Product variety, product quality, and evidence of. Schumpeterian endogenous growth: A note

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Product variety, product quality, and evidence of. Schumpeterian endogenous growth: A note"

Transcript

1 Product variety, product quality, and evidence of Schumpeterian endogenous growth: A note Francesco Venturini Abstract Using US manufacturing industry data, this paper re-examines empirical evidence of first- and second-generation Schumpeterian models of endogenous growth focusing on innovation (patent) quality. It shows that semi-endogenous growth models behave better than the other strands of Schumpeterian theory especially in the knowledge-intensive section of the economy. Keywords: Fully endogenous growth theory, Semi-endogenous growth theory, Innovation quality, US manufacturing, High-tech industries. JEL classification: O3, O4. Department of Economics, Finance and Statistics, University of Perugia, Via Pascoli 20, Perugia (Italy). Tel.: I wish to thank Antonio Minniti, Cristiano Perugini and Paul Segerstrom and the seminar participants at the Middldesex Business School and Università Politecnica delle Marche for helpful comments. 1

2 1 Background In the R&D-based endogenous growth theory, growth in knowledge is expressed as an ideas-based innovation function: A A = λ( X ) σa φ 1 Q (1) where A( ) is the annual flow of new knowledge (ideas) and A the knowledge stock available each year (Ha and Howitt, 2007). The rate of change in knowledge is positively affected by R&D input X, and negatively by the rise in product variety, Q. The latter is the product proliferation effect associated with demographic change L (Q t L β t ), that dilutes R&D expenses over a larger number of projects. β is a duplication parameter which is 0 when innovations are replications of existing products, and 1 when there are no duplicating innovations. Equation (1) incorporates the main innovation mechanisms designed by the growth theory (Table 1). Under σ = 0 and φ = 1, A/A is consistent with the neoclassical prediction that productivity grows exogenously. The R&D-based, fully endogenous growth setup of the first-generation Schumpeterian models (hereafter denoted by FE I) emerges when σ > 0, φ = 1 and β = 0 (Aghion and Howitt, 1992; Romer, 1990). A/A approaches the semi-endogenous, scale-invariant growth framework (SE) in the original version designed by Segerstrom (1998) when σ > 0, φ < 1 and β = 0, or in the hybrid version including a (weak) product proliferation effect when, other things equal, β < 1. Lastly, equation (1) is consistent with the second-generation, fully endogenous, scale-invariant growth mechanism (FE II) of Aghion and Howitt (1998, Ch. 12) when σ > 0, φ = 1 and β = 1. SE and FE II frameworks have been motivated on the basis of the Jones (1995) critique against the prediction of FE I models that economic growth is proportional to the level of R&D. The innovation function (1) has been assessed by several empirical works, most of which found that FE II theories are more consistent with data (Ha and Howitt, 2007; Madsen, 2008). Evidence corroborating the SE framework has been partially reported by Ang and Madsen (2010), Barcenilla-Visús et al. (2010), and more extensively by 2

3 Table 1: Classification of growth models Source: Ha and Howitt (2007). φ β σ Neoclassical NEO =1 - =0 Fully Endogenous I FE I =1 =0 >0 Semi-Endogenous SE <1 [0,1) >0 Fully Endogenous II FE II =1 =1 >0 Venturini (2010) looking at R&D races underlying these models. Findings inconsistent with either branch of the most recent Schumpeterian theories are provided by Madsen (2007). Since Aghion and Howitt (1992), endogenous growth literature has developed as quality ladder theory. However, the role of innovation quality has almost completely been superseded by extant studies, which tested the various setups by estimating equation (1) with patent counts as a measure of innovation output, not controlling for their quality content. This means considering only the horizontal dimension of innovation (product variety). Also, the majority of works rely on country-level data, whereas new growth models are conceived to describe innovation mechanisms occurring at the industry level. Due to this (non-negligible) twofold inconsistency with growth theory, the present work revisits evidence on Schumpeterian endogenous growth by applying US manufacturing industry data on product variety (patent counts), product quality (patent quality) and research engagement (R&D capital) to the innovation framework described by equation (1). The outline of the work is as follows. Section 2 illustrates the econometric specification and the employed data. Section 3 reports results. Section 4 concludes. 2 Econometric specification and data We estimate the steady-state framework where Q t = L β t and equation (1) (in logs) is reworded as: ln A it = α 0i + α 1 ln X it + α 2 ln L it + α 3 A it + T D + ɛ it (2) 3

4 where α 0i = ln λ i, α 1 = σ, α 2 = σβ, α 3 = φ. Subscripts denote time and industry. α 0i are industry fixed-effects, T D common time dummies, and ɛ it stationary error terms. In contrast to the majority of works, A is considered as innovation output, not as TFP, in order to avoid imposing a stationarity condition on productivity growth which is hard to hold on disaggregated industry series (see Venturini, 2007). The cointegration relationship (2) is estimated with the panel dynamic OLS estimator (Mark and Sul, 2003) on twenty US manufacturing industries for the period Data on patent counts (number of applications) and patent quality (forward citations, backward citations, claims) are taken from NBER Patent Data files, industry accounts data from EU KLEMS, and total R&D expenses from the National Science Foundation and OECD ANBERD. Data details and statistical properties of the series are provided in the web appendix. The flow of new ideas A is initially measured by total patent applications; the stock of available knowledge, A, by the cumulative value of the flow of new ideas, obtained with the perpetual inventory method and geometric depreciation. We then discriminate patented innovations by their quality content weighting each patent with the number of forward citations received (scaled on manufacturing mean to control for truncation). Although this is the most commonly used patent quality indicator (Trajtenberg, 1990), as an alternative we also adopt backward citations made to existing patents, and priorities claimed in patent applications. Product proliferation, L, is measured by real gross output; research input, X, by the stock of real R&D expenditure. 1 Industry list (ISIC Rev. 3 categories and OECD technological classes in parentheses): 1) Food, beverage & tobacco (15-16; Low-Tech, LT), 2) Textile, leather & footwear (17-19; LT), 3) Pulp, paper, printing & publishing (21-22; LT), 4) Petroleum, refining & extraction (23; Medium-Low Tech, MLT), 5) Chemicals and chemical products (24; Medium-High Tech, MHT), 6) Pharmaceuticals (2423; High-Tech, HT), 7) Rubber & plastics (25; MLT), 8) Other non-metallic mineral (26; MLT), 9) Basic metals (27; MLT), 10) Fabricated metal products (28; MLT), 11) Machinery (29; MLT), 12) Office, accounting and computing machinery (30; HT), 13) Electrical machinery and apparatus, nec (31; MHT), 14) Electronic valves and tubes (321; HT), 15) Communication equipment (322t3; HT), 16) Scientific instruments (331t3; HT), 17) Other instruments (334t5; HT), 18) Motor vehicles, trailers and semi-trailers (34; MHT), 19) Other transport equipment (incl. aerospace, 35; HT), 20) Wood, furniture and manufacturing nec (20, 36-37; LT). 4

5 3 Results Estimates of eq. (2) are shown on the top of Table 2, the implied coefficient of product proliferation, β, in the middle, while the bottom section sums up the values assumed by the theoretical variables and the growth theory identified by the various specifications. A linear Wald test is used to check the hypothesis of constant returns in the innovation function (φ = 1), a non-linear one based on the delta method to assess whether β equals zero (as in FE I or original SE), or β equals one (as in FE II). In column (1), estimates are obtained with patent counts as a proxy for new ideas A, and their cumulative value for A. The elasticity of A with respect to R&D input, X, is 0.042, that of the ideas stock one (Wald test p-value for φ = 1: 0.65). The coefficient of L is insignificant and the Wald tests performed on the ratio α 2 /α 1 indicate that product proliferation does not sterilise the R&D effort. Unambiguously, this evidence supports FE I (φ = 1, β = 0, σ > 0). The innovation function is then examined across technology-based industry groups. In medium- and low-tech sectors (col. 2), we find decreasing returns and a negative effect of product proliferation which, clearly, is not grounded theoretically. Mixed evidence emerges for the high- and medium-tech group (col. 3): the positive, smaller than unity impact of product proliferation fits the predictions of the hybrid SE framework (β = 0.38), while constant returns are consistent with FE II. 2 When the focus is restricted to high-tech industries only (col. 4), innovation counts turn out to be unrelated to R&D input (β is not definite). Next, columns (5) to (8) show results yielded using forward cites-weighted patents as a proxy for ideas. For the overall sample, results differ from col. (1) because of a smaller elasticity of R&D input (0.019), the presence of decreasing returns (0.937) and a strong (unitary) impact of product proliferation. In the light of such results, it is not possible to establish which new R&D-based growth model is better grounded empirically (φ < 1, β = 1, σ > 0). Though, more valuable information is obtained by separately assessing the two large technology-based groups of industries (cols. 6 and 7). On the one hand, a neoclassic-type framework of growth is found to hold for medium- and low-tech sectors (φ = 1, σ = 0, β non definite). On the other hand, 2 FE I is not compatible with product proliferation. 5

6 evidence consistent with the hybrid version of SE framework emerges for high- and medium-tech industries (φ < 1, σ > 0, β (0, 1)). The latter findings are confirmed when attention is paid to high-tech manufacturing only (col. 8), for which we find a larger impact of R&D capital (0.058) and a stronger sterilisation of R&D by product proliferation (β = 0.74). As robustness checks, backward citations are adopted as an alternative measure of innovation quality, providing scarcely conclusive findings (cols. 9-12). This may depend on the derivative nature of such a patent indicator (Hall et al., 2007), which is a powerful conduit of information on innovation quality only for the most technologically advanced manufacturing industries (col. 12); for high-tech sectors, evidence is partially corroborating both SE and FE II (φ < 1, β = 1, σ > 0). Some key findings obtained with forward cites are reaffirmed weighting patents with claims. First, in technologically backward industries, innovation is found to be independent of R&D input (col. 14). Second, although there is no clear-cut evidence for the wide group of high- and medium-tech sectors (col. 15), the empirical model is fully consistent with the SE framework in its original version when only the most knowledge-intensive sectors are considered (φ < 1, σ > 0, β = 0; col. 16). 6

7 Table 2: Cointegration estimates of innovation function Dep: ln Key results Alternative quality indicators Row counts Forward citations Counts Backward citations Counts Claims Counts All Medium- High- High- All Medium- High- High- All Medium- High- High- All Medium- High- High- Low Medium Tech Low Medium Tech -Low Medium -Tech Low Medium Tech Tech Tech Tech Tech Tech Tech Tech Tech LT+MLT HT+MHT HT LT+MLT HT+MHT HT LT+MLT HT+MHT HT LT+MLT HT+MHT HT Ȧ (1) (2) (3) (4) (5) (6) (7) (8) (9) (10) (11) (12) (13) (14) (15) (16) α1 ln X 0.042** 0.042** 0.045** ** ** 0.058** * ** ** 0.031** ** 0.026** (0.006) (0.007) (0.008) (0.008) (0.008) (0.010) (0.009) (0.012) (0.003) (0.010) (0.002) (0.003) (0.006) (0.011) (0.008) (0.008) α2 ln L ** * 0.021** * 0.054** ** ** ** ** ** ** * ** (0.008) (0.008) (0.010) (0.008) (0.007) (0.021) (0.008) (0.010) (0.002) (0.025) (0.002) (0.002) (0.007) (0.025) (0.007) (0.006) α3 ln A 1.004** 0.978** 1.011** 0.979** 0.937** 0.991** 0.898** 0.914** 1.002** 1.016** 0.999** 0.995** 1.006** 1.027** 0.987** 0.968** (0.008) (0.009) (0.012) (0.012) (0.013) (0.020) (0.014) (0.015) (0.001) (0.006) (0.001) (0.002) (0.006) (0.012) (0.008) (0.011) Wald test φ = 1 (α3 = 1) p-value β = α2/α ND 0.63 ND ND ND Wald test β=0 p-value Wald test β=1 p-value Industries Obs IMPLIED VALUES FOR THEORETICAL PARAMETERS φ =1 <1 =1 <1 <1 =1 <1 <1 >1 >1 =1 <1 =1 >1 =1 <1 β =0 <0 (0,1) ND =1 ND (0,1) (0,1) =0 <0 ND =1 (0,1) ND (0,1) =0 σ >0 >0 >0 =0 >0 =0 >0 >0 <0 <0 =0 >0 >0 =0 >0 >0 MODEL IDENTIFICATION FE I None SE/FE II None SE/FE II NEO SE SE None None NEO SE/FE II SE/FE II None SE/FE II SE Notes: Industry fixed-effects and common time dummies included. Pre-whitened standard errors in parentheses. ND=not definite. ** and * significant at a 5 and 10% level. 7

8 4 Conclusions This paper examined the innovation functions designed by the most recent Schumpeterian growth theories using US manufacturing industry data. In contrast to existing evidence based on innovation counts, when innovation quality is adequately allowed for (forward citations), semi-endogenous growth models are found to outperform other theories especially for the most knowledge-intensive section of the economy. 8

9 References Aghion, P., Howitt, P., A model of growth through creative destruction. Econometrica 60, , Endogenous growth theory. MIT Press, Cambridge. Ang, J. B., Madsen, J. B., Can second-generation endogenous growth models explain the productivity trends in the Asian miracle economies? Rev Econ Stat, forthcoming. Barcenilla-Visús, S. López-Pueyo, C., Sanaú J., Semi-endogenous growth theory versus fully-endogenous growth theory: A sectoral approach. University of Zaragoza, mimeo. Ha, J., Howitt, P., Accounting for trends in productivity and R&D: A Schumpeterian critique of semi-endogenous growth theory. J Money Credit Bank 39, Hall, B. H., Thoma, G., Torrisi, S., The market value of patents and R&D: Evidence from European firms. NBER Work Pap Ser No Jones, C., Time series tests of endogenous growth models. Q J Econ 110, Madsen, J. B., Are there diminishing returns to R&D? Econ Lett 95, , Semi-endogenous versus Schumpeterian growth models: Testing the knowledge production function using international data. J Econ Growth 12, Mark, N., Sul, D., Cointegration vector estimation by Panel DOLS and long-run money demand. Oxf Bull Econ Stat 65, Romer, P., Endogenous technological change. J Polit Econ 98, Segerstrom, P. S., Endogenous growth without scale effects. Am Econ Rev 88,

10 Trajtenberg, M., A penny for your quotes: Patent citations and the value of innovations. Rand J Econ 21, Venturini, F., ICT and productivity resurgence: A growth model for the Information Age. BE J Macroecon, Contributions, 7, article 31. Venturini, F., Looking into the black box of Schumpeterian growth theories: An empirical assessment of R&D races. Università di Perugia, mimeo. 10

11 ISSN QUADERNI DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA, FINANZA E STATISTICA Università degli Studi di Perugia 1 Gennaio 2005 Giuseppe CALZONI Valentina BACCHETTINI 2 Marzo 2005 Fabrizio LUCIANI Marilena MIRONIUC Il concetto di competitività tra approccio classico e teorie evolutive. Caratteristiche e aspetti della sua determinazione Ambiental policies in Romania. Tendencies and perspectives 3 Aprile 2005 Mirella DAMIANI Costi di agenzia e diritti di proprietà: una premessa al problema del governo societario 4 Aprile 2005 Mirella DAMIANI Proprietà, accesso e controllo: nuovi sviluppi nella teoria dell impresa ed implicazioni di corporate governance 5 Aprile 2005 Marcello SIGNORELLI Employment and policies in Europe: a regional perspective 6 Maggio 2005 Cristiano PERUGINI Marcello SIGNORELLI 7 Maggio 2005 Cristiano PERUGINI Marcello SIGNORELLI An empirical analysis of employment and growth dynamics in the italian and polish regions Employment differences, convergences and similarities in italian provinces 8 Maggio 2005 Marcello SIGNORELLI Growth and employment: comparative performance, convergences and comovements 9 Maggio 2005 Flavio ANGELINI Stefano HERZEL Implied volatilities of caps: a gaussian approach 10 Giugno 2005 Slawomir BUKOWSKI EMU Fiscal challenges: conclusions for the new EU members 11 Giugno 2005 Luca PIERONI Matteo RICCIARELLI 12 Giugno 2005 Luca PIERONI Fabrizio POMPEI 13 Giugno 2005 David ARISTEI Luca PIERONI 14 Giugno 2005 Luca PIERONI Fabrizio POMPEI 15 Giugno 2005 Carlo Andrea BOLLINO 16 Giugno 2005 Carlo Andrea BOLLINO Modelling dynamic storage function in commodity markets: theory and evidence Innovations and labour market institutions: an empirical analysis of the Italian case in the middle 90 s Estimating the role of government expenditure in long-run consumption Investimenti diretti esteri e innovazione in Umbria Il valore aggiunto su scala comunale: la Regione Umbria Gli incentivi agli investimenti: un analisi dell efficienza industriale su scala geografica regionale e sub regionale I

12 17 Giugno 2005 Antonella FINIZIA Riccardo MAGNANI Federico PERALI Cristina SALVIONI Construction and simulation of the general economic equilibrium model Meg-Ismea for the italian economy 18 Agosto 2005 Elżbieta KOMOSA Problems of financing small and medium-sized enterprises. Selected methods of financing innovative ventures 19 Settembre 2005 Barbara MROCZKOWSKA Regional policy of supporting small and medium-sized businesses 20 Ottobre 2005 Luca SCRUCCA Clustering multivariate spatial data based on local measures of spatial autocorrelation 21 Febbraio 2006 Marco BOCCACCIO Crisi del welfare e nuove proposte: il caso dell unconditional basic income 22 Settembre 2006 Mirko ABBRITTI Andrea BOITANI Mirella DAMIANI Unemployment, inflation and monetary policy in a dynamic New Keynesian model with hiring costs 23 Settembre 2006 Luca SCRUCCA Subset selection in dimension reduction methods 24 Ottobre 2006 Sławomir I. BUKOWSKI The Maastricht convergence criteria and economic growth in the EMU 25 Ottobre 2006 Jan L. BEDNARCZYK The concept of neutral inflation and its application to the EU economic growth analyses 26 Dicembre 2006 Fabrizio LUCIANI Sinossi dell approccio teorico alle problematiche ambientali in campo agricolo e naturalistico; il progetto di ricerca nazionale F.I.S.R. M.I.C.E.N.A. 27 Dicembre 2006 Elvira LUSSANA Mediterraneo: una storia incompleta 28 Marzo 2007 Luca PIERONI Fabrizio POMPEI 29 Marzo 2007 David ARISTEI Luca PIERONI 30 Aprile 2007 David ARISTEI Federico PERALI Luca PIERONI Evaluating innovation and labour market relationships: the case of Italy A double-hurdle approach to modelling tobacco consumption in Italy Cohort, age and time effects in alcohol consumption by Italian households: a double-hurdle approach 31 Luglio 2007 Roberto BASILE Productivity polarization across regions in Europe 32 Luglio 2007 Roberto BASILE Davide CASTELLANI Antonello ZANFEI 33 Agosto 2007 Flavio ANGELINI Stefano HERZEL Location choices of multinational firms in Europe: the role of EU cohesion policy Measuring the error of dynamic hedging: a Laplace transform approach II

13 34 Agosto 2007 Stefano HERZEL Cătălin STĂRICĂ Thomas NORD 35 Agosto 2007 Flavio ANGELINI Stefano HERZEL The IGARCH effect: consequences on volatility forecasting and option trading Explicit formulas for the minimal variance hedging strategy in a martingale case 36 Agosto 2007 Giovanni BIGAZZI The role of agriculture in the development of the people s Republic of China 37 Settembre 2007 Enrico MARELLI Marcello SIGNORELLI 38 Ottobre 2007 Paolo NATICCHIONI Andrea RICCI Emiliano RUSTICHELLI 39 Novembre 2007 The International Study Group on Exports and Productivity 40 Dicembre 2007 Gaetano MARTINO 41 Dicembre 2007 Floro Ernesto CAROLEO Francesco PASTORE 42 Gennaio 2008 Melisso BOSCHI Luca PIERONI 43 Febbraio 2008 Flavio ANGELINI Marco NICOLOSI 44 Febbraio 2008 Luca PIERONI Giorgio d AGOSTINO Marco LORUSSO 45 Febbraio 2008 Pierluigi GRASSELLI Cristina MONTESI Paola IANNONE 46 Marzo 2008 Mirella DAMIANI Fabrizio POMPEI 47 Marzo 2008 Bruno BRACALENTE Cristiano PERUGINI 48 Marzo 2008 Cristiano PERUGINI Fabrizio POMPEI Institutional change, regional features and aggregate performance in eight EU s transition countries Wage structure, inequality and skillbiased change: is Italy an outlier? Exports and productivity. Comparable evidence for 14 countries Contracting food safety strategies in hybrid governance structures The youth experience gap: explaining differences across EU countries Aluminium market and the macroeconomy Hedging error in Lévy models with a fast Fourier Transform approach Can we declare military Keynesianism dead? Mediterranean models of Welfare towards families and women Mergers, acquisitions and technological regimes: the European experience over the period The Components of Regional Disparities in Europe FDI, R&D and Human Capital in Central and Eastern European Countries Marcello SIGNORELLI 49 Marzo 2008 Cristiano PERUGINI Employment and Unemployment in the Italian Provinces 50 Marzo 2008 Sławomir I. BUKOWSKI On the road to the euro zone. Currency rate stabilization: experiences of the selected EU countries 51 Aprile 2008 Bruno BRACALENTE Cristiano PERUGINI Fabrizio POMPEI Homogeneous, Urban Heterogeneous, or both? External Economies and Regional Manufacturing Productivity in Europe III

14 52 Aprile 2008 Gaetano MARTINO Cristiano PERUGINI Income inequality within European regions: determinants and effects on growth 53 Aprile 2008 Jan L. BEDNARCZYK Controversy over the interest rate theory and policy. Classical approach to interest rate and its continuations 54 Aprile 2008 Bruno BRACALENTE Cristiano PERUGINI Factor decomposition of crosscountry income inequality with interaction effects 55 Aprile 2008 Cristiano PERUGINI Employment Intensity of Growth in Italy. A Note Using Regional Data 56 Aprile 2008 Cristiano PERUGINI Fabrizio POMPEI 57 Aprile 2008 Simona BIGERNA 58 Maggio 2008 Simona BIGERNA 59 Giugno 2008 Simona BIGERNA 60 Ottobre 2008 Pierluigi GRASSELLI Cristina MONTESI Roberto VIRDI 61 Novembre 2008 Antonio BOGGIA Fabrizio LUCIANI Gianluca MASSEI Luisa PAOLOTTI 62 Novembre 2008 Elena STANGHELLINI Francesco Claudio STINGO Rosa CAPOBIANCO Technological Change, Labour Demand and Income Distribution in European Union Countries L analisi delle determinanti della domanda di trasporto pubblico nella città di Perugia The willingness to pay for Renewable Energy Sources (RES): the case of Italy with different survey approaches and under different EU climate vision. First results Ambiente operativo ed efficienza nel settore del Trasporto Pubblico Locale in Italia L interpretazione dello spirito del dono L impatto ambientale ed economico del cambiamento climatico sull agricoltura On the estimation of a binary response model in a selected population 63 Dicembre 2008 Gianna FIGÀ-TALAMANCA Limit results for discretely observed stochastic volatility models with leverage effect 64 Maggio 2009 Mirella DAMIANI Andrea RICCI 65 Giugno 2009 Alessandra RIGHI Dario SCIULLI Factors behind performance-related pay: evidence from Italy The Timing of the School-to- Permanent Work Transition: a Comparison across Ten European Countries 66 Settembre 2009 Fabrizio LUCIANI Economia agraria e pianificazione economica territoriale nel Parco nazionale del Sagarmatha (Everest, Nepal) 67 Settembre 2009 Valentina TIECCO I regimi di protezione dell impiego IV

15 68 Ottobre 2009 Gianna FIGÀ-TALAMANCA Path properties of simulation schemes for the Heston stochastic volatility model 69 Ottobre 2009 Cristina MONTESI A comparative analysis of different business ethics in the perspective of the Common Good 70 Ottobre 2009 Luisa FRANZINI Margherita GIANNONI 71 Novembre 2009 Flavio ANGELINI Stefano HERZEL 72 Novembre 2009 Giuseppe ARBIA Michele BATTISTI Gianfranco DI VAIO 73 Gennaio 2010 Mirella DAMIANI Andrea RICCI 74 Febbraio 2010 Davide CASTELLANI Fabio PIERI 75 Luglio 2010 Guglielmo M. CAPORALE Davide CIFERRI Determinants of Health Disparities in Italian Regions Evaluating Discrete Dynamic Strategies in Affine Models Institutions and geography: Empirical test of spatial growth models for European regions Performance-Related Pay, Unions and Productivity in Italy: evidence from quantile regressions The Effect of Foireign Investments on European Regional Productivity Time-varying spot and futures oil price dynamics Alessandro GIRARDI 76 Settembre 2010 Mirella DAMIANI Labour regulation, corporate governance and varieties of capitalism 77 Settembre 2010 Dario SCIULLI Marcello SIGNORELLI 78 Ottobre 2010 Olga DEMIDOVA Marcello SIGNORELLI 79 Ottobre 2010 Misbah T. CHOUDHRY Enrico MARELLI Marcello SIGNORELLI University-to-work transitions: the case of Perugia The Impact of Crises on Youth Unemployment of Russian Regions: An Empirical Analysis The Impact of Financial Crises on Youth Unemployment Rate 80 Novembre 2010 Marco BELLUCCI Fusioni ed acquisizioni: determinanti ed effetti in un confronto europeo 81 Dicembre 2010 Silvia MICHELI Learning Curve and Wind Power 82 Dicembre 2010 Leonardo BECCHETTI Stefano CASTRIOTA Elena GIACHIN RICCA 83 Gennaio 2011 Davide CASTELLANI Fabio PIERI 84 Febbraio 2011 Stefano HERZEL Marco NICOLOSI Cătălin STĂRICĂ 85 Marzo 2011 Pierluigi GRASSELLI Cristina MONTESI 86 Marzo 2011 Massimo DE FELICE Franco MORICONI 87 Marzo 2011 Mirella DAMIANI Fabrizio POMPEI Andrea RICCI Beyond the Joneses: inter-country income comparisons and happiness Foreign Investments and Productivity Evidence from European Regions The cost of sustainability on optimal portfolio choices Politiche orientate al bene comune e politiche attive del lavoro Un estensione stocastica del modello Fisher-Lange Temporary job protection and productivity growth in EU economies V

16 88 Aprile 2011 Gaetano MARTINO 89 Aprile 2011 Stefano CASTRIOTA Marco DELMASTRO 90 Maggio 2011 Roberto BASILE Luigi BENFRATELLO Davide CASTELLANI 91 Giugno 2011 Andrea RICCI Robert WALDMANN 92 Giugno 2011 Francesca PIERRI Alberto BURCHI Productive process innovation as sequential adjustment of the hybrid governance structure: the case of the poultry sector Inside the black box of collective reputation Spatial clustering and nonlinearities in the location of multinational firms Job Security and Training: the Case of Pareto Improving Firing Taxes La capacità predittiva degli indicatori di bilancio: una verifica sulle aziende umbre Elena STANGHELLINI 93 Luglio 2011 Francesco VENTURINI Product variety, product quality, and evidence of Schumpeterian endogenous growth: a note VI

17 I QUADERNI DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA Università degli Studi di Perugia ISSN X 1 Dicembre 2002 Luca PIERONI: Further evidence of dynamic demand systems in three european countries 2 Dicembre 2002 Luca PIERONI : Il valore economico del paesaggio: un'indagine microeconomica 3 Dicembre 2002 Luca PIERONI A note on internal rate of return : 4 Marzo 2004 Sara BIAGINI: A new class of strategies and application to utility maximization for unbounded processes 5 Aprile 2004 Cristiano PERUGINI: La dipendenza dell'agricoltura italiana dal sostegno pubblico: un'analisi a livello regionale 6 Maggio 2004 Mirella DAMIANI: Nuova macroeconomia keynesiana e quasi razionalità 7 Maggio 2004 Mauro VISAGGIO: Dimensione e persistenza degli aggiustamenti fiscali in presenza di debito pubblico elevato 8 Maggio 2004 Mauro VISAGGIO: Does the growth stability pact provide an adequate and consistent fiscal rule? 9 Giugno 2004 Elisabetta CROCI ANGELINI Francesco FARINA: Redistribution and labour market institutions in OECD countries 10 Giugno 2004 Marco BOCCACCIO: Tra regolamentazione settoriale e antitrust: il caso delle telecomunicazioni 11 Giugno 2004 Cristiano PERUGINI Marcello SIGNORELLI: Labour market performance in central european countries 12 Luglio 2004 Cristiano PERUGINI Marcello SIGNORELLI: Labour market structure in the italian provinces: a cluster analysis 13 Luglio 2004 Cristiano PERUGINI Marcello SIGNORELLI: I flussi in entrata nei mercati del lavoro umbri: un analisi di cluster 14 Ottobre 2004 Cristiano PERUGINI: Una valutazione a livello microeconomico del sostegno pubblico di breve periodo all agricoltura. Il caso dell Umbria attraverso i dati RICA-INEA 15 Novembre 2004 Gaetano MARTINO Cristiano PERUGINI 16 Dicembre 2004 Federico PERALI Cristina SALVIONI Nicola TOMMASI Marcella VERONESI Economic inequality and rural systems: empirical evidence and interpretative attempts Bilancio ambientale delle imprese agricole italiane: stima dell inquinamento effettivo VII

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Perché non si può crescere senza ricerca Ignazio Visco

Perché non si può crescere senza ricerca Ignazio Visco Perché non si può crescere senza ricerca Ignazio Visco Un economia sana e con buone prospettive di crescita deve saper cogliere i frutti del progresso tecnico, che solo adeguati investimenti in ricerca

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI ECONOMIA REGOLAMENTO SUI REQUISITI E SULLA PROCEDURA DI (IL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO )

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI ECONOMIA REGOLAMENTO SUI REQUISITI E SULLA PROCEDURA DI (IL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO ) UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI ECONOMIA ESTRATTO DA REGOLAMENTO SUI REQUISITI E SULLA PROCEDURA DI RECLUTAMENTO DI RICERCATORI E DOCENTI (IL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO ) 1 Requisiti

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE AUDIZIONE PRESSO UFFICIO DI PRESIDENZA 7ª COMMISSIONE (Istruzione) SULL'AFFARE ASSEGNATO DISABILITÀ NELLA SCUOLA E CONTINUITÀ DIDATTICA DEGLI INSEGNANTI DI SOSTEGNO (ATTO N. 304)

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

Il VaR: Metodi quantitativi basilari. Aldo Nassigh Financial Risk Management A.A. 2011/12 Lezione 2

Il VaR: Metodi quantitativi basilari. Aldo Nassigh Financial Risk Management A.A. 2011/12 Lezione 2 Il VaR: Metodi quantitativi basilari Aldo Nassigh Financial Risk Management A.A. 2011/12 Lezione 2 Distribuzione futura del rendimento di un asset/portafoglio Il calcolo del VaR richiede la conoscenza

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Strategie ISOVOL nella costruzione di

Strategie ISOVOL nella costruzione di FOR PROFESSIONAL INVESTORS Strategie ISOVOL nella costruzione di portafogli diversificati I vantaggi di un approccio fondato sulla contribuzione al rischio EFPA Italia Meeting 2014 Agenda Inter-temporal

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA?

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA? HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE Cosa è l HTA? Marco Marchetti Unità di Valutazione delle Tecnologie Policlinico Universitario "Agostino Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore L Health

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Programma. Massimo Scolari, General Secretary, ASCOSIM and Member of Consultative Working Group - Investor Protection and Intermediaries, ESMA

Programma. Massimo Scolari, General Secretary, ASCOSIM and Member of Consultative Working Group - Investor Protection and Intermediaries, ESMA Programma 08:30 Registrazione e caffè di benvenuto 08:50 Osservazioni preliminari del presidente: Mauro Cesa, Technical Editor, RISK 09:10 DISCORSO DI APERTURA: Valutazione delle problematiche nazionali

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

( ) ( ) 0. Entrata e uscita dal mercato. Entrata e uscita dal mercato. Libertà d entrata ed efficienza. Libertà d entrata e benessere sociale

( ) ( ) 0. Entrata e uscita dal mercato. Entrata e uscita dal mercato. Libertà d entrata ed efficienza. Libertà d entrata e benessere sociale Entrata e uscita dal mercato In assenza di comportamento strategico, le imprese decidono di entrare/uscire dal mercato confrontando i guadagni attesi con i costi di entrata. In assenza di barriere strategiche

Dettagli

La valutazione degli effetti dei Programmi: il progetto PQM e altre indagini sui dati acquisiti

La valutazione degli effetti dei Programmi: il progetto PQM e altre indagini sui dati acquisiti Seminario Valutazione PON Roma, 29 marzo 2012 La valutazione degli effetti dei Programmi: il progetto PQM e altre indagini sui dati acquisiti Elena Meroni - Università di Padova e INVALSI Daniele Vidoni

Dettagli

Programma. Massimo Scolari, General Secretary, ASCOSIM and Member of Consultative Working Group - Investor Protection and Intermediaries, ESMA

Programma. Massimo Scolari, General Secretary, ASCOSIM and Member of Consultative Working Group - Investor Protection and Intermediaries, ESMA Programma 08:30 Registrazione e caffè di benvenuto 08:50 Osservazioni preliminari del presidente: Mauro Cesa, Technical Editor, RISK 09:10 DISCORSO DI APERTURA: Valutazione delle problematiche nazionali

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema Res User Meeting 2014 con la partecipazione di Scriviamo insieme il futuro Paolo Ferrandi Responsabile Tecnico Research for Enterprise Systems Federico Bonelli Engineer Process mining & Optimization Un

Dettagli

Delta. Centro di progettazione e sviluppo. Research & Development Department. Controllo resistenza alla corrosione Corrosion resistance testing.

Delta. Centro di progettazione e sviluppo. Research & Development Department. Controllo resistenza alla corrosione Corrosion resistance testing. Delta PATENT PENDING Sistema di apertura per ante a ribalta senza alcun ingombro all interno del mobile. Lift system for doors with vertical opening: cabinet interior completely fittingless. Delta Centro

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

GENERAL CATALOGUE CATALOGO GENERALE LV & MV solutions for electrical distribution Soluzioni BT e MT per distribuzione elettrica

GENERAL CATALOGUE CATALOGO GENERALE LV & MV solutions for electrical distribution Soluzioni BT e MT per distribuzione elettrica Advanced solutions for: UTILITY DISTRIBUTION TERTIARY RENEWABLE ENERGY INDUSTRY Soluzioni avanzate per: DISTRIBUZIONE ELETTRICA TERZIARIO ENERGIE RINNOVABILI INDUSTRIA The company T.M. born in year 2001,

Dettagli

Section I - The Process of Project Risk Management in Selex-ES and the supporting tools

Section I - The Process of Project Risk Management in Selex-ES and the supporting tools Agenda Section I - The Process of Project Risk Management in Selex-ES and the supporting tools Section II - The Data Representation Problem and the construction of the Model Section III - Data Analysis

Dettagli

FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO

FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO VERSO UN CODICE DEONTOLOGICO DEL DOCENTE Paolo Rigo paolo.rigo@istruzione.it ALCUNE SEMPLICI

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi Innovazioni di metodo Risultati attesi Risultati Azioni attesi Tempi

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Innovazione e competitività: un confronto settoriale tra l Italia e gli altri Paesi europei.

Innovazione e competitività: un confronto settoriale tra l Italia e gli altri Paesi europei. Innovazione e competitività: un confronto settoriale tra l Italia e gli altri Paesi europei. Alessia Amighini (Università del Piemonte Orientale) Versione preliminare Intervento al convegno Innovare per

Dettagli

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non tutti lo conoscono Marco Marchetti L Health Technology Assessment La valutazione delle tecnologie sanitarie, è la complessiva e sistematica valutazione

Dettagli

Knowlab Un Sistema Computerizzato per la Valutazione Adattiva della Conoscenza e dell'apprendimento

Knowlab Un Sistema Computerizzato per la Valutazione Adattiva della Conoscenza e dell'apprendimento Knowlab Un Sistema Computerizzato per la Valutazione Adattiva della Conoscenza e dell'apprendimento Debora de Chiusole PhD Candidate deboratn@libero.it Università degli Studi di Padova Dipartimento FISPPA

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects PRESENTATION Innovation plays a key role within the European political agenda and impacts

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa

Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa 2 a EDIZIONE MILANO NOVEMBRE 2011 - MAGGIO 2012 In collaborazione con Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa NOVEMBRE 2011 - MAGGIO 2012 orso

Dettagli

I carichi critici: attività e criticità identificate dal National Focal Point

I carichi critici: attività e criticità identificate dal National Focal Point I carichi critici: attività e criticità identificate dal National Focal Point P. Bonanni*, F.Fornasier*, A. De Marco * ISPRA, ENEA Carico critico Stima quantitativa dell esposizione ad uno o più inquinanti

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità Cristiana Brocchetti Milano, 17 dicembre 2012 1 Tradizionale o Alternativo? Due le principali aree che caratterizzano le tipologie di investimento: Tradizionali

Dettagli

Diss. ETH No. 20918. Information Theoretic Modeling of Dynamical Systems: Estimation and Experimental Design. for the degree of Doctor of Sciences

Diss. ETH No. 20918. Information Theoretic Modeling of Dynamical Systems: Estimation and Experimental Design. for the degree of Doctor of Sciences Diss. ETH No. 20918 Information Theoretic Modeling of Dynamical Systems: Estimation and Experimental Design A dissertation submitted to ETH Zurich for the degree of Doctor of Sciences presented by Alberto

Dettagli

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE.

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE. UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIR 3 RVIZI ALITALIA. MPR DI PIÙ, PR T. FAT TRACK. DDICATO A CHI NON AMA PRDR TMPO. La pazienza è una grande virtù. Ma è anche vero che ogni minuto è prezioso. Per questo

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO:

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO: Due mondi, due culture, due storie che si incontrano per dare vita a qualcosa di unico: la scoperta di ciò che ci rende unici ma fratelli. Per andare insieme verso EXPO 2015 Tutt altra storia Il viaggio

Dettagli

4 to 7 funds 8 to 15 funds. 16 to 25 funds 26 to 40 funds. 41 to 70 funds

4 to 7 funds 8 to 15 funds. 16 to 25 funds 26 to 40 funds. 41 to 70 funds 4 to 7 funds 8 to 15 funds 16 to 25 funds 26 to 40 funds 41 to 70 funds 53 Chi siamo Epsilon SGR è una società di gestione del risparmio del gruppo Intesa Sanpaolo specializzata nella gestione di portafoglio

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS Una società certificata di qualità UNI EN ISO 9001-2000 per: Progettazione ed erogazione di servizi di consulenza per l accesso ai programmi di finanziamento europei, nazionali e regionali. FIT Consulting

Dettagli

IL TRATTAMENTO DEL RISCHIO NELL ANALISI DEGLI INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI

IL TRATTAMENTO DEL RISCHIO NELL ANALISI DEGLI INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI IL TRATTAMENTO DEL RISCHIO NELL ANALISI DEGLI INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI Testo di riferimento: Analisi finanziaria (a cura di E. Pavarani) McGraw-Hill 2001 cap. 11 (dottor Alberto Lanzavecchia) Indice

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli