TECNICO SUPERIORE PER LA COMUNICAZIONE E IL MULTIMEDIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TECNICO SUPERIORE PER LA COMUNICAZIONE E IL MULTIMEDIA"

Transcript

1 ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LA COMUNICAZIONE E IL MULTIMEDIA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

2 TECNICO SUPERIORE PER LA COMUNICAZIONE E IL MULTIMEDIA DESCRIZIONE Il Tecnico superiore per la comunicazione e il multimedia opera e collabora nell area della comunicazione, attraverso l insieme dei canali disponibili (per esempio: stampa, internet, intranet, televisione, radio eccetera), utilizzando e integrando i prodotti multimediali, intesi come sintesi tra diverse forme di comunicazione (per esempio: scritta, sonora, iconica, filmica); collabora con il cliente nella scelta delle modalità e degli strumenti di comunicazione più idonei per la realizzazione di un prodotto o di un servizio da promuovere, coordinando in modo appropriato metodologie e differenti media. ATTIVITÀ PROFESSIONALI FONDAMENTALI collabora all analisi delle necessità del cliente, identificando opportunità e vincoli per lo sviluppo di soluzioni di comunicazione; partecipa alle attività di progettazione e design della soluzione, integrando le diverse tecnologie di comunicazione; interviene nelle fasi di individuazione degli strumenti e delle metodologie per la conduzione della attività; contribuisce alle fasi di sviluppo del servizio o del prodotto utilizzando gli strumenti più appropriati; collabora nelle operazioni di installazione e configurazione del prodotto realizzato; partecipa alle attività di collaudo, gestione tecnica, manutenzione e assistenza del servizio o del prodotto realizzato.

3 UNITÀ CAPITALIZZABILE N 1 Il soggetto è in grado di: 1 - Analizzare le necessità del cliente A STANDARD MINIMO DELLE COMPETENZE 1. applicare la teoria e gli strumenti della comunicazione; 2. identificare i criteri di utilizzo dei diversi canali comunicativi; 3. applicare correttamente i principi del marketing e le tecniche di comunicazione informativa e persuasiva; 4. collaborare all'offerta di servizi di comunicazione innovativi e competitivi al cliente; 5. collaborare alla scelta delle soluzioni per la gestione e rappresentazione dei dati multimediali. 1. Per applicare la teoria e gli strumenti della comunicazione, il soggetto ha bisogno di sapere come: combinare segni artificiali per la produzione di codici; utilizzare le possibili codifiche di un messaggio e i canali di trasmissione; produrre messaggi padroneggiando le funzioni comunicative finalizzate ad un obiettivo. 2. Per identificare i criteri di utilizzo dei diversi canali comunicativi, il soggetto ha bisogno di sapere come: definire i principali obiettivi della comunicazione; selezionare i media a seconda del messaggio da veicolare; utilizzare le varie tecnologie multimediali, in sintonia con la pianificazione della campagna pubblicitaria. 3. Per applicare correttamente i principi del marketing e le tecniche di comunicazione informativa e persuasiva, il soggetto ha bisogno di sapere come: adattare le azioni progettuali ad una strategia di marketing; sviluppare azioni di marketing con l'uso di prodotti/servizi multimediali; produrre contenuti con finalità tecnico-informativa o persuasiva.

4 4. Per collaborare all'offerta di servizi di comunicazione innovativi e competitivi al cliente, il soggetto ha bisogno di sapere come: identificare le strutture da articolare per applicazioni di commercio elettronico; utilizzare efficacemente la possibilità di strutturazione degli oggetti con più proprietà per realizzare diverse aggregazioni dinamiche; utilizzare gli strumenti per le transazioni sul web. 5. Per collaborare alla scelta delle soluzioni per la gestione e rappresentazione dei dati multimediali, il soggetto ha bisogno di sapere come: definire criteri di scelta tra Hosting e Housing; applicare correttamente i sistemi di descrizione e memorizzazione dei dati multimediali indipendentemente dal loro contenuto; individuare le possibili caratteristiche di un oggetto multimediale per descriverne il contenuto in termini di grandezze misurabili.

5 Per essere in grado di: B - DECLINAZIONE DI LIVELLO 1. applicare la teoria e gli strumenti della comunicazione; 2. identificare i criteri di utilizzo dei diversi canali comunicativi; 3. applicare correttamente i principi del marketing e le tecniche di comunicazione informativa e persuasiva; 4. collaborare all'offerta di servizi di comunicazione innovativi e competitivi al cliente; 5. collaborare alla scelta delle soluzioni per la gestione e rappresentazione dei dati multimediali. Il soggetto deve dimostrare di: 1. aver compreso la differenza che lega significante e significato; saper descrivere per grandi linee le metodiche di codificazione riferite ai diversi canali di trasmissione; saper individuare la forma più appropriata della comunicazione, puntando di volta in volta l'attenzione su: contenuto, canale, messaggio, ricevente, emittente, codice; a seconda dello scopo della stessa. 2. saper descrivere a grandi linee i possibili obiettivi raggiungibili con la comunicazione d'impresa; saper indicare i media da utilizzare per una determinata campagna di comunicazione; saper utilizzare i sistemi multimediali on line e off line. 3. saper descrivere sinteticamente i principi del marketing strategico, sia di tipo tradizionale sia su internet; comprendere l'efficacia dei prodotti/servizi multimediali, ai fini di sviluppare proposte di comunicazione integrata; aver compreso la funzione del contenuto, sia rispetto alle possibili finalità sia rispetto al medium. Gli indicatori sono: La decodifica del significato dei segni artificiali; l utilizzo degli stili comunicativi differenziati sui diversi canali di trasmissione; la conoscenza delle funzioni della comunicazione. L analisi delle forme di comunicazione d'impresa; l individuazione e l utilizzo dei diversi media; l utilizzo dei vari sistemi multimediali. L individuazione delle possibilità competitive delle aziende marketing oriented; l integrazione nella proposta di comunicazione di nuove soluzioni legate alla multimedialità e alla rete; la predisposizione del contenuto.

6 4. TECNICO SUPERIORE PER LA COMUNICAZIONE E IL MULTIMEDIA saper gestire efficacemente le diverse componenti di un sistema di commercio elettronico; saper produrre diversi output del medesimo portale a seconda delle opzioni utente; saper gestire modalità di transazione sicura. 5. saper valutare la differenza tra hosting e housing; saper riconoscere i sistemi di descrizione dei dati multimediali; saper scegliere le caratteristiche di un oggetto, da implementare nel database, in dipendenza dal dominio applicativo. L ottimizzazione nella gestione dei componenti di un sistema di commercio elettronico; lo sviluppo di portali di tipo dinamico ; la gestione transazioni web sicure. La valutazione di un provider di servizi; l applicazione dell'iter di memorizzazione dei dati multimediali; la pertinenza, in termini di grandezza misurabili, delle caratteristiche dell'oggetto che devono servire alla definizione del dominio applicativo.

7 UNITÀ CAPITALIZZABILE N 2 Il soggetto è in grado di: 2 - Progettare soluzioni di comunicazione A STANDARD MINIMO DELLE COMPETENZE 1. pianificare modalità e strumenti per progettare servizi di comunicazione; 2. collaborare alla valutazione della versatilità e della fruibilità del prodotto / servizio da realizzare; 3. strutturare l`organizzazione dei contenuti da erogare su canali comunicativi identificati; 4. impostare le linee essenziali della progettazione di pagine web statiche e dinamiche; 5. curare la definizione di architetture informative e strutture di navigazione (storyboard); 6. pianificare la creazione dei filmati in funzione dei media da utilizzare per lo streaming; 7. collaborare alla progettazione di database multimediali. 1. Per pianificare modalità e strumenti per progettare servizi di comunicazione, il soggetto ha bisogno di sapere come: sviluppare strategie efficaci utilizzando le informazioni fornite dalle analisi di mercato; organizzare le informazioni in forma testuale, grafica, iconica in relazione al servizio di comunicazione off-line o on-line prescelto; differenziare i diversi elementi della comunicazione simbolica riconoscendone le funzioni ai fini di strategie efficaci; gestire attivamente le diverse forme di comunicazione d'impresa definendo il mix ottimale tra servizi off-line e on-line. 2. Per collaborare alla valutazione della versatilità e della fruibilità del prodotto / servizio da realizzare, il soggetto ha bisogno di sapere come: progettare prodotti/servizi ottimizzando aspetti di versabilità e fruibilità; elaborare proposte per applicazioni aggiornabili dall`utente in modo user-friendly; progettare soluzioni software idonee ad azioni di apprendimento; collaborare alla messa punto di nuovi prodotti/servizi mediante attività di ricerca applicata.

8 3. Per strutturare l`organizzazione dei contenuti da erogare su canali comunicativi identificati, il soggetto ha bisogno di sapere come: studiare connessioni e correlazioni tra prodotti e servizi multimediali e canali mediatici disponibili, individuando gli obiettivi della comunicazione; selezionare i media a seconda del messaggio da veicolare, o viceversa, in base ai vincoli progettuali; analizzare i messaggi nei vari contesti della comunicazione. 4. Per impostare le linee essenziali della progettazione di pagine web, statiche e dinamiche, il soggetto ha bisogno di sapere come: analizzare le caratteristiche principali della progettazione di un sito web; decrivere gli elementi essenziali della struttura di un sito finalizzato alla navigazione; sviluppare le linee essenziali della progettazione di una pagine web sia statica che dinamica; predisporre una base di dati sul server; programmare pagine dinamiche con tecnologie client-server; 5. Per curare la definizione di architetture informative e strutture di navigazione (storyboard), il soggetto ha bisogno di sapere come: definire con chiarezza la scena dello sviluppo del filmato, gli oggetti da muovere con percorsi e relativa tempistica; comprendere l uso ed il significato della timeline e di tutti i suoi componenti con riferimento ai software di sviluppo. 6. Per pianificare la creazione di filmati in funzione dei media da utilizzare per lo streaming, il soggetto ha bisogno di sapere come: utilizzare gli strumenti di disegno e modellazione; utilizzare gli strumenti per la creazione di filmati e animazioni; gestire i linguaggi associati ai software di sviluppo per programmare specifiche funzioni; applicare efficacemente le tecnologie di streaming adattandole ai media da utilizzare e al modello di fruizione del servizio pianificato; 7. Per collaborare alla progettazione di database multimediali, il soggetto ha bisogno di sapere come: utilizzare in modo consapevole semplici modelli di conoscenza fondati su strutture di dati tabellari; progettare soluzioni per analisi, reperimento e presentazione di dati multimediali; identificare le diverse forme di ricerca nei database multimediali.

9 Per essere in grado di: B - DECLINAZIONE DI LIVELLO 1. pianificare modalità e strumenti per progettare servizi di comunicazione; 2. collaborare alla valutazione della versatilità e della fruibilità del prodotto / servizio da realizzare; 3. strutturare l`organizzazione dei contenuti da erogare su canali comunicativi identificati; 4. impostare le linee essenziali della progettazione di pagine web statiche e dinamiche; 5. curare la definizione di architetture informative e strutture di navigazione (storyboard); 6. pianificare la creazione dei filmati in funzione dei media da utilizzare per lo streaming; 7. collaborare alla progettazione di database multimediali, Il soggetto deve dimostrare di: 1. saper utilizzare in maniera appropriata le informazioni del mercato nel progettare la comunicazione; riconoscere la funzione delle informazioni organizzate nelle diverse forme possibili (testuale, grafica, ecc..); saper ricostruire la funzione della rappresentazione simbolica al fine di puntare sui diversi stimoli che si possono produrre; saper utilizzare correttamente le forme di comunicazione ottimizzandole per la tipologia di azienda, obiettivi, budget; saper adattare le modalita` e gli strumenti di progettazione alle modalita` di fruizione della soluzione proposta. 2. saper progettare prodotti/servizi riusabili; saper individuare servizi innovativi, progettati per rimanere competitivi nel medio termine; saper attivare sistemi di content management; Gli indicatori sono: L utilizzo delle informazioni del mercato ai fini del progetto di comunicazione; l uso delle informazioni nelle forme comunicative più adeguate; l utilizzo dei codici di lettura che la rappresentazione simbolica può produrre; la quantificazione dei possibili modi di comunicare dell azienda, allo scopo di produrre una proposta ottimale; la scelta differenziata di modalita` e strumenti, per la comunicazione sia offline che on-line. Lo sviluppo di indagini in grado di individuare prodotti/servizi riusabili; la distinzione di prodotti/servizi maturi da quelli emergenti, in modo da poter proporre investimenti competitivi a medio termine; la creazione di editor web interfacciabili con normali programmi di office;

10 Il soggetto deve dimostrare di: segue punto 2 saper individuare tecniche per la costruzione di comportamenti collegati ad informazioni aggiornabili. 3. saper definire i vincoli tra prodotti/servizi da realizzare e canali mediatici disponibili; saper decidere una strategia tra più alternative, finalizzata ad individuare il prodotto/servizio multimediale da utilizzare in funzione degli obiettivi comunicativi; saper analizzare i diversi modi di comunicare tra emittente e ricevente; saper individuare i parametri dell`atto comunicativo con particolare riferimento al codice e al canale utilizzati. 4. saper definire le principali funzioni di un sito; saper definire il modello di sviluppo della progettazione di un sito web; saper riconoscere i modelli teorici per la navigazione e saperli realizzare praticamente; conoscere gli strumenti per strutturare collegamenti ipertestuali; saper collegare il progetto alle tecniche di ricerca finalizzandolo all`indicizzazione dei principali motori; saper ndividuare le possibili funzioni delle diverse tipologie di pagina web e dei diversi layout; saper organizzare appropriamente i materiali testuali per produrre contenuti web sia statici che dinamici; Gli indicatori sono: la gestione di modalita` di lavoro multiutente attraverso l`attivazione di gerarchie d`accesso; la struttura di sistemi di gestione di contenuti, direttamente da remoto, per personale non esperto; la gestione di database dinamici in grado di pilotare, in maniera variabile, la costruzione di se stessi. L analisi dei macro-vincoli progettuali di una soluzione; l individuazione e l utilizzo dei diversi media; il riconoscimento dei diversi elementi dell`atto comunicativo. La conoscenza dei principi di utilita` e usabilita` di un sito web; la conoscenza delle tecniche per la pianificazione di un progetto; l utilizzo di metodologie appropriate per potenziare l`interattivita` dei siti la conoscenza delle principali tecniche sui motori di ricerca; la capacita` di registrazione sui motori; l Impostazione di pagine per il posizionamento ottimale sui motori; la conoscenza degli elementi funzionali e gli elementi strutturali di pagine web statiche e dinamiche; la conoscenza dei metodi per produrre contenuti per il web, a partire da testi in formato cartaceo ed elettronico;

11 Il soggetto deve dimostrare di: segue punto 4 saper individuare le possibili forme di interattività attraverso l`uso di interfacce grafiche. 5. saper produrre la specifica dalla quale emergano le caratteristiche generali del filmato: quanto a scena, animazioni, numeri di fotogrammi, ecc.; comprendere i vari aspetti della timeline analizzando i livelli, i fotogrammi chiave con la tecnica dei cartoni animati. 6. saper progettare soluzioni complesse con output differenziati rispetto ai vincoli presenti; saper utilizzare gli strumenti disponibili per rendere scalabile il formato video; saper definire il livello di compressione. 7. saper costruire modelli per rappresentare informazioni in forma di basi di dati; saper distinguere i fattori caratteristici di un recordset; saper organizzare i dati di un processo multimediale per: memorizzarli, estrarli tramite interrogazione e presentarli all'utente; saper definire la sequenza per identificare gli oggetti di interesse, estrarre le caratteristiche e riconoscere i concetti; saper individuare, all`interno degli oggetti, criteri di indicizzazione sulla base di caratteristiche e concetti; Gli indicatori sono: la comprensione dei principi di utilizzo di colori, immagini bitmap e vettoriali, sfondi e font, allo scopo di integrarli in una pagina con caratteristiche di usabilità; la conoscenza delle funzioni degli strumenti di interattività, quali aree riservate, menu a scomparsa e form. La costruzione di animazioni, immagini e filmati interattivi; l illustrazione della scena: scelta della linea temporale, individuazione dei fotogrammi chiave e identificazione dei livelli. La proposta di efficaci soluzioni differenziate; la precisione nelle operazione di editing di pagine, applicati su diversi formati video; la precisione nella scelta del rendering finale. La produzione modelli matematici tabellari; l assegnazione a ciascun campo del formato richiesto dalla tipologia di dato e dalle esigenze computazionali; la costruzione di un insieme di record, dopo aver filtrato dati rispondenti a determinate condizioni; la produzione ed interrogazione di database multimediali, con la produzione dei documenti di presentazione.

12 Il soggetto deve dimostrare di: segue punto 7 Gli indicatori sono: saper applicare correttamente le modalità di ricerca, rispetto ai diversi criteri possibili. l individuazione delle principali peculiarita` della popolazione del DB, finalizzate a forme di riconoscimento, quali le caratteristiche e i concetti; l individuazione delle procedure più idonee per indicizzare gli oggetti; l utilizzo di query.

13 UNITÀ CAPITALIZZABILE N Individuare strumenti di comunicazione multimediale Il soggetto è in grado di: A STANDARD MINIMO DELLE COMPETENZE 1. individuare gli strumenti grafici e i sofware e le relative metodologie di utilizzo per produrre immagini e animazioni; 2. individuare risorse e metodologie per l`elaborazione di suoni digitali; 3. individuare risorse e metodologie per l`elaborazione dei principali tool di editing video; 4. individuare gli strumenti per la realizzazione di un sito web. 1. Per individuare gli strumenti grafici e i software e le relative metodologie di utilizzo per produrre immagini e animazioni, il soggetto ha bisogno di sapere come: utilizzare adeguatamente il software dedicato; applicare correttamente il bilanciamento dei colori; applicare i principi della percezione visiva; utilizzare efficacemente gli effetti grafici speciali; individuare le caratteristiche grafiche delle immagini; utilizzare gli strumenti hardware e software più comuni per acquisire immagini destinate alla rielaborazione; scegliere gli strumenti e i software per la creazione di animazioni. 2. Per individuare risorse e metodologie per l`elaborazione di suoni digitali, il soggetto ha bisogno di sapere come: applicare i principi della percezione sonora; utilizzare gli strumenti software che possono creare suoni per applicazioni multimediali.

14 3. Per individuare risorse e metodologie per l`elaborazione dei principali tool di editing video, il soggetto ha bisogno di sapere come: utilizzare gli strumenti di disegno e modellazione; utilizzare gli strumenti per la creazione di filmati e animazioni; gestire i linguaggi associati ai software di sviluppo per programmare specifiche funzioni; utilizzare gli strumenti software a disposizione per trattare il video; usare adeguatamente gli strumenti software per la compressione, anche in relazione ad una potenziale messa in rete dei video. 4. Per individuare gli strumenti per la realizzazione di un sito web, il soggetto ha bisogno di sapere come: descrivere gli elementi essenziali della struttura di un sito finalizzati alla navigazione; tener conto della tecnologia web nella progettazione di siti; impostare un web server finalizzandolo ai diversi aspetti di scrittura di basi di dati, di sicurezza, di gestione aree riservate.

15 Per esser in grado di: B - DECLINAZIONE DI LIVELLO 1. individuare gli strumenti grafici e i sofware e le relative metodologie di utilizzo per produrre immagini e animazioni; 2. individuare risorse e metodologie per l`elaborazione di suoni digitali; 3. individuare risorse e metodologie per l`elaborazione dei principali tool di editing video; 4. individuare gli strumenti per la realizzazione di un sito web. Il soggetto deve dimostrare di: 1. saper valorizzare le principali funzionalità di tool specifici saper scegliere i vari formati grafici in funzione delle diverse applicazioni; saper scegliere i metodi e i modelli di colore consentiti dai software applicativi; saper decidere se e quando usare i filtri per produrre effetti speciali, in riferimento alla tipologia di applicazione essere in grado di utilizzare le funzioni dei principali strumenti hardware per l acquisizione di immagini e i software dedicati per la successiva rielaborazione; utilizzare efficacemente gli strumenti e i software dedicati per la creazione di animazioni. 2. saper tenere conto della resa che i suoni possono avere, in funzione del medium utilizzato; saper utilizzare le caratteristiche e le funzioni dei principali strumenti di editing audio. Gli indicatori sono: L utilizzo dei principali software per la grafica; la distinzione tra i vari formati Graphics Interchange Format (GIF), GIF trasparenti, Joint Photographics Export Group (JPEG); la comprensione dei principi e della potenzialita` della grafica vettoriale; l utilizzo dei modelli HSB, RGB, CMYK; la determinazione della gamma e dei canali del colore; la determinazione dei valori cromatici con grado di accuratezza; l uso degli strumenti di disegno del tool utilizzato; l impiego di scanner e macchine fotografiche digitali; l impiego di strumenti e software per l`animazione. L utilizzo delle tecniche di registrazione e di editing sonoro; L importazione e l esportazione di file MIDI e file Audio.

16 Il soggetto deve dimostrare di: 3. saper predisporre la grafica da montare nell'animazione; saper utilizzare efficacemente i software dedicati per la creazione di filmati e animazioni; saper utilizzare in maniera appropriata il linguaggio di scripting per quelle funzioni che non si riesce a produrre direttamente tramite il software dedicato; saper individuare le procedure per utilizzare gli strumenti e le tecnologie relative al video; saper distinguere tra CODEC hardware e CODEC software; saper definire i vari compressori (ad esempio: MPEG, M-JPEG, DIVX). 4. saper realizzare modelli per la navigazione; saper utilizzare correttamente i linguaggi di markup saper individuare gli strumenti per amministrare siti web e il protocollo FTP Gli indicatori sono: L utilizzo degli strumenti per: selezione, raggruppamento, spostamento, trasformazione, riflessione e ripristino di oggetti; l utilizzo di software dedicati per la creazione di filmati e animazioni ; l utilizzo del pannello azione e di assegnazione di azioni ad un fotogramma, ad un filmato e a un pulsante; l editing di base su video; l individuazione dei codec per produzione di video digitali; l individuazione del formato di una clip (ad esempio: AVI, MPG, QTM). L'applicazione delle tecniche per la navigazione, utilizzando: etichette, indicatori di pagina e finestre secondarie; l applicazione dei principi dei linguaggi markup; l amministrazione di un server web.

17 UNITÀ CAPITALIZZABILE N Sviluppare soluzioni di comunicazione multimediale Il soggetto è in grado di: A STANDARD MINIMO DELLE COMPETENZE 1. applicare i protocolli appropriati per le operazioni di interazione con reti telematiche, sia fisse che mobili; 2. sviluppare soluzioni di immagini grafiche; 3. sviluppare soluzioni video; 4. affrontare il problema di assemblare vari tipi di file multimediali (immagini bitmap, vettoriali, suoni) all'interno di un'animazione. 1. Per applicare i protocolli appropriati per le operazioni di interazione con reti telematiche, sia fisse che mobili, il soggetto ha bisogno di sapere come: differenziare i vari tipi di rete; utilizzare il protocollo TCP/IP; padroneggiare le limitazioni presenti nei vari tipi di rete, al fine di sviluppare soluzioni e prestazioni coerenti con le specifiche richieste. 2. Per sviluppare soluzioni di immagini grafiche, il soggetto ha bisogno di sapere come: individuare, in base alle esigenze d'uso: tipologia grafica, formato elettronico, e caratteristiche generali da impartire alle immagini; applicare le tecniche di trattamento e compressione delle immagini; produrre animazioni e rollover. 3. Per sviluppare soluzioni video, il soggetto ha bisogno di sapere come: elaborare ed analizzare le proprietà di una traccia video; utilizzare efficacemente le tecnologie di streaming; usare adeguatamente le tecniche per la realizzazione di DVD (Digital Video Device); impostare la pubblicazione di un filmato. 4. Per affrontare il problema di assemblare vari tipi di file multimediali (immagini bitmap, vettoriali, suoni) all'interno di un'animazione, il soggetto ha bisogno di sapere come: importare immagini e video nell'ambiente di sviluppo; individuare le fasi per l'inserimento e la sincronizzazione di audio nei filmati.

18 Per essere in grado di: B - DECLINAZIONE DI LIVELLO 1. applicare i protocolli appropriati per le operazioni di interazione con reti telematiche, sia fisse che mobili; 2. sviluppare soluzioni di immagini grafiche; 3. sviluppare soluzioni video; 4. affrontare il problema di assemblare vari tipi di file multimediali (immagini bitmap, vettoriali, suoni) all'interno di un'animazione, Il soggetto deve dimostrare di: 1. riconoscere appropriatamente i protocolli Transmission Control Protocol/Internet Protocol (TCP/IP) in uso; saper gestire l architettura client server; saper utilizzare in maniera adeguata gli indirizzi IP; saper adattare le soluzioni sviluppate alle caratterstiche prestazionali delle varie reti mobili. 2. saper progettare la grafica per una specifica applicazione; saper applicare le tecniche di elaborazione delle immagini, volte a consentirne l'utilizzo in applicazioni specifiche, con caratteristiche complessivamente ottimizzate; utilizzare i principali tool per animazioni. 3. saper utilizzare il software dedicato, per intervenire sulle caratteristiche della traccia video; saper applicare le tecnologie di streaming saper applicare le tecniche di produzione; saper analizzare le caratteristiche di pubblicazione di un documento di animazione multimediale, per renderlo fruibile in formati diversi. Gli indicatori sono: La gestione del protocollo TCP/IP; la distinzione tra IP dinamico e IP statico; la distinzione tra protocolli di reti dati mobili WiFi e bluetooth; la distinzione tra terminali mobili di diversa generazione. L utilizzo di formati vettoriali; l esportazione di immagini in formato GIF e JPEG; la descrizione delle caratteristiche dei formati lossy e lossless; l utilizzo di immagini GIF e Jpeg; la creazione, gestione e modifica di rollover e gif animate. L utilizzo del software per il trattamento e la modifica di una traccia video; l utilizzo delle tecnologie di streaming; la realizzazione di supporti di memorizzazione (ad esempio: Digital Video Device (DVD); la riproduzione di filmati; la personalizzazione dei modelli di pubblicazioni in formato web.

19 Il soggetto deve dimostrare di: 4. saper importare immagini e file video nel formato utilizzabile all'interno dell'ambiente di sviluppo utilizzato; saper sincronizzare audio, governando le problematiche connesse, anche con l'utilizzo di opportuni programmi specifici. Gli indicatori sono: L importazione e la manipolazione di immagini ; la compressione spaziale e temporale; l inserimento di file video; importazione di videoclip ; inserimento di file audio in un filmato o ad un pulsante.

20 UNITÀ CAPITALIZZABILE N Installare e configurare prodotti di comunicazione multimediale A STANDARD MINIMO DELLE COMPETENZE Il soggetto è in grado di: 1. installare servizi di comunicazione; 2. configurare servizi di comunicazione. 1. Per installare servizi di comunicazione, il soggetto ha bisogno di sapere come: identificare i servizi di comunicazione realizzati; installare i servizi web da integrare con la soluzione multimediale realizzata; individuare gli strumenti per azioni di metaindicizzazione. 2. Per configurare servizi di comunicazione, il soggetto ha bisogno di sapere come: gestire un pannello di controllo per la configurazione di account; usare adeguatamente tecniche di registrazione nei motori e nelle directory; utilizzare i tool di registrazione nei motori.

21 B - DECLINAZIONE DI LIVELLO Per esser in grado di: 1. installare servizi di comunicazione; 2. configurare servizi di comunicazione, Il soggetto deve dimostrare di: 1. saper integrare i servizi di comunicazione realizzati; saper produrre pagine web, ottimizzate per i principali motori con riferimento a parole chiave. Gli indicatori sono: L integrazione di servizi di comunicazione; l individuazione e la sperimentazione delle parole chiave. 2. essere in grado di utilizzare proficuamente i servizi di web; comprendere l'html, elaborandone le istruzioni finalizzate al posizionamento ottimale nei motori; essere in grado di effettuare la registrazione nei motori. La configurazione di un account di posta via web ; la sperimentazione di metodi di upload e registrazione; la scelta degli strumenti di ottimizzazione sui motori.

22 Il soggetto è in grado di: UNITÀ CAPITALIZZABILE N Collaudare, gestire e manutenere le soluzioni di comunicazione multimediale A STANDARD MINIMO DELLE COMPETENZE 1. collaudare servizi di comunicazione; 2. gestire servizi di comunicazione; 3. manutenere servizi di comunicazione. 1. Per collaudare servizi di comunicazione, il soggetto ha bisogno di sapere come: attivare il servizio di comunicazione; formare il personale coinvolto nel servizio; rilevare eventuali anomalie di funzionamento del servizio, dal punto di vista sia tecnico che organizzativo. 2. Per gestire servizi di comunicazione, il soggetto ha bisogno di sapere come: documentare l utilizzo del servizio di comunicazione multimediale; individuare le principali caratteristiche dei web server; applicare correttamente i sistemi di: modellazione, memorizzazione e recupero di dati, presenti nel database 3. Per manutenere servizi di comunicazione, il soggetto ha bisogno di sapere come: risolvere i problemi di manutenzione di siti; intervenire nella manutenzione di contenuti; collaborare al mantenimento di informazioni strutturate in forma di database.

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive 1 MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive Cos è un servizio di e-learning SaaS, multimediale, interattivo

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Appunti di Antonio Bernardo

Appunti di Antonio Bernardo Internet Appunti di Antonio Bernardo Cos è Internet Internet può essere vista come una rete logica di enorme complessità, appoggiata a strutture fisiche e collegamenti di vario tipo (fibre ottiche, cavi

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

12 famiglie e tipi di file (estensioni più comuni)

12 famiglie e tipi di file (estensioni più comuni) 12 famiglie e tipi di file (estensioni più comuni) Ogni file è caratterizzato da un proprio nome e da una estensione, in genere tre lettere precedute da un punto; ad esempio:.est Vi sono tuttavia anche

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

RedDot Content Management Server Content Management Server Non sottovalutate il potenziale della comunicazione online: usatela! RedDot CMS vi permette di... Implementare, gestire ed estendere progetti

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Accesso in cloud alle informazioni mul1mediali, provenien1 da più fon1 e canali di comunicazione (Es. rassegna stampa)

Accesso in cloud alle informazioni mul1mediali, provenien1 da più fon1 e canali di comunicazione (Es. rassegna stampa) Accesso in cloud alle informazioni mul1mediali, provenien1 da più fon1 e canali di comunicazione (Es. rassegna stampa) Massimiliano Viglian1 Solu1on Specialist Applica1on Division CBT Comunicazione integrata

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI 6.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si articola in quattro fasi. Il Valutatore deve: 1 leggere il questionario;

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello del sistema 4 2.1 Requisiti hardware........................ 4 2.2 Requisiti software.........................

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale!

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET consente la piena digitalizzazione della scuola: completa

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Email Ras - CARROZZIERI Pag. 1 di 17 Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Notizie Generali Email Ras - CARROZZIERI Pag. 2 di 17 1.1 Protocollo Gruppo RAS Questo opuscolo e riferito al Protocollo

Dettagli

Informatica. Scopo della lezione

Informatica. Scopo della lezione 1 Informatica per laurea diarea non informatica LEZIONE 1 - Cos è l informatica 2 Scopo della lezione Introdurre le nozioni base della materia Definire le differenze tra hardware e software Individuare

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

Altre opzioni Optralmage

Altre opzioni Optralmage di Personalizzazione delle impostazioni............ 2 Impostazione manuale delle informazioni sul fax......... 5 Creazione di destinazioni fax permanenti................ 7 Modifica delle impostazioni di

Dettagli

Come difendersi dai VIRUS

Come difendersi dai VIRUS Come difendersi dai VIRUS DEFINIZIONE Un virus è un programma, cioè una serie di istruzioni, scritte in un linguaggio di programmazione, in passato era di solito di basso livello*, mentre con l'avvento

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Ufficio del Responsabile Unico della Regione Sicilia per il Cluster Bio-Mediterraneo

Dettagli

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it IDom MANUALE UTENTE Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it 2 COPYRIGHT Tutti i nomi ed i marchi citati nel documento appartengono ai rispettivi proprietari. Le informazioni

Dettagli

Web Conferencing and Collaboration tool

Web Conferencing and Collaboration tool Web Conferencing and Collaboration tool La piattaforma Meetecho Piattaforma di Web Conferencing e Collaborazione on line in tempo reale Caratteristiche generali Soluzione client-server progettata per essere

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 -

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - L esposizione universale è, per eccellenza, il luogo delle visioni del futuro. Nutrire il pianeta, Energia per la vita è l invito

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida LINEE GUIDA per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione (CEV) ai sensi dell art. 4, comma 4 del Decreto Ministeriale

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE???

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Opportunità di lavoro: ICT - Information and Communication Technology in Azienda Vendite Acquisti Produzione Logistica AFM SIA ICT

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Tobia Castaldi Alessandro Amirante Lorenzo Miniero Simon Pietro Romano Giorgio Ventre 02/10/2009 GARR 2009 "Network

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Business Intelligence

Business Intelligence aggregazione dati Business Intelligence analytic applications query d a t a w a r e h o u s e aggregazione budget sales inquiry data mining Decision Support Systems MIS ERP data management Data Modeling

Dettagli

Descrizione tecnica Indice

Descrizione tecnica Indice Descrizione tecnica Indice 1. Vantaggi del sistema Vertical Booking... 2 2. SISTEMA DI PRENOTAZIONE ON LINE... 3 2.1. Caratteristiche... 3 I EXTRANET (Interfaccia per la gestione del programma)... 3 II

Dettagli

Claudio Benetti USARE PREMIERE PRO. Manuale d uso

Claudio Benetti USARE PREMIERE PRO. Manuale d uso Claudio Benetti USARE PREMIERE PRO Manuale d uso Questo manuale è distribuito per uso strettamente personale. Nessuna parte di esso può essere copiata o distribuita in qualsiasi forma, compresa quella

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli