MACCHINE ELETTRICHE UNILAB 1 kw

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MACCHINE ELETTRICHE UNILAB 1 kw"

Transcript

1 indice MOTORI MONOFASE MOTORE A FASI DIVISE DL 1028 MOTORE A CONDENSATORE DL 1028C MOTORE UNIVERSALE DL 1029 MOTORE A REPULSIONE DL 1029R MOTORI ASINCRONI TRIFASE MOTORE ASINCRONO TRIFASE A GABBIA DL 1021 MOTORE ASINCRONO TRIFASE AD ANELLI DL 1022 MOTORE ASINCRONO TRIFASE A GABBIA A DUE VELOCITA DL 1027 MOTORE SCHRAGE DL 1027S MACCHINE A CORRENTE CONTINUA MOTORE A CORRENTE CONTINUA ECCITAZIONE COMPOSTA DL 1023 MOTORE A CORRENTE CONTINUA ECCITAZIONE SERIE DL 1023S MOTORE A CORRENTE CONTINUA ECCITAZIONE DERIVATA DL 1023P GENERATORE A CORRENTE CONTINUA ECCITAZIONE COMPOSTA DL 1024 GENERATORE A CORRENTE CONTINUA ECCITAZIONE SERIE DL 1024S GENERATORE A CORRENTE CONTINUA ECCITAZIONE DERIVATA DL 1024P GENERATORE A CORRENTE CONTINUA POLIECCITATO DL 1024R MACCHINE SINCRONE TRIFASE MACCHINA SINCRONA TRIFASE DL 1026A MOTORE A RILUTTANZA DL 1026R TRASFORMATORI TRASFORMATORE MONOFASE DL 1093 TRASFORMATORE TRIFASE DL 1080 DISPOSITIVI DI FRENATURA FRENO A CORRENTI PARASSITE DL 1019M FRENO A POLVERE DL 1019P DINAMO FRENO DL 1025 MODULI DI ALIMENTAZIONE ALIMENTATORE MOTORIZZATO PER LE MACCHINE DEL LABORATORIO DL 1013M1 ALIMENTATORE PER LE MACCHINE DEL LABORATORIO (INGRESSO TRIFASE 380V) DL 1013M2 ALIMENTATORE PER LE MACCHINE DEL LABORATORIO (INGRESSO TRIFASE 220V) DL 1013M3 ALIMENTATORE MOTORIZZATO DL 1067S ALIMENTATORE STABILIZZATO DL 1054 ALIMENTATORE PER FRENO A POLVERE DL MODULI DI MISURA MODULO DI MISURA DIGITALE DELLA POTENZA ELETTRICA DL 10065N MODULO DI MISURA DIGITALE DELLA COPPIA DL 2006CN MODULO DI MISURA DIGITALE DELLA POTENZA MECCANICA DL 10055N CELLA DI CARICO DL 2006E TACHIMETRO ELETTRONICO DL 2025DN TRASDUTTORE OTTICO DL 2031M TACHIMETRO A CONTATTO DL 2026 TACHIMETRO OTTICO DL 2026R SISTEMA DIGITALE MULTIFUNZIONE DL 55060T SISTEMA DIGITALE DI MISURA DELLA POTENZA MECCANICA DL 50050TR / TR1 DINAMO TACHIMETRICA DL 2065RM MODULI DI CONTROLLO CONTROLLO DELLA VELOCITA DEI MOTORI IN CA DL 2309A1 CONTROLLO DELLA VELOCITA DEI MOTORI IN CC DL 2308A AZIONAMENTO A PONTE MONOFASE SEMICONTROLLATO DL 2315

2 ACCESSORI REOSTATO DI AVVIAMENTO DL 1017RHD REOSTATO DI AVVIAMENTO DL 1017RHD3 REOSTATO DI ECCITAZIONE DL 1017RHE REOSTATO DI ECCITAZIONE DL 1017RHES MODULO DI AVVIAMENTO E SINCRONIZZAZIONE DL 1022RHD3 MODULO DI AVVIAMENTO E SINCRONIZZAZIONE DL 1026RHD3 COMMUTATORE STELLA/TRIANGOLO DL 2035 COMMUTATORE DI POLI DL 2036 MODULO CONDENSATORI DL 1028AC MODULO RESISTENZA DL 1028AR MODULO INDUTTANZA DL 1028AL TAVOLA DI PARALLELO DL 1030 VOLANO DL 1041 TRASFORMATORE TRIFASE DL 1020 BASE UNIVERSALE PER 2 MACCHINE DL 1013A BASE UNIVERSALE PER 3 MACCHINE DL 1013B CAVI DI COLLEGAMENTO DL 1155A CARICHI E REOSTATI MODULO CARICHI E REOSTATI DL 1017 CARICO CAPACITIVO DL 1017C CARICO RESISTIVO DL 1017R CARICO INDUTTIVO DL 1017L CARICO RESISTIVO MOTORIZZATO DL 2096 SOFTWARE SOFTWARE PER IL LABORATORIO DI MACCHINE ELETTRICHE DL 8330SW MODULO DI ACQUISIZIONE DATI / CONTROLLO DL 1893 SOFTWARE PER IL LABORATORIO VIRTUALE DI MACCHINE ELETTRICHE DL EMV MACCHINE SEZIONATE

3 MOTORI MONOFASE MOTORE A FASI DIVISE DL 1028 Motore asincrono monofase a gabbia di scoiattolo; possibilità di funzionamento con condensatore esterno permanente o solo per l avviamento. Potenza: 1,1 kw (0,6 kw) Tensione: 220 V Corrente: 9,5 A (7,0 A) Velocità: 2880 rpm (2850 rpm), 50 Hz DL 1028AC DL 1028AR DL 1028AL MODULO CONDENSATORI DI AVVIAMENTO MODULO RESISTENZA DI AVVIAMENTO MODULO INDUTTANZA DI AVVIAMENTO MOTORE A CONDENSATORE DL 1028C Motore asincrono monofase a gabbia di scoiattolo a fasi divise e condensatore di marcia. Potenza: 1,1 kw (0,64 kw) Tensione: 220 V Corrente: 6,5 A (6,2 A) Velocità: 2750 rpm (2850 rpm), 50 Hz Capacità: 36 µf Cosφ: 0,98 (0,70) MOTORE UNIVERSALE DL 1029 Motore monofase a collettore con avvolgimento induttore in serie all'avvolgimento del rotore; in grado di funzionare sia con alimentazione CA che CC. Potenza: 0,3 kwca /0,55 kwcc Tensione: 170 Vca / 190 Vcc Corrente: 6 Aca / 4,5 Acc Velocità: 3300 rpm, 50 Hz MOTORE A REPULSIONE DL 1029R Motore monofase a collettore con rotore in corto circuito. Potenza: 0,3 kw Tensione: 220 V Corrente: 3,6 A Velocità: 3000 rpm, 50 Hz

4 MOTORI ASINCRONI TRIFASE MOTORE ASICNRONO TRIFASE A GABBIA DL 1021 Motore ad induzione con avvolgimento trifase sullo statore e con gabbia di scoiattolo annegata nel rotore. Potenza: 1,1 kva Tensione: 220 /380 V Δ/Y Corrente: 4,3 / 2,5 A Δ/Y Velocità: 2870 rpm, 50 Hz DL 2035 COMMUTATORE STELLA/TRIANGOLO MOTORE ASINCRONO TRIFASE AD ANELLI DL 1022 Motore ad induzione con avvolgimento trifase sia sullo statore che sul rotore. Potenza: 1,1 kw Tensione: 220/380 V Δ/Y Corrente: 4,7 / 2,7 Δ/Y Velocità: 3450 rpm, 50 Hz MOTORE ASICNRONO TRIFASE A GABBIA A DUE VELOCITA DL 1027 Motore ad induzione a 2 o 4 poli con avvolgimento trifase tipo Dahlander sullo statore e rotore a gabbia di scoiattolo. Potenza: 0,9/1,1 kw Tensione: 380 V Corrente: 2,5/3,3 A Velocità: 1420/2830 rpm, 50 Hz DL 2036 COMMUTATORE DI POLARITA MOTORE SCHRAGE DL 1027S Motore trifase a velocità variabile, alimentazione rotorica, eccitazione in derivazione e spazzole registrabili. Potenza: 0,25 1,85 kw Tensione: 380 V Corrente: 3,1 4,6 A Velocità: rpm, 50 Hz

5 MACCHINE A CORRENTE CONTINUA MOTORE A CORRENTE CONTINUA A ECCITAZIONE COMPOSTA DL 1023 Possibilità di funzionamento anche come generatore. Potenza: 1,1 kw Tensione: 220 V Velocità: 3600 rpm Eccitazione: 180 V / 0,27 A DL 1017RHD REOSTATO DI AVVIAMENTO DL 1017RHE REOSTATO DI ECCITAZIONE MOTORE A CORRENTE CONTINUA A ECCITAZIONE SERIE DL 1023S Possibilità di funzionamento anche come generatore. Potenza: 1,1 kw Tensione: 220 V Velocità: 2800 rpm DL 1017RHD REOSTATO DI AVVIAMENTO DL 1017RHES REOSTATO DI ECCITAZIONE MOTORE A CORRENTE CONTINUA A ECCITAZIONE DERIVATA DL 1023P Possibilità di funzionamento anche come generatore. Potenza: 1,1 kw Tensione: 220 V Velocità: 3000 rpm Eccitazione: 190 V / 0,28 A DL 1017RHD REOSTATO DI AVVIAMENTO DL 1017RHE REOSTATO DI ECCITAZIONE

6 MACCHINE A CORRENTE CONTINUA GENERATORE A CORRENTE CONTINUA A ECCITAZIONE COMPOSTA DL 1024 Possibilità di funzionamento anche come motore. Potenza: 0,75 kw Tensione: 220 V Corrente: 3,4 A Velocità: 3450 rpm Eccitazione: 160 V / 0,2 A DL 1017RHE REOSTATO DI ECCITAZIONE GENERATORE A CORRENTE CONTINUA A ECCITAZIONE SERIE DL 1024S Possibilità di funzionamento anche come motore. Potenza: 0,75 kw Tensione: 220 V Corrente: 3,75 A Velocità: 3000 rpm DL 1017RHES REOSTATO DI ECCITAZIONE GENERATORE A CORRENTE CONTINUA A ECCITAZIONE DERIVATA DL 1024P Possibilità di funzionamento anche come motore. Potenza: 0,75 kw Tensione: 220 V Corrente: 3,4 A Velocità: 3000 rpm Eccitazione: 200 V / 0,25 A DL 1017RHE REOSTATO DI ECCITAZIONE GENERATORE A CORRENTE CONTINUA POLIECCITATO DL 1024R Adatto per il funzionamento come motore o generatore con eccitazione composta, serie o derivata. DL 1017RHD REOSTATO DI AVVIAMENTO DL 1017RHE REOSTATO DI ECCITAZIONE PER CONFIGURAZIONE DERIVATA O COMPOSTA DL 1017RHES REOSTATO DI ECCITAZIONE PER CONFIGURAZIONE SERIE

7 MACCHINE SINCRONE TRIFASE MACCHINA SINCRONA TRIFASE DL 1026A Macchina con induttore liscio e avvolgimento trifase indotto sullo statore per funzionamento sia come alternatore che come motore sincrono. Potenza: Alternatore: 1,1 kva Motore: 1 kw Tensione: 220/380 V D/Y Corrente: 2,9/1,7 A D/Y Velocità: 3000 rpm Eccitazione: 180 V / 0,47 A DL 1026RHD3 REOSTATO DI AVVIAMENTO E SINCRONIZZAZIONE DL 1030 TAVOLA DI PARALLELO MOTORE A RILUTTANZA DL 1026R Motore sincrono trifase con rotore a gabbia senza eccitazione in corrente continua. Potenza: 0,5 kw Tensione: 220/380 V D/Y Corrente: 3,6/2,1 A D/Y Velocità: 1500 rpm, 50 Hz

8 TRASFORMATORI TRASFORMATORE MONOFASE DL 1093 Trasformatore con nucleo a mantello e avvolgimenti suddivisi. Possibilità di uso anche come autotrasformatore. Come trasformatore Potenza nominale: 500 VA Tensione primaria: 220/380 V Tensione secondaria: 2 x 110 V Come autotrasformatore Potenza nominale: 500 VA Tensione: 220/380 V Frequenza: 50/60 Hz TRASFORMATORE TRIFASE DL 1080 Trasformatore con nucleo a colonne e avvolgimenti suddivisi. Possibilità di uso anche in monofase. Potenza nominale: 1 kva Tensione primaria: 2 x 190V (phase) Tensione secondaria: 2 x 70V (phase) Frequenza: 50/60 Hz

9 DISPOSITIVI DI FRENATURA FRENO A CORRENTI PARASSITE DL 1019M Rotore liscio a cilindro e statore a poli salienti. Completo di bolla d equilibrio, bracci, peso e contrappeso di misura della coppia sviluppata dal motore. Possibilità di montaggio della cella di carico. Tensione massima di alimentazione: 250 Vcc Velocità massima: 4000 rpm Potenza massima in S3: 1,4 kw FRENO A POLVERE DL 1019P Freno elettromagnetico. Completo di bolla d equilibrio, bracci, peso e contrappeso di misura della coppia sviluppata dal motore. Possibilità di montaggio della cella di carico. Il freno include un ventilatore di raffreddamento assiale alimentato dalla tensione di rete. Tensione massima di alimentazione: 20 Vcc Velocità massima: 4000 rpm Coppia massima: 20 Nm DINAMO FRENO DL 1025 Generatore di corrente continua nel quale la carcassa è libera di oscillare attorno all asse. Completo di bolla d equilibrio, bracci, peso e contrappeso di misura della coppia sviluppata dal motore. Possibilità di montaggio della cella di carico. Potenza massima: 1,1 kw Potenza elettrica: 0,75 kw Tensione: 220 Vcc Corrente: 3,4 A Velocità massima: 3000 rpm DL 1017R CARICO RESISTIVO

10 MODULI DI ALIMENTAZIONE Adatti per l erogazione in corrente alternata, fissa e variabile, ed in corrente continua, raddrizzata, fissa e variabile, per effettuare agevolmente tutte le prove sulle macchine elettriche del laboratorio UNILAB ed in generale in un laboratorio di misure elettriche. Completi di pulsante di marcia con teleruttore, pulsante d emergenza a fungo con sblocco a chiave e protezione magnetotermica differenziale sulle prese a tensione di rete. Connettore per la protezione della massima velocità di rotazione dei motori. Il pannello frontale riporta i vari organi di comando e le boccole di collegamento di sicurezza a norme IEC. Chiaramente interconnessi mediante un sinottico riportato in serigrafia. DL 1013M2 Tensione d uscita: CA variabile 3x0-430 V, 5 A/ 3x0-240 V, 8 A CA fissa 3x380 V + N, 16 A / 3x220 V, 8 A CA standard fissa 220 V, 10 A CC variabile V, 10 A /0-225 V, 1 A CC fissa 220 V, 10 A Alimentazione 3x380 V + N, 50/60 Hz DL 1013M3 Tensione d uscita: CA variabile 3x0-440 V, 4,5 A / 3x0-240 V, 8 A CA fissa 3x380 V, 4,5 A / 3x220 V + N, 16 A CA standard fissa 127 o 220 V, 10 A CC variabile V, 10 A / V, 1 A CC fissa 220 V, 10 A Alimentazione 3x220 V + N, 50/60 Hz DL 1013M1 Tensione d uscita: CA variabile 3x0-480 V, 5 A (programmabile) 3x0-240 V, 10 A (programmabile) CA fissa 3x380 V + N, 16 A Ca standard fissa 220 V, 10 A CC variabile V, 12 A (programmabile) V, 1 A CC fissa 220 V, 10 A Alimentazione 3x380 V + N, 50/60 Hz

11 MODULI DI ALIMENTAZIONE ALIMENTATORE MOTORIZZATO CON REGOLAZIONE AUTOMATICA DL 1067S Adatto per alimentare a tensione variabile i dispositivi di frenatura e le eccitazioni delle macchine con comando manuale oppure automatico. Uscita CC: da 0 a 210 V, 2 A Regolazione automatica dell eccitazione per mantenere una tensione costante Alimentazione: 220 V, 50/60 Hz ALIMENTATORE STABILIZZATO DL 1054 Adatto per alimentare a tensione variabile i dispositivi di frenatura e le eccitazioni delle macchine. Uscita: 0 120V, 2 A o 0 220V, 1 A. Alimentazione: monofase di rete ALIMENTATORE PER FRENO A POLVERE DL Adatto per alimentare a tensione variabile il freno a polvere. Uscita: 0 10V, 2 A o 0 20V, 2 A Alimentazione: monofase di rete

12 MODULI DI MISURA MODULO DI MISURA DIGITALE DELLA POTENZA ELETTRICA DL 10065N Misura in corrente continua di: tensione, corrente, potenza ed energia. Misura in corrente alternata di: tensione, corrente, potenza, energia attiva, energia reattiva, energia apparente, cosphi e frequenza. Tensione CC: 300 Vcc Corrente CC: 20 Acc Tensione CA: 450 Vca Corrente CA: 20 Aca Potenza: 9000 W Alimentazione: monofase, V, 50/60 Hz Comunicazione: RS485 con protocollo MODBUS RTU MODULO DI MISURA DIGITALE DELLA COPPIA DL 2006CN Adatto alla misura della coppia sviluppata dai motori mediante cella di carico applicata al dispositivo di frenatura. Alimentazione: monofase di rete Indicazione digitale ed uscita analogica proporzionale alla grandezza misurata MODULO DI MISURA DIGITALE DELLA POTENZA MECCANICA DL 10055N Adatto alla misura diretta della coppia sviluppata dai motori mediante cella di carico e della velocità di rotazione mediante trasduttore ottico, con indicazione della potenza meccanica; completo di alimentazione variabile in CC per l eccitazione dei freni o della dinamo freno. Indicazione digitale delle grandezze rilevate. Connettore per la protezione della massima velocità di rotazione dei motori per il collegamento alla torretta di alimentazione. Sensore di temperatura ambiente e sonda per misurare la temperatura del motore. Comunicazione: RS485 con protocollo Modbus RTU. Coppia: adatto per misurare la coppia massima del laboratorio attraverso la cella di carico Velocità: adatto per misurare la velocità massima delle macchine del laboratorio Alimentazione: adatto per misurare la potenza massima delle macchine del laboratorio Uscita CC: V, 2 A Alimentazione: monofase da rete

13 CELLA DI CARICO DL 2006E Estensimetro elettronico a resistenza, portata 150 N, da applicare sul dispositivo di frenatura per il rilievo della coppia meccanica. TACHIMETRO ELETTRONICO DL 2025DN Adatto alla misura della velocità di rotazione mediante trasduttore, tachimetro od ottico, applicato alla macchina. Indicazione digitale con uscita analogica proporzionale alla grandezza misurata. Completo di connettore per la protezione contro la massima velocità da collegare alla torretta di alimentazione. Alimentazione: monofase di rete TRASDUTTORE OTTICO DL 2031M Adatto a rilevare la velocità di rotazione mediante interruttore optoelettronico e disco codificato, che può essere usato anche per misure stroboscopiche. Connettore per la trasmissione del segnale al tachimetro elettronico DL 2025DN. Predisposto per il montaggio sulle macchine del laboratorio. TACHIMETRO A CONTATTO DL 2026 Adatto alla misura della velocità angolare con indicazione digitale. Campo di misurazione: da 0 a rpm. Alimentazione: 4 pile da 1.5 V (UM 3), incluse. TACHIMETRO OTTICO DL 2026R Adatto alla misura della velocità angolare con indicazione digitale. Campo di misurazione: da 50 a rpm Alimentazione: 4 pile da 1.5 V (UM3), incluse Completo di 5 catarifrangenti.

14 SISTEMA DIGITALE MULTIFUNZIONE (MDS) DL 55060T Modulo di misurazione elettrica e meccanica. L'unità consente le seguenti misurazioni: Misurazioni elettriche: - CA: tensione V, corrente A, potenza attiva, potenza reattiva, potenza apparente, fattore di potenza, cosphi, frequenza, etc. - CC: tensione <600V, corrente A, potenza. Misurazioni meccaniche: - Coppia (0 500 Nm), velocità ( rpm), potenza meccanica. HMI (Human-Machine Interface) display 7 ". Connessioni disponibili: RS 485, Ethernet, USB. Protocollo di comunicazione: MODBUS RTU. Possibilità di controllo remoto con PC, tablet o smart phone tramite una rete Ethernet. Possibilità di connettersi a stampante, mouse, tastiera o penna per esportare i dati attraverso una porta USB. Alimentazione: VCA, 50/60Hz SISTEMA DIGITALE DI MISURA DELLA POTENZA MECCANICA DL 50050TR DL 50050TR1 Strumento digitale. Posto tra due macchine, permette di misurare la coppia, la potenza all'albero e la velocità. Alimentazione: V CA 1-phase, Hz Coppia nominale: Nm Nm Potenza nominale all albero: kw kw Velocità nominale: rpm rpm Coppia meccanica Max.: 25 Nm Uscita tacometrica di retroazione: 14 V CC / 1000 rpm Baud Rate: 9600 kb / kb Protocollo d acquisizione dati: Modbus RTU 8N1 DINAMO TACHIMETRICA DL 2065RM Trasduttore che fornisce una tensione proporzionale alla velocità angolare. Fondamentalmente si tratta di un generatore di corrente continua il cui circuito d'eccitazione è composto da un magnete permanente, in modo che il flusso sia costante, coassialmente montato sul motore in prova. Costante della dinamo tachimetrica: KT = 0.03 V/rpm Per n = 3000 rpm, V = 90 V f.s.

15 MODULI DI CONTROLLO CONTROLLO DELLA VELOCITA DEI MOTORI IN CA DL 2309A1 Scopo di questo modulo è di dimostrare la tecnica PWM di pilotaggio di un inverter trifase usato per il controllo a frequenza variabile della velocità di un motore asincrono trifase. Inverter a controllo digitale programmabile da tastiera con guida su schermo. Il controllo di velocità può essere realizzato tramite controllo manuale di un potenziometro o tramite controllo tachimetrico ad anello chiuso. Le rampe di accelerazione e decelerazione possono essere separatamente regolate da 5 a 15 secondi. Potenza : 1,5 kw Massima tensione d uscita: 3 x 220 V regolabile Corrente d uscita: 7A Frequenza d uscita: da 0 a 240 Hz Rapporto V/F: costante fino alla frequenza base. Tensione costante per frequenze superiori. Frenatura diretta in corrente. Protezione contro minima/massima tensione di alimentazione, protezione termica e limitazione della corrente di uscita. Alimentazione: monofase di rete DL 1021 MOTORE ASINCRONO TRIFASE A GABBIA DL 1019M FRENO A CORRENTI PARASSITE DL 2031M TRASDUTTORE OTTICO DL 1013A BASE CONTROLLO DELLA VELOCITA DEI MOTORI IN CC DL 2308A Regolatore a ponte monofase totalcontrollato per il controllo ad anello aperto e chiuso della velocità del motore CC ad eccitazione indipendente (1 kw). Tre anelli di controllo: velocità, corrente e tensione d armatura. Potenziometri per la regolazione della velocità, per la limitazione di corrente e per la compensazione della caduta di tensione d armatura. Potenziometri per la variazione del guadagno dei regolatori di velocità e di corrente, con costanti di tempo regolabili a 3 gradini. Completo di rampe di accelerazione e decelerazione. Indicatori analogici di velocità, di tensione e di corrente. Possibilità di comando manuale o automatico tramite microprocessore dotato di convertitore A/D e D/A con tensioni di ingresso/uscita da 0 a 10 V. Potenza: 1 kw Corrente d armatura: 10 A max Entrata tachimetrica: 9 V a 3000 rpm Tensione d eccitazione fissa: 220 Vcc, 1 A Tensione d eccitazione variabile: Vcc, 0,8 A Alimentazione: monofase di rete, galvanicamente isolata. DL 2307/8M GRUPPO MACCHINE MOTORE/GENERATORE Alternativa: DL 1023 MOTORE CC AD ECCITAZIONE COMPOSTA DL 1024P GENERATORE CC AD ECCITAZIONE DERIVATA DL 2031M TRASDUTTORE OTTICO DL 1013A BASE

16 AZIONAMENTO A PONTE MONOFASE SEMICONTROLLATO DL 2315 Sistema adatto al controllo della velocità dei motori in CC con eccitazione indipendente. Il controllo viene effettuato regolando il periodo di conduzione di un ponte a tiristori del tipo semicontrollato monofase sia ad anello aperto che ad anello chiuso. Gli anelli di controllo sono tre: velocità, corrente e tensione di armatura. Potenza del motore: 1,1 kw max. Potenza del convertire: 1,8 kw Tensione d armatura: V Corrente d armatura: 10 A max. Tensione d'eccitazione fissa: 220 Vcc, 1 A Tensione d eccitazione: 200 V, 1 A DL 1023P MOTORE A CORRENTE CONTINUA A ECCITAZIONE DERIVATA DL 1017R CARICO RESISTIVO DL 1019M FRENO ELETTROMAGNETICO DL 1013A BASE UNIVERSALE DL 1054 ALIMENTATORE PER IL FRENO Suggerito: DL 2315T TRASFORMATORE D ISOLAMENTO

17 ACCESSORI REOSTATO DI AVVIAMENTO DL 1017RHD Reostato, variabile a gradini, per l avviamento a metà coppia per motori in corrente continua del laboratorio. REOSTATO DI AVVIAMENTO DL 1017RHD3 Reostato trifase, variabile a gradini, per l avviamento a metà coppia per i motori ad anelli del laboratorio. REOSTATO DI ECCITAZIONE DL 1017RHE Adatto per l eccitazione delle macchine in corrente continua e delle macchine sincrone del laboratorio. REOSTATO DI ECCITAZIONE DL 1017RHES Adatto per l eccitazione delle macchine in corrente continua ad eccitazione serie del laboratorio. MODULO DI AVVIAMENTO E SINCRONIZZAZIONE DL 1022RHD3 Reostato di avviamento rotorico per motori ad induzione trifase ad anelli e dispositivo di eccitazione per la sincronizzazione con la rete.

18 MODULO DI AVVIAMENTO E SINCRONIZZAZIONE DL 1026RHD3 Reostato di avviamento per macchine sincrone trifase e dispositivo di eccitazione per la sincronizzazione con la rete. COMMUTATORE STELLA-TRIANGOLO DL 2035 Avviatore stella/triangolo per motori a induzione trifase a gabbia di scoiattolo. COMMUTATORE DI POLI DL 2036 Dispositivo per effettuare la commutazione del numero di poli dei motori tipo Dahlander. MODULO CONDENSATORI DL 1028AC Gruppo di condensatori per l avviamento o la marcia normale del motore a fasi divise. MODULO RESISTENZA DL 1028AR Resistore ausiliario per l avviamento del motore a fasi divise. MODULO DI INDUTTANZA DL 1028AL Bobina ausiliaria per l avviamento del motore a fasi divise.

19 TAVOLA DI PARALLELO DL 1030 Sincronoscopio a luci rotanti completo degli accessori necessari per effettuare il parallelo fra generatori sincroni o dell alternatore con la rete. VOLANO DL 1041 Usato nelle prove di rallentamento delle macchine rotanti per determinare le perdite meccaniche nel ferro e nel rame con eccitazioni differenti. TRASFORMATORE TRIFASE DL 1020 Usato per la regolazione fine della tensione nella prova di corto circuito sul motore a induzione. BASE UNIVERSALE DL 1013A Struttura in tubolare d acciaio verniciato montata su supporti antivibrazione in gomma, dotata di guide per il fissaggio di una o due macchine e di coprigiunto. Completa di dispositivo di blocco del rotore delle macchine asincrone ad anelli per la prova di corto circuito. BASE UNIVERSALE DL 1013B Struttura in tubolare d acciaio verniciato montata su supporti antivibrazione in gomma, dotata di guida per il fissaggio sino a tre macchine ed in particolare del motore Schrage e di coprigiunti. Completa di dispositivo di blocco del rotore delle macchine asincrone ad anelli per la prova di corto circuito.

20 CAVI DI COLLEGAMENTO DL 1155A 5 cavetti rossi, diametro 4 mm., lunghezza 25 cm., sezione 0.75 mm 2 5 cavetti neri, diametro 4 mm., lunghezza 25 cm., sezione 0.75 mm 2 5 cavetti rossi, diametro 4 mm., lunghezza 200 cm., sezione 0.75 mm 2 5 cavetti neri, diametro 4 mm., lunghezza 200 cm., sezione 0.75 mm 2 5 cavetti rossi, diametro 4 mm., lunghezza 50 cm., sezione 1.5 mm 2 5 cavetti neri, diametro 4 mm., lunghezza 50 cm., sezione 1.5 mm 2 4 cavetti rossi, diametro 4 mm., lunghezza 100 cm., sezione 1.5 mm 2 4 cavetti neri, diametro 4 mm., lunghezza 100 cm., sezione 1.5 mm 2 4 cavetti rossi, diametro 4 mm., lunghezza 200 cm., sezione 1.5 mm 2 4 cavetti neri, diametro 4 mm., lunghezza 200 cm., sezione 1.5 mm 2 2 cavetti giallo-verdi, diametro 4 mm., lunghezza 50 cm., sezione 1.5 mm 2 2 cavetti giallo-verdi, diametro 4 mm., lunghezza 100 cm., sezione 1.5 mm 2 2 cavetti giallo-verdi, diametro 4 mm., lunghezza 200 cm., sezione 1.5 mm 2 Il set di cavetti è disponibile anche con terminazioni di sicurezza e sezioni di 0.75 mm 2 e 2.5 mm 2 invece che di 0.75 mm 2 e 1.5 mm 2 con il codice DL 1155A- SC.

21 CARICHI E REOSTATI MODULO CARICHI E REOSTATI DL 1017 Adatto a realizzare carichi mono-trifase a triangolo e stella capacitivi, resistivi e induttivi, variabili a gradini. Completo di reostati di avviamento a metà coppia per motori trifase ed in corrente continua, variabili a gradini, e di reostato lineare di eccitazione. Potenza massima: 3 x (275 VAR cap W +300 VAR ind) CARICO CAPACITIVO DL 1017C Carico mono-trifase capacitivo, variabile a gradini Potenza massima: 3 x 275 VAR Tensione massima: 220/380 V Δ/Y CARICO RESISTIVO DL 1017R Carico mono-trifase resistivo, variabile a gradini. Potenza massima: 3 x 400 W Tensione massima: 220/380 V Δ/Y CARICO INDUTTIVO DL 1017L Carico mono-trifase induttivo, variabile a gradini. Potenza massima: 3 x 300 VAR Tensione massima: 220/380 V Δ/Y CARICO RESISTIVO MOTORIZZATO DL 2096 Adatto per realizzare carichi mono-trifase resistivi con comando manuale oppure automatico. Resistenza: 3 x ( ) Ω Corrente: 3 x 1.8 A Alimentazione: monofase di rete

22 SOFTWARE PER IL LABORATORIO DI MACCHINE ELETTRICHE - DL 8330SW Questo software copre tutti gli argomenti di studio e le attività di sperimentazione che vengono svolte in un laboratorio computerizzato di macchine elettriche. Funziona con i seguenti tipi di macchine: Trasformatori monofase e trifase Macchine in corrente continua Macchine sincrone Macchine asincrone E diviso in 2 sezioni, qui di seguito descritte: Sezione didattica: In questa sezione si illustra, tramite pagine pdf, la prova che deve essere svolta fornendo tutte le informazioni relative a: Schema generale della prova Inserzione degli strumenti Modalità di svolgimento Grandezze da acquisire dagli strumenti e grandezze da calcolare Grafici caratteristici della prova Sezione operativa: In questa sezione si illustra come devono essere collegati gli strumenti per la esecuzione della prova e si avvia la esecuzione del programma di gestione delle prove stesse. Il programma di cui sopra fornisce: Una finestra di controllo, che permette di inserire il nominativo dello studente e i dati caratteristici della macchina e che contiene, inoltre, i comandi per operare durante le prove automatiche e semiautomatiche; Una finestra dello schema del sistema di misura, che contiene lo schema a blocchi del sistema di misura, con le indicazioni delle grandezze provenienti dagli strumenti, aggiornate in tempo reale; Una finestra Spreadsheet, che contiene il foglio elettronico dove vengono riportati i valori delle misure durante l esecuzione delle prove; Una volta terminata la prova si possono aprire più finestre Grafico, dove si possono visualizzare in forma grafica i dati raccolti. Durante l esecuzione AUTOMATICA della prova, l utente comanda l avvio della prova ed il programma provvede automaticamente a variare la condizione dl sistema e ad acquisire le grandezze di interesse. In questo caso sono necessari un modulo di interfaccia (DL 1893) e dei moduli motorizzati pilotati tramite computer, oltre, naturalmente, ai moduli di misura digitale per l acquisizione e il trasferimento dei dati sperimentali. Durante l esecuzione SEMIAUTOMATICA della prova, l utente imposta manualmente il valore delle grandezze del sistema (attraverso alimentatori, variac, ecc. non motorizzati) e comanda l acquisizione delle variabili di interesse da parte del programma. Il software permette una completa elaborazione grafica dei risultati ottenuti. Possono essere aperti e visualizzati contemporaneamente diversi grafici. Questi grafici possono essere di due tipi: grafici temporali (che riportano l andamento nel tempo delle grandezze acquisite) o grafici del tipo XY, dove si possono selezionare le grandezze da inserire negli assi X e Y. Il programma consente anche la stampa di tutti i dati della prova relativamente a: dati dello studente e della macchina in prova, dati del foglio elettronico, grafici.

23 Le prove previste, per i vari tipi di macchine elettriche, sono le seguenti: TRASFORMATORI Prova a vuoto Prova in corto circuito Misura della resistenza di avvolgimento Misura del rapporto di trasformazione Prova diretta Calcolo dell efficienza convenzionale MACCHINE IN CORRENTE CONTINUA Misura della resistenza interna Calcolo dell efficienza convenzionale di un generatore in CC Caratteristica di magnetizzazione del generatore in CC Caratteristica sterna del generatore in CC Caratteristica di regolazione del generatore in CC Prova a vuoto del motore in CC Prova diretta del motore in CC con freno elettromagnetico Prova diretta del motore in corrente continua con dinamo freno in CC MACCHINE SINCRONE Caratteristiche di corto circuito Caratteristiche di magnetizzazione Misura della resistenza di avvolgimento Caratteristiche esterne Caratteristiche di regolazione Prova a vuoto di una macchina sincrona come motore Parallelo di una macchina sincrona con la rete Diagramma della curva V di un motore sincrono MACCHINE ASINCRONE Prova a vuoto del motore asincrono trifase Prova in corto circuito del motore asincrono trifase Misura della resistenza interna del motore asincrono trifase Misura del rapporto di trasformazione del motore asincrono trifase Prova diretta del motore asincrono trifase con freno elettromagnetico Prova diretta del motore asincrono trifase con dinamo freno in CC Configurazione PC richiesta: Sistema operativo: Windows Porta USB per il collegamento al modulo di interfaccia DL 1893 Lettore CD-ROM MODULO DI ACQUISIZIONE DATI / CONTROLLO Alimentazione via porta USB, < 100mA 2 uscite a relè 2 uscite analogiche, convertitore seriale D/A a 8 bit Uscita: -10/+10 V 8 ingressi analogici, convertitore A/D a 12 bit Ingresso: -10/+10 V Massima velocità di conversione: 10 khz DL 1893

24 SOFTWARE PER IL LABORATORIO VIRTUALE DI MACCHINE ELETTRICHE DL EMV Questo e-training Package trasforma il Computer in un Laboratorio di Macchine Elettriche, dove si possono effettuare tutte le attività didattiche connesse allo studio ed alla sperimentazione sulle macchine stesse, senza la necessità di alcun tipo di apparecchiatura: tutto viene simulato in modo virtuale con il PC. Supporta I seguenti tipi di macchine: Trasformatori monofase e trifase Macchine in CC Macchine sincrone Macchine asincrone E diviso in 3 sezioni di seguito descritte: Studio: Nella Sezione relativa allo studio delle macchine elettriche vengono illustrate, con la tecnologia ipertestuale del World Wide Web di Internet: Il principio di funzionamento La struttura base Le caratteristiche In questa Sezione viene fatto largo uso di strumenti multimediali (disegni, immagini, foto) e delle tecniche ipertestuali per illustrare I vari componenti delle macchine elettriche e per fornire, di volta in volta, il percorso più semplice per la fruizione delle informazioni. Progettazione: Nella sezione relative alla progettazione si simula, in modo virtuale sul PC, il processo di progettazione e di costruzione della macchina elettrica. Una volta forniti i parametri principali di progetto (es.: potenza nominale, corrente nominale, frequenza, ecc.), il computer procede passo-passo al dimensionamento della macchina. Disegni dei particolari elettrici e meccanici e spaccati interni completano questa sezione per illustrare in modo dettagliato il processo costruttivo. Tutti i dati (parametri impostati e risultati ottenuti) possono essere salvati in un archivio personale che costituisce una banca dati di macchine elettriche. Per ogni macchina vengono richiesti i parametri di progetto e vengono calcolati i parametri costruttivi. Tutti questi parametri servono per l esecuzione delle prove e per la eventuale costruzione effettiva della macchina elettrica. Prove di funzionamento: Nella sezione relativa alle prove di funzionamento si simula, sul computer, la esecuzione delle prove tipiche sulla macchina progettata: prova a vuoto, prova di corto circuito, prova a carico, ecc. Questo permette una immediata verifica degli obiettivi di progetto della macchina, senza dover costruire la macchina stessa. In questa fase la macchina può essere accoppiata (per esempio per la prova a carico) con altre macchine presenti in archivio. Questo consente una verifica immediata degli obiettivi di progetto della macchina, senza realizzare la macchina. Ogni prova è corredata dalla relativa descrizione che illustra gli obiettivi e le modalità di esecuzione della prova stessa. Durante l esecuzione della prova vengono visualizzati sul monitor I valori delle grandezze acquisite con strumenti virtuali ed è possibile tracciare I grafici tipici, selezionando le grandezze di interesse.

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA Mod. 6 Applicazioni dei sistemi di controllo 6.2.1 - Generalità 6.2.2 - Scelta del convertitore di frequenza (Inverter) 6.2.3 - Confronto

Dettagli

I motori elettrici più diffusi

I motori elettrici più diffusi I motori elettrici più diffusi Corrente continua Trifase ad induzione Altri Motori: Monofase Rotore avvolto (Collettore) Sincroni AC Servomotori Passo Passo Motore in Corrente Continua Gli avvolgimenti

Dettagli

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE a cura di G. SIMONELLI Nel motore a corrente continua si distinguono un sistema di eccitazione o sistema induttore che è fisicamente

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

CONTROLLO SCALARE V/Hz DEL MOTORE ASINCRONO. Prof. Silvio Stasi Dott. Ing. Nadia Salvatore Dott. Ing. Michele Debenedictis

CONTROLLO SCALARE V/Hz DEL MOTORE ASINCRONO. Prof. Silvio Stasi Dott. Ing. Nadia Salvatore Dott. Ing. Michele Debenedictis CONTROLLO SCALARE V/Hz DEL MOTORE ASINCRONO SCHEMA DELL AZIONAMENTO A CATENA APERTA AZIONAMENTO L azionamento a catena aperta comprende il motore asincrono e il relativo convertitore statico che riceve

Dettagli

Guida alla scelta di motori a corrente continua

Guida alla scelta di motori a corrente continua Motori Motori in in corrente corrente continua continua 5 Guida alla scelta di motori a corrente continua Riddutore Coppia massima (Nm)! Tipo di riduttore!,5, 8 8 8 Potenza utile (W) Motore diretto (Nm)

Dettagli

MODELLIZZAZIONE, CONTROLLO E MISURA DI UN MOTORE A CORRENTE CONTINUA

MODELLIZZAZIONE, CONTROLLO E MISURA DI UN MOTORE A CORRENTE CONTINUA MODELLIZZAZIONE, CONTROLLO E MISURA DI UN MOTORE A CORRENTE CONTINUA ANDREA USAI Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Andrea Usai (D.I.S. Antonio Ruberti ) Laboratorio di Automatica

Dettagli

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I)

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 Generalità 2 CONFIGURAZIONE PART-WINDING 2 CONFIGURAZIONE STELLA-TRIANGOLO 3 Isolamento del motore elettrico 5 Dispositivi di

Dettagli

Il motore asincrono trifase

Il motore asincrono trifase 7 Giugno 2008 1SDC007106G0901 Quaderni di Applicazione Tecnica Il motore asincrono trifase Generalità ed offerta ABB per il coordinamento delle protezioni Quaderni di Applicazione Tecnica Il motore asincrono

Dettagli

INVERTER per MOTORI ASINCRONI TRIFASI

INVERTER per MOTORI ASINCRONI TRIFASI APPUNTI DI ELETTROTECNICA INVERTER per MOTORI ASINCRONI TRIFASI A cosa servono e come funzionano A cura di Marco Dal Prà www.marcodalpra.it Versione n. 3.3 - Marzo 2013 Inverter Guida Tecnica Ver 3.3 Pag.

Dettagli

APPUNTI DI MACCHINE ELETTRICHE versione 0.7

APPUNTI DI MACCHINE ELETTRICHE versione 0.7 APPUNTI DI MACCHINE ELETTRICHE versione 0.7 11 settembre 2007 2 Indice 1 ASPETTI GENERALI 7 1.1 Introduzione........................................ 7 1.2 Classificazione delle macchine elettriche........................

Dettagli

Brushless. Brushless

Brushless. Brushless Motori Motori in in corrente corrente continua continua Brushless Brushless 69 Guida alla scelta di motori a corrente continua Brushless Riduttore 90 Riddutore Coppia massima (Nm)! 0,6,7 30 W 5,5 max.

Dettagli

SEGNI GRAFICI PER SCHEMI

SEGNI GRAFICI PER SCHEMI Corrente e Tensioni Corrente continua Trasformatore a due avvolgimenti con schermo trasformatore di isolamento CEI 14-6 Trasformatore di sicurezza CEI 14-6 Polarità positiva e negativa Convertitori di

Dettagli

MACCHINA SINCRONA TRIFASE

MACCHINA SINCRONA TRIFASE MACCHIA SICROA TRIFASE + + + + + + + + + + + + + + + + + + L avvolgimento di eccitazione, percorso dalla corrente continua i e, crea una f.m.m. al traferro e quindi un campo magnetico in modo tale che

Dettagli

Motori Elettrici. Principi fisici. Legge di Lenz: se in un circuito elettrico il flusso concatenato varia nel tempo si genera una tensione

Motori Elettrici. Principi fisici. Legge di Lenz: se in un circuito elettrico il flusso concatenato varia nel tempo si genera una tensione Motori Elettrici Principi fisici Legge di Lenz: se in un circuito elettrico il flusso concatenato varia nel tempo si genera una tensione Legge di Biot-Savart: un conduttore percorso da corrente di intensità

Dettagli

Sensori di Posizione, Velocità, Accelerazione

Sensori di Posizione, Velocità, Accelerazione Sensori di Posizione, Velocità, Accelerazione POSIZIONE: Sensori di posizione/velocità Potenziometro Trasformatore Lineare Differenziale (LDT) Encoder VELOCITA Dinamo tachimetrica ACCELERAZIONE Dinamo

Dettagli

Macchine rotanti. Premessa

Macchine rotanti. Premessa Macchine rotanti Premessa Sincrono, asincrono, a corrente continua, brushless sono parecchi i tipi di motori elettrici. Per ognuno teoria e formule diverse. Eppure la loro matrice fisica è comune. Unificare

Dettagli

Le misure di energia elettrica

Le misure di energia elettrica Le misure di energia elettrica Ing. Marco Laracca Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell Informazione Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale Misure di energia elettrica La misura

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48 Motori elettrici in corrente continua dal 1954 Elettropompe oleodinamiche sollevamento e idroguida 1200 modelli diversi da 200W a 50kW MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI

Dettagli

Il motore a corrente continua, chiamato così perché per. funzionare deve essere alimentato con tensione e corrente

Il motore a corrente continua, chiamato così perché per. funzionare deve essere alimentato con tensione e corrente 1.1 Il motore a corrente continua Il motore a corrente continua, chiamato così perché per funzionare deve essere alimentato con tensione e corrente costante, è costituito, come gli altri motori da due

Dettagli

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT Le Armoniche INTRODUZIONE Data una grandezza sinusoidale (fondamentale) si definisce armonica una grandezza sinusoidale di frequenza multipla. L ordine dell armonica è il rapporto tra la sua frequenza

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

Azionamenti elettrici per la trazione ferroviaria

Azionamenti elettrici per la trazione ferroviaria Azionamenti elettrici per la trazione ferroviaria Ing. Antonino Oscar Di Tommaso Università degli Studi di Palermo DIEET (Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Elettronica e delle Telecomunicazioni) Ing.

Dettagli

Statiche se la trasformazione dell energia avviene senza organi in movimento (es. Trasformatori.)

Statiche se la trasformazione dell energia avviene senza organi in movimento (es. Trasformatori.) Macchine elettriche parte Macchine elettriche Generalità Definizioni Molto spesso le forme di energia in natura non sono direttamente utilizzabili, ma occorre fare delle conversioni. Un qualunque sistema

Dettagli

I.T.I. A. MALIGNANI UDINE CLASSI 3 e ELT MATERIA: ELETTROTECNICA PROGRAMMA PREVENTIVO

I.T.I. A. MALIGNANI UDINE CLASSI 3 e ELT MATERIA: ELETTROTECNICA PROGRAMMA PREVENTIVO CORRENTE CONTINUA: FENOMENI FISICI E PRINCIPI FONDAMENTALI - Richiami sulle unità di misura e sui sistemi di unità di misura. - Cenni sulla struttura e sulle proprietà elettriche della materia. - Le cariche

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

Interruttori di posizione precablati serie FA

Interruttori di posizione precablati serie FA Interruttori di posizione precablati serie FA Diagramma di selezione 01 08 10 11 1 15 1 0 guarnizione guarnizione esterna in esterna in gomma gomma AZIONATORI 1 51 5 54 55 56 5 leva leva regolabile di

Dettagli

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti!

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! L innovazione ad un prezzo interessante Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! Exacta+Optech Labcenter SpA Via Bosco n.21 41030 San Prospero (MO) Italia Tel: 059-808101 Fax: 059-908556 Mail:

Dettagli

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE V.00 AGOSTO 2012 CARATTERISTICHE TECNICHE Il modulo TRACER218 485 è un dispositivo con porta di comunicazione RS485 basata su protocollo MODBUS

Dettagli

Gli attuatori. Breve rassegna di alcuni modelli o dispositivi di attuatori nel processo di controllo

Gli attuatori. Breve rassegna di alcuni modelli o dispositivi di attuatori nel processo di controllo Gli attuatori Breve rassegna di alcuni modelli o dispositivi di attuatori nel processo di controllo ATTUATORI Definizione: in una catena di controllo automatico l attuatore è il dispositivo che riceve

Dettagli

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali /2 Introduzione /5 Norme di riferimento e interruttori magnetotermici /6 Trasformatore d isolamento e di sicurezza / Controllore d isolamento e pannelli di controllo

Dettagli

CONNESSIONI IN MORSETTIERA. Caratteristiche generali. Morsettiere a 6 pioli per motori

CONNESSIONI IN MORSETTIERA. Caratteristiche generali. Morsettiere a 6 pioli per motori CONNESSIONI IN MORSETTIERA Morsettiere a 6 pioli per motori -monofase -monofase con condensatore di spunto -bifase -trifase a singola velocità -trifase dahlander -trifase bipolari -trifase tripolari forniti

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile Elegant ECM Condizionatore Pensile I condizionatori Elegant ECM Sabiana permettono, con costi molto contenuti, di riscaldare e raffrescare piccoli e medi ambienti, quali negozi, sale di esposizione, autorimesse,

Dettagli

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Diagramma di selezione VF KEYF VF KEYF1 VF KEYF2 VF KEYF3 VF KEYF7 VF KEYF AZIONATORI UNITA DI CONTATTO 1 2 21 22 2NO+1NC FD FP

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

CAPITOLO 1. Motore a corrente continua ad eccitazione indipendente

CAPITOLO 1. Motore a corrente continua ad eccitazione indipendente CAPITOLO Motore a corrente continua ad eccitazione indipendente. - Struttura e principio di funzionamento Una rappresentazione schematica della struttura di un motore a corrente continua a due poli è mostrata

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA RTC REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE IN BASSA TENSIONE DELL AZIENDA PUBBLISERVIZI BRUNICO INDICE 1. Scopo 3 2. Campo di applicazione

Dettagli

C.F.R. srl Via Raimondo dalla Costa 625-41122 Modena (MO) - Italy Tel: +39 059 250837 - Fax: +39 059 281655 / 2861223 E-mail : info@cfritalt.

C.F.R. srl Via Raimondo dalla Costa 625-41122 Modena (MO) - Italy Tel: +39 059 250837 - Fax: +39 059 281655 / 2861223 E-mail : info@cfritalt. C.F.R. srl Via Raimondo dalla Costa 625-41122 Modena (MO) - Italy Tel: +39 059 250837 - Fax: +39 059 281655 / 2861223 E-mail : info@cfritalt.com www.cfritaly.com È vietata la riproduzione o la traduzione

Dettagli

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino TITOLO ESPERIENZA: Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino PRODOTTI UTILIZZATI: OBIETTIVO: AUTORE: RINGRAZIAMENTI: Interfacciare e controllare un modello di nastro trasportatore

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

ESCON 70/10. Servocontrollore Numero d'ordine 422969. Manuale di riferimento. ID documento: rel4744

ESCON 70/10. Servocontrollore Numero d'ordine 422969. Manuale di riferimento. ID documento: rel4744 Manuale di riferimento Servocontrollore ESCON Edizione novembre 2014 ESCON 70/10 Servocontrollore Numero d'ordine 422969 Manuale di riferimento ID documento: rel4744 maxon motor ag Brünigstrasse 220 P.O.Box

Dettagli

Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione

Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione Sommario! Introduzione! Risoluzione dei problemi di lettura/visualizzazione! Risoluzione dei problemi sugli ingressi digitali! Risoluzione di problemi

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI s.d.i. automazione industriale ha fornito e messo in servizio nell anno 2003 il sistema di controllo

Dettagli

Cabine MT/BT: teoria ed esempi di calcolo di cortocircuito

Cabine MT/BT: teoria ed esempi di calcolo di cortocircuito 2 Febbraio 28 Quaderni di Applicazione ecnica 1SDC7101G0902 Cabine M/B: teoria ed esempi di calcolo di cortocircuito Cabine M/B: teoria ed esempi di calcolo di cortocircuito Indice 1 Generalità sulle cabine

Dettagli

Strumenti Elettronici Analogici/Numerici

Strumenti Elettronici Analogici/Numerici Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Strumenti Elettronici Analogici/Numerici Ing. Andrea Zanobini Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni

Dettagli

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Livelli Soglie Pressione 2 VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Indice Indice 1 Descrizione dell'apparecchio...4 1.1 Struttura...

Dettagli

Guida tecnica N. 6. Guida alle armoniche negli azionamenti in c.a.

Guida tecnica N. 6. Guida alle armoniche negli azionamenti in c.a. Guida tecnica N. 6 Guida alle armoniche negli azionamenti in c.a. 2 Guida tecnica N.6 - Guida alle armoniche negli azionamenti in c.a. Indice 1. Introduzione... 5 2. Nozioni di base sul fenomeno delle

Dettagli

SCHEDA TECNICA GRUNDFOS MAGNA, UPE. Circolatori Serie 2000

SCHEDA TECNICA GRUNDFOS MAGNA, UPE. Circolatori Serie 2000 SCEDA TECNICA GRUNDFOS MAGNA, UPE Circolatori Serie Indice Dati relativi ai prodotti MAGNA e UPE 3 Gamma di utilizzo 3 Caratteristiche dei prodotti 3 Vantaggi 3 Applicazioni 3 Impianti di riscaldamento

Dettagli

U.D.: LABORATORIO ELETTRICITA

U.D.: LABORATORIO ELETTRICITA U.D.: LABORATORIO ELETTRICITA 1 ATTREZZI MATERIALI 2 Tavoletta compensato Misure: 30cmx20-30 cm spellafili punteruolo cacciavite Nastro isolante Metro da falegname e matita Lampadine da 4,5V o 1,5V pinza

Dettagli

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE Le apparecchiature di questa serie, sono frutto di una lunga esperienza maturata nel settore dei gruppi di continuità oltre che in questo specifico. La tecnologia on-line doppia conversione, assicura la

Dettagli

5.5.2.2 Configurazione 111 controllo sensorless semplice con regolatore PI. 5.5.2.3 Configurazione 410 controllo sensorless a orientamento di campo

5.5.2.2 Configurazione 111 controllo sensorless semplice con regolatore PI. 5.5.2.3 Configurazione 410 controllo sensorless a orientamento di campo 5.5.2.2 Configurazione 111 controllo sensorless semplice con regolatore PI La configurazione 111 amplia la configurazione di controllo con un controllore PI per applicazioni specifiche tipiche di regolazione

Dettagli

Programmazione Modulare

Programmazione Modulare Indirizzo: BIENNIO Programmazione Modulare Disciplina: FISICA Classe: 2 a D Ore settimanali previste: (2 ore Teoria 1 ora Laboratorio) Prerequisiti per l'accesso alla PARTE D: Effetti delle forze. Scomposizione

Dettagli

DESCRIZIONE. Elettrodi per rilevazione acqua. Dimensioni contenitore ca.: 71 (L) x 71 (H) x 30 (P) mm. (Da abbinare a modulo sonda art.

DESCRIZIONE. Elettrodi per rilevazione acqua. Dimensioni contenitore ca.: 71 (L) x 71 (H) x 30 (P) mm. (Da abbinare a modulo sonda art. 1009/001 1009/002D 1009/002S 1009/005D 1009/005S Frontale piatto da 25 mm per serratura e maniglia Personal Lock Frontale destro da 40 mm per serratura e maniglia Personal Lock Frontale sinistro da 40

Dettagli

Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione

Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione 1. L elettrone ha una massa di 9.1 10-31 kg ed una carica elettrica di -1.6 10-19 C. Ricordando che la forza gravitazionale

Dettagli

Un'analogia con il circuito idraulico

Un'analogia con il circuito idraulico Pompa Generatore di tensione (pila) Flusso d acqua PUNTI DI DOMANDA Differenza di potenziale Rubinetto Mulinello Lampadina Corrente elettrica 1. Che cos è l energia elettrica? E la corrente elettrica?

Dettagli

Corso di Informatica Industriale

Corso di Informatica Industriale Corso di Informatica Industriale Prof. Giorgio Buttazzo Dipartimento di Informatica e Sistemistica Università di Pavia E-mail: buttazzo@unipv.it Informazioni varie Telefono: 0382-505.755 Email: Dispense:

Dettagli

Mobilità elettrica: sistemi di ricarica e componenti

Mobilità elettrica: sistemi di ricarica e componenti Mobilità elettrica: sistemi di ricarica e componenti Italia Tipo 2 con e senza shutter. Solo da MENNEKES. Colonnine di ricarica, stazioni di ricarica a parete e Home Charger con tipo 2 e shutter: Tutto

Dettagli

Altivar Process Variatori di velocità ATV630, ATV650

Altivar Process Variatori di velocità ATV630, ATV650 Altivar Process EAV64310 05/2014 Altivar Process Variatori di velocità ATV630, ATV650 Manuale di installazione 05/2014 EAV64310.01 www.schneider-electric.com Questa documentazione contiene la descrizione

Dettagli

Capitolo 1. Generalità sulle macchine elettriche

Capitolo 1. Generalità sulle macchine elettriche Capitolo 1 Generalità sulle macchine elettriche Scopo di questo capitolo è capire come funziona un motore elettrico, quali i princìpi generali che consentono la trasformazione di energia meccanica in energia

Dettagli

CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO

CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO VALIDO PER MOD. DTCHARGE E 1000 CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO LEGGERE CON CURA IN OGNI SUA PARTE PRIMA DI ALIMENTARE TOGLIAMO IL COPERCHIO, COSA FARE?? Il DTWind monta alternatori tri fase. Ne consegue

Dettagli

IMPIANTISTICA DI BORDO

IMPIANTISTICA DI BORDO IMPIANTISTICA DI BORDO 1 ELEMENTI DI ELETTROTECNICA 2 MAGNETISMO ED ELETTROMAGNETISMO 3 PRODUZIONE,TRASFORMAZIONE E DISTRIBUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA A BORDO 4 ALTERNATORI E MOTORI SINCRONI 5 MOTORI

Dettagli

Oscilloscopi serie WaveAce

Oscilloscopi serie WaveAce Oscilloscopi serie WaveAce 60 MHz 300 MHz Il collaudo facile, intelligente ed efficiente GLI STRUMENTI E LE FUNZIONI PER TUTTE LE TUE ESIGENZE DI COLLAUDO CARATTERISTICHE PRINCIPALI Banda analogica da

Dettagli

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA MEDIANTE PICCOLE CENTRALI IDROELETTRICHE

PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA MEDIANTE PICCOLE CENTRALI IDROELETTRICHE PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA MEDIANTE PICCOLE CENTRALI IDROELETTRICHE CENTRALI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA IDROELETTRICHE: per potenze da piccolissime a grandi; impianti a funzionamento molto

Dettagli

IL SAMPLE AND HOLD UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO. Progetto di Fondamenti di Automatica. PROF.: M. Lazzaroni

IL SAMPLE AND HOLD UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO. Progetto di Fondamenti di Automatica. PROF.: M. Lazzaroni UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Informatica IL SAMPLE AND HOLD Progetto di Fondamenti di Automatica PROF.: M. Lazzaroni Anno Accademico

Dettagli

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Schede tecniche Moduli Solari MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Il gruppo con circolatore solare da 1 (180 mm), completamente montato e collaudato, consiste di: RITORNO: Misuratore regolatore

Dettagli

DATA: 20/02/2014 DOC.MII11166 REV. 2.21 GUIDA APPLICATIVA PER L ANALIZZATORE DI INTERRUTTORI E MICRO-OHMMETRO MOD. CBA 1000

DATA: 20/02/2014 DOC.MII11166 REV. 2.21 GUIDA APPLICATIVA PER L ANALIZZATORE DI INTERRUTTORI E MICRO-OHMMETRO MOD. CBA 1000 DATA: 20/02/2014 DOC.MII11166 REV. 2.21 GUIDA APPLICATIVA PER L ANALIZZATORE DI INTERRUTTORI E MICRO-OHMMETRO MOD. CBA 1000 Doc. MII11166 Rev. 2.21 Pag. 2 di 138 REVISIONI SOMMARIO VISTO N PAGINE DATA

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

TESTER PROVA ALIMENTATORI A 12 VOLT CC CON CARICO VARIABILE MEDIANTE COMMUTATORI DA 4,2 A 29,4 AMPÉRE.

TESTER PROVA ALIMENTATORI A 12 VOLT CC CON CARICO VARIABILE MEDIANTE COMMUTATORI DA 4,2 A 29,4 AMPÉRE. TESTER PROVA ALIMENTATORI A 12 VOLT CC CON CARICO VARIABILE MEDIANTE COMMUTATORI DA 4,2 A 29,4 AMPÉRE. Nello Mastrobuoni, SWL 368/00 (ver. 1, 06/12/2011) Questo strumento è utile per verificare se gli

Dettagli

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N GasMultiBloc Combinato per regolazione e sicurezza Servoregolatore di pressione MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-10-SE MBC-300-N MBC-700-N 7.01 Max. pressione di esercizio 3 mbar (36 kpa) forma compatta grande

Dettagli

IMPIANTI ELETTTRICI parte II

IMPIANTI ELETTTRICI parte II IMPIANTI ELETTTRICI parte II di Delucca Ing. Diego PROTEZIONE DI UN IMPIANTO DAI SOVRACCARICHI E DAI CORTO CIRCUITI Una corrente I che passa in un cavo di sezione S, di portata IZ è chiamata di sovracorrente

Dettagli

Esperimentatori: Durata dell esperimento: Data di effettuazione: Materiale a disposizione:

Esperimentatori: Durata dell esperimento: Data di effettuazione: Materiale a disposizione: Misura di resistenza con il metodo voltamperometrico. Esperimentatori: Marco Erculiani (n matricola 454922 v.o.) Noro Ivan (n matricola 458656 v.o.) Durata dell esperimento: 3 ore (dalle ore 9:00 alle

Dettagli

INDUSTRY PROCESS AND AUTOMATION SOLUTIONS. Lo strumento universale per la messa in esercizio e la diagnosi

INDUSTRY PROCESS AND AUTOMATION SOLUTIONS. Lo strumento universale per la messa in esercizio e la diagnosi Con Vplus, BONFIGLIOLI VECTRON offre uno strumento per la messa in esercizio, la parametrizzazione, il comando e la manutenzione. VPlus consente di generare, documentare e salvare le impostazioni dei parametri.

Dettagli

DK 5940 Aprile 2007 Ed. 2.2-1/47

DK 5940 Aprile 2007 Ed. 2.2-1/47 Ed. 2.2-1/47 INDICE Pagina 1 SCOPO DELLE PRESCRIZIONI 2 2 CAMPO DI APPLICAZIONE 2 3 NORME E PRESCRIZIONI RICHIAMATE NEL TESTO 2 4 DEFINIZIONI 3 5 CRITERI GENERALI 4 5.1 CRITERI GENERALI DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Piano di lavoro annuale Materia : Fisica Classi Quinte Blocchi tematici Competenze Traguardi formativi

Dettagli

Unità di controllo gruppi elettrogeni

Unità di controllo gruppi elettrogeni Unità di controllo gruppi elettrogeni Pag. 8 Pag. 9 CONTROLLORI PROTEZIONE MOTORE Avviamento con o senza selettore a chiave. Ingressi e uscite programmabili. LED frontali diagnostica e allarmi motore.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE MOD PROGRAMMAZIONEDISCIPLINARE REV.00del27.09.13 Pag1di5 PROGRAMMAZIONEDIDATTICADISCIPLINARE Disciplina:_SISTEMIELETTRONICIAUTOMATICIa.s.2013/2014 Classe:5 Sez.A INDIRIZZO:ELETTRONICAPERTELECOMUNICAZIONI

Dettagli

Il gruppo emettitore di biglietti - piantana, è studiatoin modo da consentire l uso del sistema, anche a persone diversamente abili.

Il gruppo emettitore di biglietti - piantana, è studiatoin modo da consentire l uso del sistema, anche a persone diversamente abili. Made in Italy Sistemi gestione code MS32 Il sistema può utilizzare : - la documentazione eventi, numero di operazioni per servizio e postazione e dei tempi medi di attesa, con il programma MSW - il servizio

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Istruzioni per l uso Sartorius

Istruzioni per l uso Sartorius Istruzioni per l uso Sartorius Descrizione dell interfaccia per le bilance Entris, ED, GK e GW Indice Impiego previsto Indice.... 2 Impiego previsto.... 2 Funzionamento.... 2 Uscita dati.... 3 Formato

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Introduzione: In questo documento troverete tutte le informazioni utili per mappare correttamente con il software ECM Titanium, partendo dalla lettura del

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

Elettrificatori per recinti

Elettrificatori per recinti Elettrificatori per recinti 721 Cod. R315527 Elettri catore multifunzione PASTORELLO SUPER PRO 10.000 Articolo professionale, dotato di rotoregolatore a 3 posizioni per 3 diverse elettroscariche. Può funzionare

Dettagli

Applicazione dei sistemi di accumulo elettrici in ambito industriale

Applicazione dei sistemi di accumulo elettrici in ambito industriale Applicazione dei sistemi di accumulo elettrici in ambito industriale D. Iannuzzi, E. Pagano, P. Tricoli Report RSE/2009/46 Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente RICERCA SISTEMA ELETTRICO

Dettagli

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente Unità G16 - La corrente elettrica continua La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente 1 Lezione 1 - La corrente elettrica

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

Una garanzia per il futuro.

Una garanzia per il futuro. Pioneering for You Una garanzia per il futuro. Wilo-Stratos GIGA e Wilo Stratos. Informazioni per progettisti di impianti termotecnici 2 ErP e l alta efficienza WILO ITALIA SRL Via G.Di Vittorio, 24 20068

Dettagli

VAV-EasySet per VARYCONTROL

VAV-EasySet per VARYCONTROL 5/3.6/I/3 per VARYCONTROL Per la sanificazione di regolatori di portata TROX Italia S.p.A. Telefono 2-98 29 741 Telefax 2-98 29 74 6 Via Piemonte 23 C e-mail trox@trox.it 298 San Giuliano Milanese (MI)

Dettagli

Elettrovalvole a comando diretto Serie 300

Elettrovalvole a comando diretto Serie 300 Elettrovalvole a comando diretto Serie 00 Minielettrovalvole 0 mm Microelettrovalvole 5 mm Microelettrovalvole mm Microelettrovalvole mm Modulari Microelettrovalvole mm Bistabili Elettropilota CNOMO 0

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE Facoltà di Architettura Corso di Fisica Tecnica Ambientale Prof. F. Sciurpi - Prof. S. Secchi A.A. A 2011-20122012 IMPIANTI ELETTRICI CIVILI Per. Ind. Luca Baglioni Dott.

Dettagli

MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA. Catalogo Tecnico

MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA. Catalogo Tecnico MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA Catalogo Tecnico Aprile 21 L azienda Brevini Fluid Power è stata costituita nel 23 a Reggio Emilia dove mantiene la sua sede centrale. Brevini Fluid Power produce

Dettagli

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria Quale frequenza di lavoro scegliere Geometria del pezzo da trattare e sue caratteristiche elettromagnetiche

Dettagli

Appunti di azionamenti elettrici I Anno accademico 2009/2010 Docente Petrella Vieni a trovarmi sul mio sito: www.ivanbortolin.it.

Appunti di azionamenti elettrici I Anno accademico 2009/2010 Docente Petrella Vieni a trovarmi sul mio sito: www.ivanbortolin.it. Appunti di azionamenti elettrici I Anno accademico 2009/2010 Docente Petrella Vieni a trovarmi sul mio sito: www.ivanbortolin.it Ivan Bortolin 2 Indice 1 Introduzione 7 1.1 Informazioni utili.....................................

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA 1 Specifiche tecniche WFC-SC 10, 20 & 30 Ver. 03.04 SERIE WFC-SC. SEZIONE 1: SPECIFICHE TECNICHE 1 Indice Ver. 03.04 1. Informazioni generali Pagina 1.1 Designazione

Dettagli

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Interruttori per protezione motore P5M 68 Ausiliari per interruttore P5M 70 Sezionatori-fusibili STI 7 Limitatori di sovratensione di Tipo PRF Master 7 Limitatori

Dettagli

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it

LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it LA CORRENTE ELETTRICA Prof. Erasmo Modica erasmo@galois.it L INTENSITÀ DELLA CORRENTE ELETTRICA Consideriamo una lampadina inserita in un circuito elettrico costituito da fili metallici ed un interruttore.

Dettagli

Ingresso mv c.c. Da 0 a 200 mv 0,01 mv. Uscita di 24 V c.c. Ingresso V c.c. Da 0 a 25 V 0,001 V. Ingresso ma c.c. Da 0 a 24 ma 0,001 ma

Ingresso mv c.c. Da 0 a 200 mv 0,01 mv. Uscita di 24 V c.c. Ingresso V c.c. Da 0 a 25 V 0,001 V. Ingresso ma c.c. Da 0 a 24 ma 0,001 ma 715 Volt/mA Calibrator Istruzioni Introduzione Il calibratore Fluke 715 Volt/mA (Volt/mA Calibrator) è uno strumento di generazione e misura utilizzato per la prova di anelli di corrente da 0 a 24 ma e

Dettagli