ADULTI PIÙ INFORMATI, BAMBINI PIÙ SICURI. Minori e New Media, tra opportunità e rischi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ADULTI PIÙ INFORMATI, BAMBINI PIÙ SICURI. Minori e New Media, tra opportunità e rischi"

Transcript

1 ADULTI PIÙ INFORMATI, BAMBINI PIÙ SICURI Minori e New Media, tra opportunità e rischi

2 Le nuove idee nascono guardando le cose, parlando alla gente, sperimentando, facendo domande e andando fuori dall ufficio! Steve Jobs 2

3 UNA SOCIETÀ IN EVOLUZIONE......DIGITALE Nativi Digitali Immigrati Digitali Web 2.0 Net Generation Social Media Digital Divide Chattare File Sharing Taggare Blog Instant Messaging App Tablet Smart TV Smartphone 3

4 I RAGAZZI E LE TECNOLOGIE Una visione d insieme Indagine Adolescenti nazionale Campione: 1203 studenti (628 m; 575 f) anni Metodologia: somministrazione questionario Indagine adolescenti e genitori (MC) Campione: 512 studenti (290 m; 222 f) anni 1024 genitori Metodologia: somministrazione questionario Periodo rilevazione: settembre/ottobre 2010 Periodo rilevazione: maggio/settembre

5 Risultati a confronto RISULTATI NAZIONALI RISULTATI PROV. MC TV Da 1 a 3 ore al giorno Più di 3 ore al giorno Nella propria camera 62.9% 15.3 % 56 % 53.6 % 17.9 % 55.4 % PC Uno o più pc Nella propria camera 39.4 % uno 33.2 % due 24.6 % più di due 49.2 % 33.4 % 34.4 % INTERNET Tutti i giorni Da 1 a 3 ore al giorno Più di 3 ore al giorno 51.1 % 47.2 % 17.2 % 48.4 % 44.3 % 21.6 % CELLULARI Ha un proprio cellulare È uno smartphone 80.4 % 41.0 % Per la prima volta tra gli adolescenti IL WEB SORPASSA LA TV USO PREVALENTEMENTE SOLITARIO delle tecnologie 5

6 Risultati a confronto RISULTATI NAZIONALI RISULTATI PROV. MC USO WEB YouTube Chat Scaricare musica/immagini/video Social network 77.5 % 69.0 % 69.0 % 64.7 % 75.6 % 68.0 % 71.7 % 56.1 % COMPORTAMENTI A RISCHIO: RICHIESTE DA PARTE DI SCONOSCIUTI Numero di telefono Fotografia Scuola frequentata Accendere la webcam Incontro Proposta di sesso (Sì e l ho fatto) 16.7 % 24.6 % 22.8 % 11.2 % 10.4 % 3.8 % (Solo richiesta) 17.2 % 25.4 % 4.9 % 19.5 % 8.2 % - HA INCONTRATO PERSONE CONOSCIUTE SUL WEB Coetanei Adulti È andato all incontro da solo 26.0 % 5.3 % (Tot %) 25.3 % 6

7 Il punto di vista dei genitori (ricerca Co.Re.Com. Marche Provincia di Macerata) 52 % afferma che il figlio naviga da solo, pur sapendo nel 95,5 % dei casi che l uso di Inernet può esporre bambini e adolescenti a pericoli I rischi che più preoccupano i genitori sono: - contatti con adulti malintenzionati (81.9 %) - contatti con materiale pornografico (71.8 %) - videogiochi violenti e diseducativi (56.6 %) - rischio di truffe (50.1 %) Misure adottate dai genitori contro i pericoli: - fissare regole (53.3 %) - insegnare/insistere a non fornire informazioni personali (50.1 %) - sistemare il computer in un ambiente aperto e visibile (35.4 %) - controllare direttamente dal pc le attività svolte dai figli in rete (35.4%) I genitori mostrano un elevato grado di CONSAPEVOLEZZA DEI RISCHI, ma solo in poco più della metà riferiscono di almeno una CONTROMISURA ADOTTATA DIFFORMITÀ TRA LE RAPPRESENTAZIONI date dai ragazzi e quelle fornite dai genitori circa le MODALITÀ D USO delle tecnologie digitali e il TEMPO ad esse dedicato. I figli rappresentano inoltre la loro situazione MAGGIORMENTE AUTONOMA di quanto la rappresentano i genitori. 7

8 EMERGENZA PEDOFILIA SUL WEB Rapporto Annuale 2011 Pedofilia e Pedopornografia Associazione METER Onlus Siti web segnalati nel Social network 315 nel Riferimenti italiani (iscritti in social network e siti) 65 nel ,59% Domini europei a contenuto pedopornografico Russia 84.95%; Italia 0,37% 8

9 GROOMING O ADESCAMENTO ONLINE Un lento processo interattivo, messo in atto da un adulto nei confronti di un minore, attraverso il quale il cyber predatore sviluppa una relazione intima e duratura con una giovane vittima, per scopi di natura sessuale ALCUNI DATI Le fasi del Grooming 1. Formazione dell amicizia 2. Formazione della relazione 3. Valutazione del rischio 4. Esclusività del rapporto 5. Fase sessuale il 27% dei ragazzi italiani dà appuntamento di persona a qualcuno conosciuto in Internet il 17% ha rapporti intimi con persone contattate via web un ragazzino su 3 invia o riceve messaggi a sfondo sessuale un sedicenne su 6 invia scatti, video osé di se stesso Fonte: Save the Children gennaio

10 SEXTING Lo scambio di foto e video in cui i ragazzi si ritraggono nudi o seminudi o in atteggiamenti provocanti. Gesti spesso fatti con leggerezza, senza riflettere, ritenendo queste azioni spiritose e simpatiche dagli adolescenti, ma che rischiano di avere conseguenze poco piacevoli. Quali i pericoli? Non si può più tornare indietro Si è più esposti e ricattabili È più facile attrarre malintenzionati Possono infrangere la legge 10

11 PRIVACY Cosa significa PRIVACY Sfera privata Diritto alla privacy: diritto di proteggere la propria sfera privata diritto di controllare l'uso e la circolazione dei propri dati personali Il diritto alla privacy è un diritto fondamentale delle persone, direttamente collegato alla tutela della dignità umana, come sancito anche dalla Carta dei diritti fondamentali dell'unione Europea. nome cognome indirizzo numero di telefono data di nascita opinioni politiche convinzioni religiose stato di salute vita sessuale origine razziale ecc 11

12 PRIVACY Cose da tenere a mente Difendere la nostra privacy è un nostro DIRITTO come è un nostro DOVERE rispettare la privacy degli altri. Quando parliamo di privacy parliamo di RISPETTO, di noi stessi e degli altri. Il corretto trattamento dei dati personali è la condizione essenziale per il rispetto della DIGNITÀ,dell IDENTITÀ e della RISERVATEZZA, nostre e degli altri. La conoscenza delle nostre informazioni personali è permessa ad altri solo se noi diamo il nostro CONSENSO. E così vale per gli altri. Quando siamo online lasciamo delle informazioni, delle tracce, come delle vere e proprie IMPRONTE DIGITALI. Può capitare che queste siano usate contro la nostra volontà e con modalità da noi non richieste. Tutto quello che facciamo online è PERMANENTE e potenzialmente ESPOSTO A TUTTI. Quindi, prima di pubblicare qualcosa, dobbiamo pensare che potrebbe essere visto da chiunque: genitori, insegnanti, amici ed eventuali datori di lavori. 12

13 PRIVACY Come difendersi Alcuni suggerimenti... Fare attenzione a chi si danno i propri dati personali Controllare sempre la credibilità e l attendibilità di chi li richiede Utilizzare password complesse Non scaricare programmi da siti non attendibili Non aprire file ricevuti da utenti sconosciuti: potrebbero contenere virus Servirsi di programmi antivirus costantemente aggiornati Proteggere la propria identità con un nickname di fantasia Controllare la Policy sulla Privacy prima di inserire i propri dati in un sito Controllare la propria reputazione digitale 13

14 POSTA CON LA TESTA - Sicurinrete.it e Save the Children - 14

15 CYBERBULLISMO Molestie, minacce, prepotenze messe in atto da bambini e adolescenti a danno di loro coetanei, tramite l utilizzo delle nuove tecnologie, come , post sui Social Network, sms, ecc Il 5% dei ragazzi sostiene di esserne stato vittima (EU KIDS Online). IDENTIKIT DEL CYBERBULLO spedisce o pubblica messaggi aggressivi, per minacciare o incutere paura; sparla di qualcuno su Internet o via telefonino; si fa passare per un altra persona e diffonde contenuti che possono comprometterla; pubblica immagini o informazioni private, per imbarazzare o danneggiare qualcuno; ottiene la fiducia di una persona per poi pubblicare in rete le informazioni confidate; registra con la videocamera un azione di bullismo tradizionale e la pubblica su Internet; esclude una persona da un gruppo online, solo per ferirla. 15

16 GIOCO D AZZARDO ONLINE Ricerca H2 Gambling Capital (primaria società di analisi del mercato globale dei giochi online) dati al 30 novembre 2011 Valore complessivo del mercato globale del gioco a distanza: 2011 $ circa 21 miliardi 2012 $ 30 miliardi (stima) Mercato italiano è primo in Europa: Raccolta: 8,4 mld (al 30 novembre 2011) (nel 2010 era stata di 3,1 mld) Margine*: oltre 665 milioni * Margine detto Gross Gaming Revenues, pari alla differenza fra raccolta e somme restituite in vincite Fatturato 2011 del gioco d azzardo in Italia: 76,1 miliardi (+ 15 miliardi rispetto al 2010) ( 54,8 mld vinti dai giocatori) Graduatoria giochi a distanza in base al GGR (al 30 novembre 2011): - giochi di abilità (tra cui poker a torneo, poker cash e casinò): GGR 386 milioni (58% del tot.) - scommesse sportive: GGR 194 milioni (29,2% del tot.) - bingo: GGR 50,5 milioni (7,6% del tot.) 16

17 LE DIVERSE FACCE DEL GIOCO D AZZARDO 17

18 LE DIVERSE FACCE DEL GIOCO D AZZARDO 18

19 IL CO.RE.COM. DALLA PARTE DELLE DONNE Art. 5, c.2, L.R. 32/2008 Interventi contro la violenza sulle donne Il Comitato regionale per le comunicazioni (CORECOM) di cui alla legge regionale 27 marzo 2001, n. 8, nell ambito delle sue funzioni, formula proposte alla concessionaria del servizio pubblico radiotelevisivo e ai concessionari privati in merito alle programmazioni radiofoniche e televisive, al fine di sensibilizzare l opinione pubblica sui temi di cui alla presente legge. Realizzazione dello spot Diamo voce al rispetto delle donne, all interno della campagna di informazione e sensibilizzazione dell Assessorato alle Pari Opportunità della Regione Marche Chi umilia una donna non è un uomo. Lo spot è andato in onda nelle televisioni, nelle radio e nei cinema Giometti della regione. (2009) Realizzazione del seminario di studio La donna in tv e nei mass media. La rappresentazione femminile nel mondo della comunicazione, in collaborazione con l Università di Macerata. (2010) Realizzazione del progetto sperimentale Spot in progress con i bambini della scuola dell infanzia: tra le tipologie di pubblicità analizzate anche quelle contenenti stereotipi di genere. (2010) Consulenza all Assessorato alle Pari Opportunità della Regione Marche per lo studio e la realizzazione della campagna di sensibilizzazione Le forme della violenza. Il vuoto del silenzio, la vita delle parole, volta ad affermare una cultura del rispetto delle differenze e delle identità. (2011) Incontri nelle scuole con i ragazzi per riflettere sugli stereotipi di genere veicolati dai mezzi di comunicazione e per contrastarne e prevenirne la formazione; incontri con i genitori e gli insegnanti per diffondere gli interventi e le iniziative regionali a tutela delle donne. (2012) 19

20 INTERNET ADDICTION Disturbo da discontrollo degli impulsi, dovuto ad un uso eccessivo ed Incontrollato della Rete, che può sfociare in patologie e disturbi veri e propri. Da novembre 2009 all Ospedale Policlinico Il Gemelli è stato aperto il primo ambulatorio ospedaliero italiano specializzato nella dipendenza da Internet. COME RICONOSCERE UN ADOLESCENTE INTERNET ADDICT 1. Quando è in rete, il ragazzo manifesta palesemente un senso di benessere ed euforia. 2. Se costretto a staccarsi da Internet si innervosisce o mostra reazioni di sofferenza e insofferenza. 3. Quando non può collegarsi manifesta apatia, depressione, irritabilità, stanchezza, malessere psicologico generale. 4. Nega di passare troppo tempo su Internet, anzi si lamenta di non passarne abbastanza. 5. Manifesta una caduta negli altri interessi che aveva prima e non ne sviluppa di nuovi. 6. Manifesta un ritiro dalle relazioni sociali. Preferisce internet agli amici o ai familiari. 7. Trascura gli altri doveri, in primo luogo quelli scolastici, a volte anche l'igiene e la cura personale. 8. Ci sono alterazioni nel comportamento alimentare: mancanza d'appetito, tendenza a saltare i pasti, a mangiare fuori pasto, a mangiare in fretta per correre al computer. 9. Possono esserci anche disturbi fisici: disturbi del sonno, occhi arrossati, mal di testa, mal di schiena, sindrome del tunnel carpale. 20

21 SOCIAL NETWORK È una piattaforma basata su nuovi media che consente di: gestire la propria rete sociale (organizzazione,estensione, esplorazione e confronto); gestire al propria identità sociale (descrizione e definizione). Caratteristiche per le ricercatrici americane Danah Boyd e Nicole Ellison sono tre le principali: 1. La presenza di uno «spazio virtuale» (forum) in cui l utente può costruire ed esibire un proprio profilo. Il profilo deve essere accessibile, almeno in forma parziale, a tutti gli utenti dello spazio 2. La possibilità di creare una lista di altri utenti (rete) con cui è possibile entrare in contatto e comunicare 3. La possibilità di analizzare le caratteristiche della propria rete, in particolare le connessioni degli altri utenti Ciò che differenzia i social network dai nuovi media disponibili in precedenza (chat, forum, ecc ) è la capacità di rendere visibili e utilizzabili le proprie reti sociali. Infatti, attraverso di essi, è possibile identificare opportunità personali, relazionali e professionali altrimenti non immediatamente evidenti 21

22 SOCIAL NETWORK: FACEBOOK E GLI ALTRI FACEBOOK detiene ancora il primato di social network più utilizzato (oltre 900 milioni di iscritti, 21 milioni solo in Italia), sito più visitato dopo il motore di ricerca Google. Permette agli utenti registrati di collegarsi con conoscenti, amici, parenti, ma anche sconosciuti, condividendo con loro delle informazioni personali. Molta della forza di Facebook ruota sulla condivisione di contenuti. TWITTER è un servizio di micro-blogging in tempo reale, ossia di micro comunicazioni di un utente verso il web. I messaggi non possono superare i 140 caratteri e spesso i tweet troppo lunghi vengono accorciati in link. L utente può essere seguito o seguire altri utenti vedendo in evidenza i tweet più interessanti. Si possono anche condividere informazioni come collegamenti ipertestuali, posizioni (geolocalizzazione) e foto. LINKEDIN è un servizio di social networking in rete impiegato principalmente per la rete professionale. Il sito nasce con l intento di consentire agli utenti registrati il mantenimento di una lista di persone conosciute e ritenute affidabili in ambito lavorativo. GOOGLE + l ultimo nato tra i social network (giugno 2011), possiede funzionalità nuove e più avanzate rispetto alle altre piattaforme sociali, ma la vera innovazione che questo social media si pone è quella di garantire un maggior grado di privacy. I contatti vengono divisi tramite Circles (Cerchie), amici, conoscenti, lavoro, famiglia, limitando così la diffusione dei dati personali, di qualsiasi notizia o pubblicazione, impostando diversi livelli di privacy, a seconda delle varie cerchie. 22

23 FACEBOOK E PRIVACY / 1 Facebook consente livelli progressivi di privacy Agendo sulle impostazioni del profilo è possibile limitare la diffusione dei dati personali 23

24 FACEBOOK E PRIVACY / 2 24

25 PARENTAL CONTROL Ogni sistema operativo (Windows o Mac, ad es.) ha una funzionalità di controllo genitori, che consente di porre dei paletti all utilizzo del pc da parte dei più piccoli. È possibile: impostare restrizioni di orario specifiche per l'utilizzo del computer da parte dei bambini; impedire ai bambini l'esecuzione di giochi indesiderati; impostare limiti sull'utilizzo del Web da parte dei bambini; impedire ai bambini l'esecuzione di programmi specifici. Perché possa essere applicato il controllo genitori è necessario configurare il computer in modo che abbia più utenze, ciascuna con la sua password, e ciascuna con i permessi appropriati. 25

26 IL CONTROLLO DELLA CRONOLOGIA DI NAVIGAZIONE 26

27 FILTRI INTERNET DI PROTEZIONE PER MINORI COS È UN FILTRO DI PROTEZIONE Dispositivo in grado di interdire, secondo vari criteri, la navigazione e la visualizzazione di determinati siti da parte del bambino TIPI DI FILTRI BROWSER: veri e propri programmi di navigazione, ideati appositamente per i navigatori più piccoli SOFTWARE: programmi specifici atti a bloccare la visualizzazione di siti che contengono materiale inadeguato ai minori 27

28 FILTRI INTERNET DI PROTEZIONE PER MINORI Il funzionamento dei filtri si basa su due concetti LISTA BIANCA: elenco di siti considerati sicuri, fornito dal programma stesso di protezione. La navigazione del bambino è consentita solo nei siti appartenenti a questo elenco. Adatto ai bambini più piccoli, tra 8 e 10 anni. LISTA NERA: elenco di tematiche indesiderate, già previste dal sistema di protezione. Se nella navigazione il bambino entra in contatto con siti che presentano tali tematiche, il sistema ne blocca l accesso. Idoneo ai ragazzi più grandi, nell età dell adolescenza. 28

29 BROWSER FILTRI A LISTA BIANCA IL VELIERO KIDZUI KIDO'Z PROTEGGI BIMBO PIKLUK ZOODLES Gratuito. Disponibile in italiano. Gratuito. Disponibile solo in inglese. Gratuito. Disponibile anche in italiano. Gratuito. Disponibile in italiano. Gratuito. Disponibile anche in italiano. Gratuito. Scaricabile direttamente online, previa registrazione. KID SEARCH Gratuito. Disponibile online. È un motore di ricerca specifico per bambini. Esiste una versione italiana. 29

30 FILTRI A LISTA NERA K9 WEB PROTECTION PARENTAL LOCK GUARD 1.2 CYBER PATROL Gratuito. Disponibile solo in inglese. Gratuito. Scaricabile direttamente dal web. Disponibile solo in inglese A pagamento. Esiste una versione trial, una versione di prova limitata nel tempo gratuita. Disponibile solo in inglese. 30

31 NORME A TUTELA DEI MINORI Conoscere è proteggere Riferimenti internazionali CONVENZIONE ONU SUI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA Approvata nel 1989, entrata in vigore nel 1990, ratificata dall Italia nel 1991 (L.176/91) Bambino da oggetto di tutela a soggetto di diritti Introduzione diritti di nuova generazione: privacy, dignità, libertà d espressione ART. 17 Tutela dei minori rispetto ai MEDIA (diritto ad una informazione buona, che non sia nociva per il loro benessere sociale, spirituale e morale, nonché per la loro salute fisica e mentale) 31

32 Riferimenti europei DIRETTIVA TSF TV SENZA FRONTIERE (Dir. 89/552/CEE) Approvata nel 1989, recepita in Italia nel 1990 con la Legge Mammì (L.223/90). Modificata nel 1997 (Dir. 97/36/CEE), recepita in Italia nel 1998 (L.122/98) Divieto di programmi pornografici o di estrema violenza (eccezione per fascia oraria o misure tecniche di protezione) Obbligo per i programmi, trasmessi in chiaro, che possono nuocere allo sviluppo dei minori di essere preceduti da idoneo segnale acustico o contrassegnati con simbolo visibile Divieto di interruzioni pubblicitarie nei programmi per bambini di durata inferiore a 30 minuti DIRETTIVA SMA SERVIZI MEDIA E AUDIOVISIVI Dir. 2007/65/CEE Approvata nel 2007 e recepita in Italia nel 2010 (D. Lgs. 44/2010 Decreto Romani ) In continuità con le disposizioni precedenti, conferma gli obiettivi già fissati e rafforza le misure tecniche di protezione CONVENZIONE DI BUDAPEST SULLA CRIMINALITÀ INFORMATICA Approvata nel 2001 ratificata dall Italia nel 2008 (L.48/2008) Sanzioni più pesanti per i reati informatici Contrasto più efficace alla pedopornografia in rete Maggiori tutele per i dati personali 32

33 Riferimenti italiani L. 223/90 (Legge Mammì) L. 203/95 L. 249/97 (Legge Maccanico) L. 112/2004 (Legge Gasparri) Art. 8 Pubblicità Art. 15 Programmi tv e film per il cinema teletrasmessi Art. 3 Film per la tv e opere a soggetto teletrasmesse Art. 6 b) Competenza dell Agcom di controllo del sistema radiotelevisivo a tutela dei minori Art. 10 Fasce orarie di programmazione, comunicazione commerciale e pubblicitaria (recepimento Codice Tv e Minori) CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE TV E MINORI Approvato nel 2002 recepito nel 2004 dalla Legge Gasparri (L. 112/2004) e nel 2005 dal Testo Unico della radiotelevisione (D. Lgs. 177/2005) Tutelare i diritti e l integrità psichica e morale dei minori, specie i più deboli (0-14 anni). PRINCIPI GENERALI: qualità delle trasmissioni; corretto uso della tv. NORME DI COMPORTAMENTO per: partecipazione minori a trasmissioni tv; tv per tutti ( ); tv per minori ( ); informazione, film, fiction, spettacoli vari; pubblicità. 33

34 CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE INTERNET E MINORI Approvato nel 2003 Aiutare ad un uso corretto e consapevole della rete telematica; Prevenire il pericolo di contenuti illeciti o dannosi per la crescita; Offrire accesso paritario e promuovere accesso sicuro alla rete; Tutelare il diritto alla riservatezza e al corretto uso dei dati personali; Assicurare collaborazione alle azioni di prevenzione, contrasto e repressione della criminalità informatica; Agevolare la tutela nei confronti di informazioni e comunicazioni indesiderate TESTO UNICO DELLA RADIOTELEVISIONE (D. Lgs. 177/2005) Approvato nel 2005 e modificato nel 2010 dal Decreto Romani (D. Lgs. 44/2010) Testo Unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici Artt. 3 e 4: tutela degli utenti in generale Artt. 34 e 35: tutela dei minori nei programmi televisivi Decreto Romani: Divieto di contenuti pornografici in tv dalle 7 alle 23; Disciplina più restrittiva sul parental control per i decoder satellitari; Classificazione dei contenuti nocivi per i minori CODICE IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI (D. Lgs. 196/2003) Approvato nel 2003 è entrato in vigore il 1 gennaio 2004 e ha abrogato la precedente L. 675/96 Lo scopo della legge non è di impedire il trattamento dei dati, ma di evitare che questo avvenga contro la volontà dell avente diritto. Riconoscimento del diritto del singolo sui propri dati personali e sul loro trattamento (raccolta, conservazione, elaborazione, cancellazione, diffusione ) 34

35 CARTA DI TREVISO Approvata nel 1990 approfondita e integrata nel 1995 (Vademecum) e poi nel 2006 (nuovo testo) Protocollo che disciplina i rapporti tra informazione e infanzia Firmato da Ordine Giornalisti, FNSI e Telefono Azzurro PRINCIPIO CENTRALE: difendere l identità, la personalità e i diritti del minore vittima o colpevole di reati o comunque coinvolto in situazioni che potrebbero compromettere la sua psiche NORME VINCOLANTI riguardo a: cronaca giudiziaria, anonimato minore, evitare identificazione, evitare sensazionalismi e speculazioni, equilibrio psico-fisico, evitare emulazione, evitare strumentalizzazioni, giornalismo multimediale Obiettivo: sviluppare una cultura dell infanzia e dell adolescenza CODICE DI AUTODISCIPLINA DELLA COMUNICAZIONE COMMERCIALE La prima edizione è del Oggi si è giunti alla 53 edizione, in vigore dal 2 1 novembre 2011 Art. 11: I messaggi rivolti a BAMBINI E ADOLESCENTI non devono contenere nulla che possa danneggiarli psichicamente, moralmente o fisicamente e non devono inoltre abusare della loro naturale credulità o mancanza di esperienza, o del loro senso di lealtà. Bevande alcoliche (art. 22); Integratori alimentari e prodotti dietetici (art. 23 bis); Prodotti medicinali e trattamenti curativi (art. 25); Giocattoli, giochi e prodotti educativi (art. 28 bis) 35

36 Il vostro tempo è limitato, per cui non lo sprecate vivendo la vita di qualcun altro. Non fatevi intrappolare dai dogmi, che vuol dire vivere seguendo i risultati del pensiero di altre persone. Non lasciate che il rumore delle opinioni altrui offuschi la vostra voce interiore. E, cosa più importante di tutte, abbiate il coraggio di seguire il vostro cuore e la vostra intuizione. In qualche modo loro sanno che cosa volete realmente diventare. Tutto il resto è secondario. Siate affamati. Siate folli. Steve Jobs 12 Giugno 2005, dal discorso ai giovani dell'università di Stanford 36

IRRINUNCIABILE PER I GIOVANI!!!

IRRINUNCIABILE PER I GIOVANI!!! LA DIPENDENZA DALLA RETE INTERNET IRRINUNCIABILE PER I GIOVANI!!! CHE COS E? La cosiddetta dipendenza da internet è una problematica ancora in via di definizione che si riferisce all uso eccessivo di internet

Dettagli

Progetto Cittadini della rete,

Progetto Cittadini della rete, Progetto Cittadini della rete, IIS G. Galilei di Crema Scuole Medie Galmozzi di Crema Scuole Medie di Sergnano. Coinvolti: 471 ragazze /i Età: tra i 12 ed i 16 anni, Silvio Bettinelli, 14 novembre 2012

Dettagli

EDUCARE = Significa soprattutto preparare alla vita, ed avviene non solo nelle ore scolastiche ma durante tutta la giornata dei ragazzi

EDUCARE = Significa soprattutto preparare alla vita, ed avviene non solo nelle ore scolastiche ma durante tutta la giornata dei ragazzi EDUCARE = Significa soprattutto preparare alla vita, ed avviene non solo nelle ore scolastiche ma durante tutta la giornata dei ragazzi AGENZIE EDUCATIVE: Famiglia Scuola Società COLLABORAZIONE ALCUNI

Dettagli

EDUCARE = Significa soprattutto preparare alla vita, ed avviene non solo nelle ore scolastiche ma durante tutta la giornata dei ragazzi

EDUCARE = Significa soprattutto preparare alla vita, ed avviene non solo nelle ore scolastiche ma durante tutta la giornata dei ragazzi EDUCARE = Significa soprattutto preparare alla vita, ed avviene non solo nelle ore scolastiche ma durante tutta la giornata dei ragazzi AGENZIE EDUCATIVE: Famiglia Scuola Società COLLABORAZIONE ALCUNI

Dettagli

Luca Milani C.Ri.d.e.e. & Unità di Ricerca in Psicologia Scolastica Università Cattolica di Milano

Luca Milani C.Ri.d.e.e. & Unità di Ricerca in Psicologia Scolastica Università Cattolica di Milano Luca Milani C.Ri.d.e.e. & Unità di Ricerca in Psicologia Scolastica Università Cattolica di Milano 1. I tempi cambiano 2. I dati del questionario 3. Bisogni e rischi 4. Istruzioni per l uso? 5. Indicazioni

Dettagli

Milano 15/04/2014. Alla cortese attenzione di: Prof.ssa Graziella Cotta Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Como Borgovico

Milano 15/04/2014. Alla cortese attenzione di: Prof.ssa Graziella Cotta Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Como Borgovico 100 Como (CO) Milano 15/04/014 Alla cortese attenzione di: Prof.ssa Graziella Cotta Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Como Borgovico Oggetto: relazione finale progetto Pochi pesci nella rete A.S.

Dettagli

Internet e Social Networks: Sicurezza e Privacy

Internet e Social Networks: Sicurezza e Privacy Internet e Social Networks: Sicurezza e Privacy M. Claudia Buzzi, Marina Buzzi IIT-CNR, via Moruzzi 1, Pisa Marina.Buzzi@iit.cnr.it, Claudia.Buzzi@iit.cnr.it Nativi digitali: crescere nell'era di Internet

Dettagli

MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013

MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 MINI GUIDA PER NAVIGARE SICURI NEL WEB CLASSI 5 A 5 B SCUOLA PRIMARIA DI LIBANO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 1 CHE COS È INTERNET? INTERNET (connessione di rete) E' la "rete delle reti" perché collega fra

Dettagli

GIOVANI E CROSSMEDIALITÀ: UNA RICERCA SUL TERRITORIO VENETO. A cura di Università degli Studi di Padova - Dipartimento di Ingegneria Industriale

GIOVANI E CROSSMEDIALITÀ: UNA RICERCA SUL TERRITORIO VENETO. A cura di Università degli Studi di Padova - Dipartimento di Ingegneria Industriale GIOVANI E CROSSMEDIALITÀ: UNA RICERCA SUL TERRITORIO VENETO A cura di Università degli Studi di Padova - Dipartimento di Ingegneria Industriale OBIETTIVI GENERALI DELLA RICERCA Produrre strumenti utili

Dettagli

Navigare sicuri. conoscere la rete per un uso consapevole. 7 febbraio 2015

Navigare sicuri. conoscere la rete per un uso consapevole. 7 febbraio 2015 Navigare sicuri conoscere la rete per un uso consapevole 7 febbraio 2015 Qualche numero da un indagine del C.N.R. effettuata su un campione di 1.560 tra bambini e ragazzi 9 su 10 utilizzano internet L

Dettagli

Progetto Navigando nel web

Progetto Navigando nel web Istituto Scolastico Statale Comprensivo XX Settembre Via Signorelli,1-95128 Catania (CT) Tel/Fax 095434114 - Cod. Mecc CTIC89200C www.icxxsettembre.gov.it Progetto Navigando nel web Scuola Secondaria di

Dettagli

Riepilogo Vedi le risposte complete

Riepilogo Vedi le risposte complete 1 di 11 risposte Riepilogo Vedi le risposte complete 1. Quanti anni hai? 12 anni 77 16% 13 anni 75 16% 14 anni 134 28% 15 anni 150 32% 16 anni 27 6% Other 8 2% 2. Quale scuola stai frequentando? Medie

Dettagli

Internet = opportunità

Internet = opportunità Utili suggerimenti a genitori ed insegnanti per minimizzare i rischi Chemello Dott. Ing. Nicola Internet = opportunità Navigazione senza limiti per i ragazzi: pro e contro possibili contatti con adulti

Dettagli

INTERVENTO CONDOTTO DA MONICA MOLINARI, infermiera legale e forense MARITA CERETTO, esperta di web

INTERVENTO CONDOTTO DA MONICA MOLINARI, infermiera legale e forense MARITA CERETTO, esperta di web CONVEGNO ABUSO e MALTRATTAMENTO nell ETA EVOLUTIVA: IERI E OGGI EQUIPE ATTENTI AL LUPO 21 OTTOBRE 2014 INTERVENTO CONDOTTO DA MONICA MOLINARI, infermiera legale e forense MARITA CERETTO, esperta di web

Dettagli

Internet istruzioni per l uso. Marcallo, 29 Aprile 2015

Internet istruzioni per l uso. Marcallo, 29 Aprile 2015 Internet istruzioni per l uso Marcallo, 29 Aprile 2015 Conoscere per gestire il rischio La Rete, prima ancora di essere qualcosa da giudicare, è una realtà: un fatto con il quale bisogna confrontarsi Internet

Dettagli

I pericoli di internet e della rete, sessione per genitori e docenti

I pericoli di internet e della rete, sessione per genitori e docenti I pericoli di internet e della rete, sessione per genitori e docenti Oggi purtroppo dobbiamo prendere atto che nella nostra società manca quasi totalmente una vera educazione ai pericoli della rete perché

Dettagli

I pericoli di internet e della rete, per genitori e docenti

I pericoli di internet e della rete, per genitori e docenti I pericoli di internet e della rete, per genitori e docenti Oggi Purtroppo dobbiamo prendere atto che nella nostra società manca quasi totalmente una vera educazione ai pericoli della rete perché spesso

Dettagli

Il mondo dei social network

Il mondo dei social network Il mondo dei social network ( in particolare) Prof. Danilo Piazza Premessa Il presente documento è una sintesi dell incontro svolto in presenza. Come tale esso diventa significativamente fruibile avendo

Dettagli

Torino, 18 ottobre 2013 - Centro Incontri della Regione Piemonte

Torino, 18 ottobre 2013 - Centro Incontri della Regione Piemonte Giammaria de Paulis Autore del libro Facebook: genitori alla riscossa Torino, 18 ottobre 2013 - Centro Incontri della Regione Piemonte in una stanza dove sia accesa soltanto una candela, basta una mano

Dettagli

Comunicare e relazionarsi in Rete. Marco Gui Marina Micheli

Comunicare e relazionarsi in Rete. Marco Gui Marina Micheli Comunicare e relazionarsi in Rete Marco Gui Marina Micheli Prima parte L evoluzione dei media STAMPA TELEVISIONE 1456 d.c. 1940 3000 a.c. fine 1800 d.c. anni 90 SCRITTURA CINEMA INTERNET I media digitali

Dettagli

Rischi e pericoli del mondo virtuale: accorgimenti per navigare sicuri

Rischi e pericoli del mondo virtuale: accorgimenti per navigare sicuri Incontro 3: Corso di aggiornamento sull uso di internet Rischi e pericoli del mondo virtuale: accorgimenti per navigare sicuri Istituto Alberghiero De Filippi Via Brambilla 15, 21100 Varese www.istitutodefilippi.it

Dettagli

Social Network : Tra Rischi e Opportunità

Social Network : Tra Rischi e Opportunità Social Network : Tra Rischi e Opportunità Analisi Cosa non fare Cosa fare Franco Battistello Imprenditore IT battistello.franco@ibs.vi.it WEB : evoluzione velocissima Quiz : valore di un cellulare Quiz

Dettagli

NATI CON LA RETE. Ragazzi e nuove tecnologie web. Guida all uso consapevole

NATI CON LA RETE. Ragazzi e nuove tecnologie web. Guida all uso consapevole NATI CON LA RETE Ragazzi e nuove tecnologie web Guida all uso consapevole INDICE I ragazzi e Internet La rete non è un semplice sistema di connessione, è piuttosto una parte integrante di costruzione del

Dettagli

EDUCAZIONE DIGITALE, UN EFFICACE ANTIVIRUS CONTRO IL CYBERBULLISMO

EDUCAZIONE DIGITALE, UN EFFICACE ANTIVIRUS CONTRO IL CYBERBULLISMO EDUCAZIONE DIGITALE, UN EFFICACE ANTIVIRUS CONTRO IL CYBERBULLISMO E-PRIVACY 2014 SPRING EDITION LA PRIVACY CHE VERRÀ Firenze, 4-5 aprile 2014 Avv. Valentina Longo Cyberbullismo 2 Cyberbullismo o cyber

Dettagli

CYBERBULLISMO è un tipo di bullismo che si verifica attraverso i mezzi elettronici: social network, chat, sms, email...

CYBERBULLISMO è un tipo di bullismo che si verifica attraverso i mezzi elettronici: social network, chat, sms, email... Dott.ssa Vera Blasutti 1 FIGLI ALLE PRESE COI SOCIAL NETWORK: COME SENTIRSI AL SICURO Come i genitori possono educare i figli ad un utilizzo attento della rete COSA SONO I SOCIAL NETWORK Si tratta di siti

Dettagli

Servizio di Psicologia Scolastica SPAZIO ASCOLTO I.C. via De Andreis. www.spazioascolto.it CRESCERE GENITORI

Servizio di Psicologia Scolastica SPAZIO ASCOLTO I.C. via De Andreis. www.spazioascolto.it CRESCERE GENITORI Servizio di Psicologia Scolastica SPAZIO ASCOLTO I.C. via De Andreis www.spazioascolto.it CRESCERE GENITORI I PROSSIMI INCONTRI 28 APRILE Bullismo: azioni efficaci per contrastarlo 19 MAGGIO Rapporto famiglia-scuola:

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Genitori e figli al tempo di Internet. Dott.ssa Barbara Forresi Psicologa e Psicoterapeuta

Genitori e figli al tempo di Internet. Dott.ssa Barbara Forresi Psicologa e Psicoterapeuta Genitori e figli al tempo di Internet Dott.ssa Barbara Forresi Psicologa e Psicoterapeuta Di cosa parleremo stasera? I nativi digitali I bambini da 6 a 10 anni 38% usano smartphone o tablet 1 su 3 li usa

Dettagli

Scuola in rete. Esperienza di educazione all utilizzo coretto di un social network A. Mazzocco - SS1 Arcadia Pertini Milano

Scuola in rete. Esperienza di educazione all utilizzo coretto di un social network A. Mazzocco - SS1 Arcadia Pertini Milano Scuola in rete Esperienza di educazione all utilizzo coretto di un social network A. Mazzocco - SS1 Arcadia Pertini Milano 1 Social Network a scuola Dal 2005 utilizziamo ThinkQuest, una piattaforma elettronica

Dettagli

Polizia di Stato. L uso sicuro della Rete e dei social network

Polizia di Stato. L uso sicuro della Rete e dei social network L uso sicuro della Rete e dei social network LA POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI Servizio Centrale 20 Compartimenti regionali 80 Sezioni provinciali Compartimenti Polizia Postale Sezioni della Polizia

Dettagli

rielaborazione dal fascicolo I SOCIAL NETWORK RIFLESSIONI E PRECAUZIONI reperibile su: www.garanteprivacy.it

rielaborazione dal fascicolo I SOCIAL NETWORK RIFLESSIONI E PRECAUZIONI reperibile su: www.garanteprivacy.it rielaborazione dal fascicolo I SOCIAL NETWORK RIFLESSIONI E PRECAUZIONI reperibile su: www.garanteprivacy.it 1 COSA SONO? piazze virtuali, luoghi in cui, via Internet, ci si ritrova portando con sé e condividendo

Dettagli

La Famiglia nell era digitale

La Famiglia nell era digitale La Famiglia nell era digitale sabato 22 gennaio 2011 Firenze - Convitto della Calza Alcuni siti web che possono essere utilmente consultati per Navigare sicuri bambini e adulti Siti che possono essere

Dettagli

Educazione e genitorialità: parliamone insieme Incontri formativo-informativi gratuiti per genitori

Educazione e genitorialità: parliamone insieme Incontri formativo-informativi gratuiti per genitori Educazione e genitorialità: parliamone insieme Incontri formativo-informativi gratuiti per genitori «Un PC per amico» uso consapevole del computer nei social network e per i compiti http://www.powtoon.com/show/f7jleflspt9/un-pc-per-amico/#/

Dettagli

«CYBERBULLISMO» LE INIZIATIVE DEL GARANTE DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA. Italo Tanoni www.ombudsman.marche.it

«CYBERBULLISMO» LE INIZIATIVE DEL GARANTE DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA. Italo Tanoni www.ombudsman.marche.it «CYBERBULLISMO» LE INIZIATIVE DEL GARANTE DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA Italo Tanoni www.ombudsman.marche.it Fermignano, 18/10/2013 DEFINIZIONE Con il termine cyberbullismo si identificano le azioni

Dettagli

Centro Bartolomeo Garelli. Internet & Sicurezza: «come aiutare i nostri figli nell uso di Social, smartphone e Pc»

Centro Bartolomeo Garelli. Internet & Sicurezza: «come aiutare i nostri figli nell uso di Social, smartphone e Pc» Centro Bartolomeo Garelli Internet & Sicurezza: «come aiutare i nostri figli nell uso di Social, smartphone e Pc» 7 maggio 2015 - Incontro con genitori e ragazzi Umberto Torelli - Corriere della Sera Coordina:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO 1 DON BOSCO MELLONI

ISTITUTO COMPRENSIVO 1 DON BOSCO MELLONI ISTITUTO COMPRENSIVO 1 DON BOSCO MELLONI Presidenza Corso Garibaldi,142 Portici (NA)Tel.Fax081/475580 Via Roma, 32 -Portici (NA) Tel. 081/482463 Fax 081/471036 C.F. 95169940632 - Cod. Istituto NAIC8CA00L

Dettagli

Si verifica quando qualcuno compie atti di

Si verifica quando qualcuno compie atti di CYBER BULLISMO E IL TERMINE USATO PER INDICARE IL BULLISMO ONLINE Si verifica quando qualcuno compie atti di vessazione, umiliazione, molestia, diffamazione, o azioni aggressive nei confronti di un altro,

Dettagli

Agenda. Aree di intervento della Polizia di stato Esempi pratici Esperienze in atto Q & A...

Agenda. Aree di intervento della Polizia di stato Esempi pratici Esperienze in atto Q & A... Sicur@Mente in Rete Agenda Aree di intervento della Polizia di stato Esempi pratici Esperienze in atto Q & A... 23 novembre 2012 Villa Corvini Parabiago incontro con la cittadinanza Pedofilia on-line Cyberbullismo

Dettagli

Scuole Sicure. venerdì 26 aprile 13

Scuole Sicure. venerdì 26 aprile 13 Scuole Sicure Scuole Sicure Consigli per i bambini e per i ragazzi Assicurarsi di utilizzare password sicure e difficili da scoprire e di non condividerle con nessuno (eccetto genitori). Stessa precauzione

Dettagli

POLIZIA DI STATO Polizia

POLIZIA DI STATO Polizia POLIZIA DI STATO Polizia delle Comunicazioni Sezione Como Via M.E. Bossi 3 - e-mail: 22100 COMO poltel.co@poliziastato.it Tel. 031-27.63.036 - Fax 031-27.63.004 www.poliziastato.it Questura Lecco Lecco,

Dettagli

Proteggi la tua famiglia online

Proteggi la tua famiglia online con la collaborazione di Proteggi la tua famiglia online Pensi che il PHISHING sia solo un tipo di pesca? Pensi che i COOKIE siano solo biscotti? Pensi che un VIRUS sia solo un raffreddore? Proteggi la

Dettagli

Cultura digitale e consapevolezza critica. Riflessioni su potenzialità e rischio della rete tra alunni e genitori

Cultura digitale e consapevolezza critica. Riflessioni su potenzialità e rischio della rete tra alunni e genitori Cultura digitale e consapevolezza critica. Riflessioni su potenzialità e rischio della rete tra alunni e genitori Marco Grollo Responsabile Nazionale Progetti, Associazione Media Educazione Comunità www.edumediacom.it

Dettagli

Servizio di Psicologia Scolastica SPAZIO ASCOLTO I.C. ASCOLI LA CARICA DEI GENITORI 20 MARZO 2012

Servizio di Psicologia Scolastica SPAZIO ASCOLTO I.C. ASCOLI LA CARICA DEI GENITORI 20 MARZO 2012 Servizio di Psicologia Scolastica SPAZIO ASCOLTO I.C. ASCOLI LA CARICA DEI GENITORI 20 MARZO 2012 I PROSSIMI INCONTRI 27 MARZO Rapporto famiglia-scuola: risorse e difficoltà I VIDEOGIOCHI Le principali

Dettagli

La tutela della privacy nei social network. I social network come Facebook, Twitter, My Space raggiungono oggi un livello di

La tutela della privacy nei social network. I social network come Facebook, Twitter, My Space raggiungono oggi un livello di La tutela della privacy nei social network di Stefano Santini I social network come Facebook, Twitter, My Space raggiungono oggi un livello di diffusione e di accesso pressoché illimitato, permettendo

Dettagli

I pericoli che bambini e adolescenti corrono in Rete, rischio spesso sottovalutato dai genitori

I pericoli che bambini e adolescenti corrono in Rete, rischio spesso sottovalutato dai genitori AZIONE 1: Progetto di educazione digitale teso all utilizzo responsabile e consapevole del web e delle nuove tecnologie rivolto agli alunni delle scuole secondarie ed ai loro genitori: Progetto Occhi in

Dettagli

Guida per i genitori sulla sicurezza online. Informazioni pratiche ed a tema, e consigli per i genitori con figli di ogni età.

Guida per i genitori sulla sicurezza online. Informazioni pratiche ed a tema, e consigli per i genitori con figli di ogni età. Guida per i genitori sulla sicurezza online Informazioni pratiche ed a tema, e consigli per i genitori con figli di ogni età. Cybersmart è un programma educativo nazionale sulla sicurezza informatica gestito

Dettagli

Online a 10 anni: rischi web correlati e possibili soluzioni

Online a 10 anni: rischi web correlati e possibili soluzioni Online a 10 anni: rischi web correlati e possibili soluzioni Un incontro per i genitori delle classi V delle scuole primarie Dr. Stefano Bonato, Psicologo esperto in Nuove Dipendenze Pg. 1 INDICE 1. Premessa

Dettagli

EVOLUZIONE DELLE COMUNICAZIONI

EVOLUZIONE DELLE COMUNICAZIONI : EVOLUZIONE DELLE COMUNICAZIONI Messaggero Telegrafo Telefono Televisione Internet Comunicazioni satellitari 1 VANTAGGI DELL'EVOLUZIONE Velocità delle comunicazioni Accesso a varie informazioni Scambio

Dettagli

SICUREZZA DIGITALE COME VIVERE E USARE IL WEB INTERATTIVO

SICUREZZA DIGITALE COME VIVERE E USARE IL WEB INTERATTIVO SICUREZZA DIGITALE COME VIVERE E USARE IL WEB INTERATTIVO Indagine sull'uso di Internet e dei Social Network tra i ragazzi di scuole secondarie di primo grado di Modena Modena, 21 Ottobre 2011 CONTESTO

Dettagli

La rete siamo noi. Uso della rete internet e dei social network. Bologna, 19 maggio 2011

La rete siamo noi. Uso della rete internet e dei social network. Bologna, 19 maggio 2011 La rete siamo noi Uso della rete internet e dei social network Bologna, 19 maggio 2011 Il progetto La Rete Siamo Noi è un progetto nato dalla collaborazione tra il Difensore Civico e il CORECOM Emilia-Romagna.

Dettagli

SERVIZI WEB 2.0 E TUTELA DEI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA

SERVIZI WEB 2.0 E TUTELA DEI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA SERVIZI WEB 2.0 E TUTELA DEI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA IL PERCORSO LABORATORIALE L indagine Servizi web 2.0 1 e tutela dei diritti dell infanzia e dell adolescenza è stata realizzata dai

Dettagli

Cyberbulli, vittime, spettatori

Cyberbulli, vittime, spettatori INTERNET : UN MONDO DI OPPORTUNITA E DI RISCHI LA Incontro con il giornalista Paolo Attivissimo Borgomanero 28 gennaio 2014 nell ambito del progetto di rete di scuole della Provincia di Novara: Cyberbulli,

Dettagli

Nuove tecnologie tra scuola e famiglia

Nuove tecnologie tra scuola e famiglia Nuove tecnologie tra scuola e famiglia Dalla connessione alla relazione e ritorno Per cominciare Hikikomori È un termine giapponese usato per riferirsi a chi sceglie di ritirarsi dalla vita sociale, spesso

Dettagli

Riepilogo Vedi le risposte complete

Riepilogo Vedi le risposte complete risposte Riepilogo Vedi le risposte complete Scuola Primaria 0 0% Secondaria 281 100% Classe IV Primaria 0 0% V Primaria 1 0% I Secondaria 101 36% II Secondaria 84 30% III Secondaria 95 34% Comune di Cafasse

Dettagli

Riepilogo Vedi le risposte complete

Riepilogo Vedi le risposte complete risposte Riepilogo Vedi le risposte complete Scuola Primaria 155 100% Secondaria 0 0% Classe IV Primaria 68 44% V Primaria 87 56% I Secondaria 0 0% II Secondaria 0 0% III Secondaria 0 0% Comune di Cafasse

Dettagli

ETICA & MEDIA. Sicurezza. Etica BRUNO. Messaggistica. Senso comune. Pornografia. Saverio. Pubblicità ingannevole Privacy Bullismo.

ETICA & MEDIA. Sicurezza. Etica BRUNO. Messaggistica. Senso comune. Pornografia. Saverio. Pubblicità ingannevole Privacy Bullismo. ETICA & MEDIA Senso comune Pubblicità ingannevole Privacy Bullismo Etica Messaggistica Sicurezza Pornografia Dipendenza Saverio BRUNO IT & Internet Specialist U.S. Navy (Sigonella) LA RETE IN AGGUATO INGEGNERIA

Dettagli

in rete Un progetto di educazione digitale per l utilizzo responsabile e consapevole della rete e delle nuove tecnologie.

in rete Un progetto di educazione digitale per l utilizzo responsabile e consapevole della rete e delle nuove tecnologie. cchi in rete Un progetto di educazione digitale per l utilizzo responsabile e consapevole della rete e delle nuove tecnologie. COME SI ARTICOLA IL PROGETTO Internet è diventato uno straordinario strumento

Dettagli

COOPERATIVA SOCIALE E.D.I. ONLUS EDUCAZIONE AI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA

COOPERATIVA SOCIALE E.D.I. ONLUS EDUCAZIONE AI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA COOPERATIVA SOCIALE E.D.I. ONLUS EDUCAZIONE AI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA OGGETTO: PERCORSI SULL USO RESPONSABILE DEI NUOVI MEDIA E LA CITTADINANZA DIGITALE PROPOSTA PER LE SCUOLE La Cooperativa

Dettagli

Sessione informativa uso consapevole e legale della rete

Sessione informativa uso consapevole e legale della rete Scuola Media Alighieri Sanremo Sessione informativa uso consapevole e legale della rete Mauro Ozenda Consulente IT (www.tecnoager.eu) 1 SCENARIO ATTUALE MINORI E NUOVE TECNOLOGIE Per la prima volta nella

Dettagli

CARICARE / UPLODARE / UPLOADARE

CARICARE / UPLODARE / UPLOADARE IL GERGO DELLA RETE ALIAS / FAKE Falsa identità assunta su Internet (ad esempio su siti di social network). L utente può scegliere un nome di fantasia, uno pseudonimo, o appropriarsi dei dati di una persona

Dettagli

INTERNET SOLUTIONS SOCIAL SOLUTIONS MOBILE SOLUTIONS VIDEO SOLUTIONS MARKETING SOLUTIONS CONNETTITI CON NOI

INTERNET SOLUTIONS SOCIAL SOLUTIONS MOBILE SOLUTIONS VIDEO SOLUTIONS MARKETING SOLUTIONS CONNETTITI CON NOI INTERNET SOLUTIONS SOCIAL SOLUTIONS MOBILE SOLUTIONS VIDEO SOLUTIONS MARKETING SOLUTIONS CONNETTITI CON NOI INTERNET SOLUTIONS Sia che vogliate un nuovo sito completo e aggiornato secondo i nuovi criteri

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA GENITORI-EMILIA-ROMAGNA. Prot. n.59/p Fidenza 28.05.014

ASSOCIAZIONE ITALIANA GENITORI-EMILIA-ROMAGNA. Prot. n.59/p Fidenza 28.05.014 ASSOCIAZIONE ITALIANA GENITORI-EMILIA-ROMAGNA Prot. n.59/p Fidenza 28.05.014 Oggetto=Ricerca Regionale. Al Forags Emilia-Romagna Al Consiglio Regionale Age Alle Age Locali Martedi 27 maggio,dalle ore 15

Dettagli

Accompagnare i figli nella crescita Internet e la Rete: come proteggere i minori

Accompagnare i figli nella crescita Internet e la Rete: come proteggere i minori Accompagnare i figli nella crescita Internet e la Rete: come proteggere i minori Premessa Quasi tutte le informazioni inerenti Internet sono un estratto del Vademecum Internet minori @ adulti del Corecom

Dettagli

Riepilogo Vedi le risposte complete

Riepilogo Vedi le risposte complete risposte Riepilogo Vedi le risposte complete Scuola Primaria 155 36% Secondaria 281 64% Classe IV Primaria 68 16% V Primaria 88 20% I Secondaria 101 23% II Secondaria 84 19% III Secondaria 95 22% Comune

Dettagli

POLIZIA DI STATO COMPARTIMENTO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI BOLOGNA

POLIZIA DI STATO COMPARTIMENTO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI BOLOGNA POLIZIA DI STATO COMPARTIMENTO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI BOLOGNA POLIZIA DI STATO La rete siamo noi Seminario organizzato dal CORECOM e Difensore Civico 19 maggio 2011 Ispettore Capo Luca Villani

Dettagli

Sono on line dunque esisto I giovani e la realtà virtuale

Sono on line dunque esisto I giovani e la realtà virtuale Promosso da In collaborazione con Finanziato dal progetto I.O.R. Sono on line dunque esisto I giovani e la realtà virtuale Sabato 14 dicembre 2013 Sala Marvelli, Provincia di Rimini Le nuove generazioni

Dettagli

I.T.S. G. GIRARDI. Progetto legalità a.s. 2014/2015 Privacy e disagio giovanile. Risultati dei questionari somministrati agli studenti

I.T.S. G. GIRARDI. Progetto legalità a.s. 2014/2015 Privacy e disagio giovanile. Risultati dei questionari somministrati agli studenti I.T.S. G. GIRARDI Progetto legalità a.s. 214/215 Privacy e disagio giovanile Risultati dei questionari somministrati agli studenti Classi coinvolte: 3AA 3AT 3AR 3BR 3CR 3AS - 3BS Rilevazione dei dati relativi

Dettagli

BAMBINI 2.0 LE NUOVE RELAZIONI TRA INTERNET, SOCIAL NETWORK E MONDO VIRTUALE

BAMBINI 2.0 LE NUOVE RELAZIONI TRA INTERNET, SOCIAL NETWORK E MONDO VIRTUALE BAMBINI 2.0 LE NUOVE RELAZIONI TRA INTERNET, SOCIAL NETWORK E MONDO VIRTUALE ISTITUTO MATER DIVINAE GRATIAE in collaborazione con ISTITUTO DI PSICOTERAPIA DEL BAMBINO E DELL ADOLESCENTE A cura di: Dott.ssa

Dettagli

PROGETTO SCIENZE UMANE La discriminazione tramite il web e le conseguenze giuridiche IL CYBERBULLISMO. A opera di: BEATRICE, LUCA, MARCO, NICOLA

PROGETTO SCIENZE UMANE La discriminazione tramite il web e le conseguenze giuridiche IL CYBERBULLISMO. A opera di: BEATRICE, LUCA, MARCO, NICOLA PROGETTO SCIENZE UMANE La discriminazione tramite il web e le conseguenze giuridiche IL CYBERBULLISMO A opera di: BEATRICE, LUCA, MARCO, NICOLA Il cyberbullismo o ciberbullismo (ossia BULLISMO" online)

Dettagli

I rischi e i pericoli della rete.

I rischi e i pericoli della rete. INDICE I rischi e i pericoli della rete (1) I rischi e i pericoli della rete (2) I rischi e i pericoli della rete (3) I rischi e i pericoli della rete (4) I rischi e i pericoli della rete (conclusione)

Dettagli

conoscerefacebook.blogspot.ch Vicosoprano, aprile 2016

conoscerefacebook.blogspot.ch Vicosoprano, aprile 2016 I Social Network, tra utilità è pericoli comunicare in rete tramite smartphone Perché avete deciso di partecipare? I Social Network, tra utilità è pericoli comunicare in rete tramite smartphone I Social

Dettagli

CHI HA PERSO LA BUSSOLA?

CHI HA PERSO LA BUSSOLA? CHI HA PERSO LA BUSSOLA? Consigli ai genitori per una navigazione sicura e protetta in Internet IV edizione A cura dell insegnate Elena Serventi Funzione strumentale TIC (Tecnologie dell Informazione e

Dettagli

Sicur@mente in Rete. Cittadinanza, Costituzione e Sicurezza

Sicur@mente in Rete. Cittadinanza, Costituzione e Sicurezza Sicur@mente in Rete Cittadinanza, Costituzione e Sicurezza INDICE CYBERBULLISMO PEDOFILIA ON LINE STALKING ON LINE CYBERBULLISMO Il cyberbullismo o ciberbullismo (ossia "bullismo" online) è il termine

Dettagli

esafety Policy (Politica di Sicurezza Informatica)

esafety Policy (Politica di Sicurezza Informatica) MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO VIA TRIONFALE Via Trionfale n 7333-00135 ROMA (Distretto Scol. 27 ) 06/3054188 06/ 35059840 fax 06/35073104 rmic8gt00n@istruzione.it

Dettagli

A tutte le domande che non prevedono alternative per ogni riga (sì, no; molto, abbastanza ecc.) va data un unica risposta

A tutte le domande che non prevedono alternative per ogni riga (sì, no; molto, abbastanza ecc.) va data un unica risposta Progetto: Ragazzi digitali. Per un uso consapevole dei nuovi media. Agli studenti vi invitiamo a rispondere al seguente questionario, anonimo, al fine di comprendere il rapporto che i giovani hanno con

Dettagli

Famiglie in rete. Consapevolmente sul web.

Famiglie in rete. Consapevolmente sul web. Famiglie in rete. Consapevolmente sul web. Questionario rivolto ai genitori Le informazioni fornite in questo questionario so in forma anima per motivi di ricerca, finalizzati esclusivamente al ciclo di

Dettagli

POLLICINO NELLA RETE EDUCARE A UNA NAVIGAZIONE SICURA: SI PUÒ!

POLLICINO NELLA RETE EDUCARE A UNA NAVIGAZIONE SICURA: SI PUÒ! POLLICINO NELLA RETE EDUCARE A UNA NAVIGAZIONE SICURA: SI PUÒ! Introduzione pag. 2 Strumenti utili per aiutare Pollicino a non perdersi nella Rete pag. 3 A cura di Symantec Consigli utili per aiutare Pollicino

Dettagli

Internet e Famiglie: non perdersi nel Web

Internet e Famiglie: non perdersi nel Web Internet e Famiglie: non perdersi nel Web N@vigare Sicuri Indicazioni per un uso Consapevole e Protetto Agenda I Ragazzi: cosa fanno online? L utilizzo sicuro Il ruolo dei Genitori Il Fenomeno dei Social

Dettagli

NAVIGARE IN SICUREZZA. Come guidare i bambini e i ragazzi ad un uso sicuro e consapevole dei nuovi mezzi di comunicazione

NAVIGARE IN SICUREZZA. Come guidare i bambini e i ragazzi ad un uso sicuro e consapevole dei nuovi mezzi di comunicazione NAVIGARE IN SICUREZZA Come guidare i bambini e i ragazzi ad un uso sicuro e consapevole dei nuovi mezzi di comunicazione Una grande rete di reti chiamata Internet Non esitono limiti anagrafici:bambini,

Dettagli

Glossario 117. Glossario

Glossario 117. Glossario Glossario 117 Glossario Account È lo spazio concesso su un sito a un utente, per accedere ad alcune funzioni. Al momento della registrazione occorre fornire un username e una password, che diventeranno

Dettagli

REGOLAMENTO D ISTITUTO

REGOLAMENTO D ISTITUTO REGOLAMENTO D ISTITUTO PER L USO delle RISORSE TECNOLOGICHE e di RETE (P.U.A. POLITICA D USO ACCETTABILE E SICURA di accesso ad INTERNET nella scuola) Il presente documento denominato PUA (Politica d Uso

Dettagli

LA LOTTA ALLA PEDOPORNOGRAFIA IN RETE

LA LOTTA ALLA PEDOPORNOGRAFIA IN RETE LA LOTTA ALLA PEDOPORNOGRAFIA IN RETE Dott. Andrea Rossi Polizia postale e delle Comunicazioni Roma, 20 dicembre 2010 L ATTIVITA DI CONTRASTO DELLA POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI attività di monitoraggio

Dettagli

Sonia Montegiove. #sicurezza. Foto di Jonas Tana, Flickr. I nativi digitali non esistono #sicurezza

Sonia Montegiove. #sicurezza. Foto di Jonas Tana, Flickr. I nativi digitali non esistono #sicurezza Sonia Montegiove #sicurezza Foto di Jonas Tana, Flickr Oggi parliamo di Strumenti per cittadini digitali Sicurezza informatica Uso sicuro dei social network Strumenti per cittadini digitali Alfiero Ortali,

Dettagli

Strumenti hardware e software utilizzati dai nostri studenti per studiare e altro. Che cosa, con che cosa. USR Piemonte Nadia Carpi

Strumenti hardware e software utilizzati dai nostri studenti per studiare e altro. Che cosa, con che cosa. USR Piemonte Nadia Carpi Strumenti hardware e software utilizzati dai nostri studenti per studiare e altro. Che cosa, con che cosa USR Piemonte Nadia Carpi Di cosa parliamo Un po di numeri Strumenti hardware e software utilizzati

Dettagli

Report Cyberbullismo. Pepita onlus La bottega dell educare. Febbraio 2014 Report realizzato da Ivano Zoppi e Micol Cipriani Sintesi

Report Cyberbullismo. Pepita onlus La bottega dell educare. Febbraio 2014 Report realizzato da Ivano Zoppi e Micol Cipriani Sintesi Report Cyberbullismo Pepita onlus La bottega dell educare Febbraio 2014 Report realizzato da Ivano Zoppi e Micol Cipriani Sintesi Campione Periodo indagine: Maggio 2013 - Gennaio 2014 2000 le interviste

Dettagli

Temiamo le novità? Times of London (1816)

Temiamo le novità? Times of London (1816) Temiamo le novità? Un indecente danza di origine straniera chiamata valzer è stata introdo4a [ ] alla Corte d Inghilterra lo scorso venerdì [ ]. E più che sufficiente ge4are un occhio sull intreccio volu4uoso

Dettagli

QUESTIONARIO CONCORSO CORTOMETRAGGI - ZONA 4 SCUOLE SUPERIORI E CENTRI GIOVANI

QUESTIONARIO CONCORSO CORTOMETRAGGI - ZONA 4 SCUOLE SUPERIORI E CENTRI GIOVANI QUESTIONARIO CONCORSO CORTOMETRAGGI - ZONA 4 SCUOLE SUPERIORI E CENTRI GIOVANI Definizione e Forme Di Cyber-Violenza Definizione di violenza (OMS 2002) L uso intenzionale della forza fisica o del potere,

Dettagli

Scheda informativa Bullismo e Cyber bullismo

Scheda informativa Bullismo e Cyber bullismo Scheda informativa Bullismo e Cyber bullismo Cosa è il bullismo Per bullismo si intendono tutte quelle azioni di sistematica prevaricazione e sopruso, che possono avvenire sia negli ambienti frequentati

Dettagli

www.avg.it Come navigare senza rischi

www.avg.it Come navigare senza rischi Come navigare senza rischi 01 02 03 04 05 06.Introduzione 01.Naviga in Sicurezza 02.Social Network 08.Cosa fare in caso di...? 22.Supporto AVG 25.Link e riferimenti 26 [02] 1.introduzione l obiettivo di

Dettagli

proposta di legge n. 369

proposta di legge n. 369 REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA proposta di legge n. 369 a iniziativa dei Consiglieri Marinelli, D Anna, Comi, Ciriaci presentata in data 23 ottobre 2013 DISCIPLINA PER LA PREVENZIONE DELLA DIPENDENZA

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

ELDY. internet e i minori Malo 10-11-2010

ELDY. internet e i minori Malo 10-11-2010 ELDY internet e i minori Malo 10-11-2010 ELDY internet e i minori Malo 10-11-2010 grazie! cari genitori, grazie della vs generosità! abbiamo raccolto 335 eur + 100 = 435 euro! contiamo i soldi http://www.youtube.com/watch?v=2ctbm6zkhig

Dettagli

CAMPAGNA PER LA SICUREZZA IN INTERNET DEI MINORI E LOTTA AL BULLISMO

CAMPAGNA PER LA SICUREZZA IN INTERNET DEI MINORI E LOTTA AL BULLISMO SBULLO CAMPAGNA PER LA SICUREZZA IN INTERNET DEI MINORI E LOTTA AL BULLISMO La Polizia Comunale di Lugano e la Polizia Cantonale Gruppo Visione Giovani, si sono unite per realizzare una campagna di sensibilizzazione

Dettagli

ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute

ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute Bambini, Adolescenti e WEB: Molte opportunità e qualche problema Prof. Paolo Colleselli Mercoledì 24 settembre Ospedale di Feltre Ricerca su un campione di 25.142

Dettagli

Responsabile e corretto utilizzo delle tecnologie digitali

Responsabile e corretto utilizzo delle tecnologie digitali Responsabile e corretto utilizzo delle tecnologie digitali Informazioni e indicazioni per i genitori Le tecnologie audiovisive e digitali sono strumenti molto utili per la formazione ed il divertimento

Dettagli

SICUREZZA INFORMATICA SICUREZZA DEI DISPOSITIVI MOBILI

SICUREZZA INFORMATICA SICUREZZA DEI DISPOSITIVI MOBILI SICUREZZA INFORMATICA SICUREZZA DEI DISPOSITIVI MOBILI Consigli per la protezione dei dati personali Ver.1.0, 21 aprile 2015 2 Pagina lasciata intenzionalmente bianca I rischi per la sicurezza e la privacy

Dettagli

Valeria Cavioni valeria.cavioni@unipv.it. Pietro Maffi mpietro@yahoo.com

Valeria Cavioni valeria.cavioni@unipv.it. Pietro Maffi mpietro@yahoo.com Valeria Cavioni valeria.cavioni@unipv.it Pietro Maffi mpietro@yahoo.com CYBERSPAZIO: spazio reale o fittizio? Riduzione dei vincoli spazio-temporali Separazione dal contesto della comunicazione Utilizzo

Dettagli

I GIOVANI, LA MUSICA E INTERNET

I GIOVANI, LA MUSICA E INTERNET I GIOVANI, LA MUSICA E INTERNET Una guida per i genitori sul P2P e la condivisione di musica in rete Cos è il P2P? Come genitore hai probabilmente già sentito tuo figlio parlare di file sharing, P2P (peer

Dettagli

Che cosa sono i social network e a che cosa servono

Che cosa sono i social network e a che cosa servono Che cosa sono i social network e a che cosa servono 1000.000.000. Ad ottobre 2012, il fondatore di Facebook dichiarò 1 che il suo social network aveva raggiunto tale numero di connessioni mensili, con

Dettagli

La Rete siamo noi. L uso del cellulare, i rischi del bullismo elettronico

La Rete siamo noi. L uso del cellulare, i rischi del bullismo elettronico Difensore Civico Regione Emilia-Romagna CORECOM Regione Emilia-Romagna La Rete siamo noi L uso del cellulare, i rischi del bullismo elettronico Elena Buccoliero, sociologa Ufficio del Difensore civico

Dettagli