Codice di condotta del Gruppo UNIQA Italia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Codice di condotta del Gruppo UNIQA Italia"

Transcript

1 Codice di condotta del Gruppo UNIQA Italia Il presente Codice di Condotta emanato da UNIQA Insurance Group ed approvato dagli organi competenti è stato tradotto dal testo originale in lingua italiana ed approvato dal Consiglio di Gestione della Capogruppo UNIQA Assicurazioni S.p.A. in data 23 dicembre 2014 per il Gruppo UNIQA Italia. Le disposizioni del presente codice di condotta, redatto da UNIQA Insurance Group AG per l'applicazione in numerosi paesi diversi, non possono comunque derogare a norme imperative di legge, le quali prevalgono sullo stesso ed alle quali si rinvia. Contatto generale Membro del Consiglio di Gestione responsabile Michele Meneghetti Telefono:(+ 39 2) Compliance officer Fabio Massimo Genova Telefono:(+ 39 2)

2 Sommario 1. Prefazione Pagina 3 2. Comportamento etico e conforme alla legge Pagina 4 Contrasto della corruzione Antiriciclaggio Informazioni / Reports Conseguenze in caso di violazioni 3. Regole di comportamento Pagina 5 Rapporti con i clienti Relazioni con partner commerciali e autorità pubbliche Relazioni con il personale 4. Donazioni e sponsorizzazioni Pagina 7 Donazioni: norme generali Donazioni e altri contributi a partiti politici Sponsorizzazioni 5. Regali e inviti Pagina 9 Accettazione di regali e inviti Concessione di regali e inviti 6. Trattamento di beni aziendali e di informazioni riservate Pagina 11 Attrezzature e beni aziendali Protezione dei dati / tutela dei segreti commerciali 7. Comportamento e concorrenza leale Pagina 12 Informazioni riservate 8. Conflitti di interesse Pagina Comunicazione Pagina Sicurezza Pagina Contatti utili Pagina 15 La terminologia utilizzata e la formulazione usata riguarderà, indiscriminatamente, sia uomini che donne. 2

3 1. Prefazione Cari collaboratori, grazie ai nostri affermati marchi UNIQA e Raiffeisen Versicherung siamo tra gli assicuratori di maggior successo nel mercato, sia in Austria che in Europa centrale e orientale. L obiettivo più importante di UNIQA è quello di fornire sicurezza ai propri clienti, supportandoli in modo concreto e ottimistico nel progettare il loro futuro. Sulla base di questo assunto abbiamo preparato il nostro codice di condotta. Esso riflette la nostra cultura aziendale e regola la nostra responsabilità nei confronti dei clienti, del personale e dei partner commerciali. Il nostro codice di condotta si applica a tutto il personale del gruppo UNIQA, incluso il Consiglio di Sorveglianza. Noi, Consiglieri di Gestione, sosteniamo il codice di condotta incondizionatamente: esso ha, per noi, la stessa valenza che per qualsiasi altro componente lo staff del nostro Gruppo. Ognuno è personalmente responsabile del proprio comportamento e delle conseguenze derivanti per il Gruppo UNIQA. In molti aspetti il nostro codice di condotta può apparire persino più dettagliato degli stessi obblighi giuridici. In questo modo costruiamo chiari e moderni standard di comportamento eticamente esemplari. Proseguiamo quindi la strada del successo, condividendo insieme i nostri valori fondamentali, anche sulla base di quanto contenuto in questo codice di condotta. Tutte le norme contenute nel presente documento sono state presentate al Consiglio di Sorveglianza dell'11 settembre 2012 e si applicano a partire dal 1 gennaio Vienna, dicembre 2012 Andreas Brandstetter CEO Chairman of the Management Board UNIQA Insurance Group Kurt Svoboda CRO Member of the Management Board UNIQA Insurance Group Milano, 23 Dicembre 2014 Michele Meneghetti Presidente del Consiglio di Gestione UNIQA Assicurazioni s.p.a. Gruppo UNIQA Italia 2. Comportamento etico e conforme alla legge 3

4 Ci prendiamo cura e lavoriamo con impegno per i nostri clienti e per i colleghi. Sappiamo interpretare i loro bisogni e li ascoltiamo. Come membri dello staff motiviamo e sosteniamo i nostri colleghi. Interpretiamo le tendenze del settore in modo proattivo ed orientato allo sviluppo di soluzioni intelligenti e innovative. Il nostro atteggiamento è onesto e chiaro sia all'interno del Gruppo che nei rapporti vis-à-vis con i terzi. Perseguiamo le nostre attività in modo affidabile perché abbiamo stima dei clienti e dei colleghi. Manteniamo le nostre promesse. Quello che ci accomuna, in qualità di collaboratori di UNIQA, è che vogliamo essere leader. Siamo di successo impegnandoci a fornire servizi migliori ai nostri clienti rispetto ai nostri concorrenti. Con questo atteggiamento facciamo del nostro meglio per i nostri clienti e per riuscire a progettare ottimisticamente il loro futuro. Ci proponiamo di raggiungere i nostri obiettivi per diventare la compagnia di assicurazioni leader nel cuore dell'europa e, nonostante siamo un gruppo assicurativo a livello europeo, poniamo molta attenzione alla presenza locale. Sulla base di questi assunti abbiamo stabilito gli standard interni, al fine di assicurare comportamenti etici che vadano oltre gli obblighi di legge. Usiamo la libertà creativa solo nella misura in cui essa è conforme alle disposizioni vigenti e ai nostri valori e purché non danneggi la reputazione di UNIQA. Quando rapportato ad UNIQA, ogni nostro comportamento privato deve essere in linea con le norme vigenti e le regole sociali. Azioni che possono ledere la reputazione di UNIQA non sono accettabili. È altresì importante per noi collaborare con partner commerciali che agiscano anch essi nel rispetto della legge e le cui regole morali ed etiche siano sullo stesso livello delle nostre. La condotta dei colleghi nelle posizioni chiave deve essere un modello di regole per tutto il personale e per l'intero gruppo UNIQA. A loro è assegnato il compito di assicurare che tutti i collaboratori familiarizzino con il codice di condotta ed osservino i principi di comportamento in esso enunciati. Nel nostro ambiente di lavoro non possiamo accettare che qualcuno sia coinvolto in attività illegali: pertanto, non tollereremo comportamenti non conformi alle leggi. Questo vale per tutti i paesi in cui UNIQA svolge i propri affari. Questi enunciati richiedono una particolare attenzione con riguardo ai seguenti contesti: Anti-corruzione Il fenomeno della corruzione riguarda azioni rivolte ad esigere, offrire o accettare qualsiasi beneficio economico (si pensi a tangenti in denaro, in natura e/o regalie). Certi comportamenti ritenuti immorali non sono sempre adeguatamente definiti dalle leggi cosicché, non è sempre chiaro, se un comportamento è realmente illegale. Per questo motivo è opportuno che ognuno si adoperi in modo da tenersi a debita distanza da fenomeni di corruzione e da eventuali "zone grigie", riportando eventuali e fondati sospetti al proprio superiore gerarchico e al responsabile della Compliance di Gruppo. Uno dei nostri compiti più importanti è quello di proteggere la reputazione della compagnia. 4

5 Antiriciclaggio UNIQA pone in atto ogni misura prescritta dalla legge al fine di prevenire il riciclaggio di denaro proveniente da attività illecite nonché l eventuale utilizzo di denaro per il finanziamento del terrorismo. In linea con questo approccio ci atteniamo al principio del "conosci il tuo cliente " che, concretamente, rende quasi impossibili le transazioni anonime. Informazioni / Reports Se siamo a conoscenza di una violazione di legge o di regolari violazioni del codice di condotta, informiamo i nostri superiori ed il responsabile della Compliance di Gruppo. Le informazioni possono essere riportate per telefono, per o per iscritto. Tutte le informazioni devono essere inoltrate personalmente o in forma anonima e saranno sempre trattate in modo confidenziale e verificate con la dovuta diligenza. Conseguenze in caso di violazioni Le violazioni di legge e degli standard etici generalmente applicabili possono provocare un danno rilevante ad UNIQA. Questo può portare, tra l'altro, a richieste di risarcimento del danno, a sanzioni amministrative a carico di UNIQA o, addirittura, alla revoca dell autorizzazione all esercizio dell attività assicurativa. Per questa ragione, UNIQA reagisce ad ogni violazione senza alcuna eccezione. Le misure sanzionatorie adottate saranno a discrezione della società e potranno anche portare alla cessazione del rapporto di lavoro e/o a richieste di risarcimento del danno. 3. Regole di comportamento Il nostro modo di condurre gli affari si fonda su modalità semplici di trattare con le persone, basate sulla fiducia reciproca. Quindi, è molto importante per noi il modo di relazionarsi con i clienti, con i partner e con i colleghi. Il modo in cui le persone interagiscono tra loro dà un immagine dell'azienda chiaramente percepibile, sia all interno che all'esterno. E opportuno mantenere un tono educato e rispettoso, sia nelle conversazioni tra il personale sia con i clienti ed i partner commerciali. Evitiamo, quindi, di denigrare il prossimo in qualsiasi forma. Sia internamente che esternamente non sono tollerate discriminazioni sulla base di origine etnica, razza, sesso, religione, ideologia, disabilità, età od orientamento sessuale. Un comportamento rispettoso, diretto, di squadra, affidabile e riservato, deve essere parte del nostro modo di relazionarci con i nostri clienti, partner commerciali, enti pubblici, colleghi, membri dello staff, superiori gerarchici ed ogni altro soggetto con cui UNIQA entra in contatto. Rapporti con i clienti Trattiamo tutte le transazioni in maniera corretta, competente, cordiale e tempestiva. Andiamo incontro ai nostri clienti sulla fiducia. L'attenzione al nostro lavoro quotidiano è rivolta alla creazione di soluzioni per i nostri clienti e per riconfermare la nostra affidabilità. 5

6 Forniamo i migliori consigli possibili per i nostri clienti. In particolare, per quanto riguarda i contratti a lungo termine, grazie anche allo sviluppo di soluzioni per la protezione personale, siamo consapevoli della nostra responsabilità nel consigliare i nostri clienti con la massima cura, al fine di soddisfare le loro esigenze di lungo termine. Nonostante il nostro agire con integrità e responsabilità, i clienti o i partner commerciali possono talvolta percepire di non essere trattati nel miglior modo possibile. Per soddisfare i nostri principi fondamentali abbiamo istituito un sistema di gestione dei reclami progettato specificamente per questo scopo. Gestiamo i reclami dei nostri clienti attuali e passati e dei partner, in modo affidabile, cordiale, con competenza e tempestività, conformemente alle normative vigenti ed alle leggi applicabili. L orientamento al cliente è la chiave del nostro successo e, nel nostro lavoro, tutto il pensare e l agire sono focalizzati sul cliente. I nostri clienti si aspettano sicurezza da parte nostra. Forniamo quindi un aiuto in casi di emergenza e agiamo in modo prudente ed utile. Ricordiamoci che, per tenersi lontano dai pericoli, bisogna iniziare a riconoscere i problemi. Guardare ed agire: non distogliere lo sguardo e affrontare le questioni! Anche nei processi interni l'attenzione principale è rivolta al servizio con l obiettivo di supportare i nostri clienti interni ed i colleghi nel miglior modo possibile. Tutti i membri dello staff che sono in contatto costante od occasionale con i clienti ed i partner commerciali dovranno prestare particolare attenzione al loro abbigliamento. Tuttavia, a tutto lo staff è richiesto un abbigliamento consono al proprio lavoro. Domanda: Un cliente chiama e reclama sul fatto che è richiesta la sua identificazione prima che la prestazione relativa al suo contratto sia pagata. Questo è richiesto dalla legge. Cosa devo fare? Risposta: Devo parlare nuovamente con il cliente - in modo pacato - per informarlo sulle disposizioni di legge e sulle procedure, anche se questo richiede più tempo. Domanda: Nell orario d ufficio sento due colleghi che stanno discutendo animatamente in presenza della clienti. Cosa faccio? Risposta: Suggerisco ai colleghi in modo pacato, ma determinato, di non trattare problemi interni in un area riservata ai clienti e comunque ai terzi in generale. 6

7 Relazioni con partner commerciali e autorità pubbliche Le relazioni con i nostri partner commerciali sono la chiave del successo e devono essere il risultato dei nostri principi, la soddisfazione reciproca e la cooperazione in una partnership sono fondamentali tanto quanto la forma. Beneficiamo tutti di relazioni d affari sostenibili nel lungo termine. I nostri rapporti con le autorità pubbliche sono improntati ad una vera cooperazione e ad un affidabile orientamento di squadra. Teniamo aperti canali di comunicazione con gli enti regolatori e di vigilanza, con tutte le autorità internazionali, nazionali e locali. La comunicazione con le autorità di vigilanza e gli enti regolatori deve essere gestita, esclusivamente, da un membro del Board competente o da collaboratori espressamente incaricati ed autorizzati dal Consiglio di Gestione. Relazioni con il personale Siamo consapevoli della nostra responsabilità sociale e quindi agiamo in conformità con la legislazione sul lavoro e sulla protezione dell'occupazione, rispettando i diritti del personale e delle rappresentanze sindacali. Prestazioni lavorative, potenzialità, dedizione e motivazione: sono questi i requisiti più importanti e decisivi per la carriera e lo sviluppo personale. 4. Donazioni e sponsorizzazioni Quale parte attiva e responsabile della nostra società, UNIQA contribuisce con mezzi finanziari ed omaggi nel campo dell'educazione, della scienza, delle arti, della cultura e dello sport, e con progetti sociali e umanitari sotto forma di donazioni e sponsorizzazioni. Donazioni in generale Le donazioni sono versamenti volontari e caritatevoli, fatti senza nessuno scopo specifico e senza interessi personali. Tutte le donazioni effettuate devono essere trasparenti. L'identità del destinatario così come la destinazione della donazione stessa devono essere noti e giuridicamente accettabili. Non sono consentite donazioni nei confronti di: organizzazioni con scopo di lucro; organizzazioni con obiettivi che non sono in linea con i principi aziendali di UNIQA; organizzazioni che possono danneggiare la reputazione di UNIQA. Donazioni e altri contributi a partiti politici Le donazioni ai partiti politici (ovvero a loro organizzazioni vicine e collegate o destinate a campagne politiche) sono consentite nei limiti e secondo le vigenti disposizioni di legge, purché 7

8 non venga superato il limite pecuniario stabilito e, soprattutto, qualora non mettano a rischio l'integrità e la reputazione di UNIQA. I limiti pecuniari applicabili al gruppo saranno stabiliti all'inizio di ogni anno dal Consiglio di Gestione della compagnia, d'intesa con il consigliere di Gestione responsabile della Compliance. Attualmente, qualsiasi importo superiore a euro è soggetto all'approvazione del CEO. Tutte le donazioni a partiti politici di importo superiore a euro complessivi devono essere segnalate alla funzione Compliance di Gruppo entro tre giorni lavorativi dalla loro approvazione interna e devono essere divulgate sul sito istituzionale del Gruppo UNIQA. Nel caso di campagne pubblicitarie sui media strettamente collegati a partiti politici il limite da considerarsi segue le regole previste per i controvalori delle promozioni. In tali casi, gli importi superiori a euro sono soggetti anch essi ad approvazione. In linea di principio, qualsiasi pagamento fatto a fronte di una prestazione che, oggettivamente, supera il valore della controprestazione, viola il requisito della trasparenza e, pertanto, non è consentito. Domanda: I vigili del fuoco dell associazione volontari locale richiedono un sostegno economico. E possibile effettuare una donazione? Risposta: In linea di principio è possibile sostenerli. L ufficio marketing deve fornire informazioni dettagliate sulle possibilità di cui al caso in questione. Domanda: Un'organizzazione sportiva giovanile, che non appartiene direttamente ad un partito ma ha stretti rapporti con esso, chiede un supporto economico. E 'questa considerata una donazione a partiti politici? Risposta: No, a condizione che l'organizzazione giovanile non sia direttamente riconducibile ad un partito. In caso di dubbio la funzione Compliance deve essere consultata con una specifica richiesta. Sponsorizzazione 8

9 La sponsorizzazione è un accordo contrattuale per la fornitura di denaro, beni o servizi con finalità pubblicitarie. Le sponsorizzazioni devono essere conformi alle prescrizioni di legge, nel rispetto del principio di proporzionalità, economicità e di responsabilità sociale e politica. I contratti di sponsorizzazione che offrono opportunità pubblicitarie per UNIQA non sono considerate donazioni. Domanda: Mio figlio è un portiere di successo in una squadra di calcio. In autunno si terrà un torneo per squadre giovanili le quali sono alla ricerca di sponsor per l acquisto delle coppe. Possiamo aiutarli? Risposta: In linea di principio, in questi casi, la sponsorizzazione è possibile previo specifica analisi (ad esempio il montaggio di pannelli pubblicitari UNIQA in tutto il campo di calcio). L ufficio marketing è deputato a fornire informazioni più dettagliate sulle possibilità nel caso in oggetto. 5. Regali e inviti Accettare regali ed inviti In generale sono considerati regali di modico valore tra soci in affari, le espressioni di stima reciproca con lo scopo principale di stabilire e/o mantenere rapporti commerciali di lungo termine. In questi casi, il valore dei regali non dovrebbe superare un ammontare ritenuto ragionevole. Questo significa che la quantità, o la tipologia del regalo, non deve in alcun modo poter influenzare le decisioni. Qualsiasi atto di disonestà o di mancanza di correttezza in tal senso deve essere evitato. Se rifiutare un regalo può apparire scortese (si ribadisce che ci deve essere un'occasione sottostante), il regalo deve essere considerato come ricevuto da UNIQA o devoluto in beneficienza. Per una questione di principio, è vietato accettare contributi finanziari - specie se in denaro - siano essi diretti o indiretti. Tutti gli inviti ad eventi, serate, balli, spettacoli teatrali, conferenze, eventi sportivi, ecc dovranno essere esaminati caso per caso ed in relazione alla posizione ed alla carica del membro dello staff che li riceve. L'autorizzazione da parte del superiore diretto è sempre obbligatoria prima di accettarli. In caso di dubbi su questioni rilevanti, il responsabile della Compliance di Gruppo deve essere interpellato preventivamente. Deve essere fatta una distinzione tra gli inviti rivolti ad un gruppo generale di soggetti e gli inviti individuali. 9

10 Gli inviti individuali richiedono un sano giudizio, prudenza ed un attento esame della situazione; se necessario, deve essere richiesto un parere specifico alla funzione Compliance. In linea di principio l accettare e/o fare regali richiede sempre un sano giudizio. Ad eccezione di piccoli ricordi consegnati nel corso di eventi aziendali, i regali aziendali in genere dovrebbero essere evitati. Gli inviti a pranzo o a cena per i membri del personale interno sono consentiti solo in casi eccezionali, ad esempio come parte di un programma di formazione o nel corso di eventi ufficiali aziendali e/o di Gruppo. Domanda: Sono project manager presso UNIQA e sono alla ricerca di un nuovo sistema informatico. La potenziale partner commerciale vuole invitarmi, come rappresentante di UNIQA, ad una cena di lavoro. Posso accettare questo invito? Risposta: Può essere considerato un comportamento accettabile, a condizione che le problematiche di business siano effettivamente oggetto di discussione durante la cena e che un rappresentante di UNIQA, nonché uno dei business partner siano presenti. Qui la trasparenza della procedura deve essere garantita e gli aspetti esteriori devono essere presi in giusta considerazione, dando il giusto peso anche al valore totale della cena. Gli inviti di questo tipo dovrebbero essere, ovviamente, limitati al pasto stesso. Domanda: Un potenziale partner commerciale vuole fare una presentazione "dal vivo" di un suo prodotto e mi invita, come project manager, per un viaggio a New York. Il potenziale partner si offre anche di pagare il biglietto aereo e l alloggio. Io voglio vedere il prodotto in funzione prima di prendere una decisione. Posso accettare? Risposta: Accettare il rimborso delle spese di volo e dell hotel non è permesso. Questi devono essere a carico di UNIQA. Un viaggio di questa portata è possibile solo se il potenziale partner non ha un referente per la clientela geograficamente vicino. Domanda: Un partner commerciale vuole mostrarmi, come project manager, la sua gratitudine con l'invio di due biglietti per l'opera. Tuttavia, il partner commerciale, non sarà presente alla rappresentazione teatrale. Posso accettare questo regalo? Risposta: No, questo non è un comportamento accettabile. Concedere regali ed inviti 10

11 In genere, la regolamentazione su regali ed inviti deve essere rispettata anche nel caso tali regali ed inviti vengano concessi da UNIQA. In aggiunta devono essere osservate le seguenti norme: - i regali devono sempre essere inviati all'indirizzo aziendale; - nel caso di inviti che superano la soglia dei euro, è obbligatoria una lettera accompagnatoria con indicazione del valore. Eventuali regali al personale delle istituzioni pubbliche, di imprese statali o a funzionari pubblici devono costituire rare eccezioni. Regali ed elargizioni a questa categoria di soggetti dovrebbero essere generalmente evitate. Nel caso in cui l invito di un pubblico ufficiale è richiesto per motivi di riverenza verso l'ufficio e l istituzione in sé, questo deve essere autorizzato dal Consiglio di Gestione. 6. Trattamento di beni aziendali e di informazioni riservate Le informazioni che è necessario proteggere devono essere trattate nei nostri locali/uffici. Da un lato, abbiamo informazioni dettagliate sulle condizioni di vita dei nostri clienti e, dall'altro, le nostre procedure ed i metodi sono un bene che, se divulgato, potrebbe essere utilizzato a nostro svantaggio. Attrezzature e beni aziendali Come regola generale, le proprietà aziendali possono essere utilizzate solo per finalità relative ad attività aziendali connesse al business istituzionale. I beni aziendali sono protetti contro un uso improprio, la perdita ed il furto. Oltre ai beni aziendali di tipo fisico/materiale, quali le risorse di funzionamento, i beni aziendali comprendono anche i beni immateriali, come la proprietà intellettuale, incluse le licenze software. Rispettiamo il regolamento interno sull'uso delle risorse di funzionamento e dei beni aziendali (a titolo esemplificativo ma non esaustivo telefono, computer, internet e altre tecnologie dell'informazione). Protezione dei dati / tutela dei segreti commerciali Il rispetto della privacy è considerato un diritto e pertanto deve essere protetto. Conformemente con le disposizioni di tutela dei dati e di protezione di quelli sensibili (ovvero chiaramente riconducibili ad una certa persona e non divulgabili) assicuriamo la protezione contro accessi non autorizzati. Tali dati devono essere trattati solo in relazione agli scopi ammessi dalla legge e per l esercizio delle proprie funzioni. I dati personali sono raccolti e trattati salvaguardando i diritti fondamentali, i principi di libertà e dignità delle persone interessate. Rispettiamo gli obblighi di segretezza per quanto riguarda tutti gli affari interni riservati e le informazioni confidenziali che riguardano i clienti ed i partner commerciali. Gli affari segreti cosi come quelli ufficiali devono essere trattati con riservatezza. 11

12 Il dovere di mantenere la riservatezza deve essere rispettato anche dopo la cessazione del rapporto di lavoro. Nel caso di violazioni UNIQA si riserva il diritto di adottare le misure ritenute necessarie. Domanda: Voglio fare una analisi dei dati sul mio computer a casa la sera. A tal fine vorrei salvare i dati della clientela su una chiavetta USB e prenderli con me. E 'questo in linea con i requisiti di sicurezza? Risposta: No, non è consentita la memorizzazione dei dati dei clienti su supporto esterno. Il personale deve usare il proprio computer in ufficio o deve portare a casa il suo computer portatile aziendale. 7. Comportamento e concorrenza leale Come parte integrante del mercato in cui operiamo, facciamo affidamento su un mercato funzionante. Anche grazie alle nostre eccellenti prestazioni siamo in grado di contribuire alla creazione di un mercato di qualità e di innovazione. Svolgiamo la nostra attività nel pieno rispetto delle leggi vigenti e dei regolamenti in un contesto aperto e onesto basato su integrità e buona fede. Di conseguenza, respingiamo le pratiche che violano i principi della concorrenza e del libero mercato. Siamo convinti che, per una sana competizione, è indispensabile agire in modo leale e con un approccio orientato alla qualità. Azioni sleali e anticoncorrenziali non sono consentite. Nella competizione il nostro comportamento deve essere orientato a non influenzare la concorrenza in modo avverso per il tramite di accordi di mercato, abuso di potere o concentrazione dello stesso. Questo include: accordi sui prezzi, accordi su termini e condizioni, ripartizione del mercato (territori, clienti, distributori ecc ), con i competitors, ovvero tramite lo scambio di informazioni di mercato rilevanti. Informazioni riservate Le informazioni riservate sono tutte quelle informazioni inedite e dettagliate sulle società quotate, come la stessa UNIQA, che possono avere una notevole influenza sul prezzo di borsa se divenissero divulgate. Tale conoscenza può infatti fornire un vantaggio competitivo rispetto agli altri partecipanti al mercato organizzato dei capitali e mettere così a repentaglio il funzionamento del mercato stesso. Un uso improprio di tali informazioni è un reato punibile. Nessun membro dello staff può fruire personalmente, o far fruire a terzi, di vantaggi sia utilizzando sia fornendo informazioni riservate o confidenziali, che possano risultare price sensitive. Allo stesso modo, bisogna astenersi dal fornire raccomandazioni di acquisto o vendita di tali titoli. 12

13 Anche all'interno della società e del gruppo UNIQA, l utilizzo di informazioni riservate e confidenziali, specie se price sensitive, qualora fornite ad altro personale interno sono consentite solo se indispensabili per l'assolvimento delle loro funzioni e compiti. Domanda: Durante la mia lunga esperienza di lavoro come agente UNIQA ho sviluppato un gran numero di clienti e sono molto stimato nella mia zona di lavoro. Un concorrente mi offre un lavoro come area manager, posso prendere il file dei clienti con me? Risposta: Non è in linea con le regole di concorrenza leale ed è persino punibile la sottrazione di dati della cleintela il fatto di prendere con se i dati dei clienti, a qualunque titolo lo si faccia. Domanda: Durante il pranzo un collega dell ufficio reclami mi racconta di problematiche di un prodotto di un cliente industriale. Come collaboratore di UNIQA non sono direttamente coinvolto in attività di business e non ho nulla a che fare con il cliente in termini di affari. È corretto trasmette tali informazioni? Risposta: il comportamento del mio collega non è stato corretto, in quanto tali informazioni del cliente devono essere trattate in modo confidenziale 8. Conflitti di interesse In qualità di collaboratori di UNIQA perseguiamo, esclusivamente, gli interessi delle società del Gruppo. Dobbiamo assicurare che eventuali interessi privati non siano in conflitto con i nostri obblighi nei confronti di UNIQA. L intreccio di interessi aziendali e privati a scapito di UNIQA non è ammissibile. Questo include, senza alcuna limitazione, eventuali contratti e trattative da cui, noi o persone vicine a noi (es. parenti, amici, ecc.), possano ottenere vantaggi. Allo stesso modo svolgere occupazioni secondarie, accettare lavori di consulenza, cariche in altre entità giuridiche o cariche politiche potrebbe portare a conflitti di interesse in alcune circostanze. Ogni potenziale conflitto d interesse deve essere segnalato al superiore diretto ed è soggetta ad approvazione. 13

14 Domanda: In qualità di esperto UNIQA mi viene chiesto da parte di un fornitore di parlare in un seminario di mezza giornata a pagamento. Possa svolgere questa attività? Risposta: In linea di principio è ammissibile tenere un discorso, a condizione che il compenso sia ragionevole e che nessun know-how aziendale sia veicolato. In ogni caso, il lavoro e la retribuzione extra devono essere approvati dal superiore diretto o dal responsabile delle Risorse Umane Domanda: Mi sono offerto di partecipare alle elezioni per essere membro del consiglio comunale e sono in una lista elettorale garantita. Posso farlo? Risposta: Ciò richiede l'approvazione da parte del superiore o del responsabile delle Risorse Umane. 9. Comunicazione In qualsiasi contesto, confidiamo in una informativa tempestiva, precisa, accurata e comprensibile, in linea con i nostri valori fondamentali enunciati. Questo agire deve essere assicurato da tutti i responsabili di UNIQA per la propria Area, siano essi dipendenti, dirigenti, membri del Consiglio di Gestione e del Consiglio di Sorveglianza, nonché azionisti. Sosteniamo, un onesto e veritiero sistema di informativa, sia all'interno che all'esterno dell'azienda e siamo credibili per questo motivo. La comunicazione con i media, con i nostri azionisti e con le autorità di vigilanza deve essere effettuata esclusivamente per il tramite del Consigliere di Gestione designato o tramite membri del personale espressamente incaricati ed autorizzati dallo stesso. Ogni comunicazione con i media o con gli azionisti deve essere concordata, preventivamente, con UNIQA Group Communication. 10. Sicurezza La sicurezza è un valore molto importante per il Gruppo UNIQA. Questo vale sia per le persone che per i beni materiali, per i valori intellettuali, per i dati e per i principi fondamentali. 14

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L.

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. Il presente codice etico (di seguito il Codice Etico ) è stato redatto al fine di assicurare che i principi etici in base ai quali opera Cedam Italia S.r.l. (di seguito

Dettagli

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag.

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag. CODICE ETICO SOMMARIO Premessa Principi generali Art. I Responsabilità Art. II Lealtà aziendale Art. III Segretezza Art. IV Ambiente di Lavoro, sicurezza Art. V Rapporti commerciali Art. VI Rapporti con

Dettagli

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 2.1 Principi generali Pag. 2 2.2. Principi di condotta Pag. 2 2.3 Comportamenti non etici Pag. 3 2.3. Principi di trasparenza Pag. 4 3 Relazioni can il personale

Dettagli

Gruppo PRADA. Codice etico

Gruppo PRADA. Codice etico Gruppo PRADA Codice etico Indice Introduzione 2 1. Ambito di applicazione e destinatari 3 2. Principi etici 3 2.1 Applicazione dei Principi etici: obblighi dei Destinatari 4 2.2 Valore della persona e

Dettagli

Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni

Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni Codice Etico Rev. 03 Versione del 21/01/2013 Approvato della Giunta Esecutiva del 18/02/2013 Ratificato del Consiglio Direttivo entro il

Dettagli

OMAGGI, PRANZI, INTRATTENIMENTO, VIAGGI SPONSORIZZATI E ALTRI ATTI DI CORTESIA

OMAGGI, PRANZI, INTRATTENIMENTO, VIAGGI SPONSORIZZATI E ALTRI ATTI DI CORTESIA OMAGGI, PRANZI, INTRATTENIMENTO, VIAGGI SPONSORIZZATI E ALTRI ATTI DI CORTESIA Le presenti Linee Guida si applicano ad ogni amministratore, direttore, dipendente a tempo pieno o parziale, docente, esterno

Dettagli

Consorzio per le AUTOSTRADE SICILIANE

Consorzio per le AUTOSTRADE SICILIANE Consorzio per le AUTOSTRADE SICILIANE CODICE ETICO E COMPORTAMENTALE PREMESSA Il Consorzio Autostrade Siciliane (CAS), costruisce e gestisce le tratte autostradali nell'ambito regionale siciliano, svolgendo

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION

POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION I. SCOPO POLITICA ANTI-CORRUZIONE DI DANAHER CORPORATION La corruzione è proibita dalle leggi di quasi tutte le giurisdizioni al mondo. Danaher Corporation ( Danaher ) si impegna a rispettare le leggi

Dettagli

«Ogni società, grande o piccola che sia, ha bisogno di una serie di standard di guida che ne regolino i comportamenti interni ed esterni.

«Ogni società, grande o piccola che sia, ha bisogno di una serie di standard di guida che ne regolino i comportamenti interni ed esterni. «Ogni società, grande o piccola che sia, ha bisogno di una serie di standard di guida che ne regolino i comportamenti interni ed esterni.» Code of Conduct Comunicazione del CEO «Ogni società, grande o

Dettagli

Ambiente di lavoro improntato al rispetto

Ambiente di lavoro improntato al rispetto Principio: Tutti hanno diritto a un trattamento rispettoso nell ambiente di lavoro 3M. Essere rispettati significa essere trattati in maniera onesta e professionale, valorizzando il talento unico, le esperienze

Dettagli

CODICE ETICO. Valori. Visione etica dell impresa-valore aggiunto. Orientamento al cliente. Sviluppo delle persone. Qualità.

CODICE ETICO. Valori. Visione etica dell impresa-valore aggiunto. Orientamento al cliente. Sviluppo delle persone. Qualità. CODICE ETICO Premessa Il presente Codice Etico (di seguito, anche il Codice ) definisce un modello comportamentale i cui principi ispirano ogni attività posta in essere da e nei confronti di Starhotels

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

Codice Deontologico degli psicologi italiani

Codice Deontologico degli psicologi italiani Codice Deontologico degli psicologi italiani Testo approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine nell adunanza del 27-28 giugno 1997 Capo I - Principi generali Articolo 1 Le regole del presente Codice

Dettagli

Approvato dal CdA del 27.06.12

Approvato dal CdA del 27.06.12 CODICE ETICO Approvato dal CdA del 27.06.12 1 1. INTRODUZIONE...4 1.1 La Missione di BIC Lazio SpA...4 1.2 Principi generali...4 1.3 Struttura e adeguamento del Codice Etico...5 2. DESTINATARI DEL CODICE...5

Dettagli

:-) Fare la cosa giusta! Inizia con il leggere la cosa giusta. Philips General Business Principles, La tua guida per agire con integrità

:-) Fare la cosa giusta! Inizia con il leggere la cosa giusta. Philips General Business Principles, La tua guida per agire con integrità General Business Principles Fare la cosa giusta! Inizia con il leggere la cosa giusta :-) Philips General Business Principles, La tua guida per agire con integrità pww.gbp.philips.com June 2014 Abbiamo

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO Informazioni Societarie Fondazione Prada Largo Isarco 2 20139 Milano, Italia P.IVA e codice fiscale 08963760965 telefono +39.02.56662611 fax +39.02.56662601 email: amministrazione@fondazioneprada.org TERMINI

Dettagli

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,)

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,) Norme sulle Responsabilità delle Compagnie Transnazionali ed Altre Imprese Riguardo ai Diritti Umani, Doc. Nazioni Unite E/CN.4/Sub.2/2003/12/Rev. 2 (2003).* Preambolo (La Sotto-Commissione*,) Tenendo

Dettagli

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione Gruppo Roche Policy sull Occupazione 2 I Principi Aziendali di Roche esprimono la nostra convinzione che il successo del Gruppo dipenda dal talento e dai risultati di persone coscienziose e impegnate nel

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

DICHIARAZIONE ANTICONCUSSIONE E CORRUZIONE RIEPILOGO DELLA POLITICA ANTICONCUSSIONE E CORRUZIONE DI JOHNSON MATTHEY

DICHIARAZIONE ANTICONCUSSIONE E CORRUZIONE RIEPILOGO DELLA POLITICA ANTICONCUSSIONE E CORRUZIONE DI JOHNSON MATTHEY DICHIARAZIONE ANTICONCUSSIONE E CORRUZIONE E RIEPILOGO DELLA POLITICA ANTICONCUSSIONE E CORRUZIONE DI JOHNSON MATTHEY Johnson Matthey ha assunto alcuni impegni contro la concussione e la corruzione che

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

Se avete domande in merito al Codice IDEX di condotta ed etica aziendale o se avete episodi da segnalare, seguite le procedure indicate nel Codice.

Se avete domande in merito al Codice IDEX di condotta ed etica aziendale o se avete episodi da segnalare, seguite le procedure indicate nel Codice. A tutti i dipendenti, dirigenti e direttori IDEX: Al fine di soddisfare e superare le esigenze dei nostri clienti, fornitori, dipendenti e azionisti sono essenziali criteri di comportamento elevati e coerenti,

Dettagli

Linee guida di condotta aziendale

Linee guida di condotta aziendale Linee guida di condotta aziendale INTEGRITÀ RISPETTO FIDUCIA RICERCA DELL ECCELLENZA CLIENTI DIPENDENTI PARTNER COMMERCIALI FORNITORI AZIONISTI COMMUNITÀ AMBIENTE SOMMARIO Linee guida di condotta aziendale

Dettagli

SER 1 S.p.A. CODICE ETICO ex D. Lgs. 231/2001

SER 1 S.p.A. CODICE ETICO ex D. Lgs. 231/2001 SER 1 S.p.A. CODICE ETICO ex D. Lgs. 231/2001 PREMESSA... 4 DISPOSIZIONI GENERALI... 5 Articolo 1... 5 Ambito di applicazione e Destinatari... 5 Articolo 2... 5 Comunicazione... 5 Articolo 3... 6 Responsabilità...

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo D.Lgs. 231/01 e norme correlate di Nuova Orli S.r.l. CODICE ETICO. Versione n. 1 del 31 maggio 2013

Modello di organizzazione, gestione e controllo D.Lgs. 231/01 e norme correlate di Nuova Orli S.r.l. CODICE ETICO. Versione n. 1 del 31 maggio 2013 Modello di organizzazione, gestione e controllo D.Lgs. 231/01 e norme correlate di Nuova Orli S.r.l. Versione n. 1 del 31 maggio 2013 A tutti i dipendenti e collaboratori Oggetto: diffusione del Codice

Dettagli

Dichiarazione dei diritti dell uomo

Dichiarazione dei diritti dell uomo Dichiarazione dei diritti dell uomo Politica dei diritti sul posto di lavoro Per noi è importante il rapporto che abbiamo con i nostri dipendenti. Il successo della nostra azienda dipende da ogni singolo

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

Codice Etico e di Condotta Aziendale. Noi. ci impegnamo

Codice Etico e di Condotta Aziendale. Noi. ci impegnamo Codice Etico e di Condotta Aziendale Noi ci impegnamo La Missione di Bombardier La nostra missione è essere leader mondiali nella produzione di aerei e treni. Ci impegniamo a fornire ai nostri clienti

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari UFFICIO DEL SEGRETARIO GENERALE Responsabile Settore Affari del Personale-Anticorruzione-Trasparenza CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO Il

Dettagli

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Il regolamento (CE) n. 181/2011 (in appresso il regolamento ) entra in vigore il 1 marzo 2013. Esso prevede una serie minima di diritti dei

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

Codice deontologico dell Assistente Sociale

Codice deontologico dell Assistente Sociale Codice deontologico dell Assistente Sociale Approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine Roma, 6 aprile 2002 TITOLO I Definizione e potestà disciplinare 1. Il presente Codice è costituito dai principi

Dettagli

LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro

LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro (adottate dall Ente in data 10/06/2014) La Provincia di Cuneo intende promuovere un ambiente di lavoro scevro da qualsiasi tipologia di discriminazione.

Dettagli

Note legali. Termini e condizioni di utilizzo. Modifiche dei Termini e Condizioni di Utilizzo. Accettazione dei Termini e Condizioni

Note legali. Termini e condizioni di utilizzo. Modifiche dei Termini e Condizioni di Utilizzo. Accettazione dei Termini e Condizioni Note legali Termini e condizioni di utilizzo Accettazione dei Termini e Condizioni L'accettazione puntuale dei termini, delle condizioni e delle avvertenze contenute in questo sito Web e negli altri siti

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE

CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE tra FLO-CERT GMBH E RAGIONE SOCIALE DEL CLIENTE PARTI (1) FLO-CERT GmbH, società legalmente costituita e registrata a Bonn, Germania con il numero 12937, con sede legale in

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Programma di Compliance Antitrust Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 19 febbraio 2015 Rev 0 del 19 febbraio

Dettagli

2) Assenza di discriminazione e parità di trattamento nell ambito professionale

2) Assenza di discriminazione e parità di trattamento nell ambito professionale 2) Assenza di discriminazione e parità di trattamento nell ambito professionale a. Direttiva 2011/98/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 13 dicembre 2011, relativa a una procedura unica di domanda

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

VimpelCom Ltd. Group. Codice di Condotta

VimpelCom Ltd. Group. Codice di Condotta Group Codice di Condotta Il di VimpelCom delinea le regole di condotta aziendali di VimpelCom unitamente a linee-guida per spiegare come esse si applichino nella pratica a ciascun dipendente VimpelCom.

Dettagli

Vivere nel rispetto dei nostri valori. Il nostro Codice di condotta. Il nostro Codice di condotta 1

Vivere nel rispetto dei nostri valori. Il nostro Codice di condotta. Il nostro Codice di condotta 1 Vivere nel rispetto dei nostri valori Il nostro Codice di condotta Il nostro Codice di condotta 1 La promessa di GSK Mettere i nostri valori al centro di ogni decisione che prendiamo Tutti insieme, noi

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI PER L UTILIZZO DEI MARCHI GEFRAN

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI PER L UTILIZZO DEI MARCHI GEFRAN TERMINI E CONDIZIONI GENERALI PER L UTILIZZO DEI MARCHI GEFRAN Le presenti condizioni generali hanno lo scopo di disciplinare l utilizzo dei Marchi di proprietà della società: Gefran S.p.A. con sede in

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI Soggetto delegato #WHYILOVEVENICE PROMOSSO DALLA SOCIETA BAGLIONI HOTELS SPA BAGLIONI HOTELS S.P.A. CON

Dettagli

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A.

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A. GENERALITA ALPHAITALIA Spa ha deciso di adottare, integrare nel proprio sistema di gestione (insieme agli aspetti dell assicurazione qualità, della gestione ambientale e della sicurezza sul luogo di lavoro)

Dettagli

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG Premessa TELEPASS S.p.A. Società per Azioni, soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade per l Italia S.p.A., con sede legale in Roma,

Dettagli

ACCESSO CIVICO, ACCESSO AGLI ATTI E PROTEZIONE DEI DATI: AMBITO DI RILEVANZA

ACCESSO CIVICO, ACCESSO AGLI ATTI E PROTEZIONE DEI DATI: AMBITO DI RILEVANZA ACCESSO CIVICO, ACCESSO AGLI ATTI E PROTEZIONE DEI DATI: AMBITO DI RILEVANZA L art. 4 della L.P. 4/2014, nel regolamentare (ai commi 2, 3 e 4) la procedura per l esercizio dell accesso civico, ne definisce

Dettagli

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali.

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali. Come utilizziamo i suoi dati è un prodotto di ULTRONEO SRL INFORMAZIONI GENERALI Ultroneo S.r.l. rispetta il Suo diritto alla privacy nel mondo di internet quando Lei utilizza i nostri siti web e comunica

Dettagli

L esperienza irlandese: affrontare l abuso agli anziani

L esperienza irlandese: affrontare l abuso agli anziani L esperienza irlandese: affrontare l abuso agli anziani 2011 Censite 535,595 2021Stimate 909,000 Età 80+ 2.7% della popolazione nel 2011 14% dal 2006 2041-1397,000 7.3% della popolazione nel 2041 La maggior

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine)

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) La figura giuridica del Direttore dei Lavori compare per la prima volta nel R.D. del 25.05.1895 riguardante il Regolamento

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. Condizioni di utilizzo aggiuntive di Acrobat.com Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. SERVIZI ONLINE ADOBE RESI DISPONIBILI SU

Dettagli

Policy. Le nostre persone

Policy. Le nostre persone Policy Le nostre persone Approvato dal Consiglio di Amministrazione di eni spa il 28 luglio 2010 LE NOSTRE PERSONE 1. L importanza del fattore umano 3 2. La cultura della pluralità 4 3. La valorizzazione

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. Art. 1 (Disposizioni di carattere generale)

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. Art. 1 (Disposizioni di carattere generale) CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Art. 1 (Disposizioni di carattere generale) 1. I princìpi e i contenuti del presente codice costituiscono specificazioni esemplificative

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGOLAMENTO PER L AUTORIZZAZIONE E LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI ESTERNI OCCASIONALi, NON COMPRESI NEI COMPITI E DOVERI D UFFICIO, CONFERITI AL

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA Pag. 1 di 14 PROCEDURA DI AUDIT REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti

Dettagli

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014 COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 7.1.2014 C(2013) 9651 final REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE del 7.1.2014 recante un codice europeo di condotta sul partenariato nell'ambito dei fondi strutturali

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Richiesta di eccezione al trasferimento di licenza

Richiesta di eccezione al trasferimento di licenza Autodesk Inc. United States 111 McInnis Parkway San Rafael CA 94903 www.autodesk.com Richiesta di eccezione al trasferimento di licenza Le licenze del software Autodesk sono in genere non trasferibili,

Dettagli

CODICE ETICO E DI COMPORTAMENTO

CODICE ETICO E DI COMPORTAMENTO CODICE ETICO E DI COMPORTAMENTO 2ª Edizione - Approvato dal Consiglio di Amministrazione di Calzedonia Holding S.p.A - il 17 marzo 2014 ENG INTRODU- ZIONE ALLA SECONDA EDIZIONE DEL CODICE ETICO Un Azienda

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

Sezione A1) da compilare in caso di società, ente anche pubblico, fondazione, trust:

Sezione A1) da compilare in caso di società, ente anche pubblico, fondazione, trust: DICHIARAZIONE AI SENSI E PER GLI EFFETTI DEL D. LGS. N. 231 DEL 21 NOVEMBRE 2007 IN TEMA DI ANTIRICICLAGGIO MODULO DI IDENTIFICAZIONE E DI ADEGUATA VERIFICA DELLA CLIENTELA (AI SENSI DEGLI ARTT. 18 E 19

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale 1 1 LEGGE REGIONALE 24 giugno 2002, n. 12 #LR-ER-2002-12# INTERVENTI REGIONALI PER LA COOPERAZIONE CON I PAESI IN VIA DI SVILUPPO E I PAESI IN VIA DI TRANSIZIONE, LA SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE E LA PROMOZIONE

Dettagli

Termini di servizio di Comunicherete

Termini di servizio di Comunicherete Termini di servizio di Comunicherete I Servizi sono forniti da 10Q Srls con sede in Roma, Viale Marx n. 198 ed Ancitel Spa, con sede in Roma, Via Arco di Travertino n. 11. L utilizzo o l accesso ai Servizi

Dettagli

Il trattamento dei dati personali e l utilizzo degli strumenti informatici in ambito lavorativo

Il trattamento dei dati personali e l utilizzo degli strumenti informatici in ambito lavorativo Il trattamento dei dati personali e l utilizzo degli strumenti informatici in ambito lavorativo Argomenti 1) Trattamento dei dati personali. Cenno ai principi generali per il trattamento e la protezione

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI PUBBLICI (DPR 62/2013)

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI PUBBLICI (DPR 62/2013) CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI PUBBLICI (DPR 62/2013) Art.1 - Disposizioni di carattere generale 1. Il presente codice di comportamento, di seguito denominato "Codice", definisce, ai fini dell'articolo

Dettagli

CODICE DI CONDOTTA E DI ETICA AZIENDALE

CODICE DI CONDOTTA E DI ETICA AZIENDALE CODICE DI CONDOTTA E DI ETICA AZIENDALE INDICE UTILIZZO CORRETTO DEI BENI E DELLE INFORMAZIONI AZIENDALI Il nostro impegno 3 La missione e i valori di Thomson Reuters 4 Persone e figure giuridiche a cui

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

Codice di Condotta Aziendale ed Etica. Luglio 2009

Codice di Condotta Aziendale ed Etica. Luglio 2009 Codice di Condotta Aziendale ed Etica Luglio 2009 Contenuto 3 Messaggio dell'amministratore Delegato di Flextronics 4 La Cultura di Flextronics 5 Introduzione 5 Approvazioni, emendamenti e deroghe 6 Rapida

Dettagli

Divieto di percepire o dare indebitamente denaro o altre utilità

Divieto di percepire o dare indebitamente denaro o altre utilità Divieto di percepire o dare indebitamente denaro o altre utilità Global Policy Funzione Competente: Compliance Data: Dicembre 2014 Unit: Global AML Versione: 3 Indice 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE...

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres.

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. LR 12/2006, articolo 6, commi da 82 a 89. Regolamento concernente i criteri

Dettagli

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE (2001) PARTE I L ATTO INTERNAZIONALMENTE ILLECITO DI UNO STATO CAPITOLO I PRINCIPI GENERALI Articolo 1

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

Art.1 (Oggetto) Art.2 (Definizioni)

Art.1 (Oggetto) Art.2 (Definizioni) REGOLAMENTO SULLA TUTELA DELLE PERSONE E DI ALTRI SOGGETTI RISPETTO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI emanato con decreto direttoriale n.220 dell'8 giugno 2000 pubblicato all'albo Ufficiale della Scuola

Dettagli

8 ottobre 2013 LA PONTIFICIA COMMISSIONE PER LO STATO DELLA CITTA DEL VATICANO

8 ottobre 2013 LA PONTIFICIA COMMISSIONE PER LO STATO DELLA CITTA DEL VATICANO N. XVIII LEGGE DI CONFERMA DEL DECRETO N. XI DEL PRESIDENTE DEL GOVERNATORATO, RECANTE NORME IN MATERIA DI TRASPARENZA, VIGILANZA ED INFORMAZIONE FINANZIARIA, DELL 8 AGOSTO 2013 8 ottobre 2013 LA PONTIFICIA

Dettagli

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Discriminazione sul posto di lavoro Quando una persona viene esclusa o trattata peggio delle altre a causa del sesso, della

Dettagli

Consorzio Stradale Lido dei Pini Lupetta Il Consiglio di Amministrazione

Consorzio Stradale Lido dei Pini Lupetta Il Consiglio di Amministrazione Consorzio Stradale Lido dei Pini Lupetta Il Consiglio di Amministrazione REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL SITO WEB Art. 1 (Finalità) Il Sito Web del Consorzio è concepito e utilizzato quale strumento istituzionale

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BANCA D ITALIA E DELLA CONSOB AI SENSI DELL ARTICOLO 6, COMMA 2-BIS, DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA

REGOLAMENTO DELLA BANCA D ITALIA E DELLA CONSOB AI SENSI DELL ARTICOLO 6, COMMA 2-BIS, DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA REGOLAMENTO DELLA BANCA D ITALIA E DELLA CONSOB AI SENSI DELL ARTICOLO 6, COMMA 2-BIS, DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA LA BANCA D ITALIA E LA CONSOB VISTO il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n.

Dettagli

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT Perché l'ue disciplina gli appalti pubblici? La disciplina degli appalti fa parte degli obiettivi del mercato interno. Si

Dettagli

PRIVACY POLICY. Smartphone Innovations S.r.l. (di seguito anche solo identificata come "SI") è titolare del sito

PRIVACY POLICY. Smartphone Innovations S.r.l. (di seguito anche solo identificata come SI) è titolare del sito PRIVACY POLICY Smartphone Innovations S.r.l. (di seguito anche solo identificata come "SI") è titolare del sito www.stonexsmart.com ( Sito ) e tratta i tuoi dati personali nel rispetto della normativa

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N.

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. 81/2008 Il Consiglio di Amministrazione della Società ha approvato le

Dettagli

CODICE DEI DIRITTI ONLINE VIGENTI NELL UE

CODICE DEI DIRITTI ONLINE VIGENTI NELL UE CODICE DEI DIRITTI ONLINE VIGENTI NELL UE Un agenda digitale europea RISERVA COMPLEMENTARE Né la Commissione europea né alcuna persona operante a nome della Commissione è responsabile dell uso che possa

Dettagli

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 41 DEL 5 SETTEMBRE 2006 1 PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE REGOLAMENTI DELLA GIUNTA REGIONALE REGOLAMENTO N. 2 del 31 luglio 2006 Regolamento per l accesso

Dettagli

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE Articolo 1 Oggetto e Ambito di applicazione dell Accordo Le autorità

Dettagli