Indice. 1. Introduzione Settore - Sistemi Operativi - Browser Principali operatori mkt ITA/UE con quote di mercato Legami con temi trattati

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indice. 1. Introduzione Settore - Sistemi Operativi - Browser Principali operatori mkt ITA/UE con quote di mercato Legami con temi trattati"

Transcript

1

2 Indice 1. Introduzione Settore - Sistemi Operativi - Browser Principali operatori mkt ITA/UE con quote di mercato Legami con temi trattati 2. Contenuti documento Obiettivo Contenuti Conclusioni 3. Eventuali integrazioni approfondimenti Altri processi che coinvolgono Microsoft Microsoft oggi Curiosità 4. Conclusioni al lavoro

3 Sistemi Operativi Un sistema operativo è un insieme di componenti software, che consente l'utilizzo di varie apparecchiature informatiche (ad esempio di un computer) da parte di un utente Esso garantisce l'operatività di base di un calcolatore, coordinando e gestendo le risorse hardware di processo e memorizzazione, le periferiche, le risorse software e facendo da interfaccia con l'utente, senza il quale quindi non sarebbe possibile l'utilizzo del computer stesso e dei programmi specifici Mobile Server Limitatezza delle risorse Gestione logica del sistema client/server Assenza di alimentazione esterna Implementazione di tutte le tecniche di Differenti tecnologie per l accesso a gestione degli accessi, allocazione e internet rilascio delle risorse, condivisione e Nuovi metodi d immissione dati sicurezza dei dati o delle risorse Ridotte dimensioni del display Fonte: 1, 2, 3 Introduzione

4 MercatoOS Oggi PC Mobile Server Unix 65% Microsoft Windows 35% Fonte: 4,5 Introduzione

5 Mercato OS Oggi OS Win7 50,87 WinXP 18,68 Win8 7,46 MacOSX 7,42 WinVista 7,01 ios 4,39 Android 1,87 Others 2,3 OS Fonte: 7, 8 Introduzione Quota (%) Quota (%) Win7 48,7 WinXP 17,77 MacOSX 9,92 Win8 8,21 WinVista 6,78 ios 4,07 Android 2,25 Others 2,3

6 Microsoft Apple Linux Paese Stati Uniti Stati Uniti - Tipo Public company Public company Kernel open source Borsa Data fondazione 1975 a Albuquerque Fondatori Settore Informatica Hardware e software Software Fatturato 73,72 miliardi $ (2012) 156,508 miliardi $ (2012) - Utile netto 16,97 miliardi $ (2012) 41,733 miliardi $ (2012) - Dipendenti 94,000 (2012) (2012) - Slogan Your potential, our passion; Be What's Next Think different - Fonte: 9 Introduzione NASDAQ: MSFT NYSE: MSFT Bill Gates Paul Allen Francoforte: APC NASDAQ: AAPL NYSE: AAPL 1º aprile 1976 a Cupertino Steve Jobs Steve Wozniak Ronald Wayne Linus Torvalds Richard Stallman

7 Sistemi Operativi Politica Imprenditoriale: Sistema Proprietario: sistema con possesso esclusivo della tecnologia che consente di avere un controllo architetturale, e prevede l adozione dei meccanismi di protezione Sistema Aperto: sistema non protetto, in cui la tecnologia può essere modificata e distribuita (Open Source ) Introduzione acquisita,

8 Sistemi Operativi Sistema proprietario Codice sorgente: insieme di istruzioni che costituiscono il programma, scritto su uno o più file utilizzando un linguaggio di programmazione (C, C++, Basic, Java, etc.). Perché sia eseguibile dal processore, il codice sorgente deve essere compilato in codice macchina, oppure elaborato da un interprete Il software proprietario viene fornito all'utente solo nel formato cosiddetto eseguibile, ovverosia in un formato che solo un computer può riconoscere e leggere (codice binario) Il codice sorgente del programma non viene quindi reso disponibile e l'utente nell'acquisire il software in realtà acquisisce, nella stragrande maggioranza dei casi dietro pagamento di somme di denaro anche cospicue, solo una licenza d'uso alquanto restrittiva, i cui termini solitamente impediscono la copia del software e il suo utilizzo da parte di uno stesso utente su computer differenti Fonti: 9 Introduzione

9 Sistemi Operativi Sistema Proprietario: Microsoft Windows Microsoft Windows è software proprietario della Microsoft Corporation che lo rende disponibile esclusivamente a pagamento Attualmente Microsoft Corporation commercializza solo sistemi operativi appartenenti alla famiglia Microsoft Windows: Windows 8.1 per i personal computer e le workstation, Windows Server 2008 R2 e Windows Home Server 2011 per i server, Windows Phone per gli smartphone, e Windows CE per i Pocket PC e i Portable Media Center Con Microsoft Windows attualmente Microsoft Corporation detiene la maggior parte del mercato dei sistemi operativi Fonti: 10 Introduzione

10 Sistemi Operativi Sistema Proprietario: Apple Mac OS Mac OS è il sistema operativo di Apple dedicato ai computer Macintosh; il nome è l'acronimo di Macintosh Operating System. Il nome Mac OS è riferito a due famiglie di sistemi operativi: Il Mac OS Classic, cioè il sistema operativo montato sul primo modello di Macintosh nel 1984 ed evoluzioni, attraverso numerose versioni, fino al 2001 (attualmente non più sviluppato) L'attuale OS X (nel senso di "dieci"), completamente riscritto e basato su Microkernel Mach + BSD, commercializzato a partire dal Successivamente Apple ha reso liberamente disponibile parte del codice sorgente del sistema con una licenza Opensource. Ne esiste una versione ottimizzata per l'uso sui server, ossia Mac OS X Server Fonti: 11 Introduzione

11 Sistemi Operativi Open Source È un software a codice sorgente aperto i cui autori (più precisamente i detentori dei diritti) ne permettono e favoriscono il libero studio e l'apporto di modifiche da parte di altri programmatori indipendenti E realizzato mediante l'applicazione di apposite licenze d'uso, cioè un insieme di regole che stabiliscono come si possa utilizzare e distribuire un determinato prodotto software Solamente avendo a disposizione il codice sorgente, un programmatore ha la possibilità di capire il funzionamento del software, modificarlo, o riutilizzarlo al fine di sviluppare ulteriori evoluzioni Introduzione

12 Sistemi Operativi Open Source Linux è un kernel distribuito con licenza GNU General Public License Esso costituisce il nucleo di un sistema operativo e fornisce tutte le funzioni essenziali per il sistema, in particolare la gestione della memoria primaria, delle risorse hardware del sistema e delle periferiche, assegnandole di volta in volta ai processi in esecuzione Nei nove mesi compresi tra maggio 2011 e gennaio 2012 la diffusione di Linux ha avuto una netta impennata, registrando una crescita del 64% nel proprio market share, cosa che ne ha fatto il sistema operativo desktop con la più elevata crescita Ovviamente, questa notevole crescita va commisurata al limitato numero di desktop che utilizzano Linux Fonti: 12, 13, 14 Introduzione

13 Sistemi Operativi Caratteristiche Il sistema operativo perfetto dovrebbe essere: Facilmente utilizzabile Stabile Personalizzabile Nessuno dei principali OS ha queste tre caratteristiche. Fonte: 15 Introduzione

14 Web Browser Definizioni Un web browser è un programma che consente di usufruire dei servizi di connettività in internet, o di una rete di computer, e di navigare sul World Wide Web Tali programmi fanno utilizzo di protocolli di rete forniti dal sistema operativo attraverso opportune API (Interfaccia di Programmazione di un'applicazione), permettendo di visualizzare i contenuti delle pagine dei siti web, specificandone l'url, e interagendo con essi Fonte: 16, 17 Introduzione Queste ultime funzionalità sono supportate dalla capacità del browser di interpretare l'html e di visualizzarlo in forma di ipertesto grazie al motore di rendering

15 Mercato Web Browser Oggi Browser Quota (%) Browser Quota (%) Browser Quota (%) Chrome 39,79 Chrome 36,03 Chrome 44,29 IE 29,78 IE 26,07 IE 22,37 Firefox 17,94 Firefox 24,33 Firefox 19,71 Safari 9,8 Safari 8,95 Safari 10,53 Opera 1,19 Opera 2,31 Android 1,42 Others 2,71 Others 2,31 Others 1,69 Fonte: 18, 19, 20 Introduzione

16 Web Browser Confronto Google Chrome Internet Explorer PRO PRO CONTRO CONTRO Firefox PRO Safari CONTRO PRO CONTRO Impiego di molta memoria per l esecuzione Fornisce tutte le funzionalità di sicurezza Difficoltà nel cancellare i cookie Prestazioni veloci Assenza di un parental control Molto diffuso Problemi di bug Facilità d uso Molto diffuso Alcune incompatibilità grafiche Supporto HELP di Microsoft Hackerabile a causa di buchi sulla sicurezza Interfaccia minimale Prestazioni veloci Alcuni problemi di incompatibilità Mancanza di funzionalità per sincronizzare i segnalibri Personalizzabile Veloce da scaricare e utilizzare (soprattutto per utenti MAC) Mancanza di componenti aggiuntivi Supporti integrati per la visualizzazione di prodotti Adobe Flash Semplice da scaricare Compatibile con altri applicativi Fonte: 21 Introduzione Difficilmente personalizzabil e

17 Web Browser API Application Programming Interface (Interfaccia di Programmazione di un'applicazione) : insieme di procedure disponibili al programmatore, di solito raggruppate a formare un set di strumenti specifici per l'espletamento di un determinato compito all'interno di un certo programma Niente vieta che esistano più tipi di interfacce diverse, ad esempio un programma scritto per Microsoft Windows non può essere eseguito direttamente su un sistema UNIX senza un API adapter come WINE Fonte: 22 Introduzione

18 Mobile Browser Definizioni Un browser mobile è progettato per essere utilizzato su un dispositivo mobile come un telefono cellulare, tablet o smartphone Esso è ottimizzato in modo da: Visualizzare contenuti Web in modo più efficace per schermi di piccole dimensioni Adattarsi alla bassa capacità di memoria, all hardware e alla bassa larghezza di banda Introduzione

19 Mobile Browser Opera mobile Può dinamicamente riformattare le pagine web per il piccolo schermo, utilizzando Small Screen Rendering di Opera (SSR), la tecnologia e la disposizione del testo Opera Mobile 10 include una "Speed Dial" caratteristica che permette all'utente di Aggiungere collegamenti visualizzati come miniature in una pagina visibile quando si apre una nuova scheda Navigare più facilmente nelle pagine web selezionate Opera Mobile 10 include anche un gestore di password e gestore pop-up, supporta copia e incolla, indirizzo completamento automatico, zoom, cronologia e segnalibri Il browser può essere utilizzato sia mediante un tocco del dito, sia con lo stilo su un touchscreen, oppure con una tastiera e può essere visualizzato in modalità verticale e orizzontale Introduzione

20 Mobile Browser Google per Android Il browser di Google svolge un buon lavoro nel rendere pagine anche complesse, ma non ha il supporto per Flash ed è lento Presenta un utile funzionalità di zoom che può evidenziare dettagli di testo o di pagine, oppure vederle nel loro complesso Ottimo in unione con un display touch Ha una versione del suo browser Chrome per Android L unico neo è che è disponibile solo per piattaforma Android Introduzione

21 Mobile Browser Firefox 8 e Safari Mozilla Firefox 8 per Android Offre nuove funzioni: Possibilità di impostare una password generica per proteggere tutte le altre password importanti, per evitare di poter facilitare l accesso ad altri, soprattutto qualora lo stesso dispositivo dovesse essere utilizzato da diversi utenti Rende possibile organizzare i propri preferiti in modo tale da visualizzarli nella pagina principale d apertura Sono presenti miglioramenti di sistema, infatti l applicazione risulta essere più rapida e stabile, anche se ancora, purtroppo, presenta qualche bug Safari Il browser Apple è l ideale per iphone: Presenta uno zoom di buona qualità Si può gestire con due dita sul display touch Cambia visualizzazione fra verticale ed orizzontale Introduzione

22 Mobile Browser Chrome mobile È compatibile sia con tablet sia con smartphone Android 4.0 Ice Cream Sandwich Porta tante tecnologie della versione desktop in ambito mobile Velocità, sincronia, privacy e supporto HTML5 sono alcuni dei punti di forza del nuovo software di navigazione Il browser è dotato di una funzione chiamata Preview Link, che ingrandisce automaticamente sui link per permettere una selezione più accurata dei collegamenti su schermi di dimensioni ridotte Come per la versione desktop è presente anche la modalità "Incognito" Introduzione

23 Posizione dominante Microsoft La posizione dominante consente, all'azienda che la detiene, di operare sul mercato dettando essa stessa le regole della concorrenza, ad esempio imponendo a tutte le altre aziende una determinata strategia di prezzo o determinate caratteristiche del prodotto Il mercato dei sistemi operativi è un Mercato a due versanti, dove l impresa Microsoft impone la sua posizione dominante attraverso: esternalità di rete vendite abbinate Ciò può condurre al cosiddetto "abuso di posizione dominante", un illecito la cui fattispecie si concretizza nel caso in cui l'azienda dominante operi utilizzando il proprio potere economico con l'espressa intenzione di schiacciare ed eliminare la concorrenza Il meccanismo concorrenziale nel libero mercato è tutelato dall antitrust, che: impedisce alle imprese di pregiudicare la regolare competizione economica favorisce l innovazione Fonti: 23 Introduzione

24 Mercato a due versanti Definizioni Mercato Two-Sided: utenti finali e sviluppatori di programmi di applicativi si interfacciano mediante una piattaforma (il sistema operativo) Due sono le caratteristiche fondamentali tipiche dei mercati two-sided: Agenti economici appartenenti a due gruppi distinti (utenti e sviluppatori) interagiscono tramite una piattaforma (il sistema operativo) Le decisioni prese da ciascun agente economico che opera su di un lato del mercato producono degli effetti sugli agenti appartenenti all altro lato Introduzione

25 Mercato a due versanti Definizioni Piattaforma: indica una base software e/o hardware su cui sono sviluppate e/o eseguite applicazioni. Tra le possibili accezioni vi sono: La piattaforma software, che indica il tipo di framework (struttura logica di supporto su cui un software può essere progettato e realizzato) ed il sistema software di base sul quale i programmi e le applicazioni sono sviluppati e/o eseguiti La piattaforma operativa, particolare tipo di piattaforma software che include il sistema operativo, costruito a partire dalle istruzioni elementari del processore Fonti: 24 Introduzione

26 Meccanismi competitivi Fattori Esternalità di rete Esternalità di rete Creazione di posizioni dominanti Forti economie di scala Introduzione Monopolio Possibilità per tecnologia dominante

27 Esternalità di Rete Definizioni Esternalità di rete: il valore di un prodotto dipende dal numero di persone che lo utilizzano. Di conseguenza, l utilità per il singolo agente i dipende non solo dalla quantità che egli consuma (q), ma anche dal numero N di agenti nel mercato che utilizzano lo stesso prodotto Ui(q)=Ui (N,q) Esternalità di rete dirette: l utilità del consumatore di tipo A dipende dal numero di utilizzatori appartenenti allo stesso gruppo di A Ui,A(q)=Ui,A(NA,q) Esternalità di rete indirette: l'utilità di un agente appartenente ad un gruppo (ad esempio alla rete A) dipende dal numero di agenti del gruppo B e viceversa Ui,A(q)=Ui,A(NA(NB),q) Ui,B(q)=Ui,B(NB(NA),q) Introduzione

28 Esternalità di Rete Definizioni Positive feedback : tecnologie caratterizzate da forti esternalità di rete hanno in genere lunga vita sul mercato e, dopo aver superato una dimensione critica, crescono molto rapidamente. Una base di utenti crescente implica che sempre più utenti trovino profittevole aderire al network Massa critica: livello minimo di copertura che una rete deve raggiungere per poter rimanere sul mercato La crescita diventa di fondamentale importanza: Per ottenere economie di scala dal lato della produzione Per beneficiare delle economie di scala dal lato della domanda generate dalle esternalità di rete Entrambe si combinano nei network generando un positive feedback ancora più intenso. crescita della domanda Introduzione riduzione costi e attrazione di nuovi utenti accelerazione ulteriore della crescita della domanda

29 Esternalità di Rete Caso Microsoft Esternalità di rete incrociate: sono legate alla diffusione del prodotto/servizio non tra i membri dello stesso lato del mercato ma alla diffusione sull altro versante; giocano un ruolo importante nel mercato a due versanti I sistemi operativi, quali ad esempio Windows di Microsoft, interfacciano gli sviluppatori di programmi applicativi con gli utenti che installano tali applicazioni sul proprio PC I produttori di applicativi sono maggiormente disposti a produrre software per i sistemi operativi più diffusi fra gli individui, e questi ultimi ad installare un sistema operativo per il quale è disponibile un ampia libreria di applicazioni Numero utilizzatori elevato Maggiore attrattività Introduzione Maggior numero di applicativi

30 Esternalità di Rete Definizioni Switching costs: costi sostenuti dal cliente nel passare dalla tecnologia adottata ad una tecnologia alternativa. I costi di transazione producono effetti sia pro-competitivi che anti-competitivi Effetti pro-competitivi Il consumatore costituisce un asset di valore per l impresa e i costi di transazione possono tradursi in strategie di prezzo più aggressive Tema della qualità: assicurarsi un vasto numero di utenti, fidelizzare gli utenti già acquisiti mediante la qualità, gli switching costs e l effetto di lock-in, e massimizzare l intensità di utilizzo Effetti anti-competitivi Ostacolo alla mobilità dei consumatori Barriere all ingresso per i potenziali entranti Lock in effect: i consumatori scelgono di rimanere fedeli alla stessa impresa o stessa tecnologia piuttosto che cambiare e quindi sostenere degli oneri di transazione, anche nel caso di offerte alternative più vantaggiose Introduzione

31 Vendite abbinate Definizioni Vendita abbinata di due o più beni: vendita in cui un consumatore può acquistare un prodotto (prodotto vincolante) solo se ne acquista anche un altro (prodotto vincolato) In economia le motivazioni delle vendite abbinate sono molteplici: Efficienza (in genere sono risparmi di costi derivanti dall acquisto del bene già assemblato) Evitare la regolamentazione, in modo particolare per evitare i controlli sui prezzi Sconti segreti sui prezzi Garantire la qualità Discriminare il prezzo Fonti: 25 Introduzione

32 Vendite abbinate Definizioni Diverse Tipologie: Vendita abbinata a pacchetto (commodity bundling): due beni sono venduti in un pacchetto in proporzioni fisse. Le vendite a pacchetto possono essere: Pure : quando si vende solo il pacchetto e non si possono acquistare separatamente i due beni Miste: si vende il pacchetto, ma i beni possono essere acquistati anche singolarmente Vendita abbinata vincolata (tie-in sales) : il consumatore che acquista un bene da un impresa è vincolato all acquisto successivo di beni correlati dall impresa stessa Fonti: 26 Introduzione

33 Meccanismi anti-competitivi Antitrust Nel software gli aspetti antitrust sono di estrema rilevanza: i governi delle economie più avanzate hanno adottato nei propri ordinamenti giuridici strumenti normativi volti a sanzionare le imprese in caso di comportamenti anti-competitivi Abuso di posizione dominante Accordi orizzontali di cartello Nel caso Microsoft le misure correttive prese dall antitrust, volte a bilanciare il mercato a favore dei concorrenti, riguardano due aspetti fondamentali, quali: Interoperabilità Vendite abbinate Introduzione

34 Modello di Segal e Whinston Front load effect Front load effect: una politica antitrust rigorosa stimola gli investimenti in R&D poiché produce un aumento immediato dei profitti goduti dall impresa che innova. Consideriamo 2 imprese A (potenziale entrante) e B (leader) Orizzonte temporale infinito Prob ½ Fattore di sconto δ INNOVA Killer Application A ENTRA A LEADER A NON ENTRA A POTENZIALE ENTRANTE INNOVA Prob ½ NON OTTIENE INNOVAZIONE A NON INNOVA tempo t Introduzione tempo t+1

35 Modello di Segal e Whinston A non innova: B fa profitto di monopolio πb= 1 A innova: I profitti dipendono da due fattori Intensità della competizione 0 ɣ 1 che riduce i profitti di entrambe: ɣ=0 competizione massima ɣ=1 competizione minima Restrittività normativa antitrust 0 α 1 che favorisce l entrante a danno dell incumbent I profitti complessivi decrescono con α Al crescere di α i profitti dell incumbent non diminuiscono solo perché vengono trasferiti all entrante, ma anche perché si contraggono per via della concorrenza Introduzione

36 Modello di Segal e Whinston La strategia ottima nel periodo t è ottima anche nei periodi successivi Consideriamo due scenari: L entrante investe in tutti i periodi t L entrante non investe mai e ottiene profitti nulli Valore di essere incumbent nel periodo t 1 δ 1 α 1 δ Valore di essere entrante nel periodo t Premio all innovazione δ La politica antitrust influenza P(α) che dipende da VI e VE 1 2δ 1 c α γ δ 4 α 1 δ Introduzione δ

37 Modello di Segal e Whinston Una normativa antitrust più restrittiva aumenta gli incentivi a condurre attività di ricerca e sviluppo se la competizione tra incumbent ed entrante non è troppo intensa Al crescere della restrittività della normativa antitrust l incentivo a condurre attività di ricerca aumenta se l intensità della competizione fra le imprese non è eccessiva Caso γ=1: puro trasferimento di profitti da incumbent ad entrante per politica antitrust Front load effect In ogni periodo in cui sarà entrante i profitti cresceranno grazie alla pratica antitrust In ogni periodo in cui sarà incumbent avrà diminuzione di profitto di pari entità, ma solo nel periodo successivo. La diminuzione va scontata del fattore δ Caso γ 1: alta competizione L effetto di riduzione dei profitti a livello industriale domina il front load a tal punto che un aumento di α riduce gli incentivi ad investire in R&D γ deve essere sufficientemente elevato Introduzione

38 Esempio Microsoft La politica Antitrust influenza il rilascio di nuove versioni di Internet Explorer IE 8.0 Marzo 2009 IE 7.0 Novembre 2006 Introduzione IE 9.0 Marzo 2011 IE 10.0 Ottobre 2012 IE 11.0 Giugno 2013

39 Caso Microsoft Obiettivo Valutazione da parte della Commissione Europea di un comportamento anti-competitivo della Microsoft nel mercato dei web browser vs Fonte: 27 Documento

40 Caso Microsoft Microsoft detiene una quota di circa 90% nel mercato mondiale dei sistemi operativi e conferma la sua posizione dominante da quindici anni Le forti barriere all ingresso e la presenza delle esternalità di rete rafforzano molto la posizione di Microsoft La diffusione del sistema operativo è direttamente collegata alle applicazioni correlate, molte di esse sono disponibili solo per tale piattaforma Documento Dimensione della base dei clienti La disponibilità di applicazioni attrae gli utilizzatori, aumentando la base dei clienti Ampia base di clienti che attrae i produttori di applicazioni Disponibilità di applicazioni

41 Caso Microsoft Sarebbe estremamente difficile, rischioso, costoso e lungo sviluppare un sistema operativo alternativo senza applicazioni correlate; questo è comunemente indicato Applications barrier to entry Notevoli costi di sviluppo e testing proteggono la posizione dominante di Microsoft sul mercato La posizione dominante di Microsoft nei sistemi operativi consente di imporre il suo standard anche nel mercato dei browser OS MARKET Mese Windows Mac ios Linux Android Altri Dicembre ,43% 3,59% 0,06% 0,69% 0,00% 0,23% Fonte: 28 Documento

42 Caso Microsoft 13 Dicembre 2007, la Commissione Europea riceve una denuncia contro Microsoft, ai sensi dell articolo 7 del regolamento (CEE) N.1/2003 presentata da Opera Software ASA Opera è una società, con sede a Oslo (Norvegia), che sviluppa web browser per PC, telefoni cellulari e sistemi operativi Secondo la denuncia di Opera, la vendita abbinata di Internet Explorer per Windows impedisce a Opera di competere con Internet Explorer, limitando la concorrenza nel mercato dei browser Il 21 Dicembre 2007 la Commissione Europea avvia le indagini La Commissione Europea stabilisce in via provvisoria che il comportamento di Microsoft soddisfa gli elementi costitutivi di un abuso di vendita abbinata ai sensi dell'articolo 102 del TFUE Documento

43 Caso Microsoft Predominanza di Microsoft nel mercato OS per PC Aumento della domanda di Internet Explorer Massiccia diffusione di software per ambiente IE Documento Predominanza di Internet Explorer nel mercato Browser Spinta ai SW developer a sviluppare per ambiente IE

44 Caso Microsoft Con l obiettivo di stabilire se una pratica è abusiva ai sensi dell'articolo 102 del TFUE, necessario è verificare la presenza dei seguenti elementi: il prodotto principale e quello abbinato sono due prodotti distinti l'impresa in questione ha una posizione dominante nel mercato del prodotto principale l'impresa interessata non offre ai clienti la possibilità di scelta al fine di ottenere il prodotto principale senza il prodotto abbinato la vendita abbinata rischia di precludere la competizione Talvolta la Commissione Europea può ritenere che la vendita abbinata sia condizione naturale che non viola la legge; in questo caso ritiene, in via preliminare, che Microsoft impedisce la concorrenza sul mercato Documento

45 Caso Microsoft Potenziali effetti della vendita abbinata: Il largo uso di Windows garantisce un ampia diffusione di Internet Explorer Microsoft controlla sia il mercato dei sistemi operativi, sia il mercato dei browser I principali canali di distribuzione dei browser sono due: Download via internet Produttori di computer OEM (Original Equipment Manufacturer) Produttori di computer OEM: Stipulano accordi di licenza con Microsoft che permettono l installazione sia di Windows, sia di Internet Explorer Costi aggiuntivi per implementare e testare un eventuale secondo browser Documento

46 Caso Microsoft Tutti i principali browser per sistemi operativi possono essere scaricati gratuitamente da internet, grazie al facile accesso alla banda larga La Commissione Europea ritiene che l accesso al canale internet non compensa il vantaggio competitivo di cui gode Microsoft a causa di: Inerzia dell utente nel rimanere allo status quo Switching cost Fattore Psicologico La posizione della Commissione Europea è conseguenza di un analisi di mercato sui principali utilizzatori: Consumatori Imprese Documento

47 Caso Microsoft Effetti sui consumatori: 55% non avverte la necessità di installare un browser alternativo 31% non è in grado di scaricare e installare un nuovo browser 15% considera complicato il download e l installazione 8% considera rischioso scaricare il browser aggiuntivo 7% non è consapevole dell alternativa Effetti sulle imprese: 33% sceglie quale browser utilizzare 26% effettua una valutazione sui browser alternativi Più della metà utilizza Internet Explorer poiché preinstallato sul proprio PC. La Commissione Europea stabilisce, come risultato delle indagini, che le quote di mercato di Internet Explorer risultano nettamente superiori rispetto ai competitor a causa della vendita abbinata con Microsoft Windows, nonostante il browser IE non può essere considerato come un prodotto superiore rispetto ai suoi principali concorrenti. Documento

48 Caso Microsoft Impegni proposti Il 7 Ottobre 2009 Microsoft, pur contestando i risultati della commissione, risponde all accusa con l obiettivo di perseguire i seguenti impegni Metterà a disposizione su Windows 7, e i successivi OS, un meccanismo che consentirà agli utenti e agli OEM di abilitare e disabilitare IE Consentirà agli OEM di preinstallare altri browser su Windows e di impostarlo come predefinito Permetterà agli utenti di Windows (XP, Vista e 7) di scegliere il browser predefinito mediante una schermata di scelta ottenibile mediante Windows update Microsoft e la Commissione potranno chiedere una revisione degli impegni stabiliti a partire da due anni dopo l'adozione degli stessi Gli impegni saranno vincolanti per cinque anni dalla data di adozione di tali impegni Documento

49 Caso Microsoft Ballot Screen La schermata di scelta avrà le seguenti caratteristiche: Conterrà un pulsante Seleziona in seguito che, se selezionato, rimanderà la scelta al prossimo accesso a Windows Presenterà un elenco dei cinque browser con la più alta quota di utilizzo, disposti alfabeticamente per nome dell azienda fornitrice, con l aggiunta di altri sette browser scorrendo lateralmente l elenco L' elenco dei browser da inserire nella schermata sarà aggiornato ogni sei mesi Dovrà fornire un collegamento a una pagina web che spiega agli utenti di Windows 7 come disattivare Internet Explorer Permetterà agli utenti di Windows 7 di sbloccare automaticamente l icona di IE dalle barra delle applicazioni e di sostituirla con quella selezionata Documento

50 Caso Microsoft Risposta del mercato La Commissione Europea riporta le osservazioni mosse da parti terze al caso, inerenti alla forma e al contenuto della schermata di scelta avanzata: L'efficacia della schermata di scelta potrebbe essere migliorata non presentandola in una finestra di Internet Explorer, ma in un ambiente più neutro La schermata dovrebbe essere user-friendly, senza favorire la scelta del browser preinstallato Gli utenti meno esperti potrebbero essere scoraggiati all installazione di browser concorrenti dai messaggi di sicurezza durante il download dei file L ordine dei browser presentati dovrebbe essere casuale e non alfabetico, per non creare preferenze legate alla disposizione nella schermata Internet Explorer dovrebbe essere già disattivato quando viene fornito Windows Documento

51 Caso Microsoft Risposta del mercato Internet Explorer dovrebbe disattivarsi automaticamente alla scelta di un browser concorrente La quota di utilizzo non dovrebbe essere il criterio per la selezione dei browser da presentare attraverso la schermata di scelta, ma adoperare altri criteri come il numero di download in un dato intervallo di tempo o considerare sondaggi di settore La schermata dovrebbe essere testata prima di essere distribuita L adozione della schermata comporterebbe un costo per gli OEM, che dovrebbero testare sui propri prodotti i browser concorrenti La schermata dovrebbe informare gli utenti della possibile incompatibilità del browser alternativo con il proprio terminale Documento

52 Caso Microsoft Risposta di Opera Opera, il denunciante, reagisce alla proposta di Microsoft osservando quanto segue: Il ballot screen deve essere presentato in un ambiente neutro I browser devono essere predisposti in ordine casuale Gli OEM non possono preinstallare alcun browser aggirando, in tal modo, la scelta consentita mediante il ballot screen Devono essere attuati meccanismi adeguati di monitoraggio e reporting delle soluzioni che Microsoft si impegna a realizzare Documento

53 Caso Microsoft Revisione degli impegni In risposta alle reazioni ricevute durante il test di mercato, Microsoft modifica gli impegni proposti e presenta una revisione degli impegni il 1 dicembre Le principali modifiche sono le seguenti : Microsoft si impegna a presentare la schermata di scelta in un ambiente più neutro, cioè in una finestra senza menù e controlli di Internet Explorer, ad eccezione di quelli inclusi nella barra del titolo, come ad esempio i pulsanti di riduzione al minimo, di ingrandimento e di chiusura Migliorare il design della schermata di scelta L'ordine in cui i due gruppi di browser appaiono sarà determinato in modo random Microsoft si impegna a riferire alla Commissione i progressi sull'attuazione degli impegni sei mesi dopo la data di adozione della presente decisione, e successivamente ogni anno Documento

54 Caso Microsoft Valutazione della Commissione In risposta ai test di mercato e alle valutazioni di Opera, la Commissione arriva alle seguenti conclusioni: 1. Gli impegni offerti da Microsoft sono sufficienti a soddisfare le sue preoccupazioni in base alla sua valutazione preliminare 2. Alla luce degli impegni proposti non ci sono più motivi per un intervento da parte della Commissione e il procedimento in questo caso deve pertanto essere portato a termine 3. La Commissione mantiene la piena discrezionalità di indagare e aprire un procedimento ai sensi dell'articolo 102 del TFUE e dell'articolo 54 dell'accordo EEU Documento

55 Caso Microsoft Decisione della Commissione Gli impegni di seguito riportati sono vincolanti per Microsoft Corporation per cinque anni dalla data di adozione della decisione (1/12/2009): 1. Microsoft metterà a disposizione un meccanismo nei sistemi operativi per PC, all'interno dello Spazio economico europeo ( "EEA" ), che consenta agli OEM e agli utenti finali di sostituire Internet Explorer e disabilitarlo 2. Gli OEM saranno liberi di preinstallare qualsiasi browser di loro scelta sui PC che producono e di impostare qualsiasi browser come predefinito 3. I programmi di Microsoft per PC distribuiti nel EEA non devono contenere icone, collegamenti o fornire qualsiasi altro mezzo per avviare un download o l'installazione di Internet Explorer 4. Microsoft non deve utilizzare Windows Update per offrire qualsiasi nuova versione di Internet Explorer agli utenti all'interno del EEA a meno che Internet Explorer non sia attivato sul computer dell'utente Documento

56 Caso Microsoft Decisione della Commissione 5. Microsoft non potrà in alcun modo rivalersi nei confronti di qualsiasi OEM di sviluppare, utilizzare, distribuire, promuovere o sostenere un software che competa con Internet Explorer, in particolare alterando i rapporti commerciali di Microsoft con gli OEM Impegni riguardanti la schermata di scelta del browser: 6. Microsoft distribuirà a tutti gli utenti attuali e futuri di Windows XP e Windows Vista, che ricevono gli aggiornamenti da Windows Update, un aggiornamento software che conterrà la schermata di scelta browser. Tale aggiornamento sarà disponibile tredici settimane dopo l adozione della decisione della Commissione. Nei cinque mesi dalla scadenza, Microsoft potrà richiedere una richiesta di proroga alla Commissione 7. Per Windows 7, l'aggiornamento dovrà essere reso disponibile per gli utenti tredici settimane dopo l'adozione della decisione della Commissione e resterà in vigore per la distribuzione per tutta la durata di tali impegni 8. Per i sistemi operativi Windows per PC successivi a Windows 7, l'aggiornamento sarà messo a disposizione già alla data di rilascio commerciale di tale sistema operativo Documento

57 Caso Microsoft Decisione della Commissione 9. L'aggiornamento includerà una pagina iniziale che fornirà indicazioni di base relative alla finalità della schermata di scelta e conterrà una nota per ricordare all'utente che sia garantita una connessione Internet attiva prima di procedere alla pagina di selezione del browser 10. La seconda pagina dell aggiornamento includerà due link per ogni browser: Installazione: un collegamento che si connette al server della società distributrice del browser che, al momento della conferma dell utente, permette di scaricare ed installare il pacchetto di installazione del browser selezionato. L'installazione non comporterà avvisi di protezione applicabili secondo l'architettura di sicurezza di Windows Informazioni: un collegamento ad una pagina web della società distributrice da cui il venditore può offrire agli utenti maggiori informazioni sul suo browser e varie opzioni di installazione 11. Nella progettazione e attuazione della schermata di scelta e nella presentazione dei browser concorrenti non vi saranno elementi che esprimeranno una preferenza per Internet Explorer o qualsiasi altro browser o indurranno l'utente a non scaricare e installare browser Documento

58 Caso Microsoft Decisione della Commissione 12. La schermata di scelta proporrà i 12 browser più utilizzati che girano su Windows 7 in base a una graduatoria stilata in base alla quota di utilizzo nel EEA misurato semestralmente 13. La schermata dovrà avere la seguente forma: Documento

59 Caso Microsoft Decisione della Commissione 14. La schermata di scelta dovrà visualizzare in modo casuale le versioni finali dei cinque browser principali determinati in base alla quota di utilizzo nel EEA. Verranno visualizzati i restanti sette se l utente scorre lateralmente e saranno visualizzati in ordine casuale 15. Non sarà elencato più di un browser per fornitore 16. Microsoft farà in modo che tutte le API di Windows su cui si basa Internet Explorer siano indicate, in maniera completa, accurata e tempestiva; eviterà quindi che gli altri fornitori di browser abbiano uno svantaggio competitivo rispetto a Microsoft durante la progettazione di browser per i sistemi operativi Windows Impegni in materia di non elusione: 17. Microsoft garantirà che l'accesso e il pieno funzionamento del servizio Windows Update in linea non dipendente dall'uso, o meno, di Internet Explorer Documento

60 Caso Microsoft Decisione della Commissione Termini del provvedimento: 18. La durata di tali impegni è di 5 anni dalla data di adozione della decisione della Commissione 19. Microsoft o la Commissione possono chiedere un riesame di questi impegni due anni dopo l'adozione della decisione della Commissione, ove le condizioni di mercato siano cambiate radicalmente o la schermata di scelta abbia manifestamente omesso di offrire ai consumatori una scelta effettiva tra i browser in un modo ragionevole 20. Microsoft deve fornire alla Commissione una relazione dettagliata sull attuazione di questi impegni sei mesi dopo la data di adozione della decisione della Commissione Documento

61 Microsoft e la giustizia Il caso statunitense Nell Ottobre del 1997 il Dipartimento di Giustizia degli U.S.A. cita in giudizio Microsoft per aver imposto ai fabbricanti di computer l inserimento di Internet Explorer sui PC forniti di Windows 95. A detta dell accusa, Microsoft ha agito in modo predatorio per conquistare spazi del mercato browser a danno di Netscape Communications Dicembre 1997: emissione, da parte del giudice distrettuale T. Penfield Jackson, di un ingiunzione preliminare con la quale si richiede a Microsoft di sospendere la pratica anticoncorrenziale Ottobre 1998: inizio del processo e accusa alla società di concorrenza sleale e pratiche monopolistiche Novembre 1999: il giudice decreta che la posizione di Microsoft è di monopolio. Il comportamento dell azienda informatica avrebbe danneggiato i consumatori Approfondimenti

62 Microsoft e la giustizia Il caso statunitense Aprile 2000: i colloqui per trovare un accordo si rivelano fallimentari e il giudice Jackson conclude che Microsoft ha violato le leggi antitrust; quest ultima si difende sostenendo che la complementarietà dei due beni necessita della commercializzazione coordinata, per assicurare che i consumatori ricevano entrambi i prodotti a prezzi bassi. Nonostante questo, il Department of Justice e alcuni tra gli Stati accusatori chiedono che l azienda venga divisa in due tronconi: uno per il sistema operativo Windows e l altro per Internet Giugno 2000: Jackson decreta la suddivisione di Microsoft in due società e l azienda americana presenta ricorso Novembre 2001: viene raggiunto un accordo tra Microsoft e il Department of Justice. L accordo viene rivisto su proposta del giudice federale Colleen Kollar-Kotelly, in seguito ai ricorsi effettuati dalle aziende concorrenti e da nove Stati Novembre 2002: approvazione, da parte del giudice federale Colleen Kollar-Kotelly, dell accordo raggiunto l anno precedente tra Microsoft e l amministrazione Bush, nonostante le proteste delle aziende concorrenti Approfondimenti

63 Microsoft e la giustizia Il caso statunitense Il giudice Kollar-Kotelly ripercorre nella sua sentenza tutte le misure predisposte dall'accordo tra Microsoft e Dipartimento di Giustizia, confermandole e rafforzandole con ulteriori restrizioni: Scompare il comitato tecnico indipendente che avrebbe dovuto vigilare sull'osservanza delle regole da parte della società Il comitato viene sostituito dagli stessi componenti del Consiglio d'amministrazione di Microsoft, ritenuti dal giudice direttamente responsabili dell'osservanza delle regole L'accordo sarà in vigore per cinque anni, eventualmente estendibile di altri due anni in caso di non conformità alle condotte prescritte Microsoft deve comunicare ai concorrenti tutte le specifiche tecniche necessarie per lo sviluppo di prodotti che si interfacciano con i suoi sistemi operativi I produttori di Pc possono rimuovere dai desktop le icone di Internet Explorer e degli altri prodotti Microsoft inseriti nei sistemi operativi, e sono vietate pratiche discriminatorie verso i produttori che non favoriscono i prodotti Microsoft Approfondimenti

64 Microsoft e la giustizia Il caso statunitense Non sono state invece considerate accettabili le richieste dei nove stati americani, che chiedevano che fossero commercializzate delle versioni "light" di Windows con solo il sistema operativo e prive dei prodotti "legati. Una delle ripercussioni di questo processo è la seguente denuncia: Gennaio 2003: un gruppo di consumatori in California cita in giudizio Microsoft per abuso di posizione dominante; l accusa viene ritirata a seguito di un pagamento di una notevole somma di denaro, 1 miliardo e 100 milioni di dollari. L accordo ha permesso a Microsoft di evitare un altro processo, ormai alle porte, che si sarebbe dovuto celebrare proprio nel mese di Gennaio Approfondimenti

65 Microsoft e la giustizia Il caso statunitense Microsoft, giudicata colpevole per aver trasgredito alle norme sulle limitazioni concorrenziali (il cosiddetto Sherman Act), non è stata punita per questo: Internet Explorer è stato imposto illegalmente a discapito di Netscape, ma ora rappresenta uno standard. Il colosso americano ha ormai raggiunto l obiettivo di espandere il monopolio fino al settore dei browser, pertanto può anche iniziare a curarsi del rispetto delle normative Lo stesso giudice federale sostiene che sarebbe stato troppo penalizzante per Microsoft offrire un Windows che includesse i prodotti rivali: si sarebbe forse ristabilita la concorrenza, ma non l'obiettivo ultimo del progresso tecnologico (Microsoft poteva essere disincentivata ad investire in innovazione) Emerge ancora una volta l'assoluta inadeguatezza dei tempi della giustizia rispetto all'evoluzione tecnologica: se ci fossero stati degli strumenti adeguati per fermare le pratiche anticoncorrenziali di Microsoft sul nascere, forse si sarebbe avuta un'effettiva concorrenza con Netscape basata sul miglioramento dei prodotti, proprio quello che la legge in fondo dovrebbe garantire. Fonti: 29, 30, 31, 32 Approfondimenti

66 Microsoft e la giustizia Caso Windows Media Player Nel 1998 la Sun Microsystems, denuncia all Antitrust Europea il colosso americano per abuso di posizione dominante Febbraio 2000: inizio delle indagini, da parte del Commissario Europeo Mario Monti, per verificare se la posizione dominante di Microsoft, nel mercato dei software, riguarda anche i server di fascia bassa Agosto 2000: apertura ufficiale del "Caso Microsoft, a seguito di una informativa contenente le accuse rivolte dalla Commissione europea all azienda americana Agosto 2001: estensione dell accusa di posizione dominante al mercato dei software per lettori multimediali. Secondo l Antitrust europea Microsoft, abbinando il programma Media Player a Windows, avrebbe deliberatamente annullato la concorrenza nel settore Approfondimenti

67 Microsoft e la giustizia Caso Windows Media Player Agosto 2003: la Commissione Europea offre a Microsoft la possibilità di presentare osservazioni e propone varie alternative: Divulgazione di informazioni per ripristinare la concorrenza sul mercato dei server di fascia bassa Offerta di una versione di Windows senza Media Player, per favorire la proposizione sul mercato di una pluralità di lettori multimediali Marzo 2004: fallimento del tentativo di giungere a un compromesso, i rappresentanti dell Antitrust dei 15 Paesi membri approvano all unanimità la bozza di decisione della Commissione UE Approfondimenti

68 Microsoft e la giustizia Caso Windows Media Player La Commissione europea, dopo cinque anni di indagini, condanna Microsoft Corporation per abuso di posizione dominante. Sentenza dell Antitrust europea: Microsoft sfrutta il suo quasi monopolio per ottenere una posizione dominante sia nel mercato dei sistemi operativi dedicati ai server di fascia bassa, sia nel mercato dei media player La condanna inflitta al gigante americano, come riportato nel comunicato della Commissione, contiene: 1. Multa di poco superiore ai 497 milioni di euro 2. Obbligo a comunicare ai suoi concorrenti, entro 120 giorni, informazioni tecniche in modo da consentire ad altri produttori di sviluppare programmi perfettamente compatibili con la piattaforma Windows 3. Obbligo di immettere sul mercato, entro 90 giorni dalla sentenza, una versione di Windows priva di lettore multimediale Approfondimenti

69 Microsoft e la giustizia Caso Windows Media Player Per il Commissario europeo Mario Monti la multa è una formidabile forma di deterrenza ; inoltre, questa decisione ripristina la concorrenza e stabilisce principi chiari per il futuro Sebbene anche gli Stati Uniti avessero precedentemente ritenuto la Microsoft colpevole di violazioni del codice antitrust, la loro sentenza finale non fu severa a tal punto. Queste e altre decisioni riflettono probabilmente la maggiore diffidenza che storicamente gli europei nutrono nei confronti delle grandi società e inoltre dimostrano che il dibattito circa la correttezza dell analisi economica, che sta alla base di tali decisioni, e la correttezza della politica pubblica rimangono vitali e importanti. Fonti: 33, 34, 30, 31 Approfondimenti

70 Microsoft e la giustizia Accordo Sun-Microsoft Alla fine degli anni 90 Sun denuncia Microsoft per un uso di Java (linguaggio di programmazione creato nel 1995) considerato scorretto Secondo il recente accordo, tra le due aziende concorrenti sarà instaurata una collaborazione decennale con lo scopo di migliorare l integrazione tra i due prodotti Sun riceverà da Microsoft 700 milioni di dollari per la risoluzione delle controversie in materia di concorrenza (le cause antitrust che avrebbero dovuto aver luogo nel 2006) e 900 milioni di dollari per quelle sui brevetti Da più parti si è fatto notare che questo accordo potrebbe essere non irrilevante proprio in relazione all appello proposto da Microsoft alla Corte di giustizia europea: la Microsoft si è da sempre difesa strenuamente in sede processuale dagli attacchi rivoltegli dall azienda concorrente, ma da oggi, con la firma dell accordo, le cose sembrano destinate a assumere un nuovo aspetto. Fonti: 30, 31, 33 Approfondimenti

71 Microsoft e la giustizia Microsoft vs Google Nel 2013 Microsoft (assieme, tra le altre, a Nokia e Oracle) inoltra un reclamo contro Google presso l antitrust dell Unione Europea. La peculiarità sta nel fatto che il colosso americano denuncia Google per colpe essenzialmente identiche a quelle che le sono state riconosciute nelle sentenze precedentemente esposte. Il reclamo della Fairsearch Europe (questo il nome del gruppo di corporation che sta collettivamente inoltrando il reclamo) non riguarda Android, che non presenta particolari problemi di licenziamento, essendo rilasciato sotto licenza Apache Il meccanismo di licensing sotto accusa (chiamato senza mezzi termini cavallo di troia ) è quello delle Google App incluse in Android, come Youtube, Gmail, Maps e, ovviamente, il Google Play Store Gli OEM che desiderino licenziare le applicazioni mobili di Google su Android sono necessariamente costretti dai termini imposti da Google non solo a licenziarle tutte quante in blocco ma anche a darle uno spazio prominente nelle impostazioni predefinite Approfondimenti

72 Microsoft e la giustizia Microsoft vs Google Questa è una pratica che fornisce a Google un evidente vantaggio competitivo, scorretto dal punto di vista di Microsoft: qualora il produttore volesse esclusivamente avere accesso al Play Store, con questo sistema di licensing, Google riesce comunque a spingere l uso di tutti i suoi altri servizi È ancora presto per stabilire come si svilupperà la faccenda, ma è evidente che una condanna è tutt altro che improbabile, visti i precedenti, e che Google si troverebbe costretta a ripensare molto del suo modello di business attorno ad Android. Per gli utenti però, potrebbe essere una netta vittoria, nel caso portasse anche alla possibilità di installare il Google Play Store come un semplice apk esterno Fonte: 35 Approfondimenti

73 Caso Microsoft Oggi Il 16 dicembre 2009 la Commissione ha adottato, a norma dell articolo 9, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1/2003, una decisione che rende vincolanti gli impegni offerti da Microsoft in risposta alle riserve della Commissione riguardo alla vendita abbinata del suo browser web (Internet Explorer) con Windows, il suo sistema operativo dominante per PC client Microsoft si impegna, in particolare, a mettere una «schermata di scelta» a disposizione degli utilizzatori di Windows nel EEU perché possano scegliere liberamente il browser web preferito Nel luglio 2012, dopo aver ricevuto dalla Commissione le informazioni comunicate da uno sviluppatore di browser web, Microsoft ha riconosciuto di non aver installato la schermata di scelta su tutte le copie di Windows 7 Service Pack 1 («Windows 7 SP 1»), corrispondenti a circa 15,3 milioni di PC Approfondimenti

74 Caso Microsoft Oggi Il 24 ottobre 2012 la Commissione invia una comunicazione degli addebiti che Microsoft ha potuto consultare il 6 novembre 2012 e a cui ha risposto il 2 dicembre Microsoft non ha chiesto l audizione orale Microsoft si giustifica parlando di errore e propone a Bruxelles una serie di rimedi immediati per ovviare al problema La Commissione Europea conclude che Microsoft ha agito con negligenza, che il mancato rispetto degli impegni è durato 14 mesi, ma anche che Microsoft ha aiutato la Commissione a indagare velocemente sul caso fornendo prove del mancato rispetto dell impegno costituendo una attenuante 5 marzo 2013 l antitrust UE infligge la multa a Microsoft di 561 milioni di euro per aver disatteso i patti sulla scelta del browser, e non aver dato quindi agli utenti Windows una vera libertà di scelta sul browser da utilizzare Approfondimenti

75 Caso Microsoft Oggi L infrazione c è, è stata presente per più di un anno ed è evidente che dobbiamo reagire e in modo molto fermo, perché quel che è molto grave è la mancata applicazione di impegni vincolanti. (Commissario UE Joaquin Almunia) Fonte: 31 Approfondimenti

76 Microsoft e la giustizia Impegni disattesi Complessivamente, nell'ultimo decennio i guai con l'antitrust Ue sono costati a Microsoft circa due miliardi di euro: Nel 2004 la Commissione, sotto Mario Monti, infligge una supermulta da 497 milioni (caso Windows Media Player) Nel 2007, sotto la guida di Neelie Kroes, rincara la dose con altri 899 milioni di sanzione Nel 2012 Joaquin Almunia applica una multa di 561 milioni di euro Fonti: 36 Approfondimenti

77 Curiosità Caso Apple-Safari Le diverse società di software denunciano Microsoft per aver attuato una pratica anti-competitiva, ma nessuna denuncia nei confronti di Apple per il browser Safari incluso all interno del sistema operativo MAC ( per PC ) e IOS ( per Mobile ) Periodo Diffusione Browser Diffusione Sistema Operativo Percentuale Utenti fedeli Microsoft Internet Explorer Dicembre 2008Gennaio ,09% 95,45% 53,5% Apple - Safari GennaioNovembre ,9% 11,75% 75,7% Come mai nessuna società ha denunciato Apple? La diversità di trattamento sta probabilmente nelle differenti quote di mercato delle due società: Microsoft deteneva quasi la totalità del mercato Approfondimenti

78 Browser in Europa Ante Processo Fonti: 37 Conclusioni

79 Browser in Europa Post Processo Fonti: 38 Conclusioni

80 Browser in Italia Post Processo Fonti: 39 Conclusioni

81 Sistemi Operativi in Europa Ante Processo Fonti: 40

82 Sistemi Operativi in Europa Post Processo Fonti: 41 Conclusioni

83 Sistemi Operativi in Italia Post Processo Fonti: 42 Conclusioni

84 Conclusioni Finali Le vicissitudini legali affrontate da Microsoft negli anni, non hanno minato la sua predominanza nel mercato PC OS La sentenza della Commissione Europea ha favorito una maggiore informazione degli utenti sui browser alternativi, grazie all inserimento della schermata di scelta e non alla risonanza mediatica del processo subito da Microsoft Microsoft ha tenuto un comportamento anti-competitivo nel mercato non rendendo disponibile ai propri utenti la totalità delle informazioni. Questo è verificato dalle ripetute sanzioni dell Antitrust imposte in ogni processo La perdita di terreno nel mercato browser di IE non è solo conseguenza delle decisioni della Commissione Europea, ma è anche dovuta a: Un ritardo di Microsoft nello sviluppo di IE I problemi irrisolti di IE che ne decretano l'inefficienza (bug dell'applicazione e sicurezza) Un'ampia diffusione dei prodotti Google su varie piattaforme, che ne hanno rafforzato il brand Conclusioni

Manuale istruzioni. Software Vimar By-web per dispositivi mobili Android Manuale per l'uso

Manuale istruzioni. Software Vimar By-web per dispositivi mobili Android Manuale per l'uso Manuale istruzioni Software Vimar By-web per dispositivi mobili Android Manuale per l'uso Contratto di licenza Vimar con l'utente finale VIMAR SPA con sede in Marostica (VI), Viale Vicenza n. 14 (http://www.vimar.com),

Dettagli

Informativa sulla privacy e sull'utilizzo dei cookies per www.bbstellaalpina.it. Informativa

Informativa sulla privacy e sull'utilizzo dei cookies per www.bbstellaalpina.it. Informativa Informativa sulla privacy e sull'utilizzo dei cookies per www.bbstellaalpina.it Titolare del Trattamento dei Dati Stefanella Caldara - Via Chiave, 49-32043 Cortina d'ampezzo (BL) stefanella@tin.it Legale

Dettagli

ADOBE FLASH PLAYER 10.3 Pannello di controllo nativo

ADOBE FLASH PLAYER 10.3 Pannello di controllo nativo ADOBE FLASH PLAYER 10.3 Pannello di controllo nativo Note legali Note legali Per consultare le note legali, vedete http://help.adobe.com/it_it/legalnotices/index.html. iii Sommario Memorizzazione.......................................................................................................

Dettagli

ECONOMIAINDUSTRIALE Prof. Gianmaria Martini

ECONOMIAINDUSTRIALE Prof. Gianmaria Martini Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Ingegneria ECONOMIAINDUSTRIALE Prof. Gianmaria Martini Bundling Damiano Bordogna 55465 Davide Capelli 54341 Federico Monicchi 54966 Mattia Lazzari 55473 - Bundling

Dettagli

Vocabolario & Terminologie Informatiche

Vocabolario & Terminologie Informatiche Vocabolario & Terminologie Informatiche HARWARE: In ingegneria elettronica e informatica con il termine hardware si indica la parte fisica di un computer, ovvero tutte quelle parti elettroniche, elettriche,

Dettagli

Ogni browser (Internet Explorer, Google Chrome, Mozilla Firefox o Safari) permette di impostare le preferenze per i cookie.

Ogni browser (Internet Explorer, Google Chrome, Mozilla Firefox o Safari) permette di impostare le preferenze per i cookie. COSA SONO? Un cookie è rappresentato da un file di testo memorizzato sul vostro computer, tramite il browser di navigazione, creato durante la navigazione sui siti web. Servono nella maggioranza dei casi

Dettagli

Nuova ECDL ONLINE COLLABORATION

Nuova ECDL ONLINE COLLABORATION PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER Nuova ECDL ONLINE COLLABORATION CONCETTI FONDAMENTALI USO DI DISPOSITIVI MOBILI APPLICAZIONI SINCRONIZZAZIONE 4. COLLABORAZIONE MOBILE 4.1. Concetti fondamentali 4.1.1 Identificare

Dettagli

Privacy Policy di FORMAZIONE MANTOVA FOR.MA Questa Applicazione raccoglie alcuni Dati Personali dei propri Utenti.

Privacy Policy di FORMAZIONE MANTOVA FOR.MA Questa Applicazione raccoglie alcuni Dati Personali dei propri Utenti. Privacy Policy di FORMAZIONE MANTOVA FOR.MA Questa Applicazione raccoglie alcuni Dati Personali dei propri Utenti. Titolare del Trattamento dei Dati FORMAZIONE MANTOVA FOR.MA Azienda Speciale della Provincia

Dettagli

Privacy Policy di www.lpgcostruzioni.it

Privacy Policy di www.lpgcostruzioni.it Privacy Policy di www.lpgcostruzioni.it Questo sito raccoglie alcuni Dati Personali dei propri Utenti. Titolare del Trattamento dei Dati Giovanni La Paglia Via Roma, 120 S.Agata li Battiati 95030 Tipologie

Dettagli

Software Libero. Nicola Asuni

Software Libero. Nicola Asuni Software Libero Nicola Asuni Software "programmi e procedure utilizzati per far eseguire determinati compiti agli elaboratori elettronici (computer) o qualsiasi altro apparato con capacità di elaborazione

Dettagli

Fiery Network Controller per Xerox WorkCentre 7800 Series. Guida introduttiva

Fiery Network Controller per Xerox WorkCentre 7800 Series. Guida introduttiva Fiery Network Controller per Xerox WorkCentre 7800 Series Guida introduttiva 2013 Electronics For Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione

Dettagli

Modalità e luogo del trattamento dei Dati raccolti

Modalità e luogo del trattamento dei Dati raccolti Privacy Policy di www.studioilgranello.it Questa Applicazione raccoglie alcuni Dati Personali dei propri Utenti. Titolare del Trattamento dei Dati STUDIO IL GRANELLO s.c.s. - Via S.Prospero, 24-42015 Correggio

Dettagli

Interstudio L INGEGNERE NELLE NUVOLE. App, WEB App e Cloud. ing. Sauro Agostini. Architectural & Engineering Software. venerdì 11 ottobre 13

Interstudio L INGEGNERE NELLE NUVOLE. App, WEB App e Cloud. ing. Sauro Agostini. Architectural & Engineering Software. venerdì 11 ottobre 13 Architectural & Engineering Software L INGEGNERE NELLE NUVOLE App, WEB App e Cloud ing. Sauro Agostini Mitterand 1981 Reagan Battaglin Alice IBM PC 5150 Alonso C ERA UNA VOLTA IL DOS Non è una rivoluzione,

Dettagli

MANUALE UTENTE V.1.1

MANUALE UTENTE V.1.1 MANUALE UTENTE V.1.1 SOMMARIO 1 Introduzione... 3 2 Prerequisiti utilizzo sito myfasi... 4 3 Primo accesso al Sito Web... 5 4 Attivazione dispositivo USB myfasi... 9 5 Accesso al sito web tramite dispositivo

Dettagli

Sommario. 1. Cos è SecureDrive... 3. 1.1. Caratteristiche... 3. 1.1.1. Privacy dei dati: SecureVault... 4

Sommario. 1. Cos è SecureDrive... 3. 1.1. Caratteristiche... 3. 1.1.1. Privacy dei dati: SecureVault... 4 Allegato Tecnico Pagina 2 di 7 Marzo 2015 Sommario 1. Cos è... 3 1.1. Caratteristiche... 3 1.1.1. Privacy dei dati: SecureVault... 4 1.1.1.1. Funzione di Recupero del Codice di Cifratura... 4 1.1.2. Sicurezza

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

OPEN SOURCE CLOSED SOURCE

OPEN SOURCE CLOSED SOURCE OPEN SOURCE CLOSED SOURCE VS Con questi due termini si intendono due strategie di distribuzione software. Questi due modelli si differenziano per le modalità di: REALIZZAZIONE DISTRIBUZIONE MANUTENZIONE

Dettagli

Riferimento rapido di Novell Vibe Mobile

Riferimento rapido di Novell Vibe Mobile Riferimento rapido di Novell Vibe Mobile Marzo 2015 Introduzione L'accesso mobile al sito di Novell Vibe può essere disattivato dall'amministratore di Vibe. Se non si riesce ad accedere all'interfaccia

Dettagli

Guida introduttiva di F-Secure PSB

Guida introduttiva di F-Secure PSB Guida introduttiva di F-Secure PSB Guida introduttiva di F-Secure PSB Indice generale 3 Sommario Capitolo 1: Introduzione...5 Capitolo 2: Guida introduttiva...7 Creazione di un nuovo account...8 Come

Dettagli

Non siamo in grado di identificarvi personalmente attraverso queste informazioni.

Non siamo in grado di identificarvi personalmente attraverso queste informazioni. Informativa estesa sull'uso dei cookie Il Sito Lectiomagistri.it o da qui in avanti semplicemente il "Sito" utilizza i cookie per rendere l'esperienza di navigazione all'interno di esso più semplice e

Dettagli

LA TUA PRIMA APP CON CORDOVA

LA TUA PRIMA APP CON CORDOVA LA TUA PRIMA APP CON CORDOVA Dedicato a. Gianluca ed Enza, due persone speciali Autore: Gianpiero Fasulo www.gfasulo.it - Pag. 2 COPYRIGHT La tua prima APP con CORDOVA Tutti i diritti riservati. Nessuna

Dettagli

DECISIONE DELLA COMMISSIONE. del 24 maggio 2004

DECISIONE DELLA COMMISSIONE. del 24 maggio 2004 6.2.2007 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 32/23 DECISIONE DELLA COMMISSIONE del 24 maggio 2004 relativa ad un procedimento a norma dell'articolo 82 del trattato CE e dell'articolo 54 dell'accordo

Dettagli

Classificazione del software

Classificazione del software Classificazione del software Classificazione dei software Sulla base del loro utilizzo, i programmi si distinguono in: SOFTWARE Sistema operativo Software applicativo Sistema operativo: una definizione

Dettagli

SONY ERICSSON MD300 MOBILE BROADBAND USB MODEM

SONY ERICSSON MD300 MOBILE BROADBAND USB MODEM Può anche leggere le raccomandazioni fatte nel manuale d uso, nel manuale tecnico o nella guida di installazione di SONY ERICSSON MD300 MOBILE BROADBAND USB MODEM. Troverà le risposte a tutte sue domande

Dettagli

CA Business Service Insight

CA Business Service Insight CA Business Service Insight Guida alla Visualizzazione delle relazioni di business 8.2 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente

Dettagli

Impostare il browser per navigare in sicurezza Opzioni di protezione

Impostare il browser per navigare in sicurezza Opzioni di protezione Impostare il browser per navigare in sicurezza Opzioni di protezione Data la crescente necessità di sicurezza e tutela dei propri dati durante la navigazione in rete, anche gli stessi browser si sono aggiornati,

Dettagli

INFORMATIVA PRIVACY. Politica ed informativa sull'utilizzo cookie

INFORMATIVA PRIVACY. Politica ed informativa sull'utilizzo cookie INFORMATIVA PRIVACY Politica ed informativa sull'utilizzo cookie Informazioni importanti sul consenso: utilizzando il nostro sito web o la nostra app mobile («Sito»), utilizzando i servizi forniti tramite

Dettagli

Questa scelta è stata suggerita dal fatto che la stragrande maggioranza dei navigatori usa effettivamente IE come browser predefinito.

Questa scelta è stata suggerita dal fatto che la stragrande maggioranza dei navigatori usa effettivamente IE come browser predefinito. Pagina 1 di 17 Installazione e configurazione di applicazioni Installare e configurare un browser Come già spiegato nelle precedenti parti introduttive di questo modulo un browser è una applicazione (lato

Dettagli

Xerox EX8002 Print Server, Powered by Fiery. Guida introduttiva

Xerox EX8002 Print Server, Powered by Fiery. Guida introduttiva Xerox EX8002 Print Server, Powered by Fiery Guida introduttiva 2009 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato

Dettagli

Interazione con social network, statistiche e piattaforme esterne

Interazione con social network, statistiche e piattaforme esterne Informativa Cookie e Privacy Titolare di riferimento: Nome: ALBA ONLUS Url sito: www.albasancamillo.it Titolare: ALBA ONLUS nella persona del Presidente pro tempore Paola Maoddi Email: albasancamillo@gmail.com

Dettagli

Windows SteadyState?

Windows SteadyState? Domande tecniche frequenti relative a Windows SteadyState Domande di carattere generale È possibile installare Windows SteadyState su un computer a 64 bit? Windows SteadyState è stato progettato per funzionare

Dettagli

Altre due categorie non rientrano né nel software di sistema, né in quello applicativo pur contenendo elementi tipici di entrambi sono:

Altre due categorie non rientrano né nel software di sistema, né in quello applicativo pur contenendo elementi tipici di entrambi sono: 3. Il Software TIPI DI SOFTWARE La macchina come insieme di componenti hardware di per sé non è in grado di funzionare. Sono necessari dei programmi progettati dall uomo che indicano la sequenza di istruzioni

Dettagli

Privacy e Cookie PERCHE QUESTO AVVISO

Privacy e Cookie PERCHE QUESTO AVVISO Privacy e Cookie PERCHE QUESTO AVVISO Grazie per dedicare qualche minuto alla consultazione di questa sezione del nostro sito Web. La tua privacy è molto importante per me e per tutelarla al meglio, ti

Dettagli

Xerox EX Print Server, Powered by Fiery per Xerox Color 800/1000 Press. Guida introduttiva

Xerox EX Print Server, Powered by Fiery per Xerox Color 800/1000 Press. Guida introduttiva Xerox EX Print Server, Powered by Fiery per Xerox Color 800/1000 Press Guida introduttiva 2011 Electronics For Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente

Dettagli

Informativa sui cookie secondo la normativa europea

Informativa sui cookie secondo la normativa europea Informativa sui cookie secondo la normativa europea Il sito web che state navigando è conforme alla normativa europea sull'uso dei cookie. Per far funzionare bene questo sito, a volte installiamo sul tuo

Dettagli

Introduzione al Software Libero e a GNU/Linux

Introduzione al Software Libero e a GNU/Linux Introduzione al Software Libero e a GNU/Linux Enrico Albertini 1 Di cosa stiamo parlando? L'hardware è la parte del computer che possiamo toccare, ciò che è composto da atomi. Il software, invece, è una

Dettagli

WEB TECHNOLOGY. Il web connette. LE persone. E-book n 2 - Copyright Reserved

WEB TECHNOLOGY. Il web connette. LE persone. E-book n 2 - Copyright Reserved WEB TECHNOLOGY Il web connette LE persone Indice «Il Web non si limita a collegare macchine, ma connette delle persone» Il Www, Client e Web Server pagina 3-4 - 5 CMS e template pagina 6-7-8 Tim Berners-Lee

Dettagli

MOBS Flussi informativi sanitari regionali

MOBS Flussi informativi sanitari regionali Indicazioni per una corretta configurazione del browser Versione ottobre 2014 MOBS--MUT-01-V03_ConfigurazioneBrowser.docx pag. 1 di 25 Uso: ESTERNO INDICE 1 CRONOLOGIA VARIAZIONI...2 2 SCOPO E CAMPO DI

Dettagli

Informativa Privacy del sito internet www.consulenzaing.com

Informativa Privacy del sito internet www.consulenzaing.com Informativa Privacy del sito internet www.consulenzaing.com In questa pagina si descrivono le modalità di gestione dell informativa privacy del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli

Dettagli

Guida introduttiva. Fiery Network Controller per DocuColor 240/250

Guida introduttiva. Fiery Network Controller per DocuColor 240/250 Fiery Network Controller per DocuColor 240/250 Guida introduttiva In questo documento, ogni riferimento a DocuColor 242/252/260 rimanda a DocuColor 240/250. 2007 Electronics for Imaging, Inc. Per questo

Dettagli

Informativa e consenso per l utilizzo delle Google Apps for Education ISMC ALLEGATO 2 ALLEGATO 2 PRIVACY DI GOOGLE

Informativa e consenso per l utilizzo delle Google Apps for Education ISMC ALLEGATO 2 ALLEGATO 2 PRIVACY DI GOOGLE Pag. 1 di 8 PRIVACY DI GOOGLE (http://www.google.com/intl/it/policies/privacy/ Ultima modifica: 19 agosto 2015) I nostri servizi possono essere utilizzati in tanti modi diversi: per cercare e condividere

Dettagli

Internet: Software Open Source e Sistemi operativi. conoscerlo al meglio per usarlo meglio. 2011 Gabriele Riva - Arci Barzanò

Internet: Software Open Source e Sistemi operativi. conoscerlo al meglio per usarlo meglio. 2011 Gabriele Riva - Arci Barzanò Internet: conoscerlo al meglio per usarlo meglio Software Open Source e Sistemi operativi Indice Cos'è un Software Open Source Perchè utilizzare Software Open Source Sistemi operativi Licenze software

Dettagli

Cookie Policy Informativa

Cookie Policy Informativa Cookie Policy Informativa Adempiendo agli obblighi previsti dall Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, dall articolo 13 del Decreto

Dettagli

Privacy Policy di www.agriturismobiologicoetna.it

Privacy Policy di www.agriturismobiologicoetna.it Privacy Policy di www.agriturismobiologicoetna.it Questo sito raccoglie alcuni Dati Personali dei propri Utenti. Titolare del Trattamento dei Dati Agriturismo Biologico dell'etna - Via G. Mameli, 22-95039

Dettagli

Partecipare ad un corso

Partecipare ad un corso Partecipare ad un corso Test della connessione prima della sessione È possibile eseguire il test della connessione prima dell'avvio della sessione collegandosi a una sessione di test per verificare che

Dettagli

NOTE LEGALI - PRIVACY

NOTE LEGALI - PRIVACY NOTE LEGALI - PRIVACY In osservanza di quanto previsto dal D.L.gs 9/04/03, n. 70 e dal DL 30 giugno 2003, n. 196, Codice in materia di protezione dei dati personali, il Consorzio del Prosciutto di Parma

Dettagli

Procedura Operativa - Configurazione Rete Wireless

Procedura Operativa - Configurazione Rete Wireless Gestione rete Informatica Della Università Cattolica del Sacro Cuore (Sede di Roma) Rif. rm-037/0412 Pagina 1 di 36 Informazioni relative al documento Data Elaborazione: 27/01/2012 Stato: esercizio Versione:

Dettagli

Sommario. Requisiti per l utilizzo del servizio

Sommario. Requisiti per l utilizzo del servizio Sommario 1. Requisiti e impostazioni... 2 1.1 Microsoft Internet Explorer 7 e superiori... 3 1.2 Mozilla Firefox 3 e superiori... 8 1.3 Google Chrome 7 e superiori... 8 1.4 Apple Safari 4 e superiori...

Dettagli

Microsoft Windows 7. Nuove funzionalità: 1. Semplificazione delle operazioni quotidiane

Microsoft Windows 7. Nuove funzionalità: 1. Semplificazione delle operazioni quotidiane Microsoft Windows 7 Microsoft è lieta di annunciare Microsoft Windows 7. Windows 7 è il nuovo sistema operativo rilasciato da Microsoft. Windows 7 è stato progettato a partire dalle segnalazioni degli

Dettagli

Guida Google Cloud Print

Guida Google Cloud Print Guida Google Cloud Print Versione 0 ITA Definizioni delle note Nella presente Guida dell utente viene utilizzato lo stile che segue per contrassegnare le note: Le note forniscono istruzioni da seguire

Dettagli

Piccola guida pratica a. Piattaforma per l e- learning

Piccola guida pratica a. Piattaforma per l e- learning Piccola guida pratica a Piattaforma per l e- learning Aggiornata al 30/06/2014 1 Sommario Prima di iniziare.... 3 Verifica del browser e aggiornamento... 3 Come segnalare eventuali problemi.... 4 A chi

Dettagli

Software SMART Notebook 11.2 per Windows e Mac

Software SMART Notebook 11.2 per Windows e Mac Note sulla versione Software SMART Notebook 11.2 per Windows e Mac Informazioni sulle note sulla versione Le presenti note sulla versione riepilogano le funzionalità del software per l'apprendimento collaborativo

Dettagli

Manuale di Attivazione. Edizione Ottobre 2008

Manuale di Attivazione. Edizione Ottobre 2008 Manuale di Attivazione Edizione Ottobre 2008 Manuale attivazione BT Internet Banking - 2008 INDICE 1. REQUISITI PRELIMINARI 3 2. DATI PER L ACCESSO AL SERVIZIO 4 2.1 UTENTI CHE UTILIZZANO IL CERTIFICATO

Dettagli

GUIDA UTENTE WEB PROFILES

GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES... 1 Installazione... 2 Primo avvio e registrazione... 5 Utilizzo di web profiles... 6 Gestione dei profili... 8 Fasce orarie... 13 Log siti... 14 Pag.

Dettagli

GUIDA ALL USO DELL E-READER SONY PRS-T1...2

GUIDA ALL USO DELL E-READER SONY PRS-T1...2 GUIDA ALL USO DELL E-READER SONY PRS-T1...2 INFORMAZIONI SUL DISPOSITIVO READER...2 OPERAZIONI DI BASE...2 APPLICAZIONI E SCHERMATA [HOME]...2 Barra di stato...3 Finestra di notifica...4 OPERAZIONI DEL

Dettagli

Informativa per trattamento di dati personali Documento informativo ai sensi e per gli effetti di cui all articolo 13, D.Lgs. 30 giugno 2003 n.

Informativa per trattamento di dati personali Documento informativo ai sensi e per gli effetti di cui all articolo 13, D.Lgs. 30 giugno 2003 n. PRIVACY POLICY Informativa per trattamento di dati personali Documento informativo ai sensi e per gli effetti di cui all articolo 13, D.Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 In osservanza al D.Lgs. 30 giugno 2003

Dettagli

Manuale di Attivazione. Edizione Novembre 2008

Manuale di Attivazione. Edizione Novembre 2008 Manuale di Attivazione Edizione Novembre 2008 Manuale attivazione Internet Banking - 2008 INDICE 1. REQUISITI PRELIMINARI...3 2. DATI PER L ACCESSO AL SERVIZIO...4 2.1 UTENTI CHE UTILIZZANO IL CERTIFICATO

Dettagli

Piattaforma FaD Formazione a distanza. Manuale di consultazione rapida per l utilizzo della piattaforma di. formazione a distanza di EFA srl

Piattaforma FaD Formazione a distanza. Manuale di consultazione rapida per l utilizzo della piattaforma di. formazione a distanza di EFA srl Piattaforma FaD Formazione a distanza Manuale di consultazione rapida per l utilizzo della piattaforma di formazione a distanza di EFA srl 1 Indice generale 1. Scopo del documento 2. Definizioni e abbreviazioni

Dettagli

1.2.1.1 DEFINIZIONE DI SOFTWARE

1.2.1.1 DEFINIZIONE DI SOFTWARE Software 1.2 1.2.1.1 DEFINIZIONE DI SOFTWARE Il computer non è in grado di svolgere alcun compito autonomamente Esso può eseguire svariati compiti soltanto se viene opportunamente istruito Ciò avviene

Dettagli

Qlik Sense Desktop. Qlik Sense 1.1 Copyright 1993-2015 QlikTech International AB. Tutti i diritti riservati.

Qlik Sense Desktop. Qlik Sense 1.1 Copyright 1993-2015 QlikTech International AB. Tutti i diritti riservati. Qlik Sense Desktop Qlik Sense 1.1 Copyright 1993-2015 QlikTech International AB. Tutti i diritti riservati. Copyright 1993-2015 QlikTech International AB. Tutti i diritti riservati. Qlik, QlikTech, Qlik

Dettagli

Riferimento rapido dell'app mobile Novell Filr 1.0.2

Riferimento rapido dell'app mobile Novell Filr 1.0.2 Riferimento rapido dell'app mobile Novell Filr 1.0.2 Settembre 2013 Novell Riferimento rapido In Novell Filr è possibile accedere facilmente a tutti i propri file e cartelle dal desktop, dal browser o

Dettagli

GLORY 4. Manuale Istruzioni - Italiano

GLORY 4. Manuale Istruzioni - Italiano GLORY 4 Manuale Istruzioni - Italiano 1. ICONE Nuova e-mail Modalità aereo USB collegato Debug USB collegato Pulsante Indietro Visualizza opzioni di una funzione selezionata Livello della batteria Scaricamento

Dettagli

Manuale Piattaforma Didattica

Manuale Piattaforma Didattica Manuale Piattaforma Didattica Ver. 1.2 Sommario Introduzione... 1 Accesso alla piattaforma... 1 Il profilo personale... 3 Struttura dei singoli insegnamenti... 4 I Forum... 5 I Messaggi... 7 I contenuti

Dettagli

Cookie Policy - Informativa. Cosa sono i Cookie? Tipologie di Cookie

Cookie Policy - Informativa. Cosa sono i Cookie? Tipologie di Cookie Cookie Policy - Informativa Adempiendo agli obblighi previsti dall'art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, dall articolo 13 del Decreto

Dettagli

Manuale accesso a B.Point SaaS

Manuale accesso a B.Point SaaS Manuale accesso a B.Point SaaS Manuale utente INDICE: 1. Introduzione... 1-3 2. Tipi di client... 2-4 Premessa... 2-4 Peculiarità e compatibilità con i browser... 2-4 Configurazione del tipo di Client...

Dettagli

Procedura Operativa - Configurazione Rete Wireless

Procedura Operativa - Configurazione Rete Wireless Gestione rete Informatica Università Cattolica del Sacro Cuore (Sede di Roma) Rif. rm-029/0513 Pagina 1 di 34 Informazioni relative al documento Data Elaborazione: 27/10/2011 Stato: Esercizio Versione:

Dettagli

FAQ DOMANDE FREQUENTI

FAQ DOMANDE FREQUENTI FUNZIONAMENTO DELLA PIATTAFORMA FAQ DOMANDE FREQUENTI In cosa consiste la VideoFad? La VideoFad è la nuova formazione a distanza video. Si tratta di corsi Audio e Video con slide sincronizzate, nei quali

Dettagli

La presente "Cookie Policy" (la nostra politica relativa all uso di cookie) viene applicata sul nostro sito

La presente Cookie Policy (la nostra politica relativa all uso di cookie) viene applicata sul nostro sito La presente "Cookie Policy" (la nostra politica relativa all uso di cookie) viene applicata sul nostro sito Internet, comprese le pagine su piattaforme di terze parti (ad esempio Facebook o YouTube), e

Dettagli

Contratto di Licenza per il Software Microsoft:

Contratto di Licenza per il Software Microsoft: Contratto di Licenza per il Software Microsoft: Windows XP Embedded Runtime Le presenti condizioni costituiscono il contratto tra il licenziatario e [OEM]. Il licenziatario deve leggerle con attenzione.

Dettagli

CONDIVIDERE IL PROPRIO SCHERMO CON GLI STUDENTI COLLEGANDOSI DA UN BROWSER O DA NETOP VISION STUDENT APP

CONDIVIDERE IL PROPRIO SCHERMO CON GLI STUDENTI COLLEGANDOSI DA UN BROWSER O DA NETOP VISION STUDENT APP CONDIVIDERE IL PROPRIO SCHERMO CON GLI STUDENTI COLLEGANDOSI DA UN BROWSER O DA NETOP VISION STUDENT APP I docenti sono ora in grado di creare una classe con un mix di studenti basati su Windows, dispositivi

Dettagli

Confronto tra VMware Zimbra e le principali piattaforme di posta elettronica e collaborazione

Confronto tra VMware Zimbra e le principali piattaforme di posta elettronica e collaborazione Confronto tra VMware Zimbra e le principali piattaforme di posta elettronica e collaborazione W H I T E PA P E R : Z I M B R A E L A C O N C O R R E N Z A Introduzione La posta elettronica è un'applicazione

Dettagli

Piccola guida pratica a. Piattaforma per l e-learning

Piccola guida pratica a. Piattaforma per l e-learning Piccola guida pratica a Piattaforma per l e-learning Aggiornata a Novembre 2015 1 Sommario Prima di iniziare.... 3 Creazione dell account su formazione-almadiploma.unife.it... 3 Il login... 3 Completamento

Dettagli

PRIVACY POLICY. BlackRock si impegna a:

PRIVACY POLICY. BlackRock si impegna a: PRIVACY POLICY BlackRock riconosce l importanza di proteggere le Vostre informazioni personali e di natura finanziaria nel momento in cui visitate i nostri siti internet (di seguito, il Sito o i Siti ).

Dettagli

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili.

A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili. Privacy policy del sito web Bitmama S.r.l. In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito Bitmama, in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta

Dettagli

ALL UTILIZZO DEL SOFTWARE PER I RIVENDITORI

ALL UTILIZZO DEL SOFTWARE PER I RIVENDITORI SISTEMA DISTRIBUZIONE SCHEDE OnDemand GUIDA ALL UTILIZZO DEL SOFTWARE PER I RIVENDITORI un servizio Avviso agli utenti Il prodotto è concesso in licenza come singolo prodotto e le parti che lo compongono

Dettagli

ammesso solo con il tuo consenso. Le modifiche apportate hanno lo scopo di semplificare il controllo di quali

ammesso solo con il tuo consenso. Le modifiche apportate hanno lo scopo di semplificare il controllo di quali CHE COSA SONO I COOKIES E COME LI UTILIZZIAMO Un cookie è un semplice file di testo che viene memorizzato sul tuo computer o dispositivo mobile dal server di un sito web e che solo quel server sarà in

Dettagli

SPSS Inc. Data Access Pack - Istruzioni di installazione per Windows

SPSS Inc. Data Access Pack - Istruzioni di installazione per Windows i SPSS Inc. Data Access Pack - Istruzioni di installazione per Windows Per ulteriori informazioni sui prodotti software SPSS Inc., visitare il sito Web all indirizzo http://www.spss.it o contattare: SPSS

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Lezione 6 a.a. 2010/2011 Francesco Fontanella La Complessità del Hardware Il modello di Von Neumann è uno schema di principio. Attualmente in commercio esistono: diversi

Dettagli

CORSO WEB SERVER, DBMS E SERVER FTP

CORSO WEB SERVER, DBMS E SERVER FTP CORSO WEB SERVER, DBMS E SERVER FTP DISPENSA LEZIONE 1 Autore D. Mondello Transazione di dati in una richiesta di sito web Quando viene effettuata la richiesta di un sito Internet su un browser, tramite

Dettagli

Manuale d'uso del Microsoft Apps for Symbian

Manuale d'uso del Microsoft Apps for Symbian Manuale d'uso del Microsoft Apps for Symbian Edizione 1.0 2 Informazioni su Microsoft Apps Informazioni su Microsoft Apps Microsoft Apps incorpora le applicazioni aziendali di Microsoft nel telefono Nokia

Dettagli

Uso sicuro del web Navigare in siti sicuri

Uso sicuro del web Navigare in siti sicuri Uso sicuro del web Navigare in siti sicuri La rete internet, inizialmente, era concepita come strumento di ricerca di informazioni. L utente esercitava un ruolo passivo. Non interagiva con le pagine web

Dettagli

Avviso per la privacy di Johnson Controls

Avviso per la privacy di Johnson Controls Avviso per la privacy di Johnson Controls Johnson Controls, Inc. e le relative società affiliate (collettivamente, Johnson Controls, noi, ci o nostro) garantiscono la tutela della privacy e si impegnano

Dettagli

Gestione documentale open-source. La centralità dell informazione nella realtà aziendale

Gestione documentale open-source. La centralità dell informazione nella realtà aziendale Gestione documentale open-source La centralità dell informazione nella realtà aziendale 1/13 SOMMARIO 1.1 Dematerializzare i documenti... 3 1.2 Principali software per la gestione documentale... 5 1.3

Dettagli

Microsoft Dynamics AX 2012 - Informativa sulla privacy

Microsoft Dynamics AX 2012 - Informativa sulla privacy 2012 - Informativa sulla privacy Ultimo aggiornamento: novembre 2012 Microsoft si impegna a proteggere la privacy dei propri utenti, fornendo al tempo stesso software in grado di garantire livelli di prestazioni,

Dettagli

COMPLETA SICUREZZA GRAZIE ALL ACCESSO PROTETTO E AI LIVELLI AUTORIZZATIVI

COMPLETA SICUREZZA GRAZIE ALL ACCESSO PROTETTO E AI LIVELLI AUTORIZZATIVI Consultazione prodotti e gestione ordini via internet SAM r-evolution La rivoluzione non è cambiare il software! SAM OW - Open Web Open-Web è l applicazione web per la consultazione online degli articoli

Dettagli

Il tuo manuale d'uso. LAPLINK EVERYWHERE 4 http://it.yourpdfguides.com/dref/2943205

Il tuo manuale d'uso. LAPLINK EVERYWHERE 4 http://it.yourpdfguides.com/dref/2943205 Può anche leggere le raccomandazioni fatte nel manuale d uso, nel manuale tecnico o nella guida di installazione di LAPLINK EVERYWHERE 4. Troverà le risposte a tutte sue domande sul manuale d'uso (informazioni,

Dettagli

Facendo uso di questo Sito si acconsente il nostro utilizzo di cookie in conformità con la presente Cookie Policy.

Facendo uso di questo Sito si acconsente il nostro utilizzo di cookie in conformità con la presente Cookie Policy. Cookie Con riferimento al provvedimento Individuazione delle modalità semplificate per l informativa e l acquisizione del consenso per l uso dei cookie 8 maggio 2014 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale

Dettagli

Rilevazione automatizzata delle timbrature di presenza

Rilevazione automatizzata delle timbrature di presenza Direzione Servizi Interni Rilevazione automatizzata delle timbrature di presenza MANUALE DI UTILIZZO DELLA PROCEDURA TIMBR@WEB Versione 2.0 del 09 Gennaio 2012 A cura di Luigi D Elia SOMMARIO ACCESSO ALL

Dettagli

XFACILE / XTOTEM Pagina 1. Presentazione

XFACILE / XTOTEM Pagina 1. Presentazione XFACILE / XTOTEM Pagina 1 Presentazione XFACILE / XTOTEM Pagina 2 Presentazione XFACILE XTOTEM è un sistema studiato per gestire Siti Internet e Pannelli Informativi. Con XTOTEM si possono disegnare e

Dettagli

Il software. Il Sistema Operativo

Il software. Il Sistema Operativo Il software Prof. Vincenzo Auletta 1 Il Sistema Operativo Software che gestisce e controlla automaticamente le risorse del computer permettendone il funzionamento. Gestisce il computer senza che l utente

Dettagli