COMUNE DI RUBIERA FARMER S MARKET (D.M. 20/11/2007) REGOLAMENTO MERCATO CONTADINO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI RUBIERA FARMER S MARKET (D.M. 20/11/2007) REGOLAMENTO MERCATO CONTADINO"

Transcript

1 COMUNE DI RUBIERA FARMER S MARKET (D.M. 20/11/2007) REGOLAMENTO MERCATO CONTADINO Allegato A alla delibera di C.C. n 45 del 20 ottobre 2008 Modificato con delibera di C.C. n 37 del 12 novembre 2010 Modificato con delibera di C.C. n 7 del 1 aprile 2014

2 Finalità Il Mercato degli Agricoltori è un mercato riservato alla vendita diretta da parte degli imprenditori agricoli locali, con o senza certificazione biologica, ed è finalizzato a promuovere e valorizzare i prodotti tipici del territorio. La prospettiva è quella di fornire a produttori e consumatori un'opportunità per accorciare la filiera d'acquisto, riducendone i passaggi intermedi con conseguente riduzione dei tempi tra raccolta e consumo e riduzione del prezzo finale. Il produttore locale potrà così avere nuove opportunità di vendita e rendere direttamente percepibile al consumatore la qualità dei propri prodotti. In particolare il Mercato degli Agricoltori nasce per: favorire l'incontro tra domanda e offerta di prodotti agroalimentari tradizionali, locali e di qualità; accorciare la filiera produttiva, favorendo lo sviluppo locale; promuovere la vendita diretta realizzata con trasparenza nelle etichettature, con equità nei prezzi, e con garanzie sull'origine dei cibi; promuovere l'educazione alimentare e la conoscenza e rispetto del territorio; promuovere le relazioni tra i cittadini e modelli di sviluppo sostenibile. Definizioni Per imprenditore agricolo si intende, ai sensi dell'art del cc., così come modificato dall'art. 1, comma 1 del D. Lgs. n. 228/01 e s.m.i, "Chi esercita una delle seguenti attività: coltivazione del fondo, selvicoltura, allevamento di animali e attività connesse". Per coltivazione del fondo, per selvicoltura e per allevamento di animali si intendono le attività dirette alla cura ed allo sviluppo di un ciclo biologico o di una fase necessaria del ciclo stesso, di carattere vegetale o animale, che utilizzano o possono utilizzare il fondo, il bosco o le acque dolci, salmastre o marine. Per attività connesse si intendono le attività, esercitate dal medesimo imprenditore agricolo, dirette alla manipolazione, conservazione, trasformazione, commercializzazione e valorizzazione che abbiano ad oggetto prodotti ottenuti prevalentemente dalla coltivazione del fondo o del bosco o dall'allevamento di animali, nonchè le attività dirette alla fornitura di beni o servizi mediante l'utilizzazione prevalente di attrezzature o risorse dell'azienda normalmente impiegate nell'attività agricola esercitata, ovvero di ricezione e ospitalità come definita dalla legge". Si considerano imprenditori agricoli le cooperative di imprenditori agricoli ed i loro consorzi quando utilizzano per lo svolgimento delle attività prevalentemente prodotti dei soci, ovvero forniscono prevalentemente ai soci beni e servizi diretti alla cura ed allo sviluppo del ciclo biologico. Normativa di riferimento Il D.Lgs. n. 228/01 e s.m.i stabilisce che gli imprenditori agricoli, singoli od associati possano vendere direttamente al dettaglio, su aree pubbliche, i prodotti freschi o trasformati provenienti in misura prevalente dalle proprie aziende, in tutto il territorio italiano. Il D.M. n del 20/11/07, in attuazione dell'art. 1, comma 1065 della Legge 27/12/06, n. 296 ha stabilito requisiti uniformi e standard specifici per l'attivazione dei mercati, cosiddetti Farmer s 2

3 Market, riservati all'esercizio della vendita diretta da parte degli imprenditori agricoli, alle modalità di vendita ed alla trasparenza dei prezzi. Il Regolamento CE 852/2004 prevede che i mercati degli imprenditori agricoli siano conformi alle norme igienico-sanitarie e soggetti ai relativi controlli da parte delle autorità competenti. Dovranno pertanto essere posti in vendita diretta esclusivamente prodotti agricoli conformi alla disciplina in vigore per i singoli prodotti e con l'indicazione del luogo di origine territoriale e dell'impresa produttrice. Articolo 1 Ubicazione e caratteristiche del mercato Il Mercato Contadino avrà le seguenti caratteristiche: Luogo di svolgimento: Piazza del Popolo Dimensioni: n. 15 posteggi aventi dimensione: 4,50x3,00 mt. (come da planimetria allegato B) Periodo di svolgimento: annuale. Frequenza: settimanale, tutti i martedi di ogni mese, salvo edizioni straordinarie, da concordare preventivamente e che possono aver luogo in concomitanza con altre manifestazioni che si svolgono in centro storico. Orari: di accesso all area pubblica e di vendita sono stabiliti con ordinanza del Sindaco ai sensi dell art. 50 del D. Lgs. 267/2000. Articolo 2 Soggetti ammessi alla vendita Possono esercitare la vendita diretta nel mercato gli imprenditori agricoli, singoli o associati, iscritti nel registro di imprese di cui all art. 8 della L. 29/12/1993, n. 580, che rispettino le seguenti condizioni: a. ubicazione dell azienda agricola nell ambito territoriale amministrativo delle Province di Reggio Emilia e Modena. L attività di vendita nel mercato è esercitata dai titolari d impresa, ovvero dai soci in caso di società agricola e di quelle di cui all art. 1, comma 1094, della Legge 27/12/2006 n. 296, dai relativi familiari coadiuvanti, nonché dal personale dipendente o incaricato di ciascuna impresa. Per la partecipazione, gli imprenditori agricoli di cui sopra, in possesso dei requisiti previsti dall art. 4 comma 6 del D. Lgs 228/2001 e s.m.i. dovranno presentare la domanda con apposita modulistica predisposta dal Comune o con modulistica a questa conforme, sottoscrivendo un impegno al rispetto del presente regolamento la quale dovrà contenere: anagrafica completa dell azienda; descrizione dell attività aziendale; indicazione delle modalità di allevamento e coltivazione; descrizione dei prodotti che saranno posti in vendita e relativa stagionalità; periodi dell anno in cui l imprenditore agricolo è disponibile a partecipare al mercato. La comunicazione d inizio attività, se corredata dall autocerticazione del rispetto dei requisiti previsti dal D. Lgs. 228/2001 e dalla suddetta sottoscrizione d impegno, ha efficacia immediata. 3

4 Articolo 3 Assegnazione dei posteggi Al fine di garantire una partecipazione qualificata di imprenditori agricoli della zona di interesse, l'amministrazione Comunale intende concedere il suolo pubblico relativo a n. 15 posteggi (con dimensione di cui all art. 1) di cui è costituito il mercato, nei seguenti modi: AZIENDE AGRICOLE SINGOLE O ASSOCIATE Saranno valutate dal Comune domande presentate da singoli imprenditori agricoli e cooperative di imprenditori e loro consorzi, in possesso dei requisiti di cui al D. Lgs. 228/01 e s.m.i nonchè di cui all'art. 2 del presente disciplinare; in tal caso ai fini dell'assegnazione verrà valutata in primo luogo la differenziazione merceologica volta a garantire varietà nell'offerta, in secondo luogo l'ordine di presentazione dell'istanza. In seconda istanza, in caso di rinuncia o mancata assegnazione dei posteggi di cui sopra, potranno essere valutate dal Comune domande presentate dalle Associazioni ritenute maggiormente rappresentative a livello locale (Confagricoltura, Confedederazione Italiana Agricoltori, Federazione Provinciale Coldiretti, Unione Generale Coltivatori, Confcooperative, Lega Coop, ecc.), che agiscono in nome e per conto di loro associati in possesso dei requisiti di cui al D.Lgs. 228/01 (di cui producono elenco con relativa delega). Articolo 4 Gestione degli spazi commerciali La gestione del mercato contadino è assunta dal Comune di Rubiera. L iniziativa è a carattere permanente. Nell organizzazione del mercato contadino saranno sviluppate forme di sinergia con analoghe iniziative nei Comuni di Casalgrande e Scandiano. Articolo 5 Categorie merceologiche rappresentate Le categorie merceologiche per le quali è consentita la vendita nel Mercato Contadino sono le seguenti: a. prodotti agricoli vegetali e animali non trasformati, anche ottenuti secondo le norme internazionali e nazionali vigenti in materia di produzione con metodo biologico rientranti nel campo di applicazione del Reg. CEE 2092/1991 e s.m.i.; b. prodotti agricoli vegetali e animali trasformati destinati all'alimentazione umana composti essenzialmente di uno o più ingredienti di origine vegetale e/o animale, anche ottenuti secondo le norme internazionali e nazionali vigenti in materia di produzione con metodo biologico rientranti nel campo di applicazione del Reg. CEE 2092/1991 e s.m.i.; c. erbe officinali e aromatiche; d. prodotti per la cura della persona; e. prodotti derivati da attività di artigianato connesse all'agricoltura. 4

5 I prodotti agricoli vegetali e animali la cui vendita è consentita sono i seguenti: - verdura fresca e secca - farine e preparati - frutta fresca e secca - succhi di frutta e di verdura - pasta e pasta ripiena - cereali - latte - yogurt - formaggi e latticini - uova - salumi - sottoli e sottaceti - prodotti da forno dolci e salati - confetture e marmellate - miele, polline, propoli, pappa reale, cera e derivati dell'apicoltura - olio e aceto - passate e pelati - condimenti e spezie - dolci - funghi e tartufi, - castagne e prodotti del sottobosco - vini e liquori - piante e fiori - carni fresche - prodotti della pesca dell'acquacoltura e dell'itticoltura - eventuali altri prodotti agricoli animali e vegetali non trasformati e trasformati di provenienza regionale. Con riferimento ai vegetali freschi, possono essere vendute specie vegetali e/o varietà vegetali autoctone o tradizionalmente coltivate nell area di produzione e di stagione, in relazione al territorio provinciale di appartenza (Reggio Emilia e Modena) come elencato nella tabella A. Articolo 6 Vendita ed altre attività consentite Oltre alla vendita dei prodotti agricoli, sono ammesse: a. attività di trasformazione e confezionamento dei prodotti agricoli da parte degli imprenditori agricoli nel rispetto delle norme igienico-sanitarie; b. degustazione dei prodotti per la promozione dell attività produttiva (1) ; c. attività didattiche e dimostrative legate ai prodotti alimentari, tradizionali ed artigianali del territorio rurale di riferimento organizzate dagli imprenditori agricoli o da altri soggetti sinergici alle attività concordate con l ente comunale; d. partecipazione di altri operatori sulla base di quanto previsto dall art.4 comma 2 del decreto del Ministro delle Politiche Agricole e Forestali 20/11/2007; e. vendita di prodotti derivati da attività di artigianato connessi all agricoltura 5

6 Articolo 7 Criteri per la trasparenza dei prezzi Il Comune di Rubiera effettuerà periodicamente la rilevazione dei prezzi, applicati da parte degli operatori ai consumatori con riferimento ad un paniere di prodotti ritenuto significativo. Tali prezzi verranno correlati con quelli raccolti nell ambito della Rilevazione dei prezzi al consumo organizzata dall ISTAT al fine di fornire un indicazione di massima dei prezzi rilevati sul Mercato Contadino. Articolo 8 Modalità di verifica del rispetto delle regole di gestione da parte degli imprenditori agricoli abilitati alla vendita nel mercato L esercizio dell attività di vendita nell ambito del Mercato Contadino, secondo quanto previsto dall art. 3 del D.M. 20/11/2007, non è soggetto alla disciplina sul commercio. Il Mercato Contadino è soggetto all attività di controllo del Comune, che accerta il rispetto delle disposizioni di cui al citato decreto e del presente disciplinare avvalendosi anche, per quanto attiene la provenienza dei prodotti in vendita, delle banche dati della Provincia. L autorizzazione alla partecipazione può essere revocata a coloro che operino in contrasto con le disposizioni dettate nel presente disciplinare e con la normativa di riferimento in materia. Gli imprenditori agricoli partecipanti al mercato sono tenuti a consentire ai competenti organi di controllo e alla Polizia Municipale l effettuazione di verifiche nella propria azienda sulle effettive produzioni e rispettive quantità ed inoltre sono tenuti a dimostrare l osservanza di tutte le normative sulla sanità dei prodotti. Articolo 9 Modalità di vendita Nell area del mercato contadino la vendita si svolge all interno dello spazio assegnato dal soggetto autorizzato a ciascun operatore, utilizzando banchi di vendita, distributori automatici per la vendita del latte crudo, automarket, e, in ogni caso, le strutture di cui si è dotato il soggetto autorizzato in accordo con l Amministrazione Comunale. E consentito l accesso agli imprenditori agricoli con mezzi di trasporto per le sole operazioni di carico e scarico merci, sempre che gli stessi non siano funzionali alla vendita. In ogni caso gli operatori devono: a) assicurare il passaggio dei mezzi di emergenza e di pronto intervento; b) agevolare il transito nel caso in cui uno di loro eccezionalmente debba abbandonare lo spazio assegnato prima dell orario prestabilito. Sotto l aspetto igienico sanitario, le attività di cui al presente disciplinare devono essere svolte in conformità alle normative vigenti in materia di igiene degli alimenti, con particolare riferimento a quanto previsto dal cap. 3 dell allegato 2 del Regolamento CE 852/2004, e dal Regolamento CE 853/2004. Le merci devono essere pesate con bilance tarate secondo la normativa vigente e vendute a peso netto ai sensi della legge 5 agosto 1981, n. 441 e successive modificazioni. L etichettatura o cartellini di vendita di ogni prodotto commercializzato dovrà contenere una comunicazione trasparente, dalla quale il consumatore otterrà efficaci conoscenze ed informazioni oltre che sul prezzo applicato, anche sulla composizione e sulla rintracciabilità. 6

7 Ogni azienda ha l obbligo di indicare con cartelli chiari e ben visibili i prodotti non di propria produzione e la relavita provenienza (denominazione dell azienda agricola e della località da cui proviene). Al termine del mercato ogni operatore dovrà curare la pulizia del proprio spazio. Ogni azienda al momento dell adesione al mercato si impegna a partecipare con continuità secondo gli impegni di partecipazione assunti al momento della domanda. Verrà istituito un Elenco delle imprese aderenti con i prodotti commercializzati e i relativi prezzi che dovrà essere periodicamente aggiornato. Purchè il rumore non arrechi disturbo al pubblico ed alle attività limitrofe, è consentito l utilizzo di mezzi audiovisivi per la dimostrazione dei prodotti posti in vendita. Art. 10 Cause di estromissione dal mercato Le aziende partecipanti al mercato sono tenute alla condivisione ed al rispetto del presente regolamento ed alla collaborazione con il Comune e le altre aziende partecipanti per il buon esito del mercato. L inosservanza del disciplinare comporterà l esclusione definitiva dal mercato. Art. 11 Pagamento dei tributi L occupazione è assoggettata al pagamento del canone per l occupazione suolo ed aree pubbliche (COSAP) a norma del vigente regolamento in materia ed è calcolata tenuto conto del dimensionamento di ogni posteggio, di metri 4,50 x 3,00, per un limite temporale di 5 ore; La riscossione del canone, previo rilascio della relativa concessione, avverrà in via anticipata, con cadenza trimestrale, semestrale o annuale a seconda della stagionalità del prodotto trattato. Sarà cura del competente ufficio comunale provvedere all invio del bollettino precompilato. Non è previsto alcun rimborso in caso di mancata presenza del produttore agricolo. Art. 12 Sanzioni Le violazioni alle disposizioni previste dagli artt. 1 ultimo comma, 2, 5, 6, 9 del presente regolamento, commesse dai soggetti ammessi alla vendita nel locale mercato contadino, sono sanzionate con il pagamento di una somma a titolo di sanzione amministrativa pecuniaria da 25 euro a 500 euro. (1) la degustazione dei prodotti è prevista dalla delibera di Giunta regionale Emilia-Romagna n. 1489/04 ed è sempre consentita, purchè non si effettuino preparazioni di alimenti. 7

8 Tabella A mese Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto specie vegetali Barbabietole, broccoli, carciofi, cardi, carote, cavolfiori, cavolo cappuccio, cavolini di Bruxelles, cavolo verza, cicorie, cime di rapa, cipolle, finocchi, indivie, lattughe, patate, porri, rape, sedano, spinaci, zucche. Arance, banane, cardi, datteri freschi limoni, mandarini, kiwi e pompelmi. Barbabietole, broccoli, carciofi, cardi, carote, cavolfiori, cavolo cappuccio, cavolini di Bruxelles, cavolo verza, cicorie, cime di rapa, cipolle, finocchi, indivie, lattughe, patate, porri, rape, erbette, sedano, spinaci, topinambur. Arance, banane,, limoni, mandarini, kiwi, pompelmi, pere. Asparagi, broccoli, carciofi, carote, cavolfiori, cavolo verza, cavolini di Bruxelles, cicorie, cime di rapa, cipollotti, cipolle, coste, crescione, finocchi, lattughe, patate, porri, rape, rosmarino, rucola, sedano, spinaci Arance, banane, limoni, mele, pere Asparagi, barbabietole, bietole, broccoli,carote, cavolfiori, cavoli verza, cavoli cappuccio, cicorie, cime di rapa, cipolle, cipollotti, coste, finocchi, indivie, lattughe, patate novelle, porri, radicchi, ravanelli, rape, rucola, sedano, spinaci Arance, banane, fragole, limoni, pompelmi Asparagi, barbabietole, bietole, broccoli, carote, cavolfiori, cavolo, verza, cavolo cappuccio, cicorie, cipolle, coste, crescione, erbette, fagiolini, fagioli, finocchi, fave, indivie, lattughe, patate, piselli, pomodori, porri, rape, ravanelli, sedano, spinaci Arance ovali, banane, ciliegie, fragole, nespole Aglio, asparagi, carciofi, cetrioli, finocchi, fiori di zucca, peperoni, barbabietole, bietole, broccoli, carote, cavolfiori, cavolo, cavolo cappuccio, cicorie, cipolle, coste, erbette, fagiolini, fagioli, finocchi, fave, indivie, lattughe, patate, piselli, pomodori, rape, ravanelli, sedano, spinaci, rucola, scalogni, zucchine Albicocche, amarene, banane, ciliegie, fragole, lamponi, more, mirtilli, nespole, pesche, prugne, ribes Aglio, barbabietole, bietole, broccoli, carote, cavolfiori, cavolo, cetrioli, cavolo cappuccio, cicorie, cipolle, coste, fagiolini, fagioli, finocchi, fave, fiori di zucca, indivie, lattughe, melanzane, patate, peperoni, piselli, pomodori, porri, rape, ravanelli, rucola, scalogno, sedano, spinaci, zucchine Albicocche, angurie, ciliegie, fichi, fragole, lamponi, mandorle fresche, meloni, more, mirtilli, pesche, prugne, ribes, pere, susine Barbabietole, bietole, carote, cavoli, cetrioli, cicorie, cipolle, coste, erbette, fagioli, fagiolini, fiori di zucca, indivie, lattughe, melanzane, patate, peperoni, piselli, pomodori, porri, rape, ravanelli, rucola, 8

9 Settembre Ottobre Novembre Dicembre scalogno, sedano, spinaci, zucche, zucchine Angurie, banane, fichi, fragole, lamponi, mele, meloni, mirtilli, more, pere, pesche, prugne, ribes, uva Barbabietole, bietole, carote, cavoli, cetrioli, cicorie, cipolle, coste, erbette, fagioli, fagiolini, indivie, lattughe, melanzane, patate, peperoni, piselli, pomodori, porri, radicchi rossi, rape, ravanelli, rucola, scalogno, sedano, spinaci, zucche, zucchine Banane, fichi, limoni, lamponi, mandorle, mele, melograni, meloni, more, pere, pesche, prugne, uva Barbabietole, bietole, broccoli, carote, cavolo, verza, cavolo cappuccio, cicorie, cipolle, coste, erbette, indivie, lattughe, melanzane, peperoni, porri, prezzeolo, radicchi, rape, ravanelli, rucola,scorzonera,sedano, sedano rapa, spinaci, zucca Ananas, banane, cachi, castagne, limoni, mandorle, melograni, mele, nocciole, noci, pere, uva Barbabietole, bietole, broccoli, carciofi, cavolo verza, cavolo cappuccio, cavolini di Bruxelles, carote, cardi, cicorie, coste, cipolle, erbette, fagioli, finocchi, indivie, lattughe, patate, porri, prezzemolo, radicchi, rape,sedano, sedano rapa,spinaci, topinambur, zucche Ananas, arance, cotogne, cachi, cedri, kiwi, limoni, mandaranci, mandarini, melograni, mele, nocciole, pompelmi Barbabietole, broccoli, cavoli di Bruxelles, carciofi, cardi, cavolfiori, cavolo verza, cavoli cappuccio, cicorie, cime di rape, coste, crescione, finocchi, lattughe, indivie, porri, radicchi, rape, spinaci, topinambur, zucche Ananas, arance, cerdi, kiwi, limoni, mandarini, mele, nespole, nocciole, pompelmi 9

10 Sommario: Finalità... pag. 2 Definizioni... pag. 2 Normativa di riferimento... pag. 2 Art. 1 Ubicazione e caratteristiche del mercato... pag. 3 Art. 2 Soggetti ammessi alla vendita... pag. 3 Art. 3 Assegnazione dei posteggi... pag. 4 Art. 4 Gestione degli spazi commerciali... pag. 4 Art. 5 Categorie merceologiche rappresentate... pag. 4 Art. 6 Vendita ed altre attività consentite... pag. 5 Art. 7 Criteri per la trasparenza dei prezzi... pag. 5 Art. 8 Modalità di verifica del rispetto delle regole di gestione da parte degli imprenditori agricoli abilitati alla vendita nel mercato... pag. 6 Art. 9 Modalità di vendita... pag. 6 Art. 10 Cause di estromissione dal mercato... pag. 7 Art. 11 Pagamento dei tributi pag. 7 Art. 12 Sanzioni. Pag. 7 TABELLA A.. Pag. 8 10

SAN POLO D ENZA REGOLAMENTO DEL MERCATO DEGLI AGRICOLTORI. SanPOLO*AGRICOLO

SAN POLO D ENZA REGOLAMENTO DEL MERCATO DEGLI AGRICOLTORI. SanPOLO*AGRICOLO SAN POLO D ENZA REGOLAMENTO DEL MERCATO DEGLI AGRICOLTORI SanPOLO*AGRICOLO Approvato con Delibera di C.C. n. 19 del 26.03.2013 Finalità Il Mercato Degli Agricoltori è un mercato riservato alla vendita

Dettagli

MERCATO DEL CONTADINO

MERCATO DEL CONTADINO Comune di Poviglio Provincia di Reggio Emilia MERCATO DEL CONTADINO DISCIPLINARE del COMUNE POVIGLIO (Provincia di Reggio Emilia) ALLEGATO B ALLA Delibera di C.C. N. 23 DEL 30.03.2009 MERCATO DEL CONTADINO

Dettagli

gennaio FRUTTA E VERDURA DI STAGIONE 15 mercoledì 23 giovedì 31 venerdì

gennaio FRUTTA E VERDURA DI STAGIONE 15 mercoledì 23 giovedì 31 venerdì CALENDARIO 1 mercoledì 2 giovedì 3 venerdì 4 sabato 5 domenica 6 lunedì 7 martedì 8 mercoledì 9 giovedì 10 venerdì 11 sabato 12 domenica 13 lunedì 14 martedì 15 mercoledì 16 giovedì 17 venerdì 18 sabato

Dettagli

¾ favorire l'incontro tra domanda e offerta di prodotti agro-alimentari tradizionali, locali e di qualità;

¾ favorire l'incontro tra domanda e offerta di prodotti agro-alimentari tradizionali, locali e di qualità; $//(*$72³% $//$'HOLEHUDGL*&1'(/ ',6&,3/,1$5( '(/ 0(5&$72 '(, 352'277, $*5,&2/, $/,0(17$5, '(/ &2081(',3,(75(/&,1$ $UWLFROR)LQDOLWjGHOGLVFLSOLQDUH Il Mercato dei prodotti tipici alimentari del Comune di

Dettagli

gennaio FRUTTA E VERDURA DI STAGIONE QUESTO MESE NELL ORTO O SUL BALCONE

gennaio FRUTTA E VERDURA DI STAGIONE QUESTO MESE NELL ORTO O SUL BALCONE CALENDARIO 1 1 1 1 1 1 1 0 1 / Capodanno / Epifania gennaio 01 Frutta secca Mandarini Cavolo Verza Porri FRUTTA: arance, cachi, castagne, frutta secca, kiwi, limoni, mele, mandaranci, mandarini, pompelmi..

Dettagli

DISCIPLINARE DEL MERCATO DEL CONTADINO DEL COMUNE DI MONTECHIARUGOLO

DISCIPLINARE DEL MERCATO DEL CONTADINO DEL COMUNE DI MONTECHIARUGOLO ALLEGATO A ALLA Delibera di C.C. N.. DEL DISCIPLINARE DEL MERCATO DEL CONTADINO DEL COMUNE DI MONTECHIARUGOLO Articolo 1 - Finalità del disciplinare Il Mercato del contadino è un mercato riservato alla

Dettagli

MENU SETTIMANALE DI GENNAIO

MENU SETTIMANALE DI GENNAIO MENU SETTIMANALE DI GENNAIO AROMI: Prezzemolo, rosmarino, salvia FRUTTA: Arance, cedri, clementine, kiwi, mandarini, limoni, mele Deliziose e Golden, pompelmi VERDURA: Aglio, bietole da costa, carciofi,

Dettagli

COMUNE DI PIEVEPELAGO Provincia di Modena. Disciplinare. del mercato contadino a km zero

COMUNE DI PIEVEPELAGO Provincia di Modena. Disciplinare. del mercato contadino a km zero COMUNE DI PIEVEPELAGO Provincia di Modena Disciplinare del mercato contadino a km zero Articolo 1 Finalità Il Mercato del Contadino a km zero è un mercato riservato alla vendita diretta da parte degli

Dettagli

DISCIPLINARE DEL MERCATO DEL CONTADINO

DISCIPLINARE DEL MERCATO DEL CONTADINO Allegato B COMUNE DI RUSSI Provincia di Ravenna Settore Pianificazione e Gestione del Territorio Servizio Sviluppo Economico DISCIPLINARE DEL MERCATO DEL CONTADINO I:\SVILUPPO ECONOMICO E AMBIENTE\ATTIVITA'

Dettagli

TAV AUTORIZZAZIONI AL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA TAV GRAFICO DELLE AUTORIZZAZIONI AL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA

TAV AUTORIZZAZIONI AL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA TAV GRAFICO DELLE AUTORIZZAZIONI AL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA TAV. 10.1 - AUTORIZZAZIONI AL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA Descrizione esercizi N Autorizzazioni Esercizi alimentari 201 Esercizi non alimentari 859 Minimercati da 200 mq. a 399 mq. 4 Supermercati

Dettagli

TAV AUTORIZZAZIONI AL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA

TAV AUTORIZZAZIONI AL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA Biella - Annuario Statistico 11 - Commercio e Mercati TAV. 11.1 - AUTORIZZAZIONI AL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA Descrizione esercizi N Autorizzazioni anno 2009 N Autorizzazioni esistenti Non alimentari

Dettagli

TAV AUTORIZZAZIONI AL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA

TAV AUTORIZZAZIONI AL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA Biella - Annuario Statistico 11 - Commercio e Mercati TAV. 11.1 - AUTORIZZAZIONI AL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA Descrizione esercizi N Autorizzazioni anno 2006 N Autorizzazioni esistenti Non alimentari

Dettagli

TAV. 10.1 - AUTORIZZAZIONI AL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA

TAV. 10.1 - AUTORIZZAZIONI AL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA Biella - Annuario Statistico 10 - Commercio e Mercati TAV. 10.1 - AUTORIZZAZIONI AL COMMERCIO AL DETTAGLIO IN SEDE FISSA Descrizione esercizi N Autorizzazioni Non alimentari 918 Esercizi di vicinato Alimentari

Dettagli

Disciplinare. del mercato contadino a km zero

Disciplinare. del mercato contadino a km zero Disciplinare del mercato contadino a km zero Articolo 1 Finalità Il Mercato del Contadino a km zero è un mercato riservato alla vendita diretta da parte degli imprenditori agricoli locali con o senza certificazione

Dettagli

COMUNE DI MONTEMILETTO PROVINCIA DI AVELLINO

COMUNE DI MONTEMILETTO PROVINCIA DI AVELLINO COMUNE DI MONTEMILETTO PROVINCIA DI AVELLINO REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE E LO SVOLGIMENTO DEL MERCATINO DENOMINATO MERCATO A KM ZERO Articolo 1 - Finalità del disciplinare Il presente Regolamento

Dettagli

Città di Montalto Uffugo (Provincia di Cosenza)

Città di Montalto Uffugo (Provincia di Cosenza) Città di Montalto Uffugo (Provincia di Cosenza) Ufficio Attività Produttive - Commercio DISCIPLINARE DEL MERCATO DEL CONTADINO INDICE Articolo 1 - Finalità del disciplinare Articolo 2 - Normativa di riferimento

Dettagli

Ogni cosa ha il suo tempo

Ogni cosa ha il suo tempo Ogni cosa ha il suo tempo Quando siamo in cucina, pronte a compiere magie per preparare un piatto, il punto di partenza deve essere la stagionalità. Oggi sui banchi dei supermercati è possibile trovare

Dettagli

Provincia di Reggio Emilia MERCATO DEL CONTADINO. REGOLAMENTO del COMUNE CASTELNOVO né MONTI. (Provincia di Reggio Emilia)

Provincia di Reggio Emilia MERCATO DEL CONTADINO. REGOLAMENTO del COMUNE CASTELNOVO né MONTI. (Provincia di Reggio Emilia) ALLEGATO A COMUNE DI CASTELNOVO NÉ MONTI Provincia di Reggio Emilia MERCATO DEL CONTADINO REGOLAMENTO del COMUNE CASTELNOVO né MONTI (Provincia di Reggio Emilia) Approvato con delibera di Consiglio Comunale

Dettagli

Comune di Padova REGOLAMENTO COMUNALE DEI MERCATI DEDICATI ALLA VENDITA DIRETTA DA PARTE DEGLI IMPRENDITORI AGRICOLI

Comune di Padova REGOLAMENTO COMUNALE DEI MERCATI DEDICATI ALLA VENDITA DIRETTA DA PARTE DEGLI IMPRENDITORI AGRICOLI Comune di Padova REGOLAMENTO COMUNALE DEI MERCATI DEDICATI ALLA VENDITA DIRETTA DA PARTE DEGLI IMPRENDITORI AGRICOLI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 68 del 5 luglio 2011 INDICE Art.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL MERCATO AGRICOLO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL MERCATO AGRICOLO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL MERCATO AGRICOLO Art. 1. Istituzione. E istituito il mercato riservato alla vendita diretta da parte degli imprenditori agricoli denominato Mercato contadino, ubicato

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MERCATINO DI SAN ZENO DAL PRODUTTORE AL CONSUMATORE

REGOLAMENTO DEL MERCATINO DI SAN ZENO DAL PRODUTTORE AL CONSUMATORE COMUNE DI MOZZECANE Provincia di Verona Via C.B. Brenzoni n. 26 37060 Mozzecane CF/PI 00354500233 REGOLAMENTO DEL MERCATINO DI SAN ZENO DAL PRODUTTORE AL CONSUMATORE Approvato con deliberazione di C.C.

Dettagli

ALLEGATO E MODULO DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA ECONOMICA LOTTO 5 PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI FRESCHI. Io sottoscritto. nato a il. residente a in Via n.

ALLEGATO E MODULO DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA ECONOMICA LOTTO 5 PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI FRESCHI. Io sottoscritto. nato a il. residente a in Via n. ALLEGATO E MODULO DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA ECONOMICA LOTTO 5 PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI FRESCHI Io sottoscritto nato a il residente a in Via n. in qualità di (scegliere A o B) A. legale rappresentante

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MERCATO CONTADINO

REGOLAMENTO DEL MERCATO CONTADINO ALL. A REGOLAMENTO DEL MERCATO CONTADINO Articolo 1 - Finalità Il Comune di Cavriago istituisce un mercato riservato all esercizio della vendita diretta da parte degli imprenditori agricoli, ai sensi del

Dettagli

Ordinanza concernente l importazione e l esportazione di verdura, frutta e prodotti della floricoltura

Ordinanza concernente l importazione e l esportazione di verdura, frutta e prodotti della floricoltura Ordinanza concernente l importazione e l esportazione di verdura, frutta e prodotti della floricoltura (OIEVFF) Modifica del 6 ottobre 2004 L Ufficio federale dell agricoltura, visto l articolo 9 capoverso

Dettagli

Ordinanza concernente l importazione e l esportazione di verdura, frutta e prodotti della floricoltura

Ordinanza concernente l importazione e l esportazione di verdura, frutta e prodotti della floricoltura Ordinanza concernente l importazione e l esportazione di verdura, frutta e prodotti della floricoltura (OIEVFF) Modifica del 26 ottobre 2006 L Ufficio federale dell agricoltura, visto l articolo 9 capoverso

Dettagli

MENU STANDARD INVERNALE (NIDO) PRIMA SETTIMANA

MENU STANDARD INVERNALE (NIDO) PRIMA SETTIMANA PRIMA SETTIMANA pasta e fagioli 30/35 pasta e 30 fagioli lunedì verdura di stagione 50 pane 30 passato di verdura con pasta 30/35 pasta 40 verdure martedì petto di pollo 40 piselli 30 piselli pasta con

Dettagli

Prodotto. Confetture e marmellate extra 100g

Prodotto. Confetture e marmellate extra 100g Listino prezzi al consumatore 201 Prodotto Prezzo pubblico con IVA Confetture e marmellate extra 100g 01 Confettura extra di albicocche 100g 02 Confettura extra di amarene 100g 03 Marmellata extra di arance

Dettagli

Deliberazione del Consiglio comunale REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEL MERCATO DI FILIERA CORTA (PRODOTTI AGRICOLI A KM ZERO)

Deliberazione del Consiglio comunale REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEL MERCATO DI FILIERA CORTA (PRODOTTI AGRICOLI A KM ZERO) Ufficio Commercio mail commercio@comune.abbadia.siena.it Deliberazione del Consiglio comunale n. 5 del 26/03/2015 REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEL MERCATO DI FILIERA CORTA (PRODOTTI

Dettagli

COMUNE DI CISTERNA DI LATINA PROVINCIA DI LATINA Medaglia D argento al Valor Civile

COMUNE DI CISTERNA DI LATINA PROVINCIA DI LATINA Medaglia D argento al Valor Civile COMUNE DI CISTERNA DI LATINA PROVINCIA DI LATINA Medaglia D argento al Valor Civile REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SVOLGIMENTO DEL MERCATO CONTADINO FARMER MARKET REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SVOLGIMENTO DEL

Dettagli

COMUNE DI RUBIERA FARMER S MARKET (D.M. 20/11/2007) REGOLAMENTO MERCATO CONTADINO

COMUNE DI RUBIERA FARMER S MARKET (D.M. 20/11/2007) REGOLAMENTO MERCATO CONTADINO COMUNE DI RUBIERA FARMER S MARKET (D.M. 20/11/2007) REGOLAMENTO MERCATO CONTADINO Allegato A alla delibera di C.C. n 45 del 20 ottobre 2008 Finalità Il Mercato degli Agricoltori è un mercato riservato

Dettagli

Variazione percentuale e andamento mensile

Variazione percentuale e andamento mensile 2013-2014 Variazione % sul totale Totali 13 Kg Totali 14 KG Dif. Kg Diff.% Gennaio 29.833.012 29.653.107-179.905-0,60% DF Febbraio 26.550.364 28.711.108 2.160.744 8,14% DF Marzo 29.993.720 29.989.938-3.782-0,01%

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea

Gazzetta ufficiale dell'unione europea 8.4.2004 L 104/135 IT RETTIFICHE Rettifica della direttiva 2003/113/CE della Commissione, del 3 dicembre 2003, che modifica gli allegati delle direttive 86/362/CEE, 86/363/CEE e 90/642/CEE del Consiglio,

Dettagli

RICHIESTA DI PARTECIPAZIONE AL MERCATO DEL CONTADINO

RICHIESTA DI PARTECIPAZIONE AL MERCATO DEL CONTADINO Spazio riservato all Ufficio Marca da Bollo 14,62 L operatore interessato a più di un può presentare domanda indifferentemente a uno dei tre Comuni; il ricevente trasmetterà la copia agli altri Comuni

Dettagli

ALLEGATO A (rif. articolo 3) Dimensione minima delle Organizzazioni di Produttori OP

ALLEGATO A (rif. articolo 3) Dimensione minima delle Organizzazioni di Produttori OP ALLEGATO A (rif. articolo 3) Dimensione minima delle Organizzazioni di Produttori OP 07 Gruppi di prodotto Prodotti singoli Parametro di riconoscimento Codice CN Descrizione del gruppo Codice CN Prodotti

Dettagli

3- QUALI SONO I FRUTTI CHE TI PIACCIONO E MANGI ABITUALMENTE?

3- QUALI SONO I FRUTTI CHE TI PIACCIONO E MANGI ABITUALMENTE? Questionario di Ingresso A TUTTA FRUTTA!! 5porzioni, 5 colori Progetto pilota di Educazione alimentare e consumo consapevole rivolto ad insegnanti e studenti delle scuole dell infanzia, primaria e secondaria

Dettagli

COMUNE DI BOSCOREALE Provincia di Napoli

COMUNE DI BOSCOREALE Provincia di Napoli REGOLAMENTO DEI MERCATI PER LA VENDITA DIRETTA DI PRODOTTI AGRICOLI Deliberazione del Commissario Straordinario n 27 del 07/03/2013 1 Art. 1 Oggetto del regolamento 1. ll presente regolamento disciplina,

Dettagli

Variazione percentuale e andamento mensile

Variazione percentuale e andamento mensile 2012-2013 Variazione % sul totale Totali 12 Kg Totali 13 KG Dif. Kg Diff.% Gennaio 31.870.027 29.833.012-2.037.015-6,39% DF Febbraio 30.047.166 26.550.364-3.496.802-11,64% DF Marzo 30.052.684 29.993.720-58.964-0,20%

Dettagli

REGOLAMENTO MERCATO MENSILE AGROALIMENTARE SABINA AGRESTE

REGOLAMENTO MERCATO MENSILE AGROALIMENTARE SABINA AGRESTE REGOLAMENTO MERCATO MENSILE AGROALIMENTARE SABINA AGRESTE Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n.05 del 13 febbraio 2017 SOMMARIO Art. 1 - Finalità. Art. 2 - Normativa di riferimento Art..

Dettagli

COMUNICA INIZIO ATTIVITA DI VENDITA AL DETTAGLIO DI PRODOTTI PROVENIENTI IN MISURA PREVALENTE DALLA SUDDETTA AZIENDA AGRICOLA PER:

COMUNICA INIZIO ATTIVITA DI VENDITA AL DETTAGLIO DI PRODOTTI PROVENIENTI IN MISURA PREVALENTE DALLA SUDDETTA AZIENDA AGRICOLA PER: Comunicazione non soggetta ad imposta di bollo COMUNICAZIONE ATTIVITA DI VENDITA AL DETTAGLIO DI PRODOTTI DELL AGRICOLTURA art.4 del D.lgs 18.5.2001 n.228 2 copie in carta semplice da presentare all Ufficio

Dettagli

LA PLV ORTOFRUTTICOLA IN ITALIA. DATI 2011 Il panorama ortofrutticolo italiano delineato da CSO su i dati INEA.

LA PLV ORTOFRUTTICOLA IN ITALIA. DATI 2011 Il panorama ortofrutticolo italiano delineato da CSO su i dati INEA. LA PLV ORTOFRUTTICOLA IN ITALIA DATI 2011 Il panorama ortofrutticolo italiano delineato da CSO su i dati INEA. La PLV agricola italiana (2000-2011) Nel 2011 la PLV agricola italiana si è attestata su oltre

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - CREMONA

CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - CREMONA CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - CREMONA Listino settimanale dei prezzi all'ingrosso rilevati sulla piazza di Cremona Salvo diversa indicazione, i prezzi si riferiscono alla fase

Dettagli

COMUNE DI RIOLO TERME PROVINCIA DI RAVENNA

COMUNE DI RIOLO TERME PROVINCIA DI RAVENNA COMUNE DI RIOLO TERME PROVINCIA DI RAVENNA REGOLAMENTO DEL MERCATO AGRICOLO DEL COMUNE DI RIOLO TERME RISERVATO ALLA VENDITA DIRETTA DA PARTE DEGLI IMPRENDITORI AGRICOLI IN VIA SPERIMENTALE PER L ANNO

Dettagli

Comune di Diano Marina

Comune di Diano Marina Comune di Diano Marina Provincia di Imperia COLDIRETTI CONFAGRICOLTORI MERCATO DEI PRODOTTI AGRICOLI GLI ORTI DI DIANO REGOLAMENTO Decreto Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali del

Dettagli

TESTO COORDINATO REGOLAMENTO DEL MERCATO DEL CONTADINO

TESTO COORDINATO REGOLAMENTO DEL MERCATO DEL CONTADINO TESTO COORDINATO REGOLAMENTO DEL MERCATO DEL CONTADINO Istituito con deliberazione del Consiglio Comunale n 107 del 20/11/2012 e modificato con deliberazionedel Consiglio Comunale n 3 del 27/01/2014 e

Dettagli

Variazioni in percentuale e andamento mensile

Variazioni in percentuale e andamento mensile 2015-2016 Variazione % sul totale Totali '15 Kg Totali '16 KG Dif. Kg Diff.% Gennaio 28.419.937 28.522.359 102.422 0,36% DF Febbraio 25.561.531 29.860.173 4.298.642 16,82% DF Marzo 30.057.654 32.516.518

Dettagli

COMUNE DI MALALBERGO. (Bologna)

COMUNE DI MALALBERGO. (Bologna) COMUNE DI MALALBERGO (Bologna) REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SVOLGIMENTO DEL MERCATO CONTADINO DI ALTEDO PER LA VENDITA DIRETTA DI PRODOTTI AGRICOLI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N.

Dettagli

APPENDICE PRINCIPALI GRANDEZZE DEL SISTEMA INTERNAZIONALE (SI)

APPENDICE PRINCIPALI GRANDEZZE DEL SISTEMA INTERNAZIONALE (SI) APPENDICE PRINCIPALI GRANDEZZE DEL SISTEMA INTERNAZIONALE (SI) Grandezze fondamentali Unità di misura Simbolo Lunghezza, distanza metro m Massa kilogrammo kg Volume metro cubo m 3 Energia, calore e lavoro

Dettagli

COMUNE DI COLOGNO AL SERIO Provincia di Bergamo

COMUNE DI COLOGNO AL SERIO Provincia di Bergamo COMUNE DI COLOGNO AL SERIO Provincia di Bergamo Disciplinare del Mercato di Cologno al Serio riservato alla vendita diretta da parte degli imprenditore agricoli Approvato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

Mercato Ortofrutticolo all'ingrosso del Comune di Reggio Calabria

Mercato Ortofrutticolo all'ingrosso del Comune di Reggio Calabria Mercato Ortofrutticolo all'ingrosso del Comune di Reggio Calabria L i s t i n o P r e z z i dal 10/1/011 al 15/1/011 SPECIE Minimo Medio Massimo *** ORTAGGI *** Aglio confez. da Kg.4 Cina 16,00 16,50 17,00

Dettagli

FILIERA CORTA ADEMPIMENTI PER LE AZIENDE AGRICOLE

FILIERA CORTA ADEMPIMENTI PER LE AZIENDE AGRICOLE FILIERA CORTA ADEMPIMENTI PER LE AZIENDE AGRICOLE Il termine Filiera corta sta diventando un termine di uso comune. Nel settore agroalimetare per Coldiretti con tale termine si intende la vendita diretta

Dettagli

I.P.S. G. RAVIZZA Novara, Italy

I.P.S. G. RAVIZZA Novara, Italy I.P.S. G. RAVIZZA Novara, Italy LA DIETA MEDITERRANEA PATRIMONIO DELL UMANITA!!! Dal16 Novembre 2010 la Dieta Mediterranea è stata dichiarata dall UNESCO Patrimonio Immateriale dell Umanità. Attività

Dettagli

INDICE. Prefazione di Red Canzian...7. Primavera Le Ricette di Renata Balducci Le Ricette di Chicco Coria

INDICE. Prefazione di Red Canzian...7. Primavera Le Ricette di Renata Balducci Le Ricette di Chicco Coria INDICE Prefazione di Red Canzian...7 Introduzione di Renata Balducci...10 Introduzione di Chicco Coria... 13 Il Vino è un Alimento Vegan?...15 Nobili Scorpacciate Vegan...19 Primavera...21 Le Ricette di

Dettagli

Allegato A) Rese medie regionali annualità 2014

Allegato A) Rese medie regionali annualità 2014 Allegato A) Rese medie regionali annualità 2014 Fascia altimetrica Colture vegetali Resa quintali / numero / ettaro / coltura MEDIA REGIONALE ANNUALITA' 2014 ACTINIDIA 380,00 Collina ACTINIDIA 300,00 ACTINIDIA

Dettagli

Approvato con delibera del C.C. n. 37 dell 8/7/2013

Approvato con delibera del C.C. n. 37 dell 8/7/2013 REGOLAMENTO COMUNALE PER LA VENDIITA DIIRETTA DII PRODOTTII RIISERVATA AGLII IIMPRENDIITORII AGRIICOLII Approvato con delibera del C.C. n. 37 dell 8/7/2013 L ASSESSORE ALLE ATTIVITA PRODUTTIVE Dott. Oliviero

Dettagli

Gruppi di prodotto Parametro di. prodotti riconoscimento ( ) codice NC * Descrizione del gruppo Codice NC* Prodotto

Gruppi di prodotto Parametro di. prodotti riconoscimento ( ) codice NC * Descrizione del gruppo Codice NC* Prodotto ALLEGATO A) DISPOSIZIONI REGIONALI RELATIVE AL RICONOSCIMENTO DELLE ORGANIZZAZIONI DI PRODUTTORI ORTOFRUTTICOLI Il presente documento definisce le disposizioni regionali relative al riconoscimento delle

Dettagli

PRODUZIONI MASSIME ASSICURABILI PER ETTARO - CREMONA Cod Prod Ania

PRODUZIONI MASSIME ASSICURABILI PER ETTARO - CREMONA Cod Prod Ania PRODUZIONI MASSIME ASSICURABILI PER ETTARO - CREMONA C01 100A000 actinidia Actinidia 270,00 C01 100B000 actinidia B Actinidia 270,00 C01 100B400 actinidi B sotto antibrina Actinidia 270,00 C01 100C000

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SVOLGIMENTO DEL MERCATO DI VENDITA DIRETTA DI PRODOTTI AGRICOLI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SVOLGIMENTO DEL MERCATO DI VENDITA DIRETTA DI PRODOTTI AGRICOLI REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SVOLGIMENTO DEL MERCATO DI VENDITA DIRETTA DI PRODOTTI AGRICOLI REGOLAMENTO COMUNALE PER LO SVOLGIMENTO DEL MERCATO DI VENDITA DIRETTA DI PRODOTTI AGRICOLI Indice Art. 1 Ambito

Dettagli

TABELLA ALIMENTARE VEGETARIANA

TABELLA ALIMENTARE VEGETARIANA TABELLA ALIMENTARE VEGETARIANA Cereali e derivati Avena 16,9 6,9 55,7 10,6 389 Farina di avena 12,6 7,1 72,9 7,6 388 Farina di castagne 5,8 3,7 71,6 10,9 323 Farina di ceci 21,8 4,9 54,3 13,8 334 Farina

Dettagli

COMUNE DI SAN CARLO CANAVESE

COMUNE DI SAN CARLO CANAVESE Allegato alla deliberazione G.C. n. 175 del 28 dicembre 2016 IL SEGRETARIO COMUNALE f.to VENTULLO Dr.ssa Stefania COMUNE DI SAN CARLO CANAVESE DISCIPLINARE DEL MERCATO RISERVATO ALL ESERCIZIO DELLA VENDITA

Dettagli

Allegato A) Elenco aggiornato delle rese medie regionali definite per l'annualità assuntiva 2013

Allegato A) Elenco aggiornato delle rese medie regionali definite per l'annualità assuntiva 2013 Allegato A) Elenco aggiornato delle rese medie regionali definite per l'annualità assuntiva 2013 Fascia altimetrica Colture vegetali Resa quintali / numero / ettaro / coltura MEDIA REGIONALE ANNUALITA'

Dettagli

COMUNE DI PONTECAGNANO FAIANO PROVINCIA DI SALERNO

COMUNE DI PONTECAGNANO FAIANO PROVINCIA DI SALERNO COMUNE DI PONTECAGNANO FAIANO PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER LA VENDITA AL PUBBLICO DEI PRODOTTI DI PROPRIA PRODUZIONE DA PARTE DEGLI IMPRENDITORI AGRICOLI Approvato con delibera di Consiglio Comunale

Dettagli

2. UBICAZIONE E CARATTERISTICHE DEL MERCATO E DEI POSTEGGI DA ASSEGNARE

2. UBICAZIONE E CARATTERISTICHE DEL MERCATO E DEI POSTEGGI DA ASSEGNARE 2. UBICAZIONE E CARATTERISTICHE DEL MERCATO E DEI POSTEGGI DA ASSEGNARE Il mercato degli agricoltori, denominato "Mercato agricolo di Treviso" ha le seguenti caratteristiche: Luogo di svolgimento: Piazza

Dettagli

CERTIFICATO DI CONFORMITA' Allegato a Documento giustificativo ai sensi dell'art. 29, 1 del Reg CE 834/07 SPREAFICO FRANCESCO E F.

CERTIFICATO DI CONFORMITA' Allegato a Documento giustificativo ai sensi dell'art. 29, 1 del Reg CE 834/07 SPREAFICO FRANCESCO E F. documento giustificativo E' CONFORME AI REQUISITI DEL PRODOTTO BIOLOGICO Reg. CE 834/07 E CE 889/08 MEETS THE REQUIREMENTS OF ORGANIC PRODUCT Reg. EC 834/07 AND EC 889/08 ll presente documento è valido

Dettagli

S C H E D A D I D A T T I C A FANTATEATRO

S C H E D A D I D A T T I C A FANTATEATRO r 2 La Regina Carciofona a n a m i t t e In s o l o Andiamo a Giocare in Teatro! D TA TE AT RO FA N SCHEDA DIDATTICA Sono cinque i colori fondamentali (in tutte le loro variazioni) che frutta e verdura

Dettagli

UNIONE DELLA ROMAGNA FAENTINA

UNIONE DELLA ROMAGNA FAENTINA ALLEGATO A Atto Consiglio dell'unione della Romagna Faentina n. del UNIONE DELLA ROMAGNA FAENTINA REGOLAMENTO DEL MERCATO AGRICOLO DEL COMUNE DI SOLAROLO RISERVATO ALLA VENDITA DIRETTA DA PARTE DEGLI IMPRENDITORI

Dettagli

CITTA DI CALATAFIMI SEGESTA REGOLAMENTO

CITTA DI CALATAFIMI SEGESTA REGOLAMENTO CITTA DI CALATAFIMI SEGESTA (Libero consorzio Comunale di Trapani) ISTITUZIONE DEL MERCATO DEL CONTADINO E FINALITÀ DEL REGOLAMENTO REGOLAMENTO Approvato dal Consiglio Comunale con Deliberazione di n.

Dettagli

MERCURIALE SETTIMANALE PREZZI ALL INGROSSO

MERCURIALE SETTIMANALE PREZZI ALL INGROSSO Rilevazioni settimana dal 25 al 31 GENNAIO 2016 MERCURIALE SETTIMANALE PREZZI ALL INGROSSO DESCRIZIONE PREZZO PREZZO PREZZO MEDIO MINIMO MASSIMO ACTINIDIA HAYWARD 100-110 ALLA RINFUSA ITALIA 1,85 1,00

Dettagli

APRILE SEMINE IN CAMPO 01 SAB 02 DOM 03 LUN 04 MAR 05 MER 06 GIO 07 VEN 08 SAB 09 DOM 10 LUN 11 MAR 12 MER 13 GIO 14VEN 15 SAB 16 DOM

APRILE SEMINE IN CAMPO 01 SAB 02 DOM 03 LUN 04 MAR 05 MER 06 GIO 07 VEN 08 SAB 09 DOM 10 LUN 11 MAR 12 MER 13 GIO 14VEN 15 SAB 16 DOM CALENDARIO ARE APRILE Patate, fagioli, rapanelli, barbabietole, carote, cipolle, coste, cicoria, lattuga, spinaci, rucola, zucca, zucchina, porri, cetrioli, peperoni, melanzane, pomodori. Cetrioli, zucchine,

Dettagli

PREZZI INDICATIVI FORNITI DAGLI OPERATORI DEL MERCATO VARIETA' CALIBRO CAT. ORIGINE (ISO) * * ASPETTO ESTERIORE Kg.Nr.Mz.Pz.Co.

PREZZI INDICATIVI FORNITI DAGLI OPERATORI DEL MERCATO VARIETA' CALIBRO CAT. ORIGINE (ISO) * * ASPETTO ESTERIORE Kg.Nr.Mz.Pz.Co. COMUNE DI PISA DIREZIONE - SUAP - ATTIVITA' PRODUTTIVE MERCURIALE DEL GIORNO 19/01/2015 PREZZI INDICATIVI FORNITI DAGLI OPERATORI DEL MERCATO VARIETA' CALIBRO CAT. ORIGINE (ISO) * * ASPETTO ESTERIORE Kg.Nr.Mz.Pz.Co.

Dettagli

CONSIGLI SULLE CONDIZIONI

CONSIGLI SULLE CONDIZIONI MSC MEDITERRANEAN SHIPPING COMPANY S.A. Page 1 of 5 Per evitare potenziali rischi alle condizioni del carico durante il trasporto, è introdurre un flusso di aria fresca. In questo modo è ridurre al minimo

Dettagli

Ordinanza concernente l importazione e l esportazione di verdura, frutta e prodotti della floricoltura

Ordinanza concernente l importazione e l esportazione di verdura, frutta e prodotti della floricoltura Ordinanza concernente l importazione e l esportazione di verdura, frutta e prodotti della floricoltura (OIEVFF) Modifica dell 8 marzo 2002 Il Consiglio federale svizzero ordina: I L ordinanza del 7 dicembre

Dettagli

APPENDICE 3.B5 VERDURE ED ORTAGGI

APPENDICE 3.B5 VERDURE ED ORTAGGI APPENDICE 3.B5 VERDURE ED ORTAGGI (g/die) CONSUMI DEL CAMPIONE TOTALE 22 VERDURE ED ORTAGGI Tabella 1.1- Media, deviazione standard, mediana, alti percentili del consumo giornaliero (g/die) del campione

Dettagli

Mese di Giugno: semina, raccolto e lavori nell'orto. Scritto da Wolfman

Mese di Giugno: semina, raccolto e lavori nell'orto. Scritto da Wolfman Con l'arrivo del mese di giugno inizierà il periodo degli ortaggi estivi da raccogliere, delle semine e dei trapianti da effettuare in piena terra, magari ricordando di seguire il calendario lunare, al

Dettagli

COMUNE DI VICENZA MERCATO ALL'INGROSSO DEI PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI VICENZA - V.le Mercato Nuovo, 32 Tel. 0444/960013 Fax. 281711

COMUNE DI VICENZA MERCATO ALL'INGROSSO DEI PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI VICENZA - V.le Mercato Nuovo, 32 Tel. 0444/960013 Fax. 281711 COMUNE DI VICENZA MERCATO ALL'INGROSSO DEI PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI VICENZA - V.le Mercato Nuovo, 32 Tel. 0444/960013 Fax. 281711 LISTINO n 34 del 29/09/2016 ORTAGGI AGLIO PRIMA Trecce/Mazzi/Grap.Li FRANCIA

Dettagli

PLV ITALIA: ORTOFRUTTA. DATI AGGIORNATI AL 2012 Il panorama ortofrutticolo italiano delineato da CSO sui dati INEA.

PLV ITALIA: ORTOFRUTTA. DATI AGGIORNATI AL 2012 Il panorama ortofrutticolo italiano delineato da CSO sui dati INEA. PLV ITALIA: ORTOFRUTTA DATI AGGIORNATI AL 2012 Il panorama ortofrutticolo italiano delineato da CSO sui dati INEA. INDICE pagina 1 La PLV agricola italiana 3 2 Distribuzione regionale della PLV 4 Ti invitiamo

Dettagli

Le proprietà benefiche degli alimenti in base al colore [1]

Le proprietà benefiche degli alimenti in base al colore [1] Published on l'albero (http://www.alberobio.it) Home > Le proprietà benefiche degli alimenti in base al colore Le proprietà benefiche degli alimenti in base al colore [1] Le proprietà benefiche degli alimenti

Dettagli

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 26/05/2016-01/06/2016

Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 26/05/2016-01/06/2016 Quotazioni della Borsa Merci Telematica Italiana riferite al periodo 26/05/2016-01/06/2016 Comunicazione Prezzi Regionale Le quotazioni delle singole regioni si riferiscono ai diversi contratti conclusi

Dettagli

MERCURIALE SETTIMANALE PREZZI ALL INGROSSO

MERCURIALE SETTIMANALE PREZZI ALL INGROSSO MERCURIALE SETTIMANALE PREZZI ALL INGROSSO Rilevazioni settimana 18-24 MARZO 2013 DESCRIZIONE PREZZO PREZZO PREZZO MEDIO MINIMO MASSIMO ACTINIDIA HAYWARD 100-110 ALLA RINFUSA ITALIA 1,25 0,90 1,60 AGLI

Dettagli

N.B. Le seguenti grammature sono indicative per alcuni piatti e sono da considerarsi a crudo e al netto degli scarti.

N.B. Le seguenti grammature sono indicative per alcuni piatti e sono da considerarsi a crudo e al netto degli scarti. Grammature di riferimento Allegato D) N.B. Le seguenti grammature sono indicative per alcuni piatti e sono da considerarsi a crudo e al netto degli scarti. PRIMI PIATTI Infanzia Primarie Secondarie 1 grado

Dettagli

Il Mercato Agricolo di Silea è un mercato riservato alla vendita diretta da parte degli

Il Mercato Agricolo di Silea è un mercato riservato alla vendita diretta da parte degli Disciplinare del "Mercato Agricolo di Silea" Indice Premesse Normativa di riferimento Articolo 1 Caratteristiche del mercato Articolo 2 Settori merceologici Articolo 3 Assegnazione dei posteggi Articolo

Dettagli

A.R.T.E.A. Via S. Donato 42/ Firenze. A.G.R.E.A. Largo Caduti del Lavoro, Bologna. A.V.E.P.A Via N. Tommaseo, Padova

A.R.T.E.A. Via S. Donato 42/ Firenze. A.G.R.E.A. Largo Caduti del Lavoro, Bologna. A.V.E.P.A Via N. Tommaseo, Padova AREA COORDINAMENTO Via Torino, 45 00184 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. ACIU.2007.551 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 19 luglio 2007 A AGEA - Uff. Monocratico - Area Controlli - Area Aut.

Dettagli

Regolamento per lo svolgimento del Mercato contadino. Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 del

Regolamento per lo svolgimento del Mercato contadino. Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 del 2016 Regolamento per lo svolgimento del Mercato contadino Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 del 27.04.2016 INDICE Art. 1 Oggetto e finalità Art. 2 Ammissibilità dei soggetti Art.

Dettagli

073 AGLIO TUTTE LE VARIETA' , AVENA TUTTE LE VARIETA' , BARBABIETOLA DA ZUCCHERO RADICE TUTTE LE VARIETA' ,02

073 AGLIO TUTTE LE VARIETA' , AVENA TUTTE LE VARIETA' , BARBABIETOLA DA ZUCCHERO RADICE TUTTE LE VARIETA' ,02 Consorzio di difesa di Terni: prezzi dei prodotti campagna assicurativa DESCRIZIONE 100 ACTINIDIA TUTTE LE 09999 55,86 073 AGLIO TUTTE LE 09999 181,98 093 ALBICOCCHE TUTTE LE 09999 96,10 107 ARACHIDI TUTTE

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MERCATO DEI PRODUTTORI AGRICOLI DENOMINATO Agrimercato di Legnaro. ART. 1 Caratteristiche dei mercati

REGOLAMENTO DEL MERCATO DEI PRODUTTORI AGRICOLI DENOMINATO Agrimercato di Legnaro. ART. 1 Caratteristiche dei mercati REGOLAMENTO DEL MERCATO DEI RODUTTORI AGRICOLI DENOMINATO Agrimercato di Legnaro ART. 1 Caratteristiche dei mercati Luogo di svolgimento: IAZZA COSTITUZIONE; Dimensioni: n. 20 posteggi 5X3 mt come da planimetria

Dettagli

Deliberazione della Giunta Comunale COPIA. Delibera N. 60 in data

Deliberazione della Giunta Comunale COPIA. Delibera N. 60 in data Deliberazione della Giunta Comunale COPIA Delibera N. 60 in data 26.05.2016 OGGETTO: REALIZZAZIONE EVENTO SPERIMENTALE DENOMINATO MERCATO DEL CONTADINO ANNO 2016 L anno D U E M I L A S E D I C I questo

Dettagli

Le sanzioni UE alla Russia e le contro-sanzioni russe

Le sanzioni UE alla Russia e le contro-sanzioni russe Le sanzioni UE alla Russia e le contro-sanzioni russe Federazione Russa misure adottate 1. Decreto Presidente della Federazione Russa No. 560 06.08.2014 Applicazione di Misure Economiche Speciali per proteggere

Dettagli

COMUNE DI MORI DISCIPLINARE DEL MERCATO AGRICOLO SPECIALIZZATO BIODISTRETTO

COMUNE DI MORI DISCIPLINARE DEL MERCATO AGRICOLO SPECIALIZZATO BIODISTRETTO All. sub. 2) COMUNE DI MORI DISCIPLINARE DEL MERCATO AGRICOLO SPECIALIZZATO BIODISTRETTO Approvato con delibera di Giunta Comunale n. del Premesse Il Mercato agricolo specializzato - biodistretto di Mori-

Dettagli

DISCIPLINARE PER LO SVOLGIMENTO DEL MERCATO RISERVATO ALLA VENDITA DIRETTA DA PARTE DEGLI IMPRENDITORI AGRICOLI

DISCIPLINARE PER LO SVOLGIMENTO DEL MERCATO RISERVATO ALLA VENDITA DIRETTA DA PARTE DEGLI IMPRENDITORI AGRICOLI COMUNE DI CESANO BOSCONE PROVINCIA DI MILANO COMUNE DI CESANO BOSCONE SETTORE TERRITORIO ED AMBIENTE Servizio sviluppo del territorio DISCIPLINARE PER LO SVOLGIMENTO DEL MERCATO RISERVATO ALLA VENDITA

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL MERCATO PER LA VENDITA DIRETTA DI PRODOTTI RISERVATA AGLI IMPRENDITORI AGRICOLI

REGOLAMENTO COMUNALE DEL MERCATO PER LA VENDITA DIRETTA DI PRODOTTI RISERVATA AGLI IMPRENDITORI AGRICOLI REGOLAMENTO COMUNALE DEL MERCATO PER LA VENDITA DIRETTA DI PRODOTTI RISERVATA AGLI IMPRENDITORI AGRICOLI approvato con DCC n. 21 del 04.05.2010 modificato con DCC n. 62 del 28.12.2012 in vigore dal 15.02.2013

Dettagli

COMUNE DI LUGO (Provincia di Ravenna)

COMUNE DI LUGO (Provincia di Ravenna) ALLEGATO A DELLA DELIBERA DI C.C. N. 62 DEL 22/7/2010 COMUNE DI LUGO (Provincia di Ravenna) DISCIPLINARE DEL MERCATO DEL CONTADINO DI LUGO GIUGNO 2010 1 DISCIPLINARE DEL MERCATO Premesse Il Mercato Del

Dettagli

L'Imprenditore Agricolo è un soggetto economico, definito dal Codice Civile, che trova la prima propria definizione nella figura dell'imprenditore:

L'Imprenditore Agricolo è un soggetto economico, definito dal Codice Civile, che trova la prima propria definizione nella figura dell'imprenditore: L'Imprenditore Agricolo è un soggetto economico, definito dal Codice Civile, che trova la prima propria definizione nella figura dell'imprenditore: "E imprenditore chi esercita professionalmente un'attività

Dettagli

COMUNE DI BRACCIANO (Provincia di Roma)

COMUNE DI BRACCIANO (Provincia di Roma) COMUNE DI BRACCIANO (Provincia di Roma) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEL MERCATO CONTADINO E DEI PRODOTTI TIPICI LOCALI MERCATO CONTADINO DI BRACCIANO Approvato con deliberazione di Consiglio

Dettagli

Consorzio di difesa di Terni: prezzi dei prodotti campagna assicurativa 2012

Consorzio di difesa di Terni: prezzi dei prodotti campagna assicurativa 2012 DESCRIZIONE 100 100A000 ACTINIDIA TUTTE LE 09999 49,86 073 0730000 AGLIO TUTTE LE 09999 227,14 093 093A000 ALBICOCCHE TUTTE LE 09999 94,37 053 0530000 ASPARAGO TUTTE LE 09999 232,63 401 4010000 AVENA TUTTE

Dettagli

[ ] Titolare dell omonima impresa individuale

[ ] Titolare dell omonima impresa individuale Marca da bollo da Euro 14,62 SPETTABILE COMUNE DI BEDIZZOLE Ufficio attività Produttive DOMANDA PER VENDITA AL PUBBLICO DI PRODOTTI AGRICOLI SU AREE PUBBLICHE MEDIANTE L UTILIZZO DI POSTEGGIO (Mercato

Dettagli

DIETA METABOLICO - STIMOLANTE

DIETA METABOLICO - STIMOLANTE DIETA METABOLICO - STIMOLANTE DIETA ABBASTANZA SEVERA CHE COMPORTA UN CALO DI PESO DI PARECCHI CHILOGRAMMI AL MESE, A SECONDA DEI CASI. VIENE INDOTTO UN CERTO SENSO DI SAZIETÀ DALL USO DELLA FRUTTA COME

Dettagli

In totale corrispondente a KCal. :641 ( Medico di medicina generale )

In totale corrispondente a KCal. :641 ( Medico di medicina generale ) Dieta del Sig.: ROSSI MARIA Data Dieta: 11/04/2008 Giorno Dieta: 1 Spuntino del ANANAS 125 58 Pranzo: SPAGHETTI ALLE COZZE (59 25 ) 85 245 PATATE NOVELLE AL FORNO 105 90 ARANCE 145 49 Totali parziali:

Dettagli

EQUIVALENTI DI VERDURA E FRUTTA (1 Equivalente = 20 mg di fenilalanina)

EQUIVALENTI DI VERDURA E FRUTTA (1 Equivalente = 20 mg di fenilalanina) In questa tabella si possono trovare i milliammi di fenilalanina contenuti nei vari alimenti. Per ogni alimento sono indicati i ammi che contengono: - 1 equivalente cioè 20 milliammi di fenilalanina per

Dettagli

Si trasmette in allegato, per le delegazioni, il documento C(2015) 4722 final - Annex 1.

Si trasmette in allegato, per le delegazioni, il documento C(2015) 4722 final - Annex 1. Consiglio dell'unione europea Bruelles, 15 luglio 2015 (O. en) 10936/15 ADD 1 AGI 400 STATIS 63 DELACT 95 NOTA DI TASMISSIONE Origine: Data: 13 luglio 2015 Destinatario: Jordi AYET PUIGANAU, Direttore,

Dettagli

CATEGORIA PRODOTTO IMMAGINE INGREDIENTI QUANTI TA

CATEGORIA PRODOTTO IMMAGINE INGREDIENTI QUANTI TA CATEGORIA PRODOTTO IMMAGINE INGREDIENTI QUANTI TA Confettura Extra Pesche, Zucchero Di Canna, Gelificante:Pectina 340 g Pesca Prugne, Dolcificante Da Succo Di Mela Concentrato, Gelificante: Pectina 220

Dettagli

Quali sono gli enti e le imprese produttori iniziali obbligati ad aderire al SISTRI che devono effettuare il versamento del contributo annuale

Quali sono gli enti e le imprese produttori iniziali obbligati ad aderire al SISTRI che devono effettuare il versamento del contributo annuale Quali sono gli enti e le imprese produttori iniziali obbligati ad aderire al SISTRI che devono effettuare il versamento del contributo annuale Gli enti e le imprese produttrici di rifiuti che hanno l obbligo

Dettagli