ACCORDO TRA I COMUNI DI BAGNOLO SAN VITO, CURTATONE, MOGLIA, SAN BENEDETTO PO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ACCORDO TRA I COMUNI DI BAGNOLO SAN VITO, CURTATONE, MOGLIA, SAN BENEDETTO PO"

Transcript

1 ACCORDO TRA I COMUNI DI BAGNOLO SAN VITO, CURTATONE, MOGLIA, SAN BENEDETTO PO. VIRGILIO E ARTIGIANFIDI LOMBARDIA PER FAVORIRE L ACCESSO AL CREDITO DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE LOMBARDE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO COM FIDUCIA =================================================== L anno 2012 nel mese di aprile il giorno.. in Porto Mantovano Tra - Il Comune di Bagnolo San Vito P.IVA , rappresentato dal Sindaco pro tempore Roberto Penna - Il Comune di Curtatone P.IVA , rappresentato dal Sindaco pro tempore Antonio Badolato - Il Comune di Marmirolo P.IVA , rappresentato dal Sindaco pro tempore Rasori Paolo - Il Comune di Moglia P.IVA , rappresentato dal Sindaco pro tempore Claudio Bavutti - Il Comune di San Benedetto Po P.IVA rappresentato dal Sindaco pro tempore Marco Giavazzi - Il Comune di Virgilio P.IVA , rappresentato dal Sindaco pro tempore Alessandro Beduschi e

2 - Artigianfidi Lombardia - rappresentata dal Presidente Lorenzo Mezzalira e domiciliato per la carica presso la sede di Varese via Milano, 5 PREMESSO - che i Comuni e Artigianfidi Lombardia, considerata la grave situazione di crisi finanziaria a livello internazionale che dal sistema bancario si va ripercuotendo sul sistema delle imprese, rischiando di compromettere la capacità operativa anche di imprese sane, hanno convenuto un comune intervento di facilitazione di accesso al credito mediante il rilascio di garanzie a favore delle MPMI aventi sede nel territorio dei Comuni di Bagnolo San Vito, Curtatone, Marmirolo, Moglia, San Benedetto Po, Virgilio; - che, a tale scopo, i Comuni di Bagnolo San Vito, Curtatone, Marmirolo, Moglia, San Benedetto Po, Virgilio intendono rendere disponibili specifiche risorse da destinare congiuntamente al Confidi di primo grado, affinché attraverso lo strumento della controgaranzia sia incrementato il volume dei finanziamenti concessi dal sistema bancario convenzionato ; - che Artigianfidi Lombardia rilascia garanzie collettive al sistema bancario, a favore delle imprese lombarde, sulla base di convenzioni che ne regolano condizioni, limiti, ambiti operativi dimensionali e territoriali; - che Artigianfidi Lombardia si rende disponibile ad intervenire in attuazione del presente accordo fornendo un intervento straordinario di garanzia definito nella misura del 62,5%;

3 Tutto ciò premesso e considerato, tra i Comuni di Bagnolo San Vito, Curtatone, Marmirolo, Moglia, San Benedetto Po, Virgilio, e Artigiafidi Lombardia SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE: Art. 1 Le premesse fanno parte integrante del presente Accordo Art. 2 Obiettivo dell intervento I Comuni di Bagnolo San Vito, Curtatone, Marmirolo, Moglia, San Benedetto Po, Virgilio e Artigianfidi Lombardia costituiscono un fondo monetario dedicato a sostenere l'accesso al credito a medio lungo termine non finalizzato dedicato alle MPMI. L'addizionalità tra risorse pubbliche e private consente di massimizzare l'effetto volano delle risorse allocandole nella misura più efficace possibile e contemporaneamente di intervenire con una quota di intensità della garanzia superiore allo standard del confidi. Art. 3 Risorse disponibili Il Fondo monetario sarà costituito dalle quote rese disponibili dai comuni di: - Bagnolo San Vito, quota di euro Curtatone, quota di euro Marmirolo, quota di euro Moglia, quota di euro San Benedetto Po, quota di euro Virgilio, quota di euro per un totale di euro pari al 20% e da una quota

4 apportata da Artigianfidi Lombardia per euro pari al 80%, per un fondo complessivo pari ad euro Tale fondo all atto della convenzione verrà affidato in gestione al Consorzio Artigianfidi Lombardia iscritto nell elenco speciale degli intermediari finanziari ai sensi dell art.107 del T.U. Dlgs 385/93. Art. 4 Garanzia e plafond A valere sul fondo monetario saranno concesse garanzie singole a copertura del rischio di credito nella misura del 62,5% di ogni singola operazione la cui durata massima è prevista in 84 mesi. Il volano di garanzie rilasciabili sul fondo è pari ad un massimo di 12,5 volte. Ciascuna singola operazione garantita sul fondo potrà impegnare lo stesso nella misura massima dell 1% dei finanziamenti sullo stesso rilasciabili. Art. 5 Utilizzo dei fondi di garanzia Al verificarsi dell insolvenza si attiveranno le procedure previste della specifica convenzione stipulata tra la banca ed il Confidi. In caso di positivo esperimento delle procedure giudiziali e stragiudiziali volte al recupero parziale o totale delle insolvenze da parte della banca, Artigianfidi Lombardia riaccrediterà sul Fondo stesso la quota recuperata in proporzione alla percentuale controgarantita.

5 Il fondo risponde dei default nella misura massima della sua dimensione. Art. 6 Utilizzo pro-quota Il ricorso al Fondo da parte delle imprese sarà possibile con la definizione di un rapporto massimo pari a 100 tra la quota apportata al fondo da ogni singolo comune ed il credito richiesto dalle imprese aventi sede nel comune stesso. Art. 7 Restituzione Fondo In sede di estinzione dell iniziativa, ovvero di azzeramento del debito capitale residuo di ciascuna operazione appoggiata sul fondo di controgaranzia si darà luogo al rimborso di eventuali residui fondi ai comuni partecipanti all iniziativa. Il criterio che sarà utilizzato per la gestione della restituzione sarà inversamente proporzionale alla quota di insolvenze che hanno consumato il fondo da parte delle imprese valutate per comune di appartenenza delle stesse. I comuni che avranno diritto al rimborso di un eventuale quota residua del fondo saranno solo quelli le cui imprese residenti avranno generato insolvenze più basse rispetto alla quota di fondo apportata dal comune stesso. Il residuo sarà quindi rimborsato in base alla percentuale relativa riferita a ciascun comune della quota di fondo risparmiata. Art. 8 Monitoraggio

6 Ogni sei mesi Artigianfidi Lombardia si obbliga a presentare ai Comuni di Bagnolo San Vito, Curtatone, Marmirolo,Moglia, San Benedetto Po, Virgilio, il rendiconto dettagliato delle operazioni effettuate, nonché delle insolvenze verificatesi nel trimestre precedente, per ogni linea di prodotto. Art. 9 Promozione Ogni 3 mesi le parti verificheranno l'andamento delle iniziative. I Comuni di Bagnolo San Vito, Curtatone, Marmirolo,Moglia, San Benedetto Po, Virgilio e Artigianfidi Lombardia, organizzeranno, di volta in volta, adeguate campagne di promozione e comunicazione, al fine di far conoscere a tutte le imprese le opportunità offerte dalle linee di prodotto attivate ai sensi del presente accordo. Art. 10 Durata Il presente accordo ha validità fino al 31/12/2013, per l attivazione della concessione delle garanzie. Art. 11 Clausola compromissoria Le parti si impegnano a concordare, in uno spirito di reciproca collaborazione, eventuali procedure ed adempimenti non specificati nel presente accordo, ma necessari per un ottimale conseguimento degli obiettivi oggetto dello stesso, ed a risolve-

7 re col medesimo atteggiamento eventuali controversie che dovessero insorgere in corso di rapporto. Le parti sottoporranno le controversie derivanti dal presente accordo al tentativo di conciliazione previsto dal servizio di conciliazione della Camera Arbitrale di Mantova. Nel caso in cui la conciliazione non sia raggiunta, la controversia sarà risolta da un arbitro unico, nominato di comune accordo tra le parti o, in caso di mancato accordo, dalla Camera Arbitrale di Mantova. L'arbitro deciderà in via rituale e secondo diritto, in conformità al Regolamento Nazionale della Camera Arbitrale di Mantova. Porto Mantovano, li /04/2012 Per il Comune di Bagnolo San Vito Per il Comune di Curtatone Per il Comune di Marmirolo Per il Comune di Moglia Per il Comune di San Benedetto Po Per Il Comune di Virgilio Per Artigianfidi Lombardia

Provincia di Chieti. Articolo 1

Provincia di Chieti. Articolo 1 Provincia di Chieti CONTRIBUTI A FAVORE DEI CONFIDI PER AGEVOLARE L'ACCESSO AL CREDITO ALLE IMPRESE ARTIGIANE, PICCOLA INDUSTRIA, COMMERCIALI, TURISTICHE, DEI SERVIZI ED AGRICOLE Articolo 1 Il presente

Dettagli

Modello 1. Clausola di Mediazione e poi Arbitrato (Med-Arb) da inserire nei Contratti

Modello 1. Clausola di Mediazione e poi Arbitrato (Med-Arb) da inserire nei Contratti Modello 1 Clausola di Mediazione e poi Arbitrato (Med-Arb) da inserire nei Contratti Modello 2 Clausola di Mediazione e poi Arbitrato (Med-Arb) in Materia Societaria Modello 3 Clausola Arbitrale Societaria

Dettagli

Spett.le ISMEA Via Nomentana Roma

Spett.le ISMEA Via Nomentana Roma Allegato ALLEGATO 1 ACCORDO DI ADESIONE DELLA BANCA, AI SENSI DELL ARTICOLO 3 DELLA CONVENZIONE, IN RELAZIONE AI FINANZIAMENTI EROGATI AI SENSI DEL DECRETO LEGISLATIVO 29 MARZO 2004, N. 102, ARTICOLO 17,

Dettagli

Legge Regionale 24 aprile 2001, n. 6, art. 6, comma 7 TRA. La Regione Autonoma della Sardegna, rappresentata del Presidente pro-tempore della Giunta

Legge Regionale 24 aprile 2001, n. 6, art. 6, comma 7 TRA. La Regione Autonoma della Sardegna, rappresentata del Presidente pro-tempore della Giunta Allegato A alla Deliberazione n. 5/1 del 07.02.2003 CREAZIONE DI NUOVE INFRASTRUTTURE E SERVIZI NEL SETTORE DELLA TECNOLOGIA DELLE INFORMAZIONI E DELLE TELECOMUNICAZIONI Legge Regionale 24 aprile 2001,

Dettagli

ACCORDO PER INTERVENTI A SOSTEGNO DEL CREDITO D IMPRESA

ACCORDO PER INTERVENTI A SOSTEGNO DEL CREDITO D IMPRESA PROVINCIA DI PIACENZA ACCORDO TRA LA PROVINCIA DI PIACENZA E I CONFIDI ACCORDO PER INTERVENTI A SOSTEGNO DEL CREDITO D IMPRESA Piacenza, 28 luglio 2010 PROVINCIA DI PIACENZA TRA La Provincia di Piacenza

Dettagli

SCRITTURA PRIVATA SUB AFFIDAMENTO POSTEGGIO TRA

SCRITTURA PRIVATA SUB AFFIDAMENTO POSTEGGIO TRA SCRITTURA PRIVATA SUB AFFIDAMENTO POSTEGGIO TRA Il CONSORZIO MERCATO COPERTO ALBINELLI (di seguito per brevità Consorzio) con sede in Modena, Via Albinelli n. 13/A, C.F./Partita IVA 02902040365, e iscrizione

Dettagli

AGENZIA REGIONALE PER L EROGAZIONI IN AGRICOLTURA,

AGENZIA REGIONALE PER L EROGAZIONI IN AGRICOLTURA, (ALLEGATO B) CONVENZIONE TRA LA REGIONE TOSCANA E ARTEA PER LA GESTIONE DEL FONDO PER L INTEGRAZIONE AL REDDITO DEI LAVORATORI DIPENDENTI DA AZIENDE CHE HANNO SOTTOSCRITTO CONTRATTI DI SOLIDARIETA DI CUI

Dettagli

Principali Diritti del confidi socio per i contratti conclusi a distanza

Principali Diritti del confidi socio per i contratti conclusi a distanza Principali Diritti del confidi socio per i contratti conclusi a distanza Il presente documento richiama l attenzione sui principali diritti dei confidi richiedenti la controgaranzia di Commerfin per contratti

Dettagli

CLAUSOLA COMPROMISSORIA PER ARBITRATO RITUALE DI DIRITTO SCRITTURE IN GENERE

CLAUSOLA COMPROMISSORIA PER ARBITRATO RITUALE DI DIRITTO SCRITTURE IN GENERE CLAUSOLA COMPROMISSORIA PER ARBITRATO RITUALE DI DIRITTO Tutte le controversie che dovessero sorgere in relazione al presente contratto comprese quelle inerenti alla sua validità, interpretazione, esecuzione

Dettagli

In collaborazione con. CONTRATTO TIPO di DISTRIBUZIONE DI MOBILI E BENI DI ARREDAMENTO

In collaborazione con. CONTRATTO TIPO di DISTRIBUZIONE DI MOBILI E BENI DI ARREDAMENTO In collaborazione con CONTRATTO TIPO di DISTRIBUZIONE DI MOBILI E BENI DI ARREDAMENTO PREMESSO CHE - il presente contratto regola i rapporti di distribuzione tra. con sede legale in.. via., n.., iscritta

Dettagli

POR CALABRIA FESR 2007/2013. Informativa sullo stato di attuazione degli strumenti di ingegneria finanziaria

POR CALABRIA FESR 2007/2013. Informativa sullo stato di attuazione degli strumenti di ingegneria finanziaria UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA POR CALABRIA FESR 2007/2013 Informativa sullo stato di attuazione degli strumenti di ingegneria finanziaria Punto 8 all ordine del giorno del IX Comitato

Dettagli

Il Fondo di garanzia per le PMI a supporto del microcredito

Il Fondo di garanzia per le PMI a supporto del microcredito Il Fondo di garanzia per le PMI a supporto del microcredito Consiglio Regionale della Toscana Commissione Regionale Pari Opportunità Sala delle Feste, Palazzo Bastogi Firenze, 15 luglio 2016 Paolo Rita

Dettagli

REGIONE LIGURIA DISPOSIZIONI OPERATIVE DEL FONDO REGIONALE DI GARANZIA PER L ARTIGIANATO (EX FONDO DI GARANZIA LEGGE 1068/64)

REGIONE LIGURIA DISPOSIZIONI OPERATIVE DEL FONDO REGIONALE DI GARANZIA PER L ARTIGIANATO (EX FONDO DI GARANZIA LEGGE 1068/64) Allegato alla lettera circolare del 29 gennaio 2007 REGIONE LIGURIA DIPARTIMENTO SVILUPPO ECONOMICO REGIONE LIGURIA DISPOSIZIONI OPERATIVE DEL FONDO REGIONALE DI GARANZIA PER L ARTIGIANATO (EX FONDO DI

Dettagli

Fondo Rotativo Piccolo Credito. Fondo di Riassicurazione. Garanzia Equity. Voucher Garanzia

Fondo Rotativo Piccolo Credito. Fondo di Riassicurazione. Garanzia Equity. Voucher Garanzia FARE LAZIO La Regione dà credito ai tuoi progetti 62,5 milioni di euro per l accesso al credito di piccole e medie imprese e liberi professionisti CON FARE CREDITO QUATTRO STRUMENTI INNOVATIVI PER OFFRIRE

Dettagli

RENDICONTO SULL ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI RECLAMI PER L ANNO 2016

RENDICONTO SULL ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI RECLAMI PER L ANNO 2016 RENDICONTO SULL ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI RECLAMI PER L ANNO 2016 Le Disposizioni di Vigilanza della Banca d Italia del 29 luglio 2009 riguardanti la Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e

Dettagli

ACCORDO TRA COMITATO PER LA PROMOZIONE DELL IMPRENDITORIA FEMMINILE TRENTO

ACCORDO TRA COMITATO PER LA PROMOZIONE DELL IMPRENDITORIA FEMMINILE TRENTO ACCORDO TRA COMITATO PER LA PROMOZIONE DELL IMPRENDITORIA FEMMINILE TRENTO Accordo Tra: Comitato per la Promozione dell Imprenditorialità Femminile, in persona del presidente pro-tempore ; Cooperativa

Dettagli

FONDO DI GARANZIA PER LE PMI COSTIUITO PRESSO MCC (Art. 2, comma 100, lett. a) Legge 662/96)

FONDO DI GARANZIA PER LE PMI COSTIUITO PRESSO MCC (Art. 2, comma 100, lett. a) Legge 662/96) FONDO DI GARANZIA PER LE PMI COSTIUITO PRESSO MCC (Art. 2, comma 100, lett. a) Legge 662/96) Premessa Il Fondo di garanzia per le PMI (di seguito Fondo) è stato costituito presso MCC con Legge 662/96.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO valido dal 05/07/2012

FOGLIO INFORMATIVO valido dal 05/07/2012 INFORMAZIONI GENERALI FOGLIO INFORMATIVO valido dal 05/07/2012 APIVENETO FIDI SOCIETA COOPERATIVA DI GARANZIA COLLETTIVA FIDI Sede legale Vicenza, Galleria Francesco Crispi n. 45 Telefono 0444/232240 Fax

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 402 Seduta del 12/07/2013

DELIBERAZIONE N X / 402 Seduta del 12/07/2013 DELIBERAZIONE N X / 402 Seduta del 12/07/2013 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

PROGETTO PERLE DI MOSAICO 2012 SCHEMA PROTOCOLLO D INTESA. L anno duemiladodici, il giorno del mese di, nella residenza

PROGETTO PERLE DI MOSAICO 2012 SCHEMA PROTOCOLLO D INTESA. L anno duemiladodici, il giorno del mese di, nella residenza Rep. N. PROGETTO PERLE DI MOSAICO 2012 SCHEMA PROTOCOLLO D INTESA L anno duemiladodici, il giorno del mese di, nella residenza municipale di Spilimbergo in Piazzetta Tiepolo n. 1 Tra i 1. Sig. COLUSSI

Dettagli

CONTRATTO DI LICENZA DI BREVETTO. Tra la Società..., con sede in..., cod. fisc...., rappresentata da... in seguito denominata la

CONTRATTO DI LICENZA DI BREVETTO. Tra la Società..., con sede in..., cod. fisc...., rappresentata da... in seguito denominata la CONTRATTO DI LICENZA DI BREVETTO Tra la Società, con sede in, cod. fisc., rappresentata da in seguito denominata la concedente ; e con sede in rappresentata da in seguito denominata la licenziataria ;

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Crediti di firma e garanzia consortile Convenzione Banca Sella

FOGLIO INFORMATIVO. Crediti di firma e garanzia consortile Convenzione Banca Sella FOGLIO INFORMATIVO Crediti di firma e garanzia consortile Convenzione Banca Sella INFORMAZIONI SUL CONFIDI VALFIDI S.C. SOCIETA COOPERATIVA DI GARANZIA COLLETTIVA DEI FIDI TRA IMPRESE DELLA VALLE D AOSTA

Dettagli

In collaborazione con

In collaborazione con In collaborazione con PREMESSO CHE - il presente contratto regola i rapporti di distribuzione tra. con sede legale in.. via., n.., iscritta presso la Camera di Commercio di, al n... del Registro delle

Dettagli

Alle Direzioni generali delle Banche operanti nella Regione Abruzzo 9 gennaio 2012 Loro Sedi Prot. U/ABR/01/12

Alle Direzioni generali delle Banche operanti nella Regione Abruzzo 9 gennaio 2012 Loro Sedi Prot. U/ABR/01/12 COMMISSIONE REGIONALE ABRUZZO Pescara Alle Direzioni generali delle Banche operanti nella Regione Abruzzo 9 gennaio 2012 Loro Sedi Prot. U/ABR/01/12 Nuovo Protocollo d Intesa tra l ABI, la Federazione

Dettagli

CONFIDIFRIULI CONFINDUSTRIA FOLLOW UP MEETING

CONFIDIFRIULI CONFINDUSTRIA FOLLOW UP MEETING CONFIDIFRIULI CONFINDUSTRIA FOLLOW UP MEETING ARTICOLAZIONE DELL INTERVENTO Chi siamo Dati operativi Sito internet Il sistema dei CONFIDI Organismi che offrono garanzie agli Istituti di Credito al fine

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. Al fine di attivare una procedura che preveda la ricezione, da parte della Provincia di Milano, delle offerte di

PROTOCOLLO D INTESA. Al fine di attivare una procedura che preveda la ricezione, da parte della Provincia di Milano, delle offerte di PROTOCOLLO D INTESA Al fine di attivare una procedura che preveda la ricezione, da parte della Provincia di Milano, delle offerte di lavoro delle aziende clienti dei Consulenti del Lavoro delegati dalla

Dettagli

PARTE X DISPOSIZIONI IN TEMA DI TRASPARENZA DELLE CONDIZIONI E DI INFORMAZIONE AI SOGGETTI BENEFICIARI FINALI (PIANO DELLA TRASPARENZA)

PARTE X DISPOSIZIONI IN TEMA DI TRASPARENZA DELLE CONDIZIONI E DI INFORMAZIONE AI SOGGETTI BENEFICIARI FINALI (PIANO DELLA TRASPARENZA) PARTE X DISPOSIZIONI IN TEMA DI TRASPARENZA DELLE CONDIZIONI E DI INFORMAZIONE AI SOGGETTI BENEFICIARI FINALI (PIANO DELLA TRASPARENZA) A. Piano della Trasparenza Il Fondo è uno strumento di mitigazione

Dettagli

CONVENZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DEL CORSO DI TRA. l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, in prosieguo denominata

CONVENZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DEL CORSO DI TRA. l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, in prosieguo denominata CONVENZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DEL CORSO DI FORMAZIONE ANNO ACCADEMICO / TRA l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, in prosieguo denominata Università, con sede legale in Roma (00173), Via Orazio

Dettagli

www.finpiemonteonline.it L.R. 21/97 CONVENZIONE ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE Questo documento è stato strutturato per essere compilato direttamente a video, con l applicativo Word di Microsoft Office.

Dettagli

CONVENZIONE QUADRO PER LA CERTIFICAZIONE

CONVENZIONE QUADRO PER LA CERTIFICAZIONE CONVENZIONE QUADRO PER LA CERTIFICAZIONE dei contratti in cui sia dedotta, direttamente o indirettamente, una prestazione di lavoro. (artt. 75 e ss. D. lgs. 10 settembre 2003 n. 276 e succ. modifiche)

Dettagli

ALLEGATO C SCHEMA DI CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

ALLEGATO C SCHEMA DI CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 65 del 3-5-2007 7107 ALLEGATO C SCHEMA DI CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA Il presente allegato si compone di n 6 (sei) pagine inclusa

Dettagli

SCHEMA TIPO DI CONTRATTO DI RICERCA ENTI CONTRAENTI con sede Direttore pro tempore del Dipartimento

SCHEMA TIPO DI CONTRATTO DI RICERCA ENTI CONTRAENTI con sede Direttore pro tempore del Dipartimento SCHEMA TIPO DI CONTRATTO DI RICERCA ENTI CONTRAENTI - Tra (di seguito denominato COMMITTENTE): - e il Dipartimento dell'università degli Studi di Bari (di seguito denominato DIPARTIMENTO) con sede codice

Dettagli

CONVENZIONE PREMESSO CHE

CONVENZIONE PREMESSO CHE REP. N. del Prot. N. CONVENZIONE TRA Alma Mater Studiorum Università di Bologna - Dipartimento di Scienze dell'educazione Giovanni Maria Bertin, nel contesto del presente atto denominato più semplicemente

Dettagli

CONFIDI PER LE PMI STRUMENTO DI GARANZIA SUL CREDITO A BREVE E MEDIO TERMINE: ESTENSIONE DELL OPERATIVITA DEL FONDO GARANZIA PER LE PMI

CONFIDI PER LE PMI STRUMENTO DI GARANZIA SUL CREDITO A BREVE E MEDIO TERMINE: ESTENSIONE DELL OPERATIVITA DEL FONDO GARANZIA PER LE PMI CONFIDI FRIULI Udine, 02 Aprile 2014 CONFIDI PER LE PMI STRUMENTO DI GARANZIA SUL CREDITO A BREVE E MEDIO TERMINE: ESTENSIONE DELL OPERATIVITA DEL FONDO GARANZIA PER LE PMI Dott. Zuppicchini Paolo CONFIDI

Dettagli

LACUALE DEI LAGHI MAGGIORE, COMABBIO, MONATE E. dell Autorità di bacino, in via Martiri della Libertà 11, a Laveno Mombello

LACUALE DEI LAGHI MAGGIORE, COMABBIO, MONATE E. dell Autorità di bacino, in via Martiri della Libertà 11, a Laveno Mombello CONVENZIONE TRA GUARDIA DI FINANZA E AUTORITÀ DI BACINO LACUALE DEI LAGHI MAGGIORE, COMABBIO, MONATE E VARESE PER L ESERCIZIO DELLE COMPETENZE EX ART. 57 DELLA LEGGE REGIONE LOMBARDIA 4 APRILE 2012, N.

Dettagli

AGEVOLAZIONI PER LE IMPRESE ANNO 2016

AGEVOLAZIONI PER LE IMPRESE ANNO 2016 AGEVOLAZIONI PER LE IMPRESE ANNO 2016 Informazioni estratte dal sito del Ministero dello Sviluppo Economico www.sviluppoeconomico.gov.it SUPER AMMORTAMENTO BENI STRUMENTALI Legge n. 208 del 2015 art. 1

Dettagli

Traduzione di cortesia, priva di valore legale

Traduzione di cortesia, priva di valore legale LA REGIONE CALABRIA allegato alla deliberazioone n. 63 del 2 marzo 2016 ED IL FONDO EUROPEO PER GLI INVESTIMENTI APPENDICE AL CONTRATTO DI FINANZIAMENTO ( CONTRATTO ) STIPULATO IN DATA 11 OTTOBRE 2011

Dettagli

Codice Ente N COMUNITÀ DEL PARCO COPIA. Deliberazione n. 7 In data 4/04/2012 NOMINA DEL REVISORE DEI CONTI.

Codice Ente N COMUNITÀ DEL PARCO COPIA. Deliberazione n. 7 In data 4/04/2012 NOMINA DEL REVISORE DEI CONTI. Codice Ente N. 157006 COMUNITÀ DEL PARCO COPIA Deliberazione n. 7 In data 4/04/2012 OGGETTO: NOMINA DEL REVISORE DEI CONTI. L anno duemiladodici, addì quattro, del mese di aprile, alle ore 17 e minuti

Dettagli

CONVENZIONE TRA I COMUNI DI CESENATICO (FC), CASTEL BOLOGNESE (RA), E CASOLA VALSENIO (RA), PER LA CONDUZIONE IN FORMA TRA

CONVENZIONE TRA I COMUNI DI CESENATICO (FC), CASTEL BOLOGNESE (RA), E CASOLA VALSENIO (RA), PER LA CONDUZIONE IN FORMA TRA CONVENZIONE TRA I COMUNI DI CESENATICO (FC), CASTEL BOLOGNESE (RA), E CASOLA VALSENIO (RA), PER LA CONDUZIONE IN FORMA ASSOCIATA DEL SERVIZIO DI SEGRETERIA. TRA Il Comune di Cesenatico (FC), rappresentato

Dettagli

Protocollo d intesa. tra

Protocollo d intesa. tra Protocollo d intesa tra Società Expo 2015 Spa, con sede in Milano, Via Rovello 2, codice fiscale e numero iscrizione nel Registro delle imprese di Milano: 06398130960, iscritta nel Repertorio Economico

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER L USO TEMPORANEO DI SPAZI DI REGIONE LOMBARDIA

SCHEMA DI CONTRATTO PER L USO TEMPORANEO DI SPAZI DI REGIONE LOMBARDIA SCHEMA DI CONTRATTO PER L USO TEMPORANEO DI SPAZI DI REGIONE LOMBARDIA TRA Infrastrutture Lombarde S.p.A. (P.I. 04119220962) con sede in Milano, via Pola n.12/14, qui rappresentata da Paolo Besozzi, in

Dettagli

CONVENZIONE. Libera Università degli Studi per l Innovazione e le Organizzazioni LUSPIO. Fondazione FORMIT ROMA CAPITALE

CONVENZIONE. Libera Università degli Studi per l Innovazione e le Organizzazioni LUSPIO. Fondazione FORMIT ROMA CAPITALE CONVNZION tra Libera Università degli Studi per l Innovazione e le Organizzazioni LUSPIO Fondazione FORMIT ROMA CAPITAL La Libera Università degli Studi per l Innovazione e le Organizzazioni - LUSPIO (di

Dettagli

FINANZIAMENTO SACE BREVE TERMINE

FINANZIAMENTO SACE BREVE TERMINE FINANZIAMENTO SACE BREVE TERMINE INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa di Risparmio della Spezia S.p.A. Sede legale: Corso Cavour, 86 19121 La Spezia Iscritta all Albo delle Banche al n. 5160 Appartenente al

Dettagli

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE. Art. 1 Principi generali Le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente Protocollo.

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE. Art. 1 Principi generali Le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente Protocollo. PROTOCOLLO TRA L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA E INAIL DIREZIONE REGIONALE UMBRIA PER LO SVOLGIMENTO DI UN MASTER DI I LIVELLO IN INGEGNERIA DELLA SICUREZZA ED ANALISI DEI RISCHI IN AMBITO INDUSTRIALE"

Dettagli

CONTRATTO DI SPONSORIZZAZIONE

CONTRATTO DI SPONSORIZZAZIONE CONTRATTO DI SPONSORIZZAZIONE Con la presente scrittura privata, da valersi ad ogni effetto di legge, tra la Società / Ente, con sede legale in, CAP, prov. di, via, N., Partita IVA, Codice Fiscale, iscritta

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI (documento non obbligatorio da inserire solo nei casi in cui si rendano applicabili le disposizioni della Banca d Italia)

DOCUMENTO DI SINTESI (documento non obbligatorio da inserire solo nei casi in cui si rendano applicabili le disposizioni della Banca d Italia) NUMERO PRATICA/IMPIANTO (Elencare i numeri pratica/impianto) (modello da utilizzare in caso di cessione di crediti relativi a più convenzioni attive sottoscritte dal medesimo Soggetto Responsabile) Scrittura

Dettagli

IL MERCATO DEI MUTUI IN LOMBARDIA I trimestre 2015

IL MERCATO DEI MUTUI IN LOMBARDIA I trimestre 2015 IL MERCATO DEI MUTUI IN LOMBARDIA I trimestre 2015 L'Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa ha analizzato l'andamento dei finanziamenti nel primo trimestre 2015, finalizzati all'acquisto dell'abitazione, concessi

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI UDINE

CAMERA DI COMMERCIO DI UDINE CONSORZIO CAMERALE PER IL CREDITO E LA FINANZA LE PROSPETTIVE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DEI MERCATI E DELLE IMPRESE NEI PROSSIMI ANNI CAMERA DI COMMERCIO DI UDINE 12 giugno 2014 STRUMENTI A DISPOSIZIONE

Dettagli

Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese L. 662/96 L. 266/97

Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese L. 662/96 L. 266/97 Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese L. 662/96 L. 266/97 GARANZIA DIRETTA (Banca) Oggetto e finalità Favorire l accesso alle fonti finanziarie delle PMI mediante la concessione di una garanzia

Dettagli

IX CONGRESSO DELL IMPRENDITORIA FEMMINILE DELL ADRIATICO E DELLO IONIO Lignano Sabbiadoro, ottobre 2015

IX CONGRESSO DELL IMPRENDITORIA FEMMINILE DELL ADRIATICO E DELLO IONIO Lignano Sabbiadoro, ottobre 2015 IX CONGRESSO DELL IMPRENDITORIA FEMMINILE DELL ADRIATICO E DELLO IONIO Lignano Sabbiadoro, 19 20 ottobre 2015 Chi siamo Il Confidi Friuli operativo dal 1 Gennaio 2009 nasce dalla fusionetra il Confidi

Dettagli

GARANZIA BCC Cambiano Riqualificazione immobili FIDI TOSCANA S.P.A.

GARANZIA BCC Cambiano Riqualificazione immobili FIDI TOSCANA S.P.A. GARANZIA BCC Cambiano Riqualificazione immobili FIDI TOSCANA S.P.A. INFORMAZIONI SU FIDI TOSCANA S.p.A. INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO Nome: FIDI TOSCANA S.p.A. Indirizzo: Viale Mazzini n 46 50132 Firenze

Dettagli

Garanzie e fondi pubblici regionali Il sostegno delle regioni al sistema confidi

Garanzie e fondi pubblici regionali Il sostegno delle regioni al sistema confidi Garanzie e fondi pubblici regionali Il sostegno delle regioni al sistema confidi A cura di: Marco Bortoli GFINANCE srl Obiettivi e metodologia Obiettivi Analisi degli interventi regionali a favore della

Dettagli

UNIONE DI COMUNI DELLA PLANARGIA E DEL MONTIFERRU SCHEMA CONTRATTO DI COMODATO PER LA CONSEGNA DI UN

UNIONE DI COMUNI DELLA PLANARGIA E DEL MONTIFERRU SCHEMA CONTRATTO DI COMODATO PER LA CONSEGNA DI UN Rep n del UNIONE DI COMUNI DELLA PLANARGIA E DEL MONTIFERRU OCCIDENTALE - BOSA SCHEMA CONTRATTO DI COMODATO PER LA CONSEGNA DI UN AUTOMEZZO FIAT DOBLO ALLA ASL 5 ORISTANO. L anno duemilaundici, addì del

Dettagli

Foglio Informativo Per finanziamenti a medio lungo termine con garanzia al 100%, ai sensi della L. 108/96 con fondo Antiusura Ministeriale o Regionale

Foglio Informativo Per finanziamenti a medio lungo termine con garanzia al 100%, ai sensi della L. 108/96 con fondo Antiusura Ministeriale o Regionale Foglio informativo n 1/E Aggiornamento n 006 data ultima aggiornamento 27.07.2016 Norme la trasparenza delle oazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli artt. 115 e segg. T.U.B. Informazioni

Dettagli

Confidi, per individuare congiuntamente priorità di intervento a sostegno alle imprese della provincia di Varese.

Confidi, per individuare congiuntamente priorità di intervento a sostegno alle imprese della provincia di Varese. PROTOCOLLO D INTESA TRA CAMERA DI COMMERCIO DI VARESE, ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA, BANCHE E CONFIDI IN TEMA DI ACCESSO AL CREDITO DELLE MPMI DELLA PROVINCIA DI VARESE PREMESSO CHE - i dati congiunturali

Dettagli

Fidiprof Centro Sud Regolamento interno

Fidiprof Centro Sud Regolamento interno Fidiprof Centro Sud Regolamento interno Art. 1 Operatività i Fidiprof Centro Sud Il presente regolamento interno, previsto dall'art. 4 dello Statuto Sociale, è stato predisposto al fine di coordinare e

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA L UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE (P.IVA e cod. fisc ), nella persona

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA L UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE (P.IVA e cod. fisc ), nella persona ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA L UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE (P.IVA e cod. fisc. 01279680480), nella persona del Direttore, Prof.ssa Patrizia Giunti (cod. fisc.

Dettagli

Comunicazione del 12 dicembre Decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201: garanzia di Stato sulle passività delle banche italiane

Comunicazione del 12 dicembre Decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201: garanzia di Stato sulle passività delle banche italiane Comunicazione del 12 dicembre 2011. Decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201: garanzia di Stato sulle passività delle banche italiane 1. L art. 8 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201 ( 1 ) prevede che

Dettagli

Bando per l erogazione di contributi alle PMI finalizzati al sostegno per l accesso al credito R E G O L A M E N TO

Bando per l erogazione di contributi alle PMI finalizzati al sostegno per l accesso al credito R E G O L A M E N TO Bando per l erogazione di contributi alle PMI finalizzati al sostegno per l accesso al credito Art. 1 Finalità R E G O L A M E N TO La Camera di Commercio di Como, nell ambito delle iniziative promozionali

Dettagli

ADDENDUM ALLA CONVENZIONE PER TIROCINI CURRICULARI TRA

ADDENDUM ALLA CONVENZIONE PER TIROCINI CURRICULARI TRA ADDENDUM ALLA CONVENZIONE PER TIROCINI CURRICULARI TRA Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Roma, con sede in Via IV Novembre n. 119/A 00187, ROMA, (CF 80147350582/P. IVA 80147350582), d ora

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n del 28 luglio 2009 pag. 1/5

ALLEGATOA alla Dgr n del 28 luglio 2009 pag. 1/5 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 2296 del 28 luglio 2009 pag. 1/5 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO REGIONALE DI INIZIATIVE ED INTERVENTI IN MATERIA DI INTEGRAZIONE SOCIALE

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE TRA COMUNI PER IL SERVIZIO SCUOLA CIVICA DI MUSICA ALESSANDRA SABA

SCHEMA DI CONVENZIONE TRA COMUNI PER IL SERVIZIO SCUOLA CIVICA DI MUSICA ALESSANDRA SABA APPROVATA CON DELIBERAZIONE DEL C.C. N. 32 del 17/06/2011 MODIFICATA CON DELIBERAZIONI DEL C.C. N. 26 del 30/05/2013 E C.C. N. 14 DEL 10/03/2016 SCHEMA DI CONVENZIONE TRA COMUNI PER IL SERVIZIO SCUOLA

Dettagli

1) Costituzione del servizio

1) Costituzione del servizio BOZZA DI PROTOCOLLO DI INTESA FRA IL COMUNE DI SESTO SAN GIOVANNI, LA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SESTO SAN GIOVANNI E L ASSOCIAZIONE UNA CASA PER PER FAVORIRE L INCONTRO FRA DOMANDA ED OFFERTA DI

Dettagli

Per. Close to Media Via Caradosso, 8 20123 Milano Tel: 02/70006237 Fax: 02/89694809

Per. Close to Media Via Caradosso, 8 20123 Milano Tel: 02/70006237 Fax: 02/89694809 Per Close to Media Via Caradosso, 8 20123 Milano Tel: 02/70006237 Fax: 02/89694809 Agenzie Close to Media Via Caradosso, 8 20123 Milano Tel: 02/70006237 Fax: 02/89694809 TESTATA MF Dow Jones DATA 15 febbraio

Dettagli

Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli artt. 115 e segg. T.U.B.

Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli artt. 115 e segg. T.U.B. Foglio informativo n 1/G Aggiornamento n 009 data ultima aggiornamento 27.07.2016 Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli artt. 115 e segg. T.U.B. FONDI

Dettagli

CONVENZIONE ATTUATIVA DELL ART. 14, COMMA 2 DELLA L.R. 28 DICEMBRE 2007 N 28 NORME SULL ISTRUZIONE, IL DIRITTO

CONVENZIONE ATTUATIVA DELL ART. 14, COMMA 2 DELLA L.R. 28 DICEMBRE 2007 N 28 NORME SULL ISTRUZIONE, IL DIRITTO CONVENZIONE ATTUATIVA DELL ART. 14, COMMA 2 DELLA L.R. 28 DICEMBRE 2007 N 28 NORME SULL ISTRUZIONE, IL DIRITTO ALLO STUDIO E LA LIBERA SCELTA EDUCATIVA TRA IL COMUNE DI GENOLA E L ENTE GESTORE DELLA SCUOLA

Dettagli

CONVENZIONAMENTO CONFIDI Fondo di Riassicurazione PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE 2014/2020. Asse 3 Competitività

CONVENZIONAMENTO CONFIDI Fondo di Riassicurazione PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE 2014/2020. Asse 3 Competitività CONVENZIONAMENTO CONFIDI Fondo di Riassicurazione PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE 2014/2020 Asse 3 Competitività Azione Cardine AC2 Strumenti per l accesso al credito e alle garanzie delle PMI Priorità d)

Dettagli

L impegno dei CIF. per il credito alle imprenditrici

L impegno dei CIF. per il credito alle imprenditrici L impegno dei CIF Comitato per la promozione dell imprenditoria femminile di Trento per il credito alle imprenditrici Patrizia Montermini rappresentante ABI del Comitato per la promozione dell Imprenditoria

Dettagli

L Ateneo, con sede in P.I. rappresentato dal proprio Rettore, legale rappresentante pro-tempore, Prof. a tale atto autorizzato con delibera del

L Ateneo, con sede in P.I. rappresentato dal proprio Rettore, legale rappresentante pro-tempore, Prof. a tale atto autorizzato con delibera del Schema tipo di Convenzione per professori e ricercatori in entrata nell Ateneo SCHEMA DI CONVENZIONE TRA L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA E ALTRO ATENEO/ ENTE PUBBLICO DI RICERCA AI SENSI DELL ART. 6,

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 9 DELIBERAZIONE 21 febbraio 2011, n. 88

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 9 DELIBERAZIONE 21 febbraio 2011, n. 88 2.3.2011 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 9 DELIBERAZIONE 21 febbraio 2011, n. 88 Approvazione delle modalità di attuazione degli Interventi di garanzia per gli investimenti POR CreO 2007-2013

Dettagli

FINANZIAMENTI IN CONTO CORRENTE

FINANZIAMENTI IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO N. 03.012 INFORMAZIONI SULLA BANCA Crédit Agricole Cariparma S.p.A. Sede legale: Via Università 1 43121 Parma Telefono: 0521/912111 Indirizzo di posta elettronica: infocariparma@credit-agricole.it

Dettagli

Convenzione tra il Consorzio Dottorato in Filosofia del Nordovest FINO e le Università di Torino, Pavia, Genova, Piemonte Orientale tra

Convenzione tra il Consorzio Dottorato in Filosofia del Nordovest FINO e le Università di Torino, Pavia, Genova, Piemonte Orientale tra Convenzione tra il Consorzio Dottorato in Filosofia del Nordovest FINO e le Università di Torino, Pavia, Genova, Piemonte Orientale tra Il Consorzio Dottorato in Filosofia del Nordovest FINO, con sede

Dettagli

CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI PISA E L ASSOCIAZIONE AUSER MUSICI. in Pisa, presso gli uffici della Direzione DD 11 Cultura e Turismo, TRA

CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI PISA E L ASSOCIAZIONE AUSER MUSICI. in Pisa, presso gli uffici della Direzione DD 11 Cultura e Turismo, TRA CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI PISA E L ASSOCIAZIONE AUSER MUSICI L anno Duemilasedici (2016) e questo dì del mese di in Pisa, presso gli uffici della Direzione DD 11 Cultura e Turismo, Coordinamento interventi

Dettagli

CLAUSOLE ARBITRALI TIPO

CLAUSOLE ARBITRALI TIPO CLAUSOLE ARBITRALI TIPO CLAUSOLA COMPROMISSORIA PER ARBITRATO RITUALE Tutte le controversie che dovessero insorgere in relazione al presente contratto, comprese quelle inerenti alla sua validità, interpretazione,

Dettagli

ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE FAEIT TRA I COMUNI DI ARTEGNA E MAGNANO IN RIVIERA

ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE FAEIT TRA I COMUNI DI ARTEGNA E MAGNANO IN RIVIERA Registro scritture private Artegna n. 338/2007 ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE FAEIT TRA I COMUNI DI ARTEGNA E MAGNANO IN RIVIERA CONVENZIONE ATTUATIVA PER LO SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO COMMERCIO MEDIANTE UFFICIO

Dettagli

Il Fondo di garanzia per le PMI

Il Fondo di garanzia per le PMI Il Fondo di garanzia per le PMI Pierpaolo Brunozzi Responsabile Area Fondi di Garanzia e Interventi per il Capitale di Rischio Centro Servizi Marmo, Volargne di Dolcè, Verona, 8 luglio 2013 Le caratteristiche

Dettagli

Convenzione per la gestione associata dell'ufficio di Segreteria dei Comuni di Roccabianca e Colorno

Convenzione per la gestione associata dell'ufficio di Segreteria dei Comuni di Roccabianca e Colorno All. A atto di C.C. n. 40 del 23.10.2014 Convenzione per la gestione associata dell'ufficio di Segreteria dei Comuni di Roccabianca e Colorno (art. 98, comma 3 del testo unico delle leggi sull ordinamento

Dettagli

Allegato A alla Deliberazione di Giunta Comunale n. del

Allegato A alla Deliberazione di Giunta Comunale n. del Allegato A alla Deliberazione di Giunta Comunale n. del SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SAN MICHELE AL TAGLIAMENTO E LA SOCIETA BIBIONE SPIAGGIA SRL REGOLANTE LE MODALITÀ DI STANZIAMENTO - EROGAZIONE

Dettagli

I FINANZIAMENTI: IL CAPITALE DI TERZI. o Operazioni di finanziamento a breve termine o Operazioni di finanziamento a lungo termine

I FINANZIAMENTI: IL CAPITALE DI TERZI. o Operazioni di finanziamento a breve termine o Operazioni di finanziamento a lungo termine I FINANZIAMENTI: IL CAPITALE DI TERZI o Operazioni di finanziamento a breve termine o Operazioni di finanziamento a lungo termine Cenni introduttivi Il ricorso al finanziamento esterno è necessario, talvolta,

Dettagli

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI CREMONA E I SERVIZI PER L ACCOGLIENZA SOC. COOP. SOC. PER INTERVENTI DI PRIMA ACCOGLIENZA (C.P.A.)

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI CREMONA E I SERVIZI PER L ACCOGLIENZA SOC. COOP. SOC. PER INTERVENTI DI PRIMA ACCOGLIENZA (C.P.A.) CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI CREMONA E I SERVIZI PER L ACCOGLIENZA SOC. COOP. SOC. PER INTERVENTI DI PRIMA ACCOGLIENZA (C.P.A.) PREMESSO che nella realtà territoriale si assiste alla necessità di mantenere

Dettagli

per l organizzazione dell INTERNET FESTIVAL

per l organizzazione dell INTERNET FESTIVAL ACCORDO ATTUATIVO TRA Regione Toscana Comune di Pisa Provincia di Pisa Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Pisa Istituto di Informatica e Telematica del Consiglio Nazionale delle

Dettagli

======================= L anno il giorno del mese di presso TRA. in ciò rappresentata dal Presidente. -, nato a il / / e domiciliato presso

======================= L anno il giorno del mese di presso TRA. in ciò rappresentata dal Presidente. -, nato a il / / e domiciliato presso CONVENZIONE FRA CONSORZIO DI BONIFICA N. 3 MEDIO VALDARNO E L UNIONE DEI COMUNI PER LA GESTIONE DEI RAPPORTI INERENTI L ATTIVITA DI BONIFICA DELL ANNO 2014. ======================= L anno il giorno del

Dettagli

Raccolta N. del /2014

Raccolta N. del /2014 Marche da bollo da.16,00 (1 X 4 pagine) Raccolta N. del /2014 PROVINCIA DI FIRENZE SCRITTURA PRIVATA Contratto di appalto per l affidamento dell Attività di tutoraggio dei tirocini attivati dalla Direzione

Dettagli

Decreto dirigenziale n. 376 del 24 dicembre 2009

Decreto dirigenziale n. 376 del 24 dicembre 2009 A.G.C. 01 - Gabinetto Presidente Giunta Regionale - Settore Rapporti con Province, Comuni, Comunità Montane e Consorzi - Delega e Subdelega Comitato Regionale di Controllo (CO.RE.CO.) - Decreto dirigenziale

Dettagli

COMUNE DI LIVORNO CONTRATTO DI CESSIONE DI CREDITI SOTTO CONDIZIONE SOSPENSIVA

COMUNE DI LIVORNO CONTRATTO DI CESSIONE DI CREDITI SOTTO CONDIZIONE SOSPENSIVA COMUNE DI LIVORNO N del Repertorio CONTRATTO DI CESSIONE DI CREDITI SOTTO CONDIZIONE SOSPENSIVA vantati da A.AM.P.S. nei confronti degli utenti del Comune di Livorno per la tariffa d'igiene ambientale

Dettagli

SCHEMA DI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOGGETTI PASSIVI AI FINI IMU CHE LOCANO ALLOGGI A CANONE CONCORDATO

SCHEMA DI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOGGETTI PASSIVI AI FINI IMU CHE LOCANO ALLOGGI A CANONE CONCORDATO Comune di Umbertide (Provincia di Perugia) SCHEMA DI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOGGETTI PASSIVI AI FINI IMU CHE LOCANO ALLOGGI A CANONE CONCORDATO Art.1 Principi e finalità Il presente

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA IN AMBITO SANITARIO E TECNICO REGIONE LOMBARDIA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA TRA

PROTOCOLLO D INTESA IN AMBITO SANITARIO E TECNICO REGIONE LOMBARDIA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA TRA Allegato alla Delib.G.R. n. 63/41 del 25.11.2016 PROTOCOLLO D INTESA IN AMBITO SANITARIO E TECNICO TRA REGIONE LOMBARDIA E REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 1 TRA Regione Lombardia, con sede legale a Milano,

Dettagli

Foglio Informativo Per Finanziamenti a medio termine con garanzia massima all 80% del Fondo Città Metropolitana di Bari

Foglio Informativo Per Finanziamenti a medio termine con garanzia massima all 80% del Fondo Città Metropolitana di Bari Foglio informativo n 1/X Aggiornamento n 001 data pubblicazione 27.07.2016 Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli artt. 115 e segg. T.U.B. Foglio Informativo

Dettagli

COMUNE DI COMO PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DA SOTTOPORRE ALL ESAME DEL CONSIGLIO COMUNALE, PRESENTATA DAL SETTORE SERVIZI FINANZIARI.

COMUNE DI COMO PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DA SOTTOPORRE ALL ESAME DEL CONSIGLIO COMUNALE, PRESENTATA DAL SETTORE SERVIZI FINANZIARI. COMUNE DI COMO Rif. P.G. n. 150467 PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DA SOTTOPORRE ALL ESAME DEL CONSIGLIO COMUNALE, PRESENTATA DAL SETTORE SERVIZI FINANZIARI. OGGETTO: BILANCIO DI PREVISIONE 2012. STATO DI ATTUAZIONE

Dettagli

Prot. atti soggetti a registrazione in caso d uso SCRITTURA PRIVATA CONSORZIO DI GESTIONE DEL PARCO DEL MONTE ARCI

Prot. atti soggetti a registrazione in caso d uso SCRITTURA PRIVATA CONSORZIO DI GESTIONE DEL PARCO DEL MONTE ARCI Prot. atti soggetti a registrazione in caso d uso SCRITTURA PRIVATA CONSORZIO DI GESTIONE DEL PARCO DEL MONTE ARCI Incarico professionale di collaborazione esterna per la gestione di rapporti con l Unione

Dettagli

Accordo istituzionale Programma straordinario per l'incremento della raccolta differenziata ex art. 45 comma 1 lett. a) legge regionale 14/2016.

Accordo istituzionale Programma straordinario per l'incremento della raccolta differenziata ex art. 45 comma 1 lett. a) legge regionale 14/2016. Accordo istituzionale Programma straordinario per l'incremento della raccolta differenziata ex art. 45 comma 1 lett. a) legge regionale 14/2016 tra Regione Campania e Comune di Napoli Napoli, 04 luglio

Dettagli

POR FESR Calabria 2007/2013. Informativa sullo stato di attuazione degli Strumenti di ingegneria finanziaria (Punto 8 OdG) IX Comitato di Sorveglianza

POR FESR Calabria 2007/2013. Informativa sullo stato di attuazione degli Strumenti di ingegneria finanziaria (Punto 8 OdG) IX Comitato di Sorveglianza POR FESR Calabria 2007/2013 Informativa sullo stato di attuazione degli Strumenti di ingegneria finanziaria (Punto 8 OdG) IX Comitato di Sorveglianza (Catanzaro, 31 Luglio 2015) 2 Strumenti di ingegneria

Dettagli

CONVENZIONE TRA ACQUA NOVARA.VCO S.p.A. E COMUNE DI BORGOMANERO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI EROGAZIONE DI ACQUA AL PUBBLICO TRAMITE UN CHIOSCO TRA

CONVENZIONE TRA ACQUA NOVARA.VCO S.p.A. E COMUNE DI BORGOMANERO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI EROGAZIONE DI ACQUA AL PUBBLICO TRAMITE UN CHIOSCO TRA CONVENZIONE TRA ACQUA NOVARA.VCO S.p.A. E COMUNE DI BORGOMANERO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI EROGAZIONE DI ACQUA AL PUBBLICO TRAMITE UN CHIOSCO CASA DELL ACQUA DA INSTALLARE IN VIA MATTEOTTI TRA ACQUA

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 4987 Seduta del 30/03/2016

DELIBERAZIONE N X / 4987 Seduta del 30/03/2016 DELIBERAZIONE N X / 4987 Seduta del 30/03/2016 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali FABRIZIO SALA Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI FRANCESCA BRIANZA CRISTINA

Dettagli

FONDO PREVENZIONE USURA - Articolo 15, Legge 7 marzo 1996, n.108. RELAZIONE SULL OPERATIVITA (non compilare a mano) ANNO 20

FONDO PREVENZIONE USURA - Articolo 15, Legge 7 marzo 1996, n.108. RELAZIONE SULL OPERATIVITA (non compilare a mano) ANNO 20 FONDO PREVENZIONE USURA - Articolo 15, Legge 7 marzo 1996, n.108 RELAZIONE SULL OPERATIVITA (non compilare a mano) ANNO 20 Pos n. /_ / DENOMINAZIONE SEDE LEGALE IN PROV. VIA C.A.P. TEL. FAX _ SEDE AMM.VA

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 210 Seduta del 31/05/2013

DELIBERAZIONE N X / 210 Seduta del 31/05/2013 DELIBERAZIONE N X / 210 Seduta del 31/05/2013 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

Tutto ciò premesso, si conviene e si stipula quanto segue. Art. 1 Premesse

Tutto ciò premesso, si conviene e si stipula quanto segue. Art. 1 Premesse Atto integrativo dell atto negoziale sottoscritto tra Regione Lombardia e Provincia di Milano in attuazione dell art.6 c.2 legge regionale 19/2007 e art.4 c 1 legge regionale 22/2006 e della d.g.r. 1891

Dettagli

Finanziamenti Piccole e medie Imprese: Fondo di Garanzia

Finanziamenti Piccole e medie Imprese: Fondo di Garanzia Finanziamenti Piccole e medie Imprese: Fondo di Garanzia Il Fondo di Garanzia Si tratta di uno strumento a sostegno dell attività imprenditoriale che, grazie alla Legge 662 del 1996, apporta un importante

Dettagli

Il sottoscritto nato a il residente in via n. tel. in qualità di ( legale rappresentante, altro ) de PROPONE DI ACQUISTARE

Il sottoscritto nato a il residente in via n. tel. in qualità di ( legale rappresentante, altro ) de PROPONE DI ACQUISTARE PROPOSTA DI ACQUISTO NOTA BENE: l'accettazione della presente proposta di acquisto da parte del proprietario dell' immobile perfezionerà un compromesso con effetti di contratto definitivo fra le parti;

Dettagli

COMUNE DI PORTO MANTOVANO PROVINCIA DI MANTOVA

COMUNE DI PORTO MANTOVANO PROVINCIA DI MANTOVA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Deliberazione n. 57 del 18/05/2017 OGGETTO: ATTIVAZIONE NUOTO DISABILI L anno duemiladiciassette addì diciotto del mese di maggio alle ore 15:30 nella sala

Dettagli