Osservazioni al position paper CONSOB del 19 aprile 2010 Gli aumenti di capitale con rilevante effetto diluitivo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Osservazioni al position paper CONSOB del 19 aprile 2010 Gli aumenti di capitale con rilevante effetto diluitivo"

Transcript

1 Ossevzioni l osiion e CONSOB del 9 ile Gli umeni di cile con ilevne effeo diluiivo di Enic Bolognesi e Angel Gllo giugno Con il esene documeno, ci si oone di offie un conibuio in em di umeni di cile con ilevne effeo diluiivo l fine di segnle uleioi elemeni di iflessione cic le oblemiche oggeo di discussione. Il em ffono è so d noi nlizzo nell mbio di un lvoo di icec ccdemico che h condoo l e iniolo Aumeni di cile e egolmeno del meco IDEM: le nomlie dei csi Se PG e Tiscli e che lleghimo l esene. Venno di seguio esose lcune ossevzioni elive l documeno Consob in ifeimeno i isuli oenui nell nos nlisi. Nell e inoduiv del documeno, Descizione del fenomeno sono elence le nomlie che si sono veifice si sul MTA (in emini di quozioni e di volumi), si sul meco IDEM. Il noso conibuo si concen su ques ulimo seo. In icole, g. 4 del documeno, sono sineizzi gli elemeni che hnno influenzo eciocmene i due meci qui di seguio ioi:. L liczione di un coefficiene di eific K, definio d Bos Ilin in conseguenz dell mu comosizione del cile dell emiene, si l ezzo di esecizio delle sock oion che l numeo di zioni soosni, f si che il suddeo numeo si collego l numeo di zioni d emeee, iuoso che l numeo di zioni in cicolzione;. Le vizioni ilevni dei ezzi delle zioni, egise nei imi gioni di negozizione dei eiodi di offe, h deemino l ossibilià di esecie ofievolmene le sock oion del io cll, in quno dee in he money;. L esecizio nicio delle sock oion cll h deemino, e gli oeoi isuli ssegni, l esigenz di cquisie il mggio numeo di zioni ossibile, mie cquisi sull MTA, conibuendo in l modo d umene l essione dl lo degli cquisi, oue loo vol esecindo le ozioni del medesimo io evenulmene in loo ossesso, conibuendo così genee nuove ssegnzioni e li oeoi. In icole, l nos nlisi ilev che, ole ll umeno dell essione sul lo degli cquisi, il fenomeno so descio h cuso noevoli edie finnziie quegli invesioi che vesseo imlemeno un segi conseviv del io coveed cll sui ioli Se PG e Tiscli, in un eiodo necedene l inizio delle oezioni di icilizzzione, e vesseo subio l esecizio nicio dune il Peiodo di Offe. Tle cicosnz vebbe coseo gli invesioi in esme ll cquiso sul meco so di ioli non essendo essi in ossesso delle zioni invenieni (u vendo deio ll umeno di cile). Il noso conibuo sim un edi medi oenzile i 5. e gli. euo e le osizioni coe su ozioni cll Se PG e i. e.7 euo su ozioni Tiscli, vibile nel nge second dell d di cquiso fozo delle zioni. Tli edie, se oe l conovloe di un cono 4 d ozione, si esno medimene,6 vole l invesimeno nel cso di Se PG e 4,4 nel cso di Tiscli. In esem sinesi, si dimos come li edie finnziie non sino ibuibili cicosnze di meco (e quindi i ischi di meco imlicii nell segi) bensì ll esisenz di un g emole l obbligo di consegn dei ioli ll conoe e l consegn delle zioni invenieni gli invesioi in qulià di vecchi zionisi Diimeno di Scienze Aziendli, Univesià degli Sudi di Bologn, Vi Co di Lucc 4, 46 Bologn, Tel: , Diimeno di Sudi e Riceche Aziendli, Univesià degli Sudi di Sleno, Vi Pone don Melillo, 8484 Fiscino (SA), Tel: , , Assunzione di un osizione lung sul meco zionio so e conesule vendi di un ozione cll vene l medesim zione come soosne. 4 Pe effeue queso clcolo ci foclizzimo su di un cono d ozione con ezzo di esecizio in line con il ezzo di meco dei ioli ll vigili del Peiodo di Offe: 6 euo nel cso Se PG e,8 nel cso Tiscli.

2 (che hnno deio ll umeno di cile). Ques evidenz one eno in luce l ssenz di gnzi e gli invesioi cic l neulià delle osizioni in ozioni ee in un eiodo necedene le oezioni di umeno di cile. Confemno l dimensione e l conseguene ilevnz del fenomeno descio l numeosià degli esecizi nicii nei imi gioni del Peiodo di Offe, ilev veso l ossevzione dell ndmeno dell oen inees dei coni cll di enmbi i ioli (si imnd l lvoo in llego, i commeni di Figu 4 e 5 e il cso Se PG e Figu 9 e e il cso Tiscli). Tonndo l documeno in esme, le soluzioni vnze si ivolgono in modo eslicio ll cegoi degli biggisi. Le le iologie di invesioi sono invece considee in modo ggego come è evidene dl seguene ssggio dell Sezione 6. Pià di meno : Gli invesioi che volesseo gnisi il diio di evoc fino ll ulimo giono del Peiodo di Ozione non hnno che uilizze l ulim fines di consegn delle zioni ivenieni, quell evis dl modello bse (si ved il gfo 4). In effei, eccezion f e gli biggisi, il edeo comomeno cosiuisce il comomeno zionle.. L nos nlisi suggeisce che, e lcune iologie di invesioi (non biggisi), endee l ulim fines di consegn delle zioni invenieni non cosiuisce necessimene il comomeno zionle (o iù conveniene). Ole gli biggisi nche le iologie di invesioi, come d esemio coloo che vesseo imlemeno segie coveed cll, necessino quindi di soluzioni degue. Soende che, ll ineno del documeno, non si ong l enzione nche l oblem degli esecizi nicii dei coni cll. D l e, l obieivo del documeno di individue delle soluzioni l fine di iuscie d gine il oblem dell ndmeno nomlo dei ioli sul MTA veso l llinemeno il vloe dei ioli e dei diii, sosenuo dll ivià dgli biggisi, non isolve efficcemene il oblem in oggeo. Se è veo, infi, che se fosseo elimine le nomlie sul meco so, l ozione non si oveebbe imovvismene dee-in-heoney (e oe nche del conibuo degli biggisi), non è comunque ceo che l esecizio nicio dell ozione cll e le elive edie (cee) che sono se evidenzie, sebbeo scongiue. Tove soluzioni e gli biggisi idimension le edie nlizze sul meco dei deivi m non le elimin. Pemngono quindi elessià cic l discsi il momeno di eific dei coni sull IDEM e l consegn delle zioni invenieni. Enndo mggiomene nel deglio delle soluzioni oose nel documeno (soluzione ) e soluzione b)), esse si concenno sull oeivià degli biggisi ed in icole sull oounià di oenee le zioni invenieni in concominz con l d del egolmeno dell vendi delle zioni in d T. Tuvi, in un ssggio successivo si suggeisce che l ossibilià di usufuie di un fines inemedi di consegn oss essee offe nche ll invesioe comune, come si legge nell Sezione 6. dedic ll Pià di Tmeno : Pgmicmene, si oebbe evedee un ozione di deful in bse ll qule le zioni ivenieni sono consegne ll fine del Peiodo di Ozione, slvo esess volonà dell invesioe di usufuie di un delle finese inemedie di consegn. L oos di finese inemedie di consegn ien nell icolzione delle ioesi denomine minimle e minimle llg (g.5 del documeno). Esse evedono l consegn delle zioni invenieni, ole che in T+4, in T+ nell ioesi minimle e T+ e T+ nell ioesi minimle llg. Le due soluzioni vnze quindi, evedono un o due finese di consegn lenive l modello bse. In meio ll numeosià di li finese inemedie il documeno ggiunge ( g.6): l di fuoi delle finese eslicimene considee T+ e T+ e l soluzione ) e T+ e l soluzione b) è molo obbile che i benefici di uleioi finese di consegn sino scubili. Conseguenemene, è obbilmene usicbile che in un imo momeno l soluzione do si limi, second che si oend e l soluzione ) o e l soluzione b), ll ioesi minimle llg o ll ioesi minimle. Tle soluzione oebbe essee ivis ll luce dell eseienz. Secondo il noso ee, li soluzioni non sono in gdo di isolvee oeivmene il oblem oggeo di discussione. Gli invesioi che hnno ssuno osizioni coe in ozioni cll e che hnno deio ll umeno di cile devono essee ovvisi delle zioni d consegne in cso di esecizio nicio dell ozione. Essendo le evenulià ossibile in ciscun giono del Peiodo di Offe, llo ioizze due o e uleioi finese di consegn non isolvono l oblemic. E quindi usicbile che le misue che si snno discuendo ffonino nche l oblemic evidenzi, ll luce, uno, di un eseienz che è già s mu. Un ulim ossevzione igud un ffemzione cic l nomli iscon sui ezzi dei ioli sul MTA. A g. 7, nell Sezione concenene l Aivià di vigilnz si legge: Sull bse delle isulnze dell ivià

3 di vigilnz, il fenomeno dell sovvluzione delle zioni oggeo delle oezioni di umeno di cile in quesione semb sosnzilmene diendee d un mnc comensione degli effei diluiivi sui ezzi delle zioni. Tle ffemzione è e noi difficilmene comensibile ll luce dell nomli egis nei volumi di scmbio dei ioli Se PG e Tiscli (se oi l numeo di zioni in cicolzione) in coisondenz dei imi gioni del Peiodo di Offe. Ci s ineog quindi se l nlisi delle conzioni vvenue nel eiodo iveli l sol esenz di invesioi comuni.

4 Aumeni di cile e egolmeno del meco IDEM: le nomlie dei csi Se PG e Tiscli Enic Bolognesi* e Angel Gllo gennio ABSTRACT Nel coso del 9 si è ssisio d imoni oezioni di icilizzzione di socieà iline quoe, cemene singoli e ciò che concene i emini dell offe, gli effei ossevi nei meci finnzii e, souo, e l effeo diluiivo sul loo zionio. In icole, le oezioni di Se PG e di Tiscli si sono disine e l comlessià dell chieu delle loo offee. Obieivo del esene lvoo è meee in elzione l ndmeno nomlo egiso dlle quozioni dei due ioli nei imi gioni del Peiodo di Offe con le concomini nomlie osseve sul meco delle ozioni. L enzione è os lle conseguenze subie dgli invesioi che bbino imlemeno un segi coveed cll. Il e inende dimose che, nel cso di esecizio nicio dell ozione d e dell conoe, nei imi gioni del Peiodo di Offe, l invesioe subisce un ce quno imevedibile edi finnzii iconducibile d un cicosnz di io "egolmene" e non l ischio di meco. JEL clssificion: G, G4, G. Keywods: umeno di cile, egolmeno IDEM, segi coveed cll. * Diimeno di Scienze Aziendli, Univesià degli Sudi di Bologn, Vi Co di Lucc 4, 46 Bologn, Tel: , , Diimeno di Sudi e Riceche Aziendli, Univesià degli Sudi di Sleno, Vi Pone don Melillo, 8484 Fiscino (SA), Tel: , ,

5 . Inoduzione Nel coso del 9 si è ssisio d imoni oezioni di icilizzzione di socieà iline quoe, cemene singoli e ciò che concene i emini dell offe e gli effei ossevi nei meci finnzii. E il cso di Se Pgine Gille (PG) nel mzo 9, Pielli Rel Ese (RE) nel giugno 9, Aedes nel luglio 9 e infine di Tiscli nel mese di oobe 9. Denominoe comune delle oezioni cie è so l enome qunià di zioni offee l meco, lmene elev, d essee se definie oezioni monse. L effeo, in ui i csi cii, è s un ecenule di diluizione del cile socile os-emissione molo elev: i cic l 8,% e Aedes, l 94,6% e Pielli RE, l 96,7% e Tiscli e infine l 97,9% e Se PG. Più degli li eò, i csi di Se PG e Tiscli hnno fo discuee l comunià finnzii. Essi si sono disini ole che e l chieu delle offee, difficilmene comensibili d un invesioe eil, e gli nomli movimeni di meco egisi si nelle quozioni dei ioli si nei volumi scmbii, dinmiche quese che hnno conibuio d umene l ocià di dee oezioni. Le similià l umeno di cile di Se PG e di Tiscli comincino già nel eiodo ecedene le due offee. In enmbi i csi le socieà hnno fo ecedee l umeno di cile d oezioni di ggumeno delle oie zioni, divenue nel emo delle cosiddee enny socks, ossi delle zioni dl vloe uniio esemmene bsso. Il vloe delle zioni Se PG e Tiscli è in ogni cso nuovmene ono livelli molo bssi doo l conclusione dell offe, cus delle condizioni che hnno ceizzo le oezioni di icilizzzione. L enome numeo di nuovi ioli emessi è so, difi, offeo ezzi esemmene sconi iseo lle quozioni di meco effe dei iseivi ioli. Inole, vi è so in enmbi i csi un eiodo di evviso molo beve cic l inizio del Peiodo d Offe (PdO) delle nuove zioni. Sebbene le due oezioni fosseo se delibee dll Assemble Sodini delle socieà lcuni mesi im, l comuniczione ufficile dell inizio del PdO è s es no con sole e sedue bosisiche d nicio nel cso di Se PG e nel coso dell sedu bosisic en ecedene nel cso di Tiscli. Le cicosnze fino descie hnno cuso un veloce e inseo ggiusmeno dei ezzi e del numeo di zioni nei ofogli, con l effeo di disoiene gli invesioi, i quli hnno oi ssisio, dune il PdO, nche comomeni nomli negli scmbi. Dune i imi gioni del PdO, infi, si sono egise efomnce dei ioli oggeo di offe e cife, difficilmene giusificbili vis l ssenz di nuove infomzioni ice sensiive su di essi. Ad esemio, l efomnce delle ime e sedue bosisiche del PdO è s i l 5% cic e Se PG e l 75% e il iolo Tiscli. In ques ulimo cso, inole, l eufoi egis nelle quozioni del iolo non h ovo confem nel vloe del diio d ozione d esso lego, il qule, fone di un foe ogesso dell zione, nel coso dell im gion del PdO, h subio un deezzmeno dell odine del 4%. Solno conclusione del PdO le quozioni dei due ioli

6 sono one su vloi di equilibio, comunque infeioi iseo quelli egisi il giono che h eceduo l inizio del PdO. Le eculiià delle oezioni in esme, inole, si sono iflesse nche sul meco degli sumeni finnzii deivi, essendo i ioli Se PG e Tiscli ivià soosni coni d ozione negozii sul meco IDEM, gesio d Bos Ilin. Pe oezioni sodinie di queso io, il egolmeno del meco imone l eific, ll inizio del PdO, si dei ezzi di esecizio si del numeo di zioni (loo) oggeo dei coni d ozione esiseni. Le conseguenze di quese modifiche ossono ivelsi molo significive e gli invesioi e meino un icole enzione: esse ossono, infi, odue isuli economici esemmene negivi e non seme evedibili. Il esene lvoo di icec inende nlizze le dinmiche che hnno ceizzo le oezioni in esme e i loo iflessi sui meci finnzii, con icole ineesse l meco delle ozioni. Più in deglio, l enzione viene os l egolmeno del meco IDEM e lle gnzie che devono essee offee gli invesioi cic l neulià delle osizioni in essee nel cso di oezioni sodinie di noevoli dimensioni come quelle esmine. Obieivo del lvoo è meee in elzione l ndmeno nomlo egiso di ioli Se PG e Tiscli nei imi gioni del PdO con i concomini comomeni nomli ossevi sul meco delle ozioni. L enzione viene os, in icole, gli invesioi che bbino scelo di ue segie consevive del io coveed cll (o cosiddee segie buy wie ), le iù diffuse sul meco. Esse comono l ssunzione di un osizione lung sul meco zionio so e l conesule vendi di un ozione cll vene l medesim zione come soosne. Il e inende dimose che, nel coneso descio, e nel cso di esecizio nicio del diio di cquiso del iolo d e dell conoe, nei imi gioni del PdO, l invesioe subisce un ce quno imevedibile edi finnzii iconducibile d un cicosnz di io egolmene e non l ischio di meco dell segi. Il moivo isiede nel fo che le nuove zioni emesse, necessie e demiee il cono d ozione (eifico nell qunià di zioni dl egolmeno IDEM), secondo l discilin sugli umeni di cile, sono ese effeivmene disonibili gli zionisi eno i dieci gioni di bos successivi ll chiusu del PdO. In le ole, l esisenz di un g emole l vvio del PdO (dove i coni d ozione sono eifici) e l consegn fisic delle zioni i vecchi zionisi che deiscono ll umeno di cile, oduce imoni effei disosivi e quesi ulimi. Ne consegue che i comomeni nomli egisi di ioli in oggeo sono si, in e, limeni dll necessià di quesi invesioi di icoie le oie osizioni (e/o di ssolvee evenulmene gli obblighi di esecizio nicio) medine cquisi sul meco zionio. In sinesi, ciò che si inende oe in evidenz è l mnc gnzi di neulià delle osizioni eesiseni l oezione sul cile delle socieà cus di un lcun esisene nel egolmeno del

7 meco IDEM, nonosne l oezione offe dl diio d ozione (in ifeimeno i diii d ozione si ved Bigelli, 994). Numeosi sudi sugli umeni di cile si sono conceni sulle nomlie lege li oezioni, in icole sull ezione dei meci finnzii nell inono dell nnuncio dell oezione ole che sull efomnce del iolo nel lungo eiodo. Nel imo cso si f ifeimeno ll ossibilià che, cus di simmeie infomive, l umeno di cile veicoli l meco infomzioni cic l sovvluzione delle zioni cusndo l cdu del ezzo delle zioni (Myes nd Mjluf, 984). Nel secondo cso, invece, le eoie iù diffuse sono quell delle oimisic execion di Loughn e Rie (995, 997) e l successiv di Hishleife e Subhmnym, (998) vol meee in elzione l evidenz di efomnce di lungo eiodo negive con un eccesso di ove confidence d e degli invesioi. In icole con ifeimeno lle oezioni che hnno coinvolo il meco ilino, il lvoo di Meoli, Plei e Ug (5) h evidenzio gli busi i dnni degli zionisi di minonz collegi d oezioni di umeno di cile con elevi effei diluiivi sul cile. Il esene sudio u foclizzndosi sul meco ilino si discos di ecedeni lvoi oonendosi di indge le conseguenze e gli invesioi deivni d luni sei ecnici connessi quelle oezioni di icilizzzione sul meco dei deivi. Il lvoo osegue con l descizione delle ceisiche dell menzion segi in ozioni, no come coveed cll. Successivmene, sono nlizze nel deglio le oezioni di icilizzzione di Se PG e di Tiscli e le elive nomlie iscone. Infine, l fomulzione di lcune oose di ineveno uel dell invesioe concludono il lvoo.. L segi Coveed Cll L segi con ozioni no con il emine coveed cll (o buy wie) è le iù semlici e diffuse l mondo. Amimene uilizz sin dgli nni 7, l imulso ll su imlemenzione sui ofogli finnzii (non solmene isiuzionli) è deivo dll cezione d e del Chicgo Bod of Exchnge (CBOE) di un indice di efomnce d ess dedico, elizzo sull indice S&P5 e denomino CBOE S&P 5 BuyWie Index. L cezione di ques indice h seguio l nlisi di Whley () vol dimose l sueioià delle iskdjused efomnce di ques segi iseo ll indice zionio e il eiodo comeso il 988 ed il. Successivmene, un lvoo elizzo dll Clln s Associe (6), e il eiodo 988-6, h moso che l segi coveed cll h oenuo endimeni in line con quelli egisi dll indice S&P5 (,77% cono,67%), m con un livello di ischio (in emini di devizione sndd) sensibilmene infeioe (9,9% cono il,89% dello S&P5). Queso lvoo dimos, inole, l vlidià dell segi in oggeo, souo nei eiodi di disces dei meci zioni, confemndone il ofilo consevivo. 4

8 Più in deglio, l segi coveed cll consise nell cquiso zionio sul meco so e nell conesule vendi di ozioni cll sul meco dei deivi veni come soosni le medesime zioni. Si icod che l vendi di un ozione cll evede che, dieo l incsso di un emio, l invesioe vend il diio d cquise d un deemino ezzo di esecizio (sike ice) le zioni soosni il cono. L osizione di semlice vendi dell ozione cll è bs sull seiv dell invesioe di un ibsso dei ezzi del soosne, che così si esone d un edi oenzile illimi (i ll diffeenz lo sike ice e il vloe di meco delle zioni), fone di un ofio limio l solo emio nel cso che l ozione isuli scdenz ou-heoney. D l e, l invesimeno nei ioli zioni è l conio bso sull seiv di ilzo del soosne ed esone l invesioe l ischio dell edi dell ineo invesimeno, conobilncio d un ofio oenzilmene illimio. L invesioe che volesse doe un segi mggiomene conseviv iseo l ischio deivne dll invesimeno zionio uò, quindi, oe e un ofoglio comoso d zioni e dll vendi conesule di ozioni cll veni il medesimo soosne. In queso cso, il oenzile seculivo dell osizione lung in zioni, combino con l vendi dell ozione cll, emee un enuzione del downside isk del ofoglio dovu ll incsso del emio m conobilncio dll limizione dei ofii deivni d un ossibile ndmeno osiivo del iolo zionio. L suu dell segi in oggeo è eseno nell Figu. Figu. L suu dell segi coveed cll Pofii/Pedie Pofii/Pedie S Pezzo Azione K Pezzo Azione Acquiso zione soosne Vendi ozione cll Pofii/Pedie K Pezzo Azione Coveed Cll Pyff Più nel deglio, l Figu mos che, nel cso in cui il vloe dell zione scend l di soo dello sike ice, l edi subi dell invesioe è i ll diffeenz il vloe di cquiso delle zioni e il vloe del soosne, enuo dl emio incsso dll vendi dell ozione (che in queso cso non veà eseci). Nel cso, invece, in cui il vloe del Oue nell vendi di ozioni cll coeu di zioni già eseni in ofoglio. 5

9 soosne isuli mggioe llo sike ice e l conoe esecii il diio di cquiso, il ofio sà i l emio incsso mggioo dell diffeenz lo sike ice ed il vloe cui sono se in ecedenz cquise le zioni sul meco. Esso coisonde l ofio mssimo dell segi e non vi ll umene del vloe del soosne. È imone soolinee come il ofio mssimo dell segi in cso di esecizio nicio dell ozione d e dell conoe si, e ques segi, deeminbile ioi. Infi, il emio, lo sike ice e il ezzo di cquiso delle zioni deenue in ofoglio sono di noi. I vnggi di ques segi sono evideni: ess offe l ossibilià di oenee un ofio nel cso di sbilià dei cosi zioni e di limie le edie in cso di un loo disces, migliondo il ofilo di ischio-endimeno del semlice invesimeno in zioni. In ggiun, v icodo che l invesioe h l ossibilià di oe ofie dell evenule disibuzione di dividendi e dei diii di voo connessi ll deenzione delle zioni. Il incile svnggio, uvi, isiede nel idimensionmeno del ofio nel cso di ndmeno osiivo del iolo. Ne deiv quindi che l mssim ofibilià dell segi è ggiun nell ioesi in cui il ezzo del soosne si mneng su vloi nell inono dello sike ice (Reilly e Bown, ) e nel conemo mosi un bss volilià.. Il cso dell icilizzzione di Se Pgine Gille. L Suu dell oezione Con l delibe del 6 gennio 9 l Assemble Sodini di Se PG S... è so disoso l umeno di cile dell socieà. L offe h vuo e oggeo un numeo mssimo di zioni odinie Se PG, di nuov emissione, i , ive di vloe nominle e veni le sesse ceisiche delle zioni già in cicolzione. Le zioni di nuov emissione sono se offee in ozione i soci odini e di ismio nel oo di 6 zioni odinie ogni 5 zioni odinie e/o di ismio ossedue e l ezzo di Euo,6 e zione, e un conovloe comlessivo i cic mln di euo. Aveso ques oezione di icilizzzione il numeo di zioni odinie dell socieà è sso d cic 4 mln.97 mln di unià. Il vloe del coefficiene di eific dell seie soic dei ezzi del iolo (denomino coefficiene K è so oso i,4688. I degli dell offe sono si diffusi veso il Poseo Infomivo e di Quozione deosio esso l Consob in d 7 mzo 9, seguio del null os comunico con no n. 969 del 5 mzo 9. L oezione h definio il Peiodo di Offe (PdO) e l esecizio dei diii di ozione nelle gione bosisiche comese il mzo e il 7 ile 9, mene l negozizione dei diii è s evis nelle gione comese il mzo e Vloe emiico uilizzo d Bos Ilin e eifice il vloe di bos di un iolo seguio di un'oezione sul cile. Aveso il coefficiene di eific ssicu l coninuià nell seie soic dei ezzi, mnenendo l'ioesi di neulià e i ossessoi dei ioli. Avviso n.465 del 6//9. 6

10 l 8 ile. L consegn delle zioni i sooscioi è s evis, invece, (seme veso il Poseo Infomivo) eno i gioni di bos e successivi l emine del PdO. In ccodo con le disosizione, l consegn gli invesioi delle zioni di nuov emissione è vvenu in d ile 9. Un sinesi delle ceisiche dell offe è esen nello schem di Tvol. Tvol. Di di sinesi dell offe Se PG Numeo di Azioni oggeo dell Offe: Roo di ozione: 6/5 Numeo di zioni odinie Se PG ne emissione Azioni: Numeo di zioni odinie Se PG os emissione Azioni: Pecenule di diluizione del cile socile os emissione delle Azioni 97,9% cic Pezzo di Offe e Azione (in Euo):,6 Conovloe dell Offe in Ozione (in Euo): Peiodo dell offe: dl mzo l 7 ile 9 Consegn delle zioni gli invesioi: ile 9. L ndmeno nomlo del iolo nel Peiodo di Offe Il PdO delle zioni Se PG di nuov emissione è inizio lunedì mzo 9, ochi gioni doo l nnuncio dell oezione ll comunià finnzii e l ubbliczione del Poseo Infomivo di, iseivmene, giovedì 6 mzo e venedì 7 mzo 9. Nel coso dell im sedu bosisic del PdO il iolo h chiuso le conzioni Euo,6, egisndo un efomnce, iseo l ezzo di chiusu dell sedu ecedene, i l 5,5%. Nei due gioni successivi il iolo h egiso uleioi ilzi, mosndo un incemeno i l 5,8% il mzo e i l 55,7% il ile 9. Il ogesso del iolo, nei imi gioni del PdO, h dunque moso un efomnce comlessiv del 5,6%. Nel coso delle gione di conzione successive, invece, l quozione del iolo Se PG h subio un foe idimensionmeno llinendosi, ll fine del PdO ( ile 9), i vloi del iolo d esso necedeni. L ndmeno del iolo Se PG descio è ossevbile veso il gfico di Figu. L esem volilià dell quozione del iolo Se PG, nel PdO, è so ccomgno d un ndmeno leno nomlo dei volumi di negozizione. V icodo che il numeo delle zioni emesse dll socieà è sso, seguio dell oezione di umeno di cile, d cic 4 mln.97 mln. L consegn di quese nuove zioni gli invesioi è vvenu, come indico nel gfo ecedene, l emine del PdO, in d ile. Sino ques d, quindi, il numeo di zioni in cicolzione mmonv cic 4 mln (numeo di zioni necedene l oezione), do ques ulimo che, e un coe nlisi del unove del iolo, deve essee oso in elzione i volumi di negozizione gionliei d esso egisi. Il gfico di Figu one in evidenz l ndmeno dei volumi gionliei del iolo in oo l numeo di zioni emesse dll socieà (e disonibili e l negozizione). Al fine di meglio esene le nomli, l fines emole di ossevzione comende il mese ecedene 7

11 e quello successivo l PdO. Tle esenzione gfic mos un livello di unove medio delle zioni Se PG i,79 nel PdO (iseo d un do medio del mese ecedene e successivo l PdO i cic,) egisndo un vloe mssimo, in d 5 ile 9, i,9. Ciò signific che ciscun zione dell socieà è s scmbi medimene cic vole in quell singol gion di conzioni. Tle evidenz o d ioizze il mnco iseo, d e di invesioi isiuzionli esei, del divieo di vendi llo scoeo nel coso dell umeno di cile imoso dll Consob 4. Figu. Andmeno del ezzo del iolo Se PG nel eiodo ecedene e successivo il Peiodo di Offe ( mzo-7 ile 9) oobe 8 novembe 8 dicembe 8 gennio 9 8 febbio 9 Peiodo di Offe mzo 9 ile 9 SEAT PG (PG.MI) Fone: Bos Ilin. Figu Confono l ndmeno delle quozioni del iolo Se PG e l ndmeno del oo volumi gionliei e numeo di zioni emesse dll socieà nel eiodo comeso il 5 mzo 9 e il ile 9 Peiodo di Offe,5, i n,5,8 z io A / e,6 m,5 lu o,4 V,5, 5 m m 9 m 6 m 9 6 z o e P SEAT PG Volume/Numeo Azioni SEAT PG (PG:MI) Fone: Elbozione degli uoi su di fonii d Bos Ilin 4 Si ved delibe Consob n.66 del.9.8 e successive. 8

12 . L umeno di cile e i iflessi sul meco IDEM delle ozioni su zioni Le oezioni sul cile di un socieà quo ovocno un seie di ggiusmeni nche nel meco degli sumeni deivi, qulo le zioni dell socieà sino ivià soosni quesi coni, l fine di endee neuli le osizioni ecedenemene ssune su queso meco dgli invesioi. Pe ciò che concene il meco egolmeno IDEM, gesio d Bos Ilin, in cso di umeno di cile subiscono un eific si i ezzi di esecizio dei coni di ozione esiseni si il numeo di zioni (loo) oggeo del cono (enmbi sull bse del coefficiene K). Pe l oezione Se PG, l eific del loo minimo, e i coni di ozione già esiseni, h comoo il ssggio del numeo di zioni d unià. L conesule eific dei ezzi di esecizio 6, ole che del numeo di zioni e cono, dovebbe consenie lle conoi di mnenene inleo il conovloe del cono. In queso cso secifico eò, l neulià delle osizioni in essee iseo ll oezione sul cile dell socieà, eoicmene gni e egolmeno, non h uelo lcuni degli oeoi eseni sul meco. In icole, il g emole esisene l vvio del PdO e l consegn fisic dei nuovi ioli i vecchi zionisi dell socieà che deiscono ll umeno di cile, h odoo imoni effei disosivi nei meci e e gli oeoi. Pendendo d esemio un invesioe che vesse imlemeno l segi coveed cll (desci nell e inoduiv) in un eiodo ecedene l umeno di cile, si sebbe ovo esoso l ischio di essee sovviso dei ioli d consegne nell evenulià dell esecizio nicio del cono d ozione nel PdO 7. Soffemndosi mggiomene nel deglio dell oezione in esme, l invesioe che vesse vuo in ofoglio zioni Se PG e vesse conesulmene venduo ozioni cll sul iolo vebbe uo un semlice segi dl ofilo di ischio elivmene bsso. In un cso come queso di umeno di cile l invesioe, l fine di mnenee l coeu imlici nell segi dovebbe semlicemene deie ll offe esecindo il diio di cquiso dei ioli zioni di nuov emissione. L nomli sull qule ci si concen si bs sull evidenz che, nche qulo l invesioe in esme vesse esecio il diio di ozione sui ioli offei, si sebbe ouo ove nell condizione di essee soggeo l ischio di ilzo dell ivià soosne nel cso di esecizio nicio dune il PdO. Come già evidenzio, l moivzione isiede nel fo che egli non en effeivmene in ossesso dei ioli sooscii sino l emine del PdO. Pe meglio chiie l dinmic desci, iolo di esemio, si suong che un invesioe bbi imlemeno l segi coveed cll e un solo loo di ioli Se PG in d necedene il PdO. Egli vebbe un osizione di 5 zioni in ofoglio e un cono cll di 5 L eific del loo si oiene dividendo il numeo di zioni e cono eumeno e il coefficiene K. 6 L eific dei ezzi di esecizio si oiene molilicndo il ezzo di esecizio del cono eesisene e il coefficiene di eific K. 7 Ricodimo che in cso di umeno di cile di socieà le cui zioni sino nche soosni di coni di ozioni meicne, vi è l sosensione dell esecizio nicio di li coni solo nell sedu ecedene il Peiodo di Offe. 9

13 vendi sul iolo sesso. Nel cso di esecizio nicio del diio di cquiso lego ll ozione nel coso del PdO, l invesioe si sebbe ovo nell condizione di dovee consegne.89 ioli eno il giono successivo 8, cus dell eific del cono, invece che 5, come eviso dl cono nel eiodo necedene l umeno. Tuvi, u vendo esecio il oio diio di ozione e l cquiso delle nuove zioni, egli si ov effeivmene in ossesso solmene di 5 zioni, oiché l consegn dei ioli di nuov emissione è s evis in d successiv il emine del PdO. Ciò obblig, quindi, l invesioe in esme ll cquiso sul meco dei ioli ichiesi cus dell esecizio nicio dell ozione e l consegn ll conoe. Nel noso esemio, il numeo di zioni che l invesioe è coseo d cquise è do dll diffeenz l dimensione del loo nel eiodo necedene l oezione (che coisonde lle zioni cquise e oe in essee l segi coveed cll) ed il loo eifico, e quindi i.789 ioli. L diffeenz il ezzo delle zioni di queso cquiso fozo e l quozione delle zioni consegne l emine del PdO esen l edi in cui incoe l invesioe. Ess diende dll d di esecizio nicio dell ozione (e quindi dl ezzo di cquiso delle zioni in quell d) e dl conovloe del cono in d necedene il PdO. Con l obieivo di qunifice il isulo economico e l invesioe dell esemio è s effeu un sim dell edi medi oenzile, nel cso di esecizio nicio del diio di cquiso in coisondenz dei imi gioni del PdO 9. I isuli di ques nlisi sono si ioi nell Tvol. Le edie sono se clcole molilicndo il numeo di zioni che devono essee obbligoimene cquise e ogni cono (.789) e l diffeenz il ezzo medio dell sedu e l quozione medi del iolo (,75 euo) egis ll consegn dei ioli i sooscioi (lunedì ile). Pe un coe ineezione di quesi di è necessio oe le edie clcole l conovloe del cono d ozione cll venduo. A iolo di esemio, ci foclizzimo su di un cono d ozione con ezzo di esecizio in line con il ezzo di meco del iolo ll vigili del PdO (6 euo). Pos ques ssunzione, il conovloe di queso cono d ozione isul i. euo e esen l odine di gndezz dell invesimeno in esme. Il oo l edi sim e il conovloe medio di un cono d ozione offe quindi un sim dell inensià del dnno subio dll invesioe. Esso è i cic,76 vole l invesimeno se si conside il ezzo egiso nel secondo giono del PdO,,94 vole nel ezo giono,,74 vole nel quo giono e infine,8 vole nel quino giono. L edi medi oenzile 8 E imone icode che, nel cso di osizione non coe, i ioli ichiesi dll conoe devono essee cquisi obbligoimene nel coso del giono successivo ll esecizio del diio. 9 Si icod che il egolmeno del meco IDEM evede il divieo di esecizio nicio di un cono d ozione nel giono necedene il PdO. Pe queso moivo, l sim delle edie viene clcol ie dl secondo giono del PdO. Ponendo il ezzo di esecizio i 6 euo, che esen il vloe iù lo dell ulimo mese ecedene il PdO e nche il iù ggiono, effeuimo un sim udenzile del conovloe dei coni cquisi in ecedenz ll umeno di cile.

ELETTROMAGNETI IBK Elettromagneti per l automazione flessibile

ELETTROMAGNETI IBK Elettromagneti per l automazione flessibile INDUCTIVE COMPONENTS I 0 I 0 IBK ELETTROMAGNETI IBK Elettomneti e l utomzione flessibile Ctloo eli elettomneti IBK e l zionmento ei sistemi oscillnti Eizione Mio 2004 www.eoitli.it/ootti/feee.tml Elettomneti

Dettagli

MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI

MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI MATRICI SIMILI E MATRICI DIAGONALIZZABILI DEFINIZIONE: Due mtici qudte A e B, dello stesso odine n, si dicono simili se esiste un mtice non singole S, tle che isulti: B S A S L mtice S si chim nche mtice

Dettagli

Momento di una forza rispettto ad un punto

Momento di una forza rispettto ad un punto Momento di un fo ispettto d un punto Rihimimo lune delle definiioni e popietà sui vettoi già disusse ll iniio del oso Podotto vettoile: ϑ ϑ sin sin θ Il vettoe è dietto lungo l pependiole l pino individuto

Dettagli

TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE Una trasformazione geometrica del piano in sé è una corrispondenza biunivoca tra i punti del piano: ( ) , :,

TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE Una trasformazione geometrica del piano in sé è una corrispondenza biunivoca tra i punti del piano: ( ) , :, TRASFORMAZIONI GEOMETRICHE Un rsforzione geoeric del pino in sé è un corrispondenz iunivoc r i puni del pino P P, P P P è l igine di P rispeo ll rsforzione. Ad ogni puno P(,) corrisponde uno ed un solo

Dettagli

Struttura dei tassi per scadenza

Struttura dei tassi per scadenza Sruura dei assi per scadenza /45-Unià 7. Definizione del modello ramie gli -coupon bonds preseni sul mercao Ipoesi di parenza Sul mercao sono preseni all isane ZCB che scadono fra,2,,n periodi Periodo:

Dettagli

3. La velocità v di un satellite in un orbita circolare di raggio r intorno alla Terra è v = e,

3. La velocità v di un satellite in un orbita circolare di raggio r intorno alla Terra è v = e, Capitolo 10 La gavitazione Domande 1. La massa di un oggetto è una misua quantitativa della sua inezia ed è una popietà intinseca dell oggetto, indipendentemente dal luogo in cui esso si tova. Il peso

Dettagli

www.scuolainweb.altervista.org Problemi di Fisica La Dinamica

www.scuolainweb.altervista.org Problemi di Fisica La Dinamica www.suolinweb.ltevist.og L Dinmi Poblemi di isi L Dinmi PROBLEA N. Un opo di mss m 4 kg viene spostto on un foz ostnte 3 N su un supefiie piv di ttito pe un ttto s,3 m. Supponendo he il opo inizilmente

Dettagli

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14)

3. Funzioni iniettive, suriettive e biiettive (Ref p.14) . Funzioni iniettive, suriettive e iiettive (Ref p.4) Dll definizione di funzione si ricv che, not un funzione y f( ), comunque preso un vlore di pprtenente l dominio di f( ) esiste un solo vlore di y

Dettagli

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) =

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) = Note ed esercizi di Anlisi Mtemtic - (Fosci) Ingegneri dell Informzione - 28-29. Lezione del 7 novembre 28. Questi esercizi sono reperibili dll pgin web del corso ttp://utenti.unife.it/dmino.fosci/didttic/mii89.tml

Dettagli

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1

La scelta di equilibrio del consumatore. Integrazione del Cap. 21 del testo di Mankiw 1 M.Blconi e R.Fontn, Disense di conomi: 3) quilirio del consumtore L scelt di equilirio del consumtore ntegrzione del C. 21 del testo di Mnkiw 1 Prte 1 l vincolo di ilncio Suonimo che il reddito di un consumtore

Dettagli

durante lo spostamento infinitesimo dr la quantità data dal prodotto scalare F dr

durante lo spostamento infinitesimo dr la quantità data dal prodotto scalare F dr 4. Lavoo ed enegia Definizione di lavoo di una foza Si considea un copo di massa m in moto lungo una ceta taiettoia. Si definisce lavoo infinitesimo fatto dalla foza F duante lo spostamento infinitesimo

Dettagli

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito.

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito. Integrli de niti. Il problem di clcolre l re di un regione pin delimitt d gr ci di funzioni si può risolvere usndo l integrle de nito. L integrle de nito st l problem del clcolo di ree come l equzione

Dettagli

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008

ANALISI REALE E COMPLESSA a.a. 2007-2008 ANALISI REALE E COMPLESSA.. 2007-2008 1 Successioni e serie di funzioni 1.1 Introduzione In questo cpitolo studimo l convergenz di successioni del tipo n f n, dove le f n sono tutte funzioni vlori reli

Dettagli

METODO VOLTAMPEROMETRICO

METODO VOLTAMPEROMETRICO METODO OLTAMPEOMETCO Tle etodo consente di isrre indirettente n resistenz elettric ed ipieg l definizione stess di resistenz : doe rppresent l tensione i cpi dell resistenz e l corrente che l ttrers coe

Dettagli

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è:

Titolazione Acido Debole Base Forte. La reazione che avviene nella titolazione di un acido debole HA con una base forte NaOH è: Titolzione Acido Debole Bse Forte L rezione che vviene nell titolzione di un cido debole HA con un bse forte NOH è: HA(q) NOH(q) N (q) A (q) HO Per quest rezione l costnte di equilibrio è: 1 = = >>1 w

Dettagli

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n.

AUTOVALORI ED AUTOVETTORI. Sia V uno spazio vettoriale di dimensione finita n. AUTOVALORI ED AUTOVETTORI Si V uno spzio vettorile di dimensione finit n. Dicesi endomorfismo di V ogni ppliczione linere f : V V dello spzio vettorile in sé. Se f è un endomorfismo di V in V, considert

Dettagli

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta Lezione 11 (BAG cap. 10) Inflazione, produzione e crescia della monea Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Universià di Pavia Tre relazioni ra produzione, disoccupazione e inflazione Legge di Okun

Dettagli

Il volume del cilindro è dato dal prodotto della superficie di base per l altezza, quindi

Il volume del cilindro è dato dal prodotto della superficie di base per l altezza, quindi Mtemtic per l nuov mturità scientific A. Bernrdo M. Pedone 3 Questionrio Quesito 1 Provre che un sfer è equivlente i /3 del cilindro circoscritto. r 4 3 Il volume dell sfer è 3 r Il volume del cilindro

Dettagli

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x

si definisce Funzione Integrale; si chiama funzione integrale in quanto il suo * x Appunti elorti dll prof.ss Biondin Gldi Funzione integrle Si y = f() un funzione continu in un intervllo [; ] e si 0 [; ]; l integrle 0 f()d si definisce Funzione Integrle; si chim funzione integrle in

Dettagli

Dinamica. Se un corpo non interagisce con altri corpi la sua velocità non cambia.

Dinamica. Se un corpo non interagisce con altri corpi la sua velocità non cambia. Poblema fondamentale: deteminae il moto note le cause (foze) pe oa copi «puntifomi» Dinamica Se un copo non inteagisce con alti copi la sua velocità non cambia. Se inizialmente femo imane in quiete, se

Dettagli

Corso di Analisi Matematica Calcolo integrale per funzioni di una variabile

Corso di Analisi Matematica Calcolo integrale per funzioni di una variabile Corso di Anlisi Mtemtic Clcolo integrle per funzioni di un vribile Lure in Informtic e Comuniczione Digitle A.A. 2013/2014 Università di Bri ICD (Bri) Anlisi Mtemtic 1 / 40 1 L integrle come limite di

Dettagli

Cristian Secchi Pag. 1

Cristian Secchi Pag. 1 Controlli Digitali Laurea Magistrale in Ingegneria Meccatronica CONTROLLORI PID Tel. 0522 522235 e-mail: secchi.cristian@unimore.it Introduzione regolatore Proorzionale, Integrale, Derivativo PID regolatori

Dettagli

Lezione n.7. Variabili di stato

Lezione n.7. Variabili di stato Lezione n.7 Variabili di sao 1. Variabili di sao 2. Funzione impulsiva di Dirac 3. Generaori impulsivi per variabili di sao disconinue 3.1 ondizioni iniziali e generaori impulsivi In quesa lezione inrodurremo

Dettagli

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE Durane un erreoo, le oscillazioni del erreno di fondazione provocano nelle sovrasani sruure delle oscillazioni forzae. Quando il erreoo si arresa, i ovieni della sruura

Dettagli

13. EQUAZIONI ALGEBRICHE

13. EQUAZIONI ALGEBRICHE G. Smmito, A. Bernrdo, Formulrio di mtemti Equzioni lgerihe F. Cimolin, L. Brlett, L. Lussrdi. EQUAZIONI ALGEBRICHE. Prinipi di equivlenz Si die identità un'uguglinz tr due espressioni ontenenti un o più

Dettagli

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE VERSO L ESAME DI STATO LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE Soluzioni di quesiti e prolemi trtti dl Corso Bse Blu di Mtemti volume 5 [] (Es. n. 8 pg. 9 V) Dell prol f ( ) si hnno le seguenti informzioni, tutte

Dettagli

NUMERI RAZIONALI E REALI

NUMERI RAZIONALI E REALI NUMERI RAZIONALI E REALI CARLANGELO LIVERANI. Numeri Razionali Tutti sanno che i numeri razionali sono numeri del tio q con N e q N. Purtuttavia molte frazioni ossono corrisondere allo stesso numero, er

Dettagli

Definizioni fondamentali

Definizioni fondamentali Definizioni fondmentli Sistem scisse su un rett 1 Un rett si ce orientt qundo su ess è fissto un verso percorrenz Dti due punti qulsisi A e B un rett orientt r, il segmento AB che può essere percorso d

Dettagli

TELEGESTIONE E CONTROLLO DI QUALUNQUE TIPO DI CALDAIE E BRUCIATORI PER QUALUNQUE TIPO DI IMPIANTO

TELEGESTIONE E CONTROLLO DI QUALUNQUE TIPO DI CALDAIE E BRUCIATORI PER QUALUNQUE TIPO DI IMPIANTO NUMERO 2 del 23.04.08 COSER COSER IME Applicazioni Apparecchiature Numero 2 del 23-04-08 APPLICAZIONI APPARECCHIAURE E IMPIANI LE VARIE SOLUZIONI SARANNO ELENCAE NEL MODO PIÙ SINEICO POSSIBILE. ROVAA LA

Dettagli

NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017

NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017 NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 1. IL MODELLO ECONOMETRICO PER LA STIMA DEGLI STOCK SETTORIALI... 3 Foni... 3 Meodologia... 3 La formulazione

Dettagli

I radicali 1. Claudio CANCELLI (www.claudiocancelli.it)

I radicali 1. Claudio CANCELLI (www.claudiocancelli.it) I rdicli Cludio CANCELLI (www.cludioccelli.it) Ed..0 www.cludioccelli.it Dec. 0 I rdicli INDICE DEI CONTENUTI. I RADICALI... INDICE DI RADICE PARI...4 INDICE DI RADICE DISPARI...5 RADICALI SIMILI...6 PROPRIETA

Dettagli

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma

INTEGRALI IMPROPRI. f(x) dx. e la funzione f(x) si dice integrabile in senso improprio su (a, b]. Se tale limite esiste ma INTEGRALI IMPROPRI. Integrli impropri su intervlli itti Dt un funzione f() continu in [, b), ponimo ε f() = f() ε + qundo il ite esiste. Se tle ite esiste finito, l integrle improprio si dice convergente

Dettagli

Ing. Alessandro Pochì

Ing. Alessandro Pochì Dispense di Mtemtic clsse quint -Gli integrli Quest oper è distriuit con: Licenz Cretive Commons Attriuzione - Non commercile - Non opere derivte. Itli Ing. Alessndro Pochì Appunti di lezione svolti ll

Dettagli

Gestione della produzione MRP e MRPII

Gestione della produzione MRP e MRPII Sommario Gesione della produzione e Inroduzione Classificazione Misure di presazione La Disina Base Logica Lo Sizing in II Inroduzione Inroduzione Def: Gesire la produzione significa generare e sfruare

Dettagli

R-402A R-404A R-410A R-507 SIZE COLOR CODE

R-402A R-404A R-410A R-507 SIZE COLOR CODE La temostatica BQ può essee pesonalizzata pe qualsiasi applicazione di efigeazione e condizionamento. Devi solo selezionae il coetto elemento temostatico, la giusta taglia dell oifizio ed il tipo di copo

Dettagli

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico Il condensaore IASSUNTO: apacia ondensaori a geomeria piana, cilindrica, sferica La cosane dielerica ε r ondensaore ceramico, a cara, eleroliico Il condensaore come elemeno di circuio: ondensaori in serie

Dettagli

Variazioni di sviluppo del lobo frontale nell'uomo

Variazioni di sviluppo del lobo frontale nell'uomo Istituto di Antropologi dell Regi Università di Rom Vrizioni di sviluppo del lobo frontle nell'uomo pel Dott. SERGIO SERGI Libero docente ed iuto ll cttedr di Antropologi. Il problem dei rpporti di sviluppo

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione

La rappresentazione per elencazione consiste nell elencare tutte le coppie ordinate che verificano la relazione RELAZIONI E FUNZIONI Relzioni inrie Dti ue insiemi non vuoti e (he possono eventulmente oiniere), si ie relzione tr e un qulsisi legge he ssoi elementi elementi. L insieme A è etto insieme i prtenz. L

Dettagli

Punt o di par t enza : ORFDOLWj7RSSDGHO&DSUDUR. Punt o di ar r ivo : $EED]LDGL60LFKHOH. Lunghezza del per cor so : NPFLUFD

Punt o di par t enza : ORFDOLWj7RSSDGHO&DSUDUR. Punt o di ar r ivo : $EED]LDGL60LFKHOH. Lunghezza del per cor so : NPFLUFD 68//(3,67('(,%5,*$17, /,7,1(5$5,2ƒSHUFRUVR L it iner ar io descr it t o è uno dei t ant i possibili che at t r aver sano il 0RQWH 9XOWXUH, e r isult a par t icolar ment e int er essant e per ché consent

Dettagli

CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI

CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 356/2013/R/IDR CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI SERVIZI IDRICI Documeno per la consulazione nell ambio del procedimeno avviao con la deliberazione

Dettagli

temperatura; Trasporto di massa, calore e quantità di moto, relazioni di bilancio; La viscosità; Cenni di

temperatura; Trasporto di massa, calore e quantità di moto, relazioni di bilancio; La viscosità; Cenni di FISICA-TECNICA Ki Gllucci ki.gllucci@univq.i kgllucci@unie.i Progr del corso Dinic dei fluidi: Regii di oo; Moo szionrio di un fluido idele; Moo szionrio di un fluido rele; Il eore di Bernoulli; Perdie

Dettagli

STABILITÀ DEI SISTEMI LINEARI

STABILITÀ DEI SISTEMI LINEARI STABILITÀ DEI SISTEMI LINEARI Quando un sistema fisico inizialmente in quiete viene sottoosto ad un ingresso di durata finita o di amiezza limitata, l uscita del sistema dovrebbe stabilizzarsi a un certo

Dettagli

1. Integrazione di funzioni razionali fratte

1. Integrazione di funzioni razionali fratte . Integazone d fnzon azonal fatte P S songa d vole calcolae n ntegale del to: d Q ove P e Q sono olno nell ndetenata d gado assegnato. Sonao ce: P a n n a n n a a Q b b b b oleent s etod d ntegazone I

Dettagli

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione

07 GUIDA ALLA PROGETTAZIONE. Guida alla progettazione 07 Guid ll progettzione Scelt tubzioni e giunti 2 tubi di misur [mm] Dimetro tubzioni unità esterne (A) Giunti 12Hp 1Hp 1Hp Selezionre il dimetro delle unità esterne dll seguente tbell Giunto Y tr unità

Dettagli

Forza centripeta e gravitazione

Forza centripeta e gravitazione pitolo 6 Foz centipet e gitzione 1. Il oto cicole Quli sono le ctteistiche del oto cicole? Un pticell si dice nit di oto cicole qundo l su tiettoi è un ciconfeenz. Lo studio di questo tipo di oto iene

Dettagli

Gravitazione Universale

Gravitazione Universale Gavitazione Univesale Liceo Ginnasio Statale S.M. Legnani Anno Scolastico 2007/08 Classe 3B IndiizzoClassico Pof.Robeto Squellati 1 Le leggi di Kepleo Ossevando la posizione di Mate ispetto alle alte stelle,

Dettagli

Esercizi sulle serie di Fourier

Esercizi sulle serie di Fourier Esercizi sulle serie di Fourier Corso di Fisic Mtemtic,.. 3- Diprtimento di Mtemtic, Università di Milno Novembre 3 Sviluppo in serie di Fourier (esponenzile) In questi esercizi, si richiede di sviluppre

Dettagli

Esercizio 1 ( es 1 lez 11) La matrice è diagonalizzabile: verificare, trovando la matrice diagonalizzante, che A è simile a A.

Esercizio 1 ( es 1 lez 11) La matrice è diagonalizzabile: verificare, trovando la matrice diagonalizzante, che A è simile a A. Eserciio ( es le La marice è diagonaliabile: verificare, rovando la marice diagonaliane, che è simile a. Esisono re auovalori: mol.alg(- dim V - ; mol.alg( dim V ; mol.alg(- dim V -. Esise una marice simile

Dettagli

Corso di matematica classe quinta-anno 2010-2011-Giunti scuola- Annarita Monaco 1

Corso di matematica classe quinta-anno 2010-2011-Giunti scuola- Annarita Monaco 1 Corso di matematica classe quinta-anno 2010-2011-Giunti scuola- Annarita Monaco 1 352*(77$=,21(','$77,&$ 3UHVHQWD]LRQH: Consolidiamo la conoscenza dei numeri naturali, decimali e interi relativi, dei procedimenti

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

LE INCERTEZZE E LA LORO PROPAGAZIONE NELLE MISURE INDIRETTE

LE INCERTEZZE E LA LORO PROPAGAZIONE NELLE MISURE INDIRETTE LE INCERTEZZE E LA LORO PROPAGAZIONE NELLE MISURE INDIRETTE Pof. Agelo Ageletti -.s. 006/007 1) COME SI SCRIVE IL RISULTATO DI UNA MISURA Il modo miglioe pe espimee il isultto di u misu è quello di de,

Dettagli

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI

1. L'INSIEME DEI NUMERI REALI . L'INSIEME DEI NUMERI REALI. I pricipli isiemi di umeri Ripredimo i pricipli isiemi umerici N, l'isieme dei umeri turli 0; ; ; ; ;... L'ide ituitiv di umero turle è ssocit l prolem di cotre e ordire gli

Dettagli

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti

Problemi di massimo e minimo in Geometria Solida Problemi su poliedri. Indice dei problemi risolti Problemi di mssimo e minimo in Geometri olid Problemi su poliedri Indice dei problemi risolti In generle, un problem si riferisce un figur con crtteristice specifice (p.es., il numero dei lti dell bse)

Dettagli

Numeri razionali COGNOME... NOME... Classe... Data...

Numeri razionali COGNOME... NOME... Classe... Data... I numeri rzionli Cpitolo Numeri rzionli Verifi per l lsse prim COGNOME............................... NOME............................. Clsse.................................... Dt...............................

Dettagli

Appunti di Analisi matematica 1. Paolo Acquistapace

Appunti di Analisi matematica 1. Paolo Acquistapace Appunti di Anlisi mtemtic Polo Acquistpce 23 febbrio 205 Indice Numeri 4. Alfbeto greco................................. 4.2 Insiemi..................................... 4.3 Funzioni....................................

Dettagli

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso.

I vettori. a b. 180 α B A. Un segmento orientato è un segmento su cui è stato fissato un verso. di percorrenza, da verso oppure da verso. I vettor B Un segmento orentto è un segmento su cu è stto fssto un verso B d percorrenz, d verso oppure d verso. A A Il segmento orentto d verso è ndcto con l smolo. Due segment orentt che hnno l stess

Dettagli

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N

Le operazioni fondamentali in N Basic Arithmetic Operations in N Operzioi fodetli i - 1 Le operzioi fodetli i Bsic Arithetic Opertios i I geerle u operzioe è u procedieto che due o più ueri, dti i u certo ordie e detti terii dell'operzioe, e ssoci u ltro, detto risultto

Dettagli

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Laboraorio di Algorimi e Sruure Dai Aniello Murano hp://people.na.infn.i people.na.infn.i/ ~murano/ 1 Algorimi per il calcolo di percori minimi u un grafo 1 Un emplice problema Pr oblema: Supponiamo che

Dettagli

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni:

Domanda n. del Pensione n. cat. abitante a Prov. CAP. via n. DICHIARA, sotto la propria responsabilità, che per gli anni: Mod. RED Sede di Domnd n. del Pensione n. ct. nto il stto civile bitnte Prov. CAP vi n. DICHIARA, sotto l propri responsbilità, che per gli nni: A B (brrre l csell reltiv ll propri situzione) NON POSSIEDE

Dettagli

Ca ta l o go dei pro d o t t i. Spl i n e I m pla n t Syste m

Ca ta l o go dei pro d o t t i. Spl i n e I m pla n t Syste m Per ul teriori info r ma zioni sui nostri Prodotti, sui nostri pro g rammi pro fessi o nali e sul n ost ro p ro g ra m ma di Co n t i n u i ng Ed u cation, co n ta t ta te ci : Zimmer De n tal I tal y

Dettagli

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio *

Le spese di ricerca e sviluppo: gestione contabile ed iscrizione in bilancio * www.solmp.it Le : gestione contbile ed iscrizione in bilncio * Piero Pisoni, Fbrizio Bv, Dontell Busso e Alin Devlle ** 1. Premess Le sono esminte nei seguenti spetti: Il presente elborto è trtto d: definizione

Dettagli

GUIDA INCENTIVI all ASSUNZIONE e alla CREAZIONE d IMPRESA AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI

GUIDA INCENTIVI all ASSUNZIONE e alla CREAZIONE d IMPRESA AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI GUIDA ll ASSUNZIONE e ll CREAZIONE d IMPRESA AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI Aggiornt l 31 gennio 2015 PROGRAMMA POT Pinificzione Territorile Opertiv PROGRAMMA POT Pinificzione

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLA SOLLECITAZIONE

CARATTERISTICHE DELLA SOLLECITAZIONE RRISIH D SOIZIO bbiamo visto che la trave uò essere definita come un solido generato da una figura iana S (detta seione retta o seione ortogonale) che si muove nello saio mantenendosi semre ortogonale

Dettagli

Capitolo Ventitrè. Offerta nel breve. Offerta dell industria. Offerta di un industria concorrenziale Offerta impresa 1 Offerta impresa 2 p

Capitolo Ventitrè. Offerta nel breve. Offerta dell industria. Offerta di un industria concorrenziale Offerta impresa 1 Offerta impresa 2 p Caitolo Ventitrè Offerta dell industria Offerta dell industria concorrenziale Come si combinano le decisioni di offerta di molte imrese singole in un industria concorrenziale er costituire l offerta di

Dettagli

Comparazione delle performance di 6 cloni di Gamay ad altitudine elevata

Comparazione delle performance di 6 cloni di Gamay ad altitudine elevata Comprzione delle performnce di 6 cloni di Gmy d ltitudine elevt 1 / 46 Motivzioni Selezione clonle IAR-4 Lo IAR-4 è stto selezionto in mbiente montno d un prticolre popolzione di mterile stndrd, dll qule

Dettagli

Il villaggio delle fiabe

Il villaggio delle fiabe Il villaggio delle fiabe Idea Progetto bambini 2^ A A. Mei Costruzione Direzione dei lavori maestre L idea di partenza Il DADO è un cubo. Noi siamo molto curiosi e ci siamo posti questa domanda: Come sono

Dettagli

). Per i tre casi indicati sarà allora: 1: L L 2

). Per i tre casi indicati sarà allora: 1: L L 2 apitolo 0 Enegia potenziale elettica Domane. Il lavoo pe spostae una caica ta ue punti è: L 0(! ). Pe i te casi inicati saà alloa: L (50! 00 ) (50 ) : 0 0 : L 0! 0 3: L 0! 0 [5 ( 5 )] (50 ) [ 0 ( 60 )]

Dettagli

x = AP = AC PC = R (θ sen θ) y = PB = PQ + BQ = R (1 cos θ).

x = AP = AC PC = R (θ sen θ) y = PB = PQ + BQ = R (1 cos θ). L iloide L urv no oggi ome iloide fu onsider per primo d Glileo, he in un primo momeno ongeurò he l re dell figur rhius fosse re vole quell del erhio he l gener Più rdi, forse us di qulhe esperimeno ml

Dettagli

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO Fisica generale, a.a. /4 TUTOATO 8: ALO EFFC &CCUT N A.C. ALOE EFFCE DEL OLTAGGO 8.. La leura con un mulimero digiale del volaggio ai morsei di un generaore fornisce + in coninua e 5.5 in alernaa. Tra

Dettagli

FAST FOURIER TRASFORM-FFT

FAST FOURIER TRASFORM-FFT A p p e n d i c e B FAST FOURIER TRASFORM-FFT La tasfomata disceta di Fouie svolge un uolo molto impotante nello studio, nell analisi e nell implementazione di algoitmi dei segnali in tempo disceto. Come

Dettagli

5 LAVORO ED ENERGIA. 5.1 Lavoro di una forza

5 LAVORO ED ENERGIA. 5.1 Lavoro di una forza 5 LAVR ED ENERGIA La valutazione dell equazione del moto di una articella a artire dalla forza agente su di essa risulta articolarmente semlice qualora la forza è costante; in tal caso è ossibile stabilire

Dettagli

Fatturiamo. Versione 5. Manuale per l utente. Active Software Corso Italia 149-34170 Gorizia email info@activeweb.it

Fatturiamo. Versione 5. Manuale per l utente. Active Software Corso Italia 149-34170 Gorizia email info@activeweb.it Ftturimo Versione 5 Mnule per l utente Active Softwre Corso Itli 149-34170 Gorizi emil info@ctiveweb.it Se questo documento ppre nell finestr del vostro browser Internet di defult, richimte il comndo Registr

Dettagli

10 Progetto con modelli tirante-puntone

10 Progetto con modelli tirante-puntone 0 Progetto con modelli tirnte-puntone 0. Introduzione I modelli tirnte-puntone (S&T Strut nd Tie) sono utilizzti per l progettzione delle membrture in c.. che non possono essere schemtizzte come solidi

Dettagli

La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future.

La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future. La Valutazione della Ricerca nelle Università Italiane: la SUA-RD e le prospettive future. Massimo Castagnaro Coordinatore AVA - Consiglio Direttivo ANVUR massimo.castagnaro@anvur.org Roma, 11.11.2014

Dettagli

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine Lezione 4 Ripoe canoniche dei iemi del primo e del econdo ordine Parameri caraeriici della ripoa allo calino Per ripoe canoniche i inendono le ripoe dei iemi dinamici ai egnali coiddei canonici (impulo,

Dettagli

Valore di costo procedimen+ sinte+ci

Valore di costo procedimen+ sinte+ci Corso di valutazione es+ma+va del proge5o Clasa a.a. 2012/13 Valore di costo procedimen+ sinte+ci Docente Collaboratore prof. Stefano Stanghellini arch. Pietro Bonifaci Il mercato delle costruzioni LE

Dettagli

Campo elettrostatico nei conduttori

Campo elettrostatico nei conduttori Campo elettostatico nei conduttoi Consideeemo conduttoi metallici (no gas, semiconduttoi, ecc): elettoni di conduzione libei di muovesi Applichiamo un campo elettostatico: movimento di caiche tansiente

Dettagli

VERIFICA DI UN CIRCUITO RESISTIVO CONTENENTE PIÙ GENERATORI CON UN TERMINALE COMUNE E SENZA TERMINALE COMUNE.

VERIFICA DI UN CIRCUITO RESISTIVO CONTENENTE PIÙ GENERATORI CON UN TERMINALE COMUNE E SENZA TERMINALE COMUNE. FCA D UN CCUTO SSTO CONTNNT PÙ GNATO CON UN TMNAL COMUN SNZA TMNAL COMUN. Si verifino quttro iruiti on due genertori: genertori on polrità onorde e un terminle omune genertori on polrità disorde e un terminle

Dettagli

SAMEV 24/10/2013 08.57 - Pagina 1. Lunedì 30/09 Martedì 01/10 Mercoledì 02/10 Giovedì 03/10 Venerdì 04/10 8h00

SAMEV 24/10/2013 08.57 - Pagina 1. Lunedì 30/09 Martedì 01/10 Mercoledì 02/10 Giovedì 03/10 Venerdì 04/10 8h00 SAMEV 24/10/2013 08.57 - Pagina 1 Scienze Forestali e Ambientali I liv. - 3 anno - dal 30 settembre al 04 ottobre 2013 Lunedì 30/09 Martedì 01/10 Mercoledì 02/10 Giovedì 03/10 Venerdì 04/10 Aula 9 Aula

Dettagli

Macchine elettriche in corrente continua

Macchine elettriche in corrente continua cchine elettriche in corrente continu Generlità Può essere definit mcchin un dispositivo che convert energi d un form un ltr. Le mcchine elettriche in prticolre convertono energi elettric in energi meccnic

Dettagli

Esempio Data la matrice E estraiamo due minori di ordine 3 differenti:

Esempio Data la matrice E estraiamo due minori di ordine 3 differenti: Minori di un mtrice Si A K m,n, si definisce minore di ordine p con p N, p

Dettagli

EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA

EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA Dispense CHIMICA GENERALE E ORGANICA (STAL) 010/11 Prof. P. Crloni EQUILIBRI IN SOLUZIONE ACQUOSA Qundo si prl di rezioni di equilirio dei composti inorgnici, un considerzione prticolre viene rivolt lle

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

Va, pensiero Chorus of Hebrew Slaves from Verdi s Nabucco

Va, pensiero Chorus of Hebrew Slaves from Verdi s Nabucco a, pensiero Chorus of Hebre Slaves from erdi s Nabuo a, pensiero, sull ali dorate; a, ti posa sui livi, sui olli, Ove olezzano tepide e molli L aure doli del suolo natal! Del Giordano le rive saluta, Di

Dettagli

Vietata la pubblicazione, la riproduzione e la divulgazione a scopo di lucro.

Vietata la pubblicazione, la riproduzione e la divulgazione a scopo di lucro. Viett l pubbliczione, l riprouzione e l ivulgzione scopo i lucro. GA00001 Qul è l mpiezz ell ngolo che si ottiene ) 95 b) 275 c) 265 ) 5 b sottreno 85 un ngolo giro? GA00002 Due ngoli ll circonferenz che

Dettagli

Consideriamo un gas ideale in equilibrio termodinamico alla pressione p 1. , contenuto in un volume V

Consideriamo un gas ideale in equilibrio termodinamico alla pressione p 1. , contenuto in un volume V LEGGI DEI GS Per gas si intende un fluido rivo di forma o volume rorio e facilmente comrimibile in modo da conseguire notevoli variazioni di ressione e densità. Le variabili termodinamiche iù aroriate

Dettagli

v999999999 Italià (més grans de 25 anys) Aferrau una etiqueta identificativa Convocatòri a 2015 de codi de barres Model 1

v999999999 Italià (més grans de 25 anys) Aferrau una etiqueta identificativa Convocatòri a 2015 de codi de barres Model 1 Aferru un etiquet identifictiv v999999999 de codi de brres Itlià (més grns de 25 nys) Model 1 Not 1ª Not 2ª Aferru l cpçler d exmen un cop cbt l exercici Puntució: preguntes vertder/fls: 1 punt; preguntes

Dettagli

MC2. La centrale MC2 è un gruppo elettroidraulico compatto e modulare. La qualità dei singoli particolari unita alla

MC2. La centrale MC2 è un gruppo elettroidraulico compatto e modulare. La qualità dei singoli particolari unita alla IUI HYUIQU echnical atalogue ecember a centrale è un gruppo elettroidraulico compatto e modulare. a qualità dei singoli particolari unita alla semplicità del loro montaggio consente applicazioni con ingombri

Dettagli

Prot. N 8502/A32 Augusta lì, 18/09/2014

Prot. N 8502/A32 Augusta lì, 18/09/2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia 3 ISTITUTO COMPRENSIVO STTLE "SLVTORE TODRO" 96011 UGUST (SR) - Via Gramsci - 0931/993733-0931/511970

Dettagli

7 I convertitori Analogico/Digitali.

7 I convertitori Analogico/Digitali. 7 I converiori Analogico/Digiali. 7 1. Generalià Un volmero numerico, come si evince dal nome, è uno srumeno che effeua misure di ensione mediane una conversione analogicodigiale della grandezza in ingresso

Dettagli

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF TEMPOIZZATOE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A GAO ) SCHEMA A BLOCCHI : M (8) NE555 00K C7 00uF STAT S 4 K C6 0uF (6) (5) () TH C T A B 0 0 Q S Q rese T DIS (7) OUT () 0 T T09*()*C7 (sec) GND () (4) 6

Dettagli

MODELLI PER LA STRUTTURA A TERMINE DEI TASSI

MODELLI PER LA STRUTTURA A TERMINE DEI TASSI Alma Maer Sudiorum Universià di Bologna FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Maemaica Maeria di Tesi: Maemaica per le applicazioni economiche e finanziarie MODELLI PER

Dettagli

ESERCITAZIONI. I. 1)Una coppia ha già due figlie. Se pianificassero di avere 6 figli, con quale probabilità avranno una famiglia di tutte figlie?

ESERCITAZIONI. I. 1)Una coppia ha già due figlie. Se pianificassero di avere 6 figli, con quale probabilità avranno una famiglia di tutte figlie? ESERCITZIONI. I 1)Un coppi h già due figlie. Se pinificssero di vere 6 figli, con qule probbilità vrnno un fmigli di tutte figlie? ) 1/4 b)1/8 c)1/16 d)1/32 e)1/64 2)In un fmigli con 3 bmbini, qul e l

Dettagli

ALLA RICERCA DI UNA DIDATTICA ALTERNATIVA THE SQUARE VISUAL LEARNING PROGETTO VINCITORE LABEL EUROPEO 2009 SETTORE FORMAZIONE

ALLA RICERCA DI UNA DIDATTICA ALTERNATIVA THE SQUARE VISUAL LEARNING PROGETTO VINCITORE LABEL EUROPEO 2009 SETTORE FORMAZIONE LL RICERC DI UN DIDTTIC LTERNTIV THE SQURE VISUL LERNING PROGETTO VINCITORE LBEL EUROPEO 2009 SETTORE FORMZIONE L utilizzo di: mappe concettuali intelligenti evita la frammentazione, gli incastri illogici

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Urti tra due punti materiali

Urti tra due punti materiali Uti ta due punti ateiali URTO: eento isolato nel quale una foza elatiaente intensa agisce pe un tepo elatiaente bee su due o più copi in contatto ta loo isultato di un contatto fisico F F isultato di una

Dettagli

Il confronto tra DUE campioni indipendenti

Il confronto tra DUE campioni indipendenti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Cofroto tra due medie I questi casi siamo iteressati a cofrotare il valore medio di due camioi i cui i le osservazioi i u camioe soo

Dettagli

Dispensa n.1 Esercitazioni di Analisi Mat. 1

Dispensa n.1 Esercitazioni di Analisi Mat. 1 Disensa n.1 Esercitazioni di Analisi Mat. 1 (a cura di L. Pisani) C.d.L. in Matematica Università degli Studi di Bari a.a. 2003/04 i Indice Notazioni iii 1 Princii di sostituzione 1 1.1 Funzioni equivalenti

Dettagli

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 19 a. Conversione elettromeccanica dell'energia Trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 19 a. Conversione elettromeccanica dell'energia Trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica Principi di ingegneria elerica Lezione 19 a Conversione eleromeccanica dell'energia Trasmissione e disribuzione dell'energia elerica acchina elerica elemenare Una barra condurice di lunghezza l immersa

Dettagli