"TC DEL TORACE E DEL MEDIASTINO"

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""TC DEL TORACE E DEL MEDIASTINO""

Transcript

1 Updating 09 - Aggiornamento e cultura professionale VI Alberobello 23, 24,25 marzo 2009 La diagnostica per Immagini Bodytrend "TC DEL TORACE E DEL MEDIASTINO" TSRM : OSCAR BRAZZO ASL BA P.O. DI VENERE Oltre un secolo è passato da quando, nel 1895, W.C. Roentgen scoprì che i raggi X, attraversando il corpo umano, potevano impressionare una lastra fotografica. Negli anni cominciarono a svilupparsi ecografia, TAC e RM, tecnologie che inducono a non parlare più di radiologia quanto di diagnostica per immagini. L evoluzione tecnologica, sempre più attiva in questi ultimi anni, ha radicalmente rivoluzionato la diagnostica per immagini realizzando un vero e proprio gioiello : la Multi Detector TC (MDTC), che offre ancora maggiore velocità del sistema tubo-detettori rispetto alla TC spirale single slice ed un sistema multidetettore che consente di acquisire per ogni rotazione un numero maggiore di strati ( ?). I vantaggi di questo sistema sono notevoli: riduzione del tempo complessivo dell esame; possibilità di eseguire studi nelle diverse fasi vascolari; possibilità di eseguire veri e propri studi angiotc; post-elaborazioni di ottima qualità grazie ai voxel isotropici determinati da questo sistema di acquisizione; cardiotc con cardiosincronizzatore. Le nuove apparecchiature TC elicoidali multistrato permettono di eseguire indagini di ampia affidabilità clinica sfruttando la rapidità di acquisizione di un volume di anatomia anche molto esteso, fornendo una buona risoluzione spaziale e conciliando riduzione dei tempi di esecuzione delle indagini con qualità iconografica e diagnostica, anche grazie a tecniche di post-processing digitale bitridimensionale e alla possibilità di studio multifasico ed

2 angiografico, nonché concependo sistemi per ridurre la dose radiante al paziente. Nel campo vascolare l utilizzo della MDTC consente di migliorare la qualità dell esame angiotc riducendo gli artefatti da movimento e migliorando la qualità delle immagini in termini di risoluzione. L informatizzazione dei sistemi ed il diffondersi di software sempre più sofisticati e all avanguardia consentono di ottenere immagini molto più avvicinabili a quelle reali rispetto alle bidimensionali a cui la TC convenzionale aveva abituato. L avvento e lo sviluppo di consolle di rielaborazione sempre più potenti e con software dedicati consentono la possibilità di ricostruzioni multiplanari 2D e 3D a colori, che in qualche modo cambiano il modo di concepire l immagine radiologica come piatta e costituita esclusivamente da toni di grigio. Questa presentazione, senza avere la pretesa di insegnare tecniche di acquisizione o di elaborazione, ha lo scopo di esportare metodologie ed esperienze d indagine sul distretto toracico messe a punto dalla nostra Unità Operativa, attraverso una MDTC prima a 4 e poi ad 8 file di detettori. LA TC NELLA DIAGNOSTICA TORACICA I rapidi progressi tecnologici della tomografia computerizzata, grazie alla maggior velocità di acquisizione di immagini anche a strato sottile, consentono lo studio completo del torace in un unica apnea, riducendo gli artefatti da movimento prodotti dagli atti respiratori. La MDTC trova varie applicazioni nella diagnostiche della patologia toracica: studio del parenchima polmonare (standard ed HR) e del mediastino (noduli, neoplasie, linfomi, ecc); studio delle vie aeree principali studio vascolare dell aorta, delle arterie polmonari e delle coronarie (ANGIOTC) La riduzione dei tempi di scansione e la possibilità di operare retroricostruzioni (ricostruzioni in post processng dei dati grezzi di scansione in strati di spessore superiore o inferiore di quelli acquisiti) allarga l utilità delle TC multibanco anche nello lo studio della patologia traumatica a carico dello scheletro costale e del rachide, fornendo, grazie ad opportune rielaborazioni dei dati grezzi, informazioni dettagliate ed affidabili sui fenomeni fratturativi.

3 RETRORICOSTRUZIONE: rielaborazione in post-processing dei dati grezzi di scansione in strati di spessore minore (o maggiore) e con avanzamento desiderato. Con la retroricostruzione è anche possibile modificare altri parametri quali FOV, filtro di ricostruzione, posizione dell immagine. Nello schema riportato in basso è rappresentato un esempio di esame acquisito a 2.5/2.5 mm (in rosso), con apparecchiatura MDTC a 8 banchi di rivelatori configurata nel modo indicato; i tasti in bianco sono le possibilità di retroricostruzione mentre quelli in blu non sono attivabili; i dati acquisiti a 2.5/2.5 mm possono essere resi a spessore di 1.5, 3.75, 5 mm con avanzamento desiderato, senza riacquisire dati come si era obbligati a fare con la TC convenzionale o spirale semplice. RIELABORAZIONI E RICOSTRUZIONI: L elaborazione dei dati grezzi di scansione è fondamentale per consentire una corretta ed efficace diagnosi. Sebbene l informatica giochi un ruolo considerevole nelle procedure di trattamento dei dati, il risultato iconografico e, di conseguenza, diagnostico dipende dalla manualità dell operatore, dalle sue conoscenze del sistema e dalla capacità di saper integrare le diverse opportunità di elaborazione al fine di ottenere una più completa e veritiera diagnosi. Le possibilità di trattare i dati grezzi di scansione in post processing sono molteplici, avendo l opportunità di rielaborazione bidimensionale (MPR) o tridimensionale (VR, NAVIGATOR). Nel grafico di seguito sono riportate le possibilità di ricostruzione delle immagini. DATI GREZZI MPR VR MIP - MINIP SSD - 3D VR A SPESSORE RIDOTTO ENDOSCOPIA VIRTUALE

4 - MPR (Multi Planar Reconstructions): rielaborazione dei dati grezzi di scansione in viste, oltre che assiale, coronale, sagittale ed in tutti i piani intermedi dello spazio - MIP (Maximum Intensità Projection) : consente la visualizzazione delle strutture anatomiche a più alta densità (osso, vasi iniettati con mdc) - MINIP (Minimum Intensità Projection) : permette di visualizzare le strutture anatomiche a più bassa densità - VOLUME RENDERING : E una tecnica di ricostruzione tridimensionale che, rispetto alle altre tecniche, conserva tutti i pixel presenti nel volume, potendo differenziare le strutture tra di loro per mezzo di curve di opacità e trasparenza. Si distinguono le Shaded Surface Display (SSD, che offrono la visione della superficie della struttura esaminata attraverso valori soglia di densità) e le 3D (che utilizzano tutti i dati provenienti dalla scansione). Esiste la possibilità di rendere in 3D solo alcuni degli strati sovrapposti (VR a spessore ridotto). - ENDOSCOPIA VIRTUALE: Tecnica innovativa di ricostruzione volumetrica, consente di navigare all interno di strutture o organi cavi con modalità definita fly through (letteralmente volare attraverso ), sfruttando il contrasto naturale dell aria nei visceri o il mezzo di contrasto iodato somministrato per via endovenosa in corso di esame angiotc. Attualmente trova poco spazio in ambito vascolare, mentre è più usata nello studio delle vie aeree e digestive. PROTOCOLLI DI ACQUISIZIONE Le apparecchiature multidetettore possono essere utilizzate secondo diverse modalità: Modalità sequenziale: si comportano come le apparecchiature TC di vecchia generazione, acquisendo strati continui in modalità non spirale (studio del parenchima polmonare ad alta risoluzione - HRTC) Modalità spirale: il tavolo ed il tubo radiogeno si muovono simultaneamente; si ha un acquisizione volumetrica dei dati che poi vengono ricostruiti con lo spessore desiderato, compatibile con la configurazione dei rivelatori Modalità cine : è una tencica dinamica che permette di monitorare le modificazioni nel tempo a carico dell anatomia studiata. Modalità con sincronizzazione cadiaca o polmonare: usata per lo studio degli organi in movimento (es.cardiotc).

5 ANGIOTC: acquisizione di un distretto corporeo in tempo arterioso. Per un angiotc di qualità è necessaria la copertura della regione di interesse durante il passaggio della massima concentrazione intravascolare del mezzo di contrasto. INDICAZIONI: studio dei vasi e della loro disposizione spaziale rispetto a strutture patologiche, patologie da minus (stenosi, occlusioni vascolari, embolie), patologie da plus (aneurismi, MAV), dissezioni. MDC: un protocollo ottimizzato di somministrazione del mdc richiede che la scansione venga programmata nella fase di picco di opacizzazione vascolare. ANGIOTC TORACE : TECNICA PER LO STUDIO DELLE ARTERIE POLMONARI Nel 1992 Remy-Jardin e coll. Proposero l angiografia polmonare tc (CTPA) come tecnica veloce e relativamente non invasiva per la rilevazione dell embolia polmonare. Nel loro lavoro la CTPA ha dimostrato una sensibilità del 100% ed una specificità del 96% per gli emboli localizzati nelle arterie polmonari principali e nei rami arteriosi lobari e segmentari. L incapacità di valutare adeguatamente i rami arteriosi polmonari subsegmentari è stata riconosciuta come una potenziale limitazione dell accuratezza della tecnica. I progressi tecnologici della tc spirale e l avvento delle apparecchiature MDTC (tubi radiogeni con maggiore capacità di raffreddamento, velocità di rotazione del gantry più elevate) hanno permesso significativi affinamenti dei protocolli di esecuzione delle CTPA. Il protocollo per l esecuzione della CTPA dovrebbe essere adattato al tipo di apparecchiatura utilizzata. (TECNICA CON APPARECCHIATURA MDTC AD 8 BANCHI DI DETETTORI) -TIPO SCANSIONE: ELICOIDALE COMPLETA -TEMPO DI ROTAZIONE TUBO : 0.8 SEC -CONFIGURAZIONE DEL RIVELATORE : 8 x 1.25 mm

6 -COLLIMAZIONE : 10 mm -MODO SCANSIONE : : 1 -SPESSORE STRATO : 2.5 mm OVERLAPPING DEL 50% (INCREMENTO TAVOLO 1.25 mm) -MINIMA RETRORICOSTRUZIONE : 1.25/0.6 mm -PASSO DEL TAVOLO : 16.5 mm/rotazione -TEMPO DI SCANSIONE (PER 30cm) : 15 SEC -FOV DI ACQUISIZIONE : LARGE -FOV DI SCANSIONE : ADATTO ALLE DIMENSIONI DEL PAZIENTE -Kv : 120 -ma : 80/440 CON TECNICA DI MODULAZIONE DELLA DOSE -FILTRO DI RICOSTRUZIONE : STANDARD MONITORAGGIO DEL PASSAGGIO DEL MDC: UTILIZZO DELLO SMART PREP CON ROI DI CONTROLLO POSTA A -ESECUZIONE DI UNO SCOUT-VIEW IN A-P SUL QUALE SI POSIZIONANO LE SLICES -LA SCANSIONE DEVE COMPRENDERE PER INTERO ENTRAMBI I CAMPI POLMONARI -UTILI SCANSIONE PRE-CONTRASTO ED EVENTUALMENTE TARDIVA-VENOSA CON TECNICA STANDARD - UTILIZZO DELLO SMART PREP CON ROI DI CONTROLLO POSTA A LIVELLO DEL TRONCO DELL ARTERIA POLMONARE O SU UNA DELLE ART.POLMONARI. PARAMETRI SMART PREP: -RITARDO MONITORAGGIO : 4 sec -INTERSCAN DELAY : 1 sec ANGIOTC TORACE : TECNICA PER LO STUDIO DELL AORTA TORACICA (APPARECCHIATURA MDTC AD 8 BANCHI DI DETETTORI) (parametric tecnici tc sovrapponibile alla precedente) MONITORAGGIO DEL PASSAGGIO DEL MDC: - UTILIZZO DELLO SMART PREP CON ROI DI CONTROLLO POSTA A LIVELLO DELL AORTA DISCENDENTE. -ESECUZIONE DI UNO SCOUT-VIEW IN A-P SUL QUALE SI POSIZIONANO LE SLICES -LA SCANSIONE DEVE COMPRENDERE PER INTERO ENTRAMBI I CAMPI POLMONARI -UTILI SCANSIONE PRE-CONTRASTO ED EVENTUALMENTE TARDIVA-VENOSA CON TECNICA STANDARD PARAMETRI SMART PREP: -RITARDO MONITORAGGIO : 10 sec -INTERSCAN DELAY : 1 sec In caso di aneurisma trombotico o dissezione è sconsigliato l uso della è sconsigliato l uso della ROI; la pratica ha dimostrato l opportunità di regolarsi visivamente in base al contrasto nell aorta discendente. HRTC E una tecnica che consente di ottenere immagini del parenchima polmonare con eccellente risoluzione spaziale e dettaglio anatomico; può dimostrare l interstizio in condizioni normali e patologiche, mettendo in evidenza le caratteristiche morfologiche delle malattie polmonari diffuse (bronchiectasie, asbestosi, interstiziopatie, ecc). La tecnica prevede l utilizzo di strati sottili (1-1.5 mm) ad intervalli regolari (ogni 7-10 mm),

7 eseguendo una sorta di campionamento del polmone. Eè sempre opportuno eseguire una scansione TC con tecnica standard per localizzare, nell eventualità che non si voglia eseguire la scansione HR dell intero torace, le zone del parenchima polmonare interessate dalla patologia. Un'altra tecnica prevede la scansione HR con 3 pacchetti disposto a livello degli apici, della biforcazione tracheale e delle basi polmonari. Si utilizza un filtro di ricostruzione ad alta risoluzione. PROTOCOLLO TC POLMONARE AD ALTA RISOLUZIONE (APPARECCHIATURA MDTC AD 8 BANCHI DI DETETTORI) - TIPO SCANSIONE: SEQUENZIALE, ASSIALE COMPLETA - TEMPO DI RITAZIONE : 0,8 SEC - BANCHI DI RIVELATORI : 1 - SPESSORE mm : INTERVALLO: 7.5 mm - IMMAGINI PER ROTAZIONE : 1 - Configurazione del rivelatore : 1x COLLIMAZIONE FASCIO : 1.25 mm - FOV : LARGE - kv : ma : FILTRO DI RICOSTRUZIONE : BONE PLUS (HI-RES) - TEMPO DI APNEA : 10 sec - TEMPO DI RESPIRO : 12 sec E opportuno modificare tempo di apnea e tempo di respiro a seconda della collaborazione del paziente. Le scansioni si eseguono comprendendo per intero i campi polmonari preferibilmente con direzione caudo-craniale (poiché le basi polmonari sono più mobili rispetto agli apici).

8 CASE REPORTS ED ESEMPI DI RIELABORAZIONE ANEURISMA ARCO AORTICO EMBOLIA POLMONARE BILATERALE IMMAGINI IN SOVRAPPOSIZIONE 3D

9 NODULI POLMONARI (mip e VR a spessore ridotto) TECNICHE DI SURFACE RENDERING E VOLUME RENDERING

MRA VERSUS CTA Tecniche a Confronto

MRA VERSUS CTA Tecniche a Confronto MRA VERSUS CTA Tecniche a Confronto L IMMAGINE ANGIOGRAFICA TC Firenze, 5-65 6 Dicembre 2008 GENERAZIONI DI TOMOGRAFI COMPUTERIZZATI I generazione Le tappe evolutive dei tomografi computerizzati dal 1973

Dettagli

ANGIOTC TORACE-ADDOME-ARTI TECNICA D ESAME

ANGIOTC TORACE-ADDOME-ARTI TECNICA D ESAME ANGIOTC TORACE-ADDOME-ARTI INFERIORI TECNICA D ESAME ANGIOTC TORACE TECNICA PER ARTERIE POLMONARI (APPARECCHIATURA MDTC AD 8 BANCHI DI DETETTORI) - TIPO SCANSIONE: ELICOIDALE COMPLETA -TEMPO DI ROTAZIONE

Dettagli

LA TOMOGRAFIA COMPUTERIZZATA: LA TECNOLOGIA SLIP RING LA TECNOLOGIA SPIRALE E LA TC MULTISTRATO. www.slidetube.it

LA TOMOGRAFIA COMPUTERIZZATA: LA TECNOLOGIA SLIP RING LA TECNOLOGIA SPIRALE E LA TC MULTISTRATO. www.slidetube.it LA TOMOGRAFIA COMPUTERIZZATA: LA TECNOLOGIA SLIP RING LA TECNOLOGIA SPIRALE E LA TC MULTISTRATO www.slidetube.it INTRODUZIONE Le prestazioni della TC precedentemente illustrate non sono ben rispondenti

Dettagli

FORNITURA DI APPARECCHIATURE DI RADIOLOGIA: CONFIGURAZIONI E CARATTERISTICHE TECNICHE, OPERATIVE E FUNZIONALI MINIME

FORNITURA DI APPARECCHIATURE DI RADIOLOGIA: CONFIGURAZIONI E CARATTERISTICHE TECNICHE, OPERATIVE E FUNZIONALI MINIME ALLEGATO 3 FORNITURA DI APPARECCHIATURE DI RADIOLOGIA: CONFIGURAZIONI E CARATTERISTICHE TECNICHE, OPERATIVE E FUNZIONALI MINIME LOTTO APPARECCHIATURA SPESA COMPLESSIVA IVA ESCLUSA 1 FORNITURA DI N. 1 APPARECCHIATURA

Dettagli

QUESTIONARIO TECNICO DITTA PRODUTTRICE: MODELLO OFFERTO

QUESTIONARIO TECNICO DITTA PRODUTTRICE: MODELLO OFFERTO QUESTIONARIO TECNICO DITTA PRODUTTRICE: MODELLO OFFERTO 1 GANTRY Diametro del tunnel Angoli inclinazione dello stativo (indicare se comandabile dalla consolle principale) Distanza fuoco-rivelatori in mm

Dettagli

N. 1 TC MULTISLICE PER L OSPEDALE SAN CARLO DI VOLTRI CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI DEL SISTEMA

N. 1 TC MULTISLICE PER L OSPEDALE SAN CARLO DI VOLTRI CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI DEL SISTEMA ALLEGATO A) N. 1 TC MULTISLICE PER L OSPEDALE SAN CARLO DI VOLTRI CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI DEL SISTEMA E richiesta un unità tomografica computerizzata multistrato (TC Multislice) con scansione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO TC RACHIDE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO TC RACHIDE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO TC RACHIDE INTRODUZIONE TC La TC è una metodica radiologica che sfruttando la rotazione del tubo radiogeno intorno ad un oggetto fornisce immagini tomografiche pressochè

Dettagli

TOMOGRAFO COMPUTERIZZATO MULTISLICE DI ALTA GAMMA A 64 SLICE

TOMOGRAFO COMPUTERIZZATO MULTISLICE DI ALTA GAMMA A 64 SLICE Allegato H OGGETTO: RISTRUTTURAZIONE DI ALCUNI LOCALI SITI AL PIANO SEMINTERRATO DELL OSPEDALE SAN CAMILLO DE LELLIS DI RIETI PER L ACQUISIZIONE E L INSTALLAZIONE DELLA DIAGNOSTICA TAC A SERVIZIO DEL PRONTO

Dettagli

TAC SPIRALE MULTISTRATO DA ALMENO 32 STRATI COMPLETA DI WORKSTATION DI POST-ELABORAZIONE INDIPENDENTE

TAC SPIRALE MULTISTRATO DA ALMENO 32 STRATI COMPLETA DI WORKSTATION DI POST-ELABORAZIONE INDIPENDENTE TAC SPIRALE MULTISTRATO DA ALMENO 32 STRATI COMPLETA DI WORKSTATION DI POST-ELABORAZIONE INDIPENDENTE CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI MINIME PENA L ESCLUSIONE SARANNO VALUTATI I SEGUENTI REQUISITI

Dettagli

SISTEMA DI MISURAZIONE, SISTEMA DI RICOSTRUZIONE, SISTEMA DI VISUALIZZAZIONE

SISTEMA DI MISURAZIONE, SISTEMA DI RICOSTRUZIONE, SISTEMA DI VISUALIZZAZIONE LA TOMOGRAFIA COMPUTERIZZATA: MODALITA DI FORMAZIONE DELL IMMAGINE SISTEMA DI MISURAZIONE, SISTEMA DI RICOSTRUZIONE, SISTEMA DI VISUALIZZAZIONE SISTEMA DI MISURAZIONE: ACQUISIZIONE DELL IMMAGINE TC Un

Dettagli

Corso di laurea in. Tecniche di radiologia medica per immagine e radioterapia

Corso di laurea in. Tecniche di radiologia medica per immagine e radioterapia Corso di laurea in Tecniche di radiologia medica per immagine e radioterapia 1 Storia La Tomografia Assiale Computerizzata è il primo esempio di tecnica radiologica digitale che converte le informazioni

Dettagli

MRA VERSUS CTA Tecniche a confronto

MRA VERSUS CTA Tecniche a confronto MRA VERSUS CTA Tecniche a confronto Tecniche d esame: Angio-TC Firenze, 5-65 6 Dicembre 2008 CENNI ANATOMICI L'aorta, vaso arterioso principale del corpo umano, origina dal ventricolo sinistro e termina

Dettagli

TOMOGRAFIA COMPUTERIZZATA

TOMOGRAFIA COMPUTERIZZATA TOMOGRAFIA COMPUTERIZZATA Storia Negli anni 30 il radiologo italiano Alessandro Vallebona propose un metodo per rappresentare un solo strato del corpo sulla pellicola radiografica: la stratigrafia. Sfruttando

Dettagli

ALESSANDRO CARRIERO FERRUCCIO BINASCHI ROBERTA AMBROSINI IDELSON-GNOCCHI. S. Ciolfi. A. Cipolla. M. Di Terlizzi. R. Fossaceca. L. Guerra. D.

ALESSANDRO CARRIERO FERRUCCIO BINASCHI ROBERTA AMBROSINI IDELSON-GNOCCHI. S. Ciolfi. A. Cipolla. M. Di Terlizzi. R. Fossaceca. L. Guerra. D. ROBERTA AMBROSINI ALESSANDRO CARRIERO FERRUCCIO BINASCHI DIAGNOSTICA PER IMMAGINI TC MULTIDETETTORE TAVOLE TEORICO-PRATICHE S. Ciolfi A. Cipolla M. Di Terlizzi R. Fossaceca L. Guerra D. Ravallese A. Stecco

Dettagli

Evoluzioni e applicazioni

Evoluzioni e applicazioni Corso di Modelli costitutivi per materiali avanzati aa. 2009/2010 Altomare Cristina Evoluzioni e applicazioni Immagini RX Tomografia Computerizzata Sistema CT Caratteristiche Effetto Volume Parziale Geometrie

Dettagli

Requisiti minimi richiesti:

Requisiti minimi richiesti: AT-01-SR APPARECCHIATURA CARDIO TC MULTISLICE DI ULTIMA GENERAZIONE A ROTAZIONE CONTINUA CON SCANSIONE VOLUMETRICA, DOPPIA ENERGIA E WORKSTATION INDIPENDENTE Le Ditte dovranno proporre apparecchiature

Dettagli

Ai confini dell immaginazione

Ai confini dell immaginazione Ai confini dell immaginazione TSRM : Oscar BRAZZO - Filippo VESSIO USL BA/4 P.O. DI VENERE U.O. RADIOLOGIA Direttore : A.P. Garribba Le apparecchiature TC di ultima generazione con tecnologia multidetettore

Dettagli

ALLEGATO N 1 CARATTERISTICHE TECNICHE LOTTO N 1-

ALLEGATO N 1 CARATTERISTICHE TECNICHE LOTTO N 1- Fornitura e Posa in Opera di N 1 TAC multistrato con indice di acquisizione non inferiore a 16 (sedici) strati simultaneamente. L apparecchiatura in oggetto dovrà essere caratterizzata da prestazioni di

Dettagli

DITTA PRODUTTRICE MODELLO DITTA DISTRIBUTRICE ANNO DI IMMISSIONE SUL MERCATO ULTIMA VERSIONE GENERAZIONE NUMERO DI REPERTORIO CND

DITTA PRODUTTRICE MODELLO DITTA DISTRIBUTRICE ANNO DI IMMISSIONE SUL MERCATO ULTIMA VERSIONE GENERAZIONE NUMERO DI REPERTORIO CND DITTA PRODUTTRICE MODELLO DITTA DISTRIBUTRICE ANNO DI IMMISSIONE SUL MERCATO ULTIMA VERSIONE GENERAZIONE NUMERO DI REPERTORIO CND GANTRY DIAMETRO DEL TUNNEL (cm) INCLINAZIONE MASSIMA DEL GANTRY (IN GRADI

Dettagli

TC del Massiccio Facciale

TC del Massiccio Facciale TC del Massiccio Facciale Anatomicamente, il massiccio facciale è composto da strutture ossee che contengono e circoscrivono cavità aeree che, rivestite da mucose, formano i seni paranasali. Grazie a queste

Dettagli

Università degli Studi di L Aquila Corso di Laurea Triennale in Tecniche di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia

Università degli Studi di L Aquila Corso di Laurea Triennale in Tecniche di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia Università degli Studi di L Aquila Corso di Laurea Triennale in Tecniche di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia Riconoscimento Crediti A.A. 2007-2008 Tesina: Studio delle Rocche Petrose con

Dettagli

Tecniche di Post-processing. Tsrm Dr. Daniele Di Di Feo Dir U.O. Dr C.Fonda A.O.U. Meyer Firenze

Tecniche di Post-processing. Tsrm Dr. Daniele Di Di Feo Dir U.O. Dr C.Fonda A.O.U. Meyer Firenze Tecniche di Post-processing Tsrm Dr. Daniele Di Di Feo Dir U.O. Dr C.Fonda A.O.U. Meyer Firenze introduzioni Gli algoritmi di visualizzazione tridimensionale richiedono l uso di dati di tipo volumetrico,,

Dettagli

DITTA PRODUTTRICE: MODELLO: ANNO DI IMMISSIONE SULL MERCATO DELL'ULTIMA VERSIONE: CODICE DESCRIZIONE UNITA' DI MISURA VALORE

DITTA PRODUTTRICE: MODELLO: ANNO DI IMMISSIONE SULL MERCATO DELL'ULTIMA VERSIONE: CODICE DESCRIZIONE UNITA' DI MISURA VALORE Pag ine 1 1 CARATTERISTICHE DI INSTALLAZIONE Tipo di alimentazione Monofase, trifase Caratristiche di alimentazione elettrica V,A,VA Ponza tipica assorbita in stand-by e in funzionamento Dimensione minima

Dettagli

TECNICHE DI IMAGING:

TECNICHE DI IMAGING: P. Torricelli R. Romagnoli Il percorso diagnostico dell embolia polmonare : TC spirale, RM, Angiopneumografia Cattedra e Servizio di Radiologia 1 Università di Modena e Reggio Emilia La diagnosi clinica

Dettagli

kvp 120-140 120-140 ma 40-45 20-60 collimazione 5mm 1-2,5 mm pitch 1,5-2 1,5-2 da valutare 2 apnee inspiratorie con overlapping

kvp 120-140 120-140 ma 40-45 20-60 collimazione 5mm 1-2,5 mm pitch 1,5-2 1,5-2 da valutare 2 apnee inspiratorie con overlapping PROTOCOLLO RADIOLOGICO Le indagini TC del torace di questo studio saranno effettuate con tecnica spirale low dose, che permette una significativa riduzione della dose somministrata rispetto a quella a

Dettagli

ALLEGATO A SCHEDA TECNICA

ALLEGATO A SCHEDA TECNICA CARATTERISTICHE MINIME (PENA L ESCLUSIONE E LA NON AMMISSIONE ALLA GARA) Destinazione d uso: Impiego di tecnologie radiologiche 3D (TC) per la realizzazione di dispositivi protesici custom made Ubicazione:

Dettagli

Procedura aperta per la fornitura mediante la formula dell acquisto e del noleggio di apparecchiature per tomografia computerizzata TC

Procedura aperta per la fornitura mediante la formula dell acquisto e del noleggio di apparecchiature per tomografia computerizzata TC Procedura aperta per la fornitura mediante la formula dell acquisto e del noleggio di apparecchiature per tomografia computerizzata TC CIG n 019464956E B-CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 OGGETTO ED AMMONTARE

Dettagli

Il TSRM e le nuove frontiere. dell imaging. Caratteristiche specifiche degli. scanners TCMS. La Tecnologia CT: processo logico dell acquisizione

Il TSRM e le nuove frontiere. dell imaging. Caratteristiche specifiche degli. scanners TCMS. La Tecnologia CT: processo logico dell acquisizione Belluno, 9-10 e 16-17 dicembre 2005 La Tecnologia CT: processo logico dell acquisizione Il TSRM e le nuove frontiere dell imaging Emissione Rx Rivelazione Rx attenuati Trasformazione Rx in luce Fascio

Dettagli

AREA ACQUISIZIONE BENI E SERVIZI

AREA ACQUISIZIONE BENI E SERVIZI AZIENDA OSPEDALIERA PUGLIESE - CIACCIO AREA ACQUISIZIONE BENI E SERVIZI Sede legale: Via V. Cortese, 10 88100Catanzaro Via V. Cortese, 25-88100 CATANZARO Tel. 0961.883582 Fax 0961.883505 P.IVA 01991520790

Dettagli

Applicazioni in Italia della realtà Virtuale e della Robotica in Medicina e Chirurgia Applicazioni Diagnostiche della Realtà Virtuale

Applicazioni in Italia della realtà Virtuale e della Robotica in Medicina e Chirurgia Applicazioni Diagnostiche della Realtà Virtuale Department of Diagnostic and Molecular Imaging, Interventional Radiology, Nuclear Medicine and Radiotherapy University "Tor Vergata Rome Italy Applicazioni in Italia della realtà Virtuale e della Robotica

Dettagli

CAPITOLATO SIMULATORE

CAPITOLATO SIMULATORE AZIENDA OSPEDALIERA PUGLIESE - CIACCIO AREA ACQUISIZIONE BENI E SERVIZI Sede legale: Via V. Cortese, 10 88100Catanzaro Via V. Cortese, 25-88100 CATANZARO Tel. 0961.883582 Fax 0961.883505 P.IVA 01991520790

Dettagli

COLONSCOPIA VIRTUALE - stato dell arte - Dr. P. QUADRI Dip. Diagnostica per Immagini Ospedale S.Paolo - SV -

COLONSCOPIA VIRTUALE - stato dell arte - Dr. P. QUADRI Dip. Diagnostica per Immagini Ospedale S.Paolo - SV - COLONSCOPIA VIRTUALE - stato dell arte - Dr. P. QUADRI Dip. Diagnostica per Immagini Ospedale S.Paolo - SV - La TC spirale multistrato consente di ottenere un volume di dati dell intero addome in una unica

Dettagli

L IMMAGINE RADIOLOGICA

L IMMAGINE RADIOLOGICA L IMMAGINE RADIOLOGICA L IMMAGINE RADIOLOGICA - Tecniche e Metodiche in radiodiagnostica. Contrasto naturale e mezzi di contrasto artificiali - La Radiografia - La Fluoroscopia - La Tomografia o Stratigrafia

Dettagli

Il Nodulo Epatico dalla Diagnosi alla Terapia

Il Nodulo Epatico dalla Diagnosi alla Terapia Il Nodulo Epatico dalla Diagnosi alla Terapia Sala Conferenze, Biblioteca "Rosanna Benzi" Genova Voltri 21 Settembre 2013 Responsabili Scientifici Dott. Giulio Antonio CECCHINI Direttore S.C. Diagnostica

Dettagli

uno studio di radiologia odontoiatrica

uno studio di radiologia odontoiatrica IMMAGINI RADIODIAGNOSTICHE EVOLUTE TOMOGRAFIA VOLUMETRICA A FASCIO CONICO PER DARE PIÙ VALORE ALLA VOSTRA PROFESSIONALITÀ PER VIA DIGITALE NEL VOSTRO STUDIO RAYDENTAL MARKETING www.raydental-gruppomedico.it

Dettagli

Strumentazione Biomedica 2. Tomografia computerizzata a raggi X - 2

Strumentazione Biomedica 2. Tomografia computerizzata a raggi X - 2 Strumentazione Biomedica 2 Tomografia computerizzata a raggi X - 2 Le quattro generazioni di tomografi I generazione II generazione III generazione IV generazione Acquisizione continua di dati (ricostruzioni

Dettagli

RayDental CENTRO DI RADIOLOGIA ODONTOIATRICA

RayDental CENTRO DI RADIOLOGIA ODONTOIATRICA RayDental CENTRO DI RADIOLOGIA ODONTOIATRICA IMMAGINI RADIODIAGNOSTICHE EVOLUTE TOMOGRAFIA VOLUMETRICA A FASCIO CONICO PER DARE PIÙ VALORE ALLA VOSTRA PROFESSIONALITÀ PER VIA TELEMATICA NEL VOSTRO STUDIO

Dettagli

uno studio di radiologia odontoiatrica

uno studio di radiologia odontoiatrica www.centromedicotiziano.it 01 uno studio di radiologia odontoiatrica Lo Studio di Radiologia Tiziano, da tempo specializzato in esami polispecialistici, ha ampliato la propria attività nell ambito specifico

Dettagli

L Immagine Digitale e RM

L Immagine Digitale e RM L Immagine Digitale e RM Queste diapositive fanno parte di un corso completo e sono a cura dello staff di rm-online.it E vietata la riproduzione anche parziale Intro Tutto il lavoro effettuato in risonanza

Dettagli

TECNICHE di INDAGINE : TC versus RM

TECNICHE di INDAGINE : TC versus RM AGGIORNAMENTO E CULTURA PROFESSIONALE UPDATING II '09 Cagliari, 1-2-3 ottobre 2009 TECNICHE di INDAGINE : TC versus RM TSRM Oscar BRAZZO AUSL BA P.O. DI VENERE U.O. RADIOLOGIA DIRETTORE : A.P. GARRIBBA

Dettagli

Posizionamento acquisizioni e tecniche di acquisizione

Posizionamento acquisizioni e tecniche di acquisizione Queste diapositive fanno parte di un corso completo e sono a cura dello staff di rm-online.it E vietata la riproduzione anche parziale Posizionamento acquisizioni e tecniche di acquisizione Centratura

Dettagli

SEZIONE RADIODIAGNOSTICA. casa di cura san rossore

SEZIONE RADIODIAGNOSTICA. casa di cura san rossore SEZIONE RADIODIAGNOSTICA casa di cura san rossore casa di cura san rossore apparecchiature: - ECOGRAFIA, ECOCOLORDOPPLER - RISONANZA MAGNETICA NUCLEARE - RISON MAGN ARTICOLARE - TAC MULTISLIDE 64 - DIAGNOSTICA

Dettagli

SEZIONE RADIODIAGNOSTICA. casa di cura san rossore

SEZIONE RADIODIAGNOSTICA. casa di cura san rossore SEZIONE RADIODIAGNOSTICA casa di cura san rossore casa di cura san rossore risonanza magnetica La nuova apparecchiatura consente lo studio delle strutture vascolari e l esecuzione di indagini funzionali

Dettagli

Protocolli di studio in TC spirale multistrato. Vol. 1 Addome

Protocolli di studio in TC spirale multistrato. Vol. 1 Addome Protocolli di studio in TC spirale multistrato Vol. 1 Addome Andrea Laghi Protocolli di studio in TC spirale multistrato Vol. 1 Addome III ANDREA LAGHI Dipartimento di Scienze Radiologiche Sapienza, Università

Dettagli

Fondamenti della Tomosintesi della Mammella:

Fondamenti della Tomosintesi della Mammella: Fondamenti della Tomosintesi della Mammella: Miglioramento delle prestazioni in mammografia Andrew Smith Ph.D. Introduzione La tomosintesi della mammella è una tecnologia di visualizzazione tridimensionale

Dettagli

Dispositivi medici per diagnostica e terapia Dott.ssa Alessandra Bernardini

Dispositivi medici per diagnostica e terapia Dott.ssa Alessandra Bernardini Dispositivi medici per diagnostica e terapia Dott.ssa Alessandra Bernardini 1 Apparecchiature radiologiche medicali In medicina le apparecchiature radiografiche vengono utilizzate per: diagnosi dentale

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome BRAZZO OSCAR Indirizzo 64, via Risorgimento - Adelfia (BA), Italia Telefono 338-3205549 Fax E-mail oscarbrazzo@hotmail.com Nazionalità

Dettagli

Innovazione, in modo accessibile. 9000 3D. Sistema di radiografia extraorale KODAK 9000 3D

Innovazione, in modo accessibile. 9000 3D. Sistema di radiografia extraorale KODAK 9000 3D Innovazione, in modo accessibile. 9000 3D Sistema di radiografia extraorale KODAK 9000 3D Il futuro è arrivato Tecnologia 3D disponibile subito La radiografia dentale si è evoluta; la tecnologia del futuro

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Federico II. C.d.L specialistico in Ingegneria Biomedica

Università degli Studi di Napoli Federico II. C.d.L specialistico in Ingegneria Biomedica Università degli Studi di Napoli Federico II C.d.L specialistico in Ingegneria Biomedica CORSO INTEGRATO DI Biochimica Applicata, Fisiopatologia Diagnostica per Immagini e Radioterapia Anno 2011-2012 C.

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER IL SISTEMA IBRIDO SPECT-TC CIG - 1707605837 Fornitura e relativa impiantistica per n. 1 Gamma Camera doppia testa SPET-TC

CAPITOLATO TECNICO PER IL SISTEMA IBRIDO SPECT-TC CIG - 1707605837 Fornitura e relativa impiantistica per n. 1 Gamma Camera doppia testa SPET-TC CAPITOLATO TECNICO PER IL SISTEMA IBRIDO SPECT-TC CIG - 1707605837 Fornitura e relativa impiantistica per n. 1 Gamma Camera doppia testa SPET-TC Il sistema richiesto dovrà essere costituito da una Gamma

Dettagli

Strumentazione Biomedica 2. Tomografia computerizzata a raggi X - 1

Strumentazione Biomedica 2. Tomografia computerizzata a raggi X - 1 Strumentazione Biomedica 2 Tomografia computerizzata a raggi X - 1 Radiologia convenzionale Radiologia convenzionale Radiografia Convenzionale: Limitazioni La radiografia è una proiezione 2D di una struttura

Dettagli

Un modo completamente nuovo di vedere i vostri pazienti. Sistema di radiografia digitale 3D a fascio conico (Cone Beam) per applicazione dentale

Un modo completamente nuovo di vedere i vostri pazienti. Sistema di radiografia digitale 3D a fascio conico (Cone Beam) per applicazione dentale Un modo completamente nuovo di vedere i vostri pazienti. Sistema di radiografia digitale 3D a fascio conico (Cone Beam) per applicazione dentale Riduzione dei costi e produzione di immagini ad alto contenuto

Dettagli

Introduzione alla Tomografia Assiale Computerizzata (T.A.C.)

Introduzione alla Tomografia Assiale Computerizzata (T.A.C.) Introduzione alla Tomografia Assiale Computerizzata (T.A.C.) di Ilaria Cacciotti, Federica Caselli, Santina Iudicello Lavoro coordinato dal prof. Gaspare Galati nell ambito dell insegnamento Rappresentazione

Dettagli

La TC. e il mezzo di. contrasto

La TC. e il mezzo di. contrasto Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10 La TC e il mezzo di contrasto INFORMATIVA PER PAZIENTI IS PV AL6-0 03/10/2011 INDICE Che cosa è la TAC o meglio la TC? 4 Tutti possono essere

Dettagli

Le tecnologie: schede tecniche

Le tecnologie: schede tecniche Le tecnologie: schede tecniche Il nuovo reparto di Radioterapia del Polo Oncologico Businco e Microcitemico di Cagliari si configura come un sistema altamente integrato per l implementazione di tecniche

Dettagli

RADIOLOGIA TRADIZIONALE E TAC. Scoperta dei Raggi X

RADIOLOGIA TRADIZIONALE E TAC. Scoperta dei Raggi X Associazione Culturale Micene 1 Congresso Nazionale Evoluzione della Scienza e della Tecnica RADIOLOGIA TRADIZIONALE E TAC Dipartimento di Scienze Cliniche e Bioimmagini Sezione di Scienze Radiologiche

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO Dottorato di Ricerca in Fisiopatologia e Diagnostica per Immagini in ambito Cardiovascolare, Renale e dello Sport (XXII ciclo) SSD MED-09/MED-36 Angiografia Coronarica

Dettagli

CORSO di LAUREA per TECNICI SANITARI di RADIOLOGIA MEDICA

CORSO di LAUREA per TECNICI SANITARI di RADIOLOGIA MEDICA CORSO di LAUREA per TECNICI SANITARI di RADIOLOGIA MEDICA TECNICA DI RADIOLOGIA SCHELETRICA CRANIO COLONNA VERTEBRALE SCHELETRO TORACICO ARTO SUPERIORE BACINO ARTO INFERIORE Il cammino nel tempo dei raggi

Dettagli

Giuseppe Scielzo Filippo Grillo Ruggieri Mario Ciocca Rolando Milani. Radiazioni: recenti aspetti di diagnostica, terapia e riduzione delle dosi

Giuseppe Scielzo Filippo Grillo Ruggieri Mario Ciocca Rolando Milani. Radiazioni: recenti aspetti di diagnostica, terapia e riduzione delle dosi Giuseppe Scielzo Filippo Grillo Ruggieri Mario Ciocca Rolando Milani Radiazioni: recenti aspetti di diagnostica, terapia e riduzione delle dosi Capitolo 1 Radiologia Introduzione La radiologia in tutti

Dettagli

EMODINAMICA DEL FLUSSO EMATICO

EMODINAMICA DEL FLUSSO EMATICO EMODINAMICA DEL FLUSSO EMATICO FLUSSO LAMINARE SI OSSERVA PER VELOCITA DI FLUSSO CONTENUTE E COSTANTI. LE MOLECOLE DEL FLUIDO TENDONO A DISPORSI IN LAMELLE DI SCORRIMENTO CONCENTRICHE, IL CUI MOTO RISULTA

Dettagli

Dr. med. dent. Viktoria Kalla, Dr. med. dent. Robert Kalla

Dr. med. dent. Viktoria Kalla, Dr. med. dent. Robert Kalla CS 9000 3D Vantaggi e benefici della radiologia 3D per i clinici e per i pazienti nella diagnosi, pianificazione e trattamento: Dr. med. dent. Viktoria Kalla, Dr. med. dent. Robert Kalla Introduzione:

Dettagli

DIAGNOSTICA PER IMMAGINI

DIAGNOSTICA PER IMMAGINI APPROPIATEZZA DIAGNOSTICO-TERAPEUTICA IN ONCOLOGIA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI Alessandro Del Maschio Dipartimento di Radiologia Università Vita-Salute IRCCS San Raffaele Milano 1. NEOPLASIE POLMONARI Prof.

Dettagli

L ANGIOGRAFIA DIGITALIZZATA NELLA DIAGNOSTICA DELLA PATOLOGIA VASCOLARE PERIFERICA: TSA, aorta addominale, arterie renali, asse iliaco, arti inferiori

L ANGIOGRAFIA DIGITALIZZATA NELLA DIAGNOSTICA DELLA PATOLOGIA VASCOLARE PERIFERICA: TSA, aorta addominale, arterie renali, asse iliaco, arti inferiori L ANGIOGRAFIA DIGITALIZZATA NELLA DIAGNOSTICA DELLA PATOLOGIA VASCOLARE PERIFERICA: TSA, aorta addominale, arterie renali, asse iliaco, arti inferiori iori Dott.ssa Carla Auguadro Corso di Introduzione

Dettagli

Città di Alessandria Policlinico di Monza Policlinic o di MonzaIstituto ad Alta Specializzazione

Città di Alessandria Policlinico di Monza Policlinic o di MonzaIstituto ad Alta Specializzazione Città di Alessandria Città di Alessandria Policlinico di Monza Policlinic o di MonzaIstituto ad Alta Specializzazione Direttore Sanitario: Dott. Clemente Ponzetti DIAGNOSTICA PER IMMAGINI...a volte la

Dettagli

Kodak 9500. Sistema Cone Beam 3D. 3D a grande campo visivo perfezionato e ridefinito

Kodak 9500. Sistema Cone Beam 3D. 3D a grande campo visivo perfezionato e ridefinito Kodak 9500 Sistema Cone Beam 3D 3D a grande campo visivo perfezionato e ridefinito 3D a grande campo visivo perfezionato e ridefinito Ora l imaging tridimensionale è lo standard diagnostico per tutte le

Dettagli

SISTEMA DIAGNOSTICO GAMMA CAMERA 1

SISTEMA DIAGNOSTICO GAMMA CAMERA 1 ALLEGATO A Azienda USL n. 8 Cagliari SISTEMA DIAGNOSTICO GAMMA CAMERA 1 Descrizione della fornitura ed esigenze cliniche: 1 Apparecchiature da fornire ed esigenze cliniche: 1 Esigenze cliniche 1 Caratteristiche

Dettagli

Spostando e sommando le proiezioni acquisite, la visualizzazione 3D aumenta la visibilità degli oggetti offuscando gli oggetti dalle altre altezze

Spostando e sommando le proiezioni acquisite, la visualizzazione 3D aumenta la visibilità degli oggetti offuscando gli oggetti dalle altre altezze Il tumore del seno è il più frequente nel sesso femminile: ogni anno in Italia vengono diagnosticati 37.000 nuovi casi, 152 ogni 100.000 donne, circa 1 donna su 10. E il tumore più frequente e rappresenta

Dettagli

Tomografia Assiale Computerizzata

Tomografia Assiale Computerizzata ISTITUTO DI RADIOLOGIA UNIVERSITA DI UDINE Prof. Massimo Bazzocchi Tomografia Assiale Computerizzata Principi Seconda parte R. Girometti Anno accademico 2010/11 Huang Dee Nai-Chang (2600 a.c.) Principi

Dettagli

Radiologia digitale. Sicuramente la diagnosi ottimale!

Radiologia digitale. Sicuramente la diagnosi ottimale! Radiologia digitale. Sicuramente la diagnosi ottimale! Finalmente tutti i presupposti per una diagnosi senza incertezze! La diagnosi è chiara! L utilizzo di sistemi radiologici digitali impiegando il software

Dettagli

TOMOGRAFIA COMPUTERIZZATA CONE BEAM. STUDIO DENTISTICO Dott. Pasquale Venuti Dott. Ernani Venuti Dott. Augusto Venuti

TOMOGRAFIA COMPUTERIZZATA CONE BEAM. STUDIO DENTISTICO Dott. Pasquale Venuti Dott. Ernani Venuti Dott. Augusto Venuti TOMOGRAFIA COMPUTERIZZATA CONE BEAM STUDIO DENTISTICO Dott. Pasquale Venuti Dott. Ernani Venuti Dott. Augusto Venuti Gentile collega, il nostro studio dentistico è da quasi 40 anni impegnato nella prevenzione

Dettagli

Diagnostica per immagini

Diagnostica per immagini Diagnostica per immagini Risonanza magnetica TAC Radiografia Mammografia O.P.T. Ecografia Visite specialistiche Prove sotto sforzo Holter cardiaco e pressorio Un contesto che vuole offrire serenità e comprensione

Dettagli

Scopo della lezione è illustrare il significato, i problemi e l utilità di questa nuova metodica, evoluzione della TC dinamica

Scopo della lezione è illustrare il significato, i problemi e l utilità di questa nuova metodica, evoluzione della TC dinamica Studio TC della perfusione tissutale Carlo Biagini Radiologo Centro Oncologico Fiorentino Scopo della lezione è illustrare il significato, i problemi e l utilità di questa nuova metodica, evoluzione della

Dettagli

suite suite Piattaforma di Gestione della Diagnostica per Immagini

suite suite Piattaforma di Gestione della Diagnostica per Immagini suite 3D 2D 4D suite Piattaforma di Gestione della Diagnostica per Immagini suite Piattaforma di Gestione della Diagnostica per Immagini Piattaforma integrata basata su tecnologia web, ideata per ottimizzare

Dettagli

Una rivoluzione nella diagnosi e nel trattamento del cancro: la PET

Una rivoluzione nella diagnosi e nel trattamento del cancro: la PET Una rivoluzione nella diagnosi e nel trattamento del cancro: la PET Introdotta circa tre decadi fa da Phelps e Hoffman la Tomografia ad Emissione di Positroni (PET) solo recentemente è divenuta lo strumento

Dettagli

Corso di Laurea in Tecniche di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia TRMIR

Corso di Laurea in Tecniche di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia TRMIR Corso di Laurea in Tecniche di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia TRMIR Prof. Paolo Randaccio Dott.ssa Antonella Fais Dott. Giovanni Angelo Porcu Corso di Laurea in Tecniche di Radiologia Medica,

Dettagli

ISTITUTO DI RADIOLOGIA DIAGNOSTICA E INTERVENTISTICA DELL UNIVERSITA DI TORINO

ISTITUTO DI RADIOLOGIA DIAGNOSTICA E INTERVENTISTICA DELL UNIVERSITA DI TORINO ISTITUTO DI RADIOLOGIA DIAGNOSTICA E INTERVENTISTICA DELL UNIVERSITA DI TORINO Città della Salute e della Scienza A.S.O: SAN GIOVANNI BATTISTA - SEDE MOLINETTE DIRETTORE: PROF. GIOVANNI GANDINI Nuove applicazioni

Dettagli

protocolli di iniezione indicazioni e controindicazioni

protocolli di iniezione indicazioni e controindicazioni protocolli di iniezione indicazioni e controindicazioni S.C. Diagnostica per Immagini - Direttore Dott. G. Ferretti Presidio Sanitario Ospedale Cottolengo - Torino 3 dicembre 2015 CTSRMGnemmiMaria Grazia

Dettagli

OTORADIOLOGIA. Tecnica ed Anatomia TC

OTORADIOLOGIA. Tecnica ed Anatomia TC OTORADIOLOGIA Tecnica ed Anatomia TC Tecnica TC orecchio La necessità di elevata risoluzione spaziale per lo studio delle piccole strutture anatomiche L elevato contrasto intrinseco delle diverse componenti

Dettagli

FESR Fondo Europeo di Sviluppo Regionale ALLEGATO 1

FESR Fondo Europeo di Sviluppo Regionale ALLEGATO 1 ALLEGATO 1 Caratteristiche sistema TC per simulazione virtuale con accessori Il Tomografo assiale computerizzato multislices a rotazione continua ed acquisizione spirale predisposto per Simulazione Virtuale

Dettagli

Si effettuano esami in regime di ricovero, ambulatoriale, o in libera professione.

Si effettuano esami in regime di ricovero, ambulatoriale, o in libera professione. Si effettuano esami in regime di ricovero, ambulatoriale, o in libera professione. - ECOGRAFIA: le indagini si riferiscono ai seguenti distretti: - Addome superiore ed inferiore - Anse intestinali - Endo-anale

Dettagli

LA TAC MULTIDETETTORE NELLA

LA TAC MULTIDETETTORE NELLA NEUROIMAGING: TECNICHE E PROTOCOLLI D INDAGINE LA TAC MULTIDETETTORE NELLA DIAGNOSI DI ISCHEMIA CEREBRALE TSRM Oscar BRAZZO AUSL BA/4 - P.O. Di Venere U.O. di Radiologia Direttore : D.ssa A. P. Garribba

Dettagli

Tecniche di modellazione e di editing. Neuroimaging: Tecniche e protocolli d indagine Angio - TC multislice: POLIGONO DI WILLIS E VASI EPIAORTICI

Tecniche di modellazione e di editing. Neuroimaging: Tecniche e protocolli d indagine Angio - TC multislice: POLIGONO DI WILLIS E VASI EPIAORTICI Tecniche di modellazione e di editing Neuroimaging: Tecniche e protocolli d indagine Angio - TC multislice: POLIGONO DI WILLIS E VASI EPIAORTICI TSRM Oscar BRAZZO Filippo VESSIO AUSL BA/4 P.O. DI VENERE

Dettagli

Teleradiologia: la larga banda nei servizi di rete per la telemedicina

Teleradiologia: la larga banda nei servizi di rete per la telemedicina Teleradiologia: la larga banda nei servizi di rete per la telemedicina Mario Magliulo - Marco Salvatore IBB - Consiglio Nazionale delle Ricerche Università degli Studi di Napoli Federico II Mario Magliulo

Dettagli

INDAGINE SUI CONSUMI ENERGETICI DELLE GRANDI APPARECCHIATURE OSPEDALIERE

INDAGINE SUI CONSUMI ENERGETICI DELLE GRANDI APPARECCHIATURE OSPEDALIERE INDAGINE SUI CONSUMI ENERGETICI DELLE GRANDI APPARECCHIATURE OSPEDALIERE CONVEGNO NAZIONALE Maria Margherita Obertino Università del Piemonte Orientale 1 Obiettivi dello studio Analizzare il consumo energetico

Dettagli

TC A BASSA DOSE: RIDUZIONE DEL RISCHIO BIOLOGICO A PARITÀ DI ACCURATEZZA DIAGNOSTICA. Collana tecniche

TC A BASSA DOSE: RIDUZIONE DEL RISCHIO BIOLOGICO A PARITÀ DI ACCURATEZZA DIAGNOSTICA. Collana tecniche TC A BASSA DOSE: RIDUZIONE DEL RISCHIO BIOLOGICO A PARITÀ DI ACCURATEZZA DIAGNOSTICA. Collana tecniche DALLA SCOPERTA DEI RAGGI X ALLA TC La paternità dei raggi X è attribuita a Wilhelm Conrad Röntgen

Dettagli

Software. La soluzione definiva per la diagnosi, il piano di trattamento e la presentazione del caso in ortodonzia

Software. La soluzione definiva per la diagnosi, il piano di trattamento e la presentazione del caso in ortodonzia Software La soluzione definiva per la diagnosi, il piano di trattamento e la presentazione del caso in ortodonzia Software di cefalometria pratico, semplice e intuitivo L ortodonzia occupa un posto predominante

Dettagli

AREA SANITA E SOCIALE

AREA SANITA E SOCIALE giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 1114 del 01 luglio 2014 pag. 1/5 AREA SANITA E SOCIALE Sezione Attuazione Programmazione Sanitaria Erogatori privati accreditati esclusivamente ambulatoriali:

Dettagli

Dipartimento Unico Area Diagnostica ASL AL SOC Radiologia Istruzioni Organizzazione del Servizio

Dipartimento Unico Area Diagnostica ASL AL SOC Radiologia Istruzioni Organizzazione del Servizio Pagina 1 di 8 Contenuti: 1. Titolo pag.2 2. Modifiche pag.2 3. Ambito di applicazione pag.2 4. Descrizione delle attività pag.2 4.1. Settori di specialità pag.2 4.2. Organigramma pag.4 4.3. Organizzazione

Dettagli

Flat Panel CT in applicazioni radioterapiche Aspetti fisici

Flat Panel CT in applicazioni radioterapiche Aspetti fisici Flat Panel CT in applicazioni radioterapiche Aspetti fisici Stefania Maggi SOD Fisica Sanitaria AOU Ospedali Riuniti Ancona s.maggi@ospedaliriuniti.marche.it Digital Flat Panel Detector asi-csi X-ray Tube

Dettagli

L ECCELLENZA NEI CONTROLLI NON DISTRUTTIVI

L ECCELLENZA NEI CONTROLLI NON DISTRUTTIVI L ECCELLENZA NEI CONTROLLI NON DISTRUTTIVI TOMOGRAFIA INDUSTRIALE M. Reggiani - M. Moscatti TEC Eurolab Srl - Campogalliano (MO) Nel 1979 l'ingegnere inglese Godfrey Hounsfield e il fisico sudafricano

Dettagli

CARDIOPATIA ISCHEMICA ACUTA La coronaro-angio-tc

CARDIOPATIA ISCHEMICA ACUTA La coronaro-angio-tc CARDIOPATIA ISCHEMICA ACUTA La coronaro-angio-tc PATRIZIA NOUSSAN Servizio di Cardiologia e UTIC GIACOMO PAOLO VAUDANO Servizio di Neuroradiologia-Radiologia d Urgenza OSP. SAN GIOVANNI BOSCO ASL TORINO

Dettagli

Work-up diagnostico delle linfoadenopatie e delle splenomegalie: focus sulle procedure d imaging

Work-up diagnostico delle linfoadenopatie e delle splenomegalie: focus sulle procedure d imaging Work-up diagnostico delle linfoadenopatie e delle splenomegalie: focus sulle procedure d imaging Il punto di vista dell ematologo Dr Marco Picardi Area Funzionale di Ematologia AOU-Federico II Napoli Direttore

Dettagli

N.B.: il Servizio potrà essere incrementato o ridotto su richiesta dell AOPC, in funzione delle necessità assistenziali e del budget assegnato.

N.B.: il Servizio potrà essere incrementato o ridotto su richiesta dell AOPC, in funzione delle necessità assistenziali e del budget assegnato. 1 Procedura aperta per noleggio con la fornitura di prestazioni accessorie di una unità diagnostica PET/TC mobile presso l Azienda Ospedaliera Pugliese-De Lellis/Ciaccio -Catanzaro. CAPITOLATO TECNICO

Dettagli

Introduzione. ecografico viene considerato elettivo solo per lo studio del cuore, per il quale è oramai considerato il gold

Introduzione. ecografico viene considerato elettivo solo per lo studio del cuore, per il quale è oramai considerato il gold Il Torace Standard Introduzione Il torace contiene i polmoni e le vie aeree caudali. Quindi, aria che fornisce un elevato contrasto sia con i tessuti molli sia con quelli duri di questo distretto anatomico.

Dettagli

Linea Dentale. Sistema Dentale Panoramico e 3D CBCT. radiology ahead

Linea Dentale. Sistema Dentale Panoramico e 3D CBCT. radiology ahead Linea Dentale Sistema Dentale Panoramico e 3D CBCT radiology ahead l innovazione nell imaging dentale Un sistema 3-in-1, dotato della tecnologia Cone Beam Sistema aggiornabile con braccio cefalometrico

Dettagli

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Gli esami radiologici consentono ai medici di effettuare la diagnosi e decidere il corretto iter terapeutico dei loro pazienti.

Dettagli

Comprende le indagini sull apparato digerente che prevedono particolari preparazioni e utilizzo di sostanze radioopache:

Comprende le indagini sull apparato digerente che prevedono particolari preparazioni e utilizzo di sostanze radioopache: LA NOSTRA ATTIVITÀ L unità operativa di Radiologia esegue attività di diagnostica per immagini : Rx Convenzionale, Rx con mezzi di contrasto, Ecografia, Mammografia, Tac e Risonanza Magnetica, per la diagnosi

Dettagli

LA RISONANZA MAGNETICA

LA RISONANZA MAGNETICA LA RISONANZA MAGNETICA La Risonanza Magnetica è la tecnica che consente di analizzare il corpo umano basandosi sull'esame degli effetti di un campo magnetico stabile, perturbato da impulsi di radiofrequenza.

Dettagli