Liceo Scientifico "C. CATTANEO" PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA. CLASSE 1 a L.S.A. SEZ. C

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Liceo Scientifico "C. CATTANEO" PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA. CLASSE 1 a L.S.A. SEZ. C"

Transcript

1 Liceo Scientifico "C. CATTANEO" PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA CLASSE 1 a L.S.A. SEZ. C Sommario PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA... 1 INDICAZIONI GENERALI... 1 CONOSCENZE, COMPETENZE E CAPACITA... 3 minimi... 3 Competenze e capacità... 3 PERCORSO FORMATIVO... 3 UNITA DIDATTICA N 1 (HARDWARE E SOFTWARE)... 4 UNITA DIDATTICA N 2 (LA RETE: INTERNET, POSTA ELETTRONICA, SOCIAL NETWORK)... 5 UNITA DIDATTICA N 3 (FONDAMENTI DI PROGRAMMAZIONE)... 5 UNITA DIDATTICA N 4 (ELABORAZIONE TESTI E FOGLI DI CALCOLO)... 6 UNITA DIDATTICA N 5 (SISTEMI DI NUMERAZIONE)... 7 METODO DI LAVORO... 8 ATTIVITA DI RECUPERO E SOSTEGNO... 8 CRITERI DI VERIFICA E VALUTAZIONI... 8 INDICAZIONI GENERALI I programmi ministeriali stabiliscono, per il primo biennio, l introduzione degli strumenti di lavoro più comuni relativi al computer, insieme ai concetti di base ad essi connessi. Al primo anno lo studente è introdotto alle caratteristiche architetturali di un computer: i concetti di hardware e software, una introduzione alla codifica binaria presenta i codici ASCII e Unicode, gli elementi funzionali della macchina di Von Neumann: CPU, memoria, dischi, bus e le principali periferiche (AC). Inoltre deve apprendere il concetto di sistema operativo, le sue funzionalità di base e le caratteristiche dei sistemi operativi più comuni; il concetto di processo come programma in esecuzione, il meccanismo base della gestione della memoria e le principali funzionalità dei file system (SO). Lo studente apprenderà o consoliderà gli elementi costitutivi di un documento elettronico e i principali strumenti di produzione. Occorre partire da quanto gli studenti hanno già acquisito nella scuola di base per far loro raggiungere la padronanza di tali strumenti, con particolare attenzione al foglio elettronico (DE). 1

2 La progressiva diffusione dell alfabetizzazione informatica, fin dai primi anni di scuola, la naturale coesistenza dei giovani con la tecnologia dell informazione (indicati spesso con l abusato termine di nativi digitali ) da un lato, l ampliamento dell offerta formativa scolastica che propone corsi sui moduli dell ECDL, rendono lo studente un soggetto che, spesso, possiede già delle competenze in campo informatico e che può acquisirne altre facilmente dalle reti che lo circondano. Si tratta, dunque, di valorizzare quanto già conosce e fornigli, rapidamente, tutti quegli strumenti interpretativi e critici che, probabilmente, non possiede ancora. Merita, quindi, particolare attenzione la parte finale del programma ministeriale che recita: Lo studente apprende la struttura e i servizi di Internet. Insieme alle altre discipline si condurranno gli studenti a un uso efficace della comunicazione e della ricerca di informazioni, e alla consapevolezza delle problematiche e delle regole di tale uso. Occorre aver chiara la portata e, in un certo senso, l invadenza delle nuove tecnologie e della loro diffusione non più soltanto attraverso l uso di personal computer, bensì mediante tablet, phablet e smartphone e nel prossimo futuro anche attraverso nuovi strumenti del cosiddetto IoT, internet of things. Tale proliferazione comporta una serie di nuovi aspetti da affrontare, alcuni negativi, che lo studente deve conoscere bene prima che ne divenga facilmente vittima (ad es. cyber bullismo, perdita della privacy, varie forme di addiction) e altri molto positivi, se ben gestiti (ad es. le innumerevoli fonti di informazione, non sempre attendibili, la grande facilità di conoscere e di avere nuovi amici con i social network, con tutti i limiti di queste nuove amicizie virtuali). Senza aspettare gli ultimi anni del liceo, andranno affrontati e discussi gli strumenti che i ragazzi già usano, ma che hanno imparato ad utilizzare spesso senza il filtro delle istituzioni deputate all educazione (la famiglia e la scuola, in primis): mezzi molto potenti, ma talvolta insidiosi e pericolosi. Assieme a questa parte di programma alla quale verrà dato ampio risalto, lasciando più in disparte gli argomenti caratteristici dell ECDL, verranno introdotte le basi della programmazione, sempre secondo quanto previsto dal programma ministeriale: Lo studente è introdotto ai principi alla base dei linguaggi di programmazione e gli sono illustrate le principali tipologie di linguaggi e il concetto di algoritmo. Sviluppa la capacità di implementare un algoritmo in pseudo-codice o in un particolare linguaggio di programmazione, di cui si introdurrà la sintassi.(al). Si affronteranno pertanto, evitando una eccessiva formalizzazione che potrà essere introdotta negli anni successivi gli elementi base di un linguaggio di programmazione (il linguaggio C) che verranno presentati in maniera rigorosa, come deve essere per un corso liceale, ma orientati, quando possibile, alla creazione di semplici giochi matematici. Questa scelta, che può apparire ambiziosa, nasce dalla consapevolezza del recente dibattito culturale e pedagogico: da molte esperti viene proposto di iniziare a programmare fin da bambini (il coding introdotto in alcuni Paesi fin dalle scuole elementari). Per raggiungere questo scopo, in maniera non traumatica, alcuni 2

3 docenti hanno recentemente introdotto, anche in Italia, il linguaggio Scratch con modalità ludiche (nelle scuole medie e nel biennio delle scuole superiori). CONOSCENZE, COMPETENZE E CAPACITA minimi Conoscenza dei componenti di base di un sistema organizzato (sistema di elaborazione) e delle rispettive funzioni Acquisizione dei concetti base del S.O. Sistemi di numerazione in base diversa dal 10 e conversione di numeri tra basi diverse; Componenti hardware e software; Architettura di Von Neumann: CPU (struttura generale), memoria centrale (RAM e ROM) e memoria di massa (Dischi, Nastri, ); Bus e Periferiche Acquisizione dei concetti base di applicativi per l elaborazione di testi e per il calcolo Struttura e servizi di internet: ricerca informazioni, posta elettronica, social network Fondamenti di linguaggio C (variabili e costanti, I/O, if, cicli, vettori) Competenze e capacità Analisi critica dei componenti di base di un sistema organizzato (sistema di elaborazione) e delle rispettive funzioni: Gestione processore e gestione memoria; File system; Capacità di svolgere operazioni aritmetiche in base diversa dal 10; Convertire un numero tra basi diverse senza passare dalla base 10; Ciclo CPU; Saper effettuare una ricerca in Rete e saper valutare l attendibilità di una fonte Utilizzare in maniera corretta ed efficace la posta elettronica e alcuni social network Per la verifica del raggiungimento degli obiettivi si procederà con gli strumenti tradizionali (prove scritte e/o orali e/o pratiche). PERCORSO FORMATIVO Il lavoro sarà suddiviso in percorsi didattici che possono fornire agli allievi gli strumenti necessari per comprendere i concetti fondamentali. Unità didattica n 1 : Hardware e software Unità didattica n 2 : La rete: Internet, posta elettronica, social network Unità didattica n 3 : Fondamenti di programmazione Unità didattica n 4 : Foglio di calcolo ed elaboratore di testi nel cloud Unità didattica n 5 : Sistemi di numerazione 3

4 UNITA DIDATTICA N 1 (Hardware e software) Periodo previsto: 8-10 ore di lezione Nessuno in particolare didattici minimi (conoscenze) Hardware e software Reti informatiche Breve storia elaboratori Architettura di Von Neumann Bus Componenti hardware: CPU (struttura generale) CPU: collegamento con l esterno Classificazione dei processori Componenti hardware: Memoria centrale (RAM e ROM) Componenti hardware: Memoria di massa (Dischi, Nastri, ) Memorie: organizzazione interne Componenti hardware: Periferiche. Concetti generali della tecnologia dell informazione Conoscenza dei compiti base di un S.O. Informazioni e operazioni fondamentali Gestione dei file Gestione delle stampe Virus Ergonomia, sicurezza e aspetti giuridici Gestione di semplici aspetti del S.O. N.B. Parte degli obiettivi coincidono con argomenti trattati nell ECDL. Lezione frontale, presentazione multimediale e visione di componentistica hardware. Valutazione obiettivi prova scritta e/o orale. 4

5 UNITA DIDATTICA N 2 (La rete: Internet, posta elettronica, social network) Periodo previsto: 8-10 ore di lezione Nessuno in particolare didattici minimi (conoscenze) Internet e web search engine I limiti della rete La posta elettronica: aspetti tecnici, giuridici, stilistici Gli aspetti negativi della posta elettronica Le reti sociali virtuali e fisiche: aspetti teorici Le reti sociali virtuali: ampia panoramica Patologia dei social network Lezione frontale, presentazioni multimediali, video esplicativi ed esercitazioni pratiche. Valutazione obiettivi con prove scritte, pratiche e/o orali UNITA DIDATTICA N 3 (Fondamenti di programmazione) Periodo previsto: ore di lezione Nessuno Saranno introdotti i concetti fondamentali di un linguaggio di programmazione (il linguaggio C): conoscenza generale del linguaggio di programmazione utilizzato; la risoluzione di semplici problemi in termini algoritmici (analisi del problema, rappresentazione in forma simbolica e individuazione di un algoritmo risolutivo), tramite l utilizzo delle strutture di base 5

6 la trasmissione di un algoritmo ad un elaboratore ovvero la traduzione in linguaggio C, la fase di test e di individuazione e correzione degli errori); didattici minimi (conoscenze) conoscenza degli elementi base del linguaggio (variabili e costanti, tipi, funzioni di I/O) conoscenza di semplici algoritmi strutturati risolutivi che utilizzano le struttura di base (if, cicli, vettori) con controllo degli errori più comuni (divisione per zero, ecc.) adattamento dei metodi analizzati a situazioni simili Competenze e capacità implementazione di problematiche simili a quelle analizzati in classe e in laboratorio analisi e comprensione del funzionamento di brevi programmi capacità di individuare almeno un metodo risolutivo per problemi semplici e di implementarlo in linguaggio C Gli strumenti da utilizzare sono le lezioni frontali e le videolezioni nella fase introduttiva, seguite da esercitazioni in laboratorio. In particolare si dovranno: introdurre gli elementi caratterizzanti il linguaggio C; comprendere la corretta sintassi e fare uso dei manuali (cartacei e online) in caso di dubbio inserire i programmi nell elaboratore, compilarli, correggerli se errati ed eseguirli, sia utilizzando un compilatore online (cloud computing) sia utilizzando un compilatore preinstallato sul personal computer essere in grado di scrivere correttamente semplici codici di programmi simili a quelli visti a lezione Valutazione obiettivi con prove scritte e pratiche UNITA DIDATTICA N 4 (Elaborazione testi e fogli di calcolo) Periodo previsto: 6-8 ore di lezione Unità didattica 1 didattici minimi (conoscenze) Concetti generali di un elaboratore di testi Operazioni fondamentali: inserimento, selezione, modifica e ricerca di dati Formattazione 6

7 Inserimento di oggetti: tabelle, disegni, immagini e grafici Stampa Concetti generali di un foglio elettronico Formattazione di celle e formattazione condizionale Uso di semplici formule e funzioni Grafici Stampa Utilizzo di funzioni statistiche (media e media pesata) Utilizzo delle funzioni Se (anche annidata), Somma.Se, Conta.Se per semplici problemi in ambito scientifico N.B. Parte degli obiettivi coincidono con argomenti dei moduli dell ECDL Competenze e capacità Elenchi puntati e numerati; Stampa unione Padronanza e competenza nell utilizzo di un foglio elettronico in problematiche simili a quelle analizzate; Capacità di utilizzare un foglio elettronico per impostare nuovi semplici problemi; Lezioni frontali ed esercitazioni pratiche. Uso, ove possibile, del cloud. Valutazione obiettivi con prove pratiche UNITA DIDATTICA N 5 (Sistemi di numerazione) Periodo previsto: 6-8 ore di lezione Conoscenza delle proprietà delle quattro operazioni aritmetiche e delle regole per il loro svolgimento sia nel campo dei numeri sia naturali, sia interi relativi, sia reali. didattici minimi (conoscenze) conoscenza delle entità numeriche; 7

8 conoscenza dei metodi per la conversione di numeri tra basi diverse; operazioni in binario. Competenze e capacità saper operare con numeri espressi anche in base diverse da 10; conversione tra basi diverse senza passare dalla base 10 conversione di numeri periodici. Lezione frontale e presentazione multimediale. Per il raggiungimento degli obiettivi è necessario affiancare alle lezioni teoriche lo svolgimento e la correzione di esercizi che aiutino gli studenti ad acquistare confidenza con una visione alternativa dei numeri. Valutazione obiettivi mediante prova scritta. METODO DI LAVORO Durante le ore di teoria saranno presentati ed analizzati gli argomenti oggetto del corso con lezioni frontali, in laboratorio o con l uso di presentazioni multimediali. Per gli argomenti più semplici e per quelli scelti dai discenti per i propri approfondimenti, gli studenti utilizzeranno il libro di testo e altri materiali forniti o suggeriti dal docente: successivamente gli argomenti verranno ripresi e discussi in classe. Gli argomenti del corso saranno affrontati con il costante riferimento ad altre discipline di studio. Sarà dato ampio impulso sia alla capacità di organizzarsi in maniera autonoma, sia alla ricerca di soluzioni creative e personali ai problemi posti, ma anche ad un efficace approccio collaborativo, in particolare, all interno del gruppo classe, in applicazione di quegli aspetti virtuosi analizzati in relazione alle reti sociali. Sono previsti test e confronti durante tutto l anno scolastico: gli argomenti studiati saranno oggetto di prove formative e sommative. ATTIVITA DI RECUPERO E SOSTEGNO Sono previsti dei momenti di recupero e sostegno nelle ore curriculari e con attività pomeridiane nei periodi istituzionali. CRITERI DI VERIFICA E VALUTAZIONI Le verifiche hanno lo scopo di fornire allo studente e al docente informazioni sul processo di insegnamento/apprendimento in atto, per orientarlo e modificarlo secondo le necessità e le opportunità, ed accertare il raggiungimento degli obiettivi prefissati. Le valutazioni del docente e le autovalutazioni degli studenti monitorate dall insegnante - saranno continue; verranno fissate opportune verifiche scritte o al calcolatore come prove sommative, dopo ogni macroargomento. 8

9 L approccio dell insegnante spesso sarà di scaffolding e di aiuto nello svolgimento dello studio e nell esecuzione dei compiti assegnati. Gli studenti si rivolgeranno sia ai propri compagni (cooperative learning), sia alla Rete, sia, naturalmente, al proprio docente per chiarire eventuali dubbi e incertezze, come stabilire le specifiche mancanti nel problema da risolvere, quali strumenti usare e che soluzioni siano da adottare. Il ruolo del docente è, primariamente, quello di coordinamento ed ausilio verso gli alunni per facilitare la capacità ad organizzarsi, spiegando loro il lavoro da eseguire, monitorando sistematicamente l intero svolgimento del processo di apprendimento, essendo sempre a disposizione e fornendo consigli quando essi sono indispensabili: si vuole infatti favorire il più possibile la collaborazione tra pari, da un lato, e l assunzione di responsabilità e l autonomia, dall altro. La valutazione complessiva verterà su molteplici aspetti: oltre alle prove scritte, pratiche ed orali che verificheranno il raggiungimento degli obiettivi minimi prefissati, sarà considerato l andamento generale nel corso dell anno, la progressione nel processo metacognitivo, la partecipazione attiva e costruttiva alla rete sociale gruppo-classe, la collaborazione con i compagni, l impegno profuso nei compiti collettivi e in quelli su argomenti di interesse personale, scelti e concordati con il docente, il rispetto delle scadenze prestabilite. Torino, 15 novembre 2014 Prof. Piero Scotto 9

Liceo Scientifico " C. CATTANEO " PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA CLASSE 3 LSA SEZ. H

Liceo Scientifico  C. CATTANEO  PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA CLASSE 3 LSA SEZ. H Liceo Scientifico " C. CATTANEO " PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA CLASSE 3 LSA SEZ. H Sommario PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA... 1 INDICAZIONI GENERALI... 2 PREREQUISITI... 2 CONOSCENZE, COMPETENZE E CAPACITA...

Dettagli

Liceo Scientifico " C. CATTANEO " PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA. CLASSE 4 LSA SEZ. C e E

Liceo Scientifico  C. CATTANEO  PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA. CLASSE 4 LSA SEZ. C e E Liceo Scientifico " C. CATTANEO " PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA CLASSE 4 LSA SEZ. C e E Sommario PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA... 1 INDICAZIONI GENERALI... 2 PREREQUISITI... 2 CONOSCENZE, COMPETENZE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI INFORMATICA a.s.2014/2015

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI INFORMATICA a.s.2014/2015 LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO opzione SCIENZE APPLICATE LICEO CLASSICO G. BODONI 12037 SALUZZO DIPARTIMENTO DI MATEMATICA FISICA E INFORMATICA PROGRAMMAZIONE GENERALE DI INFORMATICA a.s.2014/2015

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO CARLO CATTANEO

LICEO SCIENTIFICO CARLO CATTANEO LICEO SCIENTIFICO CARLO CATTANEO MACROARGOMENTI DI INFORMATICA A.S.2014/15 CLASSI PRIME OPZIONE SCIENZE APPLICATE CONCETTI DI BASE E HARDWARE SOFTWARE E GESTIONE DEI DISPOSITIVI ELABORATORE DI TESTI SISTEMI

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI INFORMATICA PER IL PRIMO BIENNIO Nella programmazione didattica (declinata in termini di competenze), degli obiettivi e

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI INFORMATICA PER IL PRIMO BIENNIO Nella programmazione didattica (declinata in termini di competenze), degli obiettivi e PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI INFORMATICA PER IL PRIMO BIENNIO Nella programmazione didattica (declinata in termini di competenze), degli obiettivi e dei programmi minimi di Informatica per il primo biennio

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 DOCENTE PROF. LUCCHI ENEA MATERIA DI INSEGNAMENTO TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE CLASSE 1 A - 1 B - 1 C Competenze di base

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE D ISTITUTO a.s. 2015/2016 PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE D ISTITUTO a.s. 2015/2016 PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE ISIS"Giulio Natta" Bergamo pag. 1 di 6 PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE Disciplina INFORMATICA monte ore annuale previsto (n. ore settimanali per 33 settimane) 2X33 = 66 competenze

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE G. CIGNA - G. BARUFFI - F. GARELLI PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE PIANO DIDATTICO ANNUALE A.S.

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE G. CIGNA - G. BARUFFI - F. GARELLI PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE PIANO DIDATTICO ANNUALE A.S. ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE G. CIGNA - G. BARUFFI - F. GARELLI PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE PIANO DIDATTICO ANNUALE A.S. 2014/2015 Materia: Informatica Classe (docente) 1^BLSA - Prof. Musumeci

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DOCENTI DI INFORMATICA E LABORATORIO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE CLASSI 1 e E 2 e ITC IPC OBIETTIVI GENERALI DEL PROCESSO FORMATIVO: Potenziare la capacità d ascolto Sviluppare le capacità comunicative

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE anno scolastico 2011-2012

PIANO DI LAVORO ANNUALE anno scolastico 2011-2012 Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 Sezione Associata: telefono: 025300901 via Karl Marx 4 - Noverasco - 20090 OPERA MI

Dettagli

PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE

PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE DISCIPLINA: Prime Monte ore annuo Libro di Testo 66 ore di laboratorio E-book dal sito www.matematicamente.it. Pettarin ECDL Modulo 1, Modulo 2, Modulo 3, Modulo

Dettagli

LABORATORIO DI INFORMATICA

LABORATORIO DI INFORMATICA - PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO - anno scolastico 2015-2016 Corso: Liceo Linguistico Quadro orario Classe I II Laboratorio di 2 2 LABORATORIO DI INFORMATICA L insegnamento dell informatica nel liceo linguistici

Dettagli

1. FINALITA DELLA DISCIPLINA

1. FINALITA DELLA DISCIPLINA Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca LICEO SCIENTIFICO STATALE Donato Bramante Via Trieste, 70-20013 MAGENTA (MI) - MIUR: MIPS25000Q Tel.: +39 02 97290563/4/5 Fax: 02 97220275 Sito:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Pag. 1 di 8 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Disciplina Tecnologie informatiche a.s. 2015/2016 Classe: 1 a Sez. Q,R,S Docente : Prof. Emanuele Ghironi / Prof.Davide Colella Pag. 2 di 8 PERCORSI MULTIDISCIPLINARI/INTERDISCIPLINARI

Dettagli

LINEE GENERALI E COMPETENZE

LINEE GENERALI E COMPETENZE Programmazione disciplinare: INFORMATICA (Liceo Scientifico - Opzione Scienze applicate BIENNIO) ( Anno scolastico 2012/2013) Direttore di Dipartimento: prof.ssa Adriani Emanuela LINEE GENERALI E COMPETENZE

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE "G. MARCONI" Via Milano n. 51-56025 PONTEDERA (PI) DIPARTIMENTO: Discipline Informatiche

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. MARCONI Via Milano n. 51-56025 PONTEDERA (PI) DIPARTIMENTO: Discipline Informatiche PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE Monte ore annuo 66 Libro di Testo A.LORENZI M.GOVONI APPLICAZIONI SCIENTIFICHE per il Liceo Scientifico delle Scienze applicate - ATLAS SETTEMBRE Modulo 0 : COLLEGAMENTO

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEI DOCENTI

PIANO DI LAVORO DEI DOCENTI Pag. 1 di 6 Docente: Materia insegnamento: SISTEMI ELETTRONICI AUTOMATICI Dipartimento: ELETTRONICA Classe Anno scolastico: 1 Livello di partenza (test di ingresso, livelli rilevati) Sono richieste conoscenze

Dettagli

INFORMATICA FINALITA COMPETENZE

INFORMATICA FINALITA COMPETENZE INFORMATICA DOCENTE: CAVALLO Serena Classi: I G A.S.: 2013-2014 FINALITA L insegnamento di INFORMATICA nel primo biennio si propone di: sostenere efavorire il processo di astrazione stimolando la capacità

Dettagli

INFORMATICA. DOCENTE: CAVALLO Serena Classi: III E A.S.: 2013-2014 FINALITA

INFORMATICA. DOCENTE: CAVALLO Serena Classi: III E A.S.: 2013-2014 FINALITA INFORMATICA DOCENTE: CAVALLO Serena Classi: III E A.S.: 2013-2014 FINALITA L insegnamento di INFORMATICA nel secondo biennio si propone di: potenziare l uso degli strumenti multimediali a supporto dello

Dettagli

B Scienze Applicate. Informatica. La relazione con l insegnante è positiva e costruttiva. Le motivazioni iniziali del gruppo classe sembrano buone.

B Scienze Applicate. Informatica. La relazione con l insegnante è positiva e costruttiva. Le motivazioni iniziali del gruppo classe sembrano buone. CLASSE: 3 Sezione, Indirizzo: Docente/i: Disciplina: B Scienze Piero Scotto Informatica 1. Analisi della situazione di partenza: Composizione della classe (alunni ripetenti, prove nienza, relazione tra/con

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA COMUNE DI CAGLIARI I.T.G. BACAREDDA CAGLIARI

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA COMUNE DI CAGLIARI I.T.G. BACAREDDA CAGLIARI REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA COMUNE DI CAGLIARI I.T.G. BACAREDDA CAGLIARI PROGETTO DI SPERIMENTAZIONE METODOLOGICO-DIDATTICA INERENTE LA REALIZZAZIONE DI UNA CLASSE DIGITALE Il Dirigente Scolastico

Dettagli

PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015) Prof.Andrea Luppichini Prof. Marco Fiorentinini DISCIPLINA Informatica

PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015) Prof.Andrea Luppichini Prof. Marco Fiorentinini DISCIPLINA Informatica Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO (a.s. 2014/2015)

Dettagli

INFORMATICA COMPETENZE

INFORMATICA COMPETENZE INFORMATICA Docente: Sandra Frigiolini Finalità L insegnamento di INFORMATICA, nel secondo biennio, si propone di: potenziare l uso degli strumenti multimediali a supporto dello studio e della ricerca

Dettagli

Liceo scientifico statale Galileo Galilei 35030 Selvazzano Dentro (PD) Anno scolastico 2013-2014 Dipartimento di Informatica: Obiettivi Disciplinari

Liceo scientifico statale Galileo Galilei 35030 Selvazzano Dentro (PD) Anno scolastico 2013-2014 Dipartimento di Informatica: Obiettivi Disciplinari Liceo scientifico statale Galileo Galilei 35030 Selvazzano Dentro (PD) Anno scolastico 2013-2014 Dipartimento di Informatica: Obiettivi Disciplinari Il presente documento descrive gli obiettivi disciplinari

Dettagli

PIANO DI LAVORO (a.s.2013/2014)

PIANO DI LAVORO (a.s.2013/2014) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO (a.s.2013/2014)

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE Anno Scolastico 2014-2015

PIANO DI LAVORO ANNUALE Anno Scolastico 2014-2015 Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 Sezione Associata: telefono: 025300901 via Karl Marx 4 - Noverasco - 20090 OPERA MI

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi)

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO Prof. FERRARA

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DEL DIPARTIMENTO

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DEL DIPARTIMENTO Istituto di Istruzione Secondaria Superiore PEANO Via Andrea del Sarto, 6/A 50135 FIRENZE 055/66.16.28 055/67.80.41 www.peano.gov.it FITD06000T@PEC.ISTRUZIONE.IT posta@peano.gov.it Codice fiscale: 80032310486

Dettagli

PROGRAMMAZIONE INFORMATICA PRIMO BIENNIO. Opzione Scienze Applicate

PROGRAMMAZIONE INFORMATICA PRIMO BIENNIO. Opzione Scienze Applicate PROGRAMMAZIONE INFORMATICA PRIMO BIENNIO Opzione Scienze Applicate Anno scolastico 2015-2016 Programmazione di Informatica pag. 2 / 8 INFORMATICA - PRIMO BIENNIO OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO DELL

Dettagli

DIPARTIMENTO DI INFORMATICA BIENNIO E TRIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015

DIPARTIMENTO DI INFORMATICA BIENNIO E TRIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 DIPARTIMENTO DI INFORMATICA BIENNIO E TRIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I percorsi liceali come recita la normativa, devono fornire allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione

Dettagli

CLASSE PRIMA INDIRIZZO AFM - TURISTICO DESCRIZIONE Unità di Apprendimento. Competenze attese a livello di UdA

CLASSE PRIMA INDIRIZZO AFM - TURISTICO DESCRIZIONE Unità di Apprendimento. Competenze attese a livello di UdA MATERIA INFORMATICA CLASSE PRIMA INDIRIZZO AFM - TURISTICO DESCRIZIONE Unità di Apprendimento UdA n. 1 Titolo: IL COMPUTER: CONCETTI DI BASE - Saper far funzionare correttamente il computer - Sapersi muovere

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA di MATEMATICA Classi QUINTE PROFESSIONALI A.S. 2015/2016

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA di MATEMATICA Classi QUINTE PROFESSIONALI A.S. 2015/2016 Note Il presente documento va inviato in formato elettronico all indirizzo piani.lavoro@majorana.org a cura del Coordinatore della Riunione Disciplinare. Il Registro Elettronico SigmaSchool è il canale

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" - ALBA (CN) ANNO SCOLASTICO 2014/2015

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE L. EINAUDI - ALBA (CN) ANNO SCOLASTICO 2014/2015 ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" - ALBA (CN) ANNO SCOLASTICO 2014/2015 CLASSE: 1 I Disciplina: Tecnologia dell Informazi one e della Comunicazione. PROGETTAZIONE DIDATTICA ANNUALE Elaborata e

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO "F. LUSSANA" OPZ. SCIENZE APPLICATE

LICEO SCIENTIFICO F. LUSSANA OPZ. SCIENZE APPLICATE ORE SETTIMANALI: 2 LICEO SCIENTIFICO "F. LUSSANA" OPZ. SCIENZE APPLICATE INFORMATICA PRIMO BIENNIO MONTE ORE ANNUALE PREVISTO: 66 (2x33 settimane) 1. OBIETTIVI E CONTENUTI DISCIPLINARI PRIORITARI Lo studio

Dettagli

ECDL Junior la patente europea per la Scuola Media

ECDL Junior la patente europea per la Scuola Media ECDL Junior la patente europea per la Scuola Media Speaker: Andrea Zavanella Responsabile Network Formatica Giornata di Presentazione della Nuova Patente Europea Milano 21 Novembre 2008 I primi passi con

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE Procedura SUPERIORE Pianificazione, erogazione e controllo TUROLDO ZOGNO attività didattiche e formative

ISTITUTO ISTRUZIONE Procedura SUPERIORE Pianificazione, erogazione e controllo TUROLDO ZOGNO attività didattiche e formative ISTITUTO ISTRUZIONE Procedura SUPERIORE Pianificazione, erogazione e controllo TUROLDO ZOGNO attività didattiche e formative Programmazione per la disciplina Informatica PROGRAMMAZIONE DI MATERIA: INFORMATICA

Dettagli

Dipartimento di Informatica PROGRAMMAZIONE DIDATTICA. triennio

Dipartimento di Informatica PROGRAMMAZIONE DIDATTICA. triennio LICEO SCIENTIFICO STATALE LORENZO MASCHERONI 24124 BERGAMO (BG) Via A. Da ROSCIATE, 21/A -Tel. 035-237076 - Fax 035-234283 e-mail: limasc@tin.it - sito internet: http://www.liceomascheroni.it Cod.Mecc.BGPS05000B

Dettagli

MODULO 1 CONCETTI BASE DEL ITC (17 ORE)

MODULO 1 CONCETTI BASE DEL ITC (17 ORE) PIANO DI LAVORO ANNUALE Classe I A Disciplina: Tecnologie informatiche A.S. 2014/2015 Docente: prof. Vidhi Meri, prof. Solazzo Alessandro Ore settimanali: 3 ( di cui 2 di laboratorio) Analisi della situazione

Dettagli

Liceo Linguistico I.F.R.S. Marcelline. Curriculum di Matematica

Liceo Linguistico I.F.R.S. Marcelline. Curriculum di Matematica Liceo Linguistico I.F.R.S. Marcelline Curriculum di Matematica Introduzione La matematica nel nostro Liceo Linguistico ha come obiettivo quello di far acquisire allo studente saperi e competenze che lo

Dettagli

Fondamenti di Informatica. Allievi Automatici A.A. 2014-15 Nozioni di Base

Fondamenti di Informatica. Allievi Automatici A.A. 2014-15 Nozioni di Base Fondamenti di Informatica Allievi Automatici A.A. 2014-15 Nozioni di Base Perché studiare informatica? Perché l informatica è uno dei maggiori settori industriali, e ha importanza strategica Perché, oltre

Dettagli

DIPARTIMENTO DI INFORMATICA BIENNIO E TRIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015

DIPARTIMENTO DI INFORMATICA BIENNIO E TRIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 DIPARTIMENTO DI INFORMATICA BIENNIO E TRIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 I percorsi liceali come recita la normativa, devono fornire allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING 1 di 6 04/12/2013 13.10 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING ANNO SCOLASTICO2013/2014 1. SECONDO BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 DISCIPLINA Tecnologie

Dettagli

Riconoscere le caratteristiche funzionali di un Nozioni fondamentali di un sistema operativo.

Riconoscere le caratteristiche funzionali di un Nozioni fondamentali di un sistema operativo. Anno scolastico 2013/2014 PRIMO BIENNIO Corso Diurno Classe : 1 Ai RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE di: INFORMATICA BIENNIO PROF./SSA DI FILIPPO OLGA TESTO/I ADOTTATO: INFORMATICA easy ED. JUVENILIA SCUOLA

Dettagli

RELAZIONE INIZIALE A.S. 2014/2015

RELAZIONE INIZIALE A.S. 2014/2015 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO Karol Wojtyla Classe: Disciplina: TECNOLOGIA Prof.ssa Mariani Paola PROGRAMMAZIONE

Dettagli

PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte

PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte Obiettivi educativi e didattici PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte Obiettivi formativi generali: Formazione di un metodo di studio flessibile. Inquadramento e schematizzazione degli argomenti.

Dettagli

MATERIA: SISTEMI AUTOMATICI Perzolla Marco A.S.: 2014-2015 CLASSE: 3AEt

MATERIA: SISTEMI AUTOMATICI Perzolla Marco A.S.: 2014-2015 CLASSE: 3AEt : Silvia Zirti MATERIA: SISTEMI AUTOMATICI Perzolla Marco A.S.: 2014-2015 CLASSE: 3AEt Continuità di insegnante nella materia rispetto all anno precedente 1 Si No (classe iniziale per la disciplina Sistemi

Dettagli

LIBRO DI TESTO: Il nuovo Dal bit al web AUTORI: Barbero-Vaschetto CASA EDITRICE: LINX

LIBRO DI TESTO: Il nuovo Dal bit al web AUTORI: Barbero-Vaschetto CASA EDITRICE: LINX PROGRAMMA EFFETTIVAMENTE SVOLTO Disciplina: INFORMATICA Docente: SALVATORE D URSO L. S. Scienze Applicate - Classe: PRIMA - Sezione: N - Anno Scolastico 2014/2015 LIBRO DI TESTO: Il nuovo Dal bit al web

Dettagli

Gli insegnamenti curriculari nei quattro assi: dei linguaggi, matematico, scientificotecnologico

Gli insegnamenti curriculari nei quattro assi: dei linguaggi, matematico, scientificotecnologico ALLEGATO1 Gli insegnamenti curriculari nei quattro assi: dei linguaggi, matematico, scientificotecnologico e storico-sociale. L asse dei linguaggi ha l obiettivo di far acquisire allo studente la padronanza

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE APPLICATE San Benedetto PIANO DI LAVORO

LICEO DELLE SCIENZE APPLICATE San Benedetto PIANO DI LAVORO LICEO DELLE SCIENZE APPLICATE San Benedetto PIANO DI LAVORO Docente Stefano Maggi Disciplina INFORMATICA Libro di testo INFORMATICA 1 di Gallo Salerno ed. Minerva scuola Classe/Sezione Prima Anno scolastico

Dettagli

2. Competenze: Conoscenza (titolo) 1

2. Competenze: Conoscenza (titolo) 1 PIANO DI MATERIA 1. Dati generali Indirizzo Biennio Materia Tecnologie informatiche Classe prime Anno scolastico: 2015/2016 2. : Conoscenza (titolo) 1 Introduzione all informatica Conoscenze/Contenuti

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014 2015. Piano di lavoro individuale

ANNO SCOLASTICO 2014 2015. Piano di lavoro individuale ANNO SCOLASTICO 2014 2015 Piano di lavoro individuale Classe: 1E TUR Materia: Informatica Docente: Piovesan Paola Situazione di partenza della classe Non mi è possibile definire il livello di partenza

Dettagli

Italiano a classi aperte

Italiano a classi aperte Italiano a classi aperte Liberare molte energie creative Favorire il successo formativo degli alunni Combattere l individualismo Favorire la socializzazione Sperimentare modalità di tutoring nel gruppo

Dettagli

PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA

PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA LICEO GIOTTO ULIVI CLASSE II G ANNO SCOLASTICO 2011/2012 Prof. Cosimo Marco Parlangeli ANALISI DELLA SITUAZIONE DI PARTENZA La classe II G risulta costituita da 25 alunni

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Telecomunicazioni Classe: 1BM A.S. 2015/16 Docenti: Lombino Giuseppe Codocente Gianello Annalisa ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta da 16 alunni maschi di cui quattro

Dettagli

molte volte ci si distrae;

molte volte ci si distrae; FIRST LEGO LEAGUE ITALIA MILANO 6-7 marzo 2015 Squadra FLL4: LICEO ROSMINI RELAZIONE SCIENTIFICA TITOLO DEL PROGETTO: FLIP the SCHOOL ARGOMENTO STUDIATO L argomento che abbiamo deciso di affrontare si

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo : LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO Scienze Applicate LICEO TECNICO ISTITUTO TECNICO

Dettagli

PIANO DI LAVORO A.S. 2015/16

PIANO DI LAVORO A.S. 2015/16 Istituto Tecnico Industriale Leonardo Da Vinci con sez. Commerciale annessa Borgomanero (NO) PIANO DI LAVORO A.S. 2015/16 Materia: Informatica Classe: IC (settore economico) data di presentazione: 12 ottobre

Dettagli

Programma di Informatica. AS 2014-2015 Classe 1C

Programma di Informatica. AS 2014-2015 Classe 1C ISTITUTO D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE I.T.C.G. L. EINAUDI LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO MURAVERA Programma di Informatica. AS 2014-2015 Classe 1C Docente: Profssa. Cannas Enrichetta Libro di Testo Titolo:

Dettagli

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO FRANCAVILLA FONTANA (Br) Scuola Secondaria di I grado P. Virgilio Marone

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO FRANCAVILLA FONTANA (Br) Scuola Secondaria di I grado P. Virgilio Marone PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO FRANCAVILLA FONTANA (Br) Scuola Secondaria di I grado P. Virgilio Marone PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI EDUCAZIONE ECNICA Centro Territoriale Permanente per l Istruzione e la Formazione

Dettagli

I WEBQUEST SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO. Palermo 9 novembre 2011

I WEBQUEST SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO. Palermo 9 novembre 2011 I WEBQUEST SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA Palermo 9 novembre 2011 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO Webquest Attività di indagine guidata sul Web, che richiede la partecipazione attiva degli studenti,

Dettagli

Informatica Grafica. Introduzione al corso

Informatica Grafica. Introduzione al corso nformatica Grafica Corso di Laurea in ngegneria Edile Architettura ntroduzione al corso Paolo Torroni Dipartimento di Elettronica, nformatica e Sistemistica (DES) Università degli Studi di Bologna Anno

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Informatica Classe: 1A A.S. 2015/16 Docente: Alessia Gaiarsa ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO Risulta ancora prematuro valutare l'esatto livello cognitivo della classe date le poche

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA SCIENZE INTEGRATE FISICA Classi 1AP (L. Stroppa S. Bani) 1BP (L. Buono P. Ramundo) A.S.

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA SCIENZE INTEGRATE FISICA Classi 1AP (L. Stroppa S. Bani) 1BP (L. Buono P. Ramundo) A.S. !" #$%&'((&) #$%&!*(& #+#,-$%./$$011 e-mail: 23$4$23$&$/& sito: 555&$23$&$/& pec: 6*47(&*08$& Note Il presente documento va inviato in formato elettronico all indirizzo piani.lavoro@majorana.org a cura

Dettagli

PIANO DI LAVORO (a.s. 2015/2016)

PIANO DI LAVORO (a.s. 2015/2016) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO (a.s. 2015/2016)

Dettagli

Programmazione per la disciplina Informatica

Programmazione per la disciplina Informatica ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE TUROLDO ZOGNO Procedura Pianificazione, erogazione e controllo attività didattiche e formative Programmazione per la disciplina Informatica PROGRAMMAZIONE DI INFORMATICA PRIMO

Dettagli

LA DIDATTICA PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE. Dino Cristanini

LA DIDATTICA PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE. Dino Cristanini LA DIDATTICA PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Dino Cristanini LE COMPONENTI DI UNA COMPETENZA CONOSCENZE ABILITÀ OPERAZIONI COGNITIVE DISPOSIZIONI COME PROMUOVERE LO SVILUPPO DI UNA COMPETENZA FAVORIRE

Dettagli

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : MATEMATICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : MATEMATICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA 1. OBIETTIVI SPECIFICI DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Le prime due/tre settimane sono state dedicate allo sviluppo di un modulo di allineamento per

Dettagli

DESCRIZIONE DEL MODELLO DI CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE

DESCRIZIONE DEL MODELLO DI CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE ALLEGATO n.4 DESCRIZIONE DEL MODELLO DI CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE La certificazione delle competenze chiave, delineate dal documento tecnico (http://www.pubblica.istruzione.it/normativa/2007/dm139_07.shtml)

Dettagli

ISBN 978-88-233-3291-1 Edizioni Tramontana. Lucia Barale Luca Cagliero PRESENTAZIONE DELLA CLASSE

ISBN 978-88-233-3291-1 Edizioni Tramontana. Lucia Barale Luca Cagliero PRESENTAZIONE DELLA CLASSE ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE CIGNA, BARUFFI, GARELLI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PIANO DIDATTICO ANNUALE 3ª INDIRIZZO RIM ARTICOLAZIONE RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING Docente: Ore totali d insegnamento

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Federico II di Svevia Indirizzi: Liceo Scientifico Classico Linguistico Artistico e Scienze Applicate

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Federico II di Svevia Indirizzi: Liceo Scientifico Classico Linguistico Artistico e Scienze Applicate ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Federico II di Svevia Indirizzi: Liceo Scientifico Classico Linguistico Artistico e Scienze Applicate PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE MATEMATICA CLASSE 3 AS ANNO SCOLASTICO 2013/2014

Dettagli

PIANO DI LAVORO DI TECNOLOGIE INFORMATICHE

PIANO DI LAVORO DI TECNOLOGIE INFORMATICHE PIANO DI LAVORO DI TECNOLOGIE INFORMATICHE LICEO GIOTTO ULIVI CLASSE 1 Costruzioni 2 ANNO SCOLASTICO 2011/2012 Prof. Cosimo Marco Parlangeli Prof. Claudio Santoro ANALISI DELLA SITUAZIONE DI PARTENZA La

Dettagli

TECNOLOGIE INFORMATICHE DELLA COMUNICAZIONE ORE SETTIMANALI 2 TIPO DI PROVA PER GIUDIZIO SOSPESO PROVA DI LABORATORIO

TECNOLOGIE INFORMATICHE DELLA COMUNICAZIONE ORE SETTIMANALI 2 TIPO DI PROVA PER GIUDIZIO SOSPESO PROVA DI LABORATORIO CLASSE DISCIPLINA MODULO Conoscenze Abilità e competenze Argomento 1 Concetti di base Argomento 2 Sistema di elaborazione Significato dei termini informazione, elaborazione, comunicazione, interfaccia,

Dettagli

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE a.s. 2015/16 CLASSE 1DS Indirizzo di studio Liceo scientifico Docente Paola Carcano Disciplina Monte

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE "ENRICO DE NICOLA" 35028 PIOVE DI SACCO Via G. Parini, 10/c Tel. 049/5841692 049/9703995 Fax 049/5841969 e-mail:denicola@scuolanet.pd.it - Codice Fiscale 80024700280

Dettagli

TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE (T.I.C.)

TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE (T.I.C.) TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE (T.I.C.) PROGRAMMAZIONE INIZIALE ANNO SCOLASTICO: 2014/2015 INSEGNANTE: Teresa Bruno CLASSE: 2 a sez. A Operatore Elettrico SETTORE: Industria e Artigianato

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING 1 di 8 26/01/2015 10.42 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING ANNO SCOLASTICO: 2014/2015 1. PRIMO BIENNIO DISCIPLINA: INFORMATICA DOCENTI:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA Anno Scolastico: 2009/2010 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA Prof.: Secreti Ottavio CLASSE: 3 Ap Materia d insegnamento: ESERCITAZIONI PRATICHE Profilo della classe La classe 3Ap è composta da 12 allievi, di cui

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi)

Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO Prof. Patrizia

Dettagli

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe:

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe: Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016 Consiglio della Classe Sez. Indirizzo Scenografia Coordinatore: Data di approvazione: Docenti: Disciplina:

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G.V.GRAVINA. Anno scolastico 2010/2011. Programmazione didattica

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G.V.GRAVINA. Anno scolastico 2010/2011. Programmazione didattica ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G.V.GRAVINA LICEO DELLE SCIENZE UMANE OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE Anno scolastico 2010/2011 Programmazione didattica Materia d insegnamento: Psicologia

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DEL GRUPPO DISCIPLINARE DI ECONOMIA AZIENDALE a.s. 2012/2013

PROGRAMMAZIONE DEL GRUPPO DISCIPLINARE DI ECONOMIA AZIENDALE a.s. 2012/2013 PAG.1 DI 7 PROGRAMMAZIONE DEL GRUPPO DISCIPLINARE DI ECONOMIA AZIENDALE a.s. 2012/2013 1. FINALITÀ Analizzare la realtà e i fatti concreti della vita quotidiana ed elaborare generalizzazioni che aiutino

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli Attività svolta 1. UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1: CONCETTI DI BASE DELLA TECNOLOGIA INFORMATICA 1.1. Concetti elementari di informatica Algoritmo, Dato, Informazione Campi di applicazione e classificazione

Dettagli

FONDAZIONE MALAVASI LICEO SCIENTIFICO SPORTIVO. PIANO DI LAVORO E PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINA: MATEMATICA DOCENTE: Prof.

FONDAZIONE MALAVASI LICEO SCIENTIFICO SPORTIVO. PIANO DI LAVORO E PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINA: MATEMATICA DOCENTE: Prof. FONDAZIONE MALAVASI LICEO SCIENTIFICO SPORTIVO PIANO DI LAVORO E PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINA: MATEMATICA DOCENTE: Prof. ssa Laura Piazzi CLASSE I A.S.2014 /2015 2 OBIETTIVI E COMPETENZE 2.1 OBIETTIVI

Dettagli

PROGETTO MULTIMEDIALITA LE NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE ALLA DIDATTICA

PROGETTO MULTIMEDIALITA LE NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE ALLA DIDATTICA Scuola primaria di Ponchiera Istituto Comprensivo Paesi Retici Sondrio PREMESSA : CORPO - CUORE contemporanea MENTE PROGETTO MULTIMEDIALITA LE NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE ALLA DIDATTICA Lo sviluppo delle

Dettagli

Durata in ore 1 Concetti di base e architettura di un computer 16

Durata in ore 1 Concetti di base e architettura di un computer 16 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo ISTITUTO TECNICO SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI MATERIA: Informatica PROF. C. Vassallo,

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Gestione del progetto ed organizzazione d impresa Classe: 5BI A.S. 2015/16 Docente: Mattiolo ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è costituita da 21 alunni. 20 alunni provenienti

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Statale "ALDO PASOLI"

Istituto Tecnico Commerciale Statale ALDO PASOLI Istituto Tecnico Commerciale Statale "ALDO PASOLI" PIANO DI LAVORO ANNO SCOLASTICO 2011/2012 PROF. Domenico Dott. Francullo I.T.P. Prof..ssa Barbara Rag. Bellini MATERIA INFORMATICA GESTIONALE CLASSE 3^

Dettagli

Dipartimento di informatica ed elettronica. La classe è composta da 12 femmine e 5 maschi per un totale di 17 alunni.

Dipartimento di informatica ed elettronica. La classe è composta da 12 femmine e 5 maschi per un totale di 17 alunni. 1 IISS G. Cigna G. Baruffi F. Garelli Materia: Riferimento programmazione dipartimentale: Informatica Programmazione individuale Piano didattico annuale Dipartimento di informatica ed elettronica Triennio

Dettagli

Programmazione annuale docente classi 4^

Programmazione annuale docente classi 4^ Fa 02/967.01.431 e-mail: itczappa@itczappa.it sito internet: www.itczappa.it Programmazione annuale docente classi 4^ Docente: Maria Anelli Classi: 4^ sez. A, C Indirizzo: Amministrazione Finanza e Marketing

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Pag. 1 di 12 DIDATTICA Disciplina TECNOLOGIE INFORMATICHE a.s. 2013/2014 Classe:1 a Sez. A, B, D INDIRIZZO: Docenti : Prof. Piroddi Luigi, Prof.ssa Ibba Paola Pag. 2 di 12 ANALISI DELLA SITUAZIONE DI PARTENZA

Dettagli

Programmazione di dipartimento: INFORMATICA classe 5 A.S. 2014-2015

Programmazione di dipartimento: INFORMATICA classe 5 A.S. 2014-2015 Programmazione di dipartimento: INFORMATICA classe 5 A.S. 2014-2015 Obiettivi generali e specifici della disciplina Liceo scientifico e indirizzo Scienze applicate All interno del percorso quinquennale

Dettagli

Materia: TECNOLOGIE INFORMATICHE. Programmazione dei moduli didattici

Materia: TECNOLOGIE INFORMATICHE. Programmazione dei moduli didattici Modulo SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ Programmazione Moduli Didattici Indirizzo Trasporti e Logistica Ist. Tec. Aeronautico Statale Arturo Ferrarin Via Galermo, 172 95123 Catania (CT) Codice M PMD

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014-2015

ANNO SCOLASTICO 2014-2015 ANNO SCOLASTICO 2014-2015 INDIRIZZO AMM.NE, FINANZA E MARKETING MATERIA: CLASSE: DOCENTE: ECONOMIA AZIENDALE 3^ C VALENTINA CASTELLI PRESENTAZIONE DELLA CLASSE ED ANALISI DELLA SITUAZIONE DI PARTENZA Conosco

Dettagli

Istituti Tecnico Industriale Statale

Istituti Tecnico Industriale Statale Istituti Tecnico Industriale Statale Francesco Giordani Via Laviano 81100 Caserta Classe 1 - Sezione B Spec. MECCANICA Tecnologie informatiche PIANO di LAVORO a.s. 2015/2016 Docente Prof. Francesco Ocarino

Dettagli

CLASSE PRIMA LICEO LINGUISTICO

CLASSE PRIMA LICEO LINGUISTICO www.scientificoatripalda.gov.it PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO DIDATTICA DI MATEMATICA CLASSE PRIMA LICEO LINGUISTICO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PARTE PRIMA PREMESSA La riforma del secondo ciclo d istruzione

Dettagli

1. Competenze trasversali

1. Competenze trasversali 1 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. CENA SEZIONE TECNICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI MATEMATICA DOCENTI: PROF. ANGERA GIANFRANCO CLASSE V U TUR Secondo le linee guida, il corso

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 SECONDO BIENNIO Disciplina: INFORMATICA La disciplina Informatica concorre a far conseguire allo

Dettagli

Hardware, software e periferiche. Facoltà di Lettere e Filosofia anno accademico 2008/2009 secondo semestre

Hardware, software e periferiche. Facoltà di Lettere e Filosofia anno accademico 2008/2009 secondo semestre Hardware, software e periferiche Facoltà di Lettere e Filosofia anno accademico 2008/2009 secondo semestre Riepilogo - Concetti di base dell informatica L'informatica è quel settore scientifico disciplinare

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO AMBROGIO FUSINIERI VICENZA PROGRAMMAZIONE ATTIVITA' DIDATTICA A.S. 2014-2015 MATERIA: TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO AMBROGIO FUSINIERI VICENZA PROGRAMMAZIONE ATTIVITA' DIDATTICA A.S. 2014-2015 MATERIA: TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE ISTITUTO TECNICO ECONOMICO AMBROGIO FUSINIERI VICENZA Via G. D Annunzio, 15-36100 VICENZA Tel. 0444563544 Fax 0444962574 sito web: www.itcfusinieri.eu E-mail: protocollo@itcfusinieri.it - vitd010003@pec.istruzione.it

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Tecnologie e progettazione di Sistemi Informatici e di Telecomunicazioni Classe: 3BI A.S. 2015/16 Docente: Mattiolo ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è mista e costituita

Dettagli