SCHEMA GENERALE IMPIANTO JTG ICOM

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SCHEMA GENERALE IMPIANTO JTG ICOM"

Transcript

1 ISTR.0047 Rev.6 Pagina 1 di 34 SCHEMA GENERALE ICOM REGOLATORE DI PRESSIONE UNITA DI SCAMBIO SELETTORE CARBURANTE E INDICATORE DI LIVELLO PRESA CARICA FILTRO DI CARICA GRUPPO INIEZIONE GPL CABLAGGIO AL CABLAGGIO VETTURA SERBATOIO TOROIDALE AGLI INIETTORI BENZINA

2 Pagina 2 di GRUPPO INIEZIONE GPL LIQUIDO 1.1 Elettroiniettori Gli elettroiniettori devono essere applicati al collettore di aspirazione in una posizione prossima alla testata compatibilmente con gli altri organi meccanici montati sul collettore di aspirazione. Gli elettroiniettori dovranno essere collegati l uno con l altro così da formare un rail di alimentazione per il circuito del GPL. Il collegamento tra di loro è reso possibile con degli appositi porta-iniettori costituiti da un corpo in ottone opportunamente lavorato per contenere l elettroiniettore, per consentire il montaggio dei raccordi di collegamento e per poter essere fissato sul collettore di aspirazione. Il numero degli elettroiniettori deve corrispondere al numero dei cilindri del motore. 1.2 Porta-iniettori I porta-iniettori possono essere di due differenti tipi: Tipo I 02-D Questa tipologia permette il collegamento dei raccordi in senso orizzontale (trasversale), perpendicolare all asse del porta-iniettore come indicato dalle frecce in foto. Il collegamento tra i porta-iniettori tipo I 02-D può essere eseguito con il tubo flessibile 3/16 oppure, in alternativa, con raccordi rigidi dritti di varie lunghezze come quelli nelle foto seguenti. I 02-D Tipo I 02-V Questa tipologia permette il collegamento dei raccordi in senso inclinato a V come indicato dalle frecce, con il tubo flessibile da 3/16. I 02-V

3 Schema applicazione dei raccordi a tre vie: Pagina 3 di 34 Schema 1: posizionamento porta iniettori per motori 4 cilindri boxer con raccordi a tre vie Schema 2: posizionamento porta iniettori per motori a 6,8,10 e 12 cilindri a V con raccordi a tre vie

4 icom S.p.A. Pagina 4 di 34 Esempi di applicazione dei gruppi di iniezione: Peugeot 206 Renault Modus Toyota Yaris Chevrolet Thaoe Porche Cheyenne S Nissan Almera

5 icom S.p.A. Pagina 5 di 34 Alfa 147 T.S cc Daewoo Matiz Hummer H3 Hummer H2 Opel Astra Honda Civic

6 Pagina 6 di Foratura del collettore di aspirazione ed ugelli utilizzabili a) Forare il collettore di aspirazione facendo attenzione ad indirizzare l iniezione di GPL nella stessa direzione dell iniezione di benzina, evitando che l ugello spruzzi sulle pareti del collettore b) Inserire il tipo di ugello adatto all applicazione: ugello dritto L ugello dritto mostrato in foto deve essere posizionato in modo da direzionare il GPL nella stessa direzione dell iniezione di benzina SIGILLARE CON LOCTITE L ACCOPPIAMENTO TRA UGELLO E COLLETTORE ugello angolato L ugello angolato mostrato in foto consente di direzionare il GPL con un angolo diverso da quello di foratura in modo da riprodurre meglio possibile la direzione dell iniezione benzina SIGILLARE CON LOCTITE L ACCOPPIAMENTO TRA UGELLO E COLLETTORE

7 Pagina 7 di Montaggio calibratore ed iniettore nel porta-iniettore viti di fissaggio dell iniettore 2. piastrina di fissaggio dell iniettore 3. iniettore 4. calibratore 5. anello porta-calibratore 6. guarnizione 7. tubo rilsan 8. porta-iniettore 9. spinette per l attacco rapido dei tubi flessibili inserire il tubo rilsan (7) all interno del porta-iniettore inserire la guarnizione (6) inserire il calibratore (4) nell anello porta-calibratore (5) e, utilizzando l apposita molla (vedi foto) o una pinza per anelli seiger, inserire il tutto nel porta-iniettore (8) lubrificare tutti gli o-ring e montare l iniettore (3) sul porta-iniettore (8) ruotandolo durante il montaggio in modo da non danneggiare gli o-ring stessi montare la piastrina (2) e fissarla tramite le viti (1) con coppia di serraggio pari a 15Nm 8 9 Molla di estrazione calibratore

8 Pagina 8 di Scelta dell iniettore Sono disponibili due tipologie di iniettori GPL applicabili al JTG e differiscono tra loro per caratteristiche meccaniche interne. Una tipologia è definita standard, l altra e definita veloce. Visivamente si differenziano tra loro semplicemente per il colore dell isolamento plastico esterno. L iniettore standard è di colore blu scuro, mentre l iniettore veloce è di colore verde chiaro. La scelta dell iniettore deve essere fatta controllando il valore dei tempi di iniezione del motore mentre questo è alimentato a benzina. Per tempi di iniezione fino a 2.4 ms dovranno essere utilizzati iniettori verdi (veloci). Per tempi di iniezione superiori a 2.4 ms. dovranno essere utilizzati iniettori blu (standard). Il tempo di iniezione deve essere misurato sia al regime di minimo che a regime pari a g./1 Il valore di riferimento sarà dunque la media delle due misurazioni di cui sopra (min. e g./1 ). Iniettore Blu Standard Iniettore Verde Veloce

9 Pagina 9 di Scelta del calibratore Al fine di effettuare una corretta calibrazione, prima di installare l impianto GPL e di scegliere il calibratore, controllare gli effettivi valori delle sonde a breve ed a lungo termine della vettura nella modalità a benzina, in quanto la centralina della vettura tiene conto dei fattori di deterioramento della vettura stessa. Questa verifica si rende necessaria in considerazione del fatto che l impianto deve essere installato su vetture con strategie di gestione e chilometraggi diversi. Per la scelta del calibratore seguire le fasi descritte nel seguente schema: Flussaggio iniettore benzina tramite banco di calibrazione AUTO ASPIRATA Per portate fino a 100ml utilizzare un calibratore che dia la stessa portata rilevata dalla misura dell iniettore benzina; per portate oltre 100ml, utilizzare un calibratore che dia una portata maggiore del 10-15% rispetto alla portata dell iniettore benzina AUTO TURBO Utilizzare un calibratore che dia una portata maggiore del 20% rispetto alla portata dell iniettore benzina continua alla pagina seguente

10 Pagina 10 di 34 Controllo della pressione GPL come da manuale Misurazione della pressione MISCELA GRASSA: montare un calibratore più piccolo e rieffettuare la misurazione MISCELA GRASSA Far funzionare il motore senza carichi aggiuntivi (condizionatore, luci, ecc) e, tramite un palmare, ricavare i tempi ed i valori di iniezione a benzina e a GPL MISCELA MAGRA MISCELA MAGRA: montare un calibratore più grande e rieffettuare la misurazione Durante la misurazione dei tempi di iniezione tenere conto della pressione del GPL all interno dell impianto: per pressioni comprese tra 7,5 e 9 bar i tempi di iniezione devono essere gli stessi del funzionamento della vettura a benzina; per pressioni maggiori di 9 bar i tempi di iniezione devono essere indicativamente minori del 5% (ESEMPIO: benzina 3.0ms GPL 2.85ms); per pressioni minori di 7,5 bar i tempi di iniezione devono essere indicativamente maggiori del 5% (ESEMPIO: benzina 3.0ms GPL 3.15ms). ATTENZIONE: al momento della prima calibrazione si deve tenere conto del fatto che nel serbatoio è presente aria, quindi è necessario partire da una calibrazione inferiore del 2-3% rispetto al valore rilevato con gli iniettori benzina: ad esempio se il tempo di iniezione a benzina è 3ms, per avere una miscela più magra occorrerà avere un tempo di iniezione a GPL pari a 3.1ms

11 Pagina 11 di REGOLATORE DI PRESSIONE Il regolatore di pressione R01 deve essere montato sulla tubazione di ritorno che collega il rail elettroiniettori con il serbatoio e serve a mantenere il P di pressione minimo al valore predefinito in modo tale da mantenere il GPL nel rail sempre in fase liquida. 2.1 Misurazione della pressione 1. Assicurarsi che il rubinetto A sia chiuso 2. Svitare il tappo B presente sul regolatore di pressione 3. Avvitare sul regolatore di pressione il raccordo filettato presente all estremità del tubo del manometro 4. Aprire il rubinetto A 5. Accendere la vettura, far funzionare il motore in commutazione, spegnere il motore ed effettuare una prima lettura dell indicazione della pressione. R01 AL SERBATOIO A B DAL RAIL Questa operazione può anche essere eseguita tramite un cablaggio provvisorio che, collegato su una batteria, consenta di eccitare l elettrovalvola del serbatoio. 6. accendere il motore e, una volta avvenuta la commutazione a GPL, effettuare la seconda lettura IMPORTANTE: per il corretto funzionamento dell impianto si dovrà avere un differenziale di pressione compreso tra un minimo di 2.5 bar ed un massimo di 3.5 bar. Per differenziale si intende la differenza di pressione misurata a motore acceso in modalità GPL e la pressione misurata a motore spento.

12 3. UNITÀ DI SCAMBIO Pagina 12 di 34 L unità di scambio a controllo elettronico UCE01 deve essere istallata lontano dalle fonti di calore, e al riparo dall acqua. Nelle foto seguenti sono mostrati due esempi di applicazione su Bmw 520 e Audi A3. UCE01

13 Pagina 13 di PULSANTE DI COMMUTAZIONE Il pulsante di commutazione ILC01 del JTG è di ridotte dimensioni e quindi facilmente posizionabile sui cruscotti dei veicoli. Nelle foto seguenti sono mostrati due esempi di applicazione su Lexus RX300 e Alfa 147. ILC01

14 5. CABLAGGIO Pagina 14 di 34 Un unico e semplice cablaggio collega tutti i componenti dell impianto. Le connessioni tra il cablaggio ed i vari componenti avvengono in maniera rapida e semplice poiché tutti i vari terminali del cablaggio sono muniti di connettori di tipo automobilistico e conformi alle vigenti normative e direttive europee che, oltre alla semplicità di inserimento, garantiscono anche sicurezza estrema in ogni singola connessione ALLA CENTRALINA 1. cavo rosso al positivo della batteria con fusibile da 7.5 A (max 10 A) 2. cavo marrone al negativo della batteria 3. cavo nero al positivo sotto chiave con fusibile da 10 A (max 15 A) AL SERBATOIO AGLI INIETTORI Schema generale del cablaggio Inserimento del connettore a 36 pin sull unità di scambio JTG ICOM Connettori verdi da inserire sugli iniettori GPL

15 Pagina 15 di Collegamenti da effettuare sull impianto dell autovettura: connettore nero (1) al cablaggio vettura; connettore grigio (2) all iniettore benzina Da collegare al connettore proveniente dal serbatoio IMPORTANTE 1. nell effettuare i collegamenti accertarsi di mantenere lo stesso ordine delle connessioni degli iniettori benzina/gpl 2. verificare che la polarità sia corretta, altrimenti inserire l apposito invertitore di polarità 3 4 ATTENZIONE: nel caso di vettura a 5 cilindri si deve utilizzare il cablaggio 6 cilindri facendo attenzione a lasciare il primo connettore (indicato dalla freccia in foto) non collegato Collegare il connettore 4 all elettrovalvola di bypass presente sul regolatore di pressione (se prevista es. regolatore di pressione con by/pass e depressore per kit maggiorato). Tagliare il connettore 3 (se presente sul cablaggio) ed isolare i del connettore stesso.

16 SCHEMA ELETTRICO CABLAGGIO 4 CILINDRI EUROPA Pagina 16 di 34

17 Pagina 17 di CONNETTORE SERBATOIO Pos. Cont. Funzione Pin Colore mm2 1 IN PIN SEGNALE PRESS. SULLA LINEA DI MANDATA VERDE/NERO END PIN MASSA CONNETTORE SERBATOIO MARRONE OUT PIN PER ALIM. CONNETTORE SERBATOIO BLU/NERO IN PIN INPUT 12V BATTERIA ROSSO 1 5 IN PIN INPUT SEGNALE LIVELLO VERDE Connettore all esterno della flangia CONNETTORE TRA CABLAGGIO ANTERIORE E POSTERIORE Pos. Cont. Funzione Pin Colore mm2 1 IN PIN SEGNALE PRESS. SULLA LINEA DI MANDATA VERDE/NERO END PIN MASSA CONNETTORE SERBATOIO MARRONE OUT PIN PER ALIM. CONNETTORE SERBATOIO BLU IN PIN INPUT 12V BATTERIA ROSSO 1 5 IN PIN INPUT SEGNALE LIVELLO VERDE Connettore tra cablaggio anteriore e posteriore 5b 6b 1a 2a 1b 2b 3b 4b B A Connettore commutatore e segnalatore acustico CONNETTORE AVVISATORE ACUSTICO Pos. Cont. Funzione Pin Colore mm2 1a OUT PIN USCITA AVVISATORE ACUSTICO ROSA O.5 2a IN PIN MASSA CONNET. AVVISATORE ACUSTICO NERO/MARRONE 0.5 CONNETTORE COMMUTATORE Pos. Cont. Funzione Pin Colore mm2 1b IN PIN INPUT SCELTA CARBURANTE GIALLO 0.5 2b IN PIN INPUT SEGNALE DI LIVELLO VERDE 0.5 3b OUT PIN USCITA SPIA DIAGNOSTICA ARANCIO 0.5 4b OUT PIN MASSA CONNET. AVVISATORE ACUSTICO NERO/MARRONE 0.5 5b END PIN MASSA DELL'UNITA' DI CONTROLLO UCE01 MARRONE b IN PIN PER ALIM. UNITA' DI CONTROLLO UCE01 NERO 0.75 Connettere il commutatore rispettando l ordine dato dai colori dei fili. A questo punto manca da connettere il filo marrone/nero del commutatore che va connesso ad un capo del ponte del connettore realizzato con filo nero (A). Connettere il cicalino con la connessione ROSA-ROSA e connettere il filo nero/marrone del cicalino all altro capo del ponte sul cablaggio realizzato con filo nero (B).

18 Pagina 18 di 34 Collegamento sotto-chiave dell impianto Nel collegamento sotto-chiave dell impianto JTG, si deve tenere conto che il filo a cui ci si deve collegare sull impianto elettrico della vettura su cui si sta eseguendo l installazione potrebbe essere non adeguatamente dimensionato per sopportare il carico aggiuntivo. Al tal fine il corretto collegamento con il sotto chiave della vettura deve essere eseguito tramite un relè come di seguito illustrato. Relè 40 Amp. 87 Al cavo nero del cablaggio JTG +12 V. sotto quadro V. Batteria 30 Massa batteria Collegamento dell interruttore di temperatura OPZIONALE L interruttore di temperatura consente alla vettura di effettuare la commutazione solamente dopo che il motore abbia raggiunto la temperatura di esercizio pari al valore di taratura dell interruttore. L interruttore è normalmente aperto e chiude il contatto alla temperatura di 40 C. Una volta chiuso il contatto l unità di scambio inizierà il conteggio dei 55 sec. per la commutazione. L interruttore si riporterà in posizione aperto con la temperatura del motore a 30 C. Si consiglia di montare l interruttore di temperatura sul tubo che porta l acqua al circuito di riscaldamento dell abitacolo utilizzando il manicotto di ottone raffigurato di fianco Relè 40 Amp. Al cavo nero del cablaggio JTG 87 Interruttore temperatura V. sotto quadro V. Batteria Collegare a massa

19 Pagina 19 di TUBAZIONI E RACCORDI Le connessioni tra le varie tubazioni possono essere eseguite tramite i raccordi di cui viene descritto l assemblaggio In foto sono indicati i vari componenti della connessione 1. tubo flessibile 2. raccordo filettato 3. anello di serraggio 4. bicono di estremità tagliare il tubo flessibile (1) della misura desiderata facendo attenzione a pulizia e precisione del taglio inserire nell ordine: il raccordo filettato (2), l anello di serraggio (3), il bicono di estremità (4) portare il bicono (4) a contatto con l estremità tagliata del tubo flessibile, come indicato in foto, prima di serrare la giunzione tramite l anello (3) tramite l apposita pinza di serraggio mostrata in foto, portare l anello di serraggio a contatto con il bicono di estremità nella sequenza mostrata dalle foto seguenti

20 7. PRESE DI CARICA Pagina 20 di Tipologie disponibili presa carica per sportello benzina 7 Componenti presenti nel kit di presa carica: presa carica 2. guarnizione di tenuta tra presa carica esterna e raccordo montato sulla vettura 3. dado M18x1 per il fissaggio del raccordo sulla vettura 4. Rondella 5. raccordo per presa carica 6. bicono per tubo rame da 8 7. raccordo per il fissaggio del tubo rame da 8 Corretta sequenza per il montaggio della presa carica sulla vettura: FORARE LA PARTE DELLA CARROZZERIA ALL INTERNO DELLO SPORTELLO BENZINA PER L INSERIMENTO DEL KIT PER PRESA CARICA ASSEMBLARE L ESTREMITÀ DEL TUBO DI CARICA SUL RACCORDO (5) TRAMITE IL BICONO (6) E IL RACCORDO (7) MONTARE IL RACCORDO (5) SULLA CARROZZERIA INSERIRE LA RONDELLA DI TENUTA (4) SULLA PARTE FILETTATA DEL RACCORDO AVVITARE IL DADO (3) SUL RACCORDO (5) AVVITARE E SERRARE LA PRESA CARICA SUL RACCORDO AL MOMENTO DELLA CARICA

21 Pagina 21 di 34 presa carica per paraurti Descrizione dei componenti della presa carica per paraurti: 1 e 2 ghiere in plastica tra le quali deve essere bloccato il paraurti della vettura 3 presa carica 4 viti per il fissaggio della presa carica sulla ghiera in plastica In figura è indicato il punto in cui deve venirsi a trovare il paraurti della vettura al momento del serraggio delle ghiere in plastica su di esso Fissare la presa carica con le apposite viti ed applicare il tappo di protezione esterno Nel caso in cui non sia possibile, o comunque non conveniente l applicazione della presa carica sul paraurti della vettura, per il fissaggio si può utilizzare la staffa in foto, anche essa compresa nel kit

22 Pagina 22 di Sistema di filtraggio sul tubo di carica Il filtraggio del GPL in fase di riempimento del serbatoio avviene tramite l installazione di un filtro sul tubo di carica, come indicato in figura, che consente di proteggere la pompa e gli altri componenti dell impianto dalle impurità presenti nel GPL. Montaggio del filtro: 1. Il filtro deve essere montato sul tubo di carica tra la presa ed il serbatoio del Gpl 2. La freccia sul filtro indica il verso di installazione: dalla presa di carica al serbatoio 3. Per fissare i tubi sul filtro utilizzare i raccordi per tubo flessibile Icom in dotazione nel kit

23 Pagina 23 di POSIZIONAMENTO SERBATOIO Serbatoio JTG toroidale F86 I.I. Entrambe le tipologie di serbatoi previste per l impianto JTG dispongono di supporti saldati sui serbatoi stessi. Tali supporti consentono all installatore di montare il serbatoio in maniera rapida e sicura garantendo un ancoraggio robusto direttamente sul telaio del veicolo. I serbatoi toroidali e cilindrici contengono la pompa carburante nel loro interno, pertanto devono essere montati facendo si che la pompa venga a trovarsi nella posizione corretta per favorire il pescaggio del GPL durante le accelerazioni con il veicolo in movimento. Per il serbatoio toroidale, fissare il serbatoio con la targhetta disposta in posizione trasversale rispetto al veicolo, in modo che la pompa venga a trovarsi rivolta verso il posteriore del veicolo. Per il corretto montaggio del serbatoio sul veicolo, posizionare il serbatoio nel punto in cui dovrà essere fissato. Evidenziare l esatto posizionamento dei piedini e forare il pianale. A questo punto portare a coincidere i fori effettuati con i piedini del serbatoio e fissarlo con le apposite viti Posizionare i piedini in corrispondenza dei fori e fissare il serbatoio sull autovettura tramite le 3 apposite viti

24 Pagina 24 di 34 Serbatoio JTG toroidale F86 GS Nel caso di serbatoio GS toroidale, il fissaggio del serbatoio deve avvenire tramite i 3 tiranti orientabili mostrati dalle frecce in figura, che vengono montati sulla superficie laterale interna del vano della ruota di scorta I serbatoi F86 GS previsti per l impianto JTG dispongono di supporti saldati sui serbatoi stessi. Tali supporti consentono all installatore di montare il serbatoio in maniera rapida e sicura garantendo un ancoraggio robusto direttamente sul telaio del veicolo. I serbatoi GS contengono la pompa carburante nel loro interno, pertanto devono essere montati facendo si che la pompa venga a trovarsi nella posizione corretta per favorire il pescaggio del GPL durante le accelerazioni con il veicolo in movimento. Per il posizionamento, fissare il serbatoio con la targhetta disposta verso il posteriore del veicolo (vedi foto), in modo che la pompa venga a trovarsi nella stessa posizione. SERBATOIO ESTERNO Posizionare i piedini in corrispondenza dei fori e fissare il serbatoio sull autovettura tramite le 3 apposite viti SERBATOIO INTERNO

25 Pagina 25 di 34 Serbatoio JTG cilindrico Per il serbatoio cilindrico, sarà sufficiente montare il serbatoio sugli appositi piedini. Nel caso di montaggio con fasce, mantenere la ghiera inclinata di 20

26 Pagina 26 di SISTEMI PER LO SVUOTAMENTO DEI SERBATOI Nel caso in cui occorra eseguire interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria su un serbatoio GPL, si può utilizzare il sistema mostrato nelle foto seguenti. L impianto carrellato è costruito per aspirare e stoccare provvisoriamente, al suo interno, il GPL contenuto in un serbatoio da svuotare, consentendo poi la restituzione dello stesso GPL al serbatoio ad intervento ultimato. L impianto portatile ha lo stesso funzionamento del precedente con l unica differenza di non avere il serbatoio per lo stoccaggio compreso nel sistema icom L EVOLUZIONE DEL GPL 1. Impianto di aspirazione per GPL carrellato 2. Impianto di aspirazione per GPL portatile

27 Pagina 27 di CONTROLLI DA EFFETTUARE A FINE INSTALLAZIONE 11.1 Controllo della pressione Ad impianto ultimato, misurare la pressione del GPL nel rail o nell impianto a motore acceso in modalità GPL e a motore spento. La differenza di pressione tra le due modalità dovrà essere compresa tra un minimo di 2 bar ed un massimo di 3.5 bar A B 1. Assicurarsi che il rubinetto A sia chiuso 2. Svitare il tappo B presente sul regolatore di pressione 3. Applicare il manometro sul regolatore di pressione 4. Aprire il rubinetto A 5. accendere la vettura, far funzionare il motore in commutazione, spegnere il motore ed effettuare una prima lettura dell indicazione della pressione 6. accendere il motore e, una volta avvenuta la commutazione a GPL, effettuare la seconda lettura DIFFERENZA DI PRESSIONE COMPRESA TRA 2.5 E 3.5 bar

28 Pagina 28 di Controllo dell assorbimento della pompa di alimentazione in condizioni di funzionamento Un eccessivo assorbimento della pompa è indice di un malfunzionamento dell impianto: è importante eseguire tale controllo secondo le modalità di seguito riportate Applicare una pinza amperometrica sul filo di alimentazione della pompa (blu/nero), in corrispondenza del connettore esterno del serbatoio, come indicato in figura, il valore massimo da riscontrare deve essere 6.5A Assorbimento massimo: 6.5 A Il controllo può anche essere effettuato sulla parte anteriore dell impianto, in corrispondenza del fusibile generale, estraendo il fusibile e applicando un tester sul porta-fusibile: al massimo si dovrà rilevare un assorbimento pari a 8.0 A (avendo tenuto conto di +1A dovuto all elettrovalvola di alimentazione e +0.5 A dovuti alla centralina) + na (dove n rappresenta il numero di elettrovalvole aggiuntive se presenti) Assorbimento massimo: 8.0 A

29 Pagina 29 di Controllo tempi di iniezione Durante la misurazione dei tempi di iniezione tenere conto della pressione del GPL all interno dell impianto: per pressioni comprese tra 7,5 e 9 bar i tempi di iniezione devono essere gli stessi del funzionamento della vettura a benzina; per pressioni maggiori di 9 bar i tempi di iniezione devono essere indicativamente minori del 5% (esempio: benzina 3.0ms GPL 2.85ms); per pressioni minori di 7,5 bar i tempi di iniezione devono essere indicativamente maggiori del 5% (esempio: benzina 3.0ms GPL 3.15ms). ATTENZIONE: al momento della prima calibrazione si deve tenere conto del fatto che nel serbatoio è presente aria, quindi è necessario partire da una calibrazione inferiore del 2-3% rispetto al valore rilevato con gli iniettori benzina Ad esempio se il tempo di iniezione a benzina è 3ms, per avere una miscela più magra occorrerà avere un tempo di iniezione a GPL pari a 3.1 ms. Collegare lo strumento per la lettura dei tempi di iniezione come mostrato in figura, far commutare la vettura da benzina a GPL, attendere la stabilizzazione ed effettuare la lettura Avendo a disposizione uno strumento in grado di rilevare le condizioni di lavoro dei correttori, si può effettuare tale controllo: i correttori devono rimanere entro un range di ±5% rispetto ai valori rilevati nel funzionamento a benzina della vettura.

30 Pagina 30 di Kit JTG Maggiorato Il JTG così come fin ora descritto nei paragrafi precedenti, che di seguito definiremo JTG Standard, è perfettamente installabile su tutti i motori a ciclo Otto, alimentati con sistema di iniezione elettronica multi punto sequenziale, con potenza fino a 140 Kw. Se il veicolo sul quale deve essere installato il JTG ha più di 140 Kw., si dovrà procedere all installazione di un sistema JTG di tipo Maggiorato. Il JTG Maggiorato differisce dallo standard per via di alcuni componenti di caratteristiche tecniche differenti dallo standard. Il JTG Maggiorato garantisce una pressione di esercizio ed una portata di alimentazione superiori a quelle garantite dal JTG Standard grazie all utilizzo di: a) pompa GPL dalle caratteristiche tecniche superiori, b) tubazione di alimentazione di dimensioni superiori (1/4 contro i 3/16 del JTG Standard) c) flangia maggiorata nei passaggi del GPL d) regolatore con by-pass e compensatore di pressione specifico per il JTG Maggiorato. Tali caratteristiche lo rendono idoneo all alimentazione di motori particolarmente potenti (con più di 140 Kw.), siano essi aspirati o sovralimentati Controllo della pressione su JTG Maggiorato Effettuare il controllo della pressione esattamente coma al paragrafo 11.1 tenendo però ben presente che in questo caso (JTG Maggiorato) la differenza di pressione dovrà essere compresa tra 4 e 5 bar Controllo dell assorbimento della pompa di alimentazione in condizioni di funzionamento Effettuare il controllo dell assorbimento della pompa esattamente come al paragrafo 11.2 tenendo però ben presente che in questo caso (JTG Maggiorato) l assorbimento misurato con la pinza amperometrica dovrà essere pari a xxa. max mentre quello misurato sul porta fusibile dovrà essere pari a Xx A. max 12.3 Regolatore di pressione con by-pass e compensatore L utilizzo del regolatore di pressione con compensatore è particolarmente indicato quando si installa il JTG Maggiorato su veicoli con potenza superiore a 140 Kw. Tuttavia può essere installato anche su motori per i quali è prevista l installazione del JTG Standard. Il regolatore con depressore garantisce una compensazione della pressione di alimentazione durante le fasi di accelerazione del motore. Quando il numero di giri del motore sale rapidamente a seguito di una accelerazione, si può avere un calo della pressione di alimentazione che in alcuni casi (motori molto spinti e/o elaborati) può determinare uno smagrimento eccessivo della miscela aria/gpl. Se il calo di pressione durante l accelerazione è superiore ad un (1) bar, si consiglia l installazione del regolatore con compensatore anche sul JTG Standard. Sul JTG Maggiorato è sempre consigliabile l installazione del regolatore di pressione con compensatore. A seguire le istruzioni di taratura del regolatore di pressione con compensatore

31 Istruzione di taratura Pagina 31 di 34 MISURAZIONE DELLA PRESSIONE Rimuovere il tappo del regolatore ed applicare il manometro per la misurazione della pressione nel rail AL SERBATOIO COMPENSATORE DAL RAIL MANOMETRO APPLICATO Aprire completamente il compensatore ruotandolo nel verso indicato in figura fino a portarlo a battuta. Effettuare la lettura della pressione ed accertarsi che ci sia il corretto P di pressione: P JTG Standard compreso tra 2.5 e 3.5 bar P JTG Maggiorato compreso tra 4 e 5 bar MANOMETRO APPLICATO +1bar Richiudere il compensatore ruotandolo nel verso indicato in figura fino ad ottenere un incremento di pressione pari ad 1 bar, rilevabile tramite il manometro. A questo punto fissare il compensatore in posizione tramite l apposito dado di bloccaggio DADO DI BLOCCAGGIO

32 Pagina 32 di 34 Applicare il tubo per il collegamento sul collettore di aspirazione a valle della farfalla. Effettuare una prova con manometro collegato e verificare che, dopo aver effettuato il collegamento al collettore di aspirazione, si ripristini la pressione misurata prima dell incremento di 1 bar dato dal compensatore COLLEGAMENTO AL COLLETTORE DI ASPIRAZIONE DEL MOTORE

33 Pagina 33 di Collegamento elettrico pompa su JTG Maggiorato Fase 1 Filo blu-nero serbatoio JTG - Tagliare il filo di colore blu nero del cablaggio JTG (corrispondente ai pin 34 e 35 della UCE01) Fase 2 Filo blu-nero serbatoio JTG

34 Pagina 34 di 34 Fase 3 Filo blu-nero serbatoio JTG 87 Relè 30A Collegare il capo A sul pin 85 del relè Batteria - Collegare il capo B sul pin 87 del relè - Collegare il 12 V. batteria (o un segnale di massa) al pin 86 del relè - Collegare il + 12 V. batteria al pin 30 del relè N.B. Per il collegamento elettrico sopra descritto utilizzare un relè da 30 A. ed un fusibile da 15 A. (max 20 A.).

Manuale d installazione TARTARINI AUTO. ALFA ROMEO GIULIETTA 1.400cc 125 Kw Turbo MultiAir Gpl

Manuale d installazione TARTARINI AUTO. ALFA ROMEO GIULIETTA 1.400cc 125 Kw Turbo MultiAir Gpl Manuale d installazione TARTARINI AUTO ALFA ROMEO GIULIETTA 1.400cc 125 Kw Turbo MultiAir Gpl Tartarini Auto S.p.a Via Bonazzi 43 40013 Castel Maggiore (Bo) Italy Tel.:+39 051 632 24 11 Fax: 051 632 24

Dettagli

Manuale d installazione TARTARINI AUTO. PORSCHE CAYENNE DFI 3.600cc 24v Gpl

Manuale d installazione TARTARINI AUTO. PORSCHE CAYENNE DFI 3.600cc 24v Gpl Manuale d installazione TARTARINI AUTO PORSCHE CAYENNE DFI 3.600cc 24v Gpl Tartarini Auto S.p.a Via Bonazzi 43 40013 Castel Maggiore (Bo) Italy Tel.:+39 051 632 24 11 Fax: 051 632 24 00 E-mail: info@tartariniauto.it

Dettagli

Scheda di installazione

Scheda di installazione ZAVOLI s.r.l. Via Pitagora n 400 47023 CESENA Fr. Case Castagnoli (FC) Italy Tel. 0547/ 646409 Telefax 0547 / 646411 Web site: www.zavoli.com E-mail: zavoli@zavoli.com Scheda di installazione SCHEDA N

Dettagli

AVVERTENZE Oltre alla presente scheda d'installazione consultare il Manuale Componenti e Installazione OMEGAS

AVVERTENZE Oltre alla presente scheda d'installazione consultare il Manuale Componenti e Installazione OMEGAS MATERIALE OCCORRENTE: Kit OMEGAS GPL 4 cilindri turbo (cod. 604 744 000) File: A4_18_01_AVJ_K_G_xxx_xxx Cablaggio iniettori 4 cilindri tipo BOSCH dritto(cod. 612 326 001) Serbatoi consigliati: toroidale

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE SISTEMA SEQUENT FASTNESS A GPL SU CHEVROLET TACUMA 1.6i 16V (EURO 4)

MANUALE DI INSTALLAZIONE SISTEMA SEQUENT FASTNESS A GPL SU CHEVROLET TACUMA 1.6i 16V (EURO 4) MANUALE DI INSTALLAZIONE SISTEMA SEQUENT FASTNESS A GPL SU CHEVROLET TACUMA 1.6i 16V (EURO 4) Anno: dal 2005 kw: 79 Sigla Motore: A16DMS Iniezione: elettronica multipoint Accensione: elettronica PRIMA

Dettagli

Scheda di installazione

Scheda di installazione ZAVOLI s.r.l. Via Pitagora n 400 47023 CESENA Fr. Case Castagnoli (FC) Italy Tel. 0547/ 646409 Telefax 0547 / 646411 Web site: www.zavoli.com E-mail: zavoli@zavoli.com Scheda di installazione SCHEDA N

Dettagli

Scheda di installazione

Scheda di installazione ZAVOLI s.r.l. Via Pitagora n 400 47023 CESENA Fr. Case Castagnoli (FC) Italy Tel. 0547/ 646409 Telefax 0547 / 646411 Web site: www.zavoli.com E-mail: zavoli@zavoli.com Scheda di installazione SCHEDA N

Dettagli

Scheda di installazione

Scheda di installazione ZAVOLI s.r.l. Via Pitagora n 400 47023 CESENA Fr. Case Castagnoli (FC) Italy Tel. 0547/ 646409 Telefax 0547 / 646411 Web site: www.zavoli.com E-mail: zavoli@zavoli.com Scheda di installazione SCHEDA N

Dettagli

SCHEDA N : TIPO VEICOLO: TIPO INIEZIONE: SIGLA MOTORE: ANNO DI FABBRICAZIONE: OMOLOGAZIONE:

SCHEDA N : TIPO VEICOLO: TIPO INIEZIONE: SIGLA MOTORE: ANNO DI FABBRICAZIONE: OMOLOGAZIONE: data: 03/01/004 RAV4_0_04_1AZFE_Lm_G_000 TOYOTA RAV 4 -.000cc. MATERIALE OCCORRENTE: Kit OMEGAS GPL 4 cilindri (cod. 604 777 000) File: RAV4_0_03_1AZFE_Lm_G_xxx_xxx Cablaggio iniettori 4 cilindri UNIVERSALE

Dettagli

AUTOMOBILI NON TRASFORMABILI

AUTOMOBILI NON TRASFORMABILI LINEE GUIDA PER IL MONTAGGIO GPL INIEZIONE SEQUENZIALE IN FASE GASSOSA AUTOMOBILI TRASFORMABILI AUTOMOBILI AD INIEZIONE CON MOTORE ASPIRATO AUTOMOBILI AD INIEZIONE CON MOTORE TURBO AUTOMOBILI NON TRASFORMABILI

Dettagli

Scheda di installazione

Scheda di installazione ZAVOLI s.r.l. Via Pitagora n 400 47023 CESENA Fr. Case Castagnoli (FC) Italy Tel. 0547/ 646409 Telefax 0547 / 646411 Web site: www.zavoli.com E-mail: zavoli@zavoli.com Scheda di installazione SCHEDA N

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE SISTEMA SEQUENT FAST A GPL SU CHEVROLET NUBIRA

MANUALE DI INSTALLAZIONE SISTEMA SEQUENT FAST A GPL SU CHEVROLET NUBIRA MANUALE DI INSTALLAZIONE SISTEMA SEQUENT FAST A GPL SU CHEVROLET NUBIRA 1.8i 16V Station Wagon (Euro 4) Anno: dal 2005 kw: 89 Sigla Motore: F18D3 Iniezione: elettronica multipoint (Ecu 2 connettori) Accensione:

Dettagli

Scheda di installazione

Scheda di installazione ZAVOLI s.r.l. Via Pitagora n 400 47023 CESENA Fr. Case Castagnoli (FC) Italy Tel. 0547/ 646409 Telefax 0547 / 646411 Web site: www.zavoli.com E-mail: zavoli@zavoli.com Scheda di installazione SCHEDA N

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE SISTEMA SEQUENT A GPL SU CHEVROLET KALOS 1.2i 8V

MANUALE DI INSTALLAZIONE SISTEMA SEQUENT A GPL SU CHEVROLET KALOS 1.2i 8V Anno: dal 2005 kw: 53 Sigla Motore: B12S1 Iniezione: elettronica multipoint Kemsco Accensione: elettronica MANUALE DI INSTALLAZIONE SISTEMA SEQUENT A GPL SU CHEVROLET KALOS 1.2i 8V I kit sono sprovvisti

Dettagli

1 INTRODUZIONE EASYJET è un sistema di conversione gas, ad iniezione sequenziale, progettato per alimentare autoveicoli con GPL o metano allo stadio gassoso. Può essere utilizzato sia per sistemi full

Dettagli

AVVERTENZE Oltre alla presente scheda d'installazione consultare il Manuale Componenti e Installazione OMEGAS

AVVERTENZE Oltre alla presente scheda d'installazione consultare il Manuale Componenti e Installazione OMEGAS MATERIALE OCCORRENTE: Kit OMEGAS METANO cilindri turbo (cod. 60 807 000) File: C200K_20_97_9_K_M_xxx_xxx Cablaggio iniettori cilindri tipo BOSCH dritto (cod. 612 326 001) Variatore d anticipo STAP 100

Dettagli

MATERIALE OCCORRENTE:

MATERIALE OCCORRENTE: SCHEDA N : SISTEMA: NOME COSTRUTTORE: TIPO DEL VEICOLO: MODELLO / CILINDRATA: CATEGORIA VEICOLO: TIPO INIEZIONE: SIGLA MOTORE / POTENZA: NORMATIVA ANTINQUINAMENTO: APPROVAZIONE R 115: MATERIALE OCCORRENTE:

Dettagli

MATERIALE OCCORRENTE:

MATERIALE OCCORRENTE: SCHEDA N : SISTEMA: NOME COSTRUTTORE: TIPO DEL VEICOLO: MODELLO / CILINDRATA: CATEGORIA VEICOLO: TIPO INIEZIONE: SIGLA MOTORE / POTENZA: NORMATIVA ANTINQUINAMENTO: APPROVAZIONE R 115: MATIZ_08_05_A08S3_Ls_G_000

Dettagli

TIPO VEICOLO: Fiat Ulysse 2.0 8V TIPO INIEZIONE: Multipoint Marelli 8P 22 SIGLA MOTORE: RFU 89kW ANNO DI FABBRICAZIONE: 05/95

TIPO VEICOLO: Fiat Ulysse 2.0 8V TIPO INIEZIONE: Multipoint Marelli 8P 22 SIGLA MOTORE: RFU 89kW ANNO DI FABBRICAZIONE: 05/95 MATERIALE OCCORRENTE: Kit IGS GPL 4 cilindri (Cod. 604702000 ) File: Ulysse_20_95_000_G_00.S9 Emulatore LR 25 (Cod. 62807000) Safety relay (Cod. 628042000) Serbatoi consigliati (toroidale lt. 50 Ø 220

Dettagli

MATERIALE OCCORRENTE:

MATERIALE OCCORRENTE: SCHEDA N : SISTEMA: NOME COSTRUTTORE: TIPO DEL VEICOLO: MODELLO / CILINDRATA: CATEGORIA VEICOLO: TIPO INIEZIONE: SIGLA MOTORE / POTENZA: NORMATIVA ANTINQUINAMENTO: APPROVAZIONE R 115: ALTEA_16_05_BSE_Lm_G_001

Dettagli

Lovato LPG sequential injection system

Lovato LPG sequential injection system Lovato LPG sequential injection system Caratteristiche generali Il sistema Easy Fast è adatto alla conversione delle vetture: EURO,, 3 e 4 Cilindrate comprese tra 860 e 5500 cc Motori Turbo da 380cc a

Dettagli

MATERIALE OCCORRENTE:

MATERIALE OCCORRENTE: SCHEDA N : SISTEMA: NOME COSTRUTTORE: TIPO DEL VEICOLO: MODELLO / CILINDRATA: CATEGORIA VEICOLO: TIPO INIEZIONE: SIGLA MOTORE / POTENZA: NORMATIVA ANTINQUINAMENTO: APPROVAZIONE R 115: MERIVA_16_06_Z16XEP_Lm_G_002

Dettagli

H I07 GPL METANO. High Performance Injection system MANUALE INSTALLAZIONE. MIS004it Rel01 Copyright Emmegas 20/10/2009 1 / 18

H I07 GPL METANO. High Performance Injection system MANUALE INSTALLAZIONE. MIS004it Rel01 Copyright Emmegas 20/10/2009 1 / 18 H I07 High Performance Injection system GPL METANO IT MANUALE INSTALLAZIONE MIS004it Rel01 Copyright Emmegas 20/10/2009 1 / 18 CAPITOLO 1: PRINCIPI DI FUNZIONAMENTO SISTEMA SEQUENZIALE HPI07 1.1 DESCRIZIONE

Dettagli

KIT LPG OPEL ASTRA 1.6 Z16XEP completo 604 700 206. Programma in centralina: ASTRA_16_06_Z16XEP_Lm_G_1311_001

KIT LPG OPEL ASTRA 1.6 Z16XEP completo 604 700 206. Programma in centralina: ASTRA_16_06_Z16XEP_Lm_G_1311_001 SCHEDA N : SISTEMA: NOME COSTRUTTORE: TIPO DEL VEICOLO: MODELLO / CILINDRATA: CATEGORIA VEICOLO: TIPO INIEZIONE: SIGLA MOTORE / POTENZA: NORMATIVA ANTINQUINAMENTO: APPROVAZIONE R 115: ASTRA_16_06_Z16XEP_Lm_G_002

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA FLYING INJECTION A GPL SU FIAT MAREA 1.8i 16V

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA FLYING INJECTION A GPL SU FIAT MAREA 1.8i 16V ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA FLYING INJECTION A GPL SU FIAT MAREA 1.8i 16V Anno: 1996 kw: 83 Iniezione: elettronica multipoint Hitachi Accensione: elettronica digitale a distribuzione statica Kit base

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE Kia Sportage 1.6 G4FD 99 Kw

MANUALE DI INSTALLAZIONE Kia Sportage 1.6 G4FD 99 Kw MANUALE DI INSTALLAZIONE Kia Sportage 1.6 G4FD 99 Kw Attenzione: EMER S.p.A. segnala che se si aggiorna la centralina benzina a seguito di interventi della rete ufficiale o di terze parti non si garantisce

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA FLYING INJECTION A GPL SU CHRYSLER PT CRUISER 2.0i 16V

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA FLYING INJECTION A GPL SU CHRYSLER PT CRUISER 2.0i 16V R 1 3 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA FLYING INJECTION A GPL SU CHRYSLER PT CRUISER 2.0i 16V Euro 3 98/69/CE/A GUIDA A SINISTRA CAMBIO AUTOMATICO 2 4 ARIA CONDIZIONATA IDRO GUIDA LATO AIR BAG GUIDA LATO

Dettagli

ANNO DI FABBRICAZIONE: 12/01

ANNO DI FABBRICAZIONE: 12/01 SIL MOTORE: 111955 120 kw OMOLOZIONE: 2001/1/CE [E3] MTERILE OCCORRENTE: Kit OMES PL 4 cilindri turbo (cod. 604 744 000) ile: C200K_20_01_955_K xxx_xxx Cablaggio iniettori 4 cilindri tipo OSCH dritto(cod.

Dettagli

MATERIALE OCCORRENTE:

MATERIALE OCCORRENTE: SCHEDA N : SISTEMA: NOME COSTRUTTORE: TIPO DEL VEICOLO: MODELLO / CILINDRATA: CATEGORIA VEICOLO: TIPO INIEZIONE: SIGLA MOTORE / POTENZA: NORMATIVA ANTINQUINAMENTO: APPROVAZIONE R 115: CLIO3-CLIOSTOUR_12_06_D4FD7_Ls_G_003

Dettagli

MATERIALE OCCORRENTE:

MATERIALE OCCORRENTE: SCHEDA N : SISTEMA: NOME COSTRUTTORE: TIPO DEL VEICOLO: MODELLO / CILINDRATA: CATEGORIA VEICOLO: TIPO INIEZIONE: SIGLA MOTORE / POTENZA: NORMATIVA ANTINQUINAMENTO: APPROVAZIONE R 115: MERIVA_16T_06_Z16LET_Lb_G_000

Dettagli

SISTEMA SEQUENZIALE FASATO SEQUENTIAL FUEL SYSTEM GPL / METANO MANUALE DI INSTALLAZIONE - SISTEMA

SISTEMA SEQUENZIALE FASATO SEQUENTIAL FUEL SYSTEM GPL / METANO MANUALE DI INSTALLAZIONE - SISTEMA SISTEMA SEQUENZIALE FASATO SEQUENTIAL FUEL SYSTEM GPL / METANO MANUALE DI INSTALLAZIONE - SISTEMA 19/06/2007 Rev. 02 Tartarini Auto S.p.a Via Bonazzi 43 40013 Castel Maggiore (Bo) Italy Tel.:+39 051 632

Dettagli

Manuale di installazione

Manuale di installazione Manuale di installazione Sommario 1.0 Consigli generali... pag. 4 2.0 Caratteristiche del sistema ad iniezione gassosa FAST... pag. 5 2.1 Descrizione dell impianto... pag. 5 2.2 Principio di funzionamento...

Dettagli

manuale per l installatore - 1/3 tipologie d installazione - 2/3 manuale del software - 3/3

manuale per l installatore - 1/3 tipologie d installazione - 2/3 manuale del software - 3/3 M.T.M. s.r.l. Via La Morra, 06 - Cherasco (Cn) - Italy Tel. +9 07 486040 Fax +9 07 4887 manuale per l installatore - / tipologie d installazione - / manuale del software - / Sequent con / e riduttore Genius

Dettagli

Manuale di Installazione N 08 Type:Bluesky/Venice Dati tecnici: G.M. Daewoo

Manuale di Installazione N 08 Type:Bluesky/Venice Dati tecnici: G.M. Daewoo Emer S.p.A. Via G.Bormioli n 19 27030 S.Eufemia (BS) Italy Tel:030-2510391 Fax:0002510302 Web: www.emer.it E-mail: commerciale@emer.it Manuale di Installazione N 08 Type:Bluesky/Venice Dati tecnici: G.M.

Dettagli

Tipologie d installazione Schema di assemblaggio PAN EVO Schema elettrico generale Iniettori PAN-EVO, riduttore Genius MB - Genius MAX

Tipologie d installazione Schema di assemblaggio PAN EVO Schema elettrico generale Iniettori PAN-EVO, riduttore Genius MB - Genius MAX M.T.M. s.r.l. Via La Morra, 1 12062 Cherasco (Cn) Italy Tel. +39 0172 4860140 Fax +39 0172 593113 Tipologie d installazione Schema di assemblaggio PAN EVO Schema elettrico generale Iniettori PANEVO, riduttore

Dettagli

Suzuki Splash 1.2i 63kW E4

Suzuki Splash 1.2i 63kW E4 M.T.M. s.r.l. Via La Morra, 1 12062 - Cherasco (Cn) - Italy Tel. +39 0172 4860140 Fax +39 0172 488237 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA SEQUENT 24 MY07 GPL Suzuki Splash 1.2i 63 kw cod. istruzione cod. kit

Dettagli

Istruzioni di montaggio Parte Anteriore Sistema GPL. Hyundai Veloster. Euro 5. cod. istruzione FSG000025R/A cod. kit 09SQ4SMY9005G

Istruzioni di montaggio Parte Anteriore Sistema GPL. Hyundai Veloster. Euro 5. cod. istruzione FSG000025R/A cod. kit 09SQ4SMY9005G M.T.M. s.r.l. Via La Morra, 1 12062 - Cherasco (Cn) - Italy Tel. +39 0172 4860140 Fax +39 0172 488237 Istruzioni di montaggio Parte Anteriore Sistema GPL Hyundai Veloster 1591 cm 3 103 kw Euro 5 cod. istruzione

Dettagli

MINI CHALLENGE AGGIORNAMENTO ART.3 DELLA CIRCOLARE INFORMATIVA N 2 DEL 06.05.2013

MINI CHALLENGE AGGIORNAMENTO ART.3 DELLA CIRCOLARE INFORMATIVA N 2 DEL 06.05.2013 MINI CHALLENGE CIRCOLARE INFORMATIVA N 4 DEL 31.05.2013 AGGIORNAMENTO ART.3 DELLA CIRCOLARE INFORMATIVA N 2 DEL 06.05.2013 3 DISTANZIALI TAMPONI SOSPENSIONI Si autorizza il montaggio di distanziali sugli

Dettagli

Istruzioni di montaggio Parte Anteriore Sistema GPL. Kia Sportage. Euro 5. cod. istruzione FSG000027R/A cod. kit 09SQ4SMY9005G

Istruzioni di montaggio Parte Anteriore Sistema GPL. Kia Sportage. Euro 5. cod. istruzione FSG000027R/A cod. kit 09SQ4SMY9005G M.T.M. s.r.l. Via La Morra, 1 12062 - Cherasco (Cn) - Italy Tel. +9 0172 4860140 Fax +9 0172 48827 Istruzioni di montaggio Parte Anteriore Sistema GPL Kia Sportage 1591 cm 99 kw Euro 5 cod. istruzione

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO GRUPPO IDRAULICO per SOLAR SYSTEM (COD. A00.650053)

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO GRUPPO IDRAULICO per SOLAR SYSTEM (COD. A00.650053) DATA: 07.11.08 PAG: 1 DI: 12 Il Gruppo idraulico racchiude tutti gli elementi idraulici necessari al funzionamento del circuito solare (circolatore, valvola di sicurezza a 6 bar, misuratore e regolatore

Dettagli

Istruzioni di montaggio Parte Anteriore Sistema GPL. Caddy. 1.2i 77 kw. Euro 5. cod. istruzione FSG000022R/A cod. kit 09SQ4S000003GH

Istruzioni di montaggio Parte Anteriore Sistema GPL. Caddy. 1.2i 77 kw. Euro 5. cod. istruzione FSG000022R/A cod. kit 09SQ4S000003GH M.T.M. s.r.l. Via La Morra, 2062 - Cherasco (Cn) - Italy Tel. +39 072 486040 Fax +39 072 488237 Istruzioni di montaggio Parte Anteriore Sistema GPL Caddy.2i 77 kw Euro 5 cod. istruzione cod. kit 09SQ4S000003GH

Dettagli

CONTROLLO MOTORE BOSCH MOTRONIC ME 7.3H4

CONTROLLO MOTORE BOSCH MOTRONIC ME 7.3H4 CONTROLLO MOTORE BOSCH MOTRONIC ME 7.3H4 Schema elettrico TCM00085 1 TCM00085 2 TCM00085 3 Descrizione dei componenti A01 ELETTROPOMPA CARBURANTE Azionare la pompa del carburante per misurarne la portata

Dettagli

Kit installazione Daihatsu Terios 1.3 LPG 604 700 124 Programma centralina: TERIOS_13_05_K3_Ls_G_1311_002

Kit installazione Daihatsu Terios 1.3 LPG 604 700 124 Programma centralina: TERIOS_13_05_K3_Ls_G_1311_002 SCHEDA N : SISTEMA: NOME COSTRUTTORE: TIPO DEL VEICOLO: MODELLO / CILINDRATA: CATEGORIA VEICOLO: TIPO INIEZIONE: SIGLA MOTORE / POTENZA: NORMATIVA ANTINQUINAMENTO: APPROVAZIONE R 115: TERIOS_13_05_K3_Ls_G_003

Dettagli

Multivalvola Tomasetto Modello AT 02

Multivalvola Tomasetto Modello AT 02 Multivalvola Tomasetto Modello AT 02 Indice pag. Descrizione multivalvola... 4 Descrizione dei dispositivi... 5 a). Dispositivo di limitazione di riempimento del serbatoio all 80%... 5 b) Indicatore di

Dettagli

Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05)

Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05) Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05) Sostituzione guarnizione della testa, rovinata a causa di una perdita dell acqua dal tubo inferiore del radiatore (la vettura ha circolato senza liquido

Dettagli

softest & softest plus

softest & softest plus DIMENSIONE SPORT softest & softest plus CONTROLLO SONDA LAMBDA, PRESSIONE TURBO, % INIEZIONE DIMENSIONE SPORT s.r.l. via Pontestura, 122-15020 CAMINO (AL) tel. 0142/469373 - fax 0142/469533 http://www.dimsport.it

Dettagli

Catalogo pezzi di ricambio

Catalogo pezzi di ricambio Catalogo pezzi di ricambio mag-05 Caldaie murali Tecnoblock VC 110 E, XE VC 180 E, XE VC 240 E, XE VC 280 E, XE VCW 180 E VCW 240 E VCW 280 E VC 112 E VC 242 E VCW 182 E VCW 242 E VCW 282 E VCW 240 E SO

Dettagli

MeteoSense Manuale Installazione cod. DTC0201300I - rev. 1.0. Manuale Installazione

MeteoSense Manuale Installazione cod. DTC0201300I - rev. 1.0. Manuale Installazione MeteoSense Manuale Installazione cod. DTC0201300I - rev. 1.0 Manuale Installazione Indice 1. Guida all installazione Stazione Base... 3 1.1. Scelta del punto di installazione... 3 1.2. Installazione della

Dettagli

GENERALITÁ. L impianto può essere diviso in 4 parti:

GENERALITÁ. L impianto può essere diviso in 4 parti: GENERALITÁ L impianto I.A.W. 59F, montato sui motori Fiat / Lancia 1.2 8V Fire, appartiene alla categoria di impianti di iniezione ed accensione integrati. L accensione statica, l iniezione intermittente

Dettagli

Drivetech Moto Alarm Basic

Drivetech Moto Alarm Basic Innovativo antifurto per moto, non necessita di radiocomandi, con cavi Pin to Pin compresi nel prezzo, per un montaggio facile e veloce! PREMESSA Drivetech Moto Alarm Basic è un allarme per ciclomotori

Dettagli

X SERVOSTERZO X ABS X CAMBIO MANUALE 6 MARCE + RM X CLIMATIZZATORE START AND STOP CAMBIO AUTOMATICO X INIEZIONE DIRETTA

X SERVOSTERZO X ABS X CAMBIO MANUALE 6 MARCE + RM X CLIMATIZZATORE START AND STOP CAMBIO AUTOMATICO X INIEZIONE DIRETTA data : 14/05/2012 SCHEDA N : SISTEMA: NOME COSTRUTTORE: TIPO DEL VEICOLO: CILINDRATA: CATEGORIA VEICOLO: TIPO INIEZIONE: SIGLA MOTORE / POTENZA: NORMATIVA ANTINQUINAMENTO: APPROVAZIONE R 115: LRxID_12T_10_CBZA_Lss-A_G_001

Dettagli

MANUALE DI PROGRAMMAZIONE

MANUALE DI PROGRAMMAZIONE H I07 High Performance Injection system MANUALE DI PROGRAMMAZIONE MP0010it Rel03 Copyright Emmegas 06/03/2009 1 / 14 INTRODUZIONE All avvio del programma sono visualizzati il nome del software e relativa

Dettagli

FIELDBUS CM CLEVER MULTIMACH DISTRIBUTORI

FIELDBUS CM CLEVER MULTIMACH DISTRIBUTORI FIELDBUS CM CLEVER MULTIMACH 1 INTRODUZIONE INTRODUZIONE DATI TECNICI GENERALI Connessioni bocche valvole Attacco alimentazione piloti sul terminale tipo 1-11 Numero massimo piloti Numero massimo valvole

Dettagli

Renault Clio II 1.2 16V Motore benzina D4F 712 (00 06) Difetto: spia iniezione accesa e funzionamento al minimo irregolare, causa valvole bruciate.

Renault Clio II 1.2 16V Motore benzina D4F 712 (00 06) Difetto: spia iniezione accesa e funzionamento al minimo irregolare, causa valvole bruciate. Renault Clio II 1.2 16V Motore benzina D4F 712 (00 06) Difetto: spia iniezione accesa e funzionamento al minimo irregolare, causa valvole bruciate. Soluzione: sostituzione valvole. Note: La vettura di

Dettagli

Manuale di installazione

Manuale di installazione Manuale di installazione Bollitori ad accumulo TSW-120/CSW-120 per caldaie murali e caldaie murali a condensazione Wolf GmbH Postfach 1380 84048 Mainburg Tel. 08751/74-0 Fax 08751/741600 Internet: www.wolf-heiztechnik.de

Dettagli

Utensili per la riparazione del cambio e differenziale

Utensili per la riparazione del cambio e differenziale -01 KL-0315 KL-0140-2 Mercedes, BMW Differenziale KL-0315 - Asta di fissaggio Per la flangia articolata su di autovetture Mercedes, BMW. Adatta anche per: Peugeot, Ford, GM, Chrysler, Volvo, ecc. KL-0140-2

Dettagli

ATTENZIONE VETTURE CON MAPPATURE DIFFERENTI. ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA FLYING INJECTION A GPL SU VOLVO V40 1.6i 16V - 1.

ATTENZIONE VETTURE CON MAPPATURE DIFFERENTI. ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA FLYING INJECTION A GPL SU VOLVO V40 1.6i 16V - 1. TTENZIONE VETTURE CON MPPTURE DIFFERENTI ISTRUZIONI DI MONTGGIO SISTEM FLYING INJECTION GPL SU VOLVO V40 1.6i 16V - 1.8i 16V nno: 1996 kw: 1.6i 16V = 77-1.8i 16V = 85 Sigle Motore: 1.6i 16V = 4164S - 1.8i

Dettagli

BASI PER CONNESSIONE MULTIPLA PLT-10

BASI PER CONNESSIONE MULTIPLA PLT-10 Le elettrovalvole serie PLT-10 possono essere montate su basi complete di connessione elettrica e pneumatica, da 4 fino a 24 posizioni. I contatti elettrici delle singole valvole vengono collegati, mediante

Dettagli

ATTENZIONE VETTURE CON MAPPATURE DIFFERENTI. ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA FLYING INJECTION A GPL SU OPEL ASTRA 1.4i 16V - ASTRA 1.

ATTENZIONE VETTURE CON MAPPATURE DIFFERENTI. ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA FLYING INJECTION A GPL SU OPEL ASTRA 1.4i 16V - ASTRA 1. R 1 3 TTENZIONE VETTURE CON MPPTURE DIFFERENTI ISTRUZIONI DI MONTGGIO SISTEM FLYING INJECTION GPL SU OPEL STR 1.4i 16V - STR 1.6i 16V Euro 2 96/69/CE GUID SINISTR CMIO 2 4 MNULE S RI CONDIZIONT IDRO GUID

Dettagli

file://c:\elearn\web\tempcontent5.html

file://c:\elearn\web\tempcontent5.html Page 1 of 10 GRANDE PUNTO 1.3 Multijet GENERALITA'' - CONTROLLO ELETTRONICO POMPA DI PRESSIONE INIEZIONE DIESEL DESCRIZIONE COMPONENTI CENTRALINA DI INIEZIONE (COMMON RAIL MJD 6F3 MAGNETI MARELLI) E montata

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA FLYING INJECTION A GPL SU FORD FIESTA 1.2i 16V (cm 3 1242)

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA FLYING INJECTION A GPL SU FORD FIESTA 1.2i 16V (cm 3 1242) ISTRUZIONI DI MONTGGIO SISTEM FLYING INJECTION GPL SU FORD FIEST 1.i 16V (cm 14) nno: 1997* kw: 55 Sigla Motore: DH - Zetec-S Iniezione: elettronica multipoint sequenziale ccensione: elettronica Kit base

Dettagli

Document Name: RIF. MonoMotronic MA 3.0 512 15/54 30 15 A 10 A 10 M 1 234

Document Name: RIF. MonoMotronic MA 3.0 512 15/54 30 15 A 10 A 10 M 1 234 MonoMotronic MA.0 6 7 8 9 / 0 8 7 6 0 9 A B A L K 7 8 6 9 0 8 0 A 0 0 C E D 6 7 7 M - 6 0 9 7-9 LEGENDA Document Name: MonoMotronic MA.0 ) Centralina ( nel vano motore ) ) Sensore di giri e P.M.S. ) Attuatore

Dettagli

Istruzioni di montaggio

Istruzioni di montaggio 0 07/00 IT Per i tecnici specializzati Istruzioni di montaggio Gruppo sfiato aria SKS per collettori piani a partire dalla versione. Prego, leggere attentamente prima del montaggio Volume di fornitura

Dettagli

codice descriz P0010 Circuito Attuatore posizione albero a camme A (Aspiraz.,sinistro o frontale), bancata 1 P0011 Posizione albero a camme A (Aspiraz.,sinistro o frontale), anticipato, bancata 1 P0012

Dettagli

MORIN. Attuatori pneumatici Modelli B-C-S Istruzioni di installazione e manutenzione. Figura 1: Modelli B, C e S Alimentazione Alimentazione

MORIN. Attuatori pneumatici Modelli B-C-S Istruzioni di installazione e manutenzione. Figura 1: Modelli B, C e S Alimentazione Alimentazione MORIN Applicazioni generali Gli attuatori Morin sono idonei per servizi on-off o di regolazione su valvole a farfalla o a sfera a un quarto di giro, su valvole a maschio rotative o su valvole di scarico.

Dettagli

LIBRETTO USO E MANUTENZIONE

LIBRETTO USO E MANUTENZIONE Sistema sequenziale Gpl /Metano LIBRETTO USO E MANUTENZIONE 01/08/2003 Tartarini Auto S.p.a Via Bonazzi 43 40013 Castel Maggiore (Bo) Italy Tel.:+39 051 632 24 11 Fax: 051 632 24 00 E-mail: tartarini@tartarini.it

Dettagli

Preliminary study of the combustion control system

Preliminary study of the combustion control system Preliminarystudyofthecombustioncontrolsystem L Iveco Daily modello A50C31 GNC, è assistito dalla centralina ECU IAW1AF, che rileva i parametri utili per la combustione ed attiva gli attuatori al fine di

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA SEQUENT A GPL SU FORD MONDEO 1.8i

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA SEQUENT A GPL SU FORD MONDEO 1.8i R 1 3 ISTRUZIONI DI MONTGGIO SISTEM SEQUENT GPL SU FORD MONDEO 1.8i TTENZIONE Informazioni provenienti da fonti diverse segnalano la criticità del motore Ford Mondeo 1.8i nei confronti dell alimentazione

Dettagli

Romano Injection System 01/11/2013 Rev. 0

Romano Injection System 01/11/2013 Rev. 0 LPG and CNG systems for vehicles Romano Injection System E 01/11/2013 Rev. 0 LPG and CNG systems for vehicles Romano Injection System E La centralina Romano E è un sistema sequenziale fasato di ultima

Dettagli

Il nuovo sistema di iniezione gassosa per la trasformazione a GPL di auto alimentate con iniezione diretta di benzina

Il nuovo sistema di iniezione gassosa per la trasformazione a GPL di auto alimentate con iniezione diretta di benzina Il nuovo sistema di iniezione gassosa per la trasformazione a GPL di auto alimentate con iniezione diretta di benzina MTM s.r.l. Via La Morra, 1-12062 Cherasco (Cn) - Italy Tel. +39 0172 48681 - Fax +39

Dettagli

Istruzioni di montaggio

Istruzioni di montaggio Istruzioni di montaggio Accessori Collegamento di tubi Logano G5 con Logalux LT300 Logano G5/GB5 con bruciatore e Logalux LT300 Per l installatore Leggere attentamente prima del montaggio. 6066600-0/00

Dettagli

GRUPPI DI RILANCIO PER LA REGOLAZIONE TERMICA

GRUPPI DI RILANCIO PER LA REGOLAZIONE TERMICA ST.01.01.00 GRUPPI DI RILANCIO PER LA REGOLAZIONE TERMICA Art. 2170 Gruppo di rilancio completo di: - Valvola miscelatrice con servocomando a 3 punti - Circolatore a tre velocità - Valvole d intercettazione

Dettagli

TERMODINAMICA. T101D - Banco Prova Motori Automobilistici

TERMODINAMICA. T101D - Banco Prova Motori Automobilistici TERMODINAMICA T101D - Banco Prova Motori Automobilistici 1. Generalità Il banco prova motori Didacta T101D permette di effettuare un ampio numero di prove su motori automobilistici a benzina o Diesel con

Dettagli

CONTROLLO LIVELLO MECCANICO. VS9908 TELE INDICATORE DI LIVELLO pneumatico per serbatoio cilindrico con Ø compreso tra i 900 e i 3000 mm.

CONTROLLO LIVELLO MECCANICO. VS9908 TELE INDICATORE DI LIVELLO pneumatico per serbatoio cilindrico con Ø compreso tra i 900 e i 3000 mm. CONTROLLO LIVELLO CONTROLLO LIVELLO MECCANICO VS9908 TELE INDICATORE DI LIVELLO pneumatico per serbatoio cilindrico con Ø compreso tra i 900 e i 3000 mm. Calibrabile VS9902 INDICATORE DI LIVELLO meccanico

Dettagli

Sostituzione della testata (09)

Sostituzione della testata (09) Sostituzione della testata (09) Il motore prodotto dal gruppo PSA, oggetto della riparazione, è siglato WJY ed ha una cilindrata pari a 1868 cm 3. Oltre che sulla Fiat Scudo, è stato utilizzato anche su

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA FLYING INJECTION A GPL SU FIAT BRAVO - BRAVA 80 16V (cm 3 1242)

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA FLYING INJECTION A GPL SU FIAT BRAVO - BRAVA 80 16V (cm 3 1242) ISTRUZIONI DI MONTGGIO SISTEM FLYING INJETION GPL SU FIT RVO - RV 80 6V (cm ) nno: 998 kw: 60 Sigla Motore: 8.000 Iniezione: elettronica multipoint osch M.5.5 ccensione: elettronica integrata Kit base

Dettagli

ML94 EP / E2R. Riduttore di Pressione Elettronico GPL MANUALE DI REVISIONE. MRV004it Rel0502 Copyright Emmegas Printed 21/07/2009 1 / 21

ML94 EP / E2R. Riduttore di Pressione Elettronico GPL MANUALE DI REVISIONE. MRV004it Rel0502 Copyright Emmegas Printed 21/07/2009 1 / 21 ML94 EP / E2R Riduttore di Pressione Elettronico GPL IT MANUALE DI REVISIONE MRV004it Rel0502 Copyright Emmegas Printed 21/07/2009 1 / 21 NOTE MRV004it Rel0502 Copyright Emmegas Printed 21/07/2009 2 /

Dettagli

Capitolo 10 VERIFICHE PERIODICHE

Capitolo 10 VERIFICHE PERIODICHE Capitolo 10 VERIFICHE PERIODICHE Moris Italia s.r.l. Via Per Cadrezzate, 21/C 21020 Brebbia (VA) Italy Tel. ++39 0332 984211 Fax ++39 0332 984280 e mail moris@moris.it www.moris.it MORIS ITALIA S.r.l.

Dettagli

Romano Injection System ANTONIO 21 / 06 / 2013 Rev. 01

Romano Injection System ANTONIO 21 / 06 / 2013 Rev. 01 LPG and CNG systems for vehicles Romano Injection System ANTONIO LPG and CNG systems for vehicles Romano Injection System ECU ANTONIO è un sistema sequenziale fasato di ultima generazione interamente progettato

Dettagli

SISTEMA SEQUENZIALE FASATO SEQUENTIAL FUEL SYSTEM

SISTEMA SEQUENZIALE FASATO SEQUENTIAL FUEL SYSTEM SISTEMA SEQUENZIALE FASATO SEQUENTIAL FUEL SYSTEM INTEGRAZIONE AL MANUALE DEL S.W 2.9 Tartarini Auto S.p.a Via Bonazzi 43 40013 Castel Maggiore (Bo) Italy Tel.:+39 051 632 24 11 Fax: 051 632 24 00 E-mail:

Dettagli

Accesso e cancellazione

Accesso e cancellazione Accesso e cancellazione È possibile accedere e cancellare la memoria guasti della soltanto utilizzando l'attrezzatura diagnostica collegata al connettore di trasferimento dati. Identificazione codici guasto

Dettagli

Istruzioni di montaggio

Istruzioni di montaggio Istruzioni di montaggio Accessori 7 77 09 5-08/007 IT Lato circuito di riscaldamento Gruppo tubazioni per Logalux S5/S60 affiancato Logano plus GB5-8 Logano G5-5 Logano plus SB05 Per l installatore Leggere

Dettagli

ESPLOSO RICAMBI CALDAIE MURALI

ESPLOSO RICAMBI CALDAIE MURALI ESPLOSO RICAMBI CALDAIE MURALI Modelli MINI 23 MCSI MINI 27 MCSI Edizione 5 datata 21 Settembre 2004 Si aggiunge all'edizione 4 1 67 66 65 64 63 62 61 60 5 58 305 304 305 2 56 57 3 4 68 5 6 5 71 70 6 2

Dettagli

Unità motocondensanti ad incasso mod. InClima. Manuale di installazione

Unità motocondensanti ad incasso mod. InClima. Manuale di installazione Unità motocondensanti ad incasso mod. InClima Manuale di installazione INCLIMA MULTI MANUALE DI INSTALLAZIONE Per garantire un installazione semplice e veloce e nel contempo evitare eventuali problematiche

Dettagli

Romano Injection System

Romano Injection System Manuale utente Antonio Rev.0 del 01/02/2012 Romano Injection System ANTONIO MANUALE UTENTE INDICE 1. GARANZIA PRODOTTO... 3 2. DATI TECNICI... 3 2.1 CARATTERISTICHE DI FUNZIONAMENTO... 3 2.2 NOZIONI SUL

Dettagli

Manuale d installazione ValveCare Pag. 1

Manuale d installazione ValveCare Pag. 1 Manuale d installazione ValveCare Pag. 1 Manuale d installazione Manuale d installazione ValveCare Pag. 2 Questo manuale è stato sviluppato da CVO Technologies srl Per maggiori informazioni contattate:

Dettagli

Modell 1256 03.0/2011. www.viega.com. Art.-Nr.

Modell 1256 03.0/2011. www.viega.com. Art.-Nr. Modell 1256 03.0/2011 Art.-Nr. 684112 560725 Fonterra Kleinflächenregelstation A 2 Fonterra Kleinflächenregelstation B C D E F G 3 Istruzioni per l uso della stazione di regolazione per superfici ridotte

Dettagli

Sistema di controllo per iniezione sequenziale, montato su carrello

Sistema di controllo per iniezione sequenziale, montato su carrello Sistema di controllo per iniezione sequenziale, montato su carrello Componenti: "Sequentia" SE802E + Minicentrale oleodinamica F014/0050 F014/0050-IT Rev.0-15/12/2014 Pg. 1/5 Minicentrale oleodinamica

Dettagli

Scheda tecnica installazione

Scheda tecnica installazione Scheda tecnica installazione Allarme acustico HYUNDAI SANTA FE vettura verificata il 05/2011 allarme Cat. LOCALLARMEPLIP Le informazioni tecniche incluse nel seguente manuale sono da ritenersi puramente

Dettagli

SISTEMA SOLARE BSTD. Manuale di montaggio e messa in funzione

SISTEMA SOLARE BSTD. Manuale di montaggio e messa in funzione SISTEMA SOLARE BSTD Manuale di montaggio e messa in funzione 1 INDICE AVVERTENZE PER LA SICUREZZA 3 ELENCO DEI COMPONENTI 4 INFORMAZIONI GENERALI 4 ACCUMULO BSTD 4 Descrizione generale 4 Dati tecnici 5

Dettagli

M.T.M. s.r.l. Via La Morra, 1 12062 - Cherasco (Cn) - Italy Tel. +39 0172 4860140 Fax +39 0172 488237

M.T.M. s.r.l. Via La Morra, 1 12062 - Cherasco (Cn) - Italy Tel. +39 0172 4860140 Fax +39 0172 488237 M.T.M. s.r.l. Via La Morra, 1 12062 - Cherasco (Cn) - Italy Tel. +39 0172 4860140 Fax +39 0172 488237 manuale per l installatore - 1/3 tipologie d installazione - 2/3 manuale del software - 3/3 TA010976

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA FLYING INJECTION A GPL SU CITROEN XSARA PICASSO 1.6i

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA FLYING INJECTION A GPL SU CITROEN XSARA PICASSO 1.6i R 3 ISTRUZIONI DI MONTGGIO SISTEM FLYING INJECTION GPL SU CITROEN XSR PICSSO.6i GUID SINISTR CMIO 2 4 MNULE S RI CONDIZIONT IDRO GUID LTO IR G GUID LTO IR G PSSEGGERO IR G LTERLE nno: 999 kw: 65 Sigla

Dettagli

Regolatore di pressione proporzionale

Regolatore di pressione proporzionale Regolatore di pressione proporzionale Pagina Generalità Caratteristiche - Installazione / Funzionamento Dimensioni di ingombro Caratteristiche funzionali / costruttive - Taglia 1 Codici di ordinazione

Dettagli

SERIE 500 TRASMETTITORE PNEUMATICO DI PRESSIONE DIFFERENZIALE A CAMPO VARIABILE

SERIE 500 TRASMETTITORE PNEUMATICO DI PRESSIONE DIFFERENZIALE A CAMPO VARIABILE Man500n 09/2006 Istruzioni d'installazione Uso e Manutenzione SERIE 500 TRASMETTITORE PNEUMATICO DI PRESSIONE DIFFERENZIALE A CAMPO VARIABILE INDICE 1. MONTAGGIO 2. COLLEGAMENTO ALLA RETE ARIA COMPRESSA

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA FLYING INJECTION A GPL SU FIAT BRAVO - BRAVA 1.6i 16V

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SISTEMA FLYING INJECTION A GPL SU FIAT BRAVO - BRAVA 1.6i 16V R 1 3 ISTRUZIONI DI MONTGGIO SISTEM FLYING INJECTION GPL SU FIT RVO - RV 1.6i 16V GUID SINISTR CMIO 2 4 MNULE IDRO GUID LTO IR G GUID nno: 1998 kw: 76 Sigla motore: 182 4.000 Iniezione: elettronica multipoint

Dettagli

KIT SECONDA ZONA AGGIUNTIVA ALTA TEMPERATURA CALDAIE SERIE HERCULES KW E HERCULES CONDENSING KW COD. 3.018837

KIT SECONDA ZONA AGGIUNTIVA ALTA TEMPERATURA CALDAIE SERIE HERCULES KW E HERCULES CONDENSING KW COD. 3.018837 Cod. 1.032981 - Rev. 15.036147/001 KIT SECONDA ZONA AGGIUNTIVA ALTA TEMPERATURA CALDAIE SERIE HERCULES KW E HERCULES CONDENSING KW COD. 3.018837 IL PRESENTE FOGLIO È DA LASCIARE ALL'UTENTE ABBINATO AL

Dettagli

Asia Brio. Samba. - manuale per l installatore - M.T.M. s.r.l. Via La Morra, 1 12062 - Cherasco (Cn) - Italy Tel. ++39 0172 48681 Fax ++39 0172 488237

Asia Brio. Samba. - manuale per l installatore - M.T.M. s.r.l. Via La Morra, 1 12062 - Cherasco (Cn) - Italy Tel. ++39 0172 48681 Fax ++39 0172 488237 M.T.M. s.r.l. Via La Morra, 1 12062 - Cherasco (Cn) - Italy Tel. ++39 0172 48681 Fax ++39 0172 488237 - manuale per l installatore - 09.2003 TA01Z005 2 INDICE 2. FUNZIONI DELLA CENTRALINA 2.1. FUNZIONI

Dettagli

PRESSFAR 1. DESCRIZIONE 2. CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE. Certificati N DW - 8511BS0157 DW - 8511BS0155

PRESSFAR 1. DESCRIZIONE 2. CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE. Certificati N DW - 8511BS0157 DW - 8511BS0155 ST.09.01.00 PRESSFAR Certificati N DW - 8511BS0157 DW - 8511BS0155 1. DESCRIZIONE I raccordi a pressare Pressfar per tubi multistrato sono utilizzabili per impianti di riscaldamento, raffrescamento ed

Dettagli

Istruzioni di montaggio e manutenzione

Istruzioni di montaggio e manutenzione 6301 9387 11/2001 IT Per i tecnici specializzati Istruzioni di montaggio e manutenzione Accumulatore-produttore d'acqua calda Logalux SF 300/3 Leggere attentamente prima di procedere al montaggio e alla

Dettagli