1 OpenOffice.writer paragrafi, blocchi di testo ed elementi accessori

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1 OpenOffice.writer paragrafi, blocchi di testo ed elementi accessori"

Transcript

1 Elaborazione Testi

2 1 OpenOffice.writer Con il termine Elaboratore Testi o, in inglese, Word Processor ci si riferisce ad una applicazione che agevola la redazione di documenti di testo strutturato che come si vedrà è un concetto fondamentale; L'Elaboratore Testi si è sostituito alla classica penna, in molti contesti della normale vita d'ufficio ; Il carattere immateriale, tipico dei software, ne ha consentito una diffusione capillare, addirittura eccessiva: tutti lo usano, anche quando non sarebbe opportuno. È difficile dare una definizione formale di Testo strutturato; In linea di massima potremmo dire che un documento è strutturato se è caratterizzato dalla presenza di paragrafi, blocchi di testo ed elementi accessori (es.:figure, collegamenti/link ) impaginati in modo da fornire al documento stesso una qualche struttura (grafica e di contenuti); -Lettere private e commerciali; - Offerte commerciali; - Curriculum Vitae; - Manuali d'uso; - Tesine e Tesi di Laurea; -... Fra le varie tipologie di documenti (strutturati e non) solo alcune possono essere efficacemente create con un Elaboratore di Testi. In particolare: Per i documenti Normali usare un editore di testi del tipo: lettere, avvisi, curriculum, tesine, semplici volantini) mentre per i seguenti documenti è meglio usare software dedicati: Documenti Scientifici del tipo: tesi di laurea in Matematica, Fisica, chimica, etc Brochure sofisticate, Illustrazione 1: Documento inadatto per un editore di testi

3 riviste, giornali Documenti non di testo (es.: foto, progetti tecnici, disegni, etc.). Per il documento pianta stradale precedente ill. 1, non è adatto un editore di testi. Per esso è necessario usare un editore specializzato all'editing di Cartografie. Per il presente documento è stato usato opportunamente un Word Processor (Writer di README OpenOffice). Per il productname=openoffice.org documento productcode={43a650aa-d1dc-4c (readme) invece è D7848B3A08DA} più opportuno usare productversion= upgradekey=software\openoffice.org\openoffice.org un Editore di Testi semplificato come \3.1\{43A650AA-D1DC-4C un Blocco note D7848B3A08DA} (formati txt). [languages] count=1 default=1040 Esistono numerosi Elaboratori di testo. Nel corso di questa presentazione ci riferiremo ai due principali: Illustrazione 2: Documento testuale adatto per writer

4 WinWord (di proprietà Microsoft) È un pezzo della suite Office ; È un software proprietario, che, in quanto tale, NON può essere copiato e distribuito; Ha un costo di licenza dell'ordine delle diverse centinaia di euro; È uno strumento particolarmente sofisticato; Utilizzarlo a fini commerciali senza la relativa licenza è un REATO PENALE Writer di OpenOffice.org (libero) È un pezzo della suite OpenOffice ; È un software OpenSource, che, in quanto tale, PUO' essere copiato e distribuito; È gratuito - È uno strumento particolarmente sofisticato; Si può utilizzare per qualunque scopo (anche commerciale); È disponibile anche per Windows ed in lingua italiano Questi due editori sono tecnicamente sono equivalenti! Molti di voi hanno già un PC, magari hanno anche conseguito la ECDL I livello, e conoscono i concetti principali relativi agli Elaboratori di Testo: Quindi di seguito si darà scontata la conoscenza di: Creazione, modifica e salvataggio di un documento; Maiuscole, minuscole, margini, allineamento; (Semplice) Formattazione del testo (grassetti, corsivi, tipi carattere, etc.); Anteprima di stampa e stampa; Qui illustrò gli altri argomenti (per la maggior parte) appartenenti al II livello di ECDL (Advanced). Per quanto riguarda l'utilizzo di Elaboratori di Testo, prenderemo come riferimento i due prodotti citati e ne analizzeremo alcune funzionalità. 2 Utilizzo dei tabulatori: per le problematiche di allineamento; 3 Utilizzo delle macro: per...non ripetersi; 4 Utilizzo degli tabelle : per le problematiche di... stile (grafico); 5 Utilizzo di stili: per dare ordine a documenti articolati; 6 Gestione delle immagini: capita spesso 7 Generazione (automatica) dell'indice: assolutamente necessario 8 Gestione delle versioni: utile per la correzione delle tesi Alla vostra tesi questi aspetti consentiranno riduzione drastica dei tempi di sviluppo e miglioramento della qualità grafica del documento.

5 2 I Tabulatori Parole allineate a sinistra Allineamento centrato Parole allineate a destra Allineamento centrale Illustrazione 3: I quattro tabulatori Tabulatori predefiniti (...di allineamento a sinistra) Illustrazione 4: L'editore di testi Sullo schermo dell'elaboratore Testi, la presenza di un tabulatore è mostrata nel righello. In caso di mancanza di indicazioni esplicite da parte dell'utente, gli Elaboratori Testi moderni prevedono la presenza di alcuni tabulatori predefiniti.per impostare un tabulatore, ossia per definire un NUOVO punto di allineamento verticale si può intervenire in vari modi. Il più semplice è quello di scegliere, mediante l'apposito simbolo posto a sinistra del righello, il tipo di tabulatore desiderato e cliccare, sul righello, in prossimità del punto dove fissare il nuovo tabulatore. Di primo acchito, si può avere la sensazione che al posto dei tabulatori sia

6 Tasto Tab consente spostamenti fino al tabulatore Illustrazione 5: La tastiera di un notebook possibile utilizzare gli spazi(...è sicuramente più semplice premere N volte lo stesso tasto rispetto al riflettere sul cosa si vuole fare!). Le differenze fondamentali fra i due approcci ( spazi tabulatori ) sono: Impossibilità, con gli spazi, di allineare perfettamente; (spesso ci si accorge del non perfetto allineamento con la stampa). Eventuali modifiche ai testi Righello (o risultano ruler ) Tabulatore Tabulatore decimale Tabulatore sinistro Tabulatore destro centrato Illustrazione 6: Il righello e i tabulatori drammatiche con l'approccio spazi. Prima di fare qualche prova live, è opportuno evidenziare che: Il tabulatore ha un campo di azione che è quello del paragrafo. Un tabulatore definito in un paragrafo non è generalmente disponibile nel paragrafo precedente o successivo. Pertanto si può dire che un paragrafo è un blocco di testo delimitato da due ritorni a capo forzati. La presenza di tabulatori, ritorni a capo e spazi, così come degli altri caratteri invisibili/non-stampabili è chiaramente visualizzabile attraverso l'apposita funzione Menù e Visualizza. Attraverso il pulsante nella barra dei simboli, generalmente rappresentato. Di solito il simbolo invisibile o non stampabile è il puntino...la presenza di tabulatori, ritorni a capo e

7 Illustrazione 7: Finestra per visualizzare i Caratteri non stampabili. spazi, così come degli altri caratteri invisibili e nonstampabili è visualizzabile con l'apposita funzione Menù e Visualizza. A livello visivo, il carattere rappresenta lo spazio, il carattere rappresenta lo spostamento con il tabulatore, il carattere rappresenta il ritorno a capo. Si osservi la differenza fra le seguenti schermate con l'opzione con e senza i simboli nascosti. I tabulatori, solitamente, generano un salto verso il successivo tabulatore previsto Punti come caratteri di riempimento nel righello; tale salto può essere sostituito da un cosiddetto Illustrazione 8: Tipi di aallineamenti e carattere invisibile... carattere di riempimento che, evidentemente, viene ripetuto per riempire tutto lo spazio esistente fra il testo ed il tabulatore. Tale salto può essere sostituito da un cosiddetto carattere di riempimento che, Illustrazione 9: Senza e con i caratteri nascosti (non stampabili)

8 evidentemente, viene ripetuto per riempire tutto lo spazio esistente fra il testo ed il tabulatore. La presenza dei caratteri di riempimento consente di visualizzare la struttura grafica del testo. Con il tabulatore decimale i numeri interi e decimali siano incolonnati. 3 MACRO L'ill. 22 mostra un'intestazione con l'icona UNICH che è in testa a tutti i documenti prodotti da questa università. Per evitare una fastidiosa perdita di tempo essa è riprodotta automaticamente con una Macro. Questo è un esmpio di uso di una Macro. Le Macro sono programmi (costruiti in Visual Basic per i pacchetti Microsoft). Una Macro dunque crea un automatismo che non faccia ripetere inutilmente le stesse azioni. E' possibile creare Macro anche con OpenOffice con l'uso di un linguaggio di programmazione simile a Visual Basic. In generale talune parti di un documento (testo con relativa Illustrazione 10: Un esempio di uso della Macro grafica e/o immagini) rimangono uguali passando ad un altro documento o si replicano all'interno dello stesso. Pertanto è utile la funzione di Macro che evita di ripetere le stesse azioni. Ad esempio ogni qualvolta necessiti Illustrazione 11: Finestra per dare un nome alla Macro

9 l'intestazione citata si può richiamare la macro (es. Un. Di Chieti con logo) UNICH con la finestra di dialogo: naturalmente potranno essere costruite più macro per le varie esigenze. Un modo alternativo e più comodo per creare Macro è quello di utilizzare il Registra Macro che automaticamente trasforma le azioni in righe di programma. Ad esempio per memorizzare la Macro dell'intestazione precedente occorrono i seguenti passaggi: Selezionare <Registra macro>, eseguire l'azione da Illustrazione 12: La finestra per aprire una Macro. memorizzare (scrivere, formattare, linkare ecc. ecc.). Terminare la registrazione cliccando sul pulsante relativo nella relativa finestra di dialogo. Assegnare un nome alla macro (proposto Main) dopo aver inserito un modulo nella libreria Le Macro sono memorizzate nella forma di piccoli programmi e pertanto riutilizzabili in tutti i programmi dei pacchetti integrati quali Office della Microsoft e OpenOffice anche dopo aver spento il PC. Per richiamare la Macro, dal Menù, click su Strumenti, Macro e Esegui Macro. Quindi fare click sul nome della Macro desiderata nell'elenco delle Macro

10 4 Le Tabelle Una tabella è composta da celle in cui ritroviamo le proprietà della pagina.un testo è convertibile in Tabella e viceversa utilizzando l'apposito Separatore di colonne strumento Converti del Menù Tabella purchè ci sia Rientro destro nel testo un simbolo di separazione per Le celle hanno caratteristiche autonome Illustrazione 13: Colonne e righe di una tabella l'organizzazione delle colonne. Le celle possono contenere operandi e formule. In tal modo si evita di ricorrere ad un foglio elettronico per la rappresentazione di tabelle anche di valori e con l'utilizzo di calcoli su tali valori. Le operazioni sulle celle si ottengono facendo click su Tabella, Formula. Per inserire gli operatori fare click sulle celle contenente il valore. In riferimento all'esempio della Tab. 1, il costo Totale del lavoro svolto del sig. Bianco si calcola con la formula : Illustrazione 14: Le Tabelle per organizzare meglio le parti eterogenee

11 =<B4>*<D4>+<C4>*<E4>. Dipendenti Ore lavor. normali Rossi 36 Neri 36 Bianco 36 Tot Gen. Ore lavor. straord Costo ore normali Costo ore straord Costo tot Tabella 1: Esempio di uso di formule nelle tabelle Illustrazione 15: Finestra per gli strumenti di Tabella Inserendo il simbolo Σ nella cella totale generale e cliccando sulle celle contenenti i valori si ha =<F2>+<F3>+<F 4> e dopo un altro click sulla barra delle formule il risultato.

12 5 Gli Stili 5.1 Testo e Grafico Per capire, esattamente, qual'è il ruolo giocato dagli Stili in un moderno elaboratore di testi, è necessario fare una premessa; quasi tutti i documenti testuali con cui abbiamo a che fare, possono essere visti come l' unione di: TESTO: quando parliamo di testo ci riferiamo al testo puro, ossia a quella sequenza di caratteri e segni di interpunzione che costituiscono il documento che abbiamo davanti. Ascoltare qualcuno che legge un testo, significa percepire esattamente il contenuto del testo letto; Illustrazione 16: Testo senza grafica GRAFICA: la grafica rappresenta tutta quell'informazione non testuale che è presente nel documento: grassetti, allineamenti, differenze di grandezza nei caratteri, margini, riquadri, etc. I due documenti che seguono mettono in evidenza la differenza fra un testo senza grafica e lo stesso documento con grafica. Illustrazione 17: Testo con Grafica

13 Il modo di produrre i testi, lo sviluppo del software necessario a produrlo, sono andati di pari passo con lo sviluppo tecnologico delle stampanti. Nel tempo abbiamo assistito ad una gara di accelerazione fra i progressi del software e quello dell'hardware. 5.2 Evoluzione della scrittura con macchine Con le macchine da scrivere meccaniche, generalmente si aveva la possibilità di utilizzare solo il testo semplice; le uniche concessioni grafiche erano costituite: dai tabulatori (per l'allineamento a sinistra); Dal carattere spazio (spesso usato per il centrato ); I modelli più sofisticati (...e costosi) offrivano la possibilità di utilizzare diversi colori, attraverso l'impiego di nastri multipli ; diversi tipi di carattere, attraverso l'impiego di testine multiple. La complessità ed il costo della formattazione comportavano, di fatto, la produzione di documenti di solo testo. L'introduzione delle prime stampanti ad aghi, in grado di lavorare non più a livello carattere, ma, bensì, a livello di punto, ha dato l'avvio al mondo della formattazione a basso costo ; i punti resero possibile il corsivo, il grassetto, i caratteri di dimensioni diverse, la stampa di simboli non alfanumerici. Con le stampanti ad aghi si stampa così: mentre con le stampanti a getto d'inchiostro o laser si stampa così: AB C D L'invenzione delle stampanti laser e delle stampanti ink-jet (a getto d'inchiostro) ha consentito una drastica riduzione della dimensione del punto (dot): in termini di numero di punti per pollice, ossia massimo numero di punti stampabili in 2,54 centimetri (1 pollice), si è passati da: stampanti ad aghi : 30/50 punti per pollice a stampanti Laser/Ink-jet (1a generazione): 150/300 punti per pollice stampanti Laser/Ink-jet (2a

14 generazione): 600 punti per pollice. Avendo la possibilità di stampare documenti graficamente formattati, gli utenti hanno via via iniziato ad utilizzare tale possibilità e spesso oggi si vedono testi con un eccesso di formattazione non sempre funzionali all'esposizione dei concetti. I due documenti successivi mostrano che nel secondo si vuole evidenziare oltremodo un argomento che confonde il lettore sull'importanza dei contenuti..la commistione fra testo e grafica. La possibilità di formattare il testo viene utilizzata tipicamente in questo modo porta a eseguire i seguenti passaggi. Testo e Grafica sono legati assieme e slegarli, è complesso. Il criterio che permette di risolvere perfettamente i problemi indicati, è quello della SEPARAZIONE fra TESTO e GRAFICA. Illustrazione18: Lo stilista Nel momento in cui si riescono a tenere separati questi due elementi, allora è possibile cambiare l'uno senza preoccuparsi dell'altro. Gli STILI rappresentano pertanto lo strumento con il quale è possibile attuare la separazione fra testo e grafica. Gli stili sono fondamentali per garantire la rappresentazione grafica Scrivo Un po' di storia, seleziono il testo e clicco Corsivo Scrivo Il futuro, seleziono il testo e clicco Grassetto Scrivo I servizi internet, seleziono il testo, clicco Centrato, ingrandisco il carattere Illustrazione 19: Schema per procedere alla formattazione

15 omogenea di elementi di testo omologhi. In altri termini, se sto scrivendo una tesina dovrei fare in modo che: I titoli dei capitoli abbiano tutti lo stesso layout; I titoli dei paragrafi abbiano tutti lo stesso layout; Il testo dei vari paragrafi abbia un layout comune; Eventuali paragrafi evidenziati, siano evidenziati in modo uniforme. Il corretto utilizzo degli stili: Rende immediato il cambiamento di layout dell'intero documento; Rende possibile la generazione automatica dell'indice; Vi permette di concentrarvi sulla struttura del documento, lasciando alla fine la definizione degli aspetti grafici. Quest'ultimo aspetto è fondamentale: Separare il contenuto dal layout è un elemento ricorrente in molti Capitoli Paragrafi Illustrazione 20: Formattazione del documento ambiti dell'information-technology! Se il layout di un documento viene definito attraverso gli stili, per modificare il layout NON è necessario intervenire sul documento: è sufficiente modificare la definizione degli stili. Per modificare/gestire gli stili, si può utilizzare l'apposita voce del menù Strumenti ;

16 Con OpenOffice/Writer, utilizzare lo stilista ill.18. Esistono alcuni stili predefiniti che vengono utilizzati per la creazione automatica dell'indice. L'indice dell' ill. 19 presenta dei livelli ottenuti assegnando ai Titoli lo stile Intestazione 1 e ai Paragrafi Intestazione 2. Per vedere la definizione degli stili, si fa click sull'icona a fianco del campo degli stili, sulla finestra ill. 18 si apra il menù contestuale sullo stile da modificare. Per redigere correttamente la vostra Tesina di Laurea, ricordate di: Prima di battere il primo tasto sulla tastiera, La struttura progettata (capitoli, paragrafi, sotto paragrafi, etc), dovrebbe restare essenzialmente la stessa durante tutto il corso dei lavori; Definite gli stili da associare alle varie parti del documento e ricordate che la maggior parte del testo sarà di stile Testo Normale o Standard ; Ricordate che gli stili si possono cambiare spesso; Scrivete il testo della tesina, preoccupandovi poco (o nulla) dell'aspetto grafico, e lasciando il problema del layout a quando la tesina sarà quasi completata; alla fine, ottimizzate gli stili e generate l'indice (automaticamente). Il processo che abbiamo schematizzato, potrà funzionare perfettamente SOLO se testo e formattazione saranno stati tenuti rigorosamente separati. Quindi si eviti di applicare la formattazione direttamente sul testo. Seguendo questi consigli, si riducono i tempi di realizzazione della tesina.

17 6 Stampa...in... serie Si usa quando lo stesso documento deve essere prodotto per più destinatari. Le informazioni dei destinatari sono chiamate campi e sono raccolti in un archivio. I documenti prodotti potranno essere stampate o semlicemente archiviate nella memoria di massa desiderata. Alcuni campi sono predefiniti come si vede nell'ill.. Per effettuare una stampa in serie occorre predisporre un archivio o usarne uno già esistente contenente i campi che saranno automaticamente inseriti nel documento di base uguale nel contenuto per tutti i destinatari. Illustrazione 22: Finestra del Menù per la Stampa in Le fasi sono: Menù, Strumenti, Serie Stampa guidata in Serie e dopo qualche clic... si arriva a scegliere l'archivio da cui attingere i dati. E' possibile modificare gli archivi predefiniti. I campi predefini molto usati sono: Data per inserire la data aggiornata, Numero di Pagina per inserirlo nelle pagine e Numero di Pagine se si vuole inserire anche il numero totale Illustrazione 21: Campi predefiniti delle pagine. L'ultima finestra della Stampa ion serie guidata consente di modificare la presentazione comune a tutti i documenti. Su questa finestra si fanno scelte personalizzate con un pizzico di...galanteria.

18 Illustrazione 23: Guida della stampa in serie prima Illustrazione 24: Finestra per la stampa in serie Illustrazione 25: Ultima finestra della stampa in serie dopo

19 7 La gestione delle IMMAGINI Spesso, nei documenti, si rende necessario l'inclusione di immagini. Se non gestita correttamente, l'inclusione di tali immagini può rivelarsi disastrosa : Quando sposto un'immagine, si spostano tutte le immagini e tutti i paragrafi (precedenti e successivi all'immagine spostata). Controllare queste situazione è impossibile! Operare correttamente, però, aiuta a limitare i danni. I punti fondamentali da tenere sotto controllo sono: ANCORAGGIO: determina il punto logico nel quale l'immagine è dislocata; le opzioni sono: Illustrazione 26: Tipi di Ancoraggio Pagina Paragrafo Carattere Come Carattere

20 Ancorate al PARAGRAFO le immagini si spostano con il paragrafo che le contiene Ancorata alla PAGINA ossia sempre li, Ancorata al CARATTERE Indipendentemente dal testo l'immagine si comporta come se che segue e precede fosse un carattere normale Illustrazione 27: Effetti dei vari tipi di Ancoraggio SCORRIMENTO: determina la modalità con la quale il testo viene visualizzato rispetto alla posizione dell'immagine. Illustrazione 28: Tipi di Scorrimento Separato Intorno Scorrimento dinamico Attraverso Attraverso trasparente

21 Contorno Per capire QUALE ANCORAGGIO impostare per la propria immagine è sufficiente porsi la seguente domanda: L'immagine che sto inserendo deve essere: Fissa, rispetto alla pagina dove la posiziono? Ancoraggio Alla pagina ; Fissa, rispetto al paragrafo dove la posiziono? Ancoraggio al paragrafo Piccola a tal punto da essere considerata come un normale carattere? Ancoraggio Al carattere L'ancoraggio viene impostato con CLICK DX sull'immagine > Ancoraggio oppure Click SX sull'immagine Menu Formato > Ancoraggio Lo SCORRIMENTO determina la modalità con la quale il testo fluisce attorno all'immagine; Il testo, infatti, potrebbe essere presente SOLO sopra e sotto l'immagine; ANCHE a sinistra e/o a destra dell'immagine (oltre che sopra e sotto); ANCHE dentro l'immagine (ossia attraversando l'immagine come se essa non ci fosse). Infine, il testo potrebbe anche avere un andamento simile alla curva dell'immagine. Altre opzioni sono disponibili quando si abilita la funzione di CONTORNO.

22 8 Indici Il modo migliore per generare un indice generale consiste nell'applicare gli stili di paragrafo predefiniti per le intestazioni, ad esempio "Intestazione 1", ai paragrafi da includere nell'indice. Una volta applicati questi stili, potete procedere a dare una struttura con Elenchi puntati e numerati. Quindi fate clic nel punto del documento in cui volete inserire l'indice generale e Scegliete Inserisci - Indici - Indici e fate clic sulla scheda Indice. 2. Selezionate "Indice generale" nella casella di riepilogo Tipo. 3. Selezionate le opzioni desiderate. Fate clic su OK. 1. Selezionando Nuovo indice personalizzato che si trova nel dialogo Inserisci voce di indice Vi apparirà un piccolo dialogo in cui indicare un nome per l'indice. Questo nome comparirà successivamente come titolo dell'indice e potrà essere cambiato senza alterare il contenuto dell'indice stesso. 8.1 Definizione delle voci di un indice generale Se volete copiare le parole in un indice personalizzato dovete: 1.Fare clic su una parola, oppure selezionate le parole del documento da usare come voci dell'indice. 2.Scegliere Inserisci - Indici - Voce e usate una delle procedure seguenti: a) Per cambiare il testo che compare nell'indice, digitate il testo desiderato nella casella Voce. Il testo digitato in questo campo non sostituisce il testo selezionato nel documento. b) Per aggiungere un contrassegno indice a tutte le parole simili che compaiono nel documento, selezionate Applica a tutti i testi simili. 9 Ultime considerazioni I quattro concetti fondamentali che abbiamo presentato: Tabulatori, Macro, Tabelle, Stili, Indice e Immagini sono stati affrontati con un relativo grado di dettaglio. Al fine di fornire spunti ai più curiosi ed a coloro che amano la scoperta, nella prossima slide, riportiamo un elenco sintetico di alcune altre caratteristiche che possono rivelarsi utili nella redazione di documenti

23 lunghi e/o complessi. Le scoperte nell'uso dei programmi non finiscono mai... La conoscenza del 75% delle risorse di un programma generalmente è sufficiente ma bisogna sapere cosa fare quando incappiamo in un problema nuovo. Uno strumento essenziale è La Guida (...non si è mai troppo esperti) del programma. Occorre saper utilizzarla anche se a volte essa non esaustiva. Inserimento automatico di diciture (o didascalie ) relative alle immagini inserite; Generazione automatica dell'indice delle figure; Numerazione automatica di capitoli, paragrafi, sottoparagrafi etc.; Definizione di stili applicabili non solo ai paragrafi ma anche a singoli gruppi di caratteri ; Gestione automatica di riferimenti a numeri di capitoli/paragrafi/figure etc.; Stampa Unione/Stampa in serie: stampa automatica di documenti multipli che hanno struttura analoga ma contenuti leggermente diversi (etichette, lettere multiple, etc); Gestione differenziata di Intestazioni e Piè di pagina per pagine pari e pagine dispari; Gestione automatica di note a piè di pagina; Gestione delle modifiche nei processi di redazioni da parte di più autori. Se si sceglie di salvare i file, sono richiesti i nomi degli stessi con l'indicazione dei percorsi. Se si sceglie di stampare si apre la finestra di dialogo per le stampanti e... I campi degli archivi creati o prestabiliti possono essere anche usati con Comandi di campo alla voce Inserisci del Menù, ad es. data ecc. ecc., o anche per inserire record di un database. Con i Comandi di Campo possiamo inserire il numero della pagina e il totale delle pagine. Per inserire note con formati diversi e in modalità diverse usare la voce del menù Inserisci nota a piè di pagina/chiusura. Con Inserisci nota possono essere inseriti commenti contestuali. Con Inserisci intestazione si crea un rigo alla sommità della pagina per le intestazioni. Con Inserisci piè di pagina si crea un rigo in fondo alla pagina come quello in fondo a questa diapositiva. Con la voce Modifica Registra vengono memorizzate le modifiche apportate al documento che poi possono diventare effettive con la voce Accetta o al contrario Annulla se le correzioni non sono effettive.

24 (Nella presentazione di tesi questa metodologia è frequente). La voce Esportare in formato PDF vuol dire cambiare il formato del documento e salvare il file in PDF (Portable Document Format). Un file PDF può essere visualizzato e stampato su qualsiasi piattaforma mantenendo inalterata la formattazione originale, a condizione che sul sistema sia installato il software di supporto appropriato. Il grafico illustrato ill. 29 mostra il confronto fra i tempi di produzione di documenti con l'uso a basso livello tecnico del software con quello con l'uso adeguato delle risorse tecniche del programma. Già per un documento di 3 pagine, vale la pena sforzarsi un pochetto... Approccio Seleziona Tutto, Indice manuale, etc. Approccio Stili Illustrazione 29: Tempi di produzione dei documenti

25 Indice generale 1 OpenOffice.writer I Tabulatori MACRO Le Tabelle Gli Stili Testo e Grafico Evoluzione della scrittura con macchine Stampa...in... serie La gestione delle IMMAGINI Indici Definizione delle voci di un indice generale Ultime considerazioni...22 Indice delle tabelle Tabella 1: Esempio di uso di formule nelle tabelle...11

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso Parte 5 Adv WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso 1 di 30 Struttura di un Documento Complesso La realizzazione di un libro, di un documento tecnico o scientifico complesso, presenta

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI

GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI Francesca Plebani Settembre 2009 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. WORD E L ASPETTO

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC Barra di Formattazione Barra Standard Barra del Menu Intestazione di colonna Barra di Calcolo Contenuto della cella attiva Indirizzo della cella attiva Cella attiva Intestazione

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO Con questa esercitazione guidata imparerai a realizzare una macro. Una macro è costituita da una serie di istruzioni pre-registrate che possono essere

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Laboratorio Database. Docente Prof. Giuseppe Landolfi

Laboratorio Database. Docente Prof. Giuseppe Landolfi Laboratorio Database Docente Prof. Giuseppe Landolfi Manuale Laboratorio Database Scritto dal Prof.Giuseppe Landolfi per S.M.S Pietramelara Access 2000 Introduzione Che cos'è un Database Il modo migliore

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 1) Introduzione Pg 3 2) L area amministratore Pg 3 2.1) ECM Pg 4 2.1.1) Sezione Struttura Pg 5 2.1.2) Sezione Documento Pg 7 2.1.3) Sezione Pubblicazione

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1

con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1 con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1 Indice generale GUIDA A CALC 3.5... 3 1 Utilizzo dell'applicazione... 3 1.1 LAVORARE CON IL FOGLIO ELETTRONICO...3 1.2 MIGLIORARE LA

Dettagli

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro)

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Quando si realizzano dei documenti visivi per illustrare dati e informazioni chiave, bisogna sforzarsi di

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

Manuale installazione DiKe Util

Manuale installazione DiKe Util Manuale installazione DiKe Util Andare sul sito Internet: www.firma.infocert.it Cliccare su software nella sezione rossa INSTALLAZIONE: comparirà la seguente pagina 1 Selezionare, nel menu di sinistra,

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali

Manuale d uso. Gestione Aziendale. Software per l azienda. Software per librerie. Software per agenti editoriali Manuale d uso Gestione Aziendale Software per l azienda Software per librerie Software per agenti editoriali 1997-2008 Bazzacco Maurizio Tutti i diritti riservati. Prima edizione: settembre 2003. Finito

Dettagli

guida all'utilizzo del software

guida all'utilizzo del software guida all'utilizzo del software Il software Gestione Lido è un programma molto semplice e veloce che permette a gestori e proprietari di stabilimenti balneari di semplificare la gestione quotidiana dell?attività

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

SCUOLANET UTENTE DOCENTE

SCUOLANET UTENTE DOCENTE 1 ACCESSO A SCUOLANET Si accede al servizio Scuolanet della scuola mediante l'indirizzo www.xxx.scuolanet.info (dove a xxx corrisponde al codice meccanografico della scuola). ISTRUZIONI PER IL PRIMO ACCESSO

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 Premessa. In questa nuova versione è stata modificata la risoluzione (dimensione) generale delle finestre. Per gli utenti che navigano nella modalità a Finestre, la dimensione

Dettagli

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12 Data ultima revisione del presente documento: domenica 8 maggio 2011 Indice Sommario Descrizione prodotto.... 3 Licenza e assunzione di responsabilità utente finale:... 4 Prerequisiti:... 5 Sistema Operativo:...

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

PROGRAMMA ROMANO Versione Tricolore 12.8.14.100 Revisione 13.9.27.100

PROGRAMMA ROMANO Versione Tricolore 12.8.14.100 Revisione 13.9.27.100 Gestione degli Ordini Indice generale Gestione degli Ordini...1 Introduzione...1 Associare una Casa Editrice ad un Distributore...1 Creazione della scheda cliente nella Rubrica Clienti...2 Inserimento

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

Se il corso non si avvia

Se il corso non si avvia Se il corso non si avvia Ci sono quattro possibili motivi per cui questo corso potrebbe non avviarsi correttamente. 1. I popup Il corso parte all'interno di una finestra di popup attivata da questa finestra

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

Guida all uso di. La Vita Scolastica per ipad

Guida all uso di. La Vita Scolastica per ipad Guida all uso di La Vita Scolastica per ipad Guida all uso dell app La Vita Scolastica Giunti Scuola aprire L APPlicazione Per aprire l applicazione, toccate sullo schermo del vostro ipad l icona relativa.

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Teorema New Gestione condominio

Teorema New Gestione condominio Teorema New Gestione condominio manuale per l'utente 1 Indice Introduzione e condizioni di utilizzo del software La licenza d'uso Supporto tecnico e aggiornamenti I moduli e le versione di Teorema per

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

Le novità di QuarkXPress 10.1

Le novità di QuarkXPress 10.1 Le novità di QuarkXPress 10.1 INDICE Indice Le novit di QuarkXPress 10.1...3 Nuove funzionalit...4 Guide dinamiche...4 Note...4 Libri...4 Redline...5 Altre nuove funzionalit...5 Note legali...6 ii LE NOVITÀ

Dettagli

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL Inserire una funzione dalla barra dei menu Clicca sulla scheda "Formule" e clicca su "Fx" (Inserisci Funzione). Dalla finestra di dialogo "Inserisci Funzione" clicca sulla categoria

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE

GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE (Vers. 4.4.0) Installazione... 3 Prima esecuzione... 6 Login... 7 Funzionalità... 8 Protocollo... 9 Inserimento nuovo protocollo... 11 Invio SMS... 14 Ricerca... 18 Anagrafica...

Dettagli

Cos è. un programma di presentazione. Strumenti di presentazione. Che cos è. una presentazione. Diapositive

Cos è. un programma di presentazione. Strumenti di presentazione. Che cos è. una presentazione. Diapositive Cos è un programma di presentazione Strumenti di presentazione Impostare e creare una presentazione Le applicazioni software per organizzare e presentare in pubblico informazioni multimediali Organizzazione

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Nitro Reader 3 Guida per l' utente

Nitro Reader 3 Guida per l' utente Nitro Reader 3 Guida per l' utente In questa Guida per l'utente Benvenuti in Nitro Reader 3 1 Come usare questa guida 1 Trovare rapidamente le informazioni giuste 1 Per eseguire una ricerca basata su parole

Dettagli

2 Editor di... stile. 2 Colonna... metrica. 6 Percentuale... di carotaggio. 10 Colonne... libere/utente 11 Colonne... grafico

2 Editor di... stile. 2 Colonna... metrica. 6 Percentuale... di carotaggio. 10 Colonne... libere/utente 11 Colonne... grafico I Parte I Introduzione 1 1 Introduzione... 1 2 Editor di... stile 1 Parte II Modello grafico 4 1 Intestazione... 4 2 Colonna... metrica 4 3 Litologia... 5 4 Descrizione... 5 5 Quota... 6 6 Percentuale...

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

REGEL - Registro Docenti

REGEL - Registro Docenti REGEL - Registro Docenti INFORMAZIONI GENERALI Con il Registro Docenti online vengono compiute dai Docenti tutte le operazioni di registrazione delle attività quotidiane, le medesime che si eseguono sul

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Che cos è la LIM? L utilizzo didattico della LIM La LIM consente di andare incontro a diversi stili

Che cos è la LIM? L utilizzo didattico della LIM La LIM consente di andare incontro a diversi stili Che cos è la LIM? La LIM, Lavagna Interattiva Multimediale, è una lavagna arricchita da potenzialità digitali e multimediali. Si tratta di una periferica collegata al computer, che rende possibile visualizzare

Dettagli

Software Emeris Communication Manager

Software Emeris Communication Manager ecm Software Emeris Communication Manager Manuale operativo Fantini Cosmi S.p.A. Via dell Osio 6 20090 Caleppio di Settala MI Tel 02.956821 - Fax 02.95307006 e-mail: info@fantinicosmi.it http://www.fantinicosmi.it

Dettagli

Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli

Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli v 4.0 1. Requisiti software Lo studente deve essere dotato di connessione internet

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA Gestione della E-mail Ottobre 2009 di Alessandro Pescarolo Fondamenti di Informatica 1 CAP. 5 GESTIONE POSTA ELETTRONICA 5.1 CONCETTI ELEMENTARI Uno dei maggiori vantaggi

Dettagli

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO:

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO: ASTA IN GRIGLIA PRO Asta in Griglia PRO è un software creato per aiutare il venditore Ebay nella fase di post-vendita, da quando l inserzione finisce con una vendita fino alla spedizione. Il programma

Dettagli

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO Informazioni generali Il programma permette l'invio di SMS, usufruendo di un servizio, a pagamento, disponibile via internet. Gli SMS possono essere

Dettagli

Non tutto, ma un po di tutto

Non tutto, ma un po di tutto ALFREDO MANGIA Non tutto, ma un po di tutto Nozioni fondamentali per conoscere e usare un foglio di calcolo. Corso di alfabetizzazione all informatica Settembre 2004 SCUOLA MEDIA GARIBALDI Genzano di Roma

Dettagli

ThemixInfo Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori. Manuale d uso. themix Italia srl

ThemixInfo Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori. Manuale d uso. themix Italia srl Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori Manuale d uso Versione 08/07/2014 themix Italia srl tel. 06 35420034 fax 06 35420150 email info@themix.it LOGIN All avvio il

Dettagli

GUIDA alla stesura finale della TESI

GUIDA alla stesura finale della TESI GUIDA alla stesura finale della TESI qualche consiglio utile Ascoltando da più di trent anni le Vostre domande relative all impaginazione della tesi, abbiamo pensato che la nostra professionalità acquisita

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

GFI Product Manual. Manuale per il client fax

GFI Product Manual. Manuale per il client fax GFI Product Manual Manuale per il client fax http://www.gfi.com info@gfi.com Le informazioni contenute nel presente documento sono soggette a modifiche senza preavviso. Le società, i nomi e i dati utilizzati

Dettagli