legislativo normativo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "legislativo normativo"

Transcript

1 Aggiornamento legislativo normativo finale

2 Nota: i link ai provvedimenti sono attivi per due mesi a partire dalla data di pubblicazione. Per continuare a consultare i documenti dopo la scadenza dei link è necessario ricercarli nella sezione archivio del sito della Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana DATA: 2 ottobre 2013 Serie Generale n. 231 ENTE DI RIFERIMENTO: Presidenza Consiglio dei Ministri AMBITO: produzione di energia in ambito cogenerativo TITOLO: Decreto Presidente Consiglio Ministri 23 luglio 2013 DESCRIZIONE: Il termine per l adozione del decreto del Ministero dello sviluppo per la determinazione della tassazione applicabile ai combustibili impiegati negli impianti cogenerativi che producono contemporaneamente energia elettrica e calore per riscaldamento è prorogato al 31 dicembre DATA: 4 ottobre 2013 Serie Generale n. 233 ENTE DI RIFERIMENTO: Camera dei Deputati TITOLO: Delibera 25 settembre 2013 AMBITO: lotta alla contraffazione e tutela del made in Italy DESCRIZIONE: con questa delibera la Camera dei deputati ha istituito una Commissione parlamentare di inchiesta sui fenomeni della contraffazione, della pirateria in campo commerciale e del commercio abusivo. Tra i compiti della Commissione figura quello di individuare misure di carattere legislativo sul tema della contraffazione e della tutela del made in Italy. La Commissione è istituita per la durata della XVII legislatura e ogni dodici mesi presenta una relazione all Assemblea della Camera dei deputati. La Commissione procede alle indagini e agli esami con gli stessi poteri e le stesse limitazioni dell autorità giudiziaria. DATA: 23 ottobre 2013 Serie Generale n. 249 ENTE DI RIFERIMENTO: Ministero Infrastrutture e Trasporti TITOLO: Decreto 26 agosto 2013 AMBITO: Direttiva 2003/37/CE omologazione trattori agricoli DESCRIZIONE: Recepimento della rettifica della direttiva 2003/37/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 maggio 2003, relativa all omologazione dei trattori agricoli o forestali, dei loro rimorchi e delle macchine intercambiabili trainate, nonchè dei sistemi, componenti ed entità tecniche di tali veicoli e di abrogazione della direttiva 74/150/CEE finale

3 DATA: 4 ottobre 2013 ENTE DI RIFERIMENTO: Commissione Europea TITOLO: 2013/C 289/01 AMBITO: scambio di quote di emissioni dei gas a effetto serra nella Comunità DE- SCRIZIONE: Comunicazione della Commissione - Orientamenti per l attuazione della decisione n. 377/2013/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, recante deroga temporanea alla direttiva 2003/87/CE che istituisce un sistema per lo scambio di quote di emissioni dei gas a effetto serra nella Comunità DATA: 8 ottobre 2013 ENTE DI RIFERIMENTO: Commissione Europea TITOLO: 2013/487/UE AMBITO: sviluppo delle catene logistiche e perfezionamento dell intermodalità DESCRIZIONE: DECISIONE DELLA COMMISSIONE del 17 luglio 2013 relativa all aiuto di stato SA (12/C) (ex 11/N) al quale l Italia intende dare esecuzione per lo sviluppo delle catene logistiche e il perfezionamento dell intermodalità DATA: 10 ottobre 2013 ENTE DI RIFERIMENTO: Consiglio Europeo TITOLO: Rettifica del regolamento di esecuzione (UE) n. 1264/2012 AMBITO: misure restrittive nei confronti dell Iran DESCRIZIONE: Rettifica del regolamento di esecuzione (UE) n. 1264/2012 del Consiglio, del 21 dicembre 2012, che attua il regolamento (UE) n. 267/2012 concernente misure restrittive nei confronti dell Iran DATA: 10 ottobre 2013 ENTE DI RIFERIMENTO: Parlamento e Consiglio Europei TITOLO: REGOLAMENTO (UE) N. 952/2013 AMBITO: codice doganale dell Unione DESCRIZIONE: REGOLAMENTO (UE) N. 952/2013 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 9 ottobre 2013 che istituisce il codice doganale dell Unione (rifusione) finale DATA: 11 ottobre 2013 ENTE DI RIFERIMENTO: Commissione Europea TITOLO: REGOLAMENTO (UE) N. 936/2013 AMBITO: elenco Prodcom DESCRIZIONE: REGOLAMENTO (UE) N. 936/2013 DELLA COMMISSIONE del 12 settembre 2013 che stabilisce per il 2013 l «elenco Prodcom» dei prodotti industriali di cui al regolamento (CEE) n. 3924/91 del Consiglio

4 DATA: 12 ottobre 2013 ENTE DI RIFERIMENTO: Consiglio Europeo TITOLO: REGOLAMENTO (UE) N. 971/2013 AMBITO: misure restrittive nei confronti dell Iran DESCRIZIONE: REGOLAMENTO (UE) N. 971/2013 DEL CONSIGLIO del 10 ottobre 2013 che modifica il regolamento (UE) n. 267/2012 concernente misure restrittive nei confronti dell Iran DATA: 22 ottobre 2013 ENTE DI RIFERIMENTO: Commissione Europea TITOLO: Rettifica della decisione 2013/250/UE AMBITO: eolabel DESCRIZIONE: Rettifica della decisione 2013/250/UE della Commissione, del 21 maggio 2013, che stabilisce i criteri ecologici per l assegnazione del marchio di qualità ecologica dell Unione europea (Ecolabel UE) alla rubinetteria per sanitari DATA: 31 ottobre 2013 ENTE DI RIFERIMENTO: Commissione Europea TITOLO: REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 1062/2013 AMBITO: prodotti da costruzione DESCRIZIONE: REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 1062/2013 DELLA COMMIS- SIONE del 30 ottobre 2013 relativo al formato della valutazione tecnica europea per i prodotti da costruzione finale

5 DATA: 18 ottobre 2013 ENTE DI RIFERIMENTO: direzione Generale per la sicurezza dell approvvigionamento e le infrastrutture energetiche TITOLO: Decreto ministeriale sui Termini e condizioni per un servizio di peak shaving, durante il periodo invernale dell anno termico AMBITO: sicurezza degli approvvigionamenti gas DESCRIZIONE: stabilisce termini e condizioni per un servizio di peak shaving, che può essere offerto dai terminali di rigassificazione di GNL operanti in Italia durante il periodo invernale dell anno termico DATA: 21 ottobre 2013 ENTE DI RIFERIMENTO: direzione Generale per il mercato, la concorrenza, il consumatore, la vigilanza e la normativa tecnica TITOLO: Circolare sulle Procedure di autorizzazione e notifica ai sensi del Regolamento (UE) n.305/2011 sui Prodotti da Costruzione AMBITO: Regolamento(UE) n. 305/2011 sui Prodotti da costruzione DESCRIZIONE: richiesta di autorizzazione presentata alle Amministrazioni competenti da un organismo che intenda essere notificato ai sensi del Regolamento (UE) 305/2011; finale

6 DATA: 22 ottobre 2013 ENTE DI RIFERIMENTO: MINISTERO DEL LAVORO TITOLO: Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro Disponibile il testo coordinato nell edizione ottobre 2013 AMBITO: SICUREZZA DESCRIZIONE: Disponibile on line il testo coordinato del Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n.81 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro con tutte le disposizioni integrative e correttive. Tra le novità (che si possono leggere nella seconda pagina del manuale) possiamo evidenziare quelle più rilevanti quali ad esempio: - le modifiche agli artt. 8, comma 4, 71, comma 13-bis e 73, comma 5-bis, introdotte dall art. 11, comma 5, D.L. 14/08/2013, n. 93, convertito con modificazioni dalla L. 15/10/2013, n. 119; - le modifiche agli artt. 3, 6, 26, 27, 29, 31, 32, 37, 67, 73, 71, 88, 104-bis, 225, 240, 250 e 277, introdotte dal Decreto-Legge 21/06/2013, n. 69 convertito con modificazioni dalla Legge 9/08/2013, n. 98; - l aggiornamento degli importi delle sanzioni come previsto dall art. 306 comma 4-bis, così come modificato dal Decreto-Legge 28/06/2013, n. 76 convertito con modificazioni dalla Legge 9/08/2013, n.99; - le circolari 18, 21, 28, 30, 31 e 35 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, nonché le circolari del 10/05/2013 e del 10/06/2013 del Ministero della Salute; - il Decreto Direttoriale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Ministero della Salute del 30/05/2013 riguardante l elenco delle aziende autorizzate ad effettuare lavori sotto tensione su impianti elettrici alimentati a frequenza industriale a tensione superiore a 1000V ai sensi del punto 3.4 dell allegato I al D.M. 04/02/ il Decreto Dirigenziale del 31 luglio 2013 riguardante il sesto elenco dei soggetti abilitati per l effettuazione delle verifiche periodiche di cui all art. 71 comma 11. finale

7 DELIBERAZIONI DATA: 03 ottobre 2013 TITOLO: Delibera 437/2013/R/eel Modalità operative per la prima costituzione dell elenco delle imprese a forte consumo di energia elettrica AMBITO: Energia Elettrica - Attività: Oneri generali - Imprese energivore DESCRIZIONE: Il provvedimento definisce le modalità operative per la costituzione e l aggiornamento dell elenco delle imprese energivore, nonché per la prima applicazione della raccolta delle dichiarazioni annuali previste dall art. 6, comma 3, del decreto del Ministro dell economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico, del 5 aprile DATA: 10 ottobre 2013 TITOLO: Delibera 447/2013/R/gas Meccanismo per la promozione della rinegoziazione dei contratti pluriennali di approvvigionamento di gas naturale AMBITO: Gas - Argomento: Condizioni economiche del servizio di tutela DESCRIZIONE: Nell ambito della seconda fase della riforma delle condizioni economiche applicate, da ottobre 2013, ai clienti finali del servizio di tutela nel mercato del gas naturale, il presente provvedimento disciplina il meccanismo per la promozione della rinegoziazione dei contratti di lungo termine, introdotto con la deliberazione 196/2013/R/gas. DATA: 17 ottobre 2013 TITOLO: Delibera 457/2013/R/gas Disposizioni in tema di cessazione dell applicazione del servizio di tutela gas ai clienti finali non domestici AMBITO: Gas - Attività: Vendita - Servizio di tutela DESCRIZIONE: Il presente provvedimento apporta, in attuazione del decreto legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito con legge 9 agosto 2013, n. 98, le conseguenti modifiche al TIVG e alla deliberazione 280/2013/r/gas. In particolare, in ragione della conferma del venir meno della definizione delle condizioni di tutela per i clienti finali non domestici, vengono stabiliti ulteriori obblighi informativi al fine di rendere consapevoli i clienti finali interessati del venir meno del regime di tutela. finale

8 DATA: 17 ottobre 2013 TITOLO: Delibera 458/2013/R/eel Disposizioni per la quantificazione degli oneri non altrimenti recuperabili sostenuti dagli esercenti la salvaguardia per le forniture ai clienti non disalimentabili AMBITO: Energia Elettrica - Attività: Vendita - Servizio di salvaguardia DESCRIZIONE: Il provvedimento apporta delle modifiche al meccanismo di reintegrazione degli oneri altrimenti non recuperabili degli esercenti la salvaguardia, di cui alla deliberazione 370/2012/R/eel, con riferimento agli esercizi della salvaguardia passati e all anno Rinvia, inoltre, a successivo provvedimento la definizione di aspetti specifici del meccanismo da applicare agli anni 2012 e 2013 del periodo di esercizio attuale. DATA: 17 ottobre 2013 TITOLO: Delibera 459/2013/R/idr Integrazione del metodo tariffario transitorio dei servizi idrici nonché delle linee guida per l aggiornamento del piano economico finanziario AMBITO: Servizi Idrici - Attività: Tariffe - Metodo tariffario DESCRIZIONE: Il presente provvedimento integra il contenuto delle deliberazioni 585/2012/R/idr e 88/2013/R/idr e dei relativi allegati recanti il metodo tariffario transitorio per la determinazione delle tariffe negli anni 2012 e 2013, nonché le linee guida per l aggiornamento del piano economico-finanziario, di cui alla deliberazione 73/2013/R/idr. DATA: 17 ottobre 2013 TITOLO: Delibera 461/2013/R/eel Integrazioni alle modalità operative per la prima costituzione dell elenco delle imprese a forte consumo di energia elettrica AMBITO: Energia Elettrica - Attività: Oneri generali - Imprese energivore DESCRIZIONE: Il provvedimento integra le modalità operative per la costituzione e l aggiornamento dell elenco delle imprese energivore, come definite dalla deliberazione 437/2013/R/eel, per introdurre il trattamento di casi di collegamenti diretti con produttori terzi ai soli fini del calcolo dell indice di intensità di costo dell energia elettrica in rapporto al fatturato. finale

9 DATA: 24 ottobre 2013 TITOLO: Delibera 467/2013/R/eel Prima applicazione delle disposizioni in materia di agevolazioni relative agli oneri generali di sistema per le imprese a forte consumo di energia elettrica AMBITO: Energia Elettrica - Attività: Oneri generali - Imprese energivore DESCRIZIONE: Il provvedimento definisce le modalità di prima applicazione delle disposizioni del decreto 5 aprile in materia di agevolazioni relative agli oneri generali di sistema per le imprese a forte consumo di energia elettrica. DATA: 24 ottobre 2013 TITOLO: Delibera 470/2013/R/gas Aggiornamento, per il mese di novembre 2013, delle condizioni economiche di fornitura dei gas diversi dal gas naturale, a seguito della variazione dell elemento a copertura dei costi di approvvigionamento relativi alla materia prima AMBITO: Gas - Attività: Vendita - Condizioni Economiche fornitura gas diversi DESCRIZIONE: Il presente provvedimento aggiorna, per il mese di novembre 2013, le condizioni economiche di fornitura dei gas diversi da gas naturale, a seguito della variazione dell elemento a copertura dei costi di approvvigionamento relativi alla materia prima. DATA: 31 ottobre 2013 TITOLO: Delibera 475/2013/E/eel Avvio di istruttoria conoscitiva relativa all erogazione del servizio di misura dell energia elettrica AMBITO: Energia Elettrica - Attività: Misura - Vigilanza su rispetto regolazione vigente DESCRIZIONE: Il provvedimento avvia un istruttoria conoscitiva finalizzata a verificare l applicazione delle disposizioni dell Autorità in materia di misura dell energia elettrica. L istruttoria risponde alle istanze di molti operatori che segnalano alcune criticità nell erogazione del servizio di misura. finale DATA: 31 ottobre 2013 TITOLO: Delibera 481/2013/R/eel Riconoscimento, per l anno 2012, degli oneri derivanti dall emission trading system limitatamente all energia elettrica ritirata dal Gse ai sensi del provvedimento Cip 6/92 AMBITO: Energia Elettrica - Attività: Produzione - Riconoscimento oneri emission trading DESCRIZIONE: Con il presente provvedimento vengono riconosciuti, ai produttori Cip 6, gli oneri derivanti dalla direttiva 2003/87/CE per l anno 2012.

10 DATA: 31 ottobre 2013 TITOLO: Delibera 482/2013/R/eel Definizione dei mercati e contratti di riferimento ai fini del riconoscimento degli oneri derivanti ai produttori Cip 6/92 dall applicazione dell emission trading system. Mercati e contratti di riferimento per l anno 2014 AMBITO: Energia Elettrica - Attività: Produzione - Riconoscimento oneri derivanti dall emission trading system DESCRIZIONE: Con il presente provvedimento vengono definiti i mercati e i contratti di riferimento ai fini del riconoscimento, per l anno 2014, degli oneri derivanti ai produttori cip 6 dall applicazione dell emission trading system. DATA: 31 ottobre 2013 TITOLO: Delibera 483/2013/R/eel Verifica di conformità di proposte di modifica del Codice di trasmissione, dispacciamento, sviluppo e sicurezza della rete AMBITO: Energia Elettrica - Attività: Mercati ingrosso - Mercato elettrico all ingrosso e dispacciamento DESCRIZIONE: Il presente provvedimento approva le modifiche al Codice di Rete proposte da Terna. DATA: 31 ottobre 2013 TITOLO: Delibera 484/2013/R/efr Avvio di procedimento per la definizione del contributo a copertura dei costi sostenuti dai distributori soggetti agli obblighi in materia di efficienza energetica e ai grandi progetti sulla base di criteri di mercato AMBITO: Efficienza Energetica - Attività: Servizi Energetici e usi finali - Titoli di efficienza energetica DESCRIZIONE: Con il presente provvedimento viene avviato il procedimento relativo alla definizione del contributo tariffario a copertura dei costi sostenuti dai distributori soggetti agli obblighi e ai grandi progetti in attuazione del decreto interministeriale 28 dicembre 2012 in materia di titoli di efficienza energetica. finale

11 CONSULTAZIONI DATA: 10 ottobre 2013 TITOLO: Documento per la consultazione 445/2013/R/eel Orientamenti in merito alla determinazione del valore di conguaglio per l anno 2008 del costo evitato di combustibile (CEC) per l energia elettrica ritirata dal Gse ai sensi del provvedimento Cip 6/92 AMBITO: Produzione - Costo evitato di combustibile (CEC) per impianti Cip 6 DESCRIZIONE: Il documento per la consultazione, a seguito di un complesso e articolato contenzioso che ha interessato la deliberazione ARG/elt 154/08, presenta gli esiti delle attività istruttorie condotte al fine di definire un unico valore di conguaglio definitivo del CEC per l anno DATA: 17 ottobre 2013 TITOLO: Documento per la consultazione 455/2013/R/eel Interventi straordinari di adeguamento della regolazione tariffaria dei servizi di distribuzione e trasmissione dell energia elettrica AMBITO: Distribuzione e trasmissione - Tariffe DESCRIZIONE: Il documento illustra alcune proposte in merito alla possibile revisione, in corso di periodo di regolazione, di aspetti specifici della regolazione tariffaria del settore elettrico relativamente: al trattamento dei contributi ricevuti dall impresa distributrice, da soggetti pubblici e privati, ai fini della determinazione delle tariffe a copertura del servizio di distribuzione; all introduzione di una struttura tariffaria binomia delle tariffe di trasmissione e di un meccanismo di copertura dei ricavi del servizio di trasmissione. DATA: 31 ottobre 2013 TITOLO: Documento per la consultazione 485/2013/R/efr Orientamenti inerenti la definizione del contributo tariffario a copertura dei costi sostenuti dai distributori soggetti all obbligo di acquisto dei titoli di efficienza energetica. Orientamenti per la determinazione di un valore costante dei titoli di efficienza energetica per i grandi progetti AMBITO: Efficienza Energetica - Servizi Energetici e usi finali DESCRIZIONE: Con il presente documento vengono presentati gli orientamenti dell Autorità in materia di definizione del contributo tariffario a copertura dei costi sostenuti dai distributori soggetti all obbligo di acquisto dei titoli di efficienza energetica e in materia di determinazione di un valore costante dei titoli di efficienza energetica per i grandi progetti. finale

12 DATA: 31 ottobre 2013 TITOLO: Documento per la consultazione 486/2013/R/efr Ridefinizione dei prezzi minimi garantiti per impianti di produzione di energia elettrica fino a 1 MW alimentati da fonti rinnovabili AMBITO: Energia Elettrica Produzione - Ritiro dedicato DESCRIZIONE: Con il presente documento vengono presentati gli orientamenti dell Autorità ai fini della ridefinizione dei prezzi minimi garantiti per impianti di produzione di energia elettrica fino a 1 MW alimentati da fonti rinnovabili. DATA: 31 ottobre 2013 TITOLO: Documento per la consultazione 487/2013/R/eel Criteri per il riconoscimento degli oneri derivanti dall acquisto dei certificati verdi nel caso di impianti Cip 6/92 per l anno 2012 e seguenti AMBITO: Energia Elettrica Produzione - Oneri certificati verdi DESCRIZIONE: Con il presente documento vengono riportati gli orientamenti dell Autorità in relazione all aggiornamento del termine PIAFR del valore Vm riconosciuto ai produttori Cip 6 per l acquisto dei certificati verdi. Tale aggiornamento viene effettuato per tenere in considerazione la variazione dei costi di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili riscontrata negli ultimi anni. DATA: 31 ottobre 2013 TITOLO: Documento per la consultazione 488/2013/R/eel Scambio sul posto: Aggiornamento del limite massimo per la restituzione degli oneri generali di sistema nel caso di impianti alimentati da fonti rinnovabili AMBITO: Energia Elettrica - Attività: Produzione - Scambio sul posto DESCRIZIONE: Con il presente documento vengono espressi gli orientamenti dell Autorità ai fini dell aggiornamento del limite massimo per la restituzione degli oneri generali di sistema nel caso di impianti alimentati dalle fonti rinnovabili che accedono allo scambio sul posto. finale PARERI E SEGNALAZIONI DATA: 08 ottobre 2013 TITOLO: Parere 439/2013/I/gas Parere al Ministero dello Sviluppo sulla lista delle unità termoelettriche essenziali al sistema gas AMBITO: Gas, Energia Elettrica - Attività: Produzione - Sicurezza del sistema del gas DESCRIZIONE: Il presente provvedimento esprime parere favorevole al Ministero dello Sviluppo in relazione all approvazione della lista di impianti per la fornitura del servizio di contenimento dei consumi di gas da parte del settore termoelettrico.

13 DATA: 28 ottobre 2013 TITOLO: Parere 472/2013/I/gas Parere in merito alla conferma dell esenzione concessa al gasdotto TAP con decreto del Ministero dello Sviluppo in data 25 giugno 2013, a seguito della variazione dei titolari dell esenzione AMBITO: Gas - Attività: Mercati gas all ingrosso - Esenzione per nuova infrastruttura DESCRIZIONE: Con il presente provvedimento l Autorità esprime parere favorevole al Ministero dello Sviluppo, ai sensi dell articolo 2, comma 1, del decreto di esenzione del 13 marzo 2013 come integrato dal decreto del 25 giugno 2013, in merito alla conferma dell esenzione rilasciata a favore di TAP DETERMINE DATA: 09 ottobre 2013 TITOLO: Determina 1/2013 DSID AMBITO: Servizi Idrici DESCRIZIONE: Disposizioni per la sistematizzazione della raccolta di dati e informazioni in materia di servizio idrico integrato per le gestioni ex-cipe ai sensi dell Articolo 3 della deliberazione 271/2013/R/IDR finale

14 Non sono stati pubblicati provvedimenti di interesse nel mese in questione finale

15 ACUSTICA UNI EN ISO 3095:2013 Acustica - Applicazioni ferroviarie - Misurazione del rumore emesso dai veicoli su rotaia Commissioni Tecniche: [Trasporto guidato su ferro] [Caratteristiche strutturali, comfort ed equipaggiamenti meccanici del materiale rotabile. Impiantistica, acustica, aerodinamica ed arredamenti del materiale rotabile] APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO UNI EN :2013 Apparecchi di sollevamento - Criteri generali per il progetto - Parte 3-1: Stati limite e verifica della sicurezza delle strutture di acciaio Commissioni Tecniche: [Apparecchi di sollevamento e relativi accessori] [Apparecchi di sollevamento e relativi accessori] [Apparecchi ed organi di sollevamento e relativi accessori] BOMBOLE PER GAS UNI EN ISO 12209:2013 Bombole per gas - Connessioni di uscita delle valvole delle bombole per aria compressa respirabile Commissioni Tecniche: [Recipienti per il trasporto di gas compressi, disciolti o liquefatti] [Recipienti per il trasporto di gas compressi, disciolti o liquefatti] [Recipienti per il trasporto di gas (esclusi GPL e criogenici) - Accessori] UNI EN ISO 3807:2013 Bombole per gas - Bombole per acetilene - Requisiti di base e prove di tipo Commissioni Tecniche: [Recipienti per il trasporto di gas compressi, disciolti o liquefatti] [Recipienti per il trasporto di gas compressi, disciolti o liquefatti] CISTERNE PER IL TRASPORTO DI MERCI PERICOLOSE UNI EN 16249:2013 Cisterne per il trasporto di merci pericolose - Equipaggiamento di servizio - Tappo per l adattatore per il carico e lo scarico dal fondo Commissioni Tecniche: [Recipienti per il trasporto di gas compressi, disciolti o liquefatti] [Recipienti per il trasporto di gas compressi, disciolti o liquefatti] [Trasporto di sostanze pericolose] finale

16 CONDIZIONATORI, REFRIGERATORI DI LIQUIDO E POMPE DI CALORE CON COM- PRESSORE ELETTRICO UNI EN :2013 Condizionatori, refrigeratori di liquido e pompe di calore con compressore elettrico per il riscaldamento e il raffrescamento degli ambienti - Parte 2: Condizioni di prova UNI EN :2013 Condizionatori, refrigeratori di liquido e pompe di calore con compressore elettrico per il riscaldamento e il raffrescamento degli ambienti - Parte 4: Requisiti operativi, marcatura e istruzioni UNI EN 14825:2013 Condizionatori d aria, refrigeratori di liquido e pompe di calore, con compressore elettrico, per il riscaldamento e il raffrescamento degli ambienti - Metodi di prova e valutazione a carico parziale e calcolo del rendimento stagionale Commissioni Tecniche: [CTI - Comitato Termotecnico Italiano] [Condizionamento dell aria e refrigerazione] CONTROLLI NON DISTRUTTIVI DELLE SALDATURE UNI EN ISO :2013 Controlli non distruttivi delle saldature - Livelli di accettazione per il controllo radiografico - Parte 1: Acciaio, nichel, titanio e loro leghe UNI EN ISO :2013 Controlli non distruttivi delle saldature - Livelli di accettazione per il controllo radiografico - Parte 2: Alluminio e sue leghe Commissioni Tecniche: [Saldature] [Saldature] GESTIONE AMBIENTALE UNI EN ISO 14031:2013 Gestione ambientale - Valutazione delle prestazioni ambientali - Linee guida Commissioni Tecniche: [Ambiente] [Ambiente] [Sistemi di gestione ambientale] IMPIANTI ALIMENTATI A GAS, PER USO DOMESTICO, IN ESERCIZIO EC UNI 10738:2012 Impianti alimentati a gas, per uso domestico, in esercizio - Linee guida per la verifica dell idoneità al funzionamento in sicurezza Commissioni Tecniche: [CIG - Comitato Italiano Gas] [Impiantistica di utilizzazione] finale IMPIANTI NUCLEARI UNI/TR 11510:2013 Impianti nucleari - Requisiti per l applicazione dei sistemi di gestione in ambito nucleare Commissioni Tecniche: [Tecnologie nucleari e radioprotezione] [Impianti nucleari] MANUTENZIONE DISPOSITIVI VALVOLE DI SICUREZZA UNI/TR 11507:2013 Manutenzione dei dispositivi per la limitazione diretta della pressione (valvole di sicurezza) Commissioni Tecniche: [Valvole industriali] [Valvole industriali] [Dispositivi di sicurezza contro le sovrappressioni (misto Valvole industriali/cti)]

17 METALLI DURI UNI EN ISO 3326:2013 Metalli duri - Determinazione della coercività (di magnetizzazione) Commissioni Tecniche: [Metalli non ferrosi] [Metallurgia delle polveri] PROVE NON DISTRUTTIVE SUI GIUNTI SALDATI UNI EN ISO 15626:2013 Prove non distruttive sui giunti saldati - Tecnica della diffrazione dei tempi di volo (TOFD) - Livelli di accettabilità UNI EN ISO 17639:2013 Prove distruttive sulle saldature di materiali metallici - Esame microscopico e macroscopico dei giunti saldati Commissioni Tecniche: [Saldature] [Saldature] INDUSTRIE DEL PETROLIO E DEL GAS NATURALE UNI EN ISO 19902:2013 Industrie del petrolio e del gas naturale - Strutture di acciaio fisse in mare Commissioni Tecniche: [UNSIDER - Commissione Tecnica Unsider] [Materiale, equipaggiamento e strutture in mare per le industrie del petrolio e del gas naturale e petrolchimiche] PERSONALE DI SALDATURA UNI EN ISO 14732:2013 Personale di saldatura - Prove di qualificazione degli operatori di saldatura e dei preparatori di saldatura per la saldatura completamente meccanizzata ed automatica di materiali metallici Commissioni Tecniche: [Saldature] [Saldature] PIATTAFORME DI LAVORO MOBILI ELEVABILI UNI EN 280:2013 Piattaforme di lavoro mobili elevabili - Calcoli per la progettazione - Criteri di stabilità - Costruzione - Sicurezza - Esami e prove Commissioni Tecniche: [Apparecchi di sollevamento e relativi accessori] [Apparecchi di sollevamento e relativi accessori] POLVERI METALLICHE, CON L ESCLUSIONE DI POLVERI PER METALLI DURI UNI EN ISO 4492:2013 Polveri metalliche, con l esclusione di polveri per metalli duri - Determinazione delle variazioni dimensionali associate alla compattazione e sinterizzazione UNI EN ISO 13517:2013 Polveri metalliche - Determinazione della portata per mezzo di un imbuto calibrato (Contatore di Gustavsson) Commissioni Tecniche: [Metalli non ferrosi] [Metallurgia delle polveri] finale

18 PROCEDURE DI SALDATURA UNI/TS 11508:2013 Specificazione e qualificazione delle procedure di saldatura per materiali termoplastici - WPS per saldatura con il metodo dell elettrofusione e WPS per saldatura con il metodo ad elementi termici per contatto Commissioni Tecniche: [Saldature] [Saldature] PROVE DISTRUTTIVE SULLE SALDATURE DI MATERIALI METALLICI UNI EN ISO 9017:2013 Prove distruttive sulle saldature di materiali metallici - Prova di frattura Commissioni Tecniche: [Saldature] [Saldature] PRODOTTI MECCANICI UNI CEN/TS 16524:2013 Prodotti meccanici - Metodologia per la riduzione degli impatti ambientali nella progettazione e nello sviluppo del prodotto Commissioni Tecniche: [Ambiente] [Ambiente] [Gestione ambientale di prodotto] RIVESTIMENTI METALLICI ED ALTRI RIVESTIMENTI INORGANICI UNI EN ISO 27830:2013 Rivestimenti metallici ed altri rivestimenti inorganici - Linee guida per la definizione dei rivestimenti metallici e inorganici Commissioni Tecniche: [Protezione dei materiali metallici contro la corrosione] [Protezione dei materiali metallici contro la corrosione] [Rivestimenti metallici] SALDATURA E PROCEDIMENTI CONNESSI UNI EN ISO :2013 Saldatura e procedimenti connessi - Classificazione delle imperfezioni geometriche nei materiali metallici - Parte 2: Saldatura per pressione UNI EN ISO :2013 Saldatura e procedimenti connessi - Tipologie di preparazione dei giunti - Parte 1: Saldatura manuale ad arco con elettrodi rivestiti, saldatura ad arco con elettrodo fusibile sotto protezione di gas, saldatura a gas, saldatura TIG e saldatura mediante fascio degli acciai Commissioni Tecniche: [Saldature] [Saldature] finale SISTEMI DI MISURAZIONE DEL GAS UNI/TS :2013 Sistemi di misurazione del gas - Dispositivi di misurazione del gas su base oraria - Parte 9: Prove funzionali e di interoperabilità Commissioni Tecniche: [CIG - Comitato Italiano Gas] [Misuratori] SISTEMI FISSI AUTOMATICI DI RIVELAZIONE E DI SEGNALAZIONE ALLARME D INCENDIO UNI 9795:2013 Sistemi fissi automatici di rivelazione e di segnalazione allarme d incendio - Progettazione, installazione ed esercizio Commissioni Tecniche: [Protezione attiva contro gli incendi] [Protezione attiva contro gli incendi] [Sistemi automatici di rivelazione di incendio]

19 SPECIFICHE GEOMETRICHE DEI PRODOTTI (GPS) - MACCHINE DI MISURA A CO- ORDINATE (CMM) UNI CEN ISO/TS :2013 Specifiche geometriche dei prodotti (GPS) - Macchine di misura a coordinate (CMM): Tecnica per determinare l incertezza di misura - Parte 1: Visione generale e caratteristiche metrologiche Commissioni Tecniche: [TPD e GPS - Documentazione, specificazione e verifica geometriche dei prodotti] [TPD e GPS - Documentazione, specificazione e verifica geometriche dei prodotti] TUBI PER COMBUSTIBILE RESISTENTI AL FUOCO UNI EN ISO 7840:2013 Unità di piccole dimensioni - Tubi per combustibile resistenti al fuoco Commissioni Tecniche: [Navale] [Unità di piccole dimensioni] TUBI PER COMBUSTIBILE NON RESISTENTI AL FUOCO UNI EN ISO 8469:2013 Unità di piccole dimensioni - Tubi per combustibile non resistenti al fuoco Commissioni Tecniche: [Navale] [Unità di piccole dimensioni] VALUTAZIONE DELLA CONFORMITÀ UNI CEI EN ISO/IEC 17067:2013 Valutazione della conformità - Elementi fondamentali della certificazione di prodotto e linee guida per gli schemi di certificazione di prodotto Commissioni Tecniche: [UNI - CEI Valutazione della conformità] [UNI - CEI Valutazione della conformità] VALVOLE INDUSTRIALI UNI EN 1983:2013 Valvole industriali - Valvole a sfera di acciaio Commissioni Tecniche: [Valvole industriali] [Valvole industriali] [Valvole per gas naturale liquefatto e valvole per condotte on-shore per il trasporto e per la distribuzione del gas naturale]. finale

20 finale Titolo: Rivestimenti lapidei di superfici verticali e soffitti - Istruzioni per la progettazione, la posa e la manutenzione Sommario: La norma fornisce le istruzioni per la progettazione, la posa e la manutenzione di rivestimenti lapidei verticali e di soffitti, interni ed esterni. Codice ICS: Organo Tecnico UNI: Prodotti, processi e sistemi per l organismo edilizio Data di inizio inchiesta: 05/09/2013 Data di fine inchiesta: 03/11/2013 Titolo: Sistemi di misurazione del gas - Dispositivi di misurazione del gas su base oraria - Parte 11-1: Generalità Sommario: La specifica tecnica completa i requisiti normativi tecnici, definiti nelle parti applicabili delle specifiche UNI/TS 11291, al fine di consentire l intercambiabilità dei gruppi di misura del gas naturale destinati al mass-market (GdM <G10) nonché degli altri apparati (oggetti) che operano nelle reti punto-multipunto. La specifica tecnica definisce i requisiti generali con i richiami dell architettura e la definizione dei casi d uso per l intercambiabilità. Codice ICS: Organo Tecnico UNI: CIG - Comitato Italiano Gas Data di inizio inchiesta: 05/09/2013 Data di fine inchiesta: 03/11/2013 Titolo: Sistemi di misurazione del gas - Dispositivi di misurazione del gas su base oraria - Parte 11-2: Modello dati Sommario: La specifica tecnica completa i requisiti normativi tecnici, definiti nelle parti applicabili delle specifiche tecniche UNI/TS 11291, al fine di consentire l intercambiabilità dei gruppi di misura del gas naturale destinati al mass-market (<G10) nonché degli altri apparati che operano nelle reti punto-multipunto. La specifica tecnica descrive il modello dati. Codice ICS: Organo Tecnico UNI: CIG - Comitato Italiano Gas Data di inizio inchiesta: 05/09/2013 Data di fine inchiesta: 03/11/2013 finale Titolo: Sistemi di misurazione del gas - Dispositivi di misurazione del gas su base oraria - Parte 11-3: Profilo di comunicazione su interfaccia locale Sommario: La specifica tecnica completa i requisiti normativi tecnici, definiti nelle parti applicabili delle specifiche tecniche UNI/TS 11291, al fine di consentire l intercambiabilità dei gruppi di misura del gas naturale destinati al mass-market (<G10) nonché degli altri apparati che operano nelle reti punto-multipunto. La specifica tecnica tratta il profilo di comunicazione dell interfaccia locale. Codice ICS: Organo Tecnico UNI: CIG - Comitato Italiano Gas Data di inizio inchiesta: 05/09/2013 Data di fine inchiesta: 03/11/2013

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico COMUNICATO Energia: da aprile ancora in calo la bolletta elettricità, -1,1%, e forte riduzione per il gas -4,0% sull anno risparmi per 75 euro

Dettagli

LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM 07.08.2013. Siena, 10 maggio 2013

LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM 07.08.2013. Siena, 10 maggio 2013 Ministero dell Interno Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile Comando Provinciale Vigili del fuoco SIENA "Noctu et Die Vigilantes" LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM

Dettagli

Allegato A TESTO INTEGRATO

Allegato A TESTO INTEGRATO TESTO INTEGRATO DELLE DISPOSIZIONI DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI TRASMISSIONE, DISTRIBUZIONE E MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA Periodo di regolazione 2008-2011

Dettagli

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici 12 Giugno 2014 Stefano Bonfanti Product Manager - Cillichemie Italiana S.r.l. L azienda n.2 Sedi n.47 Agenti

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO Relazione tecnica alla deliberazione 20 dicembre 2012, 570/2012/R/efr Mercato di incidenza:

Dettagli

- - Visto l'art. 63 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773;

- - Visto l'art. 63 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773; Decreto Ministeriale del 12/09/2003 Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per l'installazione e l'esercizio di depositi di gasolio per autotrazione ad uso privato, di capacita' geometrica

Dettagli

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili Sistema Multistrato per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili LISTINO 05/2012 INDICE Pag. Tubo Multistrato in Rotolo (PEX/AL/PEX) 4065 04 Tubo Multistrato in Barre (PEX/AL/PEX)

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli

La bolletta dimagrisce

La bolletta dimagrisce La bolletta dimagrisce Bolletta più leggera e più equa per le Pmi La spesa energetica delle imprese Il costo dell energia è un importante fattore di competitività per le imprese; La spesa per l energia

Dettagli

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti gli utilizzi tecnici dell acqua in un edificio ACQUA FREDDA SANITARIA

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento. Accreditation process for abilitation/notification: experiences and criticalities

ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento. Accreditation process for abilitation/notification: experiences and criticalities ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento Accreditation process for abilitation/notification: experiences and criticalities 1-32 28 giugno 2013 IL QUADRO DI RIFERIMENTO Cambiano gli scenari europei Regolamento

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare CIRCOLARE Alla Conferenza delle regioni e delle province autonome All

Dettagli

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio ALLEGATO E (Allegato I, comma 15) RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA

TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA Nell ambito del processo di completa liberalizzazione del mercato dell energia elettrica

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

MINISTERO DELL INTERNO COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO DI CREMONA

MINISTERO DELL INTERNO COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO DI CREMONA 27/06/13 MINISTERO DELL INTERNO COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO DI CREMONA Gruppo Interprofessionale Provincia di Cremona Seminario di aggiornamento ai sensi del D.M. 5 agosto 2011 27 giugno 2013

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

Stampare in modalità fronte-retro

Stampare in modalità fronte-retro CODICE DI RETE TIPO PER LA DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE ALLEGATO 2 DELIBERAZIONE 6 GIUGNO 2006, N. 108/06 COME MODIFICATO DALLE DELIBERAZIONI 2 OTTOBRE 2007, N. 247/07, 14 DI- CEMBRE 2007, N. 324/07,

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 12 DICEMBRE 2013 578/2013/R/EEL REGOLAZIONE DEI SERVIZI DI CONNESSIONE, MISURA, TRASMISSIONE, DISTRIBUZIONE, DISPACCIAMENTO E VENDITA NEL CASO DI SISTEMI SEMPLICI DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico ERETO 11 marzo 2008 coordinato con ecreto 26 gennaio 2010 (modifiche in rosso, in vigore dal 14 marzo 2010; attenzione: le modifiche sono riportate al solo scopo di facilitare la lettura del decreto; in

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Principali norme e buona prassi relative agli strumenti di sicurezza da attivare quando si utilizza una PLE

Principali norme e buona prassi relative agli strumenti di sicurezza da attivare quando si utilizza una PLE AMBIENTE LAVORO 15 Salone della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro BOLOGNA - QUARTIERE FIERISTICO 22-24 ottobre 2014 Principali norme e buona prassi relative agli strumenti di sicurezza da attivare

Dettagli

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA 1. La trasmittanza termica U COS'E? La trasmittanza termica U è il flusso di calore medio che passa, per metro quadrato di superficie, attraverso

Dettagli

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO SOLARE TERMICO ACS PER UFFICI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

LIBRETTO DI CENTRALE

LIBRETTO DI CENTRALE 1 LIBRETTO DI CENTRALE OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE SUPERIORE O UGUALE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412) Conforme al modello pubblicato

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO

REGOLE TECNICHE PER L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO REGOLE TECNICHE PER L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO NAZIONALE ai sensi della deliberazione 574/2014/R/EEL Roma,

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano Comune di MILANO Provincia di MILANO Regione LOMBARDIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008

Dettagli

- Seminario tecnico -

- Seminario tecnico - Con il contributo di Presentano: - Seminario tecnico - prevenzione delle cadute dall alto con dispositivi di ancoraggio «linee vita» Orario: dalle 16,00 alle 18,00 presso GENIOMECCANICA SA, Via Essagra

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

Decreto 10 ottobre 2008 (G.U. Serie Generale n. 288 del 10 dicembre 2008)

Decreto 10 ottobre 2008 (G.U. Serie Generale n. 288 del 10 dicembre 2008) Decreto 10 ottobre 2008 (G.U. Serie Generale n. 288 del 10 dicembre 2008) Disposizioni atte a regolamentare l'emissione di aldeide formica da pannelli a base di legno e manufatti con essi realizzati in

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE Sede legale: Via G. Cusmano, 24 90141 PALERMO C.F. e P. I.V.A.: 05841760829 Dipartimento Provveditorato e Tecnico Servizio Progettazione e Manutenzioni Via Pindemonte, 88-90129 Palermo Telefono: 091 703.3334

Dettagli

Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini

Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini Innocenzo Mastronardi, Ingegnere Civile, professionista antincendio, PhD student in S.O.L.I.P.P. XXVI Ciclo Politecnico di Bari INTRODUZIONE Con l

Dettagli

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 CARTA SEMPLICE FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 ALL A.S.L. N. CN2 ALBA BRA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro Via Vida

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 19 agosto 2005, n. 192: "Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell edilizia"

DECRETO LEGISLATIVO 19 agosto 2005, n. 192: Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell edilizia DECRETO LEGISLATIVO 19 agosto 2005, n. 192: "Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell edilizia" coordinato con il D.Lgs. 311/2006, con il D.M. 26/6/09, con la L. 99/2009

Dettagli

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio.

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio. Milano lì Ns. Rif.: 13 novembre 2013 820038.309 Agli Ordini e Collegi aderenti al C.I.P.I. loro sedi K:\Ufficio\07 Documenti\CIPI\820038 Comitato interpr. prevenzione incendi\820038 corrispondenza dal

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Deliberazione 21 febbraio 2008 - ARG/elt 18/08 Perequazione dei costi di approvvigionamento dell energia elettrica per il servizio di maggior tutela e definizione dei meccanismi di conguaglio tra l Acquirente

Dettagli

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco Ing. Marco Patruno Forum Prevenzione Incendi Milano : 1 ottobre 2014

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI)

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) Domande frequenti inerenti la Relazione Energetico - Ambientale e la conformità delle pratiche edilizie alla normativa di settore. Aggiornamento al

Dettagli

Scaglioni di potenza (kw) 1

1.000. /kw /kw /kw /kw /kw /kw - 2,2 2 1,8 1,4 1,2. Tabella 1

Scaglioni di potenza (kw) 1<P 3 3<P 6 6<P 20 20<P 200 200<P 1.000 P>1.000. /kw /kw /kw /kw /kw /kw - 2,2 2 1,8 1,4 1,2. Tabella 1 Tariffe per la copertura degli oneri sostenuti dal GSE per lo svolgimento delle attività di gestione, di verifica e di controllo, inerenti i meccanismi di incentivazione e di sostegno, a carico dei beneficiari

Dettagli

IL MINISTRO DELL INTERNO

IL MINISTRO DELL INTERNO D.M. 16 maggio 1987, n. 246 (G.U. n. 148 del 27 giugno 1987) NORME DI SICUREZZA ANTINCENDI PER GLI EDIFICI DI CIVILE ABITAZIONE IL MINISTRO DELL INTERNO Vista la legge 27 dicembre 1941, n. 1570: Vista

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

RESISTENZA AL FUOCO DELLE STRUTTURE

RESISTENZA AL FUOCO DELLE STRUTTURE RESISTENZA AL FUOCO DELLE STRUTTURE 1 CLASSIFICAZIONE DI RESISTENZA AL FUOCO DI ELEMENTI COSTRUTTIVI SECONDO NORME, LEGGI E DIRETTIVE IN VIGORE 2 1. CLASSIFICAZIONE DELLA RESISTENZA AL FUOCO 2. CERTIFICAZIONE

Dettagli

LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA

LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA GESTORE DEI SERVIZI ELETTRICI GSE SPA Direzione Operativa www.gse.it www.gsel.it 2 Commercializzazione dell energia energia elettrica

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

La nuova prevenzione incendi l'evoluzione del CPI

La nuova prevenzione incendi l'evoluzione del CPI 02/02/12 1 La nuova prevenzione incendi l'evoluzione del CPI Ing. Emanuele Gissi, PhD Direttore, vice dirigente Comando Vigili del Fuoco, Genova emanuele.gissi@vigilfuoco.it 02/02/12 2 Agenda La nuova

Dettagli

Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR

Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR Edizione n.1 Marzo 2012 - 1 - INDICE GENERALE 1 Premessa... - 7-2 Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR)... - 8-2.1 Principi generali della... - 8 - Box:

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

I CONSUMI ED IL RENDIMENTO

I CONSUMI ED IL RENDIMENTO I CONSUMI ED IL RENDIMENTO E buona prassi che chiunque sia interessato a realizzare un impianto di riscaldamento, serio, efficiente ed efficace, si rivolga presso uno Studio di ingegneria termotecnica

Dettagli

Art.5 Piani regionali.

Art.5 Piani regionali. Norme per l attuazione del Piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia (legge 9/1/1991 n 10) TITOLO I Norme

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici saeg Impianti fotovoltaici che manda calore e luce che giungono ai nostri sensi e ne risplendono le terre - Inno al SOLE FONTE DI TUTTA L ENERGIA SULLA TERRA calor lumenque profusum perveniunt nostros

Dettagli

06/09/2013. Gianfranco Tripi. Deroghe

06/09/2013. Gianfranco Tripi. Deroghe CORSO BASE DI SPECIALIZZAZIONE DI PREVENZIONE INCENDI Analisi di rischio e individuazione delle misure di sicurezza equivalenti. Individuazione delle misure di prevenzione e/o di protezione che permettono

Dettagli

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA E composta dalla sigla CE e, nel caso un Organismo Notificato debba intervenire nella fase del controllo della produzione, contiene anche il numero d identificazione

Dettagli

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE Pag. 1 di 20 LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE Funzione Responsabile Supporto Tecnico Descrizione delle revisioni 0: Prima emissione FI 00 SU 0002 0 1: Revisione Generale IN 01 SU 0002 1 2:

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

3 Conto Energia. DM 6 Agosto 2010. Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico

3 Conto Energia. DM 6 Agosto 2010. Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico 3 Conto Energia DM 6 Agosto 2010 Guida alle applicazioni innovative finalizzate all integrazione architettonica del fotovoltaico 2010 - GSE Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. consultazione.ftv@gse.it

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO Gli aggiornamenti più recenti proroga detrazione del 65% estensione dell agevolazione ad altri interventi aumento della ritenuta d acconto sui bonifici

Dettagli

Salute e Sicurezza sul luogo di lavoro Valori limite di Rumore e Vibrazioni

Salute e Sicurezza sul luogo di lavoro Valori limite di Rumore e Vibrazioni Valori limite di Rumore e Vibrazioni Le Norme UE Protezione sul Lavoro entrano nel diritto tedesco Crescita del livello di Sicurezza e di tutela della Salute sul luogo di lavoro Le Norme relative alla

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n. Spazio riservato al Servizio Urbanistica AGIBILITA' n del L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.160 ) l sottoscritt...

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto l articolo 17

Dettagli

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Corso di laurea in Ingegneria Edile CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Anno Accademico 2011/2012 Definire: Obbiettivi della lezione Rischi Interferenziali - DUVRI e PSC Rischi Propri - POS Conoscere gli aspetti

Dettagli

Solo il meglio sotto ogni profilo!

Solo il meglio sotto ogni profilo! Solo il meglio sotto ogni profilo! Perfetto isolamento termico per finestre in alluminio, porte e facciate continue Approfittate degli esperti delle materie plastiche Voi siete specialisti nella produzione

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars Trave Angelina TM Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Trave Angelina TM Un idea brillante, applicata ad un prodotto industriale Slanciata,

Dettagli

SOMMARIO TITOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI... 4 SEZIONE 1 CONDIZIONI DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA AI CLIENTI FINALI...

SOMMARIO TITOLO 1 DISPOSIZIONI GENERALI... 4 SEZIONE 1 CONDIZIONI DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI MAGGIOR TUTELA AI CLIENTI FINALI... TESTO INTEGRATO DELLE DISPOSIZIONI DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI VENDITA DELL ENERGIA ELETTRICA DI MAGGIOR TUTELA E DI SALVAGUARDIA AI CLIENTI FINALI AI

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 2 INDICE PREMESSA 1. ADEMPIMENTI 1.1 Enti del volontariato 1.2

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico VISTO il Decreto Legge 12 settembre 2014, n. 133 convertito con modificazioni dalla Legge 11 novembre 2014, n. 164 recante Misure urgenti per l'apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche,

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Protezione dal Fuoco Vetri Resistenti al Fuoco Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Chicago Art Istitute, Chicago (USA). Chi siamo Produciamo e trasformiamo vetro dal 1826. Questa

Dettagli

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE PROF.. GIIANCARLO ROSSII PARTE SECONDA 1 INTRODUZIONE TIPOLOGIE

Dettagli

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Roma, aprile 2013 INDICE Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Esempi di interventi incentivabili -2- Il Conto Termico: DM 28 12 12 Il Conto Termico

Dettagli

Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali

Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali Art. 1 Definizioni 1.1 Ai fini del presente provvedimento si applicano le seguenti definizioni:

Dettagli

D) ATTI DIRIGENZIALI. Giunta regionale. 64 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 44 - Giovedì 31 ottobre 2013

D) ATTI DIRIGENZIALI. Giunta regionale. 64 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 44 - Giovedì 31 ottobre 2013 64 Bollettino Ufficiale D) ATTI DIRIGENZIALI Giunta regionale D.G. Salute Circolare regionale 25 ottobre 2013 - n. 20 Indicazioni in ordine all applicazione dell accordo tra governo, regioni e province

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI

ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI Deliberazione 15 dicembre 2010 Criteri per l iscrizione all Albo nella categoria 8: intermediazione e commercio dei rifiuti. IL COMITATO NAZIONALE Visto il decreto legislativo

Dettagli

Scambio sul posto. www.gse.it. www.gsel.it

Scambio sul posto. www.gse.it. www.gsel.it Scambio sul posto www.gse.it www.gsel.it 2 Lo scambio sul posto: ammissione al contributo La Deliberazione ARG/elt n. 74/08 (TISP) prevede che lo scambio sul posto sia erogato dal GSE su istanza degli

Dettagli

n.1 2013 Guida al Regolamento Prodotti da Costruzione

n.1 2013 Guida al Regolamento Prodotti da Costruzione UADERNI DI CONFORMA QUADERNI DI CONFORMA I QUAD n.1 2013 Guida al Regolamento Prodotti da Costruzione La riproduzione totale o parziale con qualunque mezzo di questo documento nella sua versione italiana

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. DM 13/12/93 APPROVAZIONE DEI MODELLI TIPO PER LA COMPILAZIONE DELLA RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ART. 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991 N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO

Dettagli

TABELLA DELLE NUOVE MAGGIORANZE ASSEMBLEARI

TABELLA DELLE NUOVE MAGGIORANZE ASSEMBLEARI TABELLA DELLE NUOVE MAGGIORANZE ASSEMBLEARI AVVERTENZA Nella tabella viene usato il termine per fare riferimento ai partecipanti al condominio, mentre viene usato il termine per far riferimento ai partecipanti

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Metodologie per la misura, il campionamento delle emissioni di ossidi di azoto prodotte dagli impianti termici civili.

Metodologie per la misura, il campionamento delle emissioni di ossidi di azoto prodotte dagli impianti termici civili. REGIONE PIEMONTE BU12 20/03/2014 Codice DB1013 D.D. 12 marzo 2014, n. 52 Metodologie per la misura, il campionamento delle emissioni di ossidi di azoto prodotte dagli impianti termici civili. Con D.C.R.

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli