Expo Novegro: completare la pista ciclabile di via Corelli

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Expo Novegro: completare la pista ciclabile di via Corelli"

Transcript

1 Fondato nel quindicinale di attualità, politica e cultura 13 MARZO anno 42 - n. 5 Editore Milano Communication srl - Redazione: via Cellini Segrate (MI). Registrazione presso Tribunale di Milano n /11/ Costo di una copia: 1 euro. - Sito:. Direttore responsabile: Federico Viganò Grande partecipazione emotiva del quartiere per la vicenda dei due anziani coniugi trovati morti in casa uccisi a colpi di pistola Omicidio-suicidio, tragedia a San Felice I vicini di casa e gli amici non sanno spiegarsi per quale motivo l imprenditore sia arrivato a compiere questo gesto Il figlio ha negato che il padre avesse grossi problemi economici. Chi li conosceva: Due persone perbene INQUINAMENTO Azzonamento acustico, il Pd all attacco «Disparità tra i quartieri» Venerdì 15 marzo scadranno i termini per il deposito di osservazioni al piano di azzonamento acustico cittadino, adottato lo scorso giugno. E il Pd attacca: «Ci sono disparità di trattamento dei quartieri, servono modifiche», spiega il capogruppo Ancora, che presenterà osservazioni al piano. a pag. 2 Continua la protesta dei disabili per i tagli regionali a pagina 4 Il cavallo una meravigliosa creatura anche terapeutica a pagina 10 La tragedia dei due anziani coniugi che il domestico ha trovato nei giorni scorsi morti in casa, uccisi da alcuni colpi di pistola, ha sconvolto il quartiere di San Felice. Pare non ci siano dubbi sulla dinamica dell omicidio-suicidio. L episodio si sarebbe verificato all alba. Umberto Donda, 76 anni, un piccolo imprenditore, prima ha ucciso la moglie Egidia Mamoli, 67 anni, sorprendola nel sonno, poi ha rivolto l arma contro se stesso. Per spiegare il suo gesto, ha lasciato tre lettere in cui allude a problemi economici, di cui però nessuno sapeva nulla. Lettera al Caro ladro... che ruba bici in stazione a pagina 8 Expo Novegro: completare la pista ciclabile di via Corelli Parla Gabriele Pagliuzzi, patron del Parco Eposizioni Novegro, realtà in espansione nonostante la crisi (300mila visitatori in più l anno scorso). E dice la sua su via Corelli: tratto di strada rimasto invariato per anni, per collegare meglio il quartiere a Milano l ideale, secondo lui, sarebbe una ciclabile che completasse il circuito di piste già presenti a Segrate. a pag. 6 servizi a pagina 5 Mercoledì scorso con le calciatrici della Asd Football Segrate Protesta in accappatoio in Consiglio comunale Spogliatoi fatiscenti e docce senza acqua calda, campi che più da calcio sembrano di patate: flash mob delle giovani atlete per sollevare il problema degli impianti sportivi in via 25 Aprile. a pagina 3 Parla l assessore all Urbanistica Indipendente Zanoli scuote la giunta Rimpasto? Inevitabile È il punto di riferimento politico del folto gruppo degli ex Pdl che, ribattezzatisi Indipendenti, guidano (non solo numericamente) la maggioranza di governo cittadina. Angelo Zanoli, assessore all Urbanistica, parla di elezioni e, soprattutto, di dopo elezioni. Aprendo la porta su possibili nuovi scenari e dando anche una scossa alla giunta, anticipando un taglio netto delle poltrone dal quale anche lui, spiega, potrebbe non restare immune. intervista a pagina 2 Arti, mestieri e imprese Segnalateci le eccellenze Da alcune settimane Segrate Oggi si sta occupando di attività artigianali e industriali che abbiano alle spalle una tradizione o un innovazione degne di essere conosciute. Siamo anche alla ricerca di chi pratica ancora i famosi mestieri in... via di estinzione. Chiediamo ai lettori di segnalarci queste realtà che saremo lieti di far conoscere alla città. Chiamateci al numero o scriveteci al nostro indirizzo

2 2 Elezioni Dote scuola, presentare domande entro il 2 maggio Un aiuto economico ai ragazzi che studiano. Si tratta della dote scuola, di cui possono usufruire giovani scolari da 6 a 21 anni. È attribuita agli studenti delle scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado e a chi frequenta i percorsi di istruzione e formazione professionale. Per richiederla, si può compilare la domanda online, su internet: in caso di bisogno, le famiglie degli studenti frequentanti le scuole statali posso recarsi in Comune per chiedere assistenza nella compilazione. Le famiglie degli studenti frequentanti le scuole paritarie possono chiedere assistenza agli uffici dei loro istituti. Per informazioni, ci si può rivolgere a Spazio Regione a Milano: via Fabio Filzi 22 o in via Melchiorrre Gioia 39. Le domande vanno presentate entro il 2 maggio. Amarcord dai cittadini sull ex municipio cercasi Un pezzo di storia della città... e dei segratesi. In vista dell'inaugurazione del nuovo Centro culturale Giuseppe Verdi nell'ex municipio, l Amministrazione sta raccogliendo immagini, ricordi, esperienze, testimonianze legati al vecchio edificio comunale in via XXV Aprile. Tutti i cittadini sono invitati a mandare il loro ricordo legato all ex municipio. Si possono condividere foto sulla pagina Facebook comunale, oppure mandarle via mail a: o portare foto e documenti all ufficio Comunicazione in via Primo Maggio. Sono ben accetti curiosità di vario tipo, da chi nel vecchio municipio si è sposato, da chi ci ha lavorato, ha studiato in biblioteca o ci ha vissuto esperienze Eliminacode, monitor antistress in Comune Niente più ore in piedi in inutili code. Da qualche giorno all'area - Servizi al Cittadino, nel palazzo comunale in via Primo Maggio è in funzione il sistema eliminacode GeCo PA, piattaforma interamente sviluppata da Xidera srl. Lo strumento serve a ottimizzare i tempi di attesa degli utenti e a indirizzarli meglio ai servizi offerti. I cittadini devono cliccare su un totem touchscreen il pulsante corrispondente alla pratica richiesta e ricevono in cambio un biglietto con il numero e lo sportello assegnati. In sala di aspetto, su un grande monitor scorreranno i numeri chiamati, con lo sportello corrispondente. Sul video saranno trasmesse anche notizie relative ai servizi e alle iniziative del Comune e del territorio. L INTERVISTA Parla Angelo Zanoli, assessore all Urbanistica e punto di riferimento del gruppo degli Indipendenti Tagli in giunta? Ormai sono inevitabili «Sono disponibile a fare un passo indietro anch io». Il Pd? «Sui temi importanti tutti devono dare il loro contributo» DALLA PRIMA Il Pdl crolla a Segrate diventando il secondo partito dopo i plebisciti del passato. Tendenza generale o è l'effetto della diaspora degli Indipendenti e della gestione segratese del partito? «Il PDL è crollato in tutto il Paese, non certo a causa o grazie agli Indipendenti di Segrate». In Italia hanno vinto antipolitica e soprattutto protesta contro i partiti. «Questo voto certifica la bocciatura del modo di fare politica da parte dei partiti tradizionali, ormai in crisi irreversibile e, secondo me, premia solo chi ha saputo dar rilievo alle proteste, al disagio e al malcontento dei cittadini». C'era da aspettarselo, insomma... «Sarebbe stato sufficiente dar ascolto ai messaggi inviati dalla popolazione con il voto dei referendum o delle regionali in Sicilia per capire che era necessario fare i provvedimenti chiesti a gran voce dalla gente e mi riferisco alla riduzione dei costi della politica, ai tagli dei finanziamenti ai partiti, alla riduzione del numero dei parlamentari e alla eliminazione dei loro privilegi. Non avendo fatto assolutamente niente di tutto ciò si è determinato il suicidio dei partiti. Attenzione non è che questi provvedimenti avrebbero risolto tutti i problemi dell Italia. Sostenere questo significherebbero fare demagogia. Credo, invece, che quando si chiedono sacrifici alla gente l esempio debba venire dall alto, come abbiamo fatto noi gruppo Indipendenti». Siete ancora convinti di aver fatto la scelta giusta uscendo dal partito? «Assolutamente sì. Anche se potrebbe sembrare presuntuoso dico che il gruppo degli Indipendenti ha anticipato i tempi, basta guardare cosa ha fatto nell ultimo anno. Prima cosa: non sentendosi più rappresentati dalla classe dirigente del Pdl, ormai totalmente scollegata dal territorio, e non potendo cambiare il partito del Pdl dall interno, otto consiglieri e cinque assessori hanno formato il gruppo consiliare degli Indipendenti. Il Gruppo ha scongiurato la frammentazione dei consiglieri del Pdl che era già iniziata, vedi la formazione del Fli e del gruppo misto e ha trovato unione nel perseguimento di progetti di interesse per la Città». Il taglio dei compensi degli assessori non era quindi demagogia secondo lei? «Gli Indipendenti, attraverso un ordine del giorno, presentato in Consiglio nel giugno dell anno scorso, ha richiesto un pesante taglio della spesa pubblica, fra cui il taglio delle indennità di tutti gli assessori e consiglieri, a cui purtroppo non tutto il Consiglio Comunale ha aderito. Poi i componenti il Gruppo degli Indipendenti hanno costituito una associazione denominata PartecipAzione, a cui hanno aderito molte persone della società civile, che avranno il compito di stimolare e partecipare al governo della città, occupandosi della cosa pubblica partendo dal proprio L assessore Angelo Zanoli, 57 anni territorio. Quindi la scelta degli Indipendenti è stata giusta e direi lungimirante, avendo anticipato i tempi, come dimostrato». Il sindaco, prima del voto, ha manifestato simpatia per Ambrosoli ma soprattutto ha fatto la sua dichiarazione di voto per un esponente del Pd, il neo consigliere regionale e sindaco di Rozzano Massimo D'Avolio. Come giudica questa scelta? «Il Sindaco secondo me ha fatto una dichiarazione molto chiara. Ha più volte detto, anche in Consiglio, che un'idea è buona indipendentemente dalla provenienza politica. Nella fattispecie ha dichiarato che avrebbe dato la sua preferenza a D Avolio, sindaco di Rozzano, in quanto essendosi frequentati durante le riunione della Conferenza dei Comuni, e avendo avuto modo di apprezzarlo condividendo alcuni suoi punti di vista, ha voluto premiare chi ha dimostrato di lavorare bene per il territorio invece di dare un voto di pura appartenenza politica, visto anche lo scenario dell offerta politica». La Lega vince in Lombardia ma anche a Segrate esce molto ridimensionata. I rapporti con i vostri alleati da tempo non sono idilliaci, pensa che la maggioranza Indipendenti-Lega-Pdl reggerà per i prossimi 2 anni? «La Lega ha pagato, secondo me, la scelta di riproporre all elettorato lombardo lo stesso format Pdl-Lega. La gente non ha capito come mai pochi mesi prima erano andati a casa, per poi ripresentarsi ancora insieme. Qui a Segrate, invece, credo che non ci saranno problemi per il futuro, anche se a un paio di cose dovremo mettere mano. Magari sarà doloroso, ma ce la faremo». Il sindaco aveva annunciato possibili tagli anche in giunta, soprattutto dopo il rifiuto dei leghisti di tagliarsi gli stipendi. Snellimento in vista nella compagine di governo cittadina? «Infatti parlando di scelte dolorose mi riferivo proprio a questo. Credo che un rimpasto di giunta sia diventato inevitabile, talmente inevitabile che sarei disposto a fare un passo indietro anch'io». Intanto c'è da approvare un difficile bilancio preventivo «Non dovrebbero esserci problemi, né finanziari, né politici. Il Gruppo degli Indipendenti con le somme derivanti dai tagli richiesti e attuati presenterà un progetto a favore dei cittadini senza lavoro, i cui particolari saranno resi noti in sede di presentazione del bilancio». Viabilità: avete la forza politica per mettere al sicuro Segrate? «Ora siamo sicuramente più forti. Non subiamo condizionamenti e non abbiamo remore ad affrontare apertamente chiunque. Quando si tratta con gli Enti sovra comunali l esperienza insegna che la forza sta nel presentarsi uniti e coesi con l appoggio di tutte le forze politiche presenti in Consiglio, ed è così che ci presenteremo davanti alla nuova giunta regionale quando parleremo di viabilità che rappresenta sicuramente una emergenza». Il Pd è diventato il primo partito a Segrate. Non è un mistero che ci sia stato negli ultimi mesi un apertura di dialogo in città: un'ipotesi di maggioranza allargata, almeno su alcuni temi critici, è possibile? «Il fatto che su temi sensibili per la città io non abbia mai fatto caso all appartenenza politica è un dato di fatto: al punto in cui ho ricevuto in passato alcune critiche da qualcuno della maggioranza. Sono convinto che quando si tratta di argomenti importanti per il territorio tutti i partiti debbano dare il loro contributo senza strumentalizzazioni, cosa che invece ogni tanto capita». Da più parti si torna a parlare di inciuci, parola ben nota al vocabolario politico segratese... «Non parlerei affatto di maggioranza allargata o di inciuci bensì di semplice condivisione e utilizzo del buon senso. Voglio ricordare che le grandi opere di Segrate (vedi Centro Parco e il Centro Commerciale con annessa viabilità) si sono potuti ottenere grazie alla capacità di alcune forze politiche che hanno anteposto il bene della città al proprio interesse di partito». Il Movimento 5 Stelle, al 21% in città, ha già dichiarato guerra: Ora anche qui dovranno fare i conti con noi, promettono. Vi preoccupa? «Assolutamente no.io la vedo un po diversa la cosa. Innanzi tutto se analizziamo bene l elettorato del Movimento 5 Stelle ci accorgiamo che rappresenta uno spaccato della società civile al cui interno ci sono tutte le categorie dai banchieri ai no tav. Inoltre io farei un distinguo fra Grillo e le persone elette in Parlamento. Grillo è un vecchio mestierante mentre è un vero piacere vedere in Parlamento tanta gente giovane, con tanto entusiasmo e voglia di fare, è una bella ventata di aria fresca». Non la preoccupa la mancanza di esperienza amministrativa dei cittadini al governo? «Se per vent anni hanno governato gli esperti e siamo conciati così, credo che possano benissimo governare anche i grillini, chissà magari si rischia che facciano meno danni! Ma battute a parte, Guardo al Movimento 5 stelle con molta curiosità, credo che Grillo e i suoi siano solo un po impreparati a governare. Quindi, è fondamentale che Pdl, Pd e Lista Monti si siedano a un tavolo e trovino un intesa che permetta al Paese di vedere finalmente varate tutte quelle riforme che a questo punto sono diventate fondamentali e indispensabili, per trovare una via d uscita dignitosa da questa condizione deprecabile in cui versiamo da troppo tempo ormai». A sentirla parlare sembra un elettore del Movimento 5 Stelle, ha votato per Grillo? «(ride) Il voto è segreto. No comment...» Un dato interessante è anche il boom di Monti a Milano 2 e San Felice. Allora i moderati a Segrate... esistono? «I moderati esistono e sono sempre esistiti. Forse in alcuni momenti i moderati pagano l esasperazione della gente che non ce la fa più. Anche se sono convinto che per uscire da questo caos servirà il loro lavoro di aggregazione». Segrate ha un consigliere regionale. Forse non quello che avreste scelto voi Indipendenti... sarà un vostro interlocutore al Pirellone? «Faccio gli auguri al nuovo Consigliere regionale. Credo che sarà una bellissima esperienza per lui che si è avvicinato alla politica da poco. In fin dei conti è ancora in tempo per ravvedersi!» Se dovesse lasciare il posto in Consiglio potrebbe rientrare una sua vecchia conoscenza, il verde Biagio Latino... «Negli anni ho avuto molti confronti, anche duri, con Latino. Lo giudico però una persona leale, corretta e preparata. Più di molti altri che oggi portano la bandiera dell'ambientalismo, anche a Segrate». F.V.

3 @segrateoggi.it RUMORE Il capogruppo Pd anticipa molte osservazioni al piano di azzonamento acustico Ancora: Le classi vanno riviste Ci sono quartieri svantaggiati «Evitare disparità di trattamento tra i cittadini dei diversi quartieri, che riteniamo sussistano nel piano adottato lo scorso giugno». Promette battaglia il Partito democratico segratese in vista dell approvazione del piano di azzonamento acustico, che arriverà presto in Consiglio comunale dopo il ritiro dello scorso 18 febbraio, un rinvio molto più politico che tecnico generato da divergenze all interno non solo della maggioranza ma negli stessi gruppi consiliari. Del resto, non di un innocuo documento tecnico si tratta ma di uno strumento pianificatore e regolatore di grande importanza e dai risvolti pratici evidenti sulla vita dei cittadini. Il piano, infatti, fotografa i livelli di rumorosità nei quartieri e suddivide la città in zone (dalla 1, la meno rumorosa, alla 4), definendo le soglie da rispettare andando oltre le quali l si deve far carico di interventi di risanamento. Venerdì 15 marzo scadranno i termini per la presentazioni di osservazioni al piano adottato. Ed è il Pd a spingere sull acceleratore per una sostanziale modifica del piano. In particolare, per quanto riguarda i quartieri di Redecesio e le zone residenziali sull asse della Cassanese, sulla base di un principio di par condicio tra tutti i quartieri di Segrate. «Riteniamo che la classe 4 (limite diurno 65 db - notturno 60 db) assegnata toutcourt a Redecesio e alle zone lungo la Cassanese siano troppo penalizzanti per questi quartieri - spiega il capogruppo Pd Vito Ancora, che insieme con il gruppo presenterà diverse osservazioni al piano di azzonamento - è indubbio che ci siano in queste frazioni zone che rientrano in classe 4 per i livelli di rumore esistenti, ma è necessario fare delle distinzioni per non svantaggiare chi abita dove a tutt oggi vengono rispettati i limiti previsti per la classe 3 (limite diurno 60 db - notturno 55), quelle specificamente residenziali». Dubbi poi, da parte del Pd, sull assegnazione della classe 2 per San Felice e il Villaggio Ambrosiano. «Anche qui vanno fatte delle riflessioni - continua Ancora - perché ci sono zone di questi quartieri disturbate da assi viari importanti dove i limiti imposti dalla classe 2 (limite diurno 45 db - notturno 40) già ora non sono rispettati: bisogna fare molta attenzione ad assegnare classi tanto severe in quanto il mancato rispetto dei limiti potrebbe poi comportare onerosi interventi di risanamento acustico a carico dell, e quindi della collettività». Politica 3 Seracini (ex FLI) battezza Scelta Civica per l Italia Dopo la disfatta elettorale, nazionale e locale, Futuro e Libertà perde i pezzi anche a Segrate. A cominciare dal Consiglio comunale. Lo scorso mercoledì sera infatti il capogruppo Alessandro Seracini, che era entrato nel partito di Fini pochi mesi dopo le elezioni (era stato eletto con il Pdl, che presto lasciò per Fli), ha annunciato il cambio di denominazione del gruppo, che diventa Scelta civica per l'italia. Una scelta obbligata, in qualche modo, visto il disastroso risultato elettorale di Fli, che a Segrate ha raccolto un misero 0,25%. «Non è un cambio di partito, ma la naturale evoluzione di un processo politico per rispondere ai bisogni dei cittadini - ha spiegato Seracini a Segrate continuerò il mio impegno per la realizzazione del programma elettorale del sindaco condiviso nel 2010». Il nuovo gruppo vedrà la luce all'indomani della prima riunione del nuovo Parlamento, mutuando la denominazione dal gruppo del movimento politico al Senato. Il Consiglio ha ricordato le vittime regionali di Perugia Un minuto di silenzio in ricordo di Daniela Crispolti e Margherita Peccati, le due impiegate della Regione Umbria uccise a Perugia la scorsa settimana dall'imprenditore Andrea Zampi. Si è aperto così il Consiglio comunale dello scorso mercoledì, dietro richiesta del consigliere Angelo Antona (Udc). «Chiedo un minuto di raccoglimento per le due funzionarie che sono state assassinate a Perugia ha spiegato Antona, per molti anni dipendente del Comune di Segrate nel corpo di Polizia Locale troppo spesso i dipendenti pubblici, che nella grande maggioranza dei casi svolgono con professionalità il loro lavoro, vengono indicati come la causa dei mali dell'italia, definendoli nel migliore dei casi fannulloni: questo folle gesto, pur se compiuto da uno squilibrato, ci faccia riflettere e ci impegni nel difendere i dipendenti pubblici che lavorano per la collettività». IN COMUNE Addio senza polemiche Ciapini lascia l Idv ed entra nella lista Insieme per Segrate Il consigliere comunale Fabrizio Ciapini, candidato sindaco nel 2010 con l Idv, ha lasciato il partito entrando nel gruppo consiliare della lista civica Insieme per Segrate. La notizia, che circolava già da qualche giorno, è stata ufficializzata mercoledì 7 marzo in Consiglio comunale. Con un breve comunicato, Ciapini ha lasciato il partito di Di Pietro sceso al minimo storico anche a Segrate con lo 0,77% alle Regionali e l 1,52% complessivo nel contenitore di Rivoluzione Civile scegliendo la lista civica guidata in Consiglio da Paola Monti (nella foto i due insieme con la maglia dell Asd Football Segrate, vedi articolo a fianco), che conterà da oggi su due consiglieri. «A livello nazionale, come a livello locale, è stata rasa al suolo l Idv portandola all estinzione; consacrata dall azzeramento ricevuto nell urna, soprattutto quella lombarda ha spiegato Ciapini, imprenditore e residente a Milano 2 personalmente, non mi sento più rappresentato da questo partito». Lasciando (formalmente) senza polemiche il capogruppo e segretario locale dell Idv con cui, dopo l iniziale collaborazione per la candidatura a sindaco, i rapporti si erano presto compromessi fino alla separazione in casa dell ultimo anno. «Anche se i rapporti non sono stati sempre idilliaci ci tengo comunque a ringraziare Antonio Berardinucci, capogruppo in Consiglio», ha detto Ciapini. Motivando così la scelta di aderire alla lista civica Insieme per Segrate. «Porterò a termine questo mandato in compagnia degli amici di Insieme x Segrate, un gruppo di donne e uomini che ho imparato a conoscere e apprezzare per il forte impegno nel costruire una vera forza civica al servizio dei cittadini ha spiegato l ex Idv il credo e i punti fermi della loro azione politica sono sempre stati e sono tutt ora esattamente corrispondenti ai miei». «Si tratta di una scelta personale che non posso che rispettare, faccio i miei auguri al consigliere Ciapini», il breve commento del capogruppo Berardinucci. PROTESTA Sfilata delle ragazze del Football Segrate, che chiedono intervento al Comune In accappatoio in Consiglio contro il degrado al 25 Aprile Se ne riparlerà ancora, forse già la prossima settimana, in un incontro tra società sportive e assessorato allo Sport. Questo il frutto della mediazione vis a vis raggiunta in Consiglio comunale dall'assessore Guido Pedroni. Non in aula, ma in platea, tra il pubblico, dove le giocatrici dell'asd Football Segrate società di calcio femminile nata nel 2009 hanno messo in scena, lo scorso mercoledì, un simpatico flash mob a sostegno di un'interpellanza presentata dalla capogruppo della lista civica Insieme per Segrate, Paola Monti. Presentandosi vestite di tuta sociale e... accappatoi per protestare contro la situazione di degrado dell'impianto sportivo di via 25 Aprile, prossimo alla dismissione, dove le ragazze del presidente Di Chio si allenano. L'ex casa dell'accademia Segrate, abbandonata da più di due anni dopo il trasloco del calcio segratese (maschile) al centro sportivo Don Giussani di Redecesio, è gestita come gli altri campi cittadini da un concessionario, la Polisportiva Città di Segrate, in regime di proroga dato che il contratto deve essere ancora firmato. Ma il destino del centro di via 25 Aprile confermato in Consiglio dall'assessore Pedroni è scritto: verrà dismesso e demolito per riqualificare la zona. Da qui la situazione fatiscente delle strutture, in particolare degli spogliatoi: in pratica, né Comune né Polisportiva ritengono di investire denaro (che è sempre meno, in generale) per una struttura che da qui a pochi mesi non esisterà più, forse per collocarci il mercato di via De Amicis, forse per allargare la piscina comunale. Da qui la protesta organizzata dal Football Segrate, giovane ma vivacissima realtà sportiva, che ha raccolto l'eredità del calcio femminile segratese che tanti risultati ha ottenuto nel passato e si trova costretta a frequentare spogliatoi senza acqua calda e in pessime condizioni igienico-sanitarie. «La questione dei campi per noi è anche di genere: le giocatrici di calcio della nostra città, una cinquantina, che portano la bandiera del Segrate in tutta la provincia milanese, sono costrette ad allenarsi in strutture, campi e spogliatoi, dalle scarse condizioni generali di sicurezza e igiene ha dichiarato Paola Monti - non possiamo accettare risposte evasive, il Comune non può limitarsi alle parole e alle intenzioni, deve attuare iniziative concrete: l assessore allo Sport Pedroni si è impegnato a convocare un tavolo di confronto tra Comune, gestore degli impianti e società sportive, in modo da risolvere le criticità, anche in previsione della chiusura degli impianti che dovranno essere riqualificati. Insieme x Segrate e le calciatrici vigileranno sui tempi e sulle soluzioni proposte». F.V.

4 4 Cronaca MANCANZA FONDI Continua l iniziativa per chiedere finanziamenti per l autonomia Disabili con la museruola ancora davanti al Comune per protesta Non si arrende, Leonardo Tencati. Anche il 28 febbraio scorso il segratese, tetraplegico dall'età di 15 anni e costretto su una carrozzina, ha manifestato davanti alla sede comunale in via Primo Maggio insieme a un nutrito gruppo di supporto. Con lui c'erano anche Nicola Casini, anche lui segratese e affetto da sclerosi multipla, Sonia Sanbinello di Bollate, paraplegica e anche lei su sedia a rotelle, con altri due amici nelle loro condizioni, oltre ad alcuni sostenitori. Dopo essersi fatti mettere "in croce" ed essersi "impiccati", stavolta i manifestanti si sono fatti mettere delle museruole davanti alla bocca: un po' per simboleggiare il fatto di non avere voce in capitolo, un po' perché, come recitava uno dei cartelli, sentono che sia "Vietato ogni diritto ai cani randagi e ai disabili". Di nuovo, la protesta riguarda la concessione del finanziamento ai progetti di "Vita indipendente" (come stabilito dalla legge 162) che consentono ai disabili gravi di potersi pagare le spese di assistenza domiciliare. L'amica bollatese ha portato anche la sua testimonianza: «Nella mia città non ho questo problema, per fortuna - ha raccontato Sonia Sanbinello - Vivo già da sola in una casa data dal Comune, ma il mio è un grado di disabilità diverso, a me servono molte meno cose che a loro: sono paraplegica, guido, mi arrangio. Sono qui a sostenerli, perché è giusto che anche loro abbiano un'indipendenza: anche in carrozzina, si può vivere dignitosamente, se te ne danno la possibilità». Dal Comune ancora nessuna risposta per la concessione del finanziamento ai progetti, e anche stavolta nessun rappresentante dell'ente si è fatto avanti per parlare con i dimostranti. «Chiediamo al sindaco che appronti un capitolo di spesa per i progetti di vita indipendente. Chiediamo che le persone con disabilità fisica grave e permanente possano avere assistenza indiretta adeguata e personalizzata alle loro esigenze specifiche. Un assistente personale costa minimo 20mila euro l'anno. Il nostro Comune è uno dei più ricchi d'italia, può senz'altro trovare le risorse necessarie per assistere adeguatamente i pochi disabili gravi fisici presenti nel suo territorio. Basterebbe risparmiare in settori non indispensabili, ad esempio su feste, concerti, fuochi artificiali, opere di abbellimento, rotonde - ha scritto Tencati sulla sua pagina Facebook - Chiediamo che il Comune faccia un'indagine per capire quante siano le persone con disabilità fisica grave e permanente fra i 15 e 65 anni residenti sul proprio territorio. Chiediamo che il Comune riveda la propria scala di priorità, di valori e dia la precedenza alle persone, disabili gravi fisici, bambini, anziani». Intanto, Tencati ha mostrato a tutti la lettera di licenziamento della sua badante, recante la seguente motivazione: «esaurito le risorse per poterle corrisponderle regolarmente il suo salario», e il saldo del suo conto bancario, con 176 euro in cassa. Questa era la quinta manifestazione organizzata da Tencati, la prima ci fu a ottobre in concomitanza con l'evento "Vino &dintorni". E l'intenzione è di proseguire con una protesta al mese, finché non verrà proposta una soluzione: già in programma la sesta protesta, il 28 del prossimo mese. A MILANO 2, RUBATI 20MILA EURO Rapinano la posta in due travestiti da portalettere Brutta esperienza per il direttore e gli impiegati dell'ufficio postale di Milano 2, in via Fratelli Cervi. Martedì 5 marzo, all'orario di apertura, sono stati "visitati" da due malviventi che si sono portati via tutto l'incasso. Due uomini, pare con addosso una sorta di divisa che poteva essere scambiata per quella di un impiegato delle Poste, hanno sorpreso il direttore alle spalle mentre entrava in ufficio, facendosi passare per impiegati che dovevano consegnare qualcosa. Una volta entrati dal retro, hanno fermato tutti, minacciato il direttore e hanno intimato che venissero consegnati loro tutti i soldi: tra i contanti che erano in cassa e i valori bollati, hanno arraffato circa 15-20mila euro. I due si sono poi allontanati in auto, grazie a un terzo complice che li attendeva fuori dall'ufficio postale col motore acceso. Pare che non fossero armati, e dall'accento erano molto probabilmente italiani. Le indagini sono in corso, i carabinieri hanno raccolto le testimonianze di tutti i presenti per cercare di risalire all'identità dei due. NOVITÀ Assistenza domiciliare a 360 gradi ora disponibile anche in città Per la cura di anziani, malati e disabili a Segrate ora c è Privatassistenza In una società che corre a ritmi sempre più serrati, molte famiglie si ritrovano incapaci di dare tutte le attenzioni necessarie ai loro cari nei momenti del bisogno. Il Centro Privatassistenza di Segrate è diventato in breve tempo un punto di riferimento per i bisogni socio assistenziali delle famiglie offrendo un servizio personalizzato ed integrato, avvalendosi di operatori professionali, altamente qualificati. I titolari del centro Fabio Marsico, Vincenzo Frezza e Vito Marino commentano con entusiasmo lo start up della propria attività: «Siamo riusciti ad ottenere buoni risultati mettiamo sempre il massimo impegno per aiutare le tutte le famiglie che hanno bisogno di assistenza». Le prestazioni offerte dal Centro spaziano dall assistenza domiciliare diurna e notturna all assistenza nei luoghi di ricovero o di degenza diurna e/o notturna. è possibile richiedere servizi di accompagnamento a persone anziane e/o disabili o interventi domiciliari per l igiene personale. Il Centro inoltre propone servizi socio assistenziali personalizzati, occasionali o continuativi per l assistenza ad ammalati, anziani e disabili o l erogazione di prestazioni fisioterapiche o infermieristiche (medicazioni, cateterismi, flebo, iniezioni, prelievi, clisteri). Il centro Privatassistenza offre anche il servizio di sostituzione della badante sia per lunghi periodi o semplicemente per la pausa durante i giorni di riposo della badante stessa. Il servizio garantisce la massima serietà del personale. Per quanto concerne la degenza ospedaliera il Centro offre assistenza diurna e notturna o assistenza al pasto, questo servizio permette alle famiglie di vivere in maniera più serena la degenza del parente nella struttura ospedaliera. Oggi in Italia ci sono oltre 130 centri PrivatAssistenza dislocati sul territorio Affidarsi a PrivatAssistenza significa poter contare in ogni momento del giorno e della notte su una seria organizzazione al servizio di chi ha bisogno di aiuto. Migliaia di famiglie italiane affidano quotidianamente a PrivatAssistenza un compito di grande responsabilità: assistere con amore e competenze i loro anziani, malati e/o disabili. È possibile concordare una visita domiciliare gratuita di un responsabile del Centro, al fine di conoscere al meglio il contesto e le esigenze della persona, individuando così il servizio più adeguato. Inoltre il responsabile del Centro seguirà con la massima attenzione il rapporto tra operatore e cliente, assicurandosi giornalmente che tutto proceda come stabilito. Il centro è reperibile e operativo 24 ore su 24, 365 giorni l anno: tel Per maggiori info: oppure

5 @segrateoggi.it Cronaca 5 SAN FELICE I due anziani coniugi Umberto Donda ed Egidia Mamoli trovati morti uccisi a colpi di pistola nella loro abitazione All alba sconvolgente omicidio-suicidio Lui imprenditore 76enne, a causa di problemi economici, ha sorpreso la moglie nel sonno e poi ha rivolto l arma contro se stesso I carabinieri intervenuti presso il luogo del delitto, l abitazione delle vittime in via Prima Strada a San Felice Una tragedia inspiegabile. Questo quello che i vicini di casa hanno risposto unanimi alla notizia della morte di Umberto Donda, 76 anni, e della moglie Egidia Mamoli, 67 anni, residenti a San Felice al primo piano di una delle villette a schiera in via Prima Strada. La macabra scoperta dei corpi senza vita dei due coniugi, avvenuta il 5 marzo, è toccata al domestico filippino: arrivato in casa per svolgere il suo turno di pulizie, l'uomo ha trovato affisso alla porta della camera da letto un biglietto che lo invitava a non entrare, a chiamare i carabinieri e ad avvertire il figlio. Biglietto che lasciava presagire qualcosa di terribile, eppure razionalmente calcolato. Proprio sul letto sono stati rinvenuti, dai militari dell'arma, i due coniugi: secondo quanto ricostruito dai carabinieri, intervenuti sul posto insieme al Nucleo investigativo di Milano, il marito avrebbe ucciso la moglie, utilizzando la sua pistola Smith&Wesson calibro 38 (regolarmente registrata) prima di togliersi la vita. Gli spari dovrebbero essere avvenuti nelle prime ore del mattino, la donna stava dormendo quando il marito l'ha uccisa: dei vicini hanno raccontato di avere sentito un po' di rumore, qualcuno l'ha scambiato per il tonfo di una porta sbattuta. Una delle dirimpettaie, invece, non si è accorta di nulla. Tutti attoniti alla vista dei carabinieri: nessuno sospettava che Donda avesse problemi economici che l'hanno spinto all'estremo gesto. Eppure queste sarebbero le motivazioni, stando alle tre lettere di addio che l'uomo ha lasciato. Il figlio 40enne, Matteo, residente a Milano e subito giunto sul luogo del delitto, avrebbe dichiarato ai carabinieri che la situazione economica non era così irreparabile da compiere un atto disperato. Entrambi i coniugi erano pensionati, l'uomo lavorava ancora da solo con la sua ditta Diemme Impianti che si occupava di impianti termoidraulici: l'ufficio è a cento metri di distanza dall'abitazione. Proprio per le sue competenze, era spesso consultato dal condominio. Sgomento tra i vicini: anche quelli più a stretto contatto con i coniugi, si sono dimostrati sorpresi nell'apprendere dei loro problemi finanziari. «Erano una coppia molto distinta, perbene, lei sempre allegra e passeggiava tutti i giorni», hanno dichiarato alcuni. Raffaella Turati A ROVAGNASCO Anziano si toglie la vita impiccandosi, lo trova il figlio C è forse una profonda depressione alla radice dell estremo gesto di un pensionato segratese, il 3 marzo scorso, nella sua abitazione in via Nenni, a Rovagnasco. Domenica nel pomeriggio è stato ritrovato senza vita appeso nello scantinato da uno dei figli che viveva con lui. La dinamica è chiara: fune legata attorno al collo, l uomo per compiere il gesto si è aiutato con una sedia, su cui è salito per poi spingerla via con i piedi. Nessun dubbio quindi, sul fatto che si trattasse di suicidio. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione locale e i sanitari del 118, subito allertati dal figlio. Ma per l anziano ormai non c era più nulla da fare, se non constatarne il decesso. SAN FELICE Nel quartiere grande coinvolgimento emotivo per la tragedia: in parrocchia veglia di preghiera Egidia donna allegra, amante dei fiori Umberto combattivo e molto perbene Il quartiere di San Felice è ancora sotto shock per il tragico omicidio-suicidio dei coniugi Donda. Molti i curiosi che si avvicinavano, la mattina di martedì, attirati dalla vista delle auto dei carabinieri fuori dall abitazione in via Prima Strada, per capire cosa fosse successo. Nello scoprire la notizia, e soprattutto i nomi delle persone coinvolte, tutti indistintamente hanno avuto un moto di stupore: «No! Com è possibile?» hanno ripetuto in tanti. Dei problemi economici che sembravano attanagliare Umberto Pietro Donda, nessuno ne sapeva niente, neanche i vicini di casa con cui la coppia aveva rapporti più stretti di amicizia. Sconvolta una signora che, col marito, si è fermata a chiedere cosa fosse successo e ha avuto una reazione scomposta, incredula e arrabbiata: «No, no, no, non è possibile! continuava a ripetere, quasi piangendo Eravamo amici, venivano anche a casa nostra. Problemi economici? Assolutamente no. Lei era sempre allegra, apertissima». Dei problemi della ditta individuale di Donda, la Diemme, che gestiva dall ufficio al civico 20, a un centinaio di metri da casa sua, non sospettava nulla neppure un collega che ha collaborato spesso con lui. «Mentre io dicevo sempre che i miei clienti ritardano i pagamenti, lui non si è mai lamentato dal punto di vista economico ha detto Luigi Romeo Io faccio impianti, lavoravo con lui a volte. Sul lavoro era preciso, puntuale, perfetto». Pare che qualche volta gli sia capitato di ritardare il pagamento delle spese condominiali, poi però ogni volta regolarmente saldate entro l anno. La casa a San Felice, invece, pare fosse intestata al figlio. Donda partecipava regolarmente alle riunioni condominiali, anzi è stato molto impegnato per le questioni relative al riscaldamento: «Io abito vicino a loro, poco fa lo abbiamo eletto come rappresentante, si è sempre occupato dei problemi del condominio ha detto Cristiana Pisani (foto a sinistra), una residente Essendo un perito termotecnico seguiva tutte le questioni della centrale termica, anzi l abbiamo spronato a continuare a occuparsene. Era combattivo, ci teneva a far valere le ragioni di tutti. Erano persone perbene, molto a modo». Ma tutti i vicini sono concordi su un punto: ultimamente Donda non era più lui, passeggiava con la testa sempre bassa, sembrava cupo e preoccupato. La moglie, Egidia Mamoli, era una donna amabile e un amante dei fiori, il suo balcone era adorno di rampicanti e vasi, e dispensava consigli alle vicine: «Era molto brava coi fiori, mi ha anche dato delle talee, tutt e due amiamo i rampicanti e i gatti ha raccontato Laura Travaglia (foto a destra), ex assessore, il cui balcone è faccia a faccia con quello dei Donda Era una persona molto positiva, c era un rapporto di buonissimo vicinato. Non ce lo spieghiamo, sarà dura dimenticare. Noi da qui non abbiamo sentito niente». E i due gatti della coppia, intanto, ignari dell accaduto, continuano a fare su e giù dal balcone, con qualche vicina che si preoccupa di dar loro da mangiare: «Ci fanno una tristezza infinita ha continuato Travaglia Non sappiamo cosa fare per loro». Si era pensato anche a una possibile depressione o a improvvise malattie che potessero giustificare il gesto, cosa del tutto smentita. «Erano entrambi in perfetta salute ha detto Maria Assunta Ronchi, assessore e medico di base a San Felice, che li aveva in cura e li conosceva Erano persone brillanti, si rideva e si scherzava. Li vedevo quasi tutti i giorni, abitando vicino, ma anche tramite amici comuni non c è mai stato il sentore di nulla. Se avevano problemi, li hanno tenuti per sé. Tutti sono rimasti scossi, non ce l aspettavamo». A testimonianza del coinvolgimento emotivo dell intero quartiere, la cui pace è stata sconvolta dall avvenimento, venerdì scorso alla parrocchia SS. Carlo e Anna si è tenuta una veglia di preghiera. E anche sul sito ufficiale è apparso un messaggio di cordoglio: «Il tragico fatto di sangue avvenuto nella Prima Strada del nostro quartiere ha addolorato tutti. Certamente chi conosceva personalmente Egidia e Pietro, ma anche gli altri abitanti di San Felice, stanno vivendo un giorno molto triste si legge sul sito Ci limitiamo a registrare il senso di pietà, di umana comprensione e, ripetiamo, di dolore che la morte di queste persone ha suscitato. Qualcuno, alla notizia, s è fatto il segno della croce. Per chi ha fede è il commento più significativo». R.T.

6 6 NOVEGRO Parla Gabriele Pagliuzzi, fondatore del Parco Esposizioni, che batte la crisi ma chiede interventi urgenti per il quartiere La sfida? Via Corelli finalmente ciclabile «È ora di alzare finalmente il velo sulla bella addormentata di Segrate, rimasta congelata mentre tutt intorno la città cresceva» Ha chiuso il 2012 con un bilancio in crescita di 300mila visitatori. E corre, solo sfiorato dalla peggior crisi del secolo, verso il cinquantesimo compleanno che festeggerà nel maggio Il Parco Esposizioni di Novegro, piccola ma importante realtà del panorama fieristico nazionale, continua a crescere a dispetto del difficile momento economico. Merito di un serbatoio di affezionati garantito dai grandi classici fieristici novegrini punto di riferimento per il collezionismo a livello internazionale affiancato da un'inesauribile proposta di nuove iniziative. Una ricetta preparata e perfezionata negli anni da Gabriele Pagliuzzi, 65 anni, architetto con pedigree politico (Deputato dal 1996 al 2001, eletto alla Camera con Alleanza Nazionale dopo un lungo percorso nel Pli), che assieme al padre Vincenzo, avvocato e Ambrogino d'oro milanese, fondò nel 1969 il Parco Esposizioni in una Segrate al tempo alle prese con la transizione dal passato agricolo alla modernità fatta soprattutto di terziario. Una ricetta di successo e che oggi resiste ai duri colpi assestati dalla crisi grazie a una scelta fatta di forme commerciali basse - non rivolte cioè alle grosse aziende, che oggi tagliano su tutto e in particolare sul marketing -, di partecipazione diretta ( siamo a nostro modo... grillini, scherza Pagliuzzi), rivolta specialmente alle piccole aziende ai consumatori e agli hobbysti, di gestione diretta degli eventi (l'80% dei quali sono prodotti dal Parco Esposizioni). Il tutto, scandisce orgoglioso Pagliuzzi, senza mai aver chiesto un contributo pubblico. Saranno 44 le fiere nel 2013, con importanti novità (Festival dell'oriente, a fine aprile; Quattrozampeinfiera, l'8 e 9 giugno) ad affiancare le classiche manifestazioni per collezionisti e appassionati nei settori più svariati (Radiant, per elettronica e informatica; Vinilmania; Festival del Fumetto; Militalia; Brocantage che arriverà alla 214a edizione, 300MILA VISITATORI NEL 2012 solo per citarne alcune). Ma la sfida più grande, spiega Pagliuzzi, è quella territoriale. Perché è arrivato il momento di «alzare il velo su una grande dimenticata, sulla bella addormentata di Segrate che è la nostra Novegro che sembra rimasta congelata mentre tutto intorno la città cresceva, migliorava, diventava più bella e curata». Già, Novegro. L architetto Gabriele Pagliuzzi, fondatore e presidente del Parco Esposizioni Novegro Sfida la crisi il Parco Esposizioni di Novegro, che per il 2013 ha predisposto un calendario di ben 44 manifestazioni. Tra queste, le classiche fiere per collezionisti e hobbysti (Brocantage, Militalia, Byblos, Vinilmania), gli appuntamenti fissi con importanti eventi di settore (Radiant, Bimbinfiera, Festival del Fumetto, Milano Danza Expo, ItaliaVacanze) e alcune interessanti novità: Agriturismo in fiera (svoltosi il gennaio) il Festival dell Oriente (dal 25 al 28 aprile), Quattrozampeinfiera (8-9 giugno) primo salone dedicato al benessere e alla cura degli animali domestici. Una storia parallela, quella del Parco e della frazione più a Sud di Segrate. Che condividono problemi che sembrano rimasti, nei decenni, sempre gli stessi. «Il più importante dei quali, e mi sembra medievale mentre lo dico, è quello del collegamento con Milano continua l'architetto - che purtroppo non garantisce ancora la piena sicurezza degli utenti e soprattutto disincentiva la mobilità dolce per la mancanza di un percorso ciclabile completo per raggiungere l'idroscalo dal capoluogo». Leggesi via Corelli, la strada che, transitando davanti al Parco Esposizioni, collega Segrate con Milano, in zona viale Argonne dopo il cavalcavia Buccari. «Da tempo continuo a mo- nitorare i passaggi pedonali della circonvallazione Idroscalo, di cui mi sto prendendo cura personalmente per assicurare visibilità e condizioni igieniche adeguate agli utenti racconta Pagliuzzi, che dallo scorso anno si occupa con i suoi dipendenti della manutenzione delle costole pedonali della provinciale che da Novegro va all'aeroporto la strada però per sua natura è ad alto scorrimento per cui è via Corelli che deve diventare il vero collegamento urbano con Milano». Prima di tutto per le biciclette. «La prima cosa è mettere in sicurezza la strada, oggi pericolosissima e addirittura sprovvista di illuminazione spiega Pagliuzzi l'obiettivo minimo poi è quello di completare la pista ciclabile che oggi si... ferma al centro sportivo Saini: si tratta di un'operazione relativamente banale perché si tratta di tombinare il fosso a fianco alla strada e realizzare un percorso in sicurezza per pedoni e ciclisti, che potrebbero così arrivare fino all'idroscalo e da lì proseguire con itinerari di pregio nelle zone est della Martesana, dell'adda». Banale ma in quasi cinquant'anni non si è ancora fatta... «In via Corelli oggi si potrebbero ancora girare i famosi inseguimenti dei film poliziotteschi anni '70, non è cambiato niente scherza Pagliuzzi non so darmi una spiegazione, diciamo che c'è stato un disinteresse generalizzato verso il quartiere e questa strada che, essendo urbana, è assurdo che si trovi in queste condizioni». Cosa chiede al Comune di Segrate? «Penso che l' stia facendo bene e che abbia oggettivamente cambiato in meglio Segrate riflette il fondatore del Parco Esposizioni - spero che voglia quindi porre tra gli obiettivi di fine mandato questo obiettivo, che rappresenterebbe una significativa spinta nella transizioni a una mobilità più diversa e più sicura. Noi di certo saremo pronti a fare la nostra parte». Federico Viganò IL 24 MARZO Tutti in bici in visita ai treni del passato Segrate Ciclabile, la più grande associazione di cicloamatori segratesi (associata alla Federazione italiana Amici della Bicicletta), torna in sella e presenta la prima iniziativa del Domenica 24 marzo, con partenza alle 9.30 dal Parco di via San Rocco, gita in bicicletta al deposito F.S. di Milano Smistamento (via Corelli 61). La struttura, costruita nei primi anni del ventesimo secolo, ospiterà per l occasione locomotori a vapore, diesel ed elettrici, perfettamente funzionanti. Sarà possibile effettuare una visita guidata all interno dell officina (dalle ore 11.00, per circa un ora e mezza) e visitare i vagoni presidenziali appena restaurati. La visita, come le precedenti al Palazzo Mondadori e a villa Alari a Cernusco, è organizzata in collaborazione con il FAI (Fondo Ambiente Italiano), che annualmente gestisce l apertura al pubblico di strutture normalmente non visitabili. La quota a carico dei partecipanti è di due euro per i non iscritti a Segrate Ciclabile e di un euro per gli iscritti. Per informazioni, telefonare al numero o visitare il sito Internet

7 @segrateoggi.it AMBIENTE Il Comune sta provvedendo alla messa a dimora di piante nei vari quartieri La città sempre più gradevole con la piantumazione di alberi La città si riempie di nuovi alberi. Con l arrivo della primavera, il Comune ha provveduto a mettere a dimora un centinaio di piante in vari punti, sparsi in tutta i quartieri. da via Nenni a Rovagnasco a via Novegro, da Milano 2 a via San Rocco e lungo la rotatoria sulla Rivoltana. I lavori si stanno concludendo e dovrebbero durare un paio di settimane. In molti casi si è trattato di sostituzioni, come ad esempio alla scuola primaria di Milano 2 dove l anno scorso erano stati fatti degli abbattimenti, non senza qualche polemica, a causa degli alberi diventati troppo grossi. Lungo la Cassanese, invece, a seguito anche di sollecitazioni da parte dei cittadini, sono state messe alcune piante vicino all area dell ex mercato di Rovagnasco, dove in alcuni casi erano state tagliate per far posto alla ciclabile. Presto riprenderà anche la piantumazione per la barriera antirumore in via Regina Teodolinda. Le varie zone interessate dalle piantumazioni: 1.Milano 2 (scuola primaria); 2.Rotatoria Rivoltana; 3.via Nenni; 4.via Novegro; 5.via San Rocco L'ex polo chimico Sisas, situato a cavallo tra i territori di Pioltello e Rodano, continua a tenere banco. La bonifica delle discariche abusive, necessaria per evitare una maxi multa di 400 milioni di euro da parte dell'unione europea, era stata dichiarata ufficialmente conclusa il 28 marzo 2011 alla presenza dell'ex governatore lombardo Roberto Formigoni, l'allora ministro all'ambiente Stefania Prestigiacomo e del commissario europeo all'ambiente Janez Potocnik. Poi sono cominciate le magagne: prima il dubbio che i rifiuti chimici fossero stati smaltiti illegalmente in Spagna, come denunciato da Greenpeace. Poi la TR2 Estate, ditta che si è occupata della prima parte di bonifica (a cui è subentrata la Daneco), ha chiesto agli Enti coinvolti il rimborso delle spese sostenute con un ricorso al Tar. Da tale ricorso, la scorsa settimana sono state stralciate le posizioni dei Comuni di Pioltello e Rodano e della Provincia di Milano, inizialmente chiamati in causa per un presunto inadempimento dell'accordo di programma Attualità 7 Ex polo chimico Comune di Pioltello assolto: no rimborso siglato nel 2007 ma ora esclusi dal procedimento, che prosegue nei confronti di Regione e ministero dell'ambiente. La TR2 Estate avrebbe chiesto un risarcimento di 30 milioni di euro. «I Comuni, in base all'accordo, avevano cambiato i propri piani regolatori per i volumi concordati. Per noi si trattava di alcune fabbriche, per Rodano del centro commerciale. Noi abbiamo rispettato tutti gli impegni presi - ha commentato l'assessore alla Pianificazione territoriale pioltellese, Giorgio Fallini - Secondo l'accordo di programma, TR2 Estate avrebbe poi dovuto versare una fideiussione di 60 milioni di euro, a garanzia che venisse fatta l'intera bonifica. La Regione, allora, avrebbe emesso un decreto finale a chiusura del procedimento: non l'ha fatto, perchè la fideiussione non è mai stata versata». Si attende quindi l'esito del ricorso per far sì che la situazione si sblocchi: infatti restano ancora da bonificare i terreni, e c è da risolvere la questione aperta sulla proprietà dell area. R.T.

8 8 via Cellini 5 STAZIONE Simpatica iniziativa di una giovane segratese dopo l ennesimo furto al parcheggio della fermata ferroviaria Terza bici rubata: Caro ladro... ti scrivo Un volantino rivolto ai razziatori di due ruote. L ANC: «Vigiliamo, ma la precedenza va alla sicurezza delle persone» Denunce, proteste, esposti, reclami protocollati. Chissà che alla fine non funzioni meglio la "moral suasion", la persuasione, per salvare le biciclette da sempre prede dei soliti ignoti alla stazione FS di Segrate. O almeno, questo deve aver pensato Giulia Santagata, giovane segratese vittima per la terza volta in tre anni del furto della sua due ruote di turno, parcheggiata - come fanno tantissimi, per necessità - nelle rastrelliere a disposizione dei ciclisti nel piazzale della fermata ferroviaria. Che ha preso carta e penna e ha vergato una simpatica lettera aperta rivolta ai ladri di biciclette segratesi, appendendo alcune copie in stazione nei giorni scorsi. LA LETTERA - Ecco il testo del volantino di Giulia: «2 marzo 2013, oggi è stata rubata la mia bici, la terza in tre anni, sì insomma, una graziellina un po scassatina, ma che ha sempre fatto degnamente il suo lavoro; da qualche giorno si stava rompendo anche un pedale e i freni non erano un granché, ma vi posso dire che ci ero affezionata. Sembra banale ma ognuno di noi ha il suo modo e un suo mezzo di arrivare ogni mattina nel posto dove lavora o studia sperando, finito il lavoro o lo studio, di ritornare a casa con lo stesso mezzo. Faccio parte di coloro che credono che l automobile non sia una necessità, per questo uso la bicicletta che è libertà, è movimento, è possibilità di guardare ciò che mi sta attorno alla velocità che decido io e di imprimermi negli occhi colori e immagini che in macchina non si riuscirebbero a cogliere. E così, mentre chi come me è nei posti più disparati a vivere la sua quotidianità, c è qualcuno che usa la sua quotidianità per prenderci senza permesso quei mezzi che ci permettono di muoverci e che non sono solo semplici mezzi di trasporto, ma sono parte di noi. Allora, caro ladro o cara ladra vorrei dirti alcune cose, senza rancore e senza odio perché non sono disposizioni del cuore che mi appartengono: 1 quando stai per compiere il gesto di appropriarti di una cosa non tua non guardarti attorno per paura di essere scoperto/a, ma guardati dentro e chiediti quale paura ti spinge a compiere tale azione. 2 quando hai tra le mani o sotto il sedere qualcosa che non ti appartiene chiediti se sei come appari o come realmente sei. 3 se hai ancora ciò che non ti appartiene o se lo hai scambiato per un certo compenso chiediti cosa significa assaggiare il sapore dell abbandono. No, non ti giudico caro amico o cara amica, ma penso a te che non hai capito che nella vita solo le cose conquistate o chieste con fiducia hanno il sapore della libertà, della bellezza, dell eternità». VIGILANZA - Un problema più ampio, quello della sicurezza in stazione, diventata da tempo punto di riferimento dei pendolari segratesi che hanno a disposizione ogni 15 minuti un collegamento rapido con Milano. Tralasciando la desolazione e le condizioni a dir poco fatiscenti della struttura gestita dalle Ferrovie. La vigilanza dal 2011 è garantita, oltre che dai passaggi delle pattuglie di polizia locale e carabinieri, dai volontari dell'associazione nazionale carabinieri di Segrate. «Abbiamo dieci associati che a gruppi di 2 o 4 si alternano per il servizio - spiega Alvise Gorla, presidente Anc locale - concentriamo i nostri turni nel tardo pomeriggio, tra le 18 e le 20». L'intento infatti è garantire la sicurezza delle persone. «Certamente l'obiettivo primario è quello, anche se è capitato di sventare qualche furto in atto nel parcheggio - racconta Gorla - purtroppo però la nostra presenza è limitata alla disponibilità dei volontari». Che fare, quindi? Forse la cosa più sicura resta portarsi l'amata... sul treno. F.V. RESTYLING L iniziativa del Comune Banchine e sottopasso colorati dai graffiti di Matteo Grassetti Un anteprima realizzata a computer di uno dei disegni del writer segratese che decoreranno la stazione Non trasformerà la fermata ferroviaria di Segrate nella preziosa Gare du Nord di Parigi o nell esotica e sfarzosa Kuala Lumpur Railway Station malesiana. Ma è un... inizio. In attesa del restyling complessivo e del miglioramento dei servizi che arriverà con la chiusura dei cantieri di Segrate Village, la stazione di Segrate - molto utilizzata dai cittadini che possono contare su un collegamento rapido con Milano ogni 15 minuti grazie alle linee suburbane S5 e S6 - cambierà faccia. Colorandosi con i disegni del writer segratese Matteo Grassetti, ingaggiato dal Comune per decorare i muri della banchina e, successivamente, per vivacizzare il desolante sottopasso che porta al binario in direzione del capoluogo. Un idea del Comune che, pur non avendo giurisdizione sulla stazione, di proprietà delle Ferrovie, dovrebbe in questi giorni ottenere il via libera per iniziare (pioggia permettendo). E si partirà con il muro che separa i binari locali dall alta velocità, dove, tra le varie proposte del giovane writer segratese, il Comune ha scelto una elaborazione grafica 3D del consueto cartello che indica le località delle stazioni (nella foto, l immagine del disegno realizzata con il computer). F.V. IL 21 MARZO Incontro con don Mazzi per l Aido in Commenda Don Antonio Mazzi, fondatore della comunità Exodus, sarà ospite d onore in una serata organizzara dall aido Segrate, giovedì 21 marzo alle ore 21, presso l auditorium Toscanini di Cascina Commenda (in via Amendola, a Rovagnasco). Il sacerdote, volto noto al pubblico, affronterà molti argomenti, dalla famiglia ai ragazzi, toccando anche il tema della donazione di organi. INIZIATIVA La società Europa Servizi Spa fornirà gratis un furgoncino su cui mettere i loghi delle aziende segratesi AAA sponsor cercansi a Le Vele onlus per finanziare il trasporto per disabili All'associazione Le Vele potrebbe arrivare presto un furgoncino per il trasporto disabili. Gratis. Un sogno? No, se si trovano gli sponsor per renderlo realtà. Il progetto si chiama Mobilità gratuita ed è promosso dalla società Europa Servizi spa, che ha proposto di affidare alla onlus con sede in via Rugacesio in comodato d'uso gratuito un mezzo adibito al trasporto di persone con handicap e/o con problemi di deambulazione. Si tratta di un Fiat Ducato, in grado di trasportare 8 passeggeri oltre all'autista, completamente attrezzato per questa tipologia di trasporti, con elevatore omologato a norma di legge per il trasporto di due sedie a rotelle. «Il comodato durerà quattro anni - ha spiegato Evelin Ghelfi della Europa Servizi - e dovranno spendere solo i soldi per l'autista e il carburante: bolli, assicurazione sono tutti a carico nostro». Il finanziamento del progetto e la conseguente attivazione del servizio, che dovrà avvenire entro 12 mesi dal lancio della proposta, sarà reso possibile dalla risposta di eventuali sponsor: aziende e imprenditori segratesi potranno affittare superfici sulla carrozzeria del veicolo, in cui inserire la denominazione della propria attività. Una promozione solidale, visto che il mezzo girerà parecchio per la città, garantendo quindi visibilità ai marchi. Ma perché proprio Le Vele? «All'inizio ci siamo rivolti al Comune, e parlando con l'assessore ai Servizi sociali Mario Grioni ci ha indicato questa associazione - ha spiegato Ghelfi - I nostri agenti passeranno da tutte le realtà produttive locali, dalla più piccola alla più grande, a chiedere di partecipare al progetto». La onlus, nata come gruppo di volontariato della parrocchia Santo Stefano di Segrate Centro nel lontano 1991, nel 2004 ha inaugurato la cascina in via Rugacesio - ristrutturata dai volontari - come centro di aiuto per giovani e famiglie in difficoltà. «Abbiamo cominciato subito ad accogliere mamme sole con bambini - ha raccontato la presidente Monica Cambiaghi - A oggi, abbiamo assistito 21 nuclei in accompagnamento verso l'autonomia, con percorsi di circa un anno e mezzo. A volte escono da situazioni di comunità alloggio, accompagnamento protetto, e hanno bisogno un sostegno per affrontare la vita quotidiana». Molti i servizi attivi, anche grazie alla presenza di personale professionale, tra cui il doposcuola per bambini di primarie e medie, i laboratori scuola-bottega per insegnare ai giovani una professione: quello per meccanico-ciclista e quello per panetteria, dove si può acquistare dell'ottimo pane fresco. Un nuovo mezzo sarebbe proprio d'aiuto visto il parco macchine un po' obsoleto. «Abbiamo due mezzi, di cui uno molto vecchio - ha detto Imelda Behan, una volontaria - gli educatori non riescono più a incastrarsi con gli orari perché ormai facciamo molti servizi». Dal 2009 a oggi sono già 242 i mezzi dati a Comuni e onlus nel Centro e Nord Italia dalla Europa Servizi spa, tutti di nuova immatricolazione: tra gli ultimi, anche uno consegnato a Settala e Pantigliate prima di Natale. Le aziende interessate possono contattare direttamente la società chiamando l'apposito numero di telefono: R.T.

9 @segrateoggi.it via Cellini 5 9

10 @segrateoggi.it 10 Ambiente e animali MONDO ANIMALE Visita al Centro ippico dei Pioppi di Mi2 dove lavora la Pagnozzi per esorcizzare lo scandalo del ragù equino Cristina non sussurra, ascolta i cavalli Il cavallo ha proprietà terapeutiche, avverte e si relaziona in modo diverso con le fragilità di ciascuno specie con le donne «Se la carne di cavallo trovata nel ragù fosse quella di un trottatore che ha corso il Gran Premio delle Nazioni, il mangiatore di lasagne deve fare il controllo antidoping?»: è uno dei surreali interrogativi che il mulo parlante Francis pone attraverso le parole e la voce di Diego Abatantuono nel recente tormentone su ippodromi e lasagne (reperibile in internet). Lo scandalo delle carni equine che contaminano le carni bovine sta destando reazioni indignate. Da un lato c è la frode nei confronti dei consumatori; ma da un altro c è anche lo sgomento di chi i cavalli li ama, e scopre di potersi trovare nel piatto un amico come il cane e il gatto. Tanto rumore per nulla, invece, per chi gli animali li ama tutti e non ne mangia nessuno, perciò non comprende perché scandalizzarsi se il ragù è misto. E a Segrate, tra chi per lavoro o per piacere si relaziona coi cavalli, che cosa se ne pensa? Per saperlo, abbiamo fatto visita al Centro Ippico dei Pioppi, al confine tra MI Due e l Amsa, un centro affiliato al FISE (Federazione Italiana Sport Equestri), dove si tengono attività di scuola e preparazione alle patenti agonistiche, con cavalli in parte del centro e in parte di proprietari dediti all equitazione sportiva. «Qui teniamo 31 cavalli, nessuno dei quali destinato alla macellazione», dice con giusto orgoglio Cristina, che da più generazioni fa parte della scuderia. Infatti, dal 2007 l anagrafe degli equidi (particolare non irrilevante: l unica anagrafe animale non gestita dall Asl) prevede l identificazione dei cavalli mediante un passaporto in cui il proprietario firmi la destinazione del cavallo: o DPA, cioè Destinato alla Produzione di Alimenti, oppure NON-DPA. «Che i 31 cavalli di questo centro non siano destinati alla filiera alimentare dice di per sé molto sul rapporto dei proprietari di questi cavalli coi loro animali: non solo che non vogliono farne a un certo punto carne da macello, ma anche che vogliono curarli con qualunque farmaco sia loro necessario; infatti la somministrazione di certi farmaci è incompatibile con un futuro nel settore alimentare.» Ci scrive la signora Annamaria Lucchese allegando la bellissima foto che pubblichiamo qui a fianco: «Ecco Babette e Balthus: entrambi hanno ormai attraversato il Ponte dell Arcobaleno e mi mancano ancora, anche se ho adottato un altra cagnetta per sostituire Babette, e tre gatti per sostituire Balthus. Naturalmente voglio un gran bene ai nuovi, ma ovviamente nessuno può sostituire nessuno. Così vi mando la loro foto in loro memoria e in seguito vi manderò le foto dei miei nuovi compagni di vita». «Vede una relazione tra la crisi dell ippica e gli attuali scandali equini?» domandiamo a una grande amica e conoscitrice dei cavalli: Grazia Pagnozzi, di Segrate, di cui certamente sentiremo ancora parlare. Innamorata dei cavalli dall'età di tre anni, farmacista con la passione per la botanica farmaceutica, ha approfondito per lavoro gli aspetti legati all omeopatia e alla medicina naturale, di cui si occupa dall inizio degli anni 90. Tiene corsi di benessere animale nell ambito equino, medicina naturale per il cavallo e mascalcia naturale a domicilio e presso la Clinica veterinaria di S. Siro a Milano. Collabora con i medici veterinari come tecnico qualificato per l applicazione della termografia e della medicina naturale per cavalli destinati ad ogni attività ludica e sportiva. È istruttore di equitazione di campagna e guida equestre con specialità alpina, e perfino maniscalco, anche se Inviateci le foto dei vostri animali o dei luoghi di Segrate che amate. Le pubblicheremo in questa pagina che ogni due settimane dedichiamo alla flora e alla fauna della nostra città e alle iniziative più interessanti in tema di ambiente ed ecologia. Puoi mandarle alla o, se non hai il computer, all indirizzo Redazione Segrate Oggi, via Cellini 5, 20090, Segrate. PROPOSTA LEGGE Brambilla: Si considerino animali da compagnia Il primo giorno di insediamento del nuovo parlamento, Michela Brambilla presenterà una proposta di legge «per riconoscere cavallo, asino, mulo e bardotto come animali da compagnia, vietarne la macellazione, l'importazione e l'esportazione a fini alimentari, vietare la vendita e il consumo della carne equina, vietare l'utilizzazione degli equidi in spettacoli o manifestazioni pericolose o degradanti, assicurare la tracciabilità dei cavalli attraverso interventi sull'anagrafe equina». Lo ha annunciato a Milano il 4 marzo 2013 insieme ad alcuni esponenti della "Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente", tra i quali anche la nostra Laura Rossi della Lega del Cane non solo di Segrate ma anche nazionale. Nel corso della presentazione è stato messo a nudo il vuoto normativo che permette ai cavalli da corsa di finire nel piatto, completi di trattamento farmacologico tossico per l uomo (danni midollari, neurologici, cardiovascolari, genitourinari, per citare solo alcuni degli effetti collaterali, e tacendo il parassita esotico trichinella spiralis trovato recentemente nei muscoli di cavalli. non lo fa per professione: da 24 anni lavora, da laureata in farmacia, in un azienda omeopatica. Dei cavalli parla con competenza e con passione. E forse è questo suo amore che le fa negare l ipotesi di un collegamento tra ippica e scandalo alimentare: «Nell ambito dei cavalli non destinati all alimentazione, semplificando posso dire che ci sono due modi di avvicinarsi ai cavalli, una ludica e l altra sportiva. In entrambi i casi la relazione con l animale ha un ruolo tale che non potrebbe mai diventare cibo». Guardandola relazionarsi con Calinka, la sua cavalla sedicenne resa timida e nervosa dalle sue vite precedenti (i cavalli possono essere di terza e quarta mano, e Calinka ne è un esempio) si ha la sensazione che al mito dell uomo che sussurra ai cavalli sia ora di contrapporre quello della donna che li ascolta. Per quanto sussurri, un uomo resta simbolo di dominio, tanto più se impartisce istruzioni. Una donna che ascolta (non a caso, una donna) diventa paradigma di accoglienza e rispetto dell altro che gli sta di fronte, il cavallo (ma non solo). «Ascoltare un cavallo è per me sentire quel flusso di energia, percepibile di pancia, quando ti guarda, ti annusa, ti viene in contatto. Permetterle di annusarmi è una gioia e una comunicazione affettiva con la mia cavalla. Una delle emozioni più grandi è quando mi annusa la guancia» spiega Grazia, quando le dico di avere notato in lei un ascoltatrice. «E non occorre cavalcarla. A me piace stare con lei anche nel prato, ascoltarla e parlarle. Per questo avevo aperto qui a Segrate un associazione donna e cavallo: con il fine che i cavalli riportino all equilibrio le donne abusate. Il progetto non è decollato (l associazione è durata dal 2010 al 2011), ma non ho rinunciato al mio sogno. Perché tutti gli animali hanno un potenziale terapeutico, ma trovo che il cavallo abbia qualcosa in più, qualcosa di diverso.» Perché? «I cavalli sono per loro natura prede, eppure si affidano a predatori: persone che si siedono nientemeno che sul garrese (la groppa è dietro), il luogo elettivo d attacco da parte dei predatori, dove vengono artigliati per esempio dai grandi felini. Eppure il cavallo ci concede di sederci proprio lì, e accetta di fare ciò che gli chiediamo» (si noti la scelta del verbo, che in questo maneggio non diventa mai un dire o comandare, nemmeno da parte degli istruttori). «Il cavallo è in grado di capire le fragilità di ognuno e di relazionarsi in modo diverso con ciascuno; per questo, l altro mio sogno nel cassetto è la creazione anche di una casa e non un centro dove gli anziani possano relazionarsi tra loro e con i cavalli.» Pagina a cura di Federica Nin. Etologa mancata, ex psicologa e ora docente di lettere, segratese da trent anni.

11 @segrateoggi.it SCELTI PERVOI Dal 13 al 27 marzo di G.D.D. Il 17 alle 20 All that jazz Domenica 17 marzo alle 20, il Circolo Magnolia ospita la serata All that jazz, l appuntamento giusto per chi vive di solo jazz, chi non capisce nulla di jazz, chi non ha ancora capito come si pronuncia jazz. Dalle 19, cena gratuita a buffet e a seguire TNT Swing Band live e Missin Red dj set. Ingresso libero con tessera Arci. Il 14 alle 21 L arte dei suoni Il 14 marzo alle ore 21, terza serata della stagione musicale L Arte dei Suoni sotto la direzione artistica di Elsa Martignoni, violino I del Rose String Quartet (con Sara Cross, Tamami Soma e Marilena Pennati) che presenta il Concerto per Quartetto d Archi. Musiche di Jimi Hendrix, Beatles, Piazzolla e altri. Cascina Commenda. Ingresso libero. Alla Commenda Seriamentecomici Nuovi comici per una serata all insegna della risata, sabato 16 marzo. L auditorium Toscanini ospita il CabaretCommenda dei Seriamentecomici.com ed Eugenio Chiocchi con una novità: alle ore cena con risotto, bibita e caffè a15 euro, spettacolo compreso. Ingresso da 10 (residenti e gruppi) a 12 euro per chi arriva alle Info: Cultura e Spettacoli Milano Due Musica Giovane Giovedì 21 marzo alle 21, penultimo appuntamento con Musica Giovane. Il concerto Opere, lieder, poemi: la lirica dall 800 al 900 presenterà musiche di Tchaikowsky, Strauss, Puccini, Debussy, Ravel. Sul palco, Bernadette Muller (soprano) e Manana Jangavadze (pianoforte). Centro Civico Milano 2. Ingresso libero. Informazioni: Al Magnolia cabaret solidale Mercoledì 19 marzo, il Comitato per la ricerca contro le leucemie (CRCL) presenta Cabaretttdddonando, spettacolo di cabaret con happy hour, con Claudio Batta (Zelig, Belli Dentro), Salvator Daquì e L Apetta (Colorado Cafè), Carlo e Simone (Striscia la Notizia), il soprano Valeria Musso. Cascina Commenda h.19. Ingresso 15 euro. Tel D COME DONNA Nella seconda edizione di Una trama di fili colorati una bella iniziativa a Segrate Una coperta che unisce simbolo di aggregazione e solidarietà femminile All indomani della Giornata della Donna, nel pomeriggio del 9 marzo, al centro civico Cascina Ovi Enza Orlando, insieme alle donne dell associazione da lei presieduta, hanno dato vita a quella che è destinata a diventare un altra tradizione culturale organizzata da D come Donna. La seconda edizione di Una trama di fili colorati si è aperta con un omaggio alla grande e dimenticata donna italiana Teresa Mattei che è una madre costituente cioè una delle poche persone ancora viventi che hanno scritto la Costituzione Italiana. Non si è trattato né di un convegno, né di una conferenza, ma di un insieme di illustrazioni di quanto le donne fanno per contribuire al miglioramento della vita sociale. Ha iniziato Flavia Falcone presentando quello che sarà il simbolo unificante delle donne di tutti i quartieri di Segrate: Una coperta che unisce fatta con il lavoro e la creatività individuale che si concretizza nell unione di tutti i lavori e simboleggia aggregazione e solidarietà. Ambra Zaghetto, antropologa, naturalista e musicista, ha presentato i primi risultati di un impegnativo lavoro che sta realizzando a livello nazionale, che è quello di poter far ascoltare la musica alle persone sorde utilizzando le vibrazioni sonore riportate su oggetti che ha definito partiture tattili. Tiziana Vimercati, imprenditrice, ha descritto la sua attività nel settore dell import-export. Paola Malcangio, dirigente comunale, ha presentato il suo blog al femminile CuoreMuscolo- Cervello che non vuole limitare il proprio scopo ad una nuova identificazione degli attributi femminili, ma vuole svilupparsi nel progetto Scuola, Comunicazione, Cultura. Angela Vai, danza e musico terapeuta, si dedica da anni ad un attività sottostimata che è quella di mettere in sintonia il proprio corpo sia con sé stesso, sia con l ambiente e le persone che lo circondano. Gina Lorusso, presidente della cooperativa sociale Zigoele è entrata nella sezione femminile del carcere di Bollate per far realizzare alle detenute una nuova visione degli spazi carcerari. Elena Salomoni, giornalista, ha fondato Mamma radio. È stata la prima donna in Italia a mandare in onda una radio-web tutta dedicata alle mamme e quindi ai problemi della genitorialità. Da sola e senza contributi, sfruttando le potenzialità della rete informatica, la sua radio è ascoltata in tutto il mondo. Queste sette donne sono la testimonianza del fare cose utili : Tocca alle altre donne proporsi in queste e in altre innumerevoli iniziative. Tocca agli uomini unirsi nel fare senza distinzioni di alcun genere. L importanza di questa Trama è stata recepita dall comunale e testimoniata dalla presenza del sindaco Alessandrini e degli assessori Ronchi e Pedroni. Gli interventi sono stati ben coordinati dalla conduttrice Palma Agati e gli intermezzi musicali sono stati eseguiti dal giovane flautista Emiliano Rossi. Enrico Sciarini SERATA CON L ANPI Resistenza e Costituzione spiegate ai ragazzi Un incontro rivolto soprattutto ai ragazzi dai 13 ai 18 anni, ma non solo. Venerdì 22 marzo alle 21, in via Grandi 28 presso la sede della Società cooperativa edificatrice segratese, la sezione locale dell Associazione nazionale partigiani organizza una serata di presentazione del libro del pioltellese Pierino Rossini Scritti di pedagogia della Resistenza e della Costituzione. Un opera ricca di aneddoti ed episodi storici, per aiutare meglio i giovani a comprendere le basi storico-giuridiche essenziali della nostra repubblica. Moderatore Nando Critosfori. SANFELICINEMA Piazza Centro Commerciale San Felice Tel MARZO FLIGHT Giovedì 14, venerdì 15, sabato 16 ore Domenica 17 ore 16 e Drammatico, Usa Durata: 2 ore e 16'. Di Robert Zemeckis. Whip Whitaker, esperto pilota di linea, in una catastrofe ad alta quota riesce miracolosamente a far atterrare il suo aereo, salvando le vite di quasi tutti i passeggeri. Dapprima considerato un eroe, emergono poi dubbi sulla reale responsabilità dell'accaduto e Whip viene sottoposto a un inchiesta. LINCOLN Giovedì 21, venerdì 22 e sabato 23 ore Domenica 24 ore 16 e Biografico, Usa/India Durata: 2 ore e 30'. Di Steven Spielberg. Storia degli ultimi tumultuosi mesi in carica del 16 presidente degli Stati Uniti. In una nazione divisa da lotte e cambiamenti, Lincoln mira a porre fine alla guerra, unire il paese e abolire la schiavitù. Le sue scelte cambieranno il destino delle generazioni future. MUSICA Al Circolo Magnolia esibizione e balli sulle note del simpatico Trio Radio Marelli Torna il gusto dello swing italiano Il gruppo è interprete dell epoca d oro caratterizzato da spensieratezza dei testi e melodie gioiose Impegnati nel nuovo spettacolo Trio Radio Marelli Boom! e nel tour di promozione del loro ultimo album Bagno Marelli (uscito nel novembre 2012) in giro per l Italia e in diversi Paesi europei, domenica 3 marzo il Trio Radio Marelli è passato da Segrate aprendo la serata Swing Era Nite al Circolo Magnolia. Sul palco in abiti anni 20, con tanto di scarpe di vernice dal tipico aspetto bicolore, Daniele Zamboni (voce, chitarra e arrangiamento), Francesco Giorgi (voce e violino) e Pedro Judkowski (voce e contrabbasso) hanno saputo improvvisare e tener viva la performance che ha entusiasmato gli amanti della musica dai primi del Novecento agli anni Sessanta, accorsi per scatenarsi in pista. Trio Radio Marelli è un gruppo profondamente affezionato allo swing italiano dell epoca d oro, nato nel 2004 a Bologna dall incontro di tre musicisti nipoti di alcuni interpreti dell orchestrina jazz Tumbuctu che furoreggiava in Italia durante gli anni 30. «Di quell epoca ha spiegato Zamboni purtroppo ci mancano le registrazioni radiofoniche. Siamo in possesso di fotografie, locandine, racconti di famiglia e lettere dal fronte di mio zio. Il nostro lavoro musicale quindi è più una suggestione : partendo da alcuni documenti abbiamo ricreato quello che era lo spirito dell orchestrina». Da qui, la reinterpretazione e l arrangiamento del repertorio dei nonni e la ricerca di un suono e di uno stile personale, con l intento di restituire al pubblico il piacere di assistere a uno spettacolo caratterizzato dalla solarità e dalla spensieratezza dei testi e delle melodie gioiose e brillanti, tipici del suono italiano. «Basta ascoltare Bellezza in bicicletta continua Zamboni Non esiste nessuna canzone americana che abbia un testo che sa di campagna. Il verso lascia la bici dammi i tuoi baci/ è tanto bello far l amor riporta a un immagine bucolica, tipica della società prevalentemente contadina e del pubblico a cui il jazz italiano si rivolgeva. Lo stile americano racconta, invece, di una società già prevalentemente borghese. Ricordo che quando mia nonna ci sentiva suonare, ci esortava a fare quelle canzonette così vive che fan venire voglia di ballare». Il trio ha voluto valorizzare, con assoli e virtuosismi, il violino, strumento il cui uso nel jazz, ha spiegato Giorgi, «è andato scemando dopo la seconda guerra mondiale con l avvento della musica americana, privilegiando la tromba e il sassofono» Il Trio Radio Marelli si esibisce anche in occasione di feste, eventi privati e matrimoni. Per informazioni: tel Giulia Di Dio

12 12 Rubriche VISTA DAL Pep Lo sport in TV sempre più riservato solo a chi paga di Beppe Maseri Tutti i Gran Premi live in esclusiva. Il martellante, ossessivo annuncio corredato dal rombo dei motori e dall accensione là in alto dei semafori rossi sulla pista riguardante la trasmissione in Sky dei Gran Premi di F1 ci sta accompagnando, meglio inseguendo, in ogni dove su tv e giornali, da circa due mesi in attesa dell Evento. Che per fortuna è alle porte, vigilia, prove e gara del G.P d Australia il 17 marzo. Al momento però l annuncio ha frastornato gli sportivi e gli appassionati dei motori abituati da anni a vedersi e a gustarsi i GP di F1 sulla Rai. E adesso che grazie all offerta di 55 milioni, contro i 39 dell anno scorso della Rai, la F1 è passata su Sky e tutti i Gran premi sono annunciati live in esclusiva su questa emittente che cosa succederà a chi non è abbonato a Sky e all abbonato sky i cui pacchetto non comprendeva la F1? Ci sarà da aggiustare l abbonamento? No, l abbonato Sky che già comprenda il pacchetto sport sarà premiato (per quest anno?) anche con la Formula 1 nel canale 206 dedicato. Bene. E l utente Rai martellato dai Gran Premi live in esclusiva? Momenti di panico. Per fortuna dopo il frastornamento iniziale la verità è affiorata.. E questa: il contratto prevede che Sky trasmetta in diretta tutti i 19 GP, concedendone 9 in diretta anche alla Rai, gli altri 10 sempre in diretta Sky con la possibilità per la Rai di riproporli in differita a distanza di non meno di 3 ore. Quindi l utente Rai dovrà accontentarsi di una verità differita. Quindi nonostante lo slogan accattivante per Sky si tratta di una... semiesclusiva.sia chiaro Sky fa bene, anzi benissimo il suo mestiere e altrettanto bene i propri interessi. Non sappiamo quanti clienti nuovi abbia catturato Sky oltre ai propri numerosi abbonati al pacchetto sport. ai quali ha riservato,questo sì in esclusiva, ai suoi abbonati appassionati di F1 un canale con i servizi accessori vale a dire con telecamere on bordo, grafiche virtuali e commenti speciali etc. La morale della favola comunque è che gli sport di massa, quelli più popolari, si avviano ad essere sempre più riservati a chi paga. E questa non è una bella notizia. LA VOCE DELLE MAMME di ANTONELLA PFEIFFER Neomamme, scelte diffici per figli-lavoro Servono compromessi Le neomamme che dopo un periodo di maternità devono tornare in ufficio, oltre a dovere fare i conti con qualche senso di colpa visto che il distacco fisico dalla propria creatura non è sempre così facile, si trovano spesso ad affrontare anche notevoli difficoltà logistiche. Le soluzioni sono tre: asilo nido, e qui vi segnalo che Segrate (tra asili comunali e convenzionati) riesce attualmente a coprire il 92% della domanda reale dei lattanti e il 104% per quella che è la domanda dei bimbi più grandi; nonni a cui far crescere il pargolo fino all ingresso alla scuola materna (ma lo faranno anche alla scuola primaria e secondaria, vedrete ) o la tata, una bellissima invenzione che però costa. A dire il vero esiste anche una quarta opzione che implica il fatto (non del tutto irrilevante) di rinunciare al proprio lavoro e, dunque, a uno stipendio fisso e alla propria indipendenza economica. Secondo dati Istat, in Italia 4 neomamme su 10 abbandonano l impiego per problemi di conciliazione lavoro-famiglia. Di quello che uno Stato dovrebbe fare per agevolare la vita delle donne-mamme - prendendo come esempio alcuni Paesi europei - ne parliamo magari un altra volta. Indipendentemente dalla scelta che riterrete più opportuna, per il vostro bambino e per la vostra famiglia, potete stare pur tranquille che i sensi di colpa vi terranno spesso compagnia, quindi tanto vale cercare di ridimensionarli. In Italia, in pratica, se lavorate dovete - per forza - delegare in grande misura la crescita di vostro figlio. Ci sono però un paio di errori che sarebbe meglio evitare. Sembrerebbe tutto semplice se ad aiutarvi (gratis) ci fossero i nonni. Non è del tutto vero e tenete presente che sarebbe sciocco da parte vostra mettervi a discutere sull impronta educativa che volete dare a vostro figlio e che invece i nonni sembrano magari per legittima stanchezza - non assecondare. Ricordatevi che loro hanno cresciuto voi o vostro/a marito/moglie, quindi non interferite. Alla tata potete tranquillamente dare indicazioni su come crescere il vostro bambino ma non fate l errore di sentirvi in competizione: è un dato di fatto che per il bambino sarà una specie di seconda mamma. Se prendono vostro figlio all asilo comunale non sentitevi in colpa se fremete dal desiderio di tornare a lavorare, non pensiate al fatto che il bambino sia troppo piccolo, che si prenderà un influenza dopo l altra, eccetera. Non pensiate di essere cattive madri perché non volete rinunciare al vostro lavoro o, addirittura, a fare carriera. Se non avete i nonni a disposizione e all asilo comunale non c è posto, forse potrete optare per uno privato. Fate due conti. Se dovesse capitarvi, poi, di essere stanche di correre a destra e a sinistra o stufe di lavorare per pagare una tata o l asilo privato, credo sia lecito fermarsi e riflettere sull eventualità di stare a casa. I compromessi, spesso, rappresentano la soluzione ideale. Qualsiasi scelta prendiate, non scordatevi mai di ascoltarvi ma, anche, non pretendete di fare la stessa vita che facevate prima di diventare madri perché i bambini (non solo le mamme) hanno il diritto di essere ascoltati e siamo noi genitori ad avere doveri nei loro confronti. Antonella Pfeiffer è scrittrice e blogger. Puoi scriverle all o visitare il suo sito: La vita del nostro pianeta non è poi così al sicuro come vorremmo credere e quello che è accaduto circa un mese fa in Russia ne è riprova. In realtà le preoccupazioni maggiori sullo stato di salute della Terra sono rivolte verso il Global Warming, il surriscaldamento provocato, in larga misura, dall incremento dei gas serra di natura antropica. Ma quanto avvenuto in Russia ci deve far riconsiderare le priorità da assegnare ai pericoli. Insomma, visto che l incremento dei gas serra - qualora non venga arrestato dall uomo o da cause naturali (es. un sole pigro per qualche decennio) - produrrà danni ingenti alla Biosfera tra anni, è lecito chiedersi se non sia il caso di mettere in campo maggiori risorse per le minacce che provengono dalla spazio e che possono distruggere la vita in pochi secondi. Il meteorite caduto in Russia ha colto tutti di sorpresa perché era sfuggito al sistema di monitoraggio della NASA. Probabilmente un sistema di monitoraggio più preciso e continuo - ma per questo anche molto più costoso - avrebbe consentito di individuare la presenza dell intruso già da qualche mese e quindi di prevederne la traiettoria per allertare con sufficiente anticipo. Ma le minacce alle nostra Terra dallo spazio derivano non soltanto dagli asteroidi e dalle comete ma anche dal sole, che ha una attività magnetica legata al numero di macchie solari presenti sulla superficie del pianeta. Tale numero raggiunge un massimo ogni 11 anni circa. In prossimità della massima attività solare la enorme attività magnetica esercitata dalle macchie sull atmosfera solare dà luogo a violente esplosioni di luce ma anche di materia (protoni, elettroni, nuclei di elio, atomi di metalli) che si sprigionano dalla parte più esterna della atmosfera solare (la corona). Tale esplosioni si spingono nello PAROLA AL COLONNELLO di MARIO GIULIACCI Tempeste solari e meteoriti minacce spaziali per la terra anche fino ad un milione di km dal sole (tre volte la distanza della luna dalla terra). L enorme quantità di materiale proiettato nello spazio circostante, essendo costituito in prevalenza da particelle cariche, dà luogo a un campo magnetico. Il flusso di particelle solari generate dalle esplosioni è noto come vento solare. Il vento solare e il campo magnetico associato si muovono nello spazio interplanetario alla velocità di circa km al secondo. Tale campo magnetico viaggiante ha una intensità di gran lunga superiore al campo magnetico terrestre e se orientato nella giusta direzione, raggiunge anche la terra, stravolgendo il campo magnetico terrestre (tempeste geomagnetiche) con danni enormi sulle infrastrutture elettriche. L umanità dovrà fare i conti anche con una tempesta magnetica di inaudita violenza, The Big One Magnetic Storm, che interesserà satelliti, astronavi e centrali. L ARCHITETTO RISPONDE di ANDREA FIORENTINI Ristrutturazioni edili Detrazioni del 50% ma fino al 30 giugno Il 30 giugno 2013 è il termine ultimo per usufruire delle detrazioni fiscali del 55% o 50%, salvo proroghe del futuro governo, sulle spese sostenute per interventi di manutenzione straordinaria o ristrutturazione, finalizzati al recupero e contenimento dei consumi energetici di immobili residenziali esistenti, per un importo massimo di euro. In realtà anche dopo il 30 Giugno rimarranno comunque in vigore le agevolazioni fiscali per gli interventi, sempre di manutenzione straordinaria o ristrutturazione del patrimonio edilizio esistente, ma ridotte al 36% della spesa con un limite di euro. Si tratta di una serie di agevolazioni fiscali introdotte in sostegno al settore edilizio, finalizzate al recupero del patrimonio esistente, al contenimento dei consumi energetici e all emersione di una economia spesso sommersa. In pratica per tutti coloro che svolgono tali opere possono detrarre dall imposta irpef in 10 anni una parte della spesa sostenuta, 55% o 36% a seconda della tipologia d intervento, sia esso dipendente o lavoratore autonomo. Gli interventi di manutenzione ordinaria sono ammessi esclusivamente sulle parti comuni di edifici residenziali e non sono contemplati su singole unità immobiliari. L Agenzia delle Entrate definisce anche un altra serie di interventi ammessi riferiti a eliminazione di barriere architettoniche, realizzazione di autorimesse o posti auto, bonifiche da amianto, opere finalizzate a prevenire infortuni domestici o atti illeciti da parte di terzi, tipo gli antifurti. Le procedure tecniche-amministrative, anche se semplificate recentemente, rimangono piuttosto rigide e articolate, non è più obbligatorio per esempio far pervenire comunicazione di inizio lavori al Centro operativo Agenzia delle Entrate di Pescara, ma è richiesta la conservazione di alcuni documenti, da esibire in caso di controllo, come titoli abilitativi, fatture, bonifici etc. Tra le varie spese detraibili, sono comprese anche quelle sostenute per la progettazione, la direzione dei lavori e il coordinamento della sicurezza e quindi relative a prestazioni professionali. Studio di Architettura Fiorentini Associati Tel Via Borioli, 13 Segrate

13 @segrateoggi.it Penna al lettore 13 SCRIVETE A SEGRATE OGGI: All indirizzo: Redazione Segrate Oggi via Cellini 5, 20090, Segrate Con una mail Inviando un fax al numero: BLITZ DEL COMUNE 60 gatti non hanno più il loro rifugio Mercoledì 27 febbraio in mattinata, nella zona stazione nelle vie Sanzio e Tiziano, è stata effettuata da parte del comune, su richiesta delle aziende prospicienti la stessa via presente anche un rappresentante del comune di Segrate per la tutela ambientale, la rimozione di tutte le casette di riparo per i gatti della zona. Va rimarcato che il comune è a conoscenza dell esistenza nella zona di una colonia di gatti di almeno 60 esemplari. La motivazione di tale azione è scaturita dal fatto che secondo il comune chi si occupa delle casette e del mantenimento dei gatti, ha creato le condizioni per uno sviluppo incontrollato di roditori. Per cui dopo la rimozione delle casette verrà effetuta una derattizzazione della zona di proprietà pubblica per riportare decoro nella zona stessa. L operazione è stata condotta senza neppure avvisare i volontari che si occupano di questi felini alcuni di questi anche da 19 anni, che da anni portano avanti, con grandi difficoltà e ostacoli un azione che mira a salvare da morte sicura decine di gatti prodigandosi a proprie spese sia per la costruzione dei ripari piuttosto costosi che per la fornitura quotidiana del cibo. Pare che questo tipo di azione da parte del comune sia già stata effettuata in passato con le stesse modalità senza mai cercare di concordare con i volontari delle azioni condivise. A parte il fatto che i gatti della colonia resteranno senza riparo dalle intemperie e non trovando più i vecchi punti di riferimento per il cibo saranno costretti a sparpagliarsi in altre zone creando gli stessi problemi altrove, il problema più grosso è la derattizzazione. Sarà inevitabile che topi morti (avvelenati) avvelenino a loro volta i gatti ( e i gabbiani e i colombi ecc ) che stazionano nella zona, e che i veleni usati per uccidere i topi finiranno alla fine nel terreno causando danni notevoli all ambiente. Ma torniamo ai gatti che or- mai sono considerati animali domestici alla stessa stregua dei cani. Ci si augura che l operazione di derattizzazione venga eseguita solo dopo aver isolato i gatti in un recinto protetto. Se invece si procederà senza precauzioni e questa operazione dovesse portare alla morte di gatti, allora sarebbero problemi seri per chi ha pensato di risolvere il problema dei topi in modo così tanto superficiale. Volontari di Segrate per la tutela del Gatto domestico PARLIAMONE La tartaruga è impegnativa Gentile Federica, sono una sua fedele lettrice. Ho pensato di mandarle la foto della tartaruga che ho ereditato da una mia vicina di casa che ha traslocato e non la voleva portare con sé, e per di più voleva liberarla in un laghetto o un fiume. In realtà neanch'io so cosa farne. Anche se frequentavo i miei vicini, non mi sono particolarmente affezionata alla loro Geltrude e non so se potrei arrivare a volerle bene se la tengo io. Ma non volevo che la mettessero in un fiume o in un lago, perché mi risulta che è una specie americana, dannosa per il nostro ambiente italiano. Le chiedo di dedicare un servizio a queste tartarughe perché le mamme che le comprano ai figli per evitare il pelo di un cane o un gatto (come ha fatto la mia vicina per accontentare in parte i figli) devono sapere che anche i cuccioli di tartaruga crescono come qualunque altro cucciolo. E dovrebbero informarsi su quale taglia raggiungeranno, quanti anni dovranno viverci insieme, quanti contenitori dovranno cambiare, che responsabilità si devono prendere. Paola Rossi Gentile Paola, è molto interessante il problema da lei sollevato, e ben evidenziato dalla foto della tartaruga nella tipica vaschetta lager in cui generalmente sono vendute. Le dimensioni della sua tartaruga dimostrano che almeno è stata alimentata correttamente, cosa non comune dato che è opinione diffusa che non cresceranno molto, e questo porta a due errori tipici: lo spazio ristretto e il cibo poco nutriente. In aggiunta, capita molto spesso che vengano abbandonate in vasche, laghetti dei giardini (anche a Segrate) o fontane perché cresciute troppo, cosa che, oltre ad essere, crea danni all'ecosistema, trattandosi di specie aliene (Trachemys Scripta, originarie degli USA). Dedicheremo senz altro un servizio a questo argomento sul quale lei ha richiamato la nostra attenzione e di questo la ringraziamo. (f.n.) Le inserzioni sono gratuite e vanno inviate all indirizzo: Segrate Oggi - via Cellini 5, Segrate Oppure possono essere spedite via fax al num o via all indirizzo: Preghiamo di formulare inserzioni brevi. CERCO LAVORO -Espertissima, residente a milano 2, si occuperebbe di uno o piu bimbi a ore anche serali. tel (13/3) -Neolaureato in ingegneria al Politecnico di Milano impartisce lezioni di matematica, fisica, chimica e elettrotecnica a studenti delle superiori e universitari. Automunito, massima serietà ed esperienza. Tel (13/3) -Polacca referenziata con esperienza offresi per accudire i bambini e o le persone anziane mezza giornata di sabato e mezza di domenica. Tel (13/3) -Infermiera Professionale, decennale esperienza ospedaliera, si offre per assistenza domiciliare. Tel (13/3) -Insegnante madrelingua impartisce lezioni di inglese, orari flessibili. Tel (13/3) -Signora italiana di 55 anni pensionata, auto munita, offresi come baby-sitter. Tel (27/2) -Signora bulgara cerca lavoro come badante o domestica. In regola e con esperienza. Tel (27/2) -Signora bulgara cerca lavoro come badante fissa o a turni. Referenziata e con esperienza di otto anni. Tel (27/2) -Signora 40enne, madrelingua russa, libero cerca lavoro per collaboratrice domestica - pulizie, stiro, dog sitter.tel (20/2) -Redattrice iconografica, con pluriennale esperienza ufficio stampa libri, archivio, giornalismo, cerca lavoro. Tel (20/2) -Signora peruviana referenziata con esperienza cerca lavoro come assistente domiciliare per anziani e malati. Tel (20/2) -Ragazzo Italiano 45 anni, appartenente categorie protette, cerca lavoro come custode, centralinista, fattorino o altro, referenziato, Diego (13/2) -Infermiera Professionale, decennale esperienza ospedaliera, si offre per assistenza domiciliare. Tel (13/2) -Studentessa universitaria impartisce lezioni di tedesco, inglese e francese ad alunni delle scuole medie e del biennio superiore. Offresi anche come aiuto compiti. Tel (13/2) VENDO-AFFITTO -Affitto box al Villaggio Ambrosiano con scaffali a parete - Tel (13/3) -Affitto uffici 80mq o 130mq a Segrate centro C.E. ("F"e "G") ideali per professionisti, ditte, rappresentanti. Ottima visibilità, prezzi interessanti. Tel (13/3) -Offro Mini Cooper azzurro metallizzato del 07/2005 con km, ultimo tagliando Bmw a Qualsiasi prova. Cerchi lega con gomme neve, clima auto, sedili riscaldati, computer di bordo, interni perfetti. Euro Mail: (13/3) -Segrate Centro, via Roma 19 primo piano: affittasi ufficio mq. 90 luminoso in zona commercialmente valida. Affitto mensile euro Tel (13/3) -Vendo Daihatzu Materia 1.5, auto aziendale, monovolume, 5 porte, immatricolata 06/2008, km, alimentazione benzina + gpl, potenza 76 kw (103 cv) cambio automatico, carrozzeria e interni neri. Prezzo euro 5.000; è possibile visionare l'auto a Segrate, previo appuntamento. Tel (27/2) -Privato affitta in via Cristei posto auto numerato e assegnato in cortile a pavet e con cancello telecomandato e vende doppio lungo m.9 ideale x mezzi grandi. Tel (27/2) -Vendesi Ford Fusion 1.6 diesel, anno 2006, km , prezzo euro trattabili. Tel (20/2) -Honda Foresight 250 km anno 2001 perfetta. Vendo a 900 trattabili. Visibile in Segrate. Tel (20/2) -Affitto uffici 80mq o 130mq a Segrate Centro classe energetica ("F"e "G") ideali per professionisti, ditte, rappresentanti. Ottima visibilità, prezzi interessanti. Tel. 333/ (20/2) ALTRO -Società leader mondiale coltivatrice e produttrice di aloe vera cerca per la sua linea di prodotti informatori nel settore della fitoterapia per la salute e bellezza, parttime e full-time. Tel (13/3) -Cedesi azione Malaspina Sporting Club scopo affitto frequenza , Tel (13/3) -Cerco binocolo da teatro usato. Tel (13/3) -Studio di architettura, sito a Segrate in luminoso e silenzioso stabile d epoca, ristrutturato nel 2011, arredato con sala riunioni in comune, cucina, C.D.Z. e antifurto, offre a liberi professionisti postazioni di lavoro. Cad IVA al mese. Possibilità plotter, fotocopiatrice, scanner, internet. Disponibilità a collaborazioni sinergiche per incarichi professionali o gare. Tel (27/2) La direzione del giornale non si assume alcuna responsabilità sul contenuto delle inserzioni. La città a portata di mano NUMERI UTILI Polizia Locale: Carabinieri Segrate: Enel: Aem: Carabinieri: 112 Vigili del fuoco: 115 Guardia di Finanza: 117 Soccorso stradale: 116 Amsa: Ufficio per l'impiego: San Marco Riscossione Tributi: Trenitalia: Misericordia Segrate: / Radiotaxi Martesana: 2181 Cimitero: Poste: via Conte Suardi 69 tel Spi-Cgil: Associazione segratese Lotta al Cancro: Pronto Farmacie: Atm: MUNICIPIO Tel (20 linee) lun-merc-gio / ; mar / venerdì: OSPEDALI Cernusco: San Raffaele: Melzo: ASL ROVAGNASCO Orari: lun-mar-gio / 14-16; mer-ven Consultorio familiare: FARMACIA NOTTURNA Il servizio è svolto dalla farmacia comunale di Pioltello in via Nenni GUARDIA MEDICA Melzo.: Pioltello: RACCOLTA RIFIUTI Amsa: Centro raccolta differenziata via Rugacesio: da lun a sab 9-12; Tel BIBLIOTECA CIVICA via degli Alpini 34 Orari: 9,30-12,15-14,00-18,30. Chiusa il lunedì, domenica e giovedì mattina. Tel ORARI SS. MESSE S. Stefano - Segrate Centro Fer.: 8,30-18,00. Fest.: 8,00-10,00-11,30-18,00 - Prefestivi 18. Tel SS. Carlo e Anna - S. Felice Fer.: 9,00-18,00. Fest.: 10,00-11,30-18,30. Prefest.: 18,30. Tel Beata Vergine Immacolata Lavanderie Fer.: 17. Fest.: 8,30-10, Prefestivi: 18. Tel S. Alberto Magno - Novegro Fer.: 17 - Fest.: 8-10,30. Prefest.: 18 (Tregarezzo). Tel Dio Padre - Milano Due Fer.: 7,30. Mer-Ven 18,30. Fest.: Sab e Prefest.: Tel Madonna del Rosario Redecesio Fer.: 18,00. Prefest.: 18,30 Fes.: 8,30 (chiesetta S. Ambrogio)-10,00-11, Tel S. Ambrogio ad Fontes - Villaggio Ambrosiano Fer.: 8, Fest.: 8, ,30-18,30. Pref.: 18,30.

14 FOTO SALA 14 VOLLEY Super partite (3-0) contro Montecchio e nel seguitissimo derby col Gorgonzola Segrate verso la promozione con Marchiori neo presidente Cambio ai vertici societari per la Volley Segrate, quello che non cambia è la voglia di vincere. In mezzo alle due vittorie che negli ultimi tempi hanno sollevato il morale ai giovani leoni è avvenuto il passaggio di testimone: la presidentessa uscente Emanuela Colnago lascia l incarico (per motivi lavorativi) a Massimo Marchiori. Marchiori, da direttore sportivo del settore giovanile femminile gialloblu si ritrova quindi catapultato alle redini del club. «Svolgerò il mio compito puntando sui valori che contraddistinguono Volley Segrate - ha spiegato il neopresidente - ossia la formazione dei giovani atleti che potranno poi proseguire il loro percorso in squadre di alta categoria o in nazionale». Passando al volley giocato, Segrate guadagna 6 punti importantissimi in chiave promozione asfaltando con due netti 3-0 la corazzata Montecchio prima e Gorgonzola poi in un derby da tutto esaurito. Contro la diretta inseguitrice Montecchio era fondamentale vincere, i leoncini non potevano sbagliare. Ecco allora andare in scena la partita perfetta. Nella miglior gara del Volley Segrate di questa stagione, i Under 17, Segrate campione provinciale per la quarta volta in cinque anni gialloblu esprimono un grandioso gioco di squadra unito alla grande determinazione del gruppo. «La partita contro Montecchio è una vittoria meritata, la migliore quest anno per continuità ed intensità - secondo coach Massimo Eccheli - è la vittoria di tutti, a partire dallo staff tecnico che ha preparato i ragazzi alla perfezione fino ai ragazzi stessi che hanno lavorato in palestra in maniera egregia». Una settimana dopo, il derby. In un palazzetto gremito, la banda di Eccheli ospita una delle mine vaganti del campionato, Gorgonzola, che spesso ha espresso una buona pallavolo. Trascinata da un ottimo Riccardo Sbertoli (nella foto in basso) in cabina di regia, i gialloblu si impongono sugli avversari per 3-0. Il giovane palleggiatore, neocampione provinciale Under17 (quarto titolo negli ultimi cinque anni per Segrate, con Sbertoli premiato per l ennesima volta come miglior giocatore) amministra bene il gioco smistando ottimamente il pallone. «Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile, ogni derby lo è - il commento del ds Fabio Lini - se poi pensiamo che 8 su 12 giocatori di Gorgonzola sono nostri ex giocatori, la partita acquista maggior significato. È stato un grande esame di maturità, potevamo perdere perché le energie spese per battere Montecchio sono state tante. Settimana prossima a Brescia sarà dura, Bedizzole ha in rosa giocatori ex A2 e B1». Alessandro Cassaghi Classifica (Serie B2 - Girone C): Volley Segrate 52; Canottieri Ongina 47; Montecchio 46; Bollate 41; Conto Italiano Mantova 36; Bedizzole 33; Viadana Mantova 32; Costa Volpino 27; Gorgonzola 26; Volley Milano 17; Isola Della Scala 14; Bellusco 11; Agliate 11; Avesani 8 NUOTO Altra prova positiva del Team Segrate Campionati regionali Luca Mariucci d oro E che Esordienti A Weekend ricco di soddisfazioni e indicazioni positive, quello del 9-10 marzo, per il Team Nuoto Segrate. In acqua le categorie Ragazzi ed Esordienti A, che hanno partecipato ai campionati regionali delle rispettive categorie, i Ragazzi a Desenzano e Monze, gli Esordienti a Legnano, con gli occhi già puntati ai campionati nazionali di Riccione di fine giugno. ESORDIENTI A - Erano sei gli squali del Team Segrate che, sotto la direzione dell allenatore Luca Molina, si sono presentati ai blocchi delle semifinali regionali: Luigi Ancora, Marco Grianti, Andrea Longo, Lorenzo Nicolini, Davide Senis e Isabel Sidera Tola. Dopo le qualificazioni nei precedenti turni provinciali, ottime le prove degli atleti segratesi che però solo nei prossimi giorni conosceranno i risultati complessivi lombardi (erano quattro i distaccamenti nella regione) per conoscere i partecipanti alle finali regionali del 21 e 28 aprile. RAGAZZI - Nella categoria Ragazzi (dai 14 a 16 anni) è finito sul podio anche un pezzo di Segrate. La staffetta 4x200 stile libero è andata infatti al Team Nuoto Lombardia - la costola agonistica di Sport Management gestore della piscina di via Roma - di cui faceva parte anche il segratese Luca Mariucci, classe 1997 (nella foto con la medaglia e la mascotte di Team Nuoto). Buoni risultati anche per le altre concittadine in gara, Silvia Fagnani e Iris Carmen Valandro, al primo anno nella categoria. Per pochi decimi, entrambe le atlete, nei rispettivi stili, non hanno raggiunto il podio nonostante il miglioramento nei personali di stagione. BOXE Ottimi risultati per la Segrate Boxe Fiorenza bel record Quadri, che esordio! Ok Mortara e Minorini Nel weekend ottimi risultati della Segrate Boxe del maestro Mulas e del suo vice Balzari. Al PalaIper di Monza dove Renato De Donato (che aveva conquistato la cintura tricolore l anno scorso a Segrate) ha conservato del titolo italiano dei superleggeri contro Antonio Santoro, spettacolare incontro nel sottoclou tra Alessandro Fiorenza (classe 85 II serie 64 Kg) che si è preso una bella rivincita contro Fabio Pavanello vincendo ai punti sulla distanza di 3 riprese di 3 minuti. Fiorenza ora vanta il bellissimo record di 12 incontri di cui 10 vinti, 1 pari e 1 sconfitta. A Montorfano al torneo esordienti incoraggiante debutto di Davide Quadri, categoria Youth, 56 Kg, classe 95) che ha vinto per RSCI alla seconda ripresa di un match previsto sulle 3 riprese di 3 minuti ciascuno. Quadri, arrivato al match molto ben preparato, ha dimostrato molta determinazione e convinzione nei propri mezzi. Bella prestazione anche per il segratese Alessio Mortara, categoria Schoolboys, classe 99, che ha incrociato i guantoni contro un avversario molto forte davanti al quale si è arreso ai punti in un match previsto sulla distanza di 3 riprese di 1,5 minuti ciascuna. Mulas e Balzari si sono complimentati con lui al termine del combattimento elogiando il suo comportamento. Nella finale della categoria Youth (75 kg. classe 95) Segrate Boxe segnala la vittoria ai punti anche di Federico Minorini al termine di un accanito combattimento (3 riprese di 3 minuti) contro un avversario prestante e scorbutico. Nel prossimo weekend Segrate Boxe sarà impegnata in altre 4 finali. BASKET/D La squadra di Colombi consolida il primato con due significative vittorie La solita irriducibile Gamma nonostante i tanti infortunati Una cavalcata da dieci e lode. La Gamma Basket sconfigge in due aspre gare di campionato Casalbasket prima, Varedo poi, e si conferma capolista del girone. Contro Casalbasket la coppia Ghirardi-Farina si scatena, e con 41 punti segnati trascina la Gamma alla vittoria per Sette giorni dopo è già tempo di affrontare Varedo, in una gara che da pronostico avrebbe dato non pochi grattacapi ai ragazzi allenati da Colombi. Così è stato. Sotto 5-20 dopo i primi minuti di gioco, molte squadre si sarebbero arrese alzando bandiera bianca. Molte, ma non Segrate. La Gamma con una prova d orgoglio riesce a chiudere il primo quarto sotto solo di un punto, Dopo un secondo quarto equilibrato, nel terzo periodo i ragazzi in tenuta giallorossa prendono il largo, raggiungendo il massimo vantaggio sul più 15. Il resto è semplice del punteggio. Il match si chiude 86-78, con 24 punti del fuoriclasse Frigerio, al rientro dopo l infortunio. Analizza la gara il coach: «Avevo chiesto ai ragazzi di essere molto aggressivi. Con Polo e Farina indisponibili e con Chioda a mezzo servizio, dovevamo mordere fin da subito - il commento di Michele Colombi - purtroppo non è andata così, Varedo ha comandato il gioco nei minuti iniziali della partita. Siamo poi riusciti a completare la rimonta, ma gli avversari potevano benissimo farci saltare i piani. A Varedo mancano solo quattro punti per raggiungere la salvezza aritmetica, sapevamo che gli avversari avrebbero sputato sangue piuttosto che farci vincere in scioltezza. Abbiamo guadagnato due punti fondamentali». In questo momento così delicato per la Gamma (primo posto da consolidare ma molti giocatori importanti in infermeria) la parola d ordine è una sola: combattere. Commenta così l allenatore: «A oggi contiamo 6 giocatori in infermeria. L ultimo arrivato, Saturnino, si è infortunato in ruota contro Varedo. Ho dovuto chiamare il giovane Ravanini al suo posto, ma la situazione continua ad essere critica. Le prossime due gare ci vedranno impegnati contro le due ultime in classifica a pari punti, Rho e Bresso. Queste sfide possono rappresentare una fortuna o una sfortuna al tempo stesso. Possiamo essere felici di incontrare queste due squadre in un momento difficile per noi, con tutti questi infortunati. D altra parte so che queste squadre giocheranno per vincere a tutti i costi. Venderanno cara la pelle perché a fine campionato l ultima scenderà di categoria mentre la penultima potrà giocare i playout. Come dire, mai abbassare la guardia. Anche contro il fanalino di coda. A.C. Classifica (Serie D regionale - Girone C): Gamma Basket Segrate e Basketown 38; Bocconi 30; Sant Ambrogio 28; Mojazza e Social Osa 26; Lodi 24; Varedo, Cologno, San Pio X 20; Melzo, Casalbasket, Paderno 18; San Carlo 16; Rho e Bresso 6

15 @segrateoggi.it Calcio 15 CALCIO/ 1A CAT.La squadra sostenuta da un gran pubblico punita (3-2) da due rigori Segrate castigato dall arbitro nel big match col La Spezia La striscia positiva della Polisportiva Città di Segrate si è interrotta domenica scorso nello scontro diretto contro la capolista La Spezia, abile ad espugnare il Don Giussani con il punteggio di 3-2 al termine di una partita vibrante, ma condizionata anche da decisioni arbitrali molto discutibili. All andata i ragazzi di Mister Omini erano riusciti a battere la prima della classe, mentre stavolta i rivali sono riusciti a spuntarla, anche se il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto al termine dei novanta minuti. Di fronte a uno stadio finalmente pieno, i ragazzi di Alberto Omini hanno giocato la consueta partita di qualità e quantità, andando in vantaggio con la rete di Roberto Brandini (nella foto) e fallendo più volte la possibilità del raddoppio, tra cui un occasione clamorosa a fine tempo. A quel punto il protagonista della partita è diventato l arbitro, visto che ha assegnato due rigori (di cui il primo apparso davvero inesistente) agli ospiti. La partita è rimasta comunque in equilibrio fino al termine, visto che sull 1-3 il Segrate è riuscito ad accorciare le distanze con la rete di Matteo Cristofaro. E a 5 minuti dalla fine i ragazzi gialloblu avrebbero potuto beneficiare di un rigore, stavolta molto evidente, ma l arbitro questa volta non ha indicato il dischetto, facendo arrabbiare pubblico e società. Mister Alberto Omini ha analizzato così la partita: «I ragazzi hanno dato tutto come sempre e avrebbero sicuramente meritato almeno il pareggio. Ce la siamo giocata fino al termine contro una buona squadra e senza certe decisioni molto discutibili dell arbitro sono sicuro che il risultato finale sarebbe stato diverso. Stavolta abbiamo visto delle decisioni che hanno rasentato il ridicolo, penalizzandoci in maniera pesante. E direi che cinque rigori contro nelle ultime tre partite (per altro tutti molto dubbi), mi sembrano davvero troppi. Peccato perché avremmo potuto arrivare a un solo punto di distanza da loro e sarebbe stata una posizione più che meritata per questi splendidi ragazzi. Ora lavoreremo perché non ci siano contraccolpi psicologici per questa sconfitta immeritata, in modo che i ragazzi possano continuare a giocare come hanno saputo fare finora». Nel turno precedente i segratesi si erano imposti con un rotondo 5-1 in casa del temibile Pantigliate, al termine di una partita nervosa (due espulsi negli avversari), ma in cui il Segrate aveva davvero dato spettacolo. Le reti di questa netta vittoria erano state siglate dal solito Marco Sircana (autore di una doppietta), dai compagni di reparto Parigi, Vavassori e da Brandini. Nel prossimo turno i ragazzi di Alberto Omini faranno visita alla Nuova Acop Zelo, compagine di mezza classifica ma in fase di risalita: il Segrate cercherà di riprendere il proprio cammino dopo questa sconfitta, nel tentativo di consolidare la seconda posizione soprattutto nei confronti della più diretta inseguitrice, lo Sporting L&B, distante cinque lunghezze. Giacomo Lorenzoni Prossimi turni: domenica 17 marzo, ore 14.30: Nuova Acop Zelo-Città di Segrate; Classifica (Prima categoria Lombardia - Girone L): La Spezia 51, Città di Segrate 44, Sporting L&B 39, Calvairate 33, Sordio 32, Real QCM 31, Frog Milano 29, Cernusco 28, Nuova Acop Zelo 27, Savorelli 22, Villatavazzano 22, Centro Schuster 22, Pantigliate 21, Palazzo Pignano 19, Vidardese 16, Crespi Morbio 13 CALCIO/ 3A CAT. Due vittorie per i rossoneri La Fulgor risale Marek atteso alla disfida col Tribiano La Fulgor ha ripreso il proprio cammino e grazie a due vittorie consecutive si è riavvicinata al duo di testa. Il Marek ha riposato nell ultimo turno, ma rimane primo con due punti di vantaggio sul S. Vito Tribiano, la cui gara è stata rinviata. La rete di Zamolo a un quarto d ora dal termine, dopo che la Fulgor non era riuscita a sfruttare altre occasioni, ha portato tre punti fondamentali ai ragazzi di Ivan Tommasello, che nel turno precedente avevano strapazzato il Golden Ausonia con un tennistico 6-2. E grazie a queste due vittorie consecutive la Fulgor sale a quota 26, a sei lunghezze dalla seconda. «È stato importantissimo dare continuità alla vittoria precedente - il commento di Tommasello - abbiamo giocato su un terreno pesantissimo, contro una squadra che si è difesa in 11 per tutta la partita, quindi non è stato facile. Sono stati bravi i ragazzi a crederci fino alla fine. E importante cercare di restare il più possibile vicini alle prime due, in modo da poter poi accedere ai playoff». Giovedì 14 marzo, la Fulgor recupererà la gara contro il Peschiera che, a dispetto di qualche voce che la volevano in procinto di ritirarsi dal torneo, ha invece deciso di continuare; e nella prossima domenica i ragazzi di Tommasello affronteranno in casa la Virtus Real Milanese, quarta in classifica. Il Marek ha osservato il proprio turno di riposo, dopo che nella domenica precedente si era imposto per 2-0 proprio contro la Virtus Real Milanese. Nel prossimo turno i novegrini avranno il big match contro la rivale Tribiano e in caso di vittoria potranno allungare in classifica e tentare la fuga. G.L. Classifica (Terza categoria Milano - Girone C): Marek 40, San Vito Tribiano 38, Fulgor Segrate 32, Virtus Real Milanese 25, Dindelli 25, Sacro Cuore Lambrate 20, Algo 19, Franco Scarioni 16, San Giorgio Limito 15, Macallesi 13, Mecenate 10, Peschiera Borromeo 9, Ausonia 9 FULGOR L allenatore Tommasello e il ds Spairani esaltano il rendimento della squadra nonostante il difficile momento della società Organizzando il futuro, facciamo miracoli «Siamo senza sede, ci autogestiamo in attesa di dare una solida struttura alla società: intanto i ragazzi ci stupiscono: un gruppo fantastico» «Un anno di transizione miracoloso«, dice Ivan Tommasello, 40 anni, viso e pettinatura alla Alvaro Pereira (Inter) allenatore-giocatore della Fulgor che milita nel girone C di Terza Categoria, venuto a trovarci in con il direttore sportivo Giancarlo Spairani. Niente di più vero. La Fulgor, infatti, che da sempre si identifica nello storico presidente Mario Brunelli che ne ha mantenuto viva la fiamma negli anni a costo di duri sacrifici e di iniziative stravaganti, è praticamente autogestita. Non ha mezzi, non ha una sede ( Ci ritroviamo a parlare e a mangiare qualcosa alla baracca di via 25 Aprile ) gioca al Don Giussani ma è costretta a disputare gli allenamenti settimanali una volta al 25 Aprile, l altra al 1 Maggio. Eppure, nonostante tutto, questa squadra-zingara è attualmente terza in classifica in zona playoff che alla fine riguarderà la 2, 3, 4 e 5 classificata. «Eravamo partiti con una squadra tutta nuova per salvarci ma dopo un brillante avvio abbiamo aggiornato il nostro obiettivo puntando la promozione. Poi però ci siamo un po persi a causa di una serie incredibile di infortuni e anche perché abbiamo trovato sulla nostra strada squadre forti come il Marek il Tribiano e il Mecenate. Ora però ci stiamo riprendendo: pensare alla promozione diretta è utopistico centrarla attraverso i playoff io penso che sia realizzabile». «Nonostante ripete il pacato ma orgoglioso il ds Spairani la nostra organizzazione men che oratoriale. Ma questo per assurdo ci da ancora più stimoli, aiuta a cementare il gruppo, alimenta lo spirito di appartenenza che rende forti. In questo periodo stiamo lavorando per darci una struttura societaria degna di questo nome. Qualcosa pare che si stia muovendo, speriamo che qualcuno venga a darci una mano». Ma intanto come è possibile il miracolo di una squadra randagia terza in classifica? Possibile per la spirito societario nel quale ha sempre creduto e ha portato avanti il presidente Brunelli una specie di Nereo Rocco che tutto semplifica e sdrammatizza con le sue folgoranti battute, che vede il calcio come un opportunità sociale per stare insieme, per sottrarre qualche ragazzo dalle tentazioni della strada, per fare gruppo e divertirsi. Un calcio, come si dice, pane e salame. E proprio Brunelli, ormai stanco di combattere, quest estate ha preso da parte Tommasello e «mi ha consegnato le chiavi della società. Fai tu, mi ha detto, mi va bene tutto quello che farai. Tanto ti conosco bene, so come lavori. Subito dopo ho coinvolto nell avventura l amico Spairani». Essì perché proprio di un avventura si è trattato. Tommasello allenatore con addosso ancora la voglia di giocare (centrocampista) quest estate convoca con il passaparola una trentina di giovanotti per la plasmare la squadra che dovrà essere composta come vuole la nuova politica della società di ragazzi di Segrate. Il Pereira segratese rimette in pista giovanotti di un età media di anni. Molti sono scarti del Città di Segrate altri gente risvegliata dal richiamo della foresta dopo che avevano deciso di smettere. «Il gruppo dice Tommasello - è formato di una trentina di ragazzi. Non scarto nessuno, qualcuno si è fatto da parte strada facendo per problemi di lavoro o per altre prospettive. Disegno una formazione base che, previo accordo, con i ragazzi mi prevede anche nelle vesti di giocatore. Si parte con l obiettivo di salvarci e invece arrivano subito soddisfazioni straordinarie. Il gruppo cresce, si amalgama. Tutti remano nella stessa direzione e nasce lo spirito di appartenenza. Uno per tutti, tutti per uno. Io sono stupito della disciplina, dell entusiasmo dei ragazzi e della loro totale applicazione e dedizione alla causa. Discussioni sì, ma mai una lite. Massimo rispetto tra di noi. Mi sembra quasi di sognare. I primi ottimi risultati infondono convinzione in qualcosa di più della salvezza. Poi avversari più forti come il Marek, il Tribiano e il Mecenate, gli infortuni a catena, il ritiro di due attaccanti, ridimensionano un po i sogni forse un po audaci. Però ora siamo ancora lì a porta di playoff». Come si approccia un allenatore-giocatore alla squadra? «Con la massima trasparenza e onestà dice Tommasello basta parlare chiaro sin dall inizio, dare l esempio dando il massimo ed essere accettati. La formazione la decido io consultandomi con la squadra. In campo ho il compito-dovere di farmi sentire dai ragazzi, ma non ci sono problemi. Quelli in panchina collaborano dando consigli. Si tratta di una famiglia. A volte cerco anche di farmi da parte per dare qualche possibilità in più a qualche altro giocatore, ma sono spesso i ragazzi a volermi in campo. Mi creda tra di noi c è un bellissimo legame». Sarebbe bello, entusiasmante che questa Fulgor zingara, senza dimora e autogestita, che questi ragazzi che con i propri soldi si sono concessi il lusso di regalarsi una tuta sociale per le trasferte e le occasioni ufficiali centrasse la promozione. Scriverebbe una favola di cui menar vanto da raccontare a figli e nipotini e alla città. Se poi questa città le desse anche una mano Pep

16 16 CANTERA GIALLOBLU Parla Carlo Albore, allenatore dei Giovanissimi regionali che stanno andando oltre le aspettative «Duro come Capello e non mi pento» «Regole e disciplina alla lunga danno frutti e io sono entusiasta dei miei ragazzi: partiti per salvarci ora avvistiamo la zona playoff» «Come sono con i ragazzi? Abbastanza duro Ci sono, ci siamo dati delle regole e dobbiamo rispettarle. Stabilito e chiarito questo poi tutto funziona per il meglio». A parlare con tono deciso nel quale si intuisce compiacimento è Carlo Albore, 45 anni, allenatore dei Giovanissimi Regionali (16-17 anni) della Polisportiva Città di Segrate, settimi nel girone D. Il suo credo, il suo modo di essere è spiegato dalle sue origini calcistiche. Albore è stato nel vivaio del Milan e ha giocato nelle formazioni Primavera e Berretti all epoca di Capello (capito l influenza.?) poi è stato calciatore nelle categorie inferiore dove ha coltivato la vocazione di diventare allenatore ottenendo circa sette anni fa il patentino Corso Uefa B per il quale è abilitato fino alla Primavera delle formazioni professionistiche e per la serie D nei dilettanti. L anno scorso faceva il ds al Crespi Morbio dove ha ricevuto la chiamata del Città del Segrate per occuparsi dei Giovanissimi Regionali. Sentitosi onorato ha assistito quest estate ad un stage dove si è reso conto del materiale a disposizione che poi ha integrato ( C erano delle lacune in alcuni ruoli ) con 4-5 elementi prelevati proprio dal Morbio. E così ha iniziato con il suo secondo Christian Zammarelli l avventura segratese della quale è entusiasta. «L obiettivo di partenza in un girone nel quale dovevamo confrontarci con squadre blasonate come l Alcione, il San Colombano, il Fanfulla, il Cimiano e il Lombardia 1, che è una succursale del vivaio del Milan, era la salvezza che però ora, visto che siamo settimi, abbiamo aggiornato con quello dell ingresso nella zona playoff. Speriamo bene». La sua fiducia sta nel fatto «che i ragazzi migliorano a livello esponenziale sotto il profilo tecnico, tattico e mentale. Apprendono, si impegnano e soprattutto cominciano a divertirsi avendo davanti a sè degli obiettivi». Come è stato l approccio con il gruppo? «Io sono entrato in punta di piedi cercando di farmi capire di spiegare le regole da rispettare e il mio modo di lavorare intransigente che non accetta sciocchezze e battute in allenamento. All inizio qualche difficoltà, qualche incomprensione c è stata. Come lei sa a questa età i ragazzi hanno delle problematiche, sono nel mezzo di tempeste ormonali Vanno capiti. E loro hanno capito me. Mano a mano tutto è andato per il meglio e stiamo disputando un campionato interessante che potrebbe regalarci soddisfazioni inaspettate». Ci sono in squadra ragazzi di buona prospettiva? «Tre-quattro certamente. Toccando ferro potrebbero essere utili l anno prossimo per la prima squadra integrandone la rosa qualora fosse promossa. In fin dei conti lavoriamo anche per questo». E allora un sincero In bocca al lupo ai Giovanissimi Regionali e alla prima squadra diretta da Omini. B.M. Nella foto in alto, mister Carlo Albore con la squadra dei Giovanissimi A regionali e lo staff composto dal vice Christian Zammarelli e dai dirigenti Maurizio Omini, Mauro Ranzini e Marco Felici

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Adozione nel 25 dicembre 2010 (mia mail a tutti gli utenti) Cari Amici, questi auguri contengono una bella notizia:

Adozione nel 25 dicembre 2010 (mia mail a tutti gli utenti) Cari Amici, questi auguri contengono una bella notizia: Associazione Canili Milano Onlus www.canilimilano.it Tel 338/83.60.753 e-mail info@canilimilano.it C/C BANCARIO Canili Milano BANCA SELLA IBAN IT 39 L 03268 01604 052847586490 CODICE FISCALE 974 6561 0158

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Christian, Riccardo, Camilla, Andrea

Christian, Riccardo, Camilla, Andrea Giovedì pomeriggio ci siamo recati in biblioteca per fare una ricerca sull'illuminismo. Cercavamo un libro abbastanza antico, non trovandolo la bibliotecaria ci ha portati nell'archivio e ci ha dato un

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI Come assicurarti soldi e posto di lavoro nel bel mezzo della crisi economica. www.advisortelefonica.it Complimenti! Se stai leggendo

Dettagli

La regina delle nevi di H.C. Andersen. Maria De Nigris Insegnante di scuola primaria

La regina delle nevi di H.C. Andersen. Maria De Nigris Insegnante di scuola primaria La regina delle nevi di H.C. Andersen Maria De Nigris Insegnante di scuola primaria Introduzione Rileggendo queste fiabe di Andersen, con la maturità di oggi, ho potuto cogliere la ricchezza delle descrizioni

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti Questa che andrete a leggere è una simulazione di un bellissimo progetto realizzato a Canegrate, 12000 abitanti, nel milanese. Abbiamo sostituito date, nomi, cifre e progetti per renderlo aderente alla

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione OLIVIERO TOSCANI SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione D. Quando si nasce e si cresce in una famiglia dove si respira fotografia, diventare fotografo è un atto dovuto o può rappresentare, in ogni

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola

L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola L EMENDAMENTO Di Giorgio Mottola MILENA GABANELLI IN STUDIO Buonasera, l inchiesta di oggi è dedicata al centro unico di spesa di tutti gli uffici pubblici: se invece di comprare una sedia ne compro mille

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 Evento Flashmob Pensieri raccolti nel gruppo: Sabato ci siamo trovati al Centro e dopo aver indossato le magliette siamo andati tutti

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità

competenze trasversali che permettano loro di affrontare con maggiore serenità Il percorso in quinta elementare La proposta di lavoro è finalizzata a sostenere gli alunni nella fase di passaggio alla scuola media. È necessario infatti un azione orientativa che aiuti gli alunni a

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo.

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo. ATTENTO ALLA TRUFFA! Sei appena stata in Banca a ritirare denaro o in Posta per prendere la pensione. All uscita ti si avvicinano una o più persone sconosciute che ti mostrano un tesserino e ti dicono:

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Come si fa a stare bene insieme?

Come si fa a stare bene insieme? Come si fa a stare bene insieme? Stare insieme è bello. Alle volte per noi bambini è difficile. Abbiamo intrapreso questo viaggio alla scoperta di un modo migliore per vivere a scuola e non solo. Progetto

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo!

Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo! Monza, 30 maggio 2016 Comunicato stampa Corri per il FAI e proteggi un patrimonio unico al mondo! Parco e Autodromo - Sport e Cultura Domenica 12 giugno 2016 FAIrun nasce dalla volontà di unire cultura

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 16/06/2016 Pagina 21 PIER LUIGI TROMBETTA Dipendente in prova denuncia il titolare:

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune

Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Scopri con noi cosa abbiamo in Comune Piccoli cittadini crescono Lidia Tonelli, Scuola Primaria Calvisano INPUT: L Assessorato alla Pubblica Istruzione propone alle classi quinte un percorso di educazione

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a

Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a. firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 6 all O.d.G.: Interpellanza, a firma dei Consiglieri comunali di minoranza, su seggi elettorali a Buja. Prego. Cons. FASIOLO Rudi (senza microfono) Un altra interrogazione

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

Si ricorda cosa le hanno detto, come l ha saputo?

Si ricorda cosa le hanno detto, come l ha saputo? Intervista rilasciata su videocassetta dalla Sig.ra Miranda Cavaglion il 17 giugno 2003 presso la propria abitazione in Cascine Vica, Rivoli. Intervistatrice: Prof.ssa Marina Bellò. Addetto alla registrazione:

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago.

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago. 31 gennaio 2009 Consiglio comunale ragazzi Verbale Consiglio Comunale dei di sabato 31 gennaio 2009 La riunione si apre alle ore 11.05 con il seguente Ordine del Giorno: 1. Elezione del Sindaco 2. Varie

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE

ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Dicembre 2009 ULTIMO SABATO DI NOVEMBRE Sabato 28 novembre si è svolta la tredicesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Anche nella nostra provincia la mobilitazione è stata

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!!

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! Test your Italian This is the entrance test. Please copy and paste it in a mail and send it to info@scuola-toscana.com Thank you! BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! TEST DI INGRESSO Data di inizio del corso...

Dettagli

TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO. COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto.

TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO. COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto. TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto. 1) studente abita a Firenze. 3) Io conosco città italiane.

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

COME MALAGROTTA HA SALVATO ROMA DALLA EMERGENZA RIFIUTI

COME MALAGROTTA HA SALVATO ROMA DALLA EMERGENZA RIFIUTI malagrotta_def_layout 1 04/01/12 10.24 Pagina 2 COME MALAGROTTA HA SALVATO ROMA DALLA EMERGENZA RIFIUTI ROMA, 1 GENNAIO 2012 Città delle Industrie Ambientali malagrotta-interno_layout 1 04/01/12 10.22

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

una mutevole verità 5 U tuzz ebbe un lieve sussulto. Poi si voltò e si strinse nelle spalle in un impercettibile gesto di rassegnazione.

una mutevole verità 5 U tuzz ebbe un lieve sussulto. Poi si voltò e si strinse nelle spalle in un impercettibile gesto di rassegnazione. Prologo Cardinale Lorenzo detto u tuzz cioè «la testata» era un rapinatore, specializzato in banche e uffici postali. Lui e i suoi complici avevano una tecnica semplice e molto efficace: rubavano un auto

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

LA METRONOTTE Di Paolo Mondani

LA METRONOTTE Di Paolo Mondani LA METRONOTTE Di Paolo Mondani Montali è indagato, anzi, sotto processo per? Collusione con la Banda della Magliana, riciclaggio, corruzione e intestazione fittizia di beni. MILENA GABANELLI IN STUDIO

Dettagli

Primi Passi Guadagno

Primi Passi Guadagno Primi Passi Guadagno Online Questo è un report gratuito. E possibile la sua distribuzione, senza alterare i contenuti, gratuitamente. E vietata la vendita INTRODUZIONE Mai come in questo periodo è scoppiato

Dettagli

ECCO LA MIA ESPERIENZA COME HO VISSUTO LO SPORT DA DISABILE

ECCO LA MIA ESPERIENZA COME HO VISSUTO LO SPORT DA DISABILE ECCO LA MIA ESPERIENZA COME HO VISSUTO LO SPORT DA DISABILE Ciao a tutti, io sono Andrea referente locale Ferrara-Bologna per Aismac. Sono affetto da una Siringomielia traumatica dorsale e da una amputazione

Dettagli

Parlamento delle Idee

Parlamento delle Idee Il 14 aprile 2015 siamo andati a Potenza per far visita alla sede della Regione Basilicata. Siamo stati accolti in una delle tante sale che la compongono e ci è stato mostrato un breve filmato che spiegava

Dettagli

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA CONVERSAZIONE CLINICA Classe VA 1) Che cosa ti fa venire in mente la parola ''volontariato''? -Una persona che aiuta qualcuno in difficoltà. (Vittoria) -Una persona che si offre per aiutare e stare con

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 Oggetto: Quarto Punto all OdG: Modifica Elenco Annuale LL.PP. Anno 2013 e Piano Triennale OO.PP. 2013-2015. PRESIDENTE: Quarto Punto all OdG: Modifica

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

..parlattare tra genitori

..parlattare tra genitori 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE..parlattare tra genitori Cari amici e care amiche, vi presentiamo una chiacchierata che abbiamo avuto il piacere di raccogliere dai genitori che partecipano a Parlattando

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2008-2009 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: 3 Διάρκεια : 2 ώρες Ημερομηνία:

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7 1/7 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECIRE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE MARTEDÌ 14 LUGLIO 2009 PRESIDENZA

Dettagli

Cavour e la terza età Questionario sui servizi e sulla qualità della vita degli Over 65 a Cavour

Cavour e la terza età Questionario sui servizi e sulla qualità della vita degli Over 65 a Cavour Cavour e la terza età Questionario sui servizi e sulla qualità della vita degli Over 65 a Cavour Gent.ma/o Cittadina/o, Un ringraziamento particolare va a tutti voi over 65 che, con il proprio parere,

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

UN FIORE APPENA SBOCCIATO

UN FIORE APPENA SBOCCIATO UN FIORE APPENA SBOCCIATO "Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque creda in Lui non perisca, ma abbia vita eterna" (Giovanni 3:16). uesto verso racchiude tutto

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative Art.5. Agisce senza fini di lucro anche indiretto e non accetta regali o favori, se non di modico valore. ASSOCIAZIONE VOLONTARI ASSISTENZA PAZIENTI ONCOLOGICI Codice Deontologico del Volontario adottato

Dettagli

Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore

Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore 13 Maggio Tutti i diritti letterari di quest opera sono di esclusiva proprietà dell autore Raffaella Nassisi 13 MAGGIO Romanzo Milano,Giugno 2011 Settembre 2011 Per te, Alberto Prefazione 13 Maggio è

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato.

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Traccia Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Per la preghiera: impariamo il canto per la celebrazione del perdono recitiamo insieme il Confesso e l Atto di dolore

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta della Lega Nord ora è realtà

MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta della Lega Nord ora è realtà Lombardia Libera Bollettino a cura del Gruppo Lega Nord in Regione Lombardia (Fonti utilizzate: agenzia di stampa Lombardia Notizie e siti web Regione Lombardia) MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A»

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A» Prima settimana Le tentazioni di Gesù e le nostre «Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo» (Mt 4,1-11). 1. Osserviamo il disegno. Tenendo presente il brano del Vangelo

Dettagli

Nota importante all'articolo!

Nota importante all'articolo! Nota importante all'articolo! In seguito alla pubblicazione della seguente intervista ci sono giunte diverse segnalazioni attendibili che, contrariamente a quanto lasciato intendere nell intervista stessa,

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli