LA CANTINA. Il gioco d azzardo è la nuova piaga sociale I VIZI DI STATO CHE ROVINANO IL BILANCIO. Anno 11, Numero 32, Marzo 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA CANTINA. Il gioco d azzardo è la nuova piaga sociale I VIZI DI STATO CHE ROVINANO IL BILANCIO. Anno 11, Numero 32, Marzo 2013"

Transcript

1 P e r i o d i c o d i i n f o r m a z i o n e, c u l t u r a e c u r i o s i t à e d i t o d a l l a r e d a z i o n e g i o r n a l i s t i c a d e l G. B. C e r l e t t i V i a X X I I I A p r i l e, C o n e g l i a n o ( T V ) w w w. s c u o l a e n o l o g i c a. i t ; e - m a i l : i n f i s i s s c e r l e t t i. i t Cari amici de La Cantina, ben ritrovati! Innanzitutto concedetemi di fare gli auguri al nuovo Papa Francesco, che si è presentato in questi giorni con una disarmante semplicità e una forza sconosciuta ai suoi predecessori. Una forza che gli deriva dalla sobrietà e dall umiltà di essere povero al servizio dei poveri. Il suo messaggio è arrivato subito, diretto, immediato, benvenuto. Gli auguriamo di cuore di continuare nell opera intrapresa e di non arrendersi di fronte alle probabili ostilità che troverà anche e soprattutto all interno della Chiesa. Chiusa la parentesi, torniamo più prosaicamente alle cose di casa nostra. In questo numero del giornalino abbiamo voluto dare spazio in copertina al drammatico problema del gioco d azzardo, purtroppo sostenuto indirettamente, ma neanche troppo, dallo Stato stesso che sulle macchinette mangiasoldi ci lucra e non poco. Ma la responsabilità dello Stato riguarda anche altre piaghe sociali come l alcol e il fumo, i cui costi sociali sono talvolta più elevati dei guadagni. Bisogna fare un ragionamento serio e prendere posizione contro uno Stato che di etico ha ben poco, piuttosto incentiva comportamenti che andrebbero eliminati senza batter ciglio. Continuiamo inoltre a rimanere sul tema dell uso dei pesticidi e di quale uso se ne fa in agricoltura a rischio e pericolo della salute umana. (continua a pag 16) Anno 11, Numero 32, Marzo 2013 LA CANTINA Il PUNTO I VIZI DI STATO CHE ROVINANO IL BILANCIO Il gioco d azzardo è la nuova piaga sociale Al gioco d'azzardo, che si tratti di gratta e vinci o di slot, vince sempre il banco. Perdere è molto più probabile che vincere. In tanto le famiglie italiane si impoveriscono, bruciano i loro risparmi ed ingrassano le mafie. La mafia interviene al momento della collocazione di una slot in un bar; inoltre il riciclaggio di denaro è l'unico reato che rende su operazioni anche in perdita. Ti do 100 euro da giocare e se vinci o perdi è lo stesso, perchè comunque il denaro è "sporco". Ecco perchè le giocate non dovrebbero essere anonime. A Pavia, capitale italiana del gioco compulsivo, ogni cittadino in media brucia con le macchinette euro l'anno! La colpa è anche dello Stato che incentiva comportamenti che invece andrebbero eliminati. Facendo due conti notiamo che a fine 2012 il volume d'affari legato al gioco è stimato in 88 miliardi di euro. Ma l'incasso effettivo per lo Stato, tolte le vincite, le quote ai gestori e i costi, è di 8 miliardi. In oltre bisogna considerare che il costo sociale del gioco, in termini di danni alle famiglie e al risparmio, è stimato in 6 miliardi l'anno. I 2 restanti sono bruciati dal volume di gioco illegale che sfugge a ogni controllo, 15 miliardi l'anno, e siamo già a -13, senza contare il costo dell'usura legata al gioco e l'attivismo dei clan mafiosi che operano nel settore, ben 49 secondo Libera. Il gioco è la distruzione del risparmio. E' stato stimato che la quota di gioco sopra i 18 anni è di euro l'anno, dovuta anche all'introduzione dei giochi via telefono. A peggiorare la già drammatica situazione si aggiunge il problema del fumo: nel 2011 la cifra incamerata dallo stato è di 14,1 miliardi. Il monopolio del tabacco in Italia è in mano alla Britsh American Tobacco (Bat) dal 2003, quando la potentissima multinazionale anglo-americana si è aggiudicata le fabbriche italiane di sigarette offrendo 2.35 miliardi di euro nella fase di privatizzazione dell'ente tabacchi italiani (Eti). Ma l'1 gennaio 2011 la Bat ha chiuso i battenti dello stabilimento di Lecce, dove si trovava l'ultima manifattura italiana del tabacco, perchè lavorare in Italia costa troppo, quindi non produce in Italia un solo posto di lavoro. Oltre a ciò salta all'occhio il costo triplicato della pulizia delle strade a causa del danno ambientale prodotto dai 140 milioni di mozziconi fumati al giorno (51 miliardi l'anno), che impiegano per biodegradarsi fino a 5 anni! Al terzo posto, tra i vizi di stato, troviamo L'alcol con un costo sociale di 1,5 milioni di alcolisti italiani, di 8 milioni di bevitori con consumo non moderato segnalati dall'istituto Superiore di Sanità. Per non parlare poi dei 30 mila decessi l'anno e del 45% degli incidenti dovuti ad esso. Il costo sociale dell'alcolismo è stimato in 53 miliardi di euro l'anno. Ma la voce dei cittadini comincia a farsi sentire; la rivolta contro questa situazione parte dalla gente comune come dalla barista di Cremona Monia Pavesi che ha spento le sue slot rinunciando all'incasso di euro ogni due settimane "pur di non vedere persone rovinarsi così". A Taranto una dipendente di un ufficio postale si è ribellata contro la sua nuova mansione: vendere i Gratta e Vinci. Francesca De Paris 5OA (continua a pag. 3)

2 Pagina 2 A maggio l appuntamento con il Green Day Continuano le rilevazioni delle Best Practices ( raccolta differenziata e comportamento energetico ) delle classi e delle zone ad uso comune ( corridori, laboratori): vuoi conoscere i tuoi punteggi? Vai in : cerlettigreen.altervista.org Le aule sono troppe calde in questo periodo? Se spalanchi le finestre il riscaldamento è SPRECATO! Segui le regole della Magna Carta d Ambiente: rivolgiti al personale ATA perché chiuda o regoli le valvole dei termosifoni; usa un abbigliamento a strati. (es.: Come ridurre le migliaia di bicchieri di plastica utilizzati nelle feste d istituto? Come progettare in Istituto un isola ecologica per l accumulo temporaneo dei rifiuti? Come differenziare in modo più semplice i fazzoletti da naso? Come riutilizzare le acque di lavaggio della cantina? Ecc., ecc.) A Maggio: grande evento: THE GREEN DAY : come pensate si possa organizzare una giornata, in orario scolastico, da dedicare tutti ( allievi, docenti, personale ATA e amministrativo) ad impatto zero? Comunicalo a N.B. i termosifoni dotati di termovalvole vanno regolati e le finestre tenute chiuse ( se spalanchi la finestra che ci sta sopra, questi continuano a funzionare ancor di più)! Si arieggia la stanza in ricreazione! Ci sono finestre rotte, termosifoni non funzionanti, tende inutilizzabili in aula? Comunicalo al personale ATA ed insisti nell avere una risposta. Hai qualche idea per migliorare l ecosostenibilità nella nostra scuola? Partecipa al concorso L inventore sostenibile attraverso la stesura di un progetto fattibile e utile. Comunicalo a E ricordatevi lasciamo il mondo meglio di come l'abbiamo trovato! Energy Team Comitato ambiente. RESVERATROLO LA MOLECOLA ANTI-AGE CHE DERIVA DALL UVA Resveratrolo: il nome in sé forse non ci dice nulla, ma questo elemento è più conosciuto come la molecola anti-età che deriva dai tralci di vite ed è utilizzata contro rughe e stress. A scoprirne e a sfruttarne l effetto miracoloso è stata una cittadina delle campagne di Bordeaux, Mathilde Thomas insieme alle conoscenze chimiche e farmacologiche del professor Joseph Vercauteren dell Università di Montpellier. Tutto è iniziato un giorno, quando il professor Vercauteren era in visita ai vigneti del Château della signora Thomas. Il chimico fece notare a Mathilde, dopo aver constatato che nel torchio vi erano bucce e acini d uva pronti per essere buttati, che i polifenoli d uva sono il più potente anti-ossidante presente nel mondo vegetale e non solo bloccano i radicali liberi responsabili di quattro rughe su cinque, ma sono persino più potenti della vitamina E. Questa notizia aprì un vero e proprio mondo alla fortunata vitivinicoltrice di Bordeaux: nel 97 depositò il primo brevetto sul resveratrolo (dopo una serie di verifiche sulla veridicità degli effetti). Cinque anni dopo l Università di Harvard ha definito questo principio attivo il numero uno delle molecole anti-età. Ma le novità non finiscono: il professor Vercauteren ha brevettato una nuova forma di resveratrolo, più potente del precedente e in grado di agire oltre che sulle rughe anche sul rilassamento cutaneo. La nuova molecola si chiama Resveratrolo- Oleyl, è ottenuta dai tralci della vite e viene stabilizzata mediante acido oleico. E ricca quindi di Omega 3, 6 e 9 che vanno a nutrire, proteggere e rigenerare la pelle in profondità da aggressioni esterne quali smog e freddo. L efficacia clinica di questo elisir è stata testata al Mount Sinai Hospital di New York, dove venticinque volontarie, tramite analisi con biospie della pelle hanno riscontrato un miglioramento del 78 per cento delle rughe profonde. La Thomas ha questo riguardo ha affermato: Il nostro impegno è quello di realizzare prodotti naturali ma con una solida base scientifica e nel rispetto dell ambiente. Giulia Botteon 4 VA Mathilde Thomas

3 Pagina 3 COCCINELLE O CHIMICA? Chi l'avrebbe mai detto che in Italia esiste un mercato d'insetti? Stupore a parte, la Bioplanet è la prima ed unica biofabbrica italiana che alleva e vende insetti per la lotta biologica integrata. Questi piccoli combattenti vengono impiegati soprattutto in orticoltura, nel florovivaismo, nelle colture in pieno campo, in frutticoltura e nelle piante ornamentali. A quanto pare gli insetti non sono solo una rottura di scatole come molti credono, ma anzi, ci possono aiutare a difendere le coltivazioni dai parassiti al posto dei prodotti chimici. Questa realtà si sta diffondendo in tutto il mondo e noi non dobbiamo essere da meno, anzi dobbiamo sostenere questa semplice e sana iniziativa che da più di vent'anni si sa facendo largo nel mondo dell'agricoltura biologica. Un uso continuativo dei prodotti chimici può sviluppare delle resistenze alla molecola delle popolazioni degli insetti che danneggiano le colture, costringendoci a cercare prodotti sempre più potenti e tossici per noi e per l'ambiente. Se non vogliamo trovarci a pancia in su come gli insetti che eliminiamo con i pesticidi, sarà meglio prendere in considerazione questa alternativa che vede come protagoniste truppe di insetti predatori di quelli che danneggiano piante, fiori e frutti delle nostre coltivazioni. La Bioplanet intanto continua a svolgere un lavoro di ricerca per l'allevamento e la vendita di altre specie d'insetti, dato che non si ferma l'arrivo di nuovi insetti provenienti da altri paesi. (F.D.P 5OA) ANCORA TROPPI PESTICIDI Facciamo una premessa: tutta l agricoltura si serve di pesticidi in per combattere le malattie. A questo proposito il comune di Sernaglia ha organizzato un incontro pubblico per iniziare a riflettere sull uso dei fitofarmaci, nelle varie colture (in particolare nel mais). Il direttore del centro di ricerca sul cancro dell istituto Ramazzini di Bologna ha sottolineato il fatto che i fitofarmaci vanno utilizzati con estrema cautela.in Europa ogni cittadino assimila annualmente 280 gr di pesticidi : il Atrazina 25 % di frutta, verdura e cereali contiene residui di almeno 2 pesticidi e oltre il 5% dei prodotti alimentare ne contiene una concentrazione superiore ai limiti di legge. Prodotti come Coragen, un insetticida che può contaminare le acque e risulta tossico per gli organismi acquatici, o il Roundup, diserbante che contiene uno dei principi attivi più velenosi come il,il glifosate. Tutti questi prodotti oltre a causare danni ambientali, sono tra i principali agenti cancerogeni, altri si sono rilevati portatori neurotossici e quindi capaci di sviluppare malattie al cervello, come Alzheimer e Parkinson. Per trovare una strada secondaria ai troppi trattamenti, il dirigente di Veneto Agricoltura L. Furlan ha insistito sull utilizzo del BOLLETTINO DELLE COLTURE ERBACEE. Il bollettino propone informazioni, suddivise in base alle principali aree climatiche, riguardanti il periodo delle semine con valutazione di eventuali rischi nelle prime fasi di sviluppo, la situazione agronomica riferita all andamento stagionale, allerte per eventuali attacchi di nottue in aprile-maggio, segnalazioni su livelli popolazione piralide ecc. Per esempio nel caso delle Nottue in arrivo dall Africa, il bollettino fornisce informazioni sull arrivo degli adulti migranti, sulle zone a rischio ovideposizioni. Con questi dati l insetticida non viene buttato in modo indiscriminato, ma solo dove e quando serve. Maria Castaldo 5OA I vizi di Stato (segue dalla prima pagina) A Bolzano vi è la legge provinciale che vieta la presenza degli apparecchi da gioco in un raggio di 300m dai "luoghi sensibili" come scuole, centri ricreativi e sportivi per giovani ed anziani. Una media di 4 persone su 10 ha debiti con gli usurai a causa della passione per il gioco. Questi individui sono in grado di inventare un'infinità di bugie moltiplicando la percentuale di separazioni e le depressioni. La gente viene continuamente ingannata e sollecitata a tentare la fortuna. La trappola è a portata di mano, al bar, in tabaccheria, persino sul cellulare. Possiamo riconoscere due tipologie di giocatore: quello che gioca di tanto in tanto un euro chiamato giocatore "sociale" e quello "compulsivo" predisposto al gioco, tendente alla depressione, al malessere, dove nel gioco trova una gratificazione fuggendo dai problemi, percependo sempre meno il rischio. Da questa bufera di schedine, macchinette ecc... non si può uscirne da soli, bisogna chiedere aiuto, anche se il problema è che il giocatore non percepisce il problema. E' per tutti questi motivi, e non solo, che dobbiamo renderci consapevoli dei rischi che corriamo, anche se molto, troppo spesso li prendiamo sotto gamba. F. De Paris 5OA

4 Pagina 4 Inter vista doppia Nome : Nicola Zanetti Soprannome: Nick Quali sono i suoi hobby? Corsa e ciclismo, sport aerobici Generi musicali preferiti? Jazz, ad esempio Miles Davis o Coltrane Piatto preferito? La pizza, possibilmente con mozzarella di bufala Dove se lo concederebbe un viaggio? Boston e New York Come era da giovane? Scanzonato fino alla seconda superiore, in terza ho cominciato a studiare Cosa voleva fare da bambino? Il calciatore Si sarebbe mai aspettato di diventare un insegnante? Dai 17 anni sì Un aspetto negativo ed uno positivo della scuola mi piace il rapporto con gli studenti, non mi piace la scarsa considerazione che la scuola ha nella società Quanto vale una laurea oggi? euro con Cepu, vale per la cultura personale non per il foglio In che animale si rispecchia? Nel cavallo La prima cosa che guarda in una donna? Gli occhi Crede in Dio? Credo nella Natura non in un Dio immanente Cosa c'è dopo la morte? La prosecuzione della vita degli altri esseri viventi Cosa si aspetta dalle imminenti elezioni? Una governabilità (non mi esprimo per par condicio) Favorevole o contrario ai matrimoni gay? Contrario, ma comunque far valere i diritti di coppia Favorevole o contrario all'aborto? Favorevole, ho votato sì Favorevole o contrario alla legalizzazione della Cannabis? Favorevole, fa meno male dell' alcool Dia un consiglio ai suoi colleghi Avere rispetto verso gli studenti Dia un consiglio agli studenti Studiate! Interviste a cura di Jonathan Zalamena, 4VB Faccia a faccia tra i proff. Zanetti N. e Mocchi Nome : Giuliano Mocchi Soprannome: solo diminutivo, Giuli Quali sono i suoi hobby? Fotografia, ma un po' meno di una volta, giardinaggio e motocicletta Generi musicali preferiti? Sono affezionato al Folk, nel '79 organizzai assieme ad alcuni amici il primo folk festival in Friuli, si chiamava "Fieste di Chenti". Ascolto anche il jazz ed Enya per rilassarmi e poi i cantautori italiani Piatto preferito? La carbonara che preparo io Dove se lo concederebbe un viaggio? A vedere i fiordi norvegesi Come era da giovane? Fuori dalle righe, non ero un ragazzo modello, mi piaceva sperimentare, provare nuove esperienze Cosa voleva fare da bambino? Mi piacevano molto gli aerei e facevo aeromodellismo Si sarebbe mai aspettato di diventare un insegnante? No, ho fatto il concorso per scherzo, da libero professionista nell'84 Un aspetto negativo ed uno positivo della scuola Positivo che ancora mi appassiona, soprattutto se anche i ragazzi si appassionano, negativo : secondo me la scuola sta prendendo una brutta piega Quanto vale una laurea oggi? Scopo personale: come crescita; invece per uso pubblico è un foglio come altri che può avere un indubbio valore In che animale si rispecchia? Il Dromedario La prima cosa che guarda in una donna? Dovrei dire quello che non guardo; il sorriso e l'intensità dello sguardo Crede in Dio? Sì Cosa c'è dopo la morte? Un' altra vita eterna Cosa si aspetta dalle imminenti elezioni? Difficile dirlo, ma spererei in un grosso cambiamento Favorevole o contrario ai matrimoni gay? Lasciamo ampia libertà di scelta, secondo coscienza anche se vedo l'amore tra uomo e donna Favorevole o contrario all'aborto? In linea di massima contrario, favorevole quando può evitare situazioni spiacevoli come l'aborto clandestino Favorevole o contrario alla legalizzazione della Cannabis? I cannoni in genere si usano per fare la guerra ma... Dia un consiglio ai suoi colleghi Non servono grandi consigli, se non cominciare la giornata con un buongiorno Dia un consiglio agli studenti Fatevi trasportare dagli insegnanti e dalle vostre passioni

5 Pagina 5 Come tutti ben sappiamo noi italiani abbiamo ricevuto in usufrutto dai nostri antenati un patrimonio storico-culturale che ha pochi eguagli, o nessuno, al mondo. Da molto tempo ne abbiamo sentito l importanza ed abbiamo deciso di tutelarlo già a partite dalle fondamenta del nostro Stato, nella costituzione con l art. 9 La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione. Inoltre per specificare ulteriormente l importanza della nostra eredità sono stati emanati anche dei regolamenti nei quali nei quali viene chiarito che la valorizzazione del patrimonio culturale consiste nelle attività dirette a promuoverne la conoscenza e ad assicurarne le migliori condizioni di utilizzazione e pubblica fruizione, incluse quelle per la promozione ed il sostegno degli interventi di conservazione e POMPEI CON LA CULTURA SI MANGIA! che la. Repubblica favorisce e sostiene la partecipazione dei soggetti privati, singoli o associati, alla valorizzazione del patrimonio culturale ( codice urbano). Ma a quanto pare anche la tutela del nostro patrimonio culturale è da aggiungere alla lista delle cose che non vanno nel nostro paese! Il nostro usufrutto potrebbe essere il sostegno, un contributo concreto anche in questo periodo non molto felice, visto anche che il turismo locale sembra essere aumentato in questi ultimi anni. Eppure paesi come la Gran Bretagna, la Francia oppure la Germania che possiedono un decimo della nostra fortuna ricavano ben più di noi: la Gran Bretagna 190 miliardi di euro, la Francia 166 miliardi di euro e la Germania 158 miliardi di euro conto l Italia che ne ricava 100 miliardi di euro pari al 2,6% del prodotto internazionale lordo. Di fronte a questi dati capiamo che decisamente c è qualcosa che non va e che dobbiamo cambiare il modo di considerare ciò che ci è stato donato, usando al meglio ciò che ci è stato dato rispettandolo e valorizzandolo. GLORIA GAMBA 5CB E CI TAGLIARONO LE ALI Per molti ragazzi che uscendo dalle scuole superiori non sanno ancora cosa fare della loro vita, una buona possibilità di crescere e di capire e cosa fare di loro stessi, un modo per crescere e conoscere il grande mondo che li circonda è il servizio civile. Sono passati 40 anni da quando è stato istituito questo mezzo di integrazione e conoscenza con i popoli, ed ora, nel 2013, gli volontari pronti per partire per ogni parte del mondo stanno rischiando di non avventurarsi in questa entusiasmante prova di vita. Perché nel 2012, per la prima volta, non è stato emanato alcun bando enti e volontari, cioè non è stato garantito nessun fondo per questi giovani pronti per aiutare nel mondo. Un altro effetto della crisi dicono in molti ma non è possibile che il peso venga portato sempre dai giovani, futuri cittadini e muri dello Stato, un peso che opprime sempre più con il fine di schiacciare a terra la loro libertà. G.G. 5CB METTI UN GIORNO... Ragazzi, oggi iniziamo un nuovo tema, che ci accompagnerà per le prossime settimane e forse, per tutta la vita. Parliamo di ETICA, che qualcuno definisce in modo sintetico L ARTE DI VIVERE. Visto che la vita si vive, cominciamo subito. Immaginate di trovarvi in questa situazione: trovate per strada un portafogli completo di documenti e un buon gruzzoletto di denaro. Come vi comportereste? Lo Restituite al legittimo proprietario; lo consegnate ai carabinieri; lo buttate non prima di averlo svuotato dei soldi, ecc. Si discute così per un ora di furbizia, onestà, correttezza, opportunismo, alibi, principi. Suona la campanella, interrompiamo la discussione sperando di poterla riprendere con lo stesso entusiasmo la lezione successiva. Metti un cambio dell ora DURANTE L ORA DI RELIGIONE qualsiasi, 10 giorni dopo, in attesa di entrare in classe, Giovanni e Michele mi vengono incontro sventolando un foglio A4 stampato. Leggo: Stazione dei Carabinieri di Conegliano il sottoscritto Giovanni P. dichiara di aver rinvenuto un portafoglio ecc ecc.. Siamo stati bravi, eh, Prof!. Semplicemente grandi, fantastici! E via di corsa in classe. Sì, ragazzi, siete stati bravi, perché avete compreso la prima regola di quell arte di vivere che vi farà diventare persone autentiche e che si distinguono dalla massa: quella di non essere indifferenti, anzi, meglio, la regola del FARE LA DIFFERENZA. Alla prossima lezione. Prof.ssa Sara Lorenzon

6 Pagina 6 LA RINUNCIA DI BENEDETTO XVI Come Celestino V nel 1294 L 11 febbraio 2013 passerà alla storia come il giorno in cui papa Benedetto XVI ha annunciato al Concistoro la sua rinuncia al ministero petrino, prevista per il 28 febbraio 2013 (annuncio reso noto ufficialmente al mondo all udienza del mercoledì successivo, il 13 febbraio 2013). Un gesto grande, fatto da un grande uomo, considerato come miglior cosa da fare (e per usare le parole stesse del papa) dopo aver ripetutamente esaminato la mia coscienza davanti a Dio. Un esame della sua situazione che è passato dalle deboli forze all età avanzata, dalla difficoltà di amministrare il ministero affidatogli alle grandi sofferenze e preghiere che richiedono vigore di corpo e di anima. Pertanto la dichiarazione di Benedetto XVI non è tempestiva e ambigua, bensì ponderata e limpida. Pertanto dinanzi alla portata del fatto storico viene spontaneo aver bisogno di assimilare questo momento (card. Angelo Scola, arcivescovo di Milano). L impulso e le tendenze della società tenderebbero infatti a stilare in fretta e furia giudizi e bilanci, come se improvvisamente ognuno diventasse giudice o profeta di qualche mutamento o catastrofe. Al posto di ostentare tutto ciò non è invece più prudente prendersi del tempo e cercare di guardare tale avvenimento sotto il più corretto punto di vista? Cercando magari di capire il suo autentico significato, senza sproloquiare in giudizi azzardati? La rinuncia del pontefice romano infatti è un esempio. Un uomo, rappresentante di Cristo in terra ma allo stesso tempo Servo dei servi di Dio rinuncia a tutti i suoi privilegi e si ritira. Alla base c è l umiltà di un uomo di Chiesa, teologo e professore, che riconosce e ammette dinanzi a sé e alla cristianità i propri limiti con fermezza e serenità allo stesso tempo. Una grande lezione di come ci si possa totalmente distaccare da ciò che è materiale, senza rimpianti, adempiendo agli oneri del pontificato fino agli ultimi istanti. Esempio di profonda libertà interiore (card. Angelo Bagnasco, presidente della CEI) e di amore per la Chiesa, che si trova a vivere in un mondo soggetto a rapidi mutamenti e agitato da questioni di grande rilevanza per la vita della fede (come ha sostenuto il papa nella già citata dichiarazione). Uno scenario in cui problemi culturali e sociali si sommano a quelli interni al mondo cattolico, composto anch esso da esseri umani, con i propri pregi ma anche con i propri limiti. Il comando della barca di Pietro richiede continua e rinnovata avvedutezza. Anche per questo, Benedetto XVI, conoscitore profondo delle vere necessità e potenzialità della religione, ha ascoltato la coscienza cedendo il posto al suo successore, nella certezza che Dio non abbandona la sua Opera. Un invito a leggere la dichiarazione del pontefice e a prendersi degli istanti di pausa silenziosa per rimanere con sé stessi e meditare. Poche concise righe che dimostrano come nonostante tutto ci sia ancora qualcuno in questo mono che è totalmente padrone delle proprie scelte. Papa Francesco, inizia un era nuova per la Chiesa? Dopo le clamorose dimissioni di Benedetto XVI, un conclave fulmineo ha designato il nuovo successore di Pietro. Ed è stata subito una bella, piacevole sorpresa. Sia per i credenti che per i non credenti. Infatti papa Mario Bergoglio, primate di Argentina, si è presentato con uno stile semplice e disarmante rispetto alle procedure e alla prassi piuttosto consolidate che accompagnano e seguono l elezione di un nuovo pontefice. Intanto, per cominciare dall aspetto esteriore: via le scarpette rosse di Prada, via la papalina con pelliccia di ermellino, via il trono, via l anello piscatorio d oro (sostituito da uno d argento), via la croce di oro massiccio per far posto ad una croce di metallo povero. Primo gesto del nuovo papa: pagare il conto all albergo presso il quale aveva pernottato durante il conclave. Potranno anche essere solo dei segni ma non sono proprio insignificanti, anzi. Dicono molto di più di tante parole spesso pronunciate da uomini di Chiesa senza vera convinzione. E poi c è il nome. Mi chiedo: ma possibile che nessuno mai tra i papi che l hanno preceduto hanno pensato a Francesco d Assisi? Troppo pesante forse la responsabilità che assumere quel nome comportava? Probabilmente sì. Ecco dunque che appare rivoluzionario che questo papa invece abbia voluto e desiderato fin da subito di farsi carico del messaggio del poverello di Assisi. Il che significa: ritorno alle origini, ritorno al messaggio evangelico imperniato su povertà e sobrietà, sule orme di Cristo. Un inversione di marcia piuttosto clamorosa rispetto ai costumi non proprio spartani che la Chiesa ha avuto fino ad oggi. Già nei primi giorni di pontificato, dopo che sono state fugate le uniche ombre che rischiavano di pesare sul suo ruolo, e cioè quelle di una possibile collaborazione con la dittatura dei generali argentini smentita da più parti e tutte molto autorevoli, papa Bergoglio ha mostrato un lato umano nell interpretare il suo ministero, abbracciando e incontrando le folle di cristiani, ma anche no, che gli si sono fatte attorno fin da subito richiamate dalla sua modestia e familiarità. Si è mosso a piedi o con il bus dei cardinali, non con autistiscorte-autoblindate. Si è scoperto che a Buenos Aires vive in un semplice appartamento, che si muove con la metropolitana, si cucina da solo e frequenta le baraccopoli della città sudamericana. Il suo sguardo dolce e paterno ricorda a tutti Giovanni XXIII, il papa buono, insomma uno che all angelus non cita i teologi sapientoni ma parla da parroco e augura buon pranzo. Sì, Papa Mario Bergoglio è uno di noi. Uno che non fa sentire distante la Chiesa, chiusa nelle sue stanze, arroccata sui propri privilegi, spesso muta di fronte alle sciagure umane. Ecco il papa che tutti, cattolici e non, hanno sempre sognato, hanno sempre aspettato. Nel giorno del suo insediamento, ha parlato agli uomini di potere chiedendo loro di mettersi al servizio, ha parlato agli uomini di buona volontà invitandoli ad amare il proprio vicino. Parole semplici ma di una forza disarmante. Rivoluzionaria direi. C era e c è proprio bisogno di un papa così. Speriamo solo che vada fino in fondo e riformi una Chiesa che ha perso la bussola dopo il Concilio Vaticano II. Prof. Dino Benacchio

7 Pagina 7 La BIBLIOTECA della Scuola Seconda puntata: la storia dalle origini Nel 2008 c è stato il restauro del prezioso Catalogo sistematico ed alfabetico per autori della biblioteca della Regia Scuola di Viticoltura e di Enologica di Conegliano ad opera dell Unione ex allievi della Scuola Enologica. Il Catalogo, redatto nel 1885 dalla Ditta Gianotti Lilia di Salerno, di 340 pagine, risultava sprovvisto di tutta la parte dell indice alfabetico per autori successiva alla lettera H, per questo l unione ha provveduto a fotografare e stampare a parte il materiale mancante. La biblioteca della Scuola andò successivamente arricchendosi, ed i nuovi volumi aggiunti vennero puntigliosamente appuntati nel Catalogo. La gestione era affidata al bibliotecario. Tra le figure di bibliotecario-economo e insegnante merita ricordare il prof. Luigi Celotti, enotecnico diplomato nel 1882; collaborò con Cerletti, Giunti, Dal Masso, insegnò scienze naturali per molti anni e divenne un grande esperto degli inventari dei beni mobili, consulente anche del Ministero dell Agricoltura All'inizio del Novecento si sentì l esigenza, da parte degli organi ministeriali, di dare indicazioni più specifiche sulle biblioteche come ci testimonia il R.D. n. 223del 1 aprile 1909 contenente il "Regolamento delle biblioteche speciali governative non aperte al pubblico". In tale decreto si precisava che le biblioteche annesse agli istituti superiori del Regno, agli istituti e corpi scientifici e letterari, agli istituti di belle arti, a i conservatori e agli istituti musicali "costituiscono biblioteche speciali ed indipendenti". Venne stabilito che la responsabilità di tali biblioteche speciali spettava "alla persona che è preposta all'istituto a cui quelle sono annesse, salvo che altrimenti sia disposto da statuti particolari". Purtroppo poi arrivò la furia distruttrice della prima guerra mondiale. Nulla fu risparmiato: una parte degli edifici scolastici in completa rovina, la restante letteralmente saccheggiata di ogni altra cosa asportabile. Tutto l imponente patrimonio, le collezioni dei gabinetti scientifici, le ricche dotazioni di vitigni speciali coltivati in campagna, la biblioteca ricca di volumi, le collezioni ampelografiche, il parco delle macchine agricole e dei modelli, i prodotti, il bestiame, tutto fu travolto, distrutto o disperso. Non più un libro o un apparecchio. La testimonianza della moglie del sarto Giovanni Celotti, Lucia, e della nuora Gina, abitanti nei pressi dell edificio della scuola, ci racconta che furono asportati da 8 a 10 autocarri di materiale scientifico, collezioni pregiate e libri rari, secondo la scelta operata da una dottoressa in scienze naturali, accompagnata da un ufficiale superiore austriaco, di stanza presso un Comando di Vittorio Veneto. Nel gennaio del 1919 il direttore Giunti scriveva alle Scuole superiori e speciali di agricoltura chiedendo di donare alla Scuola copia delle loro pubblicazioni, volumi che possedevano in doppio o in diverse edizioni, prodotti chimici e materiale didattico in genere. Arrivò dopo pochi giorni una notizia confortante, inaspettata. Da Udine quel Sindaco scriveva che presso il macello comunale, in un grande deposito di carte da macero che gli austriaci si proponevano di spedire alle loro cartiere, c era un gran mucchio di libri col timbro della scuola, evidentemente quelli giudicati di minor valore, e opuscoli, riviste, progetti, manoscritti, registri dei verbali. Il lavoro di cernita richiese qualche mese di paziente lavoro e finalmente il 9 maggio 1919 Giunti potè inviare tre camion per ritirare i volumi e i documenti. La scuola viene ricostruita secondo un nuovo progetto dell ing. Bernardo Carpenè e spostata dalla sede iniziale verso un luogo più decentrato e vicino alle strutture agricole. Nel 1924 viene inaugurata dal duce in persona. Un edificio a due piani più un pianterreno leggermente rialzato dove trova posto la nuova biblioteca. Essa è gestita dal segretario che assume anche la funzione di bibliotecario. Durante il periodo fascista Giovanni Gentile, ministro della Pubblica Istruzione, fece approvare il R.D. n. 965 del 30 aprile 1924 ("Ordinamento interno delle giunte e dei Regi istituti di istruzione media") che, agli articoli 121 e 129, operava una distinzione tra biblioteca degli alunni e biblioteca dei professori. Tutto si tradusse, però, in mera propaganda ideologica di regime; non ci fu alcun intervento legislativo organico e le biblioteche scolastiche furono utilizzate, nella maggior parte dei casi, come canali di diffusione della cultura fascista. Il governo fascista con le sue scelte autarchiche si fece sentire anche nella gestione della scuola: il preside Manzoni cercò in ogni modo di ridurre le spese per il riscaldamento, per l energia elettrica per la cancelleria e per il materiale didattico. Inoltre vennero rifiutati tutti i prodotti stranieri, comprese le riviste e i libri, non strettamente indispensabili. Anche la seconda guerra mondiale portò all occupazione della scuola e alla distruzione delle sue strutture, compreso materiale didattico e patrimonio librario. Dopo il primo decennio la biblioteca contava 4000 volumi, nel 1893 ne aveva 7000, nel secondo dopoguerra i volumi erano aumentati di poco. Solo nel 1954 venne fatto un lavoro di riordino e di classificazione con la compilazione di nuovi schedari in ordine alfabetico; i volumi presenti erano quasi raddoppiati rispetto all inizio del secolo Si operarono anche vari interventi di rilegatura. Si poteva contare su 67 abbonamenti a riviste (di cui 20 stranieri). Oltre alla biblioteca centrale, a pianterreno, si organizzarono anche biblioteche specifiche di reparto. (2 - continua) Prof.ssa Teresa Ballancin

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili COME PARTIRE Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online Questo report si pone l obiettivo di dare una concreta speranza a chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Dettagli

VADEMECUM PRODUZIONE BIOLOGICA

VADEMECUM PRODUZIONE BIOLOGICA VADEMECUM PRODUZIONE BIOLOGICA INDICE PREMESSA LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO REQUISITI DA RISPETTARE CARATTERISTICHE DELLA QUALITÀ BIOLOGICA CONVERTIRSI AL BIOLOGICO VENDERE E COMPRARE 2 PREMESSA All interno

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Parabola delle grosse pietre

Parabola delle grosse pietre Parabola delle grosse pietre Un giorno, un vecchio professore fu chiamato come esperto per parlare sulla pianificazione più efficace del proprio tempo ai quadri superiori di alcune grosse compagnie nordamericane.

Dettagli

Biotecnologie ed OGM. Terza parte: piante geneticamente modificate: produzione, legislatura, pubblico dibattito.

Biotecnologie ed OGM. Terza parte: piante geneticamente modificate: produzione, legislatura, pubblico dibattito. Biotecnologie ed OGM Terza parte: piante geneticamente modificate: produzione, legislatura, pubblico dibattito. piante OGM nel mondo. I maggiori produttori di OGM nel mondo sono USA, Argentina, Canada

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

In particolare, il settimo obiettivo prevede di assicurare la sostenibilità ambientale.

In particolare, il settimo obiettivo prevede di assicurare la sostenibilità ambientale. ASSICURARE LA SOSTENIBILITA' AMBIENTALE Nel settembre 2000, con l'approvazione unanime della Dichiarazione del Millennio, 191 Capi di Stato e di Governo hanno sottoscritto un patto globale di impegno congiunto

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero:

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero: in Kosovo Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini Numero 01, Gennaio 2009 In questo numero: Benvenuto caro sostenitore! Un regalo per me! I bambini dimostrano quello che sanno sull

Dettagli

VADEMECUM CONSUMO SOSTENIBILE

VADEMECUM CONSUMO SOSTENIBILE VADEMECUM CONSUMO SOSTENIBILE INDICE PREMESSA I PRODOTTI ALIMENTARI PRODOTTI BIOLOGICI PRODOTTI LOCALI BENI DI CONSUMO 2 PREMESSA Ogni giorno, tutti noi consumiamo una quantità di prodotti per soddisfare

Dettagli

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO 20 ANNIVERSARIO EVANGELIUM VITAE 25 MARZO 2015... 1) Oggi ricordiamo il Sì di Maria alla vita, quella vita che prodigiosamente sbocciò nel suo grembo immacolato. Mentre ricordiamo

Dettagli

MOZIONE VOLTA A: Salvaguardare il territorio comunale dalla coltivazione di organismi geneticamente modificati

MOZIONE VOLTA A: Salvaguardare il territorio comunale dalla coltivazione di organismi geneticamente modificati pagina 1 di 5 Cavriglia,. Ottobre 2014 Al Presidente del Consiglio Comunale e Sindaco di Cavriglia Sig. Leonardo Degl Innocenti o Sanni All assessore con delega all ambiente Sig. Filippo Boni MOZIONE VOLTA

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 Cari, amici, cari abitanti della Tasmania. 1. La mia

Dettagli

La vita quotidiana. Le Schede:

La vita quotidiana. Le Schede: Civiltà La vita Italia quotidiana Le Schede: 1 La scuola italiana 2 A scuola con gli immigrati 3 Il giovane volontario 4 Il giovane consumatore 5 Il giovane lettore 6 I giovani innamorati 7 I ragazzi e

Dettagli

ORDINE DEL GIORNO IN MERITO ALLE ATTIVITÀ E POLITICHE DI SENSIBILIZZAZIONE RISPETTO AI RISCHI PATOLOGICI CONNESSI AL FENOMENO DEL GIOCO D AZZARDO

ORDINE DEL GIORNO IN MERITO ALLE ATTIVITÀ E POLITICHE DI SENSIBILIZZAZIONE RISPETTO AI RISCHI PATOLOGICI CONNESSI AL FENOMENO DEL GIOCO D AZZARDO ORDINE DEL GIORNO IN MERITO ALLE ATTIVITÀ E POLITICHE DI SENSIBILIZZAZIONE RISPETTO AI RISCHI PATOLOGICI CONNESSI AL FENOMENO DEL GIOCO D AZZARDO approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 17

Dettagli

I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione

I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione PoliCulturaExpoMilano2015 I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione Versione estesa Paolo Paolini, HOC-LAB (DEIB, Politecnico di Milano, IT), da una intervista a Dott.ssa Antonia Trichopoulou

Dettagli

Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo:

Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo: Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo: ACCESSO AI CODICI MATEMATICI NELLA SCUOLA DELL INFANZIA ATTRAVERSO UNA DIDATTICA INCLUSIVA CENTRATA SUCAMPI DI ESPERIENZA E GIOCO. Anno accademico

Dettagli

Lo sapete che... Alcuni dati sul mio paese

Lo sapete che... Alcuni dati sul mio paese Brasile Lo sapete che... Povertà e disuguaglianza provocano fame e malnutrizione. Il cibo ed altri beni e servizi essenziali da cui dipendono la sicurezza alimentare, la salute e la nutrizione - acqua

Dettagli

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451 La.R.I.O.S. Laboratorio di Ricerca ed Intervento per l Orientamento alle Scelte DPSS Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione Centro di Ateneo di Servizi e Ricerca per la Disabilità,

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello B1

Università per Stranieri di Siena Livello B1 Unità 4 Fare la spesa al mercato In questa unità imparerai: a capire testi che danno informazioni e consigli su come fare la spesa al mercato e risparmiare parole relative agli acquisti e ai consumi gli

Dettagli

UN ORTO DI CLASSE Curare la terra, nutrire la vita.

UN ORTO DI CLASSE Curare la terra, nutrire la vita. UN ORTO DI CLASSE Curare la terra, nutrire la vita. Progetto rivolto alle classi della scuola primaria e secondaria di primo grado dell Emilia Romagna a.s. 2014-2015 Novità 2014/15 KIT PER ORTO DEL CONTADINO

Dettagli

Non sapevo veramente cosa aspettarmi Pensavo sarebbe stato qualcosa di simile a quello che avevo fatto a casa mia a Briarwood. Pensavo di trovare famiglie senza casa, gente povera, e senso di isolamento.

Dettagli

La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani. Simone Feder

La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani. Simone Feder La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani Simone Feder 2004: Fabio Fabio, un ragazzo di 15 anni chiedeva un consiglio per aiutare suo padre, caduto da alcuni mesi in una rete sconosciuta che catturava

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi

Percorso didattico Cittadinanza e Costituzione Rosa Sergi A SCUOLA DI COSTITUZIONE COLORA IL TITOLO BIANCO, ROSSO E VERDE. PER VIVERE BENE IN CLASSE ABBIAMO BISOGNO DELLE DIRITTI REGOLE DOVE VI SONO DEI DIRITTI E DEI DOVERI SENZA LEGGI e REGOLE DA RISPETTARE

Dettagli

DAL SEME ALLA PIANTA

DAL SEME ALLA PIANTA SCHEDA N 3 DAL SEME ALLA PIANTA Un altra esperienza di semina in classe potrà essere effettuata a piccoli gruppi. Ogni gruppo sarà responsabile della crescita di alcuni semi, diversi o uguali. Es. 1 gruppo:

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Riduco. Riciclo. Recupero. Riutilizzo. Provincia di Campobasso Assessorato all Ambiente

Riduco. Riciclo. Recupero. Riutilizzo. Provincia di Campobasso Assessorato all Ambiente Riduco Riciclo Recupero Riutilizzo Provincia di Campobasso Assessorato all Ambiente Quaderno di nato a il scuola classe sez. Cari ragazzi, questo quaderno che state leggendo, scritto e realizzato per voi

Dettagli

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE 72 Lucia non lo sa Claudia Claudia Come? Avete fatto conoscenza in ascensore? Non ti credo. Eppure devi credermi, perché è la verità. E quando? Un ora fa.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

PRESENTACION CONFERENCIA DEL CONSORZIO COOU

PRESENTACION CONFERENCIA DEL CONSORZIO COOU 1 PRESENTACION CONFERENCIA DEL CONSORZIO COOU Buongiorno, oggi siamo qui riuniti in questo Centro Congressi appartenente al Vaticano per discutere la tutela dell'ambiente, in uno dei suoi molti rami, l

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

Testi semplificati di tecnologia

Testi semplificati di tecnologia Testi semplificati di tecnologia Presentazione Le pagine seguenti contengono testi semplificati su: materie prime; lavoro; agricoltura; alimentazione; energia; inquinamento. Per ogni argomento i testi

Dettagli

Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato

Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato della Maestra Mery Anesa Mery Anesa Segreti e consigli della campionessa Italiana (17 volte) Barbara Rattazzi Presentazione di Sauro Amboni Intervista di Marcella Costato Giugno 2011 Osservazioni e commenti

Dettagli

ADOLESCENTI AL BIVIO TRA DIPENDENZE E LIBERTÀ

ADOLESCENTI AL BIVIO TRA DIPENDENZE E LIBERTÀ ANTONELLO VANNI ADOLESCENTI AL BIVIO TRA DIPENDENZE E LIBERTÀ Manuale sulla prevenzione delle dipendenze per genitori, educatori e insegnanti INDICE Premessa: adolescenti al bivio, ma non più soli PARTE

Dettagli

A come Ape. Un agricoltura senza pesticidi è possibile.

A come Ape. Un agricoltura senza pesticidi è possibile. A come Ape. Un agricoltura senza pesticidi è possibile. Maggio 2014 greenpeace.it 2 A come Ape. Un agricoltura senza pesticidi è possibile - Maggio 2014 Sintesi del rapporto Plan bee living without pesticides.

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Porto dentro di me una grande sollecitudine, ed è una sollecitudine per voi

Porto dentro di me una grande sollecitudine, ed è una sollecitudine per voi Card. Stanisław Ryłko Presidente Pontificio Consiglio per i Laici Città del Vaticano GIOVANNI PAOLO II: AMICO DEI GIOVANI Porto dentro di me una grande sollecitudine, ed è una sollecitudine per voi 1.

Dettagli

Io sono una porta semplice, aperta a metà ma capisco che sono fatta per essere spalancata

Io sono una porta semplice, aperta a metà ma capisco che sono fatta per essere spalancata Accogliente, aperta: magari un po a volte mi chiudo ma solo se sono stata distratta a cedere alla routine del quotidiano, non pecco di presunzione solo mi piace avere la disponibilità ad aprire la mia

Dettagli

G i o v a n n i L e o n i. Agrivillaggio. Cos'è? Come si fa? 1 www.agrivillaggio.com

G i o v a n n i L e o n i. Agrivillaggio. Cos'è? Come si fa? 1 www.agrivillaggio.com G i o v a n n i L e o n i Agrivillaggio Cos'è? Come si fa? 1 Cara amica, caro amico, Se stai leggendo questo rapporto è perché hai a cuore il tuo vivere bene a anche quello delle prossime generazioni.

Dettagli

Cosa sono i Global Goals?

Cosa sono i Global Goals? Cosa sono i Global Goals? I Global Goals conosciuti anche con il nome di Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals) sono 17 obiettivi contenuti in un grande piano d azione su cui

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Biologica. Una Guida per Azionisti, Agricoltori, Trasformatori e Distributori. Contatti. www.organic-farming.europa.eu

Biologica. Una Guida per Azionisti, Agricoltori, Trasformatori e Distributori. Contatti. www.organic-farming.europa.eu Commissione europea Agricoltura e Sviluppo rurale Contatti Servizi audiovisivi della Commissione Europea http://ec.europa.eu/avservices/home/index_en.cfm. Sito web sull agricoltura biologica della Commissione

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

GIACOMO BRUNO NETWORK MARKETING 3X PARTE 1

GIACOMO BRUNO NETWORK MARKETING 3X PARTE 1 GIACOMO BRUNO NETWORK MARKETING 3X PARTE 1 I 18 Segreti per Avere Successo nel Multi-Level Marketing 2 Titolo NETWORK MARKETING 3X Autore Giacomo Bruno Editore Bruno Editore Sito internet http://www.brunoeditore.it

Dettagli

Ufficio Stampa - Tel. 049/8293770 - Fax 049/8293754 - Cell. 348/2407427 Viale dell'università n. 14-35020 Legnaro (PD) Caro/a collega

Ufficio Stampa - Tel. 049/8293770 - Fax 049/8293754 - Cell. 348/2407427 Viale dell'università n. 14-35020 Legnaro (PD) Caro/a collega Ufficio Stampa - Tel. 049/8293770 - Fax 049/8293754 - Cell. 348/2407427 Viale dell'università n. 14-35020 Legnaro (PD) NOTIZIARIO n. 4/2009 SOMMARIO - Spazio Casa 2009 - Ciaspolada - Energia sostenibile

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI OFFIDA

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI OFFIDA REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI OFFIDA TITOLO I : DISPOSIZIONI GENERALI ARTICOLO 1 E istituita in Offida, nell ambito del Centro Culturale Permanente, una Biblioteca pubblica comunale, che riconosce

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto Progetto Scuola 2014-18 Capire i conflitti Praticare la pace Quando si parla di guerra si parla spesso di vinti e vincitori, qui invece ci sono storie di persone partecipante del 2012 In occasione del

Dettagli

BREVE INTRODUZIONE MARCO MAGNIFICO DIRETTORE GENERALE CULTURALE DEL FAI

BREVE INTRODUZIONE MARCO MAGNIFICO DIRETTORE GENERALE CULTURALE DEL FAI BREVE INTRODUZIONE MARCO MAGNIFICO DIRETTORE GENERALE CULTURALE DEL FAI Pochi giorni fa a un incontro organizzato dalla Provincia di Roma in occasione dei 60 anni dell Unesco, ho conosciuto un sacerdote,

Dettagli

Una manovra di rigore ed equità.

Una manovra di rigore ed equità. Una manovra di rigore ed equità. Ispirata all'art. 3 della Costituzione: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona".

Dettagli

Guida didattica all unità 15 Un compleanno importante

Guida didattica all unità 15 Un compleanno importante Guida didattica all unità 15 Un compleanno importante 1. Proposta di articolazione dell unità Presentiamo qui di seguito un ipotesi di articolazione dell unità 15, indicando una possibile scansione delle

Dettagli

2. Il Denaro è la radice di ogni sorta di cose dannose. Per questo i capi religiosi e le organizzazioni religiose lo tengono stretto.

2. Il Denaro è la radice di ogni sorta di cose dannose. Per questo i capi religiosi e le organizzazioni religiose lo tengono stretto. 1. La Mafia ormai sta nelle maggiori città italiane dove ha fatto grossi investimenti edilizi, o commerciali e magari industriali. A me interessa conoscere questa accumulazione primitiva del capitale mafioso,

Dettagli

Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE

Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE Bianca Maria Toccagni Insegnante Scuola Elementare La Roccia SPORT, GIOCO E FAIR PLAY NELLA SCUOLA ELEMENTARE Saluti alle autorità Presidente dott. Silvagni Segretario di stato alla cultura Segretario

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Caro Sindaco, ti scrivo...

Caro Sindaco, ti scrivo... a cura di Nadia Mazzon e Francesco Vivacqua Caro Sindaco, ti scrivo... I bambini si rivolgono al Sindaco di Milano Giuliano Pisapia www.culturasolidarieta.it Indice. Prefazione. Analisi pedagogica. Analisi

Dettagli

LA PERLA IL TESORO PREZIOSO

LA PERLA IL TESORO PREZIOSO LA PERLA E IL TESORO PREZIOSO In quel tempo, Gesù disse alla folla: Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto in un campo; un uomo lo trova e lo nasconde di nuovo, poi va, pieno di gioia, vende

Dettagli

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente. Cos è l Unione europea?

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente. Cos è l Unione europea? L Europa in sintesi Cos è l Unione europea? È europea È un unione = si trova in Europa. = unisce paesi e persone. Guardiamola più da vicino: cosa hanno in comune gli europei? Come si è sviluppata l Unione

Dettagli

La nostra. Il nostro Clima. Il nostro Mondo La nostra Alimentazione. scelte alimentari

La nostra. Il nostro Clima. Il nostro Mondo La nostra Alimentazione. scelte alimentari La nostra Alimentazione COMPLETATE LA PRIMA ATTIVITÀ DI QUESTO CAPITOLO, POI SCEGLIETENE ALTRE TRE DALLA LISTA CHE SEGUE. Le nostre scelte alimentari possono avere effetti positivi o negativi sul clima

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE Gli Italiani vogliono essere indipendenti. Gli Italiani cercano di liberarsi dagli austriaci e dagli amici degli austriaci. Questo periodo si chiama RISORGIMENTO. Gli

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Questa non è una lezione

Questa non è una lezione Questa non è una lezione Sono appunti, idee su Internet tra rischi e opportunità. Che vuol dire non dobbiamo stare a guardare? È il Web 2.0... i cui attori siete voi Chi vi ha insegnato ad attraversare

Dettagli

MEDIOEVO significa (vuol dire) ETÀ DI MEZZO cioè in mezzo tra l'età antica e l'età moderna. (mezzo) (età) MEDIO + EVO

MEDIOEVO significa (vuol dire) ETÀ DI MEZZO cioè in mezzo tra l'età antica e l'età moderna. (mezzo) (età) MEDIO + EVO IL MEDIOEVO IL MEDIOEVO MEDIOEVO significa (vuol dire) ETÀ DI MEZZO cioè in mezzo tra l'età antica e l'età moderna (mezzo) (età) MEDIO + EVO I FATTI PIÙ IMPORTANTI ALL INIZIO DEL MEDIOEVO i barbari e i

Dettagli

FORUM Regionale R/S ABRUZZO OGGI

FORUM Regionale R/S ABRUZZO OGGI Ho capito che la situazione dell altro è uguale alla mia: uscirne da soli è egoismo, insieme è POLITICA (Don Milani) Noi educhiamo i nostri ragazzi a sviluppare la propria individualità tanto nello spirito

Dettagli

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore. ... stanno arrivando... cosa????... le vacanze!!! Inserto N. 2 2008 Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Dettagli

Come ti immagini gi insegnanti?

Come ti immagini gi insegnanti? a Come ti immagini gi insegnanti? Quello dell insegnante è un ruolo complesso, in cui entrano in gioco diverse caratteristiche della persona che lo esercita e della posizione che l insegnante occupa nella

Dettagli

Un passo in avanti d Autorità. Convegno Nazionale Città Vicine gg. 29 e 30 marzo 2014 a cura di Loredana Aldegheri di Mag Verona

Un passo in avanti d Autorità. Convegno Nazionale Città Vicine gg. 29 e 30 marzo 2014 a cura di Loredana Aldegheri di Mag Verona Un passo in avanti d Autorità Convegno Nazionale Città Vicine gg. 29 e 30 marzo 2014 a cura di Loredana Aldegheri di Mag Verona Con piacere prendo parola a questo nuovo appuntamento nazionale di Città

Dettagli

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008 nno 2008 dolescenti Prova di Comprensione della Lettura CELI 1 dolescenti 2008 PRTE PROV DI COMPRENSIONE DELL LETTUR.1 Leggere i messaggi da 1 a 4. Guardare le illustrazioni sotto i messaggi. Solo una

Dettagli

Roma, 20-23 Maggio 2010 Auditorium Parco della Musica

Roma, 20-23 Maggio 2010 Auditorium Parco della Musica LA SETTIMANA DELLA BIODIVERSITÀ Roma, 20-23 Maggio 2010 Auditorium Parco della Musica ATTIVITÀ PER RAGAZZI PRENOTAZIONE DEI LABORATORI Per informazioni e per verificare la disponibilità dei laboratori

Dettagli

Trovare il lavorochepiace

Trovare il lavorochepiace Trovare il lavorochepiace Perché a molti sembra così difficile? Perché solo pochi ci riescono? Quali sono i pezzi che perdiamo per strada, gli elementi mancanti che ci impediscono di trovare il lavorochepiace?

Dettagli

Vita di campo. Parte il progetto nelle comunità rurali. Prove di trasmissione a Radio Marconi

Vita di campo. Parte il progetto nelle comunità rurali. Prove di trasmissione a Radio Marconi Settembre 2013 Vita di campo Parte il progetto nelle comunità rurali. Prove di trasmissione a Radio Marconi T re giorni nelle zone rurali visitando la comunità di João do Vale casa per casa, da mattina

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

ALMANACCO 2015 800.995988. Volontariato Città di Treviglio Onlus. Solidarietà e Sicurezza. Per non essere soli chiama il n.

ALMANACCO 2015 800.995988. Volontariato Città di Treviglio Onlus. Solidarietà e Sicurezza. Per non essere soli chiama il n. Volontariato Città di Treviglio Onlus Solidarietà e Sicurezza Tieni la borsetta verso il muro Per non essere soli chiama il n. 800.995988 con la collaborazione di: UNIONE BERGAMASCA CONSUMATORI Via T.

Dettagli

INTERVENTO CONCLUSIVO

INTERVENTO CONCLUSIVO Bene signori avete sentito i professori parlare di amianto. Hanno parlato di malattia, di legalità. Non è facile che tutto quello che è stato detto possa restare come quando si andava a scuola dentro la

Dettagli

Duca degli Abruzzi. Una scuola per la natura. Istituto Superiore di Istruzione Agraria di Padova. www.ducabruzzi.gov.it. www.ducabruzzi.gov.

Duca degli Abruzzi. Una scuola per la natura. Istituto Superiore di Istruzione Agraria di Padova. www.ducabruzzi.gov.it. www.ducabruzzi.gov. Istituto Superiore di Istruzione Agraria di Padova Duca degli Abruzzi Una scuola per la natura TECNICO SERALE FORMAZIONE CONVITTO Istruzione e TECNICO annesso indirizzo indirizzo corso it ip IeFP cts C

Dettagli

Ad Armando Sanna Cover Mapei

Ad Armando Sanna Cover Mapei Introduzione: Ci sentiamo verso le 22 non so bene come iniziare, in fondo è un ragazzo. Un ragazzo dal viso pulito. - Pronto ciao sono Armando- - Ciao mi chiamo Gilberto, lo sai che domenica, mentre trionfavi,

Dettagli

PROGETTO CARTA DEI PRINCIPI

PROGETTO CARTA DEI PRINCIPI Città di Portogruaro Assessorato all Ambiente PROGETTO CARTA DEI PRINCIPI PREMESSA Questa Carta dei Principi nasce da un anno di lavoro sul progetto Vivere con Stile, promosso dall Amministrazione Comunale

Dettagli

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso unità 7 - quattro chiacchiere con gli amici lezione 13: un tè in compagnia 64-66 lezione 14: al telefono 67-69 vita italiana 70 approfondimenti 71 unità 8 - una casa nuova lezione 15: cercare casa 72-74

Dettagli

LE DETERMINANTI DEL COMPORTAMENTO DI CONSUMO E DI ACQUISTO DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA: I RISULTATI DELLA RICERCA

LE DETERMINANTI DEL COMPORTAMENTO DI CONSUMO E DI ACQUISTO DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA: I RISULTATI DELLA RICERCA ADEM LAB- UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA LE DETERMINANTI DEL COMPORTAMENTO DI CONSUMO E DI ACQUISTO DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA: I RISULTATI DELLA RICERCA Silvia Bellini Università degli Studi di

Dettagli

PICCOLI E GRANDI INVENTORI CRESCONO

PICCOLI E GRANDI INVENTORI CRESCONO PICCOLI E GRANDI INVENTORI CRESCONO Dispensa per le scuole primarie Progetto di formazione e sensibilizzazione sulla tutela della proprietà industriale per le scuole primarie e secondarie di primo grado

Dettagli

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA CONVERSAZIONE CLINICA Classe VA 1) Che cosa ti fa venire in mente la parola ''volontariato''? -Una persona che aiuta qualcuno in difficoltà. (Vittoria) -Una persona che si offre per aiutare e stare con

Dettagli

TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3)

TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3) Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3) 1. Completa il testo con gli articoli e le desinenze dei nomi e degli aggettivi. Le tendenze alimentari italiane. Quali sono le mode alimentari

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE

1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno III, mese di aprile 2013 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Nella città di Firenze, lo scorso 16 marzo, migliaia e migliaia

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

LA FAMIGLIA CHE EDUCA

LA FAMIGLIA CHE EDUCA LA FAMIGLIA CHE EDUCA Messaggio alle famiglie - Pasqua 2009 Diocesi di Fano Fossombrone Cagli Pergola L educazione delle virtù umane è alla base dell educazione cristiana Il senso dell autorità La famiglia

Dettagli