Si è un'obbligo di Legge

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Si è un'obbligo di Legge"

Transcript

1 1 Chi rilascia l'autorizzazione per l'apertura di una struttura ricettiva alberghiera La Provincia provvede prima a classificare la struttura alberghiera e sucessivamente il Comune rilascia l'autorizzazione amm.va per svolgere l'attività alberghiera 2 Quali documenti sono necessari per la classifica di un'albergo Come previsto dall'allegato H della L.R. 33/2002 i documenti necessari sono: certificato di agibilità, autorizzazione sanitaria dettagliata camera per camera, planimetrie con prospetti e sezioni quotate in scala 1:100, denuncia dell'attrezzatura e dei servizi e comunicazione dei prezzi, su modello fornito dalla Provincia Quanto tempo è necessario per ottenere la classificazione di una struttura alberghiera Posso denominare la R.T.A. Residence La dipendenza è classificata nella stessa categoria della casa madre Come previsto dall'art. 32 L.R.33/2002 comma 3 punto a), la richiesta di classifica deve essere evasa entro 60 giorni dalla data di acquisizione al protocollo generale della domanda corredata di tutta la documentazione No poiché la denominazione Residence identifica chiaramente le strutture extralberghiere Di norma le dipendenze sono classificate in una categoria inferiore alla casa madre possono altresì essere classificate nella medesima categoria qualora particolari circostanze di attrezzature consentano di offrire alla clientela il medesimo trattamento della sede principale 6 7 Posso applicare prezzi inferiori ai minimi dichiarati Quali sono i requisiti minimi per poter classificare un'albergo ad un stella Si a gruppi organizzati composti da almeno 10 persone, ospiti per periodi di soggiorno continuativo pari o superiori a 15 giorni, bambini al di sotto dei 12 anni, guide, accompagnatori ed interpreti al seguito dei gruppi organizzati, convenzioni con soggetti pubblici, società, enti o associazioni - detta comunicazione deve essere allegata alla denuncia prezzi annuale Avere la capacità ricettiva minima di 7 camere e i requisiti minimi previsti dall'allegato A L.R. 33/2002 Sono tenuto a compilare le 8 Si è un' obbligo di Legge schedine di P.S. 9 Sono tenuto a compilare il modello per la rilevazione statistica C/59 Si è un'obbligo di Legge

2 Come devo fare per fare un subentro nella gestione di una struttura alberghiera in seguito a successione ereditaria Devo rispettare i prezzi dichiarati ( minimo e il massimo) In una camera classificata a due letti posso metterne un terzo Compilare l'apposita domanda su modello fornito dalla Provincia allegando la documentazione richiesta in calce Si deve rientrare nella forbice del min. e max. dichiarato A richiesta del cliente è possibile inserire solo un letto aggiunto che deve essere rimosso alla partenza Devo esporre la tabella prezzi ed i cartellini prezzi In caso di subingresso posso modificare i prezzi della mia struttura ricettiva Si come previsto dalla L.R. 33/2002: tabella prezzi vidimata esposta in reception e i singoli cartellini nelle stanze, su modello fornito dalla Regione Veneto La variazione prezzi per cambio gestione va allegata alla domanda di subentro Ho l'obbligo di inviare 15 annualmente i prezzi della Si entro il primo ottobre di ogni anno mia struttura ricettiva Posso variare i prezzi dichiarati in qualsiasi momento Cosa si intende per bagno completo Bisogna comunicare la chiusura per ferie della struttura Quanti anni vale la classificazione Chi rilascia l'autorizzazione sanitaria No i prezzi possono essere variati due volte l'anno: entro il 1 marzo (facoltativo) a valere per il secondo semestre; entro il 1 ottobre (obbligatorio) per il primo semestre o l'intero anno Il bagno si intende completo se è composto di quattro elementi (lavabo,vaso al''inglese,vasca da bagno o doccia e bidet) Si comunicandolo preventivamente al Comune, Provincia e Uffici IAT La classificazione regionale ha validità quinquennale: se viene assegnata durante il quinquennio scadrà sempre e comunque a fine del quinquennio di riferimento Il Comune rilascia la licenza sanitaria previa parere ULSS competente

3 21 Chi rilascia l'agibilità Il Comune Come deve essere 22 Con l'indicazione dei letti autorizzati per ciascuna camera l'autorizzazione sanitaria Se mi pubblicizzo con una categoria che non è quella 23 Si. assegnata vado incontro a sanzioni Che differenza esiste tra un'albergo e una R.T.A Che differenza esiste tra una R.T.A e un Villaggio Albergo Che differenza esiste tra un'albergo e un Villaggio Albergo Le R.T.A devono essere composte solo da unità abitative, con un limite massimo del 40% senza angolo cottura - l'albergo è composto di camere con un limiti max del 40% attrezzate a unità abitative con angolo cottura Le R.T.A. sono composte di unità abitative in unico corpo di fabbrica; i Villaggi-albergo devono essere dislocati in più stabili con servizi centralizzati L'albergo si può comporre da camere e U.A.(limite massimo 40% delle camere) il villaggio albergo è composto solo da U.A. con angolo cottura 27 Se mancante il bidet è consentito l'uso del doccino munito Cosa si intende per doccia a di tubo flessibile presente in doccia o vasca da bagno.tale telefono in alternativa al bidet deroga è consentita solo alle strutture classificate ALBERGHI entro il 31,12,2005. Quante sono il minimo di 28 camere per essere Un minimo di n. 7 camere classificato Albergo Quale deve essere la distanza 29 massima tra l'albergo e la Non superiore ai 100 metri dipendenza Dove si consegnano le schede di notifica di P.S. Dove devo consegnare il modello per la rilevazione statistica Istat C/59 Alle autorità di Pubblica sicurezza o in alternativa ai Carabinieri o Vigili urbani del Comune di competenza Agli IAT (consegna a mano, via fax o posta), per Comuni sprovvisti di IAT, al settore Turistico Ricreativo della Provincia 32 Cosa devo fare per richiede il cambio di categoria Compilare l'apposita domanda su modello fornito dalla Provincia allegando la documentazione richiesta

4 33 richiedere la riclassifica con l'apposita domanda-fac-simile su modello fornito dalla Provincia allegando la Cosa devo fare per documentazione richiesta in calce aggiornata alla fine regolarizzare un'ampliamento lavori (planimetrie con prospetti e sezioni quotate in scala o riduzione ricettività 1/100-agibilità iniziale e Dia finale e sanitaria letti aggiornata) 34 Posso denominare la mia struttura Grand Hotel la denominazione Grand Hotel è attribuita solo alle strutture classificate nella categoria 5 stelle Posso denominare la mia 35 Si purché la classifica coincida con la categoria 4 stelle Struttura Palace Hotel 36 Posso denominare la mia struttura Garnì o Meublè Si se la struttura non effettua servizio di ristorazione: eroga solo pernottamento con prima colazione 37 Sono ancora necessari i bidet nei bagni Per le strutture classificate entro il 31/12/2005 in alternativa al bidet può essere usato il bidet a scomparsa - monoblocco o doccia a telefono con tubo flessibile. Successivamente a tale data i bagni devono essere completi di 4 elementi Come deve essere una camera per essere classificata suite Quali sono le caratteristiche della Junior Suite Quali sono le caratteristiche strutturali minime della categoria 4 stelle rispetto a un'albergo a 3 stelle Nel caso vi siano camere/junior/suite con ingresso indipendente dalla Hall come si identifica la classifica Sono camere composte da almeno due vani distinti, di cui uno allestito a salotto ed uno a camera da letto - Superficie minima prevista dall'all. E della L.r. 33/02 Sono camere composte da un unico vano avente una parte allestita a salotto e restante a camera da letto - Superficie minima prevista dall'all. E della L.r. 33/02 Locale bar in vano a sé stante: è ammessa separazione fisica anche con arredi/dotazioni. Sala Riunioni identificata in planimetria e attrezzata a tale scopo. Office/ripostigli a tutti i piani ove ubicate le camere/suite/junior che possono essere ora sostituite anche da armadiatura in corridoio - doppio impianto ascensore o 1 montacarichi di servizio oltre all'ascensore per Clienti Le stanze con accesso indipendente dalla hall/reception, anche se nello stesso corpo di fabbrica, vengono classificate nella tipologia Dipendenza Alberghiera

5 42 E' consentita la diversa assegnazione di tipologia Casa madre come Albergo e Dipendenza come R.T.A. Si se ricorrono i presuposti tipici delle Residenze Alberghiere, tutte u.a. nella dipendenza 43 I bagni disabili devono essere completi dei 4 sanitari tradizionali Il bagno privato delle camere si intende completo se è composto di quattro elementi (lavabo,vaso al''inglese,vasca da bagno o doccia e "bidet" o succ. deroghe regionali) tuttavia può coesistere nella struttura anche un numero variabile di bagni incompleti: dipende dalla categoria che la struttura vuole richiedere. Per le 4 e 5 stelle tutte le stanze devono avere il bagno completo e nella fattispecie le camere per disabili sono camere come le altre e devono concorrere al raggiungimento del 100% 44 Esiste il bidet per disabili Si. Pari al wc a norma anche il bidet è reperibile sul mercato La gestione alberghiera deve essere univoca. Se un'albergo effettua anche servizio di ristorazione e/o bar con altra gestione, previa contratto e patti a garanzia E' classificabile una struttura dell'espletamento dei servizi alberghieri negli orari dovuti che dispone di doppia rispetto alla categoria assegnata, è necessaria la gestione: una riservata fatturazione da parte del titolare della gestione alberghiera, all'hotel e l'altra destinata alla omnicomprensiva di tutti i servizi goduti all'interno della ristorazione, anche in struttura. Il Cliente deve rapportarsi esclusivamente con la affittanza? gestione titolare dell'esercizio alberghiero. Altra ipotesi ricorrente da ritenersi valida invece, è l'espletamento dei servizi tipici bar-ristorante con altra gestione, in presenza di doppie dotazioni con ingressi ben distinti e separati, Il bar in locale separato, nella categoria 4 stelle di un'albergo con dipendenza, è accettabile anche se fuori dalla Casa Madre Bisogna richiedere un subentro qualora avvenga donazione o successione ereditaria No. Il requisito minimo obbligatorio per la categoria 4 stelle, deve essere ubicato in Casa Madre. Ci può essere comunque un baretto supplementare anche in dipendenza Si. Con apposita domanda in bollo allegando anche atti registrati a comprova della disponibilità dell'immobile, volturando anche le licenze amm.ve

6 48 Quali sono le caratteristiche di una classifica MOTEL Il motel deve avere particolari spazi attrezzati per la sosta e l'assistenza di autovetture o imbarcazioni, godere di officina-riparazioni e rifornimento carburante - il tutto in aggiunta ai requisiti previsti all'all. C della normativa regionale 33/02 49 Come deve essere dotato il bagno comune di emergenza Qualora tutte le camere/junior/suites siano dotate di un bagno privato completo di lavabo, wc all'inglese, doccia/vasca e bidet, il bagno comune di emergenza può essere dotato di solo lavabo e wc all'inglese - 1 per tutta la struttura indipendentemente dalla categoria assegnata 50 Può coincidere il bagno comune d'emergenza con il bagno riservato al personale dipendente No. Il pubblico alloggiato non deve né può accedere ai vani riservati ai dipendenti e/o privati. 51 Devo esporre la tabella con le stelle assegnate E' obbligatorio esporla in entrata ed alla reception con logo previsto dalla Regione Devo comunicare la chiusura per manutenzione della struttura Cosa devo fare per riclassificare un struttura ricettiva in generale Cosa devo fare per un subentro Certamente, è obbligatorio comunicare ogni eventuale chiusura dell'esercizio alberghiero al Comune e alla Provincia competenti Domanda su apposito modulo predisposto dalla Provincia allegando la documentazione richiesta Domanda su apposito modulo predisposto dalla Provincia allegando la documentazione richiesta

appartamenti dello stesso stabile Quali sono i requisiti necessari per la classificazione di un affittacamere nelle categorie prima, seconda e terza?

appartamenti dello stesso stabile Quali sono i requisiti necessari per la classificazione di un affittacamere nelle categorie prima, seconda e terza? 1 2 Chi rilascia l'autorizzazione per l'apertura di una struttura ricettiva extra alberghiera classificata? Quali documenti sono necessari per la classifica di un affittacamere? La Provincia provvede a

Dettagli

FAQ AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO

FAQ AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO FAQ AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO CODICE D O M A N D A 101 Cosa si deve fare per aprire un'agenzia di viaggi 102 E' possibile aprire come ditta individuale 103 se trattasi di società deve presentare subito

Dettagli

Classificazione delle strutture ricettive alberghiere di Milano e provincia

Classificazione delle strutture ricettive alberghiere di Milano e provincia Classificazione delle strutture ricettive alberghiere di Milano e provincia 6 7 8 12 novembre 2012 Istituto Moreschi via San Michele del Carso, 25 Milano 0 1 INDICE 1. Riferimenti normativi 2. Funzioni

Dettagli

PROVINCIA DI PAVIA SETTORE TURISMO ALBERGHI. Allegato A

PROVINCIA DI PAVIA SETTORE TURISMO ALBERGHI. Allegato A PROVINCIA DI PAVIA SETTORE TURISMO ALBERGHI Allegato A Standard qualitativi obbligatori minimi per gli alberghi di prima classificazione rispetto alla data in vigore del Regolamento Regionale 7 dicembre

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA AMMINISTRATIVA

REGOLAMENTO DI POLIZIA AMMINISTRATIVA CITTÀ DI COLLEGNO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO DI POLIZIA AMMINISTRATIVA Capo 1 CAMPO DI APPLICAZIONE Articolo 1 Principi generali. 1. Il presente regolamento disciplina le attività di polizia amministrativa

Dettagli

REGOLAMENTO ALBERGO DIFFUSO. Articolo 1 (Ambito di applicazione) Articolo 2 (Definizione tipologica)

REGOLAMENTO ALBERGO DIFFUSO. Articolo 1 (Ambito di applicazione) Articolo 2 (Definizione tipologica) REGOLAMENTO ALBERGO DIFFUSO Articolo 1 (Ambito di applicazione) Il presente regolamento disciplina la forma di ricettività denominata Albergo Diffuso nei centri storici urbani, di cui all articolo 12,

Dettagli

(Testo coordinato con le modifiche e le integrazioni di cui alla L.R. 22 novembre 2010, n. 31)

(Testo coordinato con le modifiche e le integrazioni di cui alla L.R. 22 novembre 2010, n. 31) Legge regionale 7 dicembre 2009, n. 50 Definizione delle tipologie dei servizi forniti dalle imprese turistiche nell'ambito dell'armonizzazione della classificazione alberghiera (BUR n. 22 dell 1 dicembre

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA 25 settembre 2003, n. 28-149/Leg.

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA 25 settembre 2003, n. 28-149/Leg. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA 25 settembre 2003, n. 28-149/Leg. (Registrato alla Corte dei conti il 29.10.2003, registro 1, foglio 14) Regolamento di esecuzione della legge provinciale 15 maggio

Dettagli

Citta' Metropolitana di Milano Direzione di Progetto Idroscalo, Sport e Turismo

Citta' Metropolitana di Milano Direzione di Progetto Idroscalo, Sport e Turismo Citta' Metropolitana di Milano Direzione di Progetto Idroscalo, Sport e Turismo MODELLO A ALBERGHI Legge Regionale n. 15 del 16/07/2007 Regolamento Regionale n. 5 del 7/12/2009 Pubblicato sul BURL n. 50-1

Dettagli

PROVINCIA DI MONZA E DELLABRIANZA UFFICIO TURISMO MODELLO A

PROVINCIA DI MONZA E DELLABRIANZA UFFICIO TURISMO MODELLO A PROVINCIA DI MONZA E DELLABRIANZA UFFICIO TURISMO MODELLO A Legge Regionale n. 15 del 16/07/2007 Regolamento Regionale n. 5 del 7/12/2009 Pubblicato sul BURL n. 50-1 Suppl. Ord. Del 14/12/2009 ALLEGATO

Dettagli

REQUISITI OBBLIGATORI PER LA CLASSIFICA DEGLI ALBERGHI

REQUISITI OBBLIGATORI PER LA CLASSIFICA DEGLI ALBERGHI Servizio 3 Politiche del Lavoro, I - 61121 Pesaro - Via Mazzolari, 4 della Formazione, Sociali, Tel. 0721.3592531/2507/2503 Culturali e Turismo Fax 0721.33930 PEC: provincia.pesarourbino@legalmail.it P.O.

Dettagli

Citta' Metropolitana di Milano Direzione di Progetto Idroscalo, Sport e Turismo

Citta' Metropolitana di Milano Direzione di Progetto Idroscalo, Sport e Turismo Citta' Metropolitana di Milano Direzione di Progetto Idroscalo, Sport e Turismo MODELLO B ALBERGHI Legge Regionale n. 15 del 16/07/2007 Regolamento Regionale n. 5 del 7/12/2009 Pubblicato sul BURL n. 50-1

Dettagli

Art. 1 (Disposizioni in materia di classificazione alberghiera)

Art. 1 (Disposizioni in materia di classificazione alberghiera) Legge regionale 7 dicembre 2009, n. 50 Definizione delle tipologie dei servizi forniti dalle imprese turistiche nell'ambito dell'armonizzazione della classificazione alberghiera. (BUR n. 22 dell 1 dicembre

Dettagli

Parte I LEGGI, DECRETI E REGOLAMENTI DELLA REGIONE -

Parte I LEGGI, DECRETI E REGOLAMENTI DELLA REGIONE - Parte I N. 24 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 16-6-2008 4375 Parte I LEGGI, DECRETI E REGOLAMENTI DELLA REGIONE - Legge Regionale 4 giugno 2008, n. 6. DISCIPLINA DELLA CLASSIFICAZIONE

Dettagli

BOLLO COME DA NORMATIVA VIGENTE

BOLLO COME DA NORMATIVA VIGENTE QUADRO A L.R. n. 33/2002. Richiesta di classificazione di esercizio di casa per ferie. l sottoscritt in qualità di dell ente / associazione / soc. coop. / società proprietario / locatario della struttura

Dettagli

STRUTTURE RICETTIVE ALBERGHIERE Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20

STRUTTURE RICETTIVE ALBERGHIERE Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 MOD.COM/ALB DIREZIONE CENTRALE ATTIVITA PRODUTTIVE Servizio Sviluppo Sistema Turistico Regionale COMUNE di STRUTTURE RICETTIVE ALBERGHIERE Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 1 SEMESTRE

Dettagli

Allegati da A1 ad A6 alla proposta di regolamento regionale concernente:

Allegati da A1 ad A6 alla proposta di regolamento regionale concernente: Allegati da A1 ad A6 alla proposta di regolamento regionale concernente: Modifiche regolamento regionale 24 ottobre 2008, n. 17 (Disciplina delle Strutture Ricettive Alberghiere) e successive modifiche.

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA TURISTICO ALBERGHIERA. Il sottoscritto: Cognome: Nome: Data di nascita / / Cittadinanza Sesso M F

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA TURISTICO ALBERGHIERA. Il sottoscritto: Cognome: Nome: Data di nascita / / Cittadinanza Sesso M F Allo Sportello Unico del Comune di POSITANO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA TURISTICO ALBERGHIERA 1. Dati impresa Il sottoscritto: Cognome: Nome: Codice Fiscale: Data di nascita / / Cittadinanza

Dettagli

Annuario Statistico della Sardegna

Annuario Statistico della Sardegna Annuario Statistico della Sardegna TURISMO Turismo L Indagine sulla capacità degli esercizi ricettivi è una rilevazione censuaria condotta annualmente con l obiettivo di fotografare, al 31 dicembre di

Dettagli

VADEMECUM PER L OSPITE ALBERGHIERO

VADEMECUM PER L OSPITE ALBERGHIERO VADEMECUM PER L OSPITE ALBERGHIERO I T A L I A N O EXPO 2015 Per effettuare una scelta consapevole della struttura alberghiera che ti ospiterà per l evento Expo è necessario conoscere quali sono le tipologie

Dettagli

ALBERGHI E ALBERGHI RESIDENZIALI

ALBERGHI E ALBERGHI RESIDENZIALI SETTORE ATTIVITA' PRODUTTIVE, CULTURA E TURISMO COMUNICAZIONE DELLE ATTREZZATURE E DEI PREZZI ANNO 201 1 SEMESTRE (entro il 1 ottobre) 2 SEMESTRE (entro il 1 marzo) ALBERGHI E ALBERGHI RESIDENZIALI PRIMA

Dettagli

Classificazione per l esercizio di attività extralberghiera di Bed and Breakfast o B&B in categoria Unica

Classificazione per l esercizio di attività extralberghiera di Bed and Breakfast o B&B in categoria Unica Pag. 1 di 5 Oggetto: - Legge Regione Lazio n 13 del 06/08/2007 s.m.i Regolamento Regionale Nuova disciplina delle strutture ricettive extralberghiere n.8 del 7 agosto 2015 Classificazione per l esercizio

Dettagli

SERVIZI IGIENICI E BAGNI AD USO COMUNE

SERVIZI IGIENICI E BAGNI AD USO COMUNE ALLEGATO PROSPETTO DI DEFINIZIONE DEGLI STANDARD MINIMI NAZIONALI DEI SERVIZI E DELLE DOTAZIONI PER LA CLASSIFICAZIONE DEGLI ALBERGHI ALBERGHI AD UNA STELLA SERVIZIO DI RICEVIMENTO assicurato 12 ore su

Dettagli

PROVINCIA DI PISTOIA UFFICIO TURISMO Piazza San Leone, 1, 51100 Pistoia - Tel. 0573 3741- Fax. 0573 374401 Sito internet: www.provincia.pistoia.

PROVINCIA DI PISTOIA UFFICIO TURISMO Piazza San Leone, 1, 51100 Pistoia - Tel. 0573 3741- Fax. 0573 374401 Sito internet: www.provincia.pistoia. TUSR14 PROVINCIA DI PISTOIA UFFICIO TURISMO Piazza San Leone, 1, 51100 Pistoia - Tel. 0573 3741- Fax. 0573 374401 Sito internet: www.provincia.pistoia.it Sportello Unico Attività Produttive SUAP del Comune

Dettagli

SEZIONE 1 GENERALITA DELL ESERCIZIO. Telefono Fax e-mail. Generalità proprietario immobile. Indirizzo tel. Generalità dell affittuario

SEZIONE 1 GENERALITA DELL ESERCIZIO. Telefono Fax e-mail. Generalità proprietario immobile. Indirizzo tel. Generalità dell affittuario REGIONE EMILIA ROMAGNA ASSESSORATO AL TURISMO Comune di: DENUNCIA DELLE ATTREZZATURE E DEI SERVIZI PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE AZIENDE ALBERGHIERE (Legge Regionale 30 Novembre 1981, n. 42 e successive

Dettagli

(giorno/mese/anno) con sede in Comune Via N

(giorno/mese/anno) con sede in Comune Via N DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO E DI CERTIFICAZIONE RESA DA UN IMPRESA ALBERGHIERA IN RELAZIONE AL POSSESSO DEI REQUISITI PER LA CLASSIFICAZIONE A QUATTRO STELLE NEL PERIODO 1/1/2011 31/12/2015

Dettagli

TABELLA. Legenda. Albergo. Locale Parametro Requisito Note. Cucina altezza media m 3 minima (*) superficie minima. mq 20 fino a 50 p.t.

TABELLA. Legenda. Albergo. Locale Parametro Requisito Note. Cucina altezza media m 3 minima (*) superficie minima. mq 20 fino a 50 p.t. TABELLA Legenda inf. = inferiore l = litri m = metri lineari mc = metri cubi min. = minimo mq = metri quadrati p.l. = posto letto/posti letto p.p.s. = pasti per servizio p.t. = posto tavola/posti tavola

Dettagli

Legge Regionale n. 27 del 06 04 1996

Legge Regionale n. 27 del 06 04 1996 Legge Regionale n. 27 del 06 04 1996 Norme per il turismo (Gazzetta Ufficiale Regione Siciliana 11 04 1996 n. 17) Regione Siciliana L'Assemblea Regionale Siciliana ha approvato Il Presidente regionale

Dettagli

MODELLO «A3» COUNTRY HOUSE RESIDENZE RURALI. Valida dal al GENERALITÀ DELLA STRUTTURA RICETTIVA

MODELLO «A3» COUNTRY HOUSE RESIDENZE RURALI. Valida dal al GENERALITÀ DELLA STRUTTURA RICETTIVA DIREZIONE CENTRALE ATTIVITA PRODUTTIVE Servizio Sviluppo Sistema Turistico Regionale COMUNE di DENUNCIA DELLE ATTREZZATURE E DEI SERVIZI E REQUISITI MINIMI QUALITATIVI DELLE COUNTRY HOUSE RESIDENZE RURALI

Dettagli

REGIONE SARDEGNA PROVINCIA OGLIASTRA

REGIONE SARDEGNA PROVINCIA OGLIASTRA MOD. COM/ALB/RES REGIONE SARDEGNA PROVINCIA OGLIASTRA ALBERGO RESIDENZIALE Comunicazione delle attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 1 (obbligatorio entro il 1 ottobre) 01 DENOMINAZIONE COMPLETA DELL

Dettagli

AL SINDACO DELCOMUNE DI 63030 ACQUAVIVA PICENA

AL SINDACO DELCOMUNE DI 63030 ACQUAVIVA PICENA Applicare qui Marca da bollo da 14,62 OBBLIGATORIA Spazio per timbro Ufficio Protocollo AL SINDACO DELCOMUNE DI 63030 ACQUAVIVA PICENA OGGETTO RICHIESTA AUTORIZZAZIONE PER ESERCITARE L ATTIVITA di AFFITTACAMERE

Dettagli

VIII LEGISLATURA 74A Seduta Lunedì 30 novembre 2009

VIII LEGISLATURA 74A Seduta Lunedì 30 novembre 2009 VIII LEGISLATURA 74A Seduta Lunedì 30 novembre 2009 Deliberazione n. 395 (Estratto del processo verbale) OGGETTO: Legge regionale - Definizione delle tipologie dei servizi forniti dalle imprese turistiche

Dettagli

Le strutture extralberghiere definito dall art.2 del Regolamento Regionale n.16/2008 sono le seguenti:

Le strutture extralberghiere definito dall art.2 del Regolamento Regionale n.16/2008 sono le seguenti: PROMEMORIA PER L UTENTE Il Regolamento Regione Lazio n.16/2008 e ss.mm.ii con gli allegati A1 e A2, è il regolamento che disciplina le strutture ricettive extralberghiere in materia di classificazione.

Dettagli

CAPO I STRUTTURE RICETTIVE ALBERGHIERE, CAMPEGGI E VILLAGGI TURISTICI

CAPO I STRUTTURE RICETTIVE ALBERGHIERE, CAMPEGGI E VILLAGGI TURISTICI LEGGE REGIONALE 23 marzo 2000, n. 42 Testo unico delle Leggi Regionali in materia di turismo. 3.4.2000 Bollettino Ufficiale della Regione Toscana - n. 15 omissis TITOLO II IMPRESE TURISTICHE CAPO I STRUTTURE

Dettagli

VG44U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2012. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore

VG44U. ntrate. genzia PERIODO D IMPOSTA 2012. Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2012 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore 2013 VG44U 55.10.00 Alberghi; 55.20.51 Affittacamere per brevi soggiorni,

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 4 DEL 07-03-1995 REGIONE CALABRIA. Norme sulla classificazione degli esercizi ricettivi extralberghieri.

LEGGE REGIONALE N. 4 DEL 07-03-1995 REGIONE CALABRIA. Norme sulla classificazione degli esercizi ricettivi extralberghieri. LEGGE REGIONALE N. 4 DEL 07-03-1995 REGIONE CALABRIA Norme sulla classificazione degli esercizi ricettivi extralberghieri. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA N. 25 del 13 marzo 1995 Il

Dettagli

MODULO PER RICHIESTA AUTORIZZAZIONE ALBERGHI RESIDENZE TURISTICO ALBERGHIERE (L.R. 16 del 28/7/04 - L. 135/01)

MODULO PER RICHIESTA AUTORIZZAZIONE ALBERGHI RESIDENZE TURISTICO ALBERGHIERE (L.R. 16 del 28/7/04 - L. 135/01) TIMBRO PROTOCOLLO MODULO PER RICHIESTA AUTORIZZAZIONE ALBERGHI RESIDENZE TURISTICO ALBERGHIERE (L.R. 16 del 28/7/04 - L. 135/01) Marca da bollo Al Sig. SINDACO Del Comune di Riccione Via Vittorio Emanuele

Dettagli

STRUTTURE RECETTIVE: REQUISITI

STRUTTURE RECETTIVE: REQUISITI 1 Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione Piazzale San Lorenzo Giustiniani 11/D 30174 Zelarino Venezia tel. 041 2607135 fax 041 2607145 Premessa STRUTTURE RECETTIVE: REQUISITI

Dettagli

HOTEL LONDRA. Categoria: Alberghi, Residenze turistico-alberghiere

HOTEL LONDRA. Categoria: Alberghi, Residenze turistico-alberghiere HOTEL LONDRA Categoria: Alberghi, Residenze turistico-alberghiere Descrizione attività: L'Hotel Londra è un albergo storico ricavato da prestigioso edificio dei primi anni del secolo. La nostra posizione

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA DEI REQUISITI POSSEDUTI AI FINI DELLA CLASSIFICAZIONE (Art. 47 D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA DEI REQUISITI POSSEDUTI AI FINI DELLA CLASSIFICAZIONE (Art. 47 D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000) Comune di Comacchio TU_24 rev 1 (versione settembre 2009) CLASSIFICAZIONE DELLE STRUTTURE RICETTIVE ALBERGHIERE E RICHIESTA DELLE SPECIFICAZIONI TIPOLOGICHE AGGIUNTIVE (L. R. n. 16 del 28/07/2004 e delibera

Dettagli

AVVISI DI RETTIFICA LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 2 7.9.2007 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 29

AVVISI DI RETTIFICA LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 2 7.9.2007 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 29 2 7.9.2007 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 29 AVVISI DI RETTIFICA LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 7 agosto 2007, n. 6/R Modifiche al regolamento

Dettagli

12 16 24 24 nelle unità abitative a cura del personale addetto 2

12 16 24 24 nelle unità abitative a cura del personale addetto 2 Tabella A Sezione A1 Requisiti minimi obbligatori per la classificazione degli esercizi ricettivi alberghieri GIA AUTORIZZATI NOTA: La struttura ricettiva alberghiera deve possedere tutti i requisiti indicati

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA PARTE PRIMA. Atti di cui all art. 3 della Legge Regionale 24 Dicembre 2004 n.32 SOMMARIO

REPUBBLICA ITALIANA PARTE PRIMA. Atti di cui all art. 3 della Legge Regionale 24 Dicembre 2004 n.32 SOMMARIO Mercoledì 18 febbraio 2009 Anno L - N. 3 REPUBBLICA ITALIANA Direzione, Amministrazione: Tel. 010 54.851 Redazione: Tel. 010 5485663-4974 - Fax 010 5485531 Abbonamenti e Spedizioni: Tel. 010 5485363 Internet:

Dettagli

DENUNCIA INIZIO ATTIVITÀ DI AFFITTACAMERE 1 L.R. 16 gennaio 2002 n.2

DENUNCIA INIZIO ATTIVITÀ DI AFFITTACAMERE 1 L.R. 16 gennaio 2002 n.2 COMUNE di Ufficio DENUNCIA INIZIO ATTIVITÀ DI AFFITTACAMERE 1 L.R. 16 gennaio 2002 n.2 Il/la sottoscritto/a di cittadinanza nato/a il a Provincia di CF. residente a C.A.P. in via/piazza n. In qualità di:

Dettagli

La normativa sulle strutture turistico ricettive aperte al pubblico nella regione Sicilia.

La normativa sulle strutture turistico ricettive aperte al pubblico nella regione Sicilia. La normativa sulle strutture turistico ricettive aperte al pubblico nella regione Sicilia. Indice delle normative Per le strutture ricettive: Regione siciliana - Legge regionale 6 aprile 1996, n. 27; Regione

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE Regolamento Regionale 23 febbraio 2010 n. 3 coordinato con Regolamento regionale 21 febbraio 2011, n. 1 DISPOSIZIONI DI ATTUAZIONE DELLA DISCIPLINA DELLE ALTRE STRUTTURE RICETTIVE DI CUI AL TITOLO III

Dettagli

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA REGIONALE IN MATERIA DI CLASSIFICAZIONE ALBERGHIERA

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA REGIONALE IN MATERIA DI CLASSIFICAZIONE ALBERGHIERA ALLEGATO 1 LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA REGIONALE IN MATERIA DI CLASSIFICAZIONE ALBERGHIERA NORMATIVA DI RIFERIMENTO L.r. 16 luglio 2007, n. 15 Testo unico delle leggi regionali in materia

Dettagli

4. Quali sono le tipologie di attività ricettive?

4. Quali sono le tipologie di attività ricettive? ROMA CAPITALE - INFORMAZIONI VARIE STRUTTURE RICETTIVE EXTRALBERGHIERE FAQ 1. Cosa bisogna fare per avviare un'attività ricettiva? Per avviare un attività ricettiva si deve trasmettere, esclusivamente

Dettagli

Delib.G.R. 17 settembre 2007, n. 1011 (1). - Art. 28, comma 1, L.R. n. 9/2006. La Giunta regionale. omissis. Delibera

Delib.G.R. 17 settembre 2007, n. 1011 (1). - Art. 28, comma 1, L.R. n. 9/2006. La Giunta regionale. omissis. Delibera Delib.G.R. 17 settembre 2007, n. 1011 (1). Definizione dei requisiti tecnici relativi alle strutture ricettive extraalberghiere - Art. 28, comma 1, L.R. n. 9/2006. (1) Pubblicata nel B.U. Marche 24 settembre

Dettagli

TABELLA A (Art. 27) LIVELLO DI CLASSIFICA. DESCRIZIONE DEI REQUISITI 1 stella. 1. PRESTAZIONI DI SERVIZI 1.01 Direttore di albergo X X X X

TABELLA A (Art. 27) LIVELLO DI CLASSIFICA. DESCRIZIONE DEI REQUISITI 1 stella. 1. PRESTAZIONI DI SERVIZI 1.01 Direttore di albergo X X X X TABELLA A (Art. 27) REQUISITI MINIMI OBBLIGATORI PER LA CLASSIFICAZIONE DEGLI ESERCIZI RICETTIVI ALBERGHIERI (alberghi, motels, alberghi residenziali, alberghi diffusi, villaggi-albergo e beauty-farm)

Dettagli

S.C.I.A. per attività TURISTICO RICETTIVA EXTRA ALBERGHIERA NON SERVE MARCA DA BOLLO Allo Sportello Unico Imprese del Comune di SCANZOROSCIATE (BG)

S.C.I.A. per attività TURISTICO RICETTIVA EXTRA ALBERGHIERA NON SERVE MARCA DA BOLLO Allo Sportello Unico Imprese del Comune di SCANZOROSCIATE (BG) S.C.I.A. per attività TURISTICO RICETTIVA EXTRA ALBERGHIERA NON SERVE MARCA DA BOLLO Allo Sportello Unico Imprese del di SCANZOROSCIATE (BG) 1.Dati impresa SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA TURISTICO

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 15-03-1984 REGIONE CAMPANIA

LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 15-03-1984 REGIONE CAMPANIA LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 15-03-1984 REGIONE CAMPANIA

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE VG44U ATTIVITÀ 55.10.00 ALBERGHI ATTIVITÀ 55.20.51 AFFITTACAMERE PER BREVI SOGGIORNI, CASE ED APPARTAMENTI PER VACANZE, BED AND BREAKFAST, RESIDENCE ATTIVITÀ 55.90.20 ALLOGGI PER STUDENTI

Dettagli

CHIEDE 1. La classifica a numero stelle (in lettere) Alla Residenza Turistico Alberghiera sita in in via telefono

CHIEDE 1. La classifica a numero stelle (in lettere) Alla Residenza Turistico Alberghiera sita in in via telefono RICHIESTA NUOVA APERTURA RTA CLASSIFICA PROVVISORIA Spett.le Provincia di Monza e della Brianza Ufficio Alberghi Via Napoleone Bonaparte, 2 20812 Limbiate MB Il sottoscritto nato a il residente a codice

Dettagli

"ALLOGGI AGRITURISTICI" Comunicazione dell'attrezzatura e dei prezzi anno 20

ALLOGGI AGRITURISTICI Comunicazione dell'attrezzatura e dei prezzi anno 20 REGIONE ABRUZZO Comune di MOD. COM/AGR "ALLOGGI AGRITURISTICI" Comunicazione dell'attrezzatura e dei prezzi anno 20 COMZIONE PRINCIPALE (OBBLIGATORIA - da effettuare entro il 1 ottobre) COMZIONE SUPPLEMENTARE

Dettagli

AGRITURISMO Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 200

AGRITURISMO Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 200 MOD.COM/AGR DIREZIONE CENTRALE DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE Servizio Sviluppo Sistema Turistico Regionale COMUNE di AGRITURISMO Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 200 1 SEMESTRE (scrivere

Dettagli

Tabella A - CLASSIFICAZIONE ALBERGHI E DIPENDENZE DI ALBERGHI

Tabella A - CLASSIFICAZIONE ALBERGHI E DIPENDENZE DI ALBERGHI Tabella A - CLASSIFICAZIONE ALBERGHI E DIPENDENZE DI ALBERGHI - Tabella A - Parte prima: requisiti e dotazioni CARATTERISTICHE STRUTTURALI PER L OTTENIMENTO DELLA CLASSIFICAZIONE STRUTTURE RICETTIVE ALBERGHIERE

Dettagli

Carta Servizi Turistici di Qualità a tutela del consumatore e dell operatore

Carta Servizi Turistici di Qualità a tutela del consumatore e dell operatore Carta Servizi Turistici di Qualità a tutela del consumatore e dell operatore Bed & Breakfast 41 Il presente disciplinare, predisposto dalla Camera di Commercio di Ravenna in collaborazione con le associazioni

Dettagli

2002 - Aggiornamento CE0602ur16 VOCE E 6.2 LRG/XVI,1. TURISMO ED INDUSTRIA ALBERGHIERA L.R. 28 aprile 1997, n. 12

2002 - Aggiornamento CE0602ur16 VOCE E 6.2 LRG/XVI,1. TURISMO ED INDUSTRIA ALBERGHIERA L.R. 28 aprile 1997, n. 12 LEGGE REGIONALE 28 aprile 1997, n. 12 «Nuova classificazione delle aziende alberghiere e regolamentazione delle case ed appartamenti per vacanze». (B.U. 2 maggio 1997, n. 18, 1º suppl. ord.) Titolo I ATTIVITÀ

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA Allo Sportello Unico Attività Produttive del Comune di SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA ITTITURISMO 1. Dati impresa Il sottoscritto: Cognome: Nome: Cod.Fiscale Data di nascita / / Cittadinanza

Dettagli

ART. 1 FINALITA ART. 2 OGGETTO

ART. 1 FINALITA ART. 2 OGGETTO VIII DIREZIONE CENTRALE SVILUPPO COMMERCIALE ARTIGIANALE E TURISTICO Servizio Polizia Amministrativa REGOLAMENTO COMUNALE PER L ATTIVITA DI "BED & BREAKFAST" ART. 1 FINALITA In armonia con gli indirizzi

Dettagli

ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE STELLA - TURGNANO SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVE Al Comune di

ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE STELLA - TURGNANO SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVE Al Comune di NON SERVE MARCA DA BOLLO ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE STELLA - TURGNANO SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVE Al Comune di 1.Dati impresa Il sottoscritto: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.)

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) TURISTICO ALBERGHIERA 1 - L.R. 16 gennaio 2002 n.2

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) TURISTICO ALBERGHIERA 1 - L.R. 16 gennaio 2002 n.2 NON SERVE MARCA DA BOLLO Spazio riservato al Comune N. reg. data Al Comune di PAVIA DI UDINE Ufficio Attività Economiche SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) TURISTICO ALBERGHIERA 1 -

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 2 DEL 11-02-2010 REGIONE FRIULI-VENEZIA GIULIA

LEGGE REGIONALE N. 2 DEL 11-02-2010 REGIONE FRIULI-VENEZIA GIULIA LEGGE REGIONALE N. 2 DEL 11-02-2010 REGIONE FRIULI-VENEZIA GIULIA Modifiche alla legge regionale 2/2002 in materia di turismo e alla legge regionale 4/2005 recante interventi per il sostegno e lo sviluppo

Dettagli

Disposizioni attuative di classificazione, denominazione e identificazione delle strutture ricettive all aperto

Disposizioni attuative di classificazione, denominazione e identificazione delle strutture ricettive all aperto giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 1000 del 17 giugno 2014 pag. 1/5 Disposizioni attuative di classificazione, denominazione e identificazione delle strutture ricettive all aperto Articolo

Dettagli

PRO MEMORIA. Linee guida per apertura strutture ricettive extra-alberghiere Roma e Provincia

PRO MEMORIA. Linee guida per apertura strutture ricettive extra-alberghiere Roma e Provincia PRO MEMORIA Linee guida per apertura strutture ricettive extra-alberghiere Roma e Provincia Per ogni ulteriore informazione scrivere a : info@prontogeometra.it PROMEMORIA PER L UTENTE Il Regolamento Regione

Dettagli

ai sensi dell art.19 della Legge 241/90, dell art.34 della L.R. 9/2006 e della D.G.R. n.378 del 19/04/2007

ai sensi dell art.19 della Legge 241/90, dell art.34 della L.R. 9/2006 e della D.G.R. n.378 del 19/04/2007 ALLO SPORTELLO UNICO ATTIVITA ECONOMICHE SERVIZIO LICENZE DEL COMUNE DI GABICCE MARE OGGETTO: Segnalazione certificata di inizio attività per Bed & Breakfast. Il/la sottoscritto/a nato/a a il, cittadinanza

Dettagli

classificazione alberghiera

classificazione alberghiera AGGIORNAMENTI 1 Armonizzazione della classificazione alberghiera di Carla SABATINI Contenuto del provvedimento. Sulla Gazzetta Ufficiale n. 34 dell 11 febbraio 2009 è stato pubblicato il decreto 21 ottobre

Dettagli

LA CLASSIFICAZIONE ALBERGHIERA IN LOMBARDIA

LA CLASSIFICAZIONE ALBERGHIERA IN LOMBARDIA LA CLASSIFICAZIONE ALBERGHIERA IN LOMBARDIA Il contratto di albergo Il contratto di albergo viene considerato un contratto atipico con il quale l albergatore si impegna a fornire al cliente, dietro corrispettivo,

Dettagli

Prot. n. (TUR/07/217089 )

Prot. n. (TUR/07/217089 ) REGIONE EMILIA ROMAGNA - GIUNTA REGIONALE DIREZIONE GENERALE ATTIVITA' PRODUTTIVE, COMMERCIO, TURISMO DETERMINAZIONE N.010946 BOLOGNA 29/08/2007 OGGETTO: L.R. 16/04 - APPROVAZIONE MODULISTICA RELATIVA

Dettagli

Disciplinare per strutture alberghiere Ospitalità Italiana

Disciplinare per strutture alberghiere Ospitalità Italiana Disciplinare per strutture alberghiere Ospitalità Italiana La presente specifica, predisposta dall Istituto Nazionale per le Ricerche Turistiche ISNART in collaborazione con le Associazioni di categoria,

Dettagli

2h Turismo l.r. 42/2000 1

2h Turismo l.r. 42/2000 1 2h Turismo l.r. 42/2000 1 Legge Regionale 23 marzo 2000, n. 42 Testo unico delle Leggi Regionali in materia di turismo. (Bollettino Ufficiale n. 15, parte prima, del 03.04.2000 ) Titolo I - IL SISTEMA

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) DI AFFITTACAMERE

SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) DI AFFITTACAMERE SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) I AFFITTACAMERE Il presente modello può essere presentato con le seguenti modalità: tramite PEC all indirizzo comune.bastiaumbra@postacert.umbra.it a

Dettagli

Prot. GR482652 Roma 10/09/2015. Oggetto: Regolamento regionale n. 8 del 7/8/2015 Nuova Disciplina delle Strutture Ricettive Extralberghiere.

Prot. GR482652 Roma 10/09/2015. Oggetto: Regolamento regionale n. 8 del 7/8/2015 Nuova Disciplina delle Strutture Ricettive Extralberghiere. AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO IL DIRETTORE Prot. GR482652 Roma 10/09/2015 A Roma Capitale A tutti i Responsabili degli Uffici SUAP o SUAR dei Comuni del Lazio Alla Città Metropolitana di Roma Capitale

Dettagli

Scheda di Rilevamento Delle Strutture Ricettive

Scheda di Rilevamento Delle Strutture Ricettive PROVINCIA DI SAVONA Scheda di Rilevamento Delle Strutture Ricettive La scheda è realizzata e gentilmente concessa da: Cooperativa Jonathan Livingston c/o Unità Spinale Unipolare - Ospedale Santa Corona

Dettagli

CITTA' di TERMINI IMERESE

CITTA' di TERMINI IMERESE CITTA' di TERMINI IMERESE Secondo Settore: Territorio, Ambiente e Attività Produttive S.U.A.P. CARTA DELLA QUALITA DEI SERVIZI Sportello unificato per la ricettivita turistica: ESERCIZI DI AFFITTACAMERE

Dettagli

AFFITTACAMERE. A cura della dott.ssa Elisa Bottari DESCRIZIONE

AFFITTACAMERE. A cura della dott.ssa Elisa Bottari DESCRIZIONE AFFITTACAMERE A cura della dott.ssa Elisa Bottari DESCRIZIONE Il turismo per il Veneto rappresenta la risorsa economica più importante. Per gli imprenditori e gli aspiranti tali questo significa una potenziale

Dettagli

Raccolta Normativa della Regione Toscana 1

Raccolta Normativa della Regione Toscana 1 Legge Regionale 23 marzo 2000, n. 42 Testo unico delle Leggi Regionali in materia di turismo. (Bollettino Ufficiale n. 15, parte prima, del 03.04.2000 ) Titolo I - IL SISTEMA ORGANIZZATIVO DEL TURISMO...3

Dettagli

L.R. 23 marzo 2000, n. 42. Testo unico delle Leggi Regionali in materia di turismo.

L.R. 23 marzo 2000, n. 42. Testo unico delle Leggi Regionali in materia di turismo. L.R. 23 marzo 2000, n. 42 Testo unico delle Leggi Regionali in materia di turismo. INDICE Titolo I - IL SISTEMA ORGANIZZATIVO DEL TURISMO Capo I - Disposizioni generali Art. 1 - Oggetto Art. 2 - Funzioni

Dettagli

ALLEGATO ALLA DOMANDA DI CLASSIFICAZIONE

ALLEGATO ALLA DOMANDA DI CLASSIFICAZIONE da presentare tramite SUAP alla Provincia di: (N.B. da compilare per l edificio principale e per ogni eventuale dipendenza) Il/La sottoscritto/a Dati del dichiarante Cognome Nome Comune di nascita (o Stato

Dettagli

COMUNE DI MONTECATINI TERME Viale Verdi, 46-51016 Provincia di Pistoia - Tel. 0572/9181 - Fax 0572/918264 REGOLAMENTO DELLE SALE GIOCHI.

COMUNE DI MONTECATINI TERME Viale Verdi, 46-51016 Provincia di Pistoia - Tel. 0572/9181 - Fax 0572/918264 REGOLAMENTO DELLE SALE GIOCHI. COMUNE DI MONTECATINI TERME Viale Verdi, 46-51016 Provincia di Pistoia - Tel. 0572/9181 - Fax 0572/918264 REGOLAMENTO DELLE SALE GIOCHI. approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 15 del 26 febbraio

Dettagli

Il sottoscritto: Cognome Nome C.F. Sesso M _ F _

Il sottoscritto: Cognome Nome C.F. Sesso M _ F _ SEGNALAZIONE CERTIFICATA INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) DI VARIAZIONI NELL ATTIVITA DI AFFITTACAMERE (da comunicare entro 15 giorni dalla variazione) Il presente modello può essere presentato con le seguenti

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 11 DEL 26 01 1993 FONTE BOLLETTINO UFFICIALE REGIONALE 5 2 1993 N. 4

LEGGE REGIONALE N. 11 DEL 26 01 1993 FONTE BOLLETTINO UFFICIALE REGIONALE 5 2 1993 N. 4 LEGGE REGIONALE N. 11 DEL 26 01 1993 FONTE BOLLETTINO UFFICIALE REGIONALE 5 2 1993 N. 4 Strutture ricettive e stabilimenti balneari: prezzi, classifica, statistica, vigilanza e sanzioni. Normativa organica.

Dettagli

Disciplinare per Alberghi Ospitalità Italiana

Disciplinare per Alberghi Ospitalità Italiana Disciplinare per Alberghi Ospitalità Italiana La presente specifica, predisposta dall Istituto Nazionale per le Ricerche Turistiche ISNART in collaborazione con le Associazioni di categoria, riporta i

Dettagli

Bed & Breakfast in Lombardia

Bed & Breakfast in Lombardia Bed & Breakfast in Lombardia Angelo Zito Struttura Sistemi Turistici ed Imprese Direzione Generale Commercio, Turismo e Servizi Regione Lombardia e-mail: Angelo_Zito@regione.lombardia.it Bed and Breakfast,

Dettagli

1. IL SISTEMA DELL OSPITALITA NELLA PROVINCIA DI RIMINI

1. IL SISTEMA DELL OSPITALITA NELLA PROVINCIA DI RIMINI 1. IL SISTEMA DELL OSPITALITA NELLA PROVINCIA DI RIMINI E costituito da un offerta di 2.699 strutture 1 con caratteristiche di impresa e di oltre 13.000 abitazioni private ad uso turistico 2, ormai un

Dettagli

TABELLA B (Art. 38) REQUISITI MINIMI OBBLIGATORI PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE COUNTRY-HOUSE

TABELLA B (Art. 38) REQUISITI MINIMI OBBLIGATORI PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE COUNTRY-HOUSE TABELLA B (Art. 38) PER LA CLASSIFICAZIONE DELLE COUNTRY-HOUSE 1. Buono stato di conservazione e manutenzione dell immobile 2. Arredamento delle unità abitative funzionale e di buona fattura 3. Un locale

Dettagli

1. Dati generali dell intervento 1.1 - Ubicazione intervento (Riportare contenuto del quadro 3 del MURAD)

1. Dati generali dell intervento 1.1 - Ubicazione intervento (Riportare contenuto del quadro 3 del MURAD) SUAP COMUNE DI CIVITAVECCHIA ALLEGATO B-33 Attività Ricettive EXTRALBERGHIERE Ultimo Aggiornamento: 29/09/2015 D.Lgs n.59/2010 ART.83 - L.R. Lazio n.13/2007 Regolamento Regionale n. 8/2015 1. Dati generali

Dettagli

Carta Servizi Turistici di Qualità a tutela del consumatore e dell operatore. Alberghi

Carta Servizi Turistici di Qualità a tutela del consumatore e dell operatore. Alberghi Carta Servizi Turistici di Qualità a tutela del consumatore e dell operatore Alberghi 9 9 1. Disciplina e prassi della prenotazione Indice 1. Disciplina e prassi della prenotazione 2. Modalità richieste

Dettagli

LEGGE PROVINCIALE N. 12 DEL 11-05-1995 REGIONE BOLZANO (Prov.) Disciplina dell' affitto di camere ed appartamenti ammobiliati per ferie

LEGGE PROVINCIALE N. 12 DEL 11-05-1995 REGIONE BOLZANO (Prov.) Disciplina dell' affitto di camere ed appartamenti ammobiliati per ferie LEGGE PROVINCIALE N. 12 DEL 11-05-1995 REGIONE BOLZANO (Prov.) Disciplina dell' affitto di camere ed appartamenti ammobiliati per ferie Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BOLZANO (Prov.) N. 25 del

Dettagli

dell attività di Case ed Appartamenti per Vacanze

dell attività di Case ed Appartamenti per Vacanze Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di REALMONTE (AG) tramite : https://www.impresainungiorno.gov.it/web/agrigento/comune/t/h205 e per suo tramite Alla Provincia Regionale di Agrigento

Dettagli

ALLEGATO D - REQUISITI SPECIFICI DI CUI ALL ARTICOLO 4, COMMA 1, LETT. C) DEL BANDO

ALLEGATO D - REQUISITI SPECIFICI DI CUI ALL ARTICOLO 4, COMMA 1, LETT. C) DEL BANDO ALLEGATO D - REQUISITI SPECIFICI DI CUI ALL ARTICOLO 4, COMMA 1, LETT. C) DEL BANDO Premessa. I seguenti requisiti specifici sono richiesti solo per le categorie specificamente indicate e sono aggiuntivi

Dettagli

Progetto Valutazione e monitoraggio della Qualità delle Strutture Alberghiere 2007

Progetto Valutazione e monitoraggio della Qualità delle Strutture Alberghiere 2007 Progetto Valutazione e monitoraggio della Qualità delle Strutture Alberghiere 2007 presso la sede della Regione Lombardia Progetto interregionale finanziato dalla Regione Lombardia e realizzato con la

Dettagli

Posizione: X Centro città Periferia Centro vicino

Posizione: X Centro città Periferia Centro vicino Dati hotel: Nazione: ITALIA Città: PESCARA Nome hotel: VICTORIA HOTEL Indirizzo: VIA PIAVE 142 Cap: 65122 Zona hotel: PIENO CENTRO CITTA Tel: 085/374132 Fax: 085/4229614 Sito internet: WWW.VICTORIAPESCARA.COM

Dettagli

TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI TURISMO (1) TITOLO I Organizzazione turistica della Regione. CAPO I Finalità, soggetti e competenze

TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI TURISMO (1) TITOLO I Organizzazione turistica della Regione. CAPO I Finalità, soggetti e competenze TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA DI TURISMO (1) TITOLO I Organizzazione turistica della Regione CAPO I Finalità, soggetti e competenze SEZIONE I Finalità Art. 1 - Finalità. 1. La Regione del

Dettagli

Guida all Imposta di Soggiorno

Guida all Imposta di Soggiorno Comune di Rimini Direzione Risorse Finanziarie U.O. Tributi sugli Immobili e Federalismo Municipale Ufficio Imposta di Soggiorno Via Ducale, 7 47921 RIMINI tel. 0541.704631 - fax: 0541.704710 web: www.comune.rimini.it

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI Città della Riviera del Brenta tra i Comuni di: Dolo, Fiesso D'Artico e Fossò

UNIONE DEI COMUNI Città della Riviera del Brenta tra i Comuni di: Dolo, Fiesso D'Artico e Fossò UNIONE DEI COMUNI Città della Riviera del Brenta tra i Comuni di: Dolo, Fiesso D'Artico e Fossò L'associazionismo tra i Comuni quale Forma Organizzativa Ottimale per la Gestione dei Servizi Servizio Attività

Dettagli

CONSUMATORI TURISTI. Diritti del consumatore turista. by CODACONS. by CODACONS

CONSUMATORI TURISTI. Diritti del consumatore turista. by CODACONS. by CODACONS CONSUMATORI TURISTI DIRITTI DEL CONSUMATORE TURISTA E LE CONSEGUENZE LEGATE AL MANCATO RISPETTO DELLA NORMATIVA SULLA SANITÀ ED IGIENE NELLE STRUTTURE RICETTIVE I VIAGGI Eventi e Situazioni: NEGATO IMBARCO

Dettagli

LA LEGGE QUADRO PER IL TURISMO N 217 DEL 1983

LA LEGGE QUADRO PER IL TURISMO N 217 DEL 1983 BREVE STORIA Nel corso dei decenni sono state emanate numerose norme destinate a disciplinare al meglio il mercato turistico e ricettivo che, a partire dalla metà dell 800 ha iniziato a prendere corpo

Dettagli