la strategia carrefour modifica la sua orbita

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "la strategia carrefour modifica la sua orbita"

Transcript

1 SETTEMBRE la strategia carrefour modifica la sua orbita intervista roberto zanoni: la strategia di ecornaturasì retail private equity, la gdo nel mirino universi erboristerie in evoluzione GDOWEEK 2011 Settimanale Il Sole 24 ORE S.p.A. via Carlo Pisacane PERO (MILANO) Poste Italiane S.p.A. - Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 n. 46) - art. 1, Comma 1, DCB Milano industria gli alimenti funzionali sono in crescita servizi rfid, stop ai falsi nella moda servizi esselunga: gestione scaffale per singolo pdv

2 Il regista del benessere. Una storia di benessere in sei gusti cremosi, tutti con il fermento probiotico BB-12 : ecco cosa racconta lo yogurt Stuffer BB-12 Active ai vostri clienti. Una fonte naturale di calcio e di successi di vendita. Stuffer conquista i consumatori con un ampio assortimento di prodotti freschi ed una qualità senza compromessi in tutte le sue linee Stuffer, Crea..., Vivita e Cremolo. Perché per Stuffer la qualità è una tradizione di famiglia. Dal

3

4

5 editoriale il benessere è informazione e trasparenza attenzione al benessere, L' nella sua accezione più estesa, si sta moltiplicando. Un desiderio sociale diffuso che emerge, ancora più prepotente, in tempi di insicurezza come quelli in cui viviamo; se a questo uniamo il progressivo invecchiamento della popolazione, ecco delineato un mercato che via via si sta sempre più ampliando. Indagando le radici di questo desiderio di benessere, possiamo osservare come nel tempo si sia andato modificando; perché, se a lungo è stato sinonimo di ricchezza, di molteplicità delle merci, sfociando poi nel consumismo, oggi è più vicino alle logiche del preservare, del prevenire. Quasi come se anche nel desiderare ci si debba mettere cautela, in fondo siamo in un momento di parsimonia ideale: i consumi calano, non solo perché gli italiani hanno sempre meno risorse, ma anche perché l'insicurezza domina l'agire dell'uomo. Che cosa può cambiare questo tipo di approccio? L'informazione, il "saperne di più", la chiarezza, la trasparenza: queste le leggi che oggi dovrebbero governare il nostro mondo, dai mercati finanziari al punto di vendita. Dai dichiarati dei politici, alla comunicazione interna nelle aziende. Mi soffermo su quest'ultimo punto: mai come oggi è indispensabile "comprendere", nelle proprie decisioni aziendali, il personale che fa parte dell'organizzazione. È vero che l'informazione è potere e, magari, di questi tempi, non si ha voglia di condividerlo con nessuno, ma è ancora più vero che, per chiedere sforzi e sacrifici ai propri collaboratori, è necessario dare loro motivazioni forti, strategie chiare e soprattutto comprendere che ci muoviamo nella liquidità. Il cambiamento continuo, l'evoluzione sono entrati nel dna del successo, sostituendo la consuetudine, la ripetitività. Così, se quando pensiamo al consumatore, al lettore, lo vogliamo sempre più protagonista, interagente e cocreatore, come è possibile dimenticare chi per primo crea e opera con noi e per noi? Cristina Lazzati

6

7 25 Despar 28 Editori/retailer 51 Puratos 54 Saiwa 57 Campari 65 Diversey 72 Unicità d'italia sommario SETTEMBRE la strategia carrefour modifica la sua orbita GDOWEEK 2011 Settimanale Il Sole 24 ORE S.p.A. via Carlo Pisacane PERO (MILANO) Poste Italiane S.p.A. - Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 n. 46) - art. 1, Comma 1, DCB Milano editoriale intervista osservatorio tavolo idm-gdo cover story retail sviluppo reti universi 46 Non è più un business in erba: il fatturato sale... per natura intervista roberto zanoni: la strategia di ecornaturasì industria 48 Se dietro a un grande prodotto retail c'è un grande ingrediente private equity, la gdo nel mirino universi 51 Innovazione e nutrizione erboristerie in evoluzione le parole chiave del BCI Forum industria gli alimenti funzionali sono in crescita 53 Activia in Germania si veste da Ingeo servizi rfid, stop ai falsi nella moda 54 Oro Più, estensione golosa per Saiwa servizi esselunga: gestione scaffale per singolo pdv 57 Un decennio di buone azioni della Campari servizi 58 Stop alla contraffazione 3 Il benessere è informazione nella moda grazie all'rfid e trasparenza 62 Esselunga: verso la gestione 6 Riassortimento e nuovo dello scaffale per singolo pdv posizionamento per EcorNaturasi 65 Diversey ha un altro plus 8 Se tagliando i costi si taglia anche il Pil con il know-how di Sealed Air i conti non tornano 67 L'opinione dei consumatori 12 Real estate commerciale si fa garanzia per l'acquisto mercato poco dinamico 69 Pmi: competenze innovative 14 Prezzi a confronto: per agire nel mercato globale Lidl, Penny, Coop e Esselunga opinioni 71 La pensione di vecchiaia 17 Le opinioni di Coop Lombardia si allontana dalle donne e di Sutter Industries culture 72 La rassegna "Unicità d'italia" 18 Planet e oltre: cambia l'universo Carrefour mostra la nostra idea di bello Brambilla: "concept ad hoc per il cliente" 20 Convenienza e logica Edlp secondo Carrefour Express 22 Il settore del franchising riprende a svilupparsi 25 Despar rafforza le pl e pensa a nuovi concept 26 Aligrup si apre al business degli ipermercati e sogna un unico gruppo siciliano 28 Grandi riviste crescono creando store personalizzati 31 Gdo e marchi industriali prede per il private equity Le erboristerie italiane sono ancora alla ricerca di formule per attrarre

8 intervista Coerenza nella messa in pratica dei principi del biologico e cura degli assortimenti definiscono la ricetta EcorNaturaSì per il In programma entro la fine dell'anno anche la rivisitazione dell'immagine e del posizionamento del marchio, affidata all'agenzia milanese Ogilvy, rafforzamento delle attività di comunicazione rivolte al cliente finale e formazione per il personale. NaturaSì è vissuta come un'oasi di tranquillità -spiega il direttore generale Roberto Zanoni- nella quale il consumatore cerca soprattutto la coerenza riassortimento e nuovo posizionamento per ecornaturasì delle scelte, ovvero il nostro elemento di differenziazione. Intendiamo proseguire su questa strada lavorando sul miglioramento delle economie di scala, che per un'azienda delle dimensioni di EcorNaturaSì (130 mio euro di fatturato nel 2010 con circa punti di vendita serviti in seguito alla fusione di NaturaSì con Ecor nel 2009, ndr) sono cruciali, e sull'assortimento. Abbiamo programmato una serie di interventi per ampliare l'offerta soprattutto nei reparti freschi. In particolare vorremmo portare l'ortofrutta al 15% dell'assortimento (attualmente è al 10-12%, quasi tutto sfuso) perché crediamo che sia un reparto strategico anche per attrarre nuovi clienti. Riassortimento, quindi, intervenendo sulla stagionalità e introducendo le seconde

9 intervista scelte per essere più competitivi sul prezzo. Nella comunicazione spiegheremo alla clientela perché frutta e verdura biologiche sono più costose, offrendo loro la possibilità di scegliere prodotti comunque di qualità certificata, senza sacrificare il giusto compenso per i nostri fornitori. Coinvolgendole come partner in un progetto di filiera, condividendo anche i metodi di produzione. L'esperienza di Fattoria Di Vaira (l'azienda agricola molisana della quale EcorNaturaSì detiene una quota rilevante) ci ha permesso di comprendere meglio la realtà della produzione biologica e biodinamica con l'ortofrutta e i formaggi a marchio Di Vaira presenti nei nostri punti di vendita. È un laboratorio di sperimentazione su sementi autoctone, una scuola di formazione per agricoltori e una porta aperta verso i consumatori che vogliano approfondire le tematiche del biologico. Per quanto riguarda la tracciabilità, stiamo seguendo un progetto pilota che consentirà al consumatore, attraverso il codice a barre, di conoscere origini e caratteristiche del prodotto sullo scaffale. Da un paio d'anni a questa parte la formazione è un'attività molto significativa per noi, sia dal punto di vista tecnico sia nei confronti delle richieste della clientela di NaturaSì, che è molto fidelizzata ed esigente, come dimostrano le 60mila che inviamo ogni mese e le oltre 300mila carte fedeltà. Gentilezza, competenza sul biologico e professionalità sono elementi sui quali puntiamo e che miriamo a rendere sempre più distintivi. Lavoreremo su latticini e prodotti di gastronomia, che stanno crescendo abbastanza significativamente, quindi dedicheremo loro maggior spazio sul pdv. Entro l'anno attiveremo un test presso il punto di vendita NaturaSì di Milano via Millelire con il nuovo reparto ortofrutta e un'area gastronomia arricchita inizialmente con nuove referenze fornite da un nostro affiliato di Como. In generale, intendiamo privilegiare i produttori che lavorano ancora in maniera artigianale aiutando i più piccoli a crescere, per ampliare l'assortimento anche seguendo la logica del km0, ma senza esasperarla. Anche il reparto del vino ha mostrato una crescita nelle scelte della nostra clientela; grazie al miglioramento delle produzioni e al cambiamento delle abitudini dei consumatori, riusciremo ad ampliare l'offerta selezionando vini di qualità provenienti un po' da tutte le regioni italiane. Nel non alimentare, in particolare per il tessile ecologico, abbiamo fatto un test in un punto di vendita di Brescia inserendo un atelier con una persona dedicata. I risultati però non sono stati significativi, così abbiamo scelto di offrire anche queste merceologie solo nei negozi più grandi a completamento dell'offerta e per un discorso di immagine. Piuttosto che puntare sul marchio proprio, preferiamo valorizzare i piccoli produttori che condividono la nostra filosofia. Attualmente l'assortimento include circa 100 prodotti alimentari NaturaSì, 500 a marchio Ecor e altri 500 Baule Volante, dopo l'acquisizione dell'omonimo distributore bolognese nel Continueremo comunque a inserire nuovi prodotti NaturaSì come strumento ulteriore di fidelizzazione, facendo attenzione a non creare doppioni con gli altri marchi. Il posizionamento rimarrà quello di sempre: qualità medio-alta con un favorevole rapporto qualità-prezzo. Entro la fine dell'anno abbiamo in programma una decina di nuove aperture NaturaSì e naturalmente anche Cuorebio. NaturaSì è l'insegna per le grandi città e le metrature più ampie, fino a 800 mq, con una logica ancora vicina a quella della superette. Nel 2010 ha realizzato un fatturato al consumo di 112 mio euro (+19% rispetto al 2009) con 89 pdv in Italia, di cui 20 diretti, 20 in partecipazione e i rimanenti in franchising, e due a Madrid. L'insegna Cuorebio (270 negozi, ai quali EcorNaturaSì fornisce una serie di servizi che vanno dalla gestione amministrativa alla comunicazione) privilegia pdv e operatori storici che desiderano mantenere una propria autonomia, con metrature al di sotto del 250 mq in centri di piccole dimensioni. Il nostro futuro sarà sempre più legato ad attività di geomarketing, in un mercato che è ancora molto ridotto e banale, dove è pericoloso creare sovrapposizioni che non sarebbero sostenute dai consumi. Coerentemente con la filosofia che ispira gli assortimenti EcorNaturaSì, da subito abbiamo puntato a estendere i valori del biologico anche a tutte le attività legate ai negozi realizzando strutture a impatto zero. Scaffalature in legno, vernici rispettose dell'ambiente, utilizzo della carta, shopper in carta frutta e mater-bi, soprattutto se si tratta di nuove strutture. Anche nelle ristrutturazioni che abbiamo in corso, pur con le attenzioni di un'azienda dalle dimensioni limitate, cerchiamo di rispettare questa direttiva. Per quanto riguarda gli scarti di prodotto, in alcune città, come per esempio Bologna, abbiamo degli accordi con associazioni no profit. A Bologna abbiamo un ristorante attento al biologico ma di tipo tradizionale, mentre a Verona si tratta di un locale innovativo che offre a prezzo fisso e self service solo prodotti rigorosamente biologici certificati. Entrambi sono stati dati in affitto d'azienda. Probabilmente invece parteciperemo in partnership con un socio di minoranza a un'iniziativa milanese per l'apertura a novembre di un ristorante in via De Amicis a Milano, con un'offerta di prodotti biologici dalla prima colazione alla cena.

10 osservatorio PIL ,2% % 2011* +0,8% 2012** +1,0% Rapporto debito pubblico/pil ,8% ,2% 2011* 120% 2012** 115% * stima ** previsione FontE: Elaboraizone su dati Fmi, Istat, Confindustria nelle prossime pagine dell'osservatorio IMMOBILIARE I prezzi 12 Real estate commerciale, mercato poco dinamico 12 MID - Fiumicino outlet 14 La borsa della spesa: Lidl, Penny, Coop, Esselunga agosto 10 settembre ottobre novembre dicembre gennaio 11 febbraio marzo aprile maggio giugno luglio +1,6 +1,6 +1,7 +1,7 +1,9 +2,1 +2,4 +2,5 +2,6 +2,6 +2,7 +2,7 se tagliando i costi si taglia anche il pil i conti non tornano Il Pil rallenta e il futuro certo non si prospetta roseo per le famiglie e le imprese. L'inflazione sta crescendo trainata dai costi delle materie prime (peraltro in lieve rallentamento nelle ultime settimane), ma anche dall'incremento delle spese obbligate e non sottoposte a regime di concorrenza, o sottopostevi solo formalmente (banche e assicurazioni, ad esempio). Le vendite nei negozi sono in diminuzione a volume e non riescono nemmeno a recuperare l'inflazione. Interessante a questo proposito notare che l'ultimo rapporto sull'inflazione del largo consumo rilasciato da Nielsen segnala un rallentamento della dinamica di crescita dei prezzi. Siccome l'effetto degli aumenti delle commodities dovrebbe dispiegare le sue conseguenze per tutto il 2011 la spiegazione possibile è che le strutture di vendita hanno accentuato ulteriormente la guerra dei prezzi con incremento della pressione promozionale e ulteriore enfasi su primi prezzi e pl. Un quadro complesso ma che rischia di diventare drammatico dopo le due manovre monstre varate, sotto dettatura della Bce, dall'esecutivo per il rientro del debito. Le due organizzazioni imprenditoriali più rappresentative del nostro Paese pur con diversità di accento, Confindustria e Confcommercio, hanno sottolineato il pericolo che puntando su tagli lineari più che sullo sviluppo possa portare a effetti recessivi. Siccome per ridurre il rapporto tra debito pubblico e Pil non solo devono diminuire le spese dello Stato e aumentare le entrate fiscali, ma deve anche crescere il fatturato del Paese: se così non fosse potrebbero essere necessarie ulteriori manovre con effetto recessivo crescente. Una spirale da interrompere a ogni costo. indice var % annua indice var % tend. Alimentari 100,1-0,5 Pdv non specializzati 99,6-2,4 Non alimentari 94,7-0,8 a prevalenza food 99,2-2,5 Abbigliamento 95,7 +0,3 ipermercati 94,4-6,1 Calzature 98,9 +0,4 supermercati 101,0 0 Arredamento 92,5-1,6 discount 112,2 0 Elettrodomestici 92,8-4,7 A prevalenza non food 101,0-1,9 Informatica e tecnologia 87,4-3,1 Pdv specializzati 104,9 0 Cura della persona 98,5 +0,5 Totale gdo 100,2-2,1 Libri, giornali e riviste 100,9-1,8 Totale 96,4-0,6 Fonte: Istat

11

12 osservatorio Mese Generale Food Bevande Cereali Carni Grassi Non food ,0 110,5 102,9 112,7 107,0 128,5 165, ,1 111,6 103,0 131,7 103,1 129,1 162, ,4 117,3 102,6 150,5 105,5 139,5 162, ,3 122,7 101,5 160,5 111,7 144,0 170, ,8 126,0 100,9 157,0 117,4 150,0 169, ,3 130,9 100,8 156,6 124,8 157,4 174, ,5 140,3 104,2 167,4 135,8 167,6 183, ,1 144,1 106,2 174,9 137,8 174,4 195, ,5 145,6 107,7 182,4 137,8 174,5 197, ,4 142,9 110,8 170,2 136,6 170,5 195, ,2 152,7 107,1 170,6 139,4 168,6 195, ,2 142,2 107,8 173,5 135,9 167,5 190, ,8 138,8 107,8 170,7 130,1 167,9 189,5 Fonte: Camera di commercio di Milano Rallenta la crescita dei prezzi delle materie prime: le quotazioni del petrolio appaiono stabilizzate, e anche le commodity alimentari a giugno, ultimo mese per cui siano disponibili le rilevazioni, sono in rallentamento. Cala anche tensione ancora i prezzi dei cereali, che hanno registrato, nel giro di un anno, un incremento del 51%, a fronte di un incremento dell'indice generale del 21,6%. Va però detto che ad agosto sono saliti molto i prezzi del mais, giudicato un bene rifugio. Solo nei prossimi mesi si potrà capire se si sia trattato di una semplice fi ammata speculativa o di una manovra che a lungo termine porterà a nuovi incrementi dei prezzi. Alimentari Alcol e tabacchi Abbigliamento Abitazione Mobili Spese per la salute Trasporti Comunicazioni Cultura Istruzione Turismo e fuori casa Altri beni e servizi var. % annua +2,3 +3,2 +1,3 +5,0 +1,6 +0,6 +6,4-1,7 +0,1 +2,5 +2,2 +3,1 Le città con più infl azione Aosta Bari Bologna Roma Venezia Milano Trieste Reggio Calabria Firenze Genova var. % annua +3,9% +3,4% +3,4% +3,3% +3,0% +3,0% +2,9% +2,7% +2,7% +2,7% A giugno il NIC, l indice nazionale dei prezzi consumo per l intera collettività ha registrato un aumento del 2,7% su base annua. L infl azione acquisita per il 2011 è pari al 2,5%. A spingere in alto il dato generale c'è l'incremento del prezzo dei trasporti, salito del 6,4%, nonostante il ripiegamento del prezzo del greggio nelle ultime settimane. In rallentamento la dinamica di prezzi dell'alimentare, dopo la fi ammata dei mesi precedenti. In calo il costo delle comunicazioni, unica voce su 12 che registra il segno meno. In forte ascesa (+5%) le spese legate all'abitazione, soprattutto per effetto dell'aumento delle bollette. Fonte: Istat Consumatori 106,4 105,8 Imprese commerciali 106,6 99,5 106,7 103,3 Fonte: Istat

13 Valgrana spa Via Moretta, 7 Scarnafigi (CN) tel

14 osservatorio real estate commerciale mercato poco dinamico Mario Breglia, presidente di Scenari Immobiliari Il rapporto Tutto commercio 2011, redatto dalla società di consulenza Scenari immobiliari e presieduta da Mario Breglia (nella foto), è una completa radiografia del real estate commerciale italiano e internazionale. L'analisi su transazioni e prospettive del mercato italiano giunge alla conclusione che sia pur di fronte a una crescita di giro d'affari, +2,6% nel 2010, per un totale di 7,8 miliardi di euro, si tratta ancora di un mercato poco dinamico, e che si concentra in gran parte sulle grandi superfici o sui centri commerciali (comprendenti sia piccole che grandi metrature). Infatti, è su queste categorie che si trova la maggiore quota di metri quadrati offerti (circa 2,3 milioni mq) e scambiati (888mila mq), con un indice di assorbimento (percentuale di metri quadrati scambiati rispetto all offerta) del 37,6%. Le piccole e medie superfici, sebbene rappresentino la quantità di stock più significativa (poco più di 87 milioni mq), hanno un mercato ristretto, soltanto 1,5 milioni mq. I prezzi sono risultati in leggero aumento, ma il rischio di invenduto e/o di sfitto per le location meno soddisfacenti è in crescita. Dimensioni del pdv (mq) N pdv Superfi cie totale (mq) Superfi cie offerta (mq) Offerta/ Stock Totale ,73% 1,62% 2,31% 3,68% 4,74% 2,08% Fonte: Scenari immobiliari Location Roma Fiumicino Tipologia Factory outlet Promotori Uni.One; HCG Heuristic (coordinatore) Gruppo Maltauro (general contractor) Commercializzazione Larry Smith Progettazione Merlino Progetti Gla 29mila mq Pdv previsti 130 Inaugurazione 2013 Caratteristiche Il panorama già affollato di factory outlet in Italia si arricchirà di una nuova e ambiziosa struttura in una location di grande richiamo a Fiumicino. Collegata velocemente con la Capitale (l'area è a fianco del raccordo autostradale che collega Roma con Fiumicino) è ben servita anche con il treno. Oltre cinque milioni gli abitanti di Roma e dintorni che potenzialmente rientrano nel bacino di utenza. Ma non ci sono solo loro: la struttura nasce con il proposito di "catturare" anche i passeggeri sia dell'aeroporto intercontinentale sia di quello di Ciampino, situato a circa mezz'ora di distanza. L'appeal per i turisti è garantito anche dalla vicinanza con il porto di Civitavecchia, con due milioni di croceristi ogni anno e che potranno così combinare shopping e visite artistiche della Capitale. L'offerta sarà incentrata prevalentemente sulle griffe della moda e contatti sono già in corso anche se non è ancora possibile fare nomi. Il progetto prevede anche la realizzazione di parcheggi per circa vetture.

15 Reggiani Re Lighting. Retail is detail. Il progetto Reggiani per il retail consiste nel mettere adeguatamente in luce ogni dettaglio del prodotto e dello spazio vendita. L attenzione ai dettagli può fare la differenza. Reggiani Illuminazione S.p.A. offre infinite combinazioni progettuali, accurate soluzioni tailor-made con eccellente qualità della luce e straordinaria efficienza. Reggiani significa competenza tecnologica, esperienza e servizio a livello internazionale, nel pieno rispetto delle normative di ogni paese. Scarica Reggiani Re Lighting su App Store o visita: REGGIANI SPA ILLUMINAZIONE Varios con orientamento motorizzato* Design: L.A.P.D. LIGHTING RE-SOLUTIONS *Tecnologia su licenza Remote Controlled Lighting Limited

16 osservatorio la borsa della spesa La divisione tra discount e pdv della gdo è ancora molto netta, ma le distanze tra assortimenti nel tempo sono diminuite: da un lato i discount sono diventati sempre più soft dall'altro i punti di vendita della distribuzione alimentare hanno dovuto fare di necessità virtù e prendere atto che la crisi economica spingeva i consumatori verso un downgrading del carrello sempre più accentuato. Così da un lato nella gdo sono esplosi i primi prezzi e i prodotti a marchi, mentre i discount più diffusi hanno preso ad ospitare prodotti di marca in misura sempre più significativa, soprattutto nelle categorie dove le quote di mercato delle marche sono molto elevate. Ma come sono i i loro prezzi? La rilevazione, fatta su 2 insegne discount e 2 superstore, mostra che nessuno di loro può definirsi più conveniente, né in via individuale come insegna, né a livello generale come canale. C è comunque da osservare che i prezzi più bassi dei superstore sono spesso dovuti alle promozioni, mentre nei discount derivano talvolta da confezioni di tipo diverso (es Coca Cola da lt. 1,750 nei discount e 1,5 nei superstore). La rilevazione è stata fatta sulla gran parte dei prodotti di marca presenti nei due discount, ma la sintesi si riferisce a 40 tra i più significativi, con priorità a quelli presenti in tutte e 4 le insegne. I prezzi sono riferiti alle effettive unità di vendita, con l eventuale indicazione delle differenze di pesi o di multipli laddove presenti Indica le offerte speciali Prezzo più basso Rilevazioni del 12 e 13 giugno 2011 presso i discount Lidl di viale Cassala e Penny di via Espinasse, ed i superstore Coop di via Arona ed Esselunga di via Washington, tutti a Milano Milano Milano Milano Via Cassala Via Espinasse Via Arona Milano Via Washington Biraghini 250/500 g Mozzarella S. Lucia 125 g Philadelphia 250 g Kinder Pinguì pasta Barilla kg 1 pasta De Cecco 500 g Ragù Star lattina 180 g x 2 maionese Calvè 500 g Dado Star x 20 carne Simmenthal 140 g cad tonno Rio Mare 80 g cad. crackers Mulino Bianco 500 g biscotti Bucaneve 200 g Pavesini 200 g Kinder Colazione Più Kinder Panecioc S. Carlo Dixi 105 g Pringles 190 g Kinder Merendero x 3 Kinder barrette 200 g cioccolato Milka 100 g Mars x g Nutella 350 g Golia classica 180 g Day Gum protex 30 g x 2 caffè Lavazza rossa 250 g x 2 caffè Lavazza Oro 250 g Caffè Hag 250 g Biscotti Plasmon 540 g Omog. carne Plasmon 80 g cd Coca Cola latt 50 Coca Cola bott. Lt 1,5 aranciata Fanta lt 1,5 Estatè bicchiere x 3 Red Bull ml 250 Ace candeggina lt. 2,5 Dixan liquido lt 2,5 Vernel lt 3 Napisan 700 g Svelto piatti ml 1250 Biraghi Nestlè Kraft Ferrero Barilla De Cecco Star Unilever Star Simmenthal Bolton Barilla Bauli Barilla Ferrero Ferrero S. Carlo P&G Ferrero Ferrero Suchard Dolma Ferrero Perfetti Perfetti Lavazza Lavazza Kraft Plasmon Plasmon Coca Cola Coca Cola Coca Cola Ferrero Red Bull P&G Henkel Henkel Unilever 1,19 g 175 1,39 1,49 kg 1 2,09 2,09 1,99 x3 4,79 x3 2,59 1,45 0,69 2,25 2,41 2,74 1,19 g 150 1,49 2,55 2,08 0,99 2,39 4,16 5,99 3,99 x2 3,99 3,69 g 120x2 3,29 0,59 l 1,75x2 2,99 l 1,75 1,29 1,37 1,29 1,65 l 4 9,99 3,79 3,79 1,79 g 250 3,69 1,99 1,46 1,29 1,05 1,39 1,99 1,69 1,85 x 4 3,59 1,45 0,69 2,25 2,45 2,74 1,19 1,89 2,55 1,92 2,39 4,16 1,29 1,99 4,99 3,99 x 2 4,09 g ,99 g 120x2 3,29 0,59 l 1,75x2 2,99 l 1,75 1,29 1,37 1,29 5,99 3,79 1,79 g 400 4,90 1,22 1,92 1,45 1,43 0,64 2,49 1,37 1,37 x 3 5,99 x 4 3,79 1,19 0,64 2,65 2,49 2,74 1,19 1,26 2,59 2,14 1,22 g 270 2,26 4,16 1,05 1,92 cad 3,99 x 2 7,79 2,39 g 720 5,99 g 80x2 1,14 bott 0,75 x 2 2,49 1,25 1,37 1,39 2,85 6,45 lt 1,5 2,39 3,85 lt 1 1,89 g 500 7,17 0,89 2,05 1,46 1,40 1,09 2,09 1,49 1,34 x 3 5,99 x 4 3,99 1,35 g 400 1,77 2,24 2,45 2,74 1,10 1,95 2,59 2,08 0,92 g 270 2,19 4,16 1,00 1,88 4,99 x 2 7,65 2,59 g ,88 g 80x2 1,12 bott 0,73 1,60 1,25 1,37 1,36 l 4 2,69 6,98 l 1,5 1,29 g 500 2,99 1,32 Totale 40 prodotti / 151 prezzi numero prezzi + bassi % sul numero di prezzi , , , ,5

17 inalpi spa

18 PRESI! Sono piccoli, ma hanno conquistato il mondo... sono i PUFFI e ora li trovate in tanti articoli CARIOCA; con una linea cosí, vi farete notare. E arrivata la linea PUFFI di CARIOCA, tanti magnifici articoli con i personaggi piu amati da grandi e piccoli. Quattordici maxi gomme da collezionare, un originale sistema di puzzle combinabile a scenografie intercambiabili, le confezioni di pennarelli Superlavabili con i fantastici adesivi dei personaggi e il Fantalbum con 18 schede di giochi e immagini tutte da colorare. CONTACT: - al Cinema dal 16 Settembre

19 il tavolo idm-gdo le opinioni di coop lombardia e di sutter industries Cavazzan Il sistema cooperativo nasce dal territorio, per cui giocoforza il rapporto con il territorio è strategico, sia come base sociale che come offerta commerciale; poi la filiera corta e la valorizzazione dei prodotti di stagione. Stiamo lavorando su entrambi i fronti, offrendo una vetrina commerciale a prodotti lombardi d'eccellenza che aderiscono ai disciplinari Coop e portando sugli scaffali il meglio della qualità italiana con la linea premium Fior Fiore. Fasciolo Fattori importanti che Sutter calibra nel modo migliore al fine di creare il giusto mix tra qualità e prezzo, elementi che il consumatore italiano oggi ricerca ma soprattutto sa riconoscere in mezzo a molti altri. Il Made in Italy non è un etichetta da abbinare solo all industria manifatturiera e alle produzioni di vino e cibo, ma è anche un fattore molto distintivo nel mondo della detergenza, un fattore vincente che cerchiamo di valorizzare e trasferire al consumatore. Cavazzan Oltre cent'anni di storia cooperativa ci hanno portato a essere un'azienda multiformato: sicuramente è una delle leve che permettono di reagire a un mercato sempre più mobile e polarizzato, soprattutto nella dinamica Lombardia. Non c'è più un solo consumatore ma comportamenti, esigenze, bisogni emergenti cui è necessario rispondere con rinnovata flessibilità, che la struttura multiformato favorisce. Fasciolo I punti di forza di una pmi sono velocità e snellezza nel prendere decisioni e reagire ai repentini cambiamenti del mercato. In seconda battuta, un prodotto tutto italiano di qualità superiore e garantito da un marchio come Emulsio, con un ottimo rapporto qualità prezzo: è questo il mix di fattori vincenti che il consumatore informato di oggi riconosce, apprezza e quindi cerca. Cavazzan Cerchiamo di agire su aspetti che abbiano un reale impatto, in un Maurizio Cavazzan direttore marketing e comunicazione Coop Lombardia, 49 store di cui 10 Ipercoop e 39 supermercati, per complessivi mq di superficie di vendita. Viviana Fasciolo, direttore marketing Sutter Industries, 60 mio euro di fatturato nel 2010, cinque filiali in Spagna, Portogallo, Francia, Argentina e Cile, e 170 impiegati nelle due divisioni italiane. percorso di educazione alla sostenibilità: sperimentazioni per il contenimento degli imballaggi, vendita di detersivi sfusi, bando dei sacchetti in plastica, filiera corta, reclutamento di personale che abita vicino al pdv. Quattro anni fa è partita l'iniziativa Buon Fine per lo smaltimento dei freschi invenduti attraverso accordi con le Onlus locali. Siamo anche consapevoli che per incidere sui processi industriali sostenibilità e convenienza economica devono coincidere. Fasciolo È uno dei pilastri della strategia aziendale. Con il detergente in ricariche concentrate Emulsio ilsalvambiente abbiamo lavorato molto per fornire un prodotto rispettoso dell ambiente e anche conveniente. In Italia ogni anno si utilizzano oltre 200 mio di flaconi in plastica: se tutti adottassero le ricariche ilsalvambiente si avrebbe il 90% di plastica in meno, meno 82% di camion circolanti e 87% meno emissioni di CO2. Numeri decisamente importanti, grazie a un idea molto semplice. Cavazzan Può determinare il successo o il fallimento di un'azienda. Come cooperativa, siamo attenti al tema dei servizi per supportare i nostri soci nella quotidianità. Negli anni Settanta il 35% del portafoglio del consumatore era rivolto alla spesa alimentare, oggi il 14%, mentre sono emerse una serie di spese e bisogni cui rispondiamo con un concetto di pdv della credibilità e della legalità, servizi e convenzioni per i soci. Fasciolo Sutter è da sempre molto orientata all innovazione di prodotto, basti pensare al recente lancio della linea Emulsio ilsalvambiente che stravolge il tradizionale concetto di confezione e quindi le abitudini di consumo. Perché il consumatore deve pagare plastica e acqua, quando ciò che gli serve è solo la forza pulente? Da qui è partito il progetto Emulsio ilsalvambiente. Il segreto sta nella volontà di porsi dei dubbi, di cambiare, ma soprattutto avere davvero molto coraggio per attuare un cambiamento.

20 cover story

COMPANY PROFILE COMPANY PROFILE

COMPANY PROFILE COMPANY PROFILE COMPANY PROFILE pag. 1 Maiora s.r.l. è il soggetto della distribuzione organizzata del Sud Italia, nato nel 2012 dall accordo tra le società Ipa Sud s.p.a. di Barletta e Cannillo s.r.l. di Corato. La sua

Dettagli

Retailers, frontiere dell innovazione e vincoli normativi nazionali *

Retailers, frontiere dell innovazione e vincoli normativi nazionali * Retailers, frontiere dell innovazione e vincoli normativi nazionali * Vincenzo Tassinari ** Abstract Un retailer moderno ed evoluto deve saper innovare ed arricchire il valore dell offerta nella propria

Dettagli

Lo scenario dei consumi e del retail in Italia. Roberto Galasso Retail Solutions Director

Lo scenario dei consumi e del retail in Italia. Roberto Galasso Retail Solutions Director Lo scenario dei consumi e del retail in Italia Roberto Galasso Retail Solutions Director Napoli, 9 luglio 2015 Segnali positivi nei primi 5 mesi del 2015 LCC - VARIAZIONI % VALORE / VOLUME 1 RETE CORRENTE

Dettagli

Rimettere le scarpe ai sogni

Rimettere le scarpe ai sogni www.pwc.com Rimettere le scarpe ai sogni 25 ottobre 2013 Erika Andreetta Retail & Consumer Goods Consulting Leader PwC Agenda Il contesto economico Gli scenari evolutivi del mondo Consumer & Retail: Global

Dettagli

Retail & Consumer Summit 2011

Retail & Consumer Summit 2011 www.pwc.com/it Retail & Consumer Summit 2011 La gestione della discontinuità e del cambiamento: sfide e opportunità 11 ottobre 2011 1 1 Discontinuità nei consumi: come sta cambiando il comportamento d

Dettagli

Attrezzature e componenti di arredo per retail e GDO

Attrezzature e componenti di arredo per retail e GDO marketing highlights Attrezzature e componenti di arredo per retail e GDO A cura di: Marino Serafino Identificazione del settore Produzione e distribuzione di attrezzature, soluzioni e componenti di arredo

Dettagli

Rapporto Assofranchising Italia 2013 Sintesi per la stampa

Rapporto Assofranchising Italia 2013 Sintesi per la stampa Rapporto Assofranchising Italia 2013 Sintesi per la stampa In un mercato con i principali parametri della crescita bloccati, o addirittura con segno negativo, il franchising ha saputo sostanzialmente tenere

Dettagli

Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa

Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa Il canale on-line di Coop La spesa che non pesa Bologna 19 Febbraio 2003 1 Il mercato Internet Il numero totale degli utenti varia a seconda delle fonti ma è stimabile intorno a 9/10 milioni di persone.

Dettagli

Alimentazione naturale

Alimentazione naturale B Alimentazione naturale Secondo i dati dell ISMEA (Osservatorio del mercato dei prodotti biologici), in un anno di crisi come il 2010 i consumi di prodotti ortofrutticoli biologici hanno avuto un andamento

Dettagli

PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15

PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15 PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15 Sommario Presentazione generale...3 1. LA QUALITA e IL MARCHIO OSPITALITA ITALIANA...4 1.1 Elementi base della qualità totale nelle

Dettagli

CONSUMI E DIMENSIONI DEL

CONSUMI E DIMENSIONI DEL CONSUMI E DIMENSIONI DEL BIOLOGICO IN ITALIA FABIO DEL BRAVO ISMEA 12 settembre 2015 www.ismea.it www.ismeaservizi.it AGENDA Il contesto Le dinamiche recenti Il valore del mercato bio Il ruolo della GDO

Dettagli

Brochure per fornitori e partner

Brochure per fornitori e partner La grande catena di negozi per tutta la famiglia Brochure per fornitori e partner SOMMARIO Sommario... 3 Il Gruppo CIA Diffusione Abbigliamento... 4 La Rete dei Punti Vendita... 4 I motivi di un successo...

Dettagli

Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma

Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma Progetto promosso da: Con il patrocinio di: OSSERVATORIO SANA 2015 OSSERVATORIO SANA 2015 a cura di OBIETTIVI

Dettagli

Web Communication Strategies

Web Communication Strategies Web Communication Strategies The internet is becoming the town square for the global village of tomorrow. Bill Gates 1 ottobre 2013 Camera di Commercio di Torino Barbara Monacelli barbara.monacelli@polito.it

Dettagli

IL MERCATO AL CONSUMO DEI PRODOTTI BIOLOGICI DISTRIBUZIONE MODERNA AL 40% DI QUOTA IN ITALIA

IL MERCATO AL CONSUMO DEI PRODOTTI BIOLOGICI DISTRIBUZIONE MODERNA AL 40% DI QUOTA IN ITALIA 2 BIO-RETAIL: INDAGINE ISMEA SUL MERCATO AL CONSUMO DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA - 2014 IL MERCATO AL CONSUMO DEI PRODOTTI BIOLOGICI DISTRIBUZIONE MODERNA AL 40% DI QUOTA IN ITALIA I n base alle stime

Dettagli

Cuorebio i negozi biologici Il progetto

Cuorebio i negozi biologici Il progetto Da B io a Cuorebio Cuorebio rappresenta l evoluzione naturale di B io, il progetto associativo di negozi specializzati in prodotti biologici, ideato da Ecor nel 2002. Oggi Cuorebio comprende circa 280

Dettagli

I CONSUMI DELLE FAMIGLIE ITALIANE

I CONSUMI DELLE FAMIGLIE ITALIANE in collaborazione I CONSUMI DELLE FAMIGLIE ITALIANE RAPPORTO 2015 GENNAIO 2016 I CONSUMI DELLE FAMIGLIE ITALIANE RAPPORTO 2015 LA SPESA DELLE FAMIGLIE E INFERIORE DEL 6,3% RISPETTO AL 2008 Nonostante un

Dettagli

RETAIL SURVEY OSSERVATORIO SANA 2013 A CURA DI NOMISMA

RETAIL SURVEY OSSERVATORIO SANA 2013 A CURA DI NOMISMA In collaborazione con A cura di Evento organizzato da RETAIL SURVEY OSSERVATORIO SANA 2013 A CURA DI NOMISMA OSSERVATORIO SANA il contributo di Nomisma Il Bio in cifre Consumer Survey Retail Survey strumento

Dettagli

SALONE EUROMEDITERRANEO DEL BUON CIBO E DEL BUON VINO

SALONE EUROMEDITERRANEO DEL BUON CIBO E DEL BUON VINO SALONE EUROMEDITERRANEO DEL BUON CIBO E DEL BUON VINO 29-30 NOVEMBRE - 1 DICEMBRE 2014 CENTRO LE CIMINIERE - CATANIA www.expofoodandwine.com LE STRADE LA STRADA DEL VINO Area dedicata alle aziende vitivinicole,

Dettagli

Roberto Ravazzoni Università di Modena e Reggio Emilia Come sta cambiando il consumatore

Roberto Ravazzoni Università di Modena e Reggio Emilia Come sta cambiando il consumatore Roberto Ravazzoni Università di Modena e Reggio Emilia Come sta cambiando il consumatore Montelupo Fiorentino, 20 marzo 2014 Una nuova prospettiva di marketing: dai segmenti di consumo ai meeting - points

Dettagli

* Piazza Unità Trieste - Italy. MASÉ Franchising V.2.1

* Piazza Unità Trieste - Italy. MASÉ Franchising V.2.1 * Piazza Unità Trieste - Italy 1 STORIA 1870 I fratelli Masé lasciano il Trentino e approdano a Trieste per mettere su bottega. A Trieste il punto di partenza dell attività commerciale. 1920 1950 Con il

Dettagli

LA NOSTRA CATEGORIA FOOD

LA NOSTRA CATEGORIA FOOD MELTIN BOX GDOWeek THINKTANK Contest 2014 Progetto di Trade Marketing e Category Management Gruppo Foodastic Martina Ascoli, Anna Frassanito, Lara Mazzoleni, Giulia Moretto, Silvia Travaglini LA NOSTRA

Dettagli

Analisi strategica di Esselunga s.p.a. Angela Laura Ficili, Federica Biondi, Sara Galli, Ivan Ialonardi

Analisi strategica di Esselunga s.p.a. Angela Laura Ficili, Federica Biondi, Sara Galli, Ivan Ialonardi Analisi strategica di Esselunga s.p.a. Angela Laura Ficili, Federica Biondi, Sara Galli, Ivan Ialonardi STORIA 1957: nasce a Milano, da un idea di Bernardo Caprotti e Nelson Rockfeller, il primo negozio

Dettagli

1994-2014 PROGETTO FRANCHISING. Con Kasanova l affare è di. casa

1994-2014 PROGETTO FRANCHISING. Con Kasanova l affare è di. casa 1994-2014 20 PROGETTO A N N I FRANCHISING Con Kasanova l affare è di casa Perchè scegliere Kasanova? Da oltre 20 anni, i migliori business del mercato. L azienda F.lli Fontana s.r.l., franchisor del marchio

Dettagli

LA MISSION ESSERE RICONOSCIUTI, NEL NOSTRO TERRITORIO, COME I MIGLIORI NELLA CONOSCENZA E NELLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

LA MISSION ESSERE RICONOSCIUTI, NEL NOSTRO TERRITORIO, COME I MIGLIORI NELLA CONOSCENZA E NELLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE 2 LA MISSION ESSERE RICONOSCIUTI, NEL NOSTRO TERRITORIO, COME I MIGLIORI NELLA CONOSCENZA E NELLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE 1 2 LA STORIA Il Gruppo Gabrielli nasce dall intuito di Pietro Gabrielli e di

Dettagli

La fidelizzazione della clientela nei punti vendita della GDA

La fidelizzazione della clientela nei punti vendita della GDA Panel agroalimentari Indagini monografiche Panel Agroalimentare Ismea La fidelizzazione della clientela nei punti vendita della GDA Dicembre 2007 Introduzione La presente indagine monografica è stata condotta

Dettagli

Domanda interna e strategie di filiera

Domanda interna e strategie di filiera Roberto Ravazzoni Università di Modena e Reggio Emilia Domanda interna e strategie di filiera Assemblea 2013 Scelte di mercato Contesto economico e decisioni d'impresa per il rilancio della domanda Milano,

Dettagli

IL MERCATO RETAIL DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA

IL MERCATO RETAIL DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA IL MERCATO RETAIL DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA NICOLA LASORSA - ISMEA 12 settembre 2015 www.ismea.it www.ismeaservizi.it IL VALORE DEL MERCATO BIO AL CONSUMO IN ITALIA -2014 STIMA DEL MERCATO RETAIL

Dettagli

TOSCANA IL GUSTO SI RACCONTA IN UNA TERRA DI POESIA

TOSCANA IL GUSTO SI RACCONTA IN UNA TERRA DI POESIA Franchising TOSCANA IL GUSTO SI RACCONTA IN UNA TERRA DI POESIA 2 Indice P a g. Presentazione 5 Esperienza 7 Metodo 9 Garanzia della qualità 9 F r e s c h e z z a d e i p r o d o t t i 11 Utilizzo del

Dettagli

UN INVESTIMENTO CONTENUTO PER UN SUCCESSO SICURO

UN INVESTIMENTO CONTENUTO PER UN SUCCESSO SICURO FotoDigitalDiscount è la più grande catena di negozi di fotografia in franchising in Italia. Un marchio nato solo nel 2005 che già conta oltre 250 punti vendita distribuiti su tutto il territorio italiano

Dettagli

il mercato dei prodotti agroalimentari in F R A N C I A

il mercato dei prodotti agroalimentari in F R A N C I A (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari in F R A N C I A 1 R e g n o U n i t o G i a p p o n e G e r m a n i a S t a t i U n i t i S v i z z e r a F r a n c

Dettagli

I consumi agroalimentari biologici in Italia: consuntivo 2010

I consumi agroalimentari biologici in Italia: consuntivo 2010 I consumi agroalimentari biologici in Italia: consuntivo 2010 Fiere e Comunicazioni commenta con soddisfazione la panoramica aggiornata del bio italiano nel 2010. Con la top ten delle bio-vendite e altre

Dettagli

WHITE PAPER. Un canale in evoluzione. Le nuove strategie del Discount

WHITE PAPER. Un canale in evoluzione. Le nuove strategie del Discount Un canale in evoluzione Luglio 2015 L ingresso in Italia e l evoluzione negli anni In Italia, i discount sono apparsi negli anni 80 ma il primo ingresso significativo nel paese fu quello di Lidl che il

Dettagli

Profilazione visitatori Smau

Profilazione visitatori Smau Progetto Smau 2015 2015 BERLINO, 12-13 marzo PADOVA, 1-2 aprile TORINO, 29-30 aprile BOLOGNA, 4-5 giugno FIRENZE, 14-15 luglio MILANO, 21-22-23 ottobre NAPOLI, 10-11 dicembre www.smau.it - tel. +39 02

Dettagli

Il Mercato del Biologico

Il Mercato del Biologico Il Mercato del Biologico Tendenza del mercato biologico Mercato Bio globale Nel mondo gli acquisti di prodotti bio continuano a crescere con una media del 7-9% e hanno raggiunto un mercato di 19,5 miliardi

Dettagli

IL CHECK UP DEL PUNTO VENDITA

IL CHECK UP DEL PUNTO VENDITA Attilio Rossi, Emanuele Schmidt IL CHECK UP DEL PUNTO VENDITA Incrementare la redditività di grandi e medie superfici MANUALI/FrancoAngeli GUIDA OPERATIVA PER LO STORE MANAGER Attilio Rossi, Emanuele

Dettagli

Annuario R&S 2014. Principali Gruppi italiani della Gdo 2009 2013

Annuario R&S 2014. Principali Gruppi italiani della Gdo 2009 2013 Annuario R&S 2014 Principali Gruppi italiani della Gdo 2009 2013 Confronto fra le monografie pubblicate da R&S sui maggiori Gruppi italiani della Grande distribuzione organizzata nel quinquennio 2009 2013

Dettagli

Le scelte nella rete di distribuzione. La distribuzione deve rendere disponibile il prodotto nel momento e nel luogo desiderati dal cliente

Le scelte nella rete di distribuzione. La distribuzione deve rendere disponibile il prodotto nel momento e nel luogo desiderati dal cliente Distribuzione Le scelte nella rete di distribuzione La distribuzione deve rendere disponibile il prodotto nel momento e nel luogo desiderati dal cliente Le scelte nella rete di distribuzione Dove vogliamo

Dettagli

Le tendenze globali della produzione di generi alimentari: meno quantità e più qualità

Le tendenze globali della produzione di generi alimentari: meno quantità e più qualità Conferenze stampa Anuga 2015 Le tendenze globali della produzione di generi alimentari: meno quantità e più qualità Dal 10 al 14 ottobre 2015 la fiera del Food & Beverage più grande e importante al mondo

Dettagli

WHITE PAPER. Fattori critici per un successo sostenibile. Il Largo Consumo nell attuale contesto economico

WHITE PAPER. Fattori critici per un successo sostenibile. Il Largo Consumo nell attuale contesto economico Fattori critici per un successo sostenibile Giugno 2014 Lo scenario macroeconomico Gli indicatori economici recenti segnalano che l economia italiana è ancora in difficoltà. Il trend tendenziale del PIL

Dettagli

/(',0(16,21,'(,&$1$/,',',675,%8=,21(

/(',0(16,21,'(,&$1$/,',',675,%8=,21( /(',0(16,21,'(,&$1$/,',',675,%8=,21( Abbiamo visto, nel paragrafo precedente, quali sono le figure e le strutture che possono costituire i canali di vendita per l impresa produttrice di olio di oliva,

Dettagli

IL GRUPPO ECORNATURASI SPA

IL GRUPPO ECORNATURASI SPA EcorNaturaSì LA NOSTRA STORIA 1985: apriamo il primo negozio biologico a Conegliano (TV) 1987: inizia l attività di distribuzione della futura Ecor 1993: NaturaSì apre il primo Supermercato a Verona 1996:

Dettagli

TUTTI I NUMERI DEL BIO IN ITALIA. OSSERVATORIO SANA 2014 a cura di Nomisma Silvia Zucconi

TUTTI I NUMERI DEL BIO IN ITALIA. OSSERVATORIO SANA 2014 a cura di Nomisma Silvia Zucconi TUTTI I NUMERI DEL BIO IN ITALIA OSSERVATORIO SANA 2014 a cura di Nomisma Silvia Zucconi Evento organizzato da: In collaborazione con: LE FINALITÀ CONOSCITIVE DEL CONTRIBUTO DI NOMISMA PER L OSSERVATORIO

Dettagli

PROPOSTE GESTIONE CRISI. Federdistribuzione: Audizione Commissione Industria Commercio e Turismo Senato della Repubblica - 10 marzo 2009

PROPOSTE GESTIONE CRISI. Federdistribuzione: Audizione Commissione Industria Commercio e Turismo Senato della Repubblica - 10 marzo 2009 1 PROPOSTE GESTIONE CRISI 2 Federdistribuzione riunisce e rappresenta le imprese distributive che operano nei settori alimentare e non alimentare attraverso le più innovative formule del commercio moderno.

Dettagli

Evoluzione della distribuzione nel sistema agroalimentare

Evoluzione della distribuzione nel sistema agroalimentare Evoluzione della distribuzione nel sistema agroalimentare dia n.1 dia n.2 Funzione e ruolo della distribuzione La distribuzione produce un servizio commerciale, inteso come il risultato delle attività

Dettagli

Alcuni Dati. Alcuni Dati Nostre elaborazioni su dati ISTAT - CIS (2001) Settore agroalimentare locale

Alcuni Dati. Alcuni Dati Nostre elaborazioni su dati ISTAT - CIS (2001) Settore agroalimentare locale Alcuni Dati Nostre elaborazioni su dati ISTAT - CIS (2001) La valorizzazione dei prodotti agroalimentari locali nella Grande Distribuzione Imprese agroalimentari sul totale delle imprese censite Addetti

Dettagli

ELENCO AZIENDE SETTORE TIPOLOGIA FATTURATO COSA RICHIEDONO 800.000 900.000

ELENCO AZIENDE SETTORE TIPOLOGIA FATTURATO COSA RICHIEDONO 800.000 900.000 ELENCO AZIENDE SETTORE TIPOLOGIA FATTURATO COSA RICHIEDONO Moto Produzione / 1.100.000 commerciale Assemblaggio moto e minimoto Abbigliamento Produzione e 120.000 Showroom sartoriale maschile Servizi alle

Dettagli

Coop e i prodotti a marchio da agricoltura biologica. La linea bio-logici Coop

Coop e i prodotti a marchio da agricoltura biologica. La linea bio-logici Coop Coop e i prodotti a marchio da agricoltura biologica La linea bio-logici Coop Agenda 1. Coop 3. Il mercato 5. Il consumatore 7. Il marchio bio-logici Coop Coop Dati economici di Coop DATI STRUTTURALI COOP

Dettagli

DOMANDA E DISTRIBUZIONE CENNI GENERALI 2010-2011

DOMANDA E DISTRIBUZIONE CENNI GENERALI 2010-2011 DOMANDA E DISTRIBUZIONE CENNI GENERALI 2010-2011 Osservatorio Commercio N IT 231513 I consumi alimentari e non alimentari In un contesto di perdurante perdita di potere d acquisto, si registra una contrazione

Dettagli

L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015

L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015 Maggio 2015 L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015 Presentazione Rapporto UNIDI definitivo sul mercato 2013 e stima 2014 Il progetto KEY-STONE Presentazione rapporto sul periodo

Dettagli

EXPO Una vetrina sul mondo Gli strumenti di Intesa Sanpaolo per le imprese: Il portale «Created in Italia» e «Candida la tua impresa»

EXPO Una vetrina sul mondo Gli strumenti di Intesa Sanpaolo per le imprese: Il portale «Created in Italia» e «Candida la tua impresa» EXPO Una vetrina sul mondo Gli strumenti di Intesa Sanpaolo per le imprese: Il portale «Created in Italia» e «Candida la tua impresa» Forlì, 16 gennaio 2015 1 L Esposizione Universale Expo Milano 2015

Dettagli

Scegli la strada STRATEGIE

Scegli la strada STRATEGIE STRATEGIE Scegli la strada giusta Aprire un nuovo punto vendita e puntare sul suo successo è una scommessa? Sempre meno. Sappiamo che le variabili che concorrono alla buona riuscita del business di un

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI Grexit butta acqua sul fuoco" della ripresa, ma non la ferma MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI In Italia c'è ancora incertezza, ma piace agli investitori esteri Il no greco getta acqua sul fuoco

Dettagli

ANALISI DELLO SCENARIO DISTRIBUTUIVO. GUIDO CRISTINI Ordinario di Marketing- Università degli Studi di Parma

ANALISI DELLO SCENARIO DISTRIBUTUIVO. GUIDO CRISTINI Ordinario di Marketing- Università degli Studi di Parma ANALISI DELLO SCENARIO DISTRIBUTUIVO GUIDO CRISTINI Ordinario di Marketing- Università degli Studi di Parma TEMI DELLA LEZIONE I. L EVOLUZIONE DELLA DISTRIBUZIONE A LIVELLO INTERNAZIONALE II.IL QUADRO

Dettagli

Le tendenze degli acquisti di prodotti biologici e l evoluzione del profilo del consumatore. Enrico De Ruvo Bologna, 10 settembre 2012

Le tendenze degli acquisti di prodotti biologici e l evoluzione del profilo del consumatore. Enrico De Ruvo Bologna, 10 settembre 2012 Le tendenze degli acquisti di prodotti biologici e l evoluzione del profilo del consumatore Enrico De Ruvo Bologna, 10 settembre 2012 1 Il contesto strutturale in Italia Numeri importanti, ma c è ancora

Dettagli

Axioma Business Consultant Program

Axioma Business Consultant Program Axioma Business Consultant Program L esclusivo programma Axioma riservato a Consulenti di Direzione, Organizzazione e Gestione Aziendale Le nostre soluzioni, il tuo valore Axioma da 25 anni è partner di

Dettagli

PROMOTORI & CONSULENTI

PROMOTORI & CONSULENTI art PROMOTORI & CONSULENTI FONDI&SICAV Dicembre 2010 Federico Sella di Banca patrimoni Sella &c.: «Trasparenti e prudenti» Reclutamento I soldi non sono tutto Concentrazione Un mondo sempre più di grandi

Dettagli

locali e nazionali della GDO per entrare in questo canale distributivo

locali e nazionali della GDO per entrare in questo canale distributivo Le principali strategie di approccio che le Pmi possono sviluppare nei confronti della GDO Uno dei principali problemi delle piccole e medie imprese (Pmi) produttrici di beni di largo consumo (vale a dire,

Dettagli

Fidelizzare il Cliente La nostra esperienza

Fidelizzare il Cliente La nostra esperienza Fidelizzare il Cliente La nostra esperienza CONVEGNO SUL MICROMARKETING UNIVERSITA DI PARMA - 21 OTTOBRE 2011 Finiper: la storia 1974 Marco Brunelli apre il primo ipermercato italiano a Montebello della

Dettagli

SIAB TECHNO - BAKE EXHIBITION A IBA: L ECCELLENZA ITALIANA INCONTRA IL MONDO

SIAB TECHNO - BAKE EXHIBITION A IBA: L ECCELLENZA ITALIANA INCONTRA IL MONDO SIAB TECHNO - BAKE EXHIBITION A IBA: L ECCELLENZA ITALIANA INCONTRA IL MONDO La rassegna veronese dedicata alle tecnologie, materie prime, semilavorati per la produzione di pane, pasticceria, pizza e pasta

Dettagli

Le biomasse al test convenienza

Le biomasse al test convenienza Luglio / Agosto 2012 - Anno 5 - Numero 45 24 Le biomasse al test convenienza Nel settore termico investire in bioenergie è sempre un affare. Nella generazione di elettricità, invece, il vantaggio è legato

Dettagli

È TEMPO DI PIANIFICARE NON BASTA PIÙ INVESTIRE INVESTIRE 500.000? ECCO GLI ULTIMI PORTI SICURI COSTRUIRSI UNA RENDITA CON GLI AFFITTI

È TEMPO DI PIANIFICARE NON BASTA PIÙ INVESTIRE INVESTIRE 500.000? ECCO GLI ULTIMI PORTI SICURI COSTRUIRSI UNA RENDITA CON GLI AFFITTI www.effemagazine.it NOVEMBRE 2014 MENSILE - ANNO 4 - NUMERO 11 - NOVEMBRE 2014 POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - 70% - LO/MI 5,00 EURO 4,00 EURO TORNA L AVVERSIONE AL RISCHIO ECCO

Dettagli

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES Pier Francesco Asso ECONOMIA SICILIANA Si illustrano alcuni risultati del IV rapporto di ricerca della Fondazione RES dedicato

Dettagli

Sviluppi di mercato e strumenti di supporto competitivo al nostro settore

Sviluppi di mercato e strumenti di supporto competitivo al nostro settore Sviluppi di mercato e strumenti di supporto competitivo al nostro settore Convegno Annuale Gifco GRAND HOTEL DINO -C.so Garibaldi, 20 28831 Baveno(VB) Italia Sabato 18 Maggio 2012 Consorzio Bestack Agenda

Dettagli

CARTELLA STAMPA (aggiornata al 28/02/08) Gruppo Megamark

CARTELLA STAMPA (aggiornata al 28/02/08) Gruppo Megamark CARTELLA STAMPA (aggiornata al 28/02/08) Gruppo Megamark INDICE 1. Il Gruppo Megamark 2. La storia 3. I numeri: punti vendita e fatturato 4. Le insegne distributive 5. Top management 6. L impegno nel sociale

Dettagli

CARTELLA STAMPA (aggiornata al 31/12/06) Gruppo Megamark

CARTELLA STAMPA (aggiornata al 31/12/06) Gruppo Megamark CARTELLA STAMPA (aggiornata al 31/12/06) Gruppo Megamark INDICE 1. Il Gruppo Megamark 2. La storia 3. I numeri: punti vendita e fatturato 4. Le insegne distributive 5. Top management 6. L impegno nel sociale

Dettagli

Discount e Volantini Quali evidenze?

Discount e Volantini Quali evidenze? a cura di Andrea Corti, IRI Fabrizio Pavone, Qberg Introduzione (1) Analisi dal punto di vista EDITORIALE (2) Analisi dal punto di vista GEOGRAFICO (3) Analisi dal punto di vista della COMUNICAZIONE (4)

Dettagli

Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere.

Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere. Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere. L idea Il Consorzio Il Made in Italy, conosciuto ovunque nel mondo, ha nei PRODOTTI AGROALIMENTARI una delle

Dettagli

Alcune osservazioni in merito alla promozione all estero dei prodotti alimentari di qualità della Regione.

Alcune osservazioni in merito alla promozione all estero dei prodotti alimentari di qualità della Regione. Alcune osservazioni in merito alla promozione all estero dei prodotti alimentari di qualità della Regione. Scegliere i settori su cui sia opportuno investire fondi pubblici a fini promozionali, non è sempre

Dettagli

L INDUSTRIA DELL OLIO DI OLIVA

L INDUSTRIA DELL OLIO DI OLIVA E x e c u t i v e s u m m a r y L INDUSTRIA DELL OLIO DI OLIVA La fotografia La rilevanza del comparto. L industria dell olio di oliva in senso stretto contribuisce per il 3,5% al fatturato complessivo

Dettagli

Il rilancio del discount

Il rilancio del discount Il rilancio del discount Cristina Farina Parma, 7 maggio 2012 cristina.farina@nielsen.com Agenda Fotografia del canale e contesto di riferimento Andamenti del Discount Il Discount e le famiglie italiane

Dettagli

Alcuni dei ns numeri

Alcuni dei ns numeri 1 FotoDigitalDiscount rappresenta la più grande catena di negozi di fotografia e non solo. Un marchio nato solo nel 2005 e già conta oltre 300 punti vendita distribuiti su tutto il territorio italiano,

Dettagli

CIGIERRE Compagnia Generale Ristorazione Spa. CEO Marco Di Giusto

CIGIERRE Compagnia Generale Ristorazione Spa. CEO Marco Di Giusto CIGIERRE Compagnia Generale Ristorazione Spa CEO Marco Di Giusto 1995 Costituzione società (2 imprenditori friulani) 2002 Apertura primo locale Old Wild West 2003 Inizio sviluppo in franchising 2006

Dettagli

IL MERCATO ALIMENTARE TEDESCO: CARATTERISTICHE ED OPPORTUNITÁ DI BUSINESS

IL MERCATO ALIMENTARE TEDESCO: CARATTERISTICHE ED OPPORTUNITÁ DI BUSINESS IL MERCATO ALIMENTARE TEDESCO: CARATTERISTICHE ED OPPORTUNITÁ DI BUSINESS Alessandro Marino Segretario Generale Camera di Commercio Italo-Tedesca IMPORT TEDESCO ALIMENTARE Altri 33,3% Paesi Bassi 18,7%

Dettagli

Seminario Distribuzione Moderna. Urbino 15 dicembre 2014

Seminario Distribuzione Moderna. Urbino 15 dicembre 2014 Seminario Distribuzione Moderna Urbino 15 dicembre 2014 agenda La Distribuzione Moderna Il sistema Conad Lo scenario generale e le evoluzioni in corso Le ultime tendenze La Distribuzione Moderna La Distribuzione

Dettagli

EcorNaturaSì. Company profile 2014

EcorNaturaSì. Company profile 2014 EcorNaturaSì Company profile 2014 Il gruppo EcorNaturaSì Spa nasce dalla fusione di Ecor, il maggior distributore all'ingrosso di prodotti biologici e biodinamici nel comparto specializzato, e NaturaSì,

Dettagli

Camera di Commercio Italiana per la Svizzera fondata nel 1909. ALIMENTARE, FORMAGGI, PARMIGIANO REGGIANO: il mercato svizzero

Camera di Commercio Italiana per la Svizzera fondata nel 1909. ALIMENTARE, FORMAGGI, PARMIGIANO REGGIANO: il mercato svizzero ALIMENTARE, FORMAGGI, PARMIGIANO REGGIANO: il mercato svizzero Reggio Emilia, 11.07.2007 RELAZIONI ECONOMICHE CON L ESTERO E MADE IN ITALY Sesto mercato target per il Made in Italy /11/07 (Mln ) 4000 3000

Dettagli

Fonte: indagine UniCredit 2010 sulla fiducia I RISULTATI PRINCIPALI. Indice di fiducia complessivo

Fonte: indagine UniCredit 2010 sulla fiducia I RISULTATI PRINCIPALI. Indice di fiducia complessivo COMUNICATO STAMPA Settimo Rapporto UniCredit sulle Piccole Imprese La ricerca di nuovi mercati: la sfida delle piccole imprese fra cambiamento e tradizione Presentato a Roma, lo studio è stato dedicato

Dettagli

SUI PREZZI C È UNA VALIDA PARTNERSHIP TRA GD E CONSUMATORI

SUI PREZZI C È UNA VALIDA PARTNERSHIP TRA GD E CONSUMATORI Dossier di Tiziana C. Aquilani e Lu.Ca. L ANALISI DI SUI PREZZI C È UNA VALIDA PARTNERSHIP TRA GD E CONSUMATORI 1 L ANALISI DI DEI QUATTRO PANIERI FOOD -BRAND LEADER, PRIVATE LABEL, PRIMI PREZZI E - DAL

Dettagli

LE CARTE NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE: IL PAGAMENTO QUALE ELEMENTO DI FIDELIZZAZIONE. Cristina Botter

LE CARTE NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE: IL PAGAMENTO QUALE ELEMENTO DI FIDELIZZAZIONE. Cristina Botter LE CARTE NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE: IL PAGAMENTO QUALE ELEMENTO DI FIDELIZZAZIONE Cristina Botter CHI SIAMO Trade Business è testata leader del commercio moderno, letto dai protagonisti dell'industria

Dettagli

CONGIUNTURA FLASH - Consumi natalizi 2013

CONGIUNTURA FLASH - Consumi natalizi 2013 CONGIUNTURA FLASH - Consumi natalizi 2013 Report documento per ASCOM dell Emilia - Romagna dicembre 2013 1 SOMMARIO 1 LA DESCRIZIONE DEL PANEL... 3 2 L INDAGINE SULLE VENDITE NEL PERIODO NATALIZIO... 6

Dettagli

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica:

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica: VERSIONE PROVVISORIA Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano Audizione dell Istituto nazionale di statistica: Dott. Roberto Monducci Direttore

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI Divisione VIII PMI e Artigianato Indagine

Dettagli

Mercato del biologico. La Filiera. Relazione dott. G.Tecilla

Mercato del biologico. La Filiera. Relazione dott. G.Tecilla Mercato del biologico La Filiera Relazione dott. G.Tecilla Il mercato BIO in Italia Il BIO in Italia vale 3 miliardi di euro e continua a crescere: la spesa domestica di prodotti biologici è salita nel

Dettagli

CercoCasaLugano locazioni affitti CercoCasaLugano CercoCasaLugano CercoCasaLugano chiavi in mano CercoCasaLugano CHI

CercoCasaLugano locazioni affitti CercoCasaLugano CercoCasaLugano CercoCasaLugano chiavi in mano CercoCasaLugano CHI CHI SIAMO La CercoCasaLugano opera nella realtà immobiliare ticinese specializzandosi nelle locazioni quindi negli affitti con il suo dinamico e motivato team impegnato nella costante ricerca della tua

Dettagli

Wine Management Lab La leadership del vino italiano come ambasciatore del Made in Italy: possibilità o realtà?

Wine Management Lab La leadership del vino italiano come ambasciatore del Made in Italy: possibilità o realtà? CDR - Claudio Dematté Research Wine Management Lab La leadership del vino italiano come ambasciatore del Made in Italy: possibilità o realtà? 7.10.2015 Una matrice agricola.. 60% delle imprese ha matrice

Dettagli

EcorNaturaSì Spa. La mission

EcorNaturaSì Spa. La mission La mission Distribuire prodotti biologici, biodinamici e, più in generale, naturali che contribuiscano a migliorare non solo la salute delle persone, ma anche quella della terra e dell ambiente in generale.

Dettagli

Le nuove attitudini del consumatore tra infedeltà e ricerca d innovazione

Le nuove attitudini del consumatore tra infedeltà e ricerca d innovazione Le nuove attitudini del consumatore tra infedeltà e ricerca d innovazione Ricerca IRI Shopper&Consumer Insight Molvena (VI) 13 Settembre 2014 Ermanno Brivio Senior Consultant Analytics & Shopper Knowledge

Dettagli

Il franchising in Italia Andamento e Aspettative

Il franchising in Italia Andamento e Aspettative Il franchising in Italia Andamento e Aspettative Prefazione a cura di: Associazione Italiana Franchising Il Centro Studi Infofranchising è un unità di ricerca statistica sostenuta e finanziata dal Gruppo

Dettagli

BAROMETRO CONSUMATORI

BAROMETRO CONSUMATORI INDICOD BAROMETRO CONSUMATORI Presentazione dei principali risultati 2 a fase A. LA STRUTTURA DEL MERCATO I GRUPPI TIPOLOGICI A1. DIMENSIONE DEI GRUPPI TIPOLOGICI (BASE: SECONDA FASE N=400) FIDUCIOSI NELLA

Dettagli

DATI ASSOFRANCHISING ELABORATI DA QUADRANTE S.R.L. RAPPORTO SUL FRANCHISING IN ITALIA PROIEZIONI 2006

DATI ASSOFRANCHISING ELABORATI DA QUADRANTE S.R.L. RAPPORTO SUL FRANCHISING IN ITALIA PROIEZIONI 2006 DATI ASSOFRANCHISING ELABORATI DA QUADRANTE S.R.L. RAPPORTO SUL FRANCHISING IN ITALIA PROIEZIONI 2006 Milano, 20 ottobre 2006 RAPPORTO SUL FRANCHISING IN ITALIA INTRODUZIONE 3 PREMESSA METODOLOGICA 3 TABELLA

Dettagli

ALLEGATO 1_Focus Group Milano, 22/03/2013

ALLEGATO 1_Focus Group Milano, 22/03/2013 ALLEGATO 1_Focus Group Milano, 22/03/2013 Al fine di valutare il concept e individuare possibili aree di miglioramento, è stato effettuato un focus group. L'incontro ha visto la partecipazione di 6 persone,

Dettagli

La passione degli italiani per gli animali da compagnia

La passione degli italiani per gli animali da compagnia Paolo Garro Business Insights Director 1 Introduzione Nelle case degli italiani gli animali da compagnia non sono una presenza rara: in circa una su tre è presente almeno un cane o un gatto, senza contare

Dettagli

GLI SCENARI ECONOMICI INTERNAZIONALI E LE OPPORTUNITA DI INTERNAZIONALIZZAZIONE PER LE PMI TRENTINE

GLI SCENARI ECONOMICI INTERNAZIONALI E LE OPPORTUNITA DI INTERNAZIONALIZZAZIONE PER LE PMI TRENTINE GLI SCENARI ECONOMICI INTERNAZIONALI E LE OPPORTUNITA DI INTERNAZIONALIZZAZIONE PER LE PMI TRENTINE Raffaele Farella Dirigente con incarico speciale per l internazionalizzazione e la promozione estera,

Dettagli

ANDAMENTO VENDITE E PREZZI 2013 E PREVISIONI 2014

ANDAMENTO VENDITE E PREZZI 2013 E PREVISIONI 2014 ANDAMENTO VENDITE E PREZZI 2013 E PREVISIONI 2014 Marco Pedroni Presidente Coop Italia Milano,5 Settembre 2013 I numeri di Coop 2012 Cooperative 109 Punti vendita 1.467 di cui Iper 103 MQ Area Vendita

Dettagli

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI 26 febbraio 2014 IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Edizione 2014 Il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua seconda edizione, fornisce

Dettagli

NetforumOTTOBRE. L integrazione è la soluzione SITOVIVO. Virgilio è tornato: lo racconta Giancarlo Vergori. Un treno chiamato Search Engine PAGINA 24

NetforumOTTOBRE. L integrazione è la soluzione SITOVIVO. Virgilio è tornato: lo racconta Giancarlo Vergori. Un treno chiamato Search Engine PAGINA 24 2007 NetforumOTTOBRE RIVISTA MENSILE DI COMUNICAZIONE, MARKETING E MEDIA BUSINESS IN RETE Fabio Pagano, ceo e product manager di SitoVivo INTERVISTA Virgilio è tornato: lo racconta Giancarlo Vergori PAGINA

Dettagli

L OFFERTA E LA DOMANDA DI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA

L OFFERTA E LA DOMANDA DI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA L OFFERTA E LA DOMANDA DI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA Fabio Del Bravo ISMEA Bologna, 6 settembre 2014 www.ismea.it www.ismeaservizi.it AGENDA 1. Come cambiano i consumi alimentari e che ruolo ha assunto

Dettagli

Andamento dei mercati di Largo Consumo alla luce deil attuale contesto economico

Andamento dei mercati di Largo Consumo alla luce deil attuale contesto economico 1 Largo Consumo: le aspettative e i risultati Il Largo Consumo subisce i contraccolpi di una situazione recessiva: le nostre previsioni sono orientate verso una negatività dei volumi acquistati, in media

Dettagli