ASSEMBLEA GENERALE 25 GENNAIO 2012 ABBIATEGRASSO, EX CONVENTO DELL ANNUNCIATA VIA PONTIDA 1 ORE 19:45 (1 CONV.) 20:30 (2 CONV.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ASSEMBLEA GENERALE 25 GENNAIO 2012 ABBIATEGRASSO, EX CONVENTO DELL ANNUNCIATA VIA PONTIDA 1 ORE 19:45 (1 CONV.) 20:30 (2 CONV."

Transcript

1 ASSEMBLEA GENERALE 25 GENNAIO 2012 ABBIATEGRASSO, EX CONVENTO DELL ANNUNCIATA VIA PONTIDA 1 ORE 19:45 (1 CONV.) 20:30 (2 CONV.) ALLEGATI INDICE Approvazione verbale seduta del Richieste di adesione alla Fondazione in qualità di fondatori successivi 2 Surroga consiglieri del Consiglio di Amministrazione e del Consiglio Generale di Indirizzo.. 2 Bilancio di previsione Progetto Annunciata. 30

2 Assemblea Generale Seduta del 25 gennaio 2012 Punti all'ordine del giorno 1 - Approvazione verbale seduta del Il verbale della seduta, che è già stato inviato precedentemente, è scaricabile all'indirizzo: 2 Richieste di adesione alla Fondazione in qualità di fondatori successivi Il Comune di Casorezzo ha formalmente richiesto di entrare a far parte della Fondazione per Leggere in qualità di fondatore successivo. Ai sensi dell'art. 2 comma 2 dello Statuto, l'assemblea Generale è chiamata ad esprimere il proprio gradimento. E' possibile che altri comuni presentino richiesta analoga a quella presentata da Casorezzo, ma al momento di redigere questo documento non si hanno ancora conferme. 5 Surroga consiglieri del Consiglio di Amministrazione e del Consiglio Generale di Indirizzo Si rende necessario procedere alla nomina di un componente del Consiglio di Amministrazione e di due compinenti del Consiglio Generale di Indirizzo (CGI), a seguito delle dimissioni presentate da Giovanni Bianco (CDA Comune di Cesano Boscone), Daniela Piazza (CGI Comune di Trezzano s/n) e Antonella Violi (CGI Comune di Lacchiarella). Queste nomine spettano all'assemblea Generale ai sensi dello Statuto. A seguito di colloqui avuti dalla Presidenza con i Comuni interessati dalle dimissioni, si comunica che detti Comuni hanno presentato proposte di sostituzione dei consiglieri dimissionari come di seguito dettagliate: CDA: Il Sindaco di Cesano Boscone ha proposto la nomina di Francesco Petti, Assessore alle politiche di Promozione Culturale del Comune di Cesano Boscone, che ha sostituito nella Giunta il Consigliere dimissionario Bianco. CGI: Il Sindaco di Trezzano sul Naviglio ha indicato la candidatura della Prof.ssa Anna Pizzetti in sostituzione della Sig.ra Piazza, espressione del medesimo Comune. Il Sindaco di Lacchiarella ha indicato la candidatura dell'assessore alla Cultura Sig.ra Biagia Concadoro.

3 Bilancio di previsione 2012 e relazione di accompagnamento Signori Sindaci, signori Assessori, signori delegati, Il Bilancio di previsione per il 2012 che presentiamo all Assemblea Generale, coerentemente con quanto stabilito dal Consiglio Generale di Indirizzo nelle linee programmatiche per il mandato , contiene tutta una serie di informazioni che confermano la piena rappresentazione della ferma volontà di Fondazione Per Leggere di continuare nel suo percorso di crescita, che punti ad ampliare e migliorare le attività al servizio delle biblioteche e a una sempre maggior centralità nella vita culturale del sud ovest milanese. In questi anni la condivisione degli obiettivi (che ha visto protagoniste tutte le amministrazioni del sistema), il lavoro di squadra, la professionalità dei nostri bibliotecari, l impegno e la motivazione del nostro personale ci hanno consentito di crescere costantemente e di raggiungere risultati difficilmente ipotizzabili solo qualche anno fa, permettendoci, quest anno, a coronamento di un entusiasmante percorso, di conseguire anche un prestigioso riconoscimento a livello nazionale da parte di Federculture (Premio Cultura di Gestione 2011). Tutti i comuni, con impegno e responsabilità, hanno fatto buona politica, lasciando da parte interessi particolari, contrapposizioni ideologiche, localismi e incomprensioni. Comuni grandi e piccoli hanno marciato insieme, uniti nella consapevolezza che in un sistema come il nostro tutti ricoprissero un ruolo ugualmente importante, come in una squadra affiatata, dove, pur con ruoli differenti, tutti i giocatori sono determinanti per la vittoria finale (penso al progetto finanziato dalla Fondazione Cariplo anche in ragione della massiccia adesione dei comuni). La nostra forza è stata, insomma, quella di essere una grande rete e di esserci sempre mossi all unisono nella costante ricerca di un miglioramento della qualità dei servizi offerti ai nostri cittadini. E tuttavia questi risultati, ormai raggiunti e da consolidare, non ci devono distogliere dalla necessità di guardare oltre, per stare al passo coi tempi e per superare senza difficoltà tutte le sfide del cambiamento che un mondo in continua evoluzione, anche nel nostro settore, ci obbligherà necessariamente ad affrontare. Nello scorso bilancio previsionale proponemmo un documento dove le parole chiave furono rigore, prudenza e progettualità. Ne abbiamo tenuto debito conto per tutto il 2011 e penso siano termini assolutamente attuali anche per il bilancio che quest anno portiamo alla vostra attenzione. Anche questo bilancio, infatti, come quello scorso, riporta solo le voci di entrata certe, rimandando a variazioni successive eventuali sopravvenienze e indica le linee di un azione doverosamente volta all individuazione di margini possibili di razionalizzazione e di risparmio. Significativa, a riguardo, la ricontrattualizzazione con Fastweb (verifiche analoghe saranno fatte anche con altri fornitori), che ci permetterà di avere un importante risparmio nel corso del 2012 nonostante un notevole potenziamento della rete. Anche la riorganizzazione del servizio per il prestito interbibliotecario, ci consentirà, a parità di spesa, di incrementare il numero dei passaggi, tornando progressivamente ai livelli del Nel 2012 proseguiremo nel nostro lavoro per consolidare il ruolo della Fondazione come protagonista della vita culturale del territorio, attraverso una costante presenza nelle occasioni pubbliche (feste, sagre, ricorrenze) e la promozione ed il potenziamento della comunicazione sulla stampa locale. Continueremo una politica fatta di accordi, patrocini, collaborazioni finalizzata a diffonderne il nome nella maniera più ampia e qualificata. L organizzazione di eventi di fund raising a invito, infine, mirerà a costituire gruppi di fidelizzati, che agiscano come opinion leader, in grado di promuovere costantemente la ricchezza e la qualità dei servizi messi a disposizione delle biblioteche del sistema. Anche il sito web sarà aggiornato, in modo da pag. 1

4 evidenziare un immagine adeguata al grado di competenza che lo staff di Fondazione e i bibliotecari mettono a disposizione di tutti gli iscritti. Tra le tante iniziative, progetto di durata pluriennale a cui hanno aderito 45 comuni e che svilupperà le sue azioni a partire da marzo 2012, rappresenta senza dubbio un opportunità formativa importante che Fondazione offrirà ai cittadini del nostro territorio attraverso l approfondimento di varie tematiche ambientali (corsi di informazione, corsi di compostaggio, promozione di buone pratiche per il rispetto dell ecosistema). Un altra iniziativa che proseguirà nel 2012, vista la buona riuscita della prima edizione, prevede la realizzazione di corsi per il tempo libero ( Corsi nel cassetto ). Questi corsi, che proporranno percorsi di formazione legati alle tematiche di arte, cultura e tempo libero, saranno interamente sostenuti con le quote di iscrizione. Nel 2012 entrerà a regime il progetto di valorizzazione delle raccolte (acquisto centralizzato), con la partecipazione di tutti i comuni. Si tratta di un passaggio fondamentale per il consolidamento del nostro sistema. Signori Sindaci, signori Assessori, signori delegati, l avvio di nuovi servizi e la stabilizzazione di quelli esistenti dimostrano quanto la scelta di cooperazione compiuta dai nostri comuni nel 2006 fosse fondata e lungimirante e sono sicuro che anche in futuro continuerete a guardare con fiducia alle nostre biblioteche, alla Fondazione e alla possibilità di individuare ulteriori fattori di crescita e di sviluppo. A voi desidero indirizzare un ringraziamento sincero, perché anche oggi, nonostante un periodo di grande difficoltà finanziaria ed organizzativa, che costringe tutte le amministrazioni a scelte spesso difficili e impegnative, avete deciso di confermare, in maniera concreta, anche attraverso un incremento della quota di partecipazione, il vostro apprezzamento per il nostro lavoro. Il Presidente dott. Cesare Nai pag. 2

5 INDICE FONDO INDISPONIBILE...4 VALORI DELLA PRODUZIONE...7 COSTI DELLA PRODUZIONE...9 PROVENTI...9 RIEPILOGO...11 AMMORTAMENTI...12 L ATTIVITA DELLA FONDAZIONE NEL PROGETTI / PROMOZIONE DELLA LETTURA Valorizzazione delle biblioteche Campagna sostenitori Tutti per Leggere Conferenza programmatica annuale Promozione della lettura Biblioteca di Cultura ambientale Valorizzazione del Fondo documentario Ascoli... Errore. Il segnalibro non è definito. 7. Convenzioni con comuni e università... Errore. Il segnalibro non è definito. 8. Studi, ricerche e pubblicazioni... Errore. Il segnalibro non è definito. 9. Altri progetti...14 AVVIAMENTI Trasferimento della sede operativa (Progetto Annunciata)... Errore. Il segnalibro non è definito. 2. Sistema Informativo Territoriale per le Attività Culturali Messaggistica utenti... Errore. Il segnalibro non è definito. SPESE PER L EROGAZIONE DI SERVIZI ALLE BIBLIOTECHE Connettività per il collegamento delle biblioteche ai server e a internet Assistenza, manutenzione e aggiornamento sistema informativo / sito web Prestito interbibliotecario Catalogazione e archiviazione Abbonamento a banche dati Valorizzazione e potenziamento delle raccolte Tesseramento utenti Inventariazione Messaggistica utenti Gestione navigazione internet...19 ORGANI STATUTARI...20 PERSONALE...21 CONSULENZE PROFESSIONALI...22 COMITATI SCIENTIFICI...22 ACQUISTO BENI...23 ATTIVITA COMMERCIALI...23 FATTORI PRODUTTIVI...24 RIEPILOGO ATTIVITA 2012 E RELATIVO PIANO ECONOMICO...25 pag. 3

6 LE PRINCIPALI NOVITA DEL BILANCIO 2012 ENTRATE Contributi dai fondatori (quota ordinaria) Le quote ordinarie di adesione dei comuni sono state adeguate a 1,20 per abitante. Il totale delle entrate è ,40 ( ,30 rispetto al 2011). La previsione non tiene conto dell eventualità che altri comuni entrino a far parte della Fondazione. Acquisto centralizzato Le quote per l acquisto libri, in assenza di comunicazioni ufficiali da parte dei Comuni, sono state inserite con una previsione a standard, con la sola eccezione dei comuni che aderiscono ai progetti di valorizzazione delle biblioteche, dei quali è già noto lo stanziamento reale. L ammontare così ottenuto è di ,89. Sottoporremo all Assemblea una variazione quando i comuni avranno approvato i rispettivi bilanci e comunicato gli importi effettivamente stanziati. Contributi L.R. 81/85 Anche se, contrariamente alle previsioni, nel 2011 i contributi regionali e provinciali si sono mantenuti sui livelli del 2010, per prudenza la previsione 2012 riduce le entrate a (invece di ). Eventuali erogazioni in aumento saranno utilizzate per rientrare dal passivo accumulato nel Contributi per progetti - fondatori Le entrate si riferiscono ai progetti di valorizzazione, al progetto Stage con il comune di Abbiategrasso, al progetto Formambiente e a Lascia Che illustri, per un totale di ,90. Contributi per progetti - altri soggetti Le entrate si riferiscono al progetto Formambiente (contributo Cariplo) e a Lascia Che illustri (contributo provincia di Milano), per un totale di ,00. In assenza di certezze, i progetti Vivicultura e Annunciata non prevedono entrate. Provvederemo a una successiva variazione di bilancio con l Assemblea di aprile, qualora i progetti dovessero essere attivati. Ricavi di natura commerciale Nel 2012 entrerà a regime l iniziativa Corsi nel Cassetto., al termine di una sperimentazione effettuata negli ultimi mesi del 2011 che ha dato buoni frutti. Il programma prevede la realizzazione di 15 corsi, oltre ai workshop legati a Lascia che illustri, per un totale di di entrate. pag. 4

7 USCITE Organi A seguito dell applicazione del divieto di percepire emolumenti da parte dei nostri amministratori, previsto dalla L. 122/2010, nel 2012 sono stati previsti soltanto gli emolumenti relativi al collegio dei revisori dei conti, per un totale di I rimborsi spese dovuti agli amministratori sono stati inseriti nei FATTORI PRODUTTIVI. Personale La previsione di bilancio evidenzia, rispetto al 2011, un aumento significativo degli emolumenti per il personale ( ), che non corrisponde a un incremento reale delle retribuzioni ma dipende dal fatto che nel 2011 due assunzioni a tempo determinato erano state previste soltanto per sei mesi e successivamente prorogate dal Cda, in un caso con un incremento del monte ore settimanale per far fronte a carichi di lavoro consolidati; oltre a ciò, una piccola differenza dipende da adeguamenti di natura contrattuale. L organico dei dipendenti è invariato. Per quanto riguarda i collaboratori, la differenza rispetto al 2011 ( ) si riferisce alla gestione del servizio di prestito interbibliotecario, che nel 2012 sarà gestito a saldi invariati per mezzo di collaboratori e non di un appaltatore esterno. L aumento degli emolumenti dei dipendenti si riflette anche sul TFR accantonato e sul premio di risultato, che è agganciato alla retribuzione lorda annua. L impossibilità di far fronte ai nuovi progetti mediante assunzioni ha determinato la scelta di aumentare (da a annui) il monte straordinari. E previsto uno stanziamento di euro per la frequenza a corsi di formazione e partecipazione a seminari, corsi e congressi, che sarà utilizzato anche per l organizzazione di momenti formativi a beneficio di tutti i bibliotecari del sistema. Consulenze E stata ripristinata la quota di adesione a Federculture e sono confermati gli incarichi per l ufficio stampa, il consulente del lavoro, la sicurezza aziendale (con la nomina di un RSPP esterno). La previsione di spesa per il grafico è stata aumentata significativamente rispetto all anno 2011 ( ) perché sarà necessario modificare e ristampare tutti i pieghevoli utilizzati dalle biblioteche per illustrare i servizi di rete agli utenti e modificare alcuni stampati già in uso ma obsoleti. Progetti Sono stati previsti gli stanziamenti per i progetti di valorizzazione delle biblioteche, per la campagna sostenitori e le attività connesse (symposii, giornate Fondazione), Lascia che illustri Per quanto riguarda la biblioteca ambientale, oltre a uno stanziamento di euro 1000 per l aggiornamento delle collezioni, abbiamo previsto un contributo per l Associazione culturale Il Punto, con cui è stata sottoscritta una convenzione che prevede anche la valorizzazione della biblioteca ambientale ( 3000). Per quanto riguarda i progetti Vivicultura e Annunciata, vale quanto detto a proposito delle entrate. pag. 5

8 Avviamenti Nel 2012 sono stanziati euro 5000 per la progettazione del nuovo sito corporate, che sarà composto dal sito istituzionale più altri siti branch (Formambiente, MLOL, Corsi nel cassetto...), euro 7000 per l eventuale trasloco nella nuova sede dell Annunciata (lavori di cablaggio e trasloco) ed euro 3025 per la migrazione del servizio di posta elettronica su altra piattaforma. E intenzione della direzione approfondire la possibilità di un ampliamento del prestito interbibliotecario, che attualmente è limitato alle biblioteche della Fondazione, a una dimensione nazionale e internazionale (per favorire le richieste soprattutto degli studenti universitari), attraverso una collaborazione con la biblioteca comunale di Cologno Monzese. I costi sono ancora da valutare e saranno oggetto di una eventuale, successiva variazione di bilancio. Fattori produttivi La previsione di spesa ricalca quella dell anno precedente (al netto di alcuni adeguamenti legati all indicizzazione di contratti in essere o alla ridefinizione di spese assestate), con le seguenti modifiche: - è stato inserito il rimborso al comune di Abbiategrasso per l utilizzo della sede di via Ticino (il canone non sarà corrisposto se ci trasferiremo all Annunciata) - aggiunti rimborsi spese per amministratori (euro ) e ridotto rimborsi spese al personale, in ragione della previsione di utilizzo di un auto aziendale donata da uno sponsor - aumento significativo della spesa per realizzazione stampati, per consentire la realizzazione e il rifacimento di tutti gli stampati in uso nelle biblioteche - inserito rateo mutuo con Regione Lombardia (un semestre) - previsto spese di gestione per auto aziendale Servizi alle biblioteche E stato adeguato il canone di connettività a seguito della ricontrattualizzazione con Fastweb, con un risparmio significati vo rispetto al 2011 ( ,60). La differenza in aumento per costi di assistenza, manutenzione e aggiornamento dei sistemi informativi ( ,00) è dovuta all acquisto di un servizio di gestione esterna della posta elettronica, del quale beneficiano anche molte biblioteche. La differenza in diminuzione dei costi del prestito interbibliotecario ( ) dipende dal cambio del modello di gestione del servizio (i costi di personale sono stati inseriti alla voce COLLABORATORI). Per quanto riguarda MediaLibraryOnLine, a carico della Fondazione sono posti i costi fissi di manutenzione della piattaforma e il contratto per le banche dati giuridiche Wolters Kluwer. Il costo per l abbonamento agli altri contenuti digitali dal 2012 viene assorbito dal budget per l acquisto centralizzato. Per quanto riguarda l acquisto centralizzato, oltre agli stanziamenti dei comuni sono previsti i bonus spettanti alle biblioteche per la campagna sostenitori e i canoni per le attrezzature che consentono la gestione del servizio, completamente a carico della Fondazione. La distribuzione dei libri alle biblioteche avverrà al medesimo costo d acquisto ottenuto dalla Fondazione, senza franchigie. pag. 6

9 FONDO INDISPONIBILE Il Fondo indisponibile documentato a bilancio nel 2012 ammonta a euro ,00. Rientrano nel Fondo di dotazione indisponibile: - l originario fondo di dotazione intangibile costituito dai conferimenti in denaro o beni mobili ed immobili o altre utilità effettuati dai Fondatori originari ed i conferimenti di eventuali Fondatori successivi; - i beni mobili ed immobili che pervengano a qualsiasi titolo alla Fondazione, compresi quelli dalla stessa acquistati secondo le norme dello Statuto; - le elargizioni fatte da soggetti pubblici o privati con espressa destinazione ad incremento del Fondo di dotazione indisponibile; - gli accantonamenti a riserva di qualunque specie decisi con propria delibera dal Consiglio di Amministrazione VALORI DELLA PRODUZIONE I valori della produzione comprendono eventuali ricavi da vendita di prodotti e servizi, tutti i contributi in conto esercizio che rientrano nel fondo di gestione e l utilizzo di fondi. A norma di statuto, il Fondo di gestione, da utilizzarsi per la gestione d esercizio, è costituito da: - le rendite e i proventi derivanti dal Fondo di dotazione indisponibile e dalle attività istituzionali, strumentali, accessorie e connesse della Fondazione medesima; - eventuali donazioni, disposizioni testamentarie, contributi pubblici e privati espressamente destinati all attività d esercizio; - i contributi annuali corrisposti dai Fondatori ai sensi dell art. 2, comma 3 dello Statuto; - eventuali appositi Fondi di gestione costituiti da persone fisiche o giuridiche e vincolati all attuazione di uno specifico progetto e/o attività coerenti con il fine istituzionale della Fondazione. Nel 2011 i valori della produzione ammonteranno a euro ,00 così distribuiti: contributi in conto esercizio: euro ,00 utilizzo fondi: euro ,00 ricavi delle vendite e delle prestazioni: euro ,00 Rientrano nei contributi in conto esercizio: Contributi annuali corrisposti dai fondatori: euro ,40 Sono i contributi calcolati a partire dalla quota pro capite di adesione, che il Consiglio Generale di Indirizzo, come previsto dall art. 2 comma 3 dello Statuto, a seguito delle decisioni assunte dall Assemblea Generale ha adeguato a euro 1,20 per abitante; Contributi regionali e provinciali L.R. 81/1985: euro Sono previsti: un contributo regionale pari a euro un contributo provinciale pari a euro La previsione di entrata da contributi provinciali e regionali è stata ridotta in via prudenziale del 17% ( euro) rispetto a quanto percepito nel pag. 7

10 Contributi dei partecipanti: euro Sono i contributi che si prevede di incassare con la campagna Tutti per Leggere, un attività di fund raising molto importante per la vita della Fondazione finalizzata sia a garantire mezzi economici sia a consolidare la sua immagine. A norma di statuto, possono ottenere la qualifica di Partecipanti le persone fisiche o giuridiche, pubbliche o private, e gli enti che - condividendo le finalità della Fondazione - contribuiscono alla sopravvivenza della medesima ed alla realizzazione dei suoi scopi mediante contributi in denaro,prestazione di attività, attribuzione di beni materiali od immateriali. Inoltre possono ottenere la qualifica di Partecipanti le persone fisiche che, per qualità, titoli o attività, possano dare alla Fondazione un contributo d opera o di prestigio. La qualifica di partecipante viene attribuita dal Consiglio Generale di Indirizzo sulla base dei criteri stabiliti nel Regolamento dei Partecipanti. Contributi per specifici progetti: euro ,59 Si tratta di contributi di scopo, per i quali lo statuto prevede si possano anche costituire appositi fondi, effettuati dai fondatori in aggiunta al contributo annuale ordinario, da partecipanti, altri soggetti pubblici e privati. In particolare, la previsione formulata per il 2011 riguarda: euro ,90 per il progetto di valorizzazione delle piccole biblioteche e progetto stage euro ,69 per il progetto di valorizzazione delle raccolte (acquisto centralizzato) euro ,00 per contributi di altri soggetti (progetto biblioteche scolastiche, corso di formazione per bibliotecari, Lascia che illustri) euro ,00 per liberalità euro ,00 per ricavi di natura commerciale Rientrano nell utilizzo fondi: Quote di investimento per acquisto beni immateriali: euro 330,00 Si tratta di immobilizzazioni aventi utilità pluriennale, per le quali si calcola un ammortamento variabile in base al tipo di bene (o servizio). Quote di investimento per acquisto beni materiali: euro ,00 Si tratta di immobilizzazioni aventi utilità pluriennale, per le quali si calcola un ammortamento variabile in base al tipo di materiale acquisito. Comprendono i seguenti interventi: Acquisto centralizzato libri Arredi e attrezzature per ufficio Attrezzature informatiche N.B. Per le immobilizzazioni materiali i medesimi cespiti sono stati inseriti, nella sezione del bilancio Costi della produzione alla voce accantonamento fondo contributi investimenti materiali e immateriali e sono stati pertanto calcolati gli ammortamenti per euro ,00 pag. 8

11 per bilanciare il simmetrico utilizzo del Fondo iscritto tra i valori della produzione. Il risultato dell operazione è quindi sempre a pareggio. Rientrano nei ricavi delle vendite e delle prestazioni: Ricavi di natura commerciale: euro ,00 Si tratta di ricavi derivanti dalla previsione di attività strumentali ed accessorie, effettuate a supporto dell attività istituzionale. COSTI DELLA PRODUZIONE I costi della produzione comprendono tutte le spese sostenute per la gestione: acquisto di beni e servizi, godimento di beni di terzi, spese per il personale, ammortamenti, accantonamenti e oneri diversi. Le spese sono state classificate come segue: Materiale di consumo: euro 6.200,00 Comprende cancelleria, materiali di consumo, piccoli acquisti, spese tipografiche. Servizi: euro ,00 Comprende le spese per gli organi statutari, le collaborazioni e consulenze, le spese per i buoni pasto e per la formazione del personale, l acquisto di servizi da terze parti, le utenze, manutenzioni e contratti di assistenza relativi alla sede e alle attrezzature. Godimento di beni di terzi: euro ,00 Comprende le locazioni e la connettività per il data center e le biblioteche. Personale: euro ,00 Comprende salari e stipendi, oneri sociali a carico della fondazione e trattamento di fine rapporto. Ammortamenti e svalutazioni: euro ,00 Comprende gli ammortamenti previsti per le immobilizzazioni mobiliari e immobiliari Accantonamento fondo contributi investimenti materiali e immateriali: euro ,00 Comprende il valore dei cespiti inseriti fra i ricavi. Oneri diversi di gestione: euro 5.037,00 Comprende le spese per l associazione a altri enti, l acquisto di periodici e pubblicazioni, gli oneri bancari e di bollo. PROVENTI pag. 9

12 In questa voce vengono classificati gli interessi derivanti dalle giacenze bancarie o da eventuali investimenti effettuati con il fondo indisponibile. Si prevedono proventi per un ammontare complessivo pari a euro 0. pag. 10

13 RIEPILOGO Bilancio preventivo 2012 A B Valore della Produzione 1 Ricavi delle vendite e delle prestazioni Variazioni delle rimanenze di prodotti finiti 0 5 Altri ricavi e proventi - contributi in conto esercizio utilizzo fondi Totale valore della produzione (A) Costi della Produzione 6 per materie prime, sussidiarie, di consumo e merci per servizi per godimento beni di terzi per il personale - salari e stipendi oneri sociali trattamento di fine rapporto altri costi Totale costi per il personale Ammortamenti e Svalutazioni - ammortamento Immobilizzazioni Immateriali ammortamento Immobilizzazioni Materiali svalutazione dei crediti compresi nell'attivo circolante Totale ammortamenti e svalutazioni Accantonamenti per rischi Accantonamento fondo contributi investimenti materiali e 13 immateriali Oneri diversi di gestione Totale Costi della Produzione (B) Differenza tra Valore e Costi della Produzione (A-B) C D E Proventi e oneri Finanziari 17 Interessi e altri oneri finanziari Altri 500 Totale interessi e altri oneri finanziari (17) 500 Totale proventi e oneri finanziari (C) ( bis) -500 Rettifiche di Valore di attività finanziarie Totale rettifiche di attività finanziarie (D) (18-19) 0 Proventi ed Oneri Straordinari + Totale delle partite straordinarie (E) (20-21) 0 Totale Proventi ed Oneri Straordinari 0 Risultato prima delle imposte (A-B+-C+-D+-E) Imposte sul reddito dell esercizio, correnti, differite e anticipate Imposte correnti Totale imposte sul reddito dell esercizio (22) pag. 11

14 Utile di Esercizio AMMORTAMENTI immateriali VALORE LORDO % AMMORTAMENTO Centralizzazione navigazione internet biblioteche - 33% - Software - 33% - Accantonamento per allestimento nuova sede - 33% materiali VALORE LORDO % AMMORTAMENTO Acquisto centralizzato LIBRI % Allestimento biblioteca centrale di deposito - 16,67% - Arredi e attrezzature per ufficio % 120 Attrezzature informatiche % 1200 Altro TOTALE IMMOBILIZZI pag. 12

15 L ATTIVITA DELLA FONDAZIONE NEL 2012 Nelle pagine seguenti le voci di spesa e le attività che saranno avviate o proseguite dalla Fondazione nel 2012 sono presentate in un ottica più vicina al controllo di gestione, per fornire ai Fondatori e ai Partecipanti una diversa chiave di lettura del bilancio. Le cifre desumibili dagli schemi del bilancio di previsione, nella loro sinteticità, non sono infatti sufficienti a garantire una valutazione compiuta dell attività che la Fondazione intende intraprendere e degli aspetti legati all efficacia della sua azione. Questa forma di comunicazione, improntata alla trasparenza (amministrativa, gestionale e istituzionale) mira a far comprendere quali sono le attività che la Fondazione realizzerà nel I prospetti riassuntivi sono suddivisi in due componenti: le spese strutturali, relative agli interventi che la Fondazione è tenuta ad erogare ai comuni fondatori e che vengono finanziate con le entrate strutturali (contributi dei Comuni e trasferimenti regionali e provinciali); le spese opzionali, relativa a progetti e attività finanziate con risorse e contributi aggiuntivi. PROGETTI / PROMOZIONE DELLA LETTURA euro La realizzazione di attività progettuali nel campo della promozione della lettura e della promozione dell immagine delle biblioteche rappresenta la ragione d essere della Fondazione, il suo valore aggiunto. Le linee guida per il 2012 sono: proseguire e potenziare i progetti in corso e ricercare finanziamenti che ne garantiscano la sostenibilità nel medio periodo. Queste le attività previste: 1. Valorizzazione delle biblioteche Al progetto di valorizzazione, che prevede la stipula di una convenzione con la Fondazione per la gestione della biblioteca, hanno aderito quest anno i comuni di Albairate, Besate, Bubbiano, Casarile, Cisliano, Gaggiano, Mesero, Motta Visconti, Santo Stefano Ticino, Vernate. Il servizio di gestione è stato affidato con procedura negoziata a una cooperativa. Le convenzioni prevedono inoltre che la Fondazione organizzi nei comuni coinvolti attività di promozione della lettura; fra queste, sarà riproposta la quinta edizione della rassegna estiva Racconti a voce alta. Questo progetto, avviato nel 2007, sarà oggetto di riflessione da parte del CDA e dei comuni interessati, secondo le prospettive descritte nel punto n. 7 delle Linee programmatiche per il mandato Spesa prevista: euro Campagna sostenitori Tutti per Leggere e Symposii della Fondazione La campagna, finalizzata ad ottenere sostegno morale ma soprattutto economico, sarà potenziata attraverso una costante presenza della Fondazione nelle occasioni pubbliche (feste, sagre, ricorrenze) che prevedono forte affluenza di pubblico e con un rinnovato impegno nei confronti delle realtà produttive del territorio, alle quali si proporrà di aderire in qualità di partecipanti istituzionali, sostenendo i progetti della fondazione. Accanto a tali attività consolidate verrà portata avanti, dati gli esiti positivi della sperimentazione avvenuta nel secondo semestre del 2011, l organizzazione di eventi di fund raising a invito: le cene di raccolta fondi, la cui formula è mutuata da esempi quali quelli della New York Public Library, mirano alla costituzione di gruppi di fidelizzati che agiscano successivamente come opinion leader promuovendo costantemente la ricchezza e la qualità dei servizi messi a disposizione dalle biblioteche del sistema. Entrambe le pag. 13

16 azioni sono strumenti per aprire piccoli portafogli a sostegno delle collezioni delle biblioteche e dei progetti di promozione a regia centrale. La creazione di partnership con i soggetti che operano sul territorio (realtà commerciali e culturali) trasforma la Fondazione Per Leggere in un interlocutore importante in termini di visibilità e di qualità del prodotto offerto. Lo stanziamento è utilizzato per la realizzazione di materiali promozionali e gadget, l impiego di personale a prestazione occasionale per le Giornate Fondazione, l organizzazione dei Symposii. Spesa prevista: euro ,00 3. Conferenza programmatica annuale La quinta edizione del nostro appuntamento di Settembre, ormai entrato nella consuetudine come momento di confronto e verifica dell attività realizzata, delle priorità di sviluppo a breve e medio termine, sarà realizzato a budget zero. Spesa prevista: euro 322,00 4. Promozione della lettura Visto il buon esito registrato nelle edizioni precedenti, sarà riproposto come attività annuale di promozione della lettura la quarta edizione del progetto LASCIA CHE ILLUSTRI... dedicato a un illustratore per ragazzi. Il progetto potrà essere realizzato con il concorso delle biblioteche che decideranno di ospitare la mostra dell illustratore. Spesa prevista: euro6.700,00 5. Biblioteca di Cultura ambientale La gestione della sede della biblioteca di cultura ambientale sarà realizzata con la collaborazione dell'associazione di promozione sociale "Il Punto", con la quale è stata stipulata apposita convenzione. La convenzione prevede la gestione degli spazi in orari di normale e straordinaria apertura al pubblico oltre che la promozione della biblioteca ambientale vista come eccellenza del nostro territorio. Per la valorizzazione della struttura e delle sue attività è prevista la realizzazione di quattro iniziative pubbliche legate ai temi Ambiente, Energie, Acqua e Rifiuti. È infine previsto un potenziamento della collezione del patrimonio documentario a carattere ambientale. Spesa prevista: 4.000,00 6. Altri progetti Il coordinamento della biblioteca di cultura ambientale seguirà il progetto Conoscere per agire: adulti responsabili per territori sostenibili". Il progetto, di durata pluriennale (ottobre maggio 2013), è stato presentato a Fondazione Cariplo nelle richieste di contributo competenti l'area ambiente ottenendo un finanziamento di ,00. Vi aderiscono 45 Comuni (42 facenti parti il sistema di Fondazione Per Leggere e 3 Comuni fuori sistema, Busto Garolfo, Calvignasco, Casorate Primo), 7 società municipalizzate territoriali del settore ambiente e 2 partner di progetto. Per l'anno 2012 sono previste le seguenti azioni di progetto: - Corsi di in-formazione in ambito ambientale; - Corsi di compostaggio domestico; - Tour guidati in impianti di eccellenza sul territorio; pag. 14

17 - Attività di comunicazione e partecipazione (questionario online di percezione del territorio, concorso letterario, concorso fotografico). Il sito sarà lo strumento di raccolta delle esperienze del progetto e di interazione tra gli attori coinvolti. Spesa prevista: euro ,00 Vivicultura Il progetto, presentato per un finanziamento sul bando Cariplo 2011 Aumentare il pubblico della cultura, mira ad estendere la fruizione culturale attraverso una migliore gestione delle informazioni relative all offerta culturale e uno stretto coinvolgimento dei soggetti che producono e diffondono cultura nel sud ovest milanese. Vivicultura punta a rendere efficiente l invio di informazioni attraverso l utilizzo di una piattaforma evoluta di messaggistica in grado di raccogliere tutte le informazioni sulla programmazione culturale del nostro territorio, di integrarle con quelle relative ai nuovi acquisti e all attività delle biblioteche e di distribuirle utilizzando tutti i canali di comunicazione oggi disponibili (web, social network, e sms) al pubblico, sulla base di una profilazione degli interessi culturali che sarà elaborata a partire dalle preferenze dichiarate dagli utenti. Il progetto consiste nel fare evolvere il sistema di gestione della messaggistica già in uso nelle biblioteche della Fondazione verso un vero e proprio Sistema Informativo Territoriale Intelligente per la Cultura, utilizzando una tecnologia di trattamento ed elaborazione dei dati largamente utilizzata in altri settori economici: la business intelligence. L opportunità di rendere finalmente confrontabili i dati storici, bibliografici ed anagrafici, raccolti nel corso degli anni dai servizi bibliotecari con quelli degli eventi e delle attività culturali del territorio rappresenta un occasione unica per far evolvere la natura stessa dell approccio alla comunicazione, alla programmazione ed alla fruizione culturale. Spesa prevista: da definire Corsi per il tempo libero Vista la felice riuscita della prima edizione di "Corsi nel cassetto" l'iniziativa proseguirà nel 2012 con la realizzazione di tre tranche di corsi: febbraio-marzo, maggio-giugno, ottobre-novembre. Gli obiettivi rimangono quelli enunciati nelle linee programmatiche approvate dall'assemblea generale dei soci, e sono: - Ricaduta economica diretta sulle biblioteche e sulla Fondazione Per Leggere, attraverso: A) campagna sostenitori - 50 % del contributo di sostengo alle biblioteche - 50 % del contributo di sostengo a Fondazione B) acquisto centralizzato - 10 % dell'utile prodotto alle biblioteche - 90 % dell'utile prodotto a Fondazione - Visibilità della biblioteche sul territorio - Aggiunta di un nuovo servizio all'utenza e alla cittadinanza - Aumento del numero degli iscritti Obiettivi raggiunti nel 2011 con margini di miglioramento nel 2012 che, attraverso la rimodulazione dell'iniziativa, mirano a far diventare l'iniziativa "Corsi nel cassetto" una proposta consolidata per le biblioteche del sistema. I corsi rappresentano momenti di crescita personale e professionale per l'utenza e la cittadinanza coinvolta, proporranno percorsi di formazione legati alle tematiche di arte, cultura e tempo libero e saranno interamente sostenuti con le quote di iscrizione. Spesa prevista: euro ,00 pag. 15

18 RIEPILOGO Spese strutturali Spese opzionali Progetti valorizzazione 0, ,21 Campagna promozionale per adesione partecipanti 2.400, ,00 Conferenza programmatica annuale 322,83 0,00 Progetto annuale di sistema per la promozione della lettura 0, ,00 Biblioteca di cultura ambientale 4.000,00 0,00 Valorizzazione Fondo Ascoli 0,00 0,00 Convenzioni con comuni e università 0,00 0,00 Studi, ricerche e pubblicazioni 0,00 0,00 Altri progetti 0, ,00 TOTALE 6.722, ,21 AVVIAMENTI Nel 2012 saranno sviluppati due nuovi progetti: il primo prevede la realizzazione di un nuovo sito web, il secondo il trasferimento della sede operativa della Fondazione presso il Convento dell Annunciata, il terzo la predisposizione di un nuovo sistema di gestione della posta elettronica. 1. Nuovo sito web La Fondazione ha necessità di disporre di un sito web moderno e accattivante, per poter offrire i servizi che a seguito dell evoluzione della tecnologia e dei modi di vivere la rete delle persone sono oggi dati quasi per scontati e per poter fornire un immagine che rifletta il grado di competenza e professionalità che lo staff e i bibliotecari mettono a disposizione del pubblico. Attualmente, il sito web della Fondazione, è gestito da personale interno e presenta caratteristiche tecniche assolutamente inadeguate alla ricchezza e complessità dei servizi che è possibile offrire all utenza, oltre a comportare carichi di lavoro eccessivi per il suo mantenimento e aggiornamento. Il progetto prevede il riutilizzo parziale del lavoro di progettazione e implementazione del sito che è finanziato da Fondazione Cariplo e sarà basato su tecnologie CMS che permetteranno a tutti gli operatori, anche nelle biblioteche, di aggiornare i contenuti di propria competenza in maniera semplice e immediata. Il nuovo sito, che aspira a proporsi non solo come vetrina e centro di informazioni, ma anche come portale della lettura e delle biblioteche, offrirà una maggiore integrazione con il catalogo, con i servizi on line, con MediaLibraryOnLine, con il blog delle biblioteche, e si avvarrà di sistemi di single-signon per tutti i servizi. Spesa prevista: euro5.000,00 2. Trasferimento della sede operativa (Progetto Annunciata) Questo obiettivo sarà perseguito nella prospettiva attualmente in fase di discussione preliminare con l Amministrazione Comunale di Abbiategrasso dell avvio di attività e servizi culturali promossi e gestiti dalla Fondazione presso il Convento dell Annunciata. Gli importi stanziati si riferiscono alle spese di trasloco e predisposizione del cablaggio, nell ipotesi di effettuare il trasferimento Spesa prevista: euro 7.000,00 pag. 16

19 3. Nuovo sistema di gestione La Fondazione fornisce circa 50 caselle di posta allo staff e alle biblioteche. Il nuovo servizio servirà a gestire i flussi di posta elettronica in maniera ottimale e in completa sicurezza. Spesa prevista: euro 3.025,00 SPESE PER L EROGAZIONE DI SERVIZI ALLE BIBLIOTECHE euro Connettività per il collegamento delle biblioteche ai server e a internet Nel 2012 la rete telematica della Fondazione sarà potenziata a seguito della ricontrattualizzazione dei canoni effettuata a fine 2011, che ha portato a una riduzione significativa dei costi (circa euro l anno). La banda delle linee utilizzate dalle biblioteche sarà raddoppiata mentre la banda disponibile al centro stella arriverà complessivamente a 70 MB, a fronte dei 50 attuali. Spesa prevista: euro ,00 2. Assistenza, manutenzione e aggiornamento sistema informativo / sito web Il mantenimento dell efficienza del software di gestione e dei sistemi operativi dei server, e l esigenza di modificare gli applicativi per adattarli alle esigenze dei servizi comporta l affidamento di un servizio di gestione sistemistica e di manutenzione alla società fornitrice di Q-Series, il rinnovo dei canoni di assistenza hardware e il mantenimento di un servizio di antivirus e antispyware centralizzato. Spesa prevista: euro ,00 3. Prestito interbibliotecario Nel 2012 cambieranno gli assetti di erogazione del servizio e le frequenze dei passaggi, che saranno gradualmente riportati ai livelli del Il servizio sarà attivo per 46 settimane, con sospensione nel mese di agosto e durante le festività natalizie. La riduzione dei contatti settimanali, che negli anni scorsi si era resa necessaria per ragioni di bilancio, è stata rivista nel quadro di una complessiva ipotesi di razionalizzazione del servizio, che prevede l utilizzo di un mezzo di proprietà della Fondazione. Il costo del personale che gestisce il servizio è computato alla voce COLLABORATORI. Qui sono riportati solo i costi di gestione dell automezzo Spesa prevista: euro ,00 4. Catalogazione e archiviazione Questa voce comprende esclusivamente i costi per gli strumenti e le attrezzature di supporto necessarie per il servizio di catalogazione, compresa una postazione SBN. Spesa prevista: euro 500,00 pag. 17

20 5. Abbonamento a banche dati Questa voce comprende il canone di manutenzione della piattaforma Media Library On Line, il rateo contrattuale per l accesso alle banche dati giuridiche Wolters Kluwer (già nota come De Agostini Giuridica) e l abbonamento alla banca dati di Syndetics. Tutti i contenuti di MediaLibraryOnLine (quotidiani, musica in streaming e in download, prestito e- book, ecc.) saranno sostenuti, a partire dal 2012, con le risorse destinate all acquisto centralizzato. Spesa prevista: euro ,00 6. Valorizzazione e potenziamento delle raccolte Nel 2012 entrerà a regime il progetto di valorizzazione e potenziamento delle raccolte approvato dall Assemblea Generale, al quale hanno aderito tutti i comuni. Come previsto dall Assemblea Generale, nel 2012 sarà attuata una moratoria sugli standard minimi di acquisto, per consentire a tutti di partecipare al progetto anche in una situazione di oggettiva crisi. Gli acquisti saranno gestiti attraverso una libreria online della Fondazione dotata di un nuovo software che presenta, rispetto a quello in uso fino al 2011, maggiori funzionalità per il lavoro di selezione effettuato dai bibliotecari. In questa voce di costo, oltre alle risorse per gli acquisti (che comprendono sia lo stanziamento dei comuni che aderiscono al progetto di acquisto centralizzato sia il bonus campagna sostenitori per le biblioteche che hanno raccolto adesioni), sono comprese le spese per gli strumenti - software, banche dati e servizi di informazione editoriale - utilizzati per gestire al meglio il servizio. Una percentuale del budget complessivo per gli acquisti (decisa dall assemblea plenaria dei bibliotecari) sarà utilizzata per l acquisto di contenuti digitali nella Media Library Spesa prevista: euro ,00 7. Tesseramento utenti La gestione del tesseramento è stata radicalmente rivista nel 2010 con il passaggio all uso della CRS Carta Regionale dei Servizi: le tessere personalizzate rilasciate dalla Fondazione sono state mantenute solo per le categorie di cittadini non in possesso della CRS e per i minori di 15 anni. La Fondazione provvede alla stampa di tutto il materiale occorrente (moduli di iscrizione e moduli di modifica/cancellazione dei dati personali, etichette, opuscoli informativi) e alla gestione dell archivio dei moduli di iscrizione. Spesa prevista: euro 1.700,00 8. Inventariazione Questa voce di costo comprende la realizzazione delle etichette riportanti il numero di inventario e/o il barcode di identificazione, che ogni biblioteca applica su tutti i materiali di nuova acquisizione e sulle schede di iscrizione degli utenti che non sono in possesso della CRS. La gestione degli inventari è invece interamente automatizzata e viene effettuata dal personale della Fondazione, all interno del software di gestione Q-Series. La previsione di spesa è invariata rispetto al Spesa prevista: euro 3.000,00 pag. 18

RELAZIONE DEL TESORIERE ALLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE PER L ANNO 2014

RELAZIONE DEL TESORIERE ALLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE PER L ANNO 2014 RELAZIONE DEL TESORIERE ALLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE PER L ANNO 2014 Il presente bilancio è stato redatto in linea con le indicazioni deliberate dal Consiglio e tiene conto delle disposizioni

Dettagli

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Crema

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Crema Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Crema Circoscrizione del Tribunale di Crema BILANCIO DI PREVISIONE 2012 Assemblea generale degli Iscritti 25nov11 Ordine dei Dottori Commercialisti

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2015

BILANCIO DI PREVISIONE 2015 BILANCIO DI PREVISIONE 2015 Organismo per la gestione degli elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi Il Direttore Generale Federico Luchetti Il Presidente Maurizio Manetti

Dettagli

il rendiconto di gestione 2014, sottoposto alla Vostra visione per l approvazione, evidenzia un

il rendiconto di gestione 2014, sottoposto alla Vostra visione per l approvazione, evidenzia un ORDINE DEI FARMACISTI DELLE PROVINCE DI MILANO, LODI, MONZA E BRIANZA Milano 20129 Viale Piceno 18 NOTA INTEGRATIVA AL RENDICONTO GESTIONALE DELL ESERCIZIO 2014 Gentili Colleghe, Egregi Colleghe, il rendiconto

Dettagli

SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO

SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO Premessa Il Sistema Bibliosan promosso dal Ministero della Salute si avvale della rete delle biblioteche degli Enti di ricerca biomedici italiani. A Bibliosan

Dettagli

AD Adelante Dolmen Società Cooperativa Sociale. Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21. Registro delle Imprese di Milano

AD Adelante Dolmen Società Cooperativa Sociale. Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21. Registro delle Imprese di Milano AD Adelante Dolmen Società Cooperativa Sociale Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21 Registro delle Imprese di Milano Codice fiscale e numero di iscrizione 12237260158 Numero di iscrizione all Albo

Dettagli

SECONDO AGGIORNAMENTO DEL PREVENTIVO ECONOMICO PER L ESERCIZIO 2015

SECONDO AGGIORNAMENTO DEL PREVENTIVO ECONOMICO PER L ESERCIZIO 2015 SECONDO AGGIORNAMENTO DEL PREVENTIVO ECONOMICO PER L ESERCIZIO 2015 Il Preventivo Economico 2015, approvato dal Consiglio con delibera n.13 del 16/12/2014, è stato redatto secondo le indicazioni dettate

Dettagli

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE LE SCRITTURE DI RETTIFICA E ASSESTAMENTO 1 LA COSTRUZIONE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO Dalla raccolta delle informazioni contabili alla loro sintesi L esercizio La competenza

Dettagli

Settore economico Indirizzo: Amministrazione, Finanza e Marketing Articolazione: Sistemi informativi aziendali

Settore economico Indirizzo: Amministrazione, Finanza e Marketing Articolazione: Sistemi informativi aziendali Settore economico Indirizzo: Amministrazione, Finanza e Marketing Articolazione: Sistemi informativi aziendali Esame di Stato anno scolastico 2014/2015 Svolgimento seconda prova di Economia aziendale La

Dettagli

XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli. Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014

XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli. Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014 XVI Congresso AIV, 10-11 Aprile2014, Napoli Relazione allegata al bilancio consuntivo 2013 e note sul bilancio preventivo 2014 Nel bilancio di previsione 2013, il precedente direttivo aveva previsto un

Dettagli

Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI

Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 116 del 29/07/2002 modificato con

Dettagli

ASSIFERO - Associazione Italiana Fondazioni ed Enti di Erogazione. Milano - Corso di Porta Romana n. 6 - Codice fiscale n. 97308760582 BILANCIO 2011

ASSIFERO - Associazione Italiana Fondazioni ed Enti di Erogazione. Milano - Corso di Porta Romana n. 6 - Codice fiscale n. 97308760582 BILANCIO 2011 BILANCIO 2011 STATO PATRIMONIALE ATTIVITA 2011 2010 Cassa 31 28 Assegni in cassa 0 1.500 Sterline in cassa 162 157 Dollari in cassa 145 140 Conto corrente 42.558 59.863 Conto deposito vincolato 50.000

Dettagli

RELAZIONE SUL BILANCIO ANNO SOCIALE 1/9/2013-31/8/2014. Stato Patrimoniale

RELAZIONE SUL BILANCIO ANNO SOCIALE 1/9/2013-31/8/2014. Stato Patrimoniale RELAZIONE SUL BILANCIO ANNO SOCIALE 1/9/2013-31/8/2014 L'anno sociale 2013-14 è il terzo dell'attività di Centro Coscienza dopo la fusione del Centro di Cultura Spirituale e di Coscienza - Unione per lo

Dettagli

STATUTO DELLA FONDAZIONE ORCHESTRA DI PADOVA E DEL VENETO

STATUTO DELLA FONDAZIONE ORCHESTRA DI PADOVA E DEL VENETO STATUTO DELLA FONDAZIONE ORCHESTRA DI PADOVA E DEL VENETO Art. 1 - Natura e fondatori La Fondazione Orchestra di Padova e del Veneto (di seguito indicata come Fondazione) è un istituzione di alta cultura,

Dettagli

FONDAZIONE PIERO E LUCILLE CORTI - ONLUS SITUAZIONE PATRIMONIALE ED ECONOMICA AL 30/06/2013. - Programmi software 355,05 710,00 355,05 710,00

FONDAZIONE PIERO E LUCILLE CORTI - ONLUS SITUAZIONE PATRIMONIALE ED ECONOMICA AL 30/06/2013. - Programmi software 355,05 710,00 355,05 710,00 FONDAZIONE PIERO E LUCILLE CORTI - ONLUS SITUAZIONE PATRIMONIALE ED ECONOMICA AL 30/06/2013 STATO PATRIMONIALE 30/06/2013 30/06/2012 ATTIVITA' Immobilizzazioni immateriali - Programmi software 355,05 710,00

Dettagli

Statuto dell Agenzia Nazionale per la Certificazione Volontaria delle Competenze degli Ingegneri

Statuto dell Agenzia Nazionale per la Certificazione Volontaria delle Competenze degli Ingegneri Statuto dell Agenzia Nazionale per la Certificazione Volontaria delle Competenze degli Ingegneri ART. l - COSTITUZIONE È costituita un'associazione non riconosciuta, ai sensi e per gli effetti degli artt.

Dettagli

Fondazione ABIO Italia Onlus. Nota integrativa al bilancio 31.12.2008

Fondazione ABIO Italia Onlus. Nota integrativa al bilancio 31.12.2008 Fondazione ABIO Italia Onlus Nota integrativa al bilancio 31.12.2008 Signori Consiglieri, a corredo dello stato patrimoniale e del rendiconto gestionale redatti con riferimento al periodo 01.01.08-31.12.08,

Dettagli

RELAZIONE ECONOMICO - FINANZIARIA

RELAZIONE ECONOMICO - FINANZIARIA aggiornato al 24/10/2011 L.P. 13 dicembre 1999, n. 6, articolo 5 RICERCA APPLICATA PROCEDURA VALUTATIVA RELAZIONE ECONOMICO - FINANZIARIA per domande di agevolazione di importo fino a 1,5 milioni di euro

Dettagli

L autonomia scolastica

L autonomia scolastica L autonomia scolastica di Giacomo D Alterio La Legge 7 agosto 1990 n. 241, che detta le nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto d accesso ai documenti amministrativi, meglio

Dettagli

FONDAZIONE GRUPPO CREDITO VALTELLINESE

FONDAZIONE GRUPPO CREDITO VALTELLINESE FONDAZIONE GRUPPO CREDITO VALTELLINESE Statuto STATUTO FONDAZIONE GRUPPO CREDITO VALTELLINESE Articolo 1 È costituita ai sensi dell art. 12 e seguenti del Codice Civile per volontà del CREDITO VALTELLINESE

Dettagli

AZIENDA AGRICOLA DIMOSTRATIVA SRL

AZIENDA AGRICOLA DIMOSTRATIVA SRL AZIENDA AGRICOLA DIMOSTRATIVA SRL Sede in VIA PALLODOLA 23 SARZANA Codice Fiscale 00148620115 - Numero Rea P.I.: 00148620115 Capitale Sociale Euro 844.650 Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono

Dettagli

ACQUE DEL BASSO LIVENZA PATRIMONIO S.P.A.

ACQUE DEL BASSO LIVENZA PATRIMONIO S.P.A. ACQUE DEL BASSO LIVENZA PATRIMONIO S.P.A. Sede ad Annone Veneto (VE), Viale Trieste, n. 11 Capitale sociale: 7.993.843, i.v. Codice fiscale, partita IVA e n. di iscrizione al Registro delle Imprese di

Dettagli

BILANCIO PREVENTIVO ANNO 2011

BILANCIO PREVENTIVO ANNO 2011 BILANCIO ANNO Approvato dall Assemblea regionale dei soci in data 17 aprile BILANCIO Dati espressi in unità di euro STATO PATRIMONIALE ATTIVO IMMOBILIZZAZIONI IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI Spese adattamento

Dettagli

BILANCIO PREVENTIVO ECONOMICO

BILANCIO PREVENTIVO ECONOMICO I.R.P.E.T. Istituto Regionale per la Programmazione Economica della Toscana BILANCIO PREVENTIVO ECONOMICO 2015 2 INDICE Conto economico preventivo annuale Proiezione triennale del Conto economico preventivo

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB ASCOLI PICENO FERMO

AUTOMOBILE CLUB ASCOLI PICENO FERMO AUTOMOBILE CLUB ASCOLI PICENO FERMO RELAZIONE DEL PRESIDENTE AL BUDGET ANNUALE 2013 Egregi Consiglieri, il Bilancio di Previsione per l esercizio 2013 che mi appresto ad illustrare, è stato formulato conformemente

Dettagli

STATO PATRIMONIALE AL 31/12/2012

STATO PATRIMONIALE AL 31/12/2012 STATO PATRIMONIALE AL 31/12/2012 31/12/2011 31/12/2012 A ATTIVO Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti B Immobilizzazioni 274.850,12 204.984,48 I Immobilizzazioni immateriali II Immobilizzazioni

Dettagli

ORDINE DEI MEDICI VETERINARI DELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

ORDINE DEI MEDICI VETERINARI DELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA ORDINE DEI MEDICI VETERINARI DELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA BILANCIO PREVENTIVO 2015 Gentili Revisori dei Conti, RELAZIONE DEL TESORIERE il bilancio di previsione 2015 che viene sottoposto alla Vostra

Dettagli

Rendiconto Gestionale al 31/12/2014

Rendiconto Gestionale al 31/12/2014 Rendiconto Gestionale al 31/12/2014 ONERI Anno Anno PROVENTI E RICAVI Anno Anno 2014 2013 2014 2013 1) Oneri da attività tipiche 1) Proventi e ricavi da attività tipiche 1.1) Oneri su progetti 2.423.268

Dettagli

Programma Operativo Regionale della Campania 2007-2013 Obiettivo Operativo 5.2 Regime di Aiuti per l Innovazione Organizzativa, di Processo e di Prodotto mediante l I.C.T. RELAZIONE TECNICO-ECONOMICA IMPRESA

Dettagli

Camera dei Deputati - 4 0 1 - Senato della Repubblica

Camera dei Deputati - 4 0 1 - Senato della Repubblica Camera dei Deputati - 4 0 1 - Senato della Repubblica 70 B )-10) Ammortamenti e svalutazioni Gli ammortamenti sono di seguito riportati: DESCRIZIONE 2013 2012 IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI SOFTWARE 254

Dettagli

NOTE ILLUSTRATIVE AL BILANCIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2008. Valori espressi in unità di Euro

NOTE ILLUSTRATIVE AL BILANCIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2008. Valori espressi in unità di Euro NOTE ILLUSTRATIVE AL BILANCIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 28 Valori espressi in unità di Euro Premesse Ai sensi degli artt. 1 e 4 dello Statuto l Istituto Italiano della Donazione ( di seguito denominato Istituto

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ASCOLTA E VIVI

STATUTO FONDAZIONE ASCOLTA E VIVI STATUTO FONDAZIONE ASCOLTA E VIVI Art. 1 DENOMINAZIONE 1. E costituita la fondazione denominata Fondazione Ascolta e Vivi, in seguito chiamata per brevità fondazione, con sede legale a Milano via Foppa

Dettagli

PIANO ATTUATIVO PROVINCIALE RIPARTO DEI CONTRIBUTI REGIONALI AI SISTEMI BIBLIOTECARI LOCALI

PIANO ATTUATIVO PROVINCIALE RIPARTO DEI CONTRIBUTI REGIONALI AI SISTEMI BIBLIOTECARI LOCALI PROVINCIA DI VARESE ATTIVITA CULTURALI, TURISTICHE E PROMOZIONALI, SPORTIVE Biblioteche e audiovisivi LEGGE REGIONALE N 81/85 NORME IN MATERIA DI BIBLIOTECHE E DI ARCHIVI STORICI DI ENTI LOCALI E DI INTERESSE

Dettagli

MESSO IN APPROVAZIONE NELLA SEDUTA DEL 24/11/2011. Art. 1 Oggetto

MESSO IN APPROVAZIONE NELLA SEDUTA DEL 24/11/2011. Art. 1 Oggetto REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ ALLINEATO AL NUOVO STATUTO MESSO IN APPROVAZIONE NELLA SEDUTA DEL 24/11/2011 DEL COMITATO DIRETTIVO Art. 1 Oggetto 1. L ordinamento contabile dell'associazione regionale dei

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001 REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001 PRESENTAZIONE TITOLO PRIMO: Finalità del servizio TITOLO SECONDO: Direzione, personale e

Dettagli

Bilancio al 31/12/2014

Bilancio al 31/12/2014 ASSOCIAZIONE ITALIANA GASTROENTEROLOGI & ENDOSCOPISTI DIGESTIVI OSPEDALIERI Sede in VIA N. COLAJANNI 4-00100 ROMA Stato patrimoniale attivo 31/12/2014 31/12/2013 A) Immobilizzazioni I. Immateriali 24.229

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale. Nelle imprese industriali possiamo individuare le seguenti attività:

Commento al tema di Economia aziendale. Nelle imprese industriali possiamo individuare le seguenti attività: Commento al tema di Economia aziendale Il tema proposto per la prova di Economia aziendale negli Istituti Tecnici è incentrato sulla scomposizione del reddito di esercizio nei risultati parziali generati

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2016. Organismo per la gestione degli elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi

BILANCIO DI PREVISIONE 2016. Organismo per la gestione degli elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi BILANCIO DI PREVISIONE 2016 Organismo per la gestione degli elenchi degli Agenti in attività finanziaria e dei Mediatori creditizi Il Direttore Generale Federico Luchetti Il Presidente Antonio Catricalà

Dettagli

ORDINE DEI GIORNALISTI Consiglio Regionale delle Marche Via G. Leopardi, 2-60122 Ancona - tel 071/57237 fax 071/2083065

ORDINE DEI GIORNALISTI Consiglio Regionale delle Marche Via G. Leopardi, 2-60122 Ancona - tel 071/57237 fax 071/2083065 ORDINE DEI GIORNALISTI Consiglio Regionale delle Marche Via G. Leopardi, 2-60122 Ancona - tel 071/57237 fax 071/2083065 Bilancio consuntivo chiuso il 31/12/2014 A) STATO PATRIMONIALE ATTIVITA' 2014 2013

Dettagli

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Il Piano Economico Finanziario Il piano economico-finanziario costituisce la porzione più

Dettagli

Il problema di partenza

Il problema di partenza Il problema di partenza Uno dei fattori che inibiscono l accesso ai consumi culturali è la sovrabbondanza di informazione, ben al di sopra della capacità di assorbimento del potenziale fruitore. Questo

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL COMITATO ESECUTIVO. Art. 1 Finalità

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL COMITATO ESECUTIVO. Art. 1 Finalità REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL COMITATO ESECUTIVO Art. 1 Finalità Il presente Regolamento ha per oggetto le norme di funzionamento del Comitato Esecutivo di Slow Food Italia. Art. 2 Il Comitato Esecutivo.

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CGTV CHANNEL

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CGTV CHANNEL STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CGTV CHANNEL Art. 1 Denominazione e Sede L Associazione è denominata Associazione CGTV Channel. Le sede associativa viene stabilita in Via Monte Bianco 12, a Cesano Boscone (MI).

Dettagli

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 rivolto a soggetti istituzionali rappresentativi del sistema delle scuole dell infanzia della provincia di Trento budget disponibile:

Dettagli

Collegio IPASVI di Varese

Collegio IPASVI di Varese Collegio IPASVI di Varese Via Pasubio n. 26 21100 Varese Approvati rispettivamente dal Consiglio Direttivo il giorno 18 febbraio 2013 con atto deliberativo n 39 Assemblea ordinaria il giorno 15/03/2013

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE-EDUCATION. Art. 1 Costituzione. Art. 2 Scopi. Art. 3 Attività strumentali accessorie e connesse

STATUTO FONDAZIONE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE-EDUCATION. Art. 1 Costituzione. Art. 2 Scopi. Art. 3 Attività strumentali accessorie e connesse STATUTO FONDAZIONE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE-EDUCATION Art. 1 Costituzione 1. E costituita dall Università degli Studi Roma Tre una Fondazione di diritto privato denominata Fondazione Università

Dettagli

Comunicato stampa Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015

Comunicato stampa Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015 Comunicato stampa Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015 Nel primo semestre 2015 il Gruppo Cairo Communication ha continuato a conseguire risultati positivi nei suoi settori tradizionali (editoria

Dettagli

BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO

BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITÀ SOCIALE DA FINANZIARSI DALLA FONDAZIONE CON IL CONCORSO DI ALTRI SOGGETTI

Dettagli

RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI AL BILANCIO PREVENTIVO 2015

RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI AL BILANCIO PREVENTIVO 2015 RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI AL BILANCIO PREVENTIVO 2015 Signori Consiglieri, il presente bilancio preventivo 2015 è redatto ai sensi dell art. 16 del Decreto legislativo del 31 maggio 2011, n.

Dettagli

CONFRONTO CON LE REGIONI SPERIMENTATRICI SULL ARMONIZZAZIONE CONTABILE DELLE REGIONI

CONFRONTO CON LE REGIONI SPERIMENTATRICI SULL ARMONIZZAZIONE CONTABILE DELLE REGIONI CONFRONTO CON LE REGIONI SPERIMENTATRICI SULL ARMONIZZAZIONE CONTABILE DELLE REGIONI IL RISULTATO DI AMMINISTRAZIONE (SECONDO L ATTUALE PRINCIPIO APPLICATO) E costituito dal fondo di cassa esistente al

Dettagli

ISTITUZIONE CULTURALE DI MONTEROTONDO. Bilancio Consuntivo al 31/12/2014

ISTITUZIONE CULTURALE DI MONTEROTONDO. Bilancio Consuntivo al 31/12/2014 ISTITUZIONE CULTURALE DI MONTEROTONDO Sede in PIAZZA MARCONI 4-00015 MONTEROTONDO (RM) Bilancio Consuntivo al 31/12/2014 Stato patrimoniale attivo 31/12/2014 31/12/2013 A) Crediti verso soci per versamenti

Dettagli

RELAZIONE DEL TESORIERE ALLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE PER L ANNO 2015

RELAZIONE DEL TESORIERE ALLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE PER L ANNO 2015 RELAZIONE DEL TESORIERE ALLA PROPOSTA DI BILANCIO DI PREVISIONE PER L ANNO 2015 Il presente bilancio è stato redatto in linea con le indicazioni deliberate dal Consiglio e tiene conto delle disposizioni

Dettagli

ASSIFERO - Associazione Italiana Fondazioni ed Enti di Erogazione. Milano - Corso di Porta Romana n. 6 - Codice fiscale n. 97308760582 BILANCIO 2012

ASSIFERO - Associazione Italiana Fondazioni ed Enti di Erogazione. Milano - Corso di Porta Romana n. 6 - Codice fiscale n. 97308760582 BILANCIO 2012 BILANCIO 2012 STATO PATRIMONIALE ATTIVITA 2012 2011 Cassa 324 338 Conto corrente 28.605 42.558 Conto deposito vincolato 40.000 50.000 Obbligazioni 120.000 94.643 Titoli di stato 60.000 Crediti imposta

Dettagli

Manuale delle Procedure ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI

Manuale delle Procedure ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI Manuale delle Procedure ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI Codice procedura: AC01 Revisione n 2 Data revisione: 23-07-2013 MANUALE DELLE PROCEDURE Sommario 1. Scopo della procedura 2. Glossario 3. Strutture

Dettagli

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n 65 del 29 novembre 2004 pubblicata

Dettagli

BILANCIO di PREVISIONE

BILANCIO di PREVISIONE CONSIGLIO NAZIONALE DEI CHIMICI BILANCIO di PREVISIONE ESERCIZIO Approvato nella seduta del 27-28 novembe CON AL BILANCIO DI PREVISIONE Approvate nella seduta del 15-15 maggio PARTE I - ENTRATE attivi

Dettagli

COMITATO PER IL DONO - ONLUS BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2013 STATO PATRIMONIALE

COMITATO PER IL DONO - ONLUS BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2013 STATO PATRIMONIALE BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2013 STATO PATRIMONIALE ATTIVITA 2013 2012 PASSIVITÀ 2013 2012 Conto corrente 214.612 72.485 Fondi patrimoniali 63.044 0 Immobilizzazioni Software 678 1.355 Riserve 15.396 0 Beni

Dettagli

RENDICONTO DI CASSA 1 settembre 2014-31 agosto 2015

RENDICONTO DI CASSA 1 settembre 2014-31 agosto 2015 RENDICONTO DI CASSA 1 settembre 2014-31 agosto 2015 Milano, 13 novembre 2015 RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL RENDICONTO DI CASSA DELL ASSOCIAZIONE STUDENTI DEL COLLEGIO AUGUSTINIANUM AGOSTINI SEMPER AL 31 AGOSTO

Dettagli

STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI. 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri.

STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI. 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri. Articolo 1 COSTITUZIONE SEDE STATUTO DELLA FONDAZIONE TEATRO BESOSTRI 1) Per iniziativa del Comune di Mede, è costituita la Fondazione Teatro Besostri. 2) La Fondazione ha sede in Mede, Piazza della Repubblica

Dettagli

Statuto del Museo d'arte contemporanea Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009

Statuto del Museo d'arte contemporanea Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009 Statuto del Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009 1 Art. 1 Denominazione e sede del museo Per iniziativa del Comune di Zavattarello è costituito il del

Dettagli

per la progettazione e realizzazione di un sistema informativo unificato tra le biblioteche del Lazio meridionale

per la progettazione e realizzazione di un sistema informativo unificato tra le biblioteche del Lazio meridionale Protocollo d intesa fra La Provincia di Frosinone, l Università degli Studi di Cassino, l Associazione Intercomunale Biblioteche Valle del Sacco, l Associazione Bibliotecaria Intercomunale Valle dei Santi,

Dettagli

Modello di statuto per i musei di ente locale e di interesse locale

Modello di statuto per i musei di ente locale e di interesse locale REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, BENI CULTURALI, INFORMAZIONE, SPETTACOLO E SPORT Modello di statuto per i musei di ente locale e di interesse locale Articolo 1 Istituzione...

Dettagli

ANALISI ILLUSTRATIVA DELLO SCHEMA DI CONTO ECONOMICO DEL BILANCIO PREVISIONALE PER L ANNO 2014

ANALISI ILLUSTRATIVA DELLO SCHEMA DI CONTO ECONOMICO DEL BILANCIO PREVISIONALE PER L ANNO 2014 ANALISI ILLUSTRATIVA DELLO SCHEMA DI CONTO ECONOMICO DEL BILANCIO PREVISIONALE PER L ANNO 2014 Lo schema di conto economico 2014, redatto nelle modalità indicate dalla delibera regionale n. 279 del 12.03.2007,

Dettagli

Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo

Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo Il Gruppo conferma la leadership nella raccolta del risparmio e dei premi assicurativi. Nel settore postale incide l onere per

Dettagli

PRESTAZIONI PROFESSIONALI

PRESTAZIONI PROFESSIONALI PRESTAZIONI PROFESSIONALI fascicolo di supporto alla valutazione delle tariffe dei Revisori Contabili Iscritti all Istituto Nazionale Revisori Contabili Presentazione La prima formazione del Registro dei

Dettagli

BILANCIO CONSUNTIVO 2013 Approvato dall'assemblea dei Soci del 28/04/2014

BILANCIO CONSUNTIVO 2013 Approvato dall'assemblea dei Soci del 28/04/2014 STATO PATRIMONIALE ATTIVO B) IMMOBILIZZAZIONI BILANCIO CONSUNTIVO 2013 Approvato dall'assemblea dei Soci del 28/04/2014 I - Immobilizzazioni immateriali 3) Software 5) Spese su immobili di terzi Fondo

Dettagli

STATO PATRIMONIALE AL 31/12/2013

STATO PATRIMONIALE AL 31/12/2013 STATO PATRIMONIALE AL 31/12/2013 31/12/2012 31/12/2013 A ATTIVO Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti B Immobilizzazioni 204.984,48 328.310,48 I Immobilizzazioni immateriali II Immobilizzazioni

Dettagli

LIBERA ASSOCIAZIONI NOMI E NUMERI CONTRO LE MAFIE

LIBERA ASSOCIAZIONI NOMI E NUMERI CONTRO LE MAFIE LIBERA ASSOCIAZIONI NOMI E NUMERI CONTRO LE MAFIE ----------------------- NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO D'ESERCIZIO 2013 PREMESSA Il Bilancio che viene sottoposto alla vostra approvazione è costituito dallo

Dettagli

Adelante Dolmen società cooperativa sociale. Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21. Registro delle Imprese di Milano

Adelante Dolmen società cooperativa sociale. Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21. Registro delle Imprese di Milano Adelante Dolmen società cooperativa sociale Sede legale in Milano - Via Boltraffio, 21 Registro delle Imprese di Milano Codice fiscale e numero di iscrizione 12237260158 Numero di iscrizione all Albo delle

Dettagli

Relazione sullo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017

Relazione sullo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017 Relazione sullo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio finanziario 2015 e pluriennale 2015-2017 Lo schema di bilancio annuale di previsione per l esercizio 2015 è stato predisposto ai

Dettagli

Relazione sulla gestione

Relazione sulla gestione PIANORO CENTRO SPA SOCIETA' DI TRASFORMAZIONE URBANA Sede legale: PIAZZA DEI MARTIRI 1 PIANORO (BO) Iscritta al Registro Imprese di BOLOGNA C.F. e numero iscrizione: 02459911208 Iscritta al R.E.A. di BOLOGNA

Dettagli

ACCORDO DI RETE RETE NAZIONALE SCUOLE ITALIA ORIENTA. con protocollo 0004232 che riconoscono alla scuola

ACCORDO DI RETE RETE NAZIONALE SCUOLE ITALIA ORIENTA. con protocollo 0004232 che riconoscono alla scuola ACCORDO DI RETE RETE NAZIONALE SCUOLE ITALIA ORIENTA Visto il D.P.R. n. 275/1999, art. 7, che prevede la possibilità per le istituzioni Scolastiche autonome di stipulare accordi di rete per perseguire

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. NOEMALIFE: il CdA approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2013.

COMUNICATO STAMPA. NOEMALIFE: il CdA approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2013. COMUNICATO STAMPA NOEMALIFE: il CdA approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2013. Ricavi Operativi Consolidati pari a 15,1 milioni di Euro, +10% rispetto al primo trimestre 2012. EBITDA*

Dettagli

Allegato D delibera Giunta SdS n. 12 del 30 aprile 2008

Allegato D delibera Giunta SdS n. 12 del 30 aprile 2008 Allegato D delibera Giunta SdS n. 12 del 30 aprile 2008 Bilancio di Previsione 2008 CONTO ECONOMICO Anno 2008 A) Valore della produzione 1) Contributi in c/esercizio da Regione Toscana 264.824 da Comune

Dettagli

STATUTO DELLA FONDAZIONE R.E TE. IMPRESE ITALIA

STATUTO DELLA FONDAZIONE R.E TE. IMPRESE ITALIA STATUTO DELLA FONDAZIONE R.E TE. IMPRESE ITALIA Articolo 1. Denominazione e sede. Su iniziativa dell Associazione R.E TE. Imprese Italia è costituita la Fondazione R.E TE. Imprese Italia, con sede in Roma.

Dettagli

AUSER INSIEME PROVINCIALE DI TORINO Associazione di Promozione Sociale. Sede in Torino Via Salbertrand n. 57/25 Codice fiscale 97702630019

AUSER INSIEME PROVINCIALE DI TORINO Associazione di Promozione Sociale. Sede in Torino Via Salbertrand n. 57/25 Codice fiscale 97702630019 AUSER INSIEME PROVINCIALE DI TORINO Associazione di Promozione Sociale Sede in Torino Via Salbertrand n. 57/25 Codice fiscale 97702630019 Nota integrativa del bilancio al 31 dicembre 2011 ** ** ** I. STRUTTURA

Dettagli

RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI AL BILANCIO PREVENTIVO 2014

RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI AL BILANCIO PREVENTIVO 2014 RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI AL BILANCIO PREVENTIVO 2014 Signori Consiglieri, il presente bilancio preventivo 2014 è redatto ai sensi dell art. 16 del Decreto legislativo del del 31 maggio 2011,

Dettagli

Regolamento finanziario del Partito Democratico Città di Roma

Regolamento finanziario del Partito Democratico Città di Roma 1 Regolamento finanziario del Partito Democratico Città di Roma Articolo 1 - Ambito di applicazione 1. Il presente Regolamento disciplina l attività economica, finanziaria e patrimoniale del Partito Democratico

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO URBANO

REGOLAMENTO DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO URBANO 44 REGOLAMENTO DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO URBANO ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 16/45374 NELLA SEDUTA DEL 03.02.1994, MODIFICATO CON DELIBERAZIONE N. 1/I67997 DEL 14/01/2003 E N. 166/I0064555

Dettagli

(290,8 milioni il dato depurato dalle componenti non ricorrenti) Utile netto di periodo: 103,2 milioni (36,1 milioni al 30.6.2007)

(290,8 milioni il dato depurato dalle componenti non ricorrenti) Utile netto di periodo: 103,2 milioni (36,1 milioni al 30.6.2007) CREDITO BERGAMASCO: il Consiglio di Amministrazione approva la relazione finanziaria semestrale. Crescono i ricavi. Continua espansione dei prestiti a piccole e medie imprese e della raccolta diretta complessiva.

Dettagli

RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI AL BILANCIO CONSUNTIVO 2014

RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI AL BILANCIO CONSUNTIVO 2014 RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI AL BILANCIO CONSUNTIVO 2014 Signori Soci, con riferimento all esercizio chiuso al 31 dicembre 2014 abbiamo svolto sia l'attività di vigilanza sia le funzioni di controllo

Dettagli

STATUTO. dell Associazione di associazioni Volontà Solidale

STATUTO. dell Associazione di associazioni Volontà Solidale STATUTO dell Associazione di associazioni Volontà Solidale Art. 1 COSTITUZIONE E' costituita con sede legale a Cosenza l'associazione Volontà Solidale, di seguito denominata Associazione. Volontà Solidale

Dettagli

Istituto Galileo. CRFF (Centro di Ricerca e Formazione Frosinone) STATUTO

Istituto Galileo. CRFF (Centro di Ricerca e Formazione Frosinone) STATUTO Istituto Galileo CRFF (Centro di Ricerca e Formazione Frosinone) STATUTO Approvato con delibera del Consiglio Comunale di Frosinone n. 6 del 2.3.2011 Art. 1 Costituzione e sede. Il Comune di Frosinone

Dettagli

GLI STANDARD SUGLI ASSETTI FINANZIARI DEI MUSEI. IL CASO FONDAZIONE TORINO MUSEI

GLI STANDARD SUGLI ASSETTI FINANZIARI DEI MUSEI. IL CASO FONDAZIONE TORINO MUSEI Convegno Standard per i musei della Regione Piemonte GLI STANDARD SUGLI ASSETTI FINANZIARI DEI MUSEI. IL CASO FONDAZIONE TORINO MUSEI Adriano Da Re Torino, 3 Dicembre 2007 Agenda La Fondazione Torino Musei

Dettagli

Progetto In.Volo. Iniziativa per il Volontariato in Lombardia

Progetto In.Volo. Iniziativa per il Volontariato in Lombardia Progetto In.Volo. Iniziativa per il Volontariato in Lombardia Le organizzazioni di volontariato in Lombardia La Lombardia è la regione italiana che detiene il maggior numero di organizzazioni iscritte

Dettagli

Studio di settore (3) ,00. Dipendenti a tempo parziale, assunti con contratto di lavoro intermittente, di lavoro ripartito Apprendisti

Studio di settore (3) ,00. Dipendenti a tempo parziale, assunti con contratto di lavoro intermittente, di lavoro ripartito Apprendisti 0 Modello UG9U DOMICILIO FISCALE 4 5 69.0. - Servizi forniti da revisori contabili, periti, consulenti ed altri soggetti che svolgono attività in materia di amministrazione, contabilità e tributi Comune

Dettagli

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio Tassonomia XBRL Principi Contabili Italiani Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio VERSIONE OTTOBRE 2014 Tavolo di lavoro società non quotate XBRL Italia Versione: 20141024-1

Dettagli

Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio ESERCIZIO 2014 RELAZIONE SULLA GESTIONE BILANCIO NOTA INTEGRATIVA

Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio ESERCIZIO 2014 RELAZIONE SULLA GESTIONE BILANCIO NOTA INTEGRATIVA Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio ESERCIZIO 2014 RELAZIONE SULLA GESTIONE BILANCIO NOTA INTEGRATIVA RELAZIONE SULLA GESTIONE Premessa La Fondazione per l Educazione Finanziaria e al

Dettagli

Nota Integrativa Rendiconto al 31/12/2013. Premessa. Signori Soci,

Nota Integrativa Rendiconto al 31/12/2013. Premessa. Signori Soci, COMI Cooperazione per il mondo in via di sviluppo Associazione senza fini di lucro - ONG Sede legale via S. Giovanni in Laterano n. 266 Roma Codice fiscale n. 80404090583 Nota Integrativa Rendiconto al

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Nova Re: approvato il progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2009

COMUNICATO STAMPA. Nova Re: approvato il progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2009 COMUNICATO STAMPA Nova Re: approvato il progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2009 Valore della produzione pari a Euro 1.318 migliaia (Euro 612 migliaia nel 2008) Risultato Operativo Netto negativo

Dettagli

ASSOCIAZIONE CULTURALE SILVIA DELL ORSO. Sede in Milano Via Andrea Ponti, n. 20. Codice Fiscale n. 97552320158

ASSOCIAZIONE CULTURALE SILVIA DELL ORSO. Sede in Milano Via Andrea Ponti, n. 20. Codice Fiscale n. 97552320158 ASSOCIAZIONE CULTURALE SILVIA DELL ORSO Sede in Milano Via Andrea Ponti, n. 2 Codice Fiscale n. 9755232158 Iscritta in data 13.4.211 nel registro delle persone giuridiche della Prefettura di Milano al

Dettagli

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE ROMANDANDO - Associazione senza scopo di lucro

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE ROMANDANDO - Associazione senza scopo di lucro STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE ROMANDANDO - Associazione senza scopo di lucro ARTICOLO 1. E costituita l Associazione "ROMANDANDO Associazione senza scopo di lucro", in forma abbreviata: "ROMANDANDO". La durata

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE AMICI DEI MUSEI D ATENEO

STATUTO ASSOCIAZIONE AMICI DEI MUSEI D ATENEO STATUTO ASSOCIAZIONE AMICI DEI MUSEI D ATENEO TITOLO I Denominazione - durata - sede - scopi ART 1. Per iniziativa dello Sma (Sistema Museale d'ateneo) e del Museo di Palazzo Poggi, è costituita l Associazione

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE. MACULA - Centro Internazionale di Cultura Fotografica

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE. MACULA - Centro Internazionale di Cultura Fotografica STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE MACULA - Centro Internazionale di Cultura Fotografica Art. 1. È costituita l Associazione culturale denominata MACULA - Centro Internazionale di Cultura Fotografica.

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 38 DEL 27/03/2014. PIANO PER L UTILIZZO DEL TELELAVORO Anno 2014 PREMESSA

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 38 DEL 27/03/2014. PIANO PER L UTILIZZO DEL TELELAVORO Anno 2014 PREMESSA ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 38 DEL 27/03/2014 PIANO PER L UTILIZZO DEL TELELAVORO Anno 2014 PREMESSA La possibilità per la Pubblica Amministrazione di avvalersi di forme di lavoro a distanza è

Dettagli

rendiconto economico 2

rendiconto economico 2 rendiconto economico 034 rendiconto economico 2 In questa sezione del bilancio sociale Finpiemonte rappresenta, attraverso appositi prospetti, la dimensione economica e monetaria della gestione, secondo

Dettagli

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE Art.1- Costituzione E istituito, ai sensi dell art. 3 lettera J dello Statuto della Provincia, un Comitato di Coordinamento denominato CONSULTA

Dettagli

A) PREMI AL NETTO DELLA RIASSICURAZIONE - - Premi danni - Premi vita. B) SINISTRI NETTI PAGATI - Sinistri danni -Sinistri vita

A) PREMI AL NETTO DELLA RIASSICURAZIONE - - Premi danni - Premi vita. B) SINISTRI NETTI PAGATI - Sinistri danni -Sinistri vita A) PREMI AL NETTO DELLA RIASSICURAZIONE - - Premi danni - Premi vita B) SINISTRI NETTI PAGATI - Sinistri danni -Sinistri vita C) VARIAZIONE DELLE RISERVE TECNICHE -Riserve tecniche rami danni -Riserve

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECA 3 CAPO I: 3 PRINCIPI GENERALI 3 CAPO II 4 PATRIMONIO E BILANCIO 4 CAPO III 5 ORGANIZZAZIONE E PERSONALE 5

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECA 3 CAPO I: 3 PRINCIPI GENERALI 3 CAPO II 4 PATRIMONIO E BILANCIO 4 CAPO III 5 ORGANIZZAZIONE E PERSONALE 5 REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECA 3 CAPO I: 3 PRINCIPI GENERALI 3 ART. 1 - FINALITA DEL SERVIZIO 3 ART. 2 - COOPERAZIONE INTERBIBLIOTECARIA 3 ART. 3 - DOCUMENTAZIONE DI RILEVANZA LOCALE E SEZIONE LOCALE

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli