USARE IL COMPUTER PER LA SCUOLA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "USARE IL COMPUTER PER LA SCUOLA"

Transcript

1 Liceo Scientifico Bottoni USARE IL COMPUTER PER LA SCUOLA INDICE Regole di ortografia specifiche per la scrittura al computer Regole di buona educazione nella comunicazione con la posta elettronica Tipi e formati dei file Risorse e progetti Uso degli archivi rimovibili Errori da evitare nella comunicazione multimediale Concatenare i file Ultima revisione: 20 settembre 2010

2 Regole di ortografia specifiche per la scrittura al computer Nel passare dalla scrittura a mano a quella al computer, ci sono solo poche regole aggiuntive che devono essere osservate: l apostrofo non deve mai essere né preceduto né seguito da uno spazio un segno di punteggiatura non deve mai essere preceduto da uno spazio, e deve essere sempre seguito da uno spazio la stessa cosa vale per la chiusura di parentesi e di virgolette i segni di apertura di parentesi e di virgolette, invece, devono sempre essere preceduti da uno spazio e non devono mai esserne seguiti ricorda che in italiano le lettere accentate sono 6: à, è. ì. ò, ù (con accento grave) e la lettera é (la sola con accento acuto). Le parole che finiscono con una è con accento grave sono poche: oltre a è (voce del verbo essere), cioè, Noè, tè, caffè e poche altre. Tutte le congiunzioni tipo perché, affinché, né etc. portano l accento acuto le versioni più aggiornate dei programmi di videoscrittura offrono anche le maiuscole accentate; in caso contrario puoi scrivere le maiuscole con l apostrofo di fianco (es. E, ALLORCHE ) Oltre all ortografia, devi prestare attenzione alla scelta del carattere: è buona norma utilizzare caratteri semplici e di facile leggibilità (come Times New Roman, Verdana, Arial, Georgia) e comunque evitare i più decorati scegli un corpo abbastanza grande da poter essere letto senza bisogno di occhiali (11 o 12 sono abbastanza leggibili); solo in casi eccezionali scendi fino all 8 ci sono caratteri più larghi (Times New Roman) ed altri più stretti (Arial); se vuoi far stare più testo in una pagina puoi provare a cambiare carattere invece di diminuire il corpo per i titoli puoi scegliere un carattere più grande (14 o 16) oltre ad usare grassetto o sottolineature; evita effetti speciali o Word Art, a meno che si tratti di testi molto informali utilizza in modo pertinente e con parsimonia il grassetto, il sottolineato ed il corsivo, in particolare rispettando le regole che seguono o usa il grassetto per i titoli e per evidenziare nel testo eventuali parole chiave o usa il corsivo per termini stranieri, titoli o citazioni letterali, senza delimitarle anche con le virgolette o usa il sottolineato per sottotitoli o per enfatizzare parti del testo, ma non al posto del corsivo. Esercizi Esercizio 1 Controlla che il correttore ortografico che hai a disposizione sul tuo computer osservi le stesse regole qui elencate. Esercizio 2 Trascrivi col tuo programma di videoscrittura un testo preso dal tuo quaderno di italiano, rispettando le regole esposte sopra; ricorda di passarlo col correttore ortografico prima di mostrarlo al docente. Esercizio 3 Scrivi le parole che seguono, in carattere maiuscolo: ATTIVITÀ, PERCHÉ, CAFFÈ, COSÌ, PERCIÒ, PIÙ

3 Regole di buona educazione nella posta elettronica 1. Mittente (scelta del nome): il tuo indirizzo di posta elettronica, soprattutto se la comunicazione è di tipo formale, deve essere di facile lettura e deve permettere di riconoscere la tua identità. Ad esempio oppure oppure ancora Evita assolutamente indirizzi tipo 2. Mittente (scelta del server): quasi tutti i server di posta elettronica permettono di gestire la corrispondenza via web, cioè utilizzando un browser (Internet Explorer, oppure Firefox etc) e non un programma dedicato alla posta (Outlook). Ciò è essenziale, perché devi essere sempre in grado di poter leggere e spedire messaggi anche quando non sei a casa, ma per esempio a scuola, a casa di un amico, in vacanza etc. 3. Oggetto: ogni messaggio di posta elettronica deve avere un oggetto. È considerato maleducato ometterlo, Se la comunicazione è di tipo formale, è bene trattare separatamente in due messaggi diversi oggetti diversi, anche se vengono spediti allo stesso destinatario: gli si facilita il lavoro. 4. Destinatario: se vuoi mandare lo stesso messaggio a diversi destinatari, ricordati che devi assolutamente evitare di divulgare l indirizzo altrui. Se inserisci gli indirizzi nel campo To o nel campo Cc (carbon copy, o copia conoscenza) tutti coloro che riceveranno il messaggio potranno vedere l elenco dei ricevitori. Per evitare che questo succeda, devi usare il campo Ccn (copia conoscenza nascosta o Bcc blind carbon copy). 5. Contenuto del messaggio: è bene inserire almeno qualche riga, anche solo In allegato si invia quanto richiesto Distinti saluti Nome Cognome Non scrivere in lettere maiuscole ed evita errori di ortografia. Firma sempre il messaggio. 6. Allegati (formato): gli allegati devono essere letti da chi li riceve! Quindi il loro formato deve essere il più possibile standard, evitando versioni software molto recenti o poco diffuse. Il nome del file deve essere significativo! 7. Allegati (dimensione): se si vuole spedire un documento che occupa molta memoria, è bene non allegarlo direttamente, ma caricarlo su un sito apposito ed invitare il destinatario a scaricarlo, fornendogli le informazioni necessarie. Ad esempio se il documento è un filmato, caricarlo su Youtube e comunicare l URL al destinatario. 8. Risposte: fai attenzione quando rispondi ad un messaggio: talvolta oltre che al mittente, potresti rispondere anche ad altri destinatari. Sincerati di voler fare proprio così. È buona regola, inoltre, riportare il testo del messaggio a cui si risponde, o in calce, o inframmezzandolo con le risposte a singoli punti. Il simbolo standard per la citazione (quoting) è il segno >. Riportiamo un esempio Caro X, grazie del tuo messaggio > Quando è stata fissata la riunione? Non abbiamo ancora deciso la data precisa. Tu quando sei libero? > Ti segnalo che il computer n.12 ha dei problemi Ok, controllerò appena rientro. Grazie della segnalazione

4 Esercizi Esercizio 1 Almeno tre di queste regole possono tra l altro aiutare ad arginare il fenomeno dello spam. Quali? Perché? Esercizio 2.Scrivi un documento che contenga il testo della poesia L infinito di Leopardi e spediscilo a te stesso come allegato. A scuola controlla di essere in grado di riceverlo e di visualizzarlo correttamente. Esercizio 3. Nella regola 3 si dice che ricevere messaggi separati che trattano argomenti diversi facilita il lavoro. Secondo te, perché? Esercizio 4. Mettendoti d accordo con due compagni, verifica quanto affermato nella regola 4

5 Tipi e formati dei file Semplificando al massimo, possiamo dire che i file presenti in un computer possono essere di due tipi: i dati e i programmi. I dati possono essere, ad esempio, dei brani musicali, dei filmati, dei testi, delle immagini. I programmi servono per gestire questi dati. Più precisamente i programmi a loro volta possono dividersi in visualizzatori (detti anche player, reader, viewer): permettono di ascoltare i brani musicali, di vedere i filmati eccetera editor, che permettono, oltre che di visualizzare, anche di modificare i dati. Ad esempio un elaboratore di testi (come Word, oppure il Writer di OpenOffice), permette non solo di leggere un documento, ma anche di modificarlo. È quindi un editor, a differenza di Adobe Reader che è solo un visualizzatore. I programmi, per funzionare, devono quindi agire su un file di dati, in gergo si dice che devono aprire un file di dati. I file di dati che devono essere forniti ad un computer vengono detti file di input. Se il programma è un editor, può anche salvare un file dopo averlo modificato: in questo caso si parla di file di output. Quando viene fatto doppio clic su un programma, in generale non succede granché: la prima cosa da fare è scegliere il file di input con il quale si vuole lavorare. Non a tutti gli utenti di un computer è chiaro invece cosa succede quando viene fatto doppio clic su un file di dati: è sbagliato pensare che venga aperto proprio quel file. Viene in realtà eseguito un programma, e automaticamente viene aperto il file di dati come input del programma. È il sistema operativo (Windows, o MacOS, o Linux) che decide quale programma deve essere eseguito. In generale questa decisione soddisfa l utente, ma ci sono casi in cui l utente deve scegliere diversamente. Ad esempio, se vogliamo modificare un file sonoro (per tagliarlo, sfumarne il volume alla fine, cambiarne la velocità...), dobbiamo aprirlo con un editor sonoro (ad esempio il programma Audacity), mentre probabilmente facendoci doppio clic il file viene aperto con un player che permette solo di ascoltarlo. Questo punto è fondamentale: in teoria un file di dati può essere aperto con un qualsiasi programma (anche se, ovviamente, non ha molto senso aprire un brano musicale con un visualizzatore di immagini). Facciamo subito un esempio Esercizio 1 Avvia il programma blocco note. Utilizzando questo programma, apri un file che contiene un immagine (non è un operazione semplicissima, se non ci riesci chiedi aiuto al tuo vicino, o all insegnante) Sullo schermo compariranno scritte di questo tipo:!1aqa "q 2 #B±Á RÑð$3br %&'()*456789:CDEFGHIJSTUVWXYZcdefghijstuvwxyz ƒ ˆ Š ª²³ µ ¹ºÂÃÄÅÆÇÈÉÊÒÓÔÕÖ ØÙÚáâãäåæçèéêñòóôõö øùú w!1aq aq "2 B ±Á#3Rð brñ $4á%ñ &'()*56789:CDEFGHIJSTUVWXYZcdefghijst uvwxyz ƒ ˆ Š š ª²³ µ ¹ºÂÃÄÅÆÇÈÉÊÒÓÔÕÖ ØÙÚâãäåæçèéêòóôõö øùúÿà x! ÿú ๠mbîfwf y ì òâþ^i-ëísþ' š?ê² æû eøžhí¼n ò[~æmädàœcð? Come avrai capito, questi dati forniscono una descrizione dell immagine. Ad esempio, se modificassi qualche carattere e salvassi il file, potrebbe darsi che il nuovo file, una volta

6 visualizzato con un programma corretto, contenga un immagine quasi uguale alla precedente, ma con una macchia (più probabilmente il nuovo file risulterà illeggibile). Esercizio 2 Utilizzando un elaboratore di testi avanzato, tipo OpenOffice Writer o Word, trascrivi una poesia, ad esempio Mattino di Ungaretti. Salva il file, poi riaprilo utilizzando Blocco Note. Riesci a trovare il testo che hai digitato? Come sicuramente saprai, lo stesso documento può essere salvato in formati diversi. Formati più elaborati possono contenere più informazioni (allineamento, impaginazione, stili ecc.); lo svantaggio consiste nel fatto che essi occupano maggiore spazio nei supporti di archiviazione, ma soprattutto possono non essere leggibili da tutti. Ad esempio i formati docx (Word per Vista) e odt (OpenOffice) non sono ancora sufficientemente diffusi e vanno evitati se si vuole utilizzare un documento su computer diversi. Esercizio 3 Utilizzando un elaboratore di testi avanzato crea un documento abbastanza elaborato, che contenga ad esempio titoli centrati e ingranditi, tabelle, parole in grassetto e in corsivo, paragrafi allineati a destra o giustificati. Salva quindi il documento nei formati rtf, doc, txt. Poi riapri gli stessi file utilizzando lo stesso programma e osserva quali specifiche sono state conservate e quali si sono perse Esercizio 4 Utilizzando il programma Paint, è possibile salvare nei formati bmp, gif, jpg, png e altri. Apri diverse immagini (fotografie, disegni geometrici o artistici) utilizzando Paint e salvale nei diversi formati. Osserva quali formati sono più indicati per i diversi tipi di immagine. Esercizio 5 Il formato pdf è molto speciale. Non è modificabile, quasi tutti i computer lo possono leggere, e soprattutto lo visualizzano esattamente nello stesso aspetto. Molti programmi permettono di salvare in pdf. Controlla se il tuo elaboratore di testi te lo consente. Spesso è comunque possibile salvare in pdf ricorrendo ad un operazione non immediata: si effettua una stampa, ma invece di selezionare la stampante predefinita, si invia l output ad una stampante virtuale, che invece di stampare crea un file pdf. Prova a sincerarti se il tuo computer ha questa possibilità

7 Risorse e progetti Quando un elaboratore di testi crea un documento A che contiene al suo interno un immagine B, solitamente ingloba il file dell immagine B nel file del documento A, nel senso che, dopo che il file A è stato salvato, il file B può anche essere cancellato, spostato, rinominato etc. Non succede così per tutti gli editor. Analizziamo ad esempio da vicino il programma Movie Maker, che è un editor che serve per generare filmati. Un filmato solitamente contiene colonne sonore, immagini statiche, registrazioni video da una telecamera etc, che vengono assemblate ( montate ) in un determinato ordine. I file multimediali che vengono utilizzati per creare un video sono chiamati genericamente risorse. Una volta che Movie Maker ha creato il filmato, le risorse non servono più, non serve neanche Movie Maker e il filmato può essere visto con un player. Ma fintanto che il filmato non è completo, fintanto che è passibile di modifiche, le risorse devono essere conservate (con lo stesso nome e nella stessa cartella). Questo fatto è da tenere ben presente se si vuole lavorare su più di un computer (ad esempio a casa e a scuola). Più precisamente. i tipi di output del programma Movie Maker sono due: oltre che il filmato (non modificabile, e fruibile con un player), Movie Maker è in grado di salvare un progetto, che è sostanzialmente un insieme di istruzioni su come devono essere gestite le risorse. Il progetto, che può essere modificato, può essere aperto e gestito solo con Movie Maker, e non con un player. Le istruzioni relative alle operazioni di input e output cambiano leggermente a seconda della versione di Movie Maker. In quella per Vista sono (1) File/importa elementi multimediali (2) File/apri progetto (3) File/salva progetto (4) File/pubblica filmato

8 Uso degli archivi rimovibili Nello studio e nel lavoro ti capiterà di dover scambiare file con altre persone tramite archivi rimovibili: CD, DVD e penne USB. Nell utilizzo di questi dispositivi è bene tenere presenti alcune regole di buon senso e di buona educazione: rendi riconoscibile il tuo supporto, riportando il tuo cognome e la classe. Su un CD il nome non deve essere sulla copertina, ma sul disco, in pennarello indelebile. Alle chiavi USB è possibile dare delle etichette di volume: impara come si fa. non passare mai virus da un pc all altro; per evitare i virus l unico sistema è avere sul proprio pc un buon antivirus ed aggiornarlo costantemente. Oltre ai numerosi antivirus in commercio, ne esistono di efficaci fra quelli disponibili gratuitamente in rete, come per esempio il diffusissimo AVG esegui sempre una scansione con l antivirus di tutti i materiali che entrano o escono dal tuo pc (dopo che l antivirus è stato istallato, per attivarlo basta puntare sul nome del file e premere il tasto destro del mouse, scegliendo poi l opzione scansione con l antivirus non archiviare sullo stesso supporto materiali diversi per natura e destinazione (per esempio foto delle vacanze e compiti di scuola) salva i file con nomi chiari e ben riconoscibili anche da parte di un estraneo (per esempio relazione chimica Rossi 2C e non mio compito o XY2 3 febbraio ) non bloccare i file con password o macro che li rendano difficilmente apribili da un altro salva i file con formati riconoscibili da tutti i pc. Gli informatici dicono che il mondo si divide in due: quelli che hanno perso dei dati importanti, e quelli che non li hanno ancora persi. È molto frequente che i supporti magnetici si deteriorino e diventino inservibili. Ragion per cui è una regola fondamentale tenere diverse copie di ogni file, una sul disco fisso del proprio computer, un altra sull archivio rimuovibile che utilizzi di solito e che porti a scuola, una terza su un supporto di scorta e che aggiorni solo di tanto in tanto.

9 Errori da evitare nella comunicazione multimediale In certi casi, per comunicare efficacemente un contenuto, uno strumento multimediale (presentazione o filmato) può essere più indicato rispetto alla tradizionale relazione scritta. Spesso però gli studenti hanno un eccesso di confidenza con gli strumenti informatici, e commettono degli errori che compromettono seriamente il loro lavoro. Elenchiamo un insieme di errori molto comuni. Capita spesso di vedere presentazioni variopinte, con colori sgargianti, sfondi sovraccarichi che rendono illeggibile il testo, tipi di carattere pieni di fronzoli. Le scelte più efficaci sono caratteri senza grazie, nero su bianco, sfondo uniforme o comunque che non distragga. Titoli mal centrati, troppo piccoli o troppo grandi danno proprio una brutta impressione di pressapochismo. Lo stesso effetto provoca una grafica non uniforme: una volta scelto un tipo di formato, deve essere sempre conservato per tutta la presentazione. Sembra impossibile, ma non è raro trovare degli errori di ortografia! Per quanto riguarda la lunghezza del testo, esso deve essere molto stringato, sia per non annoiare, sia perché spesso le presentazioni e i video vengono proiettati su maxischermo, perdendo in nitidezza. Se la quantità di testo richiesta è elevata, significa che la tipologia multimediale non è indicata per quello scopo. Se ritieni che il tuo lavoro possa essere pubblicato su Internet, considera la eventualità di utilizzare la lingua inglese. Soprattutto se il testo è molto sintetico e di carattere scientifico, questa è sicuramente una scelta valida. Gli effetti speciali (animazioni, movimenti del testo, effetti tridimensionali etc.) saranno anche belli, ma quasi sempre distraggono dal contenuto che essi vorrebbero veicolare. Meglio limitarsi a transizioni sobrie come le dissolvenze tra le diapositive e l entrata veloce dei punti di un elenco (sempre le stesse nella stessa presentazione) Quelli che seguono sono dei suggerimenti specifici per i video Non c è niente di più difficile da realizzare di un audio in presa diretta. La cosa migliore è sicuramente evitare il parlato; se proprio non se ne può fare a meno, utilizzare una voce fuori campo (da registrare in un luogo privo di rumori!). La musica va aggiunta a parte. Altrettanto difficili sono i movimenti di macchina (la telecamera che si muove per seguire lo svolgersi dell azione). Meglio tenere inquadrature fisse, e movimentare il video con il montaggio. Da usare con estrema parsimonia lo zoom Nel montaggio è meglio usare solo gli stacchi (per collegare inquadrature della stessa scena) e dissolvenze in nero/dal nero (per collegare scene diverse). Perché gli stacchi risultino fluidi, un buon cineasta si procura delle inquadrature di dettagli (in gergo fegatelli ) in modo da evitare quello che apparirebbe come un movimento discontinuo Lo strumento che valorizza di più un video è la colonna sonora: una scelta azzeccata può rendere piacevolissimo un video non particolarmente valido. è importante però che la musica abbia uno stile adatto al contenuto del video, non deve essere la tua canzone preferita. Meglio utilizzare brani solo strumentali, che devono essere della durata esatta, o al limite sfumati alla fine (utilizzare il programma Audacity) Esercizio Guardandoti intorno, cerca spot, inserzioni su riviste o cartelloni nel mondo della pubblicità in cui alcune delle regole date qui sopra sono state infrante. Cerca di valutare se si tratta proprio di errori o di scelte deliberate. Come esempio osserva l'immagine qui sotto.

10 Nel testo principale, c'è una contraddizione tra la punteggiatura e le dimensioni dei caratteri. La punteggiatura dice: Quando guido, io non scherzo (scherzo solo quando non guido), mentre la grafica è come se dicesse quando guido io, non scherzo, nel senso scherzo solo quando guidano gli altri. Siccome il messaggio preponderante è quello della grafica, ne risulta uno slogan di non immediata lettura, come invece dovrebbe essere una campagna pubblicitaria. Sicuramente si tratta di un errore di comunicazione. Non è forse un caso che il cartellone sia ancora nelle nostre strade, ma non sia più presente nel sito del ministero dei trasporti.

11 Concatenare i file Nella pratica di laboratorio capita spesso di dover raggruppare dati scritti da persone diverse. La tecnica del copia e incolla è sicuramente utile, ma non molto pratica nel caso in cui le sorgenti siano molto numerose, ad esempio una per ogni studente della classe. Esiste una procedura che permette di concatenare molti file ed ottenerne uno solo che contiene in sequenza tutti i contenuti parziali. Si tratta di una procedura avanzata, che deve essere utilizzata solo da utenti esperti e che viene spiegata alla fine di questo capitolo. Tuttavia, per utilizzarla, tutti gli autori dei singoli file devono sapere come funziona. Quello che si deve sapere è che i dati che si vogliono concatenare devono essere salvati in un formato speciale. Nelle righe che seguono supporremo che si tratti di dati provenienti da un foglio di calcolo, ma segnaliamo che ci si può comportare in maniera simile anche con i testi. ovviamente ci si deve prima mettere d accordo sulla struttura del foglio di calcolo (numero di colonne, ordine dei dati eccetera); non è opportuno mettere un titolo: verrebbe ripetuto per ogni concatenazione quando si vogliono concatenare i file, essi vanno salvati in formato csv (Comma Separated Values); se si vuole che i dati vengano raggruppati con un ordine preciso, è necessario salvarli con un nome del tipo cronometro01.csv, cronometro02.csv eccetera i file vanno trasferiti su un unico computer; nel laboratorio del Bottoni (2010/2011) questo può essere fatto velocemente copiandolo nella cartella studenti/consegna il professore, o il tecnico, o chi per essi, vi distribuirà un unico file, contenente tutti i dati che gli avete consegnato; il file avrà un nome del tipo cronometro_tutti.csv a seconda delle impostazioni del computer, potrebbe essere sufficiente fare doppio clic su questo file, oppure aprire il file dal menù file/apri, oppure ancora usare il menù di importazione dati di Excel: dati/importa dati esterni. Potrebbe essere necessario fare qualche piccolo intervento di correzione a questo punto potete salvare il file concatenato nel formato con il quale volete continuare a lavorare. PROCEDURA DI CONCATENAZIONE DEI FILE (SOLO PER UTENTI ESPERTI, AMBIENTE WINDOWS) raccogliere tutti i file da concatenare in un unica cartella, meglio se vuota; consiglio la cartella C:\temp aprire una finestra di prompt dei comandi e posizionarsi nella cartella di cui sopra CD C:\temp per creare IL file tutto.csv che concateni i diversi file csv, digitare il comando copy *.csv tutto.csv distribuire il file agli studenti

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi.

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Guida all uso Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Legenda Singolo = Fax o SMS da inviare ad un singolo destinatario Multiplo = Fax o SMS da inviare a tanti destinatari

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email.

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email. Mail da Web Caratteristiche generali di Virgilio Mail Funzionalità di Virgilio Mail Leggere la posta Come scrivere un email Giga Allegati Contatti Opzioni Caratteristiche generali di Virgilio Mail Virgilio

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Se il corso non si avvia

Se il corso non si avvia Se il corso non si avvia Ci sono quattro possibili motivi per cui questo corso potrebbe non avviarsi correttamente. 1. I popup Il corso parte all'interno di una finestra di popup attivata da questa finestra

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

Gestione della posta elettronica e della rubrica.

Gestione della posta elettronica e della rubrica. Incontro 2: Corso di aggiornamento sull uso di internet Gestione della posta elettronica e della rubrica. Istituto Alberghiero De Filippi Via Brambilla 15, 21100 Varese www.istitutodefilippi.it Tel: 0332-286367

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA Gestione della E-mail Ottobre 2009 di Alessandro Pescarolo Fondamenti di Informatica 1 CAP. 5 GESTIONE POSTA ELETTRONICA 5.1 CONCETTI ELEMENTARI Uno dei maggiori vantaggi

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro)

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Quando si realizzano dei documenti visivi per illustrare dati e informazioni chiave, bisogna sforzarsi di

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

QuestBase. Crea, gestisci, analizza questionari, test, esami e sondaggi. Guida introduttiva

QuestBase. Crea, gestisci, analizza questionari, test, esami e sondaggi. Guida introduttiva QuestBase Crea, gestisci, analizza questionari, test, esami e sondaggi Guida introduttiva Hai poco tempo a disposizione? Allora leggi soltanto i capitoli evidenziati in giallo, sono il tuo bignami! Stai

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

GUIDA WINDOWS LIVE MAIL

GUIDA WINDOWS LIVE MAIL GUIDA WINDOWS LIVE MAIL Requisiti di sistema Sistema operativo: versione a 32 o 64 bit di Windows 7 o Windows Vista con Service Pack 2 Processore: 1.6 GHz Memoria: 1 GB di RAM Risoluzione: 1024 576 Scheda

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

12 famiglie e tipi di file (estensioni più comuni)

12 famiglie e tipi di file (estensioni più comuni) 12 famiglie e tipi di file (estensioni più comuni) Ogni file è caratterizzato da un proprio nome e da una estensione, in genere tre lettere precedute da un punto; ad esempio:.est Vi sono tuttavia anche

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 2: Sistema Operativo 2 Modulo 2 Il sistema operativo Windows

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto!

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Manuale d uso Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Giacchè noi costantemente aggiorniamo e miglioriamo il Tuo e-tab, potrebbero

Dettagli

Guida alla WebMail Horde

Guida alla WebMail Horde Guida alla WebMail Horde La funzione principale di un sistema Webmail è quella di gestire la propria posta elettronica senza dover utilizzare un programma client installato sul computer. Il vantaggio è

Dettagli

MANUALE DI UTILIZZO SMS MESSENGER

MANUALE DI UTILIZZO SMS MESSENGER MANUALE DI UTILIZZO SMS MESSENGER (Ultimo aggiornamento 14/05/2014) 2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. INDICE INTRODUZIONE... 1 1.1. Cos è un SMS?... 1 1.2. Qual è la lunghezza di un SMS?... 1 1.3.

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Mini manuale di Audacity.

Mini manuale di Audacity. Mini manuale di Audacity. Questo mini manuale è parte del corso on-line Usare il software libero di Altrascuola. Il corso è erogato all'interno del portale per l'e-learning Altrascuola con la piattaforma

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento -

Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento - Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento - Nota preliminare La presente guida, da considerarsi quale mera indicazione di massima fornita a titolo esemplificativo,

Dettagli

MANUALE D USO LEXUN ver. 5.0. proprietà logos engineering - Sistema Qualità certificato ISO 9001 DNV Italia INDICE. 6. Flash top 6 C.

MANUALE D USO LEXUN ver. 5.0. proprietà logos engineering - Sistema Qualità certificato ISO 9001 DNV Italia INDICE. 6. Flash top 6 C. Pag. 1/24 INDICE A. AMMINISTRAZIONE pagina ADMIN Pannello di controllo 2 1. Password 2 2. Cambio lingua 2 3. Menù principale 3 4. Creazione sottomenù 3 5. Impostazione template 4 15. Pagina creata con

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Come difendersi dai VIRUS

Come difendersi dai VIRUS Come difendersi dai VIRUS DEFINIZIONE Un virus è un programma, cioè una serie di istruzioni, scritte in un linguaggio di programmazione, in passato era di solito di basso livello*, mentre con l'avvento

Dettagli

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni ADOBE READER XI Guida ed esercitazioni Guida di Reader Il contenuto di alcuni dei collegamenti potrebbe essere disponibile solo in inglese. Compilare moduli Il modulo è compilabile? Compilare moduli interattivi

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema Software 2 Insieme di istruzioni e programmi che consentono il funzionamento del computer Il software indica all hardware quali sono le operazioni da eseguire per svolgere determinati compiti Valore spesso

Dettagli

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC Barra di Formattazione Barra Standard Barra del Menu Intestazione di colonna Barra di Calcolo Contenuto della cella attiva Indirizzo della cella attiva Cella attiva Intestazione

Dettagli

ipod nano Guida alle funzionalità

ipod nano Guida alle funzionalità ipod nano Guida alle funzionalità 1 Indice Capitolo 1 4 Nozioni di base di ipod nano 5 Panoramica su ipod nano 5 Utilizzare i controlli di ipod nano 7 Disabilitare i controlli di ipod nano 8 Utilizzare

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO Informazioni generali Il programma permette l'invio di SMS, usufruendo di un servizio, a pagamento, disponibile via internet. Gli SMS possono essere

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

guida all'utilizzo del software

guida all'utilizzo del software guida all'utilizzo del software Il software Gestione Lido è un programma molto semplice e veloce che permette a gestori e proprietari di stabilimenti balneari di semplificare la gestione quotidiana dell?attività

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

MANUALE DOS INTRODUZIONE

MANUALE DOS INTRODUZIONE MANUALE DOS INTRODUZIONE Il DOS è il vecchio sistema operativo, che fino a qualche anno fa era il più diffuso sui PC, prima dell avvento di Windows 95 e successori. Le caratteristiche principali di questo

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli ITCG C. CATTANEO via Matilde di Canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (Reggio Emilia) Costruzione del grafico di una funzione con Microsoft Excel Supponiamo di aver costruito la tabella riportata in figura

Dettagli

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano AMICO CI SENTO Manuale di istruzioni - Italiano 1. Per iniziare 1.1 Batteria 1.1.1 Installare la batteria Rimuovere il coperchio della batteria. Allineare i contatti dorati della batteria con i relativi

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

NONNI SU INTERNET. Guida pratica all uso del PC. Fondazione Mondo Digitale

NONNI SU INTERNET. Guida pratica all uso del PC. Fondazione Mondo Digitale Nonni su Internet NONNI SU INTERNET Guida pratica all uso del PC Fondazione Mondo Digitale Guida pratica all uso del PC Questo manuale è a cura della Fondazione Mondo Digitale, con la supervisione del

Dettagli

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura Dev-Pascal 1.9.2 1 Dev-Pascal è un ambiente di sviluppo integrato per la programmazione in linguaggio Pascal sotto Windows prodotto dalla Bloodshed con licenza GNU e liberamente scaricabile al link http://www.bloodshed.net/dev/devpas192.exe

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1

con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1 con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1 Indice generale GUIDA A CALC 3.5... 3 1 Utilizzo dell'applicazione... 3 1.1 LAVORARE CON IL FOGLIO ELETTRONICO...3 1.2 MIGLIORARE LA

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI

GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI Francesca Plebani Settembre 2009 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. WORD E L ASPETTO

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

Che cos è la LIM? L utilizzo didattico della LIM La LIM consente di andare incontro a diversi stili

Che cos è la LIM? L utilizzo didattico della LIM La LIM consente di andare incontro a diversi stili Che cos è la LIM? La LIM, Lavagna Interattiva Multimediale, è una lavagna arricchita da potenzialità digitali e multimediali. Si tratta di una periferica collegata al computer, che rende possibile visualizzare

Dettagli

guida utente showtime

guida utente showtime guida utente showtime occhi, non solo orecchie perché showtime? Sappiamo tutti quanto sia utile la teleconferenza... e se poi alle orecchie potessimo aggiungere gli occhi? Con Showtime, il nuovo servizio

Dettagli

Editor vi. Editor vi

Editor vi. Editor vi Editor vi vi 1 Editor vi Il vi è l editor di testo standard per UNIX, è presente in tutte le versioni base e funziona con qualsiasi terminale a caratteri Permette di visualizzare una schermata alla volta

Dettagli

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12 Data ultima revisione del presente documento: domenica 8 maggio 2011 Indice Sommario Descrizione prodotto.... 3 Licenza e assunzione di responsabilità utente finale:... 4 Prerequisiti:... 5 Sistema Operativo:...

Dettagli

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO

AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO AUTOMATIZZARE UN'AZIONE COMUNE DI WORD USANDO UNA MACRO Con questa esercitazione guidata imparerai a realizzare una macro. Una macro è costituita da una serie di istruzioni pre-registrate che possono essere

Dettagli

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno.

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. UPPLEVA Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. 5 anni di GARANZIA INCLUSA NEL PREZZO I televisori, i sistemi audio e gli occhiali 3D UPPLEVA sono garantiti 5 anni. Per saperne

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

Cos è. un programma di presentazione. Strumenti di presentazione. Che cos è. una presentazione. Diapositive

Cos è. un programma di presentazione. Strumenti di presentazione. Che cos è. una presentazione. Diapositive Cos è un programma di presentazione Strumenti di presentazione Impostare e creare una presentazione Le applicazioni software per organizzare e presentare in pubblico informazioni multimediali Organizzazione

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Guida al programma 1

Guida al programma 1 Guida al programma 1 Vicenza, 08 gennaio 2006 MENU FILE FILE Cambia utente: da questa funzione è possibile effettuare la connessione al programma con un altro utente senza uscire dalla procedura. Uscita:

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2012 Progetto Istanze On Line MOBILITÀ IN ORGANICO DI DIRITTO PRESENTAZIONE DOMANDE PER LA SCUOLA SEC. DI I GRADO ON-LINE 13 Febbraio 2012 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

Scheda UT30 Punti-UM / Come fare l evidenziatore personale. PREMESSA Quanti di voi vorrebbero rendere più divertente ed artistico il proprio nickname?

Scheda UT30 Punti-UM / Come fare l evidenziatore personale. PREMESSA Quanti di voi vorrebbero rendere più divertente ed artistico il proprio nickname? Le schede di Scheda UT30 Punti-UM / Come fare l evidenziatore personale PREMESSA Quanti di voi vorrebbero rendere più divertente ed artistico il proprio nickname? Tutti immagino. Quindi armatevi di pazienza

Dettagli

ipod shuffle Manuale Utente

ipod shuffle Manuale Utente ipod shuffle Manuale Utente 1 Indice Capitolo 1 3 Informazioni su ipod shuffle Capitolo 2 5 Nozioni di base di ipod shuffle 5 Panoramica su ipod shuffle 6 Utilizzare i controlli di ipod shuffle 7 Collegare

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL Inserire una funzione dalla barra dei menu Clicca sulla scheda "Formule" e clicca su "Fx" (Inserisci Funzione). Dalla finestra di dialogo "Inserisci Funzione" clicca sulla categoria

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli