Realizzazione di Applicazioni Web Accessibili. Alex Guerrieri

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Realizzazione di Applicazioni Web Accessibili. Alex Guerrieri"

Transcript

1 Realizzazione di Applicazioni Web Accessibili Alex Guerrieri 10 maggio 2010

2

3 Indice Indice 3 1 Introduzione Radio Incredibile L accessibilità Internet per tutti I disabili della vista Gli attrezzi del mestiere I non vedenti salgono in cattedra Il Progetto Studi di Accessibilità Lo Standard W3C La Legge Stanca Accessibilità Pratica CMS e Accessibilità Scelta di un CMS accessibile Joomla FAP Drupal Wordpress Conclusioni Analisi dell attuale sito Ipovedenti Non Vedenti Realizzazione Template Accessibile Funzionamento di Joomla Funzionamento di un Template Pattern MVC Template Joomla FAP Aspetto Forme

4 INDICE Colori Caratteri Funzionamento Ovverride Linee Guida Pannello Caratteri Poliglotta Access Keys Lacune Template Accessibile Layout e Disposizione dei moduli Stile e CSS Componenti e Plugin Tasti Accessibili Standard UK Accesskey Scelta Template Moduli Modificati Moduli Personalizzati Accessibilità Articoli Validatore W3C A Codice 25 A.1 Componenti e Moduli A.1.1 Componenti Accesskey A.1.2 Modulo Template Chooser Bibliografia 29 4

5 Capitolo 1 Introduzione 1.1 Radio Incredibile Una radio che più democratica non c è, perché sfrutta le potenzialità sconfinate del web e perché vuole dare voce alle associazioni del territorio. Una Radio Incredibile, non a caso, che ha trovato accoglienza nel centro giovanile comunale DepArt, dove verranno presto attivati laboratori di webradiofonia indirizzati a bambini e ragazzi. Radio Incredibile è la trasposizione multimediale dell amicizia tra 5 giovani ingegneri elettronici (Claudio Siepi presidente, Michele Baldassarri, Sergio Consorti, Carlo Lucadei e Alessandro Mignogna) che nel maggio scorso hanno costituito a Grottammare l omonima associazione culturale, con l intento di promuovere e arricchire, attraverso le proprie competenze, passioni e conoscenze, la dimensione sociale della rete. Una web radio significa che chiunque può scrivere e curare i programmi, condurre la trasmissione o scegliere il palinsesto musicale. Dunque, associazioni fatevi avanti, avete un canale di comunicazione - - per dire la vostra, per farvi conoscere e promuovere le vostre finalità al grande pubblico di internet. Attualmente, i ragazzi di Radio Incredibile sono impegnati ad Ascoli Piceno, dove tra le altre cose, conducono laboratori per ragazzi. Nonostante la giovane esistenza, sono attivi in diverse località regionali - a Jesi collaborano con un centro per rifugiati politici per una serie di interviste sulle condizioni delle donne - ma a caratterizzarli ancor di più, però, è l opportunità che offrono alla formazione dei giovani: Radio Incredibile è convenzionata con l Università di Perugia e la Politecnica delle Marche, con la prima c è già una tesi attivata con la facoltà di Filosofia. 1.2 L accessibilità Internet per tutti La direzione che sta prendendo la società nel settore della comunicazione è univoco: Internet. La rete delle reti è ormai una realtà che abbraccia tutto il globo e il suò sviluppo sembra innarrestabile. Attraverso di essa larghe fasce della popolazione sono connesse fra loro in una ragnatela di informazione che ha rivoluzionato il nostro modo di vivere. Internet, se usato propriamente, è un mezzo di informazione, di crescità personale, di ricerca, di compravendita e di contatto con altre persone. Se da un lato ci si sforza di ridurre il digital divide (divario esistente tra chi ha accesso effettivo alle tecnologie dell informazione e chi ne è escluso, in modo parziale o totale) attraverso corsi di informatica e agevolazioni finanziarie spesso si dimentica che esiste una categoria di utenza che nonostante questi sussidi continuerà a rimanere esclusa, oppure fortemente limitata, dai mezzi di informazione: i disabili. 5

6 CAPITOLO 1. INTRODUZIONE Quello che rende buona parte dei contenuti del web un esperienza ostica per i disabili è il mancato rispetto dai creatori dei contenuti stessi di uno dei principi cardine dell usabilità, e nello specifico l accessibilità. Wikipedia - L accessibilità, in informatica, è la capacità di un dispositivo, di un servizio o di una risorsa d essere fruibile con facilità da una qualsiasi tipologia d utente. I disabili nel mondo sono circa mezzo miliardo, ovvero più del 7% della popolazione mondiale. L idea di che peso abbiano sulla composizione della nostra società è ben resa se si pensa che il numero di abitanti dell Unione Europea ed il numero di disabili nel mondo sono valori simili. La forte limitazione dell accessibilità alla maggior parte dei contenuti del web è dovuta all ignoranza o l indifferenza al problema da parte della maggioranza dei webmasters. La cosa più interessante è che in moltissimi casi sarebbero sufficienti piccoli accorgimenti per garantire alle persone disabili l accesso alle risorse dei vari siti, garantendo loro, in questo modo, l accessibilità di cui hanno diritto. I disabili della vista La categoria di utenza che trae maggior vantaggio dalle tecnologie messe a dispozione dall informatica è quella dei disabili della vista: non vedenti ed ipovedenti. Si spalanca per loro una nuova porta sul mondo del lavoro rendendo possibile lo svolgimento di incarichi da cui precedentemente erano esclusi. Il computer permette loro di ampliare le proprie capacità molto più di quanto succeda per un utente normodotato. Esso è per i ciechi oltre che un mezzo di promozione sociale e in campo lavorativo, ampia fonte di informazione, costituisce uno strumento formidabile di arricchimento culturale e, infine, che da ormai quasi un decennio il computer è divenuto loro familiare. Nel nostro paese le iniziative nate dall esigenza di rendere accessibileìi ai disabili i siti web sono esigue ma degne di nota: Alice, Liber-Liber, il Museo Egizio di Torino... Per un utente non vedente dotato di una barra braille o un sintetizzatore vocale sono accessibili tutti i quotidiani italiani e stranieri, i classici della lettura e gli autori contemporanei. Il probelma è invece ignorato dai distributori di collane di letteratura o enciclopedia via CD-rom (che al dì la di ogni discorso sociale e di solidarietà, perdono una fascia di acquirenti non indifferente). Gli attrezzi del mestiere Molteplici sono gli strumenti a disposizione dei non vedenti per superiare le barriere imposte dal loro handicap e utilizzare le tecnologie esistenti come il resto degli utenti. screen reader è un applicazione software che identifica ed interpreta il testo mostrato sullo schermo di un computer, presentandolo ad un utente affetto da handicap visivo tramite sintesi vocale o attraverso un display braille. sintetizzatore vocale è un sistema usato per la riproduzione artificiale della voce umanae può essere realizzato tramite software o via hardware. I sistemi di sintesi vocale sono noti anche come sistemi text-to-speech (TTS) per la loro possibilità di convertire il testo in parlato. Esistono inoltre sistemi in grado di convertire simboli fonetici in parlato. display braille è un dispositivo elettro-meccanico per visualizzare i caratteri Braille, solitamente per mezzo di una raccolta di punti attraverso dei buchi su una superficie piana. Gli utenti ciechi, che non possono usare un normale monitor, lo usano per leggere l output. stampante braille imprime nella carta i simboli caratteristici dell alfabeto braille per non vedenti. Dispone di una serie di punzoni mossi da elettromagneti che perforano o imbutiscono la carta creando dei puntini in posizioni opportune grazie ai quali è possibile leggere il testo impresso utilizzando il senso del tatto anziché quello della vista. 6

7 CAPITOLO 1. INTRODUZIONE sequencer è un dispositivo (hardware o software), utilizzato nel campo musicale, che permette di creare e riprodurre delle sequenze di segnali di controllo, per comandare uno strumento elettronico. Per quanto riguarda gli ipovedenti invece vi sono anche altri strumenti, come gli ingranditori (magnifier), mirati per rispondere a esigenze diverse in funzione dell ampia gamma di difficoltà visive esistenti, e accorgimenti nella stesura di documenti e nella presentazione di immagini che mettono in grado tali utenti di superare in modo relativamente semplice oggettive difficoltà. I non vedenti salgono in cattedra Particolarmente negli ultimi quattro anni i disabili della vista hanno compiuto molti progressi, anche perché si sono moltiplicate iniziative didattiche e di training riservate a ciechi e ipovedenti: molte persone che hanno fruito di tali iniziative sono divenute a loro volta docenti informatici, allargando la cerchia ormai numerosa di coloro che, non vedenti o ipovedenti, utilizzano Internet o vi agiscono direttamente. tra i non vedenti vi sono ora programmatori e webmaster, e questi ultimi hanno un vantaggio sostanziale rispetto ai webmaster normodotati: conoscono perfettamente tutte le norme utili per rendere accessibile la navigazione in Internet ai disabili. 1.3 Il Progetto In rete, dunque, chi ha disabilità della vista può crescere culturalmente, stabilire contatti, fare ricerche, giocare, compiere e proporre acquisti, ecc. purché gli si assicuri una corretta e piena accessibilità. In rete si possono avere e dare testimonianze che gli ideali di libertà di pensiero e di espressione, di democrazia partecipata, di autentica solidarietà, di giustizia sociale, di impegno personale e collettivo non sono utopie ma enunciazioni cariche di contenuti che si possono attuare nella realtà di tutti i giorni. Questo progetto si propone quindi di dare un contributo in prima persona per attuare quelli che in molti casi si rivelano soltanto buoni propositi, per creare le condizioni che vadano nella direzione di assicurare anche ai disabili una migliore qualità della vita. Intende sfruttare gli strumenti messi a disposizione da Radio Incredibile per adattare il loro sito agli standard di accessibilità proposti dalla legge Stanca del 2005 [2]. Per raggiungere questo obbiettivo esistono due soluzioni:addattare il sito esistente alle normative oppure creare una versione parallela ed accessibile del sito esistente. Considerando che l alto numero di contenuti multimediali e applicazioni del sito esistente renderebbe difficoltoso raggiungere il primo obbiettivo e non garantirebbe un risultato soddisfaciente è opportuno mettere in atto il secondo punto e realizzare una seconda interfaccia per il sito assistente che rispetti i criteri di accessibilità. Prima di fare ciò è necessario studiare questo concetto nella sua accezione informatica e le motivazioni socio culturali che sono alla base di questo principio. 7

8 CAPITOLO 1. INTRODUZIONE 8

9 Capitolo 2 Studi di Accessibilità 2.1 Lo Standard W3C Il World Wide Web Consortium (W3C) ha stabilito degli standard per quanto riguarda l accessibilità dei siti. In linea generale per un non vedente i suoi contenuti debbono essere fruibili e chiari tramite un sintetizzatore vocale, mentre per un ipovedente devono essere ottimizzati per una bassa risoluzione con caratteri ingranditi ed un altro contrasto fra sfondo e testo La normativa che determina l accessibilità di una pagina web WCAG 2.0 [1] è costituita da 4 linee guida fondamentali: Percepibile Le informazioni e i componenti dell interfaccia utente devono essere presentati agli utenti in modo che possano essere percepiti. Alternative testuali Fornire alternative testuali per qualsiasi contenuto non di testo in modo che questo possa essere trasformato in altre forme fruibili secondo le necessità degli utenti come stampa a caratteri ingranditi, Braille, sintesi vocale, simboli o un linguaggio più semplice. Tipi di media temporizzati Fornire alternative per i tipi di media temporizzati Adattabile Creare contenuti che possano essere rappresentati in modalità differenti (ad esempio, con layout più semplici), senza perdere informazioni o la struttura. Distinguibile Rendere più semplice agli utenti la visione e l ascolto dei contenuti, separando i contenuti in primo piano dallo sfondo. Utilizzabile I componenti e la navigazione dell interfaccia utente devono essere utilizzabili. Accessibile da tastiera Rendere disponibili tutte le funzionalità tramite tastiera. Adeguata disponibilità di tempo Fornire agli utenti tempo sufficiente per leggere ed utilizzare i contenuti. Convulsioni Non sviluppare contenuti che possano causare attacchi epilettici. Navigabile Fornire delle funzionalità di supporto all utente per navigare, trovare contenuti e determinare la propria posizione. Comprensibile Le informazioni e le operazioni dell interfaccia utente devono essere comprensibili. Leggibile Rendere il testo leggibile e comprensibile. Prevedibile Creare pagine Web che appaiano e che siano prevedibili. 9

10 CAPITOLO 2. STUDI DI ACCESSIBILITÀ Assistenza nell inserimento Aiutare gli utenti ad evitare gli errori ed agevolarli nella loro correzione. Compatibile Garantire la massima compatibilità con i programmi utente attuali e futuri, comprese le tecnologie assistive. 2.2 La Legge Stanca La disposizione del parlamento italiano sul tema accessibilità è la legge n. 4 del 9 gennaio 2004, comunemente chiamata Legge Stanca, che definisce i soggetti che devono garantire l accessibilità dei propri siti e sistemi informatici, per garantirne il completo accesso anche a tutti coloro che necessitano di tecnologie assistive. Successivamente il decreto ministeriale dell 8 luglio 2005 definisce i 22 requisiti che i siti devono rispettare per ritenersi accessibili. Ad osservare la legge devono essere principalmente le pubbliche amministrazioni, gli enti pubblici economici, le aziende private concessionarie di servizi pubblici, gli enti di assistenza e di riabilitazione pubblici, le aziende di trasporto e di telecomunicazione a prevalente partecipazione di capitale pubblico, le aziende municipalizzate regionali e le aziende appaltatrici di servizi informatici. L articolo che è più importante per il progetto è il numero 13, quello che parla dei CMS: CMS accessibili - Molte Pubbliche Amministrazioni usano un sistema di gestione dei contenuti (in gergo CMS da Content Management System) per la costruzione dei loro portali ma solo pochi di essi consentono di ottenere siti accessibili ai sensi della legge 4/2004 e del decreto 8 luglio In questi casi, è opportuno non solo rendere il sito conforme agli standard, ma anche: ˆ aiutare gli autori a pubblicare documenti che non compromettano l accessibilità; ˆ fornire soluzioni CMS accessibili direttamente agli autori con disabilità. Esistono CMS sia commerciali sia open source che promettono il rispetto delle linee guida per l accessibilità. I requisiti per un sito accessibile secondo la legge sono i seguenti: 1. Realizzare le pagine e gli oggetti al loro interno utilizzando tecnologie definite da grammatiche formali pubblicate nelle versioni più recenti disponibili quando sono supportate dai programmi utente. Utilizzare elementi ed attributi in modo conforme alle specifiche, rispettandone l aspetto semantico. In particolare, per i linguaggi a marcatori HTML (HypertText Markup Language) e XHTML (extensible HyperText Markup Language): A) per tutti i siti di nuova realizzazione utilizzare almeno la versione 4.01 dell HTML o preferibilmente la versione 1.0 dell XHTML, in ogni caso con DTD (Document Type Definition - Definizione del Tipo di Documento) di tipo Strict; B) per i siti esistenti, in sede di prima applicazione, nel caso in cui non sia possibile ottemperare al punto a) è consentito utilizzare la versione dei linguaggi sopra indicati con DTD Transitional, ma con le seguenti avvertenze: I evitare di utilizzare, all interno del linguaggio a marcatori con il quale la pagina è realizzata, elementi ed attributi per definirne le caratteristiche di presentazione della pagina (per esempio, caratteristiche dei caratteri del testo, colori del testo stesso e dello sfondo, ecc.), ricorrendo invece ai Fogli di Stile CSS (Cascading Style Sheets) per ottenere lo stesso effetto grafico; II evitare la generazione di nuove finestre; ove ciò non fosse possibile, avvisare esplicitamente l utente del cambiamento del focus; III pianificare la transizione dell intero sito alla versione con DTD Strict del linguaggio utilizzato, dandone comunicazione alla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per l innovazione e le tecnologie e al Centro nazionale per l informatica nella pubblica amministrazione. 2. Non è consentito l uso dei frame nella realizzazione di nuovi siti. In sede di prima applicazione, per i siti Web esistenti già realizzati con frame è consentito l uso di HTML 4.01 o XHTML 1.0 con DTD frameset, ma con le seguenti avvertenze: 10

11 CAPITOLO 2. STUDI DI ACCESSIBILITÀ A) evitare di utilizzare, all interno del linguaggio a marcatori con il quale la pagina è realizzata, elementi ed attributi per definirne le caratteristiche di presentazione della pagina (per esempio, caratteristiche dei caratteri del testo, colori del testo stesso e dello sfondo, ecc.), ricorrendo invece ai Fogli di Stile CSS (Cascading Style Sheets) per ottenere lo stesso effetto grafico; B) fare in modo che ogni frame abbia un titolo significativo per facilitarne l identificazione e la navigazione; se necessario, descrivere anche lo scopo dei frame e la loro relazione; C) pianificare la transizione a XHTML almeno nella versione 1.0 con DTD Strict dell intero sito dandone comunicazione alla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per l innovazione e le tecnologie e al Centro nazionale per l informatica nella pubblica amministrazione. 3. Fornire una alternativa testuale equivalente per ogni oggetto non di testo presente in una pagina e garantire che quando il contenuto non testuale di un oggetto cambia dinamicamente vengano aggiornati anche i relativi contenuti equivalenti predisposti; l alternativa testuale equivalente di un oggetto non testuale deve essere commisurata alla funzione esercitata dall oggetto originale nello specifico contesto. 4. Garantire che tutti gli elementi informativi e tutte le funzionalità siano disponibili anche in assenza del particolare colore utilizzato per presentarli nella pagina. 5. Evitare oggetti e scritte lampeggianti o in movimento le cui frequenze di intermittenza possano provocare disturbi da epilessia fotosensibile o disturbi della concentrazione, ovvero possano causare il malfunzionamento delle tecnologie assistive utilizzate; qualora esigenze informative richiedano comunque il loro utilizzo, avvertire l utente del possibile rischio prima di presentarli e predisporre metodi che consentano di evitare tali elementi. 6. Garantire che siano sempre distinguibili il contenuto informativo (foreground) e lo sfondo (background), ricorrendo a un sufficiente contrasto (nel caso del testo) o a differenti livelli sonori (in caso di parlato con sottofondo musicale); evitare di presentare testi in forma di immagini; ove non sia possibile, ricorrere agli stessi criteri di distinguibilità indicati in precedenza. 7. Utilizzare mappe immagine sensibili di tipo lato client piuttosto che lato server, salvo il caso in cui le zone sensibili non possano essere definite con una delle forme geometriche predefinite indicate nella DTD adottata. 8. In caso di utilizzo di mappe immagine lato server, fornire i collegamenti di testo alternativi necessari per ottenere tutte le informazioni o i servizi raggiungibili interagendo direttamente con la mappa. 9. Per le tabelle dati usare gli elementi (marcatori) e gli attributi previsti dalla DTD adottata per descrivere i contenuti e identificare le intestazioni di righe e colonne. 10. Per le tabelle dati usare gli elementi (marcatori) e gli attributi previsti nella DTD adottata per associare le celle di dati e le celle di intestazione che hanno due o più livelli logici di intestazione di righe o colonne. 11. Usare i fogli di stile per controllare la presentazione dei contenuti e organizzare le pagine in modo che possano essere lette anche quando i fogli di stile siano disabilitati o non supportati. 12. La presentazione e i contenuti testuali di una pagina devono potersi adattare alle dimensioni della finestra del browser utilizzata dall utente senza sovrapposizione degli oggetti presenti o perdita di informazioni tali da rendere incomprensibile il contenuto, anche in caso di ridimensionamento, ingrandimento o riduzione dell area di visualizzazione o dei caratteri rispetto ai valori predefiniti di tali parametri. 13. In caso di utilizzo di tabelle a scopo di impaginazione, garantire che il contenuto della tabella sia comprensibile anche quando questa viene letta in modo linearizzato e utilizzare gli elementi e gli attributi di una tabella rispettandone il valore semantico definito nella specifica del linguaggio a marcatori utilizzato. 14. Nei moduli (form), associare in maniera esplicita le etichette ai rispettivi controlli, posizionandole in modo che sia agevolata la compilazione dei campi da parte di chi utilizza le tecnologie assistive. 15. Garantire che le pagine siano utilizzabili quando script, applet, o altri oggetti di programmazione sono disabilitati oppure non supportati; ove ciò non sia possibile fornire una spiegazione testuale della funzionalità svolta e garantire una alternativa testuale equivalente, in modo analogo a quanto indicato nel requisito n Garantire che i gestori di eventi che attivano script, applet o altri oggetti di programmazione o che possiedono una propria specifica interfaccia, siano indipendenti da uno specifico dispositivo di input. 11

12 CAPITOLO 2. STUDI DI ACCESSIBILITÀ 17. Garantire che le funzionalità e le informazioni veicolate per mezzo di oggetti di programmazione, oggetti che utilizzano tecnologie non definite da grammatiche formali pubblicate, script e applet siano direttamente accessibili. 18. Nel caso in cui un filmato o una presentazione multimediale siano indispensabili per la completezza dell informazione fornita o del servizio erogato, predisporre una alternativa testuale equivalente, sincronizzata in forma di sotto-titolazione o di descrizione vocale, oppure fornire un riassunto o una semplice etichetta per ciascun elemento video o multimediale tenendo conto del livello di importanza e delle difficoltà di realizzazione nel caso di trasmissioni in tempo reale. 19. Rendere chiara la destinazione di ciascun collegamento ipertestuale (link) con testi significativi anche se letti indipendentemente dal proprio contesto oppure associare ai collegamenti testi alternativi che possiedano analoghe caratteristiche esplicative, nonché prevedere meccanismi che consentano di evitare la lettura ripetitiva di sequenze di collegamenti comuni a più pagine. 20. Nel caso che per la fruizione del servizio erogato in una pagina è previsto un intervallo di tempo predefinito entro il quale eseguire determinate azioni, è necessario avvisare esplicitamente l utente, indicando il tempo massimo consentito e le alternative per fruire del servizio stesso. 21. Rendere selezionabili e attivabili tramite comandi da tastiere o tecnologie in emulazione di tastiera o tramite sistemi di puntamento diversi dal mouse i collegamenti presenti in una pagina; per facilitare la selezione e l attivazione dei collegamenti presenti in una pagina è necessario garantire che la distanza verticale di liste di link e la spaziatura orizzontale tra link consecutivi sia di almeno 0,5 cm, le distanze orizzontale e verticale tra i pulsanti di un modulo sia di almeno 0,5 cm e che le dimensioni dei pulsanti in un modulo siano tali da rendere chiaramente leggibile l etichetta in essi contenuta. 22. Per le pagine di siti esistenti che non possano rispettare i suelencati requisiti (pagine non accessibili), in sede di prima applicazione, fornire il collegamento a una pagina conforme a tali requisiti, recante informazioni e funzionalità equivalenti a quelle della pagina non accessibile ed aggiornata con la stessa frequenza, evitando la creazione di pagine di solo testo; il collegamento alla pagina conforme deve essere proposto in modo evidente all inizio della pagina non accessibile. 2.3 Accessibilità Pratica Possiamo distinguere due principali categorie di utenza per cui adattare il sito: non vedenti e ipovedenti. L accessibilità dei siti web per gli ipovedenti prevede che i contenuti del sito siano visualizzati tramite caratteri bel leggibili, di dimensione adeguata e di contrasto sufficiente sullo sfondo e che il sito stesso sia fruibile in basse risoluzioni; per soddisfare questi requisiti è consuetudine che il sito abbia un pannello che permetta di scegliere fra due interfacce del sito (la prima normale e la seconda ad alto contrasto) e permetta di regolare la dimensione dei caratteri per adattarsi alle esigenze visive del lettore. Per i non vedenti invece si tiene conto del funzionamento dei software di sintesi vocale (fra i più usati FANG) e verificare che il sito sia chiaro e fruibile attraverso un utilizzo o simulazione del software stesso. Uno dei primi errori commessi è quello di utilizzare le tabelle per l impaginazione piuttosto che per l output di dati: il riconoscimento di una tabella da parte degli strumenti a disposizione di un non vedente è oggi assicurato da HTML 4.0 e dal progresso dei software di sintesi vocale ma la lettura di strutture nidificate troppo complesse può portare problemi di ordine di lettura e di conseguente comprensione dei contenuti. Un altro errore comune è quello di non fornire descrizioni agli elementi multimediali ovvero dare un testo alternativo alle immagini, video e audio che verranno visualizzate qual ora le i rispettivi componenti fossero disattivate nel browser. Il decreto ministeriale [2] (Requisiti tecnici e i diversi livelli per l accessibilità agli strumenti informatici) definisce nello specifico le regole da osservare per ottenere un sito web completamente accessibile. 2.4 CMS e Accessibilità Wikipedia - Un content management system, in acronimo CMS, letteralmente sistema di gestione dei contenuti, è uno strumento software installato su un server web studiato per facilitare la gestione dei contenuti di siti web, svincolando l amministratore da conoscenze tecniche di programmazione. 12

13 CAPITOLO 2. STUDI DI ACCESSIBILITÀ I tre CMS più conosciuti sono Joomla!, Drupal e Wordpress. Le discussioni su quale sia il CMS migliore non portano mai ad una soluzione unanime in quanto ognuno di essi ha i suoi punti di forza, quindi la scelta dipenderà dal tipo di contenuti che l utente deve gestire e soprattutto dalla competenza nel CMS in questione. Segue una breve descrizione dei tre CMS. Drupal Un content management system per la creazione di portali e blog. Dispone di molti moduli aggiuntivi già configurati per estendere le funzionalità quali: Statistiche, forum, gallerie, gestione dei contenuti avanzata ecc... Non particolarmente difficile da utilizzare. La caratteristica peculiare di Drupal è la capacità di gestire un sito web in ogni sua parte e funzione, permettendo così di aprire tanto un forum quanto un blog, tanto una intranet quanto una semplice raccolta di immagini o messaggi. La struttura di Drupal è modulare (si sceglie dunque specificatamente cosa installare e cosa rimuovere) e si regge su codice PHP, database MySQL e Web server preferibilmente Apache. Joomla! Joomla! nasce dall abbandono da parte del Team di Sviluppo, con la versione 4.5.2, di un altro progetto Open Source, il pluri-premiato Mambo; si tratta, quindi, di un prodotto con un elevato grado di maturità e di stabilità. Se a questo aggiungiamo la semplicità d uso, la gradevole interfaccia grafica e, soprattutto, l esistenza di comunità di supporto e di sviluppatori di add-on presenti praticamente in tutto il mondo, capiamo bene quali sono i punti di forza di Joomla!. Il tutto è ben sintetizzato nel nome scelto, idioma derivante da un termine swahili che sta per tutti insieme. I requisiti minimi richiesti per il suo funzionamento lo rendono compatibile con la quasi totalità dei piani di hosting presenti sul mercato. WordPress E il CMS più utilizzato al mondo per creare blog. WordPress è un CMS compatibile con i dettami del W3C, una qualità di imprescindibile importanza che non può che donare valore al blog per chi vi fa accesso; inoltre la bontà del codice e della struttura permettono ai blog WordPress di ottenere migliori performance anche a livello di risultati in quanto a navigazione e motori di ricerca. Per installare WordPress sul proprio spazio web è sufficiente il download dei file dal sito ufficiale, dopodiché seguirà l upload dei file su server. Bisogna assicurarsi che lo spazio in possesso possa supportare PHP e MySQL, dopodiché in pochi minuti si può avere il proprio blog installato in pochi minuti personalizzando semplicemente alcuni parametri del proprio fine di installazione wp-config-sample.php. Se per un primo esperimento un blog gratuito di tipo wordpress.com è più che sufficiente, per applicazioni personalizzate e più avanzate è consigliabile affidarsi ad una soluzione simile armandosi poi di pazienza e curiosità per cercare i plugin che meglio si adattano alle proprie esigenze Scelta di un CMS accessibile Attualmente il sito di Radio Incredibile si basa sul CMS Joomla! e utilizza un template personalizzato creato dagli Ing. Sergio Consorti e Carlo Lucadei. La prima questione da affrontare è la scelta del CMS e tale scelta deve essere guidata dalla questione cruciale dell accessibilità. Una voltà scelto il CMS si passerà alla creazione del Template Accessibile. Questo però non basta a rendere un sito accessibile, occorre infatti verificare che i contenuti stessi siano accessibile ed inserirne di nuovi rispettando le norme Joomla FAP Per quanto concerne Joomla esiste un template completamente accessibile chiamato Joomla! FAP 13

14 CAPITOLO 2. STUDI DI ACCESSIBILITÀ Sito Ufficale - JoomlaFAP è una versione di Joomla 1.5.x con opportune modifiche che rendono questa installazione accessibile secondo quelle che sono le specifiche della Legge Stanca. FAP significa For All People e vuole agevolare l accesso ai contenuti della rete a tutti gli individui, come Joomla anche FAP è un progetto collaborativo, libero e gratuito, è quindi richiesto che ogni modifica al codice da voi effettuata sia resa pubblica e disponibile così da condividere assieme lo sviluppo. Questo template rappresenterebbe un ottimo punto di partenza per creare un template specifico e rendere il sito attuale accessibile senza cambiare la piattaforma in uso Drupal È disponibile anche una versione accessibile su cui sviluppare un template personalizzato di Drupal (Drupal PA) ma questa presenta alcuni problemi inerenti l accessibilità e l usabilità causati da un insufficiente separazione fra grafica e codice Wordpress Per quanto riguarda WordPress abbiamo un template chiamato Stardust che sembra essere adatto alle esigenze del sito. È un tema a 2 colonne a larghezza fluida; grande attenzione è rivolta all accessibilità: il codice è semanticamente corretto e le pagine sono navigabili anche senza CSS o con le immagini disabilitate Conclusioni Escludiamo Drupal per i problemi riguardanti la creazione di un template accessibile, quindi ristringiamo la scelta fra Joomla! e Wordpress. Dato che il sito al momento utilizza Joomla mantenere quest ultimo comporterebbe il semplice sviluppo i template dedicato e moduli appositi, senza trasporre i contenuti del sito da un CMS ad un altro. Inoltre lo staff informatico di Radio Incredibile conosce già le funzionalità e capacità i Joomla quindi sembra la scelta più logica rimanere con lo stesso CMS. 14

15 CAPITOLO 2. STUDI DI ACCESSIBILITÀ 2.6 Analisi dell attuale sito Il sito web attuale di RI è visibile nella figura 2.1 con i css abilitati e nella figura 2.2 con i fogli di stile disabilitati. 6 6 Figura 2.1: Attuale Template del Sito Ipovedenti Gli aspetti che rendono l attuale sito non completamente accessibile per gli ipovedenti sono indiduabili nella versione attuale del sito con CSS abilitati. ˆ La dimensione del contenitore è troppo elevata per le basse risoluzioni (1000px contro i 640px - 800px delle basse risoluzioni che utilizzano gli ipovedenti). ˆ Il contrasto fra alcuni colori del sito (bianco - arancione) non sono sufficientemente elevati per garantire una perfetta visibiltà per gli ipovedenti non in grado di percepire i colori correttamente o per chi utilizza un monitor in bianco e nero. 15

16 CAPITOLO 2. STUDI DI ACCESSIBILITÀ Figura 2.2: Attuale Template del Sito con CSS disabilitati ˆ Non è presente nemmeno una versione ad alto contrasto del sito stesso che permetta di arginare questo ostacolo. ˆ I caratteri usati nei testi potrebbero non essere abbastanza grandi per un ipovedente Non Vedenti Per i non vedenti le caratteristiche che non rendono il sito accessibile richiedono un analisi approfondita della versione del sito senza stili grafici. ˆ Manca un intestazione o titolo all inizio della pagina ˆ É assente menù stile indice che permette di saltare da un area a d un altra della stessa pagina in modo da permettere a un non vedente di fruire dei contenuti del sito rapidamente e non essere costretto a leggere tutta la pagina alla ricerca dell area di interesse. 16

17 CAPITOLO 2. STUDI DI ACCESSIBILITÀ ˆ Mancano numerose descrizioni nascoste (visibili rimuovendo i CSS) per i vari elementi del sito che faciliterebbero ai non vedenti la comprensione dei contenuti. 17

18 CAPITOLO 2. STUDI DI ACCESSIBILITÀ 18

19 Capitolo 3 Realizzazione Template Accessibile 3.1 Funzionamento di Joomla Il codice di Joomla si divide in due parti fondamentali: lato amministratore l insieme di funzionalità di Joomla che si occupa di gestire i contenuti e le funzioni che sono rese disponibili attraverso il lato frontend. lato frontend il responsabile della visualizzazione e l interazione con l utente che vuole visualizzare il sito. Joomla basa la propria struttura su entità chiamate componenti che rappresentano il contenuto principale della pagina a cui si vuole accedere. I componenti prefediniti di Joomla sono: ˆ com content ˆ com frontpage ˆ com newsfeeds ˆ com weblinks ˆ com user ˆ com banners Tutti questi sono componenti che svolgono una funzione particolare: com content si occupa della visualizzazione degi articoli del sito, com newsfeeds si occupa di pubblicare notizie recuperate da altri siti usando il protocollo RSS, com weblinks gestisce raccolte di collegamenti preferiti, com user consente il login degli utenti, com banners gestisce banner pubblicitari e collegamenti sponsorizzati. La prima pagina viene invece gestita dal componente com frontpage, il cui compito è organizzare in modo ottimale la presentazione dei contenuti in home page. I componenti sono centrali per il funzionamento di Joomla, infatti senza di essi non funzionerebbe. Oltre ai componenti troviamo un altra struttura fondamentale, ovvero i moduli che sono la parte di Joomla che si occupa di visualizzare voci di menu, sondaggi, form per il login e la ricerca ed altre informazioni. Ciascun modulo è contenuto in un box. Tutti i componenti ed i moduli vengono configurati utilizzando l interfaccia di amministrazione. 19

20 CAPITOLO 3. REALIZZAZIONE TEMPLATE ACCESSIBILE 3.2 Funzionamento di un Template Pattern MVC Joomla! utilizza il pattern Model View Control, ovvero uno schema per cui il software è composto di tre parti, è un pattern architetturale (una soluzione strutturale a un problema ricorrente) molto diffuso nello sviluppo di interfacce grafiche di sistemi software object-oriented. Modello rappresentazione dell oggetto nella quale vengono inclusi tutti i parametri che lo caratterizzano e lo defiscono ed è complentamente separata dalla sua parresentazione grafica, fornisce i metodi per accedere ai dati utili all applicazione; Vista rappresentazione grafica dei dati espressi dal modello, visualizza i dati contenuti nel model e si occupa dell interazione con utenti e agenti; Controllo Lo strato intermedio che fa comunicare il modello e la vista, riceve i comandi dell utente (in genere attraverso il view) e li attua modificando lo stato degli altri due componenti Template La Vista in Joomla è realizzato proprio dal Template, infatti nel suo caricamento non c è alcun riferimento ai dati del modello. Esso è composto da quattro parti principali: index.php file principale ed essenziale di ogni template, definisce attraverso l impiego di HTML, PHP e CSS definisce la struttura della pagina. Tramite la speciale direttiva di Joomla jdoc:include è possibile decidere di inserire ad un certo punto della pagina un certo componente o un certo gruppo di moduli. Il gruppo è un parametro assegnato al modulo, quando si include un certo gruppo i moduli ad esso assegnato vengono richiamati uno ad uno nell ordine deciso dall utente. templatedetails.xml file principale ed essenziale anch esso contiene tutte le informazioni relative al template, ossia nome, versione di Joomla, autore, file che lo compongono etc.. Cartella CSS cartella che convenzionalmente contiene tutti i fogli di stile util,izzati dal template. Cartessa HTML Questa cartella continene la versione utilizzata dal template di moduli e componenti. Durante il caricamento Joomla si assicura che nella cartella in questione sia definito un certo modulo o componente personalizzato per poi caricarlo, oppure in caso contrario caricare quello di base del CMS. Questo meccanismo prende il nokme di Ovveride 3.3 Joomla FAP Aspetto Joomla FAP sarà il punto di partenza su cui poi sviluppare un template accessibile personalizzato per Radio Incredibile in quanto rispetta tutti i requisti di accessibilità richiesti dalle normative esistenti. Il CSS è strutturato in parti: forme (layout.css), colori(skin white/black.css), caratteri (typography.css). Questa divisione è molto intelligente perchè permette di lavorare sui tre componenti in maniera indipendente. Per quanto concerne il colore, il sito è concepito per vare due schemi: classico(white) ed al alto contrasto(black). Esiste poi un 20

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata

1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata 1 - Cos è l accessibilità e a chi è destinata di Michele Diodati michele@diodati.org http://www.diodati.org Cosa significa accessibile 2 di 19 Content is accessible when it may be used by someone with

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Guida all uso del portale dello studente

Guida all uso del portale dello studente Guida all uso del portale dello studente www.studente.unicas.it Versione 1.0 del 10/04/2010 Pagina 1 Sommario PREMESSA... 3 PROFILO... 7 AMICI... 9 POSTA... 10 IMPOSTAZIONI... 11 APPUNTI DI STUDIO... 12

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

come installare wordpress:

come installare wordpress: 9-10 DICEMBRE 2013 Istitiuto Nazionale Tumori regina Elena come installare wordpress: Come facciamo a creare un sito in? Esistono essenzialmente due modi per creare un sito in WordPress: Scaricare il software

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Banche Dati del Portale della Trasparenza. Manuale del sistema di gestione. Versione 2.4

Banche Dati del Portale della Trasparenza. Manuale del sistema di gestione. Versione 2.4 Banche Dati del Portale della Trasparenza Manuale del sistema di gestione Versione 2.4 Sommario Introduzione e definizioni principali... 3 Albero dei contenuti del sistema Banche Dati Trasparenza... 3

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive 1 MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive Cos è un servizio di e-learning SaaS, multimediale, interattivo

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

La Valutazione Euristica

La Valutazione Euristica 1/38 E un metodo ispettivo di tipo discount effettuato da esperti di usabilità. Consiste nel valutare se una serie di principi di buona progettazione sono stati applicati correttamente. Si basa sull uso

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Manuale utente Data ultima revisione: 22/10/2008 Fondamenti di informatica Università Facoltà Corso di laurea Politecnico di Bari 1 a Facoltà di

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 1) Introduzione Pg 3 2) L area amministratore Pg 3 2.1) ECM Pg 4 2.1.1) Sezione Struttura Pg 5 2.1.2) Sezione Documento Pg 7 2.1.3) Sezione Pubblicazione

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

MANUALE D USO LEXUN ver. 5.0. proprietà logos engineering - Sistema Qualità certificato ISO 9001 DNV Italia INDICE. 6. Flash top 6 C.

MANUALE D USO LEXUN ver. 5.0. proprietà logos engineering - Sistema Qualità certificato ISO 9001 DNV Italia INDICE. 6. Flash top 6 C. Pag. 1/24 INDICE A. AMMINISTRAZIONE pagina ADMIN Pannello di controllo 2 1. Password 2 2. Cambio lingua 2 3. Menù principale 3 4. Creazione sottomenù 3 5. Impostazione template 4 15. Pagina creata con

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer 1. Prima emissione certificato 1 2. Rilascio nuovo certificato 10 3. Rimozione certificato 13 1. Prima emissione certificato Dal sito

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Ufficio del Responsabile Unico della Regione Sicilia per il Cluster Bio-Mediterraneo

Dettagli

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero 1 Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero sistema e sui servizi a disposizione sia in qualità

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE 1 SOMMARIO 1 OBIETTIVI DEL DOCUMENTO...3 2 OFFERTA DEL FORNITORE...4 2.1 LOG ON...4 2.2 PAGINA INIZIALE...4 2.3 CREAZIONE OFFERTA...6 2.4 ACCESSO AL DOCUMENTALE...8

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

Tecniche e Best Practice nella costruzione di Form accessibili per il Web. Roberto Zucchetto consulenza e formazione ICT

Tecniche e Best Practice nella costruzione di Form accessibili per il Web. Roberto Zucchetto consulenza e formazione ICT Tecniche e Best Practice nella costruzione di Form accessibili per il Web Roberto Zucchetto consulenza e formazione ICT Cos è IWA/HWG IWA/HWG è un Associazione professionale no profit riconosciuta leader

Dettagli

Alb@conference GO e Web Tools

Alb@conference GO e Web Tools Alb@conference GO e Web Tools Crea riunioni virtuali sempre più efficaci Strumenti Web di Alb@conference GO Guida Utente Avanzata Alb@conference GO Per partecipare ad un audioconferenza online con Alb@conference

Dettagli

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Introduzione: In questo documento troverete tutte le informazioni utili per mappare correttamente con il software ECM Titanium, partendo dalla lettura del

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 2014 Catalogo formativo Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 Internet Training Program Email Marketing Negli ultimi anni l email è diventata il principale strumento di comunicazione aziendale

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2013 Progetto Istanze On Line ESAMI DI STATO ACQUISIZIONE MODELLO ES-1 ON-LINE 18 Febbraio 2013 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 COMPILAZIONE DEL MODULO

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design

Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design Come si trovano oggi i clienti? Così! ristorante pizzeria sul mare bel Perchè è importante

Dettagli

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole Guida rapida Cos è GeoGebra? Un pacchetto completo di software di matematica dinamica Dedicato all apprendimento e all insegnamento a qualsiasi livello scolastico Riunisce geometria, algebra, tabelle,

Dettagli

Nitro Reader 3 Guida per l' utente

Nitro Reader 3 Guida per l' utente Nitro Reader 3 Guida per l' utente In questa Guida per l'utente Benvenuti in Nitro Reader 3 1 Come usare questa guida 1 Trovare rapidamente le informazioni giuste 1 Per eseguire una ricerca basata su parole

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Istruzioni sull aggiornamento per i modelli di navigazione: AVIC-F40BT, AVIC-F940BT, AVIC-F840BT e AVIC-F8430BT

Dettagli

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso Parte 5 Adv WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso 1 di 30 Struttura di un Documento Complesso La realizzazione di un libro, di un documento tecnico o scientifico complesso, presenta

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni ADOBE READER XI Guida ed esercitazioni Guida di Reader Il contenuto di alcuni dei collegamenti potrebbe essere disponibile solo in inglese. Compilare moduli Il modulo è compilabile? Compilare moduli interattivi

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it IDom MANUALE UTENTE Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it 2 COPYRIGHT Tutti i nomi ed i marchi citati nel documento appartengono ai rispettivi proprietari. Le informazioni

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it izticket Il programma izticket permette la gestione delle chiamate di intervento tecnico. E un applicazione web, basata su un potente application server java, testata con i più diffusi browser (quali Firefox,

Dettagli

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica A.A. 2007-08 CORSO DI INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Giulio Destri http://www.areasp.com (C) 2007 AreaSP for

Dettagli

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI 6.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si articola in quattro fasi. Il Valutatore deve: 1 leggere il questionario;

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

REGEL - Registro Docenti

REGEL - Registro Docenti REGEL - Registro Docenti INFORMAZIONI GENERALI Con il Registro Docenti online vengono compiute dai Docenti tutte le operazioni di registrazione delle attività quotidiane, le medesime che si eseguono sul

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

I nostri corsi serali

I nostri corsi serali I nostri corsi serali del settore informatica Progettazione WEB WEB marketing Anno formativo 2014-15 L Agenzia per la Formazione, l Orientamento e il Lavoro Nord Milano nasce dall unione di importanti

Dettagli

Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it

Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it TEMPLATE IN MWCMS D A N I E L E U G O L E T T I - G R U P P O M E T A Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it C ONTENTS I template

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA ALL INSTALLAZIONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE INTRODUZIONE BENVENUTO Benvenuto in SPARK XL l applicazione TC WORKS dedicata al processamento, all editing e alla masterizzazione di segnali audio digitali. Il design di nuova

Dettagli

Guida all iscrizione al TOLC Test On Line CISIA

Guida all iscrizione al TOLC Test On Line CISIA Guida all iscrizione al TOLC Test On Line CISIA Modalità di iscrizione al TOLC Per iscriversi al TOLC è necessario compiere le seguenti operazioni: 1. Registrazione nella sezione TOLC del portale CISIA

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli