MARIA MARTELLO Via Volturno n.80 - RES. FONTANA BRUGHERIO (MI) Codice fiscale : MRTMRA52L55B2O2N

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MARIA MARTELLO Via Volturno n.80 - RES. FONTANA 521 20047 BRUGHERIO (MI) Codice fiscale : MRTMRA52L55B2O2N"

Transcript

1 MARIA MARTELLO Via Volturno n.80 - RES. FONTANA BRUGHERIO (MI) Codice fiscale : MRTMRA52L55B2O2N Tel cell CURRICULUM VITAE Dati anagrafici: nata a Bronte (Ct) il Iscritta all'albo degli Psicologi della Lombardia al n.1877 Dopo la Laurea in Filosofia, conseguita nel 1974 presso l Università Cattolica di Milano ha orientato e specializzato la sua preparazione professionale nel campo della Psicologia e della Pedagogia. Dal 1993 è stata nominata dal Consiglio Superiore della Magistratura Giudice Onorario presso il Tribunale per i Minorenni di Milano. Ha svolto tale compito fino al Dal 2005 è stata nominata dal Consiglio Superiore della Magistratura Giudice Onorario presso la Corte D Appello di Milano, Sezione delle persone dei minori e delle famiglie. Dal 2002 ha ricevuto l incarico dall Università Cà Foscari di Venezia per l insegnamento di Psicologia dei Rapporti Interpersonali nell ambito della SSIS. Dal 2006 ha ideato e coordinato il Corso di perfezionamento in MEDIAZIONE DEI CONFLITTI del Centro di Eccellenza dell Università Cà Foscari di Venezia. Ha la Direzione scientifica del Corso Biennale di Mediazione familiare organizzato dalla Associazione AUSAR-Formazione E consulente di A.D.R.(Metodi di risoluzione alternativa dei conflitti). E socia dell associazione europea G.E.M.ME (Groupement Europèen de Magistrats pour la MEdiation) il cui fine statutario è la valorizzazione e diffusione dei modi alternativi alla risoluzione dei conflitti e in particolare la formazione dei magistrati alle tecniche di mediazione e conciliazione nei diversi settori della giurisdizione (civile, penale e amministrativo). Ha maturato, di ruolo nella scuola secondaria, una ventennale esperienza di insegnamento orientata verso la sperimentazione di una didattica innovativa e la progettazione di itinerari

2 multidisciplinari per la prevenzione del disagio minorile, della dispersione scolastica e del recupero degli svantaggiati. Dal 1980 si è occupata per conto del Ministero della Pubblica Istruzione, del Provveditorato agli Studi, della Sovrintendenza Scolastica Regionale per la Lombardia dell'aggiornamento dei docenti in qualità di esperto relatore, di coordinatore di seminari, di direttore di corsi e di consulente per la progettazione di percorsi formativi individualizzati. Ha fatto parte, come esperta, della Commissione di studio, istituita dal Ministero della Pubblica Istruzione, per la revisione dei programmi di Educazione Civica nelle scuole di ogni ordine e grado. Nel 1998 ha ideato un percorso nuovo di formazione nell'ambito delle ADR (Tecniche di Risoluzione Alternativa delle Dispute), applicabile in contesti diversi e a fasce d età varie, dal titolo L intelligenza emotiva :dal conflitto alla relazione costruttiva. Tale progetto è stato attuato: nel 1998 in un corso di approfondimento e di specializzazione per i ragazzi dell'ultimo anno dell'istituto Galileo Ferraris di Sesto San Giovanni. nel nel corso di formazione per il conferimento della qualifica dirigenziale ai capi di istituto delle istituzioni scolastiche, tenuto dall Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano dal 1999 in un corso triennale di formazione per insegnanti, allievi e genitori approvato e finanziato dal Ministero della Pubblica Istruzione. Il percorso del primo anno si è articolato in stage per un numero complessivo di 220 ore. nel 2000 e nel 2001, per un intero modulo intensivo, per i docenti referenti per l Educazione alla Salute, in attuazione del progetto elaborato dal Comitato Tecnico del Provveditorato agli Studi di Ragusa. nel 2001 in un corso di formazione finanziato dal Fondo Sociale europeo- Gestione del Programma Operativo Nazionale Scuola, rivolto agli studenti del Liceo Cannizzaro di Vittoria, con azioni di sistema per gli insegnanti e di accompagnamento per i genitori. nel e in due cicli di 10 seminari di sensibilizzazione per tutte le scuole del territorio per il Centro ELICA (Ente Locale Iniziative Coordinate Attività per la scuola) del Comune di Cinisello Balsamo. Nel 2003 in stage di formazione rivolti a docenti e genitori del Liceo Classico di Ispica(RG). Nel 2003 in un corso di formazione rivolto a docenti, personale ATA e genitori della Scuola di Via Sardegna di Cinisello Balsamo. Nel 2004 in un corso di formazione rivolto ai dirigenti scolastici e al loro staff di una rete di istituti di Cinisello Balsamo Mel 2004 in un corso di formazione del personale scolastico di San Giuliano Milanese Nel 2005 in un corso di formazione dei Dirigenti scolastici della Lombardia finanziato con decreto regionale prot.n 215/C2 del 9 gennaio 2004 Nel in un corso di formazione triennale rivolto a dirigenti, docenti, personale ATA e genitori delle scuole di Cinisello Balsamo. Nel 2007 in un corso di formazione per dirigenti e docenti degli Istituti Giusti di Milano e Martiri della libertà di Sesto San Giovanni. in molteplici seminari di formazione direttamente proposti a dirigenti scolastici, genitori, docenti, educatori, psicologi e avvocati. Specializzata nella pratica della MEDIAZIONE PER LA RISOLUZIONE PACIFICA DEL CONFLITTO e DELLA NEGOZIAZIONE, ha perfezionato la sua preparazione con: 2

3 Jacqueline Morineau del CMFM, Centre de Mèdiation et de Formation à la Mèdiation di PARIGI, partecipando anche a stage specifici per formatori per un totale di 300 ore; Luigi Boscolo del Centro Milanese di Terapia della Famiglia per un totale di ore 50; Duccio Scatolero del Centro Italiano per la Promozione della Mediazione,Associazione per la gestione pacifica del conflitto, per un totale di 60 ore; Isabella Buzzi della scuola di J.M.Haynes per un totale di ore 60; Mark S. Umbreit, del Center for Restorative Justice e Mediation, School of Social Work, University of Minnesota per un totale di ore15. Ha partecipato all elaborazione del Progetto per l istituzione dell'ufficio di Mediazione Penale di Milano e fa parte dell èquipe fin dal momento della sua costituzione. Ha prestato servizio dal presso il Centro di Mediazione sociale e familiare di Cinisello Balsamo, collaborando alla stesura del progetto, all organizzazione dell attività, al piano di sensibilizzazione del territorio. Conduce stages di formazione alla Mediazione scolastica, penale e sociale. Interviene nell ambito di Master in Mediazione familiare e in Psicologia scolastica, rivolti ad avvocati, dirigenti, psicologi e pedagogisti. Per diverse annualità ha insegnato nel corso triennale della Regione Lombardia, "Educazione alla Sessualità per Educatori", rivolto a medici, pedagogisti e operatori sociali. Ha svolto funzione di Commissario d'esami nelle Commissioni giudicatrici del Concorso ordinario per titoli ed esami a cattedra ai sensi della legge n.270. Su incarico dell'assessore all'educazione del Comune di Sesto San Giovanni, ha progettato nel 1989 un servizio per il tempo libero, "SPAZIO RAGAZZI", mirato ai minori a rischio. Ha ideato e coordinato il Progetto "Ondalibro 95/96 ", iniziativa radiofonica di promozione della lettura rivolta a ragazzi di Scuola Media, realizzata in collaborazione con la Biblioteca Civica del Comune di Brugherio. E' stato membro del tavolo interistituzionale voluto dal Provveditorato agli Studi di Milano per l'osservatorio per la dispersione e il successo formativo. COLLABORAZIONE CON CASE EDITRICI Nel 1987 ha elaborato e pubblicato la strategia didattica per l'uso ottimale del testo : "Spazi e Civiltà" di Maria Carazzi, edito da Giunti Marzocco. Nel 1988 ha elaborato per le edizioni del Quadrifoglio un progetto di fattibilità, per un corso di geografia del triennio di scuola media inferiore. Nel 1990, sempre dalla stessa Casa Editrice, ha ricevuto il conferimento dell'incarico professionale di fornire consulenza editoriale relativa all'impostazione della collana di Narrativa per la scuola media. Inoltre è stata chiamata a valutare la rispondenza alle finalità didattiche e scientifiche del materiale manoscritto che viene sottoposto all'attenzione della Casa Editrice con richiesta di pubblicazione. Per la Casa Editrice Ghisetti e Corvi ha curato l'analisi del testo triennale di storia del Fabietti. PUBBLICAZIONI 3

4 Dall arte alla storia in Benessere e apprendimento, Edizioni progetto scuola-centro Lombardo per l Educazione alla Salute, Milano, 1984, pp Percorsi di civiltà,con allegato : Leggi e istituzioni, Ghisetti e Corvi,Milano1994. Nuovi percorsi di civiltà,ghisetti e Corvi,Milano1997 Nuovi percorsi di civiltà,ghisetti e Corvi,Milano2002 La mediazione scolastica in Prassi e teoria della mediazione a cura di Pisapia G.V., Cedam, Padova,2000,pp Le esigenze della vittima nello sviluppo della mediazione in Giustizia senza vendetta, Fondazione Nazionale per il Volontariato, Roma,2000, pp Oltre il conflitto: dalla mediazione alla relazione costruttiva, McGraw-Hill, Milano, 2003 Intelligenza emotiva e Mediazione Una proposta di formazione,giuffrè, Milano, 2004 Conflitti costruttivi e distruttivi inella coppia e nella famiglia in La Comunicazione come antidoto alla violenza.dai problemi di comunicazione alla comunicazione come risorsa, a cura di G. Bechelloni e E.Cheli, Mediascape Edizioni,Working Papers Ondine, 2004 Progettare una nuova cultura del conflitto e gli interventi per attuarla in "Progetti di intervento psicologico" a cura di Rovetto/Moderato, McGraw-Hill, Milano, 2005 L'insidioso disagio del normale vivere in Forme del disagio adulto a cura di Ivana Padoan,editrice PENSA, 2005 Mediazione del conflitto e counselling umanisticolo spazio della formazione, Giuffrè, Milano, 2006 Conflitti: parliamone Dallo scontro al confronto, Sperling e Kupfer, Milano, 2006 Le A.D.R.: una risposta al contenzioso scolastico, una risorsa per il progetto formativo,(a cura di) Atti del Convegno realizzato a Milano il 16- marzo

5 ARTICOLI SU RIVISTE La mediazione per la gestione dei conflitti, in Servire, Milano, luglio-agosto1996 Quell aspra terra chiamata Cambogia, in Scuolainsieme, Catania, novembre-dicembre1996 Il conflitto : da limite a risorsa, in Vivereoggi, Mensile per una nuova cultura dell assistenza, Milano,novembre 1997 Il diritto alla legalità, in Cesar informa, Trimestrale d informazione della Fondazione Cesar, Bologna,dicembre 1998 Dal conflitto alla mediazione, in SCUOLA E DIDATTICA,Brescia, giugno 1999 Mediatori per la giustizia, in Rivista del Volontariato,Roma,settembre 1999 Mediazione:soluzione pacifica del conflitto, in La Tecnica della scuola, Catania, ottobre 1999 La gestione dei conflitti familiari e la mediazione del conflitto, in Rinnovare La Scuola, Roma, luglio-ottobre 1999 La mediazione del conflitto,in Cesar informa, Trimestrale d informazione della Fondazione Cesar, Bologna,maggio Un mediatore per superare i conflitti, in Scuolainsieme, Catania,dicembre-gennaio Dalla gestione del conflitto alla relazione non conflittuale, in SCUOLA E DIDATTICA,Brescia,ottobre 2000 Educazione e mediazione, in SCUOLA E DIDATTICA,Brescia, settembre La mediazione del conflitto e la qualità (o l eccellenza) della Scuola, in SCUOLA E DIDATTICA,Brescia, aprile 2003 Educazione alla salute, Convivenza civile e Mediazione del conflitto, in SCUOLA E DIDATTICA,Brescia, ottobre 2003 Valutazione scolastica e conflitto, in corso di pubblicazione La pedagogia del conflitto:separarsi senza rancore, in Minori e Famiglie, bimestrale nazionale a cura del Mo.V.I.,anno XIX, n,1-2, gennaio/aprile 2004 Mediatori professionali o professionisti mediatori, in MediareS, Semestrale sulla Mediazione, n.4/2004 luglio/dicembre, Edizioni Dedalo L intelligenza emotiva:dalla mediazione del conflitto alla relazione costruttiva, Minori e Giustizia, Rivista interdisciplinare promossa dall Associazione Italiana dei magistrati per i minorenni e per la famiglia, n.1/2005, Edizioni Franco Angeli Il conflitto e la valutazione nella scuola dell autonomia in SCUOLA E DIDATTICA, Brescia, ottobre 2005 Professioni a confronto:i principi della Mediazione nell orientamento, Quaderni di Mediazione, n.2 dic Il tentativo di conciliazione nella scuola in SCUOLA E DIDATTICA, Brescia, gennaio 2006 Il conflitto e le modalità per risolverlo. Dalla conciliazione alla mediazione. Inserto di SCUOLA E DIDATTICA, Brescia, febbraio 2006 Vorrei parlarti non ti capisco, in Ok salute, ottobre 2006 L intelligenza emotiva e la mediazione. Inserto di SCUOLA E DIDATTICA, Brescia, novembre 2006 Il dirigente empatico in Ferrovie e Servizi, Roma, maggio, 2007 Conflitti? Parliamone in PROGETTO MANAGER, inserto de IL Sole 24 ORE, 25 giugno 2007 PARTECIPAZIONE A CONVEGNI, SEMINARI 5

6 5-7 marzo 2007 Incontro di studio Tecniche di conciliazione e mediazione : scambio di esperienze nell ambito dell Unione Europea. Prospettive di cooperazione giudiziaria, Consiglio Superiore della Magistratura- Roma 18 marzo 2006 Convegno Le migliori pratiche della mediazione in Europa G.E.M.ME.(Gruppo Europeo dei Magistrati per la Mediazione), Aula Magna-Corte di Cassazione- Roma 28-maggio-2005 Tavola Rotonda Mediazione e Conciliazione:una realtà? Mediacon-Ordine degli avvocati Cagliari giugno 2004 Seminario internazionale M.E.D.I.A.Re verso il futuro, Ministero della Giustizia-Istituto Superiore di Studi Penitenziari dicembre Seminario di studio La mediazione penale in ambito minorile: applicazioni e prospettive Ministero della Giustizia, Roma. 15-maggio-1998-Incontro-dibattito Minori nei conflitti: quali spazi per la mediazione, Commissione speciale in materia d infanzia del Senato della Repubblica e Convegno internazionale : La mediazione nel sistema penale minorile, Università degli studi di Trento. PARTECIPAZIONE IN QUALITÀ DI RELATORE AI SEGUENTI CONVEGNI giugno 2007, La Mediazione nel settore civile, incontro di studio Mediazione civile e penale nel procedimento minorile, Consiglio Superiore della Magistratura, Roma. 26 maggio 2007, La mediazione nei contesti giudiziari: diritto minorile e della famiglia, Ordine degli Avvocati di Cagliari. 7 dicembre 2006, Il conflitto come risorsa: strumenti e pratiche di mediazione, Seminario di studio per i Dirigenti scolastici, organizzato dal Ministero della Pubblica Istruzione- Direzione regionale del Veneto Cultura del Diritto e cultura della Mediazione, Aula Magna del Tribunale di Milano settembre, L intelligenza emotiva:dalla Mediazione del conflitto alla relazione costruttiva nell ambito del convegno Europa e non solo, organizzato dal Ministero della Pubblica Istruzione,Ufficio Scolastico Regionale per le Marche con l Alto Patrocinio del Presidente della Repubblica. 16 marzo 2006 Le A.D.R.: una risposta al contenzioso scolastico, una risorsa per il progetto formativo della scuola Convegno per Dirigenti scolastici organizzato in Collaborazione con l A.N.DI.S. e l Università Cà Foscari di Venezia, con il Patrocinio della Direzione Generale scolastica della Lombardia e della Provincia di Milano, Centro Congressi della Provincia, Milano. 20 febbraio 2006 La conflittualità a scuola Spazio Contemporaneo di Villa Visconti d Aragona - Assessorato istruzione- Comune di Sesto San Giovanni 21 settembre 2005 A relazionarsi si impara, Cinisello Balsamo 25 maggio 2005 Conciliazione e mediazione nelle controversie civili e nei giudizi penali, giornata di formazione del Consiglio Superiore della Magistratura, presso l aula Magna Palazzo di Giustizia di Caltanissetta. 6

7 8 aprile 2005 "La mediazione dei conflitti familiari", presso l'aula Magna del Giudice di Pace di Milano nell'ambito del corso "Diritto di famiglia" organizzato dall'aiaf Lombardia 26 novembre 2004 La mediazione per la gestione alternativa dei conflitti e le sue applicazioni in Mediazione e procedimento penale, giornata di formazione del Consiglio Superiore della Magistratura, presso l aula delle adunanze del Palazzo di Giustizia di Piazza Verga a Catania A relazionarsi si impara Biografia di un percorso di formazione, da me ideato e condotto, finanziato dall USR Lombardia, organizzato da tre Istituti in rete, dal Comune di Cinisello e dal Comitato dei Genitori 5 giugno 2004 Seminari Pedagogici itineranti Universitari Saperi teorici, Saperi di azione nell educazione e nella formazione organizzato dall Università Cà Foscari di Venezia in collaborazione con l Università di Padova, a Venezia. 5 7 maggio 2004 Seminario nazionale Interventi integrati negli Istituti Penali per i Minorenni, organizzato dal MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA MINISTERO DELLA GIUSTIZIA- DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE, rivolto ai Docenti del primo ciclo scuola primaria e agli operatori della giustizia minorile,a Castiglione della Pescaia (GR).Tema trattato: L intelligenza emotiva: dalla mediazione del conflitto alla relazione costruttiva. 2 aprile 2004 Il conflitto come tenzone, il conflitto come risorsa nella vita, nella politica, nella giustizia:educare e formare alla relazione costruttiva, organizzato da Mediacon-Cagliari (Associazione Nazionale di mediazione e conciliazione),cagliari. 5-6 Settembre 2003 So stare in conflitto, S.O.S.tare in conflitto,sostare in conflitto organizzato dall Istituto comprensivo di Iseo(Bs) 7-9 Novembre 2002 La Mediazione Tecniche,legislazione e ambiti applicativi,organizzato da Mediacon(Associazione Nazionale di mediazione e conciliazione, Cagliari 1 giugno 2002 Incontriamoci a metà. La giornata dell Intercultura organizzato dall I.I.S V.Bahelet,Abbiategrasso maggio 2001 La violenza dei minori e sui minori Convegno organizzato dal Ministero della Pubblica Istruzione e dal Provveditorato di Ragusa con Patrocinio della Prefettura di Ragusa 31-marzo-2001 Nei tenui diti si trovò gli artigli: sofferenza psichica e devianza del minore adolescente, Dipartimento Salute Mentale e Fondazione Emilia Bosis. 29 febbraio Intervento programmato al seminario Norme, regole, procedure: quali domande è ragionevole porsi? Organizzato dal Dipartimento di Sociologia dell Università di Padova e dal Provveditorato Regionale dell Amministrazione Penitenziaria del Triveneto. 1-4 luglio Il Volontariato tra vittime e autori di reato Seminario di studi organizzato dal Coordinamento Enti e Associazioni di Volontariato Penitenziario e Territorio A che giova il conflitto, Assessorato alla Pubblica Istruzione, Vittoria. 1-4 luglio Il Volontariato tra vittime e autori di reato Seminario di studi organizzato dal Coordinamento Enti e Associazioni di Volontariato Penitenziario e Territorio. 7

8 6 febbraio Presentazione dell Osservatorio regionale per la legalità, Fondazione Cesar, Sovrintendenza regionale, Fondazione Marrazzo Bambini: bisogno, affido, maltrattamento, abuso, disagio, incontro, aiuto Ufficio Centrale Affidi di Carate Brianza Affido : cercasi donatori di affetto, Assessorato ai Servizi Sociali di Monza. DOCENZA AI SEGUENTI CORSI DI FORMAZIONE luglio 2006 Attività di docenza presso la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia- specialistica per lo sviluppo e l adolescenza, riconosciuta dal MIUR (DM 16 Marzo 2005 e 7 dicembre 2005), del CONSORZIO INTERUNIVERSITARIO PER L ALTA FORMAZIONE E LA RICERCA SCIENTIFICA 26 maggio 2006 La mediazione familiare nell ambito del Corso di formazione in Diritto di famiglia, organizzato dall Osservatorio nazionale sul diritto di famiglia, sez di Vibo Valentia con il patrocinio dell Ordine degli avvocati. 7-8 ottobre 2005:Master in Programmazione e interventi psicologici in ambito clinico e riabilitativo organizzato dall Università di Parma 17 marzo 2004:Corso di formazione per referenti provinciali della valutazione della qualità del Sistema Scolastico, con decreto della Direzione Generale dell Ufficio Scolastico Regionale Febbraio 2004: giornata di formazione a Roma nell ambito del Master per Mediatori familiari del Centro Studi Bruner Gennaio 2004: avvio di un percorso di formazione a S.Giuliano Milanese ai docenti di Istituto verticalizzato. Ottobre 2003: avvio di un percorso annuale a Cinisello Balsamo, finanziato dalla Direzione regionale della Lombardia, rivolto allo staff della dirigenza di un gruppo di scuole del territorio che hanno fatto un accordo di rete. Settembre 2003 Stage di formazione a Cagliari rivolto a giuristi, pedagogisti e dipendenti pubblici Inizio del corso di formazione interprofessionale di 8 giornate seminariali a Milano Giugno 2003 Corso di perfezionamento in Psicologia dell Orientamento alle scelte scolasticoprofessionali, organizzato dall Università di Parma Aprile 2002 è stata docente per l attività di Formazione degli operatori per la Mediazione Penale Minorile organizzato dal Comune di Salerno. Marzo 2002 ha condotto due moduli di formazione nell ambito del corso per Mediatori Culturali organizzato dal Centro Territoriale Permanente e dall Istituto V. Bachelet di Abbiategrasso. 8

9 Dicembre 2001 ha tenuto una giornata di formazione agli agenti di Polizia Penitenziaria per il Ministero della Giustizia, Dipartimento dell Amministrazione Penitenziaria per il Veneto,Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige 30 maggio 2000 Milano - Lezione sul tema della mediazione e animazione di un gruppo di lavoro attraverso giochi di ruolo nell ambito del corso di formazione: Progetto Gazebo rivolto ad operatori ed agenti della casa Circondariale di San Vittore organizzato dall ENAIP di Milano. 21 giugno 1999 Milano - Corso per Difensori d Ufficio nel processo minorile organizzato dal Centro Operativo Regionale Regione Lombardia. Lezione la mediazione penale e l attività dell ufficio per la mediazione di Milano e animazione di un gruppo di lavoro attraverso giochi di ruolo. 18 marzo 1999 Milano - Corso di formazione per mediatore linguistico-culturale, organizzato dall associazione Kantara. Nell'anno 1998 e 1999 ha tenuto una lezione presso la SCUOLA DI PSICANALISI DELLA PERSONA E DELLA COPPIA, per operatori psico-socio-educativi, sul tema delle tipologie e delle caratteristiche della relazione d'aiuto e della gestione del conflitto Ha svolto un incontro sul tema: Disadattamento e scuola, organizzato dal Provveditorato agli studi di Milano, all interno della prosecuzione del compito di formazione dei docenti della scuola secondaria a livello regionale e interregionale. Maggio Seminario:Mediazione e istituzioni.analisi della domanda e strategie di intervento. Nel 1997 ha svolto 80 ore di docenza nel corso di formazione " Master in psicologia del disagio psicofisico", del FSE 1997-Ob 3, istituito su autorizzazione e finanziamento della Regione Lombardia e del Fondo Sociale Europeo. Novembre-dicembre 1997 ha tenuto lezione sul tema Conflitto, mediazione e servizi sociali presso l ESAE, Scuola Regionale per Operatori Sociali. L , per la Cooperativa Sociale L Albero, ha condotto una giornata di studio sulla Mediazione del conflitto Seminario dal titolo: Metodi Alternativi:la mediazione per la risoluzione pacifica del conflitto Bologna, AVOC. BRUGHERIO, Maria Martello 9

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività:

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività: Insieme si può Arcigay Pistoia La Fenice dopo le varie attività svolte sul territorio pistoiese e zone limitrofe, ha valutato l opportunità di realizzare un progetto con la collaborazione di personale

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

Avviso prot. n. AOODGAI/11666 del 31.07.2012 conferenze informative territoriali

Avviso prot. n. AOODGAI/11666 del 31.07.2012 conferenze informative territoriali Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale UFFICIO III - Politiche formative e rete scolastica U.O. 2: Fondi Strutturali dell

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Art. 71 Nomina e funzioni dei magistrati onorari della procura della Repubblica presso il tribunale ordinario.

Art. 71 Nomina e funzioni dei magistrati onorari della procura della Repubblica presso il tribunale ordinario. REGIO DECRETO 30 gennaio 1941 n. 12 ( indice ) (modificato e aggiornato dalle seguenti leggi: R.D.L. n. 734/43, L. n. 72/46, L. n. 478/46, R.D.Lgs. n. 511/46, L. n. 1370/47, L. n. 1794/52, L. n. 1441/56,L.

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...4 3. DOVE LAVORA...5 4. CONDIZIONI DI LAVORO...6 5. COMPETENZE...7 CHE COSA DEVE ESSERE IN GRADO DI FARE...7 CONOSCENZE...10

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli

p e r i l c u r r i c u l u m

p e r i l c u r r i c u l u m F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Indirizzo Ferraina Caterina Rosaria Località Feudotto compl. AZUR Vibo Valentia Telefono 0963.94428 328/2888930

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Distr. Sc. n 9 - Via V. Veneto 89822 SERRA SAN BRUNO (VV) FONDI STRUTTURALI 2007-2013 PEC: vvis003008@pec.istruzione.it PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO

Dettagli

Istituto Comprensivo P.Carrera di Militello in Val di Catania

Istituto Comprensivo P.Carrera di Militello in Val di Catania Istituto Comprensivo P.Carrera di Militello in Val di Catania Programma Operativo Nazionale: Competenze per lo Sviluppo finanziato con il Fondo Sociale Europeo. Avviso Prot. Num. prot. AOODGAI/2373 DEL

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA:

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: BILANCIO E PROPOSTE Edizioni Erickson Presentano il Rapporto: Attilio Oliva Vittorio Nozza Andrea Gavosto Intervengono: Valentina Aprea Maria Letizia

Dettagli

DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO

DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO Art. 1 Disposizioni generali 1.1. Per gli anni scolastici 1997-98, 1998-99 e 1999-2000, nell'autorizzazione al funzionamento

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di Ministero della Giustizia Dipartimento dell Amministrazione Penitenziaria Ufficio di Esecuzione Penale Esterna di Vicenza e Verona

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida La formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica Guida 1 Indice Premessa alla seconda edizione 3 Introduzione 4 1 Considerazioni preliminari 7 2 Organizzazione

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara PROMECO Progettazione e intervento per la prevenzione Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara Aprile 2006 Premessa Punti di forza, obiettivi raggiunti Elementi su cui

Dettagli

ACCORDO e Protocollo Operativo per la realizzazione del SERVIZIO INTEGRATO TERRITORIALE su AFFIDO ed ADOZIONE

ACCORDO e Protocollo Operativo per la realizzazione del SERVIZIO INTEGRATO TERRITORIALE su AFFIDO ed ADOZIONE CASARANO COLLEPASSO MATINO PARABITA RUFFANO SUPERSANO TAURISANO AMBITO TERRITORIALE SOCIALE DI CASARANO PROVINCIA di LECCE Assessorato alle Politiche Sociali ACCORDO e Protocollo Operativo per la realizzazione

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo residenza Via Senatore di Giovanni 5 961 00 Siracusa Indirizzo studio VIALE SANTA PANAGIA, 141/C

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di di Vicenza e Verona quamproject Caritas Diocesana Bellunese, Veronese, Vicentina IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI ALCUNI DATI L Istituto Trento 5 comprende 3 scuole primarie e 2 scuole secondarie di I grado. Il numero totale di alunni

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

Come si diventa insegnanti

Come si diventa insegnanti Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Provinciale di Padova Area della comunicazione e web Come si diventa insegnanti Il reclutamento del personale

Dettagli

Project Work. La campagna di sensibilizzazione sull affido familiare

Project Work. La campagna di sensibilizzazione sull affido familiare Project Work La campagna di sensibilizzazione sull affido familiare Autori Barbara Gastaldin, Elisabetta Niccolai, Federica Lodolini Servizi ASP Seneca Distretto Pianura Ovest, Servizio Sociale Minori

Dettagli

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e 2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e Gruppo percorsi assistenziali Partecipanti al gruppo - Unità Funzionale Salute Mentale Infanzia

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

Gli strumenti per una didattica inclusiva

Gli strumenti per una didattica inclusiva STRUMENTI PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Ottilia Gottardi CTI Monza Est Gli strumenti per una didattica inclusiva Ottilia Gottardi CTI Monza Est PRINCIPI della PEDAGOGIA INCLUSIVA Tutti possono imparare;

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO ISCRIZIONE

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO ISCRIZIONE Gentili genitori entro il 28 febbraio dovete provvedere alla iscrizione dei Vostri figli alla classe successiva. Al momento della iscrizione le famiglie sono chiamate a versare alcune tasse ministeriali

Dettagli

Curriculum vitae et studiorum

Curriculum vitae et studiorum Curriculum vitae et studiorum INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail Nazionalità Data e luogo di nascita TRONCARELLI MARCELLINA VIA SALARIA, 1396-00138 ROMA 338 3693605 m.troncarelli@virgilio.it

Dettagli

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Vademecum per il sostegno Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Gli strumenti della programmazione DIAGNOSI FUNZIONALE: descrive la situazione clinicofunzionale dello stato

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015)

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) Si ricorda che le attività di orientamento predisposte per l'anno scolastico 2014/2015 sono state

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~(c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i(' qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('!11~",fi:j:/lé'i7(?:/l(?/u~/(v,',f7t:{(jn~/lrt//lé':/iu kyjlf?jtf..ét:'é' h l/m f /tf7.. ~t:;'j/i'é' (~/;àk//lrt /IUXr(;/lrT~

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170. Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192)

LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170. Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192) Gazzetta Ufficiale N. 244 del 18 Ottobre 2010 LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170 Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192) La Camera dei deputati ed il Senato

Dettagli

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione Rapporto di Autovalutazione GUIDA all autovalutazione Novembre 2014 INDICE Indicazioni per la compilazione del Rapporto di Autovalutazione... 3 Format del Rapporto di Autovalutazione... 5 Dati della scuola...

Dettagli

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti GUIDA OPERATIVA Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti Dicembre 2014 INDICE INTRODUZIONE... 2 PERMESSI PER CONCORSI, ESAMI, AGGIORNAMENTO... 3

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CENTRO PER LA MEDIAZIONE

CARTA DEI SERVIZI CENTRO PER LA MEDIAZIONE CARTA DEI SERVIZI CENTRO PER LA MEDIAZIONE ANNO 2013 Il nuovo logo del Centro per la mediazione è stato elaborato da Bottega Grafica, progetto educativo dell Istituto Penale per i Minorenni di Treviso,

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

COMMENTO GENERALE N. 12

COMMENTO GENERALE N. 12 COMITATO SUI DIRITTI DELL INFANZIA COMMENTO GENERALE N. 12 Il diritto del bambino e dell adolescente di essere ascoltato uniti per i bambini COMITATO SUI DIRITTI DELL INFANZIA CRC/C/GC/12 Cinquantunesima

Dettagli

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Approvato nella seduta di Consiglio del 10 gennaio 2014 Del.01/2014 IL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI CONSIDERATO

Dettagli

Prot. n. 2737 F/PON Francavilla Fontana, 18 settembre 2014

Prot. n. 2737 F/PON Francavilla Fontana, 18 settembre 2014 LICEO CLASSICO SCIENTIFICO SCIENTIFICO TECNOLOGICO E DELLE SCIENZE APPLICATE 7202 - FRANCAVILLA FONTANA (BR) Viale V. Lilla, 25 Tel.: 083.84727 Fax: 083.83744 72024 - ORIA (BR) Via A. Negri, Tel.: 083.87097

Dettagli

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA A CURA DELLA DOTT.SSA MARIANGELA BRUNO (LOGOPEDISTA E FORMATRICE AID) ANNO SCOLASTICO 2011-2012 1 INDICE 1. ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO...

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli