La Malattia Diverticolare: fatti, miti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La Malattia Diverticolare: fatti, miti"

Transcript

1 La Malattia Diverticolare: fatti, miti e leggende metropolitane Gianpiero Manes UOC di Gastroenterologia, Azienda Ospedaliera G. Salvini Garbagnate Milanese Rho

2

3 Peculiarità epidemiologiche og e Elevatissima prevalenza nel mondo occidentale In genere condizione benigna, spesso asintomatica i Frequente riscontro in individui con patologie funzionali (IBS, stipsi, diarrea) Potenzialmente in grado di originare complicanze gravi, anche mortali

4 Fatto o leggenda? Italia popolo di santi, poeti e navigatori

5 Inquadramento della diverticolosi

6 I diverticoli non sono diverticoli!!!

7 1 DIVERTICOLI: VERI : estroflessioni dell intera parete intestinale FALSI: estroflessioni della mucosa e sottomucosa attraverso i fasci muscolari della parete intestinale ti (coperti dalla tonaca sierosa)

8 Fisiopatologia 1. Punti di minore resistenza 2. Aumento della pressione intraluminale

9 1. Punti di minore resistenza Tenie Diverticolo i Plesso vascolare mucoso e sottomucoso Mesocolon Parete colica e strati muscolari: Strato longitudinale esterno : incompleto, raggruppato in tre fascie longitudinali, denominate tenie (1 nel meso e 2 antimesenteriche). Strato circolare interno : completo, ad andamento spiraliforme. Indebolito dalla presenza di forami obliqui, a livello antimesenterico, in cui passano i vasi arteriosi che formano i plessi vascolari mucoso e sottomucoso.

10 1. Punti di minore resistenza I vasi che originano dalla principale arteria circonferenziale della muscolaris mucosae decorrono lungo il collo del diverticolo Meyers MA, Radiology 1973

11 1. Punti di minore resistenza

12 2. Aumento della pressione intraluminale CAMERE DI SEGMENTAZIONE Painter NS, Ann R Coll Surg 1964

13 2. Aumento della pressione intraluminale Il sigma posside calibro viscerale medio inferiore agli altri segmenti colici. Young-Fadok TM, Curr Prob Surg 2000 LEGGE DI LAPLACE: P (pressione) = T (tensione) / r (raggio) La pressione intraluminale è maggiore dove minore è il raggio del cilindro cavo (es. sigma) (Almy, 1965).

14

15

16 La formazione dei diverticoli non è dovuta ad una dieta povera in fibre ed alla stitichezza

17 2

18 In this cross-sectional, colonoscopy-based study, neither constipation nor a low-fiber diet was associated with an increased risk of diverticulosis. Peery AF et al. CGH 2013; 11:

19 Quadri clinici della diverticolosi

20 I diverticoli non sono una sola malattia!!!

21 3 Spettro clinico Strate LL et al, Am J Gastroenterology 2012 (modified)

22 Clinical i l Scenario of Colonic Diverticular Disease Colonic Diverticular Disease Asymptomatic (80%) Symptomatic (20%) Irritable Bowel With Inflammation Syndrome (10-25%) Without Inflammation (diverticulitis, colitis) Perforation Fibrosis Abdomen Organ Hemorrhage Abscess - Peritonitis Fistulas Stenosis

23 La diverticolite i è meno frequente di quanto si pensi!!!

24 4 Quanto è frequente la diverticolite? La letteratura sostiente che il 10-25% dei pazienti con diverticolosi svilupperà una diverticolite Secondo il database del Veterans Affairs of Greater Los Angeles relativo a 2200 pazienti con diverticoli l incidenza di diverticolite è del 4.3% in 11 anni. Tale rischio cade all 1% se la diagnosi è fatta con TC o chirurgia Shahedi K, Fuller G, Bolus R, et al. Long-term risk of acute diverticulitis among patients with incidental diverticulosis found during colonoscopy. Clin Gastroenterol Hepatol. 2013;11:

25 Trend temporali di ricovero ospedaliero per diverticolite Aumento di ricovero ospedaliero del 26% con massimo incremento nei soggetti tra anni [Etzioni] Tasso di ricovero aumentato da 61.8/100,000 a 75.5/100,000 [Nguyen] Incremento dei ricoveri in urgenza del 9,5% [Masoomi] Etzioni et al, Ann Surg 2009; 249: ; Nguyen et al, Inflamm Bowel Dis 2008; 14: ; Masoomi et al, Arch Surg 2011; 146:

26 Rischio cumulativo di diverticolite in funzione dell età Strate LL. Am J Gastroenterol 2012; 107:

27 I diverticoli non si infiammano quando qualcosa (feci o altro) si accumula all interno

28 5

29

30 RR di sviluppo di malattia diverticolare aggiustato per età ed attività fisica Consumo fibre RR Consumo Carne rossa RR Elevato (>29g/die ) 1 Basso (<28g/die) 1 Medio (17-28g/die) 1.79 Medio (28-116g/die) 1.90 Basso (<17g/die) 1.96 Elevato (>116g/die) 1.73 RR fibre elevato / carne rossa basso = 1 RR fibre basso / carne rossa elevato = 3.32 (95% CI, )

31

32 Patients t with low serum hydroxyvitamin i D levels l had a much higher h likelihood of having diverticulitis or complications of diverticulitis. Vitamin D levels were normal in patients with uncomplicated diverticulosis. Vitamin D has a role in maintaining colonic homeostasis and mucosal integrity and in modulating inflammation in the gut. Diverticulosis and particularly diverticulitis have some seasonal variation, as does inflammatory bowel disease -- and this may also be associated with the seasonal differences in sun exposure, which may influence the vitamin D level. Maguire LH Song M Strate LE Giovannucci EL Chan AT Higher serum levels Maguire LH, Song M, Strate LE, Giovannucci EL, Chan AT. Higher serum levels of vitamin D are associated with a reduced risk of diverticulitis. Clin Gastroenterol Hepatol. 2013;11:

33 Idi diverticoli i non predispongono allo sviluppo di tumore del colon

34 La MD predispone al cancro colorettale? L ipotesi nasce dalle osservazioni di Burkitt delle analogie tra fattori di rischio per MD e per CRC (età, dieta povera di fibre, area geografica di elevato sviluppo socio-economico) Nel 1993 uno studio retrospettivo di coorte individuava un rischio relativo di 1,8 (95% CI ) tra MD e successivo sviluppo di CRC (peraltro solo nel colon sin), successivamente non confermato da altri studi. Stefansson T et al. Gut 1993; 34:

35 Risultati di uno studio caso-controllo svedese eseguito in 3 periodi Granlund J et al. Aliment Pharmacol Ther. 2011;34:

36 La diagnostica della diverticolosi

37 L endoscopia non è l esame più preciso per visualizzare i diverticoli

38 Detection ratio (colonoscopy/barium) dei diverticoli del colon in 65 pz Niikura R World J Gastroenterol April 2013

39 La colonscopia nella diverticolosi Pazienti asintomatici Screening del CRC C Pazienti sintomatici Sintomi i da colon irritabile i Sintomi di allarme Rilievo occasionale Cercare la causa del sintomo

40 65 pazienti con diverticolosi al clisma opaco a DC sottoposti a successiva colonscopia Clisma opaco 46 solo diverticoli 17 polipi 2 tumori Colonscopia 16 polipi, 4 tumori 24% falsi negativi i 32% errori Boulos et al. Is colonoscopy necessary in diverticular disease? Lancet 1984

41 La colonscopia nella diverticolosi i i La radiologia è più sensibile della colonscopia, ma vi sono dubbi sulla sua capacità di riconoscere altre lesioni in presenza di diverticoli Vi è accordo nel consigliare la colonscopia nei pazienti con malattia diverticolare per escludere o confermare una lesione neoplastica

42 6 L endoscopia non è controindicata nel paziente con diverticoli

43 La colonscopia è pericolosa della diverticolosi? Colonoscopy: an air-pressure hazard. (Williams CB et al. Lancet 1973; 2: 729) La pressione di rottura della parete del colon di un cadavere è in media 226 mmhg ed in genere la rottura non si determina mai a livello di un diverticolo ma ad almeno 2 cm di distanza da questo (Brayko CM et al. Diverticula rupure during colonoscopy: fact or fancy? Dig Dis Sci 1984)

44 La colonscopia è più difficile nella diverticolosi? Spasmi, riduzione di calibro per edema, aderenze da pregresse diverticoliti, difficoltà ad identificare il lume Nel 44% dei pazienti in cui la colonscopia non riesce vi sono diverticoli. L uso di un colonscopio pediatrico consente di effettuare la colonscopia nel 90% dei pazienti con diverticoli (Bat L et al. Gastrointest Endosc 1989)

45 La colonscopia nella diverticolite La colonscopia è controindicata se vi è il sospetto clinico di diverticolite!!! Alcune patologie acute (IBD, colite ischemica) che si pongono in diagnosi differenziale con la diverticolite possono richiedere una endoscopia urgente Rettosigmoidoscopia, Insufflando il meno possibile Avanzando lentamente Sempre sotto visione

46 La diverticolite non è sempre una diverticolite

47 7 Colite Segmentaria Associata ai Diverticoli (SCAD) - Prevalenza endoscopica: % 36% (Imperiali G AJG 2000; Koutroubakis IE Int J Colorectal Dis 2005) - Endoscopia: congestione, granulosità e talvolta lt ulcerazione del sigma, senza interessamento del colon dx e del retto. L orifizio Lorifizio del diverticolo è risparmiato

48 Crescentic fold disease Mild to moderate UC like Crohn s like Severe UC like SCAD Segmental Colitis Associated with Diverticulosis

49 Cosa è la SCAD? Non è diverticolite! Ma è sempre associato ai diverticoli

50 Patogenesi Mucosa ridondante traumatizzata Cosa è la SCAD? Dismicrobismi Stasi fecale nei diverticoli Alterazioni ischemiche della mucosa Aumentata permeabilità della mucosa Sintomi Diarrea (45%) Rettorragia (10%) Dolore (10%) 1/3 dei casi con > 1 sintomo Terapia Mesalazina Cortisonici Antibiotici Probiotici Decorso clinico e risposta alla terapia migliore che nelle IBD con lunghe e durature remissione i Descritta la evoluzione in IBD (possibile errore di classificazione)

51 Terapia medica

52 Terapia medica Terapia della malattia diverticolare sintomatica non complicata (SUDD)

53 RR di sviluppo di malattia diverticolare aggiustato per età ed attività fisica Consumo fibre RR Consumo Carne rossa RR Elevato (>29g/die ) 1 Basso (<28g/die) 1 Medio (17-28g/die) 1.79 Medio (28-116g/die) 1.90 Basso (<17g/die) 1.96 Elevato (>116g/die) 1.73 RR fibre elevato / carne rossa basso = 1 RR fibre basso / carne rossa elevato = 3.32 (95% CI, )

54 Prevention Therapy in DD: A systematic review of high-fibre dietary therapy Article Year Study Design Patients Treatment Results Note Brodribb 1976 RCT 18 3 months Significant ifi Rdil i AJM et al. (High vs low fiber) Ornstein MH et al. Hodgson WJH (composite score of dyspepsia and bowel symptoms ) 1981 RCT crossover (Symptoms score and bowel habits) 1977 RCT crossover (Symptoms score) weeks (3 periods of 16 weeks: bran, ispaghula, placebo) 30 3 months (methylcellulose vs placebo) reduction of pain score No significant reduction of symptoms; improvement of constipation Significant decrease of symptoms score Radiologic diagnosis of diverticula Radiologic diagnosis of diverticula Radiologic diagnosis of diverticula Leahy AL et al 1985 Casecontrolled study (complications and surgery) to 76 weeks (high h vs low fiber diet) Significant reduction of complications and surgery Radiologic diagnosis of diverticula and no diverticulitisi i Unlu C et al, Int J Colorectal Dis (2012) 27:

55 Statement 24a Fiber supplementation alone provides controversial results in reducing symptoms (Level 2b, Grade B)

56

57 8 Rifaximin for symptom relief in Diverticular Disease: a meta-analysis analysis (n = 1660 pts) p <

58

59 Statement 24c (Level 2b, Grade B)

60 Statement 24c There is no clear evidence that mesalazine alone is effective in reducing symptoms (Level 2b, Grade B)

61 Terapia medica Prevenzione della diverticolite

62 Terapia medica Prevenzione della diverticolite The efficacy of treatment in preventing acute diverticulitis was evaluated in 11 randomized trials. Four trials compared rifaximin plus fiber vs fiber alone and failed to show a significant ifi difference between treatments. However, cumulative data from these trials revealed a significant benefit following rifaximin and fiber (1-year rate of acute diverticulitis: 11/970 (1.1%) vs 20/690 (2.9%); P.012), but with a number needed to treat of 57, to prevent an attack of acute diverticulitis.

63 9 Rifaximin for prevention of acute diverticulitis: a meta-analysis p < 0.03

64 Statement 24d (Level 2b, Grade B)

65 Cumulative hazard of Diverticulitis recurrence among Rifaximin treated patients among Rifaximin-treated patients (one week per month, 400 mg b.d.)

66 (1.6 g) Kaplan Meyer curve of time-to-relapse to by treatment (ITT population) Therapy Impact Questionnaire during study (ITT population) Conclusions: Intermittent prophylaxis with mesalazine did not significantly reduce the risk of relapse but induced a significant improvement of patients' physical conditions * P=0.02 Int J Colorectal Dis 2013;28:1423

67 (1.2, 2.4, 4.8 g) In PREVENT 1, 53% - 63% did not have disease recurrence, compared with 65% of those given placebo (P= NS). Among patients in PREVENT2, 59% - 69% did not have disease recurrence, compared with 68% of those given placebo (P= NS). PREVENT 1 (N=590) PREVENT 2 (N= 592) Gastroenterology 2014;147;793)

68 Studies evaluating the efficacy of probiotics in diverticular disease (1) Narula et al, J Gastro Hepatol 2010;25:1827

69 Studies evaluating the efficacy of probiotics in diverticular disease (2) CONCLUSIONS: The published literature suggests that probiotics alone or in combination with 5ASA are safe and potentially useful in the management of diverticular disease. However, poor study designs and small sample sizes do not allow any meaningful conclusion to be drawn. Large randomized placebo-controlled studies are needed to establish efficacy, differences among probiotic strains, dose-responses and the optimal timing for introduction of probiotic therapy in the spectrum of colonic diverticular disease. Narula et al, J Gastro Hepatol 2010;25:1827

70 Statement 24g There is no sufficient evidence that probiotics are effective in reducing symptoms (Level 4, Grade C)

71 Terapia chirurgica i in elezione

72 Recurrent Diverticulitis: Clinical Presentation and Risk Risk of recurrence, emergent surgery, stoma and related death for recurrent AD reported in the literature in the last 10 years Binda GA et al, Dig Dis 2012

73 Rischio di complicanze in funzione del numero di episodi di diverticolite i acuta Humes et al. Gut 2012; 61:95-100

74 Storia naturale della Diverticolite Acuta (sin)- Uno studio Italiano su 1046 pazienti 17.2% vs 5.8% 6.9% vs 1.3% Br J Surg 2012; 99: 276

75

76

77 10

78 1 DIVERTICOLI: VERI : estroflessioni dell intera parete intestinale FALSI: estroflessioni della mucosa e sottomucosa attraverso i fasci muscolari della parete intestinale ti (coperti dalla tonaca sierosa)

79 2

80 3 Spettro clinico Strate LL et al, Am J Gastroenterology 2012 (modified)

81 4 Quanto è frequente la diverticolite? La letteratura sostiente che il 10-25% dei pazienti con diverticolosi svilupperà una diverticolite Secondo il database del Veterans Affairs of Greater Los Angeles relativo a 2200 pazienti con diverticoli l incidenza di diverticolite è del 4.3% in 11 anni. Tale rischio cade all 1% se la diagnosi è fatta con TC o chirurgia Shahedi K, Fuller G, Bolus R, et al. Long-term risk of acute diverticulitis among patients with incidental diverticulosis found during colonoscopy. Clin Gastroenterol Hepatol. 2013;11:

82 5

83 6 L endoscopia non è controindicata nel paziente con diverticoli

84 7 Colite Segmentaria Associata ai Diverticoli (SCAD) - Prevalenza endoscopica: % 36% (Imperiali G AJG 2000; Koutroubakis IE Int J Colorectal Dis 2005) - Endoscopia: congestione, granulosità e talvolta lt ulcerazione del sigma, senza interessamento del colon dx e del retto. L orifizio Lorifizio del diverticolo è risparmiato

85 8 Rifaximin for symptom relief in Diverticular Disease: a meta-analysis analysis (n = 1660 pts) p <

86 9 Rifaximin for prevention of acute diverticulitis: a meta-analysis p < 0.03

87 10

La terapia medica della malattia diverticolare e nuove entità nosografiche. Savona, 14 Giugno 2008

La terapia medica della malattia diverticolare e nuove entità nosografiche. Savona, 14 Giugno 2008 La terapia medica della malattia diverticolare e nuove entità nosografiche Savona, 14 Giugno 2008 Definizione Diverticolosi del colon: mera presenza di diverticoli in assenza di sintomatologia Malattia

Dettagli

Dimensioni del problema

Dimensioni del problema SIMPOSIO La stipsi severa: attualità terapeutiche Dimensioni del problema Stefano Tardivo Dipartimento di Sanità Pubblica e Medicina di Comunità Università degli Studi di Verona FC (FUNCTIONAL CONSTIPATION)

Dettagli

Sindrome dell intestine irritabile (IBS): Ruolo del farmacista nell inquadramento del paziente ed opzioni terapeutiche di Sua competenza

Sindrome dell intestine irritabile (IBS): Ruolo del farmacista nell inquadramento del paziente ed opzioni terapeutiche di Sua competenza Pesaro, 20 Marzo 2015 Sindrome dell intestine irritabile (IBS): Ruolo del farmacista nell inquadramento del paziente ed opzioni terapeutiche di Sua competenza Dott. Andrea Lisotti UOC Gastroenterologia

Dettagli

INDICAZIONE ALLA COLONSCOPIA

INDICAZIONE ALLA COLONSCOPIA Riunione SIED LA COLONSCOPIA DI QUALITA Asti, 8 Novembre 2013 INDICAZIONE ALLA COLONSCOPIA Dr. Enrico MORELLO S.C. Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva ASL TO4 * * The European Panel on Appropriateness

Dettagli

Imagine of the colon f r. izzello rizzello

Imagine of the colon f r. izzello rizzello Imagine of the colon f. rizzello 1 passo: quadro clinico Sintomi funzionali Stipsi Sintomi regionali dolore da rallentato transito organica da defecazione ostruita Diarrea acuta (< 2-3 sett) cronica (>

Dettagli

Il Dolore Addominale. A.Agnolucci U.O. Gastroenterologia AUSL 8 Arezzo

Il Dolore Addominale. A.Agnolucci U.O. Gastroenterologia AUSL 8 Arezzo Il Dolore Addominale A.Agnolucci U.O. Gastroenterologia AUSL 8 Arezzo SINTOMI ASSOCIATI con la STIPSI DEFECAZIONE 1. Evacuazioni non frequenti 2. Non urgenza 3. Feci evacuate con difficoltà (piccole o

Dettagli

MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci

MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci Choice of Initial Anticoagulant Regimen in Patients With Proximal DVT In patients with acute DVT of the leg, we

Dettagli

La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica?

La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica? La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica? Lucia Del Mastro SS Sviluppo Terapie Innovative Bergamo 6 luglio 2014 IRCCS Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino IST

Dettagli

NEOPLASIE BENIGNE DELL ESOFAGO Autori: Prof. A.L. Gaspari, Dott. G.S. Sica, Dott. E. Iaculli

NEOPLASIE BENIGNE DELL ESOFAGO Autori: Prof. A.L. Gaspari, Dott. G.S. Sica, Dott. E. Iaculli NEOPLASIE BENIGNE DELL ESOFAGO Autori: Prof. A.L. Gaspari, Dott. G.S. Sica, Dott. E. Iaculli 1. Introduzione Il recente aumento di diagnosi di tumori benigni (leiomiomi e GIST) dell esofago è dovuto in

Dettagli

Dr.ssa Mara Fornasarig

Dr.ssa Mara Fornasarig I TUMORI RARI GIST: Percorso diagnostico-terapeutico 5 novembre 2015 Dr.ssa Mara Fornasarig S.O.C. Gastroenterologia Oncologica CRO - ISTITUTO NAZIONALE TUMORI IRCCS - AVIANO GIST GENERALITA I GIST appartengono

Dettagli

IL NODULO ALLA MAMMELLA

IL NODULO ALLA MAMMELLA IL NODULO ALLA MAMMELLA SCUOLA REGIONALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE 18.04.2012 Giancarlo Bisagni Dipartimento di Oncologia SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA AZIENDA OSPEDALIERA

Dettagli

Emorragia da farmaci anticoagulanti: reversal quando e come?

Emorragia da farmaci anticoagulanti: reversal quando e come? Emorragia da farmaci anticoagulanti: reversal quando e come? R. Albisinni UOC Medicina Infettivologica e dei Trapianti Ospedale Monaldi Seconda Università di Napoli Introduzione La terapia anticoagulante

Dettagli

La terapia farmacologica

La terapia farmacologica La terapia farmacologica Angelo Bianchetti Gruppo di Ricerca Geriatrica, Brescia Dipartimento Medicina e Riabilitazione, Istituto Clinico S.Anna, Brescia Gli outcome del trattamento del delirum Prevenzione

Dettagli

MALATTIA DIVERTICOLARE ASPETTI CHIRURGICI TEORICI E TECNICI

MALATTIA DIVERTICOLARE ASPETTI CHIRURGICI TEORICI E TECNICI MALATTIA DIVERTICOLARE ASPETTI CHIRURGICI TEORICI E TECNICI www.fisiokinesiterapia.biz MALATTIA DIVERTICOLARE La malattia diverticolare si presenta con un ampio spettro di sintomi e di livelli di gravità.

Dettagli

I COSTI RAPPRESENTANO UN PROBLEMA IN CHIRURGIA LAPAROSCOPICA?

I COSTI RAPPRESENTANO UN PROBLEMA IN CHIRURGIA LAPAROSCOPICA? I COSTI RAPPRESENTANO UN PROBLEMA IN CHIRURGIA LAPAROSCOPICA? M.M. Lirici SESSIONE SIC-SICE Sistema ABC ACTIVITY BASED COSTING Gli elementi che generano il costo sono quelli che richiedono una prestazione

Dettagli

MONITORAGGIO dell ACCESSO VASCOLARE: FLUSSO, RICIRCOLO, MISURA delle PRESSIONI

MONITORAGGIO dell ACCESSO VASCOLARE: FLUSSO, RICIRCOLO, MISURA delle PRESSIONI VI Corso teorico-pratico Nefrologia Interventistica ATTUALITA in TEMA di PROGRAMMAZIONE,CREAZIONE e GESTIONE degli ACCESSI VASCOLARI per EMODIALISI Roma 6 8 maggio 2013 MONITORAGGIO dell ACCESSO VASCOLARE:

Dettagli

SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA

SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA Controversie sullo screening mammografico: pro e contro Edda Simoncini Breast Unit A.O.Spedali Civili Brescia Spedali Civili di Brescia Azienda Ospedaliera

Dettagli

DANIELE REGGE ISTITUTO PER LA RICERCA E LA CURA DEL CANCRO CANDIOLO -TORINO

DANIELE REGGE ISTITUTO PER LA RICERCA E LA CURA DEL CANCRO CANDIOLO -TORINO DANIELE REGGE ISTITUTO PER LA RICERCA E LA CURA DEL CANCRO CANDIOLO -TORINO CT Colonography = Colonografia TC, Colon TC o Colonscopia Virtuale Indagine non invasiva che utilizza dati TC e software specializzato

Dettagli

Università del Piemonte Orientale. Master per data manager. Epidemiologia dei tumori. Screening in oncologia

Università del Piemonte Orientale. Master per data manager. Epidemiologia dei tumori. Screening in oncologia Università del Piemonte Orientale Master per data manager Epidemiologia dei tumori Screening in oncologia Epidemiologia Che cos è l epidemiologia Metodi e strumenti La descrizione epidemiologica di una

Dettagli

Bruno Meduri. Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica

Bruno Meduri. Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica Bruno Meduri Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica Follow up condiviso Il follow-up attivo della donna trattata è parte integrante del

Dettagli

ANGIOMA EPATICO Autori: Prof. A.L. Gaspari, Dott. G.S. Sica, Dott. E. Iaculli

ANGIOMA EPATICO Autori: Prof. A.L. Gaspari, Dott. G.S. Sica, Dott. E. Iaculli 1. Introduzione ANGIOMA EPATICO Autori: Prof. A.L. Gaspari, Dott. G.S. Sica, Dott. E. Iaculli Mentre un tempo la valutazione chirurgica degli angiomi epatici era limitata agli interventi in urgenza per

Dettagli

Studio Re.mo.te "A randomized clinical trial on home telemonitoring for the management of metabolic and cardiovascular risk in individuals with type

Studio Re.mo.te A randomized clinical trial on home telemonitoring for the management of metabolic and cardiovascular risk in individuals with type Studio Re.mo.te "A randomized clinical trial on home telemonitoring for the management of metabolic and cardiovascular risk in individuals with type 2 diabetes" Protocollo di Studio:durata e campione La

Dettagli

Università degli Studi di Catania MORBO DI CROHN. U.O. di Chirurgia Laparoscopica A.O.U. Policlinico G.Rodolico - Catania Direttore: Prof. V.

Università degli Studi di Catania MORBO DI CROHN. U.O. di Chirurgia Laparoscopica A.O.U. Policlinico G.Rodolico - Catania Direttore: Prof. V. Università degli Studi di Catania MORBO DI CROHN U.O. di Chirurgia Laparoscopica A.O.U. Policlinico G.Rodolico - Catania Direttore: Prof. V. Minutolo Crohn nel 1932 definì ILEITE TERMINALE un affezione

Dettagli

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica Congresso Nazionale Palermo 28/30 Ottobre 2010 Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Chirurgia generale e specialistica U.O.C. di Chirurgia

Dettagli

Buone pratiche assistenziali: Nursing e fatigue

Buone pratiche assistenziali: Nursing e fatigue Buone pratiche assistenziali: Nursing e fatigue «Etica e Ricerca per assistere e curare in oncologia» III Congresso Nazionale AIIAO Ancona, 29-31 Maggio 2014 Carla Pedrazzani Istituto Oncologico della

Dettagli

COLONSCOPIA VIRTUALE - stato dell arte - Dr. P. QUADRI Dip. Diagnostica per Immagini Ospedale S.Paolo - SV -

COLONSCOPIA VIRTUALE - stato dell arte - Dr. P. QUADRI Dip. Diagnostica per Immagini Ospedale S.Paolo - SV - COLONSCOPIA VIRTUALE - stato dell arte - Dr. P. QUADRI Dip. Diagnostica per Immagini Ospedale S.Paolo - SV - La TC spirale multistrato consente di ottenere un volume di dati dell intero addome in una unica

Dettagli

APPROCCIO LAPAROTOMICO ALLA CHIRURGIA DELLA PARETE ADDOMINALE

APPROCCIO LAPAROTOMICO ALLA CHIRURGIA DELLA PARETE ADDOMINALE APPROCCIO LAPAROTOMICO ALLA CHIRURGIA DELLA PARETE ADDOMINALE ALDO CAGNAZZO DEFINIZIONE d i ERNIA FUORIUSCITA DI UN VISCERE O DI UNA PARTE DI ESSO RIVESTITO DAI SUOI TEGUMENTI, DALLA CAVITA DOVE NORMALMENTE

Dettagli

Appropriatezza delle indicazioni alla colonscopia in una Unita di Endoscopia Digestiva con accesso diretto

Appropriatezza delle indicazioni alla colonscopia in una Unita di Endoscopia Digestiva con accesso diretto Appropriatezza delle indicazioni alla colonscopia in una Unita di Endoscopia Digestiva con accesso diretto Dr.D.Mazzucco SC Gastroenterologia P.O.Rivoli Aumento esponenziale delle richieste di colonscopie

Dettagli

Colon Irritabile e MMG: nuovi ipotesi patogenetiche e nuove terapie

Colon Irritabile e MMG: nuovi ipotesi patogenetiche e nuove terapie Associazione medici Rhodensi e U.O. Gastroenterologia H. di Rho Colon Irritabile e MMG: nuovi ipotesi patogenetiche e nuove terapie Giorgio Minoli 22 settembre 2007 DEFINIZIONE IBS is a common but poorly

Dettagli

FOLLOW-UP DEL TUMORE POLMONARE

FOLLOW-UP DEL TUMORE POLMONARE Linee Guida ITT Istituto Toscano Tumori ORDINE DEI MEDICI CHIRURGHI e degli ODONTOIATRI della PROVINCIA di AREZZO 3 gennaio 2007 Ivano Archinucci UO di Pneumologia ASL 8 STADI DEL CARCINOMA POMONARE STADIO

Dettagli

GRAVIDANZA DOPO CANCRO: QUANDO? Giovanna Scarfone - Stefania Noli Fondazione IRCCS Ca Granda Opsedale Maggiore Policlinico, Milano

GRAVIDANZA DOPO CANCRO: QUANDO? Giovanna Scarfone - Stefania Noli Fondazione IRCCS Ca Granda Opsedale Maggiore Policlinico, Milano GRAVIDANZA DOPO CANCRO: QUANDO? Giovanna Scarfone - Stefania Noli Fondazione IRCCS Ca Granda Opsedale Maggiore Policlinico, Milano Timing e outcome della gravidanza dopo carcinoma Inquadramento ed Entità

Dettagli

Innovazioni terapeutiche in Oncologia Medica Cagliari 23/24 Giugno 2005

Innovazioni terapeutiche in Oncologia Medica Cagliari 23/24 Giugno 2005 Innovazioni terapeutiche in Oncologia Medica Cagliari 23/24 Giugno 2005 Associazione Trastuzumab e chemioterapia nel carcinoma mammario metastatico e localmente avanzato. Nostra casistica. Carlo Floris

Dettagli

PAZIENTI CON DEMENZA E LORO CAREGIVER Progetto Sperimentale: dati preliminari

PAZIENTI CON DEMENZA E LORO CAREGIVER Progetto Sperimentale: dati preliminari VI Convegno IL CONTRIBUTO DELLE UNITA DI VALUTAZIONE ALZHEIMER (UVA)NELL ASSISTENZA DEI PAZIENTI CON DEMENZA Roma 16 novembre 2012 ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA ADI PER PAZIENTI CON DEMENZA E LORO CAREGIVER

Dettagli

Palliative Care in Older Patients

Palliative Care in Older Patients Palliative Care in Older Patients Perchèla cura palliativa degli anziani sta diventando una prioritàsanitaria mondiale? 1) Population Ageing Chi cura chi Proiezioni in % 2) Polipatologie croniche Cause

Dettagli

Epidemiologia e attuali strategie terapeutiche nel tumore del polmone

Epidemiologia e attuali strategie terapeutiche nel tumore del polmone 3 Master Universitario di Pneumologia Interventistica 2011-2012 Epidemiologia e attuali strategie terapeutiche nel tumore del polmone Francesca Mazzoni SC di Oncologia Medica 1 Azienda Ospedaliero Universitaria

Dettagli

DISPEPSIA MANIFESTAZIONI CLINICHE E PERCORSO DIAGNOSTICO DOTT. PAOLO MICHETTI DIRETTORE MEDICO S.C. GASTROENTEROLOGIA E.O.

DISPEPSIA MANIFESTAZIONI CLINICHE E PERCORSO DIAGNOSTICO DOTT. PAOLO MICHETTI DIRETTORE MEDICO S.C. GASTROENTEROLOGIA E.O. MANIFESTAZIONI CLINICHE E PERCORSO DIAGNOSTICO DOTT. PAOLO MICHETTI DIRETTORE MEDICO S.C. GASTROENTEROLOGIA E.O. OSPEDALI GALLIERA DEFINIZIONE RIPIENEZZA POST-PRANDIALE PRANDIALE CORTEO SINTOMATOLOGICO

Dettagli

!F.!Bertoni,!A.!Bruni,!E.!Mazzeo!!

!F.!Bertoni,!A.!Bruni,!E.!Mazzeo!! !!! Tra%amen)!sistemici!e!radioterapia!nel!Carcinoma!Prosta)co:!! Ruolo!della!Radioterapia!nel!paziente!oligometasta)co!F.!Bertoni,!A.!Bruni,!E.!Mazzeo!!! UOC!di!Radioterapia!Oncologica!;!AOU!Policlinico!of!Modena!

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN TECNICHE DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA

CORSO DI LAUREA IN TECNICHE DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA CORSO DI LAUREA IN TECNICHE DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA Programmi Corsi AA 2012/2013 3 ANNO CORSO INTEGRATO COORDINATORI Psicopedagogia II Salis Francesca Pagina 2 Scienza della riabilitazione psichiatrica

Dettagli

COMPLIANCE ALLA DIETA SENZA GLUTINE: QUALI EVIDENZE DAGLI STUDI FINORA CONDOTTI?

COMPLIANCE ALLA DIETA SENZA GLUTINE: QUALI EVIDENZE DAGLI STUDI FINORA CONDOTTI? COMPLIANCE ALLA DIETA SENZA GLUTINE: QUALI EVIDENZE DAGLI STUDI FINORA CONDOTTI? Firenze, 31 marzo 2012 Francesco Valitutti UOC Gastroenterologia ed Epatologia Pediatrica Dipartimento di Pediatria e Neuropsichiatria

Dettagli

Sinossi dei disegni di studio

Sinossi dei disegni di studio Sinossi dei disegni di studio di intervento osservazionali serie di casi trasversale ecologici individuali quasisperimentali sperimentali (RCT) coorte caso-controllo Studi caso-controllo Il punto di partenza

Dettagli

Come prevenire e gestire l infezione da Clostridium difficile nelle strutture sanitarie

Come prevenire e gestire l infezione da Clostridium difficile nelle strutture sanitarie Agenzia Sanitaria Regionale Area Rischio infettivo Unità Gestione Rischio e Sicurezza Come prevenire e gestire l infezione da Clostridium difficile nelle strutture sanitarie Pietro Ragni Reggio Emilia,

Dettagli

Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ]

Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ] Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ] Relatore: M.T. PETRUCCI 27-28 ottobre 2008 Borgo S. Luigi Monteriggioni (Siena) Mieloma multiplo - Copyright FSE 1 Gruppo di lavoro 2 [ Mieloma multiplo]

Dettagli

MODALITA DI VALUTAZIONE DELLA FUNZIONE RENALE NELLA PRATICA CLINICA

MODALITA DI VALUTAZIONE DELLA FUNZIONE RENALE NELLA PRATICA CLINICA MODALITA DI VALUTAZIONE DELLA FUNZIONE RENALE NELLA PRATICA CLINICA Andrea MAGNANO Dirigente Nefrologo UOC Medicina Interna Ospedale Santa Maria di Borgo Val di Taro Azienda USL di Parma DEFINIZIONE THE

Dettagli

Endpointse disegni di studio nella malattia avanzata: valore clinico Vs valore statistico G. PAPPAGALLO

Endpointse disegni di studio nella malattia avanzata: valore clinico Vs valore statistico G. PAPPAGALLO Endpointse disegni di studio nella malattia avanzata: valore clinico Vs valore statistico G. PAPPAGALLO Endpoint surrogati e outcome nella malattia metastatica Giovanni L. Pappagallo Ufficio di Epidemiologia

Dettagli

RUOLO DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE NELLO SCREENING DEL CANCRO DEL COLON-RETTO. Angelo Tersidio

RUOLO DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE NELLO SCREENING DEL CANCRO DEL COLON-RETTO. Angelo Tersidio RUOLO DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE NELLO SCREENING DEL CANCRO DEL COLON-RETTO Angelo Tersidio ATTORE PROTAGONISTA: IL MEDICO DI MEDICINA GENERALE ( e non è la solita frase di circostanza!) CANCRO DEL

Dettagli

Diabete Mellito di tipo 2 e Sindrome Metabolica

Diabete Mellito di tipo 2 e Sindrome Metabolica Cuneo 8-9 ottobre 2004 La Sindrome Metabolica: una sfida per l area endocrino-metabolica Diabete Mellito di tipo 2 e Sindrome Metabolica Luca Monge SOC MM e Diabetologia AO CTO-CRF-ICORMA Torino 1. Contratto

Dettagli

Pasquale Esposito & The Diges;ve Endoscopy Team

Pasquale Esposito & The Diges;ve Endoscopy Team Azienda Ospedaliera Universitaria Seconda Università degli Studi di Napoli DAI di Medicina Interna e Specialis;ca Unità Opera;va Complessa di Epato- Gastroenterologia UO di Endoscopia Diges;va DireAore

Dettagli

L automisurazione della pressione e aderenza al trattamento

L automisurazione della pressione e aderenza al trattamento Firenze, 2-3 Dicembre 2011 Aula Magna del Seminario Arcivescovile Maggiore L automisurazione della pressione e aderenza al trattamento Mauro Vannucci Elena Tamburini Il 62% delle visite dal medico danno

Dettagli

DOLORE PSICHE E QUALITA DI VITA

DOLORE PSICHE E QUALITA DI VITA Convegno Nazionale Società Italiana di Chirurgia Ginecologica Endometriosi: patologia, clinica ed impatto sociale Sabato 8 Marzo 2014 - Bergamo ENDOMETRIOSI DOLORE PSICHE E QUALITA DI VITA A. Signorelli

Dettagli

Pezzi operatori. Immagini colonscopia

Pezzi operatori. Immagini colonscopia UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PERUGIA CLINICA DI GASTROENTEROLOGIA ED EPATOLOGIA Direttore: Prof. Antonio Morelli GASTROENTEROLOGIA ed EPATOLOGIA: POLIPI e CANCRO del COLON RETTO Dott. Danilo Castellani Polipo

Dettagli

Unità di Farmacologia Clinica & Fisiopatologia Digestiva, Dipartimento di Medicina Clinica & Sperimentale, Università di Parma; 2

Unità di Farmacologia Clinica & Fisiopatologia Digestiva, Dipartimento di Medicina Clinica & Sperimentale, Università di Parma; 2 a cura di Anna Bertelé 1,2, Simone Bertolini 1 1 Unità di Farmacologia Clinica & Fisiopatologia Digestiva, Dipartimento di Medicina Clinica & Sperimentale, Università di Parma; 2 Divisione di Gastroenterologia

Dettagli

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Prevenire il tumore del colon retto

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Prevenire il tumore del colon retto Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10 Prevenire il tumore del colon retto INFORMATIVA PER PAZIENTI IS PV ALL 21-0 05/09/2012 INDICE Prevenire il tumore del colon. 4 Come si esegue

Dettagli

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Le aree di incertezza nelle Cure Primarie: Quali sono le evidenze di efficacia dei probio-ci nelle patologie del tra9o gastrointes-nale? Edoardo Benede*o 1907

Dettagli

LA PREVENZIONE PROTEGGE DAL CANCRO TUMORE DELLA MAMMELLA

LA PREVENZIONE PROTEGGE DAL CANCRO TUMORE DELLA MAMMELLA LA PREVENZIONE PROTEGGE DAL CANCRO Combattere i tumori è possibile. Prima di tutto prevenendone la comparsa attraverso la riduzione dei fattori di rischio, adottando stili di vita sani come evitare il

Dettagli

Patogenesie terapiadellagbs

Patogenesie terapiadellagbs Patogenesie terapiadellagbs IL RUOLO DELLE IMMUNOGLOBULINE NELLA PATOLOGIA NEUROLOGICA MILANO 6 MARZO 2015 SALA Pirelli Raffaella Fazio Ospedale San Raffaele DEFINIZIONE Guillain-Barrè syndrome is a acute

Dettagli

L impatto dei biosimilari nella pratica clinica in Oncologia ed Ematologia

L impatto dei biosimilari nella pratica clinica in Oncologia ed Ematologia L impatto dei biosimilari nella pratica clinica in Oncologia ed Ematologia Giuseppe Longo Dipartimento di Oncologia ed Ematologia Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico di Modena Milano 13 settembre

Dettagli

APPROPRIATEZZA della EGDS

APPROPRIATEZZA della EGDS APPROPRIATEZZA della EGDS Dr. P. Montalto U.O.C. Gastroenterologia OSPEDALE SAN JACOPO. GASTROENTEROLOGIA NELL ANZIANO Pisa, 28 settembre 2013 Totale: 60.626.442 abitanti ³65 anni: 12.301.537 abitanti

Dettagli

Probiotici tra clinica, mercato e sicurezza

Probiotici tra clinica, mercato e sicurezza Probiotici tra clinica, mercato e sicurezza I probiotici sono proposti per trattare i più disparati sintomi o malattie gastrointestinali. pesso l uso di tali prodotti è supportato più dalla pubblicità

Dettagli

I DISTURBI DEL TRATTO DIGESTIVO INFERIORE: Caso Clinico

I DISTURBI DEL TRATTO DIGESTIVO INFERIORE: Caso Clinico I DISTURBI DEL TRATTO DIGESTIVO INFERIORE: Caso Clinico Dott.ssa Lucy Vannella Università Sapienza Roma, Ospedale Sant Andrea Sabato 25 Ottobre 2008 FIUMICINO (ROMA) Caso Clinico Donna, 40 anni, forte

Dettagli

Zaccoletti Riccardo MD

Zaccoletti Riccardo MD Zaccoletti Riccardo MD www.endogynaeteam.com www.cdcpederzoli.it U.O. Ostetricia e Ginecologia Clinica Polispecialistica Pederzoli Peschiera del Garda (Verona) Il ruolo della chirurgia: da dove partiamo?

Dettagli

La dieta in terapia conservativa. La dieta in terapia conservativa: rassegna dell evidenza. La dieta ipoproteica nell era dell EBM

La dieta in terapia conservativa. La dieta in terapia conservativa: rassegna dell evidenza. La dieta ipoproteica nell era dell EBM La dieta in terapia conservativa La dieta in terapia conservativa: rassegna dell evidenza Giorgio Bedogni Unità Fegato e Nutrizione, Centro Studi Fegato, Basovizza Rallentare la progressione dell insufficienza

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE CARLO POMA Dipartimento di Medicina di Laboratorio Struttura complessa di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale Primario: Dott. Massimo Franchini Il Centro TAO di Mantova

Dettagli

Report: Consensus Conference Italiana sulla Malattia Diverticolare Report: Italian Consensus Conference on Diverticular Disease

Report: Consensus Conference Italiana sulla Malattia Diverticolare Report: Italian Consensus Conference on Diverticular Disease A G G I O R N A M E N T O C O N T I N U O P E R L A P R A T I C A C L I N I C A 2013 Volume 12 N. 2 (Estratto) Direttore Scientifico: Ercole Concia - Direttore Editoriale: Matteo Bassetti Report: Consensus

Dettagli

FARMACI INNOVATIVI, BIOTECNOLOGICI E TERAPIE STAMINALI: FARMACOLOGIA, FARMACOTERAPIA E NORMATIVE

FARMACI INNOVATIVI, BIOTECNOLOGICI E TERAPIE STAMINALI: FARMACOLOGIA, FARMACOTERAPIA E NORMATIVE FARMACI INNOVATIVI, BIOTECNOLOGICI E TERAPIE STAMINALI: FARMACOLOGIA, FARMACOTERAPIA E NORMATIVE Roma, 14 aprile 2015 Appropriatezza ed innovazione: le sfide della ricerca Teresa Calamia ELENCO FARMACI

Dettagli

Metodi per il dosaggio dei D-Dimeri

Metodi per il dosaggio dei D-Dimeri Metodi per il dosaggio dei D-Dimeri Metodi immunologici ELISA classici ELISA modificati Agglutinazione su vetrino Turbidimetrici/nefelometri Su sangue in toto Fonti di variabilità tra metodi per il dosaggio

Dettagli

Sintomi da IBS nel 10% della popolazione in 1 anno. ma solo 50% consulterà un medico. Prevalenza. Nella popolazione generale: M: 19% F: 24%

Sintomi da IBS nel 10% della popolazione in 1 anno. ma solo 50% consulterà un medico. Prevalenza. Nella popolazione generale: M: 19% F: 24% Sindrome dell intestino irritabile IBS (Irritable bowel syndrome) Incidenza Sintomi da IBS nel 10% della popolazione in 1 anno ma solo 50% consulterà un medico Prevalenza Nella popolazione generale: M:

Dettagli

SCUOLA REGIONALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE, CORSO 2009/2011. SINDROME DELL INTESTINO IRRITABILE

SCUOLA REGIONALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE, CORSO 2009/2011. SINDROME DELL INTESTINO IRRITABILE SCUOLA REGIONALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE, CORSO 2009/2011. SINDROME DELL INTESTINO IRRITABILE PRESENTAZIONE CLINICA, APPROCCIO DIAGNOSTICO E DIAGNOSI DIFFERENZIALE Elisabetta Ascari

Dettagli

IBD: PROBLEMATICHE NUTRIZIONALI

IBD: PROBLEMATICHE NUTRIZIONALI IBD: PROBLEMATICHE NUTRIZIONALI Dottor Silvio Caliari U.O. Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva, Ospedale Civile Maggiore, Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona Verona, 24.11.2010

Dettagli

Daniela Poli. La gestione del paziente anziano con i farmaci anti Vitamina K

Daniela Poli. La gestione del paziente anziano con i farmaci anti Vitamina K Daniela Poli La gestione del paziente anziano con i farmaci anti Vitamina K Atrial fibrillation occurred in 1 2% of the general population. Over 6 million Europeans suffer from this arrhythmia, and its

Dettagli

Auscultazione intermittente Vs CTG continuo

Auscultazione intermittente Vs CTG continuo Corso pre congressuale Valutazione del benessere fetale in travaglio Auscultazione intermittente Vs CTG continuo Nicoletta Telleri Da: La sorveglianza del benessere fetale in travaglio di parto. Linea

Dettagli

Innovazione e sostenibilità economica nel settore dei dispositivi medici. Sabrina Trippoli Unità di HTA Estav Centro regione Toscana

Innovazione e sostenibilità economica nel settore dei dispositivi medici. Sabrina Trippoli Unità di HTA Estav Centro regione Toscana Innovazione e sostenibilità economica nel settore dei dispositivi medici Sabrina Trippoli Unità di HTA Estav Centro regione Toscana Guanti in vinile Stent coronarici Valvola aortica percutanea Mammografo

Dettagli

www.gimsi.it Registro GIMSI

www.gimsi.it Registro GIMSI www.gimsi.it Registro GIMSI Registro GIMSI Board: Ammirati if Badami A Brignole M (responsabile progetto) Casagranda I De Seta F Furlan R Registro multicentrico prospettico costituito dai pazienti valutati

Dettagli

Web 2.0 per guadagnare salute

Web 2.0 per guadagnare salute Web 2.0 per guadagnare salute Eugenio Santoro Laboratorio di Informatica Medica Dipartimento di Epidemiologia Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri Il web 2.0 - La definizione forse più corretta

Dettagli

La concentrazione delle immagini nella diagnostica radiologica: opportunità per lo screening oncologico

La concentrazione delle immagini nella diagnostica radiologica: opportunità per lo screening oncologico La concentrazione delle immagini nella diagnostica radiologica: opportunità per lo screening oncologico Daniele Regge Fondazione del Piemonte per l Oncologia IRCCS Candiolo-Torino Agenda Il programma Proteus

Dettagli

Dati tumore al seno in Piemonte; il significato del percorso multidisciplinare

Dati tumore al seno in Piemonte; il significato del percorso multidisciplinare Dati tumore al seno in Piemonte; il significato del percorso multidisciplinare Isabella Castellano Dipartimento di Scienze Mediche Università di Torino Breast Unit Città della Salute e della Scienza-Torino

Dettagli

Dubbi, certezze e prospettive in tema di terapia anticoagulante orale

Dubbi, certezze e prospettive in tema di terapia anticoagulante orale Maggio 25 Dubbi, certezze e prospettive in tema di terapia anticoagulante orale L impiego degli anticoagulanti orali nei pazienti con cardiopatia ischemica Dott. Paolo Bellotti Savona Razionale alla base

Dettagli

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE Definizione Dilatazione segmentaria o diffusa dell aorta toracica ascendente, avente un diametro eccedente di almeno il 50% rispetto a quello normale. Cause L esatta

Dettagli

Lesioni ghiandolari in campioni bioptici. Giovanni Negri Bolzano

Lesioni ghiandolari in campioni bioptici. Giovanni Negri Bolzano Lesioni ghiandolari in campioni bioptici Giovanni Negri Bolzano Pap test di invio con lesione ghiandolare in 40% dei casi AIS puro in 50.6% dei coni Colposcopia negativa in 24% dei casi Biopsia negativa

Dettagli

La sindrome dell intestino irritabile post-infettiva

La sindrome dell intestino irritabile post-infettiva La sindrome dell intestino irritabile post-infettiva Dr.ssa Chiara Ricci Università di Brescia Spedali Civili, Brescia Definizione La sindrome dell intestino irritabile Disordine funzionale dell intestino

Dettagli

Lo screening dei tumori del colon retto: aggiornamento per Farmacisti e Medici di Assistenza Primaria

Lo screening dei tumori del colon retto: aggiornamento per Farmacisti e Medici di Assistenza Primaria Lo screening dei tumori del colon retto: aggiornamento per Farmacisti e Medici di Assistenza Primaria La comunicazione con l assistito nel percorso di screening per i MAP 01 giugno 2013 e 16 novembre 2013

Dettagli

CONGRESSO NAZIONALE. PRONTO SOCCORSO e NUOVE FUNZIONI : innovazioni e vincoli economici

CONGRESSO NAZIONALE. PRONTO SOCCORSO e NUOVE FUNZIONI : innovazioni e vincoli economici CONGRESSO NAZIONALE 6-8 maggio Como- Hotel Palace PRONTO SOCCORSO e NUOVE FUNZIONI : innovazioni e vincoli economici TRAUMA CRANICO LIEVE E NUOVI E VECCHI ANTICOAGULANTI QUALI STRATEGIE? Dott. Lerza Roberto

Dettagli

Pavia, Giugno 2012. Gualtiero Palareti U.O. di Angiologia e Malattie della Coagulazione Policlinico S. Orsola-Malpighi Bologna

Pavia, Giugno 2012. Gualtiero Palareti U.O. di Angiologia e Malattie della Coagulazione Policlinico S. Orsola-Malpighi Bologna Pavia, Giugno 2012 Gualtiero Palareti U.O. di Angiologia e Malattie della Coagulazione Policlinico S. Orsola-Malpighi Bologna I principali problemi che vedo e il contributo delle ultime LG ACCP Diagnosi

Dettagli

Dieta mediterranea e cancro

Dieta mediterranea e cancro Dieta mediterranea e cancro Cristina Bosetti Dipartimento Epidemiologia Istituto di Ricerche Farmacologiche "Mario Negri", Milano Corso di aggiornamento X-Files in Nutrizione Clinica ed Artificiale Oncologica

Dettagli

LA TERAPIA MEDICA NELL ENDOMETRIOSI: QUANDO E PERCHE

LA TERAPIA MEDICA NELL ENDOMETRIOSI: QUANDO E PERCHE LA TERAPIA MEDICA NELL ENDOMETRIOSI: QUANDO E PERCHE CARLO BERTULESSI SS Ginecologia Oncologica Clinica Ostetrica e Ginecologica M. Melloni Università di Milano Bergamo, 7 marzo 2014 TERAPIA MEDICA NELL

Dettagli

I pazienti guariti da tumore in Italia: le ricadute nella clinica. Stefano Cascinu Bolzano 20 marzo 2013

I pazienti guariti da tumore in Italia: le ricadute nella clinica. Stefano Cascinu Bolzano 20 marzo 2013 I pazienti guariti da tumore in Italia: le ricadute nella clinica Stefano Cascinu Bolzano 20 marzo 2013 Persone con storia di cancro: 2.250.000 (4% dell intera popolazione) donne (1.250.000) e anziani.

Dettagli

Appropriatezza nella prescrizione di esami di diagnostica per immagini. 19 settembre 2013 IL PUNTO DI VISTA DELLO SPECIALISTA OSPEDALIERO

Appropriatezza nella prescrizione di esami di diagnostica per immagini. 19 settembre 2013 IL PUNTO DI VISTA DELLO SPECIALISTA OSPEDALIERO Appropriatezza nella prescrizione di esami di diagnostica per immagini 19 settembre 2013 IL PUNTO DI VISTA DELLO SPECIALISTA OSPEDALIERO S.C Oncologia Medica DIPO XVI - Lecco Appropriatezza Appropriato:

Dettagli

Regione Puglia PROGETTO DI ATTIVAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO (CCR) IN PUGLIA

Regione Puglia PROGETTO DI ATTIVAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO (CCR) IN PUGLIA Regione Puglia ALLEGATO E PROGETTO DI ATTIVAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO (CCR) IN PUGLIA (ai sensi della Legge 138/2004 e dell Intesa Stato-Regioni e Province Autonome

Dettagli

Incidenza e patogenesi delle complicanze tromboemboliche

Incidenza e patogenesi delle complicanze tromboemboliche Incidenza e patogenesi delle complicanze tromboemboliche Alessandro Inno Ospedale Sacro Cuore don Calabria Negrar - Verona Trombosi e cancro Armand Trousseau (1801-1867) Patogenesi Donnellan et al, Curr

Dettagli

Nuovi anticoagulanti a confronto: i risultati dei trials clinici

Nuovi anticoagulanti a confronto: i risultati dei trials clinici Nuovi anticoagulanti a confronto: i risultati dei trials clinici Walter Ageno Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale Università dell Insubria Varese ACCP 2012 Treatment of VTE 2012 Real-life treatment

Dettagli

IL COLON IRRITABILE LA STIPSI SANDRO PASSARETTI UNITA' DI FISIOPATOLOGIA DIGESTIVA SERVIZIO DI GASTROENTEROLOGIA I.R.C.C.S. OSPEDALE SAN RAFFAELE

IL COLON IRRITABILE LA STIPSI SANDRO PASSARETTI UNITA' DI FISIOPATOLOGIA DIGESTIVA SERVIZIO DI GASTROENTEROLOGIA I.R.C.C.S. OSPEDALE SAN RAFFAELE IL COLON IRRITABILE LA STIPSI SANDRO PASSARETTI UNITA' DI FISIOPATOLOGIA DIGESTIVA SERVIZIO DI GASTROENTEROLOGIA I.R.C.C.S. OSPEDALE SAN RAFFAELE UNIVERSITA' VITA- SALUTE MILANO MOVIMENTI DEL COLON mixing

Dettagli

La ridotta percezione di benessere è un aspetto cruciale del concetto di malattia!

La ridotta percezione di benessere è un aspetto cruciale del concetto di malattia! PSICHE E DISTURBI DIGESTIVI LUCA DUGHERA CITTA DELLA SALUTE E DELLA SCIENZA DI TORINO la salute è una condizione di completo benessere fisico, psichico e sociale e non semplicemente l assenza di una malattia

Dettagli

CHIRURGIA TORACICA VIDEO- ASSISTITA (VATS): 10 ANNI DI ESPERIENZA PERSONALE

CHIRURGIA TORACICA VIDEO- ASSISTITA (VATS): 10 ANNI DI ESPERIENZA PERSONALE CHIRURGIA TORACICA VIDEO- ASSISTITA (VATS): 10 ANNI DI ESPERIENZA PERSONALE S. SPINI MD, PhD; F. APICELLA MD, FCCP; P. CAPPELLINI MD, L. MAGGI MD Azienda Sanitaria Firenze Nuovo Ospedale S. Giovanni di

Dettagli

TEST AL LATTOSIO : quando richiederlo?

TEST AL LATTOSIO : quando richiederlo? 3 Giornate Gastro-epatologiche Cuneesi Vicoforte, 19-20 febbraio 2010 TEST AL LATTOSIO : quando richiederlo? Carlo Sguazzini, Marco Astegiano, Renato Bonardi, Daniele Simondi S.C. Gastro-epatologia 1 U.

Dettagli

USC Gastroenterologia,

USC Gastroenterologia, Impiego dei probiotici in Gastroenterologia: razionale e risultati Fabio Pace USC Gastroenterologia, Az. Bolognini, i Seriate Indice della lettura La Rivoluzione del Microbiota: cosa abbiamo imparato Breve

Dettagli

La gestione della malattia cronica tra primo e terzo livello. Un paradigma: l asma E. Bignamini

La gestione della malattia cronica tra primo e terzo livello. Un paradigma: l asma E. Bignamini La gestione della malattia cronica tra primo e terzo livello. Un paradigma: l asma E. Bignamini SC Pneumologia AO O.I.R.M.-S.ANNA -Torino 1900 STETOSCOPIO 1950 CENTRALIZZAZIONE OSPEDALIERA CURE DOMICILIARI

Dettagli

Un riscontro inusuale durante un ecografia addominale di

Un riscontro inusuale durante un ecografia addominale di Un riscontro inusuale durante un ecografia addominale di routine: Una rara Doppia Colecisti Lucio Borges and Marcelo N. Araujo Ultrasound Department Clínica Delfin Itaigara- Salvador Bahia/Brazil Phone:

Dettagli

ANALISI DEI DATI EPIDEMIOLOGICI

ANALISI DEI DATI EPIDEMIOLOGICI ANALISI DEI DATI EPIDEMIOLOGICI Cenni di statistica Che cosa è la statistica Statistica descrittiva e statistica inferenziale Test statistici di ipotesi Intervalli di confidenza Analisi stratificata TEST

Dettagli

ANTIOXIDANT ACTIVITY OF OLIVE OIL

ANTIOXIDANT ACTIVITY OF OLIVE OIL ANTIOXIDANT ACTIVITY OF OLIVE OIL Visioli et al. Low density lipoprotein oxidation is inhibited by olive oil constituents. Atherosclerosis 1995; 117: 25-32 Visioli et al. Free radical-scavenging properties

Dettagli

DISORDINI FUNZIONALI GASTROINTESTINALI DEFINIZIONE

DISORDINI FUNZIONALI GASTROINTESTINALI DEFINIZIONE DISORDINI FUNZIONALI GASTROINTESTINALI DEFINIZIONE QUADRI CLINICI, CORRELATI ALL ETA, CARATTERIZZATI DA SINDROME CRONICA O RICORRENTE, NON ASSOCIATI A PATOLOGIA ORGANICA, BIOCHIMICA O STRUTTURALE DISORDINI

Dettagli

Sperimentazione Clinica: ruolo e responsabilità dell Infermiere

Sperimentazione Clinica: ruolo e responsabilità dell Infermiere Sperimentazione Clinica: ruolo e responsabilità dell Infermiere Documenti per lo studio Giuseppe Caracciolo, Cardiologist e Clinical Research Physician, Menarini Ricerche Alessandra Milani, Coordinatore

Dettagli