Non ce lo possiamo proprio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Non ce lo possiamo proprio"

Transcript

1 Anno II - Numero Martedì 27 agosto 2013 Direttore: Francesco Storace Roma, via Giovanni Paisiello n. 40 DALLA MANIFESTAZIONE DI MANFREDONIA NUOVI STIMOLI PER L'UNITÀ STOP ALLA FRAMMENTAZIONE SCOMMETTERE SULLA DESTRA Nessuno ha il diritto di cancellare la speranza di milioni di italiani di Francesco Storace Non ce lo possiamo proprio permettere. Dopo la manifestazione di Manfredonia la consapevolezza aumenta: la frammentazione a destra è un cancro che va estirpato. Ci uccide tutti e si illude chi pensa di salvarsi per un pugno di voti in più. L'autosufficienza è inutile. Ci vuole progetto. Cultura. Politica. Milleduecento chilometri in 48 ore d'automobile dalla Sicilia e ritorno assieme a Mimmo Nania diventano una pazzia di chi ama la destra se non ci si rende tutti conto che è l'italia ad aver bisogno del movimento della sovranità nazionale, della cultura di destra, della possibilità di tornare a credere in una speranza valoriale e di rinascita. Ho contato circa sette sigle che dalla diaspora di An in poi sono nate a destra, a parte quella che c'erano prima e ad Alleanza nazionale non aderirono: La Destra, Fratelli d'italia, Futuro e Libertà sono solo le più conosciute. Poi, le formazioni che si sono cimentate ai vari livelli territoriali: Io Sud di Adriana Poli Bortone; Nuova Alleanza dello stesso Nania; Azione Popolare di Silvano Moffa; Coesione nazionale di Pasquale Viespoli. Ha sviluppato poi una propria soggettività politica Fare Futuro di Adolfo Urso. Idem per la fondazione Nuova Italia di Gianni Alemanno. Credo che l'elenco sia sufficientemente ampio. Eccessivo direi (e magari ho dimenticato qualcuno e spero di esserne perdonato). Tutto questo è la pazzia (non i chilometria girare l'italia, spero...) e a Manfredonia l'ho detto. Io non voglio fare un altro partito, vorrei semplicemente che ne facessimo uno solo al posto di nove soggetti politici oggi esistenti a vario titolo. Magari partendo da una federazione, magari - se proprio è necessario che ciascuno resti affezionato alla sigla sua - sviluppando il doppio tesseramento. Ma non perdiamo più tempo, per favore. Se l'anno prossimo non saremo capaci di dare all'italia una destra unitaria, davvero si fa vincere Grillo... Non c'è motivo per restare sparpagliati. Alleanza nazionale, a differenza della Dc e del Psi, non fu travolta da Tangentopoli, ma dalla decadenza culturale che la portò a sottovalutare la rappresentanza di idee e di valori, che diventarono subordinati alla governite a tutti i costi. Chi pensa oggi di risorgere da solo, sarà inseguito non benevolmente dagli elettori di tutti, perché avrà posto la parola fine ad un sogno di milioni di Italiani, che si può avverare nel momento in cui il Pdl va al crepuscolo, allo scioglimento. Una destra rinvigorita dall'unità può anche essere capace di esprimere una leadership per il governo dell'italia da contrapporre a Renzi. Maledetti i fantastici novanta anni di Giorgio Albertazzi, verrebbe da dire... Abbiamo un giacimento culturale enorme e personalità in grado di restituire entusiasmo al nostro popolo. Si sporchino le mani con tutti noi i Veneziani, i Buttafuoco, i Malgieri, gli uomini che ci fanno sognare, non scrivano solo splendidi articoli o appelli ricchi di identità, ma siano loro stessi a prendere l'iniziativa, anche di guida di una battaglia politica nazionale. O almeno ci aiutino a scegliere chi. A individuare la novità capace di far innamorare un popolo. Il centrodestra tutto non potrà dire di no se saremo capaci di proporre la rinascita della Nazione. SENTENZA MEDIASET E VELENI Esposito: acquisito l audio della intervista impossibile di Robert Vignola Eppur si muove. Certamente, e per carità, si tratta di un atto dovuto. Ma è perifrasi, questa, che richiama fin troppo beffardamente il suo contrario. Se c è un atto che il giudice Esposito non doveva assolutamente fare, infatti, era proprio rilasciare quell intervista a Il Mattino, in cui si lanciava in questioni riguardanti la sentenza della Corte di Cassazione sul caso Mediaset, prima ancora che questa sentenza fosse depositata. Questione, questa, che ha come noto alimentato a non finire il fiume di veleni su una vicenda politica che, del resto, ha occupato un ruolo di gran lunga centrale nella china della crisi che sta scendendo il Governo Letta. Insomma, la Procura generale della Cassazione ha acquisito nella sede della storica testata giornalistica napoletana la registrazione integrale dell'intervista al presidente della sezione feriale della Suprema Corte, poco dopo la conferma della condanna a 4 anni per Silvio Berlusconi nel processo Mediaset. L'audio del colloquio tra il giornalista Antonio Manzo e il giudice Antonio Esposito, della durata di 34 minuti, è stato consegnato dal direttore del quotidiano partenopeo, Alessandro Barbano, dopo che a questi era giunta una richiesta formale da parte della Procura generale della Cassazione nell'ambito degli accertamenti avviati dopo la pubblicazione dell'intervista al magistrato. Redde rationem per un comportamento fin troppo spregiudicato (a prescindere dagli esiti esilaranti dell utilizzo di uno stretto vernacolo partenopeo durante l intervista)? Macché: secondo la Procura generale si tratta di un atto dovuto, dal momento che il magistrato aveva affermato che l'intervista era stata "manipolata". Infatti, spiegano fonti giudiziarie, si inquadra nella fase pre-disciplinare, mentre nessuna azione disciplinare è ancora stata avviata formalmente dal Pg. Insomma, al danno di immagine per una magistratura la cui autorevolezza esce a brandelli grazie a quell audio (ascoltato da centinaia di migliaia di italiani e compreso forse neanche da un quarto di essi), si potrebbe aggiungere la beffa di un giornale, o di un cronista, che finisce pure sotto accusa per aver manipolato quell intervista impossibile. Tutto questo, mentre il giornalista de Il Giornale Stefano Lorenzetto e l attore Franco Nero non risultano essere stati ascoltati da nessuno in merito alle loro dichiarazioni sulle sparate contro Berlusconi cui lo stesso Esposito avrebbe dato vita, in pubblico. La speranza, per un italiano che creda ancora nella inattaccabilità morale (e non solo legale) della magistratura, resta solo quella di essere smentiti. ATTUALITÀ Quanti litigi attorno a Lucio Guerra aperta tra il Comune di Molteno e gli eredi di Lucio Battisti. Al centro della disputa c'è la manifestazione organizzata dall amministrazione del centro lecchese e dedicata a cantautore. Secondo la vedova e il figlio del genio musicale nell evento (che si è svolto dal 1999 al 2005) sarebbero stati violati i diritti personali del cantante. E il Tribunale di Milano, un paio di anni fa, aveva accolto la tesi secondo cui nessuno può utilizzare il nome e l immagine di una persona senza il suo consenso e men che mai può farlo dopo la sua morte contro la volontà dei suoi eredi. Ora però a ribaltare quella sentenza ci ha pensato la Corte d'appello che ha dato ragione al Comune di Molteno: si potrà dunque organizzare nuovamente la kermesse. Una scelta, ovviamente, che ha fatto infuriare nuovamente gli eredi del grande Lucio. Barbara Fruch a pag. 8 Migliaia di persone alla mostra sul seminarista emiliano, presto Beato, ucciso dai comunisti Ragazzino mette ko i partigiani di Igor Traboni Rolando Rivi aveva appena compiuto 14 anni quando alcuni partigiani comunisti, che già da tempo stavano mettendo a ferro e a fuoco la zona tra Modena e Reggio, lo presero e lo tennero prigioniero per tre giorni in un casolare, picchiandolo e infliggendogli le più tremende torture. Rolando Rivi aveva appena compiuto 14 anni quando i liberatori comunisti decisero di liberarsi anche di quel ragazzino, con due colpi di pistola alla tempia, lascandolo morire era il 13 aprile del 1945 come un cane, in mezzo ad un bosco, ridendo del suo ultimo desiderio di pregare per i genitori e strappandogli la talare che indossava. Perché Rolando era un piccolo seminarista, costretto a tornare a casa per gli eventi bellici. Ma da buon seminarista, la talare continuava ad indossarla, per essere segno. Tra le nefandezze della guerra. Tra le zozzerie dei partigiani che vollero ammazzarlo perché domani ci sarà un prete in meno Politica Sull Imu tutto fermo, scontro Pd-Berlusconi a pag. 2 Giustizia Va avanti la riforma per tagliare i tribunali Emma Moriconi a pag. 2 Roma Così Ignazio Marino penalizza i vigili a pag. 5 come urlò il capo degli assassini.. Rolando Rivi è nel cuore di Papa Francesco, che il 27 marzo scorso, appena insediatosi e tra i primi atti se suo pontificato, ha autorizzato il decreto riguardante il martirio del ragazzino, ucciso in odium fidei dai partigiani comunisti. Il 5 ottobre prossimo, nella piazza grande di Modena e alla presenza di tutti i vescovo della rossa Emilia Romagna, Rolando Rivi verrà dichiarato beato dalla Chiesa. Una storia, quella del piccolo di Castellarano, che in questi giorni ha incantato e appassionato (nel senso duplice di passione ) centinaia di migliaia di persone al Meeting di Rimini. Tutti in fila per visitare la mostra dedicata a Rolando, significativamente allestita a ridosso del Villaggio dei ragazzi in uno degli stand della kermesse ciellina. E proprio tanti ragazzi hanno usufruito delle visite guidate alla mostra, semplice ma intensa: pochi pannelli colorati, con qualche documento d epoca, come quello della condanna (fin troppo mite) per i partigiani che uccisero Rolando. Tanti bambini ad ascoltare la storia drammatica di un loro coetaneo, un frutto che ha portato seme: all intercessione di Rivi si deve già un primo miracolo (la guarigione di un bambino inglese) e altri di certo ne seguiranno. Ma il miracolo più grande è stato proprio quello della gente in fila alla mostra riminese, tra le più visitate, anche rispetto a rassegne forse più alte da un punto di vista culturale ed artistico. Una mostra dal titolo sconvolgente: Testimone della verità. Quella verità che in troppi si ostinano a nascondere. Cronaca Ecofer: una discarica piena di interrogativi Ugo Cataluddi a pag. 6 LA POLEMICA Lasciate pure gli islandesi senza Europa Gli islandesi, beati loro e soprattutto lungimiranti loro, ci stanno ripensando sull eventualità di entrare in Europa. Ma l Unione Europa, evidentemente in cerca di un altra vittima, non si arrende e chiede chiarezza al governo dell isola riguardo al suo futuro europeo. Il precedente governo di Rekyavik, infatti, nel pieno della crisi finanziaria che aveva colpito il Paese, aveva lanciato i negoziati d'adesione. Ma dopo le elezioni dello scorso aprile, da cui è uscito un governo euroscettico peraltro in linea con quanto sta accadendo nel nord Europa, il parlamento islandese ha annunciato un riesame del processo di adesione per l'autunno, mentre il consiglio costituzionale ha affermato che il governo non deve sentirsi vincolato dal voto del precedente parlamento che nel 2009 si era espresso a favore dell'ingresso nell'ue. L'Islanda si oppone fra l'altro alle richieste dell Unione Europea sul fronte delle quote per la pesca, mentre Bruxelles che vuole decidere anche sulle aringhe - la settimana scorsa ha avviato misure restrittive nei confronti delle vicine Isole Faroer. I.T.

2 ACQUE SEMPRE PIÙ AGITATE DALLE PARTI DEL GOVERNO, CHE INTANTO NON DECIDE NULLA Letta si incarta sull economia, il Pd sul Cav Berlusconi ai suoi: Basta polemiche - Ma Epifani insiste: Voteremo per la decadenza di Igor Traboni Prima del Consiglio del ministri, ieri si è tenuta una riunione a palazzo Chigi tra il presidente del Consiglio, Enrico Letta; il suo vice, Angelino Alfano; il ministro dell'economia, Fabrizio Saccomanni; quello degli Affari regionali, Graziano Delrio, per mettere a punto i prossimi provvedimenti economici del governo, a partire dalla revisione dell'imu. Ma in pratica ancora una volta è stato deciso un bel niente. "Stiamo continuando a ragionare - ha infatti affermato il ministro Delrio lasciando la sede del governo - e a valutare tutte le opzioni possibili". Il Consiglio dei ministri si è poi riunito e l incontro è andato avanti fino a tarda sera - con all'ordine del giorno l'esame del dl e ddl sulla Pubblica amministrazione (rispettivamente per la razionalizzazione e l'occupazione), con norme che vanno dal salvaprecari all'ulteriore taglio delle spese per consulenze e auto blu. E così proseguito l'esame del pacchetto, già all'odg della riunione di governo di venerdì scorso, per l'approvazione. Ma intanto è la vicenda Berlusconi che continua a tener banco e ieri è di nuovo intervenuto direttamente l ex premier, invitando i suoi a non fornire con dichiarazioni altre occasioni a questa manipolazione continua che alimenta le polemiche e nuoce a quella coesione interna''. 2 "In questa situazione di difficoltà per il nostro Paese e di confronto tra le forze politiche ha detto il Cav ai parlamentari azzurri - il dibattito all'interno del Popolo della Libertà, che nasce come chiaro segnale di democrazia, viene sempre più spesso alimentato, forzato e strumentalizzato dagli organi di stampa". "La passione e l'impegno generoso dei nostri dirigenti e dei nostri militanti, anche negli ultimi giorni, vengono riportati e descritti a tinte forti, quasi fossero sintomi di divisione e di contrasto. Perciò, invito tutti a non fornire con dichiarazioni e interviste altre occasioni a questa manipolazione continua che alimenta le polemiche e nuoce a quella coesione interna, attorno ai nostri ideali e ai nostri valori, che è sempre stata ed è il tratto distintivo del nostro movimento". Un tentativo che forse servirà a poco o a niente, visto che ieri all attacco di Berlusconi è partito lancia in resta il segretario pd Guglielmo Epifani. Sulla questione della decadenza di Silvio Berlusconi da senatore ''il Pd rispetterà la legge. Ma è chiaro che voteremo sì. Io non ho mai avuto dubbi, né per il voto palese in giunta né per il voto segreto in aula. Tra di noi non ci saranno franchi tiratori'', ha detto il leader del Pd, Guglielmo Epifani, per poi aggiungere: ''Questa decisione non nasce dal fatto che vogliamo eliminare per via giudiziaria un avversario politico, lo facciamo invece perché è giusto così e perché questo è ciò che ci impone il principio di legalità. Nessun giustizialismo da parte nostra, ma nessun salvacondotto per chiunque''. Attualità LA PROVOCAZIONE I soldi per l Imu? Riprendete quelli dati a banca rossa I I soldi per l Imu? Basterebbe riprendere i 4 miliardi che il governo Monti con estrema generosità ha dato al Monte dei Paschi di Siena, dopo aver incassato esattamente la stessa cifra ma guarda che combinazione dall odiata tassa sulla prima casa, di nuovo inflitta ai cittadini. Quello che tanti italiani pensano, ieri lo ha sottolineato il Codacons: ''Sarebbe sufficiente un atto dovuto, ossia la revoca del decreto di erogazione di 4 miliardi al Monte dei Paschi di Siena, un aiuto di Stato comunque vietato, per trovare le risorse necessarie per non far pagare agli italiani l'imu sulla prima casa, si legge in una nota dell associazione consumatori, che poi aggiunge: ''il presidente del Consiglio Letta ed il ministro dell'economia Saccomanni dovrebbero commissariare Mps, portando la banca sotto il controllo dello Stato e recuperando, cosi' i 4 miliardi erogati. Il Governo dovrebbe anche costituirsi parte civile nella causa intentata da Mps contro Nomura e Deutsche Bank, chiedendo un maxi-risarcimento danni'' Trenta quelli soppressi, sezioni distaccate spazzate via: dal 13 settembre spariscono 947 uffici giudiziari. Nessun esodo, niente mobilità per i togati Tribunali, la riforma non si ferma Il risparmio calcolato è superiore agli 80 milioni di euro l anno. Quella che il ministro Severino aveva chiamato riforma epocale, però, non mette mano né alla responsabilità dei giudici, né ai doppi incarichi dei magistrati di Emma Moriconi La riforma che taglia i tribunali partirà il 13 settembre. I calcoli del ministero parlano di un risparmio di circa 80 milioni di euro l anno, oltre ai costi delle utenze: ne ha parlato il guardasigilli al Messaggero, specificando che non ci saranno rinvii. La commissione Giustizia del Senato, però, ha tentato di frenare: Pd, Pdl, Scelta Civica e 5 Stelle hanno dato il via, all unanimità, ad un ddl di rinvio di un anno. Il ministro Cancellieri, però, è decisa: questa riforma s ha da fare. Il 13 settembre, non un giorno dopo. Anche la Corte Costituzionale vuole la riforma, e presto. Nessun rinvio, dunque, anche se gli avvocati scalpitano: secondo il Consiglio nazionale forense, i criteri utilizzati per la riforma sono astratti e dannosi e prevedono un aumento dei costi a fronte del paventato risparmio. Certo, i disagi ci saranno, e saranno pesanti. Per ovviare a questo, e per tenere buono almeno per un po chi scalpita, gli immobili di alcuni uffici soppressi per ora 42 in tutto - saranno mantenuti per qualche anno, massimo cinque: serviranno ad evadere le pendenze e a conservare, in 22 casi, nella prima fase, gli archivi. ''Può darsi che all'inizio ci saranno problemi di avvio ha detto il ministro Cancellieri al Messaggero - ma bisogna ragionare con buon senso, perché il meglio è nemico del bene. La legge ci dà due anni di tempo per mettere mano ad eventuali correttivi, se necessari ha aggiunto - Ma la riforma ora deve partire e partirà. Da parte mia ha concluso - ho preso un impegno e alla ripresa dei lavori parlamentari sarò in commissione Giustizia''. La riforma epocale spazza via 947 uffici giudiziari. Trenta tribunali, trenta procure, 220 sezioni distaccate, 667 sedi di giudice di pace. Molti sono stati i ricorsi presentati alla Corte Costituzionale, che però ha ribadito la volontà di andare avanti, respingendoli tutti. Dello stesso avviso il Capo dello Stato: Napolitano ha detto no ai ciechi personalismi, convinto della bontà della riforma. Ma non ci si illuda: ad essere tagliate saranno solo le sedi, non i giudici. Nessun esodato, niente messa in mobilità per i togati: saranno tutti trasferiti nelle sedi che andranno ad accorpare quelle soppresse. Se qualcuno, sentendo parlare di riforma epocale, si era illuso che riguardasse per esempio i doppi incarichi dei magistrati, resterà deluso. Se qualcuno ha pensato che si andasse a mettere mano alla responsabilità dei magistrati, ha capito male. La riforma epocale chiude le sedi. Basta. E, si, pone le basi per risparmiare milioni di euro l anno. Le voci contrarie alla riforma sono però numerose: si discute sui tagli dei tribunali e su quelli dei giudici di pace a fronte delle spese del Ministero della Difesa per i satelliti spia militari, tanto per fare un esempio. Ma soprattutto si punta il dito sull aggravio immenso di carico di lavoro (e dunque di persone, addetti ai lavori e cittadini) sui centri urbani, e si teme che uffici e città saranno congestionati dalla marea, umana e di scartoffie, che si abbatterà su di essi. E poi, ci si pone il problema che sarà maggiormente complicato l accesso alla giustizia da parte degli utenti, e che i centri più piccoli sarebbero destinati a morire. In pratica, anziché decentrare si accentra. Si riducono i costi, ma anche i servizi. Chi si dice a favore della riforma, ritiene che essa porterà ad una velocizzazione dei processi e ad una maggiore specializzazione dei magistrati. Chi è contrario sostiene che anziché ad una velocizzazione, si assisterà ad un ingorgo di pratiche. A scagliarsi contro il provvedimento, anche il vice presidente del Senato Maurizio Gasparri: il Parlamento ha votato all unanimità per un rinvio ha detto, specificando che se la Cancellieri andasse avanti lo stesso sarebbe un atto gravissimo che renderebbe ancora più precaria la vita del governo. LO ZOO DI SPIDER WOMAN Ritorno al giurassico per il cucciolo del PD nascente del PD, ovvero il cucciolo che rappresenta L astro la nascita del rinnovamento a sinistra ostentato dai media e osteggiato dal gotha del partito, che da più di quattro anni imperversa affetto dal virus della banalità, rischia di perdersi e di annegare dentro il mare dei luoghi comuni che lui stesso alimenta attraverso le sue quotidiane affermazioni. Esempio n.1 la tanto paventata rottamazione è già bella che archiviata, date le cronache recenti che lo vedono a far proseliti e incetta di vecchi dinosauri della politica in Sicilia ( vedi l acquisizione tra i suoi adepti dell attuale sindaco di Catania reduce della prima Repubblica e campione del trasformismo e dell adattamento a più forze politiche nel corso degli ultimi vent anni) e a strizzare l occhio al Tirannosauro Rex per eccellenza ovvero l attuale sindaco di Palermo, nonché cucciolo anch egli della Dc negli anni ottanta, poi fondatore de La Rete negli anni novanta e transitato quindi nel vincente periodo dell Italia dei Valori alle soglie del nuovo millennio. Si catapulta così nel periodo Mesozoico rischiando quindi di riesumare un nuovo giurassic park da terzo millennio. Esempio n.2 a furia di banalizzare e di dire cose scontate non riesce più a trovare nuove fonti d ispirazione e si scaglia contro tutto e tutti, contagiando persino i suoi che in piena virosi esternano anche contro la nuova edizione del Monopoly., versione a loro dire altamente diseducativa perché inneggia alla speculazione finanziaria, tarpandosi gli occhi dinnanzi agli occulti finanziatori del cucciolo-capo. Esempio n.3 a furia di aspettare il momento giusto per scendere in campo rischia di trasformarsi da cucciolo ad adulto, eterno candidato alle primarie, mentre passano i mesi e altri gli contendono il trono e così in cerca di alleanze, alle soglie della disperazione per bruciare l eterna attesa del trionfo, si allea con il padre nobile, per mesi vilipeso e rottamato con tanto di sagoma sotto il camper, il Velociraptor di Roma (ovvero Massimo D Alema), segretario dei giovani comunisti nel 75, già presidente del Consiglio nel 98, nel 2000 presidente dei democratici di sinistra, ministro degli esteri nel 2006 e con ben sette legislature alle spalle. Una grande esperienza non c è che dire, punta in alto il rinnovatore della sinistra italiana..di certo il nuovo che avanza! Della serie: lasciate ogni speranza, voi ch entrate.

3 3 Economia SCANDALO DEI CIELI: DECINE E DECINE DI PILOTI PERCEPISCONO COMUNQUE EURO AL MESE Alitalia, Cassa Integrazione dorata Sostenuti dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi, alcuni dipendenti lavorano con un maxi-stipendio in nero per vettori asiatici di Federico Colosimo Scandalo cassa integrazione nei cieli L Osservatorio Nazionale sulle Liberalizzazioni nei Trasporti (Onlit), denuncia: Decine e decine di piloti Alitalia percepiscono 7mila euro al mese per non fare nulla. Come se non bastasse, quest ultimi lavorano con un altro maxistipendio in nero, di 8mila euro mensili, per vettori asiatici. Adesso basta, tutto questo non è più tollerabile. Fa la voce grossa il Presidente della Onlit, Dario Balotta. E si scaglia contro il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi: Altro che mossa strategica. Come si fa è la domanda che si pone l ex sindacalista a tenere in vita un settore sempre in perdita e che per di più applica tariffe più care dei concorrenti e fino a ieri aveva il monopolio sulla Roma Milano?. Questo è solo l inizio. Il 13 giugno scorso, Lupi lo aveva annunciato: E in arrivo disse - una nuova proroga dell ammortizzatore sociale fino al 2018 per i lavoratori della vecchia Alitalia. Detto, fatto. Dieci anni (7 previsti per il fallimento del di oggi) di cig straordinaria con un trattamento di assoluto favore (che crea imbarazzo) rispetto a qualsivoglia altro dipendente. E proprio il caso di dirlo: qualsiasi cittadino vorrebbe essere messo in grado di perdere il lavoro e percepire circa 15 mila euro al mese. Ma questo non è possibile. Una scelta sbagliata, quella di Lupi. Per certi versi scandalosa. Si poteva pensare a un ricollocamento. E invece Il governo fatica a trovare fondi per la cassa integrazione in deroga per migliaia e migliaia di lavoratori, ma riesce tranquillamente a tirar fuori quelli per i dipendenti Alitalia. La principale compagnia aerea italiana può considerarsi a tutti gli effetti una grandissima casta volante. Il ministro Lupi, pochi mesi fa, aveva assicurato anche che il provvedimento non sarebbe pesato sui conti pubblici. Bugia grossolana. Altro che fondo che si autoalimenta. Si alimenta, sì, senz altro, quest ultimo. Ma con i soldi dei viaggiatori, costretti a pagare tasse folli e salatissime su ogni singolo biglietto. Due pesi e due misure: come sempre. Meridiana Fly scende in piazza Se i piloti di Alitalia se la passano ottimamente anche se in cassa integrazione (come riferiamo nell articolo accanto) quelli di Meridiana Fly scendono in piazza a protestare. Ieri mattina, infatti, oltre cento dipendenti hanno manifestato per richiamare l attenzione delle istituzioni sulla gravissima situazione economica e gestionale su cui versa la compagnia aerea. Ma il titolare del dicastero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi, ha fatto orecchie da mercante. Nell area aeroportuale di Olbia (centro direzionale), con il lutto al braccio e muniti di fischietti e cartelli, i dipendenti, molti dei quali accompagnati da mogli e figli, hanno tappezzato le recinzioni della compagnia e hanno dato vita a una vera e propria protesta pacifica. Sono infatti ben i lavoratori collocati in cassa integrazione a rotazione. Tutti contestano i pesanti tagli del costo del lavoro e il disimpegno della Regione Sardegna nel rifinanziamento della continuità territoriale. La controllata Air Italy, intanto, ne approfitta e acquisisce le storiche rotte da sempre appartenute a Meridiana Fly. L AZIENDA HA ANNUNCIATO OLTRE 1400 ESUBERI Indesit: riprende l attività ma resta la preoccupazione È ripresa ieri l'attivita' produttiva della Indesit Company nei due stabilimenti marchigiani di Fabriano, ma restano le preoccupazioni, in attesa che il 17 settembre a Roma si riapra il tavolo ministeriale sulla vertenza. Prima dell estate, la multinazionale dell'elettrodomestico ha infatti annunciato esuberi in Italia (710 nelle Marche) e la chiusura delle fabbriche di Melano e Teverola (Caserta), con il trasferimento di parte della produzione in Polonia e in Turchia. Entro l'11 settembre la Regione Marche dovra' presentare al ministero dello Sviluppo economico un progetto di piattaforma tecnologica per il settore elettrodomestico che, visto in prospettiva, potrebbe anche scongiurare la chiusura dell'impianto di Melano, sempre nella zona di Fabriano. Indesit assicura che non vuole licenziare nessuno e che investira' 70 mln di euro in tre anni negli impianti italiani. Il 24 luglio scorso l'ad Marco Milani ha spiegato agli analisti finanziari che il piano di riassetto ''si puo' modificare, ma senza perdere di vista l'obiettivo di rendere la presenza industriale in Italia sostenibile nel tempo''. I sindacati temono pero' un disimpegno graduale del gruppo dall'italia, e chiedono modifiche sostanziali del piano. Milioni di automobilisti cercano di far quadrare i conti Auto: la crisi taglia le spese Boom della riconversione del gpl: il 61% dei proprietari, infatti, vuole abbandonare la benzina per passare all'impianto a gas di Giuseppe Sarra Crisi: pronti, via. Gli italiani che rientrano dalle ferie di agosto si ritrovano i portafogli ulteriormente alleggeriti. Un film già visto. I cinque anni di profonda recessione economica, infatti, hanno cambiato anche il rapporto degli italiani con l auto. Crollo nelle vendite delle vetture nuove, record negli acquisti di quelle usate. Questa l analisi del Centro Studi Cna realizzato da Swg. Intanto, proprio a causa della crisi, il 30% degli italiani ha ridotto il tetto di spesa destinato alla manutenzione. Visto che non ci sono i soldi per cambiare l'automobile osservano i sondaggisti - si fa comunque manutenzione, e infatti accanto al 30% degli intervistati che ha ridotto la spesa destinata cura dell'auto, il 25 percento è sicuramente più attento di prima, il 12% l'ha aumentata mentre la restante metà l'ha confermata. L analisi: in Italia circolano quasi 37 milioni di automobili. Una stima che ci colloca come densità, rispetto alla popolazione, ai vertici europei: solo Paesi piccoli e/o con poca popolazione - come il Lussemburgo e l'islanda, infatti - contano più vetture ogni cento abitanti della penisola. Nella penisola circolano 61 automobili ogni cento persone, contro una media comunitaria di 51. In Germania 52 sono quelle immatricolate ogni cento abitanti, nel Regno Unito 50 mentre in Francia e in Spagna 48. Così, gli italiani disamorati per l'alta tassazione, tra cui bollo, Rc auto e carburanti, che ha causato non solo il crollo delle vendite di auto nuove, ora si trovano costretti anche a ridurre la manutenzione del mezzo di trasporto privato. Cambio l auto quando mi gira? Solo una possibilità di ieri, ormai un lontano ricordo. La crisi spinge gli italiani a tenersi stretta quella vecchia e pure con qualche ammaccatura. Intanto, è boom per il gpl: il 61% degli automobilisti vuole abbandonare la benzina. Un altra triste puntata della crisi. A tutto gas CRISI: ALTRA GATTA DA PELARE PER IL GOVERNO DEL (NON) FARE Italia nei guai, schizzano gli interessi del debito L analisi di Unimpresa: In scadenza 74,5 miliardi di Bot, 37,8 miliardi di Btp e 10,6 miliardi di Ctz: titoli che vanno rimborsati e che richiederanno nuove emissioni da parte del Tesoro Continua il pessimo stato dell'erario. A fotografare la profonda recessione dell Italia è il Centro studi Unimpresa. Oltre 122 miliardi di euro di debito pubblico da rinnovare entro l'anno, osserva l organizzazione delle imprese. Dopo la pausa estiva arrivano a scadenza 74,5 miliardi di Bot, 37,8 miliardi di Btp e 10,6 miliardi di Ctz: titoli che prosegue - vanno rimborsati e che richiederanno nuove emissioni da parte del Tesoro. Un Italia che va rotoli: paghiamo ancora lo scotto dell inerzia del Governo attuale e delle nefandezze di quello precedente. Intanto, a preoccupare Unimpresa c è anche la crisi dell esecutivo Letta-Alfano, ormai agli sgoccioli. Una caduta della maggioranza Pd-Pdl-Sc, infatti, potrebbe avere forti e pesanti ripercussioni pericolose su spread e tassi di interesse. Al Parlamento e Governo, e quindi a tutti i partiti, chiediamo senso di responsabilità, spiega il presidente di Unimpresa, Paolo Longobardi. La stabilità politica è decisiva sui mercati finanziari e una eventuali crisi della maggioranza, adesso, correrebbe il rischio di sprecare i risultati positivi raggiunti finora proprio sul costo delle emissioni, aggiunge il numero uno delle imprese. Le speranze di ripresa economica evidenzia - verrebbero compromesse. Mentre l Unione Nazionale di Imprese chiede unità alle forze parlamentari, il Governo del (non) fare è sempre più vicino al capolinea. Una Nazione che, giorno dopo giorno, perde di credibilità internazionale. Tantissime le multinazionali che, quotidianamente, se la danno a gambe levate; facendo schizzare di mese in mese la disoccupazione. Nel frattempo, l esecutivo Letta-Alfano già medita l aumento dell Iva di un punto: dal 21 al 22%. Si prevede un settembre tassassino G.S.

4 4 Esteri IL PENTAGONO STA VERIFICANDO TUTTE LE OPZIONI, MA GLI INTENTI SEMBRANO CHIARI. LA RUSSIA FRENA Siria, Usa e Gb pronti all attacco in 10 giorni Si conclude la missione Onu per cercare le prove degli attacchi chimici. In mattinata, ieri, il convoglio è stato colpito dai proiettili di un cecchino non identificato. Il vescovo di Aleppo, intanto, parla di rischio guerra mondiale di Valter Brogino LTutto è pronto per l intervento militare in Siria. Sembra che non ci sia neanche bisogno di verificare chi sia il responsabile del lancio delle (presunte) armi chimiche. Obama e Cameron pensano ad un attacco già nei prossimi giorni si legge sul Daily Telegraph. Intanto, gli esperti Onu sono stati autorizzati da Damasco a condurre delle indagini rigorose sulla paternità degli attacchi criminali. Ma ad Usa e Gb non importa quali saranno i responsi delle Nazioni Unite. William Hague, ministro degli Esteri britannico, ha dichiarato che l intervento militare è un opzione già presa in considerazione, indipendentemente dal rilascio del mandato da parte dell organismo internazionale. In ogni caso, il mondo rimane in attesa della decisione del presidente Usa e del premier Uk. Secondo loro, l offensiva contro il governo di Bashar Al Assad potrebbe verificarsi anche entro i prossimi 10 giorni. Il Segretario di Stato americano, Chuck Hagel, ha però ribadito che gli Stati Uniti non prenderanno decisioni che siano in disaccordo con la comunità internazionale. Per il momento il Pentagono sta valutando tutte le opzioni. L Iraq, intanto, ha dichiarato che in caso di guerra non concederà il proprio spazio aereo ai militari statunitensi. Il presunto uso di armi chimiche avrebbe causato morti, secondo le fonti occidentali. Ma il governo siriano ha prontamente respinto le accuse. Nonostante ciò, è stato convocato un Consiglio di sicurezza dell Onu per decidere dell intervento militare. Assad, prontamente, ha concesso ai funzionari delle Nazioni Unite di entrare in Siria, così da accertare eventuali responsabilità riguardo all uso di armi di distruzione di massa. In particolare, si cercano tracce di gas nervino. Ma qualcuno sembra opporsi. Gli investigatori, infatti, sono diventati il bersaglio di un cecchino nei sobborghi di Damasco. Gli spari hanno colpito l auto su cui viaggiavano i funzionari Onu. Fortunatamente, non si sono registrati feriti, ma il franco tiratore non è ancora stato identificato. Non è ben chiaro, infatti, se appartenga alle schiere dell Esercito Arabo Siriano (regolare) o all opposizione. In questa situazione di estrema confusione, ogni ipotesi è possibile. In ogni caso, secondo Washington, la decisione di Assad di aprire le porte all Onu giunge in maniera tardiva e non placa la voglie guerra statunitensi. La missione di indagine, comunque, si è conclusa ieri. Per il ministro degli Affari Esteri russo, Sergei Lavrov, non ci sono dubbi che la stampa occidentale attribuirà la colpa ai tiratori lealisti, per quanto riguarda l attacco al convoglio delle Nazioni Unite. Dure critiche giungono dal governo moscovita, che minaccia gravi conseguenze nel momento in cui l America dovesse decidere per l intervento armato. Inoltre, Lavrov ha aggiunto che un attacco alla Siria sarebbe una violazione degli accordi presi al G8 di Lough Erne. Diverso l atteggiamento del ministro degli Esteri italiano, Emma Bonino. Prima di assumere qualsiasi iniziativa in Siria bisogna pensarci mille volte, perché le ripercussioni potrebbero essere drammatiche. Secondo la titolare del Dicastero, il fatto che sia stato usato il gas nervino è un dato abbastanza assodato, anche se ammette che ancora non ci sono prove per attribuire la paternità dell attacco all uno o all altro schieramento. In ogni caso, nell intervista rilasciata a Radio Radicale, la Bonino ha dichiarato che una soluzione verosimilmente accettabile sarebbe quella di esiliare Assad. In tutto questo, poco spazio viene lasciato ai siriani, che invece vedono l attacco da parte dell Occidente come estremamente rischioso. Parla il vescovo di Aleppo, città contesa tra ribelli, jihadisti e truppe lealiste. Il religioso si chiama Antoine Audo. Se si verificasse un intervento militare-dice il vescovo- vorrebbe dire una guerra mondiale. Uno scenario che sembrava ormai chiaro a tutti. Era noto infatti che in Siria si stesse già disputando una guerra indiretta tra varie superpotenze (Usa, Russia, Iran, Cina ). E sembrava piuttosto chiaro che un intervento diretto dell una o dell altra parte avrebbe potuto comportare conseguenze disastrose per tutti. E dai segnali giunti da Mosca sembra capire che non basterà la scusa delle armi chimiche per legittimare un nuovo conflitto in Medio Oriente. D altronde questa scusa è già stata usata in passato da Washington. E ancora nessuno ci assicura che questa volta sia vera. In ogni caso, dura è la replica di Assad: Solo gli Usa in tutto il mondo lancia prima le accusa, poi avvia la ricerca delle prove. La situazione si fa incandescente e il rischio, adesso, è veramente che il conflitto strabordi fuori dei confini nazionali. Una prova di questa teoria? Basta vedere cosa sta accadendo in Libano e Iraq. LA PRIMA CITTADINA OPPONE DELLE MOTIVAZIONI RELIGIOSE, MA RISCHIA PESANTI SANZIONI PER IL SUO RIFIUTO Francia, sindaco non celebra nozze gay La coppia omosessuale, formata da due donne, ha annunciato il ricorso al prefetto. Va avanti la battaglia per la libertà di obiezione. La Manif Pour Tous ha già raccolto oltre 63mila firme di Corradino Pratoli LA PENISOLA RISCOPRE IL CIBO A KM ZERO Grecia, Mc Donald s chiude i battenti In Francia l obiezione di coscienza fa scalpore. E non da qualche giorno. A Bolléne, una cittadina del sud del Paese, il sindaco, Marie Claude Bompard, si è rifiutato di celebrare le nozze per una coppia omosessuale. Motivi religiosi si giustifica la prima cittadina di Bolléne, che chiede di poter agire liberamente in conformità con la sua fede. Ma la Francia si rivela il paese in cui le religioni vengono tutelate tutte e nessuna. Poi ha aggiunto di non opporsi alle persone, ma alla legge sui matrimoni gay. La coppia omosex, formata da due donne, Amadine Gilles e Angelique Leorux, 33 e 27 anni, non si arrendono e hanno annunciato di voler fare ricorso al prefetto. In Francia, in ogni caso, esistono delle sanzioni per quei sindaci che si rifiutano di celebrare le nozze per le coppie dello stesso sesso. In realtà non si tratta di un caso nuovissimo. Fin da quando è stata approvata la Loi Taubira (la normativa sul matrimonio tra omosessuali) sono state molte le voci dei sindaci, i quali annunciavano che non avrebbero lasciato convolare a nozze i gay. Ovviamente, si sono sollevati infiniti polveroni sulla questione e il governo ha assicurato pesanti sanzioni verso tutti i dissidenti. Nel frattempo, da alcuni mesi, il movimento La Manif Pour Tous, che si oppone alla legge (e da poco sbarcato anche in Italia per opporsi al ddl anti-omofobia), ha avviato una raccolta firme per la libertà di coscienza dei sindaci. Fino ad ora sono state raccolte oltre firme, per dire sì a questa iniziativa. Il governo ancora non si esprime. Fino ad oggi, infatti, è andato avanti a forza di repressione, tanto da prendersi un richiamo da parte del Consiglio Europeo per i diritti umani. Intanto, sul fronte della difesa della famiglia, è stato inaugurato il 10 mese di mobilitazione senza sosta. La Francia ha avuto il suo nuovo 68 tradizionalista. E visti i recenti sviluppi in tema dei diritti degli omosessuali, può darsi che anche l Italia possa risvegliarsi dal torpore, nei prossimi mesi, per combattere il liberticida ddl anti-omofobia (in discussione a settembre), grimaldello per i matrimoni gay. L importante è farlo prima che sia troppo tardi. La Grecia riscopre il piacere del cibo a km zero. In particolare, torna in testa alla classifica degli snack più mangiati il souvlaki, dei tradizionali spiedini di carne. E questa svolta sembra far male ai fast food, in particolare Mc Donald s, simbolo della globalizzazione e del cibo spazzatura. Infatti, secondo gli ultimi dati, il consumo di souvlaki ha superato di gran lunga quello di hamburger e patatine fritte. Tanto che a Salonicco, città nel nord della Grecia, il franchising ha dovuto chiudere baracca e burattini. Adesso è una città totalmente McDonald s free (libera dal McDonald s). Situazione simile ad Atene, dove di fast food della grande M arcuata ne restano solo due. Complice di questo inaspettato calo è anche la crisi. Il potere d acquisto dei greci, com è noto, si è considerevolmente ridotto. E il taglio dell Iva sui servizi di ristorazione ha dato il colpo finale al franchising più diffuso al mondo. Ne giova quindi la cucina tradizionale, a chilometro zero. Un piacere che forse in troppi, in tutta Europa, stanno perdendo, per far posto a cibi meno salutari e probabilmente anche meno saporiti. Oltre ai souvlaki, è in aumento il consumo di koulouri (un pane tradizionale greco) e le tyropite (tortini al formaggio). Forse, non tutto il male viene per nuocere.

5 5 Roma Provvedimenti insensati umiliano la categoria Ecco come Ignazio Marino penalizza i vigili di Roma La cura Marino contro i venditori abusivi, ovvero allontanarli dalle piazze per un mese schierando Polizia Municipale in divisa e impedendo gli accessi ai luoghi abituali, non è servita a nulla ed ora i venditori, in crisi dopo un mese di mancati guadagni, sono tornati alla carica anche più violenti di prima, e parliamo di senegalesi che piuttosto di farsi sequestrare la merce preferiscono arrivare allo scontro fisico. Violenti oltretutto anche tra loro stessi. Negli ultimi 5 giorni c è stata una rissa nei dintorni di Castel S. Angelo tra gli stessi venditori per la riconquista del territorio. Il risultato è un centro storico invaso da queste persone, mentre gli agenti di Polizia Locale sono diminuiti drasticamente, perché tornati alla loro attività principale e quotidiana, e pertanto non riescono ad arginare il fenomeno. Inoltre la cura Marino prevedeva la discesa in campo di P.S. e C.C. relativamente al fermo delle persone intente alla vendita, ma non si hanno notizie di quanto da loro fatto se non riguardo qualche cittadino bengalese, senza dubbio di pericolosità minore rispetto ai senegalesi. In aggiunta alle difficoltà dovute alla scarsità di personale bisogna considerare che l ex Presidente Monti ha eliminato la causa di servizio per le polizie locali, sicché un agente ferito in servizio non può pretendere nulla, se non mettersi in infortunio, e nel caso dei venditori abusivi, visto che la dotazione comprende uno spray urticante e una pistola, ma non un manganello o un distanziatore, solitamente le ferite ci sono. Ultimo caso a luglio, quando in Via del Corso un agente si è rotto il polso in una colluttazione con un venditore senegalese, ed il vigile è dovuto stare a casa un mese mentre il giudice ha dato al venditore 28 giorni con la sospensiva della condizionale, praticamente libero subito. Chiaramente qualsiasi conseguenza derivante dal danno fisico, fosse anche una lieve artrosi, non sarà riconosciuta. Non contento il Sindaco Marino ha pedonalizzato i Fori Imperiali, creando una situazione degenerativa della viabilità per cui sono necessari vigili in tutta l area intorno ai rioni Monti ed Esquilino. Pedonalizzazione peraltro sconsigliata dalla stessa Polizia Municipale in assenza di un piano concreto riferito al traffico. Ora il sindaco vorrebbe far uscire i vigili dagli uffici per metterli tutti in strada, ed inserire in ufficio impiegati amministrativi. A parte che in questo modo il sindaco non rispetta la riforma delle polizie locali, per cui sono state attribuite tutte le competenze delle forze dell ordine alla polizia locale in una ottica di decentramento, è evidente che gli agenti non espleteranno più tutti gli altri compiti ma solo viabilità, perché atti di rilevanza penale non possono e non debbono essere gestiti da persone esterne all attività, e ciò non succede né presso la P.S., né presso i C.C. né tantomeno presso l'esercito, che senza dubbio non svolge attività penali. Il problema è che gli impiegati amministrativi sono in sofferenza molto più della Polizia Locale, ma a differenza dei vigili, si possono assumere molto più facilmente impiegati amministrativi a tempo determinato che non agenti da formare in materie specifiche. La finta demagogia al servizio delle clientele ancora una volta o solamente astio verso i vigili? I dati sono verificabili dal numero di posti previsti dai concorsi, ancora da chiudere, per l assunzione di impiegati amministrativi e agenti di polizia municipale presso Roma Capitale. I numeri dei primi sono assolutamente maggiori dei secondi. E poi, se fossero intercambiabili vigili ed amministrativi nell ambito degli uffici, perché i municipi pretendono agenti di Polizia Municipale per la sorveglianza delle strutture? Se la Polizia Locale deve fare viabilità e non viene riconosciuta competenza qualificata per altri compiti, non gli deve essere nemmeno riconosciuta nemmeno la qualifica di ausiliario di ordine pubblico. Ben venga il ripristino della figura del vigile viabilista, come era antecedentemente alla riforma, ma che sia un ripristino totale. Il Sindaco ha detto manderò i vigili a fare ciò che probabilmente amano di più, la viabilità, facendo finta di ignorare, o ignorando davvero tutto le altre attribuzioni, tra cui la ricezione degli atti in procura, tra cui l accompagno di minori extracomunitari presso le strutture ospedaliere e di accoglienza, e tutto quanto disposto dalla riforma. La Polizia Locale può essere retrocessa, ma che lo sia in tutto, non si può proseguire con la politica della botte piena e la moglie ubriaca. F.S. Si moltiplicano le operazioni per il ripristino della legalità: decine tra denunce e multe L assalto dei nomadi ai turisti fermi alle biglietterie di Termini Forte percentuale di irregolarità anche tra i venditori ambulanti del Bangladesh Intanto a Villa Pamphili sventata la costruzione di un villaggio abusivo peruviano Operazione per la legalità a Termini: ne emerge un quadro davvero desolante per la stazione principale della Capitale d Italia. I carabinieri della compagnia Roma Centro e del Nucleo Scalo Termini hanno denunciato a piede libero 20 persone e sanzionato 5 venditori ambulanti abusivi. Undici di questi, cittadini romeni di età compresa tra i 20 e i 38 anni, sono stati fermati nei pressi delle biglietterie automatiche della stazione Termini di Roma, mentre infastidivano i passeggeri in transito, per lo più turisti, ragazze e anziani, intenti ad acquistare i titoli di viaggio. I carabinieri, si legge nella nota del comando provinciale di Roma, li hanno accompagnati in caserma, identificati e denunciati a piede libero con l'accusa di molestie alle persone. Inoltre, gli stessi carabinieri hanno denunciato a piede libero altre 9 persone risultate destinatarie del foglio di via obbligatorio dal Comune di Roma. I controlli hanno interessato Eurosky Tower. Entrare in casa e uscire dal solito. Il quotidiano è sempre straordinario. Eurosky Tower è il grattacielo residenziale di 28 piani che sta sorgendo a Roma, nel prestigioso quartiere dell EUR. Un progetto modernissimo e rivoluzionario che coniuga esclusività e tecnologia, ecosostenibilità ed eleganza. Eurosky Tower è destinato a diventare un simbolo di Roma e soprattutto un grande investimento che si rivaluterà nel tempo. Le residenze sono state progettate per offrire spazi comodi, ma al tempo stesso funzionali, perfettamente rifiniti in ogni dettaglio e con tagli che vanno dai 50 mq fino agli oltre 300 mq. La combinazione dell'esclusività del progetto, del prestigio della vista e della qualità progettuale offre un'opportunità unica per chi ricerca una residenza abitativa di primissimo livello nella Capitale. Al 19 piano, ad oltre 70 metri di altezza, sono state realizzate le prime tre residenze campione, altamente rifinite in ogni singolo dettaglio. Per prenotare la tua visita contatta i nostri consulenti al numero RE AWARDS Premio Speciale Smart Green Building anche i venditori ambulanti: sia all'interno sia all'esterno della stazione, sono stati identificati e sanzionati complessivamente 5 cittadini del Bangladesh che vendevano senza licenza. Ad essi, i Carabinieri hanno sequestrato 23 cappelli di paglia, 7 ombrelli, 9 borse e 90 palline in gomma. Un altra operazione è stata eseguita dai carabinieri della stazione Roma Gianicolense e dell'8 reggimento ''Lazio'', in un'azione congiunta con gli agenti del XVI gruppo della polizia locale di Roma Capitale, hanno effettuato ieri un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato al contrasto degli insediamenti abusivi, da parte di persone senza fissa dimora, nell'area di Villa Pamphili. Lo comunica una nota del comando provinciale di Roma dei carabinieri riferendo che 55 persone di nazionalità peruviana sono state identificate prima che potessero accamparsi. Nel corso dell'attività di controllo, sempre nel parco di Villa Pamphili, è stato anche arrestato un 37 enne, originario della ex Yugoslavia, perché destinatario di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal tribunale di Roma per ''atti sessuali con minorenne''. L'uomo è ora nel carcere di Rebibbia a disposizione dell'autorità giudiziaria. Gustavo Lidis UFFICIO VENDITE Roma EUR Viale Oceano Pacifico (ang. viale Avignone) Numero Verde

6 6 Italia DA ROMA Attacco frontale dei comitati alle istituzioni per l operazione rifiuti a Falcognana Ecofer: una discarica di interrogativi La società sta acquistando terreni adiacenti al suo impianto già esistente. Intanto l area è stata considerata da Marino esclusa dalle tutele dell Agro Romano di Ugo Cataluddi Il caso si è acceso: le voci si rincorrono, i sussurri dei bene informati si fanno grida di chi non vorrebbe eternamente riprodotto lo stesso schema sulla pelle dei cittadini romani e del Lazio. Pare tuttavia che l uomo forte della Colari, il re di Malagrotta, sia tra i registi dell operazione Falcognana. E che lo sia diventato pochi mesi fa, acquisendo parte delle quote della Ecofer, la società che all ombra del Divino Amore ha un sito di recupero da Si pensava che una delle maggiori criticità che presentava il sito di Falcognana, ove far sorgere la nuova discarica provvisoria, fossero le ridotte dimensioni che ne conferissero veramente quel carattere temporaneo. Forse addirittura troppo, tanto che si parlava di un utilizzo estendibile a non più di 12 mesi. E invece questo nuovo contenitore di monnezza potrebbe rappresentare a tutti gli effetti l ennesimo grande business per qualcuno, a discapito della collettività, trasformando quel versante dell Ardeatina nella nuova Valle Galeria o, per dirla con Alemanno, in una INTERVENTO DI FRANCESCO STORACE C è Cerroni nell affare? Sarebbe intollerabile autodemolizioni, e che sarebbe quindi il seme dal quale far germogliare (se così si può dire) la discarica provvisoria. A fare i nomi ci ha pensato però il vice presidente del consiglio regionale del Lazio, Francesco Storace. Spero che non sia vero che Cerroni sia uno dei nuovi soci di Ecofer. Sarebbe intollerabile, ha detto il leader de La Destra. È probabile che al rientro dalle ferie Zingaretti dovrà parlare a lungo alla Pisana... R.V. sorta di Disneyland dell orrore. Leciti erano quindi tutta la serie di interrogativi intorno alla Ecofer, la società che gestisce la già esistente discarica, incaricata fino ad oggi di smaltire gli scarti provenienti dalle autodemolizioni. Poco si sapeva sulle autorizzazioni in possesso della stessa e sul suo assetto societario, così come molti dubbi suscitò la presunta vendita di più del 60% delle quote societarie, a pochi giorni dall annuncio di Goffredo Sottile, il quale dichiarò la sua scelta per il nuovo impianto di smaltimento. Tutte queste anomalie (specie l ultima) basterebbero a spiegare quale giro di affari potrebbe girare intorno alla discarica. La (nuova) Ecofer, si appresterebbe infatti ad acquisire altri ettari adiacenti l attuale discarica in concomitanza con il cambio dell'assetto societario, i cui nomi restano ad oggi schermati''. A denunciarlo è una nota del Presidio No discarica Divino Amore, la quale mette in guardia dai pericoli che si celano dietro a tale, oscura, operazione: Falcognana continua la nota - considerando la potenzialità di espansione di terreni agricoli a disposizione, potrebbe diventare la più grande discarica d'europa, superando addirittura Malagrotta. A questo punto i quesiti che balzano alla mente di tutti coloro i quali subiranno questo scempio, sono i più disparati: qualora dovesse venir confermata l ambigua trama, chi ne sarebbe il principale artefice? L Ecofer, che addirittura in un primo momento (25 luglio) dichiarò di non aver interesse alcuno nel veder convertite le funzioni del proprio impianto essendo questo antitetico agli obiettivi aziendali e di grave nocumento a regolare svolgimento della gestione industriale? E il duo Marino/Zingaretti, con il primo che non va oltre le vuote rassicurazioni e il secondo che addirittura non risulta pervenuto da settimane, quanto sta tenendo sotto costante monitoraggio la situazione e quanto sta realmente agendo nel reale interesse dei cittadini? Quesiti ad oggi senza risposta ai quali se ne aggiungono ulteriori: in primis, quale sarà a questo punto il destino di Malagrotta la quale come ormai noto si avvia verso l ennesima proroga. Infine la questione Agro Romano, area che il sindaco ciclista aveva promesso di valorizzare dal punto di vista agricolo, preservandola da costruzioni e colate di cemento varie. Continua la nota del comitato No Discarica: Cosa significa che Falcognana non fa parte dell'agro Romano? Che questo territorio viene tutelato dalla cementificazione, ma non dalle discariche? Siamo stufi delle menzogne conclude il Presidio - e chiediamo di mettere fine al continuo stato di emergenza rifiuti, che ha prodotto esclusivamente deroghe su deroghe in violazione alle normative italiane ed europee e per questo ribadiamo le dimissioni immediate di Sottile. LA DENUNCIA Sessanta alberi segati alla Garbatella da ignoti ARoma l'80% del pane invenduto, su oltre 200 quintali di 'avanzi', si butta. Un brutto segnale in un momento di crisi anche perché esiste un progetto specifico, Il Pane a chi serve, che è rimasto realtà solo in due municipi. "Il progetto a cui è stato dato il via dopo l allarme da me lanciato su oltre 200 quintali di pane e derivati che dagli scaffali dei negozi e soprattutto dei supermercati di Roma ogni giorno finivano nella spazzatura perché invenduti, è rimasto fermo a marzo 2012, a quando è stato avviato", afferma l'ex presidente dell'unione Panificatori (Confcommercio) di Roma Giancarlo Giambarresi Sessanta alberi piantati dalla cittadinanza e ''uccisi'' volontariamente nel parco del quartiere romano Garbatella. Lo denuncia in una nota la sezione locale di Legambiente dopo che, sabato scorso, ''approfittando del quartiere deserto in pieno agosto, qualcuno ha scientificamente mozzato a un metro di altezza gli alberi e ha distrutto due panchine''. Gli alberi - da frutta, olmi, lecci, sughere, querce, ulivi - erano stati messi a dimora negli ultimi 5 anni nel parco sito proprio di fronte la sede della regione Lazio. ''Chiunque sia l'artefice di questo scempio, per follia personale o per interesse politico o economico, colpendo i giovani alberi, il lavoro costante di volontari e cittadini del quartiere - dichiara Anna Maria Baiocco, vicepresidente del Circolo Garbatella di Legambiente - non ci impedirà, anzi, rafforzerà l'impegno a rinnovare ricostruire e migliorare il parco: uccidere gli alberi significa uccidere la vita, l'aria fresca e pulita, la bellezza, la socialità, l'allegria, il futuro dei nostri figli''. Legambiente sottolinea che all'inizio dell'estate si erano già verificati episodi di vandalismo negli orti urbani Garbatella e nel frutteto. ''Abbiamo esposto denuncia ai Carabinieri - continua Baiocco -, chiediamo ai cittadini di riferire alle autorità competenti ogni piccolo elemento che possa essere utile alle indagini e di vigilare sui beni comuni. Con il sostegno di tutti faremo tornare il Parco sempre più bello e dimostreremo chiaramente all'autore di questo gesto ignobile che non l'ha avuta vinta. Siamo certi - conclude l'associazione ambientalista - che, con la grande sensibilità ambientale manifestata, la nuova amministrazione sarà al nostro fianco nella rinascita del parco''. V.B. IL CASO C è la crisi, ma il pane finisce nella spazzatura interpellato dall'ansa sullo sviluppo del progetto. La fase operativa del progetto, promosso dalle Acli di Roma in collaborazione con Roma Capitale e l'unione panificatori della Confcommercio di Roma, era iniziata il 26 marzo del 2012, con il plauso dell'ex sindaco Gianni Alemanno. "Va avanti, e anche bene, nei due municipi in cui si era avviata l iniziativa, l'ex undicesimo e l'ex quarto, ma non è stato esteso a tutta la città come nelle intenzioni, per carenza di uomini e risorse economiche. Se si incide solo sul venti per cento del territorio - conclude Giambarresi - è ovvio che il problema del pane buttato rimane per l ottanta per cento"... V.B.

7 7 Italia DAL NORD COLPO DI SCENA NEL CONTENZIOSO TRA GLI EREDI DEL CANTAUTORE E IL COMUNE DI MOLTENO Il festival su Battisti si può fare, sentenza ribaltata in Appello Il Comune di Molteno (in provincia di Lecco), potrà continuare a organizzare la manifestazione Un avventura, le emozioni in onore e ricordo di Lucio Battisti (che trascorse proprio nel piccolo centro della Brianza gli ultimi anni della sua vita in assoluto anonimato). La kermesse di settembre, nata nel 1999, fu bloccata da una prima sentenza nel 2011, quando la sezione specializzata in materia di proprietà industriale e intellettuale del tribunale di Milano, su istanza presentata dagli eredi dell'artista, impose al Comune sia la chiusura dei battenti del festival sia di versare un risarcimento danni di 70mila euro alla moglie e al figlio di Battisti, nonché alle edizioni musicali Acqua azzurra e L aquilone, società intestatarie dei diritti di utilizzazione economica delle opere dell artista. Ora a ribaltare quella sentenza ci ha pensato la Corte d appello del capoluogo lombardo, che restituisce al Comune di Molteno il diritto di organizzare la rassegna. Al centro della contesa, ci sono le supposte finalità di lucro dell evento: se, da una parte, i legali della famiglia Battisti hanno provato l incasso di 220mila euro versati da sponsor al municipio, dall altro il Comune di Molteno ha provato di aver speso più di quanto guadagnato nell organizzazione della manifestazione. Di qui la sentenza della Corte d'appello. La Corte d appello di Milano - spiega l avvocato Simone Veneziano, legale degli eredi di Lucio Battisti - ha ritenuto che la manifestazione per cui è causa abbia natura e finalità essenzialmente culturali e commemorative ; cioè l'esatto contrario di quanto aveva ritenuto il Tribunale di Milano, secondo il quale invece il Comune di Molteno per finalità che certamente eccedono il semplice interesse collettivo ad una maggiore conoscenza del noto cantante e delle sua opera, ha utilizzato immagine e nome del suo noto concittadino per realizzare una kermesse, con animazione per bambini, spettacoli di gruppi e cantanti, premio letterario, gazebo, ristorazione, esibizioni bandistiche, con effetti se non strettamente commerciali, quanto meno di propaganda politica e turistica (i cui ritorni economici appaiono evidenti). Preoccupante, dunque, secondo il legale che i giudici concedano lo sfruttamento non autorizzato del nome e dell immagine di un personaggio notorio per finalità di sponsorizzazione ove l attività di promozione sia stata posta in essere al solo fine di coprire le spese di un evento culturale o commemorativo. Se dovessimo avallare la motivazione della Corte d appello di Milano continua Veneziano chiunque potrebbe utilizzare per finalità di sponsorizzazione il nome e/o l immagine di un personaggio notorio, senza il suo consenso, per promuovere un evento culturale e commemorativo, sostenendo di non guadagnarci nulla, ma solo allo scopo di coprire i costi dello stesso, il che è aberrante sul piano giuridico. La disputa tra gli eredi di Lucio Battisti e il Comune di Molteno è destinata a continuare: i familiari del cantautore hanno infatti preannunciato che impugneranno la sentenza in Cassazione. Barbara Fruch VIOLENTO SCONTRO TRA DUE AUTO SULLA ASTI-CUNEO Romeno ubriaco al volante uccide una donna La vittima, Cinzia Barranca, tornava dalla vacanze trascorse insieme al figlio e alla sua fidanzata Tragico incidente nella notte tra domenica e lunedì sulla strada statale Asti-Cuneo. A perdere la vita, Cinzia Barranca, una donna di 43 anni che gestiva un bar a Montà d Alba. Lo scontro è stato provocato da un'auto dalla grossa cilindrata condotta da un romeno, risultato poi positivo all'alcooltest. I fatti: la donna stava rientrando dalle vacanze (trascorse in Bosnia-Erzegovina) con il figlio e la sua fidanzata, quando l'altra macchina si è immessa da una strada laterale senza dare la precedenza. La vittima, a bordo di una Panda, era in direzione di Alba dal casello autostradale Asti est, quando improvvisamente è spuntata una Lancia Ypsilon guidata da un operaio 21enne romeno, di San Damiano d'asti (con lui anche due suoi connazionali). L'impatto con la Fiat è stato violentissimo. Immediato l intervento del personale del 118. Per Cinzia Barranca, però, non c era più da fare. Gli altri, invece, hanno riportato lesioni lievi. Dalle analisi emato-chimiche fatte sul romeno, infatti, è emerso che guidava con un tasso alcolico superiore al limite. Intanto, l uomo è stato anche denunciato per il reato aggravato di guida in stato d'ebbrezza alcolica. Un altra vittima caduta per mano straniera. Stando ad un attenta analisi, in proporzione al numero di residenti in Italia (il 7%), la percentuale di non italiani coinvolti in incidenti è quasi il doppio. Nel 2012 l osservatorio dell Asaps ha archiviato una campionatura di incidenti gravi o mortali nei quali almeno uno dei protagonisti del sinistro era straniero. Sempre secondo l Associazione sostenitori amici della polizia stradale (Asaps), la Legione straniera dei coinvolti in incidenti stradali ha sicuramente una frequenza più elevata negli incidenti rispetto alla frequenza della sinistrosità dei connazionali e in molti casi i non comunitari sono inseriti in modo inadeguato nel sistema mobilità del nostro Paese. Nel complesso degli incidenti monitorati, tuttavia, si sono contate 477 vittime di cui 344 fra gli stessi stranieri e feriti. La stima se fatta coincidere con il totale degli incidenti mortali del 2011 con vittime (i dati Istat 2012 ancora non sono disponibili), corrisponde ad oltre il 12% del totale dei decessi: una percentuale fa notare l Asaps molto più elevata rispetto al numero degli stranieri che vivono sul nostro territorio nazionale calcolati in circa il 7% (anche se si deve tenere conto dei non italiani in transito). Luca Libanese

8 8 Italia DAL CENTRO E DAL SUD Lo stop imposto dalla Gdf a una storica gelateria del centro di Olbia Evade 1,50 euro: costretta a chiudere Lo Stato ci perde euro di introiti. La proprietaria: È assurdo di Barbara Fruch Ha evaso 1,50 euro. Per questo una gelateria artigianale di Olbia, la Smeralda, sarà costretta a chiudere per tre giorni. Il provvedimento è stato deciso dalla direzione regionale delle entrate dopo gli accertamenti svolti dalla guardia di finanza che ha contestato alla titolare della gelateria, Mirella Manzotti, PARTITE LE INDAGINI PER I CASI DI GROSSETO ED ORBETELLO L ombra della malasanità su due decessi in Maremma Trasfusione errata, 76enne senza scampo nel capoluogo In Laguna una 17enne spira durante un banale ricovero Due casi di presunta malasanità che hanno portato al decesso di un 76enne, a causa di una trasfusione sbagliata, e di una 17enne, in seguito ad una caduta. A finire sotto accusa sono ora due ospedali toscani, più precisamente a Grosseto e Orbetello. L anziano è morto all ospedale di in seguito ad un errore di identificazione che si è verificato nonostante le procedure di sicurezza. All uomo infatti è stato somministrato sangue destinato a un altro ricoverato. L uomo, di Grosseto, era ricoverato in ospedale dall 8 agosto per una polmonite. Nei giorni scorsi è stato trasferito nel reparto di rianimazione a seguito di un peggioramento del quadro clinico e per gravi problemi respiratori. Nella mattina di domenica il personale sanitario si è reso conto della trasfusione errata e ha immediatamente proceduto con le terapie del caso. Purtroppo malgrado l intervento dei medici, il quadro clinico già fortemente compromesso è peggiorato fino al decesso del paziente. La direzione della Asl, insieme al medico responsabile del reparto di rianimazione, ha informato i familiari su quanto accaduto, esprimendo il proprio rammarico e mettendosi a disposizione per chiarimenti. Intanto il personale sanitario dell ospedale di Grosseto ha tenuto i contatti con il Centro regionale sangue. La magistratura ha disposto l autopsia e il corpo si trova all obitorio dell ospedale a disposizione dell Autorità giudiziaria. È stato proprio un esposto presentato dai familiari, dopo aver appreso dell'errore, a far aprire l'inchiesta della procura di Grosseto. Contestualmente la Asl di Grosseto ha avviato un indagine interna. Dubbi anche dietro la morte della ragazza romana di 17 anni, Valentina Col, in vacanza sull Argentario, deceduta domenica nell ospedale di Orbetello, in provincia di Grosseto, dove era ricoverata da mercoledì con problemi respiratori. La ragazza si era presentata al Pronto soccorso dell ospedale lagunare perché accusava difficoltà respiratorie e aveva riferito di aver avuto, durante una sua precedente vacanza a Marina di Camerota, un paio di settimane prima di venire in vacanza in Maremma, un incidente al mare, a causa del quale aveva riportato un trauma toracico. Probabilmente una caduta sugli scogli che potrebbe esserle stata fatale, anche se in un primo momento, quando la ragazzina si trovava al sud, pur continuando a sentire dolore, le sue condizioni non sembravano così gravi. Il personale sanitario dell ospedale di Orbetello l ha immediatamente sottoposta a una serie di accertamenti e ha deciso di ricoverarla per sottoporla a terapia. Nei giorni successivi il ricovero le condizioni cliniche si sono mantenute stazionarie, fino all improvviso peggioramento, domenica mattina, e la decisione di procedere con una nuova tac, che ha evidenziato nuovi problemi e un repentino aggravamento delle condizioni generali dell adolescente. A nulla purtroppo sono serviti i tentativi dei medici, immediatamente intervenuti per rianimarla, la giovane è spirata verso le 13. La Asl 9 ha disposto l avvio immediato di una verifica interna, e ha chiesto l accertamento diagnostico per stabilire l esatta causa della morte della povera diciassettenne. B.F. bergamasca di 33 anni, quattro violazioni commesse tra il 2011 e il 2012: si tratta di due scontrini da 1 euro, di uno scontrino da 6,50 euro e di un altro da 1,50 euro. Calcolata l Iva al 10%, l evasione totale si attesta intorno a 1,50 euro. Come mai per una cifra così irrisoria si impone la chiusura per tre giorni? Grazie alla legge promulgata dall allora ministro dell Economia Giulio Tremonti che parla solamente di numero di scontrini non emessi e non di cifra. Fatto sta che la titolare di una delle più avviate gelaterie artigianali della città (aperta ben 18 anni fa da una famiglia bergamasca) è costretta a chiudere per ben tre giorni, in piena stagione estiva e per di più nel fine settimana: da venerdì 30 agosto alle ore 9.00 del mattino fino alle 9.00 del successivo lunedì 2 settembre. Oltre a danneggiare un attività, lo Stato è riuscito, agendo così, anche a danneggiare se stesso. Già perché nello stesso tempo con la chiusura del locale per tre giorni le casse dell erario vengono a perdere circa 500 euro di entrate fiscali, in quanto l incasso presunto della gelateria in questo periodo con la maggiore affluenza di turisti, è stato stimato a circa 6000 euro dalla proprietaria della gelateria Mirella Manzotti. Parlando di questa sospensione, che arriva proprio nel periodo migliore per gli affari, dopo una stagione che è andata avanti senza incassi sostanziosi, è stata la stessa titolare a dirsi pronta a scontare la sanzione, chiedendo però uno spostamento di data, oltre il periodo di maggiore afflusso turistico. Richiesta che ovviamente le è stata negata. Tanto vale aver lavorato tutto il resto il mese. È una sanzione assurda ha detto Olbianova la proprietaria Manzotti Io ho protestato presso la Guardia di Finanza di Olbia, che mi ha comminato le multe sugli scontrini, ma mi hanno risposto che loro non possono farci niente e che è troppo tardi. Avrei dovuto fare tutto tramite il tribunale di Milano (essendo la donna residente a Bergamo, ndr). Già è stata una pessima stagione - aggiunge la proprietaria - stiamo in piedi malgrado le perdite che si sommano ogni mese che passa. Beninteso, non voglio nessun regalo e sono pronta a pagare il mio debito ma spostatemi anche solo di 15 giorni la chiusura forzata. Chiudendo tutto questo fine settimana perderemo l incasso che avrebbe bilanciato le perdite subite!. E nemmeno in un periodo di crisi con le attività che sentano a fare incassi lo stato si dimostra clemente. Saltava da una palazzo all altro in cerca di adrenalina. Una ragazzata che rischia di costare la vita ad un ragazzo 16 anni di Fermo che è precipitato da un altezza di circa 10 metri. Ora si trova ricoverato all ospedale di Ancona in gravissime condizioni. Il giovane sembra stesse praticando il parkour, in compagnia di altri coetanei, una forma di divertimento estremo che consiste nell'effettuare un percorso stabilito superando ogni tipo di ostacolo, compresi appunto tetti e terrazze. Erano circa le 22:30 di domenica notte quando è precipitato: alcuni condomini hanno sentito un tonfo sordo provenire dal cortile di Palazzo Giugliucci, uno stabile transennato per lavori in corso, sono scesi e hanno trovato il minorenne esanime a terra. Forse il ragazzo ha sottovalutato la distanza da un secondo palazzo che sorge lungo il vicolo, e cercando di volare dall uno all altro, è piombato nel vuoto. Il dirigente del commissariato di polizia Roberto Palcani spiega che al momento non sono individuabili responsabilità di terze persone, dunque verosimilmente sull episodio non verrà aperta un inchiesta. Sono state intanto raccolte le testimonianze degli altri giovanissimi, anche per capire quanto il fenomeno del parkour sia diffuso in città. ALLA BASE DELLA TRAGEDIA UNA LITE PER LA VIABILITÀ Avellino: ex vigilante spara ai vicini, morte celebrale per la ragazza incinta Il 40enne fa fuoco all impazzata, uccide un uomo e ferisce altri quattro familiari: si costituisce dopo ore di caccia all uomo di Carola Parisi Èstata dichiarata la morte celebrale di Carolina Sepe, 19 anni, la ragazza, al quinto mese di gravidanza, ferita domenica sera a Lauro, Avellino, con un colpo di pistola alla testa durante un litigio nel quale è stato ucciso il padre, Vincenzo Sepe e sono state ferite altre tre membri della famiglia. La giovane è ricoverata nel reparto di terapia intensiva dell Ospedale Cardarelli di Napoli, dove era arrivata domenica sera già in coma. Un banale diverbio che si trasforma in tragedia. L'omicida è Domenico Aschettino, 40 anni, ex guardia giurata al momento senza lavoro, che è stato arrestato dai carabinieri del comando provinciale di Avellino dopo una ricerca in tutto il Vallo di Lauro. Aschettino è stato avvistato a poca distanza dalla caserma dei carabinieri, forse era intenzionato a costituirsi. All'origine di tutto vi sarebbe stato l'acceso diverbio avuto sabato sera per ragioni di viabilità con il figlio di Vincenzo Sepe, il vicino ucciso. Schettino si è diretto verso casa della famiglia Sepe, ha sparato prima FERMO Gioca a Parkour e precipita da un palazzo: 16enne grave al capofamiglia e l'ha ucciso. Poi, ha puntato l'arma contro il figlio 21enne di Sepe, Orlando, e lo ha colpito con tre proiettili all'addome. Ma non si è fermato lì. In preda a un raptus ha sparato in testa anche alla figlia di Sepe, Carolina di 25 anni e al quinto mese di gravidanza, e ancora contro la convivente del vicino, Vincenzina Ferraro, ferendola a una gamba. L'ultimo colpo per un altro familiare: la suocera di Sepe, Bettina Crisci. Le condizioni di due dei quattro feriti sono apparse subito gravissime, specialmente quelle della figlia di Sepe, Carolina, 19 anni, incinta, che è stata portata in elicottero all'ospedale Cardarelli, e quelle del figlio, Orlando Sepe, 21 anni, che è stato portato all'ospedale di Nola, dove è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico. Gli altri due feriti sono la convivente di Sepe, Vincenzina Ferraro, di 42 anni, e la suocera di Sepe, Bettina Crisci; le loro condizioni non destano preoccupazione. Dopo gli spari Aschettino si è recato presso la Caserma dell'arma raccontando, in modo sommario, quanto accaduto. A sparare l'arma legalmente detenuta dall'ex guardia giurata che non aveva alcun legame con la criminalità locale e nessun precedente. L'uomo, sposato, è attualmente rinchiuso presso il carcere di Avellino. Dovrà rispondere di omicidio volontario e tentato omicidio. Sarà adesso il magistrato a valutare se possa essere o meno contestato anche il reato di strage. Roma, via Giovanni Paisiello n.40 Tel Fax Direttore responsabile Francesco Storace Società editrice Amici del Giornale d Italia Sito web Per la pubblicità su Il Giornale d Italia rivolgersi al Responsabile Marketing Daniele Belli, tel mail:

9 9 Cultura Fittissimo il programma della ormai storica manifestazione dedicata alla creatività Liguria: il Festival della Mente a Sarzana La decima edizione dell originale evento dal 30 agosto al 1 settembre, con 58 appuntamenti in tre giorni di Emma Moriconi Un programma fittissimo ed interessante caratterizza questa decima edizione del festival della mente, il tradizionale appuntamento con l evento dedicato alla creatività. Diretto da Giulia Cogoli, e patrocinato dalla fondazione Carispezia e dal Comune di Sarzana, apre i battenti il 30 agosto alle 17,45 con un incontro sul tema la responsabilità delle idee nel bene e nel male. Ogni giorno sono molti gli appuntamenti proposti dal programma del festival, in luoghi diversi. Da segnalare quello di venerdì 30 alle 19,30 presso gli spalti Fortezza Firmafede dal titolo cosa cambierà nel nostro futuro. L uomo artificiale e quello delle 21,30 dello stesso giorno nello stesso luogo dal titolo Viaggio in Italia. Grand Tour Musicale con Bach e Scarlatti. Alle 23,15 in piazza Matteotti si parlerà di Medioevo da non credere. La paura dell anno Mille. Ancora di Medioevo si ragionerà il giorno successivo: tema della serata, lo ius primae noctis. Difficile scegliere tra i tanti eventi in programma, ma sembra interessante l appuntamento di sabato 31 alle 11,30 presso il teatro degli Impavidi, quando è in cartellone la televisione ha ucciso la creatività e la cultura?. C è veramente l imbarazzo della scelta: invitando a consultare il programma completo sul sito segnaliamo l incontro di sabato 31 presso Itinerario danza: le ultime serate con Shéhérazade e le mille e una notte L entroterra pugliese protagonista degli eventi di fine estate. Musica, narrativa e danza tutte da gustare a Lecce e dintorni Nelle foto, la scenografia della Carmen Estate in fase calante, ma non per la cultura. In Puglia, l entroterra salentino propone, fino al 1 settembre, spettacoli in palazzi e chiese barocche, unendo la danza e la musica alla riscoperta di luoghi di eccezionale valore. Oltre a Lecce, gli spettacoli saranno proposti in tappe che vanno a formare un itinerario del tutto speciale: Acquarica del Capo, Tuglie, Soleto, Ugento, Castro sono solo alcuni dei luoghi toccati dal percorso. Iniziata il 28 luglio, la kermesse Itinerario danza, giunta alla sua XVII edizione, anche quest anno meraviglia ed appassiona. Le piazze, i centri storici, le chiese, i palazzi, i vicoli, le strade sono teatro di spettacoli di livello: proposti dal Balletto del Sud, la compagnia leccese fondata e diretta dallo scenografo Fredy Franzutti, che ha portato in scena La Bella Addormentata di Cajkovskij nel 150esimo anno dalla scomparsa, La Traviata, Maria Callas il mito (sulla musica di Giuseppe Verdi, nel 200esimo anniversario dalla sua nascita), Shéhérazade e le mille e una notte (sulle note di Korsakov), la Carmen. Le scenografie sono i luoghi stessi, le cui meraviglie possono essere apprezzate al meglio, complici il clima favorevole e gli spettacoli. Non solo danza, a dire il vero: ogni spettacolo è preceduto da una visita guidata nei luoghi dell itinerario. L evento è a cura di Pugliapromozione. I prossimi appuntamenti sono per il 30 agosto presso l area archeologica di Vaste (Poggiardo), il 31 agosto e il 1 settembre presso il Teatro Romano di Lecce con Shéhérazade e le mille e una notte, balletto unico in un atto e quattro quadri, in cui la dimensione favolistica e orientaleggiante trascina in un mondo insolito ed appassionante. Fredy Franzutti ne ha curato la coreografia, i testi, le scene e i costumi. Il primo quadro racconta i viaggi di Sinibad il marinaio, il secondo è invece ispirato alle vicende di cui è protagonista il Principe Kalandar, che poi ricalca la storia di Aladino e della sua lampada magica. Il terzo quadro è nominato il giovane corsaro e la giovane principessa mentre il quarto è festa a Baghdad. L attore Andrea Sirianni legge alcune fiabe, introducendo così i quattro quadri. In scena dal 2003, lo spettacolo ha sempre riscosso grande successo. E.M. gli spalti Fortezza Firmafede dal titolo La conoscenza imperfetta mentre alle 21,30, nella stessa sede sono di scena Peppe Servillo e Toni Servillo con i Solis String Quartet in Cantami una poesia. Insolito ed avvincente l evento di domenica 1 settembre alle 10 presso la sala delle Capriate Fortezza Firmafede, quando si parlerà di calligrafia: la creatività nella scrittura. Ancora il Medioevo protagonista domenica alle 23,15 a piazza Matteotti: l argomento sarà la terra piatta. E poi: conoscere i cetacei con i delfini metropolitani, i colori della natura, laboratorio d argilla per piccole mani, disegnare con le lettere insomma, tanti appuntamenti e tantissimi argomenti alla scoperta della mente umana sotto tutti i punti di vista. Come recita il sito internet dell evento, in apertura: Come e perché nascono le idee. Interventi sulla creatività, spettacoli, incontri con scienziati, artisti, letterati, storici e filosofi. Per salutare l estate con originalità, si potrebbe aggiungere. Libri in spiaggia: appuntamenti con la letteratura in tutta Italia Non solo mare al Lido di Venezia: fino al 20 settembre, tintarella fa rima con lettura Iniziative simili anche a Ischia, Misano Adriatico, Pesaro, Pescara e Montesilvano CHIUSURA PER LA PRESTIGIOSA RASSEGNA Milano artemusica Ultimo appuntamento per Milano artemusica giovedì 29 agosto alle 20,30 presso la Basilica di Santa Maria della Passione. In scena musiche per la pace di Utrecht (di cui ricorrono i 300 anni) di Georg Friederich Handel a cura del Clare College Choir di Cambridge diretto da Graham Ross e della European Union Baroque Orchestra diretta da Lars Ulrik Mortensen. Un appuntamento imperdibile per gli appassionati di musica antica, voluto dal Comune di Milano in collaborazione con l associazione culturale La Cappella Musicale (che nel 2013 compie 20 anni) e con il sostegno del Mibac, Direzione Generale per lo Spettacolo dal vivo, della Fondazione Cariplo e della a2a, con la partership del Corriere della Sera. L evento, giunto alla VII edizione, è iniziato lo scorso 16 luglio. La direzione artistica, affidata a Maurizio Salerno, ha puntato sulla qualità e sulla quantità: 19 date e 37 spettacoli dislocati in 12 sedi diverse. Tra le altre, sono state palcoscenico dell evento la Chiesa di San Bernardino alle Monache e San Pietro in Gessate. Clavicembali, violini, liuto e organo sono stati i protagonisti assoluti di questo tuffo nel passato, di questo viaggio sulle note medievali, rinascimentali e barocche che costituiscono passaggi importanti ed appassionanti della storia della musica. L evento è considerato il più grande festival di musica antica in Italia: musica cameristica e per strumento solista, con composizioni di Bach, Leclair, Krebs e Corelli hanno fatto compagnia per tutta l estate a cittadini e turisti. E.M. Fino al 20 settembre il Lido di Venezia sarà una spiaggia-biblioteca: la quinta edizione di libri in spiaggia riscuote successo, segno che, nell era della tecnologia, è piacevole riscoprire la lettura di un buon libro. L idea, nata nel 2009 su iniziativa degli Stabilimenti Attività Balneari e promossa quest anno dall associazione culturale Venezia Editori, propone anche quest anno la partecipazione di critici, scrittori e personaggi del mondo dell editoria. L evento è patrocinato dal Comune di Venezia Assessorati Attività culturali e Politiche educative e della famiglia ed è realizzato grazie al contributo della Municipalità di Lido Pellestrina. Hanno partecipato, tra gli altri, i cinque finalisti al Premio Campiello. Le serate sono accompagnate da letture e musica. Gli appuntamenti sono per tutti i giovedì a partire dalle 18. A Ischia, invece, ha riscosso successo l iniziativa per un tuffo di libri : 1600 testi distribuiti gratuitamente in spiaggia da Graus editore in collaborazione con la Confesercenti. Un libro ciascuno, da scegliere tra thriller, romanzi rosa, gialli, noir, biografie, per riprendere la sana abitudine alla lettura. Libri A-Mare, invece, è l evento di Misano Adriatico, a cura dell Assessorato alla Cultura e della Biblioteca comunale: per tutta l estate i bibliotecari si sono trasferiti in spiaggia per fornire testi ai bagnanti, che hanno potuto prenotare on line il libro preferito. Che puntualmente veniva consegnato in riva al mare dai bibliotecari di turno. E ancora bagnanti privilegiati a Pesaro, dove è in corso, e durerà fino al 10 settembre, l iniziativa la biblioteca fuori di sé in spiaggia, promossa dalla Biblioteca di Baia Flaminia in collaborazione con gli stabilimenti balneari. Sulle spiagge del Cilento, invece, è possibile prenotare sdraio e libro, mentre Milano ha proposto Dentro chi legge : musei e biblioteche aperti di domenica e a ferragosto. Tra Pescara e Montesilvano venti stabilimenti balneari e quattro hotel hanno partecipato all iniziativa un libro al sole. Trentamila volumi sono stati messi a disposizione dall Agenzia per la promozione culturale della Regione Abruzzo, dai comuni di Pescara e Montesilvano, dall associazione culturale Form-Art, oltre a Confcommercio, Cna e Confesercenti. L iniziativa è ancora in corso e si concluderà l 8 settembre. E.M.

10 10 Costume L ITALIA È RICCA DI TRADIZIONI E CULTURA: A PARTIRE DALLE PAROLE Le mille e una lingua del Belpaese Una varietà di dialetti che rende lo Stivale un fenomeno sociolinguistico unico nel suo genere Oggi concludiamo la pubblicazione di detti popolari con una piccola raccolta del meridione Puglia La persona accrijanzàta ss'canosce a rr'pparole; lu vove, 'mbece, a rr'ccorna! La persona gentile ed educata la si nota dalle parole, dal comportamento; invece il bue lo riconosci subito dalle corna! Muort'lu cuàne morta la raggia! La femmena da Chiesa va vene sulu in discesa. La donna di Chiesa va bene solo in discesa. Quillu fa più danni d'una scrofa su li cavallitti. Quello fa più danni di una scrofa sui cumuli di grano Lu Signori tà lu pani a ci no teni li tienti. Il Signore dà il pane a chi non ha i denti. Fattila cu lli megghiu di tei e fanci li spesi! Frequenta persone migliori di te e facci le spese. Basilicata Zappate de femmene e lavure de vacche povera terre ca ngi angappe. Zappata di donna e aratura di vacca povera terra che si trova ad essere lavorata Dú palazze e do vagghive statte lundane. Dal palazzo e dal banditore cerca di stare lontano. Pecura pasce e cambana sona. Pecora pascola e campana suona. Sope 'u nigure non pigghie chelore. Sopra il nero non prende nessun colore. L sacc vacand non stann all addert. I sacchi vuoti non stanno all impiedi. Calabria A chine l uovu,a chine e corchje. A chi l uovo,a chi il guscio. Truottu d asinu pocu dura Il trotto dell asino dura poco. Fhuacu sutta cinnara. Il fuoco cova sotto la cenere. O te manci sta minestra o te jietti da fhinestra. O ti mangi questa minestra o ti butti dalla finestra. A Santa Lucia i juorni allonganu a nu passu e gaddhina. A Santa Lucia le giornate allungano a passo di gallina. Molise Prèta che ròciola n'mmétte carpìa. Pietra che rotola non mette il muschio (si dice di chi cambia troppo spesso per sistemarsi bene). Tiemb de vierne e cure de criature: ne può mié sctà sicure! Tempo d'inverno e culo di neonato non ti danno alcuna sicurezza. Disputà dell ombra de l ase. Disputare sulla ombra dell asino. Ossia: fare una discussione senza senso ed importanza. La puttana ze marita, la ruffiana no. La puttana si sposa, la ruffiana no. Chi spera a re Luotte, sta sembe a pancuotte. Chi spera nel lotto, sta sempre a pane cotto. Vincere al gioco è talmente aleatorio che può portare alla povertà. U scarpare va senza scarpe. Il calzolaio va senza scarpe. Cioè si trascura e calza scarpe di scarsa qualità Sicilia 'A casa senza 'a fimmina 'mpuvirisci. La casa senza una donna si impoverisce. 'A collira d'a sira, sarbatilla ppa' matina. La collera della sera conservala per il mattino seguente. 'A cosa 'ncimata è menza cusuta. Una cosa cominciata è per metà finita 'A filazza ammazza. Lo spiffero sottile uccide. 'A fimmina è comu li muluna: mmenzu a centu ci nn'è bona una. La donna è come il melone, tra cento ce n'è una buona Campania Pè 'n'aceno 'e sale, perdimm''a menesta. Per un granello di sale, sciupiamo la minestra Pè 'nu monaco nun se perde 'o cunviento. Per un solo elemento negativo non si perde il carico. Carca pe n'anno e camina pe n'ora. Carica per un anno l'asino e cammina per un'ora: sii prudente! Megl'stà c' 'u cul' 'ncoppa a vrasa cà tenè ù marit'ind' 'a casa. Meglio stare col sedere sopra la brace che tenere un marito dentro casa Totò, uno dei massimi interpreti della cultura popolare napoletana

11 11 Conferme e delusioni: bentornata Serie A Sport La Juve naviga a vele spiegate e punta a conquistare il terzo scudetto consecutivo Martedì 27 agosto 2013 Inter e Roma, dopo anni di mediocrità, tornano a sorridere - Allegri si gioca tutto contro il Psv L Nelle foto, Carlitos Tevez (a sinistra) e Daniele De Rossi di Federico Colosimo a solidità e la forza della Juventus, le prospettive e le ambizioni del Napoli. Il risveglio dell Inter e della Roma, il carattere della Lazio e una delusione chiamata Milan. Questi, i verdetti della prima giornata del campionato di Serie A. Ai bianconeri di Antonio Conte sono bastate due sole partite per mettere a tacere scettici e malelingue, che già preannunciavano una stagione fallimentare. Prima la Supercoppa Italiana, stravinta ai danni dei biancocelesti. E poi la trasferta di Genova, contro la Sampdoria, conseguita con quell autorità e quel cinismo che solo le grandissime squadre possiedono. Una corazzata autentica, la Vecchia Signora. Modellata a suo piacimento da un tecnico giovane, vincente e assetato di successi. La Juventus è una squadra feroce, determinata, pratica e pragmatica. Per conquistare il terzo scudetto consecutivo, però, dovrà fare i conti, su tutti, con il Napoli. Ormai pronto per il grande salto e pieno-zeppo di fuoriclasse. A partire da Hamsik, che dopo la cessione di Cavani al Psg si è caricato sin da subito i partenopei sulle spalle. La vittoria (per 3-0) con il Bologna è stata tanto netta quanto indicativa. Gli azzurri sono ripartiti da dove avevano terminato la scorsa stagione: portando a casa un primo e importante successo. E con Higuain lì davanti, sognare è lecito. I tifosi dell Inter sono tornati a sorridere. Due vittorie nelle prime due partite ufficiali. Spazzate via il Cittadella prima (in Coppa Italia) e il Genova poi. Sei gol fatti e zero subiti. La mano di mago Mazzarri si vede eccome. Il coach livornese ha portato entusiasmo, sì, ma soprattutto organizzazione. In difesa e a centrocampo. Ha impostato ripartenze velocissime, continui cambi di gioco. E ha completamente trasformato i suoi esterni. Veri e propri instancabili faticatori. Pronti a sacrificarsi e a correre ininterrottamente per tutti i 90 minuti di gioco. Il suo più nitido marchio di fabbrica, insomma. Moratti apprezza, i supporters anche. Se il buongiorno si vede dal mattino allora l Inter è sulla strada giusta per tornare protagonista nel nostro campionato. Per farlo, però, ha bisogno di nuovi innesti e di alcuni ritocchi. Solo così potrà competere contro squadre del calibro di Napoli e Juventus. Ed è per questo che il presidentissimo, prima di lasciare il posto al magnate indonesiano Erik Thohir (le trattative per la cessione della società hanno subito una brusca frenata), vuole fare un ultimo regalo ai tifosi interisti: riportare a Milano uno dei protagonisti di quel magico triplete: Samuel Eto o. Non sarà facile, però. Sul camerunense, infatti, è fortissimo il pressing di Josè Mourinho, che lo vuole con lui al Chelsea. La Roma del sergente Rudi Garcia, dopo due stagioni alquanto burrascose, culminate con la sconfitta in finale di Coppa Italia contro i rivali di sempre, almeno per i primi 90 di gioco ha ritrovato il sorriso e, soprattutto, Daniele De Rossi. Scaricato e messo all angolo da Zdenek Zeman, Cercateci e ci troverete ovunque. All indirizzo con un portale all news ed un giornale sfogliabile e scaricabile on-line. Siamo anche su Facebook all indirizzo Siamo anche abili cinguettatori, su Tutti i nostri video sul canale Youtube, Il giornale d Italia. Se volete scriverci, potete farlo all indirizzo a un passo dalla cessione, capitan futuro contro il Livorno ha sfoderato una prestazione da vero leader. Gol da fantascienza, il suo. Ed un esultanza rabbiosa e coinvolgente. Ma soprattutto, che ha cancellato, anche se solo per un momento, tutti i cattivi ricordi. Dopo la batosta rimediata contro la Juventus in Supercoppa, la Lazio contro l Udinese ha tirato fuori gli artigli ed è tornata a ruggire. Protagonisti assoluti? Biglia ed Hernanes. Ai biancocelesti però manca un vice Klose. Lotito è avvertito: questa volta non può deludere le attese. I tifosi sperano La vera delusione di questo inizio di stagione, come già detto, è il Milan. E adesso Allegri è già in bilico. Se domani (a San Siro alle 20:45 contro il Psv Eindhoven) i rossoneri dovessero essere eliminati dai play off di Uefa Champions League, il tecnico toscano verrebbe prontamente esonerato. Berlusconi lo ha avvisato e questa volta Galliani non potrebbe far altro che arrendersi. L ACQUISTO PIÙ COSTOSO DELLA STORIA DEL CALCIO Bale al Real per 100 mln di euro! uesta volta è fatta: mostruosa, da fantasciengareth Bale è un za. Che fa venire i brividi nuovo calciatore del al solo sentirne parlare. Real Madrid. Il presidente 300 mila sterline a settidel Tottenham, Daniel mana (poco meno di 350 Levy, ha finalmente dato mila euro ogni sette gioril via libera al trasferini). Per un totale di 16 mento del secolo. Costo milioni e 800 mila euro dell operazione? 86 mi(all anno) per le prossime lioni di sterline (poco più sei stagioni. Il club londi 100 milioni di euro). dinese può comunque Gareth Bale Dopo una telenovela dusorridere. Sei anni fa, inrata più di due mesi, l acquisto più costoso della fatti, comprò dal Southampton Bale per solo 8 storia del calcio è arrivato. Superati, infatti, i 93 milioni di euro. E intanto il direttore sportivo Franco milioni di euro che furono necessari, sempre alle Baldini ha già trovato il suo sostituto: dalla Roma, merengues, per soffiare Cristiano Ronaldo al Man- per 35milioni di euro, ecco arrivare Erik Lamela; un chester United. Al giocatore gallese andrà una cifra fuoriclasse. F.Co. Q

12 12 Destra PICCOLO INCIDENTE DIPLOMATICO DURANTE LA COMMEMORAZIONE DELL ECCIDIO DI VERGAROLLA Si alza uno striscione a Pola: Giustizia per gli infoibati L immediata provocazione di un comunista croato cade nel vuoto - Poi arrivano poliziotti in borghese e vigilantes che sequestrano il drappo di Robert Vignola Un piccolo ma significativo incidente diplomatico è avvenuto qualche giorno fa a Pola. Significativo soprattutto perché caratterizzato dal solito atteggiamento dimesso delle autorità italiane, completamente incapaci di far rispettare le regole di un civile rapporto di buon vicinato, evidentemente per paura di ritrovarsi addosso un etichetta. Nella città dell Arena, capoluogo dell Istria, si commemorava l eccidio di Vergarolla, uno dei tanti atti infami che vide vittimala popolazione italiana d Oltre Adriatico tra il 1943 e il Proprio il 18 agosto del 1946, e quindi a guerra abbondantemente finita, alcune mine marine in disuso saltarono in aria sulla spiaggia istriana di Vergarolla, gremita da famiglie di italiani. Fra 80 e 100 le vittime, ma solo 64 vennero identificate. Inutile dire che non si trattò di un incidente, ma soltanto di un altro vergognoso capitolo della pulizia etnica perpetrata dalla polizia segreta di Tito, che sostituì volentieri nel ruolo di aguzzini dell italianità di quelle terre i partigiani comunisti (di etnia italiana o salava che fossero), non appena il conflitto bellico cessò. Il tutto senza che gli inglesi, che in quel periodo ancora controllavano la zona B, avessero posto un freno a violenze ed eccidi indiscriminati. Ebbene da qualche anno l eccidio viene ricordato dagli italiani rimasti a Pola e dall associazione Libero Comune di Pola. Terminata la deposizione dei fiori sulla lapide, Ecco l Appello per l unità della destra, con alcuni principi irrinunciabili Ètempo di tornare alla Politica. Quella grande, viva e vera, che accompagna il destino dei popoli. La politica ha due compiti essenziali: uno è governare e decidere, amministrare gli interessi generali, cambiare le cose e incidere sulla realtà. L'altro è far sentire un individuo dentro una comunità, mutare la massa in popolo, dare simboli, inserire la vita del presente dentro una storia: è la politica come anima civile e passione ideale. E' necessario che sorga un movimento che non offra solo promesse contabili o esprima rancori e invettive. Ma che incarni principi ideali e chiami a raccolta tutti coloro che vogliono scrivere insieme una storia. I nostri punti fermi non sono negoziabili: saranno il volto e l'anima della destra che nasce. - Il nostro punto di partenza e la nostra 1priorità è l'italia e resta l'italia. Nell'Europa e fuori d'europa, nel locale come nel globale. L'Italia come civiltà prima che come nazione. Amor patrio. Di conseguenza la nostra prima battaglia sarà la tutela della sovranità italiana. Sovranità nazionale e popolare, politica e monetaria. Sovranità degli interessi generali degli italiani su ogni altro interesse privato o internazionale per arginare lo strapotere della finanza e dei tecnocrati. Piena integrazione all'immigrazione in regola. Intransigenza con l'immigrazione clandestina. da un gruppo di sette persone viene srotolato lo striscione Giustizia per i ventimila italiani infoibati ed uccisi in Istria, Fiume e Dalmazia, con due bandiera italiana. Due organizzatori della commemorazione si avvicinano e chiedono di riarrotolarlo, ricevendo un garbato ma fermo diniego. Un passante, evidentemente di nazionalità croata, grida Viva comunisti : la prima provocazione cade sostanzialmente nel vuoto. Poi insiste, grida Forti i fascisti?, sciorinando quindi comunque un italiano ben parlato. La risposta dei manifestanti, che nel frattempo sono marcati stretti da due vigilantes, è siamo italiani, esuli. Siamo europei. Un fresco status di cui la Croazia non manca di fregiarsi, salvo fare orecchie da mercante ogni qualvolta da Pola, da Zara, dal Quarnaro o da Ragusa Vecchia si leva una voce nel nostro idioma, a chiedere giustizia e pari Il Manifesto degli intellettuali - La sovranità politica esige l'avvento di 2uno Stato autorevole, che promuova la Repubblica presidenziale, la rivoluzione meritocratica, l'ordine e la riforma delle istituzioni. Elezione diretta del Capo del governo, così come alla guida di ogni ente locale, in modo che chi governa sia nelle condizioni piene di decidere e di rispondere al popolo in un rapporto fiduciario d'investitura diretta. Grande riforma meritocratica ad ogni livello e uno Stato più autorevole dimezzato nei suoi organismi, nelle sue strutture e nel personale politico. - L'Europa per noi è civiltà prima che 3mercato comune, è integrazione delle Patrie e non disintegrazione degli Stati nazionali. E' l'europa dei popoli. Vorremmo un'europa più unita e coesa verso l'esterno, in politica estera, nelle difesa o per fronteggiare l'immigrazione e la concorrenza globale, e più duttile al suo interno, che riconosca le differenze tra aree, popoli e Nazioni, a cominciare dall'europa mediterranea rispetto all'europa del nord. E che faccia valere un criterio: quando c'è da scegliere tra l'assetto contabile della finanza e la vita reale dei popoli, la priorità è la seconda, non la prima. Nessun debito può sopprimere una Nazione o far fallire uno Stato sovrano. Rinegoziare l'euro. Rinegoziare il fisco con l obiettivo di dar vita ad una politica fiscale dialogante con le famiglie e con le imprese. - Dopo le esperienze tramontate dello 4statalismo parassitario e invadente e poi del liberismo basato sul primato assoluto del mercato e del privato, è tempo di aprire una terza fase incentrata sull'economia sociale di mercato, fondata sull'economia reale e sul primato del lavoro, sul valore sociale dell'iniziativa privata e della proprietà privata, sulla protezione del marchio italiano, con la mediazione di uno Stato autorevole che non gestisce ma guida i processi. E' necessario che si realizzi in Italia, come già avviene in Germania, la società partecipativa, attraverso nuove forme cooperative, comunitarie e di cogestione sociali in nome dell azienda-comunità. L orizzonte sociale di questa destra nuova deve assumere la lotta alle nuove povertà, alla decrescita demografica, allo sviluppismo come alibi delle oligarchie economico-finanziarie per I PROMOTORI DI QUESTO APPELLO SONO: Marcello Veneziani, Gennaro Malgieri, Massimo Magliaro, Renato Besana, Primo Siena, Luca Gallesi, Marco Cimmino, Gianfranco de Turris, Luciano Garibaldi, Pierfranco Bruni, Nino Benvenuti. Hanno già aderito: La Destra di Francesco Storace, la "Fondazione Nuova Italia" dell'on. Gianni Alemanno, "Io sud" della sen. Adriana Poli Bortone, "Azione popolare" dell'on. Silvano Moffa, "Mezzogiorno Nazionale" del sen. Pasquale Viespoli, il sen. Giovanni Collino, il centro di politica e cultura "Controcorrente" del sen. Domenico Benedetti Valentini, "Pronti per l'italia!" dell'on. Mario Landolfi, "Iniziativa Meridionale" di Bruno Esposito, "Italia 2 punto zero" di Pierangiola Cattaneo, "Nuova Alleanza' del sen. Domenico Nania, Guido Paglia, Direttore editoriale de Il Giornale d Italia, sen. Nando Signorelli, prof. Vincenzo Pacifici, Ordinario di Storia contemporanea, Mauro Minniti, consigliere regionale del Trentino Alto Adige. diritti civili e culturali. Durante il silenzio, però, ad avvicinarsi è stavolta un poliziotto in borghese che, accompagnato dalle due guardie giurate di prima, sequestra lo striscione. Addirittura una guardia giurata, con modi comunque gentili, vorrebbe far ripiegare una bandiera italiana ad un anziano attivista: più che ovvio il diniego, la bandiera resta esposta. Chi invece non si è minimamente esposto è l incaricato d affari dell ambasciata italiana a Zagabria, Marco Salaris. Come se fare gli interessi nazionali, o quanto meno dei suoi connazionali, non fosse in quel caso un suo problema. Della vicenda si è occupato Fausto Biloslavo sul sito web de Il Giornale, dove compare anche un resoconto video di quanto avvenuto, inviatogli dagli esuli ribelli che hanno esposto lo striscione. l impossessamento delle risorse elementari delle Nazioni. - Davanti al diffuso desiderio di farsi e di- la vita a proprio piacere, noi siamo 5sfarsi dalla parte della vita, della nascita e della famiglia, nel loro inscindibile intreccio di diritti e di doveri. Non tuteliamo la vita ad ogni costo ma la sua dignità. E non confondiamo il matrimonio che è un bene comune, con altre unioni che attengono alla sfera privata. La nostra proposta Bioetica è scommettere su ciò che nasce, che costruisce, che liberamente si lega e si assume responsabilità, e non sul suo rovescio. Saremo dunque al fianco di tutte le battaglie per la tutela e l'affermazione della vita, della famiglia come struttura naturale e culturale su cui si basa ogni civiltà e sul sacro rispetto della morte, che non è smaltimento delle vite di scarto. - L'Italia ha bisogno di riscoprire l'abc 6della civiltà, la grammatica elementare dei rapporti umani. Da qui dunque la necessità di riportare al centro della vita pubblica il tema dell'educazione. Vogliamo una società educata, che recuperi stile, decoro e rispetto, Tornano le tensioni in Alto Adige, fortunatamente soltanto a livello politico. È pur vero che la denuncia che arriva da Mauro Minniti, consigliere provinciale de La Destra, rappresenta un segnale di allarme non più solo per l italianità di quella terra, ma anche sul tentativo di disinnescare la condanna dell utilizzo della violenza, condanna che invece non deve mai mancare. Tentare di riscrivere la storia a proprio tornaconto è un atto di viltà politica che vuole prendere a schiaffi la storia. C'è un tentativo di revisionismo sugli attentati terroristici che provocarono la morte di 17 persone in Alto Adige preoccupante e da rispedire al mittente poiché anche su Cima Vallona si espresse molto chiaramente il tribunale di Milano, si legge nella lettera inviata da Minniti. e riteniamo che il compito principale di una famiglia, ottemperate le necessità primarie, sia quello di educare e formare i figli. Occorre un grande progetto che passi dai nuovi media, dalla scuola e dalla tv, per la crescita civile e culturale del nostro Paese, che salvaguardi la ricchezza della nostra cultura anche con la tutela delle differenze contro il pensiero unico che mira ad omologare i principii, i comportamenti, i linguaggi, le scelte. La difesa della cultura nazionale ed europea anche per aprirsi e dialogare con le altre identità, sopratutto nel Mediterraneo. - Come vogliamo un Italia sovrana e di- nei rapporti internazionali (politici, 7gnitosa economici, culturali), così siamo per la tutela dei diritti dei popoli a forgiarsi il loro destino, in piena libertà, secondi i principii riconosciuti di indipendenza e autodeterminazione. - Noi siamo eredi della Tradizione. Ci 8sentiamo figli di una civiltà che viene da lontano e vogliamo tutelare, affermare e rinnovare la tradizione di cui siamo continuatori. L'Italia ha radici antiche, romane e ALTO ADIGE Il revisionismo della Stf va respinto con forza Minniti si scaglia contro la difesa dei terroristi degli anni 60 in consiglio provinciale Si prova profondo disagio civile ed istituzionale nel vedere che esiste un partito, nel nostro Paese in cui il rispetto delle minoranze è perfino stato inserito nella Costituzione, che vuole riabilitare i terroristi degli Anni Sessanta, poiché esso fa, tra il resto, un pessimo servizio alla convivenza in Alto Adige, alla storia ed alle vittime dei separatisti terroristi fra i quali lo stesso padre della Klotz condannato a 52 anni di detenzione per gli atti compiuti. Trovare in Consiglio provinciale un partito che tende a difendere o riabilitare i terroristi è inammissibile e lo considerò un atto di depravazione delle Istituzioni. Il riferimento è al tentativo della Südtiroler Freiheit, guidata da Eva Klotz, di promulgare l immagine degli autori degli attentati avvenuti più di quarant anni fa allo scopo di annettere l Alto Adige all Austria. R. V. cattoliche, rinascimentali e risorgimentali. Il nostro amor patrio si lega al paesaggio e al linguaggio, alla vita e alla Storia, alle città e all'anima italiana. E' difesa della natura, dell'agricoltura e dei beni artistici, memoria storica e tutela dell'eccellenza italiana. La Tradizione è il senso della continuità e delle cose che durano, amore del passato e voglia del futuro, rispetto delle origini e fedeltà innovativa, patto tra le generazioni, l'onore dei padri e l'impegno dei figli, comune sentire, patrimonio di esperienze e valori trasmessi in politica come in famiglia, nello Stato come nella società. La Tradizione è connessione, durata e primato della comunità sugli egoismi. Tradizione nella Modernità, Modernità con la Tradizione: questa è la sfida del futuro. na forza politica e civile così oggi manca Uin Italia; è tempo di colmare il vuoto. La politica miserabile dei nostri giorni che promette solo vantaggi pratici e rimuove principi ideali, non parla al cuore degli italiani, non mantiene nemmeno le promesse concrete e accompagna il degrado che stiamo vivendo. Quanto più cresce il peso della tecnica e dell'economia, tanto più urge il contrappeso di una visione spirituale della politica e della comunità. Quanto più viviamo nell'era globale, tanto più sentiamo il bisogno di un luogo eletto che sentiamo come la nostra casa. ADERITE ALL APPELLO Per aderire scrivete a: Il Giornale d Italia via Giovanni Paisiello, Roma, oppure mandate una mail a: indicando il vostro nome, cognome, indirizzo, un numero di telefono fisso o un numero di cellulare.

27/11. Il Mattinale. Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Speciale Manifestazione. ore 18.00

27/11. Il Mattinale. Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Speciale Manifestazione. ore 18.00 Il Mattinale Roma, mercoledì 27 novembre 2013 27/11 ore 18.00 a cura del Gruppo Forza Italia-Pdl alla Camera Speciale Manifestazione Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Mentre

Dettagli

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini.

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Il nuovo sondaggio politico che abbiamo realizzato nell'universo del nostro indirizzario

Dettagli

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

Le armi leggere hanno alimentato il conflitto in Siria causando oltre 93mila morti

Le armi leggere hanno alimentato il conflitto in Siria causando oltre 93mila morti Osservatorio Permanente Armi Leggere e Politiche di Sicurezza e Difesa Onlus Viale Venezia 112 25123 Brescia C.F.98114040177 Website: www.opalbrescia.org - Email: info@opalbrescia.org Le armi leggere hanno

Dettagli

Qualche dato sulla magistratura onoraria

Qualche dato sulla magistratura onoraria Lo stato dell arte Da un punto di vista definitorio i giudici onorari sono soggetti abilitati alla giurisdizione non appartenenti all ordine dei giudici professionali. La loro esistenza nel nostro ordinamento

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3946 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BORGHESI, MESSINA, MURA, FAVIA, DI GIUSEPPE, ZAZZERA, CIMADORO, PIFFARI, DI STANISLAO, PALADINI,

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una vera Europa sociale ed un altra politica industriale Roma Camera dei Deputati 14 Gennaio 2015 Maurizio LANDINI segretario generale

Dettagli

Rivoluzione Francese

Rivoluzione Francese Rivoluzione Francese Alla fine degli anni 80 del XVIII secolo la Francia attraversata una grave crisi economica: la produzione agricola era calata, le spese militari viste le numerose guerre erano aumentate,

Dettagli

IL MERCATO DELL AUTO OLTRE LA METÀ DEL GUADO

IL MERCATO DELL AUTO OLTRE LA METÀ DEL GUADO TAVOLA ROTONDA IL MERCATO DELL AUTO OLTRE LA METÀ DEL GUADO Palazzo Altieri - Sede di rappresentanza del Banco Popolare Traccia dell introduzione di Gian Primo Quagliano, Presidente Centro Studi Promotor

Dettagli

UN DECRETO DA DIPORTO Di Giuliano Marrucci

UN DECRETO DA DIPORTO Di Giuliano Marrucci UN DECRETO DA DIPORTO Di Giuliano Marrucci MILENA IN STUDIO Per far ripartire la cantieristica da Agosto è stato tolta la tassa di possesso sulle barche fino a 14 metri e dimezzata quella fino a 20, proposta

Dettagli

Pioggia battente ma con la crisi Taxi fermi ai posteggi

Pioggia battente ma con la crisi Taxi fermi ai posteggi Pioggia battente ma con la crisi Taxi fermi ai posteggi La crisi corre anche in taxi. «Pensi che in queste mattinate di maltempo, con la città allagata e la pioggia battente, abbiamo avuto anche 47 macchine

Dettagli

I GENERALI SOTTO ACCUSA

I GENERALI SOTTO ACCUSA Mondo in fiamme Algeria Il conflitto algerino Habib Souaïdia, l ex ufficiale autore del libro La Sale Guerre, torna ad attaccare i vertici militari algerini. Per questa intervista la procura di Algeri

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore di Gianni Trovati19 maggio 2015 il sole 24 ore Un rimborso quasi integrale per le più basse fra le pensioni coinvolte dal blocco-monti appena bocciato dalla

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 16.45.

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 16.45. 1/6 MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 16.45. PRESIDENTE. Vi ringrazio della vostra presenza, voi sapete naturalmente, anche per l impegno

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE

LA SECONDA GUERRA MONDIALE LA SECONDA GUERRA MONDIALE 1 SETTEMBRE 1939 - GERMANIA INVADE POLONIA Il 1 settembre 1939 l esercito tedesco invade la Polonia. La Gran Bretagna e la Francia dichiarano guerra alla Germania. I generali

Dettagli

SIRIA, UNA CRISI SENZA FINE

SIRIA, UNA CRISI SENZA FINE 544 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com SIRIA, UNA CRISI SENZA FINE Le reazioni degli attori internazionali 25 luglio 2013 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 Le reazioni degli attori

Dettagli

E ADESSO VI SPIEGHIAMO IL PROGRAMMA DEL PD

E ADESSO VI SPIEGHIAMO IL PROGRAMMA DEL PD SCHEDA Roma, 27 febbraio 2008 N 3 E ADESSO VI SPIEGHIAMO IL PROGRAMMA DEL PD Analisi critica, sintetica e graffiante dei dodici punti del programma del Partito Democratico Punto 3 CITTADINI E IMPRESE PIÙ

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato.

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Traccia Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Per la preghiera: impariamo il canto per la celebrazione del perdono recitiamo insieme il Confesso e l Atto di dolore

Dettagli

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola MILENA GABANELLI IN STUDIO Buonasera, l inchiesta di oggi è dedicata al centro unico di spesa di tutti gli uffici pubblici: se invece di comprare una sedia ne compro mille

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 931

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 931 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 931 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori LANNUTTI, BELISARIO, ASTORE, BUGNANO, CAFORIO, CARLINO, DE TONI, DI NARDO, GIAMBRONE, LI GOTTI, MASCITELLI, PARDI,

Dettagli

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE B ECONOMIA SIC. E SINDACALE Cooperativa Cesame. Berretta (Pd): Rinascita Cesame motivo di soddisfazione per tutta la città. Sapere che il marchio Cesame tornerà sul mercato e pensare che questa battaglia

Dettagli

Il Commissario Delegato

Il Commissario Delegato REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI VILLAGGI ATTREZZATI PER LE COMUNITA NOMADI NELLA REGIONE LAZIO Visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 21 maggio 2008, recante la dichiarazione

Dettagli

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE»

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» RASSEGNA STAMPA MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA MAFIA CAPITALE: DALLE ACLI DI ROMA APPREZZAMENTO PER LA MANIFESTAZIONE DEL 3/9 "CONTRO LE MAFIE" AL TUSCOLANO

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze)

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) È un piacere per il Comune di Firenze ospitare questo bellissimo incontro ricco di contenuti. Ho partecipato anche ai lavori di stamani. È

Dettagli

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Alfredo Bertelli Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Il convegno organizzato oggi dalla Prefettura di Bologna rappresenta un occasione importante di confronto. Proprio per

Dettagli

Questo documento che Cittadinanzattiva Calabria consegna a lei quale Commissario alla sanità della regione Calabria rappresenta un primo tentativo di

Questo documento che Cittadinanzattiva Calabria consegna a lei quale Commissario alla sanità della regione Calabria rappresenta un primo tentativo di Questo documento che Cittadinanzattiva Calabria consegna a lei quale Commissario alla sanità della regione Calabria rappresenta un primo tentativo di aprire un percorso istituzionale attraverso il quale

Dettagli

È morta l architetta Zaha Hadid

È morta l architetta Zaha Hadid È morta l architetta Zaha Hadid Edifici distrutti dai bombardamenti del governo siriano a Damasco, il 10 febbraio 2016. (Bassam Khabieh, Reuters/Contrasto) 11MAR 201618.40 La spartizione della Siria è

Dettagli

Rilevazione 25 Novembre 2013. OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica

Rilevazione 25 Novembre 2013. OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica Rilevazione 25 Novembre 2013 OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica Le notizie della settimana: la Sardegna concentra tutta l attenzione L alluvione

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI 1057 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: Editoriale de Il Giornale, 1 novembre 2015 1 novembre 2015 a cura di Renato Brunetta 2 Era fine agosto e la confusione

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi Articolo 1: Il bambino (o bambina) è ogni essere umano fino a 18 anni. Articolo 2: Gli Stati devono rispettare, nel

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE. Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie di persone :

LA RIVOLUZIONE FRANCESE. Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie di persone : LA RIVOLUZIONE FRANCESE In Francia la società è divisa in tre ordini o stati: 1) Nobiltà 2) Clero 3) Terzo Stato Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie

Dettagli

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita Costituita in memoria di Piero Salvati, carabiniere e poi funzionario della Pubblica Amministrazione, ottimo maresciallo dell ANC di Tortona, mancato all affetto dei suoi cari e dei suoi tanti amici il

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

i dossier MONTE PASCHI STORY 20 anni di storia www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta

i dossier MONTE PASCHI STORY 20 anni di storia www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta 297 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com MONTE PASCHI STORY 20 anni di storia Il Pci/Pds/Ds/Pd ci deve spiegare 24 gennaio 2013 a cura di Renato Brunetta 2 25 giugno 1999 - Monte dei

Dettagli

ANSA. Giustizia: Oua a Letta, ottimistiche previsioni su civile

ANSA. Giustizia: Oua a Letta, ottimistiche previsioni su civile ANSA Giustizia: Oua a Letta, ottimistiche previsioni su civile (ANSA) - ROMA, 30 SET - "Con il premier Letta siamo d' accordo su una cosa importante: il Paese ha bisogno di interventi sulla giustizia a

Dettagli

Organi di Partito cancellano, modificano, creano nuove leggi e rimuovono politici che non rispettano le regole.

Organi di Partito cancellano, modificano, creano nuove leggi e rimuovono politici che non rispettano le regole. Forza Democratica Foglio 1/5 Oggetto: Bozza per uscire dall attuale crisi Prevenzione. Prevenzione. Prevenzione Staremo bene se anche gli altri stanno bene. Non fare agli altri ciò che non vuoi sia fatto

Dettagli

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI Come assicurarti soldi e posto di lavoro nel bel mezzo della crisi economica. www.advisortelefonica.it Complimenti! Se stai leggendo

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

COME MALAGROTTA HA SALVATO ROMA DALLA EMERGENZA RIFIUTI

COME MALAGROTTA HA SALVATO ROMA DALLA EMERGENZA RIFIUTI malagrotta_def_layout 1 04/01/12 10.24 Pagina 2 COME MALAGROTTA HA SALVATO ROMA DALLA EMERGENZA RIFIUTI ROMA, 1 GENNAIO 2012 Città delle Industrie Ambientali malagrotta-interno_layout 1 04/01/12 10.22

Dettagli

2. Lei dice che la mafia oggi sia più discreta che nel passato. Secondo Lei: La Mafia e più potente o meno potente che diciamo dieci anni fa?

2. Lei dice che la mafia oggi sia più discreta che nel passato. Secondo Lei: La Mafia e più potente o meno potente che diciamo dieci anni fa? 1. In Germania c'è l'impressione che in Italia il periodo degli grandi assassini della mafia sia passato: Non si vede più grandi attentati come quellineglianninovanta.comemai?egiustoquestaimpressione?

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Ogg: ZITTI ZITTI, SI PRENDONO L'ORO DELLA BANCA D'ITALIA...!

Ogg: ZITTI ZITTI, SI PRENDONO L'ORO DELLA BANCA D'ITALIA...! Ogg: ZITTI ZITTI, SI PRENDONO L'ORO DELLA BANCA D'ITALIA... OGGI, LUNEDI' 23 DICEMBRE 2013, IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI BANKITALIA SI ASSEGNERA' DEFINITIVAMENTE LE RISERVE AUREE DEGLI ITALIANI,

Dettagli

a cura di Irene Testa (Associazione Radicale Detenuto Ignoto )

a cura di Irene Testa (Associazione Radicale Detenuto Ignoto ) I Numeri della Giustizia a cura di Irene Testa (Associazione Radicale Detenuto Ignoto ) Fonti: Le analisi di Confindustria, Confartigianato, Banca d Italia e Banca Mondiale Vediamolo nei numeri, questo

Dettagli

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON C è un libro sui ragazzini agitati, dal titolo On agite un enfant: è un gioco di parole, perché c era una pubblicità di una bevanda gassata che se non ricordo

Dettagli

scopri i 7 rischi che corri 5 servizi che devi dall agenzia immobiliare

scopri i 7 rischi che corri 5 servizi che devi dall agenzia immobiliare 1 scopri i 7 rischi che corri nell acquisto della tua nuova casa e le 3 soluzioni che possono salvarti dall acquisto sbagliato. 5 servizi che devi pretendere dall agenzia immobiliare 2 Che si tratti dell

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 16/06/2016 Pagina 21 PIER LUIGI TROMBETTA Dipendente in prova denuncia il titolare:

Dettagli

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE Di Alberto Nerazzini MILENA GABANELLI IN STUDIO Di solito quando si è in difficoltà è sempre propositivo andare a vedere come sono organizzati gli altri, non necessariamente

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

UNCC: Cosa è e come funziona la Commissione Onu per i Risarcimenti

UNCC: Cosa è e come funziona la Commissione Onu per i Risarcimenti UNCC: Cosa è e come funziona la Commissione Onu per i Risarcimenti Uno dei meccanismi essenziali della strategia di annientamento dell Iraq è tuttora sconosciuto al grande pubblico. Si tratta della United

Dettagli

Sicurezza e cittadinanza

Sicurezza e cittadinanza Sicurezza e cittadinanza (pp. 621 681 del volume) La numerazione di tabelle, tavole e figure riproduce quella del testo integrale Aspettando il Piano carceri Ci sono voluti quattro anni dall ultimo provvedimento

Dettagli

lettera del Presidente Nazionale AIGA, Avv. Dario Greco lettera del Coordinatore Regionale AIGA, Avv. Mariangela Grillo

lettera del Presidente Nazionale AIGA, Avv. Dario Greco lettera del Coordinatore Regionale AIGA, Avv. Mariangela Grillo IN EVIDENZA: 1) Lettera aperta all avvocatura italiana lettera del Presidente Nazionale AIGA, Avv. Dario Greco 2) Perché iscriversi all AIGA lettera del Coordinatore Regionale AIGA, Avv. Mariangela Grillo

Dettagli

Amnistia-indulto, sondaggi a confronto

Amnistia-indulto, sondaggi a confronto Amnistia-indulto, sondaggi a confronto Dopo il messaggio del Capo dello stato Giorgio Napolitano alle Camere si è acceso il dibattito sull amnistia e sui provvedimenti di clemenza. Gli istituti di ricerca

Dettagli

LA GRANDE GUERRA sui media

LA GRANDE GUERRA sui media LA GRANDE GUERRA sui media 1 IL CENTRO http://ilcentro.gelocal.it/pescara/cronaca/2015/11/21/news/marini-la-grande-guerra-e-il-terrorismo- 1.12485624 Il CENTRO 22 novembre 2015 2 Il Messaggero 22 novembre

Dettagli

Quirinale, grazia al Cav? 'Segno di analfabetismo'

Quirinale, grazia al Cav? 'Segno di analfabetismo' http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/daassociare/2013/03/19/pd-verso-speranza-zanda-capigruppo-camera-senato_8425205.html Pagina 1 di 5 Il sito Internet dell'agenzia ANSA Speciali Quirinale, grazia

Dettagli

Esito del voto elettorale nazionale: nel nuovo Parlamento sarà difficile garantire una stabilità di governo.

Esito del voto elettorale nazionale: nel nuovo Parlamento sarà difficile garantire una stabilità di governo. RINNOVO DEL PARLAMENTO ITALIANO RINNOVO DEL CONSIGLIO REGIONALE : Lombardia Lazio Molise Esito del voto elettorale nazionale: nel nuovo Parlamento sarà difficile garantire una stabilità di governo. La

Dettagli

FRANCO DANIELI : NON C'E' CONTINUITA' CON LA POLITICA ESTERA DI BERLUSCONI di Silvia Garnero in collaborazione con http://www.italianosenamerica.

FRANCO DANIELI : NON C'E' CONTINUITA' CON LA POLITICA ESTERA DI BERLUSCONI di Silvia Garnero in collaborazione con http://www.italianosenamerica. FARONOTIZIE.IT Anno II - n 11 Febbraio 2007 Redazione e amministrazione: Scesa Porta Laino, n. 33 87026 Mormanno (CS) Tel. 0981 81819 Fax 0981 85700 redazione@faronotizie.it Testata giornalistica registrata

Dettagli

Capece vs Bernardini

Capece vs Bernardini Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Segreteria Generale: Via Trionfale, 79/A 00136 Roma Tel. 06.3975901 (6 linee r.a) Fax 06.39733669 Email: info@sappe.it Capece vs Bernardini Comunicato stampa in

Dettagli

Luca Masera. Lampedusa: politiche di detenzione e rimpatrio

Luca Masera. Lampedusa: politiche di detenzione e rimpatrio Luca Masera Lampedusa: politiche di detenzione e rimpatrio 1. Per comprendere davvero quello che è successo e sta succedendo a Lampedusa, credo sia utile cercare di inserire tale vicenda all interno del

Dettagli

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE INDAGINE: COME I MANAGER VIVONO LA CRISI REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE Il sondaggio effettuato a fine anno da Astra Ricerche per Manageritalia parla chiaro: i manager sentono la crisi sulla propria

Dettagli

XXV Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani. Noi, gli altri e la crisi

XXV Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani. Noi, gli altri e la crisi XXV Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani Noi, gli altri e la crisi Rapporto Giugno 2010 NOTA METODOLOGICA L Osservatorio sul capitale sociale è realizzato da Demos & Pi in collaborazione con

Dettagli

PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016

PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016 PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016 Contributi di licenziamento, nuova Aspi, «decantierizzazione». La macchina

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 1 novembre 2009

COMUNICATO STAMPA 1 novembre 2009 COMUNICATO STAMPA 1 novembre 2009 Sui suicidi in carcere indignazione occasionale, tardiva e ipocrita Dopo l ennesimo suicidio di una persona detenuta siamo costretti registrare la solita sequela di occasionali

Dettagli

In cammino verso la Pasqua. Giornata splendida oggi ad Aleppo.

In cammino verso la Pasqua. Giornata splendida oggi ad Aleppo. Lettera da Aleppo, 23 marzo 2014 In cammino verso la Pasqua Giornata splendida oggi ad Aleppo. Mi sono svegliato presto. Devo verificare a che punto si trovano i serbatoi di acqua della comunità. La situazione

Dettagli

L opinione degli RLS del SIRS sulle nuove normative

L opinione degli RLS del SIRS sulle nuove normative L opinione degli RLS del SIRS sulle nuove normative Prima di entrare nel merito dell argomento della mia relazione mi corre l obbligo fare una precisazione, in modo particolare nei confronti degli RLS

Dettagli

COME FARE SOLDI E CARRIERA RA NEGLI ANNI DELLA CRISI

COME FARE SOLDI E CARRIERA RA NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT COME FARE SOLDI E CARRIERA RA NEGLI ANNI DELLA CRISI Scopri i Segreti della Professione più richiesta in Italia nei prossimi anni. www.tagliabollette.com Complimenti! Se stai leggendo questo

Dettagli

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE

IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE IL COLORE ROSSO DELLE GINESTRE Rappresentazione teatrale degli Alunni dell'ic di San Cipirello Esplorazione della Memoria Alle radici del Primo Maggio A.S. 2014 / 15 Narratore È il primo maggio. Un'anziana

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

La sentenza della Corte dell Aja e le stragi nazifasciste del 43 45

La sentenza della Corte dell Aja e le stragi nazifasciste del 43 45 6 febbraio 2012 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 Numero Speciale Pubblichiamo, in questo speciale di ANPInews, una nota che il nostro Presidente Nazionale Carlo Smuraglia ha inteso redigere riguardo

Dettagli

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano www.stefanoboeri.it 5 modi per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. Stefano Boeri Cambiamo città. Restiamo a Milano. 5 PROPOSTE. Un altra Milano comincia da

Dettagli

Fism. Le sezioni primavera senza finanziamenti statali La denuncia della Federazione delle scuole materne

Fism. Le sezioni primavera senza finanziamenti statali La denuncia della Federazione delle scuole materne TUTTOSCUOLA.COM Fism. Le sezioni primavera senza finanziamenti statali La denuncia della Federazione delle scuole materne La FISM (Federazione Italiana delle Scuole Materne) denuncia la mancanza totale

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review

Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Tommaso

Dettagli

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA DEBITI P.A. decreto del fare Di Emanuele Bellano PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA L impegno che il Ministero dell Economia in particolare sta attuando con grande determinazione

Dettagli