N Titolo Testata-Edizione Data 1 Innaffiate le strade con litri d'acqua Il Piccolo Gorizia L'opposizione: no a interventi-tampone

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "N Titolo Testata-Edizione Data 1 Innaffiate le strade con 35000 litri d'acqua Il Piccolo Gorizia 23-02-2008 2 L'opposizione: no a interventi-tampone"

Transcript

1 N Titolo Testata-Edizione Data 1 Innaffiate le strade con litri d'acqua Il Piccolo Gorizia L'opposizione: no a interventi-tampone Il Piccolo Gorizia Siglato il "Patto per lo sviluppo" Il Piccolo Gorizia La borghese palazzina liberty si trasforma in Casa dell'impresa Il Piccolo Gorizia Su 10 assunti 8 sono a tempo indeterminato Il Piccolo Gorizia Via dalle case 8000 mq di tetti in eternit Il Piccolo Gorizia L'Ascom risponde ai consumatori: "I prezzi sono gia' fermi" Il Piccolo Gorizia "L'ex cava non ospiti i detriti dei cavalcavia" Il Piccolo Gorizia Regge al traffico la nuova bretella di San Polo Il Piccolo Monfalcone Lunedi' un convegno sul Distretto tecnologico Il Piccolo Monfalcone Piani fa appello alla Provincia: Il Piccolo Monfalcone Riecco le targhe alterne Messaggero Veneto Gorizia PAtto per lo sviluppo Messaggero Veneto Gorizia Contributi per la rimozione dell'amianto Messaggero Veneto Gorizia Domani al via la corsa campestre Messaggero Veneto Gorizia Convegno sulla navalmeccanica Messaggero Veneto Gorizia

2 23 FEB 2008 Il Piccolo Gorizia Citta' pagina 20 Innaffiate le strade con litri d acqua I volontari hanno svuotato sette autobotti La polemica sul lavaggio delle strade, l assessore all ambiente Francesco Del Sordi se l aspettava. Certo, però, non si aspettava di venire accusato di aver spruzzato l acqua solo intorno alle centraline di rilevamento delle Pm10. «Alla luce della polemica sollevata dal consigliere Marincic - è la risposta dell amministratore -, il quale sostiene che il lavaggio strade è stato effettuato prevalentemente in via Duca d'aosta, per doveroso rispetto del lavoro dei volontari della Protezione civile, ritengo opportuno comunicare che i volontari hanno caricato 7 botti (35 mila litri d acqua) e hanno operato gratis dalle alle Sono passati in via di Manzano-via Duca d Aosta, in via Sauro e in via De Gaspari andata e ritorno. Hanno percorso via di Manzano, corso Italia, via XXIV Maggio e di nuovo via Duca D Aosta. Hanno attraversato Corso Italia e Corso Verdi fino alla stazione; da via Aquileia hanno raggiunto la Cassa di Risparmio di Lucinico in via Udine percorrendo la rotonda e il viadotto Ragazzi del 99. Di ritorno hanno poi effettuato due giri in via della Barca e via Aquileia». Ieri «altri volontari hanno bagnano le strade con percorsi analoghi e piccole deviazioni. «Non ritengo - conclude Del Sordi - che questi attacchi politici debbano essere fatti anche nei confronti di persone che operano per tutelare la salute pubblica in modo volontario». Box

3 23 FEB 2008 Il Piccolo Gorizia Citta' pagina 20 AMBIENTE Waltritsch: «Il sindaco non aveva detto che non ci sarebbero state limitazioni al traffico?» L opposizione: no a interventi-tampone Rota (Pd): «Servono provvedimenti organici, non aspirine» Livio Bianchini (Rc) presentò in Consiglio un ordine del giorno che chiedeva l attuazione del Piano del traffico: «Ma l hanno bocciato» «Sono provvedimenti-tampone che aiutano a superare il momento di crisi contingente ma che non risolvono affatto il problema. Sono delle semplici Aspirine. La verità è che quest amministrazione comunale non fa abbastanza per l ambiente. Non si affronta l emergenza dell inquinamento in questa maniera». Marco Rota, consigliere comunale del Partito democratico, non va per il sottile. E fa eco alle perplessità già espresse ieri sulle pagine di questo giornale da Marko Marincic (Forum). «Non mi si venga a dire che non permettere il traffico ai vecchi ciclomotori è una risposta reale al problema dello smog. Così come, non credo che con gli appelli a tenere le auto in garage si vada lontano. Il problema dell inquinamento - argomenta Rota - va affrontato in maniera strutturale e non con interventi episodici, sperando sempre che si scateni Giove pluvio e porti via le polveri sottili. Ciò che più mi sorprende è che la lotta all inquinamento Via Di Manzano bagnata dopo il passaggio dell autobotte che ha innaffiato la strada era uno degli elementi-cardine di quest amministrazione comunale ma non mi sembra che i risultati siano così esaltanti». Rota ha qualcosa da ridire anche sulla decisione di interdire domani al traffico le auto a benzina pre-euro 1, quelle più vecchie. «In questa maniera, chi si va a colpire? Quelle famiglie che non hanno un automobile che risponde alle moderne normative: quelle famiglie, cioé, che non possono permettersi un auto nuova». Rota, pertanto, ha molte perplessità. Ales Waltritsch (Forum) preferisce - invece - evidenziare le differenze di vedute, emerse in tempi non sospetti, fra il sindaco Romoli e l assessore comunale all Ambiente Francesco Del Sordi. «Lunedì, ci saranno le targhe alterne? Come volevasi dimostrare. Ricordo ancora le parole del sindaco Romoli quando zittì il suo assessore (Del Sordi, ndr), il quale ebbe la grande colpa di dichiarare che se ci fossero stati sforamenti delle Pm 10 ci sarebbero stati provvedimenti restrittivi al traffico. Del Sordi non fece altro che ricordare l attuazione del Piano d azione comunale. Ebbene, oggi l emergenza c è: forse anche Romoli si renderà conto che se ne avessimo parlato di tale problema già sei mesi fa, forse anche con l ausilio dell opposizione si sarebbero potuti studiare interventi strutturali». Già Livio Bianchini (Rc) sollevò il problema in Consiglio comunale ma la sua mozione fu bocciata. Nel documento, fra le altre cose, si chiedeva all amministrazione comunale di confermare quanto previsto dal Piano del traffico della giunta precedente, prevedendo l incentivazione del trasporto pubblico con la decisione di portare la tariffa giornaliera dei bus a un euro. Non solo. Bianchini auspicò che venisse utilizzato il piazzale della Casa rossa come «confortevole e appetitoso parcheggio». Infine, «si potrebbe predisporre da tale area di sosta un servizio di bus-navetta o trenino - concludeva Bianchini - ai potenziali visitatori del castello. Una serie di idee che possono essere interessanti alternative all ipotetico e costoso ascensore al maniero». Ma un passaggio fece diventare «ostico» l ordine del giorno alla maggioranza di centrodestra: e cioé quando il consigliere comunale Bianchini chiese che l attuale giunta si impegnasse «a confermare ed attuare gli indirizzi politico-amministrativi della precedente amministrazione che nello specifico riguardano principalmente il piano del traffico, il piano del commercio e i grandi eventi su scala internazionale». fra. fa. Taglio medio

4 23 FEB 2008 Il Piccolo Gorizia Citta' pagina 21 Gherghetta: «Convocheremo una conferenza». I sindacati: «Vogliamo essere coinvolti» Siglato il «Patto per lo sviluppo» «Non possiamo sentirci dire di avere il tasso di disoccupazione fra i più bassi d Italia e poi, in un altra ricerca rivelatasi fortunatamente sballata, vedere la nostra economia al penultimo posto come tasso di crescita. Questo per dire una volta di più che le statistiche vanno prese con le molle. Ad ogni modo, la Provincia, assieme all Assindustria, ha siglato un patto: e nelle prossime settimane organizzeremo assiene la nuova conferenza economica per l Isontino». Il presidente Enrico Gherghetta passa dalle parole ai ftti. Ieri mattina - partecipando per pochi minuti alla presentazione dei dati occupazionali - ha illustrato il progetto dell amministrazione provinciale. «Abbiamo già elaborato un programma in dieci punti che discuteremo assieme durante la conferenza economica. L Isontino ha tutte le potenzialità per continuare a svilupparsi». Una notizia appresa con un certa soddisfazione da Cgil, Cisl e Uil. «L importante è che questi dieci punti non vengano imposti ma ci sia la possibilità per tutti i soggetti di portare al tavolo proposte e idee concrete», la sottolineatura di Umberto Brusciano, segretario della Cisl. fra. fa. Box

5 23 FEB 2008 Il Piccolo Gorizia Citta' pagina 21 e Un piccolo gioiello architettonico: il testamento che lasciava l immobile al Comune fu impugnato dai parenti di Carmela Olivo Villa Olivo è chiusa dal 2003: da quando è morta l ultima proprietaria. Risolto il contenzioso sull eredità tra i nipoti di Carmela Olivo e il Comune di Gorizia, l edificio di corso Italia è stato acquistato dalla Provincia per 930 mila euro e ora, poco alla volta, verrà sistemato per ospitare la Casa dell impresa. La facciata e il giardino sono stati già ripuliti. Una sistemata l hanno ricevuta anche il tetto e le grondaie e presto toccherà al resto. Ma dentro cosa c è? In che condizioni si trova l edificio? Sono domande che si pongono tutte le persone che sfilano quotidianamente davanti al portone in ferro battuto del civico 61. La curiosità di scoprire cosa si nasconde dietro a una porta chiusa è sempre irresistibile. Ebbene, Villa Olivo rappresenta un piccolo gioiello nel centro della città. Infilata tra l imponenza del palazzo della Provincia e il Gorizia Palace hotel, sembra essere lei la nota stonata di un contesto urbano che si è sviluppato quasi senza tenere conto della sua presenza La Provincia ha investito 930mila euro nell acquisto della villa di corso Italia La borghese palazzina liberty si trasforma in Casa dell impresa Ieri il presidente della Provincia di Gorizia Enrico Gherghetta ha fatto aprire per noi le porte di quell edificio dal gusto così retrò e - sorpresa - lo stato di conservazione, se non è ottimo, è per lo meno buono. Ad accompagnarci nel «viaggio» all interno di Villa Olivo c erano l assessore al bilancio Sara Vito, il geometra Flavio Tuzzi e l addetto stampa della Provincia Stefano Caso. L edificio è stato svuotato completamente un paio di settimane fa. Il giro turistico parte dal seminterrato. Dietro la porta a vetri che si trova sulla facciata principale, proprio sotto la scalinata, si trova un corridoio. Per portare all antico splendore il pavimento in marmo coperto di polvere basterà una bella lucidata. L allagamento registrato alcuni anni fa non ha provocato danni al parquet delle stanze laterali. Non mancano i segni di umidità, ma sono pochi. L odore di chiuso, gli infissi interni in legno, le vetrate lavorate delle porte e la carta da parati con motivi floreali portano indietro nel tempo. La sensazione è di trovarsi dentro a un romanzo di Italo Svevo. L edificio in fondo è del 1890 e il primo romanzo del signor Ettore Schmitz, Senilità, è di appena due anni più giovane. Salendo le scale, la prima cosa che si nota del piano nobile è una splendida vetrata con cristalli molati: fa da parete alla stanza dove una volta si trovava la biblioteca. Qui l unico ambiente che stona nel contesto retrò è il bagno. Ai lati del corridoio si aprono diversi ambienti con soffitti che oggi, nell era del risparmio energetico, appaiono inutilmente alti. Salendo ancora si arriva alla stanza dove tutti vorrebbero avere il proprio studio: la veranda. Anche se il panorama su cui si affaccia la vetrata liberty di villa Olivo non è eccezionale, la stanza ha un fascino unico. La luce penetra all interno innondando ogni centimetro di pavimento e a rendere il colpo d occhio ancora più suggestivo è l ampia arcata in legno che divide in due l ambiente. Al secondo piano sono almeno tre le stanze che avrebbero bisogno di una sistemata, ma nel complesso, anche qui, la situazione non è drammatica. Il caminetto in pietra bocciardata sembra quasi che non sia mai stato acceso. Qualunque sarà la destinazione finale dell edificio, sono senza dubbio da recuperare le mascherine in metallo lavorato degli interrutori elettrici, molto più calde di quelle moderne in plastica colorata. Il viaggio si conclude nel giardino. Qui gli operai sono intervenuti in modo massiccio. Oltre a eliminare gli arbusti cresciuti in questi anni perfino tra il porfido, hanno potato alcune piante e tagliato l erba. La serra di vetro è l opera in peggiore stato di conservazione. I vetri rotti sono numerosi. Il gazebo invece è un gioiellino e la piccola fontana ellittica attende di poter ricominciare a zampillare. Stefano Bizzi Il giardino interno (poco conosciuto) di villa Olivo e, sopra, la facciata dell edificio acquistato dalla Provincia che realizzerà in quei locali lo sportello per l impresa Taglio medio

6 23 FEB 2008 Il Piccolo Gorizia Citta' pagina 21 In aumento sia i contratti atipici sia i precari. In calo il ricorso alla cassa integrazione. Di Bert (Assindustria): «Puntare sulla logistica» Su 10 assunti 8 sono a tempo determinato Gherghetta annuncia: «Prossimalaconvocazione del Patto per lo sviluppo» GORIZIA Cresce l occupazione nell Isontino. Nel senso che aumentano (ed è il rovescio della medaglia) i contratti a tempo determinato che costituiscono ormai l 80% del totale delle assunzioni. A fotografare l andamento del mercato occupazionale è l Agenzia regionale del lavoro che - ieri mattina - ha presentato il consuntivo del quarto trimestre del 2007 e le previsioni per il primo trimestre Il presidente della Provincia Enrico Gherghetta ha sfruttato l occasione per annunciare che nelle prossime settimana si aprirà una conferenza economica, denominata «Patto per lo sviluppo». A pagina 21 Apertura

7 23 FEB 2008 Il Piccolo Gorizia Citta' pagina 21 Buon andamento delle esportazioni. Di Bert (Assindustria): «Gorizia sta soffrendo. La città deve puntare decisa sulla logistica» Su 10 assunti 8 sono a tempo determinato In aumento sia i contratti atipici che precari. In calo il ricorso alla Cassa integrazione Secondo la banca-dati Netlabor, gli avviamenti al lavoro nel terzo trimestre 2007 sono stati 7805 con un incremento del 3,61% sullo stesso trimestre dell anno precedente di Francesco Fain Cresce l occupazione nell Isontino. Nel senso che aumentano (ed è il rovescio della medaglia) i contratti a tempo determinato che costituiscono ormai l 80% del totale delle assunzioni. A fotografare l andamento del mercato occupazionale è l Agenzia regionale del lavoro che - ieri mattina - ha presentato il consuntivo del quarto trimestre del 2007 e le previsioni per il primo trimestre Non è stata la solita conferenza stampa in cui si è parlato esclusivamente di dati. La presenza dei rappresentanti delle categorie (c erano fra gli altri Gianfranco Di Bert dell Assindustria e Ervino Nanut della Confcooperative) e dei sindacati ha fatto sì che si sviluppasse un dibattito sul futuro economico di quest area fra visioni più pessimistiche (quelle delle forze sociali) e più ottimistiche (Unione degli industriali in testa). I DATI. A fare gli onori di casa l assessore provinciale al Lavoro, Marino Visintin. «A livello consuntivo - la sottolineatura di Visintin e degli esperti dell Agenzia regionale -, i dati Confindustria per la provincia di Gorizia hanno confermato la tenuta molto positiva delle vendite totali (+8,1%) sospinte da quelle all estero (+19,2%). Decisa è stata, invece, la flessione delle vendite interne (da 4,1 nel trimestre precedente a +1,7%). È rallentato l incremento dei prezzi dei materiali, ma anche quello dei prodotti finiti, con tutto ciò che comporta per la compressione dei margini. Su base congiunturale, il dato sull occupazione è risultato essere negativo (-0,4%)». Secondo la banca-dati Netlabor, gli avviamenti al lavoro nel terzo trimestre 2007 sono stati con un incremento del 3,61% sul corrispondente trimestre dell anno precedente. L aumento è stato molto elevato nel settore agricolo (+849 unità pari al 64%) e nei servizi ( pari al 47,3%). In rallentamento la dinamica dell industria (+6,8%) ove si è registrata una crescita molto debole nelle costruzioni (+2,1%). In termini assoluti, è stato importante l incremento del manifatturiero (+131). I CONTRATTI. Come detto, c è il rovescio della medaglia: il posto-fisso sta diventando sempre più una chimera. L incremento dei tempi determinati su base tendenziale è stato del 41,8%. Anche i tempi indeterminati, seppur a ritmi molto inferiori, hanno segnato un buon aumento rispetto all analogo trimestre 2006 (+251) ma la verità incontestabile è che il precariato costituisce ormai l 80% degli avviamenti totali. Stabile il ricorso all apprendistato. In netto affievolimento la dinamica della cassa integrazione guadagni, come già confermato recentemente dalla Camera di commercio. Nel 2007, le ore concesse sono state circa 330 mila contro le quasi 800 mila del Tale netta riduzione è imputabile al settore della meccanica pur essendosi registrato un picco nel mese di novembre. La cassa ordinaria, invece, è passata da 53 mila a 21 ore e anche le ore concesse dalla gestione edilizia hanno registrato un calo, passando da 87 mila a circa 60 mila. L ASSINDUSTRIA. Nell arco dell incontro è intervenuto il presidente di Assindustria Gianfranco Di Bert, accompagnato dal direttore Flavio Flamio. «Non sono nè fra gli ottimisti nè fra i pessimisti. Gorizia segue l andamento dell economia, regionale, nazionale e mondiale. Certo, sarebbe necessario un serio progetto di rilancio di Gorizia, una città che, purtroppo, sta sopravvivendo. Le ricette per farla risollevare? Puntare sul fatto che, oggi, quello di Gorizia è diventato un territorio aperto in cui il ruolo della logistica potrebbe essere fondamentale». Apertura

8 23 FEB 2008 Il Piccolo Gorizia Citta' pagina 22 Afferma la Cernic: «Un esperimento pilota che non ha eguali tra le amministrazioni pubbliche». L utente paga il 50% dei costi Via dalle case 8000 mq di tetti in eternit Parte il primo marzo il progetto che la Provincia finanzia con 100mila euro L assessore: «Mi auguro che si possa arginare il fenomeno di abbandoni di questo materiale che è pericoloso per l ambiente e micidiale per l uomo» di Luigi Turel Eliminare tra 7 e 8mila metri quadrati di tetti in amianto da case e box-auto sparsi nell Isontino. Contribuendo al 50% della spesa di rimozione e smaltimento di queste coperture in eternit. E semplificando la vita al cittadino che non finirà nei tentacoli della burocrazia, a carambolare tra un ufficio e l altro per «fare le pratiche». Sono queste, in sintesi, le caratteristiche dell ambizio progetto che, varato dalla Provincia, partirà il primo marzo. «Affrontiamo alla radice il problema dell amianto che, si sa, è dannoso per l ambiente e micidiale per la salute umana», ha rimarcato ieri l assessore Mara Cernic facendo scattare il conto alla rovescia di questa iniziativa «che se non è unica è tra le poche messe in piedi in Italia da amministrazioni pubbliche». Erano presenti il dirigente e il responsabile del settore Ambiente, Flavio Gabrielcig e Franco Lenarduzzi, per l Azienda sanitaria isontina Andrea Gregorin della Medicina del lavoro nonché i responsabili della Edilanzutti di Remanzacco, la ditta che si è aggiudicata questo appalto facendo un ribasso del 20% sui prezzi stabiliti a base della gara (nella tabella a fianco sintetizziamo le tipologie ammesse con il costo a carico dell utente). Si parte, dunque, con questo progetto di microraccolta delle coperture in eternit. Il tempo che l utente spenderà sarà limitato alla compilazione di un modulo da spedire all impresa friulana: un «amen», insomma, al cospetto dei tempi biblici della burocrazia (il modulo può essere ritirato in Provincia, e la prossima settimana in alcuni Comuni che daranno la disponibilità ma potrà anche essere scaricato dal sito internet dell amministrazione). A tutti gli altri adempimenti, con il benestare dell Ass, ci penserà la Edilanzutti (i numeri telefonici sono: e ; fax: ). I personale della ditta contatterà il richiedente, farà il sopralluogo per verificare la metratura del tetto da rimuovere e per avere la definitiva conferma che l utente vuole eliminare l amianto. Seguirà poi la fase della rimozione: il tetto sarà ricoperto di una speciale vernice che evita la sfarinatura della fibra in cemento-amianto, una volta tolto sarà impacchettato e spedito in Germania dove sarà smaltito in una discarica sotterranea. La Provincia investe 100mila euro in questa operazione. Sottolinea Mara Cernic: «È una sfida allo stesso tempo politica e tecnica. Già quattro anni fa la Provincia si era incamminata su questa strada dibattendo se fosse più urgente fare un censimento dei tetti in eternit delle abitazioni civili o se fosse prioritario avviare la rimozione. Abbiamo optato per la seconda ipotesi anche perché c era il rischio che i 100mila euro accantonati se ne andassero a finanziare il solo censimento. E così non facciamo altro che un censimento alla rovescia». E la riprova che ci sia attesa per questa iniziativa della Provincia, sono le telefonate di informazioni: è ottimista, insomma, il dirigente Gabrielcig. Che ha azzardato alcune stime: tra 200 e 400 interventi, comunque fino ad esaurimento dei 100mila euro messi dalla Provincia. Come a dire che gli interessati devono farsi avanti per tempo per non rischiare di finire in lista d attesa (l amministrazione ha già anticipato il rifinanziamento dell operazione se dovesse avere successo). «Mi auguro che così si possa anche arginare il fenomeno di abbandoni nei boschi di materiali in eternit», Mara Cernic guarda a questa esperienza pilota anche dal punto di vista della tutela dell ambiente. Apertura

9 23 FEB 2008 Il Piccolo Gorizia Citta' pagina 22 Coperture in fibra di cemento e amianto abbandonate tra la rigogliosa vegetazione lungo lo stradone della Mainizza Apertura

10 23 FEB 2008 Il Piccolo Gorizia Citta' pagina 22 Mosetti respinge la proposta dell Adoc L Ascom risponde ai consumatori: «I prezzi sono già fermi» «I prezzi sono già fermi a Gorizia. E da parecchi mesi. E poi, non sono certamente i piccoli commercianti a fare il mercato. La proposta dell Adoc è, veramente, irricevibile». Maurizio Mosetti, capogruppo Ascom degli alimentaristi, rispedisce al mittente la richiesta di Ugo Previti (Adoc). Come si ricorderà, ieri l associazione dei consumatori aveva annunciato l intenzione di scrivere una lettera aperta a tutte le associazioni di categoria e a tutti gli enti (Comuni, Provincia e Regione in primis) in cui si sarebbe chiesto loro di bloccare la galoppata inesorabile dei prezzi sino al 31 agosto. E non soltanto nel settore commerciale ma anche nel campo delle tariffe e delle tasse comunali. Questa l iniziativa dell Associazione per la difesa e l orientamento dei consumatori (Adoc). Ma le reazioni sono tiepide. Per non dire negative. «Non ci sarebbero nemmeno commenti da fare a una simile proposta. È ora di finirla con il gettare sempre la croce addosso ai piccoli commercianti. Non possiamo andare contro il mercato. Non esistono categorie che possano imporre l andamento dei prezzi. Piuttosto, suggerirei a Previti ad andare a vedere qual è la filiera dei vari prodotti: ne scoprirebbe delle belle». Mosetti aggiunge che - soprattutto nel suo settore, quello degli alimentari - i prezzi sono fermi da tempo. «Questo è un clima da caccia alle streghe. E devo anche dire che sono molti i commercianti cittadini presi dalla demoralizzazione più totale». E il presidente mandamentale dell Ascom, Gialnluca Madriz? Qual è il suo pensiero? È debilitato a causa di un influenza che l ha messo kappaò per diversi giorni. «La proposta dell Associazione per la difesa e l orientamento Maurizio Mosetti (Ascom) dei consumatori. Scusate, ma prima di esprimermi vorrei capire bene. In altre parole, vorrei mi venisse spiegato meglio che cosa intendono Previti e l Adoc per stop ai prezzi». Perché tutte queste perplessità? «Mi sembra che i prezzi siano fermi a Gorizia già da parecchi mesi», conclude Madriz. fra. fa. Taglio alto

11 23 FEB 2008 Il Piccolo Gorizia Isontino pagina 25 Il monito della lista Sagrado libera «L ex cava non ospiti i detriti dei cavalcavia» SAGRADO Il raccordo ferroviario può servire a liberare i centri dell Isontino dal traffico veicolare. A sostenerlo sono sia Armando Calligaris, sia la Lega Nord. L ex candidato sindaco di Sagrado si inserisce nel dibattito sull abbattimento dei cavalcavia di Fogliano e Cormons. Durante la campagna elettorale dello scorso anno Calligaris aveva ribadito con forza la necessità di utilizzare quel tracciato per decongestionare il paese e ora torna alla carica. «Le ferrovie scrive in una nota non hanno mai manifestato interesse per questa opera privilegiando la posa del secondo binario tra Redipuglia, Gorizia e Cormons. Raggiunto l obiettivo, hanno dichiarato inutile e oneroso il completamento del raccordo trasferendo la competenza e la proprietà alla Provincia. Stupisce la posizione della minoranza in Consiglio provinciale di non voler procedere alla demolizione dei cavalcavia e stupisce anche la motivazione con cui un gruppo di esperti supporta queste posizioni. Non basta demolire i cavalcavia considerandoli degli ecomostri e non si può nemmeno pensare di ridurre il tutto a un percorso pedonale se prima non si risolve il problema della viabilità generale critica e obsoleta. La statale 305 è satura e inquinante: da Mariano a Monfalcone si sonoda ininterrottamente nei centri abitati. Il raccordo ferroviario può essere la base di partenza per costituire una nuova viabilità». Armando Calligaris A chiedere che il raccordo Redipuglia-Cormòns venga utilizzato per la realizzazione di una nuova circonvallazione sono anche il consigliere di opposizione Pierina Zulian e il segretario circoscrizionale sinistra Isonzo della Lega Nord Bruno Zonta che invitano la Provincia a desistere dal progetto di abbattimento dei cavalcavia. «Nell'Isontino - scrivono -, e soprattutto a Sagrado, il traffico lungo la statale 305 è insostenibile. È indispensabile risolvere il problema realizzando un alternativa. L amministrazione di Sagrado si è mosso con un ordinanza che vieterà il passaggio dei mezzi pesanti, ma si può fare di più. Il raccordo può venir utilizzato per la realizzazione di una nuova superstrada come prevedeva il nostro programma elettorale. La lista Sagrado Libera ribadisce che la realizzazione della circonvallazione è un'esigenza vitale. La Cormòns-Redipuglia rappresenta un simbolo dello sperpero di denaro pubblico e dell'incapacità di pianificare e gestire il territorio. Per l abbattimento dei cavalcavia è previsto l impiego di quasi un milione di euro. Invitiamo quindi la Provincia a desistere dal progetto e utilizzare i fondi per l'adeguamento della tratta». Sagrado Libera e Lega Nord si impegnano, inoltre, a vigilare sull'utilizzo dell' ex cava Postir: «Non vorremmo che la Regione o la Provincia destinino l'area della ex cava a discarica per il materiale proveniente dall abbattimento dei cavalcavia. Siamo pronti a scendere in piazza per la salvaguardia del nostro territorio». Taglio medio

12 23 FEB 2008 Il Piccolo Monfalcone Cronaca pagina 20 Regge al traffico la nuova bretella di San Polo Ha retto, contrariamente alle previsioni, il collegamento alternativo della bretellina del San Polo, realizzata dalla Provincia come valvola di sfogo alla chiusura della statale 305, scattata lunedì: un atto dovuto per consentire la creazione dell atteso sottopasso, per cui l ente presieduto da Enrico Gherghetta ha fissato un investimento pari a 4,2 milioni di euro. Il bypass viene infatti intensamente utilizzato dai residenti come alternativa alla statale 14 e a via Primo maggio in particolare, la quale comunque ha evidenziato, nelle ore di punta, segnali di congestione a causa del traffico massiccio confluito sulle sue corsie. Resterà da vedere se anche oggi in zona Emisfero - solitamente meta prediletta, al sabato, dai cittadini la viabilità reggerà la chiusura della statale 305 o si formeranno code e file nei pressi del centro commerciale. Strategico si è rivelato, nei giorni scorsi, anche il rafforzamento sul dispiegamento della Polizia municipale voluto dalla Provincia che ha disposto quattro unità di vigili fisse nei luoghi interessati dai cantieri. Code e problemi di traffico, ieri pomeriggio dopo le 17, si sono infine registrate in via Matteotti a causa dei lavori di rifacimento dei marciapiedi: il restringimento della carreggiata, che di fatto ha eliminato una corsia, provoca infatti, nelle ore di punta, una fila di mezzi fermi che arriva fino a oltre il posteggio del liceo, con conseguente ritardo, sulla tabella di marcia, per chi si trovo a percorrere quel punto. D altro canto, i lavori di manutenzione si erano resi indispensabili a fronte delle proteste dei cittadini che avevano lamentato le pessime condizioni del marciapiede. Taglio medio

13 23 FEB 2008 Il Piccolo Monfalcone Citta' pagina 21 Lunedì un convegno sul Distretto tecnologico Nell ambito delle iniziative realizzate per le celebrazioni del centenario dalla fondazione del cantiere navale è in programma lunedì alle alla Galleria comunale d arte contemporanea di piazza Cavour il convegno «Innovazione e competitività nella navalmeccanica: il Distretto tecnologico», organizzato dall amministrazione comunale in collaborazione con la regione e dedicato all innovazione e alla ricerca nel settore della cantieristica navale e dell indotto. Dopo i saluti del sindaco Pizzolitto e del presidente della Provincia Gherghetta e del presidente della seconda commissione regionale Bolzan, verranno presentate le potenzialità del nuovo organismo «Ditenave», Distretto tecnologico e nautico del Friuli Venezia Giulia, che nasce con l obiettivo di supportare il conseguimento di livelli superiori di competitività tecnica ed economica nei settori cantieristico e nautico. Previsti l intervento dell assessore regionale Roberto Cosolini e le relazioni del presidente di Area Science Park Giancarlo Michellone e del direttore di Assonave Livio Marchesini. Seguirà una tavola rotonda. Taglio basso

14 23 FEB 2008 Il Piccolo Monfalcone Citta' pagina 21 L incompiuta di Fogliano torna al centro della polemica Piani fa appello alla Provincia: «Quel cavalcavia va abbattuto» Il cavalcavia della ferrovia incompiuta Redipuglia-Cormons va demolito e quanto prima. Il sindaco di Fogliano Mauro Piani non ha incertezze e la replica alla proposta avanzata dall associazione «Amici del trasporto su rotaia» di mettere in uso la tratta per il traffico merci non ammette dubbi. «Sono vent anni - afferma il sindaco - che si parla del tratto ferroviario Cormons-Redipuglia: se avessi potuto usare un piccone io l avrei già buttato giù. E credo che se sarà possibile demolire questo mastodontico manufatto, orribile biglietto da visita per chi entra nel comune, la prima picconata sarà la mia e la seconda quella del presidente della Provincia, Enrico Gherghetta che, da persona che rispetta le promesse elettorali, ricorderà di essere stato eletto anche grazie alle raccolta di firme dei foglianini a sostengo di un programma che includeva tra gli obiettivi anche l eliminazione del cavalcavia». Piani è contrario alla proposta dell'associazione innanzitutto per motivi storici. «La linea nasce negli anni in cui non si immaginavano le tratte ad alta capacità spiega - e soprattutto di fondo c era un disegno dei confini goriziani con una complessità superiore a quella attuale. C'era inoltre scarsissima sensibilità ambientale e la valutazione dell'impatto delle opere sul territorio era un concetto sconosciuto». Per realizzare il cavalcavia, ricorda Piani, si sono abbattute due ville padronali dell 800 e il palazzo muncipale di Fogliano è opera di compensazione di questadevastazione. Il cavalcavia, inoltre, «taglia in due l'abitato di Fogliano, è uno spregio alla viadottistica esile e ha comportato un consumo pazzesco di cemento». «È un monumento all' inefficienza», afferma ancora il sindaco, sottolineando come il passaggio dell opera alla Provincia sia stato reso possibile grazie ad accordi tra ministero del Tesoro e ministero delle Infrastrutture. Il cavalcavia, in sostanza, non è mai stata opera di proprietà delle Ferrovie, che l avrebbero presa in carico solo se fosse stata completata. «Dal punto di vista tecnico pensare di completare e utilizzare la tratta per treni Rola che trasportano Tir e camion - rincara Piani - è fuori dalla logica del trasporto ferroviario di merci. In questo periodo la Sdag assieme alle Ferrovie e a vettori turchi sta ragionando per organizzare un trasporto gomma-ferrovia partendo dalla stazione di Gorizia per favorire il collegamento con l Est». In merito poi al risparmio di tempo e denaro consentito dalla tratta, Piani spiega come i treni Tec, (trasporti europei combinati) che potrebbero essere usati, procedono a una velocità di 120 chilometri orari e coprirerebbero quindi i 14 chilometri della tratta in sette minuti, tempo che, sul collegamento Trieste- Tarvisio di 170 chilometri percorso in un ora e mezza, rappresenta un rispamio di circa il 5%. Taglio medio

15 23 FEB 2008 Messaggero Veneto Gorizia Citta' pagina 1 Apertura

16 23 FEB 2008 Messaggero Veneto Gorizia Citta' pagina 1 DEL SORDI Anche ieri le autocisterne hanno lavato gran parte delle strade cittadine L assessore comunale all ambiente Del Sordi risponde alla punzecchiature polemiche dell assessore provinciale econsigliere comunaledel ForumMarkoMarincicche,apropositodegliinterventidilavaggio effettuati in città e in particolareinviaducad Aosta,avevaipotizzato che taliinterventi potesseroesserefinalizzatisoltanto a far diminuire i livelli dellepolverisottiliregistratidallacentralina(cheècollocata proprio in quella via): «I nostri volontari afferma Del Sordi hanno caricato 7 bótti per 35 mila litri di acqua e lavato,gratis,granpartedelleviecittadinefinoaviaaquileia e via Udine, non certo soltanto via Duca d Aosta. Non ritengo opportuno che gli attacchi politici di Marincic vengano indirizzati nei confronti di coloro che stanno operando su base volontaria per il bene della salute pubblica». Apertura

17 23 FEB 2008 Messaggero Veneto Gorizia Citta' pagina 1 IL FENOMENO Situazione d emergenza in tutta la regione AncheaGoriziasulfrontedellosmogèormaiallarme rosso, una situazione diemergenzacheaccomuna adesso il capoluogo isontinoallealtrecittàdella regione come Udine, Pordenone e Trieste. «Oraanchenoisiamoin emergenza nonostante fino a pochi giorni fa la particolare collocazione geografica di Gorizia avesse favorito il disperdersi degli inquinanti commenta l assessore all ambiente Francesco Del Sordi. Vistol aggravarsidellasituazionepolverisottili,abbiamo dovuto anticipare l ordinanza con i provvedimenti più restrittivi, comprese le targhe alterne con l intento di venire incontro all esigenza primaria, quella della salute dei cittadini». «Per quanto riguarda le limitazioni al traffico continua Del Sordi cercheremo di fornire indicazioni il più possibili tempestive sulle restrizioni in vigore utilizzandoanchecartelloniluminosi come quello all ingresso della città in via Di Manzano». (p.t.) Apertura

18 23 FEB 2008 Messaggero Veneto Gorizia Citta' pagina 2 Tavolo di concertazione Patto per lo sviluppo: Gherghetta rilancia E il presidente della Provincia, Enrico Gherghetta, resuscita ilpattoperlosviluppo,ovveroiltavolodiconcertazione per la programmazione degli interventi per l economia isontina. «Dopol approvazionedelbilancio, ai primi di marzo, convocherò tutti gli attori delpattoperlosviluppo ha annunciatogherghetta,dove presenterò 10 progetti per lo sviluppo economico del territorio isontino». La proposta è stata accolta con favore dai sindacati e dal presidente dell Unione industriali, anche se il responsabiledellacislprovinciale, UmbertoBrusciano,hacriticato il fatto che Gherghetta abbiaparlatodidieciprogetti.«miaugurochenoncivengano calati dall alto ha affermatobrusciano, mache venganodiscussieconcertati anche con le organizzazioni sindacali, perché, altrimenti, non si capisce a cosa serva la convocazione del Patto per lo sviluppo». È stato, peraltro, ricordato, che questo organismo nonsiriuniscedadueanni e che, in passato, pur essendo partitocon grandi prospettive, non ha portato ad alcun risultato concreto. (p.a.) Box

19 23 FEB 2008 Messaggero Veneto Gorizia Citta' pagina 3 PROVINCIA Contributi per la rimozione dell amianto Dal 1º marzo si potrà fare domanda per beneficiare dei contributi provinciali per la rimozione e lo smaltimento delle coperture diamiantodafabbricatieedifici.perl eliminazione dell insidioso materiale dalle strutturedei privati isontini la Provincia ha stanziato100 milaeuro, dicuici sipotrà avvalere presentando la propria richiesta direttamente alla ditta incaricata, la Edilanzutti di Remanzacco.Nelcasodiunnumeroparticolarmenteelevato d istanze, l amministrazione provvederà con altri 100 mila euro. Coloroche sono interessatiall iniziativa possono procurarsi il modulo per la domanda nella sede della Provincia o scaricarla dal suo sito Internet, e nei prossimi giorni ne saranno dotati anche i Comuni. I cittadini dovranno inviare quanto prima le richieste direttamente all Edilanzutti: ci sarà infatti tempo fino al 31 marzo, ma per gli interventi sarà seguìto l ordine cronologico di consegna. Sui moduli è richiesto d indicare il tipo di fabbricato che dev essere bonificato. I costi dipendonodallasuperficieedall altezzadei manufatti: per esempio, per la rimozione di coperture diamianto fino a 10 metri quadrati e al di sotto dei tre metri saranno richiesti ai cittadini 400 euro, mentre la Provincia ne fornirà altrettanti. I tecnici della ditta provvederanno esclusivamente alla rimozione, mentre il rifacimento dei tetti sarà a spese dei cittadini. La Edilanzutti provvederà prima al trattamento delle coperture con una specialevernice, poi al loro trasporto in una discaricain Germaniaperlo smaltimento. A illustrare le modalità con cui si può accedere ai contributi è stata Mara Cernic, assessore provinciale all Ambiente: «Per il microsmaltimento dell amianto nel 2007 abbiamo messoa bilancio100 milaeuro,peril2008 ne sono previsti altrettanti. Abbiamo indetto una gara d appalto per la scelta della ditta, elaborandolaprocedurapiùsemplicepossibile con l aiuto dell Azienda sanitaria. Così eviteremo l abbandono indiscriminato delle coperture sul territorio». AffiancatodaFrancoLenarduzzi,responsabile del servizio ambiente, e da Andrea Gregorindell Ass,ildirettoredelsettoreambiente Flavio Gabrielcic ha rimarcato che molti cittadini hanno già contattato la Provincia: «Abbiamo preferito proporre azioni concretepiuttostoche uncensimento, ma in linea dimassimacredo potremo provvedere a 200 interventi con i primi 100 mila euro. Sempre facendo una media, le due tranche ci consentiranno di bonificare circa 8 mila metri quadrati». Francesca Santoro Taglio medio

20 23 FEB 2008 Messaggero Veneto Gorizia Isontino pagina 7 Mariano. Manifestazione dell Asd Intrepida Domani al via la corsa campestre per il Trofeo Provincia di Gorizia MARIANO. L Asd Intrepida Mariano-sezione podistica ha organizzato per domani il CrossdaiTarampenz,corsacampestrevalidacomeprima prova del Trofeo Provincia di Gorizia 2008 e del Campionato provinciale di Gorizia.Lacorsaègiuntaalladecima edizione e coincide con il decimo anniversario dell inizio dell attività della sezione podistica dell Intrepida, che ha tra le sue file 25 atleti e si è dedicatainquestianniafavorire la pratica sportiva tra i giovani. Ilprogramma delcrossdei Tarampenz prevede, alle 8.30, ilritrovodei concorrenti e della giuria nell area adiacente alla palestra comunale di Mariano, dove è prevista la partenzadi tutti i partecipanti con questi orari: alle 9.30 le categorie femminili e i master 70 in poi maschili; alle 10 la categoria master maschili 50 e oltre; alle master maschili 40 e 45; alle la categoria amatori e master maschili 35. Il percorso è un circuitodi1,8chilometricompletamentesterrato conalcuni tratti fangosi. Al termine della gara sono previste le premiazioni. Per informazioni ci si può rivolgere al numerotelefonico ,dalle alle Marco Silvestri Taglio basso

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI dell Ambiente del 6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI In questo capitolo esporremo i risultati che ci sembrano di maggior interesse tra quelli emersi dall elaborazione dei dati restituitici dagli

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI

MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI In questa fermata Audimob, l analisi dei dati si sofferma sui comportamenti in mobilità dei romani e dei residenti nei comuni

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G.

ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G. ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G. CRITERI E PROCEDURA PER IL RILASCIO DI CONCESSIONI DI OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO PER L INSTALLAZIONE DI

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf OGGETTO: Organizzazione Zona a Traffico Limitato Centro storico IL SINDACO Premesso che, per fronteggiare le

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO (articolo 70 della legge provinciale 5 settembre 1991, n. 22 articolo 64 della

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE Circolare del 31 Marzo 2015 ABSTRACT Si fa seguito alla circolare FNC del 31 gennaio 2015 con la quale si sono offerte delle prime indicazioni

Dettagli

Giornata dell Economia 2004

Giornata dell Economia 2004 Giornata dell Economia 2004 Premio Camera di Commercio Comunicato stampa n. 22 del 13 luglio 2004 La società ha bisogno oggi più che mai, dinanzi ad una congiuntura sfavorevole e all insicurezza determinata

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA

I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA Intervista all Ing. Mercatali di RFI Metrogenova.com ha recentemente incontrato l ingegner Gianfranco Mercatali, Direttore Compartimentale Infrastruttura di

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE E L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA Roma 3 luglio 2014 PREMESSA La legge 7 aprile 2014, n. 56, Disposizioni

Dettagli

Ufficio studi IL LAVORO NEL TURISMO

Ufficio studi IL LAVORO NEL TURISMO Ufficio studi I dati più recenti indicano in oltre 1,4 milioni il numero degli occupati nelle imprese del turismo. Il 68% sono dipendenti. Per conto dell EBNT (Ente Bilaterale Nazionale del Turismo) Fipe,

Dettagli

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri:

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri: Introduzione Sono ormai sempre più frequenti i furti negli appartamenti, nelle case e negli uffici. Il senso di insicurezza della popolazione è comprensibile. Con questo opuscolo si vuole mostrare che

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Edificio Ai sensi dell art. 3 del ordinanza sul Registro federale degli edifici e delle abitazioni, l edificio è definito come segue: per

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA (ANSA) ROMA, 3 SET "Il documento ultimatum che gli Assessori alla Salute hanno inviato al

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Comune di Udine L ECO-UFFICIO Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Efficienza energetica: di necessità virtù L efficienza energetica non è semplice risparmio: è riduzione del consumo di

Dettagli

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE

Dettagli

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Schede rilievo SCHEDA RILIEVO BARRIERE ARCHITETTONICHE SPAZI - strade Vinci Toiano CENTRO ABITATO Sant

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

1865 SARDINIA 1. COMPONENTI DEL GIOCO 2. PREPARAZIONE. 1865: Sardinia Rules Summary. Sunto del regolamento in italiano; Versione regole originali E

1865 SARDINIA 1. COMPONENTI DEL GIOCO 2. PREPARAZIONE. 1865: Sardinia Rules Summary. Sunto del regolamento in italiano; Versione regole originali E 1865 SARDINIA Sunto del regolamento in italiano; Versione regole originali E Attenzione: il regolamento originale va comunque letto. Il presente sunto ha il solo scopo di fare da introduzione e veloce

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

TECO 13 Il Tavolo per la crescita

TECO 13 Il Tavolo per la crescita Componenti TECO 13 Il Tavolo per la crescita Assiot, Assofluid e Anie Automazione, in rappresentanza di un macro-settore che in Italia vale quasi 40 miliardi di euro, hanno deciso di fare un percorso comune

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO Le comunicazioni che seguono sono suggerimenti che serviranno ad una buona gestione della Manifestazione e ad ottenere una uniformità interpretativa in tutte le gare. Sono suggerimenti

Dettagli

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI 3 EDIZIONE dati 2012 CHI L I HA Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI NASCONDE UN IDENTITÀ PLASTICA FREQUENTAVA VETRI ROTTI si spacciava per una lattina

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

La Ville Radieuse di Le Corbusier

La Ville Radieuse di Le Corbusier Modelli 8: la città funzionale La Ville Radieuse di Le Corbusier Riferimenti bibliografici: - Le Corbusier, Verso una architettura, a cura di P. Cerri e P. Nicolin, trad. it., Longanesi, Milano, 1987 -

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI

INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI INFORMAZIONI VALIDE PER TUTTI I VIAGGI Ogni programma è preceduto da una testatina contenente, in forma sintetica, le informazioni relative al viaggio. Lo spazio a disposizione nella scheda è limitato

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

SMART MOVE: un autobus per amico

SMART MOVE: un autobus per amico SMART MOVE: un autobus per amico "SMART MOVE" è la campagna internazionale promossa dall'iru (International Road Transport Union) in tutti i Paesi europei con l'obiettivo di richiamare l'attenzione di

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64 Problemini e indovinelli 2 Le palline da tennis In uno scatolone ci sono dei tubi che contengono ciascuno 4 palline da tennis.approfittando di una offerta speciale puoi acquistare 4 tubi spendendo 20.

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

L ACQUA A ERICE una storia di mala vita, ma anche una battaglia di civiltà Per maggiori informazioni visita il sito del Comune di Erice: www.comune.erice.tp.it OGGETTO: Attivazione iniziative emergenziali

Dettagli

Stabile la movimentazione passeggeri via traghetto negli scali considerati attesa a fine 2015 (+0,32% sul 2014).

Stabile la movimentazione passeggeri via traghetto negli scali considerati attesa a fine 2015 (+0,32% sul 2014). COMUNICATO STAMPA ADRIATIC SEA FORUM: al via oggi a Dubrovnik la seconda edizione di Adriatic Sea Forum cruise, ferry, sail & yacht, evento internazionale itinerante dedicato ai settori del turismo via

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli