Ma, come si diceva una volta, la notte porta consiglio e, per la seconda volta, la vita di Tim cambiò per un sonno mancato. Perché

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ma, come si diceva una volta, la notte porta consiglio e, per la seconda volta, la vita di Tim cambiò per un sonno mancato. Perché"

Transcript

1 Tim MacHine aveva sempre sognato di viaggiare. Rimpiangeva di non aver mai avuto il coraggio di dare un calcio in quel posto a tutti i problemi e di partire per chissà dove. Ma non ne aveva mai avuto il coraggio. E così le sue tristi giornate gli passavano davanti tutte uguali, senza possibilità di scelta: il video di un computer, un acceleratore di positroni e fogli e fogli di calcoli di cui, in fondo, non sapeva proprio che farsene. Finché un giorno, studiando i risultati dell'ennesimo noiosissimo esperimento scoprì una cosa davvero eccezionale: dopo lo scontro tra due particelle opposte ad altissima velocità di queste non c'era più traccia. Erano sparite senza lasciare dietro di loro la consueta scia energetica che li contraddistingueva. Erano svanite nel nulla. "Ma dove si saranno andate a cacciare quelle stupidissime particelle?" pensava Tim. Come era possibile che fossero scomparse? Una spiegazione c'era, Tim lo sapeva, ma di certo non rientrava in quei casi comuni che poteva archiviare come "conferma" o "smentita" dell'esperimento. Doveva indagare per poter finire presto il suo lavoro e tornarsene a casa per vedere in TV la partita di football. E doveva fare in fretta perché il match iniziava alle 9 in punto e non voleva di certo fare tardi! Così, nonostante non ci fosse abituato, concentrò tutte le sue forze per risolvere quell'inconveniente e, spremendo il suo tutto sommato discreto intelletto, giunse ad una conclusione sensata: i calcoli dicevano che durante quello scontro si sarebbe potuto formare un buco nello spazio-tempo in cui le particelle si sarebbero perdute. E quello, pensò Tim, era proprio quello che era successo. Poteva tornarsene a casa per vedere l'inizio della partita in tempo. Giornata faticosa! La partita quella sera fu un vero spettacolo: la squadra di Tim dominò letteralmente l'incontro vincendo per 46 a 0. Degli avversari alla fine non rimasero che le ceneri sul campo! Era proprio la sua giornata fortunata quella, se non fosse stato per la notevole mole di lavoro che aveva dovuto svolgere. Comunque era ormai ora di andare a dormire: chissà se anche questa notte avrebbe sognato i mari del sud e le calde isole tropicali in cui l'attività più faticosa è spostarsi dall'albergo in spiaggia per prendere il sole! Dopo quella strepitosa vittoria era proprio quello che ci voleva. Ma quella notte Tim non riuscì a prendere sonno: l'euforia del 46

2 a 0 causò in lui una tachicardia estatica che faceva fluire quantità di sangue industriali al cervello e così non c'era verso di dormire. Eppure sembrava esserci un altro motivo per il quale il suo intelletto non voleva smettere di lavorare. Tim sentiva che il sangue continuava ad affluire al cervello perché stava rimuginando qualcosa. C'era un pensiero latente che tentava di farsi strada tra le pieghe della sua materia grigia, ma non riusciva ad affiorare. Decise allora di andarlo a cercare per farla finita e poter finalmente assopirsi e godersi lo spettacolo del suo sogno ricorrente preferito. Vide in un lampo il profilo assolato dell'isola di Gran Canaria e, subito dopo, quel maledetto pensiero si fece vivo: il buco spazio-temporale... particelle scomparse... il vuoto... luoghi remoti... l'acceleratore di particelle... tante particelle... finite chissà dove... e chissà quando. Pian piano realizzava che il suo cervello non voleva rassegnarsi a non tentare di scovare cosa c'era sotto quella strana sparizione di particelle nell'acceleratore. Non ci stava a lasciar perdere, a mollare la presa e teneva duro, nonostante Tim non volesse. Ma ecco che, all'improvviso, tutto fu chiaro e Tim decise che il suo intelletto non era mica niente male. Aveva fatto bene a lasciare affiorare quel pensiero: si era perso una meritata notte di sonno, ma aveva ottenuto ben di più. Il laboratorio restava chiuso di notte, ma quella sera Tim era uscito per ultimo e, quindi, aveva con sé le chiavi per entrare. Non avrebbe potuto mettere in funzione l'acceleratore da solo, ma tutti i dati di cui aveva bisogno erano già registrati nel suo computer. E nessuno sapeva che lui era lì. Lo schermo sciolinò come al solito una cascata di numeri che nessun occhio avrebbe potuto distinguere, tale era la velocità con cui venivano visualizzati. Ma Tim sapeva dove cercare e rovistò a lungo fino a che non trovò cosa cercava: la traiettoria delle particelle che erano scomparse finiva proprio nel punto dell'urto, ma non sembrava avere un seguito. Ciò poteva voler dire solamente una cosa: al momento dell'urto violentissimo tra la particella negativa A e quella positiva B si era creato in quel punto il buco spazio-temporale attraverso il quale le particelle, o ciò che ne rimaneva, erano passate per giungere in un'altra dimensione. E quale poteva essere questa dimensione se non un luogo e tempo diverso da quello in cui si stava svolgendo l'esperimento? Tim urlò: "Hanno viaggiato nel tempo!". E tornò a dormire. L'indomani Tim si precipitò al lavoro come non aveva mai fatto per annunciare a tutti la sua grande scoperta. Ma, una volta dichiarato ai suoi superiori cosa era successo il giorno precedente in quell'acceleratore, fu preso per pazzo ed incompetente, accuse ricorrenti nei suoi confronti, e non fu degnato di null'altro che di un rimprovero. La sua rassegnazione era giunta al culmine proprio nel momento in cui la sua rabbia stava finalmente prendendo corpo. Dallo scontro violento tra queste due forze che si erano fatte immense in lui nacque una consapevolezza: non l'avrebbero fatta franca. Non questa volta.

3 Quello che aveva scoperto era vero, anche se nessuno l'avrebbe creduto, e lui lo avrebbe dimostrato. Anzi, non l'avrebbe detto a nessuno, avrebbe costruito una macchina in grado di proiettarlo nello spazio-tempo e solamente allora avrebbe chiamato la stampa e tutti i mass media per prendersi la sua doverosa rivincita nei confronti di quei falliti miscredenti. E così fece. La sera usciva sempre per ultimo dal laboratorio per poterci ritornare indisturbato durante la notte e fare i suoi esperimento in gran segreto. Nel giro di qualche mese fu in grado di stabilire quali fossero i parametri per controllare il balzo nella nuova dimensione. Impiegò un po' più di tempo per realizzare un macchinario, simile all'acceleratore con cui lavorava ogni giorno, in grado di proiettare un corpo solido in un'altra dimensione spazio-temporale e di farlo tornare indietro a suo piacimento. Poi venne finalmente il giorno in cui quella straordinaria macchina fu in grado di ospitare al suo interno un uomo e Tim sacrificò sé stesso per la scienza provandone il funzionamento. Tutto andò per il meglio e Tim decise che il mondo poteva attendere ancora alcune settimane prima di venire a conoscenza di quella incredibile scoperta e decise di farsi proiettare per due settimane alle Canarie. Non aveva denaro per permettersi di andarci in aereo e così si fece un regalo: d'altronde se lo meritava! Quando la macchina entrò in funzione Tim si sentì svuotare l'anima, il cervello entrò in uno stato catatonico in cui poteva percepire tutte le sensazioni che gli giungevano dall'esterno, ma non era in grado di analizzarle. Tim sentiva tutto, ma non capiva nulla. Poi il buio. Un silenzio assoluto seguito da un gran boato ed un lampo improvviso. E fu allora che, per la prima volta nella sua vita, Tim vide l'oceano. Che spasso: due settimane alle Canarie e poi il trionfo. Tim si sentiva il re del mondo, l'uomo più grande ed importante dell'universo. Poteva addirittura permettersi di non pagare il conto alla sua partenza perché nessuno avrebbe potuto seguirlo! Aveva infatti deciso di arrivare in quello splendido luogo qualche anno prima della sua effettiva partenza, viaggiando indietro nel tempo, oltre che nello spazio. In questo modo era sicuro che non avrebbe trovato nessuno di sua conoscenza a cui dovere delle spiegazioni e ciò rendeva assolutamente impossibile il suo riconoscimento. Il suo ragionamento non faceva una piega e, per provare che funzionasse veramente, il conto non lo pagò. Sparì letteralmente nel vuoto dopo due settimane di permanenza all'hotel Excelsior e nessuno riuscì mai a trovare quel furbastro che aveva vissuto a sbafo nel migliore Hotel dell'isola per ben quindici giorni. Diventò una leggenda urbana alle Canarie! Ora però era giunto il gran momento di rivelare al mondo la sua sensazionale scoperta: ci avrebbe dormito su e, l'indomani, avrebbe chiamato la stampa ed i mass media. Si voleva preparare bene al suo trionfo. Ma, come si diceva una volta, la notte porta consiglio e, per la seconda volta, la vita di Tim cambiò per un sonno mancato. Perché

4 rivelare a tutti il suo segreto, vivere qualche anno coperto dalla fama, perseguitato dai giornalisti, in balia della furia popolare e poi sparire tra le pieghe di qualche vetusta e noiosa enciclopedia? Perché non tenersi tutto per sé e continuare a fare la grande vita senza spendere una lira? Sarebbe stato quello il suo meritato guadagno: d'ora in poi avrebbe viaggiato nel tempo e nello spazio senza spendere denaro, sparendo all'improvviso un momento prima di pagare il conto. Il suo geniale intelletto lo stupiva sempre più tanto da fargli credere che, dopo quei due brevi passaggi tra una dimensione e l'altra, si fosse potenziato, fosse diventato più brillante, più spregiudicato. Insomma, Tim si sentiva straordinariamente intelligente in quel momento! L'unico problema ancora da risolvere era il modo in cui tenere nascosto a tutti il suo segreto e la macchina del tempo. Non poteva certo spostare tutto l'ingombrante, e pesantissimo, materiale dal laboratorio a casa sua e quindi l'unica alternativa era nascondere il tutto all'interno del laboratorio stesso. O, addirittura, acquistare il laboratorio ed usarlo come copertura. Chi mai avrebbe sospettato di un onesto laboratorio fisico con pochi impiegati, uno più idiota dell'altro? Ma per fare ciò serviva del denaro e Tim non ne possedeva. Ed è qui che entra in gioco il suo incredibile intelletto: quando Tim ha bisogno il suo straordinario cervello interviene! Si sarebbe fatto proiettare in una banca di notte, all'interno del caveau. Nessuno lo avrebbe visto entrare e nessuno lo avrebbe visto uscire. Avrebbe prelevato il denaro e sarebbe scomparso nel giro di pochi minuti. Gli unici problemi erano programmare alla perfezione la macchina, perché Tim fosse proiettato esattamente all'interno del caveau e ci fosse rimasto solamente per qualche minuto, e comprare un passamontagna. Nulla di più semplice per Tim. Ora il laboratorio era suo. Anzi, era di una società fantasma a suo nome, ma nessuno avrebbe potuto scoprirlo. E poi, anche se qualcuno lo avesse fatto, Tim sarebbe tornato indietro nel tempo per modificare il nome della società e così non sarebbero mai potuti risalire a lui. Si sentiva un vero e proprio genio. Ma, d'altronde, lo era! E così Tim era pronto per il suo secondo viaggio: Maldive o Bahamas? Beh, anche Zanzibar non era male. E che dire di Maurizios? Tim decise di visitarle tutte queste splendide isole. Oramai non c'erano più ostacoli e Tim avrebbe potuto realizzare il suo sogno: vivere ogni sei mesi in un'isola tropicale deserta, senza far nulla, coccolato da tutti. Poteva ancora utilizzare il sistema che aveva adottato alle Canarie, ma in fondo era più facile e conveniente "prelevare" altro denaro in qualche altra banca e farsi trattare da gran signore. Chi più di lui poteva meritarselo? Prima di partire per il suo lungo viaggio Tim fece un'altra visitina notturna nel caveau di una banca, ma questa volta ne scelse una lontana dalla città in cui viveva. Tutto andò naturalmente liscio come l'olio e Tim poté quindi partire alla volta delle sue tanto adorate isole tropicali. Con le tasche piene

5 zeppe di soldi ed un conto in banca da miliardario si diresse alla volta delle Maldive inteso a godersi la vita a più non posso. Ma, dopo solamente due settimane, si ritrovò nella stanza del suo laboratorio in cui c'era la macchina del tempo. Cosa non aveva funzionato? Era buio - il che significava che lì era notte - e non c'era traccia di malfunzionamenti. La porta, però, era aperta e questo voleva dire che qualcuno era entrato ed aveva manomesso la macchina. Erano pochi gli addetti che lavoravano in quel laboratorio e Tim pensò che sarebbe stato facile scovare il sabotatore. E sarebbe stato ancora più semplice sbarazzarsene: Tim si sarebbe fatto proiettare indietro nel tempo ed avrebbe cambiato qualcosa nella vita di quell'uomo, quanto basta per farlo stare alla larga da quel laboratorio. Poteva impedirgli di essere assunto dalla società che gestiva il laboratorio prima di lui, poteva far sì che trovasse un altro lavoro prima di accettare quello, ma erano tutte cose di una certa difficoltà. Sarebbe stato più semplice impedirgli di prendere la laurea o fargli avere un incidente d'auto. Oppure Tim avrebbe potuto ucciderlo quando era bambino: sarebbe sembrato un incidente. Avrebbe anche potuto fregarsene e sparare un colpo alla madre quando era incinta, ma Tim sentiva di avere ancora una sua morale. Non ce l'avrebbe mai fatta. Così decise di appostarsi in quella stanza per scovare il ficcanaso. Dopodiché si sarebbe fatto proiettare in un tempo in cui il vigliacco era indifeso ed avrebbe provocato un incidente che gli avrebbe fatto perdere la vista o l'uso delle braccia. Comunque giurò a se stesso che non lo avrebbe ucciso. In fondo era l'unica cosa da fare e Tim non aveva mai commesso nessun crimine in vita sua: per una volta poteva soprassedere alla sua moralità. Il giorno seguente Tim si appostò nel laboratorio e notò che il suo capo - che in realtà era un suo subalterno! - aveva scoperto la macchina. Ovviamente non ne aveva compreso l'utilizzo, ma per precauzione, e per evitare che qualcun altro lo scoprisse, Tim decise di agire subito, la notte stessa, e di nascondere in seguito la macchina in modo che sembrasse solamente uno dei tanti strumenti che si utilizzavano in quel laboratorio. Praticamente nessuno lì dentro, tranne per l'appunto il direttore, conosceva il funzionamento di ogni singolo macchinario e ciò, unito al fatto che Tim avrebbe fatto in modo di diventare lui stesso il direttore, era per lui di grande aiuto. Tornò al laboratorio dopo cena, come al solito, e programmò la macchina in modo che lo proiettasse all'epoca, e nel luogo, in cui il suo "futuro" direttore aveva quattro anni. Una volta giunto a destinazione fece delle indagini e riconobbe in un rachitico secchione l'uomo che gli avrebbe procurato tutti quei problemi. "Chissà perché sono sempre quelli più intelligentoni a metterti il bastone fra le ruote!" pensava Tim mentre osservava il bimbo che girava in tondo con la sua bicicletta. "Chissà perché poi devono rompere le palle sempre a me!". L'espressione di quel bimbo innocente provocava in Tim una sensazione ributtante di odio profondo che gli saliva dal collo fino alla testa e poi scendeva

6 giù di colpo fin dentro lo stomaco. Quell'innocenza che sembrava chiedergli pietà faceva crescere in lui un violento ribrezzo per tutto ciò che non gli aveva permesso di vivere la vita a modo suo. Ed adesso che finalmente ci era riuscito non avrebbe di certo permesso a nessuno che gli fosse tolta l'unica possibilità di essere felice. Sentì di colpo una forza strana che si impossessò del suo corpo, una forte e decisa coscienza di sé e delle sue possibilità. E di colpo l'anima di Tim si svuotò, così come quando viaggiava nel tempo, ed il suo cervello iniziò a percepire il mondo esterno senza poterlo controllare. Le sensazioni che Tim provava, senza poterle in alcun modo fermare, erano le stesse che sentiva quando, all'interno della sua macchina del tempo, stava per fare il balzo che lo avrebbe portato in un altro luogo, in un altro tempo. Il cervello cadde in uno stato catatonico dal quale Tim non seppe, e non volle, uscire. Percepì il suo corpo in movimento, ma non seppe indovinarne la direzione. Poteva vedere e sentire ciò che gli stava attorno, ma non aveva la più pallida idea di dove stesse andando. O di cosa stesse per fare. Tim sentiva tutto, ma non capiva nulla. Poi il buio. Una debole luce sveglio Tim dal suo sonno profondo. Cercò dentro di sé tracce del suo recente passato e poté così constatare che ricordava benissimo tutto ciò che gli era appena successo. Non aveva potuto controllare il suo corpo che si dirigeva verso il bambino guidato dal suo cervello che prendeva iniziative senza preoccuparsi della reazione di Tim. Ricordava di aver afferrato il bimbo con forza e di averlo stretto forte a sé fino a ché non si era messo a piangere. "La mamma non c'é? Ora nessuno ti può aiutare, sapientone! Siamo solo io e te ed io sono incredibilmente più forte. E più intelligente, non credi?" ricordava di aver pensato in quel momento. Poi, come in un lampo di genio, si diresse verso la strada statale che passava a pochi passi da lì e gettò il bambino sotto un TIR che stava transitando in quel momento a grande velocità. Dopodiché non ricordava più nulla, solo una debole luce che lo aveva svegliato. Cosa era successo? E dove si trovava ora? "La scienza non ci dice come comportarci nel caso in cui potessimo viaggiare indietro nel tempo. Sappiamo solo che in teoria si può fare, ma che tutte le piccole modifiche provocate dal nostro essere in un luogo in cui non dovremmo essere tendono a far prendere al destino vie completamente diverse da quelle che ci aspettiamo. Tornando indietro nel tempo a cambiare le cose potremmo trovarci al nostro ritorno in un mondo completamente diverso da quello da cui siamo partiti. Quindi ogni nostra azione è potenzialmente, in questo caso, una bomba ad orologeria che rivoluziona nel tempo l'evoluzione del mondo". Queste parole riecheggiavano nella mente di Tim che ricordava di averle lette in qualche romanzo di serie B nella sua tormentata infanzia. Ragionandoci sopra Tim capì di aver commesso un grave errore: aveva apportato una grossa modifica nel passato - la morte di un bambino che non avrebbe dovuto morire - e ciò significava che il

7 futuro sarebbe cambiato. Cosa ne era stato della sua macchina del tempo? Probabilmente nel nuovo futuro, ridisegnato dalla sua azione, non ci sarebbe stata nessuna macchina del tempo ed è per questo motivo che Tim era scomparso all'istante alla morte del bambino. Ma questo significava che allora poteva anche non essere nemmeno stato un impiegato in un laboratorio fisico. E questo poteva anche dire che in questo nuovo mondo la vita di Tim sarebbe stata diversa. Avrebbe potuto vivere a modo suo, viaggiare e non fare nulla per tutta la vita. Forse aveva ottenuto anche di più di quello che sperava! Seppe dal suo vicino di cella che erano trascorsi oramai sei anni dal suo arresto: Tim aveva ucciso un altro barbone per prendergli il suo unico tozzo di pane. "La sopravvivenza è difficile in questa giungla" ripeteva il suo vicino "è logico che abbia la meglio il più forte. Anch'io sono dentro per lo stesso motivo, ma non ho ancora capito cosa ho fatto di male: se non lo facevo io, lo avrebbe fatto quel maledetto in un altra situazione. Un tozzo di pane è la vita. Se ce l'hai, altrimenti...". Tim aveva trascorso sei anni in quella gelida cella rischiarata dalla debole luce che lo aveva risvegliato pochi minuti fa. In fondo poteva anche dirsi fortunato perché non ricordava nulla di tutto ciò: era come se non avesse mai trascorso nemmeno un minuto in quel lurido posto. "Ce ne rimangono solo altri sei Tim MacHine. Coraggio ti vedo un po' giù oggi. Vuoi un tozzo di pane?"

8

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là,

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, Un uomo che dorme Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, dove la memoria identifica senza sforzo

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

Attorno alla Rupe. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo la forza nel branco sarà (2v.)

Attorno alla Rupe. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo la forza nel branco sarà (2v.) Attorno alla Rupe Attorno alla rupe orsù lupi andiam d'akela e Baloo or le voci ascoltiam del branco la forza in ciascun lupo sta del lupo la forza del branco sarà. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Inizio della vita di Hyde e prime malefatte-si trasforma in Hyde

Inizio della vita di Hyde e prime malefatte-si trasforma in Hyde 1 STRUTTURA FABULA: Primi esperimenti del Dr Jekyll -Jekyll nasce nel 18.. Jekyll ha divergenze con Lanyon -Poole comincia a lavorare come maggiordomo da Jekyll nel 1860 circa Jekyll scopre la dualità

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale Quant è difficile rilassarsi veramente e profondamente anche quando siamo sdraiati e apparentemente immobili e distesi, le tensioni mentali, le preoccupazioni della giornata e le impressioni psichiche

Dettagli

EZIO si fermò un attimo, confuso e disorientato. Dov era? Che posto era mai questo? Mentre si riprendeva, vide suo zio Mario staccarsi dal gruppo

EZIO si fermò un attimo, confuso e disorientato. Dov era? Che posto era mai questo? Mentre si riprendeva, vide suo zio Mario staccarsi dal gruppo 1 EZIO si fermò un attimo, confuso e disorientato. Dov era? Che posto era mai questo? Mentre si riprendeva, vide suo zio Mario staccarsi dal gruppo degli Assassini, avvicinarsi a lui e stringergli il braccio.

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

BIANCOENERO EDIZIONI

BIANCOENERO EDIZIONI RACCONTAMI BIANCOENERO EDIZIONI Titolo originale: The Strange Case of Dr. Jekyll and Mr. Hyde, 1886 Ringraziamo Giulio Scarpati che ha prestato la sua voce per questo progetto. Consulenza scientifica al

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

un gioco di acquisti e costruzioni

un gioco di acquisti e costruzioni un gioco di acquisti e costruzioni Creato da Ben Haskett Illustrazioni di Derek Bacon La storia........ 2 Obiettivo del gioco........ 3 Componenti... 3 Preparazione..... 4 Come giocare...... 6 Carte costruzione.........

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Unità 1. I Numeri Relativi

Unità 1. I Numeri Relativi Unità 1 I Numeri Relativi Allinizio della prima abbiamo introdotto i 0numeri 1 naturali: 2 3 4 5 6... E quattro operazioni basilari per operare con essi + : - : Ci siamo però accorti che la somma e la

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27

Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27 Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27 filemame: 42-18-18.evang.odt 3636 parole di Marco defelice, RO, mercoledì, 6 giugno, 2007 -- cmd -- La Bibbia è la Parola di Dio. È più attuale di quanto lo sia il giornale

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

Parts of my Pop-in... 7 8a

Parts of my Pop-in... 7 8a A C 5 B Parts of my Pop-in... 5 6 0 D 9 7 8a 8b IT IMPORTANTE! CONSERVARE LE ISTRUZIONI PER CONSULTAZIONI FUTURE Come usare i Pop-in Precauzioni d uso Non usare ammorbidenti con i vostri Pop-in. Non usare

Dettagli

Nascita di Gesù (Dal Vangelo di Luca)

Nascita di Gesù (Dal Vangelo di Luca) Nascita di Gesù (Dal Vangelo di Luca) [1]In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il censimento di tutta la terra. Questo primo censimento fu fatto quando era governatore della

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Andrea Bajani Tanto si doveva

Andrea Bajani Tanto si doveva Andrea Bajani Tanto si doveva Quando muoiono, gli uccelli cadono giù. Non se ne accorge quasi nessuno, di solito, salvo il cacciatore che l ha colpito e il cane che deve dargli la caccia. Il cacciatore

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli

Libro gratuito di filosofia

Libro gratuito di filosofia Libro gratuito di filosofia La non-mente Introduzione Il libro la non mente è una raccolta di aforismi, che invogliano il lettore a non soffermarsi sul significato superficiale delle frasi, ma a cercare

Dettagli

Una libera pensatrice.

Una libera pensatrice. Passato prossimo/imperfetto 1 Leggi il testo e scegli il verbo corretto. Una libera pensatrice. In primavera, quando l aria si riscaldava/si è riscaldata e è diventata/diventava piacevole, noi bambini

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE Introduzione Il quindici e il sedici ottobre siamo andati in viaggio d'istruzione a Rovereto con la 3 C. Rovereto è una città a sud di Trento ricco di molte attrazioni

Dettagli

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)?

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Molti di voi avranno sentito parlare di gare in cui i cani concorrono in esercizi di olfatto, come la ricerca, o gare di agility e di

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

E gliene sono senz'altro grato. Continuiamo con l evidenza. La spianata dove c'è il casotto e dove era stata preparata la tavola è abbastanza grande

E gliene sono senz'altro grato. Continuiamo con l evidenza. La spianata dove c'è il casotto e dove era stata preparata la tavola è abbastanza grande ELEMENTARE è elementare, mi creda... senz'altro elementare, mio caro. L'importante è non dare per scontate quelle cose che sono solo evidenti. L'evidenza, di per sé, non è sinonimo di verità. La verità

Dettagli

Racconto inviato da Monica Chiesura email di riferimento: mcshogun62@gmail.com QUANDO SI DICE IL DESTINO! La nostra storia inizia così:

Racconto inviato da Monica Chiesura email di riferimento: mcshogun62@gmail.com QUANDO SI DICE IL DESTINO! La nostra storia inizia così: Racconto inviato da Monica Chiesura email di riferimento: mcshogun62@gmail.com QUANDO SI DICE IL DESTINO! La nostra storia inizia così: in una bella giornata di ottobre, quando la mia migliore amica Sabrina

Dettagli

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Anno 1413 Il nuovo re d'inghilterra, Enrico V di Lancaster persegue gli ambiziosi progetti di unificare l'inghilterra e di conquistare la corona

Dettagli

Story of Hann. I racconti della serie incubo

Story of Hann. I racconti della serie incubo Story of Hann I racconti della serie incubo Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Robert Donovan Carro STORY OF HANN I

Dettagli

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust)

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) IL TEMPO DI MENTINA Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) E tempo di occuparci di Mentina, la mia cuginetta che mi somiglia tantissimo; l unica differenza sta nella

Dettagli

Un differente punto di vista

Un differente punto di vista A Different Point of View Un differente punto di vista by Serge Kahili King Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/ Come sappiamo dal primo principio Huna, (IL MONDO E' COME TU PENSI CHE SIA

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Consigli di lettura alla Libreria "Rinascita"

Consigli di lettura alla Libreria Rinascita Consigli di lettura alla Libreria "Rinascita" Pagine d Estate: proposte di letture per l estate 2014 Quest'iniziativa vuole incentivare il gusto per la lettura e avvicinare i preadolescenti ai testi di

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64 Problemini e indovinelli 2 Le palline da tennis In uno scatolone ci sono dei tubi che contengono ciascuno 4 palline da tennis.approfittando di una offerta speciale puoi acquistare 4 tubi spendendo 20.

Dettagli

[Pagina 1] [Pagina 2]

[Pagina 1] [Pagina 2] [Pagina 1] Gradisca. 2.10.44 Rina amatissima, non so se ti rivedrò prima di morire - in perfetta salute - ; lo desidererei molto; l'andarmene di là con la tua visione negli occhi sarebbe per me un grande

Dettagli

I sussurri di cui non ti accorgi

I sussurri di cui non ti accorgi Titolo della tesina: La realtà come specchio del proprio dolore Sezione narrativa: racconto I sussurri di cui non ti accorgi Ogni mattina, quando andava a scuola, si guardava attorno. Le piaceva il modo

Dettagli

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Rete di Treviso Integrazione Alunni Stranieri LABORATORIO SUL TRATTAMENTO DEI TESTI DISCIPLINARI SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO TITOLO: IL SISTEMA SOLARE AMBITO DISCIPLINARE: SCIENZE AUTORE: GIANCARLA VOLPATO

Dettagli

Dov è finita la voglia di studiare?

Dov è finita la voglia di studiare? Dov è finita la voglia di studiare? Demo5vazione, insicurezza, paura di me:ersi alla prova, difficoltà a ges5re gli insuccessi: vissu5 frequen5 del percorso scolas5co di oggi CERCASI VOGLIA DI STUDIARE!!!

Dettagli