Latina: la carica dei 798 candidati

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Latina: la carica dei 798 candidati"

Transcript

1 n dal 21 aprile al 4 maggio tel GRATUITO Per leggere il giornale su internet. Tutte le edizioni e l archivio degli articoli già pubblicati Il Caffè rispetta l ambiente Il nostro giornale viene stampato utilizzando carta riciclata al 100% Latina: la carica dei 798 candidati CISTERNA Cantieri congelati, il Pd denuncia ritardi POSTE ITALIANE S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale 70% - tassa pagata - DCB Latina FRANCESCO AUTIERI DANILO CALVANI FILIPPO COSIGNANI GIOVANNI DI GIORGI RUGGIERO MANTOVANI MARCO FIORAVANTE MARCO GATTO CLAUDIO MOSCARDELLI 13 aspiranti Sindaci e 32 posti in Consiglio comunale. Sondaggio esclusivo de Il Caffè Latina si prepara ad eleggere il suo Sindaco dopo la rovinosa sfiducia a Vincenzo Zaccheo, esattamente un anno fa. 26 liste e un esercito di candidati agguerriti. Il nostro sondaggio rivela che più di due latinensi su tre ancora non hanno scelto per chi votare. Di Giorgi punta a vincere al primo turno, per evitare le trappole del ballottaggio. Elezioni Amministrative Terracina Otto Sindaci si sfidano per il dopo Nardi a pag. 37 Norma Cinque anni dopo è di nuovo sfida Cassoni-Mancini Pontinia Sindaco, ex vice ed ex assessore: tutti contro a pag. 33 a pag. 35 La Cassazione: chi non ha la depurazione non deve pagarla Stop al pizzo sui depuratori I massimi giudici bocciano la norma stroncata dalla Corte Costituzionale e rimessa dai politici GIANCARLO NARDIN GIAMPIERO ODDI DELIO REDI SERGIO SCIAUDONE GIUSEPPE VACCIANO a pag. 14 Il dossier del Tribunale per i diritti del malato rivela: 2 volte su 3 manca la prenotazione Sanità, liste d attesa aggirate Il team del calcio a 5 ai play off Century Latina vuole la serie A Il 30 aprile entra nel triangolare nazionale per conquistare la A2. L appello: Stateci vicini a pag. 6 E per chi rispetta le regole, tempi lunghi e disagi. Tra le carenze più lamentate dai pazienti, la scarsa informazione e gli errori di diagnosi e cura Terracina, il Fiorini a rischio dopo i tagli a pag. 4 L ospedale ha sempre meno posti letto e personale medico: in 30 rischiano il posto, scarseggiano anche le barelle a pag. 27 Lavori fermi in centro dal 2007: esposto alla Corte dei Conti a pag. 12 Poveri vigili urbani: pochi e senza risorse Latina presa da esposti di ogni tipo; Cisterna chiede chiarezza a pag. 5 a pag. 11 SEZZE ACQUA, GLI AUMENTI DELLA DONDI a pag. 32 SABAUDIA UN VIDEOGAME PER RACCONTARE L AGRO a pag. 35

2 2 ELEZIONI AMMINISTRATIVE n dal 21 aprile al 4 maggio 2011 La legge riduce i posti in consiglio, ma in 10 Comuni si sono presentate ben 142 liste e 61 candidati alla poltrona di sindaco La carica degli aspiranti sindaci e consiglieri Parlamento e Governo sono stati chiarissimi: è tempo di vacche magre, bisogna risparmiare sui costi della politica!. Così nella Legge Finanziaria 2010 hanno giustamente pensato di diminuire il numero delle poltrone occupate dalla casta politica. Naturalmente sono state tegliate le poltrone degli altri. Infatti, mentre i Parlamentari continuano a navigare tra stipendi d oro e incredibili agevolazioni (a nostre spese) e il Governo continua ad aumentare periodicamente il numero La Finanziaria 2010 prevede il taglio del 20% dei posti in Consiglio comunale Aula consiliare di Latina Sindaci e maggioranze uscenti Centrodestra LATINA Vincenzo Zaccheo MARINO Adriano Palozzi TERRACINA Stefano Nardi NORMA Sergio Mancini Centrosinistra POMEZIA Enrico De Fusco CIAMPINO Walter Perandini PONTINIA Eligio Tombolillo ARICCIA Emilio Cianfanelli GENZANO Enzo Ercolani ROCCA DI PAPA Pasquale Boccia Meno consiglieri comunali. I cittadini risparmiano Città Popolazione (al 30/11/2010) Consiglieri Consiglieri uscenti da eleggere Candidati a sindaco Provincia di Roma Pomezia Marino Ciampino Ariccia Genzano Rocca di Papa Provincia di Latina Latina Terracina Pontinia Norma Liste dei sottosegretari, il taglio delle poltrone interesserà solo i consiglieri comunali. La legge prevede infatti una riduzione del 20% dei posti in Consiglio comunale e il taglio completo dei consiglieri circoscrizionali, che interesserà il comune di Latina. Intanto sono state ufficializzate le liste dei candidati, un vero esercito! Nei 10 comuni che seguiamo da vicino sono presenti ben 142 liste, con il caso limite di Pomezia dove sono più le liste elettorali che le poltrone da occupare. Gli aspiranti consiglieri sono talmente tanti che è difficile, per chi abita in un comune interessato dalle elezioni, non avere almeno un parente che bussa alla porta per chiedere il voto. Sicuramente una boccata d ossigeno per il comparto tipografico che tra volantini, bigliettini, depliant, manifesti (tutti rigorosamente attaccati abusivi) vede nel periodo elettorale crescere vistosamente il proprio Incredibile a Pomezia! Ci sono più liste elettorali che poltrone da occupare fatturato. A questa gioiosa macchina elettorale fa da contraltare il disgusto che il cittadino normale prova sempre maggiormente, con un conseguente pericoloso distacco dalla politica. A circa 3 settimane dal voto, secondo il nostro sondaggio (vedi pagina a lato), 3 elettori su 4 non hanno ancora deciso per chi votare, col rischio dunque che possa verificarsi un altissima astensione che favorirebbe solo il voto d interesse e di scambio.

3 n dal 21 aprile al 4 maggio 2011 SONDAGGIO SINDACI 3 Nuovo sondaggio de Il Caffè su Latina, Pomezia e Marino. A 3 settimane dal voto il numero degli indecisi è ancora altissimo Elezioni sindaci: ancora indecisi 3 elettori su 4 LATINA Claudio Moscardelli 13,6% Giovanni Di Giorgi 12,8% Marco Fioravante 1,6% Marco Gatto 0,8% Giuseppe Vacciano 0,8% Ruggero Mantovani 0,8% Filippo Cosignani 0,8% Non hanno ottenuto preferenze: Delio Redi, Sergio Sciaudone, Francesco Autieri, Giancarlo Nardin, Giampiero Oddi, Danilo Calvani INDECISI 68,8% Il candidato di centrosinistra Moscardelli batte di un incollatura quello del centrodestra Di Giorgi. Sarebbe un risultato clamoroso per Latina, ma le percentuali di chi ha già deciso chi votare sono talmente basse che in realtà sarà davvero difficile che al primo turno il prescelto da Berlusconi possa essere superato dal rappresentante del PD. Il dato interessante, invece, è che gli altri candidati stentano davvero a decollare, a tutto vantaggio di Di Giorgi che punta a vincere al primo turno. In caso di ballottaggio, infatti,il centrodestra rischierebbe di pagare le forti divisioni interne acuite dal siluramento del sindaco uscente Zaccheo, sfiduciato anche da una parte del suo partito POMEZIA Enrico De Fusco 7,2% Luigi Celori 4,6% Maricetta Tirrito 2,0% Alba Rosa 1,3% Fabio Fucci 1,3% Francesco Cefalo 0,6% Massimi Ciccolini 0,0% Giorgio Puggioni 0,0% Stefano Santoni 0,0% INDECISI 83,0% Dopo essere stato escluso dalla Regione (ricorderete il pasticcio delle liste PDL escluse), Adriano Palozzi rischia anche il posto di Sindaco. Il sondaggio attualmente lo vede di poco sotto al suo avversario del centrosinistra, l ex sindaco Ugo Onorati. Ma il vero problema per Palozzi è la presenza di agguerrite liste civiche, che dal nostro sondaggio emergono con dati interessanti. È molto probabile che si arrivi al ballottaggio. Ma tutto è ancora da decidere, visto l altissimo numero di elettori ancora indecisi Più di 4 Pometini su 5 non hanno ancora deciso per chi votare. Sotto la torre civica è ancora tutto da decidere. De Fusco guida le preferenze espresse nel nostro sondaggio, ma con percentuali bassissime. Al momento gli elettori non sembrano essere particolarmente attirati nemmeno dal candidato del centrodestra, Celori, né dalle alternative, tra cui (caso raro) ci sono anche 2 donne. Comunque, visto il peso politico degli sfidanti, è prevedibile che si vada ad un ballottaggio MARINO Ugo Onorati 9,5% Adriano Palozzi 8,1% Marco Rapo 4,0% Giuseppe Panella 2,7% Adolfo Tammaro 1,4% Alessandro Lioi 0,0% Stefano Ambrosetti 0,0% INDECISI 74,30% Sondaggi realizzati il 18 e 19 aprile Autore: Medium Srl. Committente e acquirente: Medium Srl per periodico Il Caffè. Metodo di raccolta informazioni: CATI. Totale contatti: 603. Tasso di risposta 58,37%. Soggetto autorizzato alla pubblicazione del sondaggio dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per l Informazione e Editoria, su su cui è possibile leggere anche la nota metodologica.

4 4 SANITÀ n dal 21 aprile al 4 maggio 2011 Chi rispetta le regole aspetta anche 340 giorni. Due prestazioni su tre sono invece erogate senza prenotazione... Sanità, liste di attesa truccate e lentissime Rapporto di Cittadinanzattiva e Tribunale per i diritti del malato Maurizio Targa Cittadini disorientati e a caccia di informazioni, in ansia per presunte diagnosi o cure sballate, in lotta tra loro per una visita, il più delle volte vittime di liste d attesa lumaca, spesso aggirate se non sfruttate a fini personali. È quanto emerge dal rapporto sulla Sanità del Lazio realizzato da Cittadinanzattiva - Tribunale per i diritti del malato, presentato nei giorni scorsi. Gli amici degli amici hanno una corsia preferenziale: nel 2010 infatti le prestazioni erogate e non prenotate nella Regione Lazio sono state ben , pari al 62,9% del totale. Le Asl di Latina e dei Castelli e del Litorale spiccano in questo: oltre due prestazioni su tre fornite senza prenotazione. Chi prenota e si mette in coda, arriva invece ad attendere oltre 100 giorni per una visita oculistica o urologica, sei mesi per una visita cardiologica, quasi 10 mesi per un eco-color doppler, addirittura 340 giorni per un ecografia all addome. Ecco nello specifico le carenze più lamentate. Informazioni carenti Poca chiarezza di medici e di pediatri di libera Tempi di attesa critici Prestazioni Giorni % sulle segnalazioni Eco(color) doppler % dei tronchi sovraortici Mammografia bilaterale % Ecografia dell addome completo % Ecografia dell addome superiore % Ecografia del capo e del collo 210 9% Visita oculistica 103 9% Visita cardiologia 186 7% Visita urologica 124 5% Ecografia ostetrica 98 4% Visita ginecologica 93 3% Ecg sotto sforzo 186 3% Fonte: Cittadinanzattiva Lazio scelta (30% delle segnalazioni relative); incompletezza delle informazioni sul pagamento del ticket al Pronto Soccorso e alle patologie per le quali è prevista l esenzione (27%); difficoltà di comprensione della normativa di riferimento (22%); non conoscenza di funzionamento ed organizzazione dei servizi (18%), dall ospedalizzazione alla riabilitazione, dalla scelta del medico ai diritti rispetto alle visite a domicilio, dal come prenotare un esame al conoscere gli orari di apertura degli studi. Alla Asl RmH e alla Asl Latina fino al 68% delle visite non passa per il normale servizio prenotazioni. Come mai? Errori diagnostici e terapeutici Sul banco degli imputati la branca più temuta, ovvero Oncologia (26% delle segnalazioni). Nella fattispecie vengono segnalati sottovalutazione dei sintomi, mancata diagnosi tempestiva, mancata prescrizione di accertamenti idonei, errata lettura di accertamenti diagnostici e falso negativo (ovvero negazione di un tumore che invece c'è). Segue Ortopedia (24%), anche qui diagnosi errate o tardive, non riconoscimento di lesioni in atto, errata immobilizzazione, mancato rilevamento di tutte le lesioni in politraumatizzati ecc. Seguono in lista nera Chirurgia Generale (15%), Cardiologia (7%), Ginecologia (6%), Oculistica e Otorinolaringoiatra (3%), Odontoiatria e Urologia (2%), Pediatria (1%). Difficile accesso ai servizi In primis i pazienti lamentano difficoltà di ottenere quelle assistenziali (28% delle segnalazioni), poi mancata assistenza (18%), carenti informazioni sulle modalità di funzionamento dei servizi (16%), complicazioni burocratiche (13%), servizi mancanti (10%) o non erogati (8%) o dati con ritardo ingiustificato (7%). Rapporto con medici e personale sanitario I pazienti lamentano difficoltà a causa del mancato rispetto di princìpi deontologici, scarsa umanità e sensibilità da parte di chi dovrebbe sempre porre al centro la persona e non semplicemente la malattia. Quasi una segnalazione su 5 denuncia scarsa informazione ed errori nelle cure Criticità segnalate Richiesta di informazioni 18,2% e orientamento Presunti errori diagnostici 17,2% e terapeutici Accesso alle prestazioni 11,9% Rapporto con i 8,7% medici/personale sanitario Segnalazioni/denunce 7,1% Invalidità e accompagno 5,4% Liste di attesa 5% Accesso alla documentazione 4,7% e certificazione Assistenza domiciliare 4,2% Assistenza riabilitativa e sanitaria 3,9% residenziale (RSA e lungodegenza) Denunce varie Cattive condizioni delle strutture (57% delle segnalazioni relative), inadeguato trattamento degli utenti (26%), venir meno del diritto a continuità e qualità delle cure (14%), richiesta ingiustificata di pagamenti e rifiuti di rimborsi spettanti di diritto (3%). Invalidità e accompagno Le segnalazioni riguardano soprattutto la consulenza, sia medica (60% delle segnalazioni) che tecnica (15%), seguite da richiesta di informazioni, sia generica (11%) che relativa alla Legge n. 80/2006, per accertare l'invalidità civile e handicap per malati oncologici (7%). Fonte: Cittadinanzattiva Lazio Liste di attesa Difficoltà di accesso a servizi e prestazioni (48%), attese e ritardi ingiustificati (25%), malfunzionamento liste di attesa (13%), mancata erogazione del servizio (10%), esenzione pagamenti (4%). In provincia di Roma, percentuali particolarmente alte di prestazioni erogate senza prenotazione si riscontrano presso il Policlinico Umberto I (85,8% di fuori lista ) e ASL Roma H, quella che serve i comuni di Castelli e Litorale (64,9%). Latina non si tira indietro con oltre due prestazioni su tre (67,6%) erogate di straforo, superata addirittura da Viterbo (70,9%), e più o meno eguagliata da ASL Frosinone (68,1%). Meno peggio Rieti col 49,5%.

5 n dal 21 aprile al 4 maggio 2011 POLIZIA LOCALE 5 Un nuovo studio appena pubblicato fotografa una situazione con gravi carenze che generano disagio agli agenti Chiedono di essere formati meglio ed armati... anche con spray al peperoncino Stefano Cortelletti Pochi agenti, lacune nella preparazione fisica, necessità di partecipare a corsi di addestramento e aggiornamento, esigenza di essere armati per far fronte alle situazioni pericolose, ma soprattutto troppa ingerenza politica. È quanto emerge dallo studio Le polizie locali nel Lazio: diversità e prospettive, a cura della Commissione Sicurezza del Comune di Roma. Una panoramica sulle condizioni di lavoro dei Vigili Urbani in tutta la Regione. E la situazione è dappertutto la stessa: penuria di personale, pochi soldi e scarsa considerazione da parte delle Istituzioni. Sempre meno mezzi ma sovraccaricati da esposti e richieste di tutti i tipi Poveri Vigili Urbani, pochi e senza risorse VIGILESSE TUTTOFARE Le agenti della Municipale tappano le buche su via Forlì, ad Ardea Mentre è arenata in Parlamento una proposta di legge sulla riorganizzazione della Polizia Locale nel Lazio, gli agenti esprimono tutto il loro malessere per le sempre più precarie condizioni in cui sono costretti a lavorare. Se da una parte il Vigile Urbano è considerato a torto il nemico numero uno degli automobilisti, dall'altra è opportuno ricordare che stanno svolgendo un lavoro al servizio della collettività e per garantire la sicurezza di tutti. Ma per fare questo hanno bisogno di essere messi nelle condizioni di lavorare. «C'è elevata propensione a risolvere i conflitti che dovrebbero essere risolti in altra sede attraverso i vigili urbani - spiega Lidano Marchionne, Comandante della Polizia Locale di Latina -. È una giustizia delegata, e così molto tempo se ne va in accertamenti a seguito di esposti, nel preparare gli incartamenti, nel comminare sanzioni e quindi nel ricevere e lavorare gli atti dei ricorsi». Insomma, chi viene denunciato per una canna fumaria, poi segnala un gazebo fuori norma, poi il proprietario del gazebo se la prende con una veranda sul terrazzo di fronte e così via, in una catena di Sant'Antonio». Gli esposti si moltiplicano e si perde tempo per cose minime. Oltre ad essere troppo pochi, gli agenti di Polizia Locale del Lazio vogliono andare a scuola per aggiornarsi: inutile affiancare un agente anziano a uno giovane per imparare il mestiere, perché oltre all'esperienza c'è bisogno di preparazione. I Vigili Urbani chiedono di poter partecipare a corsi di addestramento fisico, per imparare tecniche di autodifesa. Non solo: vogliono essere armati. «Delinquenza, criminalità, teppismo creano allarme e necessitano di un contrasto adeguato, fatto anche di appropriati strumenti di autotutela la cui sola apparizione produce un effetto dissuasivo», si legge nel rapporto. Un esempio: a Ciampino i vigili sono tutti armati. E chi non vuole la pistola? C'è anche il semplice spray al peperoncino. Ma a rendere critico il lavoro della Polizia Locale è l'intromissione della politica. «Per migliorare l'efficienza dei nostri servizi spiega il Comandante della Polizia Locale di Ciampino Roberto Antonelli bisognerebbe tagliare i collegamenti con le amministrazioni comunali. La Polizia Locale dovrebbe dipendere dal Prefetto». Insomma, fuori da ogni conndizionamento politico. «Voglio sapere chi siamo, se carne o pesce - chiosa il Comandante dei Vigili di Cisterna di Latina, Luciano Bongiorno -: vogliamo un ruolo preciso, sapere con chiarezza chi deve fare cosa, cosa i poliziotti, cosa i Carabinieri e cosa noi». Da qui la proposta: «Estendete i nostri poteri a tutta la Regione». La Regione vuole i vigili all americana LIDANO MARCHIONNE Comandante dei Vigili di Latina I cittadini vogliono risolvere con i Vigili problemi che andrebbero risolti altrove ROBERTO ANTONELLI Comandante P.L. di Ciampino Per migliorare la nostra efficienza dovremmo tagliare i ponti con l Amministrazione LUCIANO BONGIORNO Capo dei Vigili Urbani di Cisterna Vogliamo un ruolo preciso, dobbiamo sapere con chiarezza cosa fare Il Ministero dell'interno, con una recente circolare vorrebbe proibire ai Vigili la fornitura dei bastoni distanziatori che consentirebbero di affrontare i malviventi in possesso di coltello. Ma la Regione ha allo studio un'idea quasi surreale: un'accademia regionale per la Polizia locale per formare, qualificare e aggiornare gli agenti della polizia municipale e provinciale dei 378 Comuni del Lazio. È il progetto a cui sta lavorando la Giunta di Renata Polverini con l'aiuto del Marshal Office della United State Court House, il capo della polizia federale di New York, Joseph Guccione. Vigili all'americana, che speriamo non risolvano all'italiana i problemi della Polizia Locale.

6 6 POLITICA LATINA n dal 21 aprile al 4 maggio posti a disposizione in Consiglio. Lo scontro si prefigura bipolare con un terzo civico a far da ago della bilancia La carica dei 13 Sindaci (e 785 candidati) 26 liste si contenderanno visibilità nella consiliatura del dopo-zaccheo Teresa Faticoni Tredici candidati alla carica di primo cittadino, per uno scontro che si profila sempre di più bipolare con qualche civica a fare da ago della bilancia. Settecentoottantacinque aspiranti consiglieri comunali, con al massimo un centinaio che se la possono giocare. Ventisei liste a supporto dei candidati a primo cittadino, non tutte complete. Si vota il 15 e il 16 maggio per le amministrative del Comune di Abolite del tutto le circoscrizioni: la lotta per lo scranno sarà ancora più dura Latina, e a quell epoca sarà passato un anno e un mese esatto dalla caduta dell amministrazione Zaccheo. Per effetto della legge nazionale che punta a contenere i costi delle pubbliche amministrazioni i posti da consigliere comunale si sono ridotti da quaranta a trentadue. Sono state abolite del tutto le sette circoscrizioni. Questi i numeri con i quali la città si avvia alle urne, affollate di candidati e forse un po meno di elettori. In molti infatti, e la cosa emerge anche dai sondaggi, si dicono indecisi sull andare o meno a votare. Su questo che si configura come il partito più consistente della città stanno giocando la loro partita i concorrenti. Di Giorgi punta a un team e a sei mesi di fuoco GIOVANNI DI GIORGI Pdl Udc Città Nuove Lega federalista La Destra Lista Cirilli Di Giorgi Sindaco N ato e cresciuto a Latina, l avvocato Giovanni Di Giorgi da solo un anno è consigliere regionale del Pdl. Alla Pisana è presidente della commissione viabilità e trasporti, ma la sua è una lunga carriera politica e amministrativa. Iscritto giovanissimo al Fronte della gioventù si è sempre occupato di sport e di politiche sociali. Nel 2000 Ajmone Finestra, sindaco, lo chiama nella sua giunta. È stato assessore allo sport e ai servizi sociali per due legislature. Sempre protagonista delle politica cittadina non ha potuto tirarsi indietro quando, dopo il lungo travaglio vissuto dal partito dopo la caduta dell amministrazione Zaccheo, gli è stato chiesto di riunire sotto la sua figura le diverse anime del centrodestra del capoluogo. È stato incoronato candidato sindaco da Silvio Berlusconi in persona, ma a Roma in molto gli vogliono bene. Su tutti il ministro della gioventù Giorgia Meloni che durante la campagna per le regionali gli è stata vicinissima. Lo slogan di Di Giorgi è la città del fare. Nel suo programma elettorale ci sono tre punti che intende realizzare nei primi sei mesi di governo: una casa famiglia, un albergo per anziani e un centro notturno per disabili. Sette le liste che lo sostengono: Pdl, la civica Di Giorgi Sindaco, Alleanza per Latina- Città Nuove, la lista Cirilli Progetto per Latina, l Udc, la Lega federalista, la Destra di Storace. Su facebook è presente e risponde personalmente a tutti quelli che gli chiedono qualcosa o anche solo gli scrivono per un in bocca a lupo. Il suo sito internet è Moscardelli vuol ripartire dai cittadini CLAUDIO MOSCARDELLI Pd Italia dei Valori Si per Latina Sinistra Ecologia e Libertà Psi Latina Agricoltura Mare Turismo Api A vvocato, sposato con due figli, ha iniziato a far politica da giovanissimo nelle fila del movimento giovanile della Democrazia cristiana. Claudio Moscardelli, 48 anni, è consigliere regionale da due legislature. Alla Pisana, durante il governo Marrazzo, è stato capogruppo della Margherita e poi vice capogruppo del Partito democratico e presidente della commissione urbanistica. All epoca è stato uno dei protagonisti dell approvazione del piano casa regionale. Oggi è vice capogruppo del Pd in consiglio regionale. Già nel 2001 tentò la corsa alla poltrona più alta a primo cittadino, sfidando Vincenzo Zaccheo e in quell occasione il centrosinistra a Latina ebbe il suo risultato migliore nella seconda Repubblica. Ci riprova oggi con un allure diversa: è stato infatti scelto dai cittadini di Latina come candidato sindaco nelle elezioni primarie. Sette le liste a suo supporto: Italia dei valori, Alleanza per l Italia, Sinistra ecologia e libertà, il Partito socialista italiano, Sì per Latina e Latina Agricoltura Mare e Turismo. Nessuno deve essere lasciato solo è uno degli slogan della sua campagna elettorale, che punta molto sull aggregazione dei ragazzi e dei servizi che l amministrazione può mettere in rete a favore dei giovani. Vuole ripartire dai cittadini, mettendo in primo piano i temi della legalità e della sicurezza. È su facebook e risponde a tutti quelli che lo contattano (molti gli lasciano in bacheca attestati di stima e di solidarietà), ma è presente on line anche con un suo sito (www.claudiomoscardelli.it) nel quale c è spazio anche per la sua associazione Presentefuturo. Fioravante, un Patto per uscire da logiche di partito Il Patto Sciaudone, sociale in primo piano in mezzo a chi soffre di più Sinistra per Latina Gatto, svolta autonomista dell ex assessore di Zac Latina Capitale MARCO FIORAVANTE M arco Fioravante è ingegnere e consulente di varie amministrazioni ed enti pubblici, insegna Macchine Termiche all istituto professionale Mattei di Latina. 55 anni, sposato, nato e cresciuto a Latina, è candidato sindaco per la lista civica Il Patto. Viene dall associazionismo, per otto anni è stato presidente dell Avis provinciale di Latina, a dicembre ha lasciato l incarico per intraprendere il suo percorso politico. Per molto tempo è stato vicepresidente dell Ab Latina, la squadra di basket del capoluogo. Al Patto è approdato con l associazione Rinascita civile, dopo un lungo percorso di confronto è stato scelto a simbolo della lista civica che ha scelto di non allearsi e di rimanere fuori da qualsiasi ambito politico. I politici sono tutti uguali a chi li vota, La politica che fa sognare la mattina si sveglia tardi, fare bene nella politica è retorica, fare bene nella vita è politica sono gli slogan della sua campagna elettorale tutta puntata a una macchina amministrativa che sia incentrata su trasparenza, efficienza e modernità. È su facebook con il suo nome, per saperne di più sulle sua attività si può consultare anche il sito S ergio Sciaudone è candidato l ultimo anno ha or- miglior tecnico. Nel- sindaco di Sinistra per Latina. Il se- cene sociali per i ganizzato diverse gretario di Rifondazione comunista, per di pentole e mestoli senzatetto: armato problemi di alleanze, in diversi punti della non è riuscito a scucire al gotha del partidanno, ha distribuito città, anche a Capoto il simbolo con falce pasti ai più poveri. SERGIO SCIAUDONE e martello. Negli anni Tutta improntata al 80 è stato consigliere sociale la sua azione di circoscrizione eletto nelle file di politica: si batte per un dormitorio Democrazia proletaria, ma dopo aperto tutto l anno e perché non lo scioglimento del partito è stato ci siano più morti di freddo nelle a lungo lontano dalla politica istituzionale. Corre quindi oggi per zato denuncia alla Corte dei con- strade di Latina. Ha anche avan- la poltrona di primo cittadino con ti contro l affidamento in project una lista nella quale ha radunato financing del cimitero di Latina alla società Ipogeo. Attorniato dai molte anime comuniste. Nato a Latina nel 1964 è sposato e ha ragazzi ha raccolto rifiuti e siringhe in giro per le aree verdi della una figlia. Nella vita fa il giardiniere, ma ha trascorsi importanti città. Sulla sua bacheca facebook in quanto allo sport. È stato per molti i dibattiti su grandi temi che anni allenatore di marcia e ha coinvolgono il mondo. Risponde anche ricevuto un premio come sempre. M arco Gatto, 39 anni, è candidato sindaco con la lista Latina capitale, nata con l intento di essere fuori dalle logiche di partito. Gatto è entrato in Forza Italia nel 1995 come presidente di un club azzurro, nel 1998 è stato eletto in consiglio provinciale e l'anno successivo in consiglio comunale. Nella seconda legislatura MARCO GATTO Zaccheo, quella interrotta bruscamente nell aprile del 2010, è stato assessore al bilancio e programmazione del Comune di Latina. Ma la spaccatura creata dal commissariamento del Comune lo ha convinto a una corsa solitaria. Vive nei borghi del nord e quello della discarica è uno dei temi che hanno da sempre caratterizzato la sua attività politica. È presente sui social network con il suo nome, ma non è molto attivo. Il sito latinacapitale.it è in costruzione. (segue a pag. 8)

7

8 8 POLITICA LATINA n dal 21 aprile al 4 maggio 2011 (segue da pag. 6) Vacciano, la rinascita dei grillini a cinque stelle Movimento 5 stelle O gni domenica, da qualche mese a questa parte, un banchetto pieno di volantini e una bandiera colorata stazionano in Piazza del Popolo a Latina. Sono i ragazzi del Movimento a cinque stelle di Beppe Grillo che in linea con la vocazione del leader, hanno scelto un volto nuovissimo alla politica. Il candidato dei grillini è Giuseppe Vacciano, 39enne, originario di Napoli ma cresciuto a Latina, sposato, ha una bimba e uno in arrivo, dipendente della Banca d Italia, così come molti della lista che lo supporta nella corsa a primo cittadino. La candidatura è nata nell ambito del meetup del gruppo, una specie di piazza telematica nella quale si discute di GIUSEPPE VACCIANO acqua pubblica, di no al nucleare e di manifestazioni da organizzare. Tutti volontari, nessun politico di professione, qualche volto noto nell associazionismo, i grillini discutono molto, e animatamente, sui forum on line. La candidatura di Vacciano è un segnale di attestazione di presenza. Oddi, Noi Sud dalla capitale al capoluogo pontino Noi Sud Autieri, una sorpresa a destra per dire basta a Roma Movimento per le province, Destra nazionale, Fiamma Tricolore FRANCESCO AUTIERI I l suo nome è spuntato a sorpresa il giorno prima della consegna delle liste. L avvocato Francesco Autieri è il candidato sindaco con due liste a suo supporto: Movimento per le province e Fiamma tricolore. Le liste dovevano supportare Giovanni Di Giorgi, ma a poche ore dal termine per le presentazioni qualcosa si è rotto nella santa alleanza di centrodestra e così è nata questa corsa in solitaria che rivendica a gran voce la piena autonomia di Latina da Roma. Basta diktat, l insubordinazione parte da Cisterna, e precisamente da Mauro Carturan, ex sindaco di quella città, che fortemente ha voluto il movimento per l autonomia delle province. E scartandosi dal Pdl ha scelto Autieri, da sempre uomo di destra. Anche lui avvocato, ha sessantadue anni e due figli. È anche nonno. Ha un obiettivo: mai prendere ordini da Roma, ha scelto di correre da solo per rispettare il gruppo che ha lavorato al progetto da mesi. Non compare sulla rete internet se non per motivi legati alla sua professione di avvocato. Cosignani, fasciocomunista coi vip della politica in lista Pennacchi per Latina - Fli Calvani, la rivolta dei Cra dall agricoltura al Comune Lista Cra DANILO CALVANI D anilo Calvani dall inizio del 2011 lo si trova tutti i giorni al presidio fisso che i Comitati riuniti agricoli, di cui è presidente nazionale, mantengono per protesta sotto la sede dell Inps. Classe 1962, quattro figli, Calvani è un imprenditore agricolo oltre che leader dei Cra, la sigla sindacale più rumorosa del settore. Centrale nella sua vita anche la religione cristiana, il candidato sindaco dei Cra mette al primo posto il rilancio del settore agricolo in crisi da anni la cui colpa risiederebbe nella cattiva gestione del comparto da parte di sigle sindacali e istituzioni. Una candidatura di contestazione, che nasce da una lunghissima protesta (quella sotto l Inps) che ha trovato un suo acme in una manifestazione in cui Latina è stata completamente bloccata dai trattori dei Cra che si sono riuniti in Piazza del Popolo e hanno simbolicamente arato e seminato un pezzo di terra che era stata messa sull asfalto. Non solo agricoltori sono il target di riferimento per l elettorato di Calvani, ma anche tutti coloro che si sentono stanchi della solita politica. Ha un profilo facebook che anima quotidianamente ricordando i suoi valori e le lotte che porta avanti. Redi, ritorno in campo per un volto noto alla città Alleanza di Centro G iampiero punto qualificante del suo Oddi è un candidato di testi- si basa su pochi programma, che monianza: è nato e vive a Roma rezza, legalità, punti fissi (sicu- ed è segretario agricoltura, federalismo e bu- regionale di Noi Sud. Si è immolato per la causa bianche) ma rocrazia, morti ed è candidato concreti, Oddi sindaco per chiede che anche Latina e la l aggregazione GIAMPIERO ODDI che a livello nazionale è rapna siano inserite provincia pontipresentata dall ex azzurro nel Piano del sud varato dal Gianfranco Miccichè. Sessantuno anni, ex presidente settori:infrastrutture, forma- governo che si articola in tre nazionale delle Acli, democristiano di ferro e molto no- del Sud e rete bancaria per il zione per il lavoro, Banca to negli ambienti scudocrociati della capitale per essere tive. Non ha un sito web né sostegno alle attività produt- un andreottiano di ferro, pagine facebook. In sede a Oddi è stato anche consigliere provinciale a Roma. Come al Latina non rispondono molto telefono. L anima che muove Filippo Cosignani a candidarsi sindaco per la lista di Futuro e libertà per l Italia è Antonio Pennacchi. In puro stile fasciocomunista l aggregazione, preparata in fretta e furia, si è guadagnata gli onori della cronaca nazionale grazie al Premio Strega pontino. Nato a Brescia cinquantadue anni fa, Cosignani è cresciuto a Latina. Avvocato di professione, ha due figli. Politicamente non è un novello: è stato consigliere comunale di Alleanza nazionale quando sindaco era Ajmone Finestra, personaggio dissacrante e provocatorio in molti se lo ricordano con il basco blu salire le scale di Piazza del Popolo. Che fosse in corsa con la lista che porta il suo nome, Pennacchi lo ha annun- FILIPPO COSIGNANI ciato addirittura a La sette durante la trasmissione Le invasioni barbariche di Daria Bignardi dove stava presentando un suo libro, Mammuth, da poco ristampato per Mondadori. Cosignani punta a far ripartire Latina superando gli schemi. Non è presente sui social network né ha un suo sito internet, ma ha un seguito molto vivace che diffonde le sue iniziative. DELIO REDI D elio Redi è nato nel 1939, figlio di coloni veneti emigrati per la bonifica dalla provincia di Rovigo nel È stato per anni direttore del Consorzio industriale Roma-Latina ed è stato già sindaco di questa città una prima volta dal 1980 al 1983, successivamente dal 1985 al 1992, quando lasciò per approdare al senato come primo degli eletti nel Lazio. Ha una lunghissima carriera politica alle spalle da quando nel 1970 entrò per la prima volta in consiglio comunale. Dopo anni di silenzio, il democristiano di ferro ha deciso di tornare e concludere alcuni progetti rimasti a bagnomaria in questi venti anni di governo del centrodestra a Latina. Ha aderito ad Alleanza di centro di Pionati: scegli la tua storia, costruisci il tuo futuro è il suo slogan. Su facebook è presente con una pagina nata ad hoc per le elezioni. Mantovani, un comunista che sta simpatico ai latinensi Alternativa Comunista Nardin, una civica con sette punti per cambiare I manifesti di Ruggero Mantovani lo rappresentano in una delle tante occasioni in cui ha manifestato per i diritti dei lavoratori sottoposti all amianto. Ha un megafono in mano, una maglietta con una scritta didascalica, e la sua pettinatura a coda. Avvocato 47enne, nato a Colleferro ma cresciuto a Latina, Mantovani è stato consigliere comunale di Rifondazione comunista nella seconda legislatura Finestra. Prima era stato segretario del partito e consigliere di circoscrizione. Gli studenti pontini universitari a Roma lo avranno incontrato nei corridoi della Sapienza a distribuire i giornali di partito. In molti lo ricor- RUGGERO MANTOVANI dano per la lunga battaglia contro il piano regolatore, che poi infatti fu bocciato dal Tar. Ma di lotte ne porta avanti da anni: contro Acqualatina, Latina ambiente, per il diritto alla casa e tante altre ancora. Si candida con il Partito di alternativa comunista e riscuote sempre un discreto successo elettorale per essere un comunista di famiglia operaia nella città che qualche anno fa Gianfranco Fini definì il laboratorio della destra. È stato della partita anche alle scorse provinciali. Non c è traccia di lui sui social network e non ha un sito internet. Ma di lui parlano molti siti della sinistra rivoluzionaria. Latina Futura G iancarlo Nardin si candida con la lista Latina futura. 49 anni, sposato, Nardin è il responsabile commerciale della cantina sociale Santa Maria. Completamente al di fuori delle logiche di partito, Nardin è alla sua prima candidatura come sindaco GIANCARLO NARDIN di Latina. Il programma elettorale è di sette punti chiari e immediati e vanno dalla trasparenza alla buona amministrazione senza tralasciare un accenno alla bellezza. Non compare on line né sui social network né con un sito web

9

10

11 TERRACINA I tagli della Regione Lazio si fanno sentire anche a Terracina: all ospedale Fiorini sempre meno personale e posti letto n dal 21 aprile al 4 maggio Un ultimo colpo di coda alla sanità pubblica Le unità specialistiche decimate perdono la loro efficacia e il servizio ai pazienti è garantito a metà Francesco Avena SERGIO PARROCCHIA Direttore Sanitario Un ciclone sta per abbattersi sulla sanità del Lazio. A Terracina, la conta dei danni è già iniziata. Il decreto 80 sul sistema sanitario regionale, varato dal commissario ad acta della sanità nonché presidente della Regione Lazio Renata Polverini, sarà il colpo definitivo in grado di mettere in ginocchio gli ospedali. Al «Fiorini» di Terracina la forbice taglierà posti letto e personale: nessuno sconto. La mannaia, tuttavia, va soltanto a peggiorare una situazione che per certi versi è già proibitiva. Il polo ospedaliero terracinese, secondo quanto previsto dal decreto della Pisana, perderà nel complesso ben 14 posti letto che andranno sottratti alle unità specialistiche di urologia, otorinolaringoiatria, oculistica e dermatologia. Una stangata per questi reparti che grazie all arrivo della sede universitaria al «Fiorini» erano diventate in poco tempo un fiore all occhiello del sistema ospedaliero non solo a livello della provincia di Latina, ma dell intera Regione Lazio. Nello specifico verranno aboliti 4 posti letto in reparto e 1 in day hospital di urologia; 4 posti letto in reparto e 2 in day hospital di otorinolaringoiatria; 2 posti in day hospital di dermatologia e 1 in day hospital di oculistica. La conseguenza immediata è che le unità specialistiche sforbiciate dalla Polverini perderanno gran parte della propria efficacia. Se resteranno infatti attive all ospedale «Fiorini» come semplici presidi ambulatoriali, il servizio ai pazienti è comunque garantito solo a metà, in quanto gli interventi saranno svolti solo a Latina o addirittura a Roma. Basti pensare alla disparità di trattamento che ci sarebbe nel solo territorio comunale di Roma rispetto alla provincia di Latina. Nella capitale, LA REGIONE HA SDRAIATO LA SANITÀ Al Fiorini di Terracina 14 posti letto in meno nei reparti di urologia, otorinolaringoiatria, oculistica e dermatologia infatti, c è una media di 9 posti letto ogni mille abitanti tra ospedali civili e cliniche. Mentre in tutta la provincia di Latina il rapporto si abbassa drasticamente fino a 2,7 posti letto ogni mille abitanti. Insomma, tutti pagano le stesse tasse, ma vengono trattati chi da cittadini di serie A e chi di serie B. A questo punto i pazienti saranno in qualche modo obbligati a compiere quei viaggi della speranza che da qualche anno non si effettuavano più. Come se non bastasse, l abolizione dei posti letto con relativo depotenziamento dell intero ospedale, graverà e non poco sulla funzionalità di una struttura quella di Terracina coordinata dal direttore sanitario Sergio Parrocchia già in difficoltà per la carenza di personale e mezzi. La scure si abbatte anche su medici e infermieri con contratti a tempo determinato: tra giugno e dicembre i reparti andranno in tilt Personale medico, 30 precari rischiano il posto RENATO SPONZILLI Manager della Asl Non solo posti letto, la scure non risparmia neppure il personale. Con i tagli alla sanità sono in bilico anche medici e infermieri precari. All ospedale «Fiorini» sono una trentina i professionisti che rischiano il posto. Tra medici e personale paramedico c è addirittura chi è precario da 10 anni, alla faccia della stabilizzazione dei posti di lavoro. I contratti scadranno tra giugno e dicembre e, se non verranno rinnovati, si andrebbero a creare all interno dei reparti delle situazioni di totale emergenza. In Medicina, ad esempio, lavorano oggi cinque precari oltre al primario e un solo contrattualizzato a tempo indeterminato. Ma c è anche il caso limite del pronto soccorso, già ingolfato di pazienti, che si ritroverebbe senz altro decimato. Il personale in servizio al momento conta su 12 unità, tra cui ben 9 sono precari. Cosa succederà? Le istanze dei lavoratori sono già state prese in considerazione dall Anaao- Assomed, sindacato del personale medico e paramedico, che ha incontrato il manager Asl Renato Sponzilli da cui ha ricevuto le dovute rassicurazioni in merito al rinnovo dei contratti. Ma fino a quando non ci sarà nulla di scritto nero su bianco, lo spettro dei licenziamenti non si potrà dire del tutto allontanato. A questo inquietante dilemma va ad aggiungersi il sovraccarico di lavoro già imposto dalla chiusura di altri ospedali vicini (come Sezze e Priverno) e al fatto che, aldilà dei tagli, il numero di medici e infermieri in servizio risulta già insufficiente a garantire la cura dei I sindacati dei medici incontrato il manager Asl Sponzilli che rassicura sul rinnovo dei contratti cittadini. Al pronto soccorso del «Fiorini», infatti, i «camici» dovrebbero lavorare 36 ore settimanali, mentre di media si ritrovano a ricoprire turni per circa 48 ore alla settimana. Ma non è finita: per sopperire alla carenza di organico dell altra struttura del presidio sanitario centro, il «San Giovanni di Dio» di Fondi, il personale effettua ulteriore lavoro straordinario fuori turno. Medici e infermieri stakanovisti, non c è che dire, ma che rischiano, dopo 10 ore di lavoro continuativo, di non avere più quella lucidità per svolgere con accortezza il proprio lavoro. Una situazione, questa, che è bene dirlo, non è certo stata voluta dai dipendenti della sanità pubblica. Ma che è il frutto di una politica «allegra» del sistema ospedaliero. Accessi da record, ma le barelle scarseggiano: così le ambulanze sono costrette ad attendere ore prima di poter lasciare il paziente all ospedale Il Pronto Soccorso ha bisogno... di un intervento di emergenza Lo chiamano pronto soccorso. Ma il soccorso, è davvero pronto? Passi il gioco di parole, che forse ingarbuglia ancora più le idee: all ospedale di Terracina succede davvero l incredibile. Storia di paradossi quella vissuta quotidianamente dal personale in servizio Per sopperire a queste emergenze basterebbe comprare qualche lettiga in più! nel regno dell emergenza. Possibile che in un pronto soccorso manchino le barelle? È come dire che in cucina di un gran ristorante non ci sono i fornelli. Bene, al «Fiorini» succede. E non una tantum, ma tutti i giorni: da mesi. Quando le ambulanze arrivano a sirene spiegate nel parcheggio della postazione del 118, sono obbligate ad attendere ore intere prima di poter lasciare il paziente all ospedale e tornare operative. Questo perché la struttura sanitaria terracinese dispone di così poche lettighe, che quelle presenti vengono occupate dai primi pazienti che arrivano al pronto soccorso. Quando arrivano gli altri in ambulanza, e trovano il «tutto esaurito», obbligatoriamente devono restare a bordo del mezzo del 118. L equipaggio resta dunque «ostaggio» del pronto soccorso e non può correre dietro ad altre emergenze, qualora si verificassero. Una questione serissima, che potrebbe addirittura sfociare in una tragedia, perché la macchina dei soccorsi risulta completamente inceppata non da chissà quale problema irrisolvibile: basterebbe acquistare un numero adeguato di lettighe. Basta così poco!

12 12 CISTERNA n dal 21 aprile al 4 maggio 2011 Lavori parcheggiati in centro dal 2007 a Cisterna: cinema-teatro e parcheggio mai realizzati per inadempienze burocratiche Cantieri congelati, il Pd denuncia i ritardi Isacco, Melchionna e Di Mario del Pd inviano un esposto alla Corte dei Conti Francesco De Angelis C'è chi le chiama le buche della discordia, altri semplicemente piscine all'aperto. Sta di fatto che la questione dei lavori fermi dal 2007 in pieno centro urbano a Cisterna torna a far parlare di sé. Sì, perchè stavolta l'opposizione è passata realmente dalle parole ai fatti: il Partito democratico ha presentato un esposto al procuratore regionale della Corte dei Conti. Ai più la faccenda è ormai nota: il megacantiere al via da luglio 2007 con le operazioni di abbattimento dell'ex cinema Luiselli in via San Rocco - avrebbe dovuto portare (tramite piano integrato) alla realizzazione di un cinema teatro nell'area dell'ex consorzio agrario e di un maxiparcheggio davanti la sede del palazzo comunale. La ditta incaricata però finora ha provveduto soltanto a scavare per costruire le fondamenta, dopo di che stop ai lavori. Il motivo? IL PD INSORGE: «TROPPE OPERE INCOMPIUTE» Da sin. Gerardo Melchionna, Gianni Isacco e Sandro Di Mario TEATRO LUISELLI... UN MIRAGGIO Della maxi-opera in via San Rocco sono state scavate solo le fondamenta, ma il cinema teatro sembra non aver compimento Questioni legate all'investimento milionario, alle polizze assicurative e inadempienze burocratiche hanno decretato di fatto l'interruzione delle opere; lavori incompiuti che rischiano di passare nel dimenticatoio, un vero e proprio schiaffo alla città, imbrattata da due cantieri che offendono l'immagine del cuore urbano. Più volte i consiglieri comunali del Pd hanno chiesto spiegazioni all'amministrazione comunale, arrivando anche a sollecitare la convocazione Non sono previsti interventi per riqualificare l antico convento dei frati Destino ancora incerto per lo storico Mulino Luiselli Non solo i lavori fermi in pieno centro da ormai più di tre anni: fra i mostri arenati nel cuore cittadino di Cisterna spicca da decenni anche l'ex Mulino Luiselli. È un dato di fatto: le amministrazioni comunali che si sono susseguite finora non hanno saputo trovare una soluzione definitiva per lo storico edificio cisternese. Sembrava essere arrivati alla svolta solo qualche anno fa, quando l'amministrazione Carturan mise insieme un piano integrato per ridare ai cisternesi (e a qualche privato di buona volontà) la disponibilità di uno degli edifici più belli e importanti della città. Ora però, sembra sia sfumata anche quest'ultima ipotesi ed il futuro per il Mulino si fa sempre più incerto. La sua storia è nota, se non altro perché va avanti dal 1993, anno in cui il Comune (in accordo con la proprietà) sembrava intenzionato a raderlo al suolo, così come in seguito venne fatto con il Consorzio Agrario (l'origine del problema? buche?). Grazie all'intervento del WWF di Cisterna, però, l'edificio fu sottoposto a vincolo architettonico da parte del ministero competente, che lo riconosceva edificio storico. Oggi, dopo l'approvazione del programma integrato da parte degli uffici regionali, nel quale si prevede la cessione da parte dei proprietari al Comune dell'ex mulino in cambio delle concessioni edilizie nell'area a ridosso dello stesso e in altri terreni situati all'ingresso nord della città, tutto torna al punto di partenza. Niente piano integrato e nessuna soluzione sul tavolo. di un consiglio comunale ad hoc. Ora però Sandro Di Mario, Gianni Isacco e Gerardo Melchionna, insieme al coordinatore cittadino del partito Maurizio Rossi, hanno presentato un esposto alla Corte dei Conti riguardo appunto l'annosa vicenda dei cantieri del consorzio agrario e dell'ex campetto dei preti, ormai da tempo chiusi e abbandonati. «Con l'esposto affermano gli esponenti del Pd - si segnalano i fatti e le circostanze che si sono succeduti in questi anni e si chiede alla procura della Corte dei Conti di accertare un eventuale danno erariale e l'adozione di misure cautelari». Il Partito democratico ritiene che in questa vicenda il Comune di Cisterna sia stato danneggiato e che nessuna azione legale volta a tutelare il patrimonio del Comune sia stata intrapresa. «Una società privata proprietaria dell'area dove sorgeva il consorzio agrario incalzano Di Mario, Isacco, Melchionna e Rossi - si era obbligata con il Comune, nel quadro di un programma integrato di intervento, a realizzare il teatro (sull'area pubblica dove sorgeva il cinema Luiselli) e 3 piani di parcheggio interrato (sull'area pubblica dove sorgeva l'ex campetto dei preti). A garanzia della buona ed integrale esecuzione di tutte le opere rilasciava fideiussioni assicurative per oltre 8 milioni di euro...». E poi? «Ad oggi le opere non sono state eseguite e la società assicurativa che aveva rilasciato le fideiussioni è fallita, ancor più risulta coinvolta in indagini per truffa nel settore delle fideiussioni false. Di fronte a un quadro così preoccupante riteniamo che l'inerzia dell'amministrazione ad intraprendere un'azione legale possa pregiudicare il completo e integrale soddisfacimento dei diritti di credito del Comune». Per tale motivo il Pd ha chiesto alla Corte dei Conti di accertare l'esistenza di un danno erariale o l'adozione di misure cautelari. «Non abbiamo nessuna intenzione di abbassare la guardia chiudono i democratici -. Vigileremo affinché il consiglio comunale non venga chiamato in futuro a deliberare, come già avvenuto a giugno 2010, su ipotesi di rinuncia ai diritti pubblici di risarcimento, riservandosi diversamente di informare di nuovo e senza indugio la Procura per l'accertamento di ulteriori responsabilità». Il Sindaco di Cisterna contro i consiglieri del Pd Merolla replica:«la denuncia potrebbe portare nuovi ritardi» si può che deprecare l'azione del Pd, ma, d'altronde, ognuno è libero «Non di fare politica nel modo che crede giusto. Il mio timore è solo quello che questo nuovo elemento possa ritardare ulteriormente la risoluzione della questione, proprio ora che iniziano ad intravedersi nuovi scenari che possono davvero rappresentare la fine di questo annoso problema». Questo il commento del sindaco di Cisterna Antonello Merolla dopo aver appreso dell'esposto presentato dal Pd alla Corte dei Conti sul caso buche in centro. «Nonostante l'azione intrapresa dall'opposizione aggiunge il primo cittadino, l'amministrazione comunale va avanti per la strada che Ad oggi le opere non sono state eseguite e la società assicurativa è fallita, l amministrazione deve muoversi! sta tracciando». Quale? «In questi giorni dovrebbe arrivare in Comune il progetto della nuova società interessata a completare i lavori e poi faremo le nostre valutazioni per fare in modo che il problema venga risolto nel minor tempo possibile e a vantaggio dei cittadini. Non vorrei - continua il sindaco - che questa dell'esposto sia l'ennesima manovra fatta proprio per bloccare questa nuovo progetto». Dunque un complotto messo in atto da forze di maggioranza e di opposizione? «No, a quello non voglio credere conclude il primo cittadino -: se il Partito democratico si fosse ridotto a questo tipo di giochi, allora vorrebbe dire che è arrivato proprio alla frutta».

13

14 14 Francesco Buda BOLLETTA ACQUA n dal 21 aprile al 4 maggio 2011 La Corte di Cassazione ha ribadito che se la depurazione non viene fornita, il gestore non può esigere il relativo canone Se il depuratore non c è, non va pagata la tassa Pure la Corte Costituzionale ha bocciato il balzello, poi reintrodotto dal Parlamento È stato bocciato ancora una volta l'obbligo di pagare il servizio depurazione anche quando non c'è. A stroncare l'odioso balzello stavolta è la suprema Corte di Cassazione, il 14 aprile scorso (con la sentenza n. 8318). Una decisione che apre nuove inaspettate - e sacrosante possibilità di vincere cause contro i gestori idrici che non danno fogne e depuratori adeguati. I massimi giudici hanno infatti sottolineato che deve essere rispettato il principio della corrispettività tra la quota dovuta ed il servizio di depurazione. Cioè: uno deve pagare se e quando riceve in cambio ciò per cui paga. Ha così sentenziato dando torto al Comune di Milano, che pretendeva i soldi per la depurazione LATINA MARE Il depuratore ormai insufficiente, in più occasioni ha scaricato acque inquinate che non aveva fornito. Questa sentenza riapre uno squarcio nella fortezza eretta dalla casta al fianco dei mercanti dell'acqua, che promettono di rendere efficiente il sistema, a costi giusti e di risolvere i problemi (vedi emergenza arsenico, ma pure la grave situazione Sentenza importantissima: chiarisce ancora una volta che si paga solo per ciò che si riceve dei depuratori, che spesso non ci sono o funzionano male). Il balzello sui depuratori inesistenti (o rotti) è uno degli emblemi della casta spremilimoni, che tratta cittadini e utenti come salvadanai da saccheggiare e l'ambiente come una discarica. Magari da bonificare con gli stessi boss che si accaparrano l acqua e magari inquinano perché non fanno i depuratori, o li fanno e gestiscono male. Previsto dalla riforma del servizio idrico, la legge Galli n. 36 del 1994, tale obbligo di pagare per un servizio di là da venire, era stato già dichiarato ingiusto e contrario alla madre di tutte le leggi italiane, la Costituzione, dalla Corte Costituzionale ad ottobre La Corte aveva ben chiarito che non si poteva continuare a caricare sulle bollette idriche anche il canone sui depuratori inesistenti o rotti solo perché c'era l'intenzione di realizzarli o sistemarli, come accadeva fino ad allora. Dopo quella storica decisione, era scattata la mobilitazione delle associazioni dei consumatori con le richieste ai gestori di rimborsare le tariffe illegittime ingiustamente riscosse. Un terremoto per le casse dei mercanti dell'acqua che si sarebbero visti costretti a restituire ingenti somme, visto che circa il 30% degli utenti non è servito dai depuratori. Pochi mesi, e ci ha pensato la casta a neutralizzare l'atto di giustizia dei giudici costituzionali: a febbraio 2009 il Parlamento ha approvato la legge n. 13 che e reintroduce di GENZANO, ZONA LANDI Depuratore pagato coi soldi pubblici mai entrato in funzione. Oltre abitanti senza fognature APRILIA, DEPURATORE DI VIA DEL CAMPO Costruito male, invece di depurare inquina Chi in bolletta si ritrova il canone depurazione anche se non riceve il servizio, può far valere questa sentenza sana pianta l'assurda gabella, o tangente, se preferite, azzerando quanto stabilito dalla Corte Costituzionale. Ora la situazione viene ribaltata nuovamente, in nome dei più elementari princìpi civili ed economici: «Non si può obiettare che la corrispettività fra la suddetta quota e il servizio di depurazione sussisterebbe comunque ribadiscono i magistrati della terza sezione civile della Cassazione -, perché le somme pagate dagli utenti in mancanza del servizio sarebbero destinate, attraverso un apposito fondo vincolato, all'attuazione del Piano di ambito, comprendente anche la realizzazione dei depuratori». Infatti la legge stabilisce che per imporre ed incassare il canone di depurazione anche se i depuratori non ci sono, basta prevedere nei Piani d'ambito, cioè tra le opere in progetto, la realizzazione di nuovi depuratori. La sentenza 8318 della Cassazione ha smentito le decisioni dei giudici di primo e secondo grado, cioè del Tribunale e della Corte d'appello di Milano. Si tratta di una decisione importantissima, visto che la Cassazione garantisce «l esatta osservanza e l uniforme interpretazione della legge, l unità del diritto oggettivo nazionale». Quindi per logica giuridica e giustizia, chi non è allacciato alla rete fognante o è servito da un depuratore inefficiente (come ad esempio l'impianto di via del Campo ad Aprilia), può contare su quanto appena stabilito dai massimi giudici nazionali e fare causa al gestore che gli appioppa il canone di depurazione e far valere il fondamentale principio appena ribadito dalla terza sezione civile della Cassazione. Leggi l inchiesta su Con un iter rapidissimo, insolito per l'italia, il Parlamento con la legge numero 13 del 2009 ha reintrodotto il canone di depurazione obbligatorio anche per chi non riceve il servizio. Questo nonostante la sentenza n. 335 del 2009 della Corte Costituzionale avesse dichiarato illegittimo questo canone, dove i depuratori non ci sono, non funzionano o funzionano male (ad esempio ad Aprilia, Anzio, Latina e sui Castelli Romani). Hanno votato per far reintrodurre l'assurdo balzello anche i seguenti parlamentari che prendono voti tra le province di Roma e Latina: Fazzone Claudio, De Angelis Candido, Amici Teresa detta Sesa, Moffa Silvano, Cursi Cesare, Mussolini Alessandra. Astenuta Maria Teresa Formisano. Leggi l'inchiesta su (Il Caffè n. 167, pagine 4 e 5).

15

16 16 LE AZIENDE INFORMANO n dal 21 aprile al 4 maggio 2011 Al di là dei gusti, ci sono alcuni requisiti che migliorano notevolmente il valore estetico e la vivibilità di una abitazione Quando una casa può dirsi bella davvero? Sta sorgendo ad Aprilia un nuovo elegante quartiere con molto verde e appartamenti di grande qualità In casa si vive una parte troppo importante della propria vita per non pretendere, nel momento dell'acquisto, tutta una serie di requisiti che ne incrementano il valore e la 'vivibilità'. Perché una casa deve essere sì bella, ma anche 'intelligente'. Il Complesso Residenziale Trentastelle offre, ad un prezzo conveniente, questa serie di caratteristiche che qualificano un appartamento, aumentandone non solo la bellezza, ma anche il valore d'uso. LUMINOSITÀ Ogni appartamento ha un grande finestrone nel soggiorno che dà su un grande terrazzo e permette di vivere in una casa piena di luce, in palazzine sufficientemente distanziate da lasciare sempre anche ottime vedute. GRANDE TERRAZZO Il terrazzo è grande, coperto e abbastanza riparato ai lati così da poterlo vivere quasi tutto l'anno come fosse una stanza in più della casa e in cui è possibile pranzare comodamente in almeno otto persone. Inoltre, è dotato di vani chiusi che fungono da ripostiglio e, lungo tutto il suo sviluppo, è corredato da fioriere dotate di impianto di irrigazione. FINITURE DI QUALITÀ Le vasche idromassaggio sono Jacuzzi, le caldaie sono Vaillant, i condizionatori Daikin, i pavimenti Impronta Ceramiche, i parquet Corà, i sanitari Hatria, le rubinetterie Mamoli, le finestre in douglas massello sono Fratoni Serramenti, le porte interne Cormo, i portoncini blindati Dierre. Una casa deve essere sì bella, ma anche intelligente ELEGANTE QUARTIERE Un quartiere nuovo con molto verde, parcheggi, belle palazzine, servizi a portata di mano: supermercato, scuole, parco pubblico, chiesa, stadio, fermata autobus, stazione ferroviaria, impianti sportivi e confinante con una magnifica area di centinaia di ettari di vera campagna. IN UNA CITTÀ CON TUTTI I SERVIZI APPARTAMENTO MEDIO Aprilia è la quarta città del Lazio per dimensioni, non troppo grande né troppo piccola, perché offre tutti i servizi caratteristici di un capoluogo di provincia. Il mare ed i Castelli Romani distano 15 km ed il centro di Roma è raggiungibile in 30 minuti con un comodo servizio ferroviario. Il Complesso Residenziale Trentastelle è realizzato all interno della città e risponde per caratteristiche costruttive e rifiniture alle esigenze di chi cerca una splendida sistemazione ad un prezzo conveniente. ALTRE CARATTERISTICHE Facciata in cortina di prima qualità per evitare costose manutenzioni, doppio isolamento termico e acustico, doppi ascensori, spazi comuni attrezzati e zone verdi comuni recintate e controllate dal servizio di portineria. ATTICO Contatti Per ulteriori informazioni oppure TEL APPARTAMENTO GRANDE APPARTAMENTO PICCOLO

17 n dal 21 aprile al 4 maggio 2011 NOTIZIE DALLA REGIONE SPIONAGGIO Il mistero aleggia negli uffici della Regione Lazio. Forse si spiava sul settore rifiuti Microspie in Regione, chi è stato? Il mistero delle microspie posizionate all'interno degli uffici della Regione Lazio risale alle sere del 3 e del 18 marzo, quando si sono presentati, presso la sede di Via Cristoforo Colombo, un tenente ed un appuntato dell'istituto di Vigilanza "Roma Union Security". Hanno ordinato a tutte le persone in servizio di abbandonare le rispettive postazioni, di non effettuare i giri periodici di controllo e di radunarsi al pian terreno dello stabile. A questo punto hanno fatto accedere 4 persone sconosciute ed in borghese, prelevando le chiavi degli uffici, tra cui quella della Presidenza, dove sono entrati trattenendosi per oltre 2 ore. Nonostante l'ordine di non raccontare il fatto, alcune guardie giurate hanno confessato tutto ai sindacati. Da lì nasce l'esposto dell'8 marzo. Ventiquattro ore dopo è stata effettuata la bonifica degli ambienti che ha portato al rinvenimento di tre microspie e una microcamera. I pm romani adesso hanno chiesto accertamenti per capire se la microspia installata nella stanza della Presidente Renata Polverini fosse stata messa dalle forze dell'ordine di altri uffici giudiziari, ma questa circostanza è stata negata con fermezza dai colleghi delle altre procure. Le indagini quindi vanno fatte per capire chi ha posizionato le altre miscrospie come quelle ritrovate nell'ufficio dell'assessorato alle Attività Produttive (che si occupa della gestione rifiuti nel Lazio): sono diverse, infatti, nel Lazio le inchieste giudiziarie in corso sul settore rifiuti. Si sta vagliando infatti l'ipotesi che le cimici trovate potrebbero essere riconducibili proprio ad attività investigative sull'immondizia laziale, uno dei più grandi business sul territorio. Ad occuparsi della faccenda in prima persona è il Pubblico Ministero Nicola Maiorano, titolare dell'indagine, che però non sembra voler considerare, per il momento, un altro giallo della Regione: sono stati scoperti seicento badge (tesserini elettronici) assegnati a «sconosciuti» che potevano entrare e uscire dall'edificio indisturbati. Annalisa Marcello RENATA POLVERINI Presidente della Regione, finita al centro di un caso di presunto spionaggio PROPOSTA DI LEGGE Ostelli della gioventù agli enti pubblici Via libera del Consiglio Regionale del Lazio per l approvazione della proposta di legge che conferisce agli enti pubblici la totale gestione degli Ostelli della Gioventù. Tra i possibili gestori ci sono enti religiosi, cooperative sociali e associazioni no profit. La norma ha l'obiettivo di ridare slancio e vitalità agli ostelli della gioventù nel Lazio, a volte dimenticati o mal organizzati, che adesso avranno un impronta più libera e a portata dei giovani che sono i maggiori fruitori. RIFIUTI Compri un nuovo oggetto lasciando quello rotto al negoziante Elettrodomestici? Uno contro uno Come si smaltiscono i più comuni elettrodomestici? Esiste un decreto varato dal Governo nel giugno 2010 e denominato uno contro uno che obbliga i venditori di tali oggetti al ritiro gratuito dell'apparecchiatura dismessa a fronte dell'acquisto di un prodotto nuovo equivalente. Peccato che quasi nessuno ne sia a conoscenza. È quanto emerge da una ricerca effettuata da Ipsos per conto di Ecodom (Consorzio italiano di recupero e reciclaggio degli elettrodomestici): l'obiettivo è stato quello di analizzare il comportamento degli italiani in materia di raccolta dei Raee (rifiuti elettronici), realizzando uno studio su un campione di 1206 persone provenienti da tutto il territorio nazionale. A quanto pare in Italia il 53% della popolazione non conosce il decreto, ma la notizia sconvolgente riguarda proprio la Regione Lazio: il 57% dei laziali non è a conoscenza dell'uno contro uno, il 29% dichiara di saperne qualcosa senza approfondire dettagli, mentre soltanto il 14% conosce bene il decreto. É un risultato preoccupante, anche perché lo smaltimento corretto dei rifiuti è un passo fondamentale per il benessere ambientale. A dimostrarlo sono sempre i dati di Ecodom: nel Lazio sono state infatti gestite 626 tonnellate tra frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie, cappe, forni e scalda-acqua da cui sono stati ricavati ben Kg di ferro, Kg di alluminio, Kg di rame e Kg di plastica. Inoltre, grazie al processo di trattamento, l'atmosfera è stata salvata da tonnellate di anidride carbonica. Annalisa Marcello CONCORSO Sol d oro: 4 medaglie alla regione L olio prodotto nel Lazio è il migliore d Italia Il Lazio è la Regione migliore al mondo per la produzione di olio di qualità: è quanto emerge dai risultati ottenuti durante il concorso Sol d'oro di Verona, dove su 9 candidati ben 4 medaglie sono state vinte da produttori laziali. Il Sol d Oro ha l'obiettivo di presentare a consumatori ed operatori la migliore produzione oleicola nazionale e internazionale, evidenziando gli oli extravergini d oliva tipici nelle loro varietà, mettendo in risalto l origine geografica e lo sforzo delle aziende orientato al continuo miglioramento qualitativo dei prodotti. Gli oli più meritevoli sono stati valutati e premiati da una giuria altamente qualificata, per la qualità espressa nell annata secondo le categorie: fruttato leggero, medio e intenso. Le aziende premiate vengono dalla provincia di Latina (Sonnino e Priverno) e Viterbo. La superficie regionale ricoperta dagli ulivi è di circa 87 mila ettari e rappresenta quasi il 50% dell intera superficie destinata a tutte le colture da frutto compresa la vite. Nelle province laziali l incidenza della superficie così coltivata raggiunge la punta massima a Roma e Viterbo rispettivamente con il 27% e il 24% dell intera superficie regionale ad olivo.

18 18 STORIE n dal 21 aprile al 4 maggio 2011 Si calò a testa in giù per prendere quel bimbo a Vermicino. Ma invano GIUGNO 1981 Tre giorni di dramma collettivo vissuto per la prima volta attraverso radio e tv PERTINI E ANGELO LICHERI da sin. l amato Presidente della Repubblica visita Alfredino; Angelo dopo la sua discesa nel pozzo per salvare Alfredino Angelo Licheri, che vive a Nettuno, 30 anni fa protagonista della prima tragedia in diretta tv che tenne l Italia col fiato sospeso Il rimpianto di non aver salvato Alfredino Francesca Tammone Era un Italia diversa quella di trent'anni fa. Il 10 giugno del 1981, era mercoledì sera, il piccolo Alfredo Rampi stava giocando in un terreno vicino a Vermicino, quando cade in un pozzo artesiano. Arrivano quasi subito i Vigili del Fuoco della provincia di Roma, sotto il comando di Elveno Pastorelli a cui spetta il compito di organizzare i soccorsi. Alfredino è un bambino di 6 anni nato con una malformazione cardiaca, non grave. Dopo la caduta è scivolato trentasei metri sotto terra. Così piccolo è al buio, immerso nel fango: la prima ANGELO LICHERI Oggi ha 67 anni preoccupazione di tutti è parlargli, avere informazioni sulla sua salute e fargli sapere che lassù tutti si stanno dando da fare per estrarlo da quel brutto posto. Ma in breve i tentativi per salvarlo risultano subito vani. Per la prima volta in Italia, arrivano operatori delle radio e tv private, e giornalisti dei maggiori quotidiani, così tutta la nazione ascolta le parole ed il dialogo del bambino con un vigile del Il ricordo di quelle giornate è indelebile. Ci ho pensato spesso in tutti questi anni con grande rammarico fuoco: sarà la prima tragedia vissuta in maniera collettiva attraverso i media. Le operazioni di scavo sono molto lente, i giorni passano, i tentativi di salvarlo falliscono. Un signore, Angelo Licheri, si cala a testa in giù nel pozzo, la cui larghezza è di soli 25 cm, dove è imprigionato Alfredino. Angelo raggiunge il bambino, lo vede ed ancora respira, ma è pieno di fango, gli pulisce la bocca, riesce anche a mettergli un imbracatura. Purtroppo IL TENTATIVO FALLITO I Vigili del fuoco calano Angelo nel pozzo Alfredino ha le ginocchia rannicchiate ed il fango complica tutto. Dopo una serie di tentativi Licheri rinuncia e torna in superficie, è stordito e sanguina vistosamente. Viene portato in ospedale. Seguono altri tentativi, ma il bimbo ormai non respira più. Il medico presente ufficializza la notizia, che tutti ormai tragicamente sanno, e conferma che il bambino è morto. Oggi Angelo Licheri vive a Nettuno, pensa spesso a quelle manine che riuscì a stringere, a quella piccola vita che poteva salvare, ma che scivolò via nel buio, nonostante l attenzione dell Italia intera. Angelo ora ha 67 anni, ha avuto una vita complessa, è vissuto in Africa per cinque anni ed è tornato in Italia alla fine del 1999, scegliendo di vivere nella città del tridente. La salute non lo assiste, il diabete lo tormenta ed è la causa delle sue difficoltà economiche. Adesso è ricoverato all ospedale San Raffaele di Velletri, ha subìto l amputazione di Oggi sono io ad avere bisogno, chiedo una mano al Comune una gamba e deve fare la riabilitazione; ci racconta: «Dovrò imparare ad usare la protesi e con il diabete sarà un problema, ma oltre ai problemi di salute mi preoccupa la mia situazione economica ed il fatto che la mia casa si trova al primo piano, senza ascensore. Mi auguro, come è successo in passato, che l assessore ai servizi sociali del Comune di Nettuno mi aiuti a risolvere i miei problemi». Ascoltandolo parlare, è impossibile non riconoscere quella voce sentita trent anni fa in televisione, gli chiediamo di quei giorni, lui risponde: «Furono giornate tanto drammatiche e tristi, è impossibile cancellarne il ricordo, ci ho spesso pensato in questi anni, e mi sono spesso rammaricato di non essere riuscito a salvare quella piccola vita». Il Comune: «Continueremo ad aiutarlo» «Ci siamo già occupati del signor Licheri circa due anni fa, era il 2007 quando il suo caso è arrivato all attenzione dei servizi sociali del Comune di Nettuno - spiega l assessore ai servizi sociali di Nettuno, Domenico Cianfriglia, che prosegue -: in quell occasione siamo riusciti a fargli ottenere il contributo per l affitto agevolato, che ha percepito per il 2007 e per il Adesso, la sua convalescenza e riabilitazione durerà circa due mesi: quando sarà dimesso, ci impegneremo a trovare una soluzione ai suoi problemi, come facciamo per tutte le persone che si trovano in situazione sociali difficili».

19 n dal 21 aprile al 4 maggio 2011 NOTIZIE DALLA REGIONE 80mila firme contro la proposta dell on. Tarzia: prevede l ingresso delle associazioni cattoliche nella gestione delle strutture Protesta contro la riforma dei consultori PROTESTA DAVANTI AL PALAZZO DELLE REGIONE A Roma sono state poste decine di scatole con le 80mila firme contro la riforma Tarzia Contestato l ingresso di realtà esterne, la Tarzia difende la legge: il servizio resta gratuito Raccolte 80mila firme per dire no alla riforma dei consultori familiari proposta dalla consigliera regionale Olimpia Tarzia. La protesta poi si è concretizzata davanti al Palazzo della Regione Lazio a Roma, dove decine di scatole, con all'interno le firme raccolte, sono state depositate a formare un muro davanti la sede della Giunta regionale in via Cristoforo Colombo. Molte donne, già mamme o in attesa di un bambino, si sono scagliate proprio contro la Tarzia. Queste donne hanno dimostrato, con la loro protesta, che i consultori favoriscono, grazie al loro ruolo di informazione, le famiglie. Un modo per dire no a una riforma che cancella anni di lotte che hanno sempre difeso il carattere pubblico dei consultori. Il Pd romano afferma che questa proposta di legge è sbagliata, serve piuttosto potenziare le strutture pubbliche. La riforma prevede l'istituzione di un comitato bioetico ed il riconoscimento dei consultori privati che già lavorano sul territorio: le strutture costituite da associazioni familiari o che fanno capo a Diocesi sarebbero sostanzialmente equiparate ai consultori pubblici e finanziate dalla Regione. Nel caso in cui la donna scelga di non abortire (e abbia un reddito sotto la soglia di povertà) è previsto un assegno di sostegno mensile rinnovabile fino a che il bimbo compia 5 anni. La Tarzia, consigliere della Lista Polverini e tra i fondatori del Movimento per la vita, difende la sua proposta: «Nessun consultorio pubblico chiuderà, ma la legge amplierà la possibilità di scelta per le donne, con diverse tipologie di consultori, ma il servizio rimarrà comunque gratuito». Dal 28 aprile parte la mostra Cinecittà apre al pubblico In attesa della realizzazione di un Museo del Cinema permanente, gli Studios di Cinecittà apriranno le porte al pubblico per la prima volta: in occasione del 74 anniversario dalla fondazione, che risale al 1937, viene inaugurata il 28 aprile Cinecittà si mostra, un esposizione che permetterà a tutti di poter ammirare i fantastici studi, dimora di set cinematografici tra i più importanti al mondo. La mostra che, è stata promossa da Cinecittà Studios in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia, sarà allestita nelle aree all'aperto e all'interno delle due palazzine storiche, quella presidenziale e la Fellini. Il percorso si svilupperà attraverso sale dedicate ai costumi e alla scenografia, alla post-produzione, oltre che attraverso locali che raccolgono la testimonianza dei gloriosi anni '50/'60: vera età dell'oro del cinema italiano. SANITÀ Il 3 e 4 maggio stato di agitazione dei dottori di famiglia Troppo lavoro e poche risorse, i medici di base scioperano Il consiglio regionale della Fimmg Lazio ha stabilito che i medici di famiglia sciopereranno il 3 e 4 maggio prossimi. Lo sciopero è motivato da tre anni di vacanza contrattuale, due anni di attesa per l'adempimento della preintesa regionale, senza dimenticare i carichi di lavoro aumentati del 50% e costi lievitati fino a mila euro l'anno per la gestione informatica dello studio: una perdita di 10mila euro l'anno. I medici di famiglia del Lazio lamentano questo stato di crisi e non vogliono più subire l'indifferenza delle autorità. «La Fimmg Lazio in 12 anni non ha mai fatto una sola giornata di sciopero e ha sempre cercato di garantire il servizio ai cittadini si legge in una nota della federazione -. I medici del Lazio, oggetto di pressioni per contenere la spesa farmaceutica, assediati da cittadini sempre più esasperati da liste di attesa, non ne possono più». La Fimmg chiede che il sistema sanitario si rinnovi perché i medici di famiglia non possono sopperire da soli alle mancanze di un sistema che si sta 'dissanguando'. La Fimmg, a seguito dei mancati risultati dopo l'incontro presso l'assessorato della Salute, proclama lo stato di agitazione, avviando in data 3 e 4 maggio lo sciopero dei medici. PROGETTI Scade il 17/5 151mila euro per i giovani La Regione Lazio stanzia 151mila euro per sostenere progetti ed attività rivolti ai giovani. Per ogni progetto è previsto un finanziamento massimo di 24mila euro. Le offerte e la relativa documentazione dovranno pervenire entro il 17 maggio alla Regione Lazio. Per maggiori informazioni consultare il sito

20 I COLLABORATORI: Teresa Faticoni, Memi Marzano, Francesco De Angelis, Stefano Cortelletti, Daniele Triolo, Rita Recchia, Francesco Avena, Riccardo Angelo Colabattista, Ilaria Proietti, Paolo Mastrantoni, Andrea Lucidi SANITÀ La Regione tassa ulteriormente l attività intramuraria dei medici: ora i dottori guadagneranno 22 euro lordi all ora Goretti, liste di attesa sempre più lunghe I DOTTORI NON CI STANNO! I medici del Goretti che effettuano prestazioni in regime libero professionale sono sul piede di guerra Sanità privata alla riscossa? Pare di sì a guardare alcuni provvedimenti adottati dalla Regione Lazio. Uno di questi riguarda l attività libero professionale intramuraria: cioè i medici, che di giorno lavorano in ospedale al Santa Maria Goretti, in alcune ore del giorno di solito di pomeriggio effettuano visite di laboratorio in regime libero professionale nelle strutture del Goretti a prezzi accessibili. Un sistema che aveva in qualche modo non risolto, ma nemmeno aggravato, le liste di attesa, cronica inefficienza della sanità laziale. Al medico che effettuava l attività intramuraria veniva pagato un corrispettivo di 30 euro lordi l ora per queste prestazioni aggiuntive. Ma dalla Pisana hanno pensato di tassare ulteriormente di 8 euro l attività: il che significa che il dottore ci guadagna 22 euro lordi all ora. Considerando le tasse che si pagano a fine anno con questo tipo di prestazioni è ben poca cosa. Chi glielo fa fare ai dottori? Immaginiamo in quanti ritireranno la disponibilità con un conseguente terribile aggravio della situazione delle liste di attesa, che in alcuni casi superano anche i due anni. Si aggiunga che il piano sanitario regionale ha determinato il blocco di sostituzioni e assunzioni del personale dipendente e sospeso alcuni investimenti tecnologici e strutturali in nome della crisi, nell unica azienda sanitaria che non era un buco nero da riempire di soldi. Il problema deflagrerà nel mese di maggio, quando i cittadini non potranno più recarsi negli ospedali del Lazio per prenotare visite mediche ed esami diagnostici: il personale del comparto sanitario infatti non è più disposto a fare lavoro aggiuntivo. «Non solo per la decurtazione della cifra oraria corrisposta, ma soprattutto per una questione di dignità! Fa male, a chi lavora, questo atteggiamento del potere. Dietro l angolo, lo abbiamo capito dicono i medici nella loro nota - cara Polverini, c è la sanità privata alla riscossa». Teresa Faticoni SINDACATI Iniziativa per la settimana europea delle energie sostenibili La Uil porta Latina in Europa BORGO SANTA MARIA Fiumi di liquami, in tilt i depuratori Anche Latina ha partecipato alla settimana europea per le energie sostenibili. Dell iniziativa si è fatta promotrice la Uil con un convegno sul tema dei rifiuti urbani quale vera sfida del terzo millennio e cui hanno partecipato tanti attori locali e nazionali delle istituzioni e dell associazionismo. «Il tema dei rifiuti dichiara Luigi Garullo, Segretario Generale Uil Latina - è un fatto di importanza fondamentale per ogni territorio e sicuramente a Latina se ne discute ancora troppo poco: non analizzare a fondo questioni di questo tipo ammonisce Garullo - significa favorire le condizioni future affinché si determinino disastri ambientali come quelli avvenuti in Campania. Inoltre aggiunge Garullo la questione delle energie rinnovabili va messa anch essa al centro di una più ampia riflessione, in quanto è uno dei pochi settori che può generare anche sul nostro territorio nuova e buona occupazione, se i processi di sviluppo vengono pianificati e governati con attenzione». LUIGI GARULLO Segretario Generale Uil Latina Capita sempre più spesso che dal depuratore di Borgo Santa Maria si registri la fuoriuscita di liquami non trattati. I tecnici dell Arpa Lazio si sono recati sul posto, dove hanno constatato e verbalizzato l accaduto dopo l esposto dei cittadini, esasperati dalla situazione. I depuratori costruiti 30 anni fa non sono più sufficienti a sopportare l esponenziale aumento dei cittadini nel borgo, dove ci continua a costruire senza che siano messe a dimora opere di urbanizzazione primaria né secondaria. Cosa aspetta Acqualatina a investire poche migliaia di euro per mettere a posto l indecente situazione? Una domanda cui cerca risposte il Comitato per la salute pubblica sorto in concomitanza con la questione dell arsenico e che ora sta allargando la sua azione ad altri importantissimi temi. CONFARTIGIANATO Proposta del pres. Mantovani Accesso al credito, serve una banca di garanzia Successo per l iniziativa promossa dalla Confartigianato sul credito per le imprese. La giornata sui finanziamenti agevolati si è svolta con una grande risposta di operatori e imprese, con il Patrocinio dell Ordine dei Commercialisti e dei Consulenti del lavoro. Il Presidente Aldo Mantovani ha portato il saluto della Confartigianato. Uno dei messaggi focalizzati è stato quello di una necessità di fare sinergia tra Ordini professionali, Associazioni di categoria e sistema creditizio; azione che Confartigianato da tempo sta portando avanti. Nei giorni scorsi, Confartigianato ha fatto una prima fotografia delle criticità del settore e l ha presentata alla Commissione Lavoro e Formazione della Provincia di Latina; fotografia che ha evidenziato l esigenza di maggiore sinergia tra Istituzioni e operatori, puntando su un progetto di sviluppo locale basato sul principio della sussidiarietà. In particolare, sulla situazione del credito, la Confartigianato evidenzia una difficoltà di dialogo delle imprese con le banche e vi è l esigenza di ragionare su un rinnovato sistema di garanzie; sistema che deve vedere coinvolto sia l Associazione di categoria e sia il Confidi che l Amministrazione provinciale, puntando inizialmente ad un fondo di garanzia locale per le imprese della provincia, per poi arrivare in futuro ad una vera Banca di Garanzia locale. Il direttore Ivan Simeone ha anche evidenziato il ruolo che la Confartigianato sta portando avanti, come sindacato dei piccoli imprenditori, mettendo in rete le banche locali con il Confidi e i consulenti.

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

1 di 2 04/10/2012 10:12

1 di 2 04/10/2012 10:12 http://fe-mn-andi.mag-news.it/nl/n.jsp?6o.vp.a.a.a.a 1 di 2 04/10/2012 10:12 Numero 4 - Novembre 2010 Il potere degli eletti : come lo interpretano alcuni e cosa ne penso io. Uno dei temi che sicuramente

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI MODELLO N. 15 (PARL. EUR.) Verbale delle operazioni dell ufficio elettorale di sezione per l elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all Italia ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA (ANSA) ROMA, 3 SET "Il documento ultimatum che gli Assessori alla Salute hanno inviato al

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova

Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova Il capo del Governo Da almeno una decina d anni mi sono convinto che il passaggio delle quote è inevitabile. Una volta cambiato

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra:

Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra: Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra: Un primo vincolo è rappresentato dalla sentenza della Corte Costituzionale

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC. Pagina 1 di 5 REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale, Sezione Quinta ANNO 2004 ha pronunciato la seguente DECISIONE

Dettagli

CI INTERESSA visione, strategia, politiche

CI INTERESSA visione, strategia, politiche CI INTERESSA visione, strategia, politiche 45 Convegno Santa Margherita Ligure Grand Hotel Miramare 5 6 giugno 2015 La politica e le politiche sono cose molto diverse. La prima troppo spesso sembra attenta

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI Deliberazione del Consiglio nazionale dell Ordine dei giornalisti 9 luglio 2014 1. Canale unico di accesso alla professione Per esercitare l attività professionale

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Sommario Rassegna Stampa

Sommario Rassegna Stampa Sommario Rassegna Stampa Pagina Testata Data Titolo Pag. Rubrica Edilizia 38 Il Sole 24 Ore 23/01/2015 IN BREVE - EDILIZIA 3 Rubrica Lavori pubblici 36 Il Messaggero - Cronaca di Roma 23/01/2015 DAL MUSEO

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni di Pierluigi Rausei * La Sezione II, del Capo III (Disciplina

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Statuto del Partito Democratico

Statuto del Partito Democratico Statuto del Partito Democratico Approvato dalla Assemblea Costituente Nazionale il 16 febbraio 2008 CAPO I Principi e soggetti della democrazia interna Articolo 1. (Principi della democrazia interna) 1.

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Struttura giuridica e sede del Tribunale

Struttura giuridica e sede del Tribunale Bundesgericht Tribunal fédéral Benvenuti! Visita del Tribunale federale Tribunale federale Tribunal federal Vista della facciata frontale, Tribunale federale Losanna Foto: Philippe Dudouit L organizzazione

Dettagli

SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - "testamento biologico")

SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - testamento biologico) SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - "testamento biologico") effettuato tra i chirurghi italiani delle varie branche e delle diverse specialità per conto del Collegio Italiano

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012)

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) L art.19 del DL 95/2012 convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012,

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

Durc online: dal 1 luglio nuova procedura di verifica della regolarita' contributiva

Durc online: dal 1 luglio nuova procedura di verifica della regolarita' contributiva RASSEGNA STAMPA UNISANNIO 02/07/2015 Indice Il Sannio Quotidiano 1 Unisannio Atenei campani, il rettore Filippo de Rossi al vertice Il Mattino 2 Unisannio Coordinamento atenei campani: de Rossi al vertice

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

conquista il mondo in pochi minuti!

conquista il mondo in pochi minuti! conquista il mondo in pochi minuti! Il gioco di conquista e sviluppo più veloce che c è! Il gioco si spiega in meno di 1 minuto e dura, per le prime partite, non più di quindici minuti. Mai nessuno ha

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE REPORT ANNUALE - 2011 - ITALIA (Aprile 2011) Prof. Alessandra PIOGGIA INDICE 1. LA PRIVATIZZAZIONE 2. LE COMPETENZE

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

MORTI BIANCHE/ SENATORI PD, NUOVO GOVERNO PROSEGUA LAVORO

MORTI BIANCHE/ SENATORI PD, NUOVO GOVERNO PROSEGUA LAVORO Pagina 1 di 5 Giovedì, 8 Maggio 2008 Notizie Web Politica NOTIZIE Cronaca Economia Esteri Politica Scienze e Tech Spettacoli Sport Top New MORTI BIANCHE/ SENATORI PD, NUOVO GOVERNO PROSEGUA LAVORO Presentata

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

www.avvocatoromano.it www.studiolegalegiovanniromano.it

www.avvocatoromano.it www.studiolegalegiovanniromano.it Avv. Giovanni Romano Avv. Paola Genito Avv. Natascia Delli Carri Avv. Maria Cristina Fratto Avv. Annalisa Iannella Avv. Egidio Lizza Avv. Giuseppina Mancino Avv. Roberta Mongillo Avv. Francesco Pascucci

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore.

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. L ASCENSORE Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. Cosa fare? Cosa non fare? Questo pieghevole è offerto dal vostro ascensorista

Dettagli

Foglio1. PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi)

Foglio1. PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi) PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi) Autorizzazione/Atto Contenuto Destinatario Documentazione ANNA MARCHI MAZZINI Autorizzazione

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

CITTÀ POLITICA CRONACA SINDACATI SPETTACOLO SPORT ECONOMIA. Viabilità provinciale, aggiudicati i lavori finanziati con i Fondi FAS

CITTÀ POLITICA CRONACA SINDACATI SPETTACOLO SPORT ECONOMIA. Viabilità provinciale, aggiudicati i lavori finanziati con i Fondi FAS Pagina 1 di 5 Home 0881.568734 redazione@teleradioerre.it CITTÀ POLITICA CRONACA SINDACATI SPETTACOLO SPORT ECONOMIA SANITÀ CULTURA Invia query BREAKING NEWS un corso educativo per la vignetta razzista

Dettagli

Parte II specifica Edificio RM022 - Villino A Via degli Apuli, 1-00185 Roma. Il Responsabile dell Uspp Arch. Simonetta Petrone

Parte II specifica Edificio RM022 - Villino A Via degli Apuli, 1-00185 Roma. Il Responsabile dell Uspp Arch. Simonetta Petrone PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) Il presente documento è parte integrante del Documento di Valutazione dei Rischi di cui all art.

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM)

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM) Fabio Pammolli (Direttore CeRM) CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? 1 CeRM Competitività, Regole, Mercati Dopo anni di dibattito e anche qualche tentativo non riuscito,

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai

Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai Assicurazione invalidità: fatti e cifre 2014 Lotta efficace agli abusi assicurativi nell'ai Nel 2014 l'ai ha avviato indagini in 2200 casi per sospetto abuso assicurativo e ne ha concluse 2310. In 540

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona?

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Nel Western Australia, la legge permette di redigere una dichiarazione anticipata di trattamento per stabilire quali cure si vogliono

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

inform@ata news n.02.15

inform@ata news n.02.15 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it inform@ata news n.02.15 la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi.

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi. Carissimi Soci, anche quest anno di vita associativa si avvia gradualmente a conclusione con moltissimi obiettivi raggiunti, moltissime iniziative a tutela e promozione della nostra Professione concluse

Dettagli

MODELLI DI VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL'ARIA IMPIANTO DISCARICA DI COLLE FAGIOLARA (COLLEFERRO)

MODELLI DI VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL'ARIA IMPIANTO DISCARICA DI COLLE FAGIOLARA (COLLEFERRO) MODELLI DI VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL'ARIA IMPIANTO DISCARICA DI COLLE FAGIOLARA (COLLEFERRO) 1. INQUADRAMENTO TERRITORIALE E METEOROLOGICO Colleferro è un comune di oltre 22.000 abitanti che si trova

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1 Natura e Sede 3. Articolo 2 Durata. 3. Articolo 3 - Contrassegno 3. Articolo 4 Oggetto e finalità 3

REGOLAMENTO. Articolo 1 Natura e Sede 3. Articolo 2 Durata. 3. Articolo 3 - Contrassegno 3. Articolo 4 Oggetto e finalità 3 non statuto REGOLAMENTO pagina 2 di 5 Articolo 1 Natura e Sede 3 Articolo 2 Durata. 3 Articolo 3 - Contrassegno 3 Articolo 4 Oggetto e finalità 3 Articolo 5 Adesione al MoVimento 4 Articolo 6 Finanziamento

Dettagli