CLASSE 5 B T.I.M. DOCUMENTO 15 MAGGIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CLASSE 5 B T.I.M. DOCUMENTO 15 MAGGIO"

Transcript

1 M in ister o d e l l Is t r u z ione, d e ll univ e r s it à e d e l l a r i c e r c a ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE GRAZIO COSSALI Via Milano, Orzinuovi (BS) Tel: Fax: DOCUMENTO 15 MAGGIO CLASSE 5 B T.I.M. I.P.S.I.A

2 M i n i s t e r o d e l l I s t r u z i o n e, d e l l u n i v e r s i t à e d e l l a r i c e r c a ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE GRAZIO COSSALI Via Milano, Orzinuovi (BS) Tel: Fax: DOCUMENTO DEL CONSIGLI DI CLASSE 5 B TIM anno scol. 12/13 Indice: 1. Profilo Professionale del Tecnico Industrie Meccaniche. 2. Elenco degli alunni. 3. Storia della classe e situazione di partenza. 4. Presentazione della classe. 5. Obiettivi programmati dal Consiglio di Classe. 6. Libri di testo. 7. Metodologie didattiche e strumenti utilizzati. 8. Strumenti di verifica e di valutazione. 9. Attività di sostegno e recupero svolte. 10. Scelte collegiali su prove d'esame e prove svolte nelle simulazioni. 11. Quadro delle singole discipline. 12. Tesine d'esame 13. Attività integrative. 14. Attività che daranno luogo a credito formativo. 15. Conclusione sul lavoro svolto fino al 15 Maggio. Componenti del Consiglio di Classe Materie Educazione Fisica Elettronica ed Elettrotecnica IRC Italiano Storia Laboratorio Meccanico Lingua straniera: Inglese Macchine a Fluido Matematica Tecnica della Produzione e Lab. Insegnante Prof. Tamburrano Elio Prof. Barbieri Egidio Prof. Torri Luigi Prof. ssa Appiani Laura Prof.ssa Castelli Adele Prof. Avanzato Rosario Prof.ssa Baresi Raffaella Prof. Nugnes Luigi Prof. Telò Franco Prof. Deldossi Pierangelo

3 1. PROFILO PROFESSIONALE DEL TECNICO INDUSTRIE MECCANICHE L operatore meccanico, qualifica di 1 livello che gli alunni acquisiscono dopo il superamento di un esame al terzo anno, possiede un solido bagaglio tecnico- scientifico di base che gli consente di essere flessibile, cioè capace di affrontare sempre nuove situazioni sapendo ragionare per modelli ed eseguire controlli, manutenzione e preparazione degli strumenti di lavoro. E' un nuovo meccanico che: comprende la fondamentale importanza della produttività ed economicità delle lavorazioni, conoscendo adeguatamente il funzionamento di macchine motrici ed operatrici; legge un disegno tecnico e sa trarne le informazioni necessarie per eseguire lavorazioni su macchine utensili tradizionali e CNC; esegue disegni di organi meccanici anche con l aiuto del CAD; conosce in modo approfondito le tecnologie dei materiali, il corretto uso degli utensili e sa attrezzare opportunamente le macchine; predispone le macchine, gli utensili e gli attrezzi in relazione alle differenti esigenze della produzione; realizza concretamente semplici movimentazioni finalizzate all automazione della produzione; opera in situazioni di lavoro organizzato; adotta le necessarie tecniche di comunicazione e di documentazione; sa porsi come soggetto attivo e flessibile in un mondo operativo caratterizzato da continue innovazioni. La frequenza del 4 e 5 anno (biennio terminale integrato) permette agli allievi l approfondimento delle competenze tecnico-culturali necessarie per sostenere l Esame di Stato per Tecnico delle Industrie Meccaniche (TIM) e conseguire il diploma di qualifica professionale di 2 livello, rilasciato dallo Stato. Il tecnico delle industrie meccaniche (TIM) svolge un ruolo di organizzazione e coordinamento operativo nel settore produttivo, evidenziando una mentalità di operatore di processo in possesso dei prerequisiti utili per ulteriori approfondimenti e per il raccordo con la formazione in azienda. Sia in un contesto di lavoro autonomo che in un contesto produttivo industriale, il TIM sa : gestire sistemi di automazione; attrezzare le relative macchine; sovrintendere al lavoro diretto sulle macchine (CNC-DNC-CAD-CAM); applicare e far applicare le norme di sicurezza in vigore; lavorare in gruppo e coordinare i controlli qualitativi; documentare il proprio lavoro nei suoi vari aspetti tecnici, amministrativi e organizzativi.

4 2. ELENCO DEGLI ALUNNI Numero alunni interni: 17 1 AHMED TAHSEEN HAMASS M 30\10\1993 PAKISTAN EE 2 BELLINI GIUSEPPE M 06\03\1993 ORZINUOVI BS 3 BUSSI MARCO M 06\10\1992 ORZINUOVI BS 4 CARRI MARCO M 17\04\1992 ORZINUOVI BS 5 CAZZOLETTI MARCO M 12\01\1993 BRESCIA BS 6 CINQUETTI GIANLUIGI M 21\02\1993 CREMONA CR 7 ESPOSITO CHRISTIAN M 24\03\1993 ORZINUOVI BS 8 FRANCESCHELLI FRANCESCO M 02\10\1992 MANERBIO BS 9 GAVAZZI ENRICO M 29\07\1993 GAVARDO BS 10 GRAZIOLI ANDREA M 12\03\1993 BRESCIA BS 11 GRAZIOLI DIEGO M 12\03\1993 BRESCIA BS 12 OVENA MIRCO M 28\11\1994 ORZINUOVI BS 13 RAPELLINI ANDREA M 03\05\1993 ORZINUOVI BS 14 REGAZZI FABIO M 22\01\1994 ORZINUOVI BS 15 SINGH KARANBIR M 15\11\1992 INDIA EE 16 SINGH MANINDERJIT M 01\01\1993 INDIA EE 17 TERENGHI OMAR M 24\07\1994 MANERBIO BS 3. STORIA DELLA CLASSE E SITUAZIONE DI PARTENZA L' attuale 5B TIM si compone di 17 studenti, tutti provenienti dalla classe quarta. L'evoluzione che porta alla formazione di questa classe è la seguente: Classe Iscritti della stessa classe Iscritti da altra classe Promossi senza debito Promossi con debito Respinti o ritirati Quarta Quinta Gli Studenti sono arrivati nella classe quinta con la situazione evidenziata in tabella: Materia Promossi dalla classe quarta alla classe quinta con voti Debito Formativo Italiano Storia Inglese Matematica Elettronica ed Elettrotecnica Educazione Fisica Tecnologia Meccanica Meccanica applicata e macchine

5 Nel corso dei tre anni il corpo insegnante ha subito diversi cambiamenti: Discipline Curricolo Anni Corso Classi III IV V Tecnica della Prod. e Lab. III IV V nuovo Educazione fisica III IV V nuovo nuovo nuovo Elettronica ed Elettrotecnica IV V nuovo nuovo Fisica III nuovo IRC III IV V nuovo Italiano III IV V nuovo nuovo nuovo Storia III IV V nuovo nuovo nuovo Laboratorio meccanico III IV V nuovo nuovo Lingua straniera: inglese III IV V nuovo Macchine a fluido V nuovo Matematica III IV V nuovo nuovo nuovo 4. PRESENTAZIONE DELLA CLASSE La classe è stata in grado di migliorare il livello di socializzazione dimostrando nei riguardi degli insegnanti un comportamento globalmente corretto e disponibile tale da consentire un ambiente didattico abbastanza sereno. L'interesse e l impegno nello studio, si sono dimostrati per la maggior parte degli alunni, generalmente sufficiente. Nel complesso la classe ha continuato a mostrare un atteggiamento positivo nei confronti delle materie oggetto di studio. Il livello di preparazione raggiunto dagli alunni è, nel complesso, accettabile nella maggior parte delle discipline. Alcuni alunni hanno raggiunto nelle discipline tecnica specifica anche un livello di preparazione ottimo. Altri invece hanno faticato nel recupero di lacune attestandosi ad una preparazione finale prevalentemente al limite della sufficienza. 5. OBIETTIVI PROGRAMMATI DAL CONSIGLIO DI CLASSE Attraverso riunioni per materie, collegi docenti e consigli di classe, tenendo conto della situazione di partenza della classe, dei programmi ministeriali previsti per la specializzazione, delle diverse sensibilità dei docenti, si è arrivati alla definizione di obiettivi educativi, trasversali comuni alle diverse materie. FINALITA EDUCATIVE NON RAGGIUN TI 1. MOTIVAZIONE E INTERESSE AL LAVORO SCOLASTICO Collegamenti con la realtà economico-sociale del territorio Racconto dei vissuti e delle esperienze personali Scoperta del gusto del sapere e del saper fare Gusto dell approfondimento culturale scientifico ed estetico Cogliere l epistemologia delle diverse discipline RISULTATI PARZIAL MENTE RAGGIUNTI PIENA MENTE RAGGIUNTI

6 Disponibilità ad arricchire ed organizzare costantemente le proprie conoscenze e competenze Promuovere il senso di responsabilità fondato sui valori riconosciuti dalla Costituzione NON RAGGIUN TI RISULTATI PARZIAL MENTE RAGGIUNTI PIENA MENTE RAGGIUNTI 2. COMPORTAMENTO RESPONSABILE Rispetto di se stessi Rispetto degli altri Rispetto dell ambiente Confronto con gli altri Linguaggio socialmente corretto RISULTATI NON RAGGIUN TI PARZIAL MENTE RAGGIUNTI PIENA MENTE RAGGIUN TI 3. STIMOLARE LA CRESCITA DELLA PERSONALITA DEGLI ALLIEVI Sviluppo di un atteggiamento responsabile atto ad affrontare le difficoltà con perseveranza e metodo Presa di coscienza delle proprie capacità e limiti Consapevolezza delle proprie attitudini ed interessi Stima degli altri (valorizzazione del compagno) Fiducia Sicurezza ed autonomia Curiosità culturale Collaborazione attiva nel lavoro di gruppo Formazione di significative opinioni personali RISULTATI OBIETTIVI DIDATTICI GENERALI Riconoscere e scomporre problemi Assumere un ottica sistematica NON RAGGIUN TI PARZIALME NTE RAGGIUNTI PIENA MENTE RAGGIUN TI

7 Cogliere analogie, differenze Controllare la validità delle strategie individuate Gestire l errore Giustificare le scelte Affrontare situazioni complesse, scomporle in parti, analizzarle separatamente Coordinare il lavoro di diversi operatori Argomentare, valutare Comunicare gli esiti del proprio lavoro scegliendo opportunamente le modalità Operare collegamenti interdisciplinari Realizzare progetti Essere consapevoli delle proprie abilità cognitive e metacognitive

8 VOLUME 6. LIBRI DI TESTO ELENCO LIBRI IN ADOZIONE A.S MATERIA AUTORE TITOLO DELL OPERA EDUCAZIONE FISICA ELETTROTECN ICA INGLESE INGLESE ITALIANO LETTERATURA MATEMATICA MACCHINE A FLUIDO BALBONI DISPERANZA PIOTTI COTTIGNOLI MAURIZIO MIRANDOLA STEFANO CAMESASCA GALLAGHER MARTELLOTTA BERNARDINI GABRIELLA VIDORI MARIA ANTONIETTA DE BENEDITTIS GIUSEPPE SAMBUGAR M. SALA G. DODERO NELLA BARONCINI PAOLO MANFREDI ROBERTO MALAGUTI PAOLO ZANON 5 ATIM/2, BTIM/2 ADRIANO RELIGIONE CONTADINI M. STORIA TECNICA DELLA PRODUZIONE TECNICA DELLA PRODUZIONE LEPRE AURELIO 5 ATIM/2, BTIM/2 PETRACCONE CLAUDIA CALIGARIS-FAVA- TOMASELLO CALIGARIS-FAVA- TOMASELLO MOVIMENTO E SALUTE FONDAMENTI DI ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA WORKING WITH GRAMMAR CLASSIC NEW MECHANICAL TOPICS A LINGUISTIC TOUR THROUGH MECHANICAL ENGINEERING LM - LETTERATURA MODULARE 2 - IL NOVECENTO FORMAZIONE ALL'ANALISI PER ISTITUTI PROFESSIONALI INDUSTRIALI PRINCIPI DI MECCANICA E MACCHINE A FLUIDO ITINERARI DI IRC 2 TRIENNIO SCHEDE TEMATICHE PER LA SCUOLA SUPERIORE STORIA. TERZA EDIZIONE (LA) - CONF. M No Si No VOLUME 3A+3B (LIBRO+ONLINE) DAL PROGETTO AL PRODOTTO DAL PROGETTO AL PRODOTTO DISEGNO LOMBARDI-MIGLIORATI DISEGNO TECNICO MECCANICO U U U 2 U 2 3 C B

9 Ed. fisica Elettronica IRC Italiano Lab. Meccanico Inglese Macchine a fluido Matematica Storia Tec. Mecc. e Disegno Ed. fisica Elettronica IRC Italiano Lab. Meccanico Inglese Macchine a fluido Matematica Storia Tec. Mecc. e Disegno 7. METODOLOGIE DIDATTICHE E STRUMENTI UTILIZZATI Il C.d.C.,al fine di favorire il raggiungimento degli obiettivi prefissati, ha messo in atto diverse strategie e si è avvalso delle seguenti metodologie e strumenti: Materie METODOLOGIE LEZIONE FRONTALE LEZIONE DIALOGATA METODO INDUTTIVO E DEDUTTIVO SCOPERTA GUIDATA LAVORI DI GRUPPO PROBLEM SOLVING BRAIN STORMING COOPERATIVE LEARNING ANALISI DEI CASI LAVORI IN RETE MOMENTI DI AUTOAPPRENDIMENTO Materie STRUMENTI DIDATTICI LIBRI DI TESTO RIVISTE SPECIALIZZATE APPUNTI - DISPENSE VIDEOCASSETTE-CDROOM MANUALI E DIZIONARI INTERNET LABORATORI PALESTRA BIBLIOTECA LAVAGNA LUMINOSA VIDEOPROIETTORE PROIETTORE DIAPOSITIVE VIDEOCAMERA MACCHINA FOTOGRAFICA FOTOPROIETTORE INCONTRI CON ESPERTI VISISTE GUIDATE

10 Ed. fisica Elettronica IRC Italiano Lab. Meccanico Inglese Macchine a fluido Matematica Storia Tec. Mecc. e Disegno 8. STRUMENTI DI VERIFICA E DI VALUTAZIONE Materie TIPOLOGIE VERIFICHE INTERROGAZIONE LUNGA INTERROGAZIONE BREVE VERIFICA SCRITTA ESERCITAZIONE PRATICA QUESTIONARIO RELAZIONE INTERVENTO IN CLASSE TEST TRADUZIONE ANALISI TESTUALE SIMULAZIONE TERZA PROVA Il P.O.F. ha stabilito che gli alunni devono affrontare almeno tre prove scritte e due prove orali per quadrimestre e i voti che gli insegnanti possono attribuire alle verifiche sono voti interi o mezzi voti scegliendo su una scala di valutazione dall 1 al 10. La corrispondenza tra voti e livelli di preparazione è riportata nella seguente tabella: Voti Giudizio Indicatori 1-2 Negativo Mancanza di elementi minimi fondamentali. 3-4 Grav. Insuff. Livello di preparazione lacunoso, con numerosi e gravi errori ed esposizione disorganica. 5 Insufficiente Livello di preparazione lacunoso o incompleto, con errori non particolarmente gravi. 6 Sufficiente Livello di preparazione con informazioni di tipo manualistico ( corrispondente agli obiettivi minimi ) con lievi errori. Livello di preparazione che manifesta l acquisizione diligente di informazioni 7 Discreto essenziali esposte con terminologia appropriata e una sufficiente capacità di collegamento. 8 Buono Livello di preparazione che denota conoscenza precisa degli argomenti e capacità di esposizione chiara e fluida con soddisfacenti capacità di collegamento. 9 Ottimo Livello di preparazione caratterizzato da capacità di rielaborazione personale e critica, di approfondimento con esposizione sicura e appropriata. Prove complete e rigorose. 10 Eccellente Livello di preparazione che denota anche capacità di collegamento ed utilizzo di conoscenze attinte da ambiti pluridisciplinari con sicura padronanza della terminologia. Prove complete, approfondite, rigorose e personalmente rielaborate.

11 Il C.d.C. ha deciso che i fattori che contribuiranno alla valutazione finale sono: metodo di studio partecipazione all attività didattica impegno progresso conoscenze acquisite abilità raggiunte interventi in classe livello della classe 9. ATTIVITÀ DI SOSTEGNO E RECUPERO SVOLTE Per raggiungere gli obiettivi il C.d.C. ha adottato le seguenti strategie: recupero in itinere organizzazione di specifiche attività per gruppi di studenti assegnazione di esercizi per casa agli studenti in difficoltà sportello Help (in orario extracurricolare) corsi di potenziamento (in orario extracurricolare): preparazione tesine d esame e svolgimento di temi relativi alle prime due prove scritte d esame lavori di gruppo Per il recupero di debiti dell anno scolastico precedente il C.d.C. aveva previsto un recupero in itinere nel primo mese di lezione alla fine del quale gli alunni coinvolti dovevano sostenere una verifica formativa o un interrogazione orale. Si è poi concessa la possibilità a coloro che dopo tali prove non avessero ancora superato il debito, di colmarlo anche in corso d anno. Al momento dello scrutinio del primo quadrimestre il C.d.C. ha evidenziato la presenza di insufficienze per alcuni alunni, attivando il recupero in itinere, la sollecitazione allo studio individuale e lo sportello didattico. Alunni con insufficienza (scritta, orale o pratica) alla fine del 1 quadrimestre Materia N. alunni con insufficienza Educazione Fisica - Elettronica ed Elettrotecnica 6 IRC - Italiano 6 Inglese 7 Macchine a fluido - Matematica 5 Storia 3 Tecnica della prod. e laboratorio 11

12 10. SCELTE COLLEGIALI SU PROVE D'ESAME E PROVE SVOLTE NELLE SIMULAZIONI Il C.d.C. della 5 BTIM ha deliberato di effettuare due simulazioni della Terza Prova, contemporaneamente alla classe 5 A TIM, avendo sia l'obiettivo di verificare il lavoro svolto dal consiglio stesso nella classe in relazione agli obiettivi prefissati, sia quello di aiutare gli studenti ad autovalutare il livello raggiunto nella preparazione degli esami di stato. Si è quindi deciso di utilizzare la tipologia mista ( quesiti a risposta singola, quesiti a risposta multipla, problemi a soluzione rapida, trattazione sintetica di argomenti) la più adattabile alla diversità delle materie coinvolte ed al livello cognitivo della classe. Le due simulazioni della terza prova si sono svolte nel periodo compreso tra gennaio e aprile. Le materie interessate alle simulazioni sono: 1 SIMULAZIONE 3 prova SCRITTA D ESAME TECNICA DELLA PRODUZIONE E LAB. MATEMATICA INGLESE ELETTRONICA 2 SIMULAZIONE 3 prova SCRITTA D ESAME TECNICA DELLA PRODUZIONE E LAB. MATEMATICA INGLESE EDUCAZIONE FISICA

13 11. QUADRO DELLE SINGOLE DISCIPLINE

14 12. TESINE D'ESAME Le tesine hanno il principale obiettivo di approfondire e sviluppare i contenuti scientifici e tecnologici relativi agli argomenti affrontati nelle materie d'indirizzo. Lo scopo dei progetti è quello di permettere allo studente di fare un esperienza sufficientemente completa del processo lavorativo tipico della progettazione ( stimolare la capacità creativa e d'analisi, sperimentare l'organizzazione del lavoro di gruppo, abituare ad una relazione chiara e ben documentata del lavoro svolto). L'attività svolta ha inoltre contribuito a migliorare il livello di socializzazione tra studenti, tra studenti-insegnanti e tra studenti e realtà esterne, sviluppando la capacità di apprendere nuove conoscenze grazie all'interazione con gli altri. I progetti sono strutturati, in generale, sviluppando un argomento centrale e, se necessario, ci sono richiami alle altre discipline. Gli insegnanti coinvolti valutano gli allievi per la parte di competenza specifica. Nella seguente tabella sono riportati i cognomi degli alunni e il titolo delle tesine : ALUNNI TITOLO TESINA 1 AHMED TAHSEEN HAMAS IL MOTORE DIESEL 2 BELLINI GIOVANNI IL MOTORE A SCOPPIO 3 BUSSI MARCO IL CIRCUITO FRIGORIFERO 4 CARRI MARCO LA ROBOTICA 5 CAZZOLETTI MARCO CINQUETTI LUIGI ESPOSITO CHRISTIAN 8 FRANCESCHELLI FRANCESCO LA BICICLETTA STORIA ED EVOLUZIONE TECNICA IL CONTROLLO NUMERICO COMPIUTERIZZATO 9 GAVAZZI ENRICO L EVOLUZIONE DELLE MACCHINE UTENSILI 10 GRAZIOLI ANDREA LA FIAT GRAZIOLI DIEGO IL TRAPANO LA MACCHINA E LAVORAZIONI 12 OVENA MIRKO LA FRESATRICEA CONTROLLO NUMERICO 13 RAPPELLINI ANDREA IL NUCLEARE 14 REGAZZI FABIO IL MOTORE A DUE TEMPI 15 SINGH KARAMBIR LA SICUREZZA SUL LAVORO 16 SINGH MANINDERJIT LA POMPA CENTRIFUGA 17 TERENGHI OMAR IL TORNIO 18

15 13. ATTIVITÀ INTEGRATIVE Nell'anno scolastico 2012/2013 la maggior parte degli alunni ha partecipato alle seguenti attività integrative: visite guidate programmate nella terza area Incontri con esperti sempre nell ambito della terza area. Le attività di terza area sono state indirizzate all approfondimento professionale di alcuni aspetti correlati alle conoscenze professionali tipiche del profilo di Tecnico delle industrie meccaniche con l obiettivo primario di elevare lo standard qualitativo delle competenze acquisite e da acquisire nel biennio post-qualifica. L attenzione è stata rivolta principalmente verso la conoscenza ed approfondimento delle tematiche e delle problematiche ad esse connesse, relative alla produzione di energie alternative da fonti rinnovabili. Il progetto si è articolato, nell ambito del biennio post-qualifica, in una serie di visite aziendali, visite a manifestazioni fieristiche con la partecipazione a convegni, incontri e dibattiti. 14. ATTIVITÀ CHE DARANNO LUOGO A CREDITO FORMATIVO Per l'attribuzione del credito formativo saranno valutate le seguenti attività extrascolastiche come stabilito dal P.O.F. : attività sportive a livello di federazione esperienza presso studi professionali attività presso ditte o industrie del settore meccanico o officine conseguimento dell'ecdl attività di volontariato sociale; partecipazione alle attività integrative organizzate dall'istituto in orario extrascolastico con frequenza minima di almeno 2/3

16 15. CONCLUSIONI SUL LAVORO SVOLTO FINO AL 15 MAGGIO La particolarità della classe, nel complesso, è rilevabile in una partecipazione abbastanza soddisfacente e con qualche atteggiamento critico e positivo, soprattutto verso le discipline professionalizzanti. Il rendimento finale della classe è da ritenersi soddisfacente. Ne consegue che il livello di preparazione conseguito dagli alunni ha raggiunto pienamente gli obiettivi minimi prefissati nei piani di lavoro annuali delle singole discipline. Emergono inoltre alcuni elementi che hanno raggiunto una conoscenza e competenza professionale approfondita. IL DIRIGENTE SCOLASTICO: prof. GIANCARLO BERTOLETTI. Componenti del Consiglio di Classe Materie Educazione Fisica Elettronica ed Elettrotecnica IRC Italiano Storia Insegnante Prof. Tamburrano Elio Prof. Barbieri Egidio Prof. Torri Luigi Prof. ssa Appiani Laura Prof.ssa Castelli Adele firma Laboratorio Meccanico Prof. Avanzato Rosario Lingua straniera: Inglese Macchine a Fluido Matematica Tecnica della Produzione e Laboratorio Prof.ssa Baresi Raffaella Prof. Nugnes Luigi Prof. Telò Franco Prof. Deldossi Pierangelo

Via Milano, 83-25034 Orzinuovi (BS) Tel: 030 941027-030 941220 Fax: 030 944315 email: istituto@cossali.it DOCUMENTO 15 MAGGIO CLASSE 5 A T.I.M.

Via Milano, 83-25034 Orzinuovi (BS) Tel: 030 941027-030 941220 Fax: 030 944315 email: istituto@cossali.it DOCUMENTO 15 MAGGIO CLASSE 5 A T.I.M. M in ister o d e l l Is t r u z ione, d e ll univ e r s it à e d e l l a r i c e r c a ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE GRAZIO COSSALI Via Milano, 83-25034 Orzinuovi (BS) Tel: 030 941027-030 941220 Fax:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE DOCENTE: MATERIA: CLASSE: Anno scolastico

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE DOCENTE: MATERIA: CLASSE: Anno scolastico ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI ENOGASTRONOMICI E L OSPITALITA ALBERGHIERA MICHELANGELO BUONARROTI FIUGGI (Fr) CODICE MECCANOGRAFICO: FRRH03008 C.F.: 92070770604 Via Garibaldi s.n.c. 03014

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE E DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE E DIDATTICHE Tel. 0331635718 fax 0331679586 info@isisfacchinetti.it www.isisfacchinetti.it ISIS C. Facchinetti Sede: via Azimonti, 5 21053 Castellanza Modulo Gestione Qualità UNI EN ISO 9001 : 2008 SCHEDA PROGRAMMAZIONE

Dettagli

VERBALE del CONSIGLIO di CLASSE della classe.. sez. PRESENTI: ASSENTI: Presiede Verbalizza

VERBALE del CONSIGLIO di CLASSE della classe.. sez. PRESENTI: ASSENTI: Presiede Verbalizza VERBALE del CONSIGLIO di CLASSE della classe.. sez. TRIENNIO Il giorno... alle ore... nei locali del Liceo Scientifico Statale R. Caccioppoli, si è riunito il Consiglio di Classe per procedere alla programmazione

Dettagli

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE BRAGAGLIA Via Casale Ricci, s.n.c. 03100 FROSINONE (FR) Tel. 0775-9100

Dettagli

Anno Scolastico 2014/2015. CLASSE: V A MANUTENZIONE e ASSISTENZA TECNICA

Anno Scolastico 2014/2015. CLASSE: V A MANUTENZIONE e ASSISTENZA TECNICA Anno Scolastico 2014/2015 CLASSE: V A MANUTENZIONE e ASSISTENZA TECNICA Coordinatore di classe: LUISE CARMELA Presentazione sintetica della classe 1) Storia del triennio 2) Attività di recupero 3) Profilo

Dettagli

Sezione associata XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX a. s. 2014-2015 classe PROGRAMMAZIONE ANNUALE. Sezione / indirizzo. Livelli di partenza

Sezione associata XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX a. s. 2014-2015 classe PROGRAMMAZIONE ANNUALE. Sezione / indirizzo. Livelli di partenza Sezione associata XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX a. s. 2014-2015 classe PROGRAMMAZIONE ANNUALE II AFM Sezione / indirizzo XXXXXXXXXXXXXXX ITE XXXXXXXXXXXXXXXX docente materia ore settimanali di lezione Rigari

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA di MATEMATICA Classi QUINTE PROFESSIONALI A.S. 2015/2016

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA di MATEMATICA Classi QUINTE PROFESSIONALI A.S. 2015/2016 Note Il presente documento va inviato in formato elettronico all indirizzo piani.lavoro@majorana.org a cura del Coordinatore della Riunione Disciplinare. Il Registro Elettronico SigmaSchool è il canale

Dettagli

Scuola Secondaria di 1 Grado a. s. 2013-2014

Scuola Secondaria di 1 Grado a. s. 2013-2014 STRUTTURA DELLA CLASSE Alunni iscritti n. Alunni frequentanti n. Alunni ripetenti n. /. Alunni disabili n.. Scuola Secondaria di 1 Grado a. s. 2013-2014 PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA Classe 1 TIPOLOGIA

Dettagli

Il Collegio dei Docenti delibera

Il Collegio dei Docenti delibera Il Collegio dei Docenti delibera MODALITÀ E CRITERI DI VALUTAZIONE ai sensi dell art. 1, comma 5, del DPR 122 /2009: Il collegio dei docenti definisce modalità e criteri per assicurare omogeneità, equità

Dettagli

I.P.S.A.R. - ARBUS SEDE COORDINATA I.P.S.I.A.

I.P.S.A.R. - ARBUS SEDE COORDINATA I.P.S.I.A. I.P.S.A.R. - ARBUS SEDE COORDINATA I.P.S.I.A. - Guspini Programmazione annuale di MATEMATICA a.s. 2013-2014 Classi seconde Docente: Prof. Walter Concas A. OBIETTIVI 1. Obiettivi educativi generali. La

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE. CONSIGLIO DI CLASSE DELLA 4 Cat ANNO SCOLASTICO 2013-2014

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE. CONSIGLIO DI CLASSE DELLA 4 Cat ANNO SCOLASTICO 2013-2014 ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE ARCHIMEDE Via Cento n. 38/A 40017 San Giovanni in Persiceto (BO) C.F. 80073690374 Tel 051 821832/823651 Fax 051 825226 E-Mail: informazioni@isis-archimede.it Sito

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE VERONESE - MARCONI LICEO: SCIENTIFICO P.N.I. SCIENZE APPLICATE CLASSICO - SCIENZE UMANE

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE VERONESE - MARCONI LICEO: SCIENTIFICO P.N.I. SCIENZE APPLICATE CLASSICO - SCIENZE UMANE ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE VERONESE - MARCONI LICEO: SCIENTIFICO P.N.I. SCIENZE APPLICATE CLASSICO - SCIENZE UMANE Via Togliatti 30015 - CHIOGGIA (VE) - Tel. 041/5542997-5543371 - FAX 5544315 e-mail:gveronese@legalmail.it

Dettagli

VALUTAZIONE DELL ALUNNO

VALUTAZIONE DELL ALUNNO LA VALUTAZIONE VALUTAZIONE DELL ALUNNO In seguito all introduzione del voto decimale nella scuola, ripristinato dal tanto discusso e contestato decreto Gelmini, si è sviluppato, nelle scuole, un ampio

Dettagli

SITUAZIONE DI PARTENZA

SITUAZIONE DI PARTENZA CLASSE ISTITUTO COMPRENSIVO VIA POSEIDONE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PIANO DI LAVORO EDUCATIVO-DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2013/14 CLASSE SEZ COORDINATORE Alunni Maschi Femmine Ripetenti Altre culture

Dettagli

QUINTE. Nodi concettuali essenziali della disciplina (saperi essenziali)

QUINTE. Nodi concettuali essenziali della disciplina (saperi essenziali) Mod. DIP/FUNZ 1 - TRIENNIO MATERIA: RELAZIONI INTERNAZIONALI CLASSI: PRIME TERZE SECONDE QUARTE QUINTE INDIRIZZI : RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING Nodi concettuali essenziali della disciplina

Dettagli

I.I.S. Federico II di Svevia Melfi. Progettazione della classe I BS classe a. s. 2015-16

I.I.S. Federico II di Svevia Melfi. Progettazione della classe I BS classe a. s. 2015-16 I.I.S. Federico II di Svevia Melfi Progettazione della classe I BS classe a. s. 2015-16 La programmazione educativa e didattica per l a. s. in corso è elaborata dal Consiglio di classe con la sola presenza

Dettagli

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe:

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe: Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016 Consiglio della Classe Sez. Indirizzo Scenografia Coordinatore: Data di approvazione: Docenti: Disciplina:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... RELAZIONI INTERNAZIONALI

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... RELAZIONI INTERNAZIONALI 1 di 6 26/01/2015 11.38 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINTO ANNO TECNICO RELAZIONI INTERNAZIONALI 1. QUINTO ANNO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINTO ANNO TECNICO RELAZIONI INTERNAZIONALI

Dettagli

Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per la classe quinta Discipline turistiche e aziendali

Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per la classe quinta Discipline turistiche e aziendali Grazia Batarra, Carla Sabatini Turismo: prodotti, imprese e professioni per il quinto anno Edizione mista Tramontana Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per

Dettagli

Programmazione modulare per la classe quarta Articolazione: Accoglienza turistica Servizi di sala e vendita - Enogastronomia

Programmazione modulare per la classe quarta Articolazione: Accoglienza turistica Servizi di sala e vendita - Enogastronomia Grazia Batarra, Monica Mainardi Imprese ricettive & ristorative oggi per il quinto anno Edizione mista Tramontana Programmazione modulare per la classe quarta : Accoglienza turistica Servizi di sala e

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE. LICEO ARTISTICO Triennio Indirizzo: GRAFICA

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE. LICEO ARTISTICO Triennio Indirizzo: GRAFICA SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE LICEO ARTISTICO Triennio Indirizzo: GRAFICA Anno scolastico 2012 / 2013 Consiglio Classe 3 sezione U Data di approvazione 24 / 10 / 2012 PROFILO DELLA

Dettagli

Sistemi ed Automazione Industriale art. Energia. Nicola GIACOMIN A.S.: 2014-2015 CLASSE: 5MB

Sistemi ed Automazione Industriale art. Energia. Nicola GIACOMIN A.S.: 2014-2015 CLASSE: 5MB : Marco ZORZI Nicola GIACOMIN MATERIA: Sistemi ed Automazione Industriale art. Energia A.S.: 2014-2015 CLASSE: 5MB Continuità di insegnante nella materia rispetto all anno precedente 1 X Si No Gli obiettivi

Dettagli

Anno scolastico / Classe sezione. Classe sezione. Classe sezione. Scuola

Anno scolastico / Classe sezione. Classe sezione. Classe sezione. Scuola REGISTRO DELLE RIUNIONI DOCENTI SCUOLA PRIMARIA Anno scolastico / Classe sezione Classe sezione Classe sezione Scuola Insegnante di Materia Nome e cognome Insegnante di Insegnante di Insegnante di Insegnante

Dettagli

Nella crescita sociale l Istituto vuole aiutare lo studente ad aprirsi:

Nella crescita sociale l Istituto vuole aiutare lo studente ad aprirsi: OFFERTA FORMATIVA FINALITÁ EDUCATIVE GENERALI Nel corso dei cinque anni d articolazione dei corsi, l Istituto intende garantire agli studenti una formazione integrata che armonizzi la crescita personale,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. VERONESE LICEO: SCIENTIFICO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE - CLASSICO - SCIENZE UMANE - LINGUISTICO Via Togliatti, 833 30015 - CHIOGGIA (VE) - Tel. 041/5542997-5543371

Dettagli

COMPETENZE DI BASE E OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

COMPETENZE DI BASE E OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO COMPETENZE DI BASE E OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Sulla scorta delle indicazioni fornite dal Collegio dei Docenti, dalle riunioni di indirizzo e di dipartimento, i Consigli di Classe di IV e V ginnasio fanno

Dettagli

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE. Classe V sez. B corso Odontotecnico. Redatto il 10/05/2013. Anno scolastico 2012/2013

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE. Classe V sez. B corso Odontotecnico. Redatto il 10/05/2013. Anno scolastico 2012/2013 DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE V sez. B corso Odontotecnico Redatto il 10/05/2013 Anno scolastico 2012/2013 1 ISTITUTO PROFESSIONALE PER I SERVIZI SOCIALI GALILEO GALILEI DI ORISTANO CLASSE 5 A ODONTOTECNICO

Dettagli

OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 10 OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI AUTOCONTROLLO ATTENZIONE E PARTECIPAZIONE ATTEGGIAMENTO E COMPORTAMENTO

Dettagli

ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016

ISTITUTO TECNICO LEONARDO DA VINCI AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016 ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO Anno Scolastico 2015 2016 Materia: DISCIPLINE TURISTICHE AZIENDALI Classe: V C - TURISMO Data

Dettagli

Istituto tecnico Luigi Sturzo

Istituto tecnico Luigi Sturzo Istituto tecnico Luigi Sturzo Settore Tecnologico Biotecnologie Ambientali e Biotecnologie Sanitarie Anno Scolastico 2012/ 2013 Programmazione dipartimentale Area scientifica (Matematica, Disegno, Informatica)

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA. Lingua straniera : Inglese, Francese

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA. Lingua straniera : Inglese, Francese PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DEL CONSIGLIO DELLA CLASSE I SEZ. A ANNO SCOLASTICO 2013-2014. Lingua straniera : Inglese, Francese Tempo prolungato Numero alunni 19, di cui 4 maschi e 15 femmine Composizione

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore C. Rosatelli - Rieti

Istituto d Istruzione Superiore C. Rosatelli - Rieti Allegato n. 7 Offerta formativa secondo gli ordinamenti preesistenti L'Istituto C. Rosatelli fornisce per gli studenti iscritti nelle classi 5 e i seguenti diplomi: Diploma di Perito industriale L ITIS

Dettagli

Programmazione didattica per Matematica. Primo Biennio. a.s. 2014-2015

Programmazione didattica per Matematica. Primo Biennio. a.s. 2014-2015 Programmazione didattica per Matematica Primo Biennio a.s. 2014-2015 Obiettivi educativi e didattici. Lo studio della matematica, secondo le indicazioni nazionali, concorre con le altre discipline, alla

Dettagli

Istituto Comprensivo Via Casal Bianco

Istituto Comprensivo Via Casal Bianco MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casal Bianco PIANO DI LAVORO EDUCATIVO-DIDATTICO COORDINATO ANNO SCOLASTICO

Dettagli

Programmazione educativo-didattica del C.d.C.

Programmazione educativo-didattica del C.d.C. I.I.S. Federico II di Svevia Liceo Scientifico Opzione Scienze Applicate - - Melfi - Programmazione educativo-didattica del C.d.C. Classe V sez. AA a. s. 2015-16 La programmazione educativa e didattica

Dettagli

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997)

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LEON BATTISTA ALBERTI Via A. Pillon n. 4-35031 ABANO T. (PD) Tel. 049 812424 - Fax 049 810554 Distretto 45 - PD Ovest PDIS017007- Cod. fiscale 80016340285 sito web: http://www.lbalberti.it/

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G.V. GRAVINA CROTONE

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G.V. GRAVINA CROTONE ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G.V. GRAVINA VIA UGO FOSCOLO CROTONE ANNO SCOLASTICO 2011-2012 MATERIA DI INSEGNAMENTO : GEOGRAFIA CLASSE I SEZIONE C DOCENTE : SIMONETTA RIOLO INDIRIZZO : SCIENZE UMANE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI CLASSE

PROGRAMMAZIONE DI CLASSE I.I.S. Federico II di Svevia PROGRAMMAZIONE DI CLASSE a. s. 2013-2014 classe VB docente coordinatore Prof.ssa Teresa CARUSO La programmazione educativa e didattica per l a. s. in corso è elaborata dal

Dettagli

PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte

PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte Obiettivi educativi e didattici PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte Obiettivi formativi generali: Formazione di un metodo di studio flessibile. Inquadramento e schematizzazione degli argomenti.

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Tecnica Professionale Classe:4 B A.S. 2014/15 Docente: Mazzotta Antonietta ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta da 14 alunni provenienti dalla classe terza dell istituto,

Dettagli

1. Competenze trasversali

1. Competenze trasversali 1 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. CENA SEZIONE TECNICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI MATEMATICA DOCENTI: PROF. ANGERA GIANFRANCO CLASSE V U TUR Secondo le linee guida, il corso

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO 9 BOLOGNA LINEE GUIDA AI CRITERI DI VERIFICA E VALUTAZIONE A.S. 2014-2015

ISTITUTO COMPRENSIVO 9 BOLOGNA LINEE GUIDA AI CRITERI DI VERIFICA E VALUTAZIONE A.S. 2014-2015 LINEE GUIDA AI CRITERI DI VERIFICA E VALUTAZIONE A.S. 2014-2015 1 Premessa Nel rispetto della normativa vigente sulla valutazione vengono preparati, secondo criteri il più possibile oggettivi, test di

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO LICEO LINGUISTICO

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO LICEO LINGUISTICO SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO LICEO LINGUISTICO Anno scolastico 2012 / 2013 Consiglio Classe 1^ sezione L Data di approvazione 15/10/2012 Doc.: Mod.PQ12-041 Rev.: 3 Data:

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE COLLEGIALE A.S. 2005 / 2006 Prima riunione

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE COLLEGIALE A.S. 2005 / 2006 Prima riunione Distretto Scolastico n. 2 ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Ettore Majorana Avezzano (AQ) Specializzazioni:Chimica Elettronica e Telecomunicazioni Elettrotecnica e automazione Meccanica Sperimentazioni:

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE PIANO DI STUDI TRIENNIO

DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE PIANO DI STUDI TRIENNIO ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE ABBA - BALLINI Via Tirandi n. 3-25128 BRESCIA tel. 030/307332-393363 - fax 030/303379 www.abba-ballini.it email: info@abba-ballini.it DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ASSE DEI LINGUAGGI

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ASSE DEI LINGUAGGI ANNO SCOLASTICO 2012/2013 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ASSE DEI LINGUAGGI INDIRIZZO CLASSE SEZIONE DISCIPLINA DOCENTE SERVIZI COMMERCIALI - QUINTO ANNO INGLESE QUADRO ORARIO N. ore 3 1. IDENTITA

Dettagli

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : MATEMATICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : MATEMATICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA 1. OBIETTIVI SPECIFICI DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Le prime due/tre settimane sono state dedicate allo sviluppo di un modulo di allineamento per

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: 5A SIA A.S. 20015/16 ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: 5A SIA A.S. 20015/16 ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO Disciplina: MATEMATICA Classe: 5A SIA A.S. 20015/16 Docente: POLONIO NADIA ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe risponde adeguatamente alle proposte formative, e lavora in modo disciplinato,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA A.S. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA A.S. 2014-2015 IIS VERONESE-MARCONI PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA A.S. 2014-2015 CLASSE III L Indirizzo Linguistico COORDINATORE: JESSICA NARDO 1. COMPONENTI DEI CONSIGLI DI CLASSE DOCENTE Lanza Saragene Filippo

Dettagli

DISCIPLINA TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI DOCENTI MARCO TEODORO

DISCIPLINA TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI DOCENTI MARCO TEODORO http://suite.sogiscuola.com/documenti_web/vris017001/documenti/9.. 1 di 6 21/11/2013 10.58 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO PROFESSIONALE SERVIZI COMMERCIALI ANNO SCOLASTICO 2013/2014

Dettagli

ANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA

ANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA Istituto di Istruzione Secondaria Superiore Ettore Majorana 24068 SERIATE (BG) Via Partigiani 1 Tel 035 297612 Fax 035301672 Cod. Mecc. BGISO1700A Cod.Fisc. 95028420164 Md CDC 49_1 - Piano di Lavoro Annuale

Dettagli

DALLE FINALITÀ AL CURRICOLO

DALLE FINALITÀ AL CURRICOLO Anno Scolastico 2011-2012 DALLE FINALITÀ AL CURRICOLO I rapidi cambiamenti sociali, culturali, economico-politici della società odierna impongono alla scuola un radicale mutamento della mentalità e della

Dettagli

DIPARTIMENTO DI STORIA DELL'ARTE Programmazione disciplinare triennio

DIPARTIMENTO DI STORIA DELL'ARTE Programmazione disciplinare triennio DIPARTIMENTO DI STORIA DELL'ARTE Programmazione disciplinare triennio Classi: terze indirizzo classico, linguistico e scienze umane Prendere consapevolezza del valore estetico dell'opera d'arte nelle varie

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Pag 1 di 5 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Disciplina TECNOLOGIE DISEGNO E PROGETTAZIONE Anno Scolastico 2013/2014 Classe: QUINTA Sez. B ea INDIRIZZO: ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE Docente : Prof.

Dettagli

I.I.S. G. Asproni - Iglesias Progettazione di classe Classe 4B Liceo Artistico A. S. 2015-16

I.I.S. G. Asproni - Iglesias Progettazione di classe Classe 4B Liceo Artistico A. S. 2015-16 LICEO SCIENTIFICO G. Asproni LICEO ARTISTICO R. Branca E-mail: cais01300v@istruzione.it e-mail certificata:cais01300v@pec.istruzione.it SITO WEB: www.liceoasproni.it R. Branca I.I.S. G. Asproni - Iglesias

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECO... PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECO... PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO https://suite.sogiscuola.com/documenti_web/vris017001/documenti/.. 1 di 5 26/01/2015 14.06 PER IL TURISMO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SECONDO BIENNIO PER IL TURISMO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SECONDO BIENNIO

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio ISTITUTO COMPRENSIVO ALBANO - RMICGB00T via Virgilio n. 2-0001 Albano Laziale (Roma) Centralino: 0/320.12 Fax: 0/321.2 @: RMICGB00T@istruzione.it, RMICGB00T@pec.istruzione.it C.F.: 000 GRIGLIE E TABELLE

Dettagli

1. COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA

1. COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Asse* LINGUAGGI Materia SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE COORDINATORE/I MAROTTA ROBERTO VINCENZO 1. COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA Da acquisire al

Dettagli

I.P.S A. Filosi Terracina Programmazione del Consiglio di Classe a.s. 2014/2015

I.P.S A. Filosi Terracina Programmazione del Consiglio di Classe a.s. 2014/2015 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Professionale di Stato per i Servizi Commerciali, Socio-Sanitari, per l Enogastronomia e

Dettagli

DOCUMENTO FINALE DEL CONSIGLIO DI CLASSE

DOCUMENTO FINALE DEL CONSIGLIO DI CLASSE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE GIULIO RIVA Anno scolastico 2014/2015 DOCUMENTO FINALE DEL CONSIGLIO DI CLASSE CLASSE 5^Ms Indirizzo: Meccanica e Meccatronica Via Carso, 10 Saronno (VA) Tel. 02.96703088-02.96703815

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE IIS F E R M I GALILEI Via S. G. Bosco, 17-10073 C I R I E (TO) - tel. 011.9214575 011.9210546 fax 011.9214267- e-mail: fermi@icip.com - sito internet: www.istitutofermicirie.it Codice Fiscale 83003590011

Dettagli

Profilo di indirizzo. Integrare competenze scientifiche e tecnologiche di ambito meccanico, dell automazione e dell energia;

Profilo di indirizzo. Integrare competenze scientifiche e tecnologiche di ambito meccanico, dell automazione e dell energia; 27/04/2010 REV 02 INDIRIZZO MECCANICO CLASSE V A A.S. 14-15 Profilo di indirizzo Il perito in MECCANICA È una figura professionale in grado di: Integrare competenze scientifiche e tecnologiche di ambito

Dettagli

Criteri di valutazione degli alunni

Criteri di valutazione degli alunni Funzioni della valutazione Criteri di valutazione degli alunni La valutazione degli alunni risponde alle seguenti funzioni fondamentali: verificare l acquisizione degli apprendimenti programmati; adeguare

Dettagli

COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE LE PIANE ANTONELLA

COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE LE PIANE ANTONELLA Istituto Tecnico Economico Statale Gino Zappa Anno Scolastico 201-1 Classe V A COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE ITALIANO VAIRO NANCY STORIA VAIRO NANCY INGLESE LE PIANE ANTONELLA MATEMATICA FACCHI

Dettagli

DOCENTE : Prof.Miotto Stefano MATERIA: Tecnologia meccanica e esercitazioni A.S.: 2014/2015 CLASSE: 5 Meccanici Sez.B

DOCENTE : Prof.Miotto Stefano MATERIA: Tecnologia meccanica e esercitazioni A.S.: 2014/2015 CLASSE: 5 Meccanici Sez.B DOCENTE : Prof.Miotto Stefano MATERIA: Tecnologia meccanica e Prof.Calza Oliviero esercitazioni A.S.: 2014/2015 CLASSE: 5 Meccanici Sez.B Continuità di insegnante nella materia rispetto all anno precedente

Dettagli

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA Allegato A Istituto paritario di Istruzione Secondaria Superiore Ivo de Carneri Civezzano Indirizzo I.T.A.S. indirizzo Biologico RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA A.S. 2013/2014 CLASSE: 5 a I.T.A.S.

Dettagli

5 IL SISTEMA INTERNO DI VALUTAZIONE 5.1 RAPPORTI SCUOLA FAMIGLIA

5 IL SISTEMA INTERNO DI VALUTAZIONE 5.1 RAPPORTI SCUOLA FAMIGLIA 5 IL SISTEMA INTERNO DI VALUTAZIONE L autovalutazione delle attività progettuali previste nel POF viene attuata tramite la somministrazione di questionari rivolti agli alunni, ai genitori e agli insegnanti

Dettagli

Classe 1BL Indirizzo Liceo Linguistico

Classe 1BL Indirizzo Liceo Linguistico Classe 1BL Indirizzo Liceo Linguistico PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DEL CONSIGLIO DI CLASSE DISCIPLINE DOCENTI 1 ITALIANO ANTONELLA BANFI 2 LATINO FRANCESCO COCCHI 3 STORIA-GEOGRAFIA ANTONELLA BANFI

Dettagli

PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DEL DOCENTE

PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DEL DOCENTE PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DEL DOCENTE Prof. Materia: L.O.G.S.R. Classe 5 RISTORAZIONE sez. Anno scolastico: 2011/2012 SITUAZIONE DI PARTENZA DELLA CLASSE Conoscenze n. Competenze / Capacità n. Espressione

Dettagli

Piano Integrato 2008/09

Piano Integrato 2008/09 REPUBBLICA ITALIANA - REGIONE SICILIANA LICEO SCIENTIFICO STATALE M. CIPOLLA P.le Placido Rizzotto Tel. 9-913 Fax. 9-9333 C. F. 117311 E-mail: liceoscientificocv@libero.it 91 CASTELVETRANO (TP) Autorità

Dettagli

FONDAZIONE MALAVASI LICEO SCIENTIFICO SPORTIVO. PIANO DI LAVORO E PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINA: MATEMATICA DOCENTE: Prof.

FONDAZIONE MALAVASI LICEO SCIENTIFICO SPORTIVO. PIANO DI LAVORO E PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINA: MATEMATICA DOCENTE: Prof. FONDAZIONE MALAVASI LICEO SCIENTIFICO SPORTIVO PIANO DI LAVORO E PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINA: MATEMATICA DOCENTE: Prof. ssa Laura Piazzi CLASSE I A.S.2014 /2015 2 OBIETTIVI E COMPETENZE 2.1 OBIETTIVI

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA. Classe 4ATI A.S. 2013/2014

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA. Classe 4ATI A.S. 2013/2014 Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore ETTORE MAJORANA 24068 SERIATE (BG) Via Partigiani 1 -Tel. 035-297612 - Fax 035-301672 e-mail: majorana@ettoremajorana.gov.it - sito internet: www.ettoremajorana.gov.it

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE Vincenzo Manzini

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE Vincenzo Manzini ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE Vincenzo Manzini Corsi di Studio: Amministrazione, Finanza e Marketing/IGEA- Costruzioni, Ambiente e Territorio/Geometra Liceo Linguistico/Linguistico Moderno -

Dettagli

LICEO STATALE ALESSANDRO SERPIERI. Documento del Consiglio di Classe. Previsto dal Regolamento degli esami di Stato (DPR 323/98, art.

LICEO STATALE ALESSANDRO SERPIERI. Documento del Consiglio di Classe. Previsto dal Regolamento degli esami di Stato (DPR 323/98, art. Liceo Scientifico Liceo Artistico LICEO STATALE ALESSANDRO SERPIERI Documento del Consiglio di Classe Previsto dal Regolamento degli esami di Stato (DPR 323/98, art. 5) Liceo Artistico Classe V B Indirizzo:

Dettagli

VOTO IN DECIMI. Partecipazione alle attività educative e formative della scuola. Ineccepibile, costruttiva, propositiva. 10 Comportamento lodevole

VOTO IN DECIMI. Partecipazione alle attività educative e formative della scuola. Ineccepibile, costruttiva, propositiva. 10 Comportamento lodevole Criteri comuni di valutazione La valutazione è espressa in decimi (la gamma dei voti va da 1 fino a ). I risultati della valutazione scritta saranno comunicati agli alunni in sede di consegna delle verifiche

Dettagli

MANUALE QUALITA SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE E DIDATTICHE All. 2.1.1

MANUALE QUALITA SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE E DIDATTICHE All. 2.1.1 Pag 1 di 6 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L ABRUZZO ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE V. CROCETTI V. Tel. 085-8001757- Fax 085-8028562 - C.F.91041900670

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA Anno Scolastico 2015/2016

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA Anno Scolastico 2015/2016 ! Istituto d Istruzione Superiore G. Veronese Chioggia (Ve) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA Anno Scolastico 2015/2016 Classe 1 B Indirizzo: Scienze Umane Coordinatrice: Agatea Valeria SITUAZIONE INIZIALE

Dettagli

Linee guida per la programmazione annuale del Dipartimento disciplinare di Storia dell Arte e Disegno

Linee guida per la programmazione annuale del Dipartimento disciplinare di Storia dell Arte e Disegno LICEO A. MEUCCI - APRILIA (LT) Linee guida per la programmazione annuale del Dipartimento disciplinare di Storia dell Arte e Disegno Le linee guida per la programmazione annuale si riferiscono al secondo

Dettagli

ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016

ISTITUTO TECNICO LEONARDO DA VINCI AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016 ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) pag. 1 di 7 PIANO DI LAVORO Anno Scolastico 2015 2016 Materia: Scienze a Tecnologie Applicate Classe: 2 a Sez.

Dettagli

Istituto Statale di Istruzione Superiore «Pio Paschini» Tolmezzo A.S. 2014/15. CLASSE 5 a B. Liceo Scientifico Documento del 15 maggio

Istituto Statale di Istruzione Superiore «Pio Paschini» Tolmezzo A.S. 2014/15. CLASSE 5 a B. Liceo Scientifico Documento del 15 maggio Istituto Statale di Istruzione Superiore «Pio Paschini» Tolmezzo A.S. 2014/15 CLASSE 5 a B Liceo Scientifico Documento del 15 maggio Liceo Scientifico - Piano di studi Discipline 1 Biennio 2 Biennio 5

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE del CONSIGLIO. della CLASSE 1 a C

PROGRAMMAZIONE ANNUALE del CONSIGLIO. della CLASSE 1 a C ISTITUTO COMPRENSIVO M. L. KING TORINO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO M. MILA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE ANNUALE del CONSIGLIO della CLASSE 1 a C Composizione del Consiglio di Classe Materie:

Dettagli

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE Archimede Via Cento, 38/A 40017 San Giovanni in Persiceto

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE Archimede Via Cento, 38/A 40017 San Giovanni in Persiceto ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE Archimede Via Cento, 38/A 40017 San Giovanni in Persiceto PROGRAMMAZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE A.S. 2012/2013 CLASSE 2^ SEZ. G Indirizzo LICEO SCIENTIFICO Coordinatore

Dettagli

QUALI COMPETENZE SI INTENDONO PROMUOVERE? IN QUALE SITUAZIONE PROBLEMA?

QUALI COMPETENZE SI INTENDONO PROMUOVERE? IN QUALE SITUAZIONE PROBLEMA? CLASSE 4 SEZ.B TITOLO FINALITA / SENSO DEL PERCORSO PRESENTAZIONE DELLA UDA TRASVERSALE SIMULAZIONE AZIENDALE Elaborare e realizzare progetti riguardanti lo sviluppo delle proprie attività di studio e

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE ed OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE DI SANGANO Sez. associata del Liceo Scientifico Darwin di Rivoli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE ed OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE DI SANGANO Sez. associata del Liceo Scientifico Darwin di Rivoli LICEO DELLE SCIENZE UMANE ed OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE DI SANGANO Sez. associata del Liceo Scientifico Darwin di Rivoli via San Giorgio 10090 Sangano - TO - tel. 011 90 87 184. e-mail: darwin@liceodarwin.rivoli.to.it

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEGLI ALUNNI Verifica dei risultati e valutazione dei processi cognitivi.

LA VALUTAZIONE DEGLI ALUNNI Verifica dei risultati e valutazione dei processi cognitivi. ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "MARCO POLO - VIANI" LA VALUTAZIONE DEGLI ALUNNI Verifica dei risultati e valutazione dei processi cognitivi. LA VALUTAZIONE DEGLI ALUNNI La valutazione è un elemento pedagogico

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Foligno 1 Foligno (PG) Scuola Secondaria di primo grado Giuseppe Piermarini

Istituto Comprensivo Statale Foligno 1 Foligno (PG) Scuola Secondaria di primo grado Giuseppe Piermarini Istituto Comprensivo Statale Foligno 1 Foligno (PG) Scuola Secondaria di primo grado Giuseppe Piermarini DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE ANNUALE DEL CONSIGLIO DI CLASSE 1. Situazione iniziale Anno Scolastico

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE F E R M I-GALILEI Via S. G. Bosco, 17-10073 C I R I E (TO) - tel. 011.9214575 011.9210546 fax 011.9214267- e-mail: fermi@icip.com - sito internet: www.istitutofermicirie.it

Dettagli

Collegio dei docenti dell Istituto Comprensivo E. Mattei Meolo. Criteri di valutazione. del comportamento e degli apprendimenti degli alunni

Collegio dei docenti dell Istituto Comprensivo E. Mattei Meolo. Criteri di valutazione. del comportamento e degli apprendimenti degli alunni Collegio dei docenti dell Istituto Comprensivo E. Mattei Meolo Criteri di valutazione del comportamento e degli apprendimenti degli alunni Con questo documento il Collegio dei Docenti dell Istituto Comprensivo

Dettagli

COORDINAMENTO PER MATERIE 14/15 SETTEMBRE 2010. AREA DISCIPLINARE: Matematica MATERIA Calcolo delle Probabilità-Statistica-Ricerca Operativa

COORDINAMENTO PER MATERIE 14/15 SETTEMBRE 2010. AREA DISCIPLINARE: Matematica MATERIA Calcolo delle Probabilità-Statistica-Ricerca Operativa COORDINAMENTO PER MATERIE 14/15 SETTEMBRE 2010 AREA DISCIPLINARE: Matematica MATERIA Calcolo delle Probabilità-Statistica-Ricerca Operativa COORDINATORE Ranzani Sono presenti i proff. P Ranzani (coordinatore),

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO ODONTOTECNICO

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO ODONTOTECNICO SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO ODONTOTECNICO Anno scolastico 2012/2013 Consiglio Classe 5^ sezione M Data di approvazione 15/10/2012 Doc.: Mod.PQ12-004 Rev.: 3 Data: 04.10.10

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G.V.GRAVINA. Anno scolastico 2010/2011. Programmazione didattica

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G.V.GRAVINA. Anno scolastico 2010/2011. Programmazione didattica ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G.V.GRAVINA LICEO DELLE SCIENZE UMANE OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE Anno scolastico 2010/2011 Programmazione didattica Materia d insegnamento: Psicologia

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO PER IL TURISMO

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO PER IL TURISMO 1 di 8 22/11/2013 109 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO PER IL TURISMO ANNO SCOLASTICO: 2013/2014 PRIMO BIENNIO DISCIPLINA ECONOMIA AZIENDALE Prof.ssa Antonella Branchi Prof.ssa

Dettagli

Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado

Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado Classe: Sezione: Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado PROGETTAZIONE CURRICOLARE Approvazione del Consiglio di Classe in data: Coordinatore:Prof.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO PROFESSIONALE SERVIZI SOCIO-SANITARI ANNO SCOLASTICO: 2013/2014 1.

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO PROFESSIONALE SERVIZI SOCIO-SANITARI ANNO SCOLASTICO: 2013/2014 1. 1 di 9 21/11/2013 10.29 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO PROFESSIONALE SERVIZI SOCIO-SANITARI ANNO SCOLASTICO: 2013/2014 PRIMO BIENNIO DISCIPLINA: METODOLOGIE OPERATIVE DOCENTE:

Dettagli

Piano di Lavoro. di STA (Scienze e Tecnologie Applicate) Primo Biennio

Piano di Lavoro. di STA (Scienze e Tecnologie Applicate) Primo Biennio Liceo Scientifico Istituto Tecnico Industriale ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ALDO MORO Via Gallo Pecca n.4/6 10086 RIVAROLO CANAVESE Tel. 0124/45.45.11 - Fax 0124/45.45.45 Cod. Fisc. 85502120018 E-mail:

Dettagli

QUINTE INDIRIZZI : RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING

QUINTE INDIRIZZI : RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING Mod. DIP/FUNZ 1 - TRIENNIO MATERIA: DIRITTO CLASSI: PRIME TERZE SECONDE QUARTE QUINTE INDIRIZZI : RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING Nodi concettuali essenziali della disciplina (Saperi essenziali)

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA EDUCATIVA DI AREA LATINO TRIENNIO a.s. 2007 2008

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA EDUCATIVA DI AREA LATINO TRIENNIO a.s. 2007 2008 LICEO SCIENTIFICO F. LUSSANA BERGAMO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA EDUCATIVA DI AREA LATINO TRIENNIO a.s. 2007 2008 PREMESSA Questa programmazione si ispira ai seguenti criteri: 1. riconsiderare il ruolo dello

Dettagli