PRGEvo - manuale utente Insiel S.p.A.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PRGEvo - manuale utente. 2014 - Insiel S.p.A."

Transcript

1 PRGEvo - manuale utente

2

3 Sommario 3 Sommario Benvenuti in PRGEvo 1 Requisiti... di sistema 2 Generalità... sull'interfaccia grafica Convenzioni sul... cursore Modalità di inserim... ento dei dati 5 Messaggistica I dati... 6 Cartografie esterne... 7 Dati dell'ente... 8 Le funzioni... di navigazione della mappa 9 Zoom... 9 Pan Inquadram ento Coordinate geografiche... del cursore 11 Livello di tile corrente Scala corrente Le funzioni Scheda Misura Localizza Posiziona Stam pa Info Approfondimenti... 19

4 1 PRGEvo - manuale utente Benvenuti in PRGEvo PRG Evo è frutto dell aggiornamento tecnologico effettuato affinché i Piani Regolatori Comunali attualmente consultabili su Internet fossero trasferiti in un nuovo e più moderno ambiente, che sfruttando anche tecnologie open source, consentisse un approccio dinamico e in continuo ai diversi livelli cartografici, che vanno da quelli propriamente riferiti alla pianificazione urbanistica fino a quelli delle mappe in rete Bing e Open Street Map, passando per la carta tecnica regionale, le mappe catastali, la numerazione civica georiferita, l ortofocarta di sfondo, 1.1 Requisiti di sistema Le postazioni di lavoro richiedono il collegamento funzionante alla rete Internet e devono essere dotate di: Browser: Microsoft Internet Explorer, Mozilla Firefox, Opera, Safari, Google Chrome Risoluzione dello schermo: 102 X 768 (minima consigliata) Plug-In: Microsoft SilverLight 1.2 Generalità sull'interfaccia grafica Convenzioni sul cursore Le forme che il cursore assume dipendono sia dal browser in dotazione sia dal tipo di elemento su cui viene posizionato. Selezione o attivazione Tipicamente, in caso di SELEZIONE di un dato o di ATTIVAZIONE di un comando, il cursore assume una delle due forme: o. Per dar seguito all operazione desiderata, nel momento in cui il mouse assume la forma di selezione o attivazione, cliccare con il tasto sinistro. Attenzione: in caso di ATTIVAZIONE di un comando, esso appare evidenziato in colore verde, e rimane attivo ed evidenziato fino a che non viene scelto un nuovo comando. Tooltip Se il cursore viene posizionato su una funzione, un breve testo di aiuto appare per risolvere eventuali ambiguità sulla funzione attivata.

5 Benvenuti in PRGEvo 5 Inserimento libero Se posizionato su testi o su campi preposti all inserimento libero di stringhe, il cursore diventa Modalità di inserimento dei dati Nel sistema sono attive differenti modalità per l inserimento dei dati: Inserimento libero L inserimento libero implica la digitazione completa del dato all interno del campo predisposto per l immissione. Osservazione: Si evidenzia che l inserimento di stringhe alfanumeriche non è Case Sensitive, ossia che il sistema non distingue tra il maiuscolo e minuscolo. Inserimento con menù a tendina L inserimento mediante menù a tendina implica la selezione di un elemento da una lista valori. Cliccando con il tasto sinistro del mouse sulla freccetta posta all estremità destra del campo viene visualizzato l elenco dei possibili valori e cliccando con il mouse su quello prescelto, esso viene riportato automaticamente nel campo da valorizzare. Check box L inserimento mediante check box implica la scelta di uno o più valori espressamente visualizzati, che si effettua apponendo un check sul quadratino posto accanto ai valori prescelti, mediante il click sinistro del mouse.

6 6 PRGEvo - manuale utente Radio button L inserimento mediante radio button implica la scelta esclusiva tra i due o più valori espressamente visualizzati, che si effettua annerendo il selettore accanto al valore prescelto, mediante il click sinistro del mouse Messaggistica Il sistema interagisce con l utente tramite un apposta casella di messaggi posta all interno della barra di stato in prossimità del bordo inferiore della finestra. Solitamente vengono visualizzate informazioni sull esito della singola operazione effettuata dall utente oppure suggerimenti operativi sulla funzione attivata. I messaggi di errore vengono visualizzati in rosso, le informazioni in bianco, i warning in giallo. 1.3 I dati PRGEvo si basa su una tecnologia la cui caratteristica peculiare è la facilità di accesso ai dati GIS ovunque essi risiedano. Perciò, pur essendo un servizio mirato alla pubblicazione dei dati dei PRG comunali, è possibile visualizzare altri tipi di dati disponibili in rete. Di conseguenza, il pannello preposto alla selezione dei dati da visualizzare, posizionato nella parte destra della finestra di PRGEvo, è suddiviso in due sezioni principali: Cartografie esterne e Dati dell ente.

7 Benvenuti in PRGEvo Cartografie esterne La sezione Cartografie esterne contiene i dati provenienti da Microsoft Bing Maps e i dati provenienti da OpenStreetMap. Dati di Microsoft Bing Maps I dati di Bing Maps sono dati proprietari, accessibili in base al fatto che è stato sottoscritto un contratto con Microsoft per la loro visualizzazione. I dati selezionabili sono: la cartografia stradale (Road) le foto da satellite (Aerial) le foto da satellite con le etichette stradali (Aerial with Labels) le foto oblique (BirdEye) ove disponibili Nota: Le foto da satellite hanno precisione diversa a seconda del territorio interessato: maggiore nelle città rispetto alle zone rurali. Dati di OpenStreetMap I dati OpenStreetMap sono accessibili senza la necessità di alcuna licenza e disponibili via PRGEvo in due diverse versioni: OpenStreetMap (Mapnik ) OpenStreetMap (Osmarend)

8 8 PRGEvo - manuale utente Per la visualizzazione delle Cartografie esterne può venire selezionato un solo tipo di dato per volta; inoltre, il dato viene visualizzato sempre ad una priorità più bassa rispetto ad eventuali Dati dell ente presenti sulla mappa. Ad esempio se sulla mappa è visualizzata l ortofocarta regionale, quest ultima coprirà sempre la cartografia esterna selezionata. PRGEvo è configurato in modo tale da non visualizzare aperta questa sezione all'avvio. Inoltre, viene automaticamente impostata l opzione Nessuna cartografia. Queste impostazioni privilegiano la visualizzazione dei dati presenti nella sezione Dati dell ente Dati dell'ente La sezione Dati dell ente contiene i dati di proprietà dell ente, nello specifico i dati del PRGC ed i civici georiferiti (se disponibili), le varie cartografie regionali ed i dati catastali. Configurazione iniziale PRGEvo è configurato in modo tale da visualizzare aperta questa sezione in avvio. Inoltre, vengono automaticamente impostati per essere visualizzati all avvio: l ortofotocarta i confini comunali i tematismi principali del PRGC, solitamente le zone omogenee. L utente può verificare l impostazione dalla presenza del segno di spunta nella casellina accanto a ciascuna voce dell elenco. Si noti che: L'ultima voce selezionata ha priorità massima di visualizzazione, cioè appare sopra agli altri dati scelti. Per modificare le priorità di visualizzazione: deselezionare tutti i dati e poi riselezionarli in ordine crescente di priorità. Il PRGC I dati del PRGC, data la loro complessità, vengono presentati mediante un elenco ad albero che può espandersi in vari livelli. Per espandere una singola voce si seleziona il simbolo a forma di freccia che compare a sinistra della casella di selezione della voce stessa. Se il simbolo non compare, la voce non può essere ulteriormente espansa.

9 Benvenuti in PRGEvo 9 Riselezionando il simbolo a forma di freccia si comprime un elenco espanso. Mettere la spunta ad una voce che contiene a sua volta un elenco di dati significa selezionare automaticamente tutti i dati dell elenco stesso. Non è consentita la selezione di voci singole all'interno di un gruppo. 1. Le funzioni di navigazione della mappa 1..1 Zoom Per tutte le modalità di zoom previste, PRGEvo utilizza la tecnologia Deep Zoom che garantisce la massima fluidità di navigazione sulla mappa sfruttando meccanismi di dissolvenza nel passaggio tra un livello di tile ed il successivo o precedente (vedi Approfondimenti). Il Deep Zoom è attivabile in modo immediato utilizzando la rotellina del mouse: posizionare il mouse nell'area di mappa e ruotare la rotellina. Un piccolo movimento permette di effettuare molto velocemente ingrandimenti in avanti ed all indietro senza inutili tempi di attesa, offrendo un flusso continuo di dati. Zoom avanti Selezionare l'icona per simulare l avvicinamento al territorio visualizzato. Il punto di vista dell avvicinamento è il punto centrale della mappa. Il fattore di scala, preimpostato e non

10 10 PRGEvo - manuale utente modificabile, è 2. Zoom indietro Selezionare l'icona per simulare l allontanamento dal territorio visualizzato. Il punto di vista dell allontanamento è il punto centrale della mappa. Il fattore di scala, preimpostato e non modificabile, è 1/2. Zoom libero Selezionare l'icona sulla scala graduata e spostarla mantenendo premuto il tasto sinistro del mouse per simulare l'allontanamento o l'avvicinamento al territorio. Il fattore di scala è variable. Zoom area di ingombro Riporta la mappa all'estensione del Comune di cui si sta visualizzando il PRGC Pan Una traslazione della mappa può essere ottenuta in due modi: traslazione libera traslazione sui punti cardinali Traslazione libera Selezionare un punto nella mappa e, mantenendo premuto il tasto sinistro del mouse, spostare il mouse nella direzione voluta. Traslazione sui punti cardinali Selezionare una freccia per traslare la mappa in una delle direzioni Inquadramento PRGEvo mette a disposizione una finestra,che serve per l'inquadrare l area di territorio rappresentata nella mappa principale. L utente non può interagire direttamente con la finestra di inquadramento, ma indirettamente tramite la finestra principale. La finestra di inquadramento è infatti sincronizzata con la finestra principale un operazione di pan e/o di zoom su quest ultima alterano i contenuti della prima. Il livello di tile della finestra di inquadramento cambia al variare del livello di tile della finestra principale, mantenendosi sempre inferiore di 2 o 3 unità. La finestra di inquadramento non viene automaticamente visualizzata, ma deve essere esplicitamente attivata tramite l apposito comando disponibile sotto la barra degli zoom di PRGEvo

11 Benvenuti in PRGEvo 11. Lo stesso comando viene utilizzato per nascondere la finestra, quando visualizzata. 1.. Coordinate geografiche del cursore PRGEvo mostra sempre in primo piano le coordinate geografiche relative alla posizione del cursore all interno della mappa, aggiornate ad ogni movimento del cursore stesso. Le coordinate sono espresse in gradi sessadecimali e sono evidenziate all interno della barra di stato di PRGEvo in prossimità del bordo inferiore della finestra. Unità di misura delle coordinate Azionando l'icona possibilità sono: si può cambiare la modalità di espressione delle coordinate geografiche. Le decimale gradi, minuti, secondi UTM Localizzazione per coordinata Nei campi di input Lat e Long digitare le nuove coordinate. Le coordinate vanno espresse in notazione decimale. Per avviare la localizzazione selezionare il pulsante verde-grigio a destra. Attenzione: prima di effettuare questa operazione è consigliabile visualizzare la finestra d'inquadramento e verificare di avere attivato una cartografia esterna Livello di tile corrente PRGEvo mostra sempre in primo piano il valore tra 1 e 21 corrispondente al livello di tile corrente (vedi Approfondimenti), aggiornato dopo ogni operazione di zoom o di localizzazione. L informazione è evidenziata all interno della barra di stato di PRGEvo in prossimità del bordo inferiore della finestra. Solitamente, il livello di tile della mappa iniziale che contiene l intero territorio comunale è 12 o 13.

12 PRGEvo - manuale utente Scala corrente PRGEvo mostra sempre in primo piano il valore della scala corrente di rappresentazione dei dati sulla mappa, aggiornato dopo ogni operazione di zoom o di localizzazione. L informazione viene mantenuta per compatibilità con i sistemi GIS delle generazioni precedenti. L informazione è evidenziata all interno della barra di stato di PRGEvo in prossimità del bordo inferiore della finestra. 1.5 Le funzioni Selezionando la voce di menu Funzioni, posizionata nella parte in alto a sinistra della finestra di PRGEvo, viene visualizzata la barra delle funzioni che PRGEvo mette a disposizione Scheda Il comando viene attivato (e disattivato) selezionando il tasto Scheda nella sezione Dati della barra delle funzioni. Quando la Scheda è attiva, ogni click del cursore sulla mappa viene interpretato da PRGEvo come una richiesta di interrogazione degli elementi della mappa stessa che sono in prossimità (*) del punto individuato dal click. PRGEvo recupera tutti i dati visualizzati sulla mappa che insistono nell area, indipendentemente dal fatto che siano visualizzati sopra o sotto altri dati, purché siano dati interrogabili.

13 Benvenuti in PRGEvo 13 Poiché il numero di informazioni recuperate può essere considerevole, la scheda è strutturata secondo una logica di tipo master/detail: viene mostrato l elenco degli elementi trovati con le sole informazioni utili a discriminare gli elementi stessi (attributi chiave, ). L utente può selezionare una singola voce dall elenco ed ottenere tutte le informazioni di dettaglio del corrispondente elemento. PRGEvo v. 1.0 supporta anche eventuali link multimediali presenti come valori degli attributi degli elementi interrogati o costruiti a partire da informazioni presenti negli attributi stessi: è il caso delle normative del PRGC, che, se disponibili, vengono visualizzate nella parte inferiore della scheda stessa, oppure su una finestra separata (il comportamento dipende dal tipo di browser utilizzato). (*) Il concetto di prossimità rispetto al punto selezionato si basa sui pixel del video. E chiaro, quindi, che ad un livello di tile basso la precisione è minore e, di conseguenza, il numero di elementi recuperati è superiore a quello a che si avrebbe ad un livello di tile più alto. E' buona norma effettuare la selezione ad un livello di tile adeguato all'estensione degli elementi da interrogare Misura Una funzione di misura poligonale e una funzione di misura area vengono rese disponibili mediante il comando Misura della barra Funzioni di PRGEvo. Sono entrambe funzioni che operano su geometrie inserite dall utente in modo temporaneo all interno della mappa e non su elementi esistenti. Utilizzando il comando Chiudi si completa l operazione di misura. Il valore della misura è effettivamente quello evidenziato dopo l esecuzione del comando Chiudi, tenendo conto comunque che il valore viene modificato in modo interattivo al movimento del cursore durante l operazione. Misura poligonale selezionare il primo punto sulla mappa selezionare i punti successivi selezionare "Chiudi" esaminare il valore

14 1 PRGEvo - manuale utente Misura area 1. selezionare il primo punto sulla mappa 2. selezionare i punti successivi 3. riselezionare il primo punto per chiudere il poligono oppure selezionare "Chiudi". esaminare il valore Nota: riselezionando un "punto giallo" già inserito lo si annulla. Selezionando un "punto blu" e trascinandolo sulla mappa si può modificare il segmento che lo contiene Localizza Il comando Localizza permette di attivare la funzione di geolocalizzazione propria di PRGEvo e basata sui numeri civici georiferiti oppure particelle catastali del Comune interessato. La versione 1.0 di PRGEvo mette a disposizione due distinte geolocalizzazioni: per indirizzo catastale Geolocalizzazione per indirizzo 1. indicare l'indirizzo specificando: c omune, via e numero civico (vedi sintassi) 2. selezionare il tasto di avvio

15 Benvenuti in PRGEvo 15 Geolocalizzazione catastale 1. indicare i riferimenti catastali specificando: comune, sezione o comune censuario, foglio e particella (vedi sintassi) 2. selezionare il tasto di avvio Sintassi Le modalità con le quali l utente specifica la richiesta di localizzazione sono state omogeneizzate e si basano sul paradigma del motore di ricerca: all interno di un singolo campo di testo vengono specificate tutte le informazioni necessarie utilizzando una sintassi che PRGEvo è in grado di riconoscere. Una volta riconosciuto il tipo di localizzazione in base ai dati di input introdotti, PRGEvo attiva l operazione e fornisce il risultato atteso, evidenziando i dati trovati sulla mappa oppure segnalando un errore nella barra dei messaggi. Se la condizione di ricerca è stata specificata in modo ambiguo, il risultato potrebbe essere rappresentato anche da più elementi geometrici: in questo caso, verrà visualizzata una mappa che contiene tutti gli elementi trovati. In questa versione non è prevista alcuna modalità che guidi interattivamente l utente alla definizione della stringa di ricerca. E comunque disponibile il tooltip di aiuto non appena l utente sposta il cursore sulla casella di input e sono anche disponibili alcuni esempi per ciascun tipo di geolocalizzazione aprendo il menu a tendina sottostante la casella di input. Rispetto a quanto previsto negli esempi che sono di carattere generale e si riferiscono alla funzione di geolocalizzazione utilizzata al di fuori di PRGEvo anche in contesti sovracomunali, è stata introdotta la facilitazione di poter omettere il nome del Comune nella geolocalizzazione per Indirizzo, considerato che il sistema conosce già il contesto nel quale opera. Tale facilitazione non è stata invece introdotta nella geolocalizzazione catastale. E opportuno verificare le informazioni che compaiono sulla barra dei messaggi di PRGEvo per avere un riscontro sul risultato della geolocalizzazione: eventuali errori saranno evidenziati in rosso.

16 16 PRGEvo - manuale utente I dati di localizzazione (civici o particelle catastali) vengono visualizzati con la stessa simbologia con la quale vengono rappresentati i dati di base, evidenziati con un diverso colore ed inseriti nella sezione Dati dell'ente > Localizzazione. La voce Localizzazione è unica nell elenco e viene aggiornata ad ogni nuova localizzazione Posiziona Il comando Posiziona permette di attivare una funzione di localizzazione sul territorio fornita da un Ente esterno. In questa versione, la funzione attivabile è quella di Microsoft Bing Maps. Il servizio utilizza i dati messi a disposizione dalle maggiori società del settore (NavTech, TeleAtlas) che non sono generalmente strutturati a livello di singolo numero civico quanto a livello di un intero tratto viario (da civico a civico); di conseguenza, rispetto ad una geolocalizzazione proprietaria, il risultato evidenziato è approssimato all interno del tratto coinvolto. Il vantaggio di questo servizio è che i dati vengono sempre tenuti aggiornati dal gestore e soprattutto coprono l intero territorio nazionale. La modalità di specifica della richiesta è simile a quella della geolocalizzazione per Indirizzo con alcune differenze: 1. il nome del Comune deve essere obbligatoriamente specificato, altrimenti la ricerca potrebbe fornire risultati non attendibili (opera su un contesto sovranazionale); 2. il tasto con il simbolo della lente non scatena la localizzazione vera e propria, ma fornisce l elenco dei possibili risultati della ricerca e quindi consente all utente di risolvere eventuali ambiguità e di conoscere in anticipo l esito della ricerca; 3. selezionando uno dei risultati si effettua la localizzazione vera e propria sulla mappa;. sulla mappa il risultato è sempre un punto che viene evidenziato, al centro della mappa stessa, con un simbolo (da qui il termine Posiziona); nella figura sottostante è una croce rossa Stampa Consente di effettuare una stampa in scala del contenuto della mappa corredata da una legenda dei dati effettivamente presenti. La funzionalità di stampa supporta solamente i dati provenienti dalle banche dati

17 Benvenuti in PRGEvo 17 dell Ente; non si applica, dunque, alle cartografie esterne. Informazioni obbligatorie: formato di stampa scala Informazioni opzionali: titolo sottotitolo Formato di stampa Selezionare un formato di stampa da un elenco di modelli predefiniti. Il modello scelto determina il formato del foglio di stampa e la presenza o meno della legenda. Titolo e sottotitolo Sono testi liberi. Il loro posizionamento sul foglio dipende dal formato di stampa selezionato. Attenzione: in questa versione non è possibile introdurre caratteri che non siano lettere e/o cifre in Titolo e Sottotitolo. Scala L'impostazione della scala contribuisce a definire esattamente la porzione di mappa da stampare. Infatti: se non viene impostato alcun valore di scala, cioè se si elimina il valore della scala della mappa corrente impostato in automatico da PRGEvo quando viene attivata la funzione, automaticamente l area di mappa da stampare viene calcolata sulla base della finestra corrente ed ovviamente del formato di stampa se si specifica il valore di scala, eventualmente mantenendo quello impostato da PRGEvo, l area di mappa da stampare viene calcolata con il centro sulla finestra corrente e tenendo conto della scala e del formato di stampa impostati. La stampa vera e propria viene attivata tramite il comando contraddistinto dal simbolo. Alla fine dell elaborazione, PRGEvo visualizza il file.pdf che rappresenta l output di stampa. Il file può essere stampato tenendo conto che la scala viene rispettata solo se le impostazioni di stampa non prevedono riduzioni o adattamenti alla pagina. Il file può anche essere salvato per venire stampato successivamente.

18 18 PRGEvo - manuale utente

19 Benvenuti in PRGEvo Info La voce di menu Info attiva una finestra che espone alcune annotazioni relative al PRGC visualizzato nella mappa principale. 1.6 Approfondimenti Legenda Considerato l elevato livello di interattività di PRGEvo per quanto riguarda la visualizzazione dei dati, è stato considerato non necessario un pannello di legenda dei dati della mappa corrente distinto dal pannello di selezione dei dati disponibili. I dati visualizzati in mappa sono, quindi, tutti e soli i dati con il segno di spunta sulla corrispondente casella e non evidenziati in grigetto. La simbologia utilizzata per rappresentare nella mappa ciascun dato è disponibile accanto alla corrispondente voce. Se la voce in elenco corrisponde ad un gruppo, l utente deve ovviamente espanderlo per poter vedere la simbologia di ciascun componente del gruppo. Traslucenza La maggior parte dei dati di tipo area viene visualizzata da PRGEvo con uno specifico valore di traslucenza (trasparenza) per singolo dato, impostato dall amministratore e non modificabile dall utente almeno in questa versione. L impostazione vale quindi per tutti gli utenti che accedono ai dati del Comune interessato. Intervallo di rappresentabilità dei dati Ogni dato definito nella sezione Dati dell ente è stato configurato dall amministratore di sistema per essere visualizzato all interno di uno specifico intervallo di scale di rappresentazione. Questo filtro è finalizzato ad evitare la generazione di mappe di grandi dimensioni e scarsamente leggibili. In realtà, nell ambito della tecnologia utilizzata da PRGEvo non ha più senso parlare di scale di rappresentazione,

20 20 PRGEvo - manuale utente quanto di livelli di tile. Il concetto di scala è un concetto che mantiene la sua valenza a livello di stampa dei dati. Per comprendere il concetto di livello di tile è necessario spiegare come i dati vengano visualizzati all interno di una mappa e come avvenga la navigazione all interno della mappa stessa. PRGEvo utilizza una tecnologia raster: ad ogni richiesta di visualizzazione di una mappa da parte di un utente, PRGEvo recupera, all interno dei warehouse di origine, i dati selezionati nell elenco, li compone secondo specifiche regole ed alla fine produce una mappa che è suddivisa in porzioni quadrate di dimensioni fisse (256 x 256 pixel) che vengono chiamate tile. Tali immagini vengono spedite a blocchi sulla rete in modo da ottimizzare le prestazioni. Sul PC dell utente i riquadri vengono visualizzati mano a mano che arrivano dal server dando l impressione che i tempi di attesa rispetto ad un WebGIS tradizionale siano molto più brevi. La composizione dei tile è indipendente dalla porzione di territorio richiesta da un utente. La Terra viene, infatti, geograficamente rappresentata da un numero prefissato di tile: tale numero varia invece a seconda del livello di dettaglio (ingrandimento). Esistono 21 livelli di dettaglio di rappresentazione del territorio, chiamati livelli di tile. Il livello 1 è il primo livello di dettaglio e prevede che la Terra sia suddivisa in tile; l livello n-esimo è in generale composto da un numero di tile pari a elevato a n. Nella figura seguente sono evidenziati i primi tre livelli. In generale, con il termine di piramide dei livelli di tile si intende la struttura dei livelli di tile, la cui base è costituita dal livello 21 e la cui cima è costituita dal livello 1. Ogni mappa generata da PRGEvo appartiene ad un preciso livello di tile della piramide. Un operazione di zoom implica la rigenerazione della mappa ad un livello di tile successivo o precedente (a seconda del verso + o - dell ingrandimento) a quello corrente. PRGEvo visualizza un dato nella mappa corrente solamente se l intervallo di livelli di tile per cui è stato abilitato include il livello di tile della mappa stessa, indipendentemente dal fatto che il dato sia stato selezionato dall utente. Tutte le voci dell elenco Dati dell ente corrispondenti a dati che non sono abilitati ad essere visualizzati per il livello di tile corrente appaiono evidenziate in grigetto. Ovviamente un operazione di zoom può alterare in qualsiasi momento queste impostazioni.

21 Indice Indice -Llegenda 19 livelli di tile 19 livello di tile 11 localizzazione catastale 1 localizzazione per indirizzo 1 -Aattivazione -B- -M- bing maps 7, 16 browser menù delle funzioni 12 menù di navigazione 9 messaggio 6 misura area 13 misura poligonale 13 -Ccartografia 6, 7 check box 5 civici 8 coordinate geografiche cursore -N- 11 navtech -O- -Ddeep zoom 16 open street maps 9 7 -E- -P- errore piano regolatore comunale 8 piramide dei livelli di tile 19 plug-in posiziona Fformato di stampa 16 -R- -Ggis radio button 5 risoluzione dello schermo 6 -S- -Iinformazioni sul prg 19 inquadramento 10 inserimento con menù a tendina 5 inserimento libero, 5 intervallo di rappresentabilità dei dati 19 scala 12 scheda 12 selezione sistema operativo sottotitolo 16 stampa 16 21

22 22 PRGEvo - manuale utente -Tteleatlas 16 tile 19 titolo 16 tooltip traslazione libera 10 traslazione su punti cardinali traslucenza Zzoom zoom zoom zoom area di ingombro avanti 9 indietro 9 libero 9 9

23

Geoportale web gis. Provincia Regionale di Enna

Geoportale web gis. Provincia Regionale di Enna Geoportale web gis Provincia Regionale di Enna Guida alla consultazione del geoportale della Provincia Regionale di Enna Introduzione Cos è il Geoportale: Il Geoportale della Provincia di Enna ha la finalità

Dettagli

GREASE Gis Rich Internet Application Enterprise and Services. Manuale d'uso

GREASE Gis Rich Internet Application Enterprise and Services. Manuale d'uso GREASE Gis Rich Internet Application Enterprise and Services Manuale d'uso Indice generale Visualizzatore GREASE...1 Toolbar...3 FUNZIONI DI BASE...3 Annulla selezione...4 Aggiornamento...4 Stampa...4

Dettagli

SITI Cloud Manuale utente

SITI Cloud Manuale utente 1 SITI Cloud Manuale utente 2 Autenticazione Per accedere ai servizi forniti da SITICloud, dopo aver richiamato con il browser l'indirizzo che Vi è stato assegnato è necessario identificarsi. Si apre la

Dettagli

Manuale Utente. WebGis Comune di Regalbuto

Manuale Utente. WebGis Comune di Regalbuto Manuale Utente WebGis Comune di Regalbuto MANUALE UTENTE All avvio dell applicazione si apre una finestra suddivisa in diverse aree. Di seguito si riporta la schermata iniziale con evidenziate e numerate

Dettagli

Strumenti Urbanistici on-line: requisiti e struttura del sito... Informazioni sulla procedura di download e installazione di Map Guide Viewer, sulla

Strumenti Urbanistici on-line: requisiti e struttura del sito... Informazioni sulla procedura di download e installazione di Map Guide Viewer, sulla Strumenti Urbanistici on-line: requisiti e struttura del sito... Informazioni sulla procedura di download e installazione di Map Guide Viewer, sulla struttura del sito e sugli elementi degli ambienti di

Dettagli

Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli Guida utente

Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli Guida utente Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli Guida utente 1. Introduzione Il Portale cartografico del Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli (SGSS) rappresenta l evoluzione dell ambiente

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEI DATI GEOGRAFICI CON IL SOFTWARE QUANTUM GIS

MANUALE DI GESTIONE DEI DATI GEOGRAFICI CON IL SOFTWARE QUANTUM GIS MANUALE DI GESTIONE DEI DATI GEOGRAFICI CON IL SOFTWARE QUANTUM GIS Compilato: Andrea De Felici Rivisto: Approvato: Versione: 1.0 Distribuito: 01/08/2013 1 INDICE 1. INTRODUZIONE..3 2. PRIMI PASSI.....4

Dettagli

Esplora gli argomenti della guida. Requisiti di sistema. Menu laterale - Area Temi. Temi. Legenda. Requisiti di sistema

Esplora gli argomenti della guida. Requisiti di sistema. Menu laterale - Area Temi. Temi. Legenda. Requisiti di sistema Esplora gli argomenti della guida Requisiti di sistema Menu laterale Menu Strumenti principali Menu altri Strumenti Temi Legenda Aggiungere / rimuovere temi Temi per editing Temi per snap Esporta/Carica

Dettagli

PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152)

PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152) Commissario Delegato per l Emergenza Bonifiche e la Tutela delle Acque in Sicilia PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152) Sistema WEB-GIS

Dettagli

GUIDA ALL USO DEL VISUALIZZATORE CARTOGRAFICO

GUIDA ALL USO DEL VISUALIZZATORE CARTOGRAFICO Ministero dell Ambiente e della tutela del territorio e del mare GUIDA ALL USO DEL VISUALIZZATORE CARTOGRAFICO Stato del documento Redatto Approvato Funzione Team di progetto Geoportale nazionale Responsabile

Dettagli

Guida all'utilizzo di "Ambiente Italia 3D"

Guida all'utilizzo di Ambiente Italia 3D Guida all'utilizzo di "Ambiente Italia 3D" MATTM-SCC-DM0006-V01-01 Pagina 1 di 34 Sommario 1 Avvio del programma Ambiente Italia 3D 3 2 Elementi dell'interfaccia 5 2.1 Il visualizzatore 5 2.2 La barra

Dettagli

SITI Viewer GIS. Progetto SITI Catasto 1.4. Manuale Utente. ABACO S.r.l.

SITI Viewer GIS. Progetto SITI Catasto 1.4. Manuale Utente. ABACO S.r.l. Progetto SITI Catasto 1.4 Manuale Utente SITI Viewer GIS ABACO S.r.l. ABACO S.r.l. C.so Umberto, 43 46100 Mantova (Italy) Tel +39 376 222181 Fax +39 376 222182 www.abacogroup.com e-mail : info@abacogroup.com

Dettagli

SardegnaFotoAeree. La Sardegna vista dall alto MANUALE PER L USO DELL APPLICAZIONE

SardegnaFotoAeree. La Sardegna vista dall alto MANUALE PER L USO DELL APPLICAZIONE SardegnaFotoAeree La Sardegna vista dall alto MANUALE PER L USO DELL APPLICAZIONE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA [2] Indice 1. Introduzione 2. Navigatore 5 7 8 9 2.1. Strumenti di navigazione 2.2. Ricerca

Dettagli

FotoAeree. La Sardegna vista dall alto MANUALE PER L USO DELL APPLICAZIONE

FotoAeree. La Sardegna vista dall alto MANUALE PER L USO DELL APPLICAZIONE FotoAeree La Sardegna vista dall alto MANUALE PER L USO DELL APPLICAZIONE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA [2] Indice 1. Introduzione 2. Navigatore 5 7 8 9 2.1. Strumenti di navigazione 2.2. Ricerca 3.

Dettagli

tommaso.iacomino@gmail.com INTERNET EXPLORER Guida introduttiva CAPITOLO 1 Fig. 1

tommaso.iacomino@gmail.com INTERNET EXPLORER Guida introduttiva CAPITOLO 1 Fig. 1 INTERNET EXPLORER Guida introduttiva CAPITOLO 1 Fig. 1 IMPORTANTE: forse non visualizzate questa barra, se così fosse usiamo questa procedura: posizioniamo il cursore sulla parte vuota tasto destro del

Dettagli

SardegnaMappe Manuale utente

SardegnaMappe Manuale utente SardegnaMappe Manuale utente [2] Indice 1. Introduzione 4 2. Requisiti dell utente 5 3. L applicazione SardegnaMappe 6 3.1. Panoramica dell applicazione 6 3.1.1. Accesso all applicazione 6 3.1.2. Icona

Dettagli

Mappe Tematiche: visualizzazione e interazione con le mappe... Descrizione della Barra degli strumenti e uso dei Menù a comparsa.

Mappe Tematiche: visualizzazione e interazione con le mappe... Descrizione della Barra degli strumenti e uso dei Menù a comparsa. Strumenti Urbanistici on-line: requisiti e struttura del sito... Informazioni sulla procedura di download e installazione di Map Guide Viewer, sulla struttura del sito e sugli elementi degli ambienti di

Dettagli

WebGis Comune di Novara

WebGis Comune di Novara 1 / 12 Progetto GeoCivit@s 2 / 12 Premesse Con il presente documento si descrive sinteticamente la nuova applicazione personalizzata per la pubblicazione dei dati geografici. Tale documento contiene una

Dettagli

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto Applicare bordi e sfondi ai paragrafi Word permette di creare un bordo attorno ad un intera pagina o solo attorno a paragrafi selezionati. Il testo risulta incorniciato in un rettangolo completo dei quattro

Dettagli

O SINGOLI ELEMENTI INTERESSATI DAL BANDO PSR BIODIVERSITÀ

O SINGOLI ELEMENTI INTERESSATI DAL BANDO PSR BIODIVERSITÀ MODALITÀ DI UTILIZZO DELL APPLICAZIONE DI LOCALIZZAZIONE DELLE AREE O SINGOLI ELEMENTI INTERESSATI DAL BANDO PSR BIODIVERSITÀ SOMMARIO Modalità di utilizzo dell applicazione di localizzazione delle aree

Dettagli

Prima Lezione: Costruire una mappa

Prima Lezione: Costruire una mappa Prima Lezione: Costruire una mappa I tipi di informazione geografica disponibili Navigazione nella mappa Coordinate e scala Vista panoramica Introduzione ai GIS GIS significa Sistema Informativo Geografico

Dettagli

Guida all uso di Adobe Acrobat e Adobe Reader in ambito didattico

Guida all uso di Adobe Acrobat e Adobe Reader in ambito didattico Guida all uso di Adobe Acrobat e Adobe Reader in ambito didattico Indice Format PDF e software per la creazione di documenti Che cosa si può fare con Adobe Acrobat Commenti, annotazioni e marcature grafiche

Dettagli

GUIDA ALL USO DEL GEOPORTALE

GUIDA ALL USO DEL GEOPORTALE GUIDA ALL USO DEL GEOPORTALE DEL COMUNE DI VARESE Autore: Geom. Michele Giudici Responsabile Ufficio S.I.T. INDICE 1 HOME PAGE... 3 1.1 SEZIONE WEBGIS... 3 1.2 SEZIONE AMMINISTRATORE... 4 1.3 SEZIONE DOCUMENTAZIONE...

Dettagli

GNPS GIS (Servizio GIS di segnalazione danni ad infrastrutture irrigue e di bonifica) HELP

GNPS GIS (Servizio GIS di segnalazione danni ad infrastrutture irrigue e di bonifica) HELP GNPS GIS (Servizio GIS di segnalazione danni ad infrastrutture irrigue e di bonifica) HELP Introduzione... 3 Profilazione delle utenze... 3 Inserimento di una segnalazione... 4 Utilizzo delle maschere...

Dettagli

WEBGIS 1.0. Guida per l utente

WEBGIS 1.0. Guida per l utente WEBGIS 1.0 Guida per l utente SOMMARIO 1 INTRODUZIONE...3 2 FUNZIONALITA...4 2.1 Strumenti WebGIS... 4 2.1.1 Mappa... 5 2.1.2 Inquadramento mappa... 6 2.1.3 Toolbar... 7 2.1.4 Scala... 9 2.1.5 Legenda...

Dettagli

Guida al sito - Leader

Guida al sito - Leader Guida al sito - Leader 1 1) ACCEDERE AL BACKEND... 3 2) VISUALIZZARE E MODIFICARE I CONTENUTI DELLA PAGINA PRINCIPALE... 4 a) Inserire testi... 6 b) Inserire un immagine all interno della pagina... 6 c)

Dettagli

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0)

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0) Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 6.0) Nota Bene: Si raccomanda di leggere queste dispense di fronte al computer, provando passo dopo passo le funzionalità descritte. Per

Dettagli

Descrizione delle funzioni COSA È COME SI CONSULTA

Descrizione delle funzioni COSA È COME SI CONSULTA Descrizione delle funzioni Trasparenza e Servizi nella Pubblica Amministrazione IL PORTALE CARTOGRAFICO COMUNALE IN INTERNET Un servizio di per i Comuni COSA È È un portale ideato per consentire a tutti

Dettagli

Informativa sui cookie secondo la normativa europea

Informativa sui cookie secondo la normativa europea Informativa sui cookie secondo la normativa europea Il sito web che state navigando è conforme alla normativa europea sull'uso dei cookie. Per far funzionare bene questo sito, a volte installiamo sul tuo

Dettagli

Interporto di Bologna spa

Interporto di Bologna spa Interporto di Bologna spa Documento di Responsabilità e Manuale operativo ad uso degli insediati dell Interporto 1 Sommario Accesso al Sistema Centro di Controllo 4 Principio di Funzionamento 6 Permessi

Dettagli

MANUALE UTENTE GESTIONE SITO SVILUPPATO IN TYPO3

MANUALE UTENTE GESTIONE SITO SVILUPPATO IN TYPO3 Pag.1 di 23 MANUALE UTENTE GESTIONE SITO SVILUPPATO IN TYPO3 Pag.2 di 23 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1. Premessa documento... 3 1.2. Caratteristiche Typo3... 3 1.3. Backend e Frontend... 3 1.4. Struttura

Dettagli

MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE PRIMI PASSI

MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE PRIMI PASSI MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE Si tratta di un software appartenente alla categoria dei fogli di calcolo: con essi si intendono veri e propri fogli elettronici, ciascuno dei quali è diviso in righe e colonne,

Dettagli

Dipartimento Politiche Sociali e della Salute OSSERVATORIO SOCIALE SULLA CONCERTAZIONE TERRITORIALE. Manuale del software Utente Lettore Vers. 4.

Dipartimento Politiche Sociali e della Salute OSSERVATORIO SOCIALE SULLA CONCERTAZIONE TERRITORIALE. Manuale del software Utente Lettore Vers. 4. Dipartimento Politiche Sociali e della Salute OSSERVATORIO SOCIALE SULLA CONCERTAZIONE TERRITORIALE Manuale del software Utente Lettore Vers. 4.1 Aprile 2014 Indice Tre passaggi per entrare nel programma...

Dettagli

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0)

Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0) Uso di un browser (con riferimento a Microsoft Internet Explorer 7.0) Nota Bene: Si raccomanda di leggere queste dispense di fronte al computer, provando passo dopo passo le funzionalità descritte. Per

Dettagli

Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino

Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino Il Sistema Informativo Territoriale (SIT) del Comune di Castelfiorentino è il punto d'accesso per i servizi e alle informazioni

Dettagli

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1 MICROSOFT ACCESS Premessa ACCESS è un programma di gestione di banche dati, consente la creazione e modifica dei contenitori di informazioni di un database (tabelle), l inserimento di dati anche mediante

Dettagli

L interfaccia di Microsoft Word 2007

L interfaccia di Microsoft Word 2007 L interfaccia di Microsoft Word 2007 Microsoft Word 2007 è un Word Processor, ovvero un programma di trattamento testi. La novità di questa versione riguarda la barra multifunzione, nella quale i comandi

Dettagli

Manuale Utente Ver. Pro WebGIS Informcity Bim Piave

Manuale Utente Ver. Pro WebGIS Informcity Bim Piave Manuale Utente Ver. Pro WebGIS Informcity Bim Piave 1 ACCESSIBILITA AL SISTEMA 3 2 VISUALIZZAZIONE ED ATTIVAZIONE DEI LIVELLI CARTOGRAFICI 4 2.1 Visualizzazione del singolo livello cartografico 4 2.2 Accensione/spegnimento

Dettagli

CONSULTAZIONE BANCA DATI CATASTO LE VISURE

CONSULTAZIONE BANCA DATI CATASTO LE VISURE Agenzia del Territorio CONSULTAZIONE BANCA DATI CATASTO LE VISURE Versione 1.1 SOMMARIO Il servizio Sister... 3 Corretta navigazione... 3 Costi... 3 Abbonamento... 3 Consultazioni... 5 Visure catastali...

Dettagli

STRUMENTI DI PRESENTAZIONE POWERPOINT 2003

STRUMENTI DI PRESENTAZIONE POWERPOINT 2003 STRUMENTI DI PRESENTAZIONE POWERPOINT 2003 INDICE 1 Strumenti di Presentazione... 4 2 Concetti generali di PowerPoint... 5 2.1 APRIRE POWERPOINT... 5 2.2 SELEZIONE DEL LAYOUT... 6 2.3 SALVARE LA PRESENTAZIONE...

Dettagli

Le Proprietà della Barra delle applicazioni e Menu Start di Giovanni DI CECCA - http://www.dicecca.net

Le Proprietà della Barra delle applicazioni e Menu Start di Giovanni DI CECCA - http://www.dicecca.net - Introduzione Con questo articolo chiudiamo la lunga cavalcata attraverso il desktop di Windows XP. Sul precedente numero ho analizzato il tasto destro del mouse sulla Barra delle Applicazioni, tralasciando

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

Guida alla personalizzazione Istruzioni per adattare il computer alle esigenze dei disabili visivi

Guida alla personalizzazione Istruzioni per adattare il computer alle esigenze dei disabili visivi Guida alla personalizzazione Istruzioni per adattare il computer alle esigenze dei disabili visivi Aggiornamento 2008 Indice Introduzione... 2 La definizione dello schermo... 3 Scegliere la definizione

Dettagli

REALIZZAZIONE DI REPORT MEDIANTE MICROSOFT EXCEL 2007

REALIZZAZIONE DI REPORT MEDIANTE MICROSOFT EXCEL 2007 SISTEMA A SUPPORTO DEI PROCESSI DI PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE NELLE ORGANIZZAZIONI PUBBLICHE REALIZZAZIONE DI REPORT MEDIANTE MICROSOFT EXCEL 2007 Copyright 2010 CSIO Società di Informatica

Dettagli

Informativa sui cookie secondo la normativa europea

Informativa sui cookie secondo la normativa europea Informativa sui cookie secondo la normativa europea Il sito web che state navigando è conforme alla normativa europea sull'uso dei cookie. Per far funzionare bene questo sito, a volte installiamo sul tuo

Dettagli

Informazioni sui dati dei veicoli e degli autisti. Manuale Utente Versione Novembre 2012

Informazioni sui dati dei veicoli e degli autisti. Manuale Utente Versione Novembre 2012 VDO DriveTime VDT Informazioni sui dati dei veicoli e degli autisti Manuale Utente Versione Novembre 2012 Continental Automotive Trading Italia Srl si riserva il diritto di modificare, senza alcun preavviso,

Dettagli

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione Anno 2009/2010 Syllabus 5.0 Microsoft PowerPoint è un software progettato

Dettagli

SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E SISTEMA INFORMATIVO GEOGRAFICO STUDIO DI FATTIBILITA

SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E SISTEMA INFORMATIVO GEOGRAFICO STUDIO DI FATTIBILITA COMUNE DI VENEZIA Ministero delle Infrastrutture DIREZIONE SVILUPPO DEL TERRITORIO ED EDILIZIA SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E SISTEMA INFORMATIVO GEOGRAFICO DIPARTIMENTO PER LA PROGRAMMAZIONE ED

Dettagli

Posta Elettronica PERSOCIV. WEBMAIL - manuale utente -

Posta Elettronica PERSOCIV. WEBMAIL - manuale utente - Posta Elettronica PERSOCIV WEBMAIL - manuale utente - versione 1.1 25 Novembre 2008 Pagina 1 di 30 Elenco delle Modifiche: Num. Data Pag. Contenuto 1 07/11/2008 4 Aggiornamento della premessa. 2 07/11/2008

Dettagli

Istruzioni per il cambio della password della casella di posta

Istruzioni per il cambio della password della casella di posta Istruzioni per il cambio della password della casella di posta La password generata e fornita al cliente in fase di creazione della casella di posta è una password temporanea, il cliente è tenuto a modificarla.

Dettagli

Portale Suap SPORVIC2

Portale Suap SPORVIC2 Portale Suap SPORVIC2 Manuale Utente Richiedente Versione 2.0 > I N D I C E < Sommario 1. PREREQUISITI TECNICI PER NAVIGARE SUL SISTEMA SPORVIC2... 4 2. RICERCA DELLE SCHEDE DEI PROCEDIMENTI PUBBLICATE

Dettagli

MANUALE PER LA CONSULTAZIONE DEL DATABASE DEGLI INSEDIAMENTI PRODUTTIVI DELLA PROVINCIA DI LECCE

MANUALE PER LA CONSULTAZIONE DEL DATABASE DEGLI INSEDIAMENTI PRODUTTIVI DELLA PROVINCIA DI LECCE MANUALE PER LA CONSULTAZIONE DEL DATABASE DEGLI INSEDIAMENTI PRODUTTIVI DELLA PROVINCIA DI LECCE 1 INTRODUZIONE Il presente documento contiene le informazioni di base necessarie per consentire una agevole

Dettagli

Cancellare la cache e i cookie dal browser

Cancellare la cache e i cookie dal browser Cancellare la cache e i cookie dal browser Ultima revisione: Ottobre 2014 Cancellare la cache e i cookie dal tuo browser può aiutareti a risolvere una varietà di problemi che potresti riscontrare. I cookie,

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

sistemapiemonte Anagrafe Agricola Unica Manuale d'uso sistemapiemonte.it

sistemapiemonte Anagrafe Agricola Unica Manuale d'uso sistemapiemonte.it sistemapiemonte Anagrafe Agricola Unica Manuale d'uso sistemapiemonte.it 2 Indice 1 Premessa 3 2 Accesso al servizio 4 2.1 Configurazione minima per l utilizzo 4 2.2 Accesso alla home page del servizio

Dettagli

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)...1 Installazione e configurazione...2 Installazione ICM Server...3 Primo avvio e configurazione di ICM

Dettagli

Manuale Driver Maker (Plug-in per ECM Titanium)

Manuale Driver Maker (Plug-in per ECM Titanium) Manuale Driver Maker (Plug-in per ECM Titanium) Introduzione Questo manuale contiene una spiegazione completa del plug-in Driver Maker, che è un componente aggiuntivo sviluppato per ECM Titanium, il software

Dettagli

Registro unico Antiriciclaggio

Registro unico Antiriciclaggio Registro unico Antiriciclaggio VERSIONE PROFESSIONISTI E CED VERSIONE 4.0.0 Sommario Introduzione... 4 Requisiti di sistema... 5 Installazione del software... 6 Verifica automatica dei requisiti di installazione...

Dettagli

ISTRUZIONI PER MODIFICARE AUTONOMAMENTE LO SPAZIO ONLINE (AREA RISERVATA)

ISTRUZIONI PER MODIFICARE AUTONOMAMENTE LO SPAZIO ONLINE (AREA RISERVATA) ISTRUZIONI PER MODIFICARE AUTONOMAMENTE LO SPAZIO ONLINE (AREA RISERVATA) Per aggiornare o modificare lo spazio web accedere all Area riservata in www.shoppingdonna.it cliccando sulla voce LOGIN (in alto

Dettagli

Presentazione Mind42 Mind42 Mind42

Presentazione Mind42 Mind42 Mind42 Presentazione Mind42 è una recente applicazione che consente di realizzare mappe mentali on-line in forma collaborativa, utilissima per il brainstorming e per la condivisione in rete. Il suo nome, infatti,

Dettagli

Sommario. Requisiti per l utilizzo del servizio

Sommario. Requisiti per l utilizzo del servizio Sommario 1. Attivazione... 2 2. Requisiti e impostazioni... 2 2.1 Microsoft Internet Explorer 7 e superiori... 3 2.2 Mozilla Firefox 3 e superiori... 8 2.3 Google Chrome 7 e superiori... 8 2.4 Apple Safari

Dettagli

Sommario SELEZIONARE UN OGGETTO UTILIZZANDO LA BARRA DEGLI OGGETTI 10 NAVIGARE ATTRAVERSO I RECORD IN UNA TABELLA, IN UNA QUERY, IN UNA MASCHERA 12

Sommario SELEZIONARE UN OGGETTO UTILIZZANDO LA BARRA DEGLI OGGETTI 10 NAVIGARE ATTRAVERSO I RECORD IN UNA TABELLA, IN UNA QUERY, IN UNA MASCHERA 12 $FFHVV;3 A Sommario cura di Ninni Terranova Marco Alessi DETERMINARE L INPUT APPROPRIATO PER IL DATABASE 3 DETERMINARE L OUTPUT APPROPRIATO PER IL DATABASE 3 CREARE LA STRUTTURA DI UNA TABELLA 3 STABILIRE

Dettagli

Affari Generali. Manuale Utente. AGSPR - Produzione Lettere Interne e In Uscita. Sistema di qualità certificato secondo gli standard ISO9001

Affari Generali. Manuale Utente. AGSPR - Produzione Lettere Interne e In Uscita. Sistema di qualità certificato secondo gli standard ISO9001 Sistema di qualità certificato secondo gli standard ISO9001 Indice e Sommario 1 PRODUZIONE LETTERE INTERNE ED IN USCITA 3 1.1 Descrizione del flusso 3 1.2 Lettere Interne 3 1.2.1 Redazione 3 1.2.2 Firmatario

Dettagli

Il controllo della visualizzazione

Il controllo della visualizzazione Capitolo 3 Il controllo della visualizzazione Per disegnare in modo preciso è necessario regolare continuamente l inquadratura in modo da vedere la parte di disegno che interessa. Saper utilizzare gli

Dettagli

MICROSOFT WORD. Funzioni ed ambiente di lavoro

MICROSOFT WORD. Funzioni ed ambiente di lavoro INFORMATICA MICROSOFT WORD Prof. D Agostino Funzioni ed ambiente di lavoro...1 Interfaccia di Word...1 Stesso discorso per i menu a disposizione sulla barra dei menu: posizionando il puntatore del mouse

Dettagli

GUIDA AI PROBLEMI DI ACCESSO E VISUALIZZAZIONE

GUIDA AI PROBLEMI DI ACCESSO E VISUALIZZAZIONE GUIDA AI PROBLEMI DI ACCESSO E VISUALIZZAZIONE Lotus Quickr 1. PROBLEMI DI ACCESSO L accesso avviene digitando la matricola (non lo user id) come nome utente e la password dello sportello internet (myportal).

Dettagli

Modulo 4 Strumenti di presentazione

Modulo 4 Strumenti di presentazione Modulo 4 Strumenti di presentazione Scopo del modulo è mettere l allievo in grado di: o descrivere le funzionalità di un software per generare presentazioni. o utilizzare gli strumenti standard per creare

Dettagli

Data Emissione: 31/01/2012 Codice Doc: Manuale_Operatore Emesso da: Verificato da: Approvato da: Accettato da:

Data Emissione: 31/01/2012 Codice Doc: Manuale_Operatore Emesso da: Verificato da: Approvato da: Accettato da: Sistema Informativo per la Gestione dei ticket Manuale utente Data Emissione: 31/01/2012 Codice Doc: Manuale_Operatore Emesso da: Verificato da: Approvato da: Accettato da: Sistema Informativo per la Gestione

Dettagli

MANUALE OPERATIVO PER IL MONITORAGGIO FONDO AREE VERDI

MANUALE OPERATIVO PER IL MONITORAGGIO FONDO AREE VERDI MANUALE OPERATIVO PER IL MONITORAGGIO FONDO AREE VERDI Il sito per il MONITORAGGIO FONDO AREE VERDI all indirizzo http://servizi-finlombarda.it/areeverdi/ presenta una home page di questo tipo: Direttamente

Dettagli

MOBS Flussi informativi sanitari regionali

MOBS Flussi informativi sanitari regionali Indicazioni per una corretta configurazione del browser Versione ottobre 2014 MOBS--MUT-01-V03_ConfigurazioneBrowser.docx pag. 1 di 25 Uso: ESTERNO INDICE 1 CRONOLOGIA VARIAZIONI...2 2 SCOPO E CAMPO DI

Dettagli

Questionario scuola - I e II Ciclo di istruzione Manuale di compilazione

Questionario scuola - I e II Ciclo di istruzione Manuale di compilazione - I e II Ciclo di istruzione Sommario Introduzione... 3 Comunicazione di invito alla compilazione del Questionario scuola on-line... 3 Prerequisiti per l accesso al Questionario scuola on-line.... 3 Come

Dettagli

INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del

INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del INDICE L ambiente di lavoro... 2 Interfaccia di Word... 2 Le visualizzazioni... 5 Digitazione e revisione del testo...6 Modalità di selezione del testo... 6 Selezione attraverso il mouse... 6 Selezione

Dettagli

Docente Manuale d uso

Docente Manuale d uso Docente Manuale d uso Release 5.1.0 del 10-07-2013 Sommario Sommario...2 Premessa...4 Profili di Accesso ai servizi...4 Primo Accesso...5 Pannello di lavoro del Docente...5 Funzioni riferite alla classe...6

Dettagli

Archimede Beta 1. Manuale utente

Archimede Beta 1. Manuale utente Archimede Beta 1 Manuale utente Archimede (Beta 1) Antares I.T. s.r.l. Indice Prerequisiti... 3 Installazione... 3 Accesso... 4 Recupero password... 4 Scadenza password... 4 Gestione Clienti... 6 Ricerca

Dettagli

La pagina di Explorer

La pagina di Explorer G. Pettarin ECDL Modulo 7: Internet 11 A seconda della configurazione dell accesso alla rete, potrebbe apparire una o più finestre per l autenticazione della connessione remota alla rete. In linea generale

Dettagli

Argo Scuolanet. Docente

Argo Scuolanet. Docente Argo Scuolanet Docente Manuale d uso Release 4.5.0 del 07-04-2011 Sommario Premessa... 4 Profili di Accesso ai servizi... 4 Profilo Docente... 5 Primo Accesso... 5 Pannello di lavoro del Docente... 5 Funzioni

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

PRATICHE EDILIZIE ON LINE MANUALE UTENTE

PRATICHE EDILIZIE ON LINE MANUALE UTENTE PRATICHE EDILIZIE ON LINE MANUALE UTENTE MARZO 2006 INDICE 1. INTRODUZIONE... 4 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 4 1.2 RIFERIMENTI NORMATIVI... 4 2. STRUMENTAZIONE NECESSARIA... 5 3. ACCESSO AL SERVIZIO... 6

Dettagli

INTRODUZIONE 1 Avviso attivazione utenti 2 Interagire coi pannelli di lavoro 3. Funzionalità del menù di navigazione delle pagine 5

INTRODUZIONE 1 Avviso attivazione utenti 2 Interagire coi pannelli di lavoro 3. Funzionalità del menù di navigazione delle pagine 5 Guida alla gestione del sito www.m-bt.eu INDICE INTRODUZIONE 1 Avviso attivazione utenti 2 Interagire coi pannelli di lavoro 3 GESTIONE SETTINGS 3 GESTIONE PAGINE 4 Funzionalità del menù di navigazione

Dettagli

GUIDA UTENTE WEB PROFILES

GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES... 1 Installazione... 2 Primo avvio e registrazione... 5 Utilizzo di web profiles... 6 Gestione dei profili... 8 Fasce orarie... 13 Log siti... 14 Pag.

Dettagli

1 Premessa... 2. 1.1. A cosa serve il servizio... 2 1.2. Chi usa il servizio... 2

1 Premessa... 2. 1.1. A cosa serve il servizio... 2 1.2. Chi usa il servizio... 2 Indice 1 Premessa... 2 1.1. A cosa serve il servizio... 2 1.2. Chi usa il servizio... 2 2 Accesso al servizio... 3 2.1 Configurazione minima per l utilizzo... 3 2.2 Accesso alla home page del servizio...

Dettagli

Guida per l'utente alla pianificazione OrgPublisher per tutti i browser

Guida per l'utente alla pianificazione OrgPublisher per tutti i browser Guida per l'utente alla pianificazione OrgPublisher per tutti i browser Sommario Guida per l'utente alla pianificazione OrgPublisher per tutti i browser Sommario Accesso alla pianificazione per tutti i

Dettagli

GUIDA AI CORSI OFFICE PER IL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO

GUIDA AI CORSI OFFICE PER IL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO GUIDA AI CORSI OFFICE PER IL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO INDICE Verifica dei requisiti tecnici... 1 *Rimozione blocco popup... 1 In Internet Explorer... 1 In Mozilla Firefox... 4 In Google Chrome...

Dettagli

Corso base AutoCAD 2D-3D. Corso AA. 2013-2014 Docente : Arch. Antonella Cafiero

Corso base AutoCAD 2D-3D. Corso AA. 2013-2014 Docente : Arch. Antonella Cafiero Corso base AutoCAD 2D-3D Corso AA. 2013-2014 Docente : Arch. Antonella Cafiero 1 - Introduzione ad AutoCAD Interfaccia grafica GUI Uso della tastiera Uso del mouse Barra dei menu Menu di scelta rapida

Dettagli

SistemaPiemonte. Sistema SovraCup Web. Manuale d Uso

SistemaPiemonte. Sistema SovraCup Web. Manuale d Uso SistemaPiemonte Sistema SovraCup Web Manuale d Uso 1 1 Introduzione... 3 2 Autenticazione... 8 3 Identificazione Paziente... 10 3.1 Ricerca Paziente... 10 3.2 Inserimento Paziente... 13 4 Compilazione

Dettagli

GUIDA PER L UTILIZZO DELLA WEBAPP VERSIONE 8

GUIDA PER L UTILIZZO DELLA WEBAPP VERSIONE 8 GUIDA PER L UTILIZZO DELLA WEBAPP VERSIONE 8 Contenuto di questo documento 1. Introduzione... 2 2. Menu Principale... 2 Importa dal mio PC... 5 Scarica Risultati... 5 Salva Progetto... 6 Salva con nome...

Dettagli

Sistemi di Elaborazione delle Informazioni

Sistemi di Elaborazione delle Informazioni Corso di Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche e Ostetriche Sistemi di Elaborazione delle Informazioni - Metodologia della Ricerca applicata - A.A. 2013/14 Docente: Gianni Pantaleo Dipartimento

Dettagli

1. ACCESSO AL PORTALE easytao

1. ACCESSO AL PORTALE easytao 1. ACCESSO AL PORTALE easytao Per accedere alla propria pagina personale e visualizzare la prescrizione terapeutica si deve possedere: - un collegamento ad internet - un browser (si consiglia l utilizzo

Dettagli

Sommario. Requisiti per l utilizzo del servizio

Sommario. Requisiti per l utilizzo del servizio Sommario 1. Requisiti e impostazioni... 2 1.1 Microsoft Internet Explorer 7 e superiori... 3 1.2 Mozilla Firefox 3 e superiori... 8 1.3 Google Chrome 7 e superiori... 8 1.4 Apple Safari 4 e superiori...

Dettagli

Guida all utilizzo di WellyBorsa

Guida all utilizzo di WellyBorsa Guida all utilizzo di WellyBorsa Indice 1. NOTE TECNICHE PER L UTILIZZO 2. INFORMATIVA FINANZIARIA 3. AZIONI: ORDINI DI ACQUISTO 4. AZIONI: ORDINI DI VENDITA 5. OBBLIGAZIONI: ORDINI DI ACQUISTO 6. OBBLIGAZIONI:

Dettagli

Microsoft PowerPoint

Microsoft PowerPoint Microsoft introduzione a E' un programma che si utilizza per creare presentazioni grafiche con estrema semplicità e rapidità. Si possono realizzare presentazioni aziendali diapositive per riunioni di marketing

Dettagli

GUIDA. a cura di Maddalena Dal Degan

GUIDA. a cura di Maddalena Dal Degan ISTITUTO COMPRENSIVO DI VERONELLA E ZIMELLA Commissione Informatica a.s. 2010-2011 Coordinatore di commissione Maddalena Dal Degan GUIDA a cura di Maddalena Dal Degan - Iniziare il progetto pag 3 - I segnalibri

Dettagli

NUOVO PORTALE ANCE. MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI

NUOVO PORTALE ANCE. MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI NUOVO PORTALE ANCE MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI DEI CONTENUTI ACCESSO AL MENU PRINCIPALE PAG. 3 CREAZIONE DI UNA NUOVA HOME PAGE 4 SELEZIONE TIPO HOME PAGE 5 DATA

Dettagli

ART A GEOWEB ART A MANUALE UTENTE. (versione 1.2) Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in agricoltura

ART A GEOWEB ART A MANUALE UTENTE. (versione 1.2) Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in agricoltura ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in agricoltura GEOWEB ART A MANUALE UTENTE (versione 1.2) Luglio 2004 SOMMARIO 1. PREMESSA...3 2. DESCRIZIONE GENERALE...5 2.1. ACCESSO AI DATI AZIENDALI...5

Dettagli

Quinta lezione: Stampare e salvare una mappa

Quinta lezione: Stampare e salvare una mappa Quinta lezione: Stampare e salvare una mappa Stampa e salvataggio in vari formati. Utilizzare il prodotto per inserirlo in relazioni, come base di disegni In questa lezione vedremo come creare una mappa

Dettagli

Pratica guidata 4. Navigare nel web

Pratica guidata 4. Navigare nel web Pratica guidata 4 Navigare nel web Principali browser web e uso del browser Ipertesto e link; Siti e pagine web; Indirizzi web Inserire un indirizzo web e navigare un sito Comprendere cos è e come funziona

Dettagli

INTERNET EXPLORER. Saro Alioto 1

INTERNET EXPLORER. Saro Alioto 1 INTERNET EXPLORER Saro Alioto 1 INTERNET 1960 Nasce con il nome ARPANET per volontà del Dipartimento della Difesa Statunitense, collegando quattro computer, tre in California ed uno in Utah. 1970 Altri

Dettagli

Carlo Mobile Pro. Carlo Mobile Pro è un software per la Lettura con Sintesi Vocale con le seguenti funzioni:

Carlo Mobile Pro. Carlo Mobile Pro è un software per la Lettura con Sintesi Vocale con le seguenti funzioni: Carlo Mobile Pro L installazione crea un icona di Carlo Mobile Pro sul Desktop che serve per avviare il programma. In alternativa, troveremo il nome del programma nel Menù Start (Avvio), all interno della

Dettagli

Lezione 5 Introduzione a Microsoft Excel Parte Seconda

Lezione 5 Introduzione a Microsoft Excel Parte Seconda Lezione 5 Introduzione a Microsoft Excel Parte Seconda Utilizzo delle funzioni... 1 Utilizzo di intervalli nelle formule... 2 Riferimenti di cella e di intervallo... 5 Indirizzi assoluti, relativi e misti...

Dettagli

Prof. Antonio Sestini

Prof. Antonio Sestini Prof. Antonio Sestini 1 - Formattazione Disposizione del testo intorno ad una tabella Selezionare la tabella Dal menù contestuale scegliere il comando «proprietà» Selezionare lo stile di disposizione del

Dettagli