DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE"

Transcript

1 DI MANIFESTAZIONE DOS 10.1 Revisione n. 00 Pagina 1 di 11 DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE per allestimento/manifestazione e disallestimento Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n 81 Art. 26 comma 3 Via dell Oreficeria, VICENZA È vietata la riproduzione totale e/o parziale del presente documento. È vietato a Terzi l utilizzo dello stesso anche come impostazione metodologica ed operativa. Le notizie qui contenute sono riservate e possono essere utilizzate unicamente dai Soggetti aventi diritto e titolo ai sensi delle vigenti normative nonché dal personale ispettivo degli Organi di Vigilanza deputati al controllo sulla corretta applicazione delle Norme in materia di tutela della salute e sicurezza dei Lavoratori. Il presente documento è di esclusiva proprietà di Fiera di Vicenza S.p.a.

2 Pagina 2 di 11 Sommario 1. Premessa Generalità Aggiornamento del DUVRI Definizioni Appalti e subappalti Caratteristiche del quartiere fieristico Manifestazione oggetto del DUVRI: tipologia e orari Modalità di accesso e logistica del quartiere fieristico Accesso durante il periodo di montaggio e smontaggio Logistica del quartiere fieristico Informazioni fornite dall'organizzatore sui rischi specifici presenti nel quartiere fieristico e sulle misure di prevenzione e protezione adottate Procedure di emergenza per il periodo di allestimento disallestimento e durante la manifestazione; Indicazioni sui rischi interferenze presenti durante le fasi di allestimento e disallestimento e le relative misure preventive e protettive da adottare Misure specifiche Costi relativi alla sicurezza Eventuali rischi residui ineliminabili Allegati... 11

3 Pagina 3 di Premessa Il presente (Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze) è stato redatto da Fiera di Vicenza S.p.A., in attuazione a quanto prescritto nell art. 26 del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. e nel Decreto Interministeriale del 22/07/2014 Decreto palchi e Fiere. Scopo del presente documento è identificare i rischi interferenti fra le varie attività presenti nel corso di allestimento e disallestimento del quartiere fieristico relativamente alla Manifestazione in oggetto denominata: che si terrà dal 28 MARZO al 29 MARZO 2015 Qualora le strutture allestitive rientrassero nel campo di applicazione dell art.6 capo II del Decreto Interministeriale del 22/07/2014, sarà necessario applicare anche le disposizioni del Titolo IV del D.lgs.81/08 secondo le modalità previste dal Decreto Palchi e Fiere stesso. Le ditte che hanno accesso al quartiere fieristico, possono essere direttamente incaricate da Fiera di Vicenza S.p.A. o da terzi (segreterie organizzative, espositori, altri enti, ecc.), tramite contratti di appalto diretto o subappalto. Ai fini del presente documento sono definiti rischi interferenti : rischi derivanti da sovrapposizioni di più attività svolte, nella stessa area o aree adiacenti, ad opera di appaltatori diversi; rischi immessi nel luogo di lavoro del committente dalle lavorazioni dell appaltatore, in cui sono presenti lavoratori di Fiera di Vicenza S.p.A.; rischi esistenti nel luogo di lavoro del committente, ove è previsto che debba operare l appaltatore, ulteriori rispetto a quelli specifici dell attività propria dell appaltatore; rischi esistenti nel quartiere fieristico, ove è previsto che debba operare l appaltatore o derivanti da modalità di esecuzioni particolari richieste esplicitamente da Fiera di Vicenza S.p.A., ulteriori a quelli specifici dell attività propria dell appaltatore; rischi derivanti dalle attività svolte dall appaltatore nei confronti di eventuali soggetti terzi saltuariamente presenti nel quartiere fieristico dove è chiamato a fornire la sua prestazione. 1.1 Generalità L attività svolta è di tipo fieristico e convegnistico. Prevede un forte flusso di persone all interno dei padiglioni del quartiere fieristico ogniqualvolta è organizzata una manifestazione e/o del centro congressi in caso di convegni. Minore affluenza è prevista anche nella fase di allestimento e disallestimento degli stands nei giorni immediatamente precedenti e successivi alle manifestazioni. Una presenza costante è costituita dai dipendenti, situati principalmente al primo piano della palazzina uffici; alcuni dipendenti stazionano prevalentemente nei padiglioni, nell area di magazzino o nella sede staccata del Padiglione 9. Il presente Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali previsto dall art.26 del D.lgs.81/08 e s.m.i., è specifico per ogni manifestazione fieristica e costituisce parte integrante del rapporto in corso tra l Organizzatore ed ogni Espositore, formalizzato attraverso il contratto in possesso dalle parti, e si riferisce ai periodi di attività entro il quartiere individuati come segue: pre-manifestazione: giornate di allestimento in preparazione dell evento; manifestazione: giornate con evento in corso; post-manifestazione: giornate di disallestimento. I presenti contenuti sono il risultato di scelte progettuali ed organizzative conformi all art. 15 del d.lgs. 81/08 ed all'allegato V del Decreto Interministeriale del 22/07/2014 Decreto palchi e Fiere, con particolare riguardo al contesto ed al sito in cui si svolge la manifestazione. Ogni Datore di lavoro delle singole ditte appaltatrici deve informare i propri lavoratori esposti a rischi interferenti sui contenuti del presente documento e sulle misure di emergenza adottate nel quartiere fieristico. 1.2 Aggiornamento del DUVRI Il deve essere aggiornato in relazione all evoluzione delle attività lavorative che comportano rischi interferenze e alle eventuali modifiche intervenute. Il documento aggiornato in formato PDF verrà riportato nel sito web di Fiera di Vicenza all indirizzo:

4 Pagina 4 di 11 Ogni ditta appaltatrice dovrà verificare periodicamente e durante le fasi di allestimento e disallestimento la versione aggiornata sul sito sopra riportato. 1.3 Definizioni Agli effetti delle disposizioni di cui al presente documento si intendono per: a) Gestore: soggetto giuridico che gestisce il quartiere fieristico Fiera di Vicenza S.p.A. Attività svolta Attività fieristica Ragione sociale Fiera di Vicenza s.p.a. Sede legale/operativa Via dell Oreficeria n VICENZA Telefono Fax Iscrizione C.C.I.A.A. Numero REA VI Posizione INAIL /73 Posizione INPS ASL competente Spisal N 6 Vicenza Datore di lavoro Delegato Arch. Mario Vescovo Tel RSPP esterno p.i. Fabrizio Fonte Tel RLS Luigi Lazzarini Tel Squadra antincendio Luigi Lazzarini, Mauro Anversa, Alessandro Zanetti, Stefano Faccin, Paolo Farronato, Ivan Giachin, Giovanni Pernice, Claudia Collese, De Rigo Stefano, Alberto Fioretti Squadra di primo soccorso Cipolletta Antonio, Faccin Simone, Farronato Paolo, Fin Stefania, Fioretti Alberto, Giachin Ivan, Lazzarini Luigi, Magnabosco Nadia Zanetti Alessandro, Zanotto Cristina Medico competente Dott.ssa Francesca Grigoletto b) Organizzatore: soggetto giuridico che organizza la manifestazione fieristica Fiera di Vicenza S.p.A. Altra Società/Ente che promuove, organizza e gestisce l evento negli spazi del Quartiere Fieristico di Vicenza Fiera S.p.A. c) Espositore: azienda o altro soggetto giuridico che partecipa alla manifestazione fieristica con disponibilità di un area specifica; d) Allestitore: soggetto che è titolare del contratto di appalto per montaggio dello stand, smontaggio dello stand ed eventuale realizzazione delle strutture espositive; e) Fornitore: soggetto che è titolare di un contratto per lavori/fornitura e posa in opera/servizi all interno del quartiere fieristico affidato da Fiera di Vicenza o terzi (espositore, allestitore, organizzatore); f) Stand: singola area destinata alla partecipazione della manifestazione fieristica dell Espositore; g) Spazio complementare allestito: area allestita destinata a convegni, mostre, uffici e altri servizi a supporto dell esposizione fieristica; h) Quartiere fieristico: strutture fissa, o altro spazio destinato ad ospitare la manifestazione fieristica, dotata di una propria organizzazione logistica e relativa agibilità, destinata allo svolgimento di manifestazioni fieristiche;

5 Pagina 5 di 11 i) Struttura allestitiva: insieme degli elementi utilizzati per l allestimento di uno stand o di uno spazio complementare allestito; j) Tendostruttura: struttura portante con telo di copertura, sia aperta che chiusa ai lati 1.4 Appalti e subappalti I soggetti Appaltanti, in caso di contratti di somministrazione, di appalto, di subappalto e d opera devono attenersi a quanto previsto dall art. 26 del D.Lgs.81/08. Gli appalti e gli eventuali subappalti dovranno essere formalizzati per iscritto facendo assumere al subappaltatore tutti gli oneri e gli obblighi previsti per l appaltatore e quanto previsto nel presente documento, nel regolamento Tecnico, nel Vademecum e nel Regolamento per la Sicurezza vigenti nel quartiere fieristico. Il soggetto appaltante dovrà verificare nei termini di legge l idoneità tecnico professionale delle ditte subappaltatrici. Fiera di Vicenza S.p.A. e/o il datore di lavoro della singola ditta appaltatrice devono informare i propri lavoratori, esposti a rischi interferenti, sui contenuti del presente documento e sulle misure di emergenza adottate nel luogo di lavoro oggetto del presente documento. Tutte le ditte dovranno rispettare le norme vigenti in materia di sicurezza sul lavoro; a tal proposito, i tecnici di Fiera di Vicenza S.p.A. potranno svolgere operazioni di supervisione e controllo a campione. 1.5 Caratteristiche del quartiere fieristici Il quartiere fieristico di Vicenza è ubicato in Viale dell Oreficeria 16, in un area di circa mq, delimitata perimetralmente da Viale degli Scaligeri, Viale della Scienza e Viale dell Oreficeria, su cui insistono i padiglioni 1-2/2.5-3/3.1/ ; alla sede principale si aggiungono due sedi periferiche denominate Padiglione Hong Kong e Padiglione 9, ubicate rispettivamente in Viale della Scienza 10 e Viale del Lavoro Manifestazione oggetto del DUVRI: tipologia e orari Mondo Motori Show 2015 è una manifestazione che si svolge in cinque padiglioni dedicati alle auto, moto, biciclette e racing più aree esterne allestite per i live show più estremi e spettacolari, intratterranno il pubblico durante l intero weekend in previsione della bella stagione, con un area espositiva di ben mq. Totali (compresi di aree live show). Durante la manifestazione verranno inoltre svolti dei voli panoramici con elicotteri. La manifestazione si svolgerà nei padiglioni: del quartiere fieristico di Fiera di Vicenza sito in Via dell Oreficeria 16 a Vicenza.

6 Pagina 6 di 11 ORARI ALLESTIMENTO STAND (previa registrazione sul Portale della Sicurezza sul Lavoro di Fiera di Vicenza S.p.A. dal sito internet ALLESTITORI: Gli allestitori che montano le strutture e posano la moquette nelle aree libere avranno accesso al quartiere: Dal giorno Martedì 24 al Venerdì 27 marzo 2015 orario ESPOSITORI: Venerdì 27 Marzo orario ORARI MANIFESTAZIONE: La manifestazione si svolgerà dal 28 al 29 marzo con orari di seguito specificati: ORARI PER IL PUBBLICO: Sabato 28: dalle ore 9:00 alle ore 20:00 Domenica 29: dalle ore 9:00 alle ore 19:00 ORARI DISALLESTIMENTO (previa registrazione sul Portale della Sicurezza sul Lavoro di Fiera di Vicenza S.p.A. dal sito internet AREE ALLESTITE E AREE PRIVE DI ALLESTIMENTO: 29 Marzo (Domenica) orario Marzo (Lunedì) orario Modalità di accesso e logistica del quartiere fieristico Il personale delle ditte appaltatrici dovrà accedere, fatte salve diverse indicazioni fornite dall Organizzazione, dal passo carraio EST fronte Alfa Hotel. Il personale dovrà sempre esibire una tessera di riconoscimento riportante fotografia, nome, cognome e ditta di appartenenza, oltre al badge di accesso stampato da FDVSafety per Allestitori nel caso specifico di ditte di Allestimento e per Fornitori per ditte fornitrici di Fiera di Vicenza S.p.A. L accesso ai padiglioni è consentito solo alle persone preventivamente autorizzate da personale di Fiera di Vicenza S.p.A. Accesso durante il periodo di montaggio e smontaggio L accesso al Quartiere per il personale delle ditte Allestitrici è subordinato al possesso del badge Allestitore per la registrazione delle persone che lavoreranno alla preparazione degli stand per la specifica manifestazione. I badge devono essere stampati direttamente in azienda registrando le persone attraverso il sito Tutto il personale addetto alla preparazione degli stand deve tenere esposto il badge. Nelle aree del quartiere nelle quali sono in corso mobilitazioni e/o smobilitazioni è tassativamente vietato l accesso dei non addetti ai lavori e ai minori di anni 15. Gli Espositori potranno accedere durante questi periodi solamente per la personalizzazione del proprio stand ed il trasporto della propria merce espositiva ed in possesso preventivamente della tessera personale per espositore già stampata. Le ditte Espositrici ed Allestitrici nell accedere al quartiere fieristico si impegnano a rispettare quanto contenuto nel Regolamento Tecnico, nel Vademecum di manifestazione e nel Regolamento sulla sicurezza vigenti. Logistica del quartiere fieristico Per ogni esigenza di movimentazione di carichi pesanti per cui è necessario l utilizzo di carrelli elevatori, transpallet elettrici, piattaforme elevatrici, argani e paranchi ecc. esclusi i transpallet ed i carrelli manuali, è a disposizione lo Spedizioniere Ufficiale: EXPOTRANS tel. 0444/969090,

7 Pagina 7 di 11 al quale deve essere preventivamente prenotato il servizio, indicando al momento della prenotazione anche il numero di targa ed il mezzo con il quale si avrà accesso al quartiere fieristico. Come da Regolamento Tecnico si ricorda che la circolazione degli automezzi nel Quartiere Fieristico è disciplinata dalle norme del Codice della Strada e dalla segnaletica di sicurezza aziendale. E assolutamente vietata la sosta degli automezzi in corrispondenza dei passaggi carrai, degli idranti, delle uscite di sicurezza, nonché in zone antistanti gli accessi per i servizi di pubblica utilità (Primo Soccorso, Servizio Antincendio, ecc.). Ricordiamo inoltre che non è consentita la sosta notturna degli automezzi, neppure in caso di guasti, all interno del Quartiere e comunque non oltre la chiusura dei padiglioni. Durante i periodi di montaggio e smontaggio la sosta per il carico e lo scarico è consentita temporaneamente, previo rilascio di un pass temporaneo arancione, per un massimo di 2 ore. Informiamo che potranno essere operati, dalle competenti Autorità di pubblica sicurezza, controlli a campione sugli automezzi e sulle merci trasportate in uscita dal Quartiere Fieristico.

8 Pagina 8 di Informazioni fornite dall'organizzatore sui rischi specifici presenti nel quartiere fieristico e sulle misure di prevenzione e protezione adottate Nel quartiere fieristico risultano presenti i seguenti principali rischi: Tipo di rischio Luogo Misure di prevenzione e protezione adottate Caduta di materiale dall'alto Investimento da parte di autoveicoli o mezzi di movimentazione merce Caduta di persone dall'alto Caduta per inciampo o su superfici scivolose Contatto con parti pericolose di reti tecnologiche Aree esterne, Aree esterne, Aree esterne, Apparecchi di sollevamento conformi alle normative vigenti applicabili e regolarmente mantenuti e verificati. Utilizzo degli apparecchi di sollevamento secondo le indicazioni dei fabbricanti. Non transitare sotto ai carichi sospesi. Utilizzo dei DPI (scarpe). Segnaletica di sicurezza. Formazione dei lavoratori addetti all'utilizzo degli apparecchi di sollevamento. Rispettare la segnaletica e la cartellonistica. Utilizzare indumenti ad alta visibilità nelle aree esterne; Per manovre critiche e con scarsa visuale l'operatore dovrà esser coadiuvato da un collega a terra; Rispettare la segnaletica orizzontale e verticale nel quartiere fieristico; Il limite di velocità per i mezzi entro il quartiere è di 15 Km/h; Il carrellino elettrico utilizzato dai bar all'interno dei padiglioni dovrà transitare a passo d'uomo e, NON potrà transitare durante il periodo di manifestazione. Utilizzare ponteggi, scale e trabatelli a norma secondo le modalità indicate nel libretto di istruzioni. Soppalchi e coperture protette da parapetti anticaduta regolarmente mantenuti e verificati. Non rimuovere le protezioni presenti. Verificare lo stato delle protezioni prima dell'inizio delle lavorazioni. Delimitare l'area sottostante i lavori in quota Rispettare le delimitazioni posizionate E' severamente vietato il trasporto ed il sollevamento di persone sui carrelli lavoratori Verificare il rispetto delle procedure di sicurezza. Utilizzo di DPI anticaduta (imbracatura). Durante la permanenza o il passaggio per il padiglione B durante le fasi di assenza di manifestazioni munirsi di torcia elettrica Mantenere pulite le pavimentazioni segnalando eventuali passaggi bagnati o scivolosi Per i lavori di propria competenza segnalare con cartellonistica della presenza di rischi specifici generati dalle fasi di lavoro Indicare preventivamente tracciati e punti di allaccio alle reti tecnologiche

9 Pagina 9 di 11 Rumore superiore a db(a) Elettrocuzione Emergenza Accesso a locali tecnologici Contiguità delle aree di lavoro Deposito di materiale Esposizione ad agenti chimici Proiezione di materiale Ferite per presenza di materiale di scarto Aree esterne,, uffici, uffici, uffici, uffici, uffici Scambio reciproco preventivo sui livelli di esposizione generati dalle attività di competenza Utilizzo degli otoprotettori in caso di necessità Impianti conformi alle normative vigenti applicabili e regolarmente mantenuti e verificati. Non manomettere in alcun modo i punti di fornitura elettrica Istruire gli addetti della ditta appaltatrice sull'ubicazione dei punti di utenza da utilizzare Non dovrà essere depositato materiale lungo le vie di fuga, davanti alle uscite di sicurezza e nei pressi dei presidi antincendio Informare gli addetti della ditta appaltatrice sui percorsi di fuga, sull'ubicazione delle uscite di emergenza e dei presidi antincendio L'accesso ai locali tecnologici è consentito solo alle ditte specificatamente incaricate, le quali dovranno provvedere affinché nessun addetto di altre ditte acceda all'interno dei locali Consentire l'accesso ai locali tecnologici solamente alle ditte specificatamente incaricate. Vigilare che nessun altro acceda ai locali durante le lavorazioni Coordinare con i lavoratori delle aree adiacenti l'esecuzione delle lavorazioni di competenza, mantenendo quando possibile dislocazione spaziale e/o temporale Vigilare sull'operato delle lavorazioni eseguite in contiguità segnalando alle ditte esecutrici eventuali anomalie al rispetto delle norme di sicurezza Non depositare materiale all'esterno del proprio spazio espositivo in via di allestimento, lasciando liberi corridoi e porte da ostacoli e vie di fuga/presidi antincendio In caso di utilizzo di sostanze pericolose, la ditta dovrà avvisare gli addetti di altre ditte presenti indicando i DPI da usare o consigliando il temporaneo allontanamento Le sostanze pericolose dovranno essere accompagnate dalle relative schede di sicurezza Nel caso di esecuzione di lavorazioni che comportino la proiezione di materiale, installare adeguati schermi in caso di compresenza con addetti di altre ditte L'utilizzo delle scarpe antinfortunistiche con suola antiforatura e dei guanti è obbligatorio nei padiglioni Ogni ditta dovrà provvedere allo smaltimento dei propri rifiuti

10 Pagina 10 di 11 Collisione dei mezzi con strutture sporgenti Pozzetti o boccaporti lasciati aperti Abbandono o dispersione di vernici o sostanze pericolose in genere Incendio Illuminazione insufficiente Esposizione ad agenti mutanti e cancerogeni Ribaltamento mezzi movimentazione materiale Segnalare la presenza di parti sporgenti delle strutture o delle opere provvisionali di propria competenza Delimitare e segnalare la zona di lavorazione. Richiudere il pozzetto alla fine delle lavorazioni I fusti di vernice o di sostanze pericolose in genere dovranno essere smaltiti dalle ditte utilizzatrici I residui delle sostanze non dovranno essere dispersi nell'ambiente tramite svuotamento o lavaggi nelle strutture di Fiera di Vicenza In caso d'incendio avvisare il personale di Fiera di Vicenza e successivamente eseguire le istruzioni degli addetti della squadra di emergenza E' severamente vietato l'utilizzo di stufe elettriche o a gas o apparecchi similari E' vietato introdurre e conservare nei padiglioni sostanze infiammabili, gas compressi o liquefatti, sostanze caustiche o corrosive. E' vietata all'interno dei padiglioni qualsiasi tipo di lavorazione a caldo Segnalare l'eventuale insufficienza del livello di illuminazione al E' severamente vietato l'utilizzo di sostanze che contengano agenti mutanti e cancerogeni E' vietato l'utilizzo di prolunghe per le forche dei carrelli elevatori

11 Pagina 11 di Procedure di emergenza per il periodo di allestimento disallestimento e durante la manifestazione; Vedi allegato 5. Indicazioni sui rischi interferenze presenti durante le fasi di allestimento e disallestimento e le relative misure preventive e protettive da adottare. Vedi le Schede allegate 6. Misure specifiche Qualora le strutture allestite ricadano come tipologia nelle disposizioni di cui al Capo II del Titolo IV del D.lgs. 81/08, il Committente (Espositore) dovrà applicare le misure di sicurezza riportate al capo II del Decreto Palchi e Fiere del 22/07/ Costi relativi alla sicurezza In merito ai costi relativi alla sicurezza derivanti dalle interferenze, non sono stati individuate misure di prevenzione e protezione tali da rendere necessari dei costi di sicurezza. 8. Eventuali rischi residui ineliminabili I rischi residui ineliminabili che Non risultano valutati dal presente DUVRI sono dovuti alla probabilità di accadimento di: -guasto di impianti/attrezzature/macchinari -errori comportamentali umani. 9. Allegati -Regolamento per la sicurezza -Procedure di emergenza -Schede dei rischi di interferenza

REGOLAMENTO PER LA SICUREZZA SUL LAVORO

REGOLAMENTO PER LA SICUREZZA SUL LAVORO Pagina 1 di 14 PER LA SICUREZZA SUL LAVORO Via dell oreficeria, 16-36100 VICENZA SERVIZIO EMERGENZE tel. 0444 969 555 S.A.T.E. (Servizio Assistenza Tecnica Espositori) tel. 0444 969 333 Centralino Uffici

Dettagli

Ente Autonomo Fiere di Verona Viale del Lavoro 8, Verona

Ente Autonomo Fiere di Verona Viale del Lavoro 8, Verona Ente Autonomo Fiere di Verona Viale del Lavoro 8, Verona DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI(DUVRI) E INFORMATIVA IN MERITO AI RISCHI SPECIFICI PER LE FASI DI ALLESTIMENTO E DISALLESTIMENTO

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE per allestimento/manifestazione e disallestimento

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE per allestimento/manifestazione e disallestimento DOS 10.1 Revisione n. 00 Pagina 1 di 11 DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE per allestimento/manifestazione e disallestimento Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n 81 Art. 26 comma

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

REGOLAMENTO E NORME TECNICHE ALLESTIMENTO SPAZI ESPOSITIVI

REGOLAMENTO E NORME TECNICHE ALLESTIMENTO SPAZI ESPOSITIVI REGOLAMENTO E NORME TECNICHE ALLESTIMENTO SPAZI ESPOSITIVI 1. CONSEGNA DEGLI SPAZI ESPOSITIVI Gli spazi espositivi saranno messi a disposizione degli Espositori per l'introduzione e la sistemazione dei

Dettagli

PROCEDURA DI SICUREZZA PER PERSONALE ESTERNO

PROCEDURA DI SICUREZZA PER PERSONALE ESTERNO PROCEDURA DI SICUREZZA PER INDICE 1 Scopo 2 Campo di applicazione e funzioni coinvolte 3 Contenuti 4 Attività e responsabilità ALLEGATI 1 Scheda informativa di sicurezza 2 Modulo di verifica di idoneità

Dettagli

Per il Comune di Faenza SETTORE SERVIZI SOCIALI ASSOCIATI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO

Per il Comune di Faenza SETTORE SERVIZI SOCIALI ASSOCIATI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO Comune di Faenza SETTORE SERVIZI SOCIALI ASSOCIATI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO INDIVIDUAZIONE DEI RISCHI SPECIFICI DEL LUOGO DI LAVORO (art. 26 comma 1 lett. b D.Lgs 81/2008) e MISURE ADOTTATE

Dettagli

CAPO I - SPETTACOLI MUSICALI, CINEMATOGRAFICI E TEATRALI. Articolo 1 Campo di applicazione

CAPO I - SPETTACOLI MUSICALI, CINEMATOGRAFICI E TEATRALI. Articolo 1 Campo di applicazione CAPO I - SPETTACOLI MUSICALI, CINEMATOGRAFICI E TEATRALI Articolo 1 Campo di applicazione 1. Le disposizioni del Titolo IV del d.lgs. n. 81/2008 si applicano alle attività di cui al comma 2 secondo le

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

ACCLUSO AL CONTRATTO N... DEL... ai sensi dell art. 26, comma 3 del D.Lgs. 81/08 FORNITURA DI MATERIALE SOSTITUTIVO DELL OSSO

ACCLUSO AL CONTRATTO N... DEL... ai sensi dell art. 26, comma 3 del D.Lgs. 81/08 FORNITURA DI MATERIALE SOSTITUTIVO DELL OSSO Pag. 1 / 12 ACCLUSO AL CONTRATTO N.... DEL... ai sensi dell art. 26, comma 3 del D.Lgs. 81/08 FORNITURA DI MATERIALE SOSTITUTIVO DELL OSSO Il presente documento denominato DUVR-I è redatto ai sensi dell

Dettagli

ESTRATTO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (Applicazione disposizioni Art. 26 del D.Lgs. 81/08)

ESTRATTO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (Applicazione disposizioni Art. 26 del D.Lgs. 81/08) ESTRATTO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (Applicazione disposizioni Art. 26 del D.Lgs. 81/08) Appalto per RISTORAZIONE SCOLASTICA COMMITTENTE COMUNE DI CREAZZO DITTA APPALTATRICE

Dettagli

DISPOSIZIONI PER LE OPERAZIONI DI ALLESTIMENTO E DISALLESTIMENTO PER ULTERIORI INFORMAZIONI CONTATTARE: MOTOR BIKE EXPO - FAX. +39.041.

DISPOSIZIONI PER LE OPERAZIONI DI ALLESTIMENTO E DISALLESTIMENTO PER ULTERIORI INFORMAZIONI CONTATTARE: MOTOR BIKE EXPO - FAX. +39.041. 24-25- GENNAIO 2014 ATTENZIONE ALLESTIMENTO: L accesso al quartiere è subordinato al VERSAMENTO DI UNA CAUZIONE DI 100 EURO per sostare FINO A 2 ORE nella zona indicata in verde nella planimetria. All

Dettagli

La Casa Centro Assistenza Servizi per Anziani Via Baratto 39 36015 Schio (VI)

La Casa Centro Assistenza Servizi per Anziani Via Baratto 39 36015 Schio (VI) Ente committente: La Casa Centro Assistenza Servizi per Anziani Via Baratto 39 36015 Schio (VI) DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI INTERFERENTI Art. 26 D.Lgs. 81/2008 Fornitura di generi alimentari per

Dettagli

VALUTAZIONE RICOGNITIVA DEI RISCHI STANDARD

VALUTAZIONE RICOGNITIVA DEI RISCHI STANDARD DOCUMENTO DI VALUTAZIONE RICOGNITIVA DEI RISCHI STANDARD E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26, co.3-ter

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Preliminare

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Preliminare DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Preliminare (art. 26 del D.Lgs. 81/2008 s.m.i.) OGGETTO DEL CONTRATTO: AFFIDAMENTO, PER DUE MESI, DEL SERVIZIO DI TRASPORTO INFERMI E DIALIZZATI

Dettagli

DUVRI Documento Unico di Valutazione

DUVRI Documento Unico di Valutazione DUVRI Documento Unico di Valutazione Rischi Interferenti D. Lgs. 81/08 integrato con il D. Lgs. 106/09 Committente Lavori di Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria Servizio di pulizia locali

Dettagli

APPLICAZIONE ALLE MANIFESTAZIONI FIERISTICHE

APPLICAZIONE ALLE MANIFESTAZIONI FIERISTICHE D.Lgs. 81/2008 TITOLO IV CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI APPLICAZIONE ALLE MANIFESTAZIONI FIERISTICHE Corso Sicurezza nel Comparto Edile Asl della Romagna 29 OTTOBRE 2014 Ing. Roberta Bini Resp. Sicurezza,

Dettagli

UBALDO CAMPAGNOLA di AVIO. Azienda Pubblica di Servizi alla Persona DUVRI. Servizio Infermieristico Aziendale

UBALDO CAMPAGNOLA di AVIO. Azienda Pubblica di Servizi alla Persona DUVRI. Servizio Infermieristico Aziendale UBALDO CAMPAGNOLA di AVIO Azienda Pubblica di Servizi alla Persona DUVRI Azienda committente Ubaldo Campagnola di Avio A.P.S.P. Azienda Pubblica di Servizi alla Persona Appalto/Contratto d opera Servizio

Dettagli

Corso Sicurezza nel Comparto Edile Esperienze di vigilanza

Corso Sicurezza nel Comparto Edile Esperienze di vigilanza Corso Sicurezza nel Comparto Edile Esperienze di vigilanza Forlimpopoli 29 ottobre 2014 Leonardo Bertozzi Vilma Gaviani Azienda USL della Romagna Area di Rimini AUSL Romagna - Rimini Leonardo Bertozzi

Dettagli

FERRARA ARTE S.P.A. SEDE AMMINISTRATIVA PALAZZO dei DIAMANTI C.so Ercole I d Este, 21 44121Ferrara (FE)

FERRARA ARTE S.P.A. SEDE AMMINISTRATIVA PALAZZO dei DIAMANTI C.so Ercole I d Este, 21 44121Ferrara (FE) FERRARA ARTE S.P.A. SEDE AMMINISTRATIVA PALAZZO dei DIAMANTI C.so Ercole I d Este, 21 44121Ferrara (FE) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (D.U.V.R.I.) TRASPORTO E ALLESTIMENTO DOCUMENTO

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONI DEI RISCHI PER INTERFERENZE (Art. 26 D.Lgs 81/2008 e D.Lgs. 106/2009)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONI DEI RISCHI PER INTERFERENZE (Art. 26 D.Lgs 81/2008 e D.Lgs. 106/2009) COMUNE DI VICENZA Settore Provveditorato DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONI DEI RISCHI PER INTERFERENZE (Art. 26 D.Lgs 81/2008 e D.Lgs. 106/2009) SERVIZIO DI FACCHINAGGIO E TRASLOCO DI ARREDI E ATTREZZATURE

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

OBBLIGHI CONNESSI AI CONTRATTI D APPALTO O D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE Documento elaborato ai sensi dell art. 26 del D.Lgs.

OBBLIGHI CONNESSI AI CONTRATTI D APPALTO O D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE Documento elaborato ai sensi dell art. 26 del D.Lgs. CLI:1608 Committente: COMUNITA MONTANA DELL ESINO-FRASASSI via DANTE, FABRIANO - (AN) 0732-6951 Ditta Appaltatrice: ragione sociale indirizzo recapito telefonico e fax OBBLIGHI CONNESSI AI CONTRATTI D

Dettagli

APPALTO GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI

APPALTO GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI COMUNE DI MONSUMMANO TERME Provincia di Pistoia APPALTO GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI DUVRI DOCUMENTO UNICO DI INDIVIDUAZIONE DEI RISCHI E MISURE ADOTTATE PER ELIMINARE LE INTERFERENZE (Artt.

Dettagli

Documento Unico di Valutazione dei Rischi redatto ai sensi del D.Lgs. 09/04/08 n 81 art.26, comma 3-ter

Documento Unico di Valutazione dei Rischi redatto ai sensi del D.Lgs. 09/04/08 n 81 art.26, comma 3-ter Documento Unico di Valutazione dei Rischi redatto ai sensi del D.Lgs. 09/04/08 n 81 art.26, comma 3-ter DATI RELATIVI AL COMMITTENTE RAGIONE SOCIALE : Comune di Cavezzo INDIRIZZO Via Cavour, 36 ATTIVITA

Dettagli

Quaderno dell Espositore

Quaderno dell Espositore QE Quaderno dell Espositore Indice 1. Dati della manifestazione 2. Allestimento e smontaggio stand 3. Informazioni per gli espositori con stand preallestito fornito da PadovaFiere 4. Parcheggi per gli

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO PER GLI ESPOSITORI

REGOLAMENTO TECNICO PER GLI ESPOSITORI MANIFESTAZIONE: 46 Congresso SIN Genova 2015 DATA: 10-14 OTT 2015 LUOGO: Centro Congressi Magazzini del Cotone Porto Antico REGOLAMENTO TECNICO PER GLI ESPOSITORI 1. ALLESTIMENTO DEGLI STAND 2 1.1. NORME

Dettagli

Check List dei documenti e degli adempimenti inerenti la sicurezza

Check List dei documenti e degli adempimenti inerenti la sicurezza Check List dei documenti e degli adempimenti inerenti la sicurezza Da tenere in cantiere ai sensi del D. Lgs. 81/08 1. Documentazione Generale 01 02 Cartello informativo di cantiere Notifica Preliminare

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI (Cimiteri di Oderzo, Camino, Colfrancui, Faè, Rustignè e Piavon)

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI (Cimiteri di Oderzo, Camino, Colfrancui, Faè, Rustignè e Piavon) Comune di Oderzo Provincia di Treviso AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI (Cimiteri di Oderzo, Camino, Colfrancui, Faè, Rustignè e Piavon) DUVRI DOCUMENTO UNICO DI INDIVIDUAZIONE DEI RISCHI E MISURE ADOTTATE

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DA VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

DOCUMENTO UNICO DA VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE DOCUMENTO UNICO DA VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE ai sensi dell art. 26 del D.Lgs. 81/08 DITTA Sede Legale: Oggetto della manutenzione: SERVIZI DI ASSISTENZA E MANUTENZIONE SUI PC E PERIFERICHE

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONI DEI RISCHI PER INTERFERENZE (Art. 26 Dlgs 81/2008 e Dlgs. 106/2009)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONI DEI RISCHI PER INTERFERENZE (Art. 26 Dlgs 81/2008 e Dlgs. 106/2009) COMUNE DI VICENZA Settore Provveditorato DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONI DEI RISCHI PER INTERFERENZE (Art. 26 Dlgs 81/2008 e Dlgs. 106/2009) SERVIZIO DI FACCHINAGGIO E TRASLOCO DEGLI UFFICI SOPPRESSI DELLA

Dettagli

Documento unico di valutazione dei rischi interferenziali. Art. 26 comma 3 D.L.vo 81/2008

Documento unico di valutazione dei rischi interferenziali. Art. 26 comma 3 D.L.vo 81/2008 Documento unico di valutazione dei rischi interferenziali Art. 26 comma 3 D.L.vo 81/2008 Oggetto dell appalto: Contratto per la gestione dell impianto sportivo calcistico Aldo Nelli in località Oste Dirigente/

Dettagli

LA GESTIONE DELLA SICUREZZA NEI LAVORI IN APPALTO

LA GESTIONE DELLA SICUREZZA NEI LAVORI IN APPALTO LA GESTIONE DELLA SICUREZZA NEI LAVORI IN APPALTO art. 7, D. Lgs. 626/94 Legge delega n 123/2007 art. 26 Testo Unico 1 art.7 D.Lgs. 626/94 Il datore di lavoro, in caso di AFFIDAMENTO DEI LAVORI ALL INTERNO

Dettagli

PRONTUARIO ADEMPIMENTI DI SICUREZZA

PRONTUARIO ADEMPIMENTI DI SICUREZZA PRONTUARIO ADEMPIMENTI DI SICUREZZA Documentazione aziendale DOCUMENTAZIONE OBBLIGATORIA - Pratiche comunali: certificazione di agibilità - Denuncia di nuovo lavoro all INAIL (almeno 5 gg prima inizio

Dettagli

tel. 0392839921 / fax 0392023582 / e-mail: economato@comune.monza.it codice fiscale / partita IVA 02030880153/0072883096

tel. 0392839921 / fax 0392023582 / e-mail: economato@comune.monza.it codice fiscale / partita IVA 02030880153/0072883096 Documento Uniico dii Valluttaziione deii Riischii dii IInterferenza (DUVRI) Redatto ai sensi dell Art. 26 - Comma 3 del D.Lgs. 81/08 (Testo Unico) ragione sociale COMUNE DI MONZA UFFICIO ECONOMATO Dati

Dettagli

Piano Operativo di Sicurezza

Piano Operativo di Sicurezza MODELLO DI Piano Operativo di Sicurezza POS Modello PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA IMPRESA: INDIRIZZO CANTIERE: OPERA DA REALIZZARE: COMMITTENTE: Il presente piano costituisce la prima edizione. Il presente

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE RISCHI INTERFERENZA NEGLI APPALTI EX ART.26 c.3 DEL D.Lgs. 81/08 Allegato al contratto di appalto relativo al.

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE RISCHI INTERFERENZA NEGLI APPALTI EX ART.26 c.3 DEL D.Lgs. 81/08 Allegato al contratto di appalto relativo al. (art. 26 comma 3 D.Lgs. 8/8) di 5 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE RISCHI INTERFERENZA NEGLI APPALTI EX ART.26 c.3 DEL D.Lgs. 8/8 Allegato al contratto di appalto relativo al Servizio di accompagnamento su scuolabus

Dettagli

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali Lettera Rischi Interferenziali Spett.le Ditta Appaltatrice Ditta Subappaltatrice Luogo, Data 2 OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali In relazione alla necessità di una possibile

Dettagli

A.G.E.C. Onoranze Funebri S.p.A. VERONA

A.G.E.C. Onoranze Funebri S.p.A. VERONA A.G.E.C. Onoranze Funebri S.p.A. VERONA APPALTO PER FORNITURA DI COFANI DI TIPO ECONOMICO PER ONORANZE E TRASPORTI FUNEBRI DUVRI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (ALL. 1/A) DOCUMENTO

Dettagli

COMUNE DI TERNI DIREZIONE LL.PP. E MANUTENZIONI - PATRIMONIO UFFICIO GESTIONE SERVIZI CIMITERIALI

COMUNE DI TERNI DIREZIONE LL.PP. E MANUTENZIONI - PATRIMONIO UFFICIO GESTIONE SERVIZI CIMITERIALI COMUNE DI TERNI DIREZIONE LL.PP. E MANUTENZIONI - PATRIMONIO UFFICIO GESTIONE SERVIZI CIMITERIALI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (D.U.V.R.I.) (ART. 26 DEL D.LGS 81/2008) 1. PREMESSA

Dettagli

DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIAL ARTISTA:

DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIAL ARTISTA: Allegato F, schema di DUVRI DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIAL ARTISTA:. OGGETTO APPALTO: FORNITURA E INSTALLAZIONE DI OPERE D ARTE PER IL PALAZZO RICERCA E CONOSCENZA DELLA FONDAZIONE

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Servizio di Prevenzione e Protezione Via Celso Ulpiani (ex palazzo CEDAM) 70125 BARI (Italia) Tel. +39.080.5712425-6 Fax +39.080.5712427 Università degli Studi di Bari Aldo MORO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE

Dettagli

PROGETTO PER LA MANUTENZIONE ORDINARIA DEL VERDE PUBBLICO

PROGETTO PER LA MANUTENZIONE ORDINARIA DEL VERDE PUBBLICO [2014] Comune di Carbognano Provincia di Viterbo Area Tecnica e Tecnico Manutentiva PROGETTO PER LA MANUTENZIONE ORDINARIA DEL VERDE PUBBLICO Aprile 2014 - Novembre 2014 TAVOLA 4 Pagina 2 di 9 Sommario

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (DUVRI) Provincia di Firenze DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (DUVRI) Ai sensi del: D. Lgs. 9 aprile 2008, n 81 - art. 26 In riferimento a: Servizio di pulizia degli uffici comunali Da

Dettagli

NORME COMPORMENTALI IN AREA TECNOPARCO VALBASENTO PER AUTISTI CHE TRASPORTANO ACQUA DEMINERALIZZATA O FANGHI BIOLOGICI

NORME COMPORMENTALI IN AREA TECNOPARCO VALBASENTO PER AUTISTI CHE TRASPORTANO ACQUA DEMINERALIZZATA O FANGHI BIOLOGICI NORME COMPORMENTALI IN AREA TECNOPARCO VALBASENTO PER AUTISTI CHE TRASPORTANO ACQUA DEMINERALIZZATA O FANGHI BIOLOGICI Pag. 1 di 13 1.0 PREMESSA INDICE 2.0 NORME COMPORTAMENTALI GENERALI 3.0 PITTOGRAMMI

Dettagli

Documento di Valutazione dei Rischi Interferenti. ATAF S.p.A.

Documento di Valutazione dei Rischi Interferenti. ATAF S.p.A. Servizio di Prevenzione e Protezione Documento di Valutazione dei Rischi Interferenti in Applicazione a quanto previsto dall Art.28 del D.Lgs. 81/08 tra ATAF S.p.A e Azienda Affidataria per il servizio

Dettagli

Quaderno dell Espositore

Quaderno dell Espositore QE Quaderno dell Espositore Indice 1. Dati della manifestazione 2. Allestimento e smontaggio stand 3. Informazioni per gli espositori con stand preallestito fornito da 4. Parcheggi per gli espositori 5.

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (DUVRI) DEL QUARTIERE FIERISTICO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (DUVRI) DEL QUARTIERE FIERISTICO Viale Diaz 221 09126 CAGLIARI DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (DUVRI) DEL QUARTIERE FIERISTICO ART. 26 D.LGS. 81/08 MANIFESTAZIONE: TURISPORT 2015 STESURA: Settembre 2015 D.U.V.R.I. Documento

Dettagli

SL ES 01147. RT - Relazioni. SLV - Sicurezza sul Lavoro 04/05/2012 ETQ-00018007. SL - Saluggia

SL ES 01147. RT - Relazioni. SLV - Sicurezza sul Lavoro 04/05/2012 ETQ-00018007. SL - Saluggia ETQ-0187 RT - Relazioni SLV - Sicurezza sul Lavoro 04/05/2012 SL - Saluggia specifici di area per la fornitura di un sistema per il monitoraggio dei materiali provenienti dal emissione Il sistema informatico

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DERIVANTI DA INTERFERENZE TRA IMPRESE (D.U.V.R.I.)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DERIVANTI DA INTERFERENZE TRA IMPRESE (D.U.V.R.I.) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DERIVANTI DA INTERFERENZE TRA IMPRESE (D.U.V.R.I.) Ai sensi dell Art. 26, Comma 3 del D. Lgs. 81/2008 SISSA Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati Via

Dettagli

COMUNE DI BANZI Provincia di Potenza. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (DUVRI) ( art. 26 del D.Lgs. n.

COMUNE DI BANZI Provincia di Potenza. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (DUVRI) ( art. 26 del D.Lgs. n. COMUNE DI BANZI Provincia di Potenza SETTORE AMMINISTRATIVO - SERVIZIO PUBBLICA ISTRUZIONE Piazza A.Moro n. 1 Tel 0971 947812/22 - fax 0971947825 e-mail : comunedibanzi@hotmail.it comune.banzi@cert.ruparbasilicata.it

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (DUVRI) PER LE FASI DI ALLESTIMENTO/DISALLESTIMENTO DEL QUARTIERE FIERISTICO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (DUVRI) PER LE FASI DI ALLESTIMENTO/DISALLESTIMENTO DEL QUARTIERE FIERISTICO Viale Diaz 221 09126 CAGLIARI DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (DUVRI) PER LE FASI DI ALLESTIMENTO/DISALLESTIMENTO DEL QUARTIERE FIERISTICO ART. 26 D.LGS. 81/08 MANIFESTAZIONE: HOSPITANDO

Dettagli

Data: 02/03/2009 Rev. 02/2009 VALIDO PER PERIODI NON INTERESSATI DA MANIFESTAZIONE

Data: 02/03/2009 Rev. 02/2009 VALIDO PER PERIODI NON INTERESSATI DA MANIFESTAZIONE VALIDO PER PERIODI NON INTERESSATI DA MANIFESTAZIONE D.U.V.R.I. Documento unico di valutazione dei rischi determinati dalle interferenze tra le concomitanti attività svolte nello stesso ambiente di lavoro.

Dettagli

Documento unico di valutazione dei rischi interferenziali UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE

Documento unico di valutazione dei rischi interferenziali UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE Documento unico di valutazione dei rischi interferenziali UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE (Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali) Allegato al contratto di appalto (ai sensi

Dettagli

Quaderno dell Espositore

Quaderno dell Espositore QE Quaderno dell Espositore Indice 1. Dati della manifestazione 2. Allestimento e smontaggio stand 3. Informazioni per gli espositori con stand preallestito fornito da 4. Parcheggi per gli espositori 5.

Dettagli

GARA PNEUMATICI ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO APPENDICE I Obblighi in materi di sicurezza ed igiene del lavoro S O M M A R I O

GARA PNEUMATICI ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO APPENDICE I Obblighi in materi di sicurezza ed igiene del lavoro S O M M A R I O 1 di 5 S O M M A R I O 1 OBBLIGHI DITTA AGGIUDICATARIA... 2 1.1 GENERALITÀ... 2 1.2 OBBLIGHI IN FASE DI GARA... 2 1.3 OBBLIGHI DOPO L AGGIUDICAZIONE... 3 2 RISCHI INTERFERENTI... 4 3 FORMAZIONE OBBLIGATORIA...

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE RISCHI INTERFERENZA NEGLI APPALTI EX ART.26 c.3 DEL D.Lgs. 81/08

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE RISCHI INTERFERENZA NEGLI APPALTI EX ART.26 c.3 DEL D.Lgs. 81/08 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE RISCHI INTERFERENZA NEGLI APPALTI EX ART.26 c.3 DEL D.Lgs. 81/08 Affidamento di servizi didattico/educativi e di integrazione scolastica: Accompagnamento sugli scuolabus Centri

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Agenzia Lucana di Sviluppo e Innovazione in Agricoltura - Viale Carlo Levi n. 6/i - Matera DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (art. 26 comma 3 del D.Lgs. 81/08) Gara per la fornitura

Dettagli

CO.R.D.A.R. VALSESIA S.P.A. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA. D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. D.U.V.R.I.

CO.R.D.A.R. VALSESIA S.P.A. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA. D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. D.U.V.R.I. CO.R.D.A.R. VALSESIA S.P.A. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. D.U.V.R.I. Servizio di noleggio contenitori, trasporto, smaltimento o recupero rifiuti speciali

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) (Da allegare al Contratto di Appalto)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) (Da allegare al Contratto di Appalto) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) (Da allegare al Contratto di Appalto) Il presente documento unico di valutazione dei rischi da interferenze è redatto ai fini dell adempimento

Dettagli

COMUNE DI BONO. C.A.P. 07011 Provincia di Sassari. E-mail combono@tiscalinet.it. Tel. 079/7916900 Fax 079-790116 P.IVA 00197030901

COMUNE DI BONO. C.A.P. 07011 Provincia di Sassari. E-mail combono@tiscalinet.it. Tel. 079/7916900 Fax 079-790116 P.IVA 00197030901 Allegato 1 COMUNE DI ONO C.A.P. 07011 Provincia di Sassari E-mail combono@tiscalinet.it Tel. 079/7916900 Fax 079-790116 P.IVA 00197030901 SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA NELLE SCUOLE DELLE SCUOLE DELL

Dettagli

COMUNE DI CISLIANO. Provincia di Milano D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZ E (ART. 26 DEL D.LGS N.

COMUNE DI CISLIANO. Provincia di Milano D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZ E (ART. 26 DEL D.LGS N. D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZ E (ART. 26 DEL D.LGS N. 81/08) SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI COMUNALI CIG Z7C0D7B416 1 Premessa Il presente documento unico di valutazione

Dettagli

2) REGOLAMENTO D ACCESSO E COMPORTAMENTO ALL INTERNO DEL CENTRO DI RACCOLTA

2) REGOLAMENTO D ACCESSO E COMPORTAMENTO ALL INTERNO DEL CENTRO DI RACCOLTA ALLEGATO B 1) SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE La presente procedura ha lo scopo di realizzare le condizioni di massima sicurezza per tutti coloro che intendono conferire materiali/rifiuti nel CENTRO DI RACCOLTA

Dettagli

GESTIONE DI ALCUNI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE Durata: 2 anni dalla data di sottoscrizione del contratto

GESTIONE DI ALCUNI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE Durata: 2 anni dalla data di sottoscrizione del contratto Allegato 3 COMUNE DI BORGO SAN LORENZO DOCUMENTO UNICO DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81, art. 26 GESTIONE DI ALCUNI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (DUVRI) Comune di Lugo Piazza dei Martiri n. 1 Lugo 48022 (RA) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (DUVRI) Ai sensi del: D. Lgs. 9 aprile 2008, n 81 - art. 26 Riferimento ai Servizi di accoglienza,

Dettagli

DOCUMENTO DI COORDINAMENTO SICUREZZA ATTIVITA TEATRALE

DOCUMENTO DI COORDINAMENTO SICUREZZA ATTIVITA TEATRALE LOGO DOCUMENTO DI COORDINAMENTO SICUREZZA ATTIVITA TEATRALE STAGIONE TEATRALE 2009/2010 IL COMMITTENTE/RESPONSABILE ARTVEN ASSOCIAZIONE ALLEGATO AL CONTRATTO N Pag. 1 di 8 DATI DELL INSEDIAMENTO IN CUI

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO Committente Consob Via G.B. Martini 3 Via Campania 59C - Roma DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO INDIVIDUAZIONE DEI RISCHI SPECIFICI DEL LUOGO DI LAVORO (Art. 26 comma 1 lett. b del D.Lgs 81/2008)

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DOVUTI ALLE INTERFERENZE

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DOVUTI ALLE INTERFERENZE REGIONE LAZIO AZIENDA SANITARIA LOCALE VITERBO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DOVUTI ALLE INTERFERENZE (Preliminare) (Art. 26 Decreto Legislativo 81/08) GARA PER L AFFIDAMENTO DELLA MANUTENZIONE

Dettagli

Appalto per l affidamento dei Servizi relativi alle aree infanzia e adolescenza dei Comuni di Sotto il Monte Giovanni XXIII e Carvico

Appalto per l affidamento dei Servizi relativi alle aree infanzia e adolescenza dei Comuni di Sotto il Monte Giovanni XXIII e Carvico CITTA DI SOTTO IL MONTE GIOVANNI XXIII PROVINCIA DI BERGAMO Appalto per l affidamento dei Servizi relativi alle aree infanzia e adolescenza dei Comuni di Sotto il Monte Giovanni XXIII e Carvico Biennio

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI INFORMAZIONE ALL APPALTATORE SUI RISCHI SPECIFICI, SUI RISCHI DA INTERFERENZA E SULLE MISURE PER RIDURLI

DOCUMENTO UNICO DI INFORMAZIONE ALL APPALTATORE SUI RISCHI SPECIFICI, SUI RISCHI DA INTERFERENZA E SULLE MISURE PER RIDURLI DOCUMENTO UNICO DI INFORMAZIONE SUI RISCHI (proc.appalti D.Lgs. 09/04/2008 n 81 e s.m.i. ART. 26) Provincia di Firenze DOCUMENTO UNICO DI INFORMAZIONE ALL APPALTATORE SUI RISCHI SPECIFICI, SUI RISCHI DA

Dettagli

Impresa Appaltatrice: Data: IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE Ing. G. Corsi

Impresa Appaltatrice: Data: IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE Ing. G. Corsi 2014 2015 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE E. Fermi L. da Vinci Via Bonistallo 73 50053 Empoli ALLEGATO 9.1 DUVRI semplificato per operatori singoli Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI QUARTO

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI QUARTO SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI QUARTO DOCUMENTRO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (ART. 26, COMMA 3, D.LGS. N. 81/2008) STAZIONE APPALTANTE: Comune di

Dettagli

DUVRI (DOCUMENTO VALUTAZIONE RISCHI INTERFERENZE) AI SENSI DELL ART. 26 DEL D.LGS 81/08

DUVRI (DOCUMENTO VALUTAZIONE RISCHI INTERFERENZE) AI SENSI DELL ART. 26 DEL D.LGS 81/08 SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA AREA PATRIMONIO E SERVIZI ECONOMALI UFFICIO PATRIMONIO IMMOBILIARE SETTORE VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO CAPITOLATO SPECIALE GARA DIGITAL SIGNAGE CONCESSIONE DI SERVIZIO PER

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

COMUNE DI PASIAN DI PRATO

COMUNE DI PASIAN DI PRATO COMUNE DI PASIAN DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SERVIZIO PULIZIA IMMOBILI COMUNALI ALLEGATO A D.U.V.R.I. (DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE) (art. 26, comma 3, D.Lgs. n.

Dettagli

DUVRI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DERIVANTI DA INTERFERENZA

DUVRI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DERIVANTI DA INTERFERENZA DIPARTIMENTO CIRCOLAZIONE MONETARIA SERVIZIO BANCONOTE (855) DIVISIONE QUALITA', AMBIENTE E SICUREZZA SUL LAVORO (046) Rifer. a nota n. del Classificazione XIII 8 1 Oggetto DUVRI - Attività di dismissione

Dettagli

DUVRI. Per ciascun lotto, i costi della sicurezza, non soggetti a ribasso sono quantificati in 35,00

DUVRI. Per ciascun lotto, i costi della sicurezza, non soggetti a ribasso sono quantificati in 35,00 PROCEDURA, IN ECONOMIA, PER LA SOTTOSCRIZIONE DI ACCORDI QUADRO PER L ACQUISIZIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA ALLE ATTIVITÁ DI VIGILANZA DELL UFFICIO METROLOGIA LEGALE DELLA CCIAA DI VERONA Lotto 1: CIG

Dettagli

GESTIONE DEGLI APPALTI. Copyright Diritti riservati

GESTIONE DEGLI APPALTI. Copyright Diritti riservati GESTIONE DEGLI APPALTI Copyright Diritti riservati GESTIONE DEGLI APPALTI RIF. D. LGS. 81/08 s.m.i. Articolo 26 - Obblighi connessi ai contratti d appalto o d opera o di somministrazione Titolo IV Cantieri

Dettagli

VADEMECUM ESPOSITORI VICENZA, 28-29 MARZO 2015 INDICE

VADEMECUM ESPOSITORI VICENZA, 28-29 MARZO 2015 INDICE VADEMECUM ESPOSITORI VICENZA, 28-29 MARZO 2015 INDICE Pianta e Servizi di Quartiere pag. 2 Contatti Fiera di Vicenza pag. 3 Orari (espositori e visitatori) pag. 4 Allestimento e Disallestimento pag. 4

Dettagli

INFORMAZIONI UTILI PER L ESPOSITORE. 39 MOSTRA CONVEGNO EXPCOMFORT 18 21 MARZO 2014 Fiera Milano Quartiere Rho

INFORMAZIONI UTILI PER L ESPOSITORE. 39 MOSTRA CONVEGNO EXPCOMFORT 18 21 MARZO 2014 Fiera Milano Quartiere Rho INFORMAZIONI UTILI PER L ESPOSITORE 39 MOSTRA CONVEGNO EXPCOMFORT 18 21 MARZO 2014 Fiera Milano Quartiere Rho SEDE DI SVOLGIMENTO: Fiera Milano S.S. del Sempione 28 20017 Rho (Mi) - Italia INGRESSI: Porta

Dettagli

COMMITTENTE Comune di Novate Milanese SERVIZI CENTRI RICREATIVI DIURNI D.U.V.R.I.

COMMITTENTE Comune di Novate Milanese SERVIZI CENTRI RICREATIVI DIURNI D.U.V.R.I. COMMITTENTE Comune di Novate Milanese SERVIZI CENTRI RICREATIVI DIURNI D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Art. 26 del D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i. PERIODO: ANNI 2013 E 2014

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. (art. 26 comma 3 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. (art. 26 comma 3 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.) SERVIZIO DI MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE DEL SISTEMA INFORMATIVO DELL ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I.

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. SEDE OPERATIVA PISCINA COMUNALE COMUNE DI FIGLINE VALDARNO Gestione Piscina Comunale Data emissione I revisione

Dettagli

D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE AI SENSI DELL ART. 26 COMMA 3 D.LGS 81/2008

D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE AI SENSI DELL ART. 26 COMMA 3 D.LGS 81/2008 D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE AI SENSI DELL ART. 26 COMMA 3 D.LGS 81/2008 OGGETTO: AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASLOCO DI ARREDI, APPARECCHIATURE, MATERIALE CARTACEO

Dettagli

IL DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (D.U.V.R.I)

IL DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (D.U.V.R.I) IL DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (D.U.V.R.I) INFORMAZIONE SUI RISCHI PRESENTI NELL AMBIENTE DI LAVORO MISURE DA ADOTTARE PER ELIMINARE/RIDURRE AL MINIMO I RISCHI DI INTERFERENZE

Dettagli

Frontespizio da restituire firmato e timbrato da parte datore di lavoro appaltatore

Frontespizio da restituire firmato e timbrato da parte datore di lavoro appaltatore ALLEGATO E Regione Piemonte AZIENDA SANITARIA LOCALE CN1 Via Carlo Boggio n. 12 12100 CUNEO protocollo@aslcn1.legalmailpa.it P.IVA 01128930045 D.U.V.R.I. Documento Unico di Valutazione dei Rischi Misure

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale della tutela delle condizioni dì lavoro e delle relazioni industriali Divisione VI Circolare 24 dicembre 2014, n. 35 Istruzioni operative

Dettagli

DUVRI. Allegato _6_. al Bando di gara per l'appalto dei servizi di ristorazione comunale

DUVRI. Allegato _6_. al Bando di gara per l'appalto dei servizi di ristorazione comunale Appalto dei servizi di ristorazione scolastica (2013-2016) Allegato 6 DUVRI DUVRI Allegato _6_ al Bando di gara per l'appalto dei servizi di ristorazione comunale dal 15 ottobre 2013 al 30 maggio 2015

Dettagli

Il calcolo degli oneri della sicurezza

Il calcolo degli oneri della sicurezza Il calcolo degli oneri della sicurezza Pier Luigi GHISI 1/7 Le metodologie di calcolo errate Oggi resta ancora diffusa l abitudine dei progettisti e/o dei coordinatori, di stimare gli oneri della sicurezza

Dettagli

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122 MINISTERO DELLA SALUTE UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE DELL ORGANIZZAZIONE E DEL BILANCIO UFFICIO VIII EX DGPOB LOTTO 2. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA

Dettagli

AVVERTENZE GENERALI PER L ACCESSO

AVVERTENZE GENERALI PER L ACCESSO AVVERTENZE GENERALI PER L ACCESSO L ingresso in Raffineria ai visitatori è consentito previa autorizzazione del personale di portineria ed ottemperanza alle seguenti norme di sicurezza: 1) Presentazione

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO REGOLAMENTO TECNICO

REGOLAMENTO TECNICO REGOLAMENTO TECNICO DOS 10-01 Pagina 1 di 40 Rev.6 del 14/05/15 REGOLAMENTO TECNICO GLI ESPOSITORI DEVONO PRENDERE ATTENTA VISIONE DEL CONTENUTO DEL PRESENTE DOCUMENTO E RACCOMANDARNE IL RISPETTO ANCHE ALLE AZIENDE DA LORO

Dettagli

TECNICO REGOLAMENTO STAND GLOBAL ALLEGATO SUB C CONTRATTO DI SPONSORIZZAZIONE. Aggiornamento: 12 Luglio 2012 MANUALE ESPOSITORE 2012 1

TECNICO REGOLAMENTO STAND GLOBAL ALLEGATO SUB C CONTRATTO DI SPONSORIZZAZIONE. Aggiornamento: 12 Luglio 2012 MANUALE ESPOSITORE 2012 1 Milano 6-7 novembre 2012 Mico Congressi Milano ALLEGATO SUB C CONTRATTO DI SPONSORIZZAZIONE REGOLAMENTO TECNICO STAND GLOBAL Aggiornamento: 12 Luglio 2012 MANUALE ESPOSITORE 2012 1 2 MANUALE ESPOSITORE

Dettagli

TESTO UNICO DELLA SICUREZZA Decreto Legislativo 81/08

TESTO UNICO DELLA SICUREZZA Decreto Legislativo 81/08 TESTO UNICO DELLA SICUREZZA Decreto Legislativo 81/08 Sintesi ragionata delle nuove regole per la gestione aziendale della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro Una premessa È in vigore dal 15

Dettagli

Documento unico di valutazione dei rischi interferenziali

Documento unico di valutazione dei rischi interferenziali Documento unico di valutazione dei rischi interferenziali Art. 26 comma 3 D.L.vo 81/2008 modificato dal D.Lgs.106/2009 Oggetto dell appalto: contratto per il servizio di refezione scolastica e di sporzionamento

Dettagli

DUVRI INDIVIDUZIONE DEI RISCHI E MISURE ADOTTATE PER ELIMINARE LE INTERFERENZE

DUVRI INDIVIDUZIONE DEI RISCHI E MISURE ADOTTATE PER ELIMINARE LE INTERFERENZE DUVRI INDIVIDUZIONE DEI RISCHI E MISURE ADOTTATE PER ELIMINARE LE INTERFERENZE (Artt. 26 comma 3, 5 D. Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81 così come modificato dal D. Lgs. n. 106/09) Data: 02/07/2009 Azienda Committente:

Dettagli

AMIANTO: Rimozione amianto - Presentazione piano di lavoro ex art. 59 DUODECIES D.Lgs. 626/94

AMIANTO: Rimozione amianto - Presentazione piano di lavoro ex art. 59 DUODECIES D.Lgs. 626/94 A cosa serve A quale ufficio va inviato Chi deve redigere il piano Quando si deve presentare In quali casi Documentazione da presentare Modalità Cosa fa lo SPISAL Tempi medi di attesa AMIANTO: Rimozione

Dettagli

RIFERIMENTI: POS-04 RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE UTILIZZO MEZZI DI TRASPORTO. Timbro della ditta IL CARRELLO ELEVATORE NORME DI SICUREZZA

RIFERIMENTI: POS-04 RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE UTILIZZO MEZZI DI TRASPORTO. Timbro della ditta IL CARRELLO ELEVATORE NORME DI SICUREZZA ALLEGATO 3 Timbro della ditta IL CARRELLO ELEVATORE NORME DI SICUREZZA 13 di 19 1. LE NORME GENERALI PER LA CONDUZIONE L uso del carrello elevatore è consentito esclusivamente al personale autorizzato,

Dettagli

Sintesi ragionata delle nuove regole per la gestione aziendale. della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro

Sintesi ragionata delle nuove regole per la gestione aziendale. della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro Una premessa TESTO UNICO DELLA SICUREZZA Sintesi ragionata delle nuove regole per la gestione aziendale della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro È in vigore dal 15 maggio 2008, il nuovo Testo

Dettagli

Definizione termini: Rischio, Pericolo, Danno

Definizione termini: Rischio, Pericolo, Danno Definizione termini: Rischio, Pericolo, Danno PERICOLO: proprietà intrinseca di un fattore (attrezzature, sostanze, pratiche di lavoro ecc.) di poter causare danni RISCHIO: è la probabilità che si verifichino

Dettagli