Corpo delle Capitanerie di Porto e della Guardia Costiera

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Corpo delle Capitanerie di Porto e della Guardia Costiera"

Transcript

1 Corpo delle Capitanerie di Porto e della Guardia Costiera Uso dei Codici FAO ASFIS ALFA 3 nella filiera commerciale della pesca C 1^ Cl NP/PES Andrea BUCCIOLI Ispettore Pesca Comandante MV CP 540 Ufficio Circondariale Marittimo di Jesolo

2 Pilastri del controllo della pesca UE Ambito di applicazione (Reg CE 2371/2002 Istituzione della politica comune della pesca) «risorse acquatiche vive»: le specie acquatiche marine vive disponibili e accessibili, comprese le specie anadrome o catadrome durante la loro vita in mare «peschereccio comunitario»: un peschereccio (qualsiasi nave attrezzata per lo sfruttamento commerciale delle risorse acquatiche vive) battente bandiera di uno Stato membro e immatricolato nella Comunità;

3 Pilastri del controllo della Pesca UE Reg. CE 1224/2009 PCP Mediterraneo: Reg. UE 404/2011 Regolamento di attuazione al Reg. 1224/2009

4 Attenzione al 1005/2008!!! Reg CE 1005/2008 Pesca Illegale - Non regolamentata - Non dichiarata Attenzione art. 2:«prodotti della pesca»: tutti i prodotti di cui al capitolo 03 e alle voci tariffarie 1604 e 1605 della nomenclatura combinata stabilita dal regolamento (CEE) n. 2658/87 del Consiglio, del 23 luglio 1987, relativo alla nomenclatura tariffaria e statistica ed alla tariffa doganale comune (1), ad eccezione dei prodotti elencati nell allegato I del presente regolamento; MA SI RIFERISCE AL CONTROLLO INFRAZIONI INN PER PRODOTTI DELLA PESCA DI IMPORTAZIONE O PESCATI DA PESCHERECCI DI PAESI NON UE! QUINDI COMUNQUE IL CONTROLLO ex 1224/2009 SI APPLICA ANCHE PER LE REGOLE DI COMMERCIALIZZAZIONE (art. 58 comma 7 del 1224/2009 e Reg. CE 104/2000)

5 Necessità di applicazione norme comunitarie Ricatto sui controllori e sui controllati: Se gli Stati membri non garantiscono l osservanza dell esecuzione delle norme della PCP connesse alle misure finanziate o aventi un impatto sull efficacia delle medesime, e se non creano e mantengono a tal fine un regime efficace di controllo, ispezione ed esecuzione, La Commissione può sospendere o sopprimere la totalità degli aiuti di cui: Al Reg. 1198/2006 (Fondo europeo della pesca) Al Reg. 861/2006 (azione finanziaria per l attuazione della PCP)

6 Controllo della commercializzazione principi fondamentali Stati Membri sono responsabili nel proprio territorio, del controllo dell applicazione delle norme della PCP in tutte le fasi della commercializzazione dalla prima vendita alla vendita al dettaglio, compreso il trasporto Se per una data specie vi è una taglia minima comunitaria, gli operatori responsabili dell acquisto, della vendita, del magazzinaggio o del trasporto debbono poter comprovare la relativa zona geografica d origine dei prodotti Tutti i prodotti della pesca e dell acquacoltura catturati o raccolti debbono essere suddivisi in partite anteriormente alla prima vendita.

7 Passi fondamentali PCP - 1 Pesca o raccolta da parte di pescherecci comunitari >> Compilazione Logbook (giornale di pesca per tutte le specie presenti a bordo > 50 kg, dichiarazione di sbarco per ogni specie in ogni quantitativo, tolleranza 10% in peso) Creazione delle partite (su cassette/sacchi/ceste DM e DD 28/12/2011 e ultima rettifica in corso di pubblicazione) Num UE peschereccio/n Partita/Data Dal 2015 anche tutte le info del reg 1224/2009 art. 58 su peschereccio (compreso quindi Codice Fao Asfis Alfa 3)

8 Passi fondamentali PCP - 2 Sbarco (Pesatura effettiva, identificazione partita, Creazione dichiarazione di sbarco SE non si dà copia della dichiarazione di sbarco al primo acquirente, con corrispondenza partite e Codici FAO ASFIS Alfa 3) Attenzione: lo sbarco (commerciale) non si conclude con la messa a terra/fuori bordo del prodotto, ma con la prima vendita, che potrebbe anche avvenire già a bordo. Prima vendita, effettuata dall'operatore registrato (il mercato ittico è un operatore che dovrebbe registrarsi, anche se agisce da intermediario...), nelle modalità ex DM 10/11/2011 e DD 28/12/2011

9

10 Perchè il codice FAO ASFIS ALFA 3? Gestione a livello globale delle informazioni relative alla ricchezza dell'ambiente, in termini di biomassa e biodiversità. Rapidi interventi per salvaguardia di stock ittici in forte depauperamento Controllo specie soggette a taglia minima Controllo delle frodi alimentari Controllo fiscale incrociato in - out Controllo del bene pubblico risorsa ittica Facilità di etichettatura per dettagliante e sgravio di responsabilità in caso di errore iniziale

11 Particolarità codice Fao Asfis Alfa 3 Database che ricopre tutte le specie mondiali conosciute Codice alfabetico di tre lettere Famiglia SXX Genere (Specie spp) SKX Specie SKT Univocità delle specie a livello globale, senza la problematica di conoscere la traduzione ufficiale della specie commercializzata o la sua denominazione locale/regionale

12 Particolarità scaturite dall'attività di controllo Prodotti importati con certificati di cattura ex 1005/2008 o pescati/allevati in acque dolci: si applicano le informazioni di cui al 2065/2001, e nulla più, se il lotto non viene spacchettato. Nel caso di riconfezionamento, o di vendita successiva alla prima (anche se non si può parlare di prima vendita, nel senso del 1224/2009), si rientra nelle attività della politica comune della pesca sul territorio, in quanto l'operatore diventa responsabile delle informazioni di filiera fornite in fase di commercializzazione. L'operatore deve poter ricondurre al lotto importato o pescato in acque dolci, e completarlo delle informazioni previste dall'art 58 c. 5 del 1224/2009 (codice fao asfis alfa 3) negli scambi commerciali fino al consumatore finale, e si assume la responsabilità della qualità del prodotto venduto (di nuovo importanza codice codice fao)

13 Problematica applicazione FAO Asfis Alfa 3 Classificazione dinamica delle specie, che muta nel tempo, e che muta anche in base al tassonomo Problema di concordanza con specie inserite negli elenchi delle denominazioni ufficiali in italiano delle specie ittiche (DM 27/03/2002, aggiornata ad Agosto 2010) Database locali generalmente non completi, da aggiornare (specie lessepziane, di nuova introduzione, anche se raro)

14 Chi pone per primo il codice FAO ASFIS ALFA 3? Il pescatore COMUNITARIO, cioè che esercita l'attività con un peschereccio munito di licenza di pesca dell'unione UE. l'acquirente di prima importazione, se reimpacchetta il prodotto della pesca importato non trasformandolo NON E' NECESSARIO CHE LO PONGA: chi ha una licenza di pesca provinciale (esercita in acque interne/lagunari) chi alleva o pesca in acque DOLCI

15 Altri codici di utilità Fattori di conversione: Allegati XIII, XIV e XV del Regolamento 404/11 Codici attrezzi di pesca e delle operazioni di pesca Allegato XI Reg 404/11 Codici ISO ALFA-3 dei Paesi Altri codici sul sito Pesca della Commissione UE

16 Dove si trovano i codici FAO ASFIS ALFA 3 ftp://ftp.fao.org/fi/stat/data/asfis_sp.zip LEGAPESCA EuroFishMarket Database gestito da me ;)

17 Domande?

18 Registrazione Attività non comprese nel campo applicazione dei Regolamenti Igiene 852 e 853/2004 (la produzione primaria: pescherecci e allevamento) Depositi pesce o molluschi (art.2 /L. 283) Automezzi (art. 44/ D. 327) L'iscrizione al sito MIPAF come primi acquirenti è analoga alla Procedura registrazione mediante DIA (Denuncia di Inizio attività L. 241/90), con attribuzione di un N di registrazione

19 Registrazione lato peschereccio Dichiarazione di sbarco da presentarsi all'a.m. entro 24 ore, se informato elettronico (pescherecci > 15 metri, e fra 12 e 15 se non limitano la propria attività di pesca alle 12 NM) Dichiarazione di sbarco in formato cartaceo per pescherecci > 10 metri e fino ai 15, se attività di pesca è limitata alle 12 nm Mancata presentazione dichiarazione di sbarco: applicazione sanzione prevista dal D.LGS. 4/2012 (1500 euro circa) ed accessorie punti

20 Registrazione lato operatore Dichiarazione di assunzione in carico o nota di vendita entro 24/48 ore a seconda del fatturato dell'azienda, ed in modalità elettronica o cartacea. Mancata registrazione: applicazione sanzione prevista dal Reg. CE 178/2002 DPR 109/1992 (2000 euro circa) La fattura non esime l'operatore dalla registrazione (doppio passaggio di registrazione) Es. se un ristoratore vuole comprare da un peschereccio o ittiturismo...

IL CONTROLLO NELLA FILIERA ITTICA. (Reg. CE 1224/09)

IL CONTROLLO NELLA FILIERA ITTICA. (Reg. CE 1224/09) IL CONTROLLO NELLA FILIERA ITTICA (Reg. CE 1224/09) Partita il quantitativo di prodotti della pesca e dell acquacoltura di una determinata specie della stessa presentazione proveniente dalla stessa pertinente

Dettagli

DIREZIONE MARITTIMA PESCARA CONTROLLO DELLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI ITTICI

DIREZIONE MARITTIMA PESCARA CONTROLLO DELLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI ITTICI DIREZIONE MARITTIMA PESCARA CONTROLLO DELLA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI ITTICI C 1^Cl. Np Pasquale Fuggetta Ispettore Pesca Nazionale U.E. ICCAT 1 Obblighi in capo agli operatori commerciali nella

Dettagli

Il Regolamento sui Controlli nella pesca (Reg. 1224/09; Reg.404/11)

Il Regolamento sui Controlli nella pesca (Reg. 1224/09; Reg.404/11) Il Regolamento sui Controlli nella pesca (Reg. 1224/09; Reg.404/11) Obiettivi La PCP ha l obiettivo di garantire lo sfruttamento delle risorse acquatiche viventi in condizioni sostenibili dal punto di

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il D.Lgs. 30 luglio 1999, n. 300, recante Riforma dell organizzazione del Governo a norma dell art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59 e successive modifiche ed integrazioni ; VISTO il D.Lgs. 30

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 10 novembre 2011 Controllo della Commercializzazione ai sensi del Regolamento (CE) n. 1224/09. (11A16540) IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE

Dettagli

Forum sulle disposizioni normative comunitarie e nazionali

Forum sulle disposizioni normative comunitarie e nazionali Forum sulle disposizioni normative comunitarie e nazionali Centro Congressi Torino Incontra, 17 giugno 2013 1 M.llo Luogotenente Renato BROSCO Capo Sezione Polizia Marittima e Difesa Costiera Normativa

Dettagli

Pescara, 13 aprile Capitano di Corvetta Giuseppe BARRETTA Capo di 2 cl. Filomena BATTISTA

Pescara, 13 aprile Capitano di Corvetta Giuseppe BARRETTA Capo di 2 cl. Filomena BATTISTA DIREZIONE MARITTIMA DI PESCARA Le violazioni più diffuse nella commercializzazione di prodotti ittici Pescara, 13 aprile 2015 Capitano di Corvetta Giuseppe BARRETTA Capo di 2 cl. Filomena BATTISTA 1 Il

Dettagli

SEMINARIO PRODOTTI ITTICI

SEMINARIO PRODOTTI ITTICI SEMINARIO PRODOTTI ITTICI La legislazione applicata alla commercializzazione dei prodotti della pesca Salvatore Baglieri Servizio Veterinario Igiene degli Alimenti di O. A. - AUSL 7, Ragusa Comiso 05 Marzo

Dettagli

Roma, 27/5/2002. Ministero della Salute D.G. Sanità Pubblica Veterinaria, degli Alimenti e Nutrizionale Ufficio IX ROMA

Roma, 27/5/2002. Ministero della Salute D.G. Sanità Pubblica Veterinaria, degli Alimenti e Nutrizionale Ufficio IX ROMA Roma, 27/5/2002 DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE DI MERCATO DIREZIONE GENERALE PER LA PESCA E L ACQUACOLTURA Divisione..... Prot. N...21329... Posiz Ministero della Salute D.G. Sanità Pubblica Veterinaria,

Dettagli

Circolare 27 maggio 2002, n

Circolare 27 maggio 2002, n Circolare 27 maggio 2002, n. 1329. Reg. n. 2065/2001 della Commissione del 22 ottobre 2001, recante modalità di applicazione del reg. CE n. 104/2000, relativamente all informazione ai consumatori nel settore

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il D.Lgs. 30 luglio 1999, n. 300, recante Riforma dell organizzazione del Governo a norma dell art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59 e successive modifiche ed integrazioni ; VISTO il D.Lgs. 30

Dettagli

FEAMP. Fondo Europeo Affari Marittimi e Pesca presentazione di sintesi

FEAMP. Fondo Europeo Affari Marittimi e Pesca presentazione di sintesi Progetto finanziato dalla Regione Autonoma Sardegna Assessorato dell Agricoltura FEAMP Fondo Europeo Affari Marittimi e Pesca 2014-2020 presentazione di sintesi COSA SONO I CAP I CAP sono i Centri Assistenza

Dettagli

Il prodotto ittico: una risorsa per la produzione,distribuzione e somministrazione a tutela del consumatore.

Il prodotto ittico: una risorsa per la produzione,distribuzione e somministrazione a tutela del consumatore. Il prodotto ittico: una risorsa per la produzione,distribuzione e somministrazione a tutela del consumatore. CAPITANERIA DI PORTO GUARDIA COSTIERA SAVONA Tracciabilità e commercializzazione dei prodotti

Dettagli

La nuova etichetta comunitaria

La nuova etichetta comunitaria Evento Formativo Area Vasta Urbino 20/21 settembre 2012 La nuova etichetta comunitaria Valerio Giaccone Dipartimento Medicina animale, Produzioni e Salute Università di Padova Di cosa parliamo Delle nuove

Dettagli

A S S I S T E N Z A A D E M P I M E N T I TRACCIABILITÀ

A S S I S T E N Z A A D E M P I M E N T I TRACCIABILITÀ A S S I S T E N Z A A D E M P I M E N T I TRACCIABILITÀ Guida pratica per gli operatori della pesca e acquacoltura Premessa Secondo la legislazione attuale, i prodotti della pesca e della acquacoltura

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI IT 8.5.2010 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 115/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 395/2010 DELLA COMMISSIONE del 7 maggio 2010 recante modifica del regolamento (CE) n.

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il D.Lgs. 30 luglio 1999, n. 300, recante Riforma dell organizzazione del Governo a norma dell art. 11 della legge 15 marzo 1997 n. 59 e successive modifiche ed integrazioni ; VISTO il D.Lgs. 30

Dettagli

DECRETO N. 1580/DecA/30 del

DECRETO N. 1580/DecA/30 del L Assessore DECRETO N. 1580/DecA/30 del 14.06.2017 Oggetto: Disposizioni di attuazione della Deliberazione di Giunta n. 13/7 del 14.03.2017 in merito al giornale di pesca del corallo rosso e linee guida

Dettagli

APPROFONDIMENTI NORMATIVI ED ESPERIENZE OPERATIVE.

APPROFONDIMENTI NORMATIVI ED ESPERIENZE OPERATIVE. APPROFONDIMENTI NORMATIVI ED ESPERIENZE OPERATIVE. Approfondimento. LE TAGLIE MINIME. Modifiche al regime sanzionatorio italiano sono state apportate dall'art. 6 del D.Lgs. n. 153/2004 (come mod. dall'art.

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 1 febbraio 2016. Disciplina per l accesso e l esercizio delle attività di pesca nelle acque soggette alla giurisdizione di Paesi Terzi.

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI CAPITANERIA DI PORTO PESCARA ORDINANZA N. 18/2009 DISCIPLINA della pesca e dello sbarco DEL TONNO ROSSO Il Capitano di Vascello (CP) sottoscritto, Capo del

Dettagli

DECRETO N. 1402/DecA/28 del 13 giugno 2016

DECRETO N. 1402/DecA/28 del 13 giugno 2016 L Assessore DECRETO N. 1402/DecA/28 del 13 giugno 2016 Oggetto: Disposizioni di attuazione della Deliberazione di Giunta n 22/8 del 19.04.206 in merito al giornale di pesca del corallo rosso e linee guida

Dettagli

1. ANALISI GENERALE ANNO 2015

1. ANALISI GENERALE ANNO 2015 1. ANALISI GENERALE ANNO 2015 L attività svolta sul territorio e lungo la filiera nell anno 2015 ha permesso di rilevare diverse situazioni di illegalità, riassunte nello schema seguente: LUOGO Controlli

Dettagli

Informazione dei consumatori. Etichettatura dei prodotti della pesca e dell'acquacoltura

Informazione dei consumatori. Etichettatura dei prodotti della pesca e dell'acquacoltura Informazione dei consumatori Etichettatura dei prodotti della pesca e dell'acquacoltura Roma, 7 novembre 2014 Informazione dei consumatori - scopo Diritto all'informazione / scelta informata Alto livello

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PER OPERATORI DEL SETTORE ITTICO. La filiera

CORSO DI FORMAZIONE PER OPERATORI DEL SETTORE ITTICO. La filiera CORSO DI FORMAZIONE PER OPERATORI DEL SETTORE ITTICO La filiera LA FILIERA ITTICA FILIERA insieme definito delle organizzazioni (o operatori) con i relativi flussi materiali che concorrono alla formazione,

Dettagli

Cosa si intende per pesca diretta del tonno rosso? Quella praticata da coloro che sono forniti di quota

Cosa si intende per pesca diretta del tonno rosso? Quella praticata da coloro che sono forniti di quota Cosa si intende per pesca diretta del tonno rosso? Quella praticata da coloro che sono forniti di quota Che cosa si intende per pesca accessoria/accidentale di tonno rosso e qual è il limite? Si intende

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 28 dicembre 2011 Procedure e modalita' attuative degli adempimenti connessi alle disposizioni del decreto 10 novembre 2011 relativamente

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 25 luglio 2013 Modalita' applicative ai fini della definizione dell'attestazione di origine dei prodotti della pesca, ai sensi dell'art.

Dettagli

Capo 3ªcl Np/Pn MARASCO Pancrazio Nucleo Polizia Marittima 1

Capo 3ªcl Np/Pn MARASCO Pancrazio Nucleo Polizia Marittima 1 DIREZIONE MARITTIMA PESCARA Capo 3ªcl Np/Pn MARASCO Pancrazio Nucleo Polizia Marittima 1 L ETICHETTATURA ALIMENTARE 2 DI COSA SI TRATTA? E la Carta di Identità che accompagna l alimento dal momento della

Dettagli

DECRETO N. 1996/DecA/39 DEL 1 SETTEMBRE

DECRETO N. 1996/DecA/39 DEL 1 SETTEMBRE L Assessore DECRETO N. 1996/DecA/39 DEL 1 SETTEMBRE 2015 ---------------------------- Oggetto: Deroga al Decreto n. 2524/DecA/102 del 07/10/2009 disciplina della pesca professionale subacquea nel mare

Dettagli

La nuova disciplina dell obbligo di sbarco

La nuova disciplina dell obbligo di sbarco La nuova disciplina dell obbligo di sbarco Focal Point MEDAC Italia WG1 Barcellona, 4 marzo 2014 La situazione attuale in Italia D.LGS.4/2012 Art.7, comma 1 VIETATO detenere, sbarcare e trasbordare esemplari

Dettagli

Blue Growth in the Mediterranean and the Black Sea: developing sustainable aquaculture for food security

Blue Growth in the Mediterranean and the Black Sea: developing sustainable aquaculture for food security ANNO XXX - NUMERO 1, gennaio 2015 PUBBLICAZIONE MENSILE DI PROBLEMI TECNICI ECONOMICI SINDACALI DEGLI ALLEVATORI ITTICI www.api-online.it - info@api-online.it - tel. 045/580978 - Sede: via del Perlar,

Dettagli

Maurizio Martina Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Maurizio Martina Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali PIANO DI AZIONI PER LA PESCA IL PIANO PER LA PESCA La tutela delle nostre risorse marine passa anche attraverso una politica strategica per la pesca e l acquacoltura. Parliamo di un settore che impiega

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI DECRETO 27 marzo Etichettatura dei prodotti ittici e sistema di controllo.

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI DECRETO 27 marzo Etichettatura dei prodotti ittici e sistema di controllo. MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI DECRETO 27 marzo 2002 Etichettatura dei prodotti ittici e sistema di controllo. IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALE Vista la legge 14 luglio

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 20 luglio 2017 Modalita', termini e procedure per l'applicazione del sistema di punti per infrazioni gravi del comandante del peschereccio.

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 20 luglio 2017 Modalita' attuative relative alle attivita' di controllo e sanzioni in materia di pesca marittima. (17A06365) (GU n.219

Dettagli

Regolamento R Pesca marittima (IUU) Sezione Esecuzione dei compiti A.28 1 marzo 2017

Regolamento R Pesca marittima (IUU) Sezione Esecuzione dei compiti A.28 1 marzo 2017 Dipartimento federale delle finanze DFF Amministrazione federale delle dogane AFD Direzione generale delle dogane Sezione Esecuzione dei compiti A.28 1 marzo 2017 Regolamento R-60-6.2 Pesca marittima (IUU)

Dettagli

IL CONTROLLO NELLA FILIERA ITTICA. questioni aperte e difficoltà applicative

IL CONTROLLO NELLA FILIERA ITTICA. questioni aperte e difficoltà applicative IL CONTROLLO NELLA FILIERA ITTICA questioni aperte e difficoltà applicative CONTROLLO DELLA COMMERCIALIZZAZIONE Titolo V Reg. CE 1224/09 Titolo IV Reg. UE 404/11 DM 10 novembre 2011 DD 28 dicembre 2011

Dettagli

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

NORMATIVA DI RIFERIMENTO IL RUOLO DELLE CAPITANERIE DI PORTO NELLA FILIERA ITTICA Torino, 17 Giugno 2013 C.V. (CP) Enrico MORETTI NORMATIVA DI RIFERIMENTO REGOLAMENTO (CE) N. 1224/2009 che istituisce un regime di controllo comunitario

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Atti non legislativi) REGOLAMENTI

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.2.2015 IT L 51/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO DELEGATO (UE) 2015/288 DELLA COMMISSIONE del 17 dicembre 2014 che integra il regolamento (UE) n. 508/2014 del Parlamento europeo e

Dettagli

PCP NUOVA POLITICA COMUNE DELLA PESCA (Reg. UE 1380/2013)

PCP NUOVA POLITICA COMUNE DELLA PESCA (Reg. UE 1380/2013) PCP NUOVA POLITICA COMUNE DELLA PESCA (Reg. UE 1380/2013) Obiettivi Ha l'obiettivo di garantire la sostenibilità ambientale, economica, sociale ed occupazionale delle attività di pesca ed acquacoltura

Dettagli

REGOLAMENTO CE 1224/2009 ARTT. 59, 62 E 63

REGOLAMENTO CE 1224/2009 ARTT. 59, 62 E 63 Direzione Generale della Pesca Marittima e dell Acquacoltura REGOLAMENTO CE 1224/2009 ARTT. 59, 62 E 63 MANUALE UTENTE GESTIONEDATIOPERATORE NOTE DI VENDITA ASSUNZIONE IN CARICO DOCUMENTO DI TRASPORTO

Dettagli

Decreto Ministeriale 27 marzo 2002

Decreto Ministeriale 27 marzo 2002 Per garantire un efficace sistema di rintracciabilità il Ministero delle politiche agricole e forestali, ha istituito un sistema di controllo con requisiti obbligatori di etichettatura riferiti ai prodotti

Dettagli

6719/2/12 REV 2 sp 1 DG B III

6719/2/12 REV 2 sp 1 DG B III CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA Bruxelles, 6 marzo 2012 (07.03) (OR. en) Fascicolo interistituzionale: 2011/0364 (COD) 6719/2/12 REV 2 PECHE 58 ENV 127 CODEC 434 NOTA RIVEDUTA del: Segretariato generale

Dettagli

Direzione Marittima/Capitaneria di porto Livorno

Direzione Marittima/Capitaneria di porto Livorno Direzione Marittima/Capitaneria di porto Livorno TITOLO: Guardia Costiera Conclusa anche in Toscana l operazione complessa Countdown. Sequestrate 1,5 tonnellate di prodotti ittici in tutta la regione.

Dettagli

INDICE CAPITOLO PRIMO NASCITA ED EVOLUZIONE DELLA POLITICA COMUNE DELLA PESCA

INDICE CAPITOLO PRIMO NASCITA ED EVOLUZIONE DELLA POLITICA COMUNE DELLA PESCA INDICE CAPITOLO PRIMO NASCITA ED EVOLUZIONE DELLA POLITICA COMUNE DELLA PESCA 1.- Il regime della pesca e dei prodotti della pesca nel diritto comunitario.... 1 2.- La specificità della politica comune

Dettagli

Direzione Generale della Pesca Marittima e dell Acquacoltura MANUALE UTENTE

Direzione Generale della Pesca Marittima e dell Acquacoltura MANUALE UTENTE Direzione Generale della Pesca Marittima e dell Acquacoltura MANUALE UTENTE IMPLEMENTAZIONE SITO WEB UFFICIALE A SUPPORTO DEI CONTROLLI DELLA PESCA - ARTT. 114, 115 E 116 DEL REG. (CE) 1224/2009; ARTT.

Dettagli

DECRETO 28 luglio 2016

DECRETO 28 luglio 2016 MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 28 luglio 2016 Misure tecniche per prevenire, scoraggiare ed eliminare la pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata. (16A06590)

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 28 luglio 2016 Misure tecniche per prevenire, scoraggiare ed eliminare la pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata. (16A06590)

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 Agricoltura, silvicoltura e pesca Processo Acquacoltura e pesca Sequenza di processo Progettazione

Dettagli

Osservatorio nazionale della pesca

Osservatorio nazionale della pesca NORMATIVA TONNO ROSSO ABC: AVOID BY CATCH E RIGETTI Avoid By Catch FONDO EUROPEO PESCA PROGRAMMAZIONE 2007-2013 Osservatorio nazionale della pesca UNIONE EUROPEA FAI FEDERPESCA Normativa tonno rosso Disposizioni

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 1224/2009 DEL CONSIGLIO

REGOLAMENTO (CE) N. 1224/2009 DEL CONSIGLIO 22.12.2009 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 343/1 I (Atti adottati a norma dei trattati CE/Euratom la cui pubblicazione è obbligatoria) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (CE) N. 1224/2009 DEL CONSIGLIO del

Dettagli

d iniziativa dei senatori DONNO, PUGLIA, FATTORI, MORONESE e SANTANGELO

d iniziativa dei senatori DONNO, PUGLIA, FATTORI, MORONESE e SANTANGELO Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 2738 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori DONNO, PUGLIA, FATTORI, MORONESE e SANTANGELO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 14 MARZO 2017 Modifica delle sanzioni

Dettagli

REGOLAMENTO CE 1224/2009 ARTT. 59, 62 E 63

REGOLAMENTO CE 1224/2009 ARTT. 59, 62 E 63 Direzione Generale della Pesca Marittima e dell Acquacoltura REGOLAMENTO CE 1224/2009 ARTT. 59, 62 E 63 MANUALE UTENTE Applicazione Android GESTIONEDATIOPERATORE NOTE DI VENDITA ASSUNZIONE IN CARICO DOCUMENTO

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 29 settembre 2016

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 29 settembre 2016 MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 29 settembre 2016 Misure tecniche per garantire il rispetto dei periodi di chiusura delle catture di pesce spada. (16A08089) (GU n.266

Dettagli

UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO DI TERRASINI G U A R D I A C O S T I E R A

UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO DI TERRASINI G U A R D I A C O S T I E R A UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO DI TERRASINI G U A R D I A C O S T I E R A ORDINANZA N 22/2013 DISCIPLINA DELLA PESCA SPORTIVA E RICREATIVA, E DELLO SBARCO E DELLA REGISTRAZIONE STATISTICA DEL TONNO ROSSO

Dettagli

1. PROVA DI ESPORTAZIONE E DICHIARAZIONI SOMMARIE NELL ERA DELLA DOGANA ELETTRONICA

1. PROVA DI ESPORTAZIONE E DICHIARAZIONI SOMMARIE NELL ERA DELLA DOGANA ELETTRONICA SOMMARIO 1. PROVA DI ESPORTAZIONE E DICHIARAZIONI SOMMARIE NELL ERA DELLA DOGANA ELETTRONICA 1.1. Normativa...3 1.2. Tipi di dogane...4 1.3. Visto uscire telematico e norme fiscali vigenti...5 1.4. Dogana

Dettagli

Consiglio dell'unione europea Bruxelles, 2 dicembre 2014 (OR. en)

Consiglio dell'unione europea Bruxelles, 2 dicembre 2014 (OR. en) Consiglio dell'unione europea Bruxelles, 2 dicembre 2014 (OR. en) Fascicolo interistituzionale: 2014/0295 (NLE) 15295/14 PECHE 526 ATTI LEGISLATIVI ED ALTRI STRUMENTI Oggetto: DECISIONE DI ESECUZIONE DEL

Dettagli

DECRETO N. 422/DecA/9 del

DECRETO N. 422/DecA/9 del L Assessore DECRETO N. 422/DecA/9 del 23.02.2017 Oggetto: Piano di gestione dell anguilla (Regolamento CE 1100/2007 del 18 settembre 2007): deroga temporanea alle disposizioni relative a detenzione, trasporto

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il D.Lgs. 30 luglio 1999, n. 300, recante Riforma dell organizzazione del Governo a norma dell art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59 e successive modifiche ed integrazioni ; VISTO il D.Lgs. 30

Dettagli

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO AGRO - ALIMENTARE OPERATORE DEL MARE E DELLE ACQUE INTERNE. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT):

AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO AGRO - ALIMENTARE OPERATORE DEL MARE E DELLE ACQUE INTERNE. Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT): ALLEGATO 2 AREA PROFESSIONALE DI RIFERIMENTO AGRO - ALIMENTARE Denominazione della figura OPERATORE DEL MARE E DELLE ACQUE INTERNE Referenziazioni della figura Nomenclatura delle Unità Professionali (NUP/ISTAT):

Dettagli

Rintracciabilità e tracciabilità strumenti di valorizzazione i del prodotto

Rintracciabilità e tracciabilità strumenti di valorizzazione i del prodotto MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI Direzione generale della pesca marittima e dell acquacoltura Aggiornamento in acquacoltura Corso di formazione Firenze 12/04/2013 Rintracciabilità

Dettagli

SCROVEGNI PARTNERS S.R.L.

SCROVEGNI PARTNERS S.R.L. CIRCOLARE Spettabili Padova, 1 aprile 2011 CLIENTI LORO SEDI Oggetto: Obbligo di reverse charge in caso di vendita di telefoni cellulari e/o microprocessori. Con la presente Vi informiamo che, a decorrere

Dettagli

SEMINARIO. Il Reg. 1224/2009 e la sua applicazione in Italia: stato di attuazione. Cagliari, 24 aprile Sistema di punti per infrazioni gravi

SEMINARIO. Il Reg. 1224/2009 e la sua applicazione in Italia: stato di attuazione. Cagliari, 24 aprile Sistema di punti per infrazioni gravi Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali SEMINARIO Il Reg. 1224/2009 e la sua applicazione in Italia: stato di attuazione. Cagliari, 24 aprile 2012 Sistema di punti per infrazioni gravi

Dettagli

Regolamento (CE) 104/2000 Regolamento (CE) 2065/2001 Regolamento (CE) 1224/2009 Regolamento (CE) 404/2011

Regolamento (CE) 104/2000 Regolamento (CE) 2065/2001 Regolamento (CE) 1224/2009 Regolamento (CE) 404/2011 1. L obbligo della rintracciabilità è stato assunto dal Consiglio della Comunità Europea, quale principio attraverso il quale organizzare i mercati in tale settore, tenendo conto dell evoluzione del mercato,

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti CAPITANERIA DI PORTO LA MADDALENA SERVIZIO PERSONALE MARITTIMO-ATTIVITA MARITTIME-CONTENZIOSO SEZIONE PESCA O R D I N A N Z A N 0 4 8 / 1 0 DISCIPLINA SBARCO

Dettagli

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI Vista la legge 14 luglio 1965, n.963 e successive modificazioni, recante la disciplina della pesca

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI Vista la legge 14 luglio 1965, n.963 e successive modificazioni, recante la disciplina della pesca IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI Vista la legge 14 luglio 1965, n.963 e successive modificazioni, recante la disciplina della pesca marittima; Vista la legge 17 febbraio 1982, n.41, recante

Dettagli

Info Mese Settembre Contratto Repertorio NOTA MENSILE SETTEMBRE 2010

Info Mese Settembre Contratto Repertorio NOTA MENSILE SETTEMBRE 2010 Info Mese Settembre Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE EUROPEE ED INTERNAZIONALI DIREZIONE GENERALE DELLA PESCA MARITTIMA E DELL ACQUACOLTURA Servizio

Dettagli

QUADRO DELLE INFRAZIONI E RELATIVE SANZIONI (Artt.7-13 Titolo II D.Lgs. 9 gennaio 2012, n. 4)

QUADRO DELLE INFRAZIONI E RELATIVE SANZIONI (Artt.7-13 Titolo II D.Lgs. 9 gennaio 2012, n. 4) CONTRAVVENZIONI PENE PRINCIPALI (A CARICO DELL'ARMATORE) PENE ACCESSORIE PUNTI COMMINATI IN LICENZA PER INFRAZIONI GRAVI* SOTTOTAGLIA* a) detenere, sbarcare e trasbordare esemplari di specie ittiche di

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il Decreto Legislativo 9 gennaio 2012, n. 4, recante misure per il riassetto della normativa in materia di pesca e acquacoltura, a norma

Dettagli

EVOLUZIONE DEL CONTESTO NORMATIVO IN MATERIA DI ACQUACOLTURA. Maria Severina Liberati

EVOLUZIONE DEL CONTESTO NORMATIVO IN MATERIA DI ACQUACOLTURA. Maria Severina Liberati Firenze - 4 marzo 2010 Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali EVOLUZIONE DEL CONTESTO NORMATIVO IN MATERIA DI ACQUACOLTURA Maria Severina Liberati Direzione Generale della pesca marittima

Dettagli

DECRETO N.980/DecA/56 DEL

DECRETO N.980/DecA/56 DEL DECRETO N.980/DecA/56 DEL 26.06.2012 Oggetto: Disposizioni urgenti relative all utilizzo del sistema di pesca denominato circuizione nel mare territoriale della Sardegna lo Statuto Speciale per la Sardegna

Dettagli

DICHIARAZIONE DE MINIMIS Reg. (UE) n. 1407/2013

DICHIARAZIONE DE MINIMIS Reg. (UE) n. 1407/2013 DICHIARAZIONE DE MINIMIS Reg. (UE) n. 1407/2013 Modello valido per imprese di tutti i settori produttivi tranne quelli di cui ai tre Allegati successivi (per imprese settore produzione prodotti agricoli

Dettagli

Il decreto D.lgs. 148/2008 ha voluto completare il quadro interno dal punto di vista della polizia sanitaria includendo nuove specie di animali, in

Il decreto D.lgs. 148/2008 ha voluto completare il quadro interno dal punto di vista della polizia sanitaria includendo nuove specie di animali, in Il decreto D.lgs. 148/2008 ha voluto completare il quadro interno dal punto di vista della polizia sanitaria includendo nuove specie di animali, in particolare marine, allevate dal settore dell acquacoltura

Dettagli

La regolamentazione sul controllo (Reg. CE 1224/09; Reg. UE 404/11) COMMERCIALIZZAZIONE

La regolamentazione sul controllo (Reg. CE 1224/09; Reg. UE 404/11) COMMERCIALIZZAZIONE Lezione 4 MISURA 3.1 Azioni collettive Progetto La regolamentazione sul controllo (Reg. CE 1224/09; Reg. UE 404/11) COMMERCIALIZZAZIONE TITOLO V: CONTROLLO DELLA COMMERCIALIZZAZIONE Principi generali SM

Dettagli

Note sulla taglia minima su prodotti di acquacoltura

Note sulla taglia minima su prodotti di acquacoltura Note sulla taglia minima su prodotti di acquacoltura Sovente da parte delle autorità di controllo vengono sollevate osservazioni in merito la detenzione di animali con taglia inferiore alla taglia minima

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Disposizioni per l attuazione del Reg. (CE) n. 1235/2008 recante modalità di applicazione del Reg. (CE) n. 834/2007 del Consiglio per quanto riguarda il regime di importazione di prodotti biologici dai

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali L approccio sistemico dell Amministrazione per l applicazione degli strumenti innovativi introdotti dal Reg. (CE) 1224/2009 Maria Severina Liberati

Dettagli

Etichettatura dei prodotti alimentari: i prodotti della pesca

Etichettatura dei prodotti alimentari: i prodotti della pesca Etichettatura dei prodotti alimentari: i prodotti della pesca Dr. Luca Pennisi Facoltà di Medicina Veterinaria Università degli Studi di Teramo Introduzione Le etichettature degli alimenti hanno principalmente

Dettagli

ETICHETTATURA MANGIMI per i prodotti da agricoltura biologica

ETICHETTATURA MANGIMI per i prodotti da agricoltura biologica INDICE Argomento Reg. (CE) n. 834/2007 Reg. (CE) n. 889/2008 Reg. (CE) n. 967/2008 Campo di applicazione Art. 59; Art. 95 Uso di termini riferiti alla produzione biologica Art. 23 Uso di marchi commerciali

Dettagli

DECRETO N.992/DecA/57 DEL

DECRETO N.992/DecA/57 DEL DECRETO N.992/DecA/57 DEL 27.06.2012 Oggetto: Misure di gestione delle attività di pesca nelle acque del mare territoriale prospicienti il Golfo di Oristano finalizzate alla tutela delle risorse alieutiche:

Dettagli

SEMINARIO Attuazione dei Reg.(CE)1224/2009 E Reg.(UE) 404/2011: questioni aperte e difficoltà applicative. Cagliari, 24 aprile 2012

SEMINARIO Attuazione dei Reg.(CE)1224/2009 E Reg.(UE) 404/2011: questioni aperte e difficoltà applicative. Cagliari, 24 aprile 2012 Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali SEMINARIO Attuazione dei Reg.(CE)1224/2009 E Reg.(UE) 404/2011: questioni aperte e difficoltà applicative. Cagliari, 24 aprile 2012 Maria Severina

Dettagli

REGOLAMENTO (CE)N. 2815/98 DELLA COMMISSIONE del 22 dicembre 1998 relativo alle norme commerciali dell olio d oliva

REGOLAMENTO (CE)N. 2815/98 DELLA COMMISSIONE del 22 dicembre 1998 relativo alle norme commerciali dell olio d oliva 1998R2815 IT 01.04.1999 001.001 1 Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni B REGOLAMENTO (CE)N. 2815/98 DELLA COMMISSIONE del 22 dicembre

Dettagli

Consiglio dell'unione europea Bruxelles, 5 novembre 2014 (OR. en)

Consiglio dell'unione europea Bruxelles, 5 novembre 2014 (OR. en) Conseil UE Consiglio dell'unione europea Bruxelles, 5 novembre 2014 (OR. en) Fascicolo interistituzionale: 2014/0295 (NLE) 14986/14 LIMITE PUBLIC PECHE 513 NOTA Origine: Destinatario: Segretariato generale

Dettagli

GAC TERRE DI MARE s.c.ar.l.

GAC TERRE DI MARE s.c.ar.l. GAC TERRE DI MARE s.c.ar.l. Asse IV FEP PUGLIA 2007/2013 Piano di Sviluppo Costiero 2012/2015 - Terre di Mare Misura 1 - Azione 1.1.c «Investimenti in attrezzature e infrastrutture per la produzione, la

Dettagli

Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni

Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni 2008R1005 IT 09.03.2011 002.001 1 Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni B REGOLAMENTO (CE) n. 1005/2008 DEL CONSIGLIO del 29 settembre

Dettagli

Addetto alle operazioni di pesca e prima preparazione del pescato

Addetto alle operazioni di pesca e prima preparazione del pescato Denominazione Figura / Profilo / Obiettivo Professioni NUP/ISTAT correlate Addetto alle operazioni di pesca e prima preparazione del pescato 6.4.5.3.0 - Pescatori d'alto mare 6.4.5.2.0 - Pescatori della

Dettagli

MODELLO DE MINIMIS. nato/a a il. residente in via

MODELLO DE MINIMIS. nato/a a il. residente in via Oggetto: Avviso pubblico a sportello per la promozione della mobilità internazionale del lavoro attraverso tirocini formativi in Italia, pubblicato da Italia Lavoro - C.U.P. I52F06000070001 CHIARAZIONE

Dettagli

(Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità)

(Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità) 10.8.2005 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 207/1 I (Atti per i quali la pubblicazione è una condizione di applicabilità) REGOLAMENTO (CE) N. 1300/2005 DEL CONSIGLIO del 3 agosto 2005 che modifica

Dettagli

PRATO 15/12/2010. Progetto Prato - incontri di educazione sanitaria con OSA cinesi: l integrazione passa anche dalla Sicurezza Alimentare

PRATO 15/12/2010. Progetto Prato - incontri di educazione sanitaria con OSA cinesi: l integrazione passa anche dalla Sicurezza Alimentare PRATO 15/12/2010 Progetto Prato - incontri di educazione sanitaria con OSA cinesi: l integrazione passa anche dalla Sicurezza Alimentare Ettore Facibeni Sabina Fusco Igiene Alimenti Origine Animale http://ec.europa.eu/food/food/biosafety/establishments/third_country/index_en.htm

Dettagli

Il regime doganale degli scambi con l'estero: documenti necessari per l'esportazione, tariffa doganale

Il regime doganale degli scambi con l'estero: documenti necessari per l'esportazione, tariffa doganale Il regime doganale degli scambi con l'estero: documenti necessari per l'esportazione, tariffa doganale Presentazione a cura del Dottor Simone Del Nevo NOMENCLATURA COMBINATA Con il termine nomenclatura

Dettagli

CONTROLLI SOTTO SORVEGLIANZA UFFICIALE: CORSO DI PREPARAZIONE PER GLI ISPETTORI 2013 (Corso 1)

CONTROLLI SOTTO SORVEGLIANZA UFFICIALE: CORSO DI PREPARAZIONE PER GLI ISPETTORI 2013 (Corso 1) CONTROLLI SOTTO SORVEGLIANZA UFFICIALE: CORSO DI PREPARAZIONE PER GLI ISPETTORI 2013 (Corso 1) NORMATIVA COMUNITARIA E NAZIONALE SULLA CERTIFICAZIONE DELLE SEMENTI PIER GIACOMO BIANCHI Milano, 25 febbraio

Dettagli

L 340/8 Gazzetta ufficiale dell Unione europea

L 340/8 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 340/8 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 22.12.2007 REGOLAMENTO (CE) N. 1559/2007 DEL CONSIGLIO del 17 dicembre 2007 che istituisce un piano pluriennale di ricostituzione del tonno rosso nell Atlantico

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali DECRETO 8 agosto 2008 n. 2551 Modalita applicative dei regolamenti (CE) n. 1234/2007 del Consiglio, e n. 566/2008 della Commissione, recante l organizzazione comune dei mercati agricoli e disposizioni

Dettagli

OPERATORE DEL MARE E DELLE ACQUE INTERNE

OPERATORE DEL MARE E DELLE ACQUE INTERNE Denominazione Figura / Profilo / Obiettivo Professioni NUP/ISTAT correlate OPERATORE DEL MARE E DELLE ACQUE INTERNE 6.4.5.1 - Acquacoltori e assimilati 6.4.5.2 - Pescatori della pesca costiera ed in acque

Dettagli

REGOLAMENTO UE 404/2011

REGOLAMENTO UE 404/2011 REGOLAMENTO UE 404/2011 RECANTE MODALITÀ DI APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO (CE) 1224/2009 CHE ISTITUISCE UN REGIME DI CONTROLLO COMUNITARIO PER GARANTIRE IL RISPETTO DELLE NORME DELLA POLITICA COMUNE DELLA

Dettagli

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DECRETO 3 giugno 2015 Attuazione delle misure 14, 15 e 16 del «Piano di Azione», in materia di gestione della pesca del pesce spada nel Mediterraneo.

Dettagli

Il ruolo della Guardia Costiera nell attivit. attività di monitoraggio e tutela delle Tartarughe Marine

Il ruolo della Guardia Costiera nell attivit. attività di monitoraggio e tutela delle Tartarughe Marine Il ruolo della Guardia Costiera nell attivit attività di monitoraggio e tutela delle Tartarughe Marine C.C. (CP) Giuseppe MARZANO Capo Servizio Personale Marittimo, Attività Marittime e Contenzioso Capitaneria

Dettagli

FEAMP Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca 2014/2020

FEAMP Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca 2014/2020 FEAMP Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca 2014/2020 1. Il quadro normativo di riferimento Il Regolamento (UE) del Parlamento europeo e del Consiglio del 15 maggio 2014, istituisce il Fondo

Dettagli

LA POLITICA COMUNE DELLA PESCA

LA POLITICA COMUNE DELLA PESCA POLITICHE INTERNE DELL UE: PESCA, TRASPORTI E RETI TRANSEUROPEE PROF.SSA MARIATERESA STILE Indice 1 LA POLITICA COMUNE DELLA PESCA ------------------------------------------------------------------------------

Dettagli