VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE 1. IL MESSAGGIO VISIVO Guardare immagini, forme e oggetti dell ambiente utilizzando

Dettagli

GESTIONE INTEGRATA DEGLI IMPATTI DIRETTI DELL ATTIVITA BANCARIA IN FILIALI E PALAZZI DI INTESA SANPAOLO. 1 CSR Energy Manager

GESTIONE INTEGRATA DEGLI IMPATTI DIRETTI DELL ATTIVITA BANCARIA IN FILIALI E PALAZZI DI INTESA SANPAOLO. 1 CSR Energy Manager GESTIONE INTEGRT DEGLI IMPTTI DIRETTI DELL TTIVIT BNCRI IN FILILI E PLZZI DI INTES SNPOLO 1 CSR Enrgy Mngr Il primtro di zion (r Itli 2009) ENERGI K 125 23 Elttric: 520 mln kwhl/nno Trmic: 273 mln kwht/nno

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A. AREA PERSONALE Ufficio Personale tecnico amministrativo

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A. AREA PERSONALE Ufficio Personale tecnico amministrativo U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A AREA PERSONALE Ufficio Prsonal tcnico amministrativo Macrata, li 30.10.2008 Prot. N. 11694 IPP/29 d Ai Magnifici Rttori dll Univrsità Ai Dirttori

Dettagli

IMPORTO LIQUIDATO 300,00 30/01/2013-30/01/2013 300,00 09/10/2013-10/10/2013 300,00 28/04/2016-31/12/2016

IMPORTO LIQUIDATO 300,00 30/01/2013-30/01/2013 300,00 09/10/2013-10/10/2013 300,00 28/04/2016-31/12/2016 Z93084F756 STRUTTUR GGTT PRPNNT DL BND ZB0B8C3 664643078 ZC01960 76919B82D ZF3160D191 Città di CMUN DI VIGVN Inserzione pubblicitaria Giornata dello Studente RINNV BBNM CQUISTI DICL PR BIBLITCH. DIFRMM

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI ARTE E IMMAGINE. Classi Prime

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI ARTE E IMMAGINE. Classi Prime PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI ARTE E IMMAGINE Classi Prime Progettazione annuale 1. Rilevazione dei livelli di partenza della classe ed individuazione delle competenze precedentemente acquisite. Profilo

Dettagli

OPERAZIONE MANI PULITE

OPERAZIONE MANI PULITE Tl: OPERAZIONE MANI PULITE Aur: Lur Css Prcrs ddc ssc: 1. L u pug d rr AVVERTENZA: L dmd ch sgu s spr l prcrs prcrs dc h cm b qull d rfcr l pdrz d lcu cmpz (l cpcà cè d pplcr cscz ccul prcdurl ch cs drs

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

1 Scheda di Adesione scaricabile sul sito www.fondazionecariplo.it/scuola21. ione relativo a una ipotetica. consapevoli.

1 Scheda di Adesione scaricabile sul sito www.fondazionecariplo.it/scuola21. ione relativo a una ipotetica. consapevoli. VERSO LA COSTRUZIONE CONDIVISA DEL PIANO DIDATTICO DI SCUOLA 21 s. Istituto Tcnico Commrcial L'obittivo dl prsnt documnto è qullo di smplificar la compilazion dl Piano Didattico di Scuola 21 ch è riportato

Dettagli

CURRICOLO DI ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA

CURRICOLO DI ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA CURRICOLO DI ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA LINGUAGGI, TECNICHE E MATERIALI DIVERSI Elaborare schemi grafici, in seguito ad osservazioni ed esplorazioni Esprimere esperienze personali e collettive attraverso

Dettagli

MODULO 01 TERMODINAMICA

MODULO 01 TERMODINAMICA Programmazion di Impianti Trmici Class V TS A.S. 2011-2012 Insgnant: ing. Cardamon Antonio MODULO 01 TERMODINAMICA Prsntazion: con il modulo in oggtto, l allivo è nll condizioni di svolgr calcoli rlativi

Dettagli

IPOTESI ESEMPLIFICATIVA DI ORGANIZZAZIONE DEI CONTENUTI DELLA PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO. PRIMO BIENNIO/SECONDO BIENNIO e ULTIMO ANNO

IPOTESI ESEMPLIFICATIVA DI ORGANIZZAZIONE DEI CONTENUTI DELLA PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO. PRIMO BIENNIO/SECONDO BIENNIO e ULTIMO ANNO IPOTESI ESEMPLIFICATIVA DI ORGANIZZAZIONE DEI CONTENUTI DELLA PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO PRIMO BIENNIO/SECONDO BIENNIO ULTIMO ANNO In cornza con i critri di validazion dlla programmazion di ass (o

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE G. CIGNA - G. BARUFFI - F. GARELLI

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE G. CIGNA - G. BARUFFI - F. GARELLI ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE G. CIGNA - G. BARUFFI - F. GARELLI PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE PIANO DIDATTICO ANNUALE A.S. 2015/2016 Matria: Tcnologi Informatich Class (docnt) 1^ACH - Prof. Musumci

Dettagli

Bravi in tutto! La collana per imparare divertendosi! La soluzione per diventare... Edizioni del Quadrifoglio. RCS Libri S.p.A. Divisione Education

Bravi in tutto! La collana per imparare divertendosi! La soluzione per diventare... Edizioni del Quadrifoglio. RCS Libri S.p.A. Divisione Education .B IT.. TTO U N T VI I BRA La cllana pr imparar divrtndsi!.b IT.. TTO U N T VI I BRA La sluzin pr divntar... Bravi in tutt! RCS Libri S.p.A. Divisin Educatin Via Rizzli, 8 20132 Milan www.fabbriscula.it

Dettagli

Riepilogo Generale delle Spese - Anno 2007 TITOLO I - SPESE CORRENTI. beni di Prestazioni Utilizzo passivi Imposte straordinari Ammort.

Riepilogo Generale delle Spese - Anno 2007 TITOLO I - SPESE CORRENTI. beni di Prestazioni Utilizzo passivi Imposte straordinari Ammort. 1 TITOLO I - SPESE CORRENTI Intrvnti Srvizi organi istituzionali, partcipazion dcntramnto sgrtria gnral, prsonal organizzazion gstion conomica, finanziaria, programmazion, gstion dll ntrat tributari srvizi

Dettagli

PRESENTAZIONE ISTRUZIONI

PRESENTAZIONE ISTRUZIONI INTRODUZIONE Librvit prgtta sistmi idraulici di ffrazin pr unità di sccrs, vigili dl fuc rganizzazini militari civili da ltr stt anni. Nl sttmbr dl 1999 la Librvit è stata cntattata dall unità brach dl

Dettagli

ANTON FILIPPO FERRARI

ANTON FILIPPO FERRARI ANTON FILIPPO FERRARI L Rom lo h prticmnt prso C è un ccordo mssim vnno dfiniti i dttgli in pr tic l controprtit tcnich Ngli ultimi du nni molti tifosi itlini in prticolr qulli dll Uns lo hnno conosciuto

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. M. MONTANI CONVITTO ANNESSO AZIENDA AGRARIA 63900 FERMO Via Montani n. 7 - Tl. 0734-622632 Fax 0734-622912 www.istitutomontani.it -mail aptf010002@istruzion.it Coc

Dettagli

Trekking di 1 ora attraverso un sentiero immerso in un boschetto. Percorso a tratti interrotto da dei ponticelli che scavalcano dei piccoli ruscelli.

Trekking di 1 ora attraverso un sentiero immerso in un boschetto. Percorso a tratti interrotto da dei ponticelli che scavalcano dei piccoli ruscelli. P P O F L S C L P g r iù b ch ci si! p g r i è p m t i n r v n i t t s g r Ctg id U n p r p s t r g p r v s t r c c s i n i s p c i i! O f f r t st i v i n v r n i d t t t u t t f m i g i, d i p i ù p

Dettagli

Curriculum/Scheda del Personale

Curriculum/Scheda del Personale Curriculum/Scheda del Personale INFORMAZIONI ANAGRAFICH Nominativo CF/Sesso/Stato civile/figli MATARAZZO, Adriano MTRDRN60L08I809Z - M - Coniugato Luogo, data di nascita SOLOPACA, 08/07/1960 Residenza/Domicilio

Dettagli

Come Vendere AdWords. Programma Agenzie QUalificate AdWords

Come Vendere AdWords. Programma Agenzie QUalificate AdWords Cm Vndr Prgrmm Agnz QUlfct 1 Pt frz PERTINENZA PERTINENZA Rggg Rggg clt clt nl nl mmnt mmnt tt tt mstr mstr gl gl nnc nnc ptnzl ptnzl clt clt mntr mntr stnn stnn ttvmnt ttvmnt crcnd crcnd 'ttvtà 'ttvtà

Dettagli

De Rossi, profumo di primavera Sabato 23 Marzo 2013 10:49 - DANIELE GIANNINI

De Rossi, profumo di primavera Sabato 23 Marzo 2013 10:49 - DANIELE GIANNINI DANIELE GIANNINI Frsco com un fior sboccia nl primo giorno primavra Il gol Danil D Rossi al Brasil ha s gnato simbolicamnt la fin dll invrno Il risvglio dlla natura qullo dlla Nazional stava prdndo immritatamnt

Dettagli

Il Progress Test nei Corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie

Il Progress Test nei Corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie Il Pgss Tst n Cs d Lu dll Pfssn Snt Pl Pllstn (Psdnt C.d.L. n Fstp) Luc Btzz (Cdnt C.d.L. n Fstp) Unvstà d Blgn 1 Pgss Tst Infm Fstpst PROFESSIONI CHE HANNO PARTECIPATO Osttch (ch hnn sgut un pcdu plll)

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 1 T. ALBINONI VIA GENOVA 4 35030 SELVAZZANO DENTRO (PD) ARTE E IMMAGINE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 1 T. ALBINONI VIA GENOVA 4 35030 SELVAZZANO DENTRO (PD) ARTE E IMMAGINE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 1 T. ALBINONI VIA GENOVA 4 35030 SELVAZZANO DENTRO (PD) PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE - SCUOLA PRIMARIA ARTE E IMMAGINE Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della

Dettagli

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R.

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R. Attori in rt pr la mobilità di risultati dll apprndimnto Dirtta WEB, 6 dicmbr 2011 Progtto I CARE Progtto CO.L.O.R. Elmnti distintivi complmntarità Michla Vcchia Fondazion CEFASS gli obittivi Facilitar

Dettagli

SCUOLA DELL'INFANZIA DI VILLA STRADA. a.s. 2013/2014 SEZIONE DEI BAMBINI DI 5 ANNI

SCUOLA DELL'INFANZIA DI VILLA STRADA. a.s. 2013/2014 SEZIONE DEI BAMBINI DI 5 ANNI SCUOLA DELL'INFANZIA DI VILLA STRADA a.s. 2013/2014 "LA FESTA DEI NONNI" SEZIONE DEI BAMBINI DI 5 ANNI " Inzam l'ann sclastc fstggand nstr NONNI pr rcrdar quant sn przs pr n bambn. Pnsam ch l md pù bll

Dettagli

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione Committnt /o Rsponsabil di lavori Imprsa affidataria, Imprs scutrici Lavoratori autonomi 1 Committnt CHI E : soggtto pr conto dl qual l intra opra vin ralizzata, indipndntmnt da vntuali frazionamnti dlla

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ARTE ED IMMAGINE

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ARTE ED IMMAGINE (AL TERMINE DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA) creative. Il bambino realizza produzioni Il bambino esprime pensieri ed emozioni con immaginazione e creatività. Sperimentare tecniche e materiali con attenzione

Dettagli

"PREMIO BEST PRACTICE PATRIMONI PUBBLICI 2010" MIMUV: Monitoraggio Interventi Manutenzione Urbana Venezia

PREMIO BEST PRACTICE PATRIMONI PUBBLICI 2010 MIMUV: Monitoraggio Interventi Manutenzione Urbana Venezia "PREMIO BEST PRACTICE PATRIMOI PUBBLICI 2010" MIMUV Monitoraggio Intrvnti Manutnzion Urbana Vnzia MIMUV: Monitoraggio Intrvnti Manutnzion Urbana Vnzia Contsto patrimonial quo ant "PREMIO BEST PRACTICE

Dettagli

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI di Castelfranco Emilia Mo Via Guglielmo Marconi, 1 Tel 059 926254 - fax 059 926148 email: MOIC825001@istruzione.it Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado Anno

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ISA 1 Scuola Statale Secondaria di primo grado Jean Piaget La Spezia ARTE E IMMAGINE

ISTITUTO COMPRENSIVO ISA 1 Scuola Statale Secondaria di primo grado Jean Piaget La Spezia ARTE E IMMAGINE ISTITUTO COMPRENSIVO ISA 1 Scuola Statale Secondaria di primo grado Jean Piaget La Spezia ARTE E IMMAGINE Programmazione biennio a.s. 2013/2014-2014/2015 (Primo e secondo anno di scuola media) L educazione

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA, L UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA, L UNIVERSITA CA FOSCARI E L AZIENDA REGIONALE PER

Dettagli

BAMBINI BICOCCA. Nasce orientato da tre finalità:

BAMBINI BICOCCA. Nasce orientato da tre finalità: IL NIDO BAMBINI BICOCCA L asil nid Bambini Biccca è aprt ai bambini all bambin di chi lavra all Univrsità di Milan-Biccca, ai bambini dll azind dl crtil Biccca ch partcipan alla ralizzazin dl prgtt ai

Dettagli

Si comunica che verrà attivato un corso coni figc, al raggiungimento del numero minimo di 35 iscritti, presso la delegazione di Milano.

Si comunica che verrà attivato un corso coni figc, al raggiungimento del numero minimo di 35 iscritti, presso la delegazione di Milano. 1) CORSI CONI FIGC STAGIONE 2011 2012 Bando Corso CONI FIGC MILANO Si comunica ch vrrà attivato un corso coni figc, al raggiungimnto dl numro minimo di 35 iscritti, prsso la dlgazion di Milano. Potranno

Dettagli

COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brescia

COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brescia COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brscia AREA DEMOGRAFICA, COMMERCIO, SPORTIVA E INFORMATICA DETERMINAZIONE N. 350 R.G. DEL 16-12-11 N. 41 Rg. Int. UFFICI COMUNALI, BIBLIOTECA COMUNALE, SCUOLA STATALE

Dettagli

SUPERFICIE CONVENZIONALE VENDIBILE

SUPERFICIE CONVENZIONALE VENDIBILE CATASTO (*) Utilizza suprfici catastal (si COMPRAVENDITA DI IMMOBILI RESIDENZIALI UNIFAMILIARI NORMA UNI 10750 (**) Utilizza suprfici convnzional vndibil (si MERCATO DI MODENA (***) (si R/2 A/7 Abitazioni

Dettagli

SGS ITALIA FORMAZIONE SGS ACADEMY SETTEMBRE - DICEMBRE 2013

SGS ITALIA FORMAZIONE SGS ACADEMY SETTEMBRE - DICEMBRE 2013 > SGS ITALIA FORMAZIONE SGS ACADEMY SETTEMBRE - DICEMBRE 2013 IL GRUPPO SGS Fondata nl 1878, con sd a Ginvra, SGS è riconosciuta intrnazionalmnt pr la massima qualità di srvizi forniti pr la assoluta intgrità

Dettagli

visto il Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di Napoli

visto il Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di Napoli UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SCUOLA DI MEDICINA E CHIRURGIA BANDO DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO DI INRICHI DIDATTICI NEI CORSI DI LAUREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE PER L ANNO ACDEMICO

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE

ACCORDO DI COLLABORAZIONE ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA EXPO 2015 S.p.A. Rgion Lombardia il Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Ufficio Scolastico Rgional pr la Lombardia in accordo con ANCI Lombardia Rgion Ecclsiastica

Dettagli

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue Capitolo 4 Tcnich pr la ricrca dll primitiv dll funzioni continu Nl paragrafo.7 abbiamo dato la dfinizion di primitiva di una funzion f avnt pr dominio un intrvallo I; abbiamo visto ch s F 0 è una primitiva

Dettagli

Nazionale Ripartizional e Regionale Provinciale. Nazionale Ripartizional e Regionale Provinciale. Nazionale Ripartizional e Regionale Provinciale

Nazionale Ripartizional e Regionale Provinciale. Nazionale Ripartizional e Regionale Provinciale. Nazionale Ripartizional e Regionale Provinciale Progtto dll Provinc (PSU-00003) maggio 2013, abstract conciliazion di tmpi di vita/ Attività prsonali (comprso il ) TEMA Rl con il Occupazion - Diffrnz di gnr nlla domanda di Occupazion + Livllo dlla domanda

Dettagli

Approvato con Det. Dir. N. 541 del 21/04/2009 pubblicato sul BURPuglia n. 62 suppl. del 23/4/2009

Approvato con Det. Dir. N. 541 del 21/04/2009 pubblicato sul BURPuglia n. 62 suppl. del 23/4/2009 C.I.F.I.R. Istituto Antoniano Maschil Via A. Manzoni, 3-72024 ORIA (BR) 0831 848178 0831 846252 E-mail: cfp.oria@cifir.it C.F. / P.Iva: 02486990720 Schda Progtto Corso Oprator Socio Sanitario Cod. Corso

Dettagli

Comune di Ferrara OPEN GROUP TANDEM. *** X Assemblea Nazionale Coordinamento. Agende21 Locali. 19 Settembre 2009.

Comune di Ferrara OPEN GROUP TANDEM. *** X Assemblea Nazionale Coordinamento. Agende21 Locali. 19 Settembre 2009. Comun di Frrara OPEN GROUP TANDEM *** X Assmbla Nazional Coordinamnto Agnd21 Locali 18-19 19 Sttmbr 2009 Arnzano (Gnova) addbitano all Amministrazion Comunal il sovrapprzzo introdotto dalla normativa RAEE

Dettagli

VICKY RUGBY PROJECT. Proposta Educativa

VICKY RUGBY PROJECT. Proposta Educativa VICKY RUGBY PROJECT Prst Eductv Vcky l Vchg s c ll b u r,, m v k l V ch H d gl l t t f r g rs c hé st su l m l d m r, s ( è, dr d gl s t g fs t m c r Qu k tt. V s u d b v v ò tt, s s c vt s u ). s s c

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA Anno Scolastico 2014/2015 CURRICOLO DI ARTE E IMMAGINE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA

SCUOLA PRIMARIA Anno Scolastico 2014/2015 CURRICOLO DI ARTE E IMMAGINE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Calolziocorte Via F. Nullo,6 23801 CALOLZIOCORTE (LC) e.mail: lcic823002@istruzione.it - Tel: 0341/642405/630636

Dettagli

CLASSE PRIMA. OBIETTIVI di apprendimento CONTENUTI al termine della classe 5 a

CLASSE PRIMA. OBIETTIVI di apprendimento CONTENUTI al termine della classe 5 a RTE E IMMGINE urricolo Verticale Scuola Primaria - Istituto omprensivo Statale Nicola Ronchi - ellamare (ari) LSSE PRIM TRGURDI per lo sviluppo delle competenze OIETTIVI di apprendimento ONTENUTI L LUNNO

Dettagli

CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE ESPRESSIONE ARTISTICA

CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE ESPRESSIONE ARTISTICA CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE ESPRESSIONE ARTISTICA Consapevolezza dell importanza dell espressione creativa di idee, esperienze ed emozioni in un ampia varietà di mezzi di comunicazione, compresi

Dettagli

Successioni numeriche

Successioni numeriche 08//05 uccssioi umrich uccssioi umrich Dfiizio U succssio è u fuzio ch d ogi umro turl ssoci u umro rl 0 : 0 : Es. 08//05 uccssioi umrich Dfiizio Il it dll succssio ch ch covrg d ) si idic è il umro rl

Dettagli

Archiviazione intelligente

Archiviazione intelligente Archiviazion intllignt Srvizio di archiviazion chiavi in mano SOFTWARE di ultima gnrazion pr ottimizzar i procssi oprativi produttivi dlla tua azinda Flywb.it www.a3srl.it PROTOOLLO INFORMATIO DELLE P.A.

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO

POLITECNICO DI TORINO 5-4-04 POLITECNICO DI TORINO Pubblicazion dl bando rlativo all procdur di slzion, ai snsi dlla lgg 40/00, pr posizioni di profssor univrsitario di ruolo di II fascia. Con Dcrto Rttoral n. 03 dl 7 april

Dettagli

CURRICOLO ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA

CURRICOLO ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA CURRICOLO ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA Traguardi per lo sviluppo delle competenze L alunno elabora creativamente produzioni personali per esprimere sensazioni ed emozioni. Sperimenta strumenti e tecniche

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

All Albo dell Istituto Tutte le sedi Al sito www.iisdirocco.org

All Albo dell Istituto Tutte le sedi Al sito www.iisdirocco.org ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Sn. Anglo Di Rocco Ist. Tcnico Agrario Sn. A. Di Rocco - Caltanisstta Ist. Prof.l di Stato pr i Srvizi Albrghiri di Ristorazion - Caltanisstta Ist. Prof.l di Stato pr l

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE ARTE E IMMAGINE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

CURRICOLO VERTICALE ARTE E IMMAGINE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO VERTICALE ARTE E IMMAGINE FINALITA' Sviluppare e potenziare la capacità di leggere e comprendere immagini e creazioni artistiche. Sapersi esprimere e comunicare in modo personale e creativo.

Dettagli

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE 1 -LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI BASE - MERCATI FINANZIARI E ASPETTATIVE DUE DEFINIZIONI PER IL TASSO DI INTERESSE Il tasso di intrss in trmini di monta è chiamato tasso di intrss nominal (i). Il tasso di

Dettagli

Costruiamo un aquilone SLED

Costruiamo un aquilone SLED Costruimo un quon SLED Sgnr sul sgmnto cod du rifrimnti 3 cm dgli spigoli (vrso l'trno) poi sul bordo ntrior dll du li 11 cm dgli spigoli (vrso l'strno); qusto punto si dvono pplicr l du mnich sul bordo

Dettagli

CURRICOLO DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE / ATTIVITA

CURRICOLO DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE / ATTIVITA CURRICOLO DI ARTE E IMMAGINE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA sensazioni ed emozioni; rappresentare e la realtà percepita; 2. Sperimentare strumenti e tecniche diverse per realizzare prodotti grafici, plastici,

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

Ritmo danze Ritmo movimento. Bo Ritmando

Ritmo danze Ritmo movimento. Bo Ritmando Pr sion Mo cussion vimnto Dan Pr Pr Dan Dan Mo Pr Dan vimnto Dan Mo Mo Mo Dan Dan vimnto Mo Mo Mo Dan Dan vimnto Ed d Int grazion Ed d Ed Ed Ed Int Ed Ed Ed grazion Int Dan Ed Int Ed Int Ed Ed Ed Ed Di

Dettagli

ARTE E IMMAGINE Competenze Scuola Primaria. PRIMO BIENNIO - Classe Prima e Seconda Scuola Primaria. Competenze Abilità Conoscenze

ARTE E IMMAGINE Competenze Scuola Primaria. PRIMO BIENNIO - Classe Prima e Seconda Scuola Primaria. Competenze Abilità Conoscenze ARTE E IMMAGINE Competenze Scuola Primaria PRIMO BIENNIO - Classe Prima e Seconda Scuola Primaria Competenze Abilità Conoscenze Riconoscere gli elementi fondamentali del linguaggio visuale e utilizzarli

Dettagli

SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE PERSONALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO

SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE PERSONALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO Rvision n 3 25/06/2012 SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO Cognom Nom Unità Oprativa Valutator Data valutazion Da compilar s noassunto: Data inizio priodo di prova Data valutazion

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

ARTE E IMMAGINE Competenza chiave europea: CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE Competenza specifica: ARTE E IMMAGINE

ARTE E IMMAGINE Competenza chiave europea: CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE Competenza specifica: ARTE E IMMAGINE ARTE E IMMAGINE Competenza chiave europea: CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE Competenza specifica: ARTE E IMMAGINE La disciplina arte e immagine ha la finalità di sviluppare e potenziare nell alunno

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE. Scuola Primaria / Secondaria I grado

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE. Scuola Primaria / Secondaria I grado CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE Scuola Primaria / Secondaria I grado TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L'alunno utilizza le conoscenze e le abilità relative

Dettagli

LA GARA D AMBITO PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO PUBBLICO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE

LA GARA D AMBITO PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO PUBBLICO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE LA GARA D AMBITO PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO PUBBLICO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE LE LINEE GUIDA PROGRAMMATICHE D AMBITO Uff Uff ATEM Cmu Cmu d d Vllfr Vllfr d d Vr Vr RIFERIMENTI NORMATIVI D.M.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO ARTE E IMMAGINE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO ARTE E IMMAGINE ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO ARTE E IMMAGINE ARTE E IMMAGINE Competenze 1, 2, 3, 4, 5 al termine del primo biennio Riconoscere gli elementi fondamentali del linguaggio visuale e utilizzarli

Dettagli

L energia potenziale della forza elettrostatica

L energia potenziale della forza elettrostatica L ngia ptnzial dlla fza lttstatica L ngia ptnzial dlla fza di Culmb Cnsidiam una caica di pva q ch si spsta dal punt inizial A al punt final B stt l azin dlla fza di Culmb F, scitata dalla sgnt q. Il lav

Dettagli

OPPORTUNITA DI TIROCINIO EXTRACURRICULARE Aggiornamento del 20/06/2014. N.B Le offerte in vetrina sono elencate dalla più recente alla più remota

OPPORTUNITA DI TIROCINIO EXTRACURRICULARE Aggiornamento del 20/06/2014. N.B Le offerte in vetrina sono elencate dalla più recente alla più remota OPPORTUNITA DI TIROCINIO EXTRACURRICULARE Aggiornm dl 20/06/2014 N.B L offrt in vtrin sono lnct dll più rcnt ll più rmot Coc offrt Tipologi insrim Priodo insrim Sttor Sd Ar profssionl ricrcto Mnsioni d

Dettagli

COMPETENZE DISCIPLINARI Arte e immagine

COMPETENZE DISCIPLINARI Arte e immagine COMPETENZE DISCIPLINARI Arte e immagine AL TERMINE DEL PRIMO BIENNIO COMPETENZA ABILITÀ CONOSCENZE L alunno è in grado di L alunno conosce Riconoscere gli elementi fondamentali del linguaggio visuale e

Dettagli

CURRICOLO DI ARTE E IMMAGINE

CURRICOLO DI ARTE E IMMAGINE CURRICOLO DI ARTE E IMMAGINE ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO STANDARD DI APPRENDIMENTO Riconoscere ed usare gli elementi del linguaggio visivo Usare creativamente il

Dettagli

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 CANTON z j J COMUNE DI CASLANO CONFEDERAZIONE SVIZZERA - TICINO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 Modifica parzial dii art. 56 di Rgolamnto organico i dipndnti comunali (ROD) con l insrimnto di nuov funzioni

Dettagli

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering Europan Cntr for Rsarch in Earthquak Enginring Parr sulla vntual obbligatorità di un intrvnto di adguamnto sismico nll ambito dll intrvnto di ristrutturazion, adguamnto ampliamnto dlla Casa Albrgo pr Anziani

Dettagli

ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA

ARTE E IMMAGINE CLASSE PRIMA CLASSE PRIMA Osservare immagini, forme e oggetti presenti nell ambiente utilizzando le capacità visive, uditive, olfattive, gestuali, tattili. Sapersi orientare nello spazio grafico. Guardare immagini

Dettagli

\# t.u3gra '''- PrgFf,.2il.-a.//9"-* "/4

\# t.u3gra '''- PrgFf,.2il.-a.//9-* /4 UNIONE EUROPEA lnlzìitlrva n J:ì\,)ra dr 1 ()al::tii,..ìtìrì,rf iì,{ìy,ì,r,lrì! 0rltJ(ì Sr)(jrilÌr ì)jlrír..) # A.N.AC. Autó.it! N.rrronalr tutlcorrurron. Ona-*,*,1*". **-,a; ",1,/9",*,*o-'6*,Jàr*Z w,r#h.'úr*h,*,

Dettagli