SCHEMA GENERALE IMPIANTO JTG ICOM

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SCHEMA GENERALE IMPIANTO JTG ICOM"

Transcript

1 ISTR.0047 Rev.6 Pagina 1 di 34 SCHEMA GENERALE ICOM REGOLATORE DI PRESSIONE UNITA DI SCAMBIO SELETTORE CARBURANTE E INDICATORE DI LIVELLO PRESA CARICA FILTRO DI CARICA GRUPPO INIEZIONE GPL CABLAGGIO AL CABLAGGIO VETTURA SERBATOIO TOROIDALE AGLI INIETTORI BENZINA

2 Pagina 2 di GRUPPO INIEZIONE GPL LIQUIDO 1.1 Elettroiniettori Gli elettroiniettori devono essere applicati al collettore di aspirazione in una posizione prossima alla testata compatibilmente con gli altri organi meccanici montati sul collettore di aspirazione. Gli elettroiniettori dovranno essere collegati l uno con l altro così da formare un rail di alimentazione per il circuito del GPL. Il collegamento tra di loro è reso possibile con degli appositi porta-iniettori costituiti da un corpo in ottone opportunamente lavorato per contenere l elettroiniettore, per consentire il montaggio dei raccordi di collegamento e per poter essere fissato sul collettore di aspirazione. Il numero degli elettroiniettori deve corrispondere al numero dei cilindri del motore. 1.2 Porta-iniettori I porta-iniettori possono essere di due differenti tipi: Tipo I 02-D Questa tipologia permette il collegamento dei raccordi in senso orizzontale (trasversale), perpendicolare all asse del porta-iniettore come indicato dalle frecce in foto. Il collegamento tra i porta-iniettori tipo I 02-D può essere eseguito con il tubo flessibile 3/16 oppure, in alternativa, con raccordi rigidi dritti di varie lunghezze come quelli nelle foto seguenti. I 02-D Tipo I 02-V Questa tipologia permette il collegamento dei raccordi in senso inclinato a V come indicato dalle frecce, con il tubo flessibile da 3/16. I 02-V

3 Schema applicazione dei raccordi a tre vie: Pagina 3 di 34 Schema 1: posizionamento porta iniettori per motori 4 cilindri boxer con raccordi a tre vie Schema 2: posizionamento porta iniettori per motori a 6,8,10 e 12 cilindri a V con raccordi a tre vie

4 icom S.p.A. Pagina 4 di 34 Esempi di applicazione dei gruppi di iniezione: Peugeot 206 Renault Modus Toyota Yaris Chevrolet Thaoe Porche Cheyenne S Nissan Almera

5 icom S.p.A. Pagina 5 di 34 Alfa 147 T.S cc Daewoo Matiz Hummer H3 Hummer H2 Opel Astra Honda Civic

6 Pagina 6 di Foratura del collettore di aspirazione ed ugelli utilizzabili a) Forare il collettore di aspirazione facendo attenzione ad indirizzare l iniezione di GPL nella stessa direzione dell iniezione di benzina, evitando che l ugello spruzzi sulle pareti del collettore b) Inserire il tipo di ugello adatto all applicazione: ugello dritto L ugello dritto mostrato in foto deve essere posizionato in modo da direzionare il GPL nella stessa direzione dell iniezione di benzina SIGILLARE CON LOCTITE L ACCOPPIAMENTO TRA UGELLO E COLLETTORE ugello angolato L ugello angolato mostrato in foto consente di direzionare il GPL con un angolo diverso da quello di foratura in modo da riprodurre meglio possibile la direzione dell iniezione benzina SIGILLARE CON LOCTITE L ACCOPPIAMENTO TRA UGELLO E COLLETTORE

7 Pagina 7 di Montaggio calibratore ed iniettore nel porta-iniettore viti di fissaggio dell iniettore 2. piastrina di fissaggio dell iniettore 3. iniettore 4. calibratore 5. anello porta-calibratore 6. guarnizione 7. tubo rilsan 8. porta-iniettore 9. spinette per l attacco rapido dei tubi flessibili inserire il tubo rilsan (7) all interno del porta-iniettore inserire la guarnizione (6) inserire il calibratore (4) nell anello porta-calibratore (5) e, utilizzando l apposita molla (vedi foto) o una pinza per anelli seiger, inserire il tutto nel porta-iniettore (8) lubrificare tutti gli o-ring e montare l iniettore (3) sul porta-iniettore (8) ruotandolo durante il montaggio in modo da non danneggiare gli o-ring stessi montare la piastrina (2) e fissarla tramite le viti (1) con coppia di serraggio pari a 15Nm 8 9 Molla di estrazione calibratore

8 Pagina 8 di Scelta dell iniettore Sono disponibili due tipologie di iniettori GPL applicabili al JTG e differiscono tra loro per caratteristiche meccaniche interne. Una tipologia è definita standard, l altra e definita veloce. Visivamente si differenziano tra loro semplicemente per il colore dell isolamento plastico esterno. L iniettore standard è di colore blu scuro, mentre l iniettore veloce è di colore verde chiaro. La scelta dell iniettore deve essere fatta controllando il valore dei tempi di iniezione del motore mentre questo è alimentato a benzina. Per tempi di iniezione fino a 2.4 ms dovranno essere utilizzati iniettori verdi (veloci). Per tempi di iniezione superiori a 2.4 ms. dovranno essere utilizzati iniettori blu (standard). Il tempo di iniezione deve essere misurato sia al regime di minimo che a regime pari a g./1 Il valore di riferimento sarà dunque la media delle due misurazioni di cui sopra (min. e g./1 ). Iniettore Blu Standard Iniettore Verde Veloce

9 Pagina 9 di Scelta del calibratore Al fine di effettuare una corretta calibrazione, prima di installare l impianto GPL e di scegliere il calibratore, controllare gli effettivi valori delle sonde a breve ed a lungo termine della vettura nella modalità a benzina, in quanto la centralina della vettura tiene conto dei fattori di deterioramento della vettura stessa. Questa verifica si rende necessaria in considerazione del fatto che l impianto deve essere installato su vetture con strategie di gestione e chilometraggi diversi. Per la scelta del calibratore seguire le fasi descritte nel seguente schema: Flussaggio iniettore benzina tramite banco di calibrazione AUTO ASPIRATA Per portate fino a 100ml utilizzare un calibratore che dia la stessa portata rilevata dalla misura dell iniettore benzina; per portate oltre 100ml, utilizzare un calibratore che dia una portata maggiore del 10-15% rispetto alla portata dell iniettore benzina AUTO TURBO Utilizzare un calibratore che dia una portata maggiore del 20% rispetto alla portata dell iniettore benzina continua alla pagina seguente

10 Pagina 10 di 34 Controllo della pressione GPL come da manuale Misurazione della pressione MISCELA GRASSA: montare un calibratore più piccolo e rieffettuare la misurazione MISCELA GRASSA Far funzionare il motore senza carichi aggiuntivi (condizionatore, luci, ecc) e, tramite un palmare, ricavare i tempi ed i valori di iniezione a benzina e a GPL MISCELA MAGRA MISCELA MAGRA: montare un calibratore più grande e rieffettuare la misurazione Durante la misurazione dei tempi di iniezione tenere conto della pressione del GPL all interno dell impianto: per pressioni comprese tra 7,5 e 9 bar i tempi di iniezione devono essere gli stessi del funzionamento della vettura a benzina; per pressioni maggiori di 9 bar i tempi di iniezione devono essere indicativamente minori del 5% (ESEMPIO: benzina 3.0ms GPL 2.85ms); per pressioni minori di 7,5 bar i tempi di iniezione devono essere indicativamente maggiori del 5% (ESEMPIO: benzina 3.0ms GPL 3.15ms). ATTENZIONE: al momento della prima calibrazione si deve tenere conto del fatto che nel serbatoio è presente aria, quindi è necessario partire da una calibrazione inferiore del 2-3% rispetto al valore rilevato con gli iniettori benzina: ad esempio se il tempo di iniezione a benzina è 3ms, per avere una miscela più magra occorrerà avere un tempo di iniezione a GPL pari a 3.1ms

11 Pagina 11 di REGOLATORE DI PRESSIONE Il regolatore di pressione R01 deve essere montato sulla tubazione di ritorno che collega il rail elettroiniettori con il serbatoio e serve a mantenere il P di pressione minimo al valore predefinito in modo tale da mantenere il GPL nel rail sempre in fase liquida. 2.1 Misurazione della pressione 1. Assicurarsi che il rubinetto A sia chiuso 2. Svitare il tappo B presente sul regolatore di pressione 3. Avvitare sul regolatore di pressione il raccordo filettato presente all estremità del tubo del manometro 4. Aprire il rubinetto A 5. Accendere la vettura, far funzionare il motore in commutazione, spegnere il motore ed effettuare una prima lettura dell indicazione della pressione. R01 AL SERBATOIO A B DAL RAIL Questa operazione può anche essere eseguita tramite un cablaggio provvisorio che, collegato su una batteria, consenta di eccitare l elettrovalvola del serbatoio. 6. accendere il motore e, una volta avvenuta la commutazione a GPL, effettuare la seconda lettura IMPORTANTE: per il corretto funzionamento dell impianto si dovrà avere un differenziale di pressione compreso tra un minimo di 2.5 bar ed un massimo di 3.5 bar. Per differenziale si intende la differenza di pressione misurata a motore acceso in modalità GPL e la pressione misurata a motore spento.

12 3. UNITÀ DI SCAMBIO Pagina 12 di 34 L unità di scambio a controllo elettronico UCE01 deve essere istallata lontano dalle fonti di calore, e al riparo dall acqua. Nelle foto seguenti sono mostrati due esempi di applicazione su Bmw 520 e Audi A3. UCE01

13 Pagina 13 di PULSANTE DI COMMUTAZIONE Il pulsante di commutazione ILC01 del JTG è di ridotte dimensioni e quindi facilmente posizionabile sui cruscotti dei veicoli. Nelle foto seguenti sono mostrati due esempi di applicazione su Lexus RX300 e Alfa 147. ILC01

14 5. CABLAGGIO Pagina 14 di 34 Un unico e semplice cablaggio collega tutti i componenti dell impianto. Le connessioni tra il cablaggio ed i vari componenti avvengono in maniera rapida e semplice poiché tutti i vari terminali del cablaggio sono muniti di connettori di tipo automobilistico e conformi alle vigenti normative e direttive europee che, oltre alla semplicità di inserimento, garantiscono anche sicurezza estrema in ogni singola connessione ALLA CENTRALINA 1. cavo rosso al positivo della batteria con fusibile da 7.5 A (max 10 A) 2. cavo marrone al negativo della batteria 3. cavo nero al positivo sotto chiave con fusibile da 10 A (max 15 A) AL SERBATOIO AGLI INIETTORI Schema generale del cablaggio Inserimento del connettore a 36 pin sull unità di scambio JTG ICOM Connettori verdi da inserire sugli iniettori GPL

15 Pagina 15 di Collegamenti da effettuare sull impianto dell autovettura: connettore nero (1) al cablaggio vettura; connettore grigio (2) all iniettore benzina Da collegare al connettore proveniente dal serbatoio IMPORTANTE 1. nell effettuare i collegamenti accertarsi di mantenere lo stesso ordine delle connessioni degli iniettori benzina/gpl 2. verificare che la polarità sia corretta, altrimenti inserire l apposito invertitore di polarità 3 4 ATTENZIONE: nel caso di vettura a 5 cilindri si deve utilizzare il cablaggio 6 cilindri facendo attenzione a lasciare il primo connettore (indicato dalla freccia in foto) non collegato Collegare il connettore 4 all elettrovalvola di bypass presente sul regolatore di pressione (se prevista es. regolatore di pressione con by/pass e depressore per kit maggiorato). Tagliare il connettore 3 (se presente sul cablaggio) ed isolare i del connettore stesso.

16 SCHEMA ELETTRICO CABLAGGIO 4 CILINDRI EUROPA Pagina 16 di 34

17 Pagina 17 di CONNETTORE SERBATOIO Pos. Cont. Funzione Pin Colore mm2 1 IN PIN SEGNALE PRESS. SULLA LINEA DI MANDATA VERDE/NERO END PIN MASSA CONNETTORE SERBATOIO MARRONE OUT PIN PER ALIM. CONNETTORE SERBATOIO BLU/NERO IN PIN INPUT 12V BATTERIA ROSSO 1 5 IN PIN INPUT SEGNALE LIVELLO VERDE Connettore all esterno della flangia CONNETTORE TRA CABLAGGIO ANTERIORE E POSTERIORE Pos. Cont. Funzione Pin Colore mm2 1 IN PIN SEGNALE PRESS. SULLA LINEA DI MANDATA VERDE/NERO END PIN MASSA CONNETTORE SERBATOIO MARRONE OUT PIN PER ALIM. CONNETTORE SERBATOIO BLU IN PIN INPUT 12V BATTERIA ROSSO 1 5 IN PIN INPUT SEGNALE LIVELLO VERDE Connettore tra cablaggio anteriore e posteriore 5b 6b 1a 2a 1b 2b 3b 4b B A Connettore commutatore e segnalatore acustico CONNETTORE AVVISATORE ACUSTICO Pos. Cont. Funzione Pin Colore mm2 1a OUT PIN USCITA AVVISATORE ACUSTICO ROSA O.5 2a IN PIN MASSA CONNET. AVVISATORE ACUSTICO NERO/MARRONE 0.5 CONNETTORE COMMUTATORE Pos. Cont. Funzione Pin Colore mm2 1b IN PIN INPUT SCELTA CARBURANTE GIALLO 0.5 2b IN PIN INPUT SEGNALE DI LIVELLO VERDE 0.5 3b OUT PIN USCITA SPIA DIAGNOSTICA ARANCIO 0.5 4b OUT PIN MASSA CONNET. AVVISATORE ACUSTICO NERO/MARRONE 0.5 5b END PIN MASSA DELL'UNITA' DI CONTROLLO UCE01 MARRONE b IN PIN PER ALIM. UNITA' DI CONTROLLO UCE01 NERO 0.75 Connettere il commutatore rispettando l ordine dato dai colori dei fili. A questo punto manca da connettere il filo marrone/nero del commutatore che va connesso ad un capo del ponte del connettore realizzato con filo nero (A). Connettere il cicalino con la connessione ROSA-ROSA e connettere il filo nero/marrone del cicalino all altro capo del ponte sul cablaggio realizzato con filo nero (B).

18 Pagina 18 di 34 Collegamento sotto-chiave dell impianto Nel collegamento sotto-chiave dell impianto JTG, si deve tenere conto che il filo a cui ci si deve collegare sull impianto elettrico della vettura su cui si sta eseguendo l installazione potrebbe essere non adeguatamente dimensionato per sopportare il carico aggiuntivo. Al tal fine il corretto collegamento con il sotto chiave della vettura deve essere eseguito tramite un relè come di seguito illustrato. Relè 40 Amp. 87 Al cavo nero del cablaggio JTG +12 V. sotto quadro V. Batteria 30 Massa batteria Collegamento dell interruttore di temperatura OPZIONALE L interruttore di temperatura consente alla vettura di effettuare la commutazione solamente dopo che il motore abbia raggiunto la temperatura di esercizio pari al valore di taratura dell interruttore. L interruttore è normalmente aperto e chiude il contatto alla temperatura di 40 C. Una volta chiuso il contatto l unità di scambio inizierà il conteggio dei 55 sec. per la commutazione. L interruttore si riporterà in posizione aperto con la temperatura del motore a 30 C. Si consiglia di montare l interruttore di temperatura sul tubo che porta l acqua al circuito di riscaldamento dell abitacolo utilizzando il manicotto di ottone raffigurato di fianco Relè 40 Amp. Al cavo nero del cablaggio JTG 87 Interruttore temperatura V. sotto quadro V. Batteria Collegare a massa

19 Pagina 19 di TUBAZIONI E RACCORDI Le connessioni tra le varie tubazioni possono essere eseguite tramite i raccordi di cui viene descritto l assemblaggio In foto sono indicati i vari componenti della connessione 1. tubo flessibile 2. raccordo filettato 3. anello di serraggio 4. bicono di estremità tagliare il tubo flessibile (1) della misura desiderata facendo attenzione a pulizia e precisione del taglio inserire nell ordine: il raccordo filettato (2), l anello di serraggio (3), il bicono di estremità (4) portare il bicono (4) a contatto con l estremità tagliata del tubo flessibile, come indicato in foto, prima di serrare la giunzione tramite l anello (3) tramite l apposita pinza di serraggio mostrata in foto, portare l anello di serraggio a contatto con il bicono di estremità nella sequenza mostrata dalle foto seguenti

20 7. PRESE DI CARICA Pagina 20 di Tipologie disponibili presa carica per sportello benzina 7 Componenti presenti nel kit di presa carica: presa carica 2. guarnizione di tenuta tra presa carica esterna e raccordo montato sulla vettura 3. dado M18x1 per il fissaggio del raccordo sulla vettura 4. Rondella 5. raccordo per presa carica 6. bicono per tubo rame da 8 7. raccordo per il fissaggio del tubo rame da 8 Corretta sequenza per il montaggio della presa carica sulla vettura: FORARE LA PARTE DELLA CARROZZERIA ALL INTERNO DELLO SPORTELLO BENZINA PER L INSERIMENTO DEL KIT PER PRESA CARICA ASSEMBLARE L ESTREMITÀ DEL TUBO DI CARICA SUL RACCORDO (5) TRAMITE IL BICONO (6) E IL RACCORDO (7) MONTARE IL RACCORDO (5) SULLA CARROZZERIA INSERIRE LA RONDELLA DI TENUTA (4) SULLA PARTE FILETTATA DEL RACCORDO AVVITARE IL DADO (3) SUL RACCORDO (5) AVVITARE E SERRARE LA PRESA CARICA SUL RACCORDO AL MOMENTO DELLA CARICA

21 Pagina 21 di 34 presa carica per paraurti Descrizione dei componenti della presa carica per paraurti: 1 e 2 ghiere in plastica tra le quali deve essere bloccato il paraurti della vettura 3 presa carica 4 viti per il fissaggio della presa carica sulla ghiera in plastica In figura è indicato il punto in cui deve venirsi a trovare il paraurti della vettura al momento del serraggio delle ghiere in plastica su di esso Fissare la presa carica con le apposite viti ed applicare il tappo di protezione esterno Nel caso in cui non sia possibile, o comunque non conveniente l applicazione della presa carica sul paraurti della vettura, per il fissaggio si può utilizzare la staffa in foto, anche essa compresa nel kit

22 Pagina 22 di Sistema di filtraggio sul tubo di carica Il filtraggio del GPL in fase di riempimento del serbatoio avviene tramite l installazione di un filtro sul tubo di carica, come indicato in figura, che consente di proteggere la pompa e gli altri componenti dell impianto dalle impurità presenti nel GPL. Montaggio del filtro: 1. Il filtro deve essere montato sul tubo di carica tra la presa ed il serbatoio del Gpl 2. La freccia sul filtro indica il verso di installazione: dalla presa di carica al serbatoio 3. Per fissare i tubi sul filtro utilizzare i raccordi per tubo flessibile Icom in dotazione nel kit

23 Pagina 23 di POSIZIONAMENTO SERBATOIO Serbatoio JTG toroidale F86 I.I. Entrambe le tipologie di serbatoi previste per l impianto JTG dispongono di supporti saldati sui serbatoi stessi. Tali supporti consentono all installatore di montare il serbatoio in maniera rapida e sicura garantendo un ancoraggio robusto direttamente sul telaio del veicolo. I serbatoi toroidali e cilindrici contengono la pompa carburante nel loro interno, pertanto devono essere montati facendo si che la pompa venga a trovarsi nella posizione corretta per favorire il pescaggio del GPL durante le accelerazioni con il veicolo in movimento. Per il serbatoio toroidale, fissare il serbatoio con la targhetta disposta in posizione trasversale rispetto al veicolo, in modo che la pompa venga a trovarsi rivolta verso il posteriore del veicolo. Per il corretto montaggio del serbatoio sul veicolo, posizionare il serbatoio nel punto in cui dovrà essere fissato. Evidenziare l esatto posizionamento dei piedini e forare il pianale. A questo punto portare a coincidere i fori effettuati con i piedini del serbatoio e fissarlo con le apposite viti Posizionare i piedini in corrispondenza dei fori e fissare il serbatoio sull autovettura tramite le 3 apposite viti

24 Pagina 24 di 34 Serbatoio JTG toroidale F86 GS Nel caso di serbatoio GS toroidale, il fissaggio del serbatoio deve avvenire tramite i 3 tiranti orientabili mostrati dalle frecce in figura, che vengono montati sulla superficie laterale interna del vano della ruota di scorta I serbatoi F86 GS previsti per l impianto JTG dispongono di supporti saldati sui serbatoi stessi. Tali supporti consentono all installatore di montare il serbatoio in maniera rapida e sicura garantendo un ancoraggio robusto direttamente sul telaio del veicolo. I serbatoi GS contengono la pompa carburante nel loro interno, pertanto devono essere montati facendo si che la pompa venga a trovarsi nella posizione corretta per favorire il pescaggio del GPL durante le accelerazioni con il veicolo in movimento. Per il posizionamento, fissare il serbatoio con la targhetta disposta verso il posteriore del veicolo (vedi foto), in modo che la pompa venga a trovarsi nella stessa posizione. SERBATOIO ESTERNO Posizionare i piedini in corrispondenza dei fori e fissare il serbatoio sull autovettura tramite le 3 apposite viti SERBATOIO INTERNO

25 Pagina 25 di 34 Serbatoio JTG cilindrico Per il serbatoio cilindrico, sarà sufficiente montare il serbatoio sugli appositi piedini. Nel caso di montaggio con fasce, mantenere la ghiera inclinata di 20

26 Pagina 26 di SISTEMI PER LO SVUOTAMENTO DEI SERBATOI Nel caso in cui occorra eseguire interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria su un serbatoio GPL, si può utilizzare il sistema mostrato nelle foto seguenti. L impianto carrellato è costruito per aspirare e stoccare provvisoriamente, al suo interno, il GPL contenuto in un serbatoio da svuotare, consentendo poi la restituzione dello stesso GPL al serbatoio ad intervento ultimato. L impianto portatile ha lo stesso funzionamento del precedente con l unica differenza di non avere il serbatoio per lo stoccaggio compreso nel sistema icom L EVOLUZIONE DEL GPL 1. Impianto di aspirazione per GPL carrellato 2. Impianto di aspirazione per GPL portatile

27 Pagina 27 di CONTROLLI DA EFFETTUARE A FINE INSTALLAZIONE 11.1 Controllo della pressione Ad impianto ultimato, misurare la pressione del GPL nel rail o nell impianto a motore acceso in modalità GPL e a motore spento. La differenza di pressione tra le due modalità dovrà essere compresa tra un minimo di 2 bar ed un massimo di 3.5 bar A B 1. Assicurarsi che il rubinetto A sia chiuso 2. Svitare il tappo B presente sul regolatore di pressione 3. Applicare il manometro sul regolatore di pressione 4. Aprire il rubinetto A 5. accendere la vettura, far funzionare il motore in commutazione, spegnere il motore ed effettuare una prima lettura dell indicazione della pressione 6. accendere il motore e, una volta avvenuta la commutazione a GPL, effettuare la seconda lettura DIFFERENZA DI PRESSIONE COMPRESA TRA 2.5 E 3.5 bar

28 Pagina 28 di Controllo dell assorbimento della pompa di alimentazione in condizioni di funzionamento Un eccessivo assorbimento della pompa è indice di un malfunzionamento dell impianto: è importante eseguire tale controllo secondo le modalità di seguito riportate Applicare una pinza amperometrica sul filo di alimentazione della pompa (blu/nero), in corrispondenza del connettore esterno del serbatoio, come indicato in figura, il valore massimo da riscontrare deve essere 6.5A Assorbimento massimo: 6.5 A Il controllo può anche essere effettuato sulla parte anteriore dell impianto, in corrispondenza del fusibile generale, estraendo il fusibile e applicando un tester sul porta-fusibile: al massimo si dovrà rilevare un assorbimento pari a 8.0 A (avendo tenuto conto di +1A dovuto all elettrovalvola di alimentazione e +0.5 A dovuti alla centralina) + na (dove n rappresenta il numero di elettrovalvole aggiuntive se presenti) Assorbimento massimo: 8.0 A

29 Pagina 29 di Controllo tempi di iniezione Durante la misurazione dei tempi di iniezione tenere conto della pressione del GPL all interno dell impianto: per pressioni comprese tra 7,5 e 9 bar i tempi di iniezione devono essere gli stessi del funzionamento della vettura a benzina; per pressioni maggiori di 9 bar i tempi di iniezione devono essere indicativamente minori del 5% (esempio: benzina 3.0ms GPL 2.85ms); per pressioni minori di 7,5 bar i tempi di iniezione devono essere indicativamente maggiori del 5% (esempio: benzina 3.0ms GPL 3.15ms). ATTENZIONE: al momento della prima calibrazione si deve tenere conto del fatto che nel serbatoio è presente aria, quindi è necessario partire da una calibrazione inferiore del 2-3% rispetto al valore rilevato con gli iniettori benzina Ad esempio se il tempo di iniezione a benzina è 3ms, per avere una miscela più magra occorrerà avere un tempo di iniezione a GPL pari a 3.1 ms. Collegare lo strumento per la lettura dei tempi di iniezione come mostrato in figura, far commutare la vettura da benzina a GPL, attendere la stabilizzazione ed effettuare la lettura Avendo a disposizione uno strumento in grado di rilevare le condizioni di lavoro dei correttori, si può effettuare tale controllo: i correttori devono rimanere entro un range di ±5% rispetto ai valori rilevati nel funzionamento a benzina della vettura.

30 Pagina 30 di Kit JTG Maggiorato Il JTG così come fin ora descritto nei paragrafi precedenti, che di seguito definiremo JTG Standard, è perfettamente installabile su tutti i motori a ciclo Otto, alimentati con sistema di iniezione elettronica multi punto sequenziale, con potenza fino a 140 Kw. Se il veicolo sul quale deve essere installato il JTG ha più di 140 Kw., si dovrà procedere all installazione di un sistema JTG di tipo Maggiorato. Il JTG Maggiorato differisce dallo standard per via di alcuni componenti di caratteristiche tecniche differenti dallo standard. Il JTG Maggiorato garantisce una pressione di esercizio ed una portata di alimentazione superiori a quelle garantite dal JTG Standard grazie all utilizzo di: a) pompa GPL dalle caratteristiche tecniche superiori, b) tubazione di alimentazione di dimensioni superiori (1/4 contro i 3/16 del JTG Standard) c) flangia maggiorata nei passaggi del GPL d) regolatore con by-pass e compensatore di pressione specifico per il JTG Maggiorato. Tali caratteristiche lo rendono idoneo all alimentazione di motori particolarmente potenti (con più di 140 Kw.), siano essi aspirati o sovralimentati Controllo della pressione su JTG Maggiorato Effettuare il controllo della pressione esattamente coma al paragrafo 11.1 tenendo però ben presente che in questo caso (JTG Maggiorato) la differenza di pressione dovrà essere compresa tra 4 e 5 bar Controllo dell assorbimento della pompa di alimentazione in condizioni di funzionamento Effettuare il controllo dell assorbimento della pompa esattamente come al paragrafo 11.2 tenendo però ben presente che in questo caso (JTG Maggiorato) l assorbimento misurato con la pinza amperometrica dovrà essere pari a xxa. max mentre quello misurato sul porta fusibile dovrà essere pari a Xx A. max 12.3 Regolatore di pressione con by-pass e compensatore L utilizzo del regolatore di pressione con compensatore è particolarmente indicato quando si installa il JTG Maggiorato su veicoli con potenza superiore a 140 Kw. Tuttavia può essere installato anche su motori per i quali è prevista l installazione del JTG Standard. Il regolatore con depressore garantisce una compensazione della pressione di alimentazione durante le fasi di accelerazione del motore. Quando il numero di giri del motore sale rapidamente a seguito di una accelerazione, si può avere un calo della pressione di alimentazione che in alcuni casi (motori molto spinti e/o elaborati) può determinare uno smagrimento eccessivo della miscela aria/gpl. Se il calo di pressione durante l accelerazione è superiore ad un (1) bar, si consiglia l installazione del regolatore con compensatore anche sul JTG Standard. Sul JTG Maggiorato è sempre consigliabile l installazione del regolatore di pressione con compensatore. A seguire le istruzioni di taratura del regolatore di pressione con compensatore

31 Istruzione di taratura Pagina 31 di 34 MISURAZIONE DELLA PRESSIONE Rimuovere il tappo del regolatore ed applicare il manometro per la misurazione della pressione nel rail AL SERBATOIO COMPENSATORE DAL RAIL MANOMETRO APPLICATO Aprire completamente il compensatore ruotandolo nel verso indicato in figura fino a portarlo a battuta. Effettuare la lettura della pressione ed accertarsi che ci sia il corretto P di pressione: P JTG Standard compreso tra 2.5 e 3.5 bar P JTG Maggiorato compreso tra 4 e 5 bar MANOMETRO APPLICATO +1bar Richiudere il compensatore ruotandolo nel verso indicato in figura fino ad ottenere un incremento di pressione pari ad 1 bar, rilevabile tramite il manometro. A questo punto fissare il compensatore in posizione tramite l apposito dado di bloccaggio DADO DI BLOCCAGGIO

32 Pagina 32 di 34 Applicare il tubo per il collegamento sul collettore di aspirazione a valle della farfalla. Effettuare una prova con manometro collegato e verificare che, dopo aver effettuato il collegamento al collettore di aspirazione, si ripristini la pressione misurata prima dell incremento di 1 bar dato dal compensatore COLLEGAMENTO AL COLLETTORE DI ASPIRAZIONE DEL MOTORE

33 Pagina 33 di Collegamento elettrico pompa su JTG Maggiorato Fase 1 Filo blu-nero serbatoio JTG - Tagliare il filo di colore blu nero del cablaggio JTG (corrispondente ai pin 34 e 35 della UCE01) Fase 2 Filo blu-nero serbatoio JTG

34 Pagina 34 di 34 Fase 3 Filo blu-nero serbatoio JTG 87 Relè 30A Collegare il capo A sul pin 85 del relè Batteria - Collegare il capo B sul pin 87 del relè - Collegare il 12 V. batteria (o un segnale di massa) al pin 86 del relè - Collegare il + 12 V. batteria al pin 30 del relè N.B. Per il collegamento elettrico sopra descritto utilizzare un relè da 30 A. ed un fusibile da 15 A. (max 20 A.).

Document Name: RIF. MonoMotronic MA 3.0 512 15/54 30 15 A 10 A 10 M 1 234

Document Name: RIF. MonoMotronic MA 3.0 512 15/54 30 15 A 10 A 10 M 1 234 MonoMotronic MA.0 6 7 8 9 / 0 8 7 6 0 9 A B A L K 7 8 6 9 0 8 0 A 0 0 C E D 6 7 7 M - 6 0 9 7-9 LEGENDA Document Name: MonoMotronic MA.0 ) Centralina ( nel vano motore ) ) Sensore di giri e P.M.S. ) Attuatore

Dettagli

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Schede tecniche Moduli Solari MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Il gruppo con circolatore solare da 1 (180 mm), completamente montato e collaudato, consiste di: RITORNO: Misuratore regolatore

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) FILTRI OLEODINAMICI Filtri sul ritorno con cartuccia avvitabile Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Corpo filtro Attacchi:

Dettagli

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT)

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT) PT-27 Torcia per il taglio con arco al plasma Manuale di istruzioni (IT) 0558005270 186 INDICE Sezione/Titolo Pagina 1.0 Precauzioni per la sicurezza........................................................................

Dettagli

LEGGERE TUTTE LE INDICAZIONI PRIMA DI AVVIARSI ALL INSTALLAZIONE

LEGGERE TUTTE LE INDICAZIONI PRIMA DI AVVIARSI ALL INSTALLAZIONE Iniezione + Accensione 2008-2012 Husqvarna Modelli con Centralina MIKUNI Istruzioni di Installazione LISTA DELLE PARTI 1 Power Commander 1 Cavo USB 1 CD-ROM 1 Guida Installazione 2 Adesivi Power Commander

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-F GPC Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-P GPC - GPE GPC Sicurezza conforme alle ultime normative CE; valvole di sicurezza; riempi botte antinquinante; miscelatore nel coperchio

Dettagli

NE FLUSS 20 CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO

NE FLUSS 20 CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO Appr. nr. B94.02 T - CE 0063 AQ 2150 Appr. nr. B95.03 T - CE 0063 AQ 2150 CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO...

Dettagli

: acciaio (flangia in lega d alluminio)

: acciaio (flangia in lega d alluminio) FILTRI OLEODINAMICI Filtri in linea per media pressione, con cartuccia avvitabile Informazioni tecniche Pressione: Max di esercizio (secondo NFPA T 3.1.17): FA-4-1x: 34,5 bar (5 psi) FA-4-21: 24 bar (348

Dettagli

NE FLUSS 20 EL PN CE

NE FLUSS 20 EL PN CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO Appr. nr. B94.02 A - CE 0063 AQ 2150 MANTELLATURA 7 3 1 102 52 101 99-97 83 84-64 63 90 139 93 98 4 5

Dettagli

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Le caratteristiche tecniche si basano sulle informazioni di prodotto più recenti disponibili al momento della pubblicazione. Tutte le dimensioni sono espresse in millimetri

Dettagli

SCHEMA FILARE DELL'IMPIANTO IAW

SCHEMA FILARE DELL'IMPIANTO IAW INIEZIONE ACCENSIONE WEBER MARELLI I.A.W. Prima, seconda, terza versione con distributore alta tensione Iniezione elettronica digitale con unica centralina che controlla iniezione e accensione, il comando

Dettagli

Guida alla scelta di motori a corrente continua

Guida alla scelta di motori a corrente continua Motori Motori in in corrente corrente continua continua 5 Guida alla scelta di motori a corrente continua Riddutore Coppia massima (Nm)! Tipo di riduttore!,5, 8 8 8 Potenza utile (W) Motore diretto (Nm)

Dettagli

NE FLUSS 24 EL CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO

NE FLUSS 24 EL CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO Appr. nr. B94.01 A - CE 0063 AQ 2150 CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO... 30R0032/0... 02-99... IT... MANTELLATURA

Dettagli

Elettrovalvole a comando diretto Serie 300

Elettrovalvole a comando diretto Serie 300 Elettrovalvole a comando diretto Serie 00 Minielettrovalvole 0 mm Microelettrovalvole 5 mm Microelettrovalvole mm Microelettrovalvole mm Modulari Microelettrovalvole mm Bistabili Elettropilota CNOMO 0

Dettagli

Avviatore d emergenza 12-24 Volts 4500-2250 A

Avviatore d emergenza 12-24 Volts 4500-2250 A 443 00 49960 443 00 49961 443 00 49366 443 00 49630 443 00 49963 443 00 49964 443 00 49965 976-12 V 2250 A AVVIATORE 976 C-CARICATORE AUTOM. 220V/RICAMBIO 918 BATT-BATTERIA 12 V 2250 A/RICAMBIO 955 CAVO

Dettagli

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione Valvola di scarico termico con reintegro incorporato serie 544 R EGI STERED BS EN ISO 9001:2000 Cert. n FM 21654 UNI EN ISO 9001:2000 Cert. n 0003 CALEFFI 01058/09 sostituisce dp 01058/07 Funzione La valvola

Dettagli

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I)

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 Generalità 2 CONFIGURAZIONE PART-WINDING 2 CONFIGURAZIONE STELLA-TRIANGOLO 3 Isolamento del motore elettrico 5 Dispositivi di

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta

Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta Z750 Z750 ABS Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta Premessa Per una efficiente spedizione dei veicoli Kawasaki, prima dell imballaggio questi vengono parzialmente smontati. Dal momento

Dettagli

: il metano ha messo il turbo

: il metano ha messo il turbo Torino, 14 Giugno 2010 Nuovo DOBLO : il metano ha messo il turbo A pochi mesi dal lancio commerciale, Nuovo DOBLO ha già raggiunto la leadership nel segmento delle vetture multi spazio, riscuotendo un

Dettagli

Calettatori per attrito SIT-LOCK

Calettatori per attrito SIT-LOCK Calettatori per attrito INDICE Calettatori per attrito Pag. Vantaggi e prestazioni dei 107 Procedura di calcolo dei calettatori 107 Gamma disponibile dei calettatori Calettatori 1 - Non autocentranti 108-109

Dettagli

Modello: C147X01 - VENEZIA NESTLE' - INSTANT - 220 VOLT - 50 HZ - November 2004 - Europe Aggiornamento: November 2004

Modello: C147X01 - VENEZIA NESTLE' - INSTANT - 220 VOLT - 50 HZ - November 2004 - Europe Aggiornamento: November 2004 Tavola :01 - Porta, lato esterno Pag.: 1 Tavola :01 - Porta, lato esterno 1 0V1790 PORTA EXEC. NESTLE'VENEZIA (I) SOLO ITALIA 2 0V1791 PORTA FRONTALE NESTLE' VENEZIA VERSIONE FRONTALE 3 0V1936 PORTA EXEC.

Dettagli

Manuale - parte 1. Descrizione del generatore e istruzioni per l uso. Generatore Marine Panda 8000 NE Tecnologia silenziosissima

Manuale - parte 1. Descrizione del generatore e istruzioni per l uso. Generatore Marine Panda 8000 NE Tecnologia silenziosissima Manuale - parte 1 Descrizione del generatore e istruzioni per l uso Generatore Marine Panda 8000 NE Tecnologia silenziosissima 230V - 50 Hz / 6,5 kw Icemaster Fischer Panda 25 20 10 10 10 since 1977 Icemaster

Dettagli

POMPE ELETTRICHE 12-24 Volt DC

POMPE ELETTRICHE 12-24 Volt DC POMPE GASOLIO - 2 - POMPE ELETTRICHE 12-24 Volt DC serie EASY con pompante in alluminio DP3517-30 - 12 Volt DP3518-30 - 24 Volt Elettropompa rotativa a palette autoadescante con by-pass, pompante in alluminio

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI PRESSOSTATI DIFFERENZIALI

MANUALE DI ISTRUZIONI PRESSOSTATI DIFFERENZIALI Rev. 5 01/07 PRESSOSTATI DIFFERENZIALI STAGNI: SERIE DW Modelli DW40, DW100 e DW160 A PROVA DI ESPLOSIONE: SERIE DA Modelli DA40, DA100 e DA160 A B Modelli DW10 ingresso cavi PESO 6,2 kg A B Modelli DA10

Dettagli

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno)

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno) Citofono senza fili Installazione ed uso (fascicolo staccabile all interno) Sommario Presentazione... 3 Descrizione... 4 La postazione esterna... 4 La placca esterna... 4 Il quadro elettronico... 4 La

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

Era M & Era MH. I nuovi motori per tende e tapparelle, anche con manovra di soccorso manuale. Compatti e robusti, semplici e pratici da installare.

Era M & Era MH. I nuovi motori per tende e tapparelle, anche con manovra di soccorso manuale. Compatti e robusti, semplici e pratici da installare. Era M & Era MH I nuovi motori per tende e tapparelle, anche con manovra di soccorso manuale. Compatti e robusti, semplici e pratici da installare. Era M Motore tubolare ideale per tende e tapparelle con

Dettagli

Manuale dell operatore

Manuale dell operatore Technical Publications 20 Z-30 20HD Z-30 Manuale dell operatore Modelli precedenti al numero di serie 2214 First Edition, Second Printing Part No. 19052IT Sommario Pagina Norme di sicurezza... 3 Controllo

Dettagli

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6 Sistema FS Uno Istruzione di montaggio CONTENUTO Pagina 1 Generalità 2 2 Palificazione 3 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4 4 Elenco dei componenti 6 5 Rappresentazione esplosa del sistema

Dettagli

SEZIONE 22 PAGINA 01

SEZIONE 22 PAGINA 01 TUBO ARIA COMPRESSA GOMMA 20 BAR 22 100 102 Tubo per aria compressa 8x17 22 100 104 Tubo per aria compressa 10x19 22 100 106 Tubo per aria compressa 13x23 22 100 110 Tubo per aria compressa 19x30 Tubo

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

Gruppo termico murale a gas a premiscelazione. Serie

Gruppo termico murale a gas a premiscelazione. Serie Gruppo termico murale a gas a premiscelazione Serie GENIO Tecnic Serie GENIO TECNIC Caratteristiche principali Quali evoluzione subirà il riscaldamento per rispondere alle esigenze di case e utenti sempre

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFPA T 3.10.17) FILTI OLEODINMICI Serie F-1 Filtri con cartuccia avvitabile (spin-on) Informazioni tecniche Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (acc. to NFP T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (acc. to NFP

Dettagli

Brushless. Brushless

Brushless. Brushless Motori Motori in in corrente corrente continua continua Brushless Brushless 69 Guida alla scelta di motori a corrente continua Brushless Riduttore 90 Riddutore Coppia massima (Nm)! 0,6,7 30 W 5,5 max.

Dettagli

Centralina Compatta. Manuale d istruzioni. 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che. info@psg-online.de www.psg-online.de

Centralina Compatta. Manuale d istruzioni. 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che. info@psg-online.de www.psg-online.de Centralina Compatta 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che info@psg-online.de www.psg-online.de Manuale d istruzioni Messa in funzione Il regolatore viene fornito con le impostazioni standard pronto

Dettagli

Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità.

Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità. Tagliando Manutentivo Km. 10.000/30.000/50.000 XP500 TMAX. Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità. IMPORTANTE:

Dettagli

CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO

CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO VALIDO PER MOD. DTCHARGE E 1000 CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO LEGGERE CON CURA IN OGNI SUA PARTE PRIMA DI ALIMENTARE TOGLIAMO IL COPERCHIO, COSA FARE?? Il DTWind monta alternatori tri fase. Ne consegue

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

Istruzioni di manutenzione

Istruzioni di manutenzione Istruzioni di manutenzione NB/NBG 1. Identificazione... 2 1.1 Targhetta di identificazione... 2 1.2 Descrizione del modello... 3 1.3 Movimentazione... 4 2. Smontaggio e montaggio... 5 2.1 Informazioni

Dettagli

Interruttori di posizione precablati serie FA

Interruttori di posizione precablati serie FA Interruttori di posizione precablati serie FA Diagramma di selezione 01 08 10 11 1 15 1 0 guarnizione guarnizione esterna in esterna in gomma gomma AZIONATORI 1 51 5 54 55 56 5 leva leva regolabile di

Dettagli

Manuale d uso SUNNY BOY 6000TL

Manuale d uso SUNNY BOY 6000TL Pagina del titolo Manuale d uso SUNNY BOY 6000TL SB6000TL-21-BE-it-10 IMIT-SB60TL21 Versione 1.0 ITALIANO SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Note relative al presente documento...7 2 Sicurezza...9

Dettagli

VAV-EasySet per VARYCONTROL

VAV-EasySet per VARYCONTROL 5/3.6/I/3 per VARYCONTROL Per la sanificazione di regolatori di portata TROX Italia S.p.A. Telefono 2-98 29 741 Telefax 2-98 29 74 6 Via Piemonte 23 C e-mail trox@trox.it 298 San Giuliano Milanese (MI)

Dettagli

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit Sifoni per vasca da bagno Geberit. Sistema.............................................. 4.. Introduzione............................................. 4.. Descrizione del sistema.................................

Dettagli

Manuale di installazione, manutenzione ed assistenza dei freni a disco idraulici

Manuale di installazione, manutenzione ed assistenza dei freni a disco idraulici Manuale di installazione, manutenzione ed assistenza dei freni a disco idraulici HFX-Mag HFX-Mag Plus HFX-9 HFX-9 HD Informazioni sulla sicurezza Questo tipo di freno è stato progettato per l uso su mountain

Dettagli

ESPLOSO RICAMBI CALDAIE MURALI A GAS mod. META 20 MFFI/RFFI-CE mod. META 24 MFFI/RFFI-CE

ESPLOSO RICAMBI CALDAIE MURALI A GAS mod. META 20 MFFI/RFFI-CE mod. META 24 MFFI/RFFI-CE ESPLOSO RICAMBI CALDAIE MURALI A GAS mod. META 20 MFFI/RFFI-CE mod. META 24 MFFI/RFFI-CE E d i z i o n e 1 d a t a t a A P R I L E 1 9 9 5 POOL AZIENDE SERVIZIO SICUREZZA GAS 53 52 51 50 49 48 47 46 351

Dettagli

INJEX - Iniezione senza ago

INJEX - Iniezione senza ago il sistema per le iniezioni senz ago INJEX - Iniezione senza ago Riempire le ampolle di INJEX dalla penna o dalla cartuccia dalle fiale con la penna Passo dopo Passo Per un iniezione senza ago il sistema

Dettagli

Impianti aspirapolvere centralizzati

Impianti aspirapolvere centralizzati ISTRUZIONI PER L USO CENTRALI ASPIRANTI MOD. DS SUPER COMPACT MOD. DS SUPER COMPACT 1,5 MOD. DS SUPER COMPACT 2,2 MOD. DS SUPER COMPACT TURBO 2,2 MOD. DS SUPER COMPACT TURBO 4,5i Copyright by DISAN S.r.l.

Dettagli

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Istruzioni per l'installazione TempsensorAmb-IIT110610 98-0042610 Versione 1.0 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Avvertenze su queste istruzioni.....................

Dettagli

AL SERVIZIO DELLA SICUREZZA dal 1985

AL SERVIZIO DELLA SICUREZZA dal 1985 SECURITY SISTEM SERIE CB 8000 Can-Bus VERSIONI MANUALE Installatore e Utente EASY: EASY PLUS: Centrale di allarme modulare, protezione perimetrica, pulsante Led per pincode, comando indicatori di direzione

Dettagli

Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI

Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI A) Vite di regolazione del minimo. B) Getto MAX C) Getto MIN D) Vite corta coperchio camera del galleggiante E) Vite lunga coperchio camera del galleggiante

Dettagli

LIBRETTO D ISTRUZIONI

LIBRETTO D ISTRUZIONI I LIBRETTO D ISTRUZIONI APRICANCELLO SCORREVOLE ELETTROMECCANICO girri 130 VISTA IN SEZIONE DEL GRUPPO RIDUTTORE GIRRI 130 ELETTROMECCANICO PER CANCELLI SCORREVOLI COPERCHIO COFANO SUPPORTO COFANO SCATOLA

Dettagli

Alimentatore tuttofare da 10 A

Alimentatore tuttofare da 10 A IK0RKS - Francesco Silvi, v. Col di Lana, 88 00043 - Ciampino (RM) E_Mail : francescosilvi@libero.it Alimentatore tuttofare da 10 A E questa la costruzione di un alimentatore portatile che accompagna i

Dettagli

GUIDA ALLA COSTRUZIONE DI UN COMPRESSORE

GUIDA ALLA COSTRUZIONE DI UN COMPRESSORE GUIDA ALLA COSTRUZIONE DI UN COMPRESSORE by Angelo PLACIDI (angelo p) ATTENZIONE Si tratta di un sistema che potrebbe risultare altamente pericoloso da realizzare se non si hanno le necessarie capacità

Dettagli

Unità fan coil. Dati Tecnici EEDIT12-400

Unità fan coil. Dati Tecnici EEDIT12-400 Unità fan coil Dati Tecnici EEDIT12-400 FWL-DAT FWM-DAT FWV-DAT FWL-DAF FWM-DAF FWV-DAF Unità fan coil Dati Tecnici EEDIT12-400 FWL-DAT FWM-DAT FWV-DAT FWL-DAF FWM-DAF FWV-DAF Indice Indice Unità tipo

Dettagli

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna Unità monoblocco Potenza frigorifera: da 11 a 70.6 kw Potenza calorifica: da 11.7 a 75.2 kw Unità verticali compatte Ventilatori centrifughi Aspirazione e mandata canalizzate Gestione free-cooling con

Dettagli

G722/... G723/... G723H/... G724/... G725/...

G722/... G723/... G723H/... G724/... G725/... F80/MC F80/MCB F80/MMR F80/SG F80/SGB F7FA0AP-0W0 F9H0AP-0W0 = Led indicazione di guasto per cortocircuito = Led Indicazione di guast o verso terra = Pulsante interfaccia utente = Indicazione sezionamento

Dettagli

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T 02F051 571T 560T 561T 566T 565T 531T 580T Caratteristiche principali: Comando funzionamento manuale/automatico esterno Microinterruttore

Dettagli

Istruzioni supplementari. Adattatore con tubo schermante. per VEGACAL 63, 64/VEGACAP 63 Stilo-ø 16 mm. Document ID: 34849

Istruzioni supplementari. Adattatore con tubo schermante. per VEGACAL 63, 64/VEGACAP 63 Stilo-ø 16 mm. Document ID: 34849 Istruzioni supplementari Adattatore con tubo schermante per VEGACAL 63, 64/VEGACAP 63 Stilo-ø 16 mm Document ID: 34849 1 Descrizione del prodotto 1 Descrizione del prodotto L'adattatore con tubo schermante

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

X5 F15 PHEV. Legenda. BMW X5 F15 PHEV (C) 2015 BMW AG München, Deutschland Edizione 01/2015. (a partire da 03/2015)

X5 F15 PHEV. Legenda. BMW X5 F15 PHEV (C) 2015 BMW AG München, Deutschland Edizione 01/2015. (a partire da 03/2015) file://c:\users\qx54891\appdata\local\temp\10\dw_temp_qx54891\vul-rek-bm Page 1 of 7 BMW X5 F15 PHEV (C) 2015 BMW AG München, Deutschland Edizione 01/2015 X5 F15 PHEV (a partire da 03/2015) Legenda Airbag

Dettagli

la nuova generazione

la nuova generazione O - D - Giugno - 20 Sistemi di adduzione idrica e riscaldamento in Polibutilene la nuova generazione Push-fit del sistema in polibutilene Sistema Battuta dentellata La nuova tecnologia in4sure è alla base

Dettagli

Sostituzione del contatore di energia elettrica

Sostituzione del contatore di energia elettrica Istruzioni di montaggio per il personale specializzato VIESMANN Sostituzione del contatore di energia elettrica per Vitotwin 300-W, tipo C3HA, C3HB e C3HC e Vitovalor 300-P, tipo C3TA Avvertenze sulla

Dettagli

Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico

Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DELL AQUILA Scuola di Specializzazione per la Formazione degli Insegnanti nella Scuola Secondaria Analogia tra il circuito elettrico e il circuito idraulico Prof. Umberto Buontempo

Dettagli

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche Manuale d uso Regolatore di carica EP5 con crepuscolare Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche ITALIANO IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale contiene importanti informazioni sulla

Dettagli

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile Elegant ECM Condizionatore Pensile I condizionatori Elegant ECM Sabiana permettono, con costi molto contenuti, di riscaldare e raffrescare piccoli e medi ambienti, quali negozi, sale di esposizione, autorimesse,

Dettagli

LISTINO MINIMOTO 2013

LISTINO MINIMOTO 2013 LISTINO MINIMOTO 2013 NOTE: - Il presente listino annulla e sostituisce qualsiasi precedente - I prezzi indicati si intendono trasporto ed assicurazione esclusi - BZM Trade Srl si riserva qualsiasi variazione

Dettagli

Serie. Genio Tecnic. Moduli termici a premiscelazione a condensazione. Emissioni di NOx in classe V

Serie. Genio Tecnic. Moduli termici a premiscelazione a condensazione. Emissioni di NOx in classe V Serie Genio Tecnic Moduli termici a premiscelazione a condensazione Emissioni di NOx in classe V Serie Genio tecnic Vantaggi Sicurezza Generatore totalmente stagno rispetto all ambiente. Progressiva riduzione

Dettagli

Valore Unitario. Cod. fornit. Descrizione Quant. Valore TOT

Valore Unitario. Cod. fornit. Descrizione Quant. Valore TOT Cod. fornit. Descrizione Quant. Valore Unitario Valore TOT 61586404 Adattatore contagiri 370 6 45,47 272,82 4721456 Adattatore tachimetro 370 3 37,02 111,06 Alberino cronotachimetro 370 1 6,32 6,32 1905228

Dettagli

TICONTROL MOD. DEP. attraversa il Livello per mezzo di viti. Attraverso una ricca. i nostri livelli riescono a soddisfare le esigenze più particolari,

TICONTROL MOD. DEP. attraversa il Livello per mezzo di viti. Attraverso una ricca. i nostri livelli riescono a soddisfare le esigenze più particolari, LV LIVELLI VISIVI SERIE MULTICONTR TICONTROL OL I Livelli Visivi danno la possibilità di controllare in ogni istante il livello del liquido in modo chiaro e preciso. Il principio utilizzato è quello dei

Dettagli

MICRA 23 E 28 E 23 SE 28 SE

MICRA 23 E 28 E 23 SE 28 SE LIBRETTO DI ISTRUZIONI PER I MODELLI MICRA 23 E 28 E 23 SE 28 SE ATTENZIONE (per MICRA 23/28 SE) PER IL POSIZIONAMENTO DEL DIAFRAMMA LEGGERE ATTENTAMENTE LE ISTRUZIONI RELATIVE ALLE TIPOLOGIE DI SCARICO

Dettagli

Sistema solare termico

Sistema solare termico Sistema solare termico 1 VELUX Collettori solari VELUX. Quello che cerchi. Alte prestazioni, massima durabilità, facile installazione Alte prestazioni, massima durabilità, facile installazione Sempre più

Dettagli

Modell 8108.1 H D. Modell 8108.1. Modell 8108.1. Modell 8108.1

Modell 8108.1 H D. Modell 8108.1. Modell 8108.1. Modell 8108.1 ie gelieferten bbildungen sind teilweise in arbe. Nur die Vorschaubilder sind in raustufen. ei ruckdatenerstellung bitte beachten, dass man die ilder ggf. in raustufen umwandelt. 햽 햾 Vielen ank 12.0/2010

Dettagli

Principio di funzionamento di sistemi frenanti ad aria compressa. Corso base

Principio di funzionamento di sistemi frenanti ad aria compressa. Corso base Principio di funzionamento di sistemi frenanti ad aria compressa Alle seguenti pagine trovate una descrizione del principio di funzionamento generale dei sistemi frenanti ad aria compressa installati in

Dettagli

SERIE TK20 MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano

SERIE TK20 MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano SERIE MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano PAG. 1 ESPLOSO ANTA MOBILE VISTA LATO AUTOMATISMO PAG. 2 MONTAGGIO GUARNIZIONE SU VETRO (ANTA MOBILE E ANTA FISSA) Attrezzi e materiali da utilizzare per il montaggio:

Dettagli

Note tecniche per l installazione

Note tecniche per l installazione Mod. 24 SE EST 28 SE EST Note tecniche per l installazione Importante Il libretto... L installazione... deve essere letto attentamente; si potrà così utilizzare la caldaia in modo razionale e sicuro;

Dettagli

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions MINI-ESCAVATORE 2230/2335 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Il è un mini-escavatore con sporgenza posteriore realmente nulla. Il contrappeso e la parte posteriore del telaio superiore della macchina

Dettagli

Manuale di Istruzioni. HI 931002 Simulatore 4-20 ma

Manuale di Istruzioni. HI 931002 Simulatore 4-20 ma Manuale di Istruzioni HI 931002 Simulatore 4-20 ma w w w. h a n n a. i t Gentile Cliente, grazie di aver scelto un prodotto Hanna Instruments. Legga attentamente questo manuale prima di utilizzare la strumentazione,

Dettagli

Sospensioni ad aria aggiuntive aftermarket

Sospensioni ad aria aggiuntive aftermarket AMC chassis NOVITÀ Sospensioni ad aria aggiuntive aftermarket Telaio ribassato AL-KO amctecnologia ed accessori originali La tecnologia innovativaper la massima sicurezza di guida L esperienza di oltre

Dettagli

Manuale di installazione, uso e manutenzione

Manuale di installazione, uso e manutenzione Industrial Process Manuale di installazione, uso e manutenzione Valvole azionato con volantino (903, 913, 963) Sommario Sommario Introduzione e sicurezza...2 Livelli dei messaggi di sicurezza...2 Salute

Dettagli

Listino Prezzi al Pubblico Bora Luglio 2014

Listino Prezzi al Pubblico Bora Luglio 2014 BORA Professional BORA Classic BORA Basic Listino Prezzi al Pubblico Bora Luglio 2014 Progettazione d avanguardia Aspirazione efficace dei vapori nel loro punto d origine BORA Professional Elementi da

Dettagli

SCHEDA TECNICA. W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw

SCHEDA TECNICA. W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw SCHEDA TECNICA CAPACITÀ BENNE CARICO OPERATIVO BENNE PESO OPERATIVO POTENZA MASSIMA W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw W270C/W300C ECOLOGICO COME

Dettagli

Scatole da incasso. Scatole da incasso per pareti in muratura - CARATTERISTICHE TECNICHE

Scatole da incasso. Scatole da incasso per pareti in muratura - CARATTERISTICHE TECNICHE Scatole da incasso Scatole da incasso per pareti in muratura - CARATTERISTICHE TECNICHE Principali caratteristiche tecnopolimero ad alta resistenza e indeformabilità temperatura durante l installazione

Dettagli

Ingresso mv c.c. Da 0 a 200 mv 0,01 mv. Uscita di 24 V c.c. Ingresso V c.c. Da 0 a 25 V 0,001 V. Ingresso ma c.c. Da 0 a 24 ma 0,001 ma

Ingresso mv c.c. Da 0 a 200 mv 0,01 mv. Uscita di 24 V c.c. Ingresso V c.c. Da 0 a 25 V 0,001 V. Ingresso ma c.c. Da 0 a 24 ma 0,001 ma 715 Volt/mA Calibrator Istruzioni Introduzione Il calibratore Fluke 715 Volt/mA (Volt/mA Calibrator) è uno strumento di generazione e misura utilizzato per la prova di anelli di corrente da 0 a 24 ma e

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE

MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUALE DI INSTALLAZIONE La soluzione in nero La soluzione Comax La soluzione Quadmax La soluzione universale La soluzione estetica La soluzione Utility Il modulo Honey Versione IEC TSM_IEC_IM_2011_RevA

Dettagli

Elettrificatori per recinti

Elettrificatori per recinti Elettrificatori per recinti 721 Cod. R315527 Elettri catore multifunzione PASTORELLO SUPER PRO 10.000 Articolo professionale, dotato di rotoregolatore a 3 posizioni per 3 diverse elettroscariche. Può funzionare

Dettagli

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag.

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag. DEM8.5/10 Istruzioni per l uso............pag. 2 Use and maintenance manual....pag. 11 Mode d emploi et d entretien.....pag. 20 Betriebsanleitung.............pag. 29 Gebruiksaanwijzing..............pag.

Dettagli

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili Sistema Multistrato per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili LISTINO 05/2012 INDICE Pag. Tubo Multistrato in Rotolo (PEX/AL/PEX) 4065 04 Tubo Multistrato in Barre (PEX/AL/PEX)

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Diagramma di selezione VF KEYF VF KEYF1 VF KEYF2 VF KEYF3 VF KEYF7 VF KEYF AZIONATORI UNITA DI CONTATTO 1 2 21 22 2NO+1NC FD FP

Dettagli

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino TITOLO ESPERIENZA: Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino PRODOTTI UTILIZZATI: OBIETTIVO: AUTORE: RINGRAZIAMENTI: Interfacciare e controllare un modello di nastro trasportatore

Dettagli

Piccoli attuatori elettrici angolari 2SG5

Piccoli attuatori elettrici angolari 2SG5 Piccoli attuatori elettrici angolari 2SG5 Istruzioni per l uso supplementari SIPOS 5 Edizione 05.13 Tutti i diritti riservati! Indice Istruzioni per l uso supplementari SIPOS 5 Indice Indice 1 Informazioni

Dettagli

Tutto sulle candele ad incandescenza

Tutto sulle candele ad incandescenza www.beru.com Tutto sulle candele ad incandescenza Informazione tecnica n 04 Perfezione integrata Sommario Il motore diesel Principio di funzionamento L avviamento a freddo I sistemi di iniezione 3 3 3

Dettagli

VICTRIX Superior kw VICTRIX Superior kw Plus

VICTRIX Superior kw VICTRIX Superior kw Plus Pensili a condensazione VICTRIX Superior kw è la caldaia pensile istantanea a camera stagna con potenzialità di 26 kw e 32 kw che, grazie alla tecnologia della condensazione, si caratterizza per l'elevato

Dettagli

Cos è uno scaricatore di condensa?

Cos è uno scaricatore di condensa? Cos è uno scaricatore di condensa? Una valvola automatica di controllo dello scarico di condensa usata in un sistema a vapore Perchè si usa uno scaricatore di condensa? Per eliminare la condensa ed i gas

Dettagli

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 1 LIFTKAR, il carrello motorizzato saliscale e MODULKAR, il carrello manuale. 2 3 Caratteristiche principali: 1) Tubolare in Alluminio in

Dettagli

Informazioni per il cliente. Responsabilità del tecnico di manutenzione. Altre indicazioni

Informazioni per il cliente. Responsabilità del tecnico di manutenzione. Altre indicazioni La Manutenzione preventiva (PM, Preventive Maintenance) di Agilent offre l'assistenza di fabbrica consigliata affinché i sistemi analitici funzionino correttamente e forniscano risultati sempre precisi.

Dettagli

Scheda tecnica. Pressostati e termostati tipo CAS 01/2002 DKACT.PD.P10.B2.06 520B0998

Scheda tecnica. Pressostati e termostati tipo CAS 01/2002 DKACT.PD.P10.B2.06 520B0998 Scheda tecnica Pressostati e termostati tipo CAS 01/2002 DKACT.PD.P10.B2.06 520B0998 Pressostati, tipo CAS Campo Ulteriori 0 10 20 30 40 50 60 bar p e Tipo informazioni bar a pag. Pressostati standard

Dettagli