Ma, come si diceva una volta, la notte porta consiglio e, per la seconda volta, la vita di Tim cambiò per un sonno mancato. Perché

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ma, come si diceva una volta, la notte porta consiglio e, per la seconda volta, la vita di Tim cambiò per un sonno mancato. Perché"

Transcript

1 Tim MacHine aveva sempre sognato di viaggiare. Rimpiangeva di non aver mai avuto il coraggio di dare un calcio in quel posto a tutti i problemi e di partire per chissà dove. Ma non ne aveva mai avuto il coraggio. E così le sue tristi giornate gli passavano davanti tutte uguali, senza possibilità di scelta: il video di un computer, un acceleratore di positroni e fogli e fogli di calcoli di cui, in fondo, non sapeva proprio che farsene. Finché un giorno, studiando i risultati dell'ennesimo noiosissimo esperimento scoprì una cosa davvero eccezionale: dopo lo scontro tra due particelle opposte ad altissima velocità di queste non c'era più traccia. Erano sparite senza lasciare dietro di loro la consueta scia energetica che li contraddistingueva. Erano svanite nel nulla. "Ma dove si saranno andate a cacciare quelle stupidissime particelle?" pensava Tim. Come era possibile che fossero scomparse? Una spiegazione c'era, Tim lo sapeva, ma di certo non rientrava in quei casi comuni che poteva archiviare come "conferma" o "smentita" dell'esperimento. Doveva indagare per poter finire presto il suo lavoro e tornarsene a casa per vedere in TV la partita di football. E doveva fare in fretta perché il match iniziava alle 9 in punto e non voleva di certo fare tardi! Così, nonostante non ci fosse abituato, concentrò tutte le sue forze per risolvere quell'inconveniente e, spremendo il suo tutto sommato discreto intelletto, giunse ad una conclusione sensata: i calcoli dicevano che durante quello scontro si sarebbe potuto formare un buco nello spazio-tempo in cui le particelle si sarebbero perdute. E quello, pensò Tim, era proprio quello che era successo. Poteva tornarsene a casa per vedere l'inizio della partita in tempo. Giornata faticosa! La partita quella sera fu un vero spettacolo: la squadra di Tim dominò letteralmente l'incontro vincendo per 46 a 0. Degli avversari alla fine non rimasero che le ceneri sul campo! Era proprio la sua giornata fortunata quella, se non fosse stato per la notevole mole di lavoro che aveva dovuto svolgere. Comunque era ormai ora di andare a dormire: chissà se anche questa notte avrebbe sognato i mari del sud e le calde isole tropicali in cui l'attività più faticosa è spostarsi dall'albergo in spiaggia per prendere il sole! Dopo quella strepitosa vittoria era proprio quello che ci voleva. Ma quella notte Tim non riuscì a prendere sonno: l'euforia del 46

2 a 0 causò in lui una tachicardia estatica che faceva fluire quantità di sangue industriali al cervello e così non c'era verso di dormire. Eppure sembrava esserci un altro motivo per il quale il suo intelletto non voleva smettere di lavorare. Tim sentiva che il sangue continuava ad affluire al cervello perché stava rimuginando qualcosa. C'era un pensiero latente che tentava di farsi strada tra le pieghe della sua materia grigia, ma non riusciva ad affiorare. Decise allora di andarlo a cercare per farla finita e poter finalmente assopirsi e godersi lo spettacolo del suo sogno ricorrente preferito. Vide in un lampo il profilo assolato dell'isola di Gran Canaria e, subito dopo, quel maledetto pensiero si fece vivo: il buco spazio-temporale... particelle scomparse... il vuoto... luoghi remoti... l'acceleratore di particelle... tante particelle... finite chissà dove... e chissà quando. Pian piano realizzava che il suo cervello non voleva rassegnarsi a non tentare di scovare cosa c'era sotto quella strana sparizione di particelle nell'acceleratore. Non ci stava a lasciar perdere, a mollare la presa e teneva duro, nonostante Tim non volesse. Ma ecco che, all'improvviso, tutto fu chiaro e Tim decise che il suo intelletto non era mica niente male. Aveva fatto bene a lasciare affiorare quel pensiero: si era perso una meritata notte di sonno, ma aveva ottenuto ben di più. Il laboratorio restava chiuso di notte, ma quella sera Tim era uscito per ultimo e, quindi, aveva con sé le chiavi per entrare. Non avrebbe potuto mettere in funzione l'acceleratore da solo, ma tutti i dati di cui aveva bisogno erano già registrati nel suo computer. E nessuno sapeva che lui era lì. Lo schermo sciolinò come al solito una cascata di numeri che nessun occhio avrebbe potuto distinguere, tale era la velocità con cui venivano visualizzati. Ma Tim sapeva dove cercare e rovistò a lungo fino a che non trovò cosa cercava: la traiettoria delle particelle che erano scomparse finiva proprio nel punto dell'urto, ma non sembrava avere un seguito. Ciò poteva voler dire solamente una cosa: al momento dell'urto violentissimo tra la particella negativa A e quella positiva B si era creato in quel punto il buco spazio-temporale attraverso il quale le particelle, o ciò che ne rimaneva, erano passate per giungere in un'altra dimensione. E quale poteva essere questa dimensione se non un luogo e tempo diverso da quello in cui si stava svolgendo l'esperimento? Tim urlò: "Hanno viaggiato nel tempo!". E tornò a dormire. L'indomani Tim si precipitò al lavoro come non aveva mai fatto per annunciare a tutti la sua grande scoperta. Ma, una volta dichiarato ai suoi superiori cosa era successo il giorno precedente in quell'acceleratore, fu preso per pazzo ed incompetente, accuse ricorrenti nei suoi confronti, e non fu degnato di null'altro che di un rimprovero. La sua rassegnazione era giunta al culmine proprio nel momento in cui la sua rabbia stava finalmente prendendo corpo. Dallo scontro violento tra queste due forze che si erano fatte immense in lui nacque una consapevolezza: non l'avrebbero fatta franca. Non questa volta.

3 Quello che aveva scoperto era vero, anche se nessuno l'avrebbe creduto, e lui lo avrebbe dimostrato. Anzi, non l'avrebbe detto a nessuno, avrebbe costruito una macchina in grado di proiettarlo nello spazio-tempo e solamente allora avrebbe chiamato la stampa e tutti i mass media per prendersi la sua doverosa rivincita nei confronti di quei falliti miscredenti. E così fece. La sera usciva sempre per ultimo dal laboratorio per poterci ritornare indisturbato durante la notte e fare i suoi esperimento in gran segreto. Nel giro di qualche mese fu in grado di stabilire quali fossero i parametri per controllare il balzo nella nuova dimensione. Impiegò un po' più di tempo per realizzare un macchinario, simile all'acceleratore con cui lavorava ogni giorno, in grado di proiettare un corpo solido in un'altra dimensione spazio-temporale e di farlo tornare indietro a suo piacimento. Poi venne finalmente il giorno in cui quella straordinaria macchina fu in grado di ospitare al suo interno un uomo e Tim sacrificò sé stesso per la scienza provandone il funzionamento. Tutto andò per il meglio e Tim decise che il mondo poteva attendere ancora alcune settimane prima di venire a conoscenza di quella incredibile scoperta e decise di farsi proiettare per due settimane alle Canarie. Non aveva denaro per permettersi di andarci in aereo e così si fece un regalo: d'altronde se lo meritava! Quando la macchina entrò in funzione Tim si sentì svuotare l'anima, il cervello entrò in uno stato catatonico in cui poteva percepire tutte le sensazioni che gli giungevano dall'esterno, ma non era in grado di analizzarle. Tim sentiva tutto, ma non capiva nulla. Poi il buio. Un silenzio assoluto seguito da un gran boato ed un lampo improvviso. E fu allora che, per la prima volta nella sua vita, Tim vide l'oceano. Che spasso: due settimane alle Canarie e poi il trionfo. Tim si sentiva il re del mondo, l'uomo più grande ed importante dell'universo. Poteva addirittura permettersi di non pagare il conto alla sua partenza perché nessuno avrebbe potuto seguirlo! Aveva infatti deciso di arrivare in quello splendido luogo qualche anno prima della sua effettiva partenza, viaggiando indietro nel tempo, oltre che nello spazio. In questo modo era sicuro che non avrebbe trovato nessuno di sua conoscenza a cui dovere delle spiegazioni e ciò rendeva assolutamente impossibile il suo riconoscimento. Il suo ragionamento non faceva una piega e, per provare che funzionasse veramente, il conto non lo pagò. Sparì letteralmente nel vuoto dopo due settimane di permanenza all'hotel Excelsior e nessuno riuscì mai a trovare quel furbastro che aveva vissuto a sbafo nel migliore Hotel dell'isola per ben quindici giorni. Diventò una leggenda urbana alle Canarie! Ora però era giunto il gran momento di rivelare al mondo la sua sensazionale scoperta: ci avrebbe dormito su e, l'indomani, avrebbe chiamato la stampa ed i mass media. Si voleva preparare bene al suo trionfo. Ma, come si diceva una volta, la notte porta consiglio e, per la seconda volta, la vita di Tim cambiò per un sonno mancato. Perché

4 rivelare a tutti il suo segreto, vivere qualche anno coperto dalla fama, perseguitato dai giornalisti, in balia della furia popolare e poi sparire tra le pieghe di qualche vetusta e noiosa enciclopedia? Perché non tenersi tutto per sé e continuare a fare la grande vita senza spendere una lira? Sarebbe stato quello il suo meritato guadagno: d'ora in poi avrebbe viaggiato nel tempo e nello spazio senza spendere denaro, sparendo all'improvviso un momento prima di pagare il conto. Il suo geniale intelletto lo stupiva sempre più tanto da fargli credere che, dopo quei due brevi passaggi tra una dimensione e l'altra, si fosse potenziato, fosse diventato più brillante, più spregiudicato. Insomma, Tim si sentiva straordinariamente intelligente in quel momento! L'unico problema ancora da risolvere era il modo in cui tenere nascosto a tutti il suo segreto e la macchina del tempo. Non poteva certo spostare tutto l'ingombrante, e pesantissimo, materiale dal laboratorio a casa sua e quindi l'unica alternativa era nascondere il tutto all'interno del laboratorio stesso. O, addirittura, acquistare il laboratorio ed usarlo come copertura. Chi mai avrebbe sospettato di un onesto laboratorio fisico con pochi impiegati, uno più idiota dell'altro? Ma per fare ciò serviva del denaro e Tim non ne possedeva. Ed è qui che entra in gioco il suo incredibile intelletto: quando Tim ha bisogno il suo straordinario cervello interviene! Si sarebbe fatto proiettare in una banca di notte, all'interno del caveau. Nessuno lo avrebbe visto entrare e nessuno lo avrebbe visto uscire. Avrebbe prelevato il denaro e sarebbe scomparso nel giro di pochi minuti. Gli unici problemi erano programmare alla perfezione la macchina, perché Tim fosse proiettato esattamente all'interno del caveau e ci fosse rimasto solamente per qualche minuto, e comprare un passamontagna. Nulla di più semplice per Tim. Ora il laboratorio era suo. Anzi, era di una società fantasma a suo nome, ma nessuno avrebbe potuto scoprirlo. E poi, anche se qualcuno lo avesse fatto, Tim sarebbe tornato indietro nel tempo per modificare il nome della società e così non sarebbero mai potuti risalire a lui. Si sentiva un vero e proprio genio. Ma, d'altronde, lo era! E così Tim era pronto per il suo secondo viaggio: Maldive o Bahamas? Beh, anche Zanzibar non era male. E che dire di Maurizios? Tim decise di visitarle tutte queste splendide isole. Oramai non c'erano più ostacoli e Tim avrebbe potuto realizzare il suo sogno: vivere ogni sei mesi in un'isola tropicale deserta, senza far nulla, coccolato da tutti. Poteva ancora utilizzare il sistema che aveva adottato alle Canarie, ma in fondo era più facile e conveniente "prelevare" altro denaro in qualche altra banca e farsi trattare da gran signore. Chi più di lui poteva meritarselo? Prima di partire per il suo lungo viaggio Tim fece un'altra visitina notturna nel caveau di una banca, ma questa volta ne scelse una lontana dalla città in cui viveva. Tutto andò naturalmente liscio come l'olio e Tim poté quindi partire alla volta delle sue tanto adorate isole tropicali. Con le tasche piene

5 zeppe di soldi ed un conto in banca da miliardario si diresse alla volta delle Maldive inteso a godersi la vita a più non posso. Ma, dopo solamente due settimane, si ritrovò nella stanza del suo laboratorio in cui c'era la macchina del tempo. Cosa non aveva funzionato? Era buio - il che significava che lì era notte - e non c'era traccia di malfunzionamenti. La porta, però, era aperta e questo voleva dire che qualcuno era entrato ed aveva manomesso la macchina. Erano pochi gli addetti che lavoravano in quel laboratorio e Tim pensò che sarebbe stato facile scovare il sabotatore. E sarebbe stato ancora più semplice sbarazzarsene: Tim si sarebbe fatto proiettare indietro nel tempo ed avrebbe cambiato qualcosa nella vita di quell'uomo, quanto basta per farlo stare alla larga da quel laboratorio. Poteva impedirgli di essere assunto dalla società che gestiva il laboratorio prima di lui, poteva far sì che trovasse un altro lavoro prima di accettare quello, ma erano tutte cose di una certa difficoltà. Sarebbe stato più semplice impedirgli di prendere la laurea o fargli avere un incidente d'auto. Oppure Tim avrebbe potuto ucciderlo quando era bambino: sarebbe sembrato un incidente. Avrebbe anche potuto fregarsene e sparare un colpo alla madre quando era incinta, ma Tim sentiva di avere ancora una sua morale. Non ce l'avrebbe mai fatta. Così decise di appostarsi in quella stanza per scovare il ficcanaso. Dopodiché si sarebbe fatto proiettare in un tempo in cui il vigliacco era indifeso ed avrebbe provocato un incidente che gli avrebbe fatto perdere la vista o l'uso delle braccia. Comunque giurò a se stesso che non lo avrebbe ucciso. In fondo era l'unica cosa da fare e Tim non aveva mai commesso nessun crimine in vita sua: per una volta poteva soprassedere alla sua moralità. Il giorno seguente Tim si appostò nel laboratorio e notò che il suo capo - che in realtà era un suo subalterno! - aveva scoperto la macchina. Ovviamente non ne aveva compreso l'utilizzo, ma per precauzione, e per evitare che qualcun altro lo scoprisse, Tim decise di agire subito, la notte stessa, e di nascondere in seguito la macchina in modo che sembrasse solamente uno dei tanti strumenti che si utilizzavano in quel laboratorio. Praticamente nessuno lì dentro, tranne per l'appunto il direttore, conosceva il funzionamento di ogni singolo macchinario e ciò, unito al fatto che Tim avrebbe fatto in modo di diventare lui stesso il direttore, era per lui di grande aiuto. Tornò al laboratorio dopo cena, come al solito, e programmò la macchina in modo che lo proiettasse all'epoca, e nel luogo, in cui il suo "futuro" direttore aveva quattro anni. Una volta giunto a destinazione fece delle indagini e riconobbe in un rachitico secchione l'uomo che gli avrebbe procurato tutti quei problemi. "Chissà perché sono sempre quelli più intelligentoni a metterti il bastone fra le ruote!" pensava Tim mentre osservava il bimbo che girava in tondo con la sua bicicletta. "Chissà perché poi devono rompere le palle sempre a me!". L'espressione di quel bimbo innocente provocava in Tim una sensazione ributtante di odio profondo che gli saliva dal collo fino alla testa e poi scendeva

6 giù di colpo fin dentro lo stomaco. Quell'innocenza che sembrava chiedergli pietà faceva crescere in lui un violento ribrezzo per tutto ciò che non gli aveva permesso di vivere la vita a modo suo. Ed adesso che finalmente ci era riuscito non avrebbe di certo permesso a nessuno che gli fosse tolta l'unica possibilità di essere felice. Sentì di colpo una forza strana che si impossessò del suo corpo, una forte e decisa coscienza di sé e delle sue possibilità. E di colpo l'anima di Tim si svuotò, così come quando viaggiava nel tempo, ed il suo cervello iniziò a percepire il mondo esterno senza poterlo controllare. Le sensazioni che Tim provava, senza poterle in alcun modo fermare, erano le stesse che sentiva quando, all'interno della sua macchina del tempo, stava per fare il balzo che lo avrebbe portato in un altro luogo, in un altro tempo. Il cervello cadde in uno stato catatonico dal quale Tim non seppe, e non volle, uscire. Percepì il suo corpo in movimento, ma non seppe indovinarne la direzione. Poteva vedere e sentire ciò che gli stava attorno, ma non aveva la più pallida idea di dove stesse andando. O di cosa stesse per fare. Tim sentiva tutto, ma non capiva nulla. Poi il buio. Una debole luce sveglio Tim dal suo sonno profondo. Cercò dentro di sé tracce del suo recente passato e poté così constatare che ricordava benissimo tutto ciò che gli era appena successo. Non aveva potuto controllare il suo corpo che si dirigeva verso il bambino guidato dal suo cervello che prendeva iniziative senza preoccuparsi della reazione di Tim. Ricordava di aver afferrato il bimbo con forza e di averlo stretto forte a sé fino a ché non si era messo a piangere. "La mamma non c'é? Ora nessuno ti può aiutare, sapientone! Siamo solo io e te ed io sono incredibilmente più forte. E più intelligente, non credi?" ricordava di aver pensato in quel momento. Poi, come in un lampo di genio, si diresse verso la strada statale che passava a pochi passi da lì e gettò il bambino sotto un TIR che stava transitando in quel momento a grande velocità. Dopodiché non ricordava più nulla, solo una debole luce che lo aveva svegliato. Cosa era successo? E dove si trovava ora? "La scienza non ci dice come comportarci nel caso in cui potessimo viaggiare indietro nel tempo. Sappiamo solo che in teoria si può fare, ma che tutte le piccole modifiche provocate dal nostro essere in un luogo in cui non dovremmo essere tendono a far prendere al destino vie completamente diverse da quelle che ci aspettiamo. Tornando indietro nel tempo a cambiare le cose potremmo trovarci al nostro ritorno in un mondo completamente diverso da quello da cui siamo partiti. Quindi ogni nostra azione è potenzialmente, in questo caso, una bomba ad orologeria che rivoluziona nel tempo l'evoluzione del mondo". Queste parole riecheggiavano nella mente di Tim che ricordava di averle lette in qualche romanzo di serie B nella sua tormentata infanzia. Ragionandoci sopra Tim capì di aver commesso un grave errore: aveva apportato una grossa modifica nel passato - la morte di un bambino che non avrebbe dovuto morire - e ciò significava che il

7 futuro sarebbe cambiato. Cosa ne era stato della sua macchina del tempo? Probabilmente nel nuovo futuro, ridisegnato dalla sua azione, non ci sarebbe stata nessuna macchina del tempo ed è per questo motivo che Tim era scomparso all'istante alla morte del bambino. Ma questo significava che allora poteva anche non essere nemmeno stato un impiegato in un laboratorio fisico. E questo poteva anche dire che in questo nuovo mondo la vita di Tim sarebbe stata diversa. Avrebbe potuto vivere a modo suo, viaggiare e non fare nulla per tutta la vita. Forse aveva ottenuto anche di più di quello che sperava! Seppe dal suo vicino di cella che erano trascorsi oramai sei anni dal suo arresto: Tim aveva ucciso un altro barbone per prendergli il suo unico tozzo di pane. "La sopravvivenza è difficile in questa giungla" ripeteva il suo vicino "è logico che abbia la meglio il più forte. Anch'io sono dentro per lo stesso motivo, ma non ho ancora capito cosa ho fatto di male: se non lo facevo io, lo avrebbe fatto quel maledetto in un altra situazione. Un tozzo di pane è la vita. Se ce l'hai, altrimenti...". Tim aveva trascorso sei anni in quella gelida cella rischiarata dalla debole luce che lo aveva risvegliato pochi minuti fa. In fondo poteva anche dirsi fortunato perché non ricordava nulla di tutto ciò: era come se non avesse mai trascorso nemmeno un minuto in quel lurido posto. "Ce ne rimangono solo altri sei Tim MacHine. Coraggio ti vedo un po' giù oggi. Vuoi un tozzo di pane?"

8

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete Una cosa sola è certa del mio futuro... VOGLIO avere dei figli! il diabete non

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

le #piccolecose che amo di te

le #piccolecose che amo di te Cleo Toms le #piccolecose che amo di te Romanzo Proprietà letteraria riservata 2016 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08605-9 Prima edizione: febbraio 2016 Illustrazioni: Damiano Groppi Questo libro

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

QUESTA NON E' LA FINE MA SOLO L'INIZIO!

QUESTA NON E' LA FINE MA SOLO L'INIZIO! Domenica 31 Marzo 2013 QUESTA NON E' LA FINE MA SOLO L'INIZIO! Gesù è risorto e noi vogliamo risorgere con lui. GEREMIA 29:11 Dio dice io so i pensieri che medito per voi, pensieri di pace e non di male

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi)

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi) Elena Ana Boata Il viaggio di Anna Proprietà letteraria riservata. 2007 Elena Ana Boata 2007 Phasar Edizioni, Firenze. www.phasar.net I diritti di riproduzione e traduzione sono riservati. Nessuna parte

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata ISIS F.S. NITTI Palomba Chiara 2D Alice si è ora svegliata La mia storia ha inizio sei anni fa,quando ho conosciuto quello che pensavo fosse l amore della mia vita. All inizio era tutto perfetto: c era

Dettagli

L'orologio. di Nello Filippetti

L'orologio. di Nello Filippetti L'orologio di Nello Filippetti E il bimbo sognava l orologio che camminava giorno e notte, il cuore di smalto fiorito che nel fiore della vita la mamma dette al babbo in segno di lei, perché traducesse

Dettagli

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo#

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo# LA#SCOPERTA##!!!!!!Giardino#dei#Gius5# #####Associazione#Gariwo# CHI#SONO#I#GIUSTI#,#PROF?## LA#NOSTRA#SCELTA## Un#nome#fra#tuC#con5nuava#a# tornare#con#insistenza## !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Educare#al#coraggio#civile#!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Svetlana#Broz#

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

I tre pesci. (Favola araba)

I tre pesci. (Favola araba) Favolaboratorio I tre pesci I tre pesci. (Favola araba) C'erano una volta tre pesci che vivevano in uno stagno: uno era intelligente, un altro lo era a metà e il terzo era stupido. La loro vita era quella

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

IL CAPPELLO MAGICO RITA SABATINI

IL CAPPELLO MAGICO RITA SABATINI IL CAPPELLO MAGICO RITA SABATINI Da quando il signor Bartolomeo aveva perso tutti i suoi capelli era diventato molto triste. Dapprima i capelli erano diventati grigi e avevano iniziato a diradarsi. Poi

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno.

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. NONNO: Sera a tutti. MAMMA: Ciao papà. CASA DI CHARLIE In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. CHARLIE: Ciao nonno. NONNA: Ciao caro. MAMMA: La zuppa

Dettagli

Da questo articolo, consultabile per intero ( clicca qui ), ho tradotto alcuni punti che ritengo illuminanti per ognuno di noi.

Da questo articolo, consultabile per intero ( clicca qui ), ho tradotto alcuni punti che ritengo illuminanti per ognuno di noi. "Successo senza paura nel lavoro e nella vita" di Geshe Michael Roach Da questo articolo, consultabile per intero ( clicca qui ), ho tradotto alcuni punti che ritengo illuminanti per ognuno di noi. Note

Dettagli

La Combriccola della Mezza Luna. pae e di e nd r e. illustrato da Ottavia Rizzo

La Combriccola della Mezza Luna. pae e di e nd r e. illustrato da Ottavia Rizzo La Combriccola della Mezza Luna pae e di e nd r e illustrato da Ottavia Rizzo www.lacombriccoladellamezzaluna.it A quelli che sanno sognare, perché non debbano mai smettere. A quelli che non sanno sognare,

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Vuoi andartene presto? No, voglio avere il tempo di innamorarmi di tutto... E piango perché tutto è così bello e così breve.

Vuoi andartene presto? No, voglio avere il tempo di innamorarmi di tutto... E piango perché tutto è così bello e così breve. Il contrario della solitudine «Vivrò per l amore, il resto dovrà cavarsela da solo» furono le parole di Marina il giorno della sua laurea, l ultima volta in cui la vedemmo. Il contrario della solitudine

Dettagli

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI WWW.FISIOPROGRAM-INTENSIVE.COM Come accendere e coltivare la tua passione per la Fisioterapia: Nell articolo precedente FISIOTERAPISTI MOTIVATI

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI orecchio acerbo Premio Andersen 2005 Miglior libro 6/9 anni Super Premio Andersen Libro dell Anno 2005 Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI

Dettagli

biglietto e rimase senza parole: le era toccato l unico amico segreto che non avrebbe mai voluto: Gedeone

biglietto e rimase senza parole: le era toccato l unico amico segreto che non avrebbe mai voluto: Gedeone A Neretta piace molto andare a scuola. Anche i suoi amici della Compagnia del Cuore d Oro che frequentano la sua classe vanno volentieri. Ma le cose, all inizio di quest anno, non andavano troppo bene.

Dettagli

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI Come assicurarti soldi e posto di lavoro nel bel mezzo della crisi economica. www.advisortelefonica.it Complimenti! Se stai leggendo

Dettagli

L amore è un granello di sabbia

L amore è un granello di sabbia L amore è un granello di sabbia Erika Zappoli L AMORE È UN GRANELLO DI SABBIA romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Erika Zappoli Tutti i diritti riservati A Serena e Samuel con la sola vostra

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là,

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, Un uomo che dorme Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, dove la memoria identifica senza sforzo

Dettagli

COME AGGIORNARE IL PROPRIO SISTEMA DI CREDENZE

COME AGGIORNARE IL PROPRIO SISTEMA DI CREDENZE 11 November 2014 COME AGGIORNARE IL PROPRIO SISTEMA DI CREDENZE Articolo a cura di Nicola Doro - Responsabile Commerciale Ad Hoc Ti sei mai chiesto perché alcune persone falliscono in tutto quello che

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

Aiutato da due suoi amici della stessa età, Junior e Christian, Benjamin si procurò degli occhiali a raggi x in grado di vedere dentro le case e

Aiutato da due suoi amici della stessa età, Junior e Christian, Benjamin si procurò degli occhiali a raggi x in grado di vedere dentro le case e Natale a Sonabilandia Era la mattina di Natale e a Sonabilandia, un paesino dove tutti sono sempre felici, non c'era buon umore e in giro non si vedeva neanche un sorriso; questo perché in tutte le case

Dettagli

QUELLO CHE E' NATO DA DIO VINCE IL MONDO

QUELLO CHE E' NATO DA DIO VINCE IL MONDO Domenica 9 dicembre 2012 QUELLO CHE E' NATO DA DIO VINCE IL MONDO 1 GIOVANNI 5:4 Tutto quello che è nato da Dio vince il mondo, e questa è la vittoria che ha vinto il mondo, la nostra fede. Giovanni sta

Dettagli

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci Qualcosa che va nella direzione giusta ogni tanto c è. Domenica scorsa avevamo parlato del Cavalier Tanzi e del suo presunto tesoro nascosto. GIORNALISTA Io

Dettagli

LA DISTRUZIONE DEL BALLO

LA DISTRUZIONE DEL BALLO LA DISTRUZIONE DEL BALLO Un bel giorno una ballerina era a casa a guardare la TV quando, all improvviso,suonò il campanello. Andò ad aprire era un uomo che non aveva mai visto il quale disse: Smetti di

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

un tubicino che gli entrava nell'ombelico.

un tubicino che gli entrava nell'ombelico. Un altro Miracolo Quel bimbo non aveva un nome né sapeva se era un maschietto o una femminuccia. Inoltre non riusciva a vedere, non poteva parlare, non poteva camminare né giocare. Riusciva a muoversi

Dettagli

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015)

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) Da circa otto mesi sto svolgendo un percorso di letture ad alta

Dettagli

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA ANNO SCOLASTICO 2011/ 12 UNA GIORNATA A BRERA Venerdì 17 febbraio sono andato con la mia classe e la IV E a Brera. Quando siamo arrivati le guide ci hanno diviso

Dettagli

La principessa dal dente smarrito

La principessa dal dente smarrito La principessa dal dente smarrito LA VALLE DELLE MILLE MELE - FIABA DI MAURO NERI - ILLUSTRAZIONI DI FULBER DISEGNO DA FARE IL SOGGETTO POTREBBE ESSERE LAMPURIO COL MAL DI DENTI Come mai quel visino così

Dettagli

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO I primi Giochi Easy : Il Palleggio ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO Insalata Mista. (stimolare l abitudine all utilizzo del palleggio) Dal palleggio in libertà tuttocampo dei bambini, dividere il campo in

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3 PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... pazza! MODULO 3 Fino ad ora abbiamo lavorato sulla consapevolezza, identificando le 4 chiavi che ci servono per aver successo nel nostro

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Andrea Bajani La mosca e il funerale

Andrea Bajani La mosca e il funerale nottetempo Andrea Bajani La mosca e il funerale nottetempo Con la gente che piange io non so mai come fare. Non so come si fa a farla smettere. Certa gente è capace. Dice una parola, una sola, e gli altri

Dettagli

LABORATORIO GIOCHI MATEMATICI ANNO SCOLASTICO 2010/2011 PRIMO QUADRIMESTRE

LABORATORIO GIOCHI MATEMATICI ANNO SCOLASTICO 2010/2011 PRIMO QUADRIMESTRE LABORATORIO GIOCHI MATEMATICI ANNO SCOLASTICO 2010/2011 PRIMO QUADRIMESTRE Le immagini contenute in questa presentazione sono estratte da pagine web, se qualcuno dovesse trovare immagini coperte da copyright,

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

IL CERVELLO QUESTO SCONOSCIUTO

IL CERVELLO QUESTO SCONOSCIUTO 1 IL CERVELLO QUESTO SCONOSCIUTO Nonostante il progresso della conoscenza e delle tecnologie sappiamo ancora molto poco sul funzionamento del nostro cervello e sulle sue possibilità tanto che, fra gli

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO UN INCONTRO CON LA STORIA UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO 5 FEBBRAIO 2015 Villafranca Padovana Classe terza A del plesso Dante Alighieri Insegnante: professoressa Barbara Bettini Il valore della

Dettagli

vuoto o una ferita" come dice Antonio Origgi.

vuoto o una ferita come dice Antonio Origgi. Cambiare la vita... dalla Auto-Osservazione Cambiare vita richiede prima di tutto una consapevolezza del punto reale in cui ci si trova adesso. Cambiare vita richiede poi una consapevolezza di cosa realmente

Dettagli

AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE

AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE FEBBRAIO 2014 ANNO III N. 7 SCUOLA PRIMARIA STATALE DI GRANTORTO AUTORI: ALUNNI DELLE CLASSI QUINTE Questo numero parla di un argomento un po scottante : IL BULLISMO! I PROTAGONISTI LA VITTIMA Nel mese

Dettagli

ROMANZO «DI» O «CON» IMMAGINI?

ROMANZO «DI» O «CON» IMMAGINI? ROMANZO «DI» O «CON» IMMAGINI? Lui. Tempo fa ho scritto un libro tutto parole niente immagini. Lei. Bravo. Ma non mi sembra una grande impresa. Lui. Adesso vedrai: ho appena finito un libro tutto immagini

Dettagli

L AZIENDUCCIA. Personaggi: Cav. Persichetti, Agente 008, Cav. Berluscotti, Assunto.

L AZIENDUCCIA. Personaggi: Cav. Persichetti, Agente 008, Cav. Berluscotti, Assunto. L AZIENDUCCIA Analisi: Sketch con molte battute dove per una buona riuscita devono essere ben caratterizzati i personaggi. Il Cavalier Persichetti e il cavalier Berluscotti devono essere 2 industriali

Dettagli

Secondo incontro: La mia esperienza d amore

Secondo incontro: La mia esperienza d amore Secondo incontro: La mia esperienza d amore Prima di addentrarci nel tema dell incontro sondiamo la motivazione dei ragazzi. Propongo loro un diagramma G/T. Tutti i ragazzi pensavano ad un esercizio di

Dettagli

A mio figlio, John Edward Clements

A mio figlio, John Edward Clements A mio figlio, John Edward Clements Titolo originale: The report card Traduzione di Elisa Puricelli Guerra 2004 Andrew Clements 2005 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Bur ragazzi giugno 2014 ISBN

Dettagli

La dura realtà del guadagno online.

La dura realtà del guadagno online. La dura realtà del guadagno online. www.come-fare-soldi-online.info guadagnare con Internet Introduzione base sul guadagno Online 1 Distribuito da: da: Alessandro Cuoghi come-fare-soldi-online.info.info

Dettagli

una mutevole verità 5 U tuzz ebbe un lieve sussulto. Poi si voltò e si strinse nelle spalle in un impercettibile gesto di rassegnazione.

una mutevole verità 5 U tuzz ebbe un lieve sussulto. Poi si voltò e si strinse nelle spalle in un impercettibile gesto di rassegnazione. Prologo Cardinale Lorenzo detto u tuzz cioè «la testata» era un rapinatore, specializzato in banche e uffici postali. Lui e i suoi complici avevano una tecnica semplice e molto efficace: rubavano un auto

Dettagli

QUEL GIORNO, DAVANTI ALLA TELEVISIONE..

QUEL GIORNO, DAVANTI ALLA TELEVISIONE.. I FATTI DI BESLAN : EMOZIONI E PENSIERI DI BAMBINI E RAGAZZI Quel giorno qualcuno mi raccontò della morte di più di 180 bambini ed io pensai per tanto tempo alla strage. Poi decisi di non pensarci per

Dettagli

TECNICHE DI DISTRAZIONE

TECNICHE DI DISTRAZIONE TECNICHE DI DISTRAZIONE Dobbiamo renderci conto che l ansia, la paura, la preoccupazione, sono sempre associati ad alcuni Pensieri Particolari per ogni persona, ed ognuno di noi Pensa, ha Immagini Particolari

Dettagli

1 Alunno Preferisco non imparare nulla ma essere libero.

1 Alunno Preferisco non imparare nulla ma essere libero. Prigionieri di ombre Quando il ragionare dei bambini diventa scrittura teatrale. Si tratta di rifare un cammino già fatto. Riprendere quanto già detto, e non soltanto nella forma scritta, bensì nelle espressioni,

Dettagli

FIABE CINESI E TIBETANE

FIABE CINESI E TIBETANE http://web.tiscali.it FIABE CINESI E L'uccello a nove teste La pantera I geni dei fiori TIBETANE Le montagne innevate e l'uccello della felicità. L'UCCELLO A NOVE TESTE C'erano una volta un re e una regina

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

ZP Oktober 2009 Traduzione MUSTERLÖSUNG

ZP Oktober 2009 Traduzione MUSTERLÖSUNG ZP Oktober 2009 Traduzione MUSTERLÖSUNG C è qualcosa che riesci a ricordare (che ti riesce di ricordare)?, chiese lei. Qualcosa che ti ha colpito. Qualcosa di strano o di particolare? No, in effetti no.,

Dettagli

...Addio per sempre...!!! Eheheheheheheheheheh!!!!! PER IL DIABOLICO PIANO DEL MAE- STRO, IL TARDIS DEL DOTTORE E DIRETTO VERSO IL BIG BANG...

...Addio per sempre...!!! Eheheheheheheheheheh!!!!! PER IL DIABOLICO PIANO DEL MAE- STRO, IL TARDIS DEL DOTTORE E DIRETTO VERSO IL BIG BANG... ...Addio per sempre...!!! Eheheheheheheheheheh!!!!! PER IL DIABOLICO PIANO DEL MAE- STRO, IL TARDIS DEL DOTTORE E DIRETTO VERSO IL BIG BANG... 1 Maledetto... E adesso...? Abbiamo trovato le istruzioni...

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

SERGIO COLMES INDAGA Tre settembre duemilanove. Nell hotel Augustus tutto procedeva normalmente: il portiere stava alla reception, il tuttofare

SERGIO COLMES INDAGA Tre settembre duemilanove. Nell hotel Augustus tutto procedeva normalmente: il portiere stava alla reception, il tuttofare SERGIO COLMES INDAGA Tre settembre duemilanove. Nell hotel Augustus tutto procedeva normalmente: il portiere stava alla reception, il tuttofare puliva le scale e alcuni clienti erano al bar. L hotel si

Dettagli

LA FELICITÀ Istruzioni d uso per comuni mortali. Iniziai a svegliarmi tutte le mattine col pensiero fisso di dover cambiare qualcosa nella mia vita

LA FELICITÀ Istruzioni d uso per comuni mortali. Iniziai a svegliarmi tutte le mattine col pensiero fisso di dover cambiare qualcosa nella mia vita INTRODUZIONE Iniziai a svegliarmi tutte le mattine col pensiero fisso di dover cambiare qualcosa nella mia vita Quando hai 27 anni un bimbo di 8 mesi, un buon lavoro, una casa un buon marito, cosa ti manca?

Dettagli

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook Louise L. Hay vivi bene adesso Ebook Traduzione: Katia Prando Editing: Enza Casalino Revisione: Martina Marselli, Gioele Cortesi Impaginazione: Matteo Venturi 2 E ora parliamo di autostima. Non avrai mai

Dettagli

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Il piccolo Arco Baleno viveva tutto solo sopra una nuvola. La sua nuvoletta aveva tutte le comodità: un letto con una grande coperta colorata, tantissimi

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

A cura della redazione del sito www.testoeaccordi.it Pag. 1

A cura della redazione del sito www.testoeaccordi.it Pag. 1 INDICE 1 Va bene va bene cosi... 2 2 Colpa d Alfredo... 3 3 Deviazioni... 4 4 Fegato fegato spappolato... 5 5 Vita spericolata... 7 6 Ogni volta... 8 7 Albachiara... 9 8 Bollicine... 10 9 Siamo solo noi...

Dettagli

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5 Ombra di Lupo Chiaro di Luna Tratto da Lupus in Fabula di Raffaele Sargenti Narrazione e Regia Claudio Milani Adattamento Musicale e Pianoforte Federica Falasconi Soprano Beatrice Palombo Testo Francesca

Dettagli

LEGGENDA DELLA SIRENA

LEGGENDA DELLA SIRENA LA LEGGENDA DELLA SIRENA Anche questa seconda leggenda massarosese è stata tratta dalla raccolta Paure e spaure di P. Fantozzi e anche su questa lettura i ragazzi hanno lavorato benché in maniera differente:

Dettagli

www.iluss.it - Italiano online Scheda grammaticale

www.iluss.it - Italiano online Scheda grammaticale Discorso indiretto - o n 1 Trasformare il discorso diretto in indiretto 1. "Che cosa fai?". Mi chiese che cosa. 2. "Sono venuto a saperlo per caso". Disse a saperlo per caso. 3. "Per favore, telefoni a

Dettagli

Progetto grafco di Mariagrazia Rocchetti

Progetto grafco di Mariagrazia Rocchetti Il giardino segreto Progetto grafco di Mariagrazia Rocchetti Titolo originale: The Secret Garden Traduzione di Angela Restelli Fondelli 1956 Fratelli Fabbri Editori, Milano 2000 RCS Libri S.p.A., Milano

Dettagli

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato Due sequenze tratte da due film assai diversi e lontani nel tempo: Charlot soldato di Charlie Chaplin (1918) e L attimo fuggente di Peter

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Le storie di. Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati

Le storie di. Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati Le storie di Alcuni 2011 - Tutti i diritti sono riservati 1 Un messaggio scontato FIRENZE, IN UN POMERIGGIO D INVERNO. MATILDE È NELLA SUA CAMERA. Uffa! Ma quando finiscono questi compiti? Sono quasi le

Dettagli