REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA A FAVORE DI NUOVI NUCLEI FAMILIARI.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA A FAVORE DI NUOVI NUCLEI FAMILIARI."

Transcript

1 Comune di Imola Provincia di Bologna Via Mazzini n Imola Tel Fax REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA A FAVORE DI NUOVI NUCLEI FAMILIARI. - Approvato con delibera C.C. n. 299 del , esecutiva;

2 I N D I C E Art. 1 Intervento Comunale Pag. 3 Art. 2 Ambito dell intervento Pag. 3 Art. 3 Definizione dei nuclei aventi diritto e requisiti per l accesso Pag. 3 Art. 4 Condizioni da rispettare Pag. 4 Art. 5 Tasso di interesse e misura dell agevolazione Pag. 5 Art. 6 Mutui Pag. 5 Art. 7 Estinzione anticipata Pag. 5 Art. 8 Presentazione delle domande per richiesta contributo Pag. 6 Art. 9 Perdita dei benefici Pag. 6 Art. 10 Rinuncia Pag. 6 2

3 Art.1 Intervento Comunale Il Comune di Imola, per agevolare i nuclei familiari di nuova formazione, intende favorire l acquisto della prima casa concedendo contributi in conto interessi sui mutui contratti con gli Istituti di Credito che si convenzioneranno con l Ente, per le finalità e secondo le modalità contenute nel presente regolamento. Art. 2 Ambito dell intervento Sono soggetti a contribuzione la nuova costruzione e l acquisto di alloggi per la prima casa. Gli immobili oggetto di finanziamento devono essere ubicati nel territorio comunale e non devono avere ai fini catastali caratteristiche di lusso, ovvero essere appartenenti alle categorie A/1e A/8. Non possono accedere a queste agevolazioni gli alloggi al servizio delle attività produttive (agricole, artigianali, industriali, commerciali). Art. 3 Definizione dei nuclei aventi diritto e requisiti per l accesso: a) definizione dei nuclei aventi diritto -i nuclei familiari costituiti dai coniugi e dai figli legittimi, naturali, riconosciuti ed adottivi e degli affiliati con loro conviventi; -i nuclei familiari in via di costituzione, con vincolo di formazione del nucleo entro e non oltre il termine di 12 mesi dalla data di emissione del bando. -i nuclei familiari fondati sulla stabile convivenza more uxorio, nonché i nuclei di persone anche non legate dal vincolo di parentela o affinità qualora la convivenza abbia caratteristiche di stabilità e sia finalizzata alla reciproca assistenza morale e materiale. Tale forma di convivenza, deve, ai fini dell inclusione economica e normativa del nucleo, essere stata instaurata almeno due anni prima della data di presentazione della domanda di contributo ed essere comprovata mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà; b) requisiti per l accesso: 1) residenza anagrafica, ai sensi della normativa vigente, nel Comune di Imola. 2) che i soggetti beneficiari e nessuno dei membri del nucleo familiare deve essere titolare del diritto di proprietà, di usufrutto, di uso o di abitazione, su di un alloggio nel Comune di Imola, relativa Provincia e anche in comuni contermini la cui rendita catastale rivalutata sia superiore a 2 volte la tariffa della categoria A/2 classe I, calcolata negli ambiti comunali suddetti, considerando la zona censuaria più bassa. Qualora sia inesistente la categoria A/2, la tariffa va riferita alla categoria immediatamente superiore. Fatto salvo quanto previsto al punto precedente, il nucleo familiare avente diritto non deve essere titolare, anche pro quota, di diritto di proprietà, usufrutto, uso od 3

4 abitazione su uno o più alloggi ubicati in qualsiasi località, la cui rendita catastale complessiva rivalutata sia superiore a 3,5 volte la tariffa della categoria A/2 classe I del Comune al quale si presenta la domanda, considerando la zona censuaria più bassa. Qualora sia inesistente la categoria A/2, la tariffa va riferita alla categoria immediatamente inferiore. Si considera infine non idoneo l alloggio che risulti fatiscente da certificato di non abitabilità rilasciato dal Comune o che non consenta l accesso e/o l agibilità interna ad uno o più componenti il nucleo familiare del titolare, che siano affetti da un handicap con problemi di deambulazione ovvero abbiano un grado di invalidità pari o superiore al 66%; 3) che non abbiano ottenuto essi stessi, o i membri del loro nucleo familiare, la proprietà o l assegnazione in proprietà, anche con patto di futura vendita, di un alloggio costruito a totale carico, o con il concorso, o con il contributo, o con il finanziamento agevolato in qualsiasi forma concessi dello Stato o della Regione o del Comune, salvo quanto disposto dalle specifiche disposizioni in materia. 4) che non abbiano ottenuto essi stessi, o i membri del loro nucleo familiare, la proprietà di un alloggio in forza di leggi che consentano l alienazione del patrimonio E.R.P. 5) che le situazione economica familiare, calcolato ai sensi del D.Lgs. 31/3/98 n. 109 e successive modifiche e integrazioni, non superi il valore ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente) di ,00. Per i nuclei in fase di costituzione l Amministrazione comunale procederà alla determinazione del reddito adottando gli stessi criteri previsti dall ISEE. 6) che non abbiano avuto in proprietà alloggi idonei negli ultimi 5 anni. 7) Che la somma delle età dei componenti maggiorenni del nucleo familiare non sia superiore ai 70 (settanta) anni ed età di un componente non superiore ai 40 (quaranta) anni, alla data della presentazione della domanda. Art. 4 Condizioni da rispettare Il nucleo familiare titolare del contributo dovrà risiedere nell alloggio interessato dal mutuo entro sei mesi dall acquisto e/o dal certificato di abitabilità. L alloggio interessato dal mutuo dovrà risultare occupato dai titolari per tutta la durata dell agevolazione comunale. Il contratto del mutuo dovrà essere stipulato con atto notarile entro 15 mesi dalla data di ammissione della domanda da parte della banca. L eventuale richiesta di proroga e/o deroga alle condizioni di cui sopra dovranno essere presentate preventivamente al Comune di Imola che valuterà la richiesta dandone informazione all interessato e alla banca. 4

5 Art. 5 Tasso di interesse e misura dell agevolazione Il Comune di Imola interverrà con scadenza semestrale al 30/06 al 30/12 con una agevolazione a favore del mutuatario nel pagamento degli interessi, accollandosi, per la durata di cinque anni, una quota che abbatte il tasso globale percentuale (o tasso base) di 1,5 punti percentuali, in maniera tale da assicurare pari benefici, indipendentemente dalla durata dei mutui stessi. In deroga a quanto previsto dal primo comma del presente articolo gli interessi di preammortamento saranno a totale carico della parte mutuataria, senza contributo del Comune di Imola. Art. 6 Mutui L Amministrazione Comunale predisporrà, d intesa con gli Istituti di Credito interessati, uno schema di mutuo contenente gli elementi e le condizioni essenziali sottoriporati: a) ammortamento nel termine massimo di 20 (venti) anni mediante il pagamento di rate semestrali posticipate, comprensive di quota capitale e di quota interesse. Gli eventuali interessi di preammortamento saranno computati allo stesso tasso globale del mutuo con inizio il giorno di stipula del mutuo e con le modalità di pagamento previste dal precedente articolo. b) Le spese di sopralluogo, gli oneri fiscali e la parcella notarile restano a carico della parte mutuataria c) L importo del mutuo, oggetto della agevolazione, non potrà superare il limite massimo di ,00. In caso di acquisto, farà fede per la determinazione del limite massimo, l importo risultante dal rogito notarile. d) I mutui dovranno essere garantiti da ipoteca di primo grado sull immobile oggetto di finanziamento e fruiranno del trattamento tributario previsto dal DPR 29/9/73 n. 601 e successive modifiche Al momento della stipula del mutuo l immobile da ipotecare dovrà essere assicurato contro i rischi dell incendio, caduta fulmine e scoppio di gas per un massimale adeguato al valore di mercato e la polizza relativa sarà vincolata a favore della Banca per tutta la durata del finanziamento. Art. 7 Estinzione anticipata E facoltà della parte mutuataria di estinguere anticipatamente il mutuo. Qualora l immobile dovesse venire alienato durante il periodo d ammortamento del mutuo l operazione dovrà essere estinta. Nei contratti di mutuo la Banca potrà inserire una clausola per regolare il tasso di ammortamento nel caso in cui nel corso dell ammortamento venisse a mancare il contributo in conto interessi da parte del Comune per fatto indipendente dalla volontà e dai requisiti della parte mutuataria. 5

6 Art. 8 Presentazione delle domande per richiesta contributo I richiedenti, entro la data stabilita dalla Giunta Comunale nel corso dell anno precedente, dovranno presentare domanda, da inviare per conoscenza anche al Sindaco del Comune di Imola, direttamente agli istituti di credito convenzionati indicando, in forma di autocertificazione, le generalità, il recapito e dichiarando contestualmente per se stessi e per i componenti del proprio nucleo familiare il possesso dei requisiti richiesti dall art. 3. L Istituto di Credito successivamente invierà al Comune di Imola la copia delle domande ricevute per il preventivo parere di competenza Art. 9 Perdita dei benefici Il mancato rispetto da parte del mutuatario delle condizioni previste dal presente regolamento determinerà la perdita di tutti i benefici usufruiti e da usufruire in relazione al finanziamento ricevuto, ed in particolare: -cessazione del pagamento, da parte del Comune di Imola, della quota corrispondente al contributo annuale sul tasso di interesse globale; -diritto del Comune di Imola di ottenere dal mutuatario il rimborso per le quote di contributo già versate per il titolo di cui sopra; -facoltà della Banca, da inserire eventualmente nel contratto di mutuo, di pretendere il pagamento della differenza fra il tasso di interesse concesso e quello previsto per le operazioni di normale finanziamento da parte della banca a decorrere dal momento in cui il Comune di Imola cesserà il pagamento del contributo in conto interessi. Art. 10 Rinuncia Nel caso di rinuncia a seguito di domanda ammessa in graduatoria o mancato rispetto delle condizioni per il perfezionamento dell ammissione a contributo, l agevolazione potrà essere concessa al primo nucleo avente diritto inserita in graduatoria qualora sussistano ancora le condizioni previste dal presente regolamento. 6

Regolamento per l assegnazione di finanziamenti agevolati per l abitazione

Regolamento per l assegnazione di finanziamenti agevolati per l abitazione Allegato alla delibera n. del Comune di Solarolo Provincia di Ravenna Regolamento per l assegnazione di finanziamenti agevolati per l abitazione Art. 1 OGGETTO Al fine di agevolare i nuclei familiari ed

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L ACCESSO ALLA PRIMA CASA IN PROPRIETA ANNO 2006

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L ACCESSO ALLA PRIMA CASA IN PROPRIETA ANNO 2006 ALLEGATO A COMUNE DI LUGO (Provincia di Ravenna) Servizio Assistenza e Politiche Sociali REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L ACCESSO ALLA PRIMA CASA IN PROPRIETA ANNO 2006 Giugno 2006 COMUNE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI, IN CONTO INTERESSI SU MUTUI PER ACQUISTO, COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE DELLA PRIMA CASA DI ABITAZIONE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI, IN CONTO INTERESSI SU MUTUI PER ACQUISTO, COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE DELLA PRIMA CASA DI ABITAZIONE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI, IN CONTO INTERESSI SU MUTUI PER ACQUISTO, COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE DELLA PRIMA CASA DI ABITAZIONE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento

Dettagli

ART. 1 ART. 2. Le operazioni di finanziamento verranno perfezionate alle seguenti condizioni:

ART. 1 ART. 2. Le operazioni di finanziamento verranno perfezionate alle seguenti condizioni: CONVENZIONE TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PONZANO VENETO E GLI ISTITUTI DI CREDITO RIGUARDANTE LE MODALITA RELATIVE ALLA CONCESSIONE ED EROGAZIONE DI CONTRIBUTI SU MUTUI PER L ACQUISTO, LA COSTRUZIONE

Dettagli

Sì, i familiari superstiti sono equiparati in tutto e per tutto agli iscritti.

Sì, i familiari superstiti sono equiparati in tutto e per tutto agli iscritti. I MUTUI ENPAM DOMANDE E RISPOSTE 1. A chi può essere concesso il mutuo? A tutti gli iscritti che hanno almeno 3 anni consecutivi di anzianità d iscrizione e di contribuzione effettiva e sono in regola

Dettagli

COMUNE DI BAGNARA DI ROMAGNA Provincia di Ravenna

COMUNE DI BAGNARA DI ROMAGNA Provincia di Ravenna COMUNE DI BAGNARA DI ROMAGNA Provincia di Ravenna REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ACCENSIONE DI MUTUI PER L ACQUISTO, LA COSTRUZIONE O IL RECUPERO DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE IN TERRITORIO

Dettagli

AVVISO PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI

AVVISO PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI AVVISO PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI 1. Definizioni Prima casa ammessa a contributo. Si intende l abitazione che usufruisce delle agevolazioni

Dettagli

Comune di Sarsina. Provincia di Forlì-Cesena

Comune di Sarsina. Provincia di Forlì-Cesena Comune di Sarsina Provincia di Forlì-Cesena REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI COMUNALI FINALIZZATI ALL ACQUISTO, COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE DELLA PRIMA CASA DI ABITAZIONE Approvato con deliberazione

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE DI MUTUI AGEVOLATI FINALIZZATI ALL ACQUISIZIONE DELLA PRIMA CASA A FUSIGNANO

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE DI MUTUI AGEVOLATI FINALIZZATI ALL ACQUISIZIONE DELLA PRIMA CASA A FUSIGNANO DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE DI MUTUI AGEVOLATI FINALIZZATI ALL ACQUISIZIONE DELLA PRIMA CASA A FUSIGNANO Art. 1 - Premessa Il Comune di Fusignano, pone in essere azioni finalizzate a favorire l incremento

Dettagli

PROVINCIA DI PORDENONE Largo S.Giorgio 12

PROVINCIA DI PORDENONE Largo S.Giorgio 12 PROVINCIA DI PORDENONE Largo S.Giorgio 12 2 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI UNA TANTUM A SOSTEGNO DEGLI ONERI DERIVANTI DAI CONTRATTI DI MUTUO, ACCESI IN DATA ANTERIORE AL 26 FEBBRAIO 2009 E NON

Dettagli

CITTA DI VIGEVANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI SU MUTUI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DI GIOVANI FAMIGLIE

CITTA DI VIGEVANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI SU MUTUI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DI GIOVANI FAMIGLIE CITTA DI VIGEVANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI SU MUTUI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DI GIOVANI FAMIGLIE Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale in data 19/12/2001

Dettagli

COMUNE DI S.AGATA SUL SANTERNO (Provincia di Ravenna)

COMUNE DI S.AGATA SUL SANTERNO (Provincia di Ravenna) COMUNE DI S.AGATA SUL SANTERNO (Provincia di Ravenna) REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER L ABITAZIONE TESTO COORDINATO Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 64 del

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A PERSONE FISICHE FINALIZZATI ALL'ACQUISTO, ALLA COSTRUZIONE O AL RECUPERO DELLA PRIMA ABITAZIONE.

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A PERSONE FISICHE FINALIZZATI ALL'ACQUISTO, ALLA COSTRUZIONE O AL RECUPERO DELLA PRIMA ABITAZIONE. REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A PERSONE FISICHE FINALIZZATI ALL'ACQUISTO, ALLA COSTRUZIONE O AL RECUPERO DELLA PRIMA ABITAZIONE. Approvato con deliberazione consiliare n.68/28.11.2007 Art.

Dettagli

AVVISO PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI

AVVISO PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI AVVISO PER L EROGAZIONE DI MUTUI IN FAVORE DI GIOVANI COPPIE CON CONTRIBUTO IN CONTO INTERESSI (Delibera Giunta Regione Lombardia 18 aprile 2012 n. IX/3301) 1. Definizioni Prima casa ammessa a contributo.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI SU MUTUI AGEVOLATI PER ACQUISTO, COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE DELLA PRIMA CASA

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI SU MUTUI AGEVOLATI PER ACQUISTO, COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE DELLA PRIMA CASA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI SU MUTUI AGEVOLATI PER ACQUISTO, COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE DELLA PRIMA CASA (Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 25 del 29/03/2003) In vigore

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO. l sottoscritt nat a il residente a Prov. Via n.

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO. l sottoscritt nat a il residente a Prov. Via n. Marca da da bollo bollo 14,62 DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO l sottoscritt nat a il residente a Prov. Via n. CHIEDE l assegnazione di un alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica adeguato al proprio

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 56 DEL 28-11-1986 REGIONE VALLE D'AOSTA. Norme per la concessione di finanziamenti agevolati a favore delle cooperative edilizie.

LEGGE REGIONALE N. 56 DEL 28-11-1986 REGIONE VALLE D'AOSTA. Norme per la concessione di finanziamenti agevolati a favore delle cooperative edilizie. Legge 1986056 Pagina 1 di 12 LEGGE REGIONALE N. 56 DEL 28-11-1986 REGIONE VALLE D'AOSTA Norme per la concessione di finanziamenti agevolati a favore delle cooperative edilizie. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 28 DEL 14 LUGLIO 2008

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 28 DEL 14 LUGLIO 2008 Bando per l assegnazione di contributi in c/interessi per l acquisto e il recupero della prima casa di abitazione da parte di cittadini residenti nella Regione Campania 1. Finalità e durata dell intervento

Dettagli

CODICE DI CONDOTTA EUROPEO PER I MUTUI CASA

CODICE DI CONDOTTA EUROPEO PER I MUTUI CASA CODICE DI CONDOTTA EUROPEO PER I MUTUI CASA CODICE DI CONDOTTA VOLONTARIO PER I MUTUI DESTINATI ALL ACQUISTO O ALLA TRASFORMAZIONE DI IMMOBILI RESIDENZIALI ( MUTUI CASA ) Questo documento costituisce un

Dettagli

Città di Minerbio Provincia di Bologna

Città di Minerbio Provincia di Bologna Città di Minerbio Provincia di Bologna Prot. 580/01 GRADUATORIA APERTA PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (ERP) AVVISO PUBBLICO (L.R. 8/8/001 n. Regolamento Comunale ERP approvato

Dettagli

CRITERI, PARAMETRI E MODALITA DI ACCESSO AL CONTRIBUTO REGIONALE PREVISTO DALL ART. 4, COMMA 5, L.R. N. 10/03

CRITERI, PARAMETRI E MODALITA DI ACCESSO AL CONTRIBUTO REGIONALE PREVISTO DALL ART. 4, COMMA 5, L.R. N. 10/03 Allegato al D.A.n 1571 del 14/06/2004 CRITERI, PARAMETRI E MODALITA DI ACCESSO AL CONTRIBUTO REGIONALE PREVISTO DALL ART. 4, COMMA 5, L.R. N. 10/03 OBIETTIVI La Regione riconosce e promuove quale soggetto

Dettagli

Città di Roncade Provincia di Treviso

Città di Roncade Provincia di Treviso Città di Roncade Provincia di Treviso REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI SU MUTUI PER ACQUISTO, COSTRUZIONE, RISTRUTTURAZIONE DELLA PRIMA CASA Approvato con Delibera di Consiglio Comunale

Dettagli

Sono ammissibili al finanziamento le seguenti tipologie di intervento: 2.1 ) Interventi finalizzati all acquisizione della prima casa.

Sono ammissibili al finanziamento le seguenti tipologie di intervento: 2.1 ) Interventi finalizzati all acquisizione della prima casa. DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE DI MUTUI AGEVOLATI FINALIZZATI ALL ACQUISIZIONE DELLA PRIMA CASA, AL RECUPERO ED ALLA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL PATRIMONIO EDILIZIO DEL COMUNE DI FUSIGNANO ED ALL

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001 e succ. mod. ed int.) CHIEDE

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001 e succ. mod. ed int.) CHIEDE (BOLLO) PROT. Al Comune di COMACCHIO DOMANDA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001 e succ. mod. ed int.) La/Il sottoscritta/o CHIEDE DI PARTECIPARE AL CONCORSO

Dettagli

(ALLEGATO 2) PROGRAMMA REGIONALE DI SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE. Bando

(ALLEGATO 2) PROGRAMMA REGIONALE DI SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE. Bando (ALLEGATO 2) PROGRAMMA REGIONALE DI SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE Bando per il sostegno delle famiglie in difficoltà con il pagamento delle rate di mutuo contratto per l acquisto, la costruzione o il recupero

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SOSTEGNO DEI CITTADINI IN EMERGENZA ABITATIVA

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SOSTEGNO DEI CITTADINI IN EMERGENZA ABITATIVA REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SOSTEGNO DEI CITTADINI IN EMERGENZA ABITATIVA Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 4/42585/13 del 24 giugno 2013 ART. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente regolamento

Dettagli

Disciplina per la concessione di mutui ipotecari al personale dipendente

Disciplina per la concessione di mutui ipotecari al personale dipendente Disciplina per la concessione di mutui ipotecari al personale dipendente ART. 1 - BENEFICIARI I mutui ipotecari sono concessi in favore dei: a) dipendenti assunti a tempo indeterminato con qualsiasi tipologia

Dettagli

C O M U N E D I C A M P O B A S S O AREA N. 6 Settore Servizi Sociali

C O M U N E D I C A M P O B A S S O AREA N. 6 Settore Servizi Sociali C O M U N E D I C A M P O B A S S O AREA N. 6 Settore Servizi Sociali Bando di concorso speciale per la formazione della graduatoria per l assegnazione in locazione semplice di n. 0 alloggi di Edilizia

Dettagli

COMUNE DI ALEZIO (Le)

COMUNE DI ALEZIO (Le) COMUNE DI ALEZIO (Le) Via S. Pancrazio - Tel. 0833/ 281020 - Fax 0833/ 282340 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE SEMPLICE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA CHE SI RENDERANNO DISPONIBILI

Dettagli

Piano Base. CAP di Tasso. Multiopzione Piano Bilanciato Rientro Libero

Piano Base. CAP di Tasso. Multiopzione Piano Bilanciato Rientro Libero Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS VARIABILE Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Piano Bilanciato Rientro Libero Scheda informativa ad esclusivo uso interno

Dettagli

MUTUO AGEVOLATO CON CONTRIBUTO ARTIGIANCASSA

MUTUO AGEVOLATO CON CONTRIBUTO ARTIGIANCASSA FOGLIO INFORMATIVO MUTUO AGEVOLATO CON CONTRIBUTO ARTIGIANCASSA Sezione I - Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DEGLI ULIVI - TERRA DI BARI - Società

Dettagli

Capo I Principi generali e definizioni

Capo I Principi generali e definizioni Approvato con Delibera di C.C. n. 8 del 29/03/2011 REGOLAMENTO COMUNALE PER SOSTEGNI ALLE FAMIGLIE CON LA CONCESSIONE DI: - BONUS BEBE CORRELATI ALLE NASCITE ED ALLE ADOZIONI DI MINORI - BONUS LIBRI A

Dettagli

Normativa condizioni finanziarie (accordo 30 novembre 2007)

Normativa condizioni finanziarie (accordo 30 novembre 2007) CONTO CORRENTE PERSONALE BANCA Normativa condizioni finanziarie (accordo 30 novembre 2007) Tasso creditore BCE 0,50 Norme generali: - è intestato al dipendente o al pensionato; - può essere cointestato

Dettagli

CRITERI ATTUATIVI CAPO I GIOVANI COPPIE E NUBENDI

CRITERI ATTUATIVI CAPO I GIOVANI COPPIE E NUBENDI Allegato parte integrante Allegato A CRITERI ATTUATIVI dell articolo 54 della legge provinciale n. 1 del 22 aprile 2014 concernente disposizioni attuative in materia di edilizia abitativa agevolata per

Dettagli

MUTUI IPOTECARI. Regolamento dei mutui

MUTUI IPOTECARI. Regolamento dei mutui MUTUI IPOTECARI Regolamento dei mutui Avviso a decorrere dalla rata con scadenza 30 giugno 2005 i tassi d'interesse (3,20% fisso - 2,90% variabile) previsti dal nuovo Regolamento in vigore dal 1/01/2005

Dettagli

PER CONTO DEL COMUNE DI ROLO AVVISO PUBBLICO

PER CONTO DEL COMUNE DI ROLO AVVISO PUBBLICO PER CONTO DEL COMUNE DI ROLO AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA E DEGLI ALLOGGI AD ESSI ASSIMILATI AI SENSI DELLA L.R.N.24/2001

Dettagli

BG REGOLAMENTO MUTUI FONDIARI, PRESTITI PERSONALI E FIDI Capitolo 1 Mutui Fondiari

BG REGOLAMENTO MUTUI FONDIARI, PRESTITI PERSONALI E FIDI Capitolo 1 Mutui Fondiari BG REGOLAMENTO MUTUI FONDIARI, PRESTITI PERSONALI E FIDI Capitolo 1 Mutui Fondiari ART.1 Nei termini previsti dall art. 7 degli accordi a latere del CIA del Gruppo Banca Generali d.d. 10 giugno 2010 che

Dettagli

1. DEFINIZIONE DI PRIMA CASA AMMESSA A CONTRIBUTO

1. DEFINIZIONE DI PRIMA CASA AMMESSA A CONTRIBUTO ALL. 1 D.G.R... 1. DEFINIZIONE DI PRIMA CASA AMMESSA A CONTRIBUTO Per prima casa si intende l abitazione che usufruisce delle agevolazioni fiscali previste per tale tipologia Tipologie di prima casa ammesse

Dettagli

INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO

INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO MUTUO PRIMA CASA Legge Regione Valle d Aosta 28 dicembre 1984, n. 76 Regolamento regionale 26 maggio 2009, n. 2 Nuove disposizioni per la concessione di mutui ad interesse agevolato a favore di persone

Dettagli

COMUNE DI SAN MARTINO IN RIO

COMUNE DI SAN MARTINO IN RIO COMUNE DI SAN MARTINO IN RIO AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA E DEGLI ALLOGGI AD ESSI ASSIMILATI AI SENSI DELLA L.R.N.24/2001

Dettagli

REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE AL CONCORSO

REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE AL CONCORSO Allegato A PER CONTO DEL COMUNE DI FABBRICO AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA GENERALE APERTA PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA E DEGLI ALLOGGI AD ESSI ASSIMILATI

Dettagli

Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Rientro Libero. Piano Bilanciato

Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Rientro Libero. Piano Bilanciato Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS VARIABILE Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Rientro Libero Piano Bilanciato Scheda informativa ad esclusivo uso interno

Dettagli

Comune di Atzara Provincia di Nuoro servizi.sociali@comune.atzara.nu.it Via Vittorio Emanuele 37-08030 0784/65205 - fax 0784/65380 - P.I.

Comune di Atzara Provincia di Nuoro servizi.sociali@comune.atzara.nu.it Via Vittorio Emanuele 37-08030 0784/65205 - fax 0784/65380 - P.I. Comune di Atzara Provincia di Nuoro servizi.sociali@comune.atzara.nu.it Via Vittorio Emanuele 37-08030 0784/65205 - fax 0784/65380 - P.I.00162890917 UFFICIO SERVIZI SOCIALI Prot. 3084 ATZARA, lì 15.06.2015

Dettagli

TESTO COORDINATO SENZA VALORE LEGALE

TESTO COORDINATO SENZA VALORE LEGALE Regolamento di esecuzione della legge regionale 7 marzo 2003 n. 6 (Riordino degli interventi regionali in materia di edilizia residenziale pubblica) concernente i criteri e le modalità per la concessione

Dettagli

Documento n. 278/001. Fondo di solidarietà per i mutui per l acquisto della prima casa - sospensione delle rate dei mutui.

Documento n. 278/001. Fondo di solidarietà per i mutui per l acquisto della prima casa - sospensione delle rate dei mutui. Documento n. 278/001. Fondo di solidarietà per i mutui per l acquisto della prima casa - sospensione delle rate dei mutui. Fondo di solidarietà per i mutui per l acquisto della prima casa ai sensi dell

Dettagli

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO 9 INTERVENTO DI RECUPERO FINALIZZATO ALL ABITAZIONE DEL RICHIEDENTE

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO 9 INTERVENTO DI RECUPERO FINALIZZATO ALL ABITAZIONE DEL RICHIEDENTE REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO 9 Mod. C Lavori pubblici, edilizia residenziale, politica della casa, autorità di bacino U.O.A. Politica della Casa, Edilizia Residenziale Pubblica, Riqualificazione e Recupero

Dettagli

LE PRESTAZIONI CREDITIZIE

LE PRESTAZIONI CREDITIZIE LE PRESTAZIONI CREDITIZIE INPDAP informa LE PRESTAZIONI CREDITIZIE Piccoli prestiti Prestiti pluriennali diretti Prestiti pluriennali garantiti Mutui ipotecari 1 Il Fondo per la gestione unitaria delle

Dettagli

AREA TECNICA E TECNICO MANUTENTIVA - Settore LL.PP. tel / fax: 0761 873844 e-mail: ufficiollpp@comune.marta.vt.it BANDO DI CONCORSO

AREA TECNICA E TECNICO MANUTENTIVA - Settore LL.PP. tel / fax: 0761 873844 e-mail: ufficiollpp@comune.marta.vt.it BANDO DI CONCORSO COMUNE DI MARTA Provincia di Viterbo Piazza Umberto I, 1 01010 Marta Partita IVA: 00215230566 tel: 0761 87381 fax: 0761 873828 www.comune.marta.vt.it pec: comunemartavt@pec.it AREA TECNICA E TECNICO MANUTENTIVA

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO E.R.P. (Legge Regionale 8 agosto 2001, n.24)

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO E.R.P. (Legge Regionale 8 agosto 2001, n.24) C.S.C.S. 85/2001 TRIS AGG. 04/11/2002 Codice ISTAT: 35040 RISERVATO ALL UFFICIO Prot n... Data.. Nucleo familiare n COMUNE DI SCANDIANO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Marca da bollo 14,62 DOMANDA DI ASSEGNAZIONE

Dettagli

Piano Base. Multiopzione Piano Bilanciato. Scheda informativa ad esclusivo uso interno dell Intermediario. Da non divulgare/consegnare alla Clientela.

Piano Base. Multiopzione Piano Bilanciato. Scheda informativa ad esclusivo uso interno dell Intermediario. Da non divulgare/consegnare alla Clientela. Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS FISSO Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base Multiopzione Piano Bilanciato Scheda informativa ad esclusivo uso interno dell Intermediario. Da non divulgare/consegnare

Dettagli

Periodico informativo n. 47/2012

Periodico informativo n. 47/2012 Periodico informativo n. 47/2012 Il Fondo di solidarietà per i mutui per l acquisto della prima casa Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza

Dettagli

PER L ALIENAZIONE LOTTI P.U.A. COMUNALE RESIDENZIALE DI VIA SORIO IN FRAZIONE CADEGLIOPPI

PER L ALIENAZIONE LOTTI P.U.A. COMUNALE RESIDENZIALE DI VIA SORIO IN FRAZIONE CADEGLIOPPI Comune di Oppeano Provincia di Verona REGOLAMENTO PER L ALIENAZIONE LOTTI P.U.A. COMUNALE RESIDENZIALE DI VIA SORIO IN FRAZIONE CADEGLIOPPI ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento disciplina

Dettagli

COMUNE DI TORRE PELLICE -------------- PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI TORRE PELLICE -------------- PROVINCIA DI TORINO APPROVATO CON C.C. 77 DEL 22.12.2010 COMUNE DI TORRE PELLICE -------------- PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA IN EMERGENZA ABITATIVA E PER

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO Fondo di Solidarietà per i mutui per l acquisto della prima casa L. 244/2007 Dm 132/2010 - DM n. 37/2013

DOCUMENTO INFORMATIVO Fondo di Solidarietà per i mutui per l acquisto della prima casa L. 244/2007 Dm 132/2010 - DM n. 37/2013 Data release 10/02/2015 N release 0002 Pagina 1 di 8 Il Fondo di solidarietà per i mutui per l acquisto della prima casa è stato istituito con la Legge n. 244/2007 (Legge Finanziaria 2008), nel giugno

Dettagli

COMUNE DI TALAMELLO Provincia di Pesaro e Urbino CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L ACQUISTO DI ALLOGGI RESIDENZIALI IN AREA PEEP

COMUNE DI TALAMELLO Provincia di Pesaro e Urbino CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L ACQUISTO DI ALLOGGI RESIDENZIALI IN AREA PEEP COMUNE DI TALAMELLO Provincia di Pesaro e Urbino ALLEGATO A CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE PER L ACQUISTO DI ALLOGGI RESIDENZIALI IN AREA PEEP AVVISO PUBBLICO IL S I N D A C O RENDE NOTO :

Dettagli

Definizioni. Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza dei Medici e degli Odontoiatri,

Definizioni. Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza dei Medici e degli Odontoiatri, REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEI MUTUI IPOTECARI AGLI ISCRITTI DELLA FONDAZIONE E.N.P.A.M. (come approvato con delibera n 45/2015 del Consiglio di Amministrazione nella seduta del 28 Maggio 2015) Definizioni

Dettagli

Regolamento per l assegnazione di finanziamenti finalizzati all acquisto della abitazione da parte di giovani cittadini residenti nei comuni della

Regolamento per l assegnazione di finanziamenti finalizzati all acquisto della abitazione da parte di giovani cittadini residenti nei comuni della Regolamento per l assegnazione di finanziamenti finalizzati all acquisto della abitazione da parte di giovani cittadini residenti nei comuni della provincia di Cremona Approvato con D.C.P. n. 165 del 17.12.2008

Dettagli

A) DOVE E COME PRESENTARE DOMANDA

A) DOVE E COME PRESENTARE DOMANDA A) DOVE E COME PRESENTARE DOMANDA 1. Quesito: Dove è possibile presentare la Risposta: Presso i CAAF convenzionati con la Regione Lombardia indicati nella D.G.R. n. VIII/5294 del 2 agosto 2007 pubblicata

Dettagli

CITTA DI CASTENASO Provincia di Bologna

CITTA DI CASTENASO Provincia di Bologna CITTA DI CASTENASO Provincia di Bologna Area Servizi alla Persona Servizi Sociali Informativa ai sensi dell art. del D.Lgs. 0 giugno 00, n. 96 Codice in materia di protezione dei dati personali. Il Codice

Dettagli

ALLEGATO A Dgr n. 3189 del 28/10/2008 pag. 1/10

ALLEGATO A Dgr n. 3189 del 28/10/2008 pag. 1/10 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATO A Dgr n. 3189 del 28/10/2008 pag. 1/10 BANDO DI CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI O DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLA POLITICA DELLA CASA. LEGGE REGIONALE

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 82 DEL 16-09-1982 REGIONE ABRUZZO

LEGGE REGIONALE N. 82 DEL 16-09-1982 REGIONE ABRUZZO Legge 1982082 Pagina 1 di 11 LEGGE REGIONALE N. 82 DEL 16-09-1982 REGIONE ABRUZZO Provvidenze regionali per l' edilizia abitativa: agevolazioni finanziarie a cooperative edilizie per la costruzione di

Dettagli

PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI A CANONE CONTENUTO

PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI A CANONE CONTENUTO Comune di Imola Provincia di Bologna Via Mazzini n. 0026 Imola Tel. 052-602111-Fax 602289. REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI A CANONE CONTENUTO Approvato con delibera C.C. n. 160 del 18.07.2005,

Dettagli

REGOLE IN MATERIA DI FINANZIAMENTI PERSONALI AGEVOLATI DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO

REGOLE IN MATERIA DI FINANZIAMENTI PERSONALI AGEVOLATI DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO REGOLE IN MATERIA DI FINANZIAMENTI PERSONALI AGEVOLATI DEL GRUPPO INTESA SANPAOLO Emittente: Direzione Centrale Risorse Umane Destinatari: Gruppo Intesa Sanpaolo Società Italia Percorso: ARCO Regole Gestione

Dettagli

COMUNE DI GAGGIO MONTANO (Provincia di Bologna) Piazza Arnaldo Brasa, n. 1 40041 GAGGIO MONTANO

COMUNE DI GAGGIO MONTANO (Provincia di Bologna) Piazza Arnaldo Brasa, n. 1 40041 GAGGIO MONTANO COMUNE DI GAGGIO MONTANO (Provincia di Bologna) Piazza Arnaldo Brasa, n. 1 40041 GAGGIO MONTANO BANDO DI CONCORSO GENERALE PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE SEMPLICE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE

Dettagli

REGOLAMENTO MISURE PER L EMERGENZA ABITATIVA. Art. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE

REGOLAMENTO MISURE PER L EMERGENZA ABITATIVA. Art. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE REGOLAMENTO MISURE PER L EMERGENZA ABITATIVA Art. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE Il presente regolamento intende: - riordinare in modo organico i criteri per individuare i soggetti aventi titolo a fruire dei

Dettagli

TITOLO I CONDIZIONI E LIMITI PER LA CONCESSIONE DEL MUTUO

TITOLO I CONDIZIONI E LIMITI PER LA CONCESSIONE DEL MUTUO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI MUTUI IPOTECARI AI DIPENDENTI ISCRITTI ALLA GESTIONE UNITARIA DEL CREDITO E DELLE ATTIVITA' SOCIALI DELL'INPDAP (art. 1 comma 245, della Legge n. 662/96; D.M. n. 463 del

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 210 Seduta del 31/05/2013

DELIBERAZIONE N X / 210 Seduta del 31/05/2013 DELIBERAZIONE N X / 210 Seduta del 31/05/2013 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI (D.LGS 385 DEL 01/09/1993 e successivi aggiornamenti) INFORMAZIONI SULLA BANCA

NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI (D.LGS 385 DEL 01/09/1993 e successivi aggiornamenti) INFORMAZIONI SULLA BANCA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI (D.LGS 385 DEL 01/09/1993 e successivi aggiornamenti) INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI RAVENNA S.p.A. GRUPPO BANCARIO CASSA

Dettagli

3. DISCIPLINA PER L APPLICAZIONE DEL SISTEMA ESPERTO ICEF

3. DISCIPLINA PER L APPLICAZIONE DEL SISTEMA ESPERTO ICEF 3. DISCIPLINA PER L APPLICAZIONE DEL SISTEMA ESPERTO ICEF Le borse di studio ed i prestiti d onore del Fondo giovani sono concessi a soggetti la cui condizione economica familiare rientra nei limiti stabiliti

Dettagli

Allegalo Allegato alla deliberazione del CD. n. 5705/1997 doc. gen. n.1176-30 maggio 1997

Allegalo Allegato alla deliberazione del CD. n. 5705/1997 doc. gen. n.1176-30 maggio 1997 Allegalo Allegato alla deliberazione del CD. n. 5705/1997 doc. gen. n.1176-30 maggio 1997 Provvedimento per la concessione di prestiti ai dipendenti dell istituto Nazionale di Fisica Nucleare (art. 59

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE ISEE INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE

REGOLAMENTO COMUNALE ISEE INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE REGOLAMENTO COMUNALE ISEE INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 108 del 29.11.2001 ARTICOLO 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1. La valutazione

Dettagli

Piano Base. Multiopzione. Piano Bilanciato

Piano Base. Multiopzione. Piano Bilanciato Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS FISSO Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base Multiopzione Piano Bilanciato Scheda informativa ad esclusivo uso interno dell Intermediario. Da non divulgare/consegnare

Dettagli

AVVERTENZA I dati relativi alle prestazioni sono soggetti ad aggiornamenti periodici

AVVERTENZA I dati relativi alle prestazioni sono soggetti ad aggiornamenti periodici Edizione 2012 AVVERTENZA I dati relativi alle prestazioni sono soggetti ad aggiornamenti periodici Prima di presentare domanda verificare le condizioni vigenti su www.inpdap.gov.it o presso gli Urp di

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI MUTUI DESTINATI ALL ACQUISTO ED AL RECUPERO DI IMMOBILI UBICATI NEL CENTRO STORICO DEL COMUNE DI GANGI.

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI MUTUI DESTINATI ALL ACQUISTO ED AL RECUPERO DI IMMOBILI UBICATI NEL CENTRO STORICO DEL COMUNE DI GANGI. 1 COMUNE DI GANGI Provincia di Palermo REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI MUTUI DESTINATI ALL ACQUISTO ED AL RECUPERO DI IMMOBILI UBICATI NEL CENTRO STORICO DEL COMUNE DI GANGI. Approvato con delibera del

Dettagli

Allegato 2. Appendice

Allegato 2. Appendice Allegato 2 Appendice Le informazioni riportate di seguito sono riferite alla normativa vigente in materia di ISEE (decreto legislativo n. 109/1998 e successive modifiche). 1. Documenti necessari per ISEE

Dettagli

REGOLAMENTo PER L EROGAZIONE 1)1 PRESTITI - ART.59 DPR 16.10.1979 N.509 come modificati dall art.28 I)PR 346/83 e dall art.

REGOLAMENTo PER L EROGAZIONE 1)1 PRESTITI - ART.59 DPR 16.10.1979 N.509 come modificati dall art.28 I)PR 346/83 e dall art. REGOLAMENTo PER L EROGAZIONE 1)1 PRESTITI - ART.59 DPR 16.10.1979 N.509 come modificati dall art.28 I)PR 346/83 e dall art.24 DPR 171/91 ART. I 11 Direttore Generale è autorizzato a disporre in favore

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. ANNO 2014.

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. ANNO 2014. ALLEGATO C COMUNE DI MONTEGROTTO TERME Servizio PATRIMONIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. ANNO 2014. COSA SONO GLI ALLOGGI ERP: Gli alloggi di edilizia residenziale

Dettagli

MUTUO IPOTECARIO E FONDIARIO PRIMA CASA destinato all acquisto di abitazione principale (Tasso Indicizzato)

MUTUO IPOTECARIO E FONDIARIO PRIMA CASA destinato all acquisto di abitazione principale (Tasso Indicizzato) FOGLIO INFORMATIVO MUTUO IPOTECARIO E FONDIARIO PRIMA CASA destinato all acquisto di abitazione principale (Tasso Indicizzato) Sezione I - Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA

Dettagli

DOMANDA DI CONTRIBUTO PER I CANONI DI LOCAZIONE ANNO 2015

DOMANDA DI CONTRIBUTO PER I CANONI DI LOCAZIONE ANNO 2015 DOMANDA DI CONTRIBUTO PER I CANONI DI LOCAZIONE ANNO 2015 Al Comune di Isola del Giglio Ufficio Segreteria Via V. Emanuele, 2 58012 Isola del Giglio (GR) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI

Dettagli

COMUNE DI CUPRAMONTANA - Città del Verdicchio

COMUNE DI CUPRAMONTANA - Città del Verdicchio COMUNE DI CUPRAMONTANA - Città del Verdicchio Tel. 0731 786811 Fax 0731 786860 6003 Provincia di Ancona E-mail comune.cupramontana@provincia.ancona.it P.I. 00083907 PROTOCOLLO COMUNALE Bollo 1,6 Riservato

Dettagli

COMUNE DI PORRETTA TERME (Provincia di Bologna)

COMUNE DI PORRETTA TERME (Provincia di Bologna) 1 COMUNE DI PORRETTA TERME (Provincia di Bologna) REGOLAMENTO CONCERNENTE I CRITERI DI ACCESSO AGLI INTERVENTI ASSISTENZIALI DI NATURA ECONOMICA A FAVORE DI PERSONE IN SITUAZIONE DI INDIGENZA Approvato

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) , INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 107-00186 Roma Telefono: 06.68976.1 Fax: 06.68300129 Sito internet: www.bancafucino.it E-mail: info@bancafucino.net Codice

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE BANDO PUBBLICO IL DIRETTORE

COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE BANDO PUBBLICO IL DIRETTORE COMUNE DI FIRENZE DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE BANDO PUBBLICO IL DIRETTORE VISTA la deliberazione n. 2009/G/00513 (proposta n. 2009/00685) del 23.10.2009 con la quale la Giunta Comunale ha approvato

Dettagli

Informazioni fiscali. Crediti d'imposta e mutui ipotecari

Informazioni fiscali. Crediti d'imposta e mutui ipotecari Informazioni fiscali Crediti d'imposta e mutui ipotecari » CREDITO D'IMPOSTA Chi vende l'immobile per il quale ha usufruito dei benefici previsti per la "prima casa", la normativa vigente prevede un credito

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI MUTUI IPOTECARI

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI MUTUI IPOTECARI ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI MUTUI IPOTECARI AGLI ISCRITTI ALLA GESTIONE UNITARIA DELLE PRESTAZIONI CREDITIZIE E SOCIALI

Dettagli

RIGO E7 INTERESSI PER MUTUI IPOTECARI PER ACQUISTO ABITAZIONE PRINCIPALE

RIGO E7 INTERESSI PER MUTUI IPOTECARI PER ACQUISTO ABITAZIONE PRINCIPALE RIGO E7 INTERESSI PER MUTUI IPOTECARI PER ACQUISTO ABITAZIONE PRINCIPALE Vanno indicati gli importi degli interessi passivi, gli oneri e le quote di rivalutazione pagati nel periodo d imposta in dipendenza

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE TRA ISTITUTO REGIONALE PER LE VILLE VENETE E ISTITUTI BANCARI PER LA GESTIONE DI FORME DI FINANZIAMENTO

SCHEMA DI CONVENZIONE TRA ISTITUTO REGIONALE PER LE VILLE VENETE E ISTITUTI BANCARI PER LA GESTIONE DI FORME DI FINANZIAMENTO SCHEMA DI CONVENZIONE TRA ISTITUTO REGIONALE PER LE VILLE VENETE E ISTITUTI BANCARI PER LA GESTIONE DI FORME DI FINANZIAMENTO TRA l Istituto Regionale per le Ville Venete (IRVV) rappresentato dal Direttore

Dettagli

COMUNE DI GRUMENTO NOVA

COMUNE DI GRUMENTO NOVA COMUNE DI GRUMENTO NOVA ( Prov. Potenza ) UFFICIO TECNICO COMUNALE Prot. 3875 del 23/06/2015 IL RESPONSABILE DELL AREA TECNICA In esecuzione della delibera della Giunta Comunale n 63 del 17/06/2015 Rende

Dettagli

COMUNE DI ROBASSOMERO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A TITOLO DI PRESTITO D ONORE

COMUNE DI ROBASSOMERO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A TITOLO DI PRESTITO D ONORE COMUNE DI ROBASSOMERO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A TITOLO DI PRESTITO D ONORE Adottato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 40 del /29.11.2013 INDICE GENERALE

Dettagli

Il/la sottoscritto/a nato/a a (Prov. ) il e residente a Via n. CAP codice fiscale telefono fax e-mail.

Il/la sottoscritto/a nato/a a (Prov. ) il e residente a Via n. CAP codice fiscale telefono fax e-mail. Domanda di concessione del beneficio di sospensione del pagamento delle rate di mutuo immobiliare comprensive di capitale e interessi stipulato per l'acquisto e/o per la ristrutturazione dell'abitazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI MUTUI IPOTECARI AGLI ISCRITTI ALLA GESTIONE UNITARIA DEL CREDITO E DELLE ATTIVITA' SOCIALI DELL'INPDAP

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI MUTUI IPOTECARI AGLI ISCRITTI ALLA GESTIONE UNITARIA DEL CREDITO E DELLE ATTIVITA' SOCIALI DELL'INPDAP REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI MUTUI IPOTECARI AGLI ISCRITTI ALLA GESTIONE UNITARIA DEL CREDITO E DELLE ATTIVITA' SOCIALI DELL'INPDAP (articolo 1, comma 245, della legge n. 662/96; d.m. 27/07/1998,

Dettagli

DOMANDA ASSEGNAZIONE ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

DOMANDA ASSEGNAZIONE ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DOMANDA ASSEGNAZIONE ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA BOLLO 14,62 Al Sindaco del Comune di Monte Colombo Il sottoscritto/a (C o g n o m e e N o m e ) nato/a a il residente in via n. codice fiscale

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI ECONOMIA AGRARIA REGOLAMENTO C NORME PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI AL PERSONALE DELL I.N.E.A.

ISTITUTO NAZIONALE DI ECONOMIA AGRARIA REGOLAMENTO C NORME PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI AL PERSONALE DELL I.N.E.A. ISTITUTO NAZIONALE DI ECONOMIA AGRARIA REGOLAMENTO C NORME PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI AL PERSONALE DELL I.N.E.A. (DPR n 509/79, art. 59, primo comma, punto 4, come modificato dal DPR n 171/91, art.

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 107-00186 Roma Telefono: 06.68976.1 Fax: 06.68300129 Sito internet: www.bancafucino.it E-mail: info@bancafucino.net Codice

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DI COMMISSARIATO E DEI SERVIZI GENERALI II REPARTO 7ª DIVISIONE ===== ooo =====

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DI COMMISSARIATO E DEI SERVIZI GENERALI II REPARTO 7ª DIVISIONE ===== ooo ===== MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DI COMMISSARIATO E DEI SERVIZI GENERALI II REPARTO 7ª DIVISIONE ===== ooo ===== CAPITOLATO TECNICO Allegato 1 Procedura ristretta per la stipula di una convenzione,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE (I.S.E.E.)

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE (I.S.E.E.) Comune di Longare REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE (I.S.E.E.) Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 4 del 09.02.2007 IL SEGRETARIO COMUNALE Sardone

Dettagli

MUTUO IPOTECARIO/FONDIARIO PER L ACQUISTO O LA COSTRUZIONE DELLA PRIMA CASA Tasso variabile

MUTUO IPOTECARIO/FONDIARIO PER L ACQUISTO O LA COSTRUZIONE DELLA PRIMA CASA Tasso variabile Foglio Informativo MUTUO IPOTECARIO/FONDIARIO PER L ACQUISTO O LA COSTRUZIONE DELLA PRIMA CASA Tasso variabile Destinatari: persone fisiche INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Leverano

Dettagli

AGENZIA PER Il DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO BANDO DI CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI FIDUCIARI - ANNO ACCADEMICO 2008/2009 - ARTICOLO 1

AGENZIA PER Il DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO BANDO DI CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI FIDUCIARI - ANNO ACCADEMICO 2008/2009 - ARTICOLO 1 AGENZIA PER Il DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO BANDO DI CONCORSO PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI FIDUCIARI - ANNO ACCADEMICO 008/009 - ARTICOLO OGGETTO DEL BANDO. Il presente bando disciplina il conferimento

Dettagli

MUTUO IPOTECARIO ORDINARIO PRIVATI A DURATA VARIABILE

MUTUO IPOTECARIO ORDINARIO PRIVATI A DURATA VARIABILE Foglio informativo redatto ai sensi della disciplina in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari IL PRESENTE FOGLIO INFORMATIVO NON EDIZIONE N. 4 COSTITUISCE OFFERTA AL

Dettagli

- ALLEGATO- DISCIPLINA DEI CRITERI PER L'ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE DI RISERVA PER LE EMERGENZE ABITATIVE

- ALLEGATO- DISCIPLINA DEI CRITERI PER L'ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE DI RISERVA PER LE EMERGENZE ABITATIVE - ALLEGATO- DISCIPLINA DEI CRITERI PER L'ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE DI RISERVA PER LE EMERGENZE ABITATIVE INDICE Premessa Titolo I - Requisiti generali per l'assegnazione di alloggi

Dettagli