Organizzazione e controllo dell authority file: le esperienze in campo

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Organizzazione e controllo dell authority file: le esperienze in campo"

Transcript

1 ARCHIVI E VOCI D AUTORITÀ METODOLOGIE ED ESPERIENZE A CONFRONTO PER I BENI ARCHIVISTICI, LIBRARI E STORICO-ARTISTICI BOLOGNA, 3 OTTOBRE 2000 Organizzazione e controllo dell authority file: le esperienze in campo Il termine Authority file indica l archivio di autorità per il controllo della forma del nome degli autori personali e collettivi, dei titoli di raggruppamento, quali i titoli uniformi o i titoli di collezione e dei soggetti. Si tratta di punti di accesso all informazione che raccolgono a grappolo sotto di sé, se si tratta di un autore, tutti i documenti dei quali, a vari titoli, è responsabile, se si tratta di un titolo uniforme, tutte le diverse edizioni di una stessa opera note sotto un titolo originale o tradizionale, se si tratta di una collezione, tutti i documenti che ne fanno parte, se si tratta di un soggetto tutti i documenti che lo contengono. Tale archivio è un vero e proprio strumento di controllo, che consente al catalogo di svolgere correttamente le sue funzioni, in quanto garantisce l unicità e l uniformità dei punti di accesso, consentendo quindi il recupero dell informazione non solo all interno della singola istituzione, ma anche in un contesto nazionale e internazionale. Si tratta di un archivio nel quale si costruisce una rete di rinvii che da tutte le forme varianti del nome di un autore porta alla forma accettata e da tutti i titoli collegati porta al titolo di raggruppamento, da tutti i documenti porta al soggetto. Alla base di tali scelte ci sono normative e fonti di riferimento comunemente accettati. L esigenza di strumenti di controllo dei punti di accesso all informazione è particolarmente sentita in un sistema cooperativo come quello realizzato con il Servizio bibliotecario nazionale, una rete che collega attualmente, attraverso 42 poli, biblioteche e raccoglie di titoli di materiale moderno e di materiale antico, con circa autori e un rapporto cattura /creazione che va dal 50% al 70%. La crescita notevole di SBN in questi anni ha dimostrato gli enormi vantaggi di un sistema cooperativo in rete (molteplicità e rapidità degli accessi e quindi economia di lavoro), ma anche la necessità e l importanza di una normativa comune e di adeguati strumenti di controllo. Questi sono in parte insiti nell architettura stessa di SBN. L Indice, archivio centralizzato costituito ed incrementato in linea da archivi locali, ha, tra le sue funzioni principali, la catalogazione partecipata. In questa funzione una forma di controllo di autorità è esercitata in parte attraverso i livelli di autorità (recupero, minimo, medio, massimo, super), in parte attraverso i legami, che collegano ai titoli di raggruppamento ed agli autori le loro varianti. La catalogazione è basata sulla normativa riportata dalla Guida alla catalogazione in SBN, che riprende gli standard ISBD per la parte descrittiva relativa ai titoli e le RICA per la parte relativa al trattamento degli autori. Negli anni intercorsi tra la prima e la seconda edizione della Guida è stato istituito un Gruppo per la catalogazione in SBN, costituito dai rappresentanti dei vari poli con lo scopo di dibattere i problemi che si presentavano ai catalogatori in SBN e i risultati di questa attività sono evidenti nella seconda edizione della Guida.

2 Si sono realizzate, sempre in ambito SBN, altre importantissime esperienze in questo campo prima di tutto con Edit 16, il progetto del Censimento nazionale delle cinquecentine, che ha costituito liste di autorità per autori, tipografi/editori ed insegne editoriali. In questa base dati vengono riportate le forme di autorità insieme alle forme varianti presenti nelle edizioni e nei repertori e notizie relative a fonti, repertori e bibliografie. Altra esperienza è quella relativa alla base dati musica, dove è presente un AF degli autori, sui quali si interviene con funzioni centralizzate ed apposite p/w. Il progetto per la costituzione di un archivio di AF in SBN si avvia nel 1992 in occasione dei progetti finanziati dall Unione europea nell ambito della Linea d azione 1 del Programma biblioteche. È stato prodotto un software per la costituzione di un archivio di lavoro per autori e titoli uniformi separato dall archivio bibliografico, nel quale riversare i dati presenti in Indice. I limiti finanziari imposti non hanno consentito la realizzazione di un archivio di AF in linea con la base dati Indice. Le funzioni realizzate sono le seguenti. - caricamento batch nell archivio di AF di autori e titoli uniformi presenti nella base dati Indice - lavorazione di questi dati nell archivio di AF, attraverso le funzioni di interrogazione, creazione e cancellazione in linea - riversamento batch periodico nella base dati Indice dei dati validati o prodotti in AF - produzione su supporto magnetico del nastro di scambio in formato UNIMARC/A - produzione di procedure per la realizzazione di CD-ROM La struttura delle registrazioni è quella delle Guidelines for authority and reference enty, le quali dividono le voci (di autorità, di rinvio, esplicativa generale ) in aree, determinano gli elementi richiesti in una scheda di controllo, assegnano un ordine a questi elementi e danno indicazioni per un sistema di punteggiatura distintivo. All interno di questo archivio sono previsti due diversi livelli di catalogazione: di lavoro (LAV) e di autorità (AUF), quest ultimo livello è superiore a tutti quelli presenti nella base dati di Indice e fa sì che le notizie provenienti dall archivio AF, non possano essere in alcun modo modificate da chi cataloga in SBN. È previsto inoltre, per ciascun record d autorità, un numero identificativo a livello internazionale, l ISADN, che, insieme all uscita in formato UNIMARC (A), permetterà lo scambio dei dati tra i diversi paesi. Nell attesa del passaggio alla fase realizzativa è stato costituito, dal marzo 1994, un organismo tecnico di lavoro, la Struttura di gestione dell archivio di autorità e di manutenzione del catalogo in linea SBN, composto da 14 istituzioni bibliotecarie cooperanti in SBN, rappresentative di differenti tipologie istituzionali, differenti pacchi s/w, diversa dislocazione sul territorio ed ognuna con propria specificità di funzioni ed utenza. La Struttura, nata con il compito di costituire e gestire l archivio di AF, ha dedicato la sua attività in questi anni alla gestione e manutenzione dell archivio SBN, che, in quanto catalogo collettivo di notevoli dimensioni incrementato attraverso attività di catalogazione partecipata, ha bisogno di una costante attività di manutenzione. La Struttura svolge questa attività di bonifica con un apposita password, con l ausilio di particolari funzioni centralizzate e di strumenti di monitoraggio della base dati, finalizzati a misurare le variabili del sistema SBN. Si tengono periodiche riunioni di coordinamento per verificare lo stato dei lavori, le problematiche emerse e per valutare le indicazioni normative e comportamentali da dare all intera cooperazione. L avvio concreto dell AF nazionale in SBN si avrà a partire da gennaio 2001, con il progetto Valorizzazione dell Indice SBN, progetto al quale partecipano, oltre all ICCU, altre cinque biblioteche, ma che si allargherà in breve tempo ad altre realtà partecipanti ad SBN. Questo progetto rappresenta per SBN un esperienza nuova e preziosa, che giunge in un momento opportuno, quando cioè si sta progettando il nuovo Indice. L AF qui dovrà diventare uno strumento on line integrato con l archivio bibliografico, interoperante, con funzionalità e possibilità nuove, un

3 archivio che conterrà autori non solo in relazione con documenti librari, ma con ogni tipologia di materiale. Il discorso non si limiterà al materiale librario, ma riguarderà la musica, la grafica, il materiale elettronico. E auspichiamo riguarderà non soltanto SBN, ma tutti i beni culturali. Abbiamo lavorato con questa prospettiva all interno di tutti i gruppi ai quali abbiamo partecipato: - gruppo per la catalogazione delle foto - gruppo per la catalogazione delle carte geografiche - gruppo per la catalogazione del materiale musicale - gruppo per la revisione delle ISAAR Abbiamo avuto incontri in questo senso con l ICCD, con la Discoteca di Stato, che ha in corso un progetto per trattare i suoi autori nell AF nazionale. Con gli archivi abbiamo partecipato alle riunioni del Gruppo di lavoro per la revisione delle ISAAR, dal quale sono emerse le grandissime analogie con le GARE. Con l ICCD c è un programma di incontri proprio per realizzare un AF comune. Le RICA forniscono le indicazioni di base valide per tutti. Sono il nostro codice nazionale, che ci dà dei principi sicuramente generali, ma validi e funzionali, facciamo dunque ad esse riferimento, con tutte le necessarie modifiche e integrazioni. Esiste una Commissione per la revisione delle RICA disponibile a modificare ed arricchire la normativa ove si ritenga necessario. Già alcuni mesi fa era stato proposto un incontro con i rappresentanti degli archivi, incontro opportunamente rinviato ad un momento successivo ad un maggiore approfondimento interno agli archivi stessi. Speriamo dunque sia sempre più vicina la possibilità per l utente di trovare raccolte sotto un unica voce uniforme tutte le manifestazioni di un opera ovunque esse si trovino fisicamente. E non importa che un determinato autore sia conosciuto in un particolare ambito dei beni culturali sotto una forma che non è quella accettata secondo le RICA. La presenza e il collegamento con le forme di rinvio farà sì che da qualunque forma l utente acceda verrà automaticamente condotto all unica ed uniforme registrazione d autorità sotto la quale saranno raccolte tutte le manifestazioni di un opera sotto qualsiasi forma si presentino. Il termine Authority file indica l archivio di autorità per il controllo della forma del nome degli autori personali e collettivi, dei titoli di raggruppamento, quali i titoli uniformi o i titoli di collezione e dei soggetti. Si tratta di punti di accesso all informazione che raccolgono a grappolo sotto di sé, se si tratta di un autore, tutti i documenti dei quali, a vari titoli, è responsabile, se si tratta di un titolo uniforme, tutte le diverse edizioni di una stessa opera note sotto un titolo originale o tradizionale, se si tratta di una collezione, tutti i documenti che ne fanno parte, se si tratta di un soggetto tutti i documenti che lo contengono. Tale archivio è un vero e proprio strumento di controllo, che consente al catalogo di svolgere correttamente le sue funzioni, in quanto garantisce l unicità e l uniformità dei punti di accesso, consentendo quindi il recupero dell informazione non solo all interno della singola istituzione, ma anche in un contesto nazionale e internazionale. Si tratta di un archivio nel quale si costruisce una rete di rinvii che da tutte le forme varianti del nome di un autore porta alla forma accettata e da tutti i titoli collegati porta al titolo di raggruppamento, da tutti i documenti porta al soggetto.alla base di tali scelte ci sono normative e fonti di riferimento comunemente accettati. L esigenza di strumenti di controllo dei punti di accesso all informazione è particolarmente sentita in un sistema cooperativo come quello realizzato con il Servizio bibliotecario nazionale, la cui notevole crescita questi anni ha dimostrato gli enormi vantaggi di un sistema cooperativo in rete (molteplicità e rapidità degli accessi e quindi economia di lavoro), ma anche la necessità e l importanza di una normativa comune e di adeguati strumenti di controllo. Questi sono in parte insiti nell architettura stessa di SBN.

4 L Indice, archivio centralizzato costituito ed incrementato in linea da archivi locali, ha, tra le sue funzioni principali, la catalogazione partecipata, dove il controllo di autorità è esercitata in parte attraverso i livelli di catalogazione (recupero, minimo, medio, massimo, super), in parte attraverso i legami, che collegano ai titoli di raggruppamento ed agli autori le loro varianti. Si sono realizzate, sempre in ambito SBN, altre importantissime esperienze in questo campo prima di tutto con Edit 16, il progetto del Censimento nazionale delle cinquecentine, che ha costituito liste di autorità per autori, tipografi/editori ed insegne editoriali. In questa base dati vengono riportate le forme di autorità insieme alle forme varianti presenti nelle edizioni e nei repertori e notizie relative a fonti, repertori e bibliografie. Altra esperienza è quella relativa alla base dati musica, dove è presente un AF degli autori, sui quali si interviene con funzioni centralizzate ed apposite p/w. Il progetto per la costituzione di un archivio di AF in SBN si avvia nel 1992 in occasione dei progetti finanziati dall Unione europea nell ambito della Linea d azione 1 del Programma biblioteche. È stato prodotto un software per la costituzione di un archivio di lavoro per autori e titoli uniformi separato dall archivio bibliografico, nel quale riversare i dati presenti in Indice. Le funzioni realizzate sono le seguenti. - caricamento batch nell archivio di AF di autori e titoli uniformi presenti nella base dati Indice - lavorazione di questi dati nell archivio di AF, attraverso le funzioni di interrogazione, creazione e cancellazione in linea - riversamento batch periodico nella base dati Indice dei dati validati o prodotti in AF - produzione su supporto magnetico del nastro di scambio in formato UNIMARC/A - produzione di procedure per la realizzazione di CD-ROM La struttura delle registrazioni è quella delle Guidelines for authority and reference enty, le quali dividono le voci (di autorità, di rinvio, esplicativa generale ) in aree, determinano gli elementi richiesti in una scheda di controllo, assegnano un ordine a questi elementi e danno indicazioni per un sistema di punteggiatura distintivo. All interno di questo archivio sono previsti due diversi livelli di catalogazione: di lavoro (LAV) e di autorità (AUF), quest ultimo livello è superiore a tutti quelli presenti nella base dati di Indice e fa sì che le notizie provenienti dall archivio AF, non possano essere in alcun modo modificate da chi cataloga in SBN. È previsto inoltre, per ciascun record d autorità, un numero identificativo a livello internazionale, l ISADN, che, insieme all uscita in formato UNIMARC (A), permetterà lo scambio dei dati tra i diversi paesi. Nell attesa del passaggio alla fase realizzativa è stato costituito, dal marzo 1994, un organismo tecnico di lavoro, la Struttura di gestione dell archivio di autorità e di manutenzione del catalogo in linea SBN, composto da 14 istituzioni bibliotecarie cooperanti in SBN, rappresentative di differenti tipologie istituzionali, differenti pacchi s/w, diversa dislocazione sul territorio ed ognuna con propria specificità di funzioni ed utenza. La Struttura, nata con il compito di costituire e gestire l archivio di AF, ha dedicato la sua attività in questi anni alla gestione e manutenzione dell archivio SBN. La Struttura svolge questa attività di bonifica con un apposita password, con l ausilio di particolari funzioni centralizzate e di strumenti di monitoraggio della base dati, finalizzati a misurare le variabili del sistema SBN. Si tengono periodiche riunioni di coordinamento per verificare lo stato dei lavori, le problematiche emerse e per valutare le indicazioni normative e comportamentali da dare all intera cooperazione. L avvio concreto dell AF nazionale in SBN si avrà a partire da gennaio 2001, con il progetto Valorizzazione dell Indice SBN, progetto al quale partecipano, oltre all ICCU, altre cinque biblioteche, ma che si allargherà in breve tempo ad altre realtà partecipanti ad SBN. Questo progetto rappresenta per SBN un esperienza nuova e preziosa, che giunge in un momento opportuno, quando cioè si sta progettando il nuovo Indice. L AF qui dovrà diventare uno strumento on line integrato con l archivio bibliografico, interoperante, con funzionalità e possibilità nuove, un archivio che conterrà autori non solo in relazione con documenti librari, ma con ogni tipologia di materiale.

5 Il discorso non si limiterà al materiale librario, ma riguarderà la musica, la grafica, il materiale elettronico. E auspichiamo riguarderà non soltanto SBN, ma tutti i beni culturali. Abbiamo lavorato con questa prospettiva all interno di tutti i gruppi ai quali abbiamo partecipato: - gruppo per la catalogazione delle foto - gruppo per la catalogazione delle carte geografiche - gruppo per la catalogazione del materiale musicale - gruppo per la revisione delle ISAAR Abbiamo avuto incontri in questo senso con l ICCD, con la Discoteca di Stato, che ha in corso un progetto per trattare i suoi autori nell AF nazionale. Con gli archivi abbiamo partecipato alle riunioni del Gruppo di lavoro per la revisione delle ISAAR, dal quale sono emerse le grandissime analogie con le GARE. Con l ICCD c è un programma di incontri proprio per realizzare un AF comune. Le RICA forniscono le indicazioni di base valide per tutti. Sono il nostro codice nazionale, che ci dà dei principi sicuramente generali, ma validi e funzionali, facciamo dunque ad esse riferimento, con tutte le necessarie modifiche e integrazioni. Esiste una Commissione per la revisione delle RICA disponibile a modificare ed arricchire la normativa ove si ritenga necessario. Già alcuni mesi fa era stato proposto un incontro con i rappresentanti degli archivi, incontro opportunamente rinviato ad un momento successivo ad un maggiore approfondimento interno agli archivi stessi. Speriamo dunque sia sempre più vicina la possibilità per l utente di trovare raccolte sotto un unica voce uniforme tutte le manifestazioni di un opera ovunque esse si trovino fisicamente. E non importa che un determinato autore sia conosciuto in un particolare ambito dei beni culturali sotto una forma che non è quella accettata secondo le RICA. La presenza e il collegamento con le forme di rinvio farà sì che da qualunque forma l utente acceda verrà automaticamente condotto all unica ed uniforme registrazione d autorità sotto la quale saranno raccolte tutte le manifestazioni di un opera sotto qualsiasi forma si presentino.

Sistemi informativi e beni culturali

Sistemi informativi e beni culturali Sistemi informativi e beni culturali Modulo 2 - Le biblioteche e SBN Prof. Pierluigi Feliciati a.a. 2014/15 SBN: un servizio Il Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN) è la rete delle biblioteche italiane

Dettagli

Linee Guida per la catalogazione degli audiovisivi in SBN

Linee Guida per la catalogazione degli audiovisivi in SBN FERRARA, 23 marzo 2007 CONSERVARE IL NOVECENTO. LE MEMORIE DELLA VOCE. Linee Guida per la catalogazione degli audiovisivi in SBN Patrizia Martini Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle biblioteche

Dettagli

Esperienze di digitalizzazione. SBN - Poli e Biblioteche SBN - BASI DATI. Il progetto CANDIDO della Biblioteca Universitaria di Pisa

Esperienze di digitalizzazione. SBN - Poli e Biblioteche SBN - BASI DATI. Il progetto CANDIDO della Biblioteca Universitaria di Pisa Esperienze di digitalizzazione Il progetto CANDIDO della Biblioteca Universitaria di Pisa Biblioteca Universitaria di Pisa Sala Storica, Via Curtatone e Montanara, 15 Pisa, 4 giugno 2004 Istituto Centrale

Dettagli

SBN e Authority Control evoluzione e aspetti operativi

SBN e Authority Control evoluzione e aspetti operativi Cataloghi bibliografici in evoluzione il panorama italiano formati di scambio e strategie di condivisione dei dati Mercoledì 23 novembre 2016 Università degli Studi Roma Tre III Sessione Tavola rotonda

Dettagli

Catalogazione del libro antico in SBNWeb. Milano, maggio 2014

Catalogazione del libro antico in SBNWeb. Milano, maggio 2014 Corso di aggiornamento per bibliotecari Catalogazione del libro antico in SBNWeb Milano, 9 13 19 maggio 2014 Codice corso GCU4026/AI Pagina 1 di 6 Obiettivi - individuare le caratteristiche materiali del

Dettagli

Aleph (e Alma?) e Indice SBN: bilanci e prospettive

Aleph (e Alma?) e Indice SBN: bilanci e prospettive Aleph (e Alma?) e Indice SBN: bilanci e prospettive Claudia Burattelli Cataloghi bibliografici in evoluzione: il panorama italiano Formati di scambio e strategie di condivisione dei dati Roma, 23 novembre

Dettagli

giovedì 03 febbraio - ore Provincia di Pavia sala consiliare Piazza Italia, 2 Catalogo Unico Pavese

giovedì 03 febbraio - ore Provincia di Pavia sala consiliare Piazza Italia, 2 Catalogo Unico Pavese giovedì 03 febbraio - ore 12.30 Provincia di Pavia sala consiliare Piazza Italia, 2 Catalogo Unico Pavese www.biblioteche.pavia.it premessa L Università di Pavia nel 1996 ha approvato un progetto che prevedeva

Dettagli

Le REICAT in SBN: riflessioni sull applicabilità

Le REICAT in SBN: riflessioni sull applicabilità Le REICAT in SBN: riflessioni sull applicabilità Cristina Magliano ha presentato le indicazioni date dal Gruppo di lavoro per applicare almeno in parte le nuove regole alla catalogazione in SBN, evidenziando

Dettagli

SBN - Servizio Bibliotecario Nazionale Protocollo di adesione al Sistema regionale SBN della Sardegna

SBN - Servizio Bibliotecario Nazionale Protocollo di adesione al Sistema regionale SBN della Sardegna SBN - Servizio Bibliotecario Nazionale Protocollo di adesione al Sistema regionale SBN della Sardegna La Regione Autonoma della Sardegna promuove la diffusione del SBN in intesa con il Ministero per i

Dettagli

I SERVIZI PER LA MUSICA NEL SERVIZIO BIBLIOTECARIO NAZIONALE

I SERVIZI PER LA MUSICA NEL SERVIZIO BIBLIOTECARIO NAZIONALE CLAUDIA PARMEGGIANI NEL SERVIZIO BIBLIOTECARIO NAZIONALE 1.Che cosa è SBN? Nell aprile del 1994 il Ministero per i Beni Culturali e Ambientali e il Ministero per l Università e per la Ricerca Scientifica,

Dettagli

Breve sintesi delle regole ISBD (M)

Breve sintesi delle regole ISBD (M) MATERIALI Note e Strumenti Didattici del Polo SBN CAM Breve sintesi delle regole ISBD (M) Codici di Natura M Notizia principale relativa ad una Monografia. S Notizia principale relativa ad una pubblicazione

Dettagli

I progetti della Biblioteca Digitale Piemontese censiti in MICHAEL Daniela Formento

I progetti della Biblioteca Digitale Piemontese censiti in MICHAEL Daniela Formento I progetti della Biblioteca Digitale Piemontese censiti in MICHAEL Daniela Formento Direzione Cultura Regione Piemonte MICHAEL e le politiche locali per i servizi digitali Bologna, 22 febbraio 2008 1 ula

Dettagli

Problemi e prospettive della catalogazione musicale in SBN: Indice 2 e interfaccia diretta

Problemi e prospettive della catalogazione musicale in SBN: Indice 2 e interfaccia diretta Problemi e prospettive della catalogazione musicale in SBN: Indice 2 e interfaccia diretta Massimo Gentili-Tedeschi Workshop IAML-Italia Italia Bergamo, 6.10.2004 1 Problemi e prospettive della catalogazione

Dettagli

CATALOGAZIONE IN INDICE SBN NOVITA INTRODOTTE CON RELEASE SOL 3.1. Istruzioni per i catalogatori

CATALOGAZIONE IN INDICE SBN NOVITA INTRODOTTE CON RELEASE SOL 3.1. Istruzioni per i catalogatori CATALOGAZIONE IN INDICE SBN NOVITA INTRODOTTE CON RELEASE SOL 3.1 Istruzioni per i catalogatori ATTIVAZIONE CAMPI DELL AREA ISBD 0 (previsti dal protocollo SBNMARC v. 2.00): ISBD Edizione consolidata ha

Dettagli

Introduzione a SBN. Francesca Russo.

Introduzione a SBN. Francesca Russo. Introduzione a SBN Francesca Russo http://www.storia.unina.it/snsp Il Progetto SBN SBN è il progetto principale del Ministero dei Beni Culturali La riflessione su SBN nasce nel corso degli anni '70 Uno

Dettagli

C.F.: BNZ GNN 66C58 H223Q P.IVA: (Professionista di cui alla Legge n. 4/2013)

C.F.: BNZ GNN 66C58 H223Q P.IVA: (Professionista di cui alla Legge n. 4/2013) Curriculum vitae di Giovanna Bonazzi nata a Reggio Emilia il 18.03.1966 Via San Michele, 32 41121 - Modena mobile (338)3520113 tel/fax (059)212686 e-mail: gb.bonazzi@gmail.com C.F.: BNZ GNN 66C58 H223Q

Dettagli

INTRODUZIONE AL PROTOCOLLO-SBNMARC

INTRODUZIONE AL PROTOCOLLO-SBNMARC SDIAF FORMAZIONE INTRODUZIONE AL PROTOCOLLO-SBNMARC Firenze Gabinetto Vieusseux 12 maggio 2016 Serena Pollastri Eda Servizi Introduzione: SBN, un po' di storia la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma

Dettagli

InFormare sul Sistema Bibliotecario e sui servizi delle biblioteche Unipa Cerca una Biblioteca Unipa e scopri i servizi

InFormare sul Sistema Bibliotecario e sui servizi delle biblioteche Unipa Cerca una Biblioteca Unipa e scopri i servizi informabiblioteche InFormare sul Sistema Bibliotecario e sui servizi delle biblioteche Unipa Cerca una Biblioteca Unipa e scopri i servizi informabiblioteche informa è il nuovo servizio del Sistema bibliotecario

Dettagli

software per l ordinamento e l inventariazione degli archivi storici ("Sesamo", con la sua variante "Mens" per gli archivi personali) e successivament

software per l ordinamento e l inventariazione degli archivi storici (Sesamo, con la sua variante Mens per gli archivi personali) e successivament Gli archivi storici sul Web. Progetto per un sistema integrato di descrizione archivistica accessibile in Internet. Barbara Bertini e Maurizio Savoja, Archivio di Stato di Milano (Conferenza dei Direttori

Dettagli

Programmi di digitalizzazione, accesso in rete e conservazione

Programmi di digitalizzazione, accesso in rete e conservazione Programmi di digitalizzazione, accesso in rete e conservazione Giuliana Sgambati MiBAC - ICCU gi.sgambati@iccu.sbn.it Progetto Centri e-learning 2 Napoli, 30 gennaio, 2009 Cultura Italia: punto di accesso

Dettagli

BIBLIOTECHE E COMPETENZE INFORMATIVE. Camerino, 7 settembre 2017 Sistema Bibliotecario di Ateneo

BIBLIOTECHE E COMPETENZE INFORMATIVE. Camerino, 7 settembre 2017 Sistema Bibliotecario di Ateneo BIBLIOTECHE E COMPETENZE INFORMATIVE Camerino, 7 settembre 2017 Sistema Bibliotecario di Ateneo Sistema bibliotecario di Ateneo Servizi di reference (sviluppo delle collezioni, educazione informativa,

Dettagli

Standard internazionali di descrizione archivistica: ISAAR (CPF) Ingrid Germani Corso per l apprendimento di X-Dams Bologna, 18.06.

Standard internazionali di descrizione archivistica: ISAAR (CPF) Ingrid Germani Corso per l apprendimento di X-Dams Bologna, 18.06. Standard internazionali di descrizione archivistica: ISAAR (CPF) Ingrid Germani Corso per l apprendimento di X-Dams Bologna, 18.06.2009 1 ISAAR (CPF): International Standard Archival Authority Record for

Dettagli

INDICE. Prefazione... 11

INDICE. Prefazione... 11 INDICE Prefazione... 11 l. DAL LIBRO ALLA BIBLIOTECA... 15 Il libro... 15 Per una fenomenologia del libro: il supporto fisico e il testo... 15 Le procedure analitiche della comunicazione scritta... 16

Dettagli

Acnp e gli altri: integrare per crescere

Acnp e gli altri: integrare per crescere Seminario Itale: «L integrazione possibile» Acnp e gli altri: integrare per crescere Vincenzo Verniti Firenze, 28 novembre 2014 L integrazione delle risorse in ACNP: una lunga storia! Registro ISSN (1992)

Dettagli

Science and Technology Digital Library

Science and Technology Digital Library Science and Technology Digital Library l obiettivo sviluppare un sistema integrato per l accesso all informazione sulla Ricerca Scientifica e Tecnologica a beneficio di diverse comunità di utenti i destinatari

Dettagli

ANAGRAFE DELLE BIBLIOTECHE ITALIANE

ANAGRAFE DELLE BIBLIOTECHE ITALIANE Pagina 1 ANAGRAFE DELLE BIBLIOTECHE ITALIANE Modulo per aggiornamento anagrafica *CODICE ANAGRAFE BIBLIOTECHE (es. RM1700): * campo obbligatorio 1 GENERALE 1.1 Dati anagrafici - *Denominazione ufficiale:

Dettagli

SI CONVIENE E STIPULA QUANTO SEGUE. Art. 1

SI CONVIENE E STIPULA QUANTO SEGUE. Art. 1 CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI JESI, ENTE GESTORE DEL POLO, E IL SISTEMA BIBLIOTECARIO LOCALE DELL UNIONE MONTANA DELL ESINO-FRASASSI PER LA PARTECIPAZIONE AL POLO BIBLIOTECARIO PROVINCIALE SBN- PERIODO

Dettagli

Il progetto Archivio di autorità dei nomi di Perugia e del suo territorio

Il progetto Archivio di autorità dei nomi di Perugia e del suo territorio Il progetto Archivio di autorità dei nomi di Perugia e del suo territorio Claudia Parmeggiani Biblioteca Augusta, Perugia Il progetto Archivio di autorità della Biblioteca Augusta, l Archivio di Stato

Dettagli

Liste di autorità per l indicizzazione e la conservazione digitale dell archivio del CNUCE e della CGI

Liste di autorità per l indicizzazione e la conservazione digitale dell archivio del CNUCE e della CGI XXVI Convegno Internazionale Ass.I.Term Terminologia e organizzazione della conoscenza nella conservazione della memoria digitale Liste di autorità per l indicizzazione e la conservazione digitale dell

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER L'ADESIONE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE AL POLO SBN TERRA DI BARI

SCHEMA DI CONVENZIONE PER L'ADESIONE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE AL POLO SBN TERRA DI BARI Allegato. A) SCHEMA DI CONVENZIONE PER L'ADESIONE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE AL POLO SBN TERRA DI BARI PREMESSO che in data 01.07.1997 è stato stipulato apposito Accordo di Programma tra la Provincia di

Dettagli

MODIFICA NOTIZIE CATTURATE DA INDICE: GUIDA PRATICA

MODIFICA NOTIZIE CATTURATE DA INDICE: GUIDA PRATICA MODIFICA NOTIZIE CATTURATE DA INDICE: GUIDA PRATICA Strumenti: Guida alla catalogazione in SBN. Libro moderno. Regole italiane di catalogazione: REICAT. ICCU. Circolare sull'applicazione delle REICAT in

Dettagli

FRBR: l esperienza bresciana di arricchimento del catalogo

FRBR: l esperienza bresciana di arricchimento del catalogo FRBR: l esperienza bresciana di arricchimento del catalogo Pistoia, 22 aprile 2017 Silvia Marchesi - Ufficio Biblioteche, Provincia di Brescia Rete Bibliotecaria Bresciana Il catalogo Grande quantità di

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 39/ 12 DEL

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 39/ 12 DEL DELIBERAZIONE N. 39/ 12 Oggetto: Progetti speciali per l occupazione. Azioni 7/a2 e 7/ a3 Estensione del Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN) e automazione dei cataloghi delle biblioteche comunali; Azione

Dettagli

Prospettive per la cooperazione SBN. M. Ferrarini Istituto per i beni artistici culturali e naturali Regione Emilia-Romagna

Prospettive per la cooperazione SBN. M. Ferrarini Istituto per i beni artistici culturali e naturali Regione Emilia-Romagna Prospettive per la cooperazione SBN M. Ferrarini Istituto per i beni artistici culturali e naturali Regione Emilia-Romagna L'organizzazione bibliotecaria regionale è costituita dall'insieme di biblioteche,

Dettagli

Le REICAT in ALEPH: riflessioni di bibliotecari, di sistemisti e di utenti

Le REICAT in ALEPH: riflessioni di bibliotecari, di sistemisti e di utenti LOGO Ente Le REICAT in ALEPH: riflessioni di bibliotecari, di sistemisti e di utenti Strumenti di Biblioteche@AulaWeb per l applicazione delle REICAT nell ambiente UNIMARC di Aleph500 Danilo BONANNO Settore

Dettagli

Principali novità della Release 3.1 di Sebina Open Library

Principali novità della Release 3.1 di Sebina Open Library Principali novità della Release 3.1 di Sebina Open Library Febbraio 2016 Staff Servizi Bibliografici Digitali 1. Gestione Utenti 1.1. Lingua preferenziale. E stata attivata la possibilità di configurare

Dettagli

L applicazione nell ambito del Servizio bibliotecario nazionale Laura Bonanni - Cristina Magliano

L applicazione nell ambito del Servizio bibliotecario nazionale Laura Bonanni - Cristina Magliano L applicazione nell ambito del Servizio bibliotecario nazionale Laura Bonanni - Cristina Magliano Le nuove regole nascono perché le RICA non sono più rispondenti alle mutate esigenze delle biblioteche

Dettagli

REICAT

REICAT REICAT [Regole Italiane Catalogazione]: contenuti, applicazione, elementi di confronto Roma, 18 febbraio 2010, Biblioteca Nazionale Centrale, Viale Castro Pretorio, 105 Sono stata alla presentazione del

Dettagli

Corso scuola infermieri

Corso scuola infermieri Corso Corso scuola infermieri La Sapienza IFO Roma, 7-8-10 aprile 2014 biblioire@ifo.it Fabio D Orsogna Francesca Servoli int. 6225 I cataloghi delle Biblioteche Bibliografia & Cataloghi Qual è la differenza

Dettagli

Università degli Studi dell Insubria SiBA SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO

Università degli Studi dell Insubria SiBA SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO GLI OBIETTIVI DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO DI ATENEO PER L'ANNO 2002 Su proposta della Dott. Alessandra Bezzi e del Direttore, il Comitato Tecnico Scientifico del SiBA nella riunione del 13 marzo u.s. ha

Dettagli

Registrazioni di brani parlati Registrazioni di brani musicali Materiali documentali (ritagli, X giornali, etc.) Carte geografiche e mappe X Tabelle

Registrazioni di brani parlati Registrazioni di brani musicali Materiali documentali (ritagli, X giornali, etc.) Carte geografiche e mappe X Tabelle 5.3.6 Benchmarking Mostre virtuali/ Percorsi tematici Istituzione responsabile e nazione Internet Culturale. Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche

Dettagli

La catalogazione semantica in SBN: il nuovo Soggettario di Firenze Milano 10, 16,17 ottobre 2017

La catalogazione semantica in SBN: il nuovo Soggettario di Firenze Milano 10, 16,17 ottobre 2017 Corso di aggiornamento per bibliotecari La catalogazione semantica in SBN: il nuovo Soggettario di Firenze Milano 10, 16,17 ottobre 2017 10 ottobre 2017 (martedì) tutti gli iscritti 16 ottobre 2017 (lunedì)

Dettagli

STEFANO VITALI VI Conferenza organizzativa degli archivi delle Università italiane Padova 28 ottobre 2009

STEFANO VITALI VI Conferenza organizzativa degli archivi delle Università italiane Padova 28 ottobre 2009 ISDIAH - Standard internazionale per la descrizione degli istituti conservatori di archivi STEFANO VITALI VI Conferenza organizzativa degli archivi delle Università italiane Padova 28 ottobre 2009 I temi

Dettagli

Risorse e strumenti di ricerca bibliografica per l Ingegneria Industriale : I servizi avanzati del catalogo e il portale AIRE

Risorse e strumenti di ricerca bibliografica per l Ingegneria Industriale : I servizi avanzati del catalogo e il portale AIRE Risorse e strumenti di ricerca bibliografica per l Ingegneria Industriale : I servizi avanzati del catalogo e il portale AIRE Padova, 25 febbraio 2015 A cura del Gruppo Corsi Utenza - Polo Ingegneria 1

Dettagli

d intesa con Poste Italiane S.p.A.- Divisione Filatelia PROTOCOLLO D INTESA FILATELIA E SCUOLA

d intesa con Poste Italiane S.p.A.- Divisione Filatelia PROTOCOLLO D INTESA FILATELIA E SCUOLA Il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il Ministero delle Comunicazioni d intesa con Poste Italiane S.p.A.- Divisione Filatelia PROTOCOLLO D INTESA FILATELIA E SCUOLA la legge 15

Dettagli

La ricerca con le banche dati

La ricerca con le banche dati La ricerca con le banche dati O Si è passato dal concetto di possesso a quello di accesso del documento Cosa è cambiato nelle biblioteche La ricerca bibliografica NON vuol dire O Utilizzare un generico

Dettagli

INTRODUZIONE A SBNWEB

INTRODUZIONE A SBNWEB Dal 2004: apertura dell'indice SBN (INDICE 2) a sistemi di gestione non SBN-nativi che utilizzino i più diffusi formati bibliografici (UNIMARC, MARC21) per dotare altri applicativi del colloquio con l'indice

Dettagli

REGIONE TOSCANA SISTEMA INFORMATIVO CULTURA GLI EVENTI NELLE BIBLIOTECHE

REGIONE TOSCANA SISTEMA INFORMATIVO CULTURA GLI EVENTI NELLE BIBLIOTECHE REGIONE TOSCANA SISTEMA INFORMATIVO CULTURA GLI EVENTI NELLE BIBLIOTECHE Il sistema informativo cultura raccoglie le informazioni sui luoghi della cultura: musei, biblioteche, archivi e luoghi dello spettacolo.

Dettagli

CONVENZIONE PER L'ADESIONE DELLE BIBLIOTECHE DI ENTI LOCALI E DI INTERESSE LOCALE AL SERVIZIO BIBLIOTECARIO REGIONALE PREMESSO

CONVENZIONE PER L'ADESIONE DELLE BIBLIOTECHE DI ENTI LOCALI E DI INTERESSE LOCALE AL SERVIZIO BIBLIOTECARIO REGIONALE PREMESSO CONVENZIONE PER L'ADESIONE DELLE BIBLIOTECHE DI ENTI LOCALI E DI INTERESSE LOCALE AL SERVIZIO BIBLIOTECARIO REGIONALE PREMESSO che la Regione Calabria ha costituito il Sistema Bibliotecario Regionale (SBR)

Dettagli

Le REICAT in ALEPH: riflessioni di bibliotecari, di sistemisti e di utenti

Le REICAT in ALEPH: riflessioni di bibliotecari, di sistemisti e di utenti Le REICAT in ALEPH: riflessioni di bibliotecari, di sistemisti e di utenti Le REICAT applicate in Aleph500. Visualizzazioni, flussi di lavoro, formati bibliografici. Antonella TROMBONE Università della

Dettagli

Permette il recupero dei documenti posseduti dalle. La ricerca può essere facilmente estesa a tutte le

Permette il recupero dei documenti posseduti dalle. La ricerca può essere facilmente estesa a tutte le SISTEMA BIBLIOTECARIO ATENEIREGIONE TOSCANA OneSearch un unico punto di accesso per le tue ricerche OneSearch SBS onesearch.unisi.it Frutto della collaborazione tra cinque atenei, Firenze, Pisa, Siena,

Dettagli

Da MINERVA e MICHAEL a CulturaItalia: la partecipazione italiana a Europeana

Da MINERVA e MICHAEL a CulturaItalia: la partecipazione italiana a Europeana Da MINERVA e MICHAEL a CulturaItalia: la partecipazione italiana a Europeana www.culturaitalia.it Rossella Caffo Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni

Dettagli

Problemi di un catalogo condiviso in polo e in indice

Problemi di un catalogo condiviso in polo e in indice Problemi di un catalogo condiviso in polo e in indice patrizia birri Si ripercorre l esperienza personale come specchio del cambiamento non solo tecnologico, quanto piuttosto mentale nel passaggio da una

Dettagli

I titoli uniformi negli archivi di autorità di sistemi UNIMARC in colloquio con Indice, con particolare riferimento ad ALEPH500

I titoli uniformi negli archivi di autorità di sistemi UNIMARC in colloquio con Indice, con particolare riferimento ad ALEPH500 Università di Firenze. Sistema bibliotecario di Ateneo. Settore Controllo catalografico, Settore Fondi antichi e collezioni speciali I titoli uniformi negli archivi di autorità di sistemi UNIMARC in colloquio

Dettagli

Cooperazione interistituzionale nel territorio: l esperienza dell Università di Firenze

Cooperazione interistituzionale nel territorio: l esperienza dell Università di Firenze Cooperazione interistituzionale nel territorio: l esperienza dell Università di Firenze Lucia Bertini lucia.bertini@unifi.it Roma, ICCU 12 dicembre 2007 1 Outline Crescita del servizio ILL/DD all interno

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO D ATENEO (SBA)

REGOLAMENTO DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO D ATENEO (SBA) REGOLAMENTO DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO D ATENEO (SBA) Art. 1 Fini istituzionali 1. Il Sistema Bibliotecario d Ateneo (S.B.A.) ha lo scopo di sviluppare e organizzare in forme coordinate l acquisizione,

Dettagli

Comando Carabinieri Tutela Lavoro. Roma 10 Maggio 2011

Comando Carabinieri Tutela Lavoro. Roma 10 Maggio 2011 Comando Carabinieri Tutela Lavoro Roma 10 Maggio 2011 Il progetto SISLAV nasce dall esigenza di supportare le attività del Comando Carabinieri per la Tutela del Lavoro, migliorando l efficacia della pianificazione

Dettagli

Direzione Generale CULTURA E RICERCA PIANO DELLA CULTURA (L.R. 21/2010) Attuazione anno Progetto regionale

Direzione Generale CULTURA E RICERCA PIANO DELLA CULTURA (L.R. 21/2010) Attuazione anno Progetto regionale Allegato A) Direzione Generale CULTURA E RICERCA PIANO DELLA CULTURA 2012-2015 (L.R. 21/2010) Attuazione anno 2017 Progetto regionale Biblioteche e archivi nella società dell informazione e della conoscenza

Dettagli

I dati geografici come perno della conoscenza su un territorio Antonella Poggi

I dati geografici come perno della conoscenza su un territorio Antonella Poggi I dati geografici come perno della conoscenza su un territorio Antonella Poggi Ricerca finanziata dalla Regione Lazio (progetto Magister) I dati geografici Un dato geografico è un dato strutturato, costituito

Dettagli

PROGRAMMA REGIONALE PER LA REALIZZAZIONE DI SERVIZI DI ORIENTAMENTO E DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE SPORTELLI INFORMATIVI/DI ORIENTAMENTO

PROGRAMMA REGIONALE PER LA REALIZZAZIONE DI SERVIZI DI ORIENTAMENTO E DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE SPORTELLI INFORMATIVI/DI ORIENTAMENTO PROGRAMMA REGIONALE PER LA REALIZZAZIONE DI SERVIZI DI ORIENTAMENTO E DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE SPORTELLI INFORMATIVI/DI ORIENTAMENTO INTEGRAZIONE DELLE ATTIVITA PREVISTE IN PROGETTO Premessa Il PROGRAMMA

Dettagli

Le fonti documentarie per lo studio della moda

Le fonti documentarie per lo studio della moda Le fonti documentarie per lo studio della moda Soprintendenza per i Beni librari e documentari IBC Soprintendente: Dr.ssa Rosaria Campioni Responsabile catalogazione fondi grafici: Giuseppina Benassati

Dettagli

Le REICAT per l utente

Le REICAT per l utente Le REICAT per l utente Antonella Trombone Il teatro Università di Genova, cortile interno di via Balbi 5 Biblioteca Berio, cortile interno di via del Seminario 16 Genova Biblioteca Berio 17 maggio 2011

Dettagli

NON SOLO VOCI: COLLEGAMENTI FRA WIKIPEDIA E LE RISORSE BIBLIOGRAFICHE ONLINE

NON SOLO VOCI: COLLEGAMENTI FRA WIKIPEDIA E LE RISORSE BIBLIOGRAFICHE ONLINE NON SOLO VOCI: COLLEGAMENTI FRA WIKIPEDIA E LE RISORSE BIBLIOGRAFICHE ONLINE Perché questa scelta In previsione di altri tipi di collaborazione auspicabili Per considerare l enciclopedia online dal punto

Dettagli

Giovanna Cordani, nata a Roma il 25 marzo 1954 Biblioteca Nazionale Centrale di Roma - tel.

Giovanna Cordani, nata a Roma il 25 marzo 1954 Biblioteca Nazionale Centrale di Roma -   tel. CURRICULUM VITAE GIOVANNA CORDANI Giovanna Cordani, nata a Roma il 25 marzo 1954 Biblioteca Nazionale Centrale di Roma - email: giovanna.cordani@beniculturali.it tel. 06 4989279 - Laurea in Lettere conseguita

Dettagli

LA PUBBLICA LETTURA. - Anno IN POLESINE. A cura del Centro Servizi SBP di Rovigo

LA PUBBLICA LETTURA. - Anno IN POLESINE. A cura del Centro Servizi SBP di Rovigo LA PUBBLICA LETTURA IN POLESINE - Anno 2016 - A cura del Centro Servizi SBP di Rovigo INTRODUZIONE E AVVERTENZE PER LA CONSULTAZIONE Di seguito si riportano alcuni dati significativi relativi al servizio

Dettagli

Scheda RA Reperti Archeologici

Scheda RA Reperti Archeologici MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI ISTITUTO CENTRALE PER IL CATALOGO E LA DOCUMENTAZIONE Strumenti terminologici Scheda RA Reperti Archeologici base di lavoro per il Thesaurus per la compilazione

Dettagli

Comunicazione al Consiglio Comunale. Generalità, contenuti e finalità del progetto MobilitYme. A cura del gruppo di lavoro

Comunicazione al Consiglio Comunale. Generalità, contenuti e finalità del progetto MobilitYme. A cura del gruppo di lavoro Comunicazione al Consiglio Comunale di. 2008 Generalità, contenuti e finalità del progetto MobilitYme A cura del gruppo di lavoro 1 Elementi chiave del progetto mobilità sostenibile bando tempi orari Stezzano

Dettagli

I software di descrizione e riordino

I software di descrizione e riordino I software di descrizione e riordino Caratteristiche generali strumenti di lavoro concepiti innanzitutto per supportare l intervento degli archivisti sul campo. costruzione e gestione di contenuti individuazione,

Dettagli

Social in Social out. Un caso di furti in biblioteche al tempo dei social media

Social in Social out. Un caso di furti in biblioteche al tempo dei social media . Un caso di furti in biblioteche al tempo dei social media a cura di Bruna Blasco Funzionario della Soprintendenza Beni Librari della Regione Piemonte Milano Palazzo ex Stelline Sala Bramante 13 marzo

Dettagli

L azienda, i dati, le informazioni e la statistica. Lo statistico che lavora nel campo aziendale dovrebbe avere le seguenti capacità:

L azienda, i dati, le informazioni e la statistica. Lo statistico che lavora nel campo aziendale dovrebbe avere le seguenti capacità: L azienda, i dati, le informazioni e la statistica Lo statistico che lavora nel campo aziendale dovrebbe avere le seguenti capacità: saper formulare in termini statistici quesiti posti in linguaggio naturale;

Dettagli

Manuale di biblioteconomia

Manuale di biblioteconomia rfl{lrfl Bibliografia e :l~rfl Biblioteconomia Giorgio Montecchi Fabio Venuda Manuale di biblioteconomia l IUAV - VENEZIA AREA SERV. BIBLIOGRAFICI E DOCUMENTALI DEPCIA K 1104 Manuale di bibliotecono01ia

Dettagli

Catalogazione e fruizione di materiale multimediale in SBN. Istituzione Biblioteca Classense a cura di Nicoletta Bacco. Codroipo 4 ottobre 2003

Catalogazione e fruizione di materiale multimediale in SBN. Istituzione Biblioteca Classense a cura di Nicoletta Bacco. Codroipo 4 ottobre 2003 Catalogazione e fruizione di materiale multimediale in SBN Istituzione Biblioteca Classense a cura di Nicoletta Bacco Codroipo 4 ottobre 2003 Raccomandazioni per i servizi multimediali nella biblioteca

Dettagli

La descrizione archivistica. Archivistica generale ( ) Triennio. Modulo generale Linda Giuva

La descrizione archivistica. Archivistica generale ( ) Triennio. Modulo generale Linda Giuva La descrizione archivistica Archivistica generale (2006-2007) Triennio. Modulo generale Linda Giuva La descrizione archivistica è L attività di descrizione consiste nel rappresentare i fondi archivistici

Dettagli

VERBALE DEL COMITATO TECNICO SCIENTIFICO DEL 16 novembre 2016

VERBALE DEL COMITATO TECNICO SCIENTIFICO DEL 16 novembre 2016 VERBALE DEL COMITATO TECNICO SCIENTIFICO DEL 16 novembre 2016 Il giorno 16 novembre, nella sede dell Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane, alle ore 11.00, ha avuto luogo la

Dettagli

Web2.0: cosa cambia nei nostri cataloghi e nei servizi per gli utenti?

Web2.0: cosa cambia nei nostri cataloghi e nei servizi per gli utenti? Le biblioteche al servizio degli utenti: le tecnologie multimediali Web2.0 e il nuovo meta-motore del portale www.infoteca.it. Cosa cambia per gli utenti, le singole biblioteche e i sistemi bibliotecari

Dettagli

qualifica cognome e nome presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P

qualifica cognome e nome presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P Oggetto: Convenzione per conto terzi tra l Università degli Studi di Macerata e i soggetti aderenti al polo bibliotecario maceratese per la fornitura dei servizi connessi alla implementazione e alla gestione

Dettagli

PIANO DI LAVORO. Prof Lia Imperadore. Disciplina:Elementi di diritto ed economia. CLASSE Seconda_ SEZIONE BEC

PIANO DI LAVORO. Prof Lia Imperadore. Disciplina:Elementi di diritto ed economia. CLASSE Seconda_ SEZIONE BEC Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO Prof Lia

Dettagli

Direttive e metodologia per la creazione dell authority file di SBN. Cristina Magliano ICCU

Direttive e metodologia per la creazione dell authority file di SBN. Cristina Magliano ICCU Direttive e metodologia per la creazione dell authority file di SBN Cristina Magliano ICCU Premessa Il seminario segue le Giornate di studio su Catalogazione e controllo di autorità dedicate alle linee

Dettagli

CONVENZIONE PER L'ADESIONE AL POLO SBN DELLA PROVINCIA DI LECCE. Tra

CONVENZIONE PER L'ADESIONE AL POLO SBN DELLA PROVINCIA DI LECCE. Tra CONVENZIONE PER L'ADESIONE AL POLO SBN DELLA PROVINCIA DI LECCE La Provincia di Lecce, cod. fiscale 80000840753, con sede in Lecce, via Umberto I n. 13, d ora in poi denominata Provincia, rappresentata

Dettagli

Verona, 20 ottobre 2006

Verona, 20 ottobre 2006 APLICAZIONI DI PROJECT MANAGEMENT IN BIBLIOTECA Verona, 20 ottobre 2006 Giovanni Di Domenico Università degli studi di Urbino Carlo Bo. LA FUNZIONE PRIMARIA DELLE BIBLIOTECHE Organizzare e integrare risorse,

Dettagli

Corso di formazione sulle ricerche bibliografiche Facoltà di Medicina Veterinaria Laboratorio Informatico martedì 14 febbraio 2012

Corso di formazione sulle ricerche bibliografiche Facoltà di Medicina Veterinaria Laboratorio Informatico martedì 14 febbraio 2012 Corso di formazione sulle ricerche bibliografiche Facoltà di Medicina Veterinaria Laboratorio Informatico martedì 14 febbraio 2012 1 il catalogo dei periodici Di cosa parleremo in questa presentazione

Dettagli

CREAZIONE PERCORSI TEMATICI E INSERIMENTO COMMENTI

CREAZIONE PERCORSI TEMATICI E INSERIMENTO COMMENTI CREAZIONE PERCORSI TEMATICI E INSERIMENTO COMMENTI Area Fruizione www.catalogo.beniculturali.it Data Autore Cosa Il sito www.catalogo.beniculturali.it consente di organizzare i dati pubblicati inserendo

Dettagli

Settore: Patrimonio artistico e culturale Area: Cura e conservazione delle biblioteche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO CODICE SEDE ATTUAZIONE

Settore: Patrimonio artistico e culturale Area: Cura e conservazione delle biblioteche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO CODICE SEDE ATTUAZIONE TITOLO DEL PROGETTO LIBRI: Medicina per l anima SETTORE E AREA D INTERVENTO Settore: Patrimonio artistico e culturale Area: Cura e conservazione delle biblioteche ENTE TITOLARE DEL PROGETTO Biblioteca

Dettagli

Anticipo Fatture Elettronico

Anticipo Fatture Elettronico MINI GUIDA Anticipo Fatture Elettronico Versione 1.0 (aprile 2011) Pur dichiarando il proprio impegno a mantenere questo documento costantemente aggiornato, non si garantisce che, in ogni momento, sia

Dettagli

Biblioteca Comunale di Collecchio. Carta della Collezione

Biblioteca Comunale di Collecchio. Carta della Collezione Biblioteca Comunale di Collecchio Carta della Collezione 1. Introduzione La Carta della collezione esplicita i criteri che concorrono alla formazione, alla conservazione e allo sviluppo della collezione

Dettagli

Alla ricerca di libri e articoli : opac, risorse elettroniche e banche dati

Alla ricerca di libri e articoli : opac, risorse elettroniche e banche dati Corso di laurea in Scienze dell educazione e dei processi formativi Corso di laurea magistrale in Progettazione e coordinamento dei servizi educativi Alla ricerca di libri e articoli : opac, risorse elettroniche

Dettagli

CERCARE UN ARTICOLO TRAMITE ACNP

CERCARE UN ARTICOLO TRAMITE ACNP In ACNP (http://acnp.unibo.it/cgi-ser/start/it/cnr/fp.html) si cercano le riviste in cui sono pubblicati gli articoli. I titoli abbreviati possono essere inseriti con il carattere * al posto del punto.

Dettagli

Perchè un Modello Organizzativo Gestionale? La sperimentazione di un MOG in alcune realtà produttive della provincia di Pistoia

Perchè un Modello Organizzativo Gestionale? La sperimentazione di un MOG in alcune realtà produttive della provincia di Pistoia Perchè un Modello Organizzativo Gestionale? La sperimentazione di un MOG in alcune realtà produttive della provincia di Pistoia Dr. Andrea Baracchi 3.4.2017 1 Il metodo di lavoro del «Progetto regionale

Dettagli

Nota descrittiva applicativo Dolly

Nota descrittiva applicativo Dolly Nota descrittiva applicativo Dolly Il presente documento descrive sinteticamente il flusso operativo previsto per la trasmissione della fornitura di catalogazioni e digitalizzazione di materiale documentario

Dettagli

Progetto del Sistema Bibliotecario. Edizione a.s. 2017/18

Progetto del Sistema Bibliotecario. Edizione a.s. 2017/18 Progetto del Sistema Bibliotecario. Edizione a.s. 2017/18 Il progetto si compone di due parti: - attività comune di Information Literacy per tutti i partecipanti: pomeriggi del 29,30,31 gennaio e 1 febbraio

Dettagli

La biblioteca virtuale della salute in Piemonte

La biblioteca virtuale della salute in Piemonte La biblioteca virtuale della salute in Piemonte Un po di storia Progetto di Ricerca Sanitaria Finalizzata Regionale del 2006 "Analisi delle risorse informative elettroniche per i professionisti della salute

Dettagli

OGGETTO: aggiornamento della procedura egovernment dalla versione alla versione

OGGETTO: aggiornamento della procedura egovernment dalla versione alla versione egovernment OGGETTO: aggiornamento della procedura egovernment dalla versione 03.03.00 alla versione 03.03.01. Vi invitiamo a consultare le informazioni presenti nei banner delle procedure, nei quali potete

Dettagli

Curriculum Vitae di Stefania ALBANESE

Curriculum Vitae di Stefania ALBANESE Curriculum Vitae di Stefania ALBANESE Informazioni personali Nominativo Data e Luogo di nascita Inquadramento Sede di servizio ALBANESE Stefania 09/12/1965 - NAPOLI (NA) Posizione economica C2 - area Biblioteche

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Archivio Storico della Biennale di Venezia: conservazione e valorizzazione dei fondi archivistici e bibliografici SETTORE e Area di Intervento: Patrimonio

Dettagli

Procedure ACCOGLIENZA RESIDENZIALE

Procedure ACCOGLIENZA RESIDENZIALE Procedure ACCOGLIENZA RESIDENZIALE Sede legale: via al Deserto, 2-23022 Chiavenna (SO) PROCEDURE di ACCOGLIENZA RESIDENZIALE GENERALITA e SCOPO Generalità e scopo... pag. 3 APPLICABILITA e RESPONSABILITA

Dettagli

Versione 3.0. a cura di Claudia Cavicchi Biblioteca Clinica F.Bianchi Università di Bologna

Versione 3.0. a cura di Claudia Cavicchi Biblioteca Clinica F.Bianchi Università di Bologna Versione 3.0 a cura di Claudia Cavicchi Biblioteca Clinica F.Bianchi Università di Bologna claudia.cavicchi@unibo.it 1 Cos è? E un software gratuito, sviluppato dal Center for History and New Media della

Dettagli

Un sistema informativo standard per le biblioteche accademiche

Un sistema informativo standard per le biblioteche accademiche Un sistema informativo standard per le biblioteche accademiche CRUI- riunione del 7 aprile 2006 della Commissione biblioteche Intervento di Jacopo Di Cocco Cosa fornirà il sistema informativo Chi fa parte

Dettagli

Nota di commento alle Statistiche culturali. Anno 2015

Nota di commento alle Statistiche culturali. Anno 2015 Nota di commento alle Statistiche culturali Anno 2015 Fonte: Istat Le tavole diffuse dall Istat forniscono una rappresentazione statistica dei principali fenomeni legati alla produzione, alla distribuzione

Dettagli

Fiscal Flash La notizia in breve

Fiscal Flash La notizia in breve Fiscal Flash La notizia in breve N. 1 08.01.2016 Manuale antiriciclaggio Manuale operativo emanato dal CNDCEC Categoria: Antiriciclaggio Sottocategoria: Varie La disciplina antiriciclaggio, dettata dal

Dettagli

Una piccola integrazione sabauda

Una piccola integrazione sabauda Una piccola integrazione sabauda La personalizzazione di ClavisNG per le Biblioteche civiche torinesi Patrizia Carrera - Biblioteche civiche torinesi Incontro delle reti Clavis, Pistoia, 22 aprile 2017

Dettagli