ENERGY DIN SERIE 90 AM - CONTATTORI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ENERGY DIN SERIE 90 AM - CONTATTORI"

Transcript

1 ENERGY D SERIE 90 AM - CONTATTORI MODULARI CTR

2 SERIE 90 AM SERIE 90 AM Contattori modulari CTR Nuove prestazioni Oltre all'aumento delle combinazioni di contatti, i nuovi contattori GEWISS assicurano elevate prestazioni tecniche sia per durata elettrica sia per frequenza di manovra in funzione della categoria di utilizzo e della potenza del carico elettrico da comandare. Sono disponibili versioni con tensione di comando pari a 24V ac/dc e 230 ac dc. Silenziosità garantita Grazie alla nuova tecnologia di comando della bobina, l'intera gamma è adatta per ambienti come, per esempio, ospedali, alberghi, case di riposo ecc.. dove è richiesto il funzionamento silenzioso dei dispositivi elettrici. Completa accessoriabilità L'intera gamma dei nuovi contattori GEWISS è accessoriabile con contatto ausiliario, per la segnalazione a distanza della posizione dei contatti, e con coprimorsetti sigillabili per evitare manomissioni sul cablaggio ed evitare contatti diretti con le parti attive. 2

3 IDENTIFICAZIONE CIRCUITO Il cartellino porta etichette, disponibile su tutta la gamma, è utile per la rapida identificazione della funzione svolta da ogni linea. SEGNALAZIONE OTTICA La spia collocata in posizione frontale permette sempre di conoscere la posizione dei contatti interni di potenza: - spia di colore neutro: contatti in stato di riposo. - spia di colore rosso: contatti commutati VERSIONI A COMANDO MANUALE Il selettore collocato in posizione frontale consente di scegliere 3 modalità di funzionamento: - automatico - arresto permanente - marcia forzata temporanea ESTETICA La gamma CTR si integra perfettamente con gli altri dispositivi di protezione GEWISS raggiungendo un gradevole senso estetico. 3

4 CATEGORIE DI UTILIZZAZIONE Di seguito in tabella viene riportata una breve descrizione di ogni categoria di utilizzazione in accordo con la norma EN Per le prestazioni dei contattori Gewiss in funzione della categoria di utilizzo, si prega di consultare la guida all applicazione. TIPO DI CORRENTE CATEGORIA APPLICAZIONI TIPICHE AC-1 Carichi elettrici resistivi, non induttivi o debolmente induttivi: forni a resistenza AC-2 Motore ad anelli: avviamento, arresto AC-3 Motori a gabbia di scoiattolo: avviamento, arresto del motore durante la marcia (1) AC-4 Motori a gabbia di scoiattolo: avviamento, frenatura in controcorrente, manovra ad impulsi AC-5a Lampade a scarica AC-5b Lampade a incandescenza AC AC-6a Trasformatori AC-6b Batterie di condensatori AC-7a Carichi leggermente induttivi in applicazioni domestiche e similari AC-7b Motori in applicazioni domestiche (1) AC-8a Motori per compressori ermetici di frigoriferi (2) con ripristino manuale dello sganciatore di sovraccarico AC-8b Motori per compressori ermetici di frigoriferi (2) con ripristino automatico dello sganciatore di sovraccarico DC-1 Carichi elettrici resistivi, non induttivi o debolmente induttivi: forni a resistenza DC DC-3 DC-5 Motore in derivazione: avviamento, frenatura in controcorrente, manovra ad impulsi Frenatura dinamica di motori in c.c. Motore in serie: avviamento, frenatura in controcorrente, manovra ad impulsi Frenatura dinamica di motori in c.c. DC-6 Lampade ad incandescenza (1) Le categorie AC-3 e AC-7b possono essere utilizzate per manovre sporadiche a impulsi, frenature in controcorrente o inversioni rapide per periodi limitati di tempo, come quelli relativi al posizionamento della macchina; durante tali periodi limitati, il numero di queste operazioni non dovrebbe superare 5 al minuto o 10 in un periodo di 10 minuti. (2) I motori di compressori ermetici di frigoriferi, sono una combinazione costituita da un compressore e un motore, entrambi racchiusi nello stesso involucro, senza alberi o tenute d'albero esterne, in cui il motore opera nel refrigerante. 4

5 GUIDA ALL APPLICAZIONE In generale i dati tecnici dei contattori Gewiss si riferiscono alla categoria di utilizzazione AC-1 o AC-7a. Qualora il tipo di carico non corrispondesse con tali categorie, la portata dei contatti e di conseguenza la potenza del carico, deve essere declassata in accordo con quanto riportato di seguito. IMPIEGO CORRENTE ALTERNATA Tipo di contattore CTR20 - CTRM 20 CTR25 - CTRM 25 CTR40 CTR63 Categoria di utilizzazione: AC-1 / AC-7a Carichi resistivi, non induttivi o debolmente induttivi Corrente nominale di impiego (A): V monofase 4 5,4 8,7 13,3 Potenza massima di impiego (kw): 230 V trifase V trifase N massimo di manovre elettriche (apertura-chiusura): Frequenza massima di manovra: (apertura-chiusura per ora) 600 Categoria di utilizzazione: AC-3 / AC-7b Avviamento ed arresto motori Corrente nominale di impiego (A): Potenza massima di impiego (kw): N massimo di manovre elettriche (apertura-chiusura): Frequenza massima di manovra: (apertura-chiusura per ora) 230 V monofase 230 V trifase 400 V trifase contatti NA: 9 contatti NC: 6 8, contatti NA: 1,3 contatti NC: 0,75 1,3 3,7 5-2,2 5,5 8, Categoria di utilizzazione: AC-5 Accensione e spegnimento lampade Potenza massima di impiego (kw): Vedi tabella dedicata al comando lampade Categoria di utilizzazione: AC-6b Batterie di condensatori Capacità massima di impiego (µf): 230 V N massimo di manovre elettriche (apertura-chiusura): Frequenza massima di manovra: (apertura-chiusura per ora) 600 5

6 I contattori CTR GEWISS possono essere anche impiegati per applicazioni in corrente continua. Di seguito in tabella sono riportati i valori della corrente nominale di impiego in funzione della tensione nominale e della categoria di utilizzazione. Categoria di utilizzazione Frequenza massima manovre elettriche (DC-1): N poli IMPIEGO CORRENTE CONTUA Tipo di contattore CTR 20 - CTRM 20 CTR 25 - CTRM 25 CTR 40 CTR manovre per ora N massimo di manovre elettriche (DC-1/DC-3/DC-5): TENSIONE NOMALE DI IMPIEGO: 24V CC Corrente nominale di impiego (A) DC-1 (L/R 1ms) in serie in serie in serie DC-3 (L/R 2ms) in serie in serie in serie DC-5 (L/R 7,5ms) in serie in serie in serie TENSIONE NOMALE DI IMPIEGO: 48V CC DC-1 (L/R 1ms) in serie in serie in serie DC-3 (L/R 2ms) in serie in serie in serie DC-5 (L/R 7,5ms) in serie in serie in serie TENSIONE NOMALE DI IMPIEGO: 60V CC DC-1 (L/R 1ms) in serie in serie in serie DC-3 (L/R 2ms) in serie in serie in serie DC-5 (L/R 7,5ms) in serie in serie in serie

7 Categoria di utilizzazione Frequenza massima manovre elettriche (DC-1): N poli IMPIEGO CORRENTE CONTUA Tipo di contattore CTR 20 - CTRM 20 CTR 25 - CTRM 25 CTR 40 CTR manovre per ora N massimo di manovre elettriche (DC-1/DC-3/DC-5): TENSIONE NOMALE DI IMPIEGO: 110V CC Corrente nominale di impiego (A) DC-1 (L/R 1ms) in serie in serie in serie DC-3 (L/R 2ms) 1 1 1,3 1,5 1,5 2 in serie 4 5, in serie in serie DC-5 (L/R 7,5ms) 1 0,3 0, in serie in serie in serie TENSIONE NOMALE DI IMPIEGO: 220V CC DC-1 (L/R 1ms) 1 0,6 0,6 1,2 1,2 2 in serie in serie in serie DC-3 (L/R 2ms) 1 0,1 0,2 0,3 0,3 2 in serie 0,4 0, in serie in serie DC-5 (L/R 7,5ms) 1 0,06 0,1 0,2 0,2 2 in serie 0,2 0,4 0,8 0,8 3 in serie in serie

8 COMANDO LAMPADE La tabella seguente riporta il numero delle lampade per fase comandabili da ciascun contattore in funzione del tipo di lampada e della potenza nominale. I valori sono riferiti alla tensione nominale di 230 V 50 Hz Tipo di contattore CTR 20 - CTRM 20 CTR 25 - CTRM 25 CTR 40 CTR 63 Tipo di lampada Potenza (W) Max numero di lampade per fase Frequenza massima manovre elettriche: CANDESCENZA ED ALOGENA HD R7S RISPARMIO ENERGETICO FLUORESCENTE 600 manovre per ora RIFASATE O SERIE RIFASATE O SERIE RIFASATE O SERIE RIFASATE O SERIE (1,3 µf) 9 (3,5 µf) 70 (1,3 µf) 10 (3,5 µf) 125 (1,3 µf) 62 (3,5 µf) 200 (1,3 µf) 94 (3,5 µf) (2,7 µf) 7 (4,5 µf) 24 (2,7 µf) 8 (4,5 µf) 90 (2,7 µf) 48 (4,5 µf) 140 (2,7 µf) 73 (4,5 µf) (2,5 µf) 7 (4,5 µf) 24 (2,5 µf) 8 (4,5 µf) 90 (2,5 µf) 48 (4,5 µf) 140 (2,5 µf) 73 (4,5 µf) (3,4 µf) 7 (4,5 µf) 20 (3,4 µf) 8 (4,5 µf) 65 (3,4 µf) 48 (4,5 µf) 95 (3,4 µf) 73 (4,5 µf) (5,3 µf) 4 (7 µf) 17 (5,3 µf) 5 (7 µf) 45 (5,3 µf) 31 (7 µf) 70 (5,3 µf) 47 (7 µf) (5,3 µf) 4 (7 µf) 17 (5,3 µf) 5 (7 µf) 35 (5,3 µf) 31 (7 µf) 50 (5,3 µf) 47 (7 µf) 12 (5,3 µf) 3 (8 µf) 15 (5,3 µf) 4 (8 µf) 25 (5,3 µf) 27 (8 µf) 40 (5,3 µf) 41 (8 µf) FLUORESCENTE CON REATTORE 2 x 11 2 x 50 2 x 60 2 x x x 18 2 x 30 2 x 40 2 x x x 24 2 x 24 2 x 31 2 x 78 2 x x 36 2 x 17 2 x 24 2 x 65 2 x 95 2 x 58 2 x 10 2 x 14 2 x 40 2 x 60 2 x 65 2 x 9 2 x 13 2 x 30 2 x 45 FD G13 2 x 2 x 6 2 x 10 2 x 20 2 x 30 FLUORESCENTE CON ALIMENTATORE ELETTRONICO (ECG) FD IA/IB E27 FBT E27 FD G5 G x 18 2 x 12 2 x 17 2 x 50 2 x 70 2 x 36 2 x 7 2 x 10 2 x 26 2 x 38 2 x 58 2 x 7 2 x 9 2 x 25 2 x 36 8

9 Tipo di contattore CTR 20 - CTRM 20 CTR 25 - CTRM 25 CTR 40 CTR 63 Tipo di lampada Potenza (W) Max numero di lampade per fase Frequenza massima manovre elettriche: FLUORESCENTE T5 CON ALIMENTATORE ELETTRONICO (ECG) FD G5 600 manovre per ora (HE) 40 (HE) 105 (HE) 150 (HE) (HE) 30 (HE) 80 (HE) 115 (HE) (FC) 30 (FC) 80 (FC) 110 (FC) (HO) 26 (HO) 70 (HO) 100 (HO) (HE) 22 (HE) 60 (HE) 90 (HE) (HE) 18 (HE) 48 (HE) 70 (HE) (HO) 16 (HO) 42 (HO) 62 (HO) (FC) 15 (FC) 40 (FC) 60 (FC) (HO) 14 (HO) 35 (HO) 52 (HO) 54 9 (HO) 13 (HO) 32 (HO) 47 (HO) 55 8 (FC) 12 (FC) 30 (FC) 45 (FC) 80 6 (HO) 8 (HO) 22 (HO) 32 (HO) 2 x 14 2 x 15 (2 x HE) 2 x 20 (2 x HE) 2 x 52 (2 x HE) 2 x 75 (2 x HE) 2 x 21 2 x 11 (2 x HE) 2 x 15 (2 x HE) 2 x 40 (2 x HE) 2 x 57 (2 x HE) 2 x 22 2 x 11 (2 x FC) 2 x 15 (2 x FC) 2 x 40 (2 x FC) 2 x 55 (2 x FC) 2 x 24 2 x 10 (2 x HO) 2 x 13 (2 x HO) 2 x 35 (2 x HO) 2 x 50 (2 x HO) 2 x 28 2 x 9 (2 x HE) 2 x 11 (2 x HE) 2 x 20 (2 x HE) 2 x 45 (2 x HE) 2 x 35 2 x 7 (2 x HE) 2 x 9 (2 x HE) 2 x 24 (2 x HE) 2 x 35 (2 x HE) 2 x 39 2 x 6 (2 x HO) 2 x 8 (2 x HO) 2 x 21 (2 x HO) 2 x 31 (2 x HO) 2 x 40 2 x 6 (2 x FC) 2 x 7 (2 x FC) 2 x 20 (2 x FC) 2 x 30 (2 x FC) 2 x 49 2 x 5 (2 x HO) 2 x 7 (2 x HO) 2 x 17 (2 x HO) 2 x 26 (2 x HO) 2 x 54 2 x 4 (2 x HO) 2 x 6 (2 x HO) 2 x 16 (2 x HO) 2 x 23 (2 x HO) 2 x 55 2 x 4 (2 x FC) 2 x 6 (2 x FC) 2 x 15 (2 x FC) 2 x 22 (2 x FC) 2 x 80 2 x 3 (2 x HO) 2 x 4 (2 x HO) 2 x 11 (2 x HO) 2 x 16 (2 x HO) AI VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE RIFASATE RIFASATE RIFASATE RIFASATE (7 µf) 18 5 (7 µf) (7 µf) (7 µf) A IODURI METALLICI MT/ST (8 µf) 13 5 (8 µf) (8 µf) (8 µf) (10 µf) 9 4 (10 µf) (10 µf) (10 µf) (18 µf) 5 2 (18 µf) (18 µf) (18 µf) (25 µf) 3 1 (25 µf) 7 9 (25 µf) (25 µf) (45 µf) 6 7 (45 µf) (60 µf) 4 5 (60 µf) RIFASATE RIFASATE RIFASATE RIFASATE (6 µf) 22 6 (6 µf) (6 µf) (6 µf) (12 µf) 12 3 (12 µf) (12 µf) (12 µf) (20 µf) 7 1 (20 µf) (20 µf) (20 µf) (33 µf) 7 6 (33 µf) 10 9 (33 µf) (35 µf) 6 6 (35 µf) 9 8 (35 µf) (95 µf) 3 3 (95 µf) (148 µf) 1 2 (148 µf) A IODURI METALLICI CON ALIMENTATORE ELETTRONICO (PCI) MN E AI MDVAPORI DI RX7s SODIO AD ALTA PRESSIONE RIFASATE RIFASATE RIFASATE RIFASATE (20 µf) 6 1 (20 µf) (20 µf) (20 µf) MT/ST SE/QE E27 K12s/Cavo E (33 µf) 10 6 (33 µf) (33 µf) (48 µf) 8 6 (48 µf) (106 µf) 3 3 (106 µf) 9

10 Tipo di contattore CTR 20 - CTRM 20 CTR 25 - CTRM 25 CTR 40 CTR 63 Tipo di lampada Potenza (W) Max numero di lampade per fase Frequenza massima manovre elettriche: 600 manovre per ora AI VAPORI DI SODIO AD ALTA PRESSIONE CON ALIMENTATORE ELETTRONICO (PCI) AI VAPORI DI RX7s SODIO A BASSA PRESSIONE RIFASATE RIFASATE RIFASATE RIFASATE (5 µf) 27 7 (5 µf) (5 µf) (5 µf) MD MT PGZ-12 FLUORESCENTE COMPATTA FSD 2G7 FSM 2G (20 µf) 9 1 (20 µf) (20 µf) (20 µf) (20 µf) 9 1 (20 µf) (20 µf) (20 µf) (26 µf) 5 1 (26 µf) 14 8 (26 µf) (26 µf) (45 µf) 13 7 (45 µf) (40 µf) 13 8 (40 µf) SERIE SERIE SERIE SERIE 5-13 (2,2 µf) - 16 (2,2 µf) (2,2 µf) (2,2 µf) 7-14 (2,1 µf) - 17 (2,1 µf) (2,1 µf) (2,1 µf) 9-15 (2,0 µf) - 18 (2,0 µf) (2,0 µf) (2,0 µf) (1,4 µf) 13 (2,2 µf) 60 (1,4 µf) 16 (2,2 µf) 105 (1,4 µf) 100 (2,2 µf) 165 (1,4 µf) 150 (2,2 µf) (1,7 µf) - 21 (1,7 µf) (1,7 µf) (1,7 µf) (1,4 µf) 16 (1,8 µf) 60 (1,4 µf) 20 (1,8 µf) 105 (1,4 µf) 120 (1,8 µf) 165 (1,4 µf) 183 (1,8 µf) (1,7 µf) 25 (2,7 µf) 13 (2,3 µf) 7 (4,2 µf) 50 (1,7 µf) 30 (2,7 µf) 15 (2,3 µf) 8 (4,2 µf) (1,7 µf) 50 (2,7 µf) 95 (2,3 µf) 52 (4,2 µf) 135 (1,7 µf) 80 (2,7 µf) 143 (2,3 µf) 78 (4,2 µf) (2,7 µf) 8 (3,6 µf) 30 (2,7 µf) 10 (3,6 µf) 50 (2,7 µf) 61 (3,6 µf) 80 (2,7 µf) 91 (3,6 µf) (2,5 µf) 9 (3,3 µf) 35 (2,5 µf) 11 (3,3 µf) 60 (2,5 µf) 66 (3,3 µf) 95 (2,5 µf) 100 (3,3 µf) (3,4 µf) 6 (4,4 µf) 25 (3,4 µf) 8 (4,4 µf) 45 (3,4 µf) 50 (4,4 µf) 70 (3,4 µf) 75 (4,4 µf) FLUORESCENTE COMPATTA CON ALIMENTATORE ELETTRONICO (ECG) x 9 2 x 16 2 x 22 2 x 90 2 x x 10 2 x 16 2 x 22 2 x 90 2 x x 11 2 x 16 2 x 22 2 x 90 2 x x 13 2 x 16 2 x 22 2 x 90 2 x x 18 2 x 5 2 x 7 2 x 20 2 x 28 2 x 24 2 x 5 2 x 7 2 x 20 2 x 28 2 x 26 2 x 5 2 x 7 2 x 20 2 x 28 2 x 32 2 x 5 2 x 7 2 x 20 2 x 28 2 x 36 2 x 5 2 x 7 2 x 20 2 x 28 2 x 40 2 x 4 2 x 6 2 x 18 2 x 26 2 x 42 2 x 4 2 x 6 2 x 18 2 x 26 2 x 55 2 x 3 2 x 5 2 x 16 2 x 22 2 x 57 2 x 3 2 x 5 2 x 16 2 x 22 10

11 DATI TECNICI CARATTERISTICHE ELETTRICHE Tipo di contattore: CTR 20 - CTRM 20 CTR 25 - CTRM 25 CTR 40 CTR 63 Norma di riferimento: EN 61095, EN , EN Corrente nominale AC-1/AC-7a (In): (A) Tensione nominale di impiego (Ue): (V) 230 ca (1-2 poli) ca (3-4poli) Tensione nominale di isolamento (Ui): (V) 230 ca (1-2 poli) ca (3-4poli) Tensione nominale di tenuta ad impulso (Uimp): (kv) 4 Corrente di corto circuito condizionata con fusibile: (ka) 3 (gl 20) 3 (gl 25) 3 (gl 63) 3 (gl 80) Frequenza nominale: (Hz) 50/60 N di moduli: 1 (1NA - 2NA - 1NA+1NC) 2 (3NA - 4NA) 2 3 Potenza dissipata per polo ( AC-1 / AC-7a): (W) 1,7 2,2 4 8 N di manovre meccaniche: 3 x 10 6 Temperatura di funzionamento: ( C) Temperatura di stoccaggio: ( C) N massimo di contattori affiacabili: 3 ( 40 C) (1) 2 (40-55 C) (1) Coppia nominale di serraggio: (Nm) 1,2 3,5 Tipo di vite terminale: M3,5 M5 Cacciavite raccomandato: PZ1 PZ2 Sezione conduttori: rigido (mm 2 ) ,5 25 flessibile (mm 2 ) ,5 16 Peso: (g) CARATTERISTICHE BOBA DI COMANDO Tensione di comando bobina (Uc): (V) ca ca / cc Tensione minima di funzionamento: (V) % Uc Tensione massima di funzionamento: (V) 110% Uc Frequenza: (Hz) 50/60 (2) Assorbimento bobina all'eccitazione: (VA / W) 12 / 10 2,6 / 2,6 (3) 3,8 / 3,8 (4) 5 / 5 Assorbimento bobina in mantenimento: (VA / W) 2,8 / 1,2 2,6 / 2,6 (3) 3,8 / 3,8 (4) 5 / 5 Coppia nominale di serraggio: (Nm) 0,6 Tipo di vite terminale: M3 M3,5 Cacciavite raccomandato: PZ1 Sezione conduttori: rigido (mm 2 ) 1 2,5 flessibile (mm 2 ) 1 2,5 CARATTERISTICHE CONTATTO AUSILIARIO Tensione nominale di impiego (Ue): (V) ca Tensione nominale di isolamento (Ui): (V) 500 Tensione nominale di tenuta ad impulso (Uimp): (kv) 4 Corrente nominale AC-15 (In): (A) 6 (230V) - 4 (400V) N di moduli: 0,5 Potenza dissipata per polo (AC-15): (W) 0,3 N di manovre meccaniche: 3 x 10 6 N di manovre elettriche: Coppia nominale di serraggio: (Nm) 0,6 Tipo di vite terminale: M3 Cacciavite raccomandato: PZ1 Sezione conduttori: rigido (mm 2 ) 1 2,5 flessibile (mm 2 ) 1 2,5 Peso: (g) 35 (1) Si consiglia l installazione di un distanziatore (GW D6 766) per limitare il riscaldamento tra gruppi di contattori affiancati. (2) Le bobine dei contattori da 25, 40 e 63A possono essere comandate in tensione alternata con frequenza da 40 a 500Hz (3) Per versioni 2NA - 3NA - 4NA - 3NA+1NC (4) Per versioni 4NC SCHEMI FUNZIONALI - CONTATTORI SCHEMI FUNZIONALI - CONTATTI AUSILIARI GW D6 701 GW D6 702 GW D6 721 GW D6 706 GW D6 707 GW D6 744 GW D6 703 GW D6 711 GW D6 712 GW D6 731 GW D6 741 GW D6 742 GW D6 751 GW D6 705 GW D6 743 GW D6 708 GW D6 713 GW D6 722 GW D6 732 GW D6 752 GW D6 761 GW D6 762 GW D6 709 GW D6 714 GW D6 715 GW D6 723 GW D6 724 GW D6 733 GW D6 734 GW D6 753 GW D6 754 GW D6 716 GW D6 717 GW D6 718 GW D6 735 GW D

12 COMANDO MOTORE START K1 K1 STOP K1 Un tipico circuito di comando automatico di marcia-arresto di un motore è caratterizzato da un dispositivo di protezione per le sovracorrenti (interruttore magnetotermico o salvamotore), un contattore (per consentire l apertura e chiusura del circuito di potenza) e un circuito ausiliario composto da pulsanti che comandano l eccitazione e la diseccitazione della bobina del contattore (tipicamente un pulsante NA di marcia e un pulsante NC di arresto come per esempio GW ) La scelta del contattore più idoneo per tale applicazione non deve essere solo influenzata dalla potenza del motore ma bisogna considerare anche la categoria di utilizzazione per determinarne la sua durata nel tempo in riferimento al numero e alla frequenza di manovra. A tal proposito la norma CEI EN definisce 4 categorie di utilizzo in merito al comando dei motori, esattamente: AC-1 per il comando di messa in tensione di carichi leggermente induttivi (es. riscaldamento, distribuzione) AC-2 per l avviamento, interruzione, frenatura, inversione di marcia e marcia a scatti di motori ad anelli (es. motore per trafilatura) AC-3 per l avviamento ed interruzione di motori a gabbia (es. pompe, ventilatori, climatizzatori, nastri trasportatori, miscelatori ecc ) AC-4 per l avviamento, interruzione, frenatura, inversione di marcia e marcia a scatti di motori a gabbia (es. motore per tipografia) Nella maggior parte delle applicazioni, il metodo più comune per avviare ed arrestare la marcia di un motore corrisponde alla categoria AC-3 ossia il dispositivo di comando stabilisce la corrente di avviamento e interrompe la marcia a motore lanciato quando il motore assorbe la corrente nominale. Nel caso della categoria di utilizzo AC-4 il contattore deve essere sovradimensionato perché sottoposto a condizioni più gravose in quanto l interruzione della marcia avviene nel periodo di avviamento del motore invece che nella fase di regime. Di seguito è riportato un esempio per la scelta del contattore più idoneo considerando tutti gli aspetti finora descritti: Comando di un motore elettrico a gabbia (ne consegue che la categoria di utilizzo corrisponde a AC-3) Tensione di alimentazione: 400V trifase Potenza del motore: 11kW N di manovre: 100 al giorno Per poter comandare tale carico ci sono due possibilità di scelta: 1.CTR40 : la massima potenza d impiego corrisponde a 11kW con un n massimo di manovre pari a Pertanto la durata del contattore risulta pari a / 100 = 1500 giorni. 2.CTR63: dai diagrammi di durata è possibile ricavare il n di manovre in funzione della potenza del motore che risulta circa di manovre. Pertanto la durata del contattore risulta pari a / 100 = 2700 giorni. 12

13 DIAGRAMMI DI DURATA Per determinare la durata di vita di un contattore bisogna fare riferimento ai diagrammi sotto riportati, i quali indicano il numero dei cicli a carico in funzione della corrente / potenza di impiego riferiti ad una specifica categoria di utilizzazione. CATEGORIA DI UTILIZZAZIONE: AC-1 Milioni di manovre CTR20 CTR25 CTRM20 CTR20 CTRM25 CTR25 CTRM20 CTRM25 CTR40 CTR63 CTR40 CTR63 Corrente (A) CATEGORIA DI UTILIZZAZIONE: AC-3 400V Milioni di manovre CTR25 CTRM25 CTR25 CTRM25 CTR40 CTR63 CTR40 CTR63 Corrente (A) Potenza motore (kw) CATEGORIA DI UTILIZZAZIONE: AC-3 230V Milioni di manovre contatti NC contatti NA Corrente (A) Potenza motore (kw) 13

14 CONTATTORI A COMANDO MANUALE Le versioni a comando manuale presentano sul fronte un selettore tramite il quale è possibile impostare la modalità di funzionamento del contattore. Più precisamente posizionando la leva in: A si imposta la modalità AUTOMATICO, ossia si ottiene il funzionamento come contattore normale. Pertanto la commutazione dei contatti avviene tramite l eccitazione e la diseccitazione della bobina. O si imposta la modalità ARRESTO PERMANENTE bloccando meccanicamente i contatti nella posizione di riposo. Pertanto anche alimentando la bobina i contatti non commutano. I si imposta la modalità MARCIA FORZATA TEMPORANEA. I contatti vengono commutati in assenza di tensione sulla bobina di comando. Quando la bobina viene alimentata il selettore commuta automaticamente in posizione A mantenendo la posizione dei contatti. Selettore in I Selettore in A Selettore in 0 Ripristino automatico in A Bobina di comando 230V 0V Stato dei contatti Commutati Riposo Automatico Arresto permanente Marcia forzata temporanea A livello applicativo, le versioni a comando manuale servono qualora si voglia intervenire sui contatti di potenza indipendentemente dal loro stato e da eventuali comandi esterni. Infatti è sempre possibile commutare i contatti anche in assenza dell alimentazione della bobina. Pertanto possono essere utili per eseguire il test di funzionamento del prodotto prima dell avviamento del carico elettrico oppure per le operazioni di manutenzione (come per esempio la sostituzione dei carichi luce) per salvaguardare la sicurezza dell operatore. Inoltre si può evitare l installazione di un commutatore a 2 posizioni (manuale/automatico) o a 3 posizioni (manuale/0/automatico) spesso previsto come accessorio per il comando per esempio di motori, pompe e ventilatori. 14

15 CONVERSIONE CODICE CODICE VECCHIO CODICE NUOVO DESCRIZIONE GW GW D6 701 Contattore 20A 1NA 230V 1M GW GW D6 702 Contattore 20A 2NA 24V 1M GW GW D6 707 Contattore 20A 1NA+1NC 230V 1M GW GW D6 703 Contattore 20A 2NA 230V 1M GW GW D6 705 Contattore 20A 2NC 230V 1M GW GW D6 708 Contattore 20A 3NA 230V 2M GW GW D6 709 Contattore 20A 4NA 230V 2M GW GW D6 713 Contattore 25A 3NA 230V 2M GW GW D6 718 Contattore 25A 3NA+1NC 230V 2M GW GW D6 714 Contattore 25A 4NA 24V 2M GW GW D6 715 Contattore 25A 4NA 230V 2M GW GW D6 717 Contattore 25A 4NC 230V 2M GW GW D6 721 Contattore 40A 2NA 230V 3M GW GW D6 722 Contattore 40A 3NA 230V 3M GW GW D6 724 Contattore 40A 4NA 230V 3M GW GW D6 731 Contattore 63A 2NA 230V 3M GW GW D6 732 Contattore 63A 3NA 230V 3M GW GW D6 734 Contattore 63A 4NA 230V 3M GW GW D6 742 Contattore manuale 20A 2NA 230V 1M GW GW D6 752 Contattore manuale 25A 3NA 230V 2M GW GW D6 754 Contattore manuale 25A 4NA 230V 2M GW GW D6 761 Contatto aux 2NA 0,5M GW GW D6 762 Contatto aux 1NA+1NC 0,5M CONTATTORI TABELLE DIMENSIONALI 17, , ,5 CONTATTORI A COMANDO MANUALE CONTATTI AUSILIARI ,5 35

16 CONTATTORI CTR GWD6703 CONTATTORI Codice Contatti Tensione di comando bobina (V) N. mod. EN Conf. Imb. CORRENTE NOMALE (AC-1/AC-7A): 20 A - CTR20 GW D NA 230 ac 1 6/24 GW D NA 24 ac 1 6/24 GW D NA 230 ac 1 6/24 GW D NC 230 ac 1 6/24 GW D NA+1NC 24 ac 1 6/24 GW D NA+1NC 230 ac 1 6/24 GW D NA 230 ac 2 3/12 GW D NA 230 ac 2 3/12 CORRENTE NOMALE (AC-1/AC-7A): 25 A - CTR25 GW D NA 24 ac/dc 2 3/12 GW D NA 230 ac dc 2 3/12 GW D NA 230 ac dc 2 3/12 GW D NA 24 ac/dc 2 3/12 GW D NA 230 ac dc 2 3/12 GW D NC 24 ac/dc 2 3/12 GW D NC 230 ac dc 2 3/12 GW D NA+1NC 230 ac dc 2 3/12 CORRENTE NOMALE (AC-1/AC-7A): 40 A - CTR40 GW D NA 230 ac dc 3 2/8 GW D NA 230 ac dc 3 2/8 GW D NA 24 ac/dc 3 2/8 GW D NA 230 ac dc 3 2/8 GW D NA+2NC 230 ac dc 3 2/8 CORRENTE NOMALE (AC-1/AC-7A): 63 A - CTR63 GW D NA 230 ac dc 3 2/8 GW D NA 230 ac dc 3 2/8 GW D NA 24 ac/dc 3 2/8 GW D NA 230 ac dc 3 2/8 GW D NA+1NC 230 ac dc 3 2/8 APPLICAZIONI: adatti per il comando automatico di utenze elettriche di potenza con numero elevato di manovre. La commutazione dei contatti avviene mediante l'eccitazione e la diseccitazione della bobina. Per applicazioni diverse dalla categoria di utilizzazione AC-1/AC-7a, fare riferimento alle pagine tecniche. CARATTERISTICHE: accessoriabili con i contatti ausiliari e copriviti piombabili. NOTA: si consiglia l'utilizzo di un distanziatore nel caso di contattori installati affiancati per un funzionamento ottimale. GWD6742 CONTATTORI A COMANDO MANUALE Codice Contatti Tensione di comando bobina (V) N. mod. EN CORRENTE NOMALE (AC-1/AC-7A): 20 A - CTRM20 GW D NA 24 ac 1 6/24 GW D NA 230 ac 1 6/24 GW D NC 230 ac 1 6/24 GW D NA+1NC 230 ac 1 6/24 CORRENTE NOMALE (AC-1/AC-7A): 25 A - CTRM25 GW D NA 230 ac dc 2 3/12 GW D NA 230 ac dc 2 3/12 GW D NA 24 ac/dc 2 3/12 GW D NA 230 ac dc 2 3/12 APPLICAZIONI: dotati di selettore a tre posizioni (A - O - I) per compiere manualmente la chiusura o l'apertura permanente dei contatti indipendentemente da comandi esterni Posizione A: funzionamento come contattore normale Posizione O: funzionamento come contattore manuale (contatti bloccati meccanicamente nello stato di riposo) Posizione I: funzionamento come contattore manuale (contatti commutati in assenza di tensione sulla bobina di comando. Quando la bobina è alimentata il selettore commuta automaticamente in posizione A mantenendo lo stato dei contatti. CARATTERISTICHE: accessoriabili con i contatti ausiliari e copriviti piombabili NOTA: si consiglia l'utilizzo di un distanziatore nel caso di contattori installati affiancati per un funzionamento ottimale. Conf. Imb. 16

17 ACCESSORI PER CONTATTORI CTR GWD6761 CONTATTI AUSILIARI Codice Contatti N. mod. EN GW D NA 0,5 1/12 GW D NA+1NC 0,5 1/12 APPLICAZIONI: segnalano la posizione dei contatti del contattore (aperto o chiuso). NOTA: ad ogni contattore si può associare fino ad un massimo di 1 contatto ausiliario. Conf. Imb. GWD6766 DISTANZIATORE Codice N. mod. EN Conf. Imb. GW D ,5 12 APPLICAZIONI: limita il riscaldamento in caso di contattori installati affiancati. NOTA: si consiglia di utilizzare un distanziatore ogni 3 contattori affiancati se la temperatura ambiente è minore di 40 C oppure un distanziatore ogni 2 contattori affiancati se la temperatura ambiente è superiore a 40 C. GWD6764 COPRIVITI PIOMBABILI Codice Adatto per contattore N. pezzi Conf. Imb. GW D6 763 Larghezza 1 mod. 2 1/10 GW D6 764 Larghezza 2 mod. 2 1/10 GW D6 765 Larghezza 3 mod. 2 1/10 APPLICAZIONI: consentono di piombare le viti dei morsetti, impedendo le manomissioni dei collegamenti. 17

18 ORGANIZZAZIONE DI VENDITA REGIONI AGENZIE E UFFICI Piemonte, Liguria, Gewiss S.p.A. - Filiale Piemonte, Liguria, Valle d Aosta Valle d Aosta Uffici e Show Room - Via Ala di Stura, TORO Lombardia Gewiss S.p.A. - Filiale Lombardia (inclusa Piacenza) Uffici e Show Room - Via A. Volta, CENATE SOTTO (BG) Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia Gewiss S.p.A. - Filiale Triveneto Uffici e Show Room - Via dei Ronchi, 21 Località Camin PADOVA Emilia Romagna Gewiss S.p.A. - Filiale Emilia Romagna (esclusa Piacenza) Uffici e Show Room - Via Cicogna, S. LAZZARO DI SAVENA (BO) Toscana REL 2 di Renato Vannini e C. s.a.s. Sede Uffici e Show Room - Viale Europa, 66/A SCANDICCI FI Umbria e Marche (e Rieti) REL s.r.l. Sede Uffici e Show Room - Via Orazio Tramontani, PONTE SAN GIOVANNI (PG) Uffici e Show Room - Via N. Abbagnano, SENIGALLIA (AN) Abruzzo e Molise MASTROMAURO RAPPRESENTANZE SAS DI FRANCESCA MASTROMAURO & C. Uffici e Show Room - Via Raiale, PESCARA Lazio (esclusa Rieti) Gewiss S.p.A. - Filiale Lazio Uffici e Show Room - Via Portuense, Blocco R Modulo ROMA Campania (inclusa Potenza) Gewiss S.p.A. - Filiale Campania Centro Direzionale Servillo 2 - Variante Nazionale delle Puglie, CASALNUOVO di NAPOLI (NA) Puglia e Basilicata TRAVERSA RAPPRESENTANZE SRL (esclusa Potenza) Uffici e Show Room - Via Michele Mitolo, BARI Calabria FGR di Ferro Gioacchino & C s.n.c. Uffici e Show Room - Via Giovanni XXIII, BORGIA (CZ) Sicilia A.SI.EL di Polizzotto Nicola & C s.n.c Uffici e Show Room - Via A. De Gasperi, PALERMO Sardegna MAELETTRIC s.n.c. Uffici e Show Room - Via Cagliari, QUARTU S. ELENA (CA)

19 I SERVIZI WEB GEWISS si rinnova. Si rinnova dal profondo. Una scelta di campo e di conseguenza di stile. GEWISS ha creato un nuovo portale dedicato al consumatore finale, animato dal progetto la casa efficiente e confortevole. Un mood configurator, animazioni e interazioni consentiranno agli utenti di avvicinarsi al mondo della domotica e di scoprire le novità del mondo GEWISS. I professionisti potranno accedere all area professional a loro dedicata in alto della home page sul link area professionisti, dove saranno disponibili il catalogo, i software e sarà possibile ricevere assistenza tecnica e commerciale. Scopritelo attraverso le sezioni in home page: CONFIGURATORE CHORUS Animazioni e interazioni avanzate guideranno il consumatore fino alla definizione del preventivo, contenente le funzioni GEWISS ideali per la soluzione di casa scelta. Inoltre l utente potrà conoscere le funzioni offerte da GEWISS, scegliendo lo scenario che più si avvicina alle sue esigenze domotiche. IMMAGA CON GEWISS Riesci ad immaginare quello che la tua casa può fare per te? Un divertente test ti aiuterà a conoscere quale tipo domotico sei e ti proporrà i prodotti giusti per realizzare la tua casa ideale. UN TOCCO DI STILE Un mood configurator per vestire la tua casa con il giusto mood, condivisibile sui principali social network. Potrai giocare con gli elementi d arredo spostandoli a tuo piacimento e potrai anche caricare le foto della tua casa e vestirla con le placche Chorus. Il sito è dedicato al centro di competenza di GEWISS che promuove una nuova cultura d impianto attraverso corsi formativi, manuali e kit didattici a tutti i professionisti che vogliono tenere il passo con l innovazione tecnologica. Dal sito è possibile fare un tour virtuale di Spazio Chorus, la casa domotica di GEWISS in Fieramilano (RHO). Qui tecnologia e quotidianità si fondono, è possibile infatti sperimentare le soluzioni domotiche GEWISS e scoprire ambienti che si adattano ad ogni stile e rispondono ad ogni esigenza. 19

20 GEWISS SI RNOVA Una scelta di campo e di stile Visita il nuovo gewiss.com dedicato all utente finale DOMOTICS ENERGY LIGHTG GEWISS S.p.A. Registered Office: Via A. Volta, CENATE SOTTO (Bergamo) - Italy Tel Fax Società con unico Socio - R.I. Bergamo / P.IVA / C.F. (IT) REA Cap. soc ,00 EUR i.v. PB IT

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Interruttori per protezione motore P5M 68 Ausiliari per interruttore P5M 70 Sezionatori-fusibili STI 7 Limitatori di sovratensione di Tipo PRF Master 7 Limitatori

Dettagli

Il motore asincrono trifase

Il motore asincrono trifase 7 Giugno 2008 1SDC007106G0901 Quaderni di Applicazione Tecnica Il motore asincrono trifase Generalità ed offerta ABB per il coordinamento delle protezioni Quaderni di Applicazione Tecnica Il motore asincrono

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali /2 Introduzione /5 Norme di riferimento e interruttori magnetotermici /6 Trasformatore d isolamento e di sicurezza / Controllore d isolamento e pannelli di controllo

Dettagli

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Diagramma di selezione VF KEYF VF KEYF1 VF KEYF2 VF KEYF3 VF KEYF7 VF KEYF AZIONATORI UNITA DI CONTATTO 1 2 21 22 2NO+1NC FD FP

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31 Serie - nterruttore orario 16 A SERE Caratteristiche.01.11.31 nterruttore orario elettromeccanico - Giornaliero * - Settimanale ** Tipo.01-1 contatto in scambio 16 A larghezza 35.8 mm Tipo.11-1 contatto

Dettagli

Interruttori di posizione precablati serie FA

Interruttori di posizione precablati serie FA Interruttori di posizione precablati serie FA Diagramma di selezione 01 08 10 11 1 15 1 0 guarnizione guarnizione esterna in esterna in gomma gomma AZIONATORI 1 51 5 54 55 56 5 leva leva regolabile di

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I)

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 Generalità 2 CONFIGURAZIONE PART-WINDING 2 CONFIGURAZIONE STELLA-TRIANGOLO 3 Isolamento del motore elettrico 5 Dispositivi di

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

CATALOGO 2010 MAS. Nuovi quadri ad uso medico

CATALOGO 2010 MAS. Nuovi quadri ad uso medico CATALOGO 2010 MAS Nuovi quadri ad uso medico INDICE NUOVI QUADRI PER LOCALI AD USO MEDICO 2 TUTTI I VANTAGGI DELLA GAMMA MAS 4 NUOVI SORVEGLIATORI E PANNELLI RIPETITORI 6 CATALOGO 8 INFORMAZIONI TECNICHE

Dettagli

SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO

SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO LA PROTEZIONE DELLE CONDUTTURE CONTRO LE SOVRACORRENTI DEFINIZIONI NORMA CEI 64-8/2 TIPOLOGIE DI SOVRACORRENTI + ESEMPI SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO DISPOSITIVI DI PROTEZIONE

Dettagli

I motori elettrici più diffusi

I motori elettrici più diffusi I motori elettrici più diffusi Corrente continua Trifase ad induzione Altri Motori: Monofase Rotore avvolto (Collettore) Sincroni AC Servomotori Passo Passo Motore in Corrente Continua Gli avvolgimenti

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE Facoltà di Architettura Corso di Fisica Tecnica Ambientale Prof. F. Sciurpi - Prof. S. Secchi A.A. A 2011-20122012 IMPIANTI ELETTRICI CIVILI Per. Ind. Luca Baglioni Dott.

Dettagli

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA Mod. 6 Applicazioni dei sistemi di controllo 6.2.1 - Generalità 6.2.2 - Scelta del convertitore di frequenza (Inverter) 6.2.3 - Confronto

Dettagli

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 500 spazi sportivi scolastici e 500 impianti di base, pubblici e privati «1000 Cantieri per lo Sport»

Dettagli

Descrizione del prodotto

Descrizione del prodotto Dati tecnici 2CDC501067D0901 ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Gli alimentatori di linea KNX con bobina integrata generano e controllano la tensione del sistema KNX (SELV). Con la bobina integrata

Dettagli

Con By-me la luce ha nuovi ruoli da protagonista.

Con By-me la luce ha nuovi ruoli da protagonista. Con By-me la luce ha nuovi ruoli da protagonista. Nuove lampade di illuminazione e d emergenza. Serenità e sicurezza risplendono in tutta la casa. Avere più luce in casa aumenta prima di tutto la tranquillità

Dettagli

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi SE/S 3.16.1 Manuale del prodotto

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi SE/S 3.16.1 Manuale del prodotto ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi SE/S 3.16.1 Manuale del prodotto Indice Indice Pagina 1 Generale... 3 1.1 Uso del manuale del prodotto... 3 1.1.1 Struttura del manuale del prodotto...

Dettagli

SEGNI GRAFICI PER SCHEMI

SEGNI GRAFICI PER SCHEMI Corrente e Tensioni Corrente continua Trasformatore a due avvolgimenti con schermo trasformatore di isolamento CEI 14-6 Trasformatore di sicurezza CEI 14-6 Polarità positiva e negativa Convertitori di

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA RTC REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE IN BASSA TENSIONE DELL AZIENDA PUBBLISERVIZI BRUNICO INDICE 1. Scopo 3 2. Campo di applicazione

Dettagli

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO (Deliberazione ARG/com 202/08 - Primo report) Dal 1 luglio 2007 tutti i clienti

Dettagli

MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA. Catalogo Tecnico

MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA. Catalogo Tecnico MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA Catalogo Tecnico Aprile 21 L azienda Brevini Fluid Power è stata costituita nel 23 a Reggio Emilia dove mantiene la sua sede centrale. Brevini Fluid Power produce

Dettagli

DK 5940 Aprile 2007 Ed. 2.2-1/47

DK 5940 Aprile 2007 Ed. 2.2-1/47 Ed. 2.2-1/47 INDICE Pagina 1 SCOPO DELLE PRESCRIZIONI 2 2 CAMPO DI APPLICAZIONE 2 3 NORME E PRESCRIZIONI RICHIAMATE NEL TESTO 2 4 DEFINIZIONI 3 5 CRITERI GENERALI 4 5.1 CRITERI GENERALI DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

INVERTER per MOTORI ASINCRONI TRIFASI

INVERTER per MOTORI ASINCRONI TRIFASI APPUNTI DI ELETTROTECNICA INVERTER per MOTORI ASINCRONI TRIFASI A cosa servono e come funzionano A cura di Marco Dal Prà www.marcodalpra.it Versione n. 3.3 - Marzo 2013 Inverter Guida Tecnica Ver 3.3 Pag.

Dettagli

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna Unità monoblocco Potenza frigorifera: da 11 a 70.6 kw Potenza calorifica: da 11.7 a 75.2 kw Unità verticali compatte Ventilatori centrifughi Aspirazione e mandata canalizzate Gestione free-cooling con

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

Brushless. Brushless

Brushless. Brushless Motori Motori in in corrente corrente continua continua Brushless Brushless 69 Guida alla scelta di motori a corrente continua Brushless Riduttore 90 Riddutore Coppia massima (Nm)! 0,6,7 30 W 5,5 max.

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Una garanzia per il futuro.

Una garanzia per il futuro. Pioneering for You Una garanzia per il futuro. Wilo-Stratos GIGA e Wilo Stratos. Informazioni per progettisti di impianti termotecnici 2 ErP e l alta efficienza WILO ITALIA SRL Via G.Di Vittorio, 24 20068

Dettagli

IMPIANTI ELETTTRICI parte II

IMPIANTI ELETTTRICI parte II IMPIANTI ELETTTRICI parte II di Delucca Ing. Diego PROTEZIONE DI UN IMPIANTO DAI SOVRACCARICHI E DAI CORTO CIRCUITI Una corrente I che passa in un cavo di sezione S, di portata IZ è chiamata di sovracorrente

Dettagli

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Marzo 2011 2 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Il Dipartimento per le Comunicazioni, uno dei

Dettagli

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T 02F051 571T 560T 561T 566T 565T 531T 580T Caratteristiche principali: Comando funzionamento manuale/automatico esterno Microinterruttore

Dettagli

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT Le Armoniche INTRODUZIONE Data una grandezza sinusoidale (fondamentale) si definisce armonica una grandezza sinusoidale di frequenza multipla. L ordine dell armonica è il rapporto tra la sua frequenza

Dettagli

Elettrificatori per recinti

Elettrificatori per recinti Elettrificatori per recinti 721 Cod. R315527 Elettri catore multifunzione PASTORELLO SUPER PRO 10.000 Articolo professionale, dotato di rotoregolatore a 3 posizioni per 3 diverse elettroscariche. Può funzionare

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA

PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA CONTATTI DIRETTI contatti con elementi attivi dell impianto elettrico che normalmente sono in tensione CONTATTI INDIRETTI contatti con masse che possono trovarsi

Dettagli

La corrente elettrica

La corrente elettrica La corrente elettrica La corrente elettrica è un movimento di cariche elettriche che hanno tutte lo stesso segno e si muovono nello stesso verso. Si ha corrente quando: 1. Ci sono cariche elettriche; 2.

Dettagli

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI PIEMONTE - VALLE D'AOSTA LIGURIA UNIONE COMMERCIO E TURISMO PROVINCIA DI 1 PF1335_PR418_av214_1 SAVONA ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI DELLA 2 PF1085_PR313_av214_1 PROVINCIA DI ALESSANDRIA ASCOM-BRA ASSOCIAZIONE

Dettagli

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04.

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04. P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCO DI SARDEGNA S.p.A. Società per Azioni con sede legale in Cagliari, viale Bonaria, 33 Sede Amministrativa, Domicilio Fiscale e Direzione Generale in

Dettagli

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014 Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della statale A.S. 2013/2014 Premessa In questo Focus viene fornita un anticipazione dei dati relativi all a.s. 2013/2014 relativamente

Dettagli

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE LIMITED WARRANTY EDILIZIA VERTICALE Wolly 2 La centrale che per la sua versatilità di installazione ha rivoluzionato il concetto di aspirapolvere centralizzato, consentendo la sua installazione anche nei

Dettagli

Protagonista dello sviluppo locale

Protagonista dello sviluppo locale Bic Umbria Protagonista dello sviluppo locale Sviluppo Italia Bic Umbria promuove, accelera e diffonde lo sviluppo produttivo e imprenditoriale nella regione. È controllata da Sviluppo Italia, l Agenzia

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

LIBRETTO D ISTRUZIONI

LIBRETTO D ISTRUZIONI I LIBRETTO D ISTRUZIONI APRICANCELLO SCORREVOLE ELETTROMECCANICO girri 130 VISTA IN SEZIONE DEL GRUPPO RIDUTTORE GIRRI 130 ELETTROMECCANICO PER CANCELLI SCORREVOLI COPERCHIO COFANO SUPPORTO COFANO SCATOLA

Dettagli

DESCRIZIONE. Elettrodi per rilevazione acqua. Dimensioni contenitore ca.: 71 (L) x 71 (H) x 30 (P) mm. (Da abbinare a modulo sonda art.

DESCRIZIONE. Elettrodi per rilevazione acqua. Dimensioni contenitore ca.: 71 (L) x 71 (H) x 30 (P) mm. (Da abbinare a modulo sonda art. 1009/001 1009/002D 1009/002S 1009/005D 1009/005S Frontale piatto da 25 mm per serratura e maniglia Personal Lock Frontale destro da 40 mm per serratura e maniglia Personal Lock Frontale sinistro da 40

Dettagli

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE Le apparecchiature di questa serie, sono frutto di una lunga esperienza maturata nel settore dei gruppi di continuità oltre che in questo specifico. La tecnologia on-line doppia conversione, assicura la

Dettagli

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP LABORATORI INDUSTRIA COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI HP SERVIZIO CLIENTI CSM Maxi la Gamma MAXI HP Una soluzione per ogni esigenza Versione su Basamento Particolarmente indicato per installazioni

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici

La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici Fatti per il sole, minacciati dalle scariche atmosferiche L importanza

Dettagli

G722/... G723/... G723H/... G724/... G725/...

G722/... G723/... G723H/... G724/... G725/... F80/MC F80/MCB F80/MMR F80/SG F80/SGB F7FA0AP-0W0 F9H0AP-0W0 = Led indicazione di guasto per cortocircuito = Led Indicazione di guast o verso terra = Pulsante interfaccia utente = Indicazione sezionamento

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

Document Name: RIF. MonoMotronic MA 3.0 512 15/54 30 15 A 10 A 10 M 1 234

Document Name: RIF. MonoMotronic MA 3.0 512 15/54 30 15 A 10 A 10 M 1 234 MonoMotronic MA.0 6 7 8 9 / 0 8 7 6 0 9 A B A L K 7 8 6 9 0 8 0 A 0 0 C E D 6 7 7 M - 6 0 9 7-9 LEGENDA Document Name: MonoMotronic MA.0 ) Centralina ( nel vano motore ) ) Sensore di giri e P.M.S. ) Attuatore

Dettagli

P.O.S. (POINT OF SALE)

P.O.S. (POINT OF SALE) P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono 059/2021111 (centralino)

Dettagli

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE V.00 AGOSTO 2012 CARATTERISTICHE TECNICHE Il modulo TRACER218 485 è un dispositivo con porta di comunicazione RS485 basata su protocollo MODBUS

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

ATTIVATORE STABILIZZATO PER BOBINE DI SGANCIO A LANCIO DI CORRENTE.

ATTIVATORE STABILIZZATO PER BOBINE DI SGANCIO A LANCIO DI CORRENTE. Compatibilità totale con ogni apparato. Si usa con pulsanti normalmente chiusi. ella linea dei pulsanti c'è il 24Vcc. Insensibile alle interruzioni di rete. Insensibile agli sbalzi di tensione. Realizzazione

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

Catalogo 2013. Contatori elettronici di energia EQ Meters Una soluzione per ogni esigenza

Catalogo 2013. Contatori elettronici di energia EQ Meters Una soluzione per ogni esigenza Catalogo 2013 Contatori elettronici di energia EQ Meters Una soluzione per ogni esigenza Contatori di energia EQ Meters Raggiungere l equilibrio perfetto I consumi di energia sono in aumento a livello

Dettagli

Concetti di base sulla CORRENTE ELETTRICA

Concetti di base sulla CORRENTE ELETTRICA Concetti di base sulla CORRENTE ELETTRICA Argomenti principali Concetti fondamentali sull'atomo, conduttori elettrici, campo elettrico, generatore elettrico Concetto di circuito elettrico (generatore-carico)

Dettagli

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48 Motori elettrici in corrente continua dal 1954 Elettropompe oleodinamiche sollevamento e idroguida 1200 modelli diversi da 200W a 50kW MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI ED INDIRETTI

PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI ED INDIRETTI PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI ED INDIRETTI Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d Ingegneria dell Università

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

PMVF 20 SISTEMA DI PROTEZIONE DI INTERFACCIA MANUALE OPERATIVO

PMVF 20 SISTEMA DI PROTEZIONE DI INTERFACCIA MANUALE OPERATIVO I354 I 0712 31100174 PMVF 20 SISTEMA DI PROTEZIONE DI INTERFACCIA MANUALE OPERATIVO ATTENZIONE!! Leggere attentamente il manuale prima dell utilizzo e l installazione. Questi apparecchi devono essere installati

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

Il centralino contemporaneo Da ABB consigli e soluzioni per trasformare la regola dell arte in un opera d arte.

Il centralino contemporaneo Da ABB consigli e soluzioni per trasformare la regola dell arte in un opera d arte. Il centralino contemporaneo Da ABB consigli e soluzioni per trasformare la regola dell arte in un opera d arte. Il montante L autostrada che porta al centralino Il montante È la conduttura che collega

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N GasMultiBloc Combinato per regolazione e sicurezza Servoregolatore di pressione MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-10-SE MBC-300-N MBC-700-N 7.01 Max. pressione di esercizio 3 mbar (36 kpa) forma compatta grande

Dettagli

TESTER PROVA ALIMENTATORI A 12 VOLT CC CON CARICO VARIABILE MEDIANTE COMMUTATORI DA 4,2 A 29,4 AMPÉRE.

TESTER PROVA ALIMENTATORI A 12 VOLT CC CON CARICO VARIABILE MEDIANTE COMMUTATORI DA 4,2 A 29,4 AMPÉRE. TESTER PROVA ALIMENTATORI A 12 VOLT CC CON CARICO VARIABILE MEDIANTE COMMUTATORI DA 4,2 A 29,4 AMPÉRE. Nello Mastrobuoni, SWL 368/00 (ver. 1, 06/12/2011) Questo strumento è utile per verificare se gli

Dettagli

Guida alla scelta di motori a corrente continua

Guida alla scelta di motori a corrente continua Motori Motori in in corrente corrente continua continua 5 Guida alla scelta di motori a corrente continua Riddutore Coppia massima (Nm)! Tipo di riduttore!,5, 8 8 8 Potenza utile (W) Motore diretto (Nm)

Dettagli

Prodotti e soluzioni per applicazioni fotovoltaiche

Prodotti e soluzioni per applicazioni fotovoltaiche Prodotti e soluzioni per applicazioni fotovoltaiche Prodotti e soluzioni per applicazioni fotovoltaiche Portafusibili e fusibili gpv Quadri di campo Scaricatore in DC Sezionatore in DC SPI Scaricatore

Dettagli

REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE DI UTENTI ATTIVI E PASSIVI ALLE RETI MT DI AEM TORINO DISTRIBUZIONE S.p.A.

REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE DI UTENTI ATTIVI E PASSIVI ALLE RETI MT DI AEM TORINO DISTRIBUZIONE S.p.A. REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE DI UTENTI ATTIVI E PASSIVI ALLE RETI MT DI AEM TORINO DISTRIBUZIONE S.p.A. Pagina 1 di 48 INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 5 2. BASI PRINCIPALI E DEFINIZIONI...

Dettagli

U.D.: LABORATORIO ELETTRICITA

U.D.: LABORATORIO ELETTRICITA U.D.: LABORATORIO ELETTRICITA 1 ATTREZZI MATERIALI 2 Tavoletta compensato Misure: 30cmx20-30 cm spellafili punteruolo cacciavite Nastro isolante Metro da falegname e matita Lampadine da 4,5V o 1,5V pinza

Dettagli

TELECOM ITALIA SPA 1 SEM. Anno di riferimento: 2014 Periodo di rilevazione dei dati: 2 SEM. X ANNO Intero 1/39

TELECOM ITALIA SPA 1 SEM. Anno di riferimento: 2014 Periodo di rilevazione dei dati: 2 SEM. X ANNO Intero 1/39 Qualità dei servizi internet da postazione fissa - Delibere n. 131/06/CSP, 244/08/CSP e 400/10/CONS Anno riferimento: 2014 Periodo rilevazione dei dati: 2 SEM. X Per. Denominazione incatore Tempo attivazione

Dettagli

ESEMPI APPLICATIVI. esempi di progettazione ed installazione

ESEMPI APPLICATIVI. esempi di progettazione ed installazione lighting management ESEMPI APPLICATIVI esempi di progettazione ed installazione 2 INDICE LIGHTING MANAGEMENT ESEMPI APPLICATIVI 04 L offerta di BTICINO 05 ORGANIZZAZIONE DELLA GUIDA CONTROLLO LOCALE -

Dettagli

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE a cura di G. SIMONELLI Nel motore a corrente continua si distinguono un sistema di eccitazione o sistema induttore che è fisicamente

Dettagli

elettrotecnico/elettrotecnica

elettrotecnico/elettrotecnica Delibera n. 748 del 24.06.2014 ordinamento formativo per la professione oggetto di apprendistato di elettrotecnico/elettrotecnica 1. Il profilo professionale 2. Durata e titolo conseguibile 3. Referenziazioni

Dettagli

GUIDA TECNICA. La distribuzione in bassa tensione. Dispositivi di apertura. Correnti di sovraccarico. Protezione fusibile. Correnti di corto circuito

GUIDA TECNICA. La distribuzione in bassa tensione. Dispositivi di apertura. Correnti di sovraccarico. Protezione fusibile. Correnti di corto circuito GUIDA TECNICA La distribuzione in bassa tensione Scemi di collegamento a terra 480 Tensioni, sovratensioni 482 Qualità dell energia 483 Miglioramento della qualità della rete 488 489 Dispositivi di apertura

Dettagli

Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione

Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione Dicembre 2006 Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione 1SDC007103G0902 Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione Indice Introduzione... 2 1 Il riscaldamento nei quadri elettrici 1.1 Generalità...

Dettagli

Popolazione e famiglie

Popolazione e famiglie 23 dicembre 2013 Popolazione e famiglie L Istat diffonde oggi nuovi dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. In particolare vengono rese disponibili informazioni,

Dettagli

La direttiva europea sull eco-design OGNI GIORNO SEMINIAMO TECNOLOGIA PER LA VITA

La direttiva europea sull eco-design OGNI GIORNO SEMINIAMO TECNOLOGIA PER LA VITA La direttiva europea sull eco-design OGNI GIORNO SEMINIAMO TECNOLOGIA PER LA VITA 2020. Ci aspetta un grande obiettivo La direttiva Eco-design. 02 Nel 2005 l Unione Europea ha approvato la nuova direttiva

Dettagli

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche Manuale d uso Regolatore di carica EP5 con crepuscolare Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche ITALIANO IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale contiene importanti informazioni sulla

Dettagli

Azionamenti elettrici per la trazione ferroviaria

Azionamenti elettrici per la trazione ferroviaria Azionamenti elettrici per la trazione ferroviaria Ing. Antonino Oscar Di Tommaso Università degli Studi di Palermo DIEET (Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Elettronica e delle Telecomunicazioni) Ing.

Dettagli

Compressori rotativi a vite da 2,2 a 11 kw. Serie BRIO

Compressori rotativi a vite da 2,2 a 11 kw. Serie BRIO Compressori rotativi a vite da 2,2 a 11 kw Serie BRIO Approfittate dei vantaggi BALMA Fin dal 1950, BALMA offre il giusto mix di flessibilità ed esperienza per il mercato industriale, professionale e hobbistico

Dettagli

Elettrovalvole a comando diretto Serie 300

Elettrovalvole a comando diretto Serie 300 Elettrovalvole a comando diretto Serie 00 Minielettrovalvole 0 mm Microelettrovalvole 5 mm Microelettrovalvole mm Microelettrovalvole mm Modulari Microelettrovalvole mm Bistabili Elettropilota CNOMO 0

Dettagli

Eaton Moeller Electric S.r.l. Via Giovanni XXIII, 43 20090 Rodano MI Tel. 02.95950.1

Eaton Moeller Electric S.r.l. Via Giovanni XXIII, 43 20090 Rodano MI Tel. 02.95950.1 www.eaton.com www.moeller.it An Eaton Brand Apparecchi di protezione e sezionamento per Fotovoltaico. Dall applicazione residenziale ai grandi Campi Solari. Impianti Fotovoltaici: un Energia sostenibile

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

Norma CEI 64-8 e aggiornamenti: cavi per energia bassa tensione fino a 0.61 kv. Riccardo Bucci

Norma CEI 64-8 e aggiornamenti: cavi per energia bassa tensione fino a 0.61 kv. Riccardo Bucci Norma CEI 64-8 e aggiornamenti: cavi per energia bassa tensione fino a 0.61 kv Riccardo Bucci ANIE - AICE Associazione Italiana Industrie Cavi e Conduttori Elettrici Elementi costituivi i cavi elettrici

Dettagli

VAV-EasySet per VARYCONTROL

VAV-EasySet per VARYCONTROL 5/3.6/I/3 per VARYCONTROL Per la sanificazione di regolatori di portata TROX Italia S.p.A. Telefono 2-98 29 741 Telefax 2-98 29 74 6 Via Piemonte 23 C e-mail trox@trox.it 298 San Giuliano Milanese (MI)

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI. Aggiornamento al 31 dicembre 2013

REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI. Aggiornamento al 31 dicembre 2013 REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI Aggiornamento al 31 dicembre 2013 Marzo 2014 REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI Aggiornamento

Dettagli

Protezione dai contatti indiretti

Protezione dai contatti indiretti Protezione dai contatti indiretti Se una persona entra in contatto contemporaneamente con due parti di un impianto a potenziale diverso si trova sottoposto ad una tensione che può essere pericolosa. l

Dettagli