Giornata della memoria... da Nikolajewka alla prigionia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Giornata della memoria... da Nikolajewka alla prigionia"

Transcript

1 Periodico di informazione amministrativa, culturale e sociale del Comune di Sovere Giornata della memoria... da Nikolajewka alla prigionia Anno 2 - Numero 3

2 DA NIKOLAJEWKA Il 27 gennaio 1945 le truppe dell armata rossa lanciate alla conquista di Berlino liberano un campo di prigionia nella cittadina polacca di Oswiecim e scoprono ciò che il mondo ancora non sapeva: l esistenza dei campi di sterminio. Quel giorno i soldati russi scoprono gli orrori di Auschwitz (traduzione in tedesco di Oswiecim). Solo in questo campo di sterminio passeranno più di persone. Di questi, verranno assassinati dai nazisti nelle camere a gas del campo. Negli anni bui del nazismo nei campi di sterminio troveranno la morte 6 milioni di ebrei, di questi un quarto aveva meno di 14 anni. Nei campi verranno uccisi anche più di 2 milioni di prigionieri russi, altrettanti slavi, quasi 2 milioni di polacchi non ebrei, più di un milione di oppositori tedeschi. Dopo l 8 settembre del 1943 nei campi di prigionia nazisti verranno internati anche italiani, oppositori al regime, o per lo più giovani delle classi di leva, renitenti al bando della Repubblica di Salò emanato dopo l armistizio. Agli italiani verranno risparmiate le camere a gas, non gli stenti. Gli uomini che sopravvivono alla prigionia, al momento della loro liberazione nella primavera del 1945 pesano, nella stragrande maggioranza dei casi, attorno ai 40 chilogrammi. Questo dice molto sul come sono stati trattati durante i mesi o gli anni di prigionia. Nell anno 2000 il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, seguito nel suo gesto anche dalle Nazioni Unite, istituisce in memoria di tutti quegli uomini internati nei campi di prigionia nazisti la giornata della memoria. La data scelta è significativa: 27 gennaio, in memoria della liberazione del campo di Auschwitz da parte dei russi. Come ogni anno in occasione della giornata della memoria il Presidente della Repubblica conferisce delle medaglie d onore ai cittadini italiani, militari o civili, deportati e internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l economia di guerra. Queste medaglie sono spesso conferite alla memoria. In Provincia di Bergamo quest anno ne sono state conferite 50. Di queste solo due sono state conferite a persone viventi. Una di queste è arrivata a Sovere ed è stata conferita ad un nostro concittadino Zanni Giuseppe (ol Murì) che porta splendidamente i suoi 90 anni. 2

3 ALLA PRIGIONIA Queste medaglie non ripagano certamente delle atrocità subite, non ti ridanno quanto è stato tolto. Queste medaglie vogliono essere un seme piantato in mezzo a noi per ricordarci che questi fatti, queste atrocità sono avvenute nell Europa e si sono ripetuti anche in questi ultimi decenni sempre nella civile Europa. Queste medaglie sono un monito per tenere sveglie le nostre coscienze, come dice lo scrittore italiano, deportato nei lager nazisti, Primo Levi: Non dimenticare perché ciò che è accaduto può di nuovo accadere sempre. Dappertutto. Forti di questo abbiamo voluto far festa al nostro Murì. Con la Biblioteca Civica, il Gruppo Alpini, il coro degli Alpini di Sovere e con la preziosa collaborazione dell Istituto Comprensivo del nostro paese, la Parrocchia, Daniele Rocchetti delle ACLI di Bergamo, Michele Marinini ed i Fratelli Sana abbiamo organizzato tre giorni di festeggiamenti. Il 24 gennaio all auditorium il professore e giornalista Daniele Rocchetti, vice presidente delle ACLI di Bergamo e dell ANED (Associazione Nazionale ex Deportati) ha tenuto una appassionata e partecipata conferenza sui campi di sterminio nazisti dal titolo Diamo un futuro alla memoria per non dimenticare. Nel corso della serata Giovanni Cattaneo, presidente della nostra Biblioteca Civica ha presentato un contributo video di un viaggio-pellegrinaggio fatto ad Auschwitz negli anni scorsi, accompagnato, oltre che da Daniele Rocchetti, da Shlomo Venezia, un ebreo italiano, deceduto di recente, che deportato nel campo di Auschwitz ha fatto parte dei Sonderkommando (il suo libro più famoso si intitola proprio così), cioè di quegli ebrei che avevano il compito di togliere i cadaveri dalle camere a gas e che periodicamente venivano soppressi perché non potessero raccontare. La seconda serata è stata dedicata alle scuole, in particolare alle terze medie ed a tutte quelle persone che non avevano ancora avuto la possibilità di vedere il film Respiri sospesi. Film realizzato da docenti e studenti del nostro istituto negli anni scorsi. Il film narra la storia di Daniele Spada, a cui è intitolato l Istituto comprensivo di Sovere, ed inevitabilmente è uno spaccato della storia del nostro paese negli anni della segue a pag. 4 3

4 segue da pag. 3 DA NIKOLAJEWKA Testimonianza Riportiamo la testimonianza della cattura e deportazione nei lager nazisti di Zanni Giuseppe (Murì): Rientrato dalla Russia nell aprile 1943, dopo pochi mesi trascorsi nel paese natale (Sovere), mi hanno convocato nei pressi di Merano sempre con la 50 compagnia dell Edolo guidata dal maggiore Belotti,nel settembre dello stesso anno. L 8 settembre del 1943 ero a Vipiteno. Qui consegnammo tutti il nostro fucile 91/38 e scappammo. Mi catturarono mentre stavo per attraversare l Adige presso Merano per il tradimento di un borghese. Ero di nuovo prigioniero e questa volta dei tedeschi, era il 12 settembre. Siamo andati da Merano a Bolzano a piedi, qui ci hanno caricato sul treno, sei giorni di viaggio senza mai aprirlo. Venni internato a Konigsberg (campo di concentramento 1-A). Qui ci misero a costruire opere anticarro e antiaeree dandoci una razione giornaliera costituita da 30 grammi di margarina e una fetta di pane nero. All entrata del campo mi hanno fatto la fotografia e hanno preso le impronte delle dita. Poi mi trasferiscono a Weiden perché i russi erano entrati in Berlino, sempre in treno. Questo campo era più piccolo, da persone circa. Qui lavoravamo in fabbrica riparando le locomotive. I comandanti erano tre, c era un capo campo, un mutilato e un vecchio che piangeva per noi. Di giorno eravamo liberi lavoratori per due chilometri. La notte uscivo per rubare le patate perché a volte non ci davano da mangiare. I contadini conoscevano l esistenza dei lager ma non dicevano niente. Quando sono arrivati gli americani il primo ucciso è stato il capo campo, anche se si era spostato di una casetta distante dal campo. Io scappai in bicicletta. 4 Zanni Giuseppe seconda guerra mondiale. Nella seconda parte della serata il gruppo musicale dei Fratelli Sana ha eseguito brani tratti dal loro album Tredici rose dedicato ed ispirato alle gesta della 53 a Brigata Garibaldi. Sabato 26 gennaio in una chiesa parrocchiale gremita si è svolta la cerimonia di consegna della medaglia conferita dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e consegnata dal nostro Sindaco a Zanni Giuseppe. Durante la serata, attraverso le canzoni eseguite dal coro ANA del nostro paese abbiamo seguito il percorso del soldato, dell alpino, che parte dal suo paese e va in guerra. La voce dell attore soverese Michele Marinini ci ha invece trasportato, attraverso le letture che ci ha proposto, dentro allo stato d animo delle persone internate nei campi di sterminio e che hanno avuto la forza ed il coraggio di raccontare la loro atroce testimonianza. Il 26 gennaio 1943, esattamente settanta anni prima della consegna della medaglia al Murì, gli alpini, tra cui il nostro concittadino, combattevano una delle battaglie più tragiche della loro storia. La battaglia di Nikolajewka, una battaglia strana, una battaglia non per andare avanti, ma per poter tornare indietro e tornare a casa. Toccante è stata per i presenti la testimonianza sulla prigionia del Murì ed il suo ricordo di quel giorno a Nikolajewka quando aveva poco più che vent anni. La storia della ritirata di Russia dei nostri alpini è conosciuta. Quando il 16 gennaio 1943 viene dato l ordine di ritirarsi dal fronte del Don, gli alpini sono accerchiati. Due colonne muovono in ritirata. La colonna della Cuneense non riuscirà ad uscire dalla sacca. Dei alpini che compongono la Divisione Cuneense la mattina del 16 gennaio 1943, quindici giorni dopo ne usciranno dalla sacca I restanti sono morti, dispersi o

5 ALLA PRIGIONIA UNA PROPOSTA PER GLI STUDENTI DI TERZA MEDIA prigionieri. La lunga colonna della Tridentina riesce invece a rompere l accerchiamento russo proprio a Nikolajewka pagando un prezzo altissimo in vite umane. Il terrapieno davanti alla cittadina russa viene superato da alpini. Una buona metà di questi sono o feriti o congelati. Il dramma è che all appello mancano uomini. Sono morti, dispersi, congelati o feriti. Sul fronte russo non ci sono solo gli alpini, ci sono anche altre sette divisioni di fanteria italiane e la loro sorte ed il prezzo in vite umane pagato non sarà diverso da quello degli alpini. Ho voluto dare come titolo a quest articolo da Nikolajewka alla prigionia, per rappresentare la sorte di quegli uomini, che escono vivi dall inferno russo, ma non possono immaginare il destino che li attende. Quando il 31 gennaio 1943 gli alpini escono dalla sacca, non sanno che li aspettano ancora più di due anni di guerra. Ignorano ciò che accadrà dopo l 8 settembre. Non sanno che molti di loro rientrati in Italia, si ritroveranno pochi mesi dopo a combattere ed in alcuni casi, purtroppo, anche a morire sulle nostre montagne per la liberazione dell Italia. Nessuno di loro può immaginare che molti di loro verranno fatti prigionieri dagli alleati di quei giorni ed internati nei campi di prigionia nazisti. Molti di loro erano convinti di essere stati all inferno sul fronte russo ed invece si ritroveranno dentro un nuovo inferno molto più duro. L auspicio è che il sacrificio delle generazioni che ci hanno preceduto, il sacrificio di quei giovani, degli uomini come il Murì serva a noi ed agli italiani che verranno per fare memoria e per Non dimenticare perché ciò che è accaduto può di nuovo accadere sempre. Dappertutto. (Primo Levi) Danilo Carrara Cons. delegato al bilancio, cultura e informazione Nell ambito delle manifestazioni per la Giornata della Memoria abbiamo voluto promuovere una iniziativa per i ragazzi di terza media. Sapendo che durante l anno scolastico studieranno questo periodo storico, abbiamo proposto loro di realizzare un elaborato (testo, poesia, disegno, filmato, canzone) con il quale rappresentare le loro riflessioni ed emozioni in merito alla tematica dei campi di concentramento e più in generale sulle discriminazioni verso altri esseri umani. Una giuria valuterà gli elaborati. Tra i premi in palio una fotocamera digitale compatta e buoni acquisto per materiale scolastico. Questi verranno pubblicati sul prossimo numero di Informa Sovere. La premiazione del concorso verrà effettuata in Malga Lunga. Abbiamo scelto questo luogo in quanto simbolo e memoria del sacrificio degli uomini che a prezzo della loro vita ci hanno donato la libertà. La scelta di portare i ragazzi in Malga Lunga vuole essere anche una risposta civile a quelle mani anonime ed imbecilli che nella notte tra il 30 ed il 31 dicembre 2012 hanno imbrattato uno dei luoghi simbolo della Resistenza. 5

6 CRONACA DI Da dicembre il territorio comunale di Sovere, in particolare la frazione di S. Gregorio, è interessato da un evento franoso che interessa il muro sottostante la via Bottaini (Salice).di seguito il diario del lavoro effettuato in questi mesi. Lunedì Primo sopralluogo a seguito delle segnalazioni di alcuni cittadini; - Invio tempestivo della richiesta di intervento al servizio STER della Regione Lombardia; - Pulizia da parte della Protezione Civile comunale del sentiero utilizzato per raggiungere agevolmente, costeggiando l alveo del Borlezza, il luogo del dissesto. Giovedì Dalle ore 7.30, e per tutta la giornata, la Protezione Civile comunale lavora alacremente per creare un passaggio alternativo dentro la proprietà Foresti ex Acciaierie, per consentire ai cittadini di via Bottaini il passaggio pedonale in sicurezza; - Ore Sopralluogo da parte dell Ufficio tecnico e del Geometra Fenice dello STER della Regione Lombardia. Sabato Sindaco ed Assessore ai Lavori Pubblici incontrano i Cittadini di via Bottaini per spiegare le problematiche e recepire le difficoltà dei residenti. Giovedì Ore incontro dell Ufficio Tecnico, del Sindaco e dell Assessore ai Lavori Pubblici con il progettista Ing. Romano al fine di verificare lo stato dei luoghi e decidere sul da farsi. Martedì Ore 9.30 Incontro presso STER a Bergamo con l Ing. Capo, Ing. Claudio Merati ed il Geometra Fenice al fine di verificare l ipotesi progettuale e la possibilità di reperire fondi regionali per un intervento immediato. (ahimè! non ci sono fondi pubblici per le calamità da tempo!) - Ore sopralluogo con il geologo Dott. Ghilardi e l Ing. Romano al fine di approfondire le ragioni del dissesto e trovare soluzioni tecniche meno invasive per l impatto dei luoghi della frana e contenere i costi. Si decide di effettuare i carotaggi per capire il tipo di composizione del terreno. Venerdì Iniziano le operazioni di carotaggio si rimane in attesa dei risultati. 6 Giovedì Appuntamento in Regione Lombardia presso settore.ing. e settore protezione civile ing.. (i nomi non sono importanti e tra poco proseguendo nella lettura ne capirete il motivo) al fine di verificare la possibilità di reperire i fondi necessari. Nulla da fare, ahimè la Regione sta utilizzando fondi dei residui di Ordinanze ministeriali dell anno 2002 non possono aiutarci.non ci sono fondi da dieci anni!!!...i funzionari molto disponibili ci consigliano di rivolgerci alla Comunità Montana. Martedì Ore appuntamento con Erogasmet per verificare la possibilità di far eseguire a carico della ditta le opere di spostamento del metanodotto. Inizia la non facile operazione di far scendere l importo dei lavori da eseguire chiedendo ai gestori delle reti tecnologiche di farsi carico dei costi di spostamento e sistemazione delle reti (acqua, luce, gas, telefono, fognatura).

7 UN EMERGENZA opere di spostamento di acquedotto e fognatura. Martedì Con determinazione del Responsabile del Settore Gestione del Territorio n.12 viene conferito all Ing. Romano l incarico per la stesura del progetto preliminare definitivo. Lunedì La Giunta comunale approva il progetto preliminare. Importo totale dei lavori da eseguire il muro di via Bottaini visto da vicino Martedì Incontro definitivo con Uniacque, Enel, Telecom, Erogasmet..ottenuto da tutti lo spostamento dei servizi a carico loro ora è ufficiale: il costo dell intervento può essere abbassato di circa euro! Giovedì Incontro con i Sindaci dell Alto Sebino per esporre le problematiche di Sovere. Obiettivo ottenere l appoggio degli altri Comuni in fase di presentazione dei progetti. Si lavora per contenere ulteriormente i costi dell intervento. Lunedì Approvazione in linea tecnica del progetto definitivo esecutivo Inizia la predisposizione da parte dell Ufficio Tecnico di tutti i documenti per esperire la gara d appalto. Giovedì Incontro presso l Ordine degli Architetti di Bergamo con l Arch. Puglielli, referente della Soprintendenza ai Beni Ambientali di Milano, per verificare la procedura di autorizzazione in quanto l emergenza ricade entro una zona di vincolo ambientale. - Incontro in Comunità Montana Laghi Bergamaschi per reperire i fondi, a giorni uscirà un bando per i fondi del BIM (Bacino Imbrifero Montano), possiamo concorrere con gli altri Comuni dell Alto Sebino. Ci sono a disposizione circa Sabato Il Sindaco incontra i Cittadini di via Bottaini per aggiornarli sulla situazione. Giovedì Ore Appuntamento con Uniacque per verificare la possibilità di far eseguire a carico della ditta le Lunedì Sopralluogo del geologo per il monitoraggio della situazione (nevica). Giovedì Il geologo consegna l esito del sopralluogo di lunedì. Si decide di partire con i lavori; - Il Sindaco emette l ordinanza di sgombero dei residenti; - Viene chiesto alla Protezione Civile di riattivare il percorso alternativo passando dalle ex acciaierie Michetti per l accesso dei residenti di via Bottaini non interessati dallo sgombero; - Si valutano le offerte delle ditte. La prossima settimana iniziano i lavori. * * * L Amministrazione ha fatto notevoli sforzi per recuperare quanti più fondi possibili e abbattere i costi voce per voce. Monica Russo Assessore ai Lavori Pubblici 7

8 TARES UNA Se vivessimo in un paese normale ci saremmo già messi alle spalle l insediamento del nuovo parlamento ed il nuovo governo starebbe lavorando alacremente su molti temi tra cui quelli dell IMU e della Tares. Purtroppo non è così, ed il tempo passa inesorabile. Gli italiani hanno sperimentato lo scorso anno sulle loro tasche l introduzione dell IMU. Nessuno è in grado di dire se e come sarà l IMU quest anno. Oltre all IMU quest anno, tra tanti aspetti regolamentari ancora da chiarire, gli italiani dovranno fare i conti con una nuova tassa: la TARES, ovvero la Tassa sui Rifiuti e Servizi. La prima rata di questa tassa avrebbe dovuto essere pagata entro il prossimo 30 aprile, ma il vecchio parlamento ha pensato bene di spostarne l applicazione di alcuni mesi, per evitare che l argomento entrasse di prepotenza nella campagna elettorale. Purtroppo il tributo non è stato modificato, ma solo il pagamento dello stesso che dovrebbe decorrere dal primo luglio. Molti si chiederanno: e che cambia? La tassa dello sporco l abbiamo sempre pagata. Vero. Rispetto alla vecchia tassa in vigore sino al 31 dicembre 2012 cosa cambia? Cambia che vi è l obbligo di legge di far coprire ai contribuenti il cento per cento dei costi. Le casse comunali non possono più intervenire. Nel concreto: il nostro Comune ha speso per lo smaltimento dei rifiuti nel euro e ne ha introitati dalla tassa di smaltimento rifiuti Se non cambia nulla nel costo di raccolta e smaltimento 8 dei rifiuti, per effetto della Tares dalle tasche dei soveresi nel 2013 verranno prelevati i euro mancanti. Stiamo parlando di 18 euro a persona, o se preferite di un aumento del 18%. Non possiamo far finta di non sapere che nell anno 2012 la tassa di smaltimento dei rifiuti era già stata aumentata del 15%, in quanto dalle casse comunali per pagare i nostri rifiuti uscivano euro. Nel 2012 i soveresi hanno pagato per lo smaltimento dei rifiuti delle abitazioni domestiche 1,09 euro a metro quadro. In forza di quanto detto sino ad ora, il costo a metro quadro nel 2013 diverrebbe 1,29 euro. Ma non è così, vi è dell altro. Attualmente la tariffazione in vigore a Sovere prevede che il costo dei rifiuti sia commisurato ai metri quadrati dell abitazione e delle pertinenze (es. box). La Tares modifica questo sistema di tariffazione, introducendo oltre ai metri quadrati dichiarati al catasto, anche un coefficiente che tiene conto del numero di occupanti dell abitazione. Giusto? Sbagliato? Ognuno ha la sua legittima opinione. E vero che tendenzialmente più sono gli occupanti e più sono i rifiuti prodotti, ma i tanti discorsi fatti sul quoziente familiare dove finiscono? In virtù di quanto appena affermato è certo che dalle tasche dei soveresi complessivamente usciranno euro in più. Quello che non è ancora chiaro è in che misura pagherà una famiglia con tre figli e quanto una coppia di anziani o un single. E logico pensare che un nucleo familiare numeroso abbia un aumento tariffario superiore al 18% sopra esposto. La Tares apporterà modifiche anche sulla determinazione delle tariffe per le attività produttive, ne cito una per tutte: il conteggio nella tariffa delle aree scoperte. Ma restiamo sulle famiglie, perché le note dolenti non sono finite. La Tares, lo abbiamo detto all inizio, è la Tassa sui Rifiuti e Servizi, cioè non si occupa solo di rifiuti ma anche dei servizi indivisibili dei Comuni. Cosa sono i servizi indivisibili di un Comune? Ad esempio la polizia locale, l ufficio tecnico, l illuminazione pubblica, l istruzione, il verde pubblico, la viabilità, etc. La legge che istituisce la Tares (ora inizierete a capire perché pochi o nessuno ne ha parlato in campagna elettorale) stabilisce che i cittadini debbano compartecipare al finanziamento di questi servizi con una quota pari a 0,30 euro per l 80% della superficie catastale della propria abitazione, pertinenze incluse. Il calcolo è presto fatto, se avete un appartamento da 100 metri quadri ed un box da 25 metri quadri, pagherete 0,30 euro per l 80% dei 125 (100+25) metri quadrati e cioè 30 euro in più all anno.

9 STRANA PAROLA Lo Stato taglierà dai trasferimenti 2013 ai Comuni questi soldi. Pertanto da quest anno da Roma arriveranno a Sovere all incirca euro in meno e cioè 0,30 euro a metro quadro per l 80 % delle superfici catastali del nostro Comune. La legge che istituisce la Tares concede ai Comuni la possibilità di maggiorare portando sino a 0,40 la tariffa a metro quadro. Da queste poche righe appare chiaro a tutti che la tassa di smaltimento dei rifiuti nel 2013 avrà, senza possibilità di intervento alcuno da parte dell Amministrazione comunale, un aumento esponenziale. Fatti salvo i distinguo fatti e dovuti alla composizione del nucleo familiare, la tariffa 2012 di 1,09 euro al metro quadrato aumenterà mediamente del 18% per effetto della copertura completa dei costi ed a questo già pesante aumento si dovranno necessariamente aggiungere i trenta centesimi di euro per la copertura del taglio dei trasferimenti dei servizi indivisibili. Non disponiamo ancora di cifre esatte, ma il rischio che il costo al metro quadrato per lo smaltimento dei rifiuti nel 2013 si aggiri attorno ad 1,55 euro è molto probabile. Stiamo parlando di un aumento percentuale superiore al 40% rispetto al La fotografia di quanto avverrà tra pochi mesi sulla Tares è presto fatta. Nel 2012 il Comune di Sovere ha speso per i rifiuti euro e dalle tasche dei soveresi ne sono usciti Quest anno per i rifiuti il Comune spenderà, presumibilmente, ancora euro, ma dalle tasche dei soveresi di euro ne usciranno Duecentodiciottomila in più dell anno precedente, il 50 % in più. Di questi, euro serviranno per coprire i costi del servizio, gli altri euro, per effetto di una legge nazionale, serviranno a far coprire ai cittadini di Sovere il taglio dei trasferimenti statali. I comuni italiani sono impotenti di fronte a questa legge, che hanno provato invano a contrastare. Per la prima volta nella storia della nostra Repubblica, quest anno avremo dei comuni che non riceveranno soldi dallo Stato, ma che dovranno dare soldi allo Stato. Questo non è federalismo fiscale. L aumento medio pro capite, utilizzando il vecchio sistema di calcolo (solo metri quadrati delle abitazioni, senza considerare il numero di occupanti dell abitazione) per ogni soverese della tassa rifiuti sarà di 39 euro. Tantissimi. Per una famiglia di 5 persone stiamo parlando di 200 euro l anno. Ed i Comuni hanno le mani legate. Cosa possiamo fare per limare questo prelievo forzoso dalle tasche dei soveresi? Come Amministrazione comunale stiamo ridiscutendo il contratto in essere con la società che effettua il servizio di raccolta rifiuti. Indubbiamente per ridurre i costi si dovrà aumentare e migliorare la raccolta differenziata. A titolo esemplificativo riporto alcuni dei dati più significativi sui quantitativi di rifiuti raccolti nel nostro paese nei primi dieci mesi del Frazione secca: raccolti chilogrammi, pari a 82,2 kg per abitante; Frazione umida: raccolti chilogrammi, pari a 28,02 kg per abitante; Imballaggi in plastica: raccolti chilogrammi, pari a 7,80 kg per abitante; Imballaggi in vetro: raccolti chilogrammi, pari a 15,40 kg per abitante; Carta e cartone: raccolti chilogrammi, pari a 17,97 kg per abitante; Sfalci e ramaglie: conferiti alla piattaforma ecologica di Endine kg, pari a 21,52 kg per abitante. Il nostro impegno come Amministrazione Comunale è quello di tenere informati i cittadini sull evolversi di questa situazione indubbiamente non piacevole dal punto di vista economico. Già dal prossimo numero di Informa Sovere dovremmo essere in grado di avere maggiori ragguagli sull entità del tributo da pagare e sulle azioni che verranno poste in essere per limare l inevitabile innalzamento dei costi. Danilo Carrara Consigliere delegato al bilancio, cultura e informazione 9

10 PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO ISTRUZIONE A SOVERE Mi hanno detto di scrivere un articolo sul piano diritto allo studio di 500 parole, ho provato spiegando i numeri, ma alla fine ho pensato di darvi la situazione del sistema scuola a Sovere partendo dalle intenzioni che questa Amministrazione sinergicamente propone per attuare un proposito: condividere con le famiglie il percorso formativo dei propri figli. A Sovere risiedono 600 persone in età scolare. Di questi 521 frequentano le scuole nel nostro paese, che accolgono anche 100 alunni provenienti dai paesi limitrofi. La popolazione scolastica è divisa in materna 187, elementare 204 e medie 230. Il piano di diritto allo studio è uno strumento che l Amministrazione ha per dare una risposta concreta alle esigenze scolastiche all interno del Comune, questo scaturisce da un interazione tra Istituto Comprensivo (Collegio Docenti Unitario e Consiglio d Istituto) ed Amministrazione Comunale (Assessorato alla Pubblica Istruzione e Giunta). Per quest anno scolastico il contributo complessivo relativo a progetti educativi, materiali di consumo e pulizia spese di cancelleria ed ufficio è pari a Un aspetto non trascurabile è il trasporto, per il quale il Comune si pone l obiettivo di facilitare la frequenza scolastica mediante tariffe agevolate. Il costo annuale del servizio è ed è effettuato dalla ditta Mabb, assegnataria tramite procedura di appalto pubblico. Il servizio di assistenza al trasporto per i più piccoli (asilo suore e materna statale ) è assicurato grazie alla disponibilità di cittadini volontari. Il sabato mattina alcuni bambini delle elementari che condividono il progetto piedi bus si avviano a scuola dotati di pettorina segnaletica aiutati da volontari della protezione civile. Tramite un bando abbiamo richiesto alla provincia un finanziamento finalizzato al trasporto scolastico di un ragazzo diversamente abile. Nel nome del pluralismo educativo, questa Amministrazione ha approvato con delibera del Consiglio Comunale un finanziamento di all asilo delle 10 Prima dei lavori Prima dei lavori Prima dei lavori Quanto spenderemo nel 2013 per l Istruzione a Sovere? VOCE DI SPESA EURO Fondi trasferiti all Istituto Comprensivo dal Comune Spese per funzionamento scuole (utenze, riscaldamento, manutenzione, libri di testo) Punto e virgola Contributo scuola materna ente morale (asilo suore) Trasporto alunni Mensa scolastica TOTALE SPESA PER ISTRUZIONE suore, dando un segnale di solidarietà alle famiglie che si ispirano ad una formazione cattolica, con la speranza che questo proposito non sia demandato alla sola Giunta. La mensa scolastica è gestita dal Comune tramite la cuoca ed un inserviente, presso la scuola materna statale. Abbiamo migliorato il servizio utilizzando risorse interne che portano ad un risparmio per l Amministrazione. Un capitolo importante è la spesa che il nostro comune sostiene nella gestione associata dei servizi di assistenza nelle scuole agli alunni portatori di handicap. Il nostro intento è interagire con gli assistenti sociali al fine di sensibilizzare gli enti preposti all assisten-

11 Lavori di ritinteggiatura presso le scuole medie effettuati da un lavoratore socialmente utile, quindi senza costi di manodopera per il Comune Prima dei lavori Prima dei lavori Dopo i lavori Dopo i lavori Dopo i lavori Con parte dei fondi risparmiati sulle indennità della Giunta è stato effettuato l acquisto di tappetini per la palestra delle medie. Sono previsti nel piano diritto allo studio per il completamento delle attrezzature nelle varie scuole statali. Grazie all attività svolta a titolo di volontariato, alcuni imbianchini di Sovere hanno tinteggiato il primo ed il secondo piano della scuola elementare durante le vacanze estive e durante le vacanze natalizie hanno provveduto all imbiancatura del vano scale. A loro va il nostro più vivo ringraziamento. Grazie all attività svolta da un lavoratore di pubblica utilità, sono state tinteggiate le aule dell ala nuova della scuola media. La scuola è l ambiente dove si formano i futuri cittadini, in questo ambiente i nostri ragazzi devono trovare le risorse che permettano loro di costruirsi un futuro sociale, lavorativo e politico permeato di educazione civica e rispetto della cosa pubblica. La scuola non sostituisce la famiglia ma la completa. Noi come Amministrazione ci crediamo e cercheremo per i prossimi anni di lavorare al meglio in questa direzione. A voi ragazzi e famiglie chiediamo un aiuto nel conservare quel poco che abbiamo in comune, come se fosse nostro. In bocca la lupo e grazie Massimo Lanfranchi Assessore all Istruzione ed ai Servizi Sociali za dei soggetti fragili attivando figure specialistiche che aiutino lo svolgimento dell attività scolastica agli stessi. Sarebbe auspicabile, per rendere più semplice l integrazione sociale di questi ragazzi, intraprendere un percorso formativo che coinvolga docenti, studenti e genitori nel vivere la disabilità come ricchezza da condividere. Un altro progetto che riscuote un notevole successo è il progetto punto e virgola, un servizio extra scuola gestito dalla Cooperativa Sociale Sebina nei locali della Casa del Giovane di Sellere che si prefigge di aiutare i minori delle scuole primarie e secondarie nello svolgimento dei compiti, nella socializzazione attraverso attività di gruppo. Per l anno scolastico in corso abbiamo ammodernato l aula informatica delle elementari con l acquisto di 6 nuovi computer. Grazie alla generosità di un istituto bancario e di una ditta privata abbiamo ottenuto 5 computer seminuovi ed un PC portatile (2 alle medie 3+1 all elementari ). Il Consiglio Comunale dei ragazzi ha contribuito all acquisto di altri 2 computer per le medie. 11

12 La minoranza Sovere Cambia Cari elettori e non, gioiosi per l elezione del nuovo Papa Francesco (segno d una Chiesa forse più brillante del Governo), auguriamo a voi tutti della Comunità di Sovere una felice Pasqua. Dandovi appuntamento al prossimo numero di Informa Sovere, la lista civica SOVERE CAMBIA Foto dei "Processi verbali" del Comune di Sovere del 1806 in periodo napoleonico. Fonte archivio comunale. Bernardino Pasinelli 12

13 Cappelle cimiteriali: ci siamo Alcune mappe (con dettagli) di Sovere del catasto napoleonico che si trovano all Archivio di Stato di Milano. Fonte archivio comunale. Bernardino Pasinelli Ar e a A Ar e a C Ar e a B Ar e a D Nelle settimane scorse si è chiuso l iter di modifica del Piano cimiteriale. Ora è possibile costruire quattro nuove cappelle di famiglia private nel cimitero del nostro capoluogo. Chi fosse interessato a partecipare al bando deve presentare la propria offerta entro il prossimo 24 aprile. Tutta la documentazione è scaricabile dal sito internet del Comune, oppure è ritirabile, negli orari di apertura, presso l Ufficio Tecnico Comunale. Il prezzo a base d asta è pari a euro per l area identificata con la lettera A, ,25 per le aree B e C e ,75 per l area D. Le offerte potranno avere un rialzo massimo sul prezzo d asta del 15%. A parità d offerta, l area verrà assegnata all offerta pervenuta per prima al protocollo del Comune. Per i non residenti verrà applicata una maggiorazione del 30% sul prezzo a base d asta. I soldi incassati dalla concessione delle quattro nuove cappelle verranno in buona parte utilizzati per abbattere le barriere architettoniche all interno del cimitero stesso. 13

14 Le Associazioni si presentano PROTEZIONE CIVILE SOVERE Il Nucleo di Protezione Civile di Sovere, parte integrante dei gruppi dell Associazione Nazionale Alpini sezione di Bergamo, diviene operativo nell anno Formato da 18 volontari, guidati dall alpino Pezzotti Luigi, si contraddistingue per essere un gruppo dall età media piuttosto giovane e con capacità e competenze dei componenti ben distribuite. Nonostante la sua recente formazione ha partecipato attivamente a svariate attività di soccorso e assistenza sull intero territorio nazionale; ad esempio alcuni volontari sono stati coinvolti durante il terremoto in Abruzzo, in Emilia Romagna e nell alluvione in Liguria. Sul territorio bergamasco sono stati coinvolti a seguito della tromba d aria a Zorzino, della frana a Brambilla, per la ricerca dispersi a Brembate (Yara Gambirasio) e a Bossico, mentre sul territorio specifico di Sovere, fortunatamente, sono intervenuti solo per piccoli dissesti idrogeologici. Tuttavia, il compito della protezione civile non è solo quello d intervenire durante le emergenze, ma anche quello di praticare una prevenzione continua sul territorio, su questo aspetto è importante ricordare che Sovere fa parte, insieme ai nuclei di Bossico, Costa Volpino, Pianico e Rogno, dell intergruppo Alto Sebino. La collaborazione fra questi nuclei ha permesso di attuare, grazie soprattutto all elevato numero di volontari presenti, interventi significativi sul territorio dell ex comunità montana dell Alto Sebino. Fra questi, per citarne alcuni, ricordiamo la bonifica delle sponde del fiume Borlezza nel comune di Sovere, la pulizia del greto del fiume Oglio e della valle di Supine nel comune di Costa Volpino, l intervento di risanamento della valle dell Orso nel comune di Rogno ed il taglio di piante pericolanti nella pineta di Bossico. Inoltre, il nucleo organizza costantemente interventi mirati sul nostro territorio comunale, come ad esempio la messa in sicurezza di tratti di fiumi del reticolo primario (fiume Oneto e Borlezza) e la bonifica ambientale nelle valli secondarie ed in zone potenzialmente pericolose. Una ulteriore attività, particolarmente a cuore della protezione civile, è la valorizzazione del territorio mediante la manutenzione dei sentieri. 14

15 Nel 2010 ha preso vita un progetto molto importante che ha tenuto impegnato il nucleo per ben 722 ore, operazione che si è in parte conclusa con l inaugurazione del Sentiero della Foresta Fossile in località Canneto che si collega al sentiero del Cervo. Questi sentieri didattici permettono di poter visitare i luoghi che rendono Sovere famosa, sono già numerosi gli studiosi, gli studenti e gli appassionati di botanica e paleontologia provenuti dall Italia e dal mondo. Il nucleo partecipa attivamente anche ad attività di ordine e supporto pubblico come ad esempio al progetto Piedi bus per accompagnare i bambini delle elementari a scuola, la pulizia dei marciapiedi durante le nevicate, l aiuto alla polizia locale durante manifestazioni ed alle varie associazioni del Comune di Sovere. Il nucleo si è da sempre impegnato ad aumentare la professionalità dei propri volontari attraverso corsi di formazione ed esercitazioni. Annualmente organizza anche degli incontri con le scuole medie ed elementari con lo scopo di sensibilizzare i bambini nei confronti del volontariato mettendo loro a conoscenza di comportamenti da adottare in caso di emergenza. Degno di nota è il campo scuola di due giorni organizzato l anno scorso a Rogno con i bambini delle scuole elementari. Tirando un po le somme nel 2010 le ore di lavoro, effettuate gratuitamente, sono state 1.602; nel ed infine nel Negli ultimi anni i volontari stanno cercando di attrezzarsi per poter affrontare al meglio i propri compiti, l anno scorso sono riusciti ad avere un mezzo di trasporto tutto loro, e da inizio anno l Amministrazione comunale gli ha destinato uno spazio in località Piombo dove realizzare un magazzino più spazioso, un ufficio e una sala riunioni. Il gruppo coglie quest occasione per comunicare che l organico si è appena arricchito di quattro nuovi volontari, quattro ragazzi giovani che, con il loro entusiasmo e la loro voglia di fare, hanno portato energie fresche, e per ringraziare del lavoro svolto quelli che per vari motivi li hanno lasciati. Come avrete capito le cose da fare sono tante, per questo ci auguriamo che il numero dei volontari cresca sempre di più. L età ed il sesso non sono importanti, tutti sono bene accetti, vi invitiamo perciò ad unirvi al Nucleo di Protezione Civile per lavorare insieme per la cura e la difesa del nostro e vostro territorio, sempre pronti a dimostrare la propria generosità dispensando più aiuti che consigli. Per contattarci venite di persona ogni giovedì sera alla sede degli alpini oppure scriveteci a: Nucleo Protezione Civile Sovere 15

16 LA BIBLIOTECA La Commissione Biblioteca si è insediata il 18 luglio 2012 nominando presidente Cattaneo Giovanni, vicepresidente Suardini Giovanna ed avendo come membri: Berta Marco, Carrara Danilo, Lotta Michele, Meloni Donatella, Pedretti Daniela, Pegurri Vincenzo, Valenghi Domenica, Zanni Pier Angelo. Le attività e le iniziative della Biblioteca civica Piero Guizzetti hanno uno sviluppo che segue più o meno l andamento di un anno scolastico. Iniziano, quindi, in autunno per chiudersi all inizio dell estate. Iniziative effettuate: - 26 settembre: Fiato ai libri, brani di Alessandro Baricco letti da Ferruccio Filippazzi (sala del camino piena, una decina di soveresi, il resto forestieri) - 28 settembre: serata con il noto cameraman soverese Beppe Rota - 8 ottobre: inizio corsi scuola di musica in collaborazione con l Associazione musicale Una nota in più (termine fine maggio) - 20 novembre: Nati per leggere alcuni volontari sono andati nelle due scuole materne del paese a leggere brani tratti da libri di racconti adatti per quell età - 30 novembre: serata in auditorium per la presentazione di tesi di laurea, denominata Talenti soveresi in collaborazione con l assessorato alle politiche giovanili - 15 dicembre: a Milano Palazzo Reale mostra Picasso - 20 dicembre: La Posada, rappresentazione per le vie del paese della ricerca di un alloggio da parte di Maria e Giuseppe (in collaborazione con la Parrocchia e l Oratorio) (ottima partecipazione di bambini, accompagnati da genitori e nonni) - 21 dicembre: inaugurazione presso l auditorium comunale della mostra retrospettiva del pittore Giorgio Cinquini (aperta fino al 6 gennaio) - 30 dicembre: gita a Vicenza, mostra da Raffaello verso Picasso (eccezionale!), pranzo e visita al Santuario di Monte Berico, visita guidata alla città (solo 8 persone di Sovere, il resto tutti forestieri) - 13 gennaio: gita ad Alba, mostra Carlo Carrà, visita cantina Viberti - 24, 25, 26 gennaio: Giornate della memoria in collaborazione con il Comune. In particolare, organizzazione serata del 24 in auditorium Diamo un futuro alla memoria per non dimenticare con il prof. Daniele Rocchetti - 15 febbraio: Ti presento il cane, serata offerta gratuitamente presso l auditorium dalla dott.ssa Elena Cantù, laureata in Tecniche di allevamento cani di razza ed educazione cinofila (presenti, visto il tema della serata, 4 gatti!!...e sì che di gente con cani a Sovere c è pieno) - 28 febbraio: inizio corso in biblioteca per creazione 16 fiori di carta, tenuto da Anna Bontempi, per una durata di 5 incontri di 2 ore e più l uno (il corso era stato pensato in vista anche dell addobbo delle case durante la festa della Madonna: iscritte 4 persone!!) - 9 e 16 marzo: workshop in biblioteca diviso in due incontri di 3 ore l uno su Teoria e pratica per l introduzione alla creazione di video digitali - 14 marzo: inizio Corso di scrittura creativa offerto gratuitamente dall ins. Maria Ester Gnecchi e rivolto ad una decina di alunni delle classi quarte per una decina di incontri della durata di un ora ciascuno tenuti in biblioteca - 15 marzo: Serata scrittori soveresi presso auditorium con presentazione delle ultime pubblicazioni di Giorgio Mazzolari e Matteo Alborghetti, brani letti da Michele Marinini e accompagnamento musicale di Paolo Zanni - 17 marzo: nella Sala del camino in biblioteca Concerto con aperitivo tenuto dal prof. Stefano Sanzogni, chitarra classica - 22 marzo: presso l auditorium Passaggio in India immagini ed impressioni di viaggio a cura di Giovanni Cattaneo Prossime iniziative: - 21 aprile: presso Palacreberg di Bergamo per assistere allo spettacolo I Legnanesi. Lasciate che i pendolari vengano a me - 25 aprile: gita a Padova con visita guidata al mattino alla mostra di G. De Nittis e al pomeriggio visita guidata alla collezione Pietro Bembo. Tempo libero per visita alla città - 1 maggio: camminata in Cornalunga in occasione del 40 anniversario della posa dell attuale croce - 11 maggio: in occasione della festa della Madonna della Torre concerto alle ore 21 presso il Santuario del

17 SI PRESENTA Novita La biblioteca comunale amplia i suoi orari di apertura per i mesi di Aprile e Maggio restera aperta tutti i sabati mattina dalle ore 9.00 alle ed i martedì mattina sempre dalle ore 9.00 alle Nuovo Trio di Brescia con flauto oboe ed organo - 18 maggio: a Milano Palazzo Reale per mostra Modigliani, Soutine e gli artisti maledetti - 2 giugno: gita a Merano - 7, 8, 9 giugno: Di corte in corte collaborazione con il Gruppo di ricerca storica Agorà, soprattutto per l allestimento della mostra fotografica dei migliori scatti di Tito Terzi in occasione del 30 anniversario dell uscita del libro Sovere. Studi, documenti e memorie a cura di Sergio Primo Del Bello e Bruno Felice Duina. Come si può ben vedere sono parecchie le iniziative che la Commissione Biblioteca propone, purtroppo non sempre ottengono un grande riscontro di partecipazione da parte dei soveresi. Per quanto concerne le attività più specificatamente legate alle peculiarità della biblioteca si segnala che verso la fine del 2012 è stato possibile riprendere, dopo lungo tempo, l acquisto di nuovi libri. Più precisamente ne sono stati comperati 198. Al 31/12/2012, poi, la biblioteca ha effettuato 4519 prestiti e per i primi mesi dell anno in corso si nota un lieve incremento degli stessi rispetto allo stesso periodo dell anno scorso. Comunque, per avvicinare maggiormente la gente, ma soprattutto i ragazzi, alla biblioteca verranno proposte le seguenti iniziative: - attività ludico-didattiche proposte e coordinate da un gruppo di tre educatori e svolte nella Sala del camino, che coinvolgeranno al giovedì pomeriggio un gruppo di alunni di una classe di scuola primaria da individuare con l aiuto delle insegnanti - apertura della biblioteca al mattino del sabato e, forse, anche di un altro giorno della settimana. Tutti possono, ad ogni modo, fare proposte o dare consigli per migliorare ulteriormente quanto si sta facendo, scrivendo a Per tenersi informati, poi, sulle varie iniziative della biblioteca, oltre che leggere le locandine che vengono puntualmente affisse nelle bacheche del comune e in vari negozi, basta aprire il sito del comune e cliccare sul link della biblioteca. Giovanni Cattaneo 17

18 Un NIDO che sperimenta e che fa crescere grandi e piccini 18 Il nido comunale di Sovere, intitolato al Dott. Riscaldini, è stato realizzato con i criteri architettonici più recenti nel 2006 ed è adiacente alla scuola materna statale. La gestione è stata affidata fin dall apertura alla Cooperativa Sociale Sebina. Il nido è in grado di ospitare bambini dai 3 ai 36 mesi, in un ambiente in cui sono liberi di agire, muoversi e scegliere tra i molti stimoli presenti, quelli che più li interessano. L asilo nido, come da normativa regionale, realizza programmi educativi, giochi, pasti e riposo pomeridiano, concorrendo con le famiglie alla crescita, cura, formazione e socializzazione dei bambini, poggiandosi sulla convinzione che il nido rappresenta per il bambino il primo ingresso in un contesto sociale, che gli consente un esperienza ricca di stimoli, assecondando una crescita sana e orientata all autonomia, nel pieno rispetto dei suoi tempi, della sua individualità. All interno del servizio lavorano in equipe tre educatrici e un educatore, figura quest ultima che permette di rendere l ambiente educativo davvero capace di raccogliere e sostenere le differenze tra genere maschile e femminile. L equipe educativa, supportata anche da una pedagogista, basandosi su una programmazione organizza spazi ed attività volte a stimolare le abilità dei bambini, cercando di dare importanza agli aspetti educativi senza trascurare l aspetto ludico. Attualmente il nostro nido ospita 19 bambini. Molte delle attività che si svolgono al suo interno si realizzano salvaguardando le fasce d età. Da gennaio 2013 all interno del nido è stato attivato un progetto di psicomotricità. Il laboratorio viene gestito da una psicomotricista esterna, che una volta alla settimana si reca all interno del nido e attraverso attività divertenti di tipo ludico, stimola i bambini ad affinare le loro abilità psicomotorie e attraverso l utilizzo di alcuni materiali (carta, stoffe, palline, cerchi, oggetti di varia natura e dimensione) permette loro di conoscere meglio il proprio corpo e fare nuove esperienze. La centralità del bambino e della sua famiglia ci ha spinto ad organizzare per l anno 2013 una serie di occasioni di sviluppo e condivisione dell attività educativa in cui potessero essere appunto coinvolte anche le famiglie. Nel mese di novembre e febbraio è stato organizzato lo spazio gioco, iniziativa che prevede l apertura del nido il sabato, con fasce orarie sia al mattino che al pomeriggio, così da permettere alle famiglie di recarsi al nido con i propri bambini per giocare con loro, attraverso la presenza degli educatori che diventano facilitatori di scambi e relazioni anche tra genitori. Questa iniziativa è stata molto apprezzata e pertanto si prevede di ripeterla nei prossimi mesi, estendendola non solo ai bambini che frequentano il nido, ma a tutti i bambini e genitori del territorio. L asilo nido è aperto dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle con possibilità di prolungamento, è inoltre possibile la frequenza con orario ridotto (uscita entro le ore o entrata alle ore 11.00). Per i genitori che fossero interessati a partecipare ai prossimi spazio gioco o vedere il nostro nido possono farlo telefonando al Educatori ed educatrici dell asilo nido comunale

19 Sovere in... numeri A distanza di alcuni mesi riproponiamo attraverso i numeri una fotografia su alcuni indicatori significativi del nostro paese. A volte i numeri non dicono tutto, ma spesso fotografano il difficile momento che stiamo vivendo. Certamente fa riflettere leggere che nel 2011 erano state concesse autorizzazioni per costruire 17 nuovi appartamenti (già pochi rispetto agli anni precedenti) e lo scorso anno i nuovi appartamenti sono scesi a 6. N. Indicatore Anno 2011 al 31/12/2011 Anno 2012 al 31/12/ Numero abitanti al Nati nell anno Deceduti nell anno Immigrati nell anno Emigrati nell anno Stranieri comunitari residenti a Sovere al Stranieri extracomunitari residenti a Sovere al % stranieri/italiani 13,4% 13,1% 9 Matrimoni civili celebrati nell anno Bambini iscritti alla scuole materna statale Bambini iscritti alla scuole materna ente morale Alunni iscritti scuola elementare di sovere Alunni residenti a Sovere ma iscritti scuole elementari circondario Studenti soveresi iscritti alla scuola secondaria di primo grado Alunni totali fequantanti scuola secondario di primo grado di Sovere Popolazione under Popolazione over Prestiti librari erogati dalla Biblioteca Civica Numero contravvenzioni elevate dalla Polizia Locale Valori delle contravvenzioni elevate dalla Polizia Locale (euro) Oneri di urbanizzazione incassati dal Comune Totale autorizzazioni rilasciate dall Ufficio Tecnico Comunale per attività edilizia Nuovi appartamenti autorizzati alla costruzione Numero iscritti al trasporto alunni Iscritti asilo nido comunale Nuclei familiari assistiti dal banco alimentare

20 ASSOCIAZIONE N Sezione d G R U P P O D S.Ten. Bru Ufficiale al Merito del Il NUOVO CONSIGLIO Maurilio Gi o va n n i Gi a m p i e t r o Cristiano Ro n c h e t t i Cat ta n e o Lo r a n d i Ma z z u c c h e l l i Ca p o g r u p p o Vice Capogruppo Vice Segretario Co n s. Al f i e r e Ni c o l a Fo r c h i n i Lo scorso 15 dicembre 2012 il Gruppo alpini del nostro paese intitolato al S.Ten. Bruno Bianchi Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana ha eletto il suo Capogruppo ed il nuovo Consiglio per il triennio Auguri e buon lavoro al nuovo Consiglio. L auspicio è che tra Gruppo Alpini ed Amministrazione possa continuare l ottimo rapporto di collaborazione. Collaborazione che si è già dimostrata proficua in occasione della Giornata della Memoria. Co n s. Ca s s i e r e 20

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI Prot. Nr 11636 Vicenza, 25 settembre 2013 Cat.E8 Ai Sigg. Dirigenti Scolastici degli Istituti Superiori di II grado Statali e Paritari della Provincia di Vicenza e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Vorrei una legge che... Anno scolastico 2014-2015 1. Oggetto e finalità Il Senato della Repubblica,

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci 8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE Prof. Pier Luigi Carci Introduzione Introduzione Le opere di urbanizzazione costituiscono tutte le strutture e i servizi necessari per rendere un nuovo insediamento adatto

Dettagli

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI di Luigi Cenicola 1. Premessa. A decorrere dall anno 2014, per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e per i servizi indivisibili comunali, si pagheranno

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089 ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 04345204 0434520089 PROT. n. 199/B19 Pordenone, 15 gennaio 2014 Ai Sigg. Genitori Oggetto:

Dettagli

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Anno Scolastico 2013-2014 PERSONE IN CAMMINO OLTRE LE FRONTIERE PER RICONQUISTARE IL FUTURO Premessa Il Concorso Sulle vie dell Europa è promosso

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI»

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Avellino a cura del dr. Pasquale Trocchia Dirigente del Ministero dell Interno Responsabile delle

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime -

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Progetto Continuità" Scuola dell Infanzia - Scuola Primaria 2010-11 11 Anno Scolastico 2010 Funzioni Strumentali A. Rubino Scuola Infanzia P. Stramonio Scuola

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

I redditi 2011 dichiarati dai cittadini di Trieste

I redditi 2011 dichiarati dai cittadini di Trieste I redditi 2011 dichiarati dai cittadini di Trieste N.B. Tutti i dati presentati in questo studio sono stati elaborati dall ufficio statistica del Comune (dott.ssa Antonella Primi) per esigenze di conoscenza

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Piano Stralcio di Bacino per l Assetto Idrogeologico (P.A.I.) (ART.1 D.L. 180/98 CONVERTITO CON MODIFICHE CON LA L.267/98 E SS.MM.II.

Piano Stralcio di Bacino per l Assetto Idrogeologico (P.A.I.) (ART.1 D.L. 180/98 CONVERTITO CON MODIFICHE CON LA L.267/98 E SS.MM.II. REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale del Territorio e dell Ambiente DIPARTIMENTO REGIONALE DELL AMBIENTE Servizio 3 "ASSETTO DEL TERRITORIO E DIFESA DEL SUOLO (P.A.I.) (ART.1 D.L.

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli