ACCORDO CONCERNENTE I CRITERI DI UTILIZZO, DA PARTE DELLE OO.SS. FIRMATARIE DEL CCNL, DELLA POSTA ELETTRONICA DELL'ISTITUTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ACCORDO CONCERNENTE I CRITERI DI UTILIZZO, DA PARTE DELLE OO.SS. FIRMATARIE DEL CCNL, DELLA POSTA ELETTRONICA DELL'ISTITUTO"

Transcript

1 ACCORDO CONCERNENTE I CRITERI DI UTILIZZO, DA PARTE DELLE OO.SS. FIRMATARIE DEL CCNL, DELLA POSTA ELETTRONICA DELL'ISTITUTO Il giorno 12 novembre 2013 in Roma, presso la sede ISPRA di via Brancati, si sono riuniti per ISPRA il Presidente Prof. Bernardo De Bernardinis ed il Direttore Generale Dr. Stefano Laporta, per le OO.SS. i rispettivi rappresentanti come risultanti dalle firme apposte in calce, per sottoscrivere il presente accordo. PREMESSA VISTO il DPR , n. 445, recante il "Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa" e s.m.i.; VISTE le "Linee guida del Governo per lo sviluppo della società dell'informazione nella legislatura" approvate dal Consiglio dei Ministri in data nelle quali, tra gli obiettivi da raggiungere prioritariamente, è indicata la diffusione dell'impiego della posta elettronica nella Pubblica Amministrazione; VISTO il d.lgs , n. 196, recante il "Codice in materia di protezione dei dati personali; VISTA la "Direttiva per l'impiego della posta elettronica nelle pubbliche amministrazioni" del Ministero per l'innovazione e le Tecnologie" del ; VISTO il d.lgs , n. 82, recante il "Codice dell'amministrazione digitale"; VISTA la Deliberazione n. 13 del Garante per la protezione dei dati personali del recante le linee guida del Garante per posta elettronica e internet; VISTA la Direttiva n. 02 del della Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Funzione Pubblica; VISTO il Regolamento ICT-ISPRA concernente "Linee guida per il corretto utilizzo delle risorse informatiche dell'ispra" adottato con Disposizione n.1621/dg del ; VISTO l'art. 28, comma 3, del CCNL come modificato ed integrato dall'art. 20, comma l, del CCNL in merito ai criteri per l'utilizzo, da parte delle OO.SS. firmatarie del CCNL, della posta elettronica dell'ente;

2 ciò premesso le parti concordano quanto segue Alle OO.SS. firmatarie del vigente CCNL sarà fornita una utenza di posta elettronica aziendale da utilizzare esclusivamente per motivi inerenti l'attività sindacale e per la divulgazione dei servizi svolti dalle OO.SS. medesime per gli iscritti ed i dipendenti Ispra. Le OO.SS. devono designare e comunicare all'istituto il nominativo, e le eventuali variazioni successive, del Responsabile della utenza di posta elettronica a ciascuna assegnata. Entro dieci giorni da tale comunicazione l'amministrazione attiverà l'utenza di posta elettronica e comunicherà al Responsabile la password iniziale di accesso al servizio. Devono ritenersi strumento esclusivo di comunicazione tramite , tra le OO.SS. ed i lavoratori, l'account di posta elettronica del dominio.isprambiente e gli account che le OO.SS. comunicheranno all'amministrazione. A tutela della riservatezza e per evitare che le eventuali risposte possano generare traffico eccessivo ed indesiderato, in caso di destinatari plurimi, questi dovranno essere indicati in copia nascosta (Bee o Ccn). Deve comunque essere in ogni caso garantito al dipendente destinatario il rispetto dell'eventuale rifiuto, manifestato espressamente, di ricevere messaggi di posta elettronica dall'account assegnato all'o.s.. La responsabilità civile e penale delle espressioni ed opinioni espresse o diffuse con tale strumento è solidale tra il Responsabile designato e l'o.s. designataria. Roma, 12 novembre 2013 ISPRA \ UILRUA USIIR.d.B. RICERCA

3 RELAZIONE ILLUSTRATIVA Il. l Modulo l Illustrazione degli aspetti procedurali e sintesi del contenuto del contratto Data di sottoscrizione 20 marzo 2013 Periodo temporale di vigenza Composizione della delegazione trattante Soggetti destinatari Materie trattate dal contratto integrativo (descrizione sintetica) fino ad una modifica normativa o contrattuale che imponga una revisione della norma ovvero in caso di disdetta ad opera delle parti Parte Pubblica: Prof. Bernardo De Bernardinis - Presidente Dr. Stefano Laporta - Direttore Generale (così come previsto dali' articolo 40 del CCNL l) OO.SS. ammesse alla contrattazione: FIR CISL UIL RUA USI/R.d.B. Ricerca Organizzazioni sindacali firmatarie: FIRCISL UIL RUA OO.SS. firmatarie del vigente CCNL Criteri di utilizzo, da parte delle OO.SS. firmatarie del CCNL, della posta elettronica dell'istituto Intervento dell'organo di La presente relazione è propedeutica ali' acquisizione della controllo interno. certificazione da parte del Collegio dei Revisori. Allegazione della :E Certificazione Nel l'organo "' caso di controllo interno (Collegio dei Revisori) dell'organo di - dovesse effettuare dei rilievi, questi saranno integralmente trascritti controllo interno - = - = nella presente scheda da rielaborarsi allo scopo p n ma "' della 'i Q alla Relazione ;_ I:J.N sottoscrizione definitiva. = o = illustrativa -... Attestazione del E stato adottato il Piano della performance previsto dali' art.! O del -=c.= c;::-= =... rispetto degli d.lgs. 150/2009 con piani triennali per gli anni e "tic.= c. e c e obblighi di legge "'... c. a. che in caso di E stato adottato il Programma triennale per la trasparenza e l'integrità e;:::;... inadempimento previsto dall'art. Il, comma 2 del d.lgs. 150/2009 per il triennio -= == comportano la sanzione del -= È stato assolto l'obbligo di pubblicazione di cui ai commi 6 e 8 divieto di dell'art. Il del d.lgs. 150/2009. erogazione della retribuzione La Relazione della Performance è stata vali data dali 'OIV ai sensi accessoria dell'articolo 14, comma 6. del d.lgs. n. 150/2009. Eventuali osservazioni:

4 II.2 Modulo 2 Illustrazione dell'articolato del contratto Il presente modulo ha il compito di fornire un quadro esaustivo della regolamentazione di ogni ambito/materia e delle norme legislative e contrattuali esponendo in modo chiaro e verificabile i contenuti e gli eventuali elementi contestuali necessari alla comprensione del testo. Viene quindi evidenziata la coerenza dei criteri adottati con le disposizioni normative e contrattuali vigenti che legittimano la contrattazione integrativa della specifica materia trattata con particolare riferimento a: - Direttiva per l'impiego della posta elettronica nelle pubbliche amministrazioni del Ministero per l'innovazione e le Tecnologie del ; - D.lgs. n. 82 del recante il "Codice dell'amministrazione digitale" e s.m.i.; - Deliberazione n.13 del O del Garante per la protezione dei dati personali recante "le linee guida del Garante per posta elettronica e internet"; - Direttiva n. 02/09 del della Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Funzione Pubblica recante "Utilizzo di internet e della casella di posta elettronica istituzionale sul luogo di lavoro". Inoltre la presente contrattazione trova origine nell'art. 28 comma 3 del CCNL così come modificato ed integrato dall'art. 20, comma l del CCNL che ha definito come oggetto della contrattazione collettiva integrativa il punto q) criteri per l 'utilizzo, da parte delle OO.SS. firmatarie del presente CCNL, della posta elettronica del! 'Ente. Si rappresenta infine che, con Disposizione n.l621/dg del , è stato adottato dall'istituto il Regolamento ICT-ISPRA, concernente "Linee guida per il corretto utilizzo delle risorse informatiche dell'ispra". L'ipotesi di accordo in oggetto intende normare le modalità di accesso e di utilizzo dell'account di posta elettronica dell'istituto da parte delle OO.SS. firmatarie del CCNL, per le loro comunicazioni in materia di attività sindacale sia con gli iscritti che con i dipendenti Ispra. In particolare, per quanto attiene alla responsabilità dei contenuti divulgati per mezzo dell'indirizzo del dominio isprambiente.it assegnato, le OO.SS. firmatarie, si sono impegnate a comunicare all'istituto, propedeuticamente all'assegnazione della casella di posta dedicata, il nominativo del Responsabile, che solidamente con la l'o.s. designataria, risponderà in sede civile e penale delle espressioni e opinioni espresse o diffuse tramite l'account di posta elettronica assegnata. Nell'ambito dell'ipotesi di accordo le OO.SS. si sono impegnate a garantire al dipendente destinatario delle comunicazioni il diritto a rifiutare espressamente il ricevimento di messaggi di posta elettronica dall'account assegnato all'o.s. e ad ottenere la conseguente cancellazione dalla mailing list.

5 RELAZIONE TECNICO -FINANZIARIA Per quanto previsto dalla circolare MEF Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato n.25 del 19/07/2012, la relazione tecnico-finanziaria deve essere redatta in tutti i casi di stipula di contratto integrativo qualunque sia la sua natura e denominazione. In relazione all'ipotesi di accordo in oggetto, si precisa che, per quanto riguarda la trasmissione dei dati da e verso l'esterno ed in particolare per quanto attiene al traffico su caselle di posta elettronica istituzionali con l'estensione l 'Istituto opera nell'ambito della specifica Convenzione con il GARR, a l O Mb, con un contratto di tipo "Flat" che permette di connettersi senza limiti di tempo e di traffico. L'attivazione di un numero illimitato di account di posta elettronica con l'estensione suddetta, non comporta di conseguenza alcun onere aggiuntivo per l'istituto. Quindi, in considerazione del fatto che la presente contrattazione non comporta alcune onere economico a carico del Fondo e/o del Bilancio dell'istituto, tale sezione della Relazione viene ritenuta come "parte non pertinente allo specifico accordo illustrato". Servizi generali e ge Dr. Mare partimento ne del personale mare "-._

Data di sottoscrizione. 8 luglio 2013. Periodo temporale di vigenza

Data di sottoscrizione. 8 luglio 2013. Periodo temporale di vigenza RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO-FINANZIARIA ACCORDO PER LA CREAZIONE DI UN FONDO PER L'EROGAZIONE DI SUSSIDI AL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO Redatta in conformità allo schema della circolare MEF-DRGS-IGOP

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL CONTRATTO INTEGRATIVO. Premessa

RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL CONTRATTO INTEGRATIVO. Premessa ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE N. 17 MONTORIO Via Dei Gelsi, 20 37141 Montorio-Verona Sito web: www.scuolemontorio.org e-mail ministeriale: vric88800v@istruzione.it Tel. 045.557507/045.8840944 Fax. 045.8869196

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO - FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO PERSONALE DIRIGENZIALE ANNO 2010

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO - FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO PERSONALE DIRIGENZIALE ANNO 2010 AREA AMMINISTRATIVA Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06494991 Fax 0649499059 RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO - FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO PERSONALE DIRIGENZIALE

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO ANNO 2012

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO ANNO 2012 AREA AMMINISTRATIVA Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06494991 Fax 0649499059 RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO ANNO 2012 Il decreto legislativo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

Relazione illustrativa

Relazione illustrativa ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE Amedeo Avogadro Liceo Scientifico delle Scienze Applicate Settore Tecnologico Chimica e materiali - Costruzioni ambiente e territorio - Elettronica - Meccanica e meccatronica

Dettagli

COMUNE DI GERACI SICULO. Relazione illustrativa tecnico-finanziaria (Schema)

COMUNE DI GERACI SICULO. Relazione illustrativa tecnico-finanziaria (Schema) COMUNE DI GERACI SICULO Provincia di Palermo www.comune.geracisiculo.pa.it - Email: segretariogenerale@pec.comune.geracisiculo.pa.it Geraci Siculo Relazione illustrativa tecnico-finanziaria (Schema) Modulo

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA ALL IPOTESI CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO A.S. 2012/2013

RELAZIONE ILLUSTRATIVA ALL IPOTESI CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO A.S. 2012/2013 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio ISTITUTO COMPRENSIVO ANTONIO GRAMSCI con annesso 21 CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE per l istruzione

Dettagli

Comune di Senigallia Ufficio Organizzazione e Risorse Umane

Comune di Senigallia Ufficio Organizzazione e Risorse Umane Comune di Senigallia Ufficio Organizzazione e Risorse Umane IPOTESI CCDI ANNUALITA 2012 - RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA art.5, comma 3 CCNL 1.4.1999 e art.40, comma 3 sexies D. Lgs. 30/03/2001,

Dettagli

COMUNE DI MONTEFLAVIO (Provincia di ROMA)

COMUNE DI MONTEFLAVIO (Provincia di ROMA) Rispetto dell iter adempimenti procedurale e degli atti propedeutici e successivi alla contrattazione Personale News Modelli operativi www.publika.it Relazione illustrativa e relazione tecnico-finanziaria

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA

RELAZIONE ILLUSTRATIVA Università degli Studi del Molise RELAZIONE ILLUSTRATIVA FONDO PER IL TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO PER IL PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO Anno 2013 Relazione illustrativa Indice Modulo I Illustrazione

Dettagli

Comune di Senigallia Ufficio Organizzazione e Risorse Umane

Comune di Senigallia Ufficio Organizzazione e Risorse Umane Comune di Senigallia Ufficio Organizzazione e Risorse Umane IPOTESI CCDI ANNUALITA 2013 - RELAZIONE ILLUSTRATIVA E TECNICO FINANZIARIA art.5, comma 3 CCNL 1.4.1999 e art.40, comma 3 sexies D. Lgs. 30/03/2001,

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO- FINANZIARIA AL CONTRATTO INTEGRATIVO ISTITUTO A COSA SERVE

RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO- FINANZIARIA AL CONTRATTO INTEGRATIVO ISTITUTO A COSA SERVE RELAZIONE ILLUSTRATIVA E RELAZIONE TECNICO- FINANZIARIA AL CONTRATTO INTEGRATIVO ISTITUTO A COSA SERVE FONTE NORMATIVA CONTENUTO DELLA NORMA POSSIBILE DISCIPLINA COMPETENZA AUTORE DATA Relazione illustrativa

Dettagli

ALLEGATO ALLA CIRCOLARE DEL 19 LUGLIO 2012, N. 25

ALLEGATO ALLA CIRCOLARE DEL 19 LUGLIO 2012, N. 25 Ipotesi di accordo sulla utilizzazione del Fondo per il finanziamento della retribuzione di posizione e della retribuzione di risultato dei dirigenti di seconda fascia e del personale incaricato di funzioni

Dettagli

SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ. Comunicazione ISTITUTO COMPRENSIVO PACINOTTI DI SAN CESARIO S.P. moic810007@istruzione.it www.icapacinotti.gov.

SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ. Comunicazione ISTITUTO COMPRENSIVO PACINOTTI DI SAN CESARIO S.P. moic810007@istruzione.it www.icapacinotti.gov. Ist. Comp. I. C. Pacinotti San Cesario sul Panaro Modena SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ Comunicazione PD 0.3. Nome file PD 0.3. Data 24.04.05 Revisione 00 ISTITUTO COMPRENSIVO PACINOTTI DI SAN CESARIO

Dettagli

CONVENZIONE TRA COMUNE DI PRATO E... PER IL COLLEGAMENTO TELEMATICO AGLI ARCHIVI/SERVIZI INFORMATICI DEL COMUNE DI PRATO

CONVENZIONE TRA COMUNE DI PRATO E... PER IL COLLEGAMENTO TELEMATICO AGLI ARCHIVI/SERVIZI INFORMATICI DEL COMUNE DI PRATO CONVENZIONE TRA COMUNE DI PRATO E... PER IL COLLEGAMENTO TELEMATICO AGLI ARCHIVI/SERVIZI INFORMATICI DEL COMUNE DI PRATO Il COMUNE DI PRATO, con sede in Prato, Piazza del Comune, 2, in persona della Dirigente

Dettagli

COMUNE DI CASTELVECCHIO DI ROCCA BARBENA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNO 2014-2016

COMUNE DI CASTELVECCHIO DI ROCCA BARBENA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNO 2014-2016 COMUNE DI CASTELVECCHIO DI ROCCA BARBENA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNO 2014-2016 1 2 INDICE 1- PREMESSA 2- NORMATIVA 3- ORGANIZZAZIONE E FUNZIONE DELL ENTE 4- SITO WEB ISTITUZIONALE

Dettagli

VISTO l'art. 23 del CCNL relativo al personale del comparto Ministeri per il quadriennio normativa 2006-2009 e biennio economico 2006-2007;

VISTO l'art. 23 del CCNL relativo al personale del comparto Ministeri per il quadriennio normativa 2006-2009 e biennio economico 2006-2007; DIPARTIMENTO DELL'ISPETTORATO CENTRALE DELLA TUTELA DELLA QUALITA ' E DELLA REPRESSIONE FRODI DEI PRODOTTI AGRO- ALIMENTARI ACCORDO DI CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA DI SEDE PER L'ATTUAZIONE DEI CRITERI PER

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 6 maggio 2009 Disposizioni in materia di rilascio e di uso della casella di posta elettronica certificata assegnata ai cittadini. (09A05855) IL PRESIDENTE

Dettagli

AOG N. 3 DISCIPLINA DELL ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO

AOG N. 3 DISCIPLINA DELL ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AOG N. 3 DISCIPLINA DELL ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO 2 AOG n. 3 * DISCIPLINA DELL ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO TITOLO I DISCIPLINA DELL ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

Dettagli

ISPRA Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale

ISPRA Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale ISPRA ISPRA Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale PROTOCOLLO GENERALE Nr 0020050 Data 14/05/2013 Tit X Partenza RACCOMANDATA Al Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio

Dettagli

Gli obblighi di pubblicazione sul sito della scuola alla luce del recente Decreto Trasparenza

Gli obblighi di pubblicazione sul sito della scuola alla luce del recente Decreto Trasparenza 1 di 10 19/05/2013 12.32 17-05-2013 Gli obblighi di pubblicazione sul sito della scuola alla luce del recente Decreto Trasparenza Ricordiamo ai nostri lettori l'attivazione dei corsi "SITO WEB e TRASPARENZA:

Dettagli

COMUNE DI SASSARI VERBALE DI CONTRATTAZIONE PROTOCOLLO AGGIUNTIVO AL C.C.D.I. DEL 11 APRILE 2001

COMUNE DI SASSARI VERBALE DI CONTRATTAZIONE PROTOCOLLO AGGIUNTIVO AL C.C.D.I. DEL 11 APRILE 2001 COMUNE DI SASSARI VERBALE DI CONTRATTAZIONE PROTOCOLLO AGGIUNTIVO AL C.C.D.I. DEL 11 APRILE 2001 In data 30 Novembre 2009, presso la sede di Palazzo Ducale del Comune di Sassari, la delegazione trattante

Dettagli

Disposizioni in materia di rilascio e di uso della casella di posta elettronica certificata assegnata ai cittadini.

Disposizioni in materia di rilascio e di uso della casella di posta elettronica certificata assegnata ai cittadini. D.P.C.M. 6 maggio 2009 1 e 2 Disposizioni in materia di rilascio e di uso della casella di posta elettronica certificata assegnata ai cittadini. IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Visto il decreto

Dettagli

LE FAQ DI GINA SPADACCINO

LE FAQ DI GINA SPADACCINO LE FAQ DI GINA SPADACCINO CONTRATTAZIONE D'ISTITUTO 12. Per evitare la diatriba che ogni anno puntualmente si verifica a scuola, è possibile regolare col contratto di istituto l'attribuzione di ore eccedenti

Dettagli

Titolo XII. Il Sistema di valutazione, misurazione e trasparenza della Performance Merito e Premi

Titolo XII. Il Sistema di valutazione, misurazione e trasparenza della Performance Merito e Premi Titolo XII Il Sistema di valutazione, misurazione e trasparenza della Performance Merito e Premi CAPO I IL SISTEMA DI VALUTAZIONE MISURAZIONE DELLA PERFORMANCE Art. 63 Le disposizioni contenute nel presente

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA METODOLOGIA E I CRITERI PER LA VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE E SUL NUCLEO DI VALUTAZIONE

REGOLAMENTO SULLA METODOLOGIA E I CRITERI PER LA VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE E SUL NUCLEO DI VALUTAZIONE REGOLAMENTO SULLA METODOLOGIA E I CRITERI PER LA VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE E SUL NUCLEO DI VALUTAZIONE Art. 1 Definizione di performance organizzativa e di performance individuale La performance organizzativa

Dettagli

( P R O V I N C I A D I N A P O L I ) REGOLAMENTO. PER L'UTILIZZO E LA GESTIONE DELLE e-mail E DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (PEC)

( P R O V I N C I A D I N A P O L I ) REGOLAMENTO. PER L'UTILIZZO E LA GESTIONE DELLE e-mail E DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (PEC) C I T T À D I B A C O L I C I T T A D I B A C O L I ( P R O V I N C I A D I N A P O L I ) REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO E LA GESTIONE DELLE e-mail E DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (PEC) (adottato con

Dettagli

Immediatamente eseguibile

Immediatamente eseguibile DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 159 Del 15/06/2015 Oggetto: Autorizzazione alla spesa di cui al D.Lgs. 165/01 per la stipula dei CC.CC.II.AA. di individuazione ed utilizzo risorse del Personale

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE TINELLA Provincia di Cuneo

COMUNE DI CASTIGLIONE TINELLA Provincia di Cuneo COMUNE DI CASTIGLIONE TINELLA Provincia di Cuneo REGOLAMENTO COMUNALE SULLA METODOLOGIA E I CRITERI PER LA MISURAZIONE E LA VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE DEL PERSONALE E SUL NUCLEO DI VALUTAZIONE Art.1

Dettagli

Il giorno 13.05.2009 alle ore 09.00, presso la sede dell ARAN, ha avuto luogo l incontro tra: firmato

Il giorno 13.05.2009 alle ore 09.00, presso la sede dell ARAN, ha avuto luogo l incontro tra: firmato Contratto Collettivo nazionale di lavoro del personale non dirigente del comparto delle Istituzioni e degli Enti di Ricerca e Sperimentazione per il quadriennio normativo 2006-2009 ed il biennio economico

Dettagli

Prot. n. IL DIRIGENTE SCOLASTICO DECRETA. Art. 1

Prot. n. IL DIRIGENTE SCOLASTICO DECRETA. Art. 1 Documentazione MO700 Rev 3 del 01/09/2010 ISTITUTO TECNICO STATALE di CHIAVARI In memoria dei Morti per la Patria Amministrazione, finanza e marketing - Costruzioni, ambiente e territorio Viale E.Millo

Dettagli

Il servizio base comprende:

Il servizio base comprende: ULISSE-REG CSITA Centro Servizi Informatici e Telematici di Ateneo Università degli Studi di Genova Viale Cembrano, 4-16148 - Genova (GE) Partita IVA 00754150100 Amministrazione Tel +39 010 353 2050 -

Dettagli

REGOLAMENTO. Comune di Follonica. per la disciplina e la gestione delle sponsorizzazioni. Delibera Consiglio Comunale n. 72 dell 1 agosto 2005

REGOLAMENTO. Comune di Follonica. per la disciplina e la gestione delle sponsorizzazioni. Delibera Consiglio Comunale n. 72 dell 1 agosto 2005 Comune di Follonica per la disciplina e la gestione delle sponsorizzazioni Delibera Consiglio Comunale n. 72 dell 1 agosto 2005 REGOLAMENTO SOMMARIO SOMMARIO Art. 1 Finalità...3 Art.2 - Contenuto delle

Dettagli

(N.d.R. Le parti evidenziate in giallo sono quelle strettamente attinenti ai lavoratori del pubblico impiego)

(N.d.R. Le parti evidenziate in giallo sono quelle strettamente attinenti ai lavoratori del pubblico impiego) 1 Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIPARTIMENTO PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Ministero del lavoro e delle

Dettagli

Provincia di Padova. Deliberazione della Giunta Provinciale. SEDUTA del 17/02/2014 283 N di Reg. 26

Provincia di Padova. Deliberazione della Giunta Provinciale. SEDUTA del 17/02/2014 283 N di Reg. 26 Provincia di Padova Deliberazione della Giunta Provinciale SEDUTA del 17/02/2014 283 N di Reg. 26 Oggetto: ADOZIONE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA'. TRIENNIO 2014-2016. L anno DUEMILAQUATTORDICI

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2015-2017 (art. 10 del D. Lgs. 14 marzo 2013 n. 33)

Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2015-2017 (art. 10 del D. Lgs. 14 marzo 2013 n. 33) Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2015-2017 (art. 10 del D. Lgs. 14 marzo 2013 n. 33) INTRODUZIONE Il decreto legislativo 14.03.2013 n. 33 avente ad oggetto il Riordino della disciplina

Dettagli

Prot. 811/C24 Villaputzu, 15/03/2015

Prot. 811/C24 Villaputzu, 15/03/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO di SCUOLA dell'infanzia, Primaria e Secondaria di 1 grado VIA NAZIONALE - 09040 VILLAPUTZU (CA) - Con sede aggregata di San Vito Tel. 070/997081 Fax. 070/9978031 - Codice Fiscale:

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL CONTRATTO INTEGRATIVO RELATIVA ALLA RIPARTIZIONE DEL FONDO D ISTITUTO A.S. 2014-15

RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL CONTRATTO INTEGRATIVO RELATIVA ALLA RIPARTIZIONE DEL FONDO D ISTITUTO A.S. 2014-15 1 ISTITUTO COMPRENSIVO B. Croce di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo Grado Piazza F. De Sanctis, 4 66020 PAGLIETA (CH) Tel. 0872/80151 - Fax 0872/808001 Cod. Mec. CHIC809006 C.F. 81001820695

Dettagli

Conservatorio di Musica Giovan Battista Martini

Conservatorio di Musica Giovan Battista Martini Prot. 8513 Bologna, 11/12/2014 RELAZIONE ILLUSTRATIVA ALLEGATA AL CONTRATTO DI ISTITUTO 2013/2014 Ai fini di quanto disposto dal decreto legislativo 27 ottobre 2009, n.150 e dalla circolare n. 7 del 13/05/2010

Dettagli

La procedura della contrattazione decentrata integrativa. Comparto Regioni e Autonomie locali

La procedura della contrattazione decentrata integrativa. Comparto Regioni e Autonomie locali La procedura della contrattazione decentrata integrativa Comparto Regioni e Autonomie locali Marzo 2013 INDICE 1. Introduzione... 2 2. Le fasi della procedura... 3 3. Nomina delegazione di parte pubblica...

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE RISORSE UMANE E ORGANIZZAZIONE Informatizzazione

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE RISORSE UMANE E ORGANIZZAZIONE Informatizzazione REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE RISORSE UMANE E ORGANIZZAZIONE Informatizzazione Proposta nr. 10 del 29/06/2012 - Determinazione nr. 1926 del 03/09/2012 Oggetto: Affidamento del servizio

Dettagli

Direzione generale Organizzazione Servizio Il

Direzione generale Organizzazione Servizio Il Assunzione a tempo indeterminato di personale nel profilo professionale di "operatore alla custodia, vigilanza e accoglienza" della Seconda area - fascia retributiva "Fi", per 10 posti riservati alle categorie

Dettagli

ULISSE-REG CSITA Centro Servizi Informatici e Telematici di Ateneo. dell Università degli Studi di Genova

ULISSE-REG CSITA Centro Servizi Informatici e Telematici di Ateneo. dell Università degli Studi di Genova ULISSE-REG CSITA Centro Servizi Informatici e Telematici di Ateneo Università degli Studi di Genova Viale Cembrano, 4-16148 - Genova (GE) Partita IVA 00754150100 Amministrazione Tel +39 010 353 2050 -

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PIANIFICAZIONE DEGLI INTERVENTI SULLA SICUREZZA DEL LAVORO NEI PORTI DI CARRARA, LIVORNO E PIOMBINO Tra Regione Toscana e

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PIANIFICAZIONE DEGLI INTERVENTI SULLA SICUREZZA DEL LAVORO NEI PORTI DI CARRARA, LIVORNO E PIOMBINO Tra Regione Toscana e PROTOCOLLO D INTESA PER LA PIANIFICAZIONE DEGLI INTERVENTI SULLA SICUREZZA DEL LAVORO NEI PORTI DI CARRARA, LIVORNO E PIOMBINO Tra Regione Toscana e Autorità Portuali di Marina di Carrara, Livorno e Piombino,

Dettagli

STAFF CONTROLLO DI GESTIONE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

STAFF CONTROLLO DI GESTIONE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ STAFF CONTROLLO DI GESTIONE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ INDICE PAG. PREMESSA 2 1. DATI DA PUBBLICARE 3 2. MODALITA DI PUBBLICAZIONE

Dettagli

AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Accordo sottoscritto il 24 febbraio 2000 dall ARAN e dalle Organizzazioni Sindacali di categoria e le Confederazioni Sindacali sulla sequenza contrattuale prevista dall'art.44 del C.C.N.L. 26 maggio 1999

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2015 2016 2017. (allegato al piano triennale anticorruzione)

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2015 2016 2017. (allegato al piano triennale anticorruzione) COMUNE DI CELLAMARE (Prov. di Bari) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2015 2016 2017 (allegato al piano triennale anticorruzione) Approvato con deliberazione di G.C. n. 3 del 29/01/2015

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2015-2017. (art. 10 del D.Lgs 14 marzo 2013 n. 33 )

Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2015-2017. (art. 10 del D.Lgs 14 marzo 2013 n. 33 ) Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2015-2017 (art. 10 del D.Lgs 14 marzo 2013 n. 33 ) 1. Finalità del Piano Le recenti e numerose modifiche normative nell ambito del vasto progetto di

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Funzione Pubblica

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Funzione Pubblica Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Funzione Pubblica Atto di indirizzo all'aran per il rinnovo del CCNL per il comparto Scuola ai sensi dell'art.51 del d.lgs. n.29 del 1993 e successive

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL'ALBO PRETORIO ON-LINE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL'ALBO PRETORIO ON-LINE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL'ALBO PRETORIO ON-LINE Approvato con delibera del Commissario Straordinario con i poteri della Giunta Comunale n. 65 del 25.03.2011 INDICE GENERALE Art. 1 Oggetto

Dettagli

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO R E G I O N E V E N E T O R E J O N V E N E T O P R O V I N C I A D I B E L L U N O P R O V I N Z I A D E B E L U N COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO CAP 32043 Corso Italia, 33 Tel. 0436 4291

Dettagli

COMUNE DI CINQUEFRONDI Provincia di Reggio Calabria

COMUNE DI CINQUEFRONDI Provincia di Reggio Calabria Approvato con Delibera G.C. n. 20 del 30/01/2013 COMUNE DI CINQUEFRONDI Provincia di Reggio Calabria PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ *** 2013 2015 PREMESSA Le recenti e numerose modifiche

Dettagli

Regolamento di utilizzo dei servizi di posta elettronica

Regolamento di utilizzo dei servizi di posta elettronica Regolamento di utilizzo dei servizi di posta elettronica Area Telecomunicazioni Estratto da "http://areatlc.uniroma3.it/" - Ultima modifica: 1 gennaio 2011. Indice Art. 1 - Caratteri generali 1.1 Riferimenti

Dettagli

prestazione lavorativa nell'ambito dell'orario di servizio" (sempre secondo la definizione

prestazione lavorativa nell'ambito dell'orario di servizio (sempre secondo la definizione Chiarimenti su Orario di servizio, orario di lavoro e orario di apertura al pubblico casi in cui i CCNL prevedono la concertazione e casi in cui i CCNL prevedono la contrattazione. Illegittimità dello

Dettagli

REGOLAMENTO UTILIZZO TELEFONIA MOBILE

REGOLAMENTO UTILIZZO TELEFONIA MOBILE REGOLAMENTO UTILIZZO TELEFONIA MOBILE INDICE: Articolo 1 Oggetto del regolamento Articolo 2 Norme di riferimento Articolo 3 Ambito di applicazione e finalità Articolo 4 Soggetti autorizzati Articolo 5

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO DEI DIRIGENTI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Sottoscritto in data 14.7.2011

CONTRATTO INTEGRATIVO DEI DIRIGENTI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Sottoscritto in data 14.7.2011 CONTRATTO INTEGRATIVO DEI DIRIGENTI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Sottoscritto in data 14.7.2011 Il giorno 14 luglio dell anno 2011, alle ore 9,00, presso una sala del Rettorato, le

Dettagli

DECRETO MINISTERIALE 17 aprile 2003

DECRETO MINISTERIALE 17 aprile 2003 DECRETO MINISTERIALE 17 aprile 2003 Criteri e procedure di accreditamento dei corsi di studio a distanza delle università statali e non statali e delle istituzioni universitarie abilitate a rilasciare

Dettagli

COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI MALALBERGO PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL'ALBO PRETORIO INFORMATICO Approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n. 3 del 20/01/2011 Pagina 1 di 1 Art. 1 Oggetto del Regolamento 1. In ossequio ai principi

Dettagli

PUNTO I) DEL BANDO DI GARA

PUNTO I) DEL BANDO DI GARA Istruzioni per la compilazione: 1.La dichiarazione va compilata correttamente in ogni sua parte, barrando, se necessario, le parti che non interessano. 2.Segnalare il caso di coincidenza fra legale rappresentante

Dettagli

Il giorno 13.05.2009 alle ore 09.30, presso la sede dell ARAN, ha avuto luogo l incontro tra: firmato

Il giorno 13.05.2009 alle ore 09.30, presso la sede dell ARAN, ha avuto luogo l incontro tra: firmato Contratto Collettivo nazionale di lavoro del personale non dirigente del comparto delle Istituzioni e degli Enti di Ricerca e Sperimentazione per il biennio economico 2008-2009 Il giorno 13.05.2009 alle

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per l'utilizzo della posta elettronica certificata, a norma dell'articolo 27 della legge 16 gennaio 2003, n. 3.

Regolamento recante disposizioni per l'utilizzo della posta elettronica certificata, a norma dell'articolo 27 della legge 16 gennaio 2003, n. 3. DPR 11 febbraio 2005, n. 68 1, 2 e 3 Regolamento recante disposizioni per l'utilizzo della posta elettronica certificata, a norma dell'articolo 27 della legge 16 gennaio 2003, n. 3. Art. 1 - Oggetto e

Dettagli

COMUNE DI CUNEO PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

COMUNE DI CUNEO PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ COMUNE DI CUNEO PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Anni 2015 2017 INDICE: Introduzione: organizzazione e funzioni dell' amministrazione comunale 1. Le principali novità 1.1 Analisi dell' esistente

Dettagli

REGOLAMENTO DI ISTITUTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO DI ISTITUTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO DI ISTITUTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio di Istituto del 10/07/2015 VISTO l art. 25 della legge 7 agosto 1990, n. 241 e successive modificazioni; VISTI gli

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE GENERALE, DEL PERSONALE E DEI SERVIZI IL CAPO DIPARTIMENTO PROT. N. 031100 VISTA la legge 27 dicembre 2013, n. 147, concernente

Dettagli

J.l. l l. Il Il. CIRCOLARE N. ;)_,l ;20 t4. Alle amministrazioni pubbliche di cui all'art. l, comma 2, del d.lgs. n. 165 del 2001.

J.l. l l. Il Il. CIRCOLARE N. ;)_,l ;20 t4. Alle amministrazioni pubbliche di cui all'art. l, comma 2, del d.lgs. n. 165 del 2001. CORTE DE I CONTI l l 0006983~ 07 /03/2014-SCCLA-PCGEPRE-A DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SERVI/.10 STUDI 1:-; CONSULEN/.A PER IL TRi\TlAMENTO DEI. PERSONALE Presidenza del Consiglio dei Ministri

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA E LA GESTIONE DELLE SPONSORIZZAZIONI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA E LA GESTIONE DELLE SPONSORIZZAZIONI CITTÀ DI AFRAGOLA - Provincia di Napoli ISTITUZIONE DEI SERVIZI DI ISTRUZIONE, CULTURA, POLITICHE GIOVANILI E DEL TEMPO LIBERO DEL COMUNE DI AFRAGOLA Via Firenze, 33 80021 Afragola. Tel. 081-8529706 -0818529709

Dettagli

DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO D'ONERI CAPITOLATO D ONERI per L AFFIDAMENTO DELL INCARICO del SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO per l'istituto BATTISTI di COGLIATE per la DURATA di ANNI UNO ART. 1 - OGGETTO L appalto ha

Dettagli

COMUNE DI MONTICELLO D ALBA Provincia di Cuneo

COMUNE DI MONTICELLO D ALBA Provincia di Cuneo COMUNE DI MONTICELLO D ALBA Provincia di Cuneo PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA ANNI 2014-15-16 APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N.11 DEL 04/12/2013 1. PREMESSA Con la redazione

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DIRIGENTE DEL CNEL BIENNIO ECONOMICO 2000-2001

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DIRIGENTE DEL CNEL BIENNIO ECONOMICO 2000-2001 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DIRIGENTE DEL CNEL BIENNIO ECONOMICO 2000-2001 A seguito del parere favorevole espresso in data 7 dicembre 2001 dalla Presidenza del Consiglio

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 2 marzo 2004 n. 117. (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 105 del 6 maggio 2004)

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 2 marzo 2004 n. 117. (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 105 del 6 maggio 2004) DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 2 marzo 2004 n. 117 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 105 del 6 maggio 2004) Regolamento concernente la diffusione della carta nazionale dei servizi, a norma

Dettagli

Decreto Ministeriale del 22 maggio 2012

Decreto Ministeriale del 22 maggio 2012 Decreto Ministeriale del 22 maggio 2012 Modalità di certificazione del credito, anche in forma telematica, di somme dovute per somministrazione, forniture e appalti da parte delle amministrazioni dello

Dettagli

G.U. 3 luglio 2007, n. 152

G.U. 3 luglio 2007, n. 152 Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 16 marzo 2007. Applicazione dell'articolo 1, comma 593, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (finanziaria 2007), in tema di retribuzione di incarichi

Dettagli

Sig.rB caterina FASOLA

Sig.rB caterina FASOLA ENTE MORALE PER IL R.D. 9 SETTEMBRE 1889 I{ Deliberazione N. OGGETTO: Ratificti del!' iplltesi di ficcem., s.ttftscrittn in dato 27/05/2015, n~lla sedutb di deù~zime trattante p&r 19 distribuziene del

Dettagli

AVVISO DI MOBILITA ESTERNA VOLONTARIA RISERVATO AL PERSONALE ATTUALMENTE IN POSIZIONE DI COMANDO PRESSO IL CONSIGLIO REGIONALE DELLA CALABRIA

AVVISO DI MOBILITA ESTERNA VOLONTARIA RISERVATO AL PERSONALE ATTUALMENTE IN POSIZIONE DI COMANDO PRESSO IL CONSIGLIO REGIONALE DELLA CALABRIA Consiglio Regionale della Calabria Segretariato Generale Allegato A AVVISO DI MOBILITA ESTERNA VOLONTARIA RISERVATO AL PERSONALE ATTUALMENTE IN POSIZIONE DI COMANDO PRESSO IL CONSIGLIO REGIONALE DELLA

Dettagli

Regolamento interno sull'utilizzo di internet e della casella di posta elettronica istituzionale sul luogo di lavoro

Regolamento interno sull'utilizzo di internet e della casella di posta elettronica istituzionale sul luogo di lavoro Via Peruzzi, 9 Carpi (MO) Tel. +39 059 695241 Fax + 39 059 643028 Cod. Fisc. 81004250361 itivinci@itivinci.mo.it - motf030004@istruzione.it - motf030004@pec.istruzione.it - www.itivinci.mo.it - MIUR: MOTF030004

Dettagli

N. 1 TRIESTINA T R I E S T E TRA CO E VIENE STIPULATO IL SEGUENTE

N. 1 TRIESTINA T R I E S T E TRA CO E VIENE STIPULATO IL SEGUENTE Prot. N 14719/GEN/III/3/L dd. 27.3.2013 AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N. 1 TRIESTINA T R I E S T E TRA IL DIRETTORE GENERALE NOMINATO CON DPRG N. 56 PRES. DD. 23.03.2010 E LE DELEGAZIONI DI PARTE SINDACALE

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE DELIBERA N. 39 DEL 30.1.2014-OGGETTO: UOC GESTIONE DEL PERSONALE APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA DELL AZIENDA OSPEDALIERA

Dettagli

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet)

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet) Decreto del Direttore generale nr. 64 del 13/04/2015 Proponente: Alessandra Bini Carrara Gestione Risorse Umane Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet) Visto per

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA D.P.R. 11 febbraio 2005, n. 68: Regolamento recante disposizioni per l'utilizzo della posta elettronica certificata, a norma dell'articolo 27 della legge 16 gennaio 2003, n. 3. (Pubblicato nella G.U. n.

Dettagli

Testo documento base per il confronto sulla regolamentazione dei rapporti di collaborazione. Premessa

Testo documento base per il confronto sulla regolamentazione dei rapporti di collaborazione. Premessa Testo documento base per il confronto sulla regolamentazione dei rapporti di collaborazione Premessa Con il trasferimento del personale ATA dagli enti locali allo Stato in attuazione dell art. 8 della

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA EL' INTEGRIT À (2014-2016)

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA EL' INTEGRIT À (2014-2016) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA EL' INTEGRIT À (2014-2016) Consiglio Nazionale Econo mia e Lavoro 363-13.6-28/01 /2014-CNEL-SG-P PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ (2014-2016)

Dettagli

Piano triennale per la Trasparenza e Integrità 2014/2015/2016

Piano triennale per la Trasparenza e Integrità 2014/2015/2016 Ministero dell Istruzione Università e Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CUGLIERI Viale delle Rimembranze 09073 Cuglieri Tel. 078539603 fax 078539091 mail: oric80500q@istruzione.it, pec: oric80500q.pec@istruzione.it

Dettagli

Le Sezioni Riunite in sede referente. nell'adunanza del 23 dicembre 1999

Le Sezioni Riunite in sede referente. nell'adunanza del 23 dicembre 1999 .l MODULARIO f I C.C. 2 I MODo 2 ( J4 --»-2/ #S'....(- Le Sezioni Riunite in sede referente nell'adunanza del 23 dicembre 1999 Visto l'art. 51, comma 4, del d.lgs. 3 febbraio 1993, n. 29, nel testo sostituito

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITÀ' ANNI 2014-2016. (art. ll,c.2 D.Lgs. 150/09)

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITÀ' ANNI 2014-2016. (art. ll,c.2 D.Lgs. 150/09) COMUNE DI USMATE VELATE Provincia di Monza e della Brianza PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITÀ' ANNI 2014-2016 (art. ll,c.2 D.Lgs. 150/09) 1 Indice 1. Introduzione 2. Dati da pubblicare

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 1 ***

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 1 *** PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 1 *** 2013 2015 1 Approvato con delibera della GC n 30 del 29/01/2013, immediatamente eseguibile. 1 PREMESSA Le recenti e numerose modifiche normative

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA. tra

PROTOCOLLO DI INTESA. tra Prefettura di Torino Ufficio Territoriale del Governo PROTOCOLLO DI INTESA Il Prefetto di Torino nella persona del Dott. Alberto Di Pace tra e il Dirigente dell Ufficio di Ambito Territoriale per la provincia

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE DIRETTIVA 18 dicembre 2003 Linee guida in materia di digitalizzazione dell'amministrazione per l'anno 2004. (in G.U.

Dettagli

Liceo Scientifico Statale Leon Battista Alberti

Liceo Scientifico Statale Leon Battista Alberti Liceo Scientifico Statale Leon Battista Alberti Viale Colombo, 37 09125 CAGLIARI Tel. 070.668805 070.664817; fax 070.655325; web: www.liceoalberti.it; e-mail: caps02000b@istruzione.it PROGRAMMA TRIENNALE

Dettagli

PROTOCOLLO INFORMATICO (Regolamento Laboratori ed Uso

PROTOCOLLO INFORMATICO (Regolamento Laboratori ed Uso PROTOCOLLO INFORMATICO (Regolamento Laboratori ed Uso Consapevole delle TIC) Premessa Il presente documento, redatto dalla Commissione Tecnologie, vuole definire in ambito didattico, nel rispetto delle

Dettagli

Articoli del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33

Articoli del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 Sanzioni per mancata comunicazione dei dati previste dal decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 - Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO AZIENDALE

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO AZIENDALE COMUNE DI SAVIANO PROVINCIA DINAPOLI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO AZIENDALE Stipulatoi1... 1\-of- {c'l 1 Parere collegio revisori i1... 1t - o z - {.) r } Firmatoi1...LNv I{or\ Inuiato A.r.a.n. i...

Dettagli

Documento tratto da La banca dati del Commercialista

Documento tratto da La banca dati del Commercialista Documento tratto da La banca dati del Commercialista DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA - 11.02.2005, N. 68 Regolamento recante disposizioni per l'utilizzo della posta elettronica certificata, a norma

Dettagli

REGOLE DEL SISTEMA DI E-PROCUREMENT DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. CONSIP S.p.A.

REGOLE DEL SISTEMA DI E-PROCUREMENT DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. CONSIP S.p.A. REGOLE DEL SISTEMA DI E-PROCUREMENT DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE CONSIP S.p.A. Versione 2.0 Novembre 2014-1 - 1 STORIA DEL DOCUMENTO Nel corso della vigenza, il presente documento è stato oggetto delle

Dettagli

Regolamento di utilizzo della rete

Regolamento di utilizzo della rete Regolamento di utilizzo della rete Estratto da "http://areatlc.uniroma3.it/" - Ultima modifica: 1 gennaio 2011. Indice Art. 1 - Caratteri generali 1.1 Riferimenti normativi 1.2 Definizioni e soggetti interessati

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2014-2015-2016

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2014-2015-2016 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2014-2015-2016 1. PREMESSA L'art. 10 del Decreto legislativo 14.3.2013, n. 33, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 80 del 5.4.2013, prescrive

Dettagli

http://puntoeduft.indire.it/materialic/modulo1/modulo_1_pa_6.html PDF created with FinePrint pdffactory trial version http://www.pdffactory.

http://puntoeduft.indire.it/materialic/modulo1/modulo_1_pa_6.html PDF created with FinePrint pdffactory trial version http://www.pdffactory. Pagina 1 di 9 La tutela della privacy Il quadro normativo italiano 1.1. La cosiddetta "legge sulla privacy" La più importante legge italiana in materia di "privacy" è la l. 31 dicembre 1996, n. 675, "Tutela

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n 465 del 11/11/2015 Oggetto: Presa d'atto Convenzione per la Delega di pagamento relativa a contratti di finanziamento ai dipendenti dell1stituto - PROFAMILY S.p.a.

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2014 2015-2016

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2014 2015-2016 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2014 2015-2016 VISTO il Decreto legislativo 22 ottobre 2009 n. 150 all art. 11 definisce la trasparenza come accessibilità totale, anche attraverso

Dettagli

DISCIPLINA DELLA MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE

DISCIPLINA DELLA MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Comune di Marradi (Provincia di Firenze) DISCIPLINA DELLA MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Approvato con delibera della Giunta comunale n. 91/2012 Modificato con delibera della Giunta comunale

Dettagli