Appuntamenti. La Liberazione. Per i 70 anni della ricorrenza

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Appuntamenti. La Liberazione. Per i 70 anni della ricorrenza"

Transcript

1

2 INAUGURAZIONE La Mostra in Castello, che presentiamo in questa pagina, sarà inaugurata venerdì 24 aprile alle ore 18. Sarà naturalmente visitabile nel giorno della Liberazione e domenica 26 e, secondo le indicazioni, nei giorni successivi. Sabato 25 aprile il tradizionale appuntamento con la Santa Messa alle ore 10,30 nella Chiesa parrocchiale e il corteo al Monumento di piazza Vittorio Veneto ove il Sindaco terrà il discorso in memoria del 70 anniversario della Liberazione. Appuntamenti La Liberazione Per i 70 anni della ricorrenza In bicicletta Con il Comune e l ANPI di Viguzzolo Aderendo alle manifestazioni promosse dal Comune e dall ANPI di Viguzzolo in occasione della ricorrenza del 70 anniversario della Liberazione, il Comune organizza una biciclettata da Castelnuovo a Viguzzolo per domenica 26 aprile Ritrovo: ore 14,00 nella piazza delle scuderie e partenza ore 14,15 Percorso: Strada vecchia per Viguzzolo (strada dei Cappuccini). Durata: non più di un ora, quindi possibile anche da parte di bambini. Durante l andata: sosta di 20 minuti alla cascina Diavolina-Impero attuale ELILU (animali, frutteto, coltivazioni biologiche, due cavallini di circa un mese di vita). Qui i partigiani avevano un punto di ritrovo nel loro passaggio fra la pianura e le valli Grue e Curone. A Viguzzolo: ricongiungimento con le colonne ciclistiche provenienti dai Comuni limitrofi e partecipazione alle manifestazioni: concerto, pièce teatrale in ricordo del partigiano Virgino Arzani trucidato dai nazi-fascisti, mostra fotografica sulla Resistenza, merenda. Rientro previsto a Castelnuovo: intorno alle 18,30. Iniziative OPEN DAY ASILO NIDO È in programma domenica 12 aprile dalle ore 14,30 alle 18 l apertura dell asilo nido Primavera di via Bertetti per tutti coloro che vorranno visitare la struttura che accoglie i bambini dai sei mesi ai tre anni. Sarà presente lo staff degli educatori guidato da Manuela che risponderà a tutte le domande sul funzionamento giornaliero e la programmazione annuale degli eventi. FIORILE E LA MOSTRASCAMBIO Due appuntamenti per domenica 19 aprile: Fiorile, il mercato dei fiori con la rassegna dei lavori delle scuole in castello e la Mostrascambio di primavera alla cascina Impero di strada Viguzzolo. La prima organizzata dalla Procom e dal Comune si propone di presentare fiori, piante e frutti ai visitatori. Alla cascina, invece, scambio di piantine da orto: rose, essenze autoctone e arbusti. VETRINA D AUTORE L appuntamento è per venerdì 10 aprile alle 21,15 in Sala Pessini. Tre gli autori che la Biblioteca ha coinvolto per la presentazione dei loro libri. Patrizia Ferrando con il Diario segreto della Contessa, Candido Meardi - già sindaco di Molino dei Torti - con Il destino di un eterno mare ed infine 60 anni di pasta fresca e gastronomia a Voghera con Savignoni. Una bella rassegna, come al solito. 2 IL COMUNE della BASSA VALLE SCRIVIA 4 Aprile 2015

3 Editoria Storie del Quattrocento Il nuovo libro di Italo Cammarata con tre capitoli dedicati al nostro paese Sabato 18 aprile - ore 21,15 Presentazione del nuovo libro di Italo Cammarata - Saluto del Sindaco Pierangelo Luise - Introduzione di Roberto Carlo Delconte - Presentazione di Antonello Brunetti Il libro sarà disponibile a un prezzo particolare per tutti i partecipanti. VOLONTARI CERCASI PER SERVIZI COMUNALI Alcuni servizi comunali di interesse sociale, quali il trasporto anziani per visite ed esami medici, la vigilanza stradale in prossimità delle scuole, il controllo del verde sono stati finora possibili grazie alla disponibilità di alcuni nostri concittadini che hanno volontariamente messo a disposizione della comunità il loro tempo e le loro capacità. Sussistendo la necessità di integrare e, in alcuni casi, di rimpiazzare il gruppo di volontari per continuare ad assicurare lo stesso livello di servizio, il Comune invita i concittadini liberi da impegni lavorativi a contribuire alle attività sociali, ciascuno nel settore di personale interesse e per il tempo che riterrà di mettere a disposizione attraverso l Auser. Le persone interessate sono invitate ad un incontro presso la Sede municipale, primo piano, sala consiglio, per mercoledì 22 aprile alle ore 18,00. Chi intendesse anticipare la propria disponibilità può chiamare la Segreteria del Comune al n Autori castelnovesi Nuovi titoli in libreria Italo Cammarata è stato nominato nel maggio 2010 cittadino onorario di Castelnuovo, sia per i cinque libri da lui scritti su temi e periodi castelnovesi, sia per le molte qualità di ricercatore storico che lo caratterizzano. Questi i libri castelnovesi: - Il paese ritrovato, l anagrafe del popolo di Castelnuovo secondo la gabella del sale di Borso d Este (2000) - Oro blu, storia e geografia del gualdo di qua dal Po (2001) - Castelnuovo fra Este e Sforza (2003) - Fazioni e faide a Castelnuovo (2006) - Gli Statuti di Castelnuovo a metà Quattrocento (2010). Negli ultimi venti anni, trascorsi in buona parte negli archivi milanesi, di cui è stato anche a lungo presidente emerito dell Associazione Amici dell Archivio di Stato, ha prodotto pubblicazioni ricche di migliaia di documenti che poi intreccia ricavandone vicende affascinanti e totalmente veritiere. In questi giorni è uscito Storie del Quattrocento, volume che è disponibile presso la libreria di Cinzia Cassinelli e Silvio Maniezzo. Un libro corposo di 300 pagine, curatissimo nella grafica e nel testo (Guardamagna Editori). Tantissime vicende immerse nel clima storico del Quattrocento. Tre capitoli sono dedicati a Castelnuovo: l eccezionale famiglia Grassi con consiglieri e segretari del duca di Milano; come nascono gli antichi Statuti all epoca di Borso d Este; la civiltà del gualdo. Tante vicende piacevolissime da leggere e al prezzo volutamente modico. Ve ne suggerisco la lettura. A.B. Ho cercato nei vostri cuori Una raccolta di aforismi e di riflessioni prodotta da Paola Felice. Il giorno prima che inizi la pioggia Poesie di Valeria Borsa, tortonese, ma di origini castelnovesi. Il destino di un eterno mare Cinquanta pagine di poesie dell ex sindaco di Molino, Candido Meardi. LAUREA La nostra concittadina Valeria La Greca si è brillantemente laureata all Accademia di Belle Arti Europea di Milano in Grafica Design. Dal papà Antonio e dalla mamma Angela i complimenti più sentiti alla neo laureata e gli auguri per una carriera ricca di soddisfazioni. Questo spazio è gratuitamente a disposizione di tutti coloro che vorranno segnalarci giovani della Bassa Valle Scrivia che si laureano. I pipistrelli del Parco dello Stelvio Compartecipazione a un importante libro di ricerca naturalistica. La maggior parte delle splendide foto sono opera del nostro conterraneo Bruno De Faveri. La tempesta Un romanzo di Giordano Stella. La vicenda ha per protagonista un sacerdote che deve affrontare momenti difficili. Siamo lieti di informarvi che nella sede di Castelnuovo Scrivia via Umberto I n 14 - Tel. 0131/ Fax: sono a vostra completa disposizione per informazioni e preventivi di natura finanziaria-assicurativa. i nostri fidati intermediari assicurativi: PIERANGELO CISI - CESARE TORTI - CATERINA CANOBBIO - PIERO ORSI - CESARE GROTTOLI Viale IV Novembre, 14 - Castelnuovo Scrivia ORARIO: Dal Lunedì al Sabato dalle 8,30 alle 20 Domenica dalle 8.30 alle 13 IL COMUNE della BASSA VALLE SCRIVIA 4 Aprile

4 Lavori in corso Il primo lotto di lavori, propedeutico agli interventi programmati a seguito dell evento alluvionale, è stato realizzato. Si tratta dell attraversamento del casello autostradale che è stato rifatto e ciò ha comportato la chiusura dello stesso per una quindicina di giorni. Nel mese di gennaio, il Comune, chiese alla Milano-Serravalle un incontro per poter discutere del piano di contenimento idrico: furono ricevuti a Palazzo Centurione l arch. Panighetti in rappresentanza del capo della struttura tecnica ing. Colombo, l ing. Ferro e il geom. Giampiero Tuccio che è il responsabile degli interventi sulla nostra tratta. Si partì dalla realizzazione della terza corsia e dal problema del ristagno di acqua nei momenti più piovosi. Sotto le corsie di decelerazione c era infatti un tubo dal diametro molto limitato. L ing. Morettini, tecnico del Comune, aveva indicato un evidente sottodimensionamento e la necessità di intervenire per evitare che l acqua non riuscendo a scorrere perché come in un imbuto tracimasse alimentando poi il flusso a valle del manufatto autostradale. E il problema, oltre ad essere del Comune, era anche dell autostrada perché il casello venne chiuso più volte in occasione delle alluvioni per la via Einaudi e in alcuni casi limitato il transito perché l acqua inondava le corsie in direzione Milano. Seguirono alcuni contatti e una progettazione del nuovo manufatto: da un tubo di circa un metro di diametro vennero indicati degli scatolari larghi tre metri e alti due. Un aumento notevole della portata. Il tutto collegato ad un nuovo fosso: più profondo e con i giusti calcoli delle quote raccordato agli accessi in direzione Milano. Nei primi giorni di marzo il via ai lavori con la chiusura del casello per smantellare l esistente, la posa in opera dei manufatti prefabbricati, lo spostamento dei sottoservizi e la realizzazione della prima parte del fossato per il quale si è utilizzato un terreno comunale e una piccola porzione privata che è stata gentilmente concessa dai proprietari del fondo. La Co.Ge.Pi., impresa di Guazzora, ha svolto i lavori seguiti dal geom. Gavio e dal geom. Tuccio. Con un anticipo di due giorni sul crono programma, il casello è stato riaperto al traffico. Posato quindi il lungo sottopasso, che era la cosa più urgente per la viabilità in direzione Milano e in uscita da Genova, ora i lavori continueranno a lato del rilevato per la calibratura del fossato. Prosegue, nel frattempo, sul torrente Grue il taglio della vegetazione all interno dell alveo. L impresa Origlia Claudio, a seguito della pratica inoltrata dal Comune nella scorsa estate era stata autorizzata nel mese di ottobre dalla Regione Piemonte. Troppo tardi per poter iniziare. Tant è che due giorni dopo ci fu la prima disastrosa alluvione. Ora il tratto interessato dai lavori è stato quasi completato. Partiva dal territorio tortonese per Per l intervento il casello è stato chiuso quindici giorni Realizzato il nuovo sottopasso per il deflusso delle acque L intesa tra il Comune e la società autostrade Milano-Serravalle Portfolio I lavori di formazione del nuovo fosso di scolo e dell attraversamento delle corsie di immissione nella rete autostradale sono stati completati nei giorni scorsi. La fiera di San Giuseppe (Foto LUIGI BLOISE) arrivare sino alla confluenza con lo scolmatore. Ciò servirà per poter programmare gli interventi nella prossima estate quando dopo i raccolti dei campi si potrà intervenire più agevolmente. L impresa Franzosi ha realizzato il nuovo ponte sulla Calvenza oggetto di intervento finanziato dal settore regionale di Protezione Civile. Si tratta di uno dei manufatti di accesso ai terreni agricoli che risultava tra i più bassi ovvero non consentiva il passaggio delle acque di scorrimento al pari degli altri. In caso di piena era il primo a collassare e da lì iniziava lo scorrimento oltre il letto. Posato in opera sarà completato con il raccordo alla strada vicinale. 4 IL COMUNE della BASSA VALLE SCRIVIA 4 Aprile 2015

5 193 razze Sono conservate al CRA di Padova Se ne sta andando un altro pezzo dell architettura rurale. La casa delle cento finestre, terrore dei ragazzini negli anni ottanta quando sfidavano, per gioco, i fantasmi che la abitavano, l imponente cascinale nella realtà sulla strada del Cerro. Il tetto è crollato, la struttura è diventata instabile e la proprietà ha messo dei cartelli in cui si segnala il pericolo. Un cascinale costruito con criteri strutturali diversi da quelli consueti: con più piani, strano nel panorama della campagna della Bassa Valle Scrivia. Il perché è noto: era uno dei centri di allevamento e produzione del baco da seta. E proprio in questi giorni, dall idea di un noto gioielliere veneto, è partita un iniziativa sponsorizzata dal Centro di ricerca sulla bachicoltura di Padova. La forte richiesta di seta da parte delle industrie tessili sta facendo rinascere le filande spazzate via dalla concorrenza cinese. E sul baco da seta il nostro paese, come si legge negli archivi di Palazzo Centurione, era senz altro uno dei maggiori produttori. Nel frattempo i gelsi sono spariti, ma ecco che vengono recuperate e reimpiantate specie ibride che già al terzo anno sono in produzione: le foglie sono l elemento più prezioso per l alimentazione dei bachi da seta. I gelsi: la pianta del gelso, secondo una vecchia tradizione, comparve da noi verso la fine del 1400, quando era duca di Milano Ludovico il Moro. Per questo motivo il gelso si chiamerebbe in dialetto muró, mentre in realtà il termine dialettale deriva, come avviene di solito, dal latino e precisamente da «morus». Questo albero era molto utile sia perché produce una legna forte che brucia lentamente e produce molto calore (perciò era utilizzata per far fuoco nei camini), sia perché le sue foglie costituivano il nutrimento per i bachi da seta. Particolarmente ricca di filari di gelsi tutta la zona a est di Castelnuovo, ove addirittura erano 28 giorni Il ciclo di vita del baco dalla nascita alla morte passando da uovo, bruco, crisalide e falena IL CASO Chiuse 40 anni fa, le filande rinascono in Veneto: nei prossimi cinque anni saranno un migliaio. Il nostro paese ne aveva quattro Crolla la casa delle cento finestre mentre ritorna il baco da seta OGGI state costruite cascine ad almeno tre piani proprio per contenere il massimo possibile di bigattiere: una di queste è proprio quello del Cerro. Il cartoccio: la semenza, costituita da un cartoccio di ovicini neri, veniva acquistata a fine aprile sul mercato o presso privati. Per il 25 aprile, giorno di San Marco, tutti avevano già la semenza e partecipavano alla processione che, diretta verso San Damiano, partiva dalla chiesa parrocchiale, alle sei del mattino, portando con sé la semenza. Ogni famiglia, a seconda dello spazio disponibile, acquistava da mezza oncia a tre once di semenza. Ogni oncia corrispondeva a 30 grammi, dai quali si ricavavano bozzoli per circa 60 chili. Il baco compie lo sviluppo larvale in una trentina di giorni e, alla vigilia di tessere il bozzolo per trasformarsi in crisalide, ha raggiunto la lunghezza di 9 cm e il peso di 4 grammi; ossia lunghezza e peso sono cresciuti rispettivamente di 30 e volte. Si tratta di uno sviluppo straordinario, tanto in quantità che in velocità, il che giustifica il consumo di 10 quintali di foglia di gelso per oncia di semenza. La festa del paese: tutto questo lavoro occupava il periodo da fine aprile a metà giugno e a Castelnuovo la festa del paese, dedicata a San Desiderio, cadeva il 23 maggio. Quando, intorno al , si diffuse fortemente la bachicoltura, tale giornata veniva a cadere più o meno nel periodo della quarta dormita e perciò le case erano piene di stuoie, oscurate e puzzolenti e tutti i componenti della famiglia erano assai impegnati (anche per il taglio del fieno indispensabile per l alimentazione degli animali da tiro) e non avevano assolutamente il tempo di occuparsi dei festeggiamenti. Per tale motivo, nel 1853, venne deciso di trasferire la festa del paese dal 23 maggio alla quarta domenica di agosto, periodo in cui allora i raccolti principali erano già stati fatti. Le filande: a metà giugno, mentre il grano stava maturando e le famiglie, con il ricavato dei bozzoli, pagavano i debiti accumulati durante l inverno e i mietitori si preparavano con la msùria a tagliare il grano senza neppure il conforto dell ombra dei gelsi completamente sfogliati, il lavoro nei furnët familiari e nelle filande si intensificava, soprattutto in quelle di Richembach e di Beltrame. L edificio di quest ultima esisteva ancora integro in via De Agostini trenta anni fa, e in quei locali vi erano ancora macchinari, oggetti e soprattutto documenti. Vi abbiamo visto stanze ampie e altissime colme di barch e di sturô, bilance per la pesatura dei bozzoli, strane borse con griglie di ferro, soffietti per i forni, aspe e tanti registri. Intorno al 1880 le filande castelnovesi erano quattro, quelle di Vittore Luraghi, di Pietro Beltrame, di Pio Stringa e di Pietro Campeggi, oltre ad altre con minor numero di bacinelle. La filanda di Luraghi, la più importante, fallì nel 1883 e rimase chiusa per quattro anni. Nel 1887 venne rilevata da uno dei maggiori creditori di Luraghi, il banchiere svizzero Roberto Richembach che l ampliò e la modernizzò fornendo così lavoro a oltre trecento operaie. Durante la prima guerra mondiale una grave crisi indebolì la posizione finanziaria di Richembach che, non reggendo alle richieste dei creditori, si suicidò. Al Centro di Padova sono conservate 193 razze di bachi in purezza. Ogni baco produce 250 metri di seta. Quelli ibridi arrivano a 1200 metri. Chiuse 40 anni fa le filande rinascono in Veneto: nei prossimi 5 anni saranno un migliaio. Cresce la richiesta delle industrie tessili di prodotti di qualità. Mentre la produzione di Pechino arranca a causa dell inquinamento, inizia l inversione della tendenza al tutto facile e sintetico. Che sia la volta buona? 1200 metri di filo sono prodotti da un bozzolo di baco ibrido IL COMUNE della BASSA VALLE SCRIVIA 4 Aprile

6 In viaggio/2 Prosegue il nostro tour tra i castelnovesi che lavorano nel mondo Ad Hong Kong per gli orologi Panerai e lo sviluppo della distribuzione Sei mesi traumatici, l arrivo della futura moglie Gaia e la felicità per Vittoria. Loro e la nuova avventura mi hanno cambiato la vita. A volte ci mancano le cose normali. Dopo una breve esperienza nel settore della Pubblicità, che è stato il primo passo nel mondo del lavoro, completata l Università, ho avuto l opportunità di lavorare nel Marketing della Tod s nel Un esperienza importante che mi ha dato la possibilità di confrontarmi con un ambiente internazionale e di essere fiero di lavorare per un prodotto italiano. Dopo un ciclo di 3 anni sono entrato a far parte del Gruppo Richemont lavorando per Panerai, azienda di origine fiorentina. Design Italiano e tecnologia svizzera sono il binomio che ha fatto diventare la Marca leader nel settore dell orologeria sportiva di lusso. Quattro anni a Milano nello Sviluppo Prodotto e di questo periodo ricorderò sempre con piacere la passione che ha accomunato il nostro team di lavoro e un ambiente unico dal punto di vista umano che mi ha insegnato il valore del lavoro di squadra con una attenzione estrema ai dettagli. All improvviso è arrivata la proposta per una nuova avventura a Hong Kong. Dopo nottate insonni e ripensamenti vari, mi sono fidato dell istinto, ho deciso di accettare, era novembre 2010 e sarei partito nel febbraio Non è stata una scelta facile, prima di tutto perchè i legami con quella che allora era la mia ragazza (ed ora moglie) si sarebbero potuti complicare e compromettere e poi, a 33 anni, mi sono trovato a stravolgere la mia vita, le mie abitudini e ad allontanarmi dalla mia famiglia. Sono venuto ad Hong Kong per sviluppare la distribuzione Retail di Panerai in Asia sono spesso su un aereo e viaggio tra Shanghai, Pechino, Taipei, Singapore. Mi confronto con culture molto diverse tra di loro ma vivo un esperienza lavorativa e umana che mi sta dando tanto. I primi sei mesi sono stati traumatici, non mi piaceva la città, non mi piaceva il lavoro e costruire amicizie vere in una città tremendamente orientata al business non è facile (tante conoscenze e opportunismo, pochi rapporti veri ); volevo rientrare. La vita è cambiata il giorno in cui Gaia mi ha detto così non andiamo avanti, mollo tutto e vengo ad Hong Kong. Ha lasciato una delle migliori città per qualità di vita in Italia (Bolzano) per venire in una giungla metropolitana, a imparare una nuova lingua e iniziare una nuova vita insieme a me. Era STEFANO VAGGI, Gaia e Vittoria, una veduta di Hong Kong e la loro vita in Asia. l aprile Le sarò sempre grato per questo gesto d amore. È stato incredibile vedere come la pace interiore e l equilibrio che sono arrivati con la vita di coppia ha cambiato la visione su tutto: città, vita, lavoro. Il valore dei rapporti umani è il vero motore della vita. Un anno dopo, luglio 2013, ci siamo sposati, rigorosamente in Italia, nella nostra terra e vicino a famiglia, amici di una vita e amici nuovi che sono arrivati da Hong Kong per festeggiare la nostra unione. E poi, nell ottobre 2014 è arrivata la nostra Vittoria, di nome e di fatto: una bimba tanto desiderata e che ha reso la nostra vita meravigliosa. Vittoria è nata a Hong Kong e sarà sempre il ricordo più bello di questo capitolo della nostra vita. Ora siamo una famiglia che vive serenamente in Asia, dove tutto va a mille all ora, dove l economia va a gonfie vele, dove non si perde troppo tempo a parlare di politica e si guarda con entusiasmo al futuro. Ma non è tutto oro quello che luccica: le 12 ore di volo che ci separano dai nostri cari a volte pesano come un macigno, soprattutto ora che c è Vittoria, che vorrebbe godersi i nonni, la bisnonna e gli zii. A volte ci mancano le cose normali: una chiaccherata al bar con un amico eterno, una piazza (qui non ce ne sono), una pedalata in campagna, un pranzo domenicale in famiglia, è incredibile... a volte ci mancano anche le cose che quando eravamo in Italia ci lasciavano indifferenti, erano solo routine. Torneremo in Europa e magari in Italia, è solo questione di tempo. Se mi guardo indietro sono passati solo 4 anni ma sembra un eternità: l adrenalina del cambiamento mi sta accompagnando dall inizio, la nostalgia per luoghi e persone della mia Italia ogni tanto si fa sentire ma posso dire di aver fatto la scelta giusta: questa esperienza mi ha fatto diventare uomo, marito e padre, tutto in fretta ma tutto intensamente. Mi è capitato di leggere una frase che rappresenta in pieno la vita all estero, la riporto: Un esperienza del genere ti cambia, molto probabilmente non te ne accorgerai subito, ma con il passare del tempo sarai in grado di vederlo in modo più chiaro. È come se smontassi ogni singolo pezzo di te stesso, per poi rimetterli tutti insieme secondo un nuovo e naturale ordine. Sei cresciuto, hai cicatrici e hai vissuto. Arrivederci a presto Italia. 6 IL COMUNE della BASSA VALLE SCRIVIA 4 Aprile 2015

7 Anniversari A luglio in Francia per il gemellaggio Giovedì 16 aprile, alle 21, in Comune, riunione aperta a tutti per informazioni ed eventuali adesioni è arrivato a dicembre: Jacques Larroy, smessi i panni di sindaco del L invito Comune francese con noi gemellato e riprese le redini del comitato per il gemellaggio, vuole organizzare per l estate i festeggiamenti per il 50 anniversario della firma del sodalizio che ci lega sotto il nome di Bandello. Nel 2013 li ospitammo in Italia Un giornale dell epoca quando venne sottoscritto l atto che univa i tre paesi nel lontano ed ora ci attendono nel paese che si affaccia sulla Garonna. Il periodo è già stato scelto perché coincide con il Garonna Show che è un imponente manifestazione che ogni anno si svolge proprio nel piccolo centro francese. Numerose bande di strada, artisti in libertà, musicisti di varia estrazione animano con la loro musica, sino a notte fonda, le serate dell estate portese. L avvenimento sarà il 3 e 4 luglio prossimo. E in quei giorni ci aspettano. È già stato confermato un gradito ritorno alla manifestazione: gli Open, il cui capo spirituale è Bruno Nori, saranno ospiti sul palco francese. E con la loro musica sarà sicuramente un successo come lo fu alcuni anni fa. Graditissimi dal pubblico d Oltralpe, catturarono l attenzione dei numerosi giovani che popolano le serate di Via Garibaldi, 54 Castelnuovo Scrivia (AL) Servizi Funebri Alessandria S.p.A. musica. Jacques, quest anno, ci ha chiesto di più: Vorremmo oltre alla vostra musica anche la vostra cucina. Sarebbe una bella esperienza nell ambito della manifestazione. Detto fatto. Un rapido consulto con chi è disponibile ad allestire stand e cibarie. Per la prima volta, in Francia, nell ambito del gemellaggio prepareremo alcuni piatti italiani che, se ne siamo certi, non mancheranno di riscontrare un elevato consenso culinario. Si sta predisponendo un menù tipo, sicuramente la pasta sarà la regina ma anche l antipasto di prodotti tipici non mancherà di stupire i gemelli francesi e coloro che si avvicineranno allo stand castelnovese. E quindi sul pulman caricheremo due tipi di batteria: quella di Bruno, per suonare, e quella di Giovanna, per mangiare. La seconda, naturalmente, di pentole. Ci sarà nello staff una buona rappresentanza dell angolo del Borgo per la preparazione e la distribuzione dei piatti. Un passo indietro, al gemellaggio vero e proprio. Si celebreranno anche in Francia i cinquantanni. E quindi l ospitalità in famiglia, le escursioni e la possibilità di stringere nuove amicizia e rafforzare quelle già esistenti. Tutti coloro che Nel corso della serata verrà proiettato per la prima volta il DVD realizzato dai francesi nel sono interessati, naturalmente, saranno i benvenuti. Il viaggio sarà organizzato dall amministrazione comunale proprio in virtù dell avvenimento e la partenza è programmata per la sera di giovedì 2 luglio con rientro domenica, sempre in serata. Per qualsiasi informazione ci si può rivolgere alla segreteria del Comune. Tel Fax Persone Incontri /di Elda Lanza San Giuseppe e i negozi Tanto tuonò che venne il sole. Per la Festa di San Giuseppe, che da noi è anche la festa dei farsô. Finalmente è arrivato il sole. E se ci ho messo un po a pronunciare correttamente questa parola, perché si scrive così ma si pronuncia alla francese, ci ho messo pochissimo a farmeli piacere i farsô: belli caldi e gonfi come li friggono sotto il tendone in piazza. Ho fatto un giro per il paese e malgrado il sole non l ho trovato così allegro come la festa avrebbe meritato. Se potessi vorrei poter chiedere al sindaco, per queste feste, di obbligare i padroni dei negozi sfitti, vuoti disordinati e bui, a cederli gratuitamente a qualcuno che ha un idea da mettere in mostra per la festa. In altri paesi l hanno fatto. Verga ha accanto un negozio vuoto, potrebbe animarlo con una bella tavola apparecchiata, con tutte le cose preziose che vende; Ferrari potrebbe prestarle un manichino con un bell abito da sera e la fioraia qualche pianta a illuminare l ambiente. La stessa cosa Teresa, con un grande spazio vuoto davanti al negozio: un angolo di salotto, una cucina, una tavola. Il paese diventerebbe più allegro e i visitatori avrebbero più cose da vedere. Che non sia una idea sciocca me l ha confermato Anna Damato, mani d oro. Parrucchiera cuoca e pasticcera, ha saputo radunare intorno al gioco dei gomitoli e dei ferri da lana un gruppo di signore del paese che una volta la settimana, da dieci anni, si ritrova ogni mercoledì presso l 0ratorio, dalle nove e finché dura. I loro capolavori, e sono veri capolavori di punti, di intrecci, di forme e modelli, di colori e ricami con qualche puntigliosa fantasia, li hanno esposti nella vetrina del parrucchiere da uomo che era rimasta vuota. Una vetrina allegra e tenerissima che con Cassinelli di fronte è l unico punto vivace di una strada bella e spenta. A Cassinelli va riconosciuto anche il merito di un idea intelligente: le poesie regalate a tutti i clienti per la recente festa internazionale della Poesia. A me è toccata questa: Ognuno sta solo sul cuor della terra trafitto da un raggio di sole Ed è subito sera (Salvatore Quasimodo). Grazie Cinzia. IL COMUNE della BASSA VALLE SCRIVIA 4 Aprile

8 Altri tempi / di Antonello Brunetti Settant anni dal 25 aprile 1945 La Resistenza in Bassa Valle Scrivia agisce con le seguenti funzioni: - Creare disturbo con continue incursioni e sabotaggi alle truppe nazifasciste - Procurare armi e viveri da far pervenire ai gruppi che agiscono in montagna - Raccogliere finanziamenti dai possidenti che hanno simpatie per la Resistenza o che vogliono coprirsi le spalle in caso di eventuali nuovi scenari politici. - Nascondere e proteggere disertori russi e polacchi e i partigiani che nei mesi di innevamento forte si trovano in condizioni di difficoltà nelle valli Grue, Curone, Borbera. Ogni casetta da vigna, molti cascinali e case del paese ospitano rifugiati, in attesa del ritorno in montagna. - Segnalare per tempo eventuali rastrellamenti e movimenti di truppe - Non passa giorno senza una azione notturna di disturbo alla rete elettrica, alla ferrovia, alle casermette, con relativo disarmo di carabinieri o bersaglieri che, se non reagiscono, vengono lasciati liberi a fine operazione. Il gruppo castelnovese fa parte della Brigata di pianura 108 a Paolo Rossi che è coordinata da: Arona Agostino - Cudega, comandante di Brigata Mussio Osvaldo - Andrea, Commissario Sacchi Giovanni - Limone, Intendente Andrea Scano - Elio, ferito alla Benedicta, sostituisce Mussio quando questi si deve trasferire di zona. La Brigata è suddivisa in vari distaccamenti, fra i quali: - NATALE BELTRAME a Castelnuovo Scrivia con un nucleo di una trentina di persone - ANTONIO GRAMSCI a Molino e Alzano, una decina. Comanda Damiano Curone (Janovic) - MICHELE e ROCCO a Isola e Capraglia, con una quindicina. Comanda Ugo Maccarini (Ciccio) - LIBERTÀ a Guazzora, con 15 persone. Comanda Carlo Cervetti (Maometto) - STELLA a Gerbidi e Ova, con una dozzina di persone. Comanda Tommaso Semino (Dario) Il DISTACCAMENTO Natale Beltrame Costituitosi nella casa di Merlo nell ottobre del 1943 tramite Merlo Francesco e il figlio Dino, Virginio Salvadeo, Osvaldo Mussio, Luigi Staltari, Tino Arona e Mario Silla, e collegato strettamente con i limitrofi distaccamenti della Bassa Valle Scrivia, diventa operativo nel dicembre Questi i componenti: - Cairati Baldassarre, anni 28, (Gatto) comandante - Salvadeo Gino, 42 (Antonio) comandante - Lunaschi Luigi, 29 (Giorgio) caposquadra - Spinetta Pietro, 20 (Giulio) caposquadra - Masino Umberto, 29 (Orlando) caposquadra - Emanuelli Teresio, 21 (Razzo) caposquadra Inizio maggio Il terzetto a sinistra è composto da Virginio Salvadeo, cantoniere provinciale; da Tino Arona (laureando in medicina e tenente degli alpini reduce dalla campagna di Russia); e, con la cravatta, da Osvaldo Mussio (maestro). - Civelli Aldo, 22 (Biondo) partigiano - Staltari Luigi, 28, (Calamaio). Nativo di Gerace, bloccato a Castelnuovo nel 1943, vi rimane e sposa Albina Pisa - Lova Lino, 18, (Diavolo) - Berri Aldo, 21, (Stella) - Berri Giuseppe, 16 (Piccolo) - Botta Luigi, 21 (Giove) - Solari Eugenio, 27 (Lepre) - Torti Ettore, 28 (Mario) - Garavelli Francesco, 20 (Moro) - Pisa Adolfo, 24 (Marte) - Capelli Giovanni, 21 (Rolles) - Minerva Ugo, 27 (Diluvio) - Pattarini Giuseppe, 21 (Rosso) - Spinetta Mario, 19 (Gianni) - Bensi Carlo, 18 (Moicano) - Marini Emilio, 29 (Rinaldo) - Beccaria Pietro, 27 (Fastidi) - Bobbio Ercole, 19 (Renato) - Chiesa Pasquale, 21 (Falco) - Avalle Diego, 19 (Leonardo) - Zerba Gianfranco, 18 (Angelo) - Sanginetto Vittorio, 29 (Arma) DONNE - Bensi Rosetta, 28 poi moglie di Cudega - Dori Angiolina, 38 - Emanuelli Anna, 19 - Emanuelli Ester, 20 - Lunaschi Maria, 21. Ha cessato di vivere dieci giorni or sono - Petazzi Lina, 35 - Merlo Iride, unica vivente, ospite della Casa di riposo Balduzzi Castelnovesi che parteciparono alla Resistenza fuori zona e furono uccisi vanno citati: - Pietro Giglio (Nero) Attivissimo nelle azioni di battaglia, il 5 febbraio 1945 si trova con la sua squadra a Sisola. Ferito alle gambe ordina agli altri di ritirarsi e copre la loro fuga per alcuni minuti. Raggiunto dai nemici e riconosciuto da un castelnovese repubblichino, viene ucciso sul posto. Giuseppe Zanchetta Bersagliere, diserta e si unisce ai partigiani. Il 26 aprile del 1945 è a Bogliasco dove cerca di bloccare una colonna tedesca in fuga neutralizzando un carro armato. Viene colpito e morirà qualche ora dopo a Nervi. Una immensa folla sfilerà dinanzi al corpo di quel partigiano diciannovenne sconosciuto. Pietro Ratto Fa parte della brigata Oreste con il nome di Franco. Il 23 aprile con i suoi compagni scende dall Appennino per occupare e liberare Genova. Viene colpito nella zona di Bolzaneto. Aveva 19 anni. Medaglia d argento. Carlo Grassi Figlio di Giovanni Grassi (ar mèstär Cupé) e fratello di Maria Grassi. Tenente di artiglieria ad Atene, dopo l 8 settembre si unisce con i suoi uomini alla Resistenza greca. Muore il 19 febbraio 1944 in combattimento a Pagliuri di Carditza in Tessaglia. Pietro Bassi Ha 21 anni, fa il contadino e abita alla cascina Maddalena fra Castelnuovo e Alzano. I fratelli fanno parte del gruppo alzanese del distaccamento Gramsci. Il 1 febbraio 1945 i repubblichini cercano suo fratello Aldo (Lupo). Pietro, che non si è presentato alle chiamate di Salò, fugge verso una cascina vicina. Un colpo di moschetto lo ferisce. Si rialza ma viene ripetutamente colpito e lasciato morire dissanguato sulla neve. Silvio Balduzzi (Michele) e Virgilio Bianchi (Rocco) Alla sera del 25 aprile c è ancora movimento verso Sale con passaggi di gruppi di tedeschi sbandati. Teresio Emanuelli e Baldassarre Cairati si procurano un camioncino e lo caricano di partigiani. Si fermano all incrocio per la statale della Lomellina e Gatto grida a eventuali tedeschi di arrendersi. Raffiche di mitragliatrice rispondono all invito e a fine combattimento mancano all appello gli isolani Michele e Rocco morti sul colpo. Turco di Guazzora è ferito a una gamba, il comandante Gatto ha il fazzoletto al collo, col contrassegno della 108 a, forato da una pallottola. Rientrarono a Castelnuovo a fine guerra Merlo Francesco e Dino (Picchio padre e Picchio figlio), Parodi Armando (Cucciolo), Tomaghelli Pietro (Baró), Sacchi Giovanni e il figlio Luigi (Limó e Limuné). 8 IL COMUNE della BASSA VALLE SCRIVIA 4 Aprile 2015

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 3 uscita di giugno 2014 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via Casentinese,73/f

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

La storia di Victoria Lourdes

La storia di Victoria Lourdes Mauro Ferraro La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale Dedicato a Monica e Victoria «La vuoi sentire la storia

Dettagli

1 Completate con i verbi dati. 2 Completate le frasi. 3 Completate la domanda o la risposta.

1 Completate con i verbi dati. 2 Completate le frasi. 3 Completate la domanda o la risposta. 1 Completate con i verbi dati. parlate partono preferiamo abitano pulisce lavora sono vivo aspetto 1. Stefania... tanto. 2. Io... una lettera molto importante. 3. Tu e Giacomo... bene l inglese. 4. Noi...

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B 08/06/2015 COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B - Grammatica: svolgi tutti gli esercizi da p. 3 a p. 19 (tranne l es. 6 p. 19) + leggi p. 24-25 (ripasso del verbo) e svolgi gli es. da 1

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

GRUPPO DI EBREI ADOTTATI

GRUPPO DI EBREI ADOTTATI GRUPPO DI EBREI ADOTTATI Il 15 giugno 2009, pranzai presso la Villa Immacolata a Torreglia (PD), nello stesso tavolo con la signora Alberoni Angelina detta Imelda di Vigodarzere. In quella circostanza

Dettagli

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le risposte dei ragazzi, alcune delle quali riportate sotto, hanno messo in evidenza la grande diversità individuale nel concetto

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Progetto Guggenheim: Arte segni e parole I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Composizione di segni Prove di scrittura Disegnare parole e frasi Coltivare

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Mio figlio ha ricevuto in

Mio figlio ha ricevuto in Appunti di una Lego terapia Mio figlio ha ricevuto in regalo per i suoi 5 anni la casetta Lego. Consiglio di acquistarlo per le sue potenzialità psicopedagogiche. Il piccolo G. ha subito proiettato se

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I COLORI Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I colori sono tanti almeno cento: marrone come il legno, bianco come la nebbia, rosso come il sangue,

Dettagli

Cibo che alimenta, cibo che sostiene

Cibo che alimenta, cibo che sostiene Newsletter 5, Giugno 2015 COME CRESCONO I NOSTRI PROGETTI Cari sostenitori e sostenitrici, sperando di portarvi un po di fresca aria andina, in questi torridi giorni d estate, ecco per voi la Quinta Newsletter

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

Esercizi pronomi accoppiati

Esercizi pronomi accoppiati Esercizi pronomi accoppiati 1. Rispondete secondo il modello: È vero che regali una casa a Marina?! (il suo compleanno) Sì, gliela regalo per il suo compleanno. 1. È vero che regali un orologio a Ruggero?

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

La Gazzetta di Emmaus

La Gazzetta di Emmaus E D I T O R E E M M A U S S P A A N N O 2 N U M E R O 1 1 Buone Feste da S O M M A R I O In Prima 1 Luci in sala 2 Eventi 3 Lavelli 4 Tre mesi fa è stata ripresa l attività laboratoriale del giornalino

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM Biblioteca Interculturale Mobile Nei libri il mondo Classe I - II A docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

GEMELLAGGIO CON LA SCUOLA PRIMARIA DI VALGREGHENTINO DA VALGREGHENTINO A CREVALCORE

GEMELLAGGIO CON LA SCUOLA PRIMARIA DI VALGREGHENTINO DA VALGREGHENTINO A CREVALCORE GEMELLAGGIO CON LA SCUOLA PRIMARIA DI VALGREGHENTINO DA VALGREGHENTINO A CREVALCORE Il comune di Valgreghentino (Lecco) fin dai primi giorni successivi al sisma di Maggio 2012 ha promosso iniziative di

Dettagli

Doveva essere Delta del Po.. e Delta del Po fu.

Doveva essere Delta del Po.. e Delta del Po fu. Doveva essere Delta del Po.. e Delta del Po fu. Da mercoledì 25 a domenica 29 aprile 2012 siamo finalmente riusciti a fare la vacanza a tutta natura sul Delta del Po e dintorni. Siamo partiti a mezzogiorno

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti Roberto Denti La mia resistenza con la postfazione di Antonio Faeti 2010 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Rizzoli Narrativa novembre 2010 Prima edizione BestBUR marzo 2014 ISBN 978-88-17-07369-1

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

COME SI VESTIVANO NELL ANTICA ROMA?

COME SI VESTIVANO NELL ANTICA ROMA? COME SI VESTIVANO NELL ANTICA ROMA? Nell antica Roma tutti si mettevano un vestito lungo. Questo vestito si chiama tunica. Uomini e donne legavano la tunica con una cintura. Sopra la tunica le donne ricche

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

1 Completate il cruciverba.

1 Completate il cruciverba. Esercizi 1 Completate il cruciverba. Orizzontali 1. Giulia scrive messaggini a tutti con il... 2. Che bello... gli amici! 3. Amo... lezione d italiano. 4. Il primo giorno di scuola conosco nuovi... Verticali

Dettagli

Classe IV materiali di lavoro Storia Medioevo I CONTADINI DEL VILLAGGIO E I LORO RAPPORTI COL SIGNORE

Classe IV materiali di lavoro Storia Medioevo I CONTADINI DEL VILLAGGIO E I LORO RAPPORTI COL SIGNORE Scheda 5 I CONTADINI DEL VILLAGGIO E I LORO RAPPORTI COL SIGNORE La maggior parte degli abitanti del villaggio lavorava la terra. I contadini non avevano tutti gli stessi obblighi verso il signore, e si

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA DOPO LE OSSERVAZIONI FATTE DALLE MAESTRE DURANTE I NOSTRI GIOCHI CON IL MATERIALE DESTRUTTURATO SI SONO FORMATI QUATTRO GRUPPI PER INTERESSE DI GIOCO.

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE 72 Lucia non lo sa Claudia Claudia Come? Avete fatto conoscenza in ascensore? Non ti credo. Eppure devi credermi, perché è la verità. E quando? Un ora fa.

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 5 uscita del 13 febbraio 2015 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via

Dettagli

LA GRANDE AVVENTURA. dagli 11 anni. Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 74 Pagine: 304 Codice: 978-88-566-4002-1 Anno di pubblicazione: 2011

LA GRANDE AVVENTURA. dagli 11 anni. Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 74 Pagine: 304 Codice: 978-88-566-4002-1 Anno di pubblicazione: 2011 dagli 11 anni LA GRANDE AVVENTURA Robert Westall Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 74 Pagine: 304 Codice: 978-88-566-4002-1 Anno di pubblicazione: 2011 L autore Scrittore inglese, nato nel 1929

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Poesie per il nuovo anno. Scritto da

Poesie per il nuovo anno. Scritto da Dopo avervi suggerito una serie di filastrocche e poesie per il nuovo anno da proporre in classe al rientro dalle vacanze, aggiungo altre poesie che vi potranno suggerire nuovi itinerari didattici. O anno

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

200 Opportunities to Discover ITALIAN. www.second-language-now.com

200 Opportunities to Discover ITALIAN. www.second-language-now.com BASIC QUESTIONS 200 Opportunities to Discover ITALIAN Basic Questions Italian INDICE 1. SEI CAPACE DI?...3 2. TI PIACE?...4 3. COME?...5 4. QUANDO?...6 5. CHE?...7 6. COSA?...8 7. QUALE?...9 8. QUANTO?...10

Dettagli

Cronache da SPECIALE IL MUSEO VA A SCUOLA. Scuola DANTE - Asti - Classe 4 A

Cronache da SPECIALE IL MUSEO VA A SCUOLA. Scuola DANTE - Asti - Classe 4 A Cronache da SPECIALE IL MUSEO VA A SCUOLA Scuola DANTE - Asti - Classe 4 A Presto, presto! Oggi Il Museo va a scuola e non possiamo farci aspettare dalla classe 4 A della scuola primaria Dante! Nella valigia

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO SETTEMBRE: Quando sono arrivata a Coimbra la prima sistemazione che ho trovato è stato un Ostello molto simpatico in pieno centro, vicino a Piazza della Repubblica.(http://www.grandehostelcoimbra.com/).

Dettagli

VERIFICA DI GRAMMATICA La frase: IL SOGGETTO

VERIFICA DI GRAMMATICA La frase: IL SOGGETTO La frase: IL SOGGETTO Leggi le seguenti frasi e sottolinea il soggetto: 1. Marco va a trovare la nonna. 2. Il cane ha morso il postino. 3. E caduta la bottiglia del latte. 4. Sono solito fare i compiti

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

Serena vive, scrive, comunica

Serena vive, scrive, comunica Serena vive, scrive, comunica Serena Negrisolo SERENA VIVE, SCRIVE, COMUNICA Poesie alla mia cara mamma a Marcella al mio papà Introduzione Sono Pino, il papà di Serena. Al termine del terzo anno di

Dettagli

LA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE

LA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE LA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE Alla fine del 1700 in Inghilterra c è un grande sviluppo dell industria. Gli inventori costruiscono delle macchine per lavorare il cotone. Le macchine fanno in poco tempo e in

Dettagli

Gli strumenti della geografia

Gli strumenti della geografia Gli strumenti della geografia La geografia studia lo spazio, cioè i tanti tipi di luoghi e di ambienti che si trovano sulla Terra. La geografia descrive lo spazio e ci spiega anche come è fatto, come vivono

Dettagli

CHIAVI DEGLI ESERCIZI

CHIAVI DEGLI ESERCIZI Lycée Blaise-Cendrars/ sr + cr Febbraio 2012 Unità 1 : 1. Completa con il verbo essere. 2. sono 3. Siamo 4. Siete 5. Sei 6. Sono CHIAVI DEGLI ESERCIZI 2. Metti le frasi dell esercizio 1 alla forma negativa.

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana Via Aurelia, 796-00165 Roma - Italia www.caritasitaliana.it Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana PRIMA SETTIMANA di Avvento

Dettagli

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna 33 poesie una dedicata al calcio e una alla donna Salvatore Giuseppe Truglio 33 POESIE una dedicata al calcio e una alla donna www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Salvatore Giuseppe Truglio Tutti

Dettagli

DOLOMITI A 360 - PASSIONE E SOLIDARIETÀ di Giuseppe Rinaldi

DOLOMITI A 360 - PASSIONE E SOLIDARIETÀ di Giuseppe Rinaldi DOLOMITI A 360 - PASSIONE E SOLIDARIETÀ di Giuseppe Rinaldi Ci sono date nella nostra vita che difficilmente ci scorderemo, la mia è quella dell 11 settembre 2011. Tanti presupposti di questa esperienza

Dettagli

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere Luigi Broggini In fondo al Corso poesie Le Lettere Paesaggio romano con leone di pietra, 1932. Se qualcuno chiede di me digli che abito sul Corso dove i giorni sono ugualmente felici e le ragazze più belle.

Dettagli

anno 2015 Le visite sono riservate ai soli iscritti

anno 2015 Le visite sono riservate ai soli iscritti PROGRAMMA CULTURALE anno 2015 Le visite sono riservate ai soli iscritti Per prenotazioni: tel. 055 4472435-4472450 dal lunedi al venerdi dalle ore 10:00 alle ore 12:00 spisesto@firenze.tosc.cgil.it La

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2009 2010 PROVA DI MATEMATICA. Scuola secondaria di primo grado. Classe Prima

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2009 2010 PROVA DI MATEMATICA. Scuola secondaria di primo grado. Classe Prima Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca INVALSI Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione PROVA DI MATEMATICA - Scuola Secondaria di I

Dettagli

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo.

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo. Estate_ Era una giornata soleggiata e piacevole. Né troppo calda, né troppo fresca, di quelle che ti fanno venire voglia di giocare e correre e stare tra gli alberi e nei prati. Bonton, Ricciolo e Morbidoso,

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

INDIVIDUA I PREDICATI SOTTOLINEANDOLI, POI TRASCRIVILI E SPECIFICA CHE TIPO DI PREDICATI SONO (VERBALI O NOMINALI) COME NEGLI ESEMPI.

INDIVIDUA I PREDICATI SOTTOLINEANDOLI, POI TRASCRIVILI E SPECIFICA CHE TIPO DI PREDICATI SONO (VERBALI O NOMINALI) COME NEGLI ESEMPI. INDIVIDUA I PREDICATI SOTTOLINEANDOLI, POI TRASCRIVILI E SPECIFICA CHE TIPO DI PREDICATI SONO (VERBALI O NOMINALI) COME NEGLI ESEMPI. Es. Nel cortile della casa di Marco vivono molti animali. Vivono =

Dettagli

Camminata in Maslana a cura della scuola Primaria di Gorno

Camminata in Maslana a cura della scuola Primaria di Gorno Progetto Accoglienza Camminata in Maslana a cura della scuola Primaria di Gorno Ieri 22 settembre è stata una giornata speciale per noi alunni di Gorno delle classi3a, 4a e 5a... infatti non siamo stati

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 4 uscita del 27 ottobre 2014 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via

Dettagli

In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi

In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi camminano in mezzo. A destra si nota una macchina d

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

CAPITOLO 4 LE PREPOSIZIONI LE PREPOSIZIONI SEMPLICI A. COMPLETARE CON LA PREPOSIZIONE SEMPLICE:

CAPITOLO 4 LE PREPOSIZIONI LE PREPOSIZIONI SEMPLICI A. COMPLETARE CON LA PREPOSIZIONE SEMPLICE: CAPITOLO 4 LE PREPOSIZIONI LE PREPOSIZIONI SEMPLICI A. COMPLETARE CON LA PREPOSIZIONE SEMPLICE: 1. dove sei? Sono Milano 2. Dove abiti? Abito Italia. 3. Come vai all'università? Vado bicicletta. 4. Vieni

Dettagli

Prefazione. Saluto del Commissario Straordinario C.R.I. Saluto del Commissario Regionale C.R.I. Abruzzo

Prefazione. Saluto del Commissario Straordinario C.R.I. Saluto del Commissario Regionale C.R.I. Abruzzo Prefazione Il calendario 2011 della Croce Rossa Italiana della Provincia di Teramo è dedicato agli oltre mille tra Volontarie e Volontari che, dopo aver svolto la loro attività lavorativa, impegnano parte

Dettagli

LA CIVILTÀ CINESE. Dove. Lavoro sul testo. La civiltà cinese è nata lungo il Fiume Giallo, che scende dalla catena dell Himalaya.

LA CIVILTÀ CINESE. Dove. Lavoro sul testo. La civiltà cinese è nata lungo il Fiume Giallo, che scende dalla catena dell Himalaya. LA CIVILTÀ CINESE Dove La civiltà cinese è nata lungo il iume Giallo, che scende dalla catena dell Himalaya. Perché si chiama iume Giallo? Giallastro: un colore giallo sporco, non brillante. Perché in

Dettagli

Laboratorio linguistico Classe III A. La Gabbianella e il gatto che le insegnò a volare di Luis Sepùlveda

Laboratorio linguistico Classe III A. La Gabbianella e il gatto che le insegnò a volare di Luis Sepùlveda Istituto Comprensivo Statale n.2 Ferrara Scuola Primaria A. Manzoni Anno scolastico 2009/2010 Laboratorio linguistico Classe III A AL VERO GABBIANO CHE VIVE NEL PROFONDO DI TUTTI NOI Insegnanti Rachele

Dettagli

DIPLOMA DI SCUOLA SECONDARIA PROVA PRIVATISTA. Esercizio 3: AMBITO DELLA COMUNICAZIONE: ITALIANO

DIPLOMA DI SCUOLA SECONDARIA PROVA PRIVATISTA. Esercizio 3: AMBITO DELLA COMUNICAZIONE: ITALIANO DIPLOMA DI SCUOLA SECONDARIA PROVA PRIVATISTA Esercizio 3: AMBITO DELLA COMUNICAZIONE: ITALIANO DICEMBRE 2007 Cognome e nome: 1/5 Tef. 945 01 83 40 - Fax 945 01 83 36 - E-mail: huisrped@ej-gv.es 1 DIPLOMA

Dettagli

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria 4 ottobre 2015 Giornata delle famiglie al Museo PROGETTO: Liliana Costamagna Progetto Grafico: Roberta Margaira Questo album ti accompagna a scoprire

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale «Alda Costa» Ferrara

Istituto Comprensivo Statale «Alda Costa» Ferrara Istituto Comprensivo Statale «Alda Costa» Ferrara 1 evento del progetto nazionale La scuola studia e racconta il terremoto Convegno Mirandola Giovedì 18 Aprile 2013 Istituto Comprensivo «Alda Costa» Ferrara

Dettagli

NOMI IN CERCA DI AGGETTIVI...

NOMI IN CERCA DI AGGETTIVI... NOMI IN CERCA DI AGGETTIVI... Collega ogni nome all aggettivo corretto. NOMI spettacolo leone lana musica arrosto gioiello cavaliere minestra sostanza fiore ragno scolaro bambina torta AGGETTIVI bollente

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Giugno 2010 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania Cara Arianna, ciao, io sono Federica D.L. e abito a Latina e frequento la scuola elementare dell IC Don

Dettagli

favola di Eleonora Eleonori

favola di Eleonora Eleonori LA LA STORIA STORIA DEL DEL PICCHIO PICCHIO FILIPPO FILIPPO favola di Eleonora Eleonori Questa è la storia del picchio Filippo e della sua famiglia composta di moglie e tre figlioletti: Rino, Pino e Mino.

Dettagli

Ti racconto attraverso i colori

Ti racconto attraverso i colori Ti racconto attraverso i colori Report del viaggio a Valcea Ocnele Mari Copacelu INVERNO 2013 "Reale beatitudine Libero vuol dire vivere desiderando casa protetta Libertà è tenere persone accanto libere

Dettagli

Test di progresso in italiano

Test di progresso in italiano Test di progresso in italiano 1. Noi le ragazze ungheresi. A) siete B) sono C) siamo D) sei 2. Giuseppe, sono senza soldi,..? A) ha 10 euro B) hai 10 euro C) ho 10 euro D) abbiamo 10 euro 3. -Cosa oggi

Dettagli

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C. Scuola primaria E. Fermi di Bogliasco anno scolastico 2014/2015 1 MORENDO Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.) 2 IL

Dettagli

POESIE SULLA FAMIGLIA

POESIE SULLA FAMIGLIA I S T I T U T O S. T E R E S A D I G E S Ù Scuola Primaria POESIE SULLA FAMIGLIA A CURA DEI BAMBINI DELLA QUARTA PRIMARIA a.s. 2010/2011 via Ardea, 16-00183 Roma www.stjroma.it La gratitudine va a mamma

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Progetto . Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguire virtute e canoscenza.

Progetto <L Apprendista Cittadino >. Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguire virtute e canoscenza. Progetto . Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguire virtute e canoscenza. Le tematiche offerte, gli spunti di riflessione, gli argomenti trattati sono risultati interessanti

Dettagli

A Genova con De André

A Genova con De André A Genova con De André I luoghi più amati e quelli cantati. Sulla strada per conoscere i luoghi della vita di Fabrizio Per scoprire la Genova di De André bisogna dimenticare guide e piantine e seguire un

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli