Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di svolgimento delle prove"

Transcript

1 Classe di abilitazione C032 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per i corsisti di scegliere di sostenere tutte le prove e l esame abilitante in uno stesso periodo ovvero di sostenere le prove anche in periodi differenti con il solo ovvio vincolo che l esame finale abilitante dovrà essere sostenuto per ultimo e quindi successivamente alle altre prove. Esame relativo agli insegnamenti dell area delle Scienze dell educazione (Didattica generale e didattica speciale e laboratori di tecnologie didattiche) 18 CFU Esame relativo agli insegnamenti dell area disciplinare (Didattica delle discipline oggetto di insegnamento delle specifiche classi di concorso) 18 CFU Esame finale abilitante 5 CFU 1

2 ESAME RELATIVO AGLI INSEGNAMENTI DELL AREA DELLE SCIENZE DELL EDUCAZIONE (15 CFU PER IL GRUPPO A - DIDATTICA GENERALE E DIDATTICA SPECIALE E 3 CFU PER IL GRUPPO C - LABORATORI DI TECNOLOGIE DIDATTICHE) Per tutte le classi di abilitazione i 18 CFU dell area delle Scienze dell educazione (15 CFU per il gruppo A - Didattica generale e didattica speciale e 3 CFU per il gruppo C - Laboratori di tecnologie didattiche) corrispondono ad un unico insegnamento. Per lo della prova relativa a tale insegnamento sono previste le seguenti date: Didattica generale e didattica speciale e Laboratori di tecnologie didattiche Sabato 9 maggio :00 Didattica generale e didattica speciale e Laboratori di tecnologie didattiche Sabato 4 luglio :00 La sede di della prova e la distribuzione dei candidati nella aule saranno comunicate successivamente. La sede di della prova e la distribuzione dei candidati nella aule saranno comunicate successivamente. La data, l ora e la sede di della prova saranno comunicate entro il 31 luglio La prova sarà suddivisa in due parti: la prima parte consisterà nello di un breve elaborato (massimo quindici righe) in risposta a una domanda strutturata; 2

3 la seconda parte consisterà in un test composto da 60 quesiti a risposta multipla con quattro alternative di risposta di cui una soltanto esatta (le risposte errate saranno considerate come non date e quindi non penalizzate). Le due prove si svolgeranno in sequenza e il tempo complessivo assegnato per lo delle due prove è di 100 minuti. Il voto in trentesimi sarà attribuito valutando complessivamente l'esito di entrambe le prove. Nel caso di esoneri il numero dei quesiti sarà proporzionalmente ridotto, così come il tempo per lo della prova. In tempo utile, in relazione alla data fissata per la prova d'esame "dell'area pedagogica", sarà inserita in piattaforma una simulazione della prova finale utile alla preparazione dell'esame stesso. 3

4 ESAME RELATIVO AGLI INSEGNAMENTI DELL AREA DISCIPLINARE (DIDATTICA DELLE DISCIPLINE OGGETTO DI INSEGNAMENTO DELLE SPECIFICHE CLASSI DI CONCORSO) 18 CFU Lingua Straniera (Inglese) e Lingua e Civiltà Straniera (Inglese) I APPELLO Lingua Straniera (Inglese) e Lingua e Civiltà Straniera (Inglese) II APPELLO Venerdì 8 maggio :00 Sabato 16 maggio :00 Un ulteriore data sarà fissata nel mese di luglio 2015 e sarà comunicata entro il 31 maggio Venerdì 8 maggio 2015 (I APPELLO): Via Ostiense Dipartimento di Giurisprudenza, Aula 2 Sabato 16 maggio 2015 (II APPELLO): Edificio Tommaseo (ex Facoltà di Economia) dell Università degli Studi Roma Tre, Via Ostiense Roma Aula 1 La data e la sede di della prova saranno comunicate entro il 31 maggio La data e la sede di della prova saranno comunicate entro il 31 luglio La prova si articola in 2 parti. La 1 parte (valida come scritto) consiste in 2 domande a risposta aperta di cui 1 relativa alla progettazione di un percorso di lingua e 1 relativa alla progettazione di un percorso culturale e/o letterario. La 2 parte (valida come orale) consiste in 20 domande a risposta chiusa sugli aspetti teorici e applicati di percorsi didattici, di cui 10 riferite alla didattica della lingua inglese e 10 riferite alla didattica della cultura e della letteratura. 4

5 ESAME FINALE ABILITANTE * (come da comunicazione inviata personalmente ai corsisti) Lingua Straniera (Inglese) e Lingua e Civiltà Straniera (Inglese) Esame finale abilitante Lunedì 25 maggio :00 Un ulteriore data sarà fissata nel mese di luglio 2015 e sarà comunicata entro il 31 maggio Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture straniere, Via Valco S. Paolo Roma 3 piano, stanza 12 La data e la sede di della prova saranno comunicate entro il 31 maggio La data e la sede di della prova saranno comunicate entro il 31 luglio Successivamente al superamento delle prove relative all area delle Scienze dell educazione e all area disciplinare si svolge l esame di abilitazione all insegnamento che consiste nella redazione, nell illustrazione e nella discussione di un elaborato originale che coordini l esperienza professionale pregressa con le competenze acquisite durante il PAS. 5

Classe di abilitazione C110 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione C110 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione C110 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

Classe di abilitazione A036 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione A036 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione A036 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

Classe di abilitazione C450 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione C450 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione C450 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

Classe di abilitazione A019 Calendario e modalità di svolgimento delle prove

Classe di abilitazione A019 Calendario e modalità di svolgimento delle prove Classe di abilitazione A019 Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015, luglio 2015, gennaio 2016) con la possibilità per

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como Corso di Laurea in Scienze della Mediazione Interlinguistica e Interculturale Classe L-12 Mediazione Linguistica

Dettagli

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA DECRETO 10 settembre 2010, n. 249 Regolamento concernente: «Definizione della disciplina dei requisiti e delle modalita' della formazione iniziale

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile Quante volte l anno si svolgono gli esami di Stato? Sono previste due sessioni d esame

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ORDINANZA MINISTERIALE n. 11 Prot. n. 320 del 29 maggio 2015 Istruzioni e modalità organizzative ed operative per lo svolgimento degli esami

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO PROCEDURE TERMINI E TASSE (Modificato con D.R. n.1508 del 31/07/2013) INDICE PARTE I NORME GENERALI Art. 1 Art. 2 Ambito di applicazione Definizioni PARTE

Dettagli

Circolare n. 5 Roma 26.2.2015 Prot. n. 1665 AI DIRETTORI GENERALI DEGLI UFFICI SCOLASTICI REGIONALI LORO SEDI

Circolare n. 5 Roma 26.2.2015 Prot. n. 1665 AI DIRETTORI GENERALI DEGLI UFFICI SCOLASTICI REGIONALI LORO SEDI Circolare n. 5 Roma 26.2.2015 Prot. n. 1665 AI DIRETTORI GENERALI DEGLI UFFICI SCOLASTICI REGIONALI LORO SEDI AL SOVRINTENDENTE SCOLASTICO PER LA PROVINCIA DI BOLZANO AL DIRIGENTE DEL DIPARTIMENTO ISTRUZIONE

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA Università degli Studi della Tuscia Regolamento per l iscrizione degli studenti a tempo parziale ai corsi di studio dell Università degli Studi della Tuscia (D.R. n. 637/07 del 01.08.2007) REGOLAMENTO

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO UFFICIO SCOLASTICO XII DI VERONA NUCLEO DI SUPPORTO ALL ESAME DI STATO L ESAME DI STATO

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO UFFICIO SCOLASTICO XII DI VERONA NUCLEO DI SUPPORTO ALL ESAME DI STATO L ESAME DI STATO UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO UFFICIO SCOLASTICO XII DI VERONA NUCLEO DI SUPPORTO ALL ESAME DI STATO L ESAME DI STATO a cura di Marcello Schiavo A.S. 2011/2012 1 NUCLEO DI SUPPORTO ALL ESAME

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

Art.1 Modalità di accesso

Art.1 Modalità di accesso REGOLAMENTO DISCIPLINANTE I PROCEDIMENTI DI SELEZIONE ED ASSUNZIONE DEL PERSONALE TECNICO ED AMMINISTRATIVO DELL'UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI SIENA (Emanato con D.R. n. 418/Uff. Concorsi del 24 aprile 2001,

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

D.S. Agostino Miele 1

D.S. Agostino Miele 1 SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE D.S. 1 Indice La Commissione d esame La procedura di ammissione Il credito scolastico L esame Le prove d esame La prima prova scritta La seconda prova scritta La terza prova

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 3 maggio 1957, n. 686, Norme di esecuzione del T.U. delle disposizioni sullo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con decreto del Presidente

Dettagli

L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA. I.S.I.S. "COSSAR -da VINCI" GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani

L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA. I.S.I.S. COSSAR -da VINCI GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA I.S.I.S. "COSSAR -da VINCI" GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani Esso pertanto, anche per gli alunni con disabilità deve costituire l occasione per un oggettivo

Dettagli

Emanuela Stefani - Fondazione CRUI Vincenzo Zara - Università del Salento

Emanuela Stefani - Fondazione CRUI Vincenzo Zara - Università del Salento Emanuela Stefani - Fondazione CRUI f Vincenzo Zara - Università del Salento LA RIFORMA UNIVERSITARIA LA NORMATIVA NAZIONALE La normativa nazionale Riferimenti normativi Corsi di Laurea Corsi di Laurea

Dettagli

U n i v e r s i t à degl i S t udi d i R o m a Tor V e r gat a

U n i v e r s i t à degl i S t udi d i R o m a Tor V e r gat a BANDO DI CONCORSO D.M. 5 FEBBRAIO 2014 N.85 MACROAREA DI INGEGNERIA AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO,DIRETTAMENTE FINALIZZATI ALLA FORMAZIONE DI ARCHITETTO INGEGNERIA EDILE ARCHITETTURA

Dettagli

U n i v e r s i t à degl i S t udi d i R o m a Tor V e r gat a

U n i v e r s i t à degl i S t udi d i R o m a Tor V e r gat a BANDO DI CONCORSO D.M. 5 FEBBRAIO 2014 N.85 FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN MEDICINA E CHIRURGIA (CLASSE LM-41) CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO

Dettagli