ASSEMBLEA GENERALE 25 GENNAIO 2012 ABBIATEGRASSO, EX CONVENTO DELL ANNUNCIATA VIA PONTIDA 1 ORE 19:45 (1 CONV.) 20:30 (2 CONV.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ASSEMBLEA GENERALE 25 GENNAIO 2012 ABBIATEGRASSO, EX CONVENTO DELL ANNUNCIATA VIA PONTIDA 1 ORE 19:45 (1 CONV.) 20:30 (2 CONV."

Transcript

1 ASSEMBLEA GENERALE 25 GENNAIO 2012 ABBIATEGRASSO, EX CONVENTO DELL ANNUNCIATA VIA PONTIDA 1 ORE 19:45 (1 CONV.) 20:30 (2 CONV.) ALLEGATI INDICE Approvazione verbale seduta del Richieste di adesione alla Fondazione in qualità di fondatori successivi 2 Surroga consiglieri del Consiglio di Amministrazione e del Consiglio Generale di Indirizzo.. 2 Bilancio di previsione Progetto Annunciata. 30

2 Assemblea Generale Seduta del 25 gennaio 2012 Punti all'ordine del giorno 1 - Approvazione verbale seduta del Il verbale della seduta, che è già stato inviato precedentemente, è scaricabile all'indirizzo: 2 Richieste di adesione alla Fondazione in qualità di fondatori successivi Il Comune di Casorezzo ha formalmente richiesto di entrare a far parte della Fondazione per Leggere in qualità di fondatore successivo. Ai sensi dell'art. 2 comma 2 dello Statuto, l'assemblea Generale è chiamata ad esprimere il proprio gradimento. E' possibile che altri comuni presentino richiesta analoga a quella presentata da Casorezzo, ma al momento di redigere questo documento non si hanno ancora conferme. 5 Surroga consiglieri del Consiglio di Amministrazione e del Consiglio Generale di Indirizzo Si rende necessario procedere alla nomina di un componente del Consiglio di Amministrazione e di due compinenti del Consiglio Generale di Indirizzo (CGI), a seguito delle dimissioni presentate da Giovanni Bianco (CDA Comune di Cesano Boscone), Daniela Piazza (CGI Comune di Trezzano s/n) e Antonella Violi (CGI Comune di Lacchiarella). Queste nomine spettano all'assemblea Generale ai sensi dello Statuto. A seguito di colloqui avuti dalla Presidenza con i Comuni interessati dalle dimissioni, si comunica che detti Comuni hanno presentato proposte di sostituzione dei consiglieri dimissionari come di seguito dettagliate: CDA: Il Sindaco di Cesano Boscone ha proposto la nomina di Francesco Petti, Assessore alle politiche di Promozione Culturale del Comune di Cesano Boscone, che ha sostituito nella Giunta il Consigliere dimissionario Bianco. CGI: Il Sindaco di Trezzano sul Naviglio ha indicato la candidatura della Prof.ssa Anna Pizzetti in sostituzione della Sig.ra Piazza, espressione del medesimo Comune. Il Sindaco di Lacchiarella ha indicato la candidatura dell'assessore alla Cultura Sig.ra Biagia Concadoro.

3 Bilancio di previsione 2012 e relazione di accompagnamento Signori Sindaci, signori Assessori, signori delegati, Il Bilancio di previsione per il 2012 che presentiamo all Assemblea Generale, coerentemente con quanto stabilito dal Consiglio Generale di Indirizzo nelle linee programmatiche per il mandato , contiene tutta una serie di informazioni che confermano la piena rappresentazione della ferma volontà di Fondazione Per Leggere di continuare nel suo percorso di crescita, che punti ad ampliare e migliorare le attività al servizio delle biblioteche e a una sempre maggior centralità nella vita culturale del sud ovest milanese. In questi anni la condivisione degli obiettivi (che ha visto protagoniste tutte le amministrazioni del sistema), il lavoro di squadra, la professionalità dei nostri bibliotecari, l impegno e la motivazione del nostro personale ci hanno consentito di crescere costantemente e di raggiungere risultati difficilmente ipotizzabili solo qualche anno fa, permettendoci, quest anno, a coronamento di un entusiasmante percorso, di conseguire anche un prestigioso riconoscimento a livello nazionale da parte di Federculture (Premio Cultura di Gestione 2011). Tutti i comuni, con impegno e responsabilità, hanno fatto buona politica, lasciando da parte interessi particolari, contrapposizioni ideologiche, localismi e incomprensioni. Comuni grandi e piccoli hanno marciato insieme, uniti nella consapevolezza che in un sistema come il nostro tutti ricoprissero un ruolo ugualmente importante, come in una squadra affiatata, dove, pur con ruoli differenti, tutti i giocatori sono determinanti per la vittoria finale (penso al progetto finanziato dalla Fondazione Cariplo anche in ragione della massiccia adesione dei comuni). La nostra forza è stata, insomma, quella di essere una grande rete e di esserci sempre mossi all unisono nella costante ricerca di un miglioramento della qualità dei servizi offerti ai nostri cittadini. E tuttavia questi risultati, ormai raggiunti e da consolidare, non ci devono distogliere dalla necessità di guardare oltre, per stare al passo coi tempi e per superare senza difficoltà tutte le sfide del cambiamento che un mondo in continua evoluzione, anche nel nostro settore, ci obbligherà necessariamente ad affrontare. Nello scorso bilancio previsionale proponemmo un documento dove le parole chiave furono rigore, prudenza e progettualità. Ne abbiamo tenuto debito conto per tutto il 2011 e penso siano termini assolutamente attuali anche per il bilancio che quest anno portiamo alla vostra attenzione. Anche questo bilancio, infatti, come quello scorso, riporta solo le voci di entrata certe, rimandando a variazioni successive eventuali sopravvenienze e indica le linee di un azione doverosamente volta all individuazione di margini possibili di razionalizzazione e di risparmio. Significativa, a riguardo, la ricontrattualizzazione con Fastweb (verifiche analoghe saranno fatte anche con altri fornitori), che ci permetterà di avere un importante risparmio nel corso del 2012 nonostante un notevole potenziamento della rete. Anche la riorganizzazione del servizio per il prestito interbibliotecario, ci consentirà, a parità di spesa, di incrementare il numero dei passaggi, tornando progressivamente ai livelli del Nel 2012 proseguiremo nel nostro lavoro per consolidare il ruolo della Fondazione come protagonista della vita culturale del territorio, attraverso una costante presenza nelle occasioni pubbliche (feste, sagre, ricorrenze) e la promozione ed il potenziamento della comunicazione sulla stampa locale. Continueremo una politica fatta di accordi, patrocini, collaborazioni finalizzata a diffonderne il nome nella maniera più ampia e qualificata. L organizzazione di eventi di fund raising a invito, infine, mirerà a costituire gruppi di fidelizzati, che agiscano come opinion leader, in grado di promuovere costantemente la ricchezza e la qualità dei servizi messi a disposizione delle biblioteche del sistema. Anche il sito web sarà aggiornato, in modo da pag. 1

4 evidenziare un immagine adeguata al grado di competenza che lo staff di Fondazione e i bibliotecari mettono a disposizione di tutti gli iscritti. Tra le tante iniziative, progetto di durata pluriennale a cui hanno aderito 45 comuni e che svilupperà le sue azioni a partire da marzo 2012, rappresenta senza dubbio un opportunità formativa importante che Fondazione offrirà ai cittadini del nostro territorio attraverso l approfondimento di varie tematiche ambientali (corsi di informazione, corsi di compostaggio, promozione di buone pratiche per il rispetto dell ecosistema). Un altra iniziativa che proseguirà nel 2012, vista la buona riuscita della prima edizione, prevede la realizzazione di corsi per il tempo libero ( Corsi nel cassetto ). Questi corsi, che proporranno percorsi di formazione legati alle tematiche di arte, cultura e tempo libero, saranno interamente sostenuti con le quote di iscrizione. Nel 2012 entrerà a regime il progetto di valorizzazione delle raccolte (acquisto centralizzato), con la partecipazione di tutti i comuni. Si tratta di un passaggio fondamentale per il consolidamento del nostro sistema. Signori Sindaci, signori Assessori, signori delegati, l avvio di nuovi servizi e la stabilizzazione di quelli esistenti dimostrano quanto la scelta di cooperazione compiuta dai nostri comuni nel 2006 fosse fondata e lungimirante e sono sicuro che anche in futuro continuerete a guardare con fiducia alle nostre biblioteche, alla Fondazione e alla possibilità di individuare ulteriori fattori di crescita e di sviluppo. A voi desidero indirizzare un ringraziamento sincero, perché anche oggi, nonostante un periodo di grande difficoltà finanziaria ed organizzativa, che costringe tutte le amministrazioni a scelte spesso difficili e impegnative, avete deciso di confermare, in maniera concreta, anche attraverso un incremento della quota di partecipazione, il vostro apprezzamento per il nostro lavoro. Il Presidente dott. Cesare Nai pag. 2

5 INDICE FONDO INDISPONIBILE...4 VALORI DELLA PRODUZIONE...7 COSTI DELLA PRODUZIONE...9 PROVENTI...9 RIEPILOGO...11 AMMORTAMENTI...12 L ATTIVITA DELLA FONDAZIONE NEL PROGETTI / PROMOZIONE DELLA LETTURA Valorizzazione delle biblioteche Campagna sostenitori Tutti per Leggere Conferenza programmatica annuale Promozione della lettura Biblioteca di Cultura ambientale Valorizzazione del Fondo documentario Ascoli... Errore. Il segnalibro non è definito. 7. Convenzioni con comuni e università... Errore. Il segnalibro non è definito. 8. Studi, ricerche e pubblicazioni... Errore. Il segnalibro non è definito. 9. Altri progetti...14 AVVIAMENTI Trasferimento della sede operativa (Progetto Annunciata)... Errore. Il segnalibro non è definito. 2. Sistema Informativo Territoriale per le Attività Culturali Messaggistica utenti... Errore. Il segnalibro non è definito. SPESE PER L EROGAZIONE DI SERVIZI ALLE BIBLIOTECHE Connettività per il collegamento delle biblioteche ai server e a internet Assistenza, manutenzione e aggiornamento sistema informativo / sito web Prestito interbibliotecario Catalogazione e archiviazione Abbonamento a banche dati Valorizzazione e potenziamento delle raccolte Tesseramento utenti Inventariazione Messaggistica utenti Gestione navigazione internet...19 ORGANI STATUTARI...20 PERSONALE...21 CONSULENZE PROFESSIONALI...22 COMITATI SCIENTIFICI...22 ACQUISTO BENI...23 ATTIVITA COMMERCIALI...23 FATTORI PRODUTTIVI...24 RIEPILOGO ATTIVITA 2012 E RELATIVO PIANO ECONOMICO...25 pag. 3

6 LE PRINCIPALI NOVITA DEL BILANCIO 2012 ENTRATE Contributi dai fondatori (quota ordinaria) Le quote ordinarie di adesione dei comuni sono state adeguate a 1,20 per abitante. Il totale delle entrate è ,40 ( ,30 rispetto al 2011). La previsione non tiene conto dell eventualità che altri comuni entrino a far parte della Fondazione. Acquisto centralizzato Le quote per l acquisto libri, in assenza di comunicazioni ufficiali da parte dei Comuni, sono state inserite con una previsione a standard, con la sola eccezione dei comuni che aderiscono ai progetti di valorizzazione delle biblioteche, dei quali è già noto lo stanziamento reale. L ammontare così ottenuto è di ,89. Sottoporremo all Assemblea una variazione quando i comuni avranno approvato i rispettivi bilanci e comunicato gli importi effettivamente stanziati. Contributi L.R. 81/85 Anche se, contrariamente alle previsioni, nel 2011 i contributi regionali e provinciali si sono mantenuti sui livelli del 2010, per prudenza la previsione 2012 riduce le entrate a (invece di ). Eventuali erogazioni in aumento saranno utilizzate per rientrare dal passivo accumulato nel Contributi per progetti - fondatori Le entrate si riferiscono ai progetti di valorizzazione, al progetto Stage con il comune di Abbiategrasso, al progetto Formambiente e a Lascia Che illustri, per un totale di ,90. Contributi per progetti - altri soggetti Le entrate si riferiscono al progetto Formambiente (contributo Cariplo) e a Lascia Che illustri (contributo provincia di Milano), per un totale di ,00. In assenza di certezze, i progetti Vivicultura e Annunciata non prevedono entrate. Provvederemo a una successiva variazione di bilancio con l Assemblea di aprile, qualora i progetti dovessero essere attivati. Ricavi di natura commerciale Nel 2012 entrerà a regime l iniziativa Corsi nel Cassetto., al termine di una sperimentazione effettuata negli ultimi mesi del 2011 che ha dato buoni frutti. Il programma prevede la realizzazione di 15 corsi, oltre ai workshop legati a Lascia che illustri, per un totale di di entrate. pag. 4

7 USCITE Organi A seguito dell applicazione del divieto di percepire emolumenti da parte dei nostri amministratori, previsto dalla L. 122/2010, nel 2012 sono stati previsti soltanto gli emolumenti relativi al collegio dei revisori dei conti, per un totale di I rimborsi spese dovuti agli amministratori sono stati inseriti nei FATTORI PRODUTTIVI. Personale La previsione di bilancio evidenzia, rispetto al 2011, un aumento significativo degli emolumenti per il personale ( ), che non corrisponde a un incremento reale delle retribuzioni ma dipende dal fatto che nel 2011 due assunzioni a tempo determinato erano state previste soltanto per sei mesi e successivamente prorogate dal Cda, in un caso con un incremento del monte ore settimanale per far fronte a carichi di lavoro consolidati; oltre a ciò, una piccola differenza dipende da adeguamenti di natura contrattuale. L organico dei dipendenti è invariato. Per quanto riguarda i collaboratori, la differenza rispetto al 2011 ( ) si riferisce alla gestione del servizio di prestito interbibliotecario, che nel 2012 sarà gestito a saldi invariati per mezzo di collaboratori e non di un appaltatore esterno. L aumento degli emolumenti dei dipendenti si riflette anche sul TFR accantonato e sul premio di risultato, che è agganciato alla retribuzione lorda annua. L impossibilità di far fronte ai nuovi progetti mediante assunzioni ha determinato la scelta di aumentare (da a annui) il monte straordinari. E previsto uno stanziamento di euro per la frequenza a corsi di formazione e partecipazione a seminari, corsi e congressi, che sarà utilizzato anche per l organizzazione di momenti formativi a beneficio di tutti i bibliotecari del sistema. Consulenze E stata ripristinata la quota di adesione a Federculture e sono confermati gli incarichi per l ufficio stampa, il consulente del lavoro, la sicurezza aziendale (con la nomina di un RSPP esterno). La previsione di spesa per il grafico è stata aumentata significativamente rispetto all anno 2011 ( ) perché sarà necessario modificare e ristampare tutti i pieghevoli utilizzati dalle biblioteche per illustrare i servizi di rete agli utenti e modificare alcuni stampati già in uso ma obsoleti. Progetti Sono stati previsti gli stanziamenti per i progetti di valorizzazione delle biblioteche, per la campagna sostenitori e le attività connesse (symposii, giornate Fondazione), Lascia che illustri Per quanto riguarda la biblioteca ambientale, oltre a uno stanziamento di euro 1000 per l aggiornamento delle collezioni, abbiamo previsto un contributo per l Associazione culturale Il Punto, con cui è stata sottoscritta una convenzione che prevede anche la valorizzazione della biblioteca ambientale ( 3000). Per quanto riguarda i progetti Vivicultura e Annunciata, vale quanto detto a proposito delle entrate. pag. 5

8 Avviamenti Nel 2012 sono stanziati euro 5000 per la progettazione del nuovo sito corporate, che sarà composto dal sito istituzionale più altri siti branch (Formambiente, MLOL, Corsi nel cassetto...), euro 7000 per l eventuale trasloco nella nuova sede dell Annunciata (lavori di cablaggio e trasloco) ed euro 3025 per la migrazione del servizio di posta elettronica su altra piattaforma. E intenzione della direzione approfondire la possibilità di un ampliamento del prestito interbibliotecario, che attualmente è limitato alle biblioteche della Fondazione, a una dimensione nazionale e internazionale (per favorire le richieste soprattutto degli studenti universitari), attraverso una collaborazione con la biblioteca comunale di Cologno Monzese. I costi sono ancora da valutare e saranno oggetto di una eventuale, successiva variazione di bilancio. Fattori produttivi La previsione di spesa ricalca quella dell anno precedente (al netto di alcuni adeguamenti legati all indicizzazione di contratti in essere o alla ridefinizione di spese assestate), con le seguenti modifiche: - è stato inserito il rimborso al comune di Abbiategrasso per l utilizzo della sede di via Ticino (il canone non sarà corrisposto se ci trasferiremo all Annunciata) - aggiunti rimborsi spese per amministratori (euro ) e ridotto rimborsi spese al personale, in ragione della previsione di utilizzo di un auto aziendale donata da uno sponsor - aumento significativo della spesa per realizzazione stampati, per consentire la realizzazione e il rifacimento di tutti gli stampati in uso nelle biblioteche - inserito rateo mutuo con Regione Lombardia (un semestre) - previsto spese di gestione per auto aziendale Servizi alle biblioteche E stato adeguato il canone di connettività a seguito della ricontrattualizzazione con Fastweb, con un risparmio significati vo rispetto al 2011 ( ,60). La differenza in aumento per costi di assistenza, manutenzione e aggiornamento dei sistemi informativi ( ,00) è dovuta all acquisto di un servizio di gestione esterna della posta elettronica, del quale beneficiano anche molte biblioteche. La differenza in diminuzione dei costi del prestito interbibliotecario ( ) dipende dal cambio del modello di gestione del servizio (i costi di personale sono stati inseriti alla voce COLLABORATORI). Per quanto riguarda MediaLibraryOnLine, a carico della Fondazione sono posti i costi fissi di manutenzione della piattaforma e il contratto per le banche dati giuridiche Wolters Kluwer. Il costo per l abbonamento agli altri contenuti digitali dal 2012 viene assorbito dal budget per l acquisto centralizzato. Per quanto riguarda l acquisto centralizzato, oltre agli stanziamenti dei comuni sono previsti i bonus spettanti alle biblioteche per la campagna sostenitori e i canoni per le attrezzature che consentono la gestione del servizio, completamente a carico della Fondazione. La distribuzione dei libri alle biblioteche avverrà al medesimo costo d acquisto ottenuto dalla Fondazione, senza franchigie. pag. 6

9 FONDO INDISPONIBILE Il Fondo indisponibile documentato a bilancio nel 2012 ammonta a euro ,00. Rientrano nel Fondo di dotazione indisponibile: - l originario fondo di dotazione intangibile costituito dai conferimenti in denaro o beni mobili ed immobili o altre utilità effettuati dai Fondatori originari ed i conferimenti di eventuali Fondatori successivi; - i beni mobili ed immobili che pervengano a qualsiasi titolo alla Fondazione, compresi quelli dalla stessa acquistati secondo le norme dello Statuto; - le elargizioni fatte da soggetti pubblici o privati con espressa destinazione ad incremento del Fondo di dotazione indisponibile; - gli accantonamenti a riserva di qualunque specie decisi con propria delibera dal Consiglio di Amministrazione VALORI DELLA PRODUZIONE I valori della produzione comprendono eventuali ricavi da vendita di prodotti e servizi, tutti i contributi in conto esercizio che rientrano nel fondo di gestione e l utilizzo di fondi. A norma di statuto, il Fondo di gestione, da utilizzarsi per la gestione d esercizio, è costituito da: - le rendite e i proventi derivanti dal Fondo di dotazione indisponibile e dalle attività istituzionali, strumentali, accessorie e connesse della Fondazione medesima; - eventuali donazioni, disposizioni testamentarie, contributi pubblici e privati espressamente destinati all attività d esercizio; - i contributi annuali corrisposti dai Fondatori ai sensi dell art. 2, comma 3 dello Statuto; - eventuali appositi Fondi di gestione costituiti da persone fisiche o giuridiche e vincolati all attuazione di uno specifico progetto e/o attività coerenti con il fine istituzionale della Fondazione. Nel 2011 i valori della produzione ammonteranno a euro ,00 così distribuiti: contributi in conto esercizio: euro ,00 utilizzo fondi: euro ,00 ricavi delle vendite e delle prestazioni: euro ,00 Rientrano nei contributi in conto esercizio: Contributi annuali corrisposti dai fondatori: euro ,40 Sono i contributi calcolati a partire dalla quota pro capite di adesione, che il Consiglio Generale di Indirizzo, come previsto dall art. 2 comma 3 dello Statuto, a seguito delle decisioni assunte dall Assemblea Generale ha adeguato a euro 1,20 per abitante; Contributi regionali e provinciali L.R. 81/1985: euro Sono previsti: un contributo regionale pari a euro un contributo provinciale pari a euro La previsione di entrata da contributi provinciali e regionali è stata ridotta in via prudenziale del 17% ( euro) rispetto a quanto percepito nel pag. 7

10 Contributi dei partecipanti: euro Sono i contributi che si prevede di incassare con la campagna Tutti per Leggere, un attività di fund raising molto importante per la vita della Fondazione finalizzata sia a garantire mezzi economici sia a consolidare la sua immagine. A norma di statuto, possono ottenere la qualifica di Partecipanti le persone fisiche o giuridiche, pubbliche o private, e gli enti che - condividendo le finalità della Fondazione - contribuiscono alla sopravvivenza della medesima ed alla realizzazione dei suoi scopi mediante contributi in denaro,prestazione di attività, attribuzione di beni materiali od immateriali. Inoltre possono ottenere la qualifica di Partecipanti le persone fisiche che, per qualità, titoli o attività, possano dare alla Fondazione un contributo d opera o di prestigio. La qualifica di partecipante viene attribuita dal Consiglio Generale di Indirizzo sulla base dei criteri stabiliti nel Regolamento dei Partecipanti. Contributi per specifici progetti: euro ,59 Si tratta di contributi di scopo, per i quali lo statuto prevede si possano anche costituire appositi fondi, effettuati dai fondatori in aggiunta al contributo annuale ordinario, da partecipanti, altri soggetti pubblici e privati. In particolare, la previsione formulata per il 2011 riguarda: euro ,90 per il progetto di valorizzazione delle piccole biblioteche e progetto stage euro ,69 per il progetto di valorizzazione delle raccolte (acquisto centralizzato) euro ,00 per contributi di altri soggetti (progetto biblioteche scolastiche, corso di formazione per bibliotecari, Lascia che illustri) euro ,00 per liberalità euro ,00 per ricavi di natura commerciale Rientrano nell utilizzo fondi: Quote di investimento per acquisto beni immateriali: euro 330,00 Si tratta di immobilizzazioni aventi utilità pluriennale, per le quali si calcola un ammortamento variabile in base al tipo di bene (o servizio). Quote di investimento per acquisto beni materiali: euro ,00 Si tratta di immobilizzazioni aventi utilità pluriennale, per le quali si calcola un ammortamento variabile in base al tipo di materiale acquisito. Comprendono i seguenti interventi: Acquisto centralizzato libri Arredi e attrezzature per ufficio Attrezzature informatiche N.B. Per le immobilizzazioni materiali i medesimi cespiti sono stati inseriti, nella sezione del bilancio Costi della produzione alla voce accantonamento fondo contributi investimenti materiali e immateriali e sono stati pertanto calcolati gli ammortamenti per euro ,00 pag. 8

11 per bilanciare il simmetrico utilizzo del Fondo iscritto tra i valori della produzione. Il risultato dell operazione è quindi sempre a pareggio. Rientrano nei ricavi delle vendite e delle prestazioni: Ricavi di natura commerciale: euro ,00 Si tratta di ricavi derivanti dalla previsione di attività strumentali ed accessorie, effettuate a supporto dell attività istituzionale. COSTI DELLA PRODUZIONE I costi della produzione comprendono tutte le spese sostenute per la gestione: acquisto di beni e servizi, godimento di beni di terzi, spese per il personale, ammortamenti, accantonamenti e oneri diversi. Le spese sono state classificate come segue: Materiale di consumo: euro 6.200,00 Comprende cancelleria, materiali di consumo, piccoli acquisti, spese tipografiche. Servizi: euro ,00 Comprende le spese per gli organi statutari, le collaborazioni e consulenze, le spese per i buoni pasto e per la formazione del personale, l acquisto di servizi da terze parti, le utenze, manutenzioni e contratti di assistenza relativi alla sede e alle attrezzature. Godimento di beni di terzi: euro ,00 Comprende le locazioni e la connettività per il data center e le biblioteche. Personale: euro ,00 Comprende salari e stipendi, oneri sociali a carico della fondazione e trattamento di fine rapporto. Ammortamenti e svalutazioni: euro ,00 Comprende gli ammortamenti previsti per le immobilizzazioni mobiliari e immobiliari Accantonamento fondo contributi investimenti materiali e immateriali: euro ,00 Comprende il valore dei cespiti inseriti fra i ricavi. Oneri diversi di gestione: euro 5.037,00 Comprende le spese per l associazione a altri enti, l acquisto di periodici e pubblicazioni, gli oneri bancari e di bollo. PROVENTI pag. 9

12 In questa voce vengono classificati gli interessi derivanti dalle giacenze bancarie o da eventuali investimenti effettuati con il fondo indisponibile. Si prevedono proventi per un ammontare complessivo pari a euro 0. pag. 10

13 RIEPILOGO Bilancio preventivo 2012 A B Valore della Produzione 1 Ricavi delle vendite e delle prestazioni Variazioni delle rimanenze di prodotti finiti 0 5 Altri ricavi e proventi - contributi in conto esercizio utilizzo fondi Totale valore della produzione (A) Costi della Produzione 6 per materie prime, sussidiarie, di consumo e merci per servizi per godimento beni di terzi per il personale - salari e stipendi oneri sociali trattamento di fine rapporto altri costi Totale costi per il personale Ammortamenti e Svalutazioni - ammortamento Immobilizzazioni Immateriali ammortamento Immobilizzazioni Materiali svalutazione dei crediti compresi nell'attivo circolante Totale ammortamenti e svalutazioni Accantonamenti per rischi Accantonamento fondo contributi investimenti materiali e 13 immateriali Oneri diversi di gestione Totale Costi della Produzione (B) Differenza tra Valore e Costi della Produzione (A-B) C D E Proventi e oneri Finanziari 17 Interessi e altri oneri finanziari Altri 500 Totale interessi e altri oneri finanziari (17) 500 Totale proventi e oneri finanziari (C) ( bis) -500 Rettifiche di Valore di attività finanziarie Totale rettifiche di attività finanziarie (D) (18-19) 0 Proventi ed Oneri Straordinari + Totale delle partite straordinarie (E) (20-21) 0 Totale Proventi ed Oneri Straordinari 0 Risultato prima delle imposte (A-B+-C+-D+-E) Imposte sul reddito dell esercizio, correnti, differite e anticipate Imposte correnti Totale imposte sul reddito dell esercizio (22) pag. 11

14 Utile di Esercizio AMMORTAMENTI immateriali VALORE LORDO % AMMORTAMENTO Centralizzazione navigazione internet biblioteche - 33% - Software - 33% - Accantonamento per allestimento nuova sede - 33% materiali VALORE LORDO % AMMORTAMENTO Acquisto centralizzato LIBRI % Allestimento biblioteca centrale di deposito - 16,67% - Arredi e attrezzature per ufficio % 120 Attrezzature informatiche % 1200 Altro TOTALE IMMOBILIZZI pag. 12

15 L ATTIVITA DELLA FONDAZIONE NEL 2012 Nelle pagine seguenti le voci di spesa e le attività che saranno avviate o proseguite dalla Fondazione nel 2012 sono presentate in un ottica più vicina al controllo di gestione, per fornire ai Fondatori e ai Partecipanti una diversa chiave di lettura del bilancio. Le cifre desumibili dagli schemi del bilancio di previsione, nella loro sinteticità, non sono infatti sufficienti a garantire una valutazione compiuta dell attività che la Fondazione intende intraprendere e degli aspetti legati all efficacia della sua azione. Questa forma di comunicazione, improntata alla trasparenza (amministrativa, gestionale e istituzionale) mira a far comprendere quali sono le attività che la Fondazione realizzerà nel I prospetti riassuntivi sono suddivisi in due componenti: le spese strutturali, relative agli interventi che la Fondazione è tenuta ad erogare ai comuni fondatori e che vengono finanziate con le entrate strutturali (contributi dei Comuni e trasferimenti regionali e provinciali); le spese opzionali, relativa a progetti e attività finanziate con risorse e contributi aggiuntivi. PROGETTI / PROMOZIONE DELLA LETTURA euro La realizzazione di attività progettuali nel campo della promozione della lettura e della promozione dell immagine delle biblioteche rappresenta la ragione d essere della Fondazione, il suo valore aggiunto. Le linee guida per il 2012 sono: proseguire e potenziare i progetti in corso e ricercare finanziamenti che ne garantiscano la sostenibilità nel medio periodo. Queste le attività previste: 1. Valorizzazione delle biblioteche Al progetto di valorizzazione, che prevede la stipula di una convenzione con la Fondazione per la gestione della biblioteca, hanno aderito quest anno i comuni di Albairate, Besate, Bubbiano, Casarile, Cisliano, Gaggiano, Mesero, Motta Visconti, Santo Stefano Ticino, Vernate. Il servizio di gestione è stato affidato con procedura negoziata a una cooperativa. Le convenzioni prevedono inoltre che la Fondazione organizzi nei comuni coinvolti attività di promozione della lettura; fra queste, sarà riproposta la quinta edizione della rassegna estiva Racconti a voce alta. Questo progetto, avviato nel 2007, sarà oggetto di riflessione da parte del CDA e dei comuni interessati, secondo le prospettive descritte nel punto n. 7 delle Linee programmatiche per il mandato Spesa prevista: euro Campagna sostenitori Tutti per Leggere e Symposii della Fondazione La campagna, finalizzata ad ottenere sostegno morale ma soprattutto economico, sarà potenziata attraverso una costante presenza della Fondazione nelle occasioni pubbliche (feste, sagre, ricorrenze) che prevedono forte affluenza di pubblico e con un rinnovato impegno nei confronti delle realtà produttive del territorio, alle quali si proporrà di aderire in qualità di partecipanti istituzionali, sostenendo i progetti della fondazione. Accanto a tali attività consolidate verrà portata avanti, dati gli esiti positivi della sperimentazione avvenuta nel secondo semestre del 2011, l organizzazione di eventi di fund raising a invito: le cene di raccolta fondi, la cui formula è mutuata da esempi quali quelli della New York Public Library, mirano alla costituzione di gruppi di fidelizzati che agiscano successivamente come opinion leader promuovendo costantemente la ricchezza e la qualità dei servizi messi a disposizione dalle biblioteche del sistema. Entrambe le pag. 13

16 azioni sono strumenti per aprire piccoli portafogli a sostegno delle collezioni delle biblioteche e dei progetti di promozione a regia centrale. La creazione di partnership con i soggetti che operano sul territorio (realtà commerciali e culturali) trasforma la Fondazione Per Leggere in un interlocutore importante in termini di visibilità e di qualità del prodotto offerto. Lo stanziamento è utilizzato per la realizzazione di materiali promozionali e gadget, l impiego di personale a prestazione occasionale per le Giornate Fondazione, l organizzazione dei Symposii. Spesa prevista: euro ,00 3. Conferenza programmatica annuale La quinta edizione del nostro appuntamento di Settembre, ormai entrato nella consuetudine come momento di confronto e verifica dell attività realizzata, delle priorità di sviluppo a breve e medio termine, sarà realizzato a budget zero. Spesa prevista: euro 322,00 4. Promozione della lettura Visto il buon esito registrato nelle edizioni precedenti, sarà riproposto come attività annuale di promozione della lettura la quarta edizione del progetto LASCIA CHE ILLUSTRI... dedicato a un illustratore per ragazzi. Il progetto potrà essere realizzato con il concorso delle biblioteche che decideranno di ospitare la mostra dell illustratore. Spesa prevista: euro6.700,00 5. Biblioteca di Cultura ambientale La gestione della sede della biblioteca di cultura ambientale sarà realizzata con la collaborazione dell'associazione di promozione sociale "Il Punto", con la quale è stata stipulata apposita convenzione. La convenzione prevede la gestione degli spazi in orari di normale e straordinaria apertura al pubblico oltre che la promozione della biblioteca ambientale vista come eccellenza del nostro territorio. Per la valorizzazione della struttura e delle sue attività è prevista la realizzazione di quattro iniziative pubbliche legate ai temi Ambiente, Energie, Acqua e Rifiuti. È infine previsto un potenziamento della collezione del patrimonio documentario a carattere ambientale. Spesa prevista: 4.000,00 6. Altri progetti Il coordinamento della biblioteca di cultura ambientale seguirà il progetto Conoscere per agire: adulti responsabili per territori sostenibili". Il progetto, di durata pluriennale (ottobre maggio 2013), è stato presentato a Fondazione Cariplo nelle richieste di contributo competenti l'area ambiente ottenendo un finanziamento di ,00. Vi aderiscono 45 Comuni (42 facenti parti il sistema di Fondazione Per Leggere e 3 Comuni fuori sistema, Busto Garolfo, Calvignasco, Casorate Primo), 7 società municipalizzate territoriali del settore ambiente e 2 partner di progetto. Per l'anno 2012 sono previste le seguenti azioni di progetto: - Corsi di in-formazione in ambito ambientale; - Corsi di compostaggio domestico; - Tour guidati in impianti di eccellenza sul territorio; pag. 14

17 - Attività di comunicazione e partecipazione (questionario online di percezione del territorio, concorso letterario, concorso fotografico). Il sito sarà lo strumento di raccolta delle esperienze del progetto e di interazione tra gli attori coinvolti. Spesa prevista: euro ,00 Vivicultura Il progetto, presentato per un finanziamento sul bando Cariplo 2011 Aumentare il pubblico della cultura, mira ad estendere la fruizione culturale attraverso una migliore gestione delle informazioni relative all offerta culturale e uno stretto coinvolgimento dei soggetti che producono e diffondono cultura nel sud ovest milanese. Vivicultura punta a rendere efficiente l invio di informazioni attraverso l utilizzo di una piattaforma evoluta di messaggistica in grado di raccogliere tutte le informazioni sulla programmazione culturale del nostro territorio, di integrarle con quelle relative ai nuovi acquisti e all attività delle biblioteche e di distribuirle utilizzando tutti i canali di comunicazione oggi disponibili (web, social network, e sms) al pubblico, sulla base di una profilazione degli interessi culturali che sarà elaborata a partire dalle preferenze dichiarate dagli utenti. Il progetto consiste nel fare evolvere il sistema di gestione della messaggistica già in uso nelle biblioteche della Fondazione verso un vero e proprio Sistema Informativo Territoriale Intelligente per la Cultura, utilizzando una tecnologia di trattamento ed elaborazione dei dati largamente utilizzata in altri settori economici: la business intelligence. L opportunità di rendere finalmente confrontabili i dati storici, bibliografici ed anagrafici, raccolti nel corso degli anni dai servizi bibliotecari con quelli degli eventi e delle attività culturali del territorio rappresenta un occasione unica per far evolvere la natura stessa dell approccio alla comunicazione, alla programmazione ed alla fruizione culturale. Spesa prevista: da definire Corsi per il tempo libero Vista la felice riuscita della prima edizione di "Corsi nel cassetto" l'iniziativa proseguirà nel 2012 con la realizzazione di tre tranche di corsi: febbraio-marzo, maggio-giugno, ottobre-novembre. Gli obiettivi rimangono quelli enunciati nelle linee programmatiche approvate dall'assemblea generale dei soci, e sono: - Ricaduta economica diretta sulle biblioteche e sulla Fondazione Per Leggere, attraverso: A) campagna sostenitori - 50 % del contributo di sostengo alle biblioteche - 50 % del contributo di sostengo a Fondazione B) acquisto centralizzato - 10 % dell'utile prodotto alle biblioteche - 90 % dell'utile prodotto a Fondazione - Visibilità della biblioteche sul territorio - Aggiunta di un nuovo servizio all'utenza e alla cittadinanza - Aumento del numero degli iscritti Obiettivi raggiunti nel 2011 con margini di miglioramento nel 2012 che, attraverso la rimodulazione dell'iniziativa, mirano a far diventare l'iniziativa "Corsi nel cassetto" una proposta consolidata per le biblioteche del sistema. I corsi rappresentano momenti di crescita personale e professionale per l'utenza e la cittadinanza coinvolta, proporranno percorsi di formazione legati alle tematiche di arte, cultura e tempo libero e saranno interamente sostenuti con le quote di iscrizione. Spesa prevista: euro ,00 pag. 15

18 RIEPILOGO Spese strutturali Spese opzionali Progetti valorizzazione 0, ,21 Campagna promozionale per adesione partecipanti 2.400, ,00 Conferenza programmatica annuale 322,83 0,00 Progetto annuale di sistema per la promozione della lettura 0, ,00 Biblioteca di cultura ambientale 4.000,00 0,00 Valorizzazione Fondo Ascoli 0,00 0,00 Convenzioni con comuni e università 0,00 0,00 Studi, ricerche e pubblicazioni 0,00 0,00 Altri progetti 0, ,00 TOTALE 6.722, ,21 AVVIAMENTI Nel 2012 saranno sviluppati due nuovi progetti: il primo prevede la realizzazione di un nuovo sito web, il secondo il trasferimento della sede operativa della Fondazione presso il Convento dell Annunciata, il terzo la predisposizione di un nuovo sistema di gestione della posta elettronica. 1. Nuovo sito web La Fondazione ha necessità di disporre di un sito web moderno e accattivante, per poter offrire i servizi che a seguito dell evoluzione della tecnologia e dei modi di vivere la rete delle persone sono oggi dati quasi per scontati e per poter fornire un immagine che rifletta il grado di competenza e professionalità che lo staff e i bibliotecari mettono a disposizione del pubblico. Attualmente, il sito web della Fondazione, è gestito da personale interno e presenta caratteristiche tecniche assolutamente inadeguate alla ricchezza e complessità dei servizi che è possibile offrire all utenza, oltre a comportare carichi di lavoro eccessivi per il suo mantenimento e aggiornamento. Il progetto prevede il riutilizzo parziale del lavoro di progettazione e implementazione del sito che è finanziato da Fondazione Cariplo e sarà basato su tecnologie CMS che permetteranno a tutti gli operatori, anche nelle biblioteche, di aggiornare i contenuti di propria competenza in maniera semplice e immediata. Il nuovo sito, che aspira a proporsi non solo come vetrina e centro di informazioni, ma anche come portale della lettura e delle biblioteche, offrirà una maggiore integrazione con il catalogo, con i servizi on line, con MediaLibraryOnLine, con il blog delle biblioteche, e si avvarrà di sistemi di single-signon per tutti i servizi. Spesa prevista: euro5.000,00 2. Trasferimento della sede operativa (Progetto Annunciata) Questo obiettivo sarà perseguito nella prospettiva attualmente in fase di discussione preliminare con l Amministrazione Comunale di Abbiategrasso dell avvio di attività e servizi culturali promossi e gestiti dalla Fondazione presso il Convento dell Annunciata. Gli importi stanziati si riferiscono alle spese di trasloco e predisposizione del cablaggio, nell ipotesi di effettuare il trasferimento Spesa prevista: euro 7.000,00 pag. 16

19 3. Nuovo sistema di gestione La Fondazione fornisce circa 50 caselle di posta allo staff e alle biblioteche. Il nuovo servizio servirà a gestire i flussi di posta elettronica in maniera ottimale e in completa sicurezza. Spesa prevista: euro 3.025,00 SPESE PER L EROGAZIONE DI SERVIZI ALLE BIBLIOTECHE euro Connettività per il collegamento delle biblioteche ai server e a internet Nel 2012 la rete telematica della Fondazione sarà potenziata a seguito della ricontrattualizzazione dei canoni effettuata a fine 2011, che ha portato a una riduzione significativa dei costi (circa euro l anno). La banda delle linee utilizzate dalle biblioteche sarà raddoppiata mentre la banda disponibile al centro stella arriverà complessivamente a 70 MB, a fronte dei 50 attuali. Spesa prevista: euro ,00 2. Assistenza, manutenzione e aggiornamento sistema informativo / sito web Il mantenimento dell efficienza del software di gestione e dei sistemi operativi dei server, e l esigenza di modificare gli applicativi per adattarli alle esigenze dei servizi comporta l affidamento di un servizio di gestione sistemistica e di manutenzione alla società fornitrice di Q-Series, il rinnovo dei canoni di assistenza hardware e il mantenimento di un servizio di antivirus e antispyware centralizzato. Spesa prevista: euro ,00 3. Prestito interbibliotecario Nel 2012 cambieranno gli assetti di erogazione del servizio e le frequenze dei passaggi, che saranno gradualmente riportati ai livelli del Il servizio sarà attivo per 46 settimane, con sospensione nel mese di agosto e durante le festività natalizie. La riduzione dei contatti settimanali, che negli anni scorsi si era resa necessaria per ragioni di bilancio, è stata rivista nel quadro di una complessiva ipotesi di razionalizzazione del servizio, che prevede l utilizzo di un mezzo di proprietà della Fondazione. Il costo del personale che gestisce il servizio è computato alla voce COLLABORATORI. Qui sono riportati solo i costi di gestione dell automezzo Spesa prevista: euro ,00 4. Catalogazione e archiviazione Questa voce comprende esclusivamente i costi per gli strumenti e le attrezzature di supporto necessarie per il servizio di catalogazione, compresa una postazione SBN. Spesa prevista: euro 500,00 pag. 17

20 5. Abbonamento a banche dati Questa voce comprende il canone di manutenzione della piattaforma Media Library On Line, il rateo contrattuale per l accesso alle banche dati giuridiche Wolters Kluwer (già nota come De Agostini Giuridica) e l abbonamento alla banca dati di Syndetics. Tutti i contenuti di MediaLibraryOnLine (quotidiani, musica in streaming e in download, prestito e- book, ecc.) saranno sostenuti, a partire dal 2012, con le risorse destinate all acquisto centralizzato. Spesa prevista: euro ,00 6. Valorizzazione e potenziamento delle raccolte Nel 2012 entrerà a regime il progetto di valorizzazione e potenziamento delle raccolte approvato dall Assemblea Generale, al quale hanno aderito tutti i comuni. Come previsto dall Assemblea Generale, nel 2012 sarà attuata una moratoria sugli standard minimi di acquisto, per consentire a tutti di partecipare al progetto anche in una situazione di oggettiva crisi. Gli acquisti saranno gestiti attraverso una libreria online della Fondazione dotata di un nuovo software che presenta, rispetto a quello in uso fino al 2011, maggiori funzionalità per il lavoro di selezione effettuato dai bibliotecari. In questa voce di costo, oltre alle risorse per gli acquisti (che comprendono sia lo stanziamento dei comuni che aderiscono al progetto di acquisto centralizzato sia il bonus campagna sostenitori per le biblioteche che hanno raccolto adesioni), sono comprese le spese per gli strumenti - software, banche dati e servizi di informazione editoriale - utilizzati per gestire al meglio il servizio. Una percentuale del budget complessivo per gli acquisti (decisa dall assemblea plenaria dei bibliotecari) sarà utilizzata per l acquisto di contenuti digitali nella Media Library Spesa prevista: euro ,00 7. Tesseramento utenti La gestione del tesseramento è stata radicalmente rivista nel 2010 con il passaggio all uso della CRS Carta Regionale dei Servizi: le tessere personalizzate rilasciate dalla Fondazione sono state mantenute solo per le categorie di cittadini non in possesso della CRS e per i minori di 15 anni. La Fondazione provvede alla stampa di tutto il materiale occorrente (moduli di iscrizione e moduli di modifica/cancellazione dei dati personali, etichette, opuscoli informativi) e alla gestione dell archivio dei moduli di iscrizione. Spesa prevista: euro 1.700,00 8. Inventariazione Questa voce di costo comprende la realizzazione delle etichette riportanti il numero di inventario e/o il barcode di identificazione, che ogni biblioteca applica su tutti i materiali di nuova acquisizione e sulle schede di iscrizione degli utenti che non sono in possesso della CRS. La gestione degli inventari è invece interamente automatizzata e viene effettuata dal personale della Fondazione, all interno del software di gestione Q-Series. La previsione di spesa è invariata rispetto al Spesa prevista: euro 3.000,00 pag. 18

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011 Ditta 005034 Data: 05/04/2013 Ora: 15.13 Pag.001 A.I.R. - ASSOCIAZIONE ITALIANA RETT - ONLUS VIALE BRACCI 1 53100 SIENA SI ESERCIZIO DAL 01/01/2012 AL 31/12/2012 BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA AI SENSI DELL'ART.2435

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP)

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP) REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT.75 CONFERIMENTO E REVOCA DI INCARICHI AL PERSONALE DELLA CATEGORIA EP E 76 RETRIBUZIONE DI POSIZIONE E RETRIBUZIONE DI RISULTATO DEL CCNL 16.10.2008

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D.

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. Convegno del 7 dicembre 2010 Dott. ssa Mariangela Brunero Il rendiconto: criteri e modalità di redazione ed approvazione Introduzione Attività

Dettagli

PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA

PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA FONDAZIONE VITAE MYSTERIUM NUOVO STATUTO DELLA FONDAZIONE VITAE MYSTERIUM Preambolo La Fondazione autonoma "Vitae Mysterium" è stata eretta canonicamente dall'em.mo Card. Angelo

Dettagli

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio.

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio. IL BILANCIO DELLE IMPRESE Le imprese sono aziende che hanno come fine il profitto. Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO ANZIANITÀ DI SERVIZIO QUESITO (posto in data 11 luglio 2013) Sono Dirigente Medico di primo livello dal marzo del 2006 e di ruolo, senza interruzioni di servizio, dal luglio 2007. Mi hanno già

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede)

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) 1) E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART.

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. 1 E costituita, nello spirito della Costituzione della Repubblica

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti BANDI 2015 2 Guida alla presentazione La Fondazione Cariplo è una persona giuridica privata, dotata di piena autonomia gestionale, che, nel quadro delle disposizioni della Legge 23 dicembre 1998, n. 461,

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti ........ Reperimento risorse per interventi in ambito culturale e sociale Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti di Federica Caponi Consulente di enti locali... Non è

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 ROMA SOLIDALE ONLUS Codice fiscale 08060901009 Partita iva 09559981007 BORGO PIO 10-00193 ROMA RM Numero R.E.A. 1176430 Fondo di dotazione Euro 350.000 Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C.

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Sottoscritto definitivamente in data 20 dicembre 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library

Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library A. Bardelli (Univ. Milano Bicocca), L. Bernardis (Univ.

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

CAPITOLO I - COSTITUZIONE

CAPITOLO I - COSTITUZIONE CAPITOLO I - COSTITUZIONE ART. 1- FONDAZIONE E' fondata per coloro che aderiscono e aderiranno al presente statuto, che prende vigore immediato, un' associazione per la pratica e la diffusione del Viet

Dettagli

Statuto della CIIP - Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione

Statuto della CIIP - Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione Statuto della CIIP - Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione Articolo 1 - Costituzione E' costituita una Associazione denominata: Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione (CIIP)

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

Fondazione Luca Pacioli

Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli LE NOVITÀ DELLA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO SUL BILANCIO D ESERCIZIO BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA Documento n. 15 del 28 aprile 2005 CIRCOLARE Via G. Paisiello, 24 00198 Roma

Dettagli

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura.

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura. Dicembre 200 Conto 3. Guida pratica alla Fattura. La guida pratica alla lettura della fattura contiene informazioni utili sulle principali voci presenti sul conto telefonico. Gentile Cliente, nel ringraziarla

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

Consorzio Stradale Lido dei Pini Lupetta Il Consiglio di Amministrazione

Consorzio Stradale Lido dei Pini Lupetta Il Consiglio di Amministrazione Consorzio Stradale Lido dei Pini Lupetta Il Consiglio di Amministrazione REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL SITO WEB Art. 1 (Finalità) Il Sito Web del Consorzio è concepito e utilizzato quale strumento istituzionale

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero 1 Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero sistema e sui servizi a disposizione sia in qualità

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA REGOLAMENTO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI ED ALTRE AGEVOLAZIONI ART. 1 FINALITA 1. Con il presente Regolamento la Comunità della Valle di Cembra, nell esercizio

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGOLAMENTO PER L AUTORIZZAZIONE E LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI ESTERNI OCCASIONALi, NON COMPRESI NEI COMPITI E DOVERI D UFFICIO, CONFERITI AL

Dettagli