news Protezione Civile SPECIALE CONCORSO Disastri quotidiani, come uscirne? (a pagina 2) Esercitazione della Colonna Mobile Regionale (a pagina 8)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "news Protezione Civile SPECIALE CONCORSO Disastri quotidiani, come uscirne? (a pagina 2) Esercitazione della Colonna Mobile Regionale (a pagina 8)"

Transcript

1 Bimestrale dell Unità Organizzativa della Regione Lombardia Disastri quotidiani, come uscirne? (a pagina 2) news Anno 4 Luglio-Agosto 2002 numero 20 spedizione in abbonamento postale c. 20/c art. 2 legge 662/96 filiale di Milano - taxe perçue - cmp Milano Roserio - non contiene pubblicità SPECIALE CONCORSO Lombardia sicura (a pagina 3/4/5/6) Esercitazione della Colonna Mobile Regionale (a pagina 8)

2 2 Disastri quotidiani. Come uscirne? Ancora frane, ancora morti, ancora danni per milioni (di euro). Le precipitazioni di maggio, le più intense registrate in Lombardia negli ultimi 30 anni, hanno provocato sconquassi e fatto velocemente pentire quanti invocavano la pioggia nel lungo periodo di siccità che l aveva preceduta. Non è un equazione, dicono i meteorologi, che dopo un lungo periodo di siccità vengano piogge violente e abbondanti. Sarà, ma è un fatto che va registrato: dal 3 al 12 maggio la provincia di Varese (ma anche Como, Bergamo e in parte Milano) è stata devastata da 400 millimetri di pioggia caduta in poco più di ventiquattro ore. Un enormità, che infatti è stata mal digerita dai torrenti e dai versanti soprattutto del lago Maggiore, a cui si sono pure aggiunte le piogge in Svizzera e in Piemonte, nel piovosissimo bacino del Toce. In breve, il lago è straripato in più punti: Laveno Mombello, Angera, e più giù a Sesto Calende è andato in crisi il Ticino. A seguire, l Olona, il Seveso, il Lambro, e il lago di Como. Dopo dieci giorni di piogge alterne, si contano quasi 200 comuni colpiti, oltre 60 milioni di euro di danni segnalati, e soprattutto i tre morti di Colzate, in Val Seriana, per una caduta massi che è certamente una fatalità, ma che comunque si inquadra in un periodo in cui il tempo non riusciva a decidersi tra estate e inverno, e dove gli sbalzi di temperatura tra notte e giorno possono aver giocato un ruolo decisivo. E a fine maggio è stata la volta di Maslianico, sopra Como, con un altra frana; a Collio Val Trompia, nel Bresciano, si è riattivata una frana che si era aperta ad aprile; ai primi di giugno trombe d aria e grandinate si sono abbattute sulla pianura, nel Mantovano e nel Cremonese, dando i primi assaggi di un estate in bilico tra afa nordafricana e acquazzoni tropicali. Anche in questo caso, danni alle colture, a case e capannoni industriali: invio di schede da parte dei comuni, e solita attivazione dei pronti interventi da parte della Regione quando si tratta di danni alle infrastrutture o al territorio. Porte chiuse, invece, ai danni a cose private finché non subentra il cosiddetto stato di emergenza nazionale, cioè proclamato dal Governo, da Roma. La Regione, come si dice in questi casi, ha le mani legate, perché le leggi affidano allo Stato la competenza sugli eventi calamitosi. Ma dopo la riforma costituzionale del Titolo V, qualcosa potrebbe cambiare. Vediamo come. La gestione degli eventi di livello regionale potrebbe essere presa in carico direttamente dalla Regione se lo Stato trasferisse le risorse necessarie a farvi fronte, e soprattutto se contemporaneamente si trovasse un modo per coinvolgere tutti gli enti locali (comuni e province) e renderli corresponsabili delle scelte e degli interventi. Solo con una loro diretta partecipazione a un ipotetico fondo comune si potrebbe cioè pensare di far fronte ad eventi di dimensione non eccezionale come quelli che abbiamo menzionato. Solo con una loro responsabilizzazione si potrebbe evitare o ridurre lo stillicidio dell invio di schede per segnalare danni con la solita ottica di scaricare su qualcun altro i costi di una urbanizzazione spesso scriteriata. Interrompere la catena della irresponsabilità potrebbe essere un obiettivo del Governo regionale, se anche lo Stato lo vorrà. Perché è chiaro che, nel caos attuale della normativa sulla protezione civile, questa ipotesi richiede almeno un assenso dello Stato, e anzi, un reale trasferimento di risorse verso la Regione. Un trasferimento vero e non fittizio come finora è avvenuto, a dispetto delle Bassanini. Ma i fondi trasferiti dallo Stato (teorici) arrivano fino al E dopo? Dopo dovrebbe entrare in vigore il federalismo fiscale, e quindi più o meno ognuno dovrebbe pagare per il proprio vicino. Ecco perché l idea del fondo comune va approfondita, e da parte nostra la studieremo e la porteremo al confronto con gli enti locali. Perché o ci rendiamo tutti responsabili della cura del nostro territorio, o si continua come prima, a chiedere soldi a uno Stato che ne avrà sempre meno. (RR)

3 SPECIALE CONCORSO Lombardia sicura Vincitori e premi della prima edizione del concorso nelle scuole sui temi dell ambiente e della protezione civile 3 Il concorso Lombardia Sicura bandito a metà aprile ha suscitato interesse e curiosità. Il concorso mirava a sollecitare attenzione e sensibilità verso la conservazione del patrimonio ambientale e stimolare l assunzione di comportamenti corretti in caso di rischio, considerando tali problematiche in un ottica di prevenzione del rischio. Tante le scuole che hanno scritto o telefonato per comunicare il rammarico di non poter partecipare per i tempi troppo ristretti e comunque a ridosso del periodo dedicato alle valutazioni e alla preparazione degli esami finali. Sicuramente ci saranno altre edizioni del concorso e faremo in modo che i tempi siano più correlati alle esigenze delle scuole. Ciò nonostante, il 3 giugno scorso la commissione giudicatrice del concorso si è trovata di fronte a oltre duecento elaborati tra disegni, testi, opere multimediali. Selezionare i migliori non è stato semplice. Forse erano lavori tecnicamente imperfetti ma originali nell idea, oppure un po confusi ma freschi, partecipati. Alla fine, dopo molte incertezze, la giuria ha proclamato i vincitori delle tre categorie di scuole (elementari, medie, medie superiori).

4 4 I vincitori delle Scuole Elementari Opere collettive 1 Premio: soggiorno verde di 5 giorni a contatto con la natura, partenza l 11 luglio 2002 offerto da Regione Lombardia + Digital Kid collana di cdrom formativi di Didael Scuola Elementare Lechi di Montirone (BS) classi 4ª A e 5ª B Disegno sulla frana e sull incendio 2 Premio: Front Page 2002 Microsoft Scuola Elementare Sardegna Cinisello B.mo (MI) Cdrom: Renata la lattina rifiutata 3 Premio: 30 biglietti di ingresso omaggio per Smau 2002 A pari merito: - Scuola Elem. Lincoln Cinisello B.mo (MI) Progetto Educazione alla sicurezza - Scuola Elem. Giosuè Carducci - Castel D Ario (MN) Cdrom AAA... sicurezza cercasi! Opere singole 1 Premio: 1 stampante HP mod. Color Inkjet CP1700 Alfredo Cotugno 5ª Scuola Elem. Mori - Stagno Lombardo (CR) 2 Premio: 6 occhiali da sole Polaroid Alex Salvi 5ª Scuola Elem. Mori - Stagno Lombardo (CR) Tommaso Grassi 5ª A Scuola Elem. Pascoli - Cusago (MI) Filippo Redaelli 5ª A Scuola Elem. Pascoli- Cusago (MI) Luca Laurieri 5ª A Scuola Elem. Pascoli - Cusago (MI) Federico Pegoiani 1ª B Scuola Elem. Lechi - Montirone (BS) Maria Laura Savoldi 2ª A Scuola Elem. Lechi - Montirone (BS) 3 Premio: 5 schede telefoniche prepagate OmnitelVodafone Matteo Bonazza 2ª Scuola Elem. Lechi - Montirone (BS) Giulia Pagati 2ª Scuola Elem. Lechi (BS) Celeste Hu 2ª Scuola Elem. Lechi - Montirone (BS) Alessandro Zanardi 5ª Scuola Elem. Mori - Stagno Lombardo (CR) Michela Marcello 5ª A Scuola Elem. Pascoli - Cusago (MI) SPECIALE CONCORSO I vincitori delle Scuole Medie Opere collettive 1 Premio: soggiorno verde di 5 giorni a contatto con la natura, partenza l 11 luglio 2002 offerto da Regione Lombardia + English Learning Didael, ambiente per apprendere online la lingua inglese secondo i nuovi standard europei Scuola Media Pastor Angelicus - Milano - Classe 2ª A - Calendario sulla sicurezza 2 Premio: Front Page 2002 Microsoft Collegio De Amicis - Cantù (CO) Classe 1ª - Videocassetta sui comportamenti da tenere in caso di rischio 3 Premio: 30 biglietti di ingresso omaggio per Smau 2002 S.M.S. Giovanni XXIII - Galbiate (LC) - Classe 3ª A - B - C - D - Percorsi casa - scuola Opere singole 1 Premio: 1 cellulare Motorola Mod. Talkabout 192 Chiara Daffini 2 Premio: 6 occhiali da sole Polaroid Lorenzo Abeni Rosa Foresti Marco Venturini Clelia Filippini Emma Piazza 3ª B Sc. Media Casorati - Pavia Riccardo Henin 3ª B Sc. Media Casorati - Pavia 3 Premio: 5 schede telefoniche prepagate OmnitelVodafone Francesco Sacchi 3ª B Sc. Media Angeli - Brescia Giulio Montini 3ª B Sc. Media Angeli - Brescia Silvia Ruocco 3ª B Sc. Media Angeli - Brescia Federica Limone Camilla Loda 3ª B Sc. Media Angeli - Brescia I vincitori delle Scuole Superiori Opere collettive 1 Premio: soggiorno verde di 5 giorni a contatto con la natura, partenza l 11 luglio 2002 offerto da Regione Lombardia + ECDL Online Didael ambiente di e-learning finalizzato al conseguimento della patente europea dell informatica I.P. Agroambientale San Vincenzo - Albese con Cassano (CO) - Classe 2ª Approfondimento sull inquinamento dei corsi d acqua 2 Premio: Front Page 2002 Microsoft I.P.S.S. Giovanni XXIII - Milano - Classe 1ª A Pannello decorativo sul patrimonio boschivo lombardo 3 Premio: 30 biglietti di ingresso omaggio per Smau 2002 I.T.A.S. di Bergamo - Classe 5ª B - Sito web sulla gestione del territorio montano Opere singole 1 Premio: 1 cellulare Motorola Mod. Talkabout 192 Milagros Garagate 1ª E I.P. Caterina da Siena - Milano 2 Premio: 6 occhiali da sole Polaroid Camillo Pala -3ª E I.P. Caterina da Siena - Milano David Oku -1ª E I.P. Caterina da Siena - Milano Gaetano Lipari - 3ª E I.P. Caterina da Siena - Milano F. Severino - 3ª E I.P. Caterina da Siena - Milano Valeriano Vinci 3ª E L.S. Einstein - Milano Lorenzo Sada Ist. Magistrale Cairoli - Pavia 3 Premio: 5 schede telefoniche prepagate OmnitelVodafone Mauro Paredi I.P. S. Vincenzo - Albese con Cassano (CO) Jacopo Calatroni Ist. Magistrale Cairoli - Pavia Laura Sorrentino Ist. Magistrale Cairoli - Pavia Giulia Sandolini Ist. Magistrale Cairoli - Pavia Francesca Pintoni - 3ª C I.P. Caterina da Siena - Milano

5 SPECIALE CONCORSO Campi-scuola di per i vincitori del concorso Cinque giorni di giochi e attività per scoprire l ambiente e come proteggerlo 5 Dopo il lavoro, il premio. Gli alunni e gli studenti vincitori del primo premio per le opere collettive del concorso Lombardia Sicura hanno partecipato dall 11 al 16 luglio ai campi-scuola organizzati dalla regionale in collaborazione con la Croce Rossa regionale, con la Comunità Montana Valle Brembana e con il Consorzio Parco Lombardo della Valle del Ticino. I tre campi sono stati organizzati con finalità didattico-educative strutturate in base alle diverse età dei ragazzi: - Campo-scuola di Abbiategrasso (Milano) per gli alunni delle scuole elementari, gestito dal Consorzio Parco Lombardo della Valle del Ticino; - Campo-scuola di Salò (Brescia) per gli alunni delle scuole medie inferiori, gestito dalla Croce Rossa regionale; - Campo-scuola di Valle Brembana (Bergamo) per gli studenti delle scuole medie superiori, gestito dalla Comunità Montana Valle Brembana. Ciascun campo con il proprio programma di attività ha voluto rappresentare un momento di integrazione con l ambiente, offrendo ai ragazzi, grazie alle esercitazioni, alle escursioni, alle visite guidate da personale specializzato, la possibilità di vivere in prima persona la protezione civile. Campo-scuola di Abbiategrasso Presso la Foresteria Colonia Enrichetta sono stati alloggiati i venti alunni delle classi IV A e IV B della Scuola elementare Lechi di Montirone (Brescia). La prima giornata è stata dedicata all accoglienza, alla sistemazione e alla conoscenza dei tutori, dei gestori della foresteria e dei volontari di civile, momento importante per l integrazione dei partecipanti. Nei giorni successivi il programma si è sviluppato con visite ai Volontari di Sesto Calende, gite in motobarca sul Lago Maggiore, momenti di svago quali passeggiate sul Ticino alla ricerca dell oro, pic-nic, giochi e tuffi in piscina. Non sono mancate esercitazioni e dimostrazioni di montaggio di qualche tenda da campo-base da parte dei volontari del Parco con la partecipazione attiva dei ragazzi, oltre ad una serie di simulazioni quali incendio boschivo, sversamento di idrocarburi, preparazione di sacchi di sabbia per arginare il fiume e altre attività.

6 6 SPECIALE CONCORSO Campo-scuola di Salò Presso l Istituto Climatico della Croce Rossa sono stati ospitati gli undici alunni della classe II A della Scuola Media Pastor Angelicus di Milano. Anche per loro la prima giornata è stata dedicata principalmente al trasferimento e alla sistemazione presso l Istituto Climatico. Sono seguite visite alle località di Solferino e San Martino (presso Mantova), luoghi delle battaglie della seconda guerra d Indipendenza. Oltre alle lezioni teoriche di primo soccorso, diverse esercitazioni di protezione civile (ricerca dispersi, incidente d auto, triage) delle Unità Cinofile e delle Unità di soccorso sanitario della C.R.I., hanno coinvolto i ragazzi che in molti casi sono stati i protagonisti nella simulazione di eventi. Campo-scuola di Valle Brembana Per i quindici studenti della classe II A dell Istituto Professionale Agroambientale San Vincenzo di Albese con Cassano (Como), la prima giornata è stata dedicata alla sistemazione presso l Ostello dei Tasso a Camerata Cornello. Nei giorni successivi i ragazzi hanno visitato la centrale idroelettrica della Italcementi di Olmo al Brembo e osservato alcuni sistemi di regimazione idrica sul fiume e sui torrenti, cui è seguita la visita al Museo Etnografico di Valtorta. In Val Fondra sono stati presentati i lavori di regimazione idraulica e di difesa contro il rischio valanghe nella zona. È seguita la visita alla diga e alla centrale ENEL di Carona ove, date le piogge intense di quei giorni i ragazzi hanno potuto verificare gli effetti sul territorio circostante e assistere all utilizzo dei sistemi di misurazione e controllo dell impianto. Interessante la visita al Distaccamento dei Vigili del fuoco di Zogno, con esercitazione di spegnimento di incendio. Il maltempo non ha permesso lo svolgimento di tutte le attività programmate, sostituite da visite a località storiche e artistiche.

7 Prepararsi all emergenza: nasce l Accademia Regionale di 7 L Accademia Regionale della diventa realtà presso il Centro Polifunzionale di Emergenza della Regione Lombardia di Bresso, alle porte di Milano. Lo studio di fattibilità del centro di formazione per la protezione civile approvato lo scorso anno ne aveva già definito la mission e le caratteristiche ed evidenziato le esigenze di cui tener conto per indirizzare in modo coerente il disegno funzionale complessivo. All Accademia il compito di organizzare corsi di formazione permanente per gli operatori professionali anche a supporto delle attività formative istituzionali in corso e per i volontari di protezione civile, promuovere studi, approfondimenti e sperimentazione di modelli. La scelta del Centro Polifunzionale di Emergenza di Bresso come sede dell Accademia non è casuale; la posizione lo rende facilmente raggiungibile, dispone di spazio per la costruzione di aule che potranno essere attrezzate anche telematicamente, di laboratori e uffici, alloggi e sale comuni nonché servizi didattici e di supporto per l erogazione di corsi di formazione e incontri di informazione. La regionale indirizzerà e coordinerà il progetto, ma all interno del consiglio direttivo saranno rappresentati gli Enti locali, i Vigili del Fuoco, la Sanità, l Ambiente, il Territorio e la Formazione regionali. Altri partner saranno di certo i Carabinieri, la Guardia di Finanza, la Polizia di Stato e il Corpo Forestale per gli aspetti istituzionali, la Croce Rossa e altre associazioni di volontariato per gli aspetti sanitari, le associazioni di categoria (Federchimica e Federtrasporti) per tematiche specifiche; la Direzione Regionale Scolastica, le Università lombarde e l IREF (Istituto regionale di Formazione) per gli aspetti scientifici. È prevista la costituzione di un comitato scientifico per la programmazione e la gestione didattica e di un consiglio d amministrazione per la gestione organizzativa e amministrativa. Sarà insomma realizzato un progetto articolato e differenziato per i molteplici target a cui si rivolge l offerta formativa dell Accademia. Si svilupperanno le modalità dell e-learning come utilizzo della telematica per la più ampia diffusione della cultura e della formazione a distanza in materia di protezione civile. Inoltre, con la Regione Veneto (Centro di Longarone) con la quale da tempo è operante un protocollo d intesa per iniziative comuni nel campo della protezione civile, sarà realizzato a scala nazionale un network formativo specializzando la Regione Lombardia sul rischio industriale e tecnologico e la Regione Veneto sul rischio idrogeologico e valanghivo. E-learning: perché? La prospettiva della formazione continua è ormai condivisa da tutti gli operatori della formazione. Questo significa che i sistemi formativi non gestiscono più i corsi ma le risorse umane lungo tutto l arco della vita, scolastica e lavorativa. Significa anche che lo sforzo complessivo della formazione e dell aggiornamento è distribuito nel tempo e deve poter evolvere nelle forme e nelle tecnologie. Nell aula tradizionale si svolgono le attività didattiche che implicano la presenza fisica e contemporanea di docenti e allievi. L aula multimediale per l e-learning è invece l ambiente fisico nel quale le persone si recano in orari liberi per svolgere attività in autoformazione che richiedono l uso di un Pc. Nulla vieta la presenza di un docente o di un tutor, ma la sua funzione tipica è quella di consentire agli utenti di lavorare in autonomia, eventualmente assistiti a distanza dal tutor e di svolgere compiti ed esercitazioni in modalità collaborativa, inserendo nella comunità in presenza anche altri soggetti (colleghi, esperti) che invece sono fisicamente distanti.

8 giugno 2002, esercitazione della Colonna Mobile Regionale di La Colonna Mobile Regionale di è ormai una realtà che alla prova dei fatti dell esercitazione di giugno ha dimostrato di essere in grado di integrarsi nei tempi e nelle attività. Era necessario verificare e confrontare le capacità di interazione delle Associazioni di Volontariato facenti parte della Colonna Mobile Regionale: ANA (Associazione Nazionale Alpini), Gruppo Volontari di dell AEM, CRI (Croce Rossa Italiana) e Fir-CB. L esercitazione si è svolta nelle località della Valtellina e della Valchiavenna, con tre campi base a Morbegno, Tirano e Semogo. Ben cinquantasette Amministrazioni comunali hanno aderito all iniziativa e presentato la richiesta di intervento per un complesso di circa settanta cantieri attivati. I volontari sono stati impegnati in opere di riqualificazione del territorio per la prevenzione del rischio idrogeologico e degli incendi boschivi. Sono state ridotte all essenziale le modalità di esercitazione meramente simulative e virtuali, privilegiando pertanto interventi, anche in quota, di pulizia degli alvei di torrenti, di ripristino di sentieri, di allestimento di direttrici taglia-fuoco, di costruzione di manufatti di servizio (quali ad esempio piazzole per elicotteri) e di sistemazione di opere di tutela da piccoli dissesti, secondo le indicazioni preventivamente concordate e definite con i Comuni interessati. Il vice-comandante dei pompieri di New York in visita al Pirelli Milano e New York, un filo sottile di solidarietà li unisce, quello tracciato dai Vigili del fuoco. Nel mese di giugno, Thomas Cashin, il vice-comandante dei vigili del fuoco di New York è stato a Milano, per un duplice impegno, professionale e morale. Cashin era a Milano per prendere parte al convegno dal titolo Gestire le emergenze, organizzato dall Aem in collaborazione con l assessorato alla della Regione Lombardia. A lui il compito di raccontare l esperienza di quel drammatico 11 settembre, vissuta attraverso le emozioni, le esperienze e le procedure adottate dai vigili del fuoco di New York, nello strenuo tentativo di contenere il numero delle vittime in questa tragedia senza precedenti. Una sorta di parallelismo ha unito le due città, tristemente legate da tragedie di proporzioni diverse, ma comunque simili. Il comandante americano ha incontrato i vigili del fuoco milanesi con i quali ha stretto una sorta di gemellaggio suggellato dallo scambio di elmetti. Insieme al Presidente Formigoni e all Assessore regionale alla protezione civile Carlo Lio ha anche voluto visitare il ventiseiesimo piano del grattacielo Pirelli, dove il 18 aprile scorso si è consumata una nuova tragedia e incontrare gli alunni della scuola di Via Galvani, situata di fronte al Pirelli e anch essa danneggiata. Direzione Generale Opere pubbliche, Politiche per la casa e civile Direttore Responsabile Raffaele Raja Redazione Unità Organizzativa Via Fara, Milano Coordinamento Sandra Tabarri, Carla Ferrario, Claudia Sella Articoli e notizie sono liberamente riproducibili con l obbligo di citare la fonte Per informazioni sandra Progetto grafico, impaginazione e stampa: Il Guado scrl - Via Pablo Picasso 21/ Corbetta (MI) Tel Fax guado.it Autorizzazione del Tribunale di Milano n. 386 del 21 maggio 1999

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Istituto Compressivo Cantù 2 Scuola Primaria di Fecchio - Anno10 numero2 Aprile 2014. forma

Istituto Compressivo Cantù 2 Scuola Primaria di Fecchio - Anno10 numero2 Aprile 2014. forma Istituto Compressivo Cantù 2 Scuola Primaria di Fecchio - Anno10 numero2 Aprile 2014 la scuola in... forma Notizie dall interno curiosando nella scuola A cura di: Clara, Camilla, Lorenzo di classe 5, Elisa,

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Anno Scolastico 2013-2014 PERSONE IN CAMMINO OLTRE LE FRONTIERE PER RICONQUISTARE IL FUTURO Premessa Il Concorso Sulle vie dell Europa è promosso

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università

Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università COS'È TORNO SUBITO Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università finanziata con fondi POR FSE Lazio 2007-2013 Asse II Occupabilità; Asse V Transnazionalità

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE DEL DISTACCAMENTO COMUNALE DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI

REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE DEL DISTACCAMENTO COMUNALE DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE DEL DISTACCAMENTO COMUNALE DEI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 13 dell 8.04.2013 INDICE ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO...

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

alluvioni e frane Si salvi chi può!

alluvioni e frane Si salvi chi può! alluvioni e frane Che cos è l alluvione? L alluvione è l allagamento, causato dalla fuoriuscita di un corso d acqua dai suoi argini naturali o artificiali, dopo abbondanti piogge, nevicate o grandinate,

Dettagli

Avviso prot. n. AOODGAI/11666 del 31.07.2012 conferenze informative territoriali

Avviso prot. n. AOODGAI/11666 del 31.07.2012 conferenze informative territoriali Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale UFFICIO III - Politiche formative e rete scolastica U.O. 2: Fondi Strutturali dell

Dettagli

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014 CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE Anno accademico 2013-2014 Como - Varese, 15 febbraio 2014 DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Il Ministro della Pubblica Istruzione

Il Ministro della Pubblica Istruzione Prot. n. 30/dip./segr. Roma, 15 marzo 2007 Ai Direttori Generali Regionali Loro Sedi Ai Dirigenti degli Uffici scolastici provinciali Loro Sedi Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Progetto Nazionale di Educazione al Patrimonio 2011-2012 Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Presentazione Sul presupposto che si conserva

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Piano Stralcio di Bacino per l Assetto Idrogeologico (P.A.I.) (ART.1 D.L. 180/98 CONVERTITO CON MODIFICHE CON LA L.267/98 E SS.MM.II.

Piano Stralcio di Bacino per l Assetto Idrogeologico (P.A.I.) (ART.1 D.L. 180/98 CONVERTITO CON MODIFICHE CON LA L.267/98 E SS.MM.II. REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale del Territorio e dell Ambiente DIPARTIMENTO REGIONALE DELL AMBIENTE Servizio 3 "ASSETTO DEL TERRITORIO E DIFESA DEL SUOLO (P.A.I.) (ART.1 D.L.

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

Dai giochi del far finta ai giochi di ruolo e di simulazione

Dai giochi del far finta ai giochi di ruolo e di simulazione Università degli Studi di Udine Dai giochi del far finta ai giochi di ruolo e di simulazione Dott. Davide Zoletto Facoltà di Scienze della Formazione Il gioco del far finta Rappresentazione della realtà:

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

CONOSCERE la VALLE DEL LANZA UOMO E NATURA

CONOSCERE la VALLE DEL LANZA UOMO E NATURA CONOSCERE la VALLE DEL LANZA UOMO E NATURA Escursioni di Educazione Ambientale per la Scuola Media Proposte per l A.S. 2014-2015 Itinerari escursionistici disponibili (eco)sistema della Diga di Gurone.

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)?

1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)? Il Progetto Caratteristiche del progetto 1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)? L idea è di creare un centro giovani in Parrocchia

Dettagli

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Tirocinio indiretto per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Studentesse/Studenti senza riduzione oraria: 75 ore indiretto, di queste 15 ore dedicate all inclusione Studentesse/Studenti

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

LA SALA OPERATIVA NAZIONALE

LA SALA OPERATIVA NAZIONALE LA SALA OPERATIVA NAZIONALE Presentazione della struttura e delle attività ISTITUZIONE E RUOLO La delibera 39/06 prima e la determina 387/10 poi sono i documenti che hanno portato all istituzione della

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 -

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - L esposizione universale è, per eccellenza, il luogo delle visioni del futuro. Nutrire il pianeta, Energia per la vita è l invito

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Verifica dei Risultati 2012

Verifica dei Risultati 2012 CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE CASTELLARANO Verifica dei Risultati 2012 e Piano Annuale Attività 2013 Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Castellarano Via Roma N. 58 42014 CASTELLARANO (RE) Partita

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 www.autotrasportionline.com Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 01/set/2009-30/set/2011 Rispetto a: Sito Visualizzazioni di pagina uniche 30.000 30.000 15.000 15.000 0 0 1

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

Aiutare i propri figli a orientarsi dopo la scuola superiore attraverso il coaching

Aiutare i propri figli a orientarsi dopo la scuola superiore attraverso il coaching Aiutare i propri figli a orientarsi dopo la scuola superiore attraverso il coaching Premessa Aiutare i figli a orientarsi alla fine del quinquennio della scuola superiore, o sostenerli nella scelta di

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

P R E S E N T A ZI ONE

P R E S E N T A ZI ONE Continuing Education Seminars LA PIANIFICAZIONE DI DISTRETTO IDROGRAFICO NEL CONTESTO NAZIONALE ED EUROPEO 15 e 22 Maggio - 12 e 19 Giugno 2015, ore 14.00-18.00 Aula A Ingegneria sede didattica - Campus

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

MODENA E IL SUO CLIMA

MODENA E IL SUO CLIMA Comune di Modena - SERVIZIO STATISTICA: note divulgative Pagina 1 di 2 MODENA E IL SUO CLIMA Modena, pur non essendo estranea al fenomeno del riscaldamento generalizzato, continua ad essere caratterizzata

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Parte II specifica Edificio RM022 - Villino A Via degli Apuli, 1-00185 Roma. Il Responsabile dell Uspp Arch. Simonetta Petrone

Parte II specifica Edificio RM022 - Villino A Via degli Apuli, 1-00185 Roma. Il Responsabile dell Uspp Arch. Simonetta Petrone PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE (ai sensi del D.Lgs. 81/08 artt.18, 43, 46 e del D.M. 10/03/98 art. 5) Il presente documento è parte integrante del Documento di Valutazione dei Rischi di cui all art.

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli