Le specificità territoriali dell industria italiana: il settore lapideo Competitività di impresa nei distretti lapidei

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le specificità territoriali dell industria italiana: il settore lapideo Competitività di impresa nei distretti lapidei"

Transcript

1 Le specificità territoriali dell industria italiana: il settore lapideo Competitività di impresa nei distretti lapidei Giovanni Foresti Intesa Sanpaolo Giampaolo Vitali Ceris-Cnr e GEI Marina di Carrara, 11 aprile 2013

2 Agenda 1 Distretti lapidei a confronto 2 Strategie e performance 1

3 Dimensione media d impresa (Italia=100) ,9 mln ,2 mln ,4 mln 1,5 mln 1,8 mln 1,3mln 1,1 mln media Italia 2,2 mln 2 mln 1,5 mln 40 2

4 L uscita dalla crisi: produzione 2011 (2008=100) Media italiana

5 Redditività e dimensioni d impresa Verona 160 Dimensione Italia= Trento Brescia Piemonte Sicilia Monti Ausoni Puglia Sardegna ,0 20,0 40,0 60,0 80,0 100,0 120,0 140,0 160,0 180,0 Redditività Italia=100 4

6 Redditività e export extra-ocse Brescia Sicilia Puglia export Italia= Piemonte Trento Verona Monti Ausoni Sardegna Redditività Italia=100 5

7 Agenda 1 Distretti lapidei a confronto 2 Strategie e performance 6

8 Alta e crescente dispersione delle perfomance nel distretto Distretto : evoluzione dell EBIT margin (%) Imprese peggiori (1) Imprese migliori (2) 12,1 10,6 12,6 12,3 9 6 Differenza tra migliori e peggiori 3 0 2,0 1,8 0,1 0, ,1 +10,5 +10,8 +11,5 (1) Imprese peggiori: 1 quartile; (2) Imprese migliori: 3 quartile. 162 imprese del distretto. Imprese con almeno euro di fatturato nel Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati ISID (Intesa Sanpaolo Integrated Database) 7

9 Migliori risultati per chi è parte di gruppi economici: più crescita Evoluzione del fatturato nel distretto : imprese isolate vs. imprese in gruppi economici (var. %; mediana) 10 Imprese isolate 8,3 5 Imprese in gruppi economici 3,9 2,2 2, ,5-6,3 Differenza tra migliori e peggiori Imprese in gruppi economici già oltre i livelli pre-crisi. In ritardo le imprese «isolate» imprese del distretto : 86 imprese isolate; 76 imprese in gruppi economici. Imprese con almeno euro di fatturato nel Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati ISID (Intesa Sanpaolo Integrated Database) 8

10 e più redditività 8 Evoluzione dell EBIT margin nel distretto : imprese isolate vs. imprese in gruppi economici (%; mediana) Imprese isolate 7 6,6 6,9 Imprese in gruppi economici 6 6,1 5 5,2 5,3 5,1 5,1 4, Differenza tra migliori Differenza +0,3 e peggiori +0,8 +0,2 +1,0 162 imprese del distretto : 86 imprese isolate; 76 imprese in gruppi economici. Imprese con almeno euro di fatturato nel Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati ISID (Intesa Sanpaolo Integrated Database) 9

11 Vincenti nei gruppi grazie a un miglior posizionamento competitivo Diffusione delle strategie non-price tra le imprese del distretto (in % imprese) Reti d'impresa Imprese in gruppi economici Imprese isolate Brevetti Marchio internazionale Certificati ambientali Certificati di qualità Tra le imprese che appartengono a gruppi più attività di export, investimenti esteri, più certificazioni, marchi. Partecipazioni estere Attività di export imprese del distretto : 86 imprese isolate; 76 imprese in gruppi economici. Imprese con almeno euro di fatturato nel Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati ISID (Intesa Sanpaolo Integrated Database) 10

12 Si può fare di più? Nell attività di export crescente e diffusa anche tra le piccole imprese Quota di imprese con attività di export (%) Apuo-Versiliese: quota di imprese con attività di export per dimensioni aziendali (%) Imprese medio-grandi Marmo Verona Piccole imprese Distretti lapidei (escluso ) Imprese lapidee non distrettuali Micro imprese imprese lapidee non distrettuali; 359 imprese distrettuali al di fuori del distretto ; 131 imprese distrettuali di Verona; 162 imprese del distretto. Micro imprese: tra e 2 milioni di euro di fatturato; Piccole imprese: tra 2 milioni e 10 milioni di euro di fatturato; Imprese medio-grandi: almeno 10 milioni di euro di fatturato. Imprese con almeno euro di fatturato nel Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati ISID (Intesa Sanpaolo Integrated Database) 11

13 ma accompagnata solo in parte da investimenti in filiali estere Numero partecipate estere ogni 100 imprese del distretto (%) Quota di imprese con partecipate estere (%) Industria delle piastrelle 97 Industria delle piastrelle 17 Distretti prodotti in legno, mobili e piastrelle 30 Distretti prodotti in legno, mobili e piastrelle 9 29 Marmo Verona 9 Marmo Verona 28 9 Distretti lapidei (escluso ) 14 Distretti lapidei (escluso ) 5 Imprese lapidee non distrettuali 5 Imprese lapidee non distrettuali imprese lapidee non distrettuali; 359 imprese distrettuali al di fuori del distretto ; 131 imprese distrettuali di Verona; 162 imprese del distretto ; 185 imprese dell industria delle piastrelle; impese di distretti specializzati in prodotti in legno, mobili e piastrelle. Imprese con almeno euro di fatturato nel Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati ISID (Intesa Sanpaolo Integrated Database) 12

14 e con pochi marchi registrati a livello internazionale Quota di imprese con marchi registrati a livello internazionale (%) Industria delle piastrelle 19,5 Distretti prodotti in legno, mobili e piastrelle 10,4 Industria del mobile 8,3 Marmo Verona 4,6 Distretti lapidei (escluso ) 1,9 Imprese lapidee non distrettuali 1,8 1, imprese lapidee non distrettuali; 359 imprese distrettuali al di fuori del distretto ; 131 imprese distrettuali di Verona; 162 imprese del distretto ; 185 imprese dell industria delle piastrelle; impese dell industria del mobile; impese di distretti specializzati in prodotti in legno, mobili e piastrelle. Imprese con almeno euro di fatturato nel Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati ISID (Intesa Sanpaolo Integrated Database) 13

15 Poco diffuse le certificazioni di qualità e ambientali Quota di imprese con certificazioni di qualità (%) Quota di imprese con certificazioni ambientali (%) Sistema casa (esclusi distretti, lapideo, elettrodomestici) 19 Industria delle piastrelle 6,5 Imprese lapidee non distrettuali 9,6 Sistema casa (esclusi distretti, lapideo, elettrodomestici) 3,4 Industria del mobile 9,0 Distretti prodotti in legno, mobili e piastrelle 3,3 Distretti prodotti in legno, mobili e piastrelle 8,3 Industria del mobile 3,2 Distretti lapidei (escluso Apuoversiliese) 6,4 Imprese lapidee non distrettuali 2,7 Industria delle piastrelle Marmo Verona 5,6 5,4 5,3 Distretti lapidei (escluso Apuoversiliese) Marmo Verona 0,0 0,8 1,9 tuttavia 23% imprese del comprensorio nel 2011 ha introdotto almeno un innovazione a servizio dell ambiente (fonte IMM) imprese lapidee non distrettuali; 359 imprese distrettuali al di fuori del distretto ; 131 imprese distrettuali di Verona; 162 imprese del distretto ; 185 imprese dell industria delle piastrelle; impese dell industria del mobile; impese di distretti specializzati in prodotti in legno, mobili e piastrelle; imprese del sistema casa (esclusi distretti, lapideo ed elettrodomestici). Imprese con almeno euro di fatturato nel Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati ISID (Intesa Sanpaolo Integrated Database) 14

16 e del tutto assente l attività di brevettazione: possibile leva strategica in futuro? Quota di imprese con richieste di brevetto all EPO (European Patent Office; %) Industria delle piastrelle 7,6 Distretti prodotti in legno, mobili e piastrelle 4,6 Industria del mobile 4,1 Sistema casa (esclusi distretti, lapideo, elettrodomestici) Marmo Verona Imprese lapidee non distrettuali Distretti lapidei (escluso ) 0,0 1,8 1,7 2,3 3,5 Nessun brevetto depositato all EPO ma l 81,45% delle imprese del comprensorio dichiara di aver introdotto innovazioni di prodotto o processo nel 2011 (Fonte: IMM) 0,0 3,0 6,0 9,0 551 imprese lapidee non distrettuali; 359 imprese distrettuali al di fuori del distretto ; 131 imprese distrettuali di Verona; 162 imprese del distretto ; 185 imprese dell industria delle piastrelle; impese dell industria del mobile; impese di distretti specializzati in prodotti in legno, mobili e piastrelle; imprese del sistema casa (esclusi distretti, lapideo ed elettrodomestici). Imprese con almeno euro di fatturato nel Fonte: elaborazioni Intesa Sanpaolo su dati ISID (Intesa Sanpaolo Integrated Database) 15

Le nuove imprese vincenti: le leve strategiche per tornare a crescere. Stefania Trenti Direzione Studi e Ricerche

Le nuove imprese vincenti: le leve strategiche per tornare a crescere. Stefania Trenti Direzione Studi e Ricerche Le nuove imprese vincenti: le leve strategiche per tornare a crescere Stefania Trenti Direzione Studi e Ricerche Casale Monferrato, 8 giugno 2016 1 Premessa 2 I nuovi protagonisti della crescita 3 Focus

Dettagli

La nuova finanza d impresa per la crescita del Piemonte Startup, medie imprese, private equity, aggregazioni per rilanciare la crescita

La nuova finanza d impresa per la crescita del Piemonte Startup, medie imprese, private equity, aggregazioni per rilanciare la crescita La nuova finanza d impresa per la crescita del Piemonte Startup, medie imprese, private equity, aggregazioni per rilanciare la crescita Giovanni Foresti Direzione Studi e Ricerche Torino, 4 aprile 2016

Dettagli

Festival CittàImpresa Le medie imprese vincenti: l identikit di 140 nuove «locomotive» del made in Italy

Festival CittàImpresa Le medie imprese vincenti: l identikit di 140 nuove «locomotive» del made in Italy Festival CittàImpresa Le medie imprese vincenti: l identikit di 140 nuove «locomotive» del made in Italy Gregorio De Felice Direzione Studi e Ricerche Vicenza, 1 aprile 2016 PIL italiano in ripresa per

Dettagli

Padova Treviso e Vicenza nel nuovo contesto competitivo internazionale Assise Generali 2016 Confindustria Padova Treviso e Vicenza

Padova Treviso e Vicenza nel nuovo contesto competitivo internazionale Assise Generali 2016 Confindustria Padova Treviso e Vicenza Padova Treviso e Vicenza nel nuovo contesto competitivo internazionale Assise Generali 2016 Confindustria Padova Treviso e Vicenza Ufficio Industry Economisti sul Territorio Direzione Studi e Ricerche

Dettagli

Il legno-arredo italiano: visioni e sfide del comparto per vincere sui mercati a più alto potenziale

Il legno-arredo italiano: visioni e sfide del comparto per vincere sui mercati a più alto potenziale Il legno-arredo italiano: visioni e sfide del comparto per vincere sui mercati a più alto potenziale Giovanni Foresti Direzione Studi e Ricerche Udine, 8 giugno 2017 Agenda 1 1 L evoluzione delle quote

Dettagli

I distretti piemontesi nella sfida con i mercati esteri. Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche

I distretti piemontesi nella sfida con i mercati esteri. Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche I distretti piemontesi nella sfida con i mercati esteri Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche Torino, 7 ottobre 20 Export dei distretti piemontesi fermo per il secondo trimestre consecutivo 30 Export

Dettagli

LE MEDIE IMPRESE VINCENTI: L IDENTIKIT DI 140 NUOVE LOCOMOTIVE DEL MADE IN ITALY

LE MEDIE IMPRESE VINCENTI: L IDENTIKIT DI 140 NUOVE LOCOMOTIVE DEL MADE IN ITALY LE MEDIE IMPRESE VINCENTI: L IDENTIKIT DI 140 NUOVE LOCOMOTIVE DEL MADE IN ITALY Sintesi della ricerca a cura della Direzione Studi e Ricerche Intesa Sanpaolo che verrà presentata in apertura del Festival

Dettagli

Certificazioni ambientali e performance aziendali: la sostenibilità come leva strategica

Certificazioni ambientali e performance aziendali: la sostenibilità come leva strategica XXIV Giornata «Ripensare la politica industriale oggi», in ricordo di Franco Momigliano Futuro, competitività e sfide per l industria italiana: desertificazione o rilancio industriale? Certificazioni ambientali

Dettagli

Presentazione dell Ottavo Rapporto Annuale Economia e finanza dei distretti industriali

Presentazione dell Ottavo Rapporto Annuale Economia e finanza dei distretti industriali Presentazione dell Ottavo Rapporto Annuale Economia e finanza dei distretti industriali Direzione Studi e Ricerche Milano, 1 marzo 2016 Agenda 1 I contenuti del Rapporto 2 L analisi dei bilanci e le previsioni

Dettagli

Le imprese di subfornitura in 6 distretti industriali dell Emilia Romagna: c è chi ce la fa

Le imprese di subfornitura in 6 distretti industriali dell Emilia Romagna: c è chi ce la fa Le imprese di subfornitura in 6 distretti industriali dell Emilia Romagna: c è chi ce la fa Adriano Maestri Direttore Regionale Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Molise Bologna, 19 novembre 2012 0 Criticità

Dettagli

Gregorio De Felice Responsabile Direzione Studi e Ricerche Intesa Sanpaolo

Gregorio De Felice Responsabile Direzione Studi e Ricerche Intesa Sanpaolo Gregorio De Felice Responsabile Direzione Studi e Ricerche Intesa Sanpaolo La crisi ha rallentato gli investimenti in R&S, creando un ostacolo alla ripresa Tra il 2009 e il 2013 crescita prossima a zero,

Dettagli

Confindustria - Cerved Il Motore della Ripresa Presentazione Rapporto PMI Centro-Nord 2016 Commento al Rapporto

Confindustria - Cerved Il Motore della Ripresa Presentazione Rapporto PMI Centro-Nord 2016 Commento al Rapporto Confindustria - Cerved Il Motore della Ripresa Presentazione Rapporto PMI Centro-Nord 2016 Commento al Rapporto Fabrizio Guelpa Responsabile Servizio Industry & Banking Research Roncade, 10 maggio 2016

Dettagli

PMI e capitale di rischio

PMI e capitale di rischio Presentazione PIR PMI e capitale di rischio Gregorio De Felice Direzione Studi e Ricerche Milano, 6 marzo 2017 Prospettive di crescita positive, ma Italia ancora in ritardo 1 Crescita cumulata del PIL

Dettagli

Il Piemonte e la sfida del capitale umano. Giovanni Foresti Direzione Studi e Ricerche

Il Piemonte e la sfida del capitale umano. Giovanni Foresti Direzione Studi e Ricerche Il e la sfida del capitale umano Giovanni Foresti Direzione Studi e Ricerche Torino, 11 maggio 2015 Agenda 1 vincente sui mercati internazionali 2 La sfida del capitale umano 1 PROPENSIONE ALL'EXPORT:

Dettagli

Nuove energie per l economia italiana

Nuove energie per l economia italiana Women Value Company 2017 Nuove energie per l economia italiana Gregorio De Felice Milano, 4 maggio 2017 Italia in ripresa, ma ancora in ritardo nel confronto internazionale 1 Crescita cumulata del PIL

Dettagli

Politica industriale e strategie globali

Politica industriale e strategie globali Politica industriale e strategie globali GIANFRANCO VIESTI Università di Bari (gviesti@cerpemricerche.191.it twitter @profgviesti) Milano, 24 marzo 2015 Associazione Industrie Beni di Consumo 1 Gli elementi

Dettagli

INTESA SANPAOLO PRESENTA L OTTAVO RAPPORTO ANNUALE SULL ECONOMIA E FINANZA DEI DISTRETTI INDUSTRIALI 2015 CON AZIENDE ANALIZZATE

INTESA SANPAOLO PRESENTA L OTTAVO RAPPORTO ANNUALE SULL ECONOMIA E FINANZA DEI DISTRETTI INDUSTRIALI 2015 CON AZIENDE ANALIZZATE COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO PRESENTA L OTTAVO RAPPORTO ANNUALE SULL ECONOMIA E FINANZA DEI DISTRETTI INDUSTRIALI 215 CON 48.1 AZIENDE ANALIZZATE Distretti punto di forza dell industria italiana:

Dettagli

CRESCITA DEL FATTURATO DELLE IMPRESE DISTRETTUALI A TASSI PIU ELEVATI DELLE IMPRESE NON DISTRETTUALI

CRESCITA DEL FATTURATO DELLE IMPRESE DISTRETTUALI A TASSI PIU ELEVATI DELLE IMPRESE NON DISTRETTUALI COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO PRESENTA IL NONO RAPPORTO ANNUALE SULL ECONOMIA E FINANZA DEI DISTRETTI INDUSTRIALI 2016 CON 60.000 AZIENDE ANALIZZATE protagonisti della ripresa in corso: nel biennio

Dettagli

Distretti industriali «motore» della crescita del Triveneto

Distretti industriali «motore» della crescita del Triveneto Distretti industriali «motore» della crescita del Triveneto Conferenza stampa Giovanni Foresti e Anna Maria Moressa Direzione Studi e Ricerche Padova, 11 maggio 2017 Agenda 1 1 Introduzione 2 Evoluzione

Dettagli

Osservatorio Distretto Tessile di Como L industria tessile comasca: i risultati economico finanziari del 2014

Osservatorio Distretto Tessile di Como L industria tessile comasca: i risultati economico finanziari del 2014 Osservatorio Distretto Tessile di Como L industria tessile comasca: i risultati economico finanziari del 2014 Giovanni Foresti e Stefania Trenti Direzione Studi e Ricerche Como, 24 novembre 2015 Agenda

Dettagli

La centralità delle filiere produttive in Italia e in Piemonte

La centralità delle filiere produttive in Italia e in Piemonte La centralità delle filiere produttive in Italia e in Giovanni Foresti Direzione Studi e Ricerche Torino, 9 maggio 2017 al 3 posto in Italia per avanzo commerciale 1 Avanzo commerciale nel settore manifatturiero

Dettagli

Un Nord-Est che si apre per valorizzare le specificità locali

Un Nord-Est che si apre per valorizzare le specificità locali FESTIVAL CITTA -IMPRESA 2017 Nord-Est, Milano, Torino: un unico racconto Un Nord-Est che si apre per valorizzare le specificità locali Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Vicenza, 31 marzo 2017

Dettagli

La filiera del mobile del Friuli Venezia Giulia: buone indicazioni dai dati di bilancio e dal commercio estero

La filiera del mobile del Friuli Venezia Giulia: buone indicazioni dai dati di bilancio e dal commercio estero La filiera del mobile del Friuli Venezia Giulia: buone indicazioni dai dati di bilancio e dal commercio estero Anna Maria Moressa Direzione Studi e Ricerche Udine, 20 novembre 2017 Agenda 1 1 Il traino

Dettagli

Le dimensioni delle imprese italiane, il confronto internazionale, le proiezioni future

Le dimensioni delle imprese italiane, il confronto internazionale, le proiezioni future Le dimensioni delle imprese italiane, il confronto internazionale, le proiezioni future Stefania Trenti Direzione Studi e Ricerche Parma, Teatro Regio, 11 aprile 2017 : crescita intorno all 1%, ancora

Dettagli

Economia e finanza dei distretti industriali. Rapporto annuale n. 8

Economia e finanza dei distretti industriali. Rapporto annuale n. 8 Rapporto annuale n. 8 Direzione Studi e Ricerche Dicembre 215 Dicembre 215 Executive Summary 3 Introduzione 5 1. I bilanci dei distretti industriali italiani nel periodo 28-14 15 Approfondimento - La nuova

Dettagli

XIV Forum Piccola Industria Confindustria Innovare è l impresa Innovazione motore di crescita anche durante la crisi

XIV Forum Piccola Industria Confindustria Innovare è l impresa Innovazione motore di crescita anche durante la crisi XIV Forum Piccola Industria Confindustria Innovare è l impresa Innovazione motore di crescita anche durante la crisi Gregorio De Felice Chief Economist Napoli, 3 ottobre 2014 Agenda 1 L Italia nel confronto

Dettagli

Guido Corbetta. Irene Dagnino. Mario Minoja. Giovanni Valentini

Guido Corbetta. Irene Dagnino. Mario Minoja. Giovanni Valentini Il settore farmaceutico in Italia: Posizionamento e fattori di crescita Guido Corbetta Irene Dagnino Mario Minoja Giovanni Valentini Centro di Ricerca Imprenditorialità e Imprenditori (EntER) Università

Dettagli

IL VALORE DEI COMPRENSORI LAPIDEI ITALIANI PER L ECONOMIA NAZIONALE.

IL VALORE DEI COMPRENSORI LAPIDEI ITALIANI PER L ECONOMIA NAZIONALE. IL VALORE DEI COMPRENSORI LAPIDEI ITALIANI PER L ECONOMIA NAZIONALE. IL SALDO COMMERCIALE A cura di: Manuela Gussoni Ufficio studi IMM 21 maggio 2014 In un contesto di sostanziale stazionarietà dell export

Dettagli

Giovanni Foresti, Fabrizio Guelpa e Angelo Palumbo Intesa Sanpaolo

Giovanni Foresti, Fabrizio Guelpa e Angelo Palumbo Intesa Sanpaolo Contributi 5. Analisi economico-finanziaria dei distretti industriali italiani Giovanni Foresti, Fabrizio Guelpa e Angelo Palumbo Intesa Sanpaolo 5.1 Introduzione La crisi che ha colpito l economia internazionale

Dettagli

Quarto capitalismo. Fulvio Coltorti Roma, FULM 30 settembre 2010

Quarto capitalismo. Fulvio Coltorti Roma, FULM 30 settembre 2010 Quarto capitalismo Fulvio Coltorti Roma, FULM 30 settembre 2010 1 Classificazione per gruppo proprietario 117.000 società italiane (metodo Mediobanca) Manifattura Gruppi maggiori ital. No società di capitale

Dettagli

Il punto sullo scenario

Il punto sullo scenario 13 meeting ACEF «Insieme per la ripresa» Il punto sullo scenario Gregorio De Felice Chief Economist Bologna, 26 settembre 2013 Agenda 1 L economia italiana finalmente al punto di svolta? 2 La crescita

Dettagli

I principali risultati dell Osservatorio Intesa Sanpaolo-Mediocredito sui contratti di rete in Italia. Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche

I principali risultati dell Osservatorio Intesa Sanpaolo-Mediocredito sui contratti di rete in Italia. Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche I principali risultati dell Osservatorio Intesa Sanpaolo-Mediocredito sui contratti di rete in Italia Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche Ascoli Piceno, 24 ottobre 2014 Agenda 1 L identikit delle

Dettagli

I primi risultati di un indagine ad hoc sulla filiera della metallurgia nella provincia di Brescia. Direzione Studi e Ricerche

I primi risultati di un indagine ad hoc sulla filiera della metallurgia nella provincia di Brescia. Direzione Studi e Ricerche I primi risultati di un indagine ad hoc sulla filiera della metallurgia nella provincia di Brescia Direzione Studi e Ricerche 0 Brescia, 27 gennaio 2017 Agenda 1 La nostra indagine ad hoc sulla filiera

Dettagli

LE MEDIE IMPRESE INDUSTRIALI IN LOMBARDIA

LE MEDIE IMPRESE INDUSTRIALI IN LOMBARDIA LE MEDIE IMPRESE INDUSTRIALI IN LOMBARDIA Strategie di mercato e organizzazione Claudio Gagliardi Centro Studi Unioncamere Milano, 21 aprile 2008 LE CARATTERISTICHE DISTINTIVE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO

Dettagli

Francesco Saverio Coppola

Francesco Saverio Coppola Francesco Saverio Coppola Direttore Generale Associazione Studi e ricerche per il Mezzogiorno L INNOVAZIONE: una leva per la competitività Migliora la qualità del prodotto; Nelle strategie di comunicazione

Dettagli

Il settore agro-alimentare in Italia. Focus sul vitivinicolo. Direzione Studi e Ricerche

Il settore agro-alimentare in Italia. Focus sul vitivinicolo. Direzione Studi e Ricerche Il settore agro-alimentare in Italia. Focus sul vitivinicolo Direzione Studi e Ricerche Verona, 12 Aprile 2016 Agenda 1 Importanza e specificità dell agroalimentare italiano 2 Il vitivinicolo in Italia

Dettagli

Centro Studi FederSalus

Centro Studi FederSalus Centro Studi FederSalus Indagine di settore 2016 La filiera italiana degli integratori alimentari Executive Summary Anticipazione dei risultati Fatturato, occupazione e struttura dell offerta Il comparto

Dettagli

Le nostre analisi sui distretti industriali: Il focus sul cartario di Capannori. Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche

Le nostre analisi sui distretti industriali: Il focus sul cartario di Capannori. Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche Le nostre analisi sui distretti industriali: Il focus sul cartario di Capannori Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche Pietrasanta, 7 novembre 2012 Agenda 1 L analisi sul territorio e sui distretti

Dettagli

Il ruolo dell innovazione nel distretto delle macchine agricole di Modena e Reggio Emilia

Il ruolo dell innovazione nel distretto delle macchine agricole di Modena e Reggio Emilia Metamorfosi del Modello Emiliano Il ruolo dell innovazione nel distretto delle macchine agricole di Modena e Reggio Emilia Serena Fumagalli e Stefania Trenti Intesa Sanpaolo - Servizio Studi e Ricerche

Dettagli

Lo stato di salute delle PMI sarde

Lo stato di salute delle PMI sarde 13 Aprile 2017 Lo stato di salute delle PMI sarde Guido Romano Cerved, Studi Economici Analizzate 2 mila PMI con sede in Sardegna Sardegna Italia 289 MEDIE IMPRESE 50-250 addetti 10-50 milioni di fatturato

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO I DISTRETTI INDUSTRIALI E I SISTEMI PRODUTTIVI LOCALI

GUIDA DI APPROFONDIMENTO I DISTRETTI INDUSTRIALI E I SISTEMI PRODUTTIVI LOCALI WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO I DISTRETTI INDUSTRIALI E I SISTEMI PRODUTTIVI LOCALI IN SARDEGNA A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO IL QUADRO NORMATIVO... 3 GLI INTERVENTI PER FAVORIRE

Dettagli

L ATTUALE QUADRO ECONOMICO 1

L ATTUALE QUADRO ECONOMICO 1 + 0,3% PIL (Fonte Istat) L ATTUALE QUADRO ECONOMICO 1 L Istat non ha ancora diffuso i dati regionali sul PIL 2015. L incremento dello 0,3% del PIL abruzzese nel 2015 è un dato Prometeia diffuso dal Cresa.

Dettagli

Gli effetti della crisi economica sul distretto del marmo di Carrara

Gli effetti della crisi economica sul distretto del marmo di Carrara XXXIII Conferenza scientifica annuale AISRe Sessione SO54 - GEI - Gruppo Economisti di Impresa Gli effetti della crisi economica sul distretto del marmo di Carrara Alga Foschi, Univ.Pisa, Ceris e GEI e

Dettagli

Grande o piccola impresa: chi esce meglio dalla crisi. Fulvio Coltorti, Area Studi Mediobanca Irpet, Firenze 21 gennaio 2011

Grande o piccola impresa: chi esce meglio dalla crisi. Fulvio Coltorti, Area Studi Mediobanca Irpet, Firenze 21 gennaio 2011 Grande o piccola impresa: chi esce meglio dalla crisi Fulvio Coltorti, Area Studi Mediobanca Irpet, Firenze 21 gennaio 2011 Ma la crisi è finita? 2 Ma la crisi è finita? Il PIL 125 120 115 110 105 100

Dettagli

Distretti protagonisti

Distretti protagonisti 33 Distretti protagonisti DELLA RIPRESA Fatturato e margini ai massimi storici per le imprese distrettuali: i dati del nono rapporto annuale di Intesa Sanpaolo Nel biennio 2015-16 il fatturato e i margini

Dettagli

Il riposizionamento competitivo delle imprese internazionalizzate: nuove evidenze a supporto delle policy

Il riposizionamento competitivo delle imprese internazionalizzate: nuove evidenze a supporto delle policy Il riposizionamento competitivo delle imprese internazionalizzate: nuove evidenze a supporto delle policy Presidente Istat Presentazione Annuario Istat-Ice 2017 Milano, 13 luglio 2017 OUTLINE Operatori

Dettagli

LA DIFFICILE USCITA DALLA CRISI: le prospettive della Toscana

LA DIFFICILE USCITA DALLA CRISI: le prospettive della Toscana LA DIFFICILE USCITA DALLA CRISI: le prospettive della Toscana Stefano Casini Benvenuti Firenze, 11 dicembre 2015 La gravità della crisi 1867-72 1930-36 2008-14 Durata complessiva 6 anni 7 anni 7 anni Anni

Dettagli

L industria farmaceutica in Italia: un valore che cresce con l Hi-Tech. Pierluigi Petrone

L industria farmaceutica in Italia: un valore che cresce con l Hi-Tech. Pierluigi Petrone L industria farmaceutica in Italia: un valore che cresce con l Hi-Tech Pierluigi Petrone I numeri dell industria farmaceutica in Italia Struttura dell industria farmaceutica in Italia per nazionalità del

Dettagli

Esperienze di analisi dell economia locale

Esperienze di analisi dell economia locale Workshop GEI Metodologie di analisi delle economie locali: le province di Lucca e Massa Carrara Pietrasanta, 7 Novembre 2012 Esperienze di analisi dell economia locale Giampaolo Vitali Ceris-Cnr Linee

Dettagli

RAPPORTO SULLA SITUAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE SOCIETÀ DI CAPITALI DELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA ( )

RAPPORTO SULLA SITUAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE SOCIETÀ DI CAPITALI DELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA ( ) RAPPORTO SULLA SITUAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE SOCIETÀ DI CAPITALI DELLA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA (2008-2010) Lo studio: finalità comprendere la situazione economico-finanziaria delle imprese

Dettagli

GLI SCAMBI COMMERCIALI DELLA FILIERA AGROALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA Dinamica 2015 e I trimestre Luglio 2016

GLI SCAMBI COMMERCIALI DELLA FILIERA AGROALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA Dinamica 2015 e I trimestre Luglio 2016 GLI SCAMBI COMMERCIALI DELLA FILIERA AGROALIMENTARE DELL EMILIA-ROMAGNA Dinamica 2015 e I trimestre 2016 Luglio 2016 INDICE 1. La dinamica del commercio estero della filiera agroalimentare dell Emilia-Romagna

Dettagli

L evoluzione del calzaturiero

L evoluzione del calzaturiero Emilia-Romagna Fashion Quale politica industriale per il sistema moda? Giovedì 4 febbraio 2016 L evoluzione del calzaturiero Serena Musolesi L evoluzione del calzaturiero Serena Musolesi L evoluzione del

Dettagli

Valsoia S.p.A.: il CdA approva la Relazione Semestrale al 30 giugno 2006

Valsoia S.p.A.: il CdA approva la Relazione Semestrale al 30 giugno 2006 COMUNICATO STAMPA Valsoia S.p.A.: il CdA approva la Relazione Semestrale al 30 giugno 2006 Ricavi di vendita: 26,173 mln ( 22,801 mln al 30 giugno 2005) Crescente successo di tutte le famiglie di prodotti

Dettagli

Analisi economico-finanziaria dei distretti industriali italiani

Analisi economico-finanziaria dei distretti industriali italiani Analisi economico-finanziaria dei distretti industriali italiani Giovanni Foresti, Fabrizio Guelpa e Angelo Palumbo Intesa Sanpaolo, Servizio Studi e Ricerche 1 Introduzione Il 2010 ha rappresentato un

Dettagli

I MPR P ESE S I TA T L A IAN A E E MERCA C T A I T E MERGENT N I T Fabio Cassia

I MPR P ESE S I TA T L A IAN A E E MERCA C T A I T E MERGENT N I T Fabio Cassia 15. IMPRESE ITALIANE E MERCATI EMERGENTI Fabio Cassia Esportazioni: quote dell Italia in volume e a valore Fonte: ICE, 2009. 2 Esportazioni: quote dell Italia in volume e a valore Selezione delle imprese

Dettagli

SETTORE BRICO: PERFORMANCE ECONOMICHE DEI RETAILERS, EVOLUZIONE DELLA RETE, RUOLO DELLE CATEGORIE NEGLI ASSORTIMENTI

SETTORE BRICO: PERFORMANCE ECONOMICHE DEI RETAILERS, EVOLUZIONE DELLA RETE, RUOLO DELLE CATEGORIE NEGLI ASSORTIMENTI SETTORE BRICO: PERFORMANCE ECONOMICHE DEI RETAILERS, EVOLUZIONE DELLA RETE, RUOLO DELLE CATEGORIE NEGLI ASSORTIMENTI Andrea Boi Bricoday, Settembre 016 AGENDA 1 Le performance economiche dei retailers

Dettagli

FOCUS GROUP MECCANICA

FOCUS GROUP MECCANICA FOCUS GROUP MECCANICA BRESCIA AIB, Associazione Industriali Bresciani Country Development Plans Territorial & Sectorial Intelligence territorialandsectorialintelligence-italia@unicredit.eu 19 ottobre 2015

Dettagli

LA MAPPA DELL ECONOMIA E LE NUOVE DIRETTRICI DELLO SVILUPPO EMILIA ROMAGNA, LOMBARDIA E VENETO DENTRO LE TRASFORMAZIONI

LA MAPPA DELL ECONOMIA E LE NUOVE DIRETTRICI DELLO SVILUPPO EMILIA ROMAGNA, LOMBARDIA E VENETO DENTRO LE TRASFORMAZIONI LA MAPPA DELL ECONOMIA E LE NUOVE DIRETTRICI DELLO SVILUPPO EMILIA ROMAGNA, LOMBARDIA E VENETO DENTRO LE TRASFORMAZIONI Venezia, 17 marzo 2015 VENETO, EMILIA ROMAGNA E LOMBARDIA: LE TRASFORMAZIONI DI UN

Dettagli

L evoluzione del calzaturiero

L evoluzione del calzaturiero Emilia-Romagna Fashion Quale politica industriale per il sistema moda? Giovedì 4 febbraio 2016 L evoluzione del calzaturiero Serena Musolesi L evoluzione del calzaturiero Il distretto di San Mauro Pascoli

Dettagli

L industria della regione e della provincia di Udine: opportunità di crescita negli Stati Uniti

L industria della regione e della provincia di Udine: opportunità di crescita negli Stati Uniti Espandersi negli Stati Uniti: nuove prospettive per le imprese del Friuli Venezia Giulia L industria della regione e della provincia di Udine: opportunità di crescita negli Stati Uniti Giovanni Foresti

Dettagli

I produttori piemontesi di macchinari 4.0: i risultati di un indagine ad hoc. Gregorio De Felice Chief Economist Direzione Studi e Ricerche

I produttori piemontesi di macchinari 4.0: i risultati di un indagine ad hoc. Gregorio De Felice Chief Economist Direzione Studi e Ricerche I produttori piemontesi di macchinari 4.0: i risultati di un indagine ad hoc Gregorio De Felice Chief Economist Direzione Studi e Ricerche Torino, 17 luglio 2017 Prospettive di crescita mondiale positive,

Dettagli

Evoluzione dei processi di internazionalizzazione delle imprese italiane

Evoluzione dei processi di internazionalizzazione delle imprese italiane Evoluzione dei processi di internazionalizzazione delle imprese italiane Economia globale contesti divergenti, politiche eterogenee Martedì 11 Novembre 2014 Gianpaolo Bruno Direttore, pianificazione strategica,

Dettagli

LE IMPRESE DI FAMIGLIA NELL ECONOMIA ITALIANA Specificità delle dinamiche occupazionali nelle imprese di famiglia. Convegno 30 ottobre 2013

LE IMPRESE DI FAMIGLIA NELL ECONOMIA ITALIANA Specificità delle dinamiche occupazionali nelle imprese di famiglia. Convegno 30 ottobre 2013 LE IMPRESE DI FAMIGLIA NELL ECONOMIA ITALIANA Specificità delle dinamiche occupazionali nelle imprese di famiglia Convegno 30 ottobre 2013 LA DEFINIZIONE DI IMPRESA FAMILIARE: IL CUORE DEL SISTEMA IMPRENDITORIALE

Dettagli

Opportunità e strategie dell ICE per le imprese - Focus Veneto

Opportunità e strategie dell ICE per le imprese - Focus Veneto Venezia, 24 novembre 2016 EVOLUZIONE DEL COMMERCIO CON L ESTERO PER AREE E SETTORI Opportunità e strategie dell ICE per le imprese - Focus Veneto Riccardo Landi Direttore Ufficio di Supporto per la Pianificazione

Dettagli

La Disruption nel mondo della Finanza:

La Disruption nel mondo della Finanza: La Disruption nel mondo della Finanza: nuovi scenari e nuovi strumenti La Banca del Futuro per le PMI Giuseppe Paglione Direttore Area Imprese Marche Sud Abruzzo Molise Porto San Giorgio (FM), 8 Giugno

Dettagli

Le prime 75 aziende italiane operanti nel settore dei lapidei. a cura di Alessandra Graziani

Le prime 75 aziende italiane operanti nel settore dei lapidei. a cura di Alessandra Graziani Centro Studi OSSERVATORIO FILLEA GRANDI IMPRESE E LAVORO 13 Resoconto dell Osservatorio Materiali Le prime 75 aziende italiane operanti nel settore dei lapidei a cura di Alessandra Graziani Lucca, 26 marzo

Dettagli

Carpi e i distretti italiani del tessile-abbigliamento: da dove parte il rilancio?

Carpi e i distretti italiani del tessile-abbigliamento: da dove parte il rilancio? La metamorfosi del «modello emiliano»: c è ancora un futuro per i distretti industriali? Una prospettiva economica Carpi e i distretti italiani del tessile-abbigliamento: da dove parte il rilancio? Cristina

Dettagli

L impatto degli incentivi fiscali sull evoluzione del settore dei serramenti. Carmine Garzia Commissione Studi Economici UNCSAAL

L impatto degli incentivi fiscali sull evoluzione del settore dei serramenti. Carmine Garzia Commissione Studi Economici UNCSAAL L impatto degli incentivi fiscali sull evoluzione del settore dei serramenti Carmine Garzia Commissione Studi Economici UNCSAAL 18 ottobre 2012 Gli incentivi fiscali: una componete strutturale della domanda

Dettagli

L ITALIA NEI SETTORI AD ALTA TECNOLOGIA: IL CASO DELLE SCIENZE DELLA VITA

L ITALIA NEI SETTORI AD ALTA TECNOLOGIA: IL CASO DELLE SCIENZE DELLA VITA L ITALIA NEI SETTORI AD ALTA TECNOLOGIA: IL CASO DELLE SCIENZE DELLA VITA Interesse nazionale maggio 2013 A cura di: Intesa Sanpaolo IMT Alti Studi Lucca per Aspen Institute Italia 0 Indice Il posizionamento

Dettagli

STRUTTURA E COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA DELLE IMPRESE INDUSTRIALI E DEI SERVIZI

STRUTTURA E COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA DELLE IMPRESE INDUSTRIALI E DEI SERVIZI 27 novembre 2014 Anno 2012 STRUTTURA E COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA DELLE IMPRESE INDUSTRIALI E DEI SERVIZI Nel 2012, le imprese attive dell industria e dei servizi di mercato sono 4,4 milioni e occupano

Dettagli

Un Sud che può ripartire

Un Sud che può ripartire PIU IMPRESA AL SUD PIU FORZA ALLA RIPRESA Rapporto PMI Mezzogiorno 2016 Un Sud che può ripartire Massimo DEANDREIS Direttore Generale SRM 20 aprile 2016 Agenda 1 L economia meridionale al 2015 2 Le caratteristiche

Dettagli

I mercati esteri e il futuro della calzetteria italiana L industria della calzetteria italiana: opportunità di crescita sui mercati esteri

I mercati esteri e il futuro della calzetteria italiana L industria della calzetteria italiana: opportunità di crescita sui mercati esteri I mercati esteri e il futuro della calzetteria italiana L industria della calzetteria italiana: opportunità di crescita sui mercati esteri Giovanni Foresti Direzione Studi e Ricerche Guidizzolo, 25 novembre

Dettagli

Il sostegno del Gruppo Intesa Sanpaolo al sistema industriale italiano nel settore dell energia solare: il futuro oltre la crisi

Il sostegno del Gruppo Intesa Sanpaolo al sistema industriale italiano nel settore dell energia solare: il futuro oltre la crisi Il sostegno del Gruppo Intesa Sanpaolo al sistema industriale italiano nel settore dell energia solare: il futuro oltre la crisi Giovanni Girotto Mediocredito Italiano Desk Energy Milano, 15 aprile 2010

Dettagli

Eccellenze produttive e makers in Lombardia

Eccellenze produttive e makers in Lombardia Eccellenze produttive e makers in Lombardia UFFICIO STUDI CONFARTIGIANATO IMPRESE OSSERVATORIO MPI CONFARTIGIANATO LOMBARDIA 2 HIGHLIGHTS SU LA LOMBARDIA IN EUROPA E NEL MONDO Occupa le prime posizioni

Dettagli

L IMPRENDITORIALITÀ NELL

L IMPRENDITORIALITÀ NELL 365.979 12-11-2012 15:57 Pagina 1 La pulsione imprenditoriale è alla base della vita economica e con sempre maggior frequenza assistiamo al richiamo dell importanza delle radici territoriali nella configurazione

Dettagli

ARTIGIANATO E PMI IN UMBRIA

ARTIGIANATO E PMI IN UMBRIA Perugia, marzo 2015 L Umbria nel periodo della crisi: il Pil q Tra il 2007 e il 2014 l Umbria ha perso 13 punti di Pil. q Nello stesso periodo la flessione del Pil nazionale è stata del 9%. Fonte: elaborazioni

Dettagli

Le medie imprese industriali italiane Edizione Fulvio Coltorti, Ufficio Studi Mediobanca Milano, 11 marzo 2010

Le medie imprese industriali italiane Edizione Fulvio Coltorti, Ufficio Studi Mediobanca Milano, 11 marzo 2010 Le medie imprese industriali italiane Edizione 2010 Fulvio Coltorti, Ufficio Studi Mediobanca Milano, 11 marzo 2010 Indice I. Il territorio II. Le dinamiche III. La finanza IV. Indagine sulle medie imprese

Dettagli

Il settore agro-alimentare in Italia e in Toscana. Direzione Studi e Ricerche

Il settore agro-alimentare in Italia e in Toscana. Direzione Studi e Ricerche Il settore agro-alimentare in e in Direzione Studi e Ricerche Firenze, 31 Maggio 2016 Agenda 1 Importanza e specificità dell agroalimentare italiano 2 L olivicoltura e la viticoltura in e in 3 Le sfide

Dettagli

AIM INVESTOR DAY III Edizione Palazzo Mezzanotte 14 aprile 2016

AIM INVESTOR DAY III Edizione Palazzo Mezzanotte 14 aprile 2016 INVESTOR PRESENTATION AIM INVESTOR DAY III Edizione Palazzo Mezzanotte 14 aprile 2016-1 - COMPANY HIGHLIGHTS Tra gli operatori di riferimento a livello internazionale nel settore delle vetrine espositive

Dettagli

L expertise di ISR nel settore lapideo

L expertise di ISR nel settore lapideo Istituto di Studi e Ricerche L expertise di nel settore lapideo Daniele Mocchi Ricercatore economico Gruppo di lavoro GEI sull economia locale Pietrasanta, 7 novembre 2012 1 Chi è? Istituto di Studi e

Dettagli

Ricerca e Innovazione in Emilia-Romagna ll POR FESR

Ricerca e Innovazione in Emilia-Romagna ll POR FESR Ricerca e Innovazione in Emilia-Romagna ll POR FESR 2014-2020 Ferrara, 26 febbraio 2015 Giorgio Moretti Regione Emilia-Romagna Servizio Politiche di Sviluppo Economico, Ricerca Industriale e Innovazione

Dettagli

Il sistema industriale della difesa per il sistema Paese

Il sistema industriale della difesa per il sistema Paese Roma 5 luglio 2016 Il sistema industriale della difesa per il sistema Paese le evoluzioni recenti riservatezza Questo documento è la base per una presentazione orale, senza la quale ha quindi limitata

Dettagli

I Vantaggi della Rete d Impresa

I Vantaggi della Rete d Impresa I Vantaggi della Rete d Impresa Convegno RETI D IMPRESA Opportunità di sviluppo per l impresa e di rilancio per il Territorio Carrara, Andrea Mangano PwC Consulting Group Reti di fatto e reti di diritto

Dettagli

Il settore agro-alimentare in Italia e in Campania

Il settore agro-alimentare in Italia e in Campania Il settore agro-alimentare in Italia e in Campania Massimo Deandreis Direttore Generale SRM Napoli, 9 giugno 2016 Agenda 1 Importanza e specificità dell agroalimentare italiano 2 L agroalimentare in Campania

Dettagli

IL MERCATO DELLE COSTRUZIONI NEL VENETO Consuntivo 2015, previsioni 2016 e prospettive per il futuro

IL MERCATO DELLE COSTRUZIONI NEL VENETO Consuntivo 2015, previsioni 2016 e prospettive per il futuro IL MERCATO DELLE COSTRUZIONI NEL VENETO Consuntivo 2015, previsioni 2016 e prospettive per il futuro Federico Della Puppa Coordinatore Osservatorio Edilcassa Veneto 1 Le costruzioni nel Veneto - 2008-2015:

Dettagli

B I L A N C I O S S E R V A T O R I O. della provincia di Lucca A N N I Francesco Dainelli

B I L A N C I O S S E R V A T O R I O. della provincia di Lucca A N N I Francesco Dainelli Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Scienze Aziendali Francesco Dainelli O S S E R V A T O R I O A N N I 2 0 0 6-2 0 1 0 B I L A N C I della provincia di Lucca 11 Giugno 2012 I dati analizzati

Dettagli

Domenico Mauriello Centro Studi Unioncamere

Domenico Mauriello Centro Studi Unioncamere Domenico Mauriello Centro Studi Unioncamere Roma, 14 giugno 2016 LE MEDIE IMPRESE: OPPORTUNITÀ E VINCOLI PER ACCOMPAGNARE LE FILIERE ITALIANE NELL INDUSTRIA 4.0 2014 3.334 L evoluzione recente e le previsioni

Dettagli

Rapporto PMI Piemonte 2017 Guido Romano - Cerved

Rapporto PMI Piemonte 2017 Guido Romano - Cerved 22 Marzo 2017 Rapporto PMI Piemonte 2017 Guido Romano - Cerved Agenda Il sistema di PMI piemontesi La demografia I conti delle PMI Il rischio di default Startup e PMI innovative in Piemonte 2 Il Piemonte

Dettagli

Bologna, 22 marzo 2016 COMPETITIVITA E SVILUPPO DELL AGROALIMENTARE ITALIANO DENIS PANTINI. Direttore Area Agroalimentare - NOMISMA spa

Bologna, 22 marzo 2016 COMPETITIVITA E SVILUPPO DELL AGROALIMENTARE ITALIANO DENIS PANTINI. Direttore Area Agroalimentare - NOMISMA spa Bologna, 22 marzo 2016 COMPETITIVITA E SVILUPPO DELL AGROALIMENTARE ITALIANO DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare - NOMISMA spa OUTLINE Evoluzione dei mercati e reazione dell industria alimentare

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Nel 2015-16 previsto un aumento del fatturato mediamente del 3,2% all anno.

COMUNICATO STAMPA. Nel 2015-16 previsto un aumento del fatturato mediamente del 3,2% all anno. COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO PRESENTA IL SETTIMO RAPPORTO ANNUALE SULL ECONOMIA E FINANZA DEI DISTRETTI INDUSTRIALI 214 CON 46.5 AZIENDE ANALIZZATE protagonisti della ripresa: già nel biennio 213-14

Dettagli

Il sistema agroalimentare. siciliano nell era dell Industria 4.0. Convegno FLAI CGIL Sicilia

Il sistema agroalimentare. siciliano nell era dell Industria 4.0. Convegno FLAI CGIL Sicilia Il sistema agroalimentare siciliano nell era dell Industria 4.0 Massimiliano D Alessio Responsabile Area Progetti, Studi e Ricerche Convegno FLAI CGIL Sicilia Il sistema agroalimentare siciliano nell era

Dettagli

Rapporto province lombarde

Rapporto province lombarde Brescia, 6 dicembre 2016 Rapporto province lombarde Struttura, andamento ed eccellenze del tessuto produttivo lombardo LETIZIA SAMPOLI Responsabile analisi qualitative e rischio settoriale, Centrale dei

Dettagli

Economia e finanza dei distretti industriali. Rapporto annuale n. 4

Economia e finanza dei distretti industriali. Rapporto annuale n. 4 Economia e finanza dei distretti industriali Rapporto annuale n. 4 Servizio Studi e Ricerche Economia Economia e finanza e finanza dei dei distretti industriali Executive Summary 5 1. I bilanci dei distretti

Dettagli

AGGIORNAMENTO DELLA RICERCA: LA DINAMICA DELLA CREAZIONE DI VALORE DELLE PROVINCE ITALIANE. Maggio 2014

AGGIORNAMENTO DELLA RICERCA: LA DINAMICA DELLA CREAZIONE DI VALORE DELLE PROVINCE ITALIANE. Maggio 2014 AGGIORNAMENTO DELLA RICERCA: LA DINAMICA DELLA CREAZIONE DI VALORE DELLE PROVINCE ITALIANE Maggio 2014 Via Durini 27 20122 MILANO tel. +39.02.76394888 fax +39.02.76310967 Via Emilia S. Pietro 21 42121

Dettagli

Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012

Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012 Valutazione sull andamento congiunturale delle imprese cooperative biellesi I semestre 2012 Roberto Strocco Coordinatore Area Studi e Sviluppo del Territorio Unioncamere Piemonte Lo scenario internazionale

Dettagli

MERCATO E SCENARI EVOLUTIVI PER I VINI ITALIANI

MERCATO E SCENARI EVOLUTIVI PER I VINI ITALIANI 5 giugno 2015 MERCATO E SCENARI EVOLUTIVI PER I VINI ITALIANI DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare Nomisma Responsabile Wine Monitor Outline PARTE 1 Mercato Italia Produzioni, consumi, export di

Dettagli

L industria chimica in Toscana. Giugno 2016

L industria chimica in Toscana. Giugno 2016 L industria chimica in Toscana Giugno 2016 Il comparto chimico in Italia Perchè la chimica è importante? Con 52 miliardi di euro prodotti la chimica italiana si colloca al 3 posto in Europa (al 10 nel

Dettagli

COMMERCIO ESTERO MARCHE TUNISIA

COMMERCIO ESTERO MARCHE TUNISIA COMMERCIO ESTERO MARCHE TUNISIA DATI GEN SET 2010 Sistema Informativo Statistico REGIONE MARCHE 1 Esportazioni Marche vs Tunisia periodo Nel periodo Gennaio Settembre 2010 la regione Marche ha esportato

Dettagli

SARAH BOVINI Responsabile Ufficio Studi e Statistica Unioncamere Piemonte

SARAH BOVINI Responsabile Ufficio Studi e Statistica Unioncamere Piemonte SARAH BOVINI Responsabile Ufficio Studi e Statistica Unioncamere Piemonte Le imprese femminili: definizione In generale si considerano femminili le imprese individuali la cui titolare sia donna, ovvero

Dettagli

LOMBARDIA L economia della Regione e i rapporti tra le amministrazioni territoriali e le imprese. Milano 5 giugno 2017

LOMBARDIA L economia della Regione e i rapporti tra le amministrazioni territoriali e le imprese. Milano 5 giugno 2017 LOMBARDIA L economia della Regione e i rapporti tra le amministrazioni territoriali e le imprese Milano 5 giugno 217 OUTLOOK ECONOMICO LOMBARDIA IL QUADRO MACROECONOMICO PIL reale per ripartizione territoriale,

Dettagli