ECCORECCO. tim smart il mobile di tim e il fisso di telecom italia. a 39 al mese MENSILE DI CULTURA E TEMPO LIBERO NEL GOLFO PARADISO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ECCORECCO. tim smart il mobile di tim e il fisso di telecom italia. a 39 al mese MENSILE DI CULTURA E TEMPO LIBERO NEL GOLFO PARADISO"

Transcript

1 61 ECCORECCO MENSILE DI CULTURA E TEMPO LIBERO NEL GOLFO PARADISO MARZO COPIE - DISTRIBUZIONE GRATUITA ALL INTERNO CROCE VERDE RECCO news tim smart il mobile di tim e il fisso di telecom italia finalmente insieme a 39 al mese RECCO Via Fiume 9 tel

2 APPUNTAMENTI Calendario a cura di Pro Loco Recco - tel Domenica 8 marzo ore 15,00 Pentolaccia in Green Valley Piazza Ricina Domenica 8 marzo ore 17 presso la Sala Polivalente F. Lavoratori: Ni una más - Testimonianze sulla violenza di genere. Dalla cronaca nera alla letteratura di AA. VV. Per linguaggio letterario e complessità tematica, è riservato a spettatori d età non inferiore a quindici anni. Con le allieve del Laboratorio Teatro & Contorni di Genova: Gabriella Aimo, Daniela Bonfanti, Vanda Carlevaro, Daniela Guarrera, Mina Mancuso, Floriana Masala, Silvia Olmi, Ilaria Parisi, Erica Rocco e Biancalice Sanna. Regia Patrizia Ercole e assistente alla regia Gabriella Aimo Mercoledì 18 marzo alle ore 17,30 si riunisce presso la biblioteca Ippolito d'aste di Recco il gruppo di scrittura Anna di Vienna. Titolo dell'incontro: Chi è il mostro? Concorso di disegno Il Club Amici Vela e Motore di Recco e l associazione turistica Pro Loco Recco con il patrocinio del Comune di Recco organizzano il Concorso di Disegno Il Mare e la Vela nel Golfo Paradiso. Gli elaborati dovranno pervenire entro il 4 maggio 2015 presso Pro Loco Recco. Verranno premiati i primi tre classificati delle seguenti categorie: Under 13 e Over 13. La premiazione si terrà il giorno 2 giugno alle 18,00 presso la sede del Club Vela e motori in Lungomare Marinai d'italia Recco. Al primo classificato della categoria Under 13 verrà assegnato un buono per la partecipazione ad un corso di vela presso il Club Amici Vela e Motore Recco. Il disegno primo classificato della categoria Over 13 sarà utilizzato, con eventuali modifiche grafiche, come immagine di locandina per l annuale Festa del Mare. Ulteriori informazioni e regolamento presso il Club Amici Vela e Motore e presso Pro Loco Recco. Gita a Pontedilegno Con partenza da Recco giovedì 26 marzo e rientro nella serata di domenica 29 marzo. Presso la Pro Loco di Recco è possibile chiedere informazioni e prenotare la gita per un piacevole soggiorno nella cittadina montana e rinnovare l'amicizia tra i Recchelini e i Dalignesi in occasione della consegna delle palme presso il comune di Ponte di Legno. Tel. Uff. Pro Loco Consegna palme e ulivo a Milano in Duomo e Arcivescovado. Il Comune di Recco, in collaborazione con la Parrocchia di San Giovanni Bono, organizza come ogni anno per i cittadini recchesi e fedeli, la consegna delle Palme e Ulivo a Milano in Duomo e Arcivescovado. Antiquariato a Recco Sala Polivalente dal 3 al 2 aprile esposizione con orario di apertura dalle 9,30 alle 18,30. Sagra delle Focaccette Dal 6 al 12 aprile a Megli si svolge la 43 edizione della sagra delle Focaccette. Expò Milano 2015 Ricordiamo che presso l ufficio Pro Loco sono in vendita i biglietti di ingresso per Expò Milano SPECIALE ROTTAMAZIONE PIAGGIO 2015 ECCORECCO MENSILE DI CULTURA E TEMPO LIBERO NEL GOLFO PARADISO DIRETTORE RESPONSABILE: GIUSEPPE ROSASCO EDITORE STUDIO HELIX sas REDAZIONE Piazzale Europa Recco (Ge) tel STAMPA TIPOLITOGRAFIA ME.CA Recco (Ge) Autorizzazione del Tribunale di Genova n. 69 del La collaborazione a EccoRecco avviene a titolo gratuito IN COPERTINA Paola Gais, Equilibri 2012, olio su tela, 80x100 cm in collaborazione con IDAL Recco DOVE TROVARE ECCORECCO Panificio Pallavicino a San Rocco, Farmacia Berni in piazzale Europa, Edicola Eta Beta in via Roma, Cartoleria Capurro in piazza Gastaldi, Redocasa Centro TIM in via Fiume, Panificio Moltedo in via XX Settembre, Pro Loco Recco in via Ippolito d Aste, Farmacia Savio e Ottica Ferrari in piazza Nicoloso, Libreria Capurro in via IV Novembre, My Space in lungomare Bettolo, Cartoleria Capurro in piazza San Giovanni Bono, Vanestetica in Valleverde, Alimentari Capurro a Mulinetti. ARRETRATI Gratuiti fino ad esaurimento. Possono essere richiesti gratuitamente alla redazione. INTERNET Su tutti i numeri pubblicati si possono sfogliare (anche su ipad) o scaricare in PDF. Condividete la nostra pagina su facebook, cliccate su mi piace, inviateci le vostre idee e avrete un filo diretto con la redazione. TI CONVIENE COMPRARLA SULLA GAMMA VESPA SINO A 700 * DI INCENTIVO ROTTAMAZIONE * offerta valida per i veicoli immatricolati entro il 30/04/2015 Ti aspettiamo in concessionaria per illustrarti le specifiche della promo ROTTAMAZIONE BRINZO VESPA CENTER RUTA DI CAMOGLI Via Aurelia 319, Tel , Fax RAPALLO Via Roma 40, Tel-Fax vendita assistenza ricambi permute usato con garanzia rateazioni senza interessi 2 MARZO 2015 NUMERO 61 ECCORECCO

3 RIFLESSIONI SULLA PROPOSTA DI SILVIO FERRARI PER IL 70 ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE Il sale della democrazia e la rinascita di Recco GIUSEPPE ROSASCO>Si avvicina il settantesimo anniversario della Liberazione dall occupazione tedesca in Italia, fissata convenzionalmente il 25 aprile, quando nella maggior parte delle città italiane del nord le truppe tedesche si arresero alle forze partigiane, anche se poi effettivamente le ostilità cessarono formalmente nel nostro Paese il successivo 3 maggio Silvio Ferrari, nel numero scorso di EccoRecco, si chiedeva se non è opportuno (oltreché giusto) celebrare questa data fondamentale per la vita italiana, avviando una riflessione, possibilmente di valenza condivisa, sul significato profondo di questo evento, prendendo a paradigma proprio la vicenda di Recco, città-simbolo della violenza bellica e modello di una ricostruzione che, nei suoi elementi materiali ma soprattutto in quelli della ricomposizione sociale, si è sempre dipanata nell alveo di una vivace ma corretta dialettica democratica. Anzi, è stato proprio il sale della democrazia che ha favorito il concreto raggiungimento di importanti traguardi di crescita della città, in tutti i campi della vita sociale, dall accoglienza ai profughi istriani ai successi nel campo sportivo, dall affermarsi di un ruolo centrale nell ambito del Golfo Paradiso allo sviluppo degli istituti scolastici, dal radicarsi di una forte realtà associativa (e di cui la Croce Verde può essere additata ad emblema) alla scoperta di un non comune vocazione gastronomica. E l elenco potrebbe continuare. Stranamente, di questo patrimonio che è a un tempo sociale, economico, culturale e politico si rischia di perdere addirittura la memoria, come se la sua realizzazione sia stata una naturale conseguenza di un cammino prefissato. E invece no, si è trattato di un percorso non facile, pieno di insidie, di coraggiose decisioni e di improvvisi arretramenti, di discussioni politiche (anche aspre) e di gioie collettive, di aspetti ampiamente condivisi e di altri che potevano prendere una migliore connotazione, di felici intuizioni imprenditoriali ma anche di chiusure di fabbriche e di attività artigianali. Insomma una storia che, nel piccolo della vicenda locale, si può ricondurre a quello che nel 1949 scriveva Mario Paggi sul Mondo a proposito della democrazia, che nella sua intuizione dolorosa e drammatica della vita collettiva non postula un regno perfetto e che, proprio per questo, ha bisogno di istituzioni contemporanee al suo svolgimento e di una classe politica conscia della complessità della storia degli uomini, della varietà e della fatalità dei loro errori e anche della pietà che a tali errori si deve. Sotto questo angolo visuale, ha visto giusto Silvio Ferrari nel voler attribuire una straordinaria importanza alla necessità di ripercorrere e riproporre all attenzione dei cittadini le vicende che hanno contraddistinto la vita post-bellica di Recco, non per focalizzarsi su sterili polemiche retrospettive, ma per far conoscere alle nuove generazioni anche le contraddizioni e il volto nascosto di una città che altrimenti rischia di perdersi nell anonimato di un agglomerato urbano come tanti altri, di una periferia accogliente, ma pur sempre periferia della grande Genova. E il settantesimo anniversario della Liberazione sembra essere la data più opportuna per questa operazione. Se non altro perché il tragico epilogo della guerra aveva fatto emergere una nuova classe dirigente che a livello nazionale, pur divisa nell appartenenza a culture politiche assai distanti tra loro, aveva saputo trovare un coagulo attorno ai cardini della nuova Costituzione repubblicana e che a livello locale aveva saputo tradurre in atti concreti lo spirito della ricostruzione. Caratteristiche queste che sembrano necessarie anche ai giorni nostri per affrontare una temperie sociale ed economica che per molti versi sembra richiedere davvero una nuova fase ricostruttiva, per dare al Paese una sostanziale unità sui temi concreti (cos altro non è, se non lacerante divisione, il fatto che un giovane su due non ha lavoro?) e restituire alle comunità locali un ruolo incisivo anche nell epoca della globalizzazione. Recco, complice il destino che l ha voluta al centro degli eventi bellici e di quelli ricostruttivi, ha accumulato una mole tale di esperienze e di memorie che possono innervare di contenuti sempre attuali quel patrimonio collettivo che lega con un filo sottile ma resistente le nuove alle vecchie generazioni, le antiche famiglie ai nuovi abitanti, le iniziative pubbliche e quelle dei privati, anche sotto la vernice di un assetto urbanistico completamente moderno. Per fortuna in città non mancano le persone e gli strumenti che potrebbero permettere di realizzare questa panoramica retrospettiva, sia sotto forma di libro che di esposizione, di un percorso sociale (oltreché politico) sempre rivolto al futuro. Ma si tratterebbe (e in questo caso il condizionale è d obbligo) di un evento che solo la pubblica amministrazione può innescare. Per parte nostra siamo fiduciosi che le ragioni di un ampia riflessione sulla vita democratica di un paese così duramente colpito dalla guerra possano avere il sopravvento. ECCORECCO NUMERO 61 MARZO

4 ANNIVERSARI L AVVENTURA DELLA RIVISTA IDEATA DA GUALTIERO SCHIAFFINO CHE NACQUE VENT ANNI FA Il Golfo : 12 anni di Levante ANSELMO ROVEDA>Venti anni! E un mese. Questa è la data esatta per festeggiare e ricordare l uscita de Il Golfo, il mensile dedicato al Levante fondato da Gualtiero Schiaffino e durato poi oltre 130 numeri e una dozzina di anni. La prima annata completa data, infatti, 1995, ma il numero di lancio ed esordio della rivista è del dicembre Un numero importante per diverse ragioni, lo vedremo. Per scrivere queste righe sono andato a spulciare nell archivio della rivista; da qualche mese a Genova dopo lunga permanenza a Recco e ospitato nella sede dell archivio di un altro periodico legato alla carriera di Gualtiero Schiaffino: Andersen (andersen.it), mensile dal respiro internazionale che dal 1982 racconta il mondo della lettura, della letteratura e dell illustrazione per l infanzia. Ma torniamo a Il Golfo. E al suo archivio. Una scaffalatura piena di storie e notizie raccolte in dodici anni di lavoro e centotrentacinque numeri, a dare conto della vita culturale, sociale e politica di una porzione, via via crescente, del Levante ligure. Epicentro iniziale Camogli e Recco, da subito ampliato ai centri del Golfo Paradiso e ai paesi che fanno corona al Monte di Portofino. Poi nel volgere di breve tempo il formato si ingrandì, il numero di pagine si ampliò e la zona coperta dal mensile pure, fino a interessare l intero Levante: da Genova alle Cinqueterre, senza scordare l Entroterra e le sue valli. Le pre- L ultimo numero uscito. messe e l ambizione di diventare giornale di riferimento per una zona più vasta erano forse già presenti nell idea iniziale, basta guardare il titolo della prima copertina: Ultime notizie dai paesi della Riviera. La promessa fu mantenuta e la scommessa vinta, del resto al timone c era un uomo colto e caparbio, determinato e sorridente come Gualtiero Schiaffino, già da tempo esperto navigante nei mari della comunicazione e dell editoria. Pure periodica, fin dai tempi de La Bancarella (attivo dal 1975 al 1984, prima come inserto del quotidiano Il Lavoro, poi come rivista autonoma) e del già citato Andersen (oggi diretto dalla figlia Barbara e giunto al numero 320). Intorno a Schiaffino, in quegli anni impegnato anche in politica (da lì a breve fu assessore in Provincia), si riunirono giornalisti, studiosi di storia e tradizioni, esponenti della società civile; impossibile nominarli tutti senza far torto a qualcuno. I primi tre numeri furono distribuiti gratuitamente, poi si arrivò finalmente nelle edicole della Riviera. L impegno organizzativo ed economico fu ripagato da non poche soddisfazioni. Gli articoli di cronaca, politica e sport locale colmavano un vuoto informativo, mentre il taglio spesso ironico e divertito, qualche volta gustosamente polemico di editoriali ed elzeviri insieme a una buona dose di curiosità sulla storia e sulle tradizioni fecero il resto nell affezionare lettori. Un successo e uno sguardo che si portarono dietro presto anche i libri targati Il Golfo, ancora pubblicati e dedicati al patrimonio culturale della Liguria: dall enogastronomia ai repertori orali, dalla storia allo sport. Ma questa è vicenda che perdura (edizionilgolfo.wordpress.com). Varrà la pena di ricordare, per questo legame tra mensile e libri, i proverbi raccolti da Walter Fochesato prima usciti su Il Golfo e poi riuniti nei quattro volumi di Belin. Concludiamo tornando a guardare la prima copertina de Il Golfo ; importante e curiosa. Importante perché il mensile, oltre a colmare vuoto informativo locale, si presentava in un formato innovativo: più piccolo del tabloid, progettato ripiegabile per stare comodamente nella tasca della giacca e mostrare la copertina. Innovativa, per i tempi, anche la scelta ecologica : i primi numeri erano, infatti, stampati su alga carta non trattata con derivati del cloro. Curiosa invece per un altra ragione: quel primo numero del dicembre 1994 porta in copertina, per errore, la dicitura n 2, poi ripetuto ovviamente sul vero numero due, quello successivo. Fatto che in associazione al colore scelto per la stampa, una scala di magenta rende quel primo numero un piccolo Gronchi rosa dell editoria ligure. Automobile Club delegazione di Recco Via Cavour 5 (all inizio della Via Aurelia in direzione Genova) tel fax I nostri servizi PRATICHE AUTO Passaggi di proprietà Cambio di residenza Radiazione per esportazione Visure PRA Perdite di possesso Duplicati documenti Procure Notarili La delegazione AC di Recco è anche sportello Sara Assicurazioni per risolvere qualsiasi esigenza assicurativa auto e non auto TASSA DI CIRCOLAZIONE Pagamento bollo Situazione pagamenti PATENTI Rinnovo (Medico in sede) Duplicati Conversione ALTRI SERVIZI Immatricolazione ciclomotori Medico in sede per rinnovo patente lunedì: giovedì: INOLTRE Orario lun (continuato) mar mer gio ven Informazioni e prenotazioni per la SCUOLA DI GUIDA SICURA 4 MARZO 2015 NUMERO 61 ECCORECCO

5 FAMIGLIE OGGI FRATELLO E SORELLA GESTISCONO I DUE NEGOZI DI ABBIGLIAMENTO E BIANCHERIA Ivana e Paolo: così è passato il testimonio da Dino e Tina Ivana e Paolo Romano sorridenti dietro al banco del negozio. PATRIZIA BALLETTO>Passeggiando a Recco in centro è un classico soffermarsi in via Roma ad ammirare le vetrine di Ivana e di Giuse, ma forse non tutti conoscono la storia di queste attività commerciali e soprattutto della famiglia Romano: erano gli anni 60 quando Dino e Tina, giovani sposi genovesi con tanti sogni ed energie, decidono di intraprendere questa carriera. Dino ha lavorato presso una ditta di forniture per sarti, poi come commesso in un negozio di confezioni a Genova, in via San Vincenzo, così quando viene a sapere che a Recco cedono un negozio di tessuti e abbigliamento decide di cogliere l occasione e provare. L attività è di Giuse Gandolfo che, dopo aver fatto per anni l ambulante col gruppo, tipico fazzoletto annodato per contenere oggetti vari, aveva aperto il negozio per un commercio decisamente più stabile. Inizia l avventura commerciale della famiglia Romano, mantenendo però lo stesso nome del negozio, anche perché molto conosciuto nel comprensorio e restano anche le storiche commesse Pia, Rosalba e Luisa che aiutano a proseguire la cura della clientela locale. Si vendono abiti, biancheria per la casa, ma anche lana per materassi, abiti per la prima comunione e grembiuli per la scuola davvero un ampia scelta di prodotti. Ci sono Teresa a Anna le sarte che aiutano nelle piccole modifiche e nelle riparazioni per soddisfare tutti i clienti. In breve Dino diventa un apprezzato commerciante, accolto a pieno titolo nella rosa degli storici recchellini; così, dopo una breve parentesi a La Spezia, decide di rilevare anche il locale sul lato opposto della stessa via, ex deposito di bibite, per aprire uno dei primi negozi Bassetti in Italia. Siamo nel 1975 e nel Negozio Blu Bassetti si possono acquistare tessuti a metraggio di ogni genere, tendaggi, biancheria per la casa,intimo per la persona. Ci sono la signora Tina e le fidate commesse Rosalba e Dina ad accogliere gli acquirenti e i consumatori più esigenti. Nel frattempo sono nati Paolo e Ivana, che piacevolmente trascorrono parte delle loro giornate a giocare con i bambini dei negozi vicini e a respirare aria di commercio. In realtà papà Dino per loro avrebbe altre mire, perché sa che il suo lavoro è senza orari e tutt altro che semplice, alla ricerca di continui spunti per essere al passo coi tempi e le tendenze, ma non sa che buon sangue non mente e presto i suoi figlioli, forse proprio perché gli è stata trasmessa una grande passione, entrano nel settore. Cambia il nome del negozio di biancheria sul finire degli anni 80, anticipando il momento in cui la figlia Ivana di lì a poco ne prenderà le redini. Rimane però la tradizione di scegliere insieme, direttamente dalle aziende, i materiali più richiesti e i capi di produzione artigianale: «Ti ricordi, andavamo nell alessandrino e a Chieri dice Ivana con un sorriso complice rivolto al papà a prendere le cappe in flanella a fiori, o in Toscana in quella piccola fabbrica che confezionava a mano gli scialletti in lana, come quelli della nonna.» «Come sono cambiate le cose certo è aumentata la distribuzione della clientela, non più esclusivamente locale dice Dino però quante complicazioni! Ora tra burocrazia e vincoli tutto è molto più difficile da gestire. Ricordo che quando ho iniziato chiamavo il pedone per trasportare i pacchi delle merci sino a Genova!». Questa era una figura diffusa negli anni 60: erano persone che con i mezzi pubblici si occupavano delle consegne. I corrieri erano solo due e facevano punto di ritrovo a Caricamento per partire verso le vallate del genovesato e del levante. Il tempo è volato ed ora nonno Dino lascia ampio spazio ai figli nella gestione delle attività e cura i cinque nipoti chissà se tra di loro c è l erede giusto per questo lavoro? Per ora i fratelli Romano si affiancano nelle scelte per rendere i locali sempre accoglienti, coloratissimi con le loro merci esposte ad arte in ampie vetrine luminose, ma soprattutto curano i clienti con lo stesso savoir faire del papà! Via Decembrio 26 milano tel Via Marconi 11 recco tel Via Pisa 3/R GenoVa tel ECCORECCO NUMERO 61 MARZO

6 CAMOGLI LA CRONACA DELLA SPIACEVOLE ESPERIENZA VISSUTA IN DUE LOCALI DEL CENTRO Turismo e buona ristorazione: ERMANNO MERLINO*>Camogli, una delle perle del Tigullio, ideale nido d amore per coppie, un luogo magico tra case strette e in salita, ma che godono di una vista mozzafiato sul golfo paradiso Un paesino di pochi abitanti, di pescatori, di piccoli negozietti ma ahimè... di cattiva ristorazione! Partiamo dal principio, arrivando a Camogli il primo problema che si incontra è l accessibilità, stando la carenza cronica di parcheggi. Ma veniamo al dunque: arrivo una domenica, giorno in cui c è un po più di movimento, i locali sono più o meno tutti all opera. Entro in uno di questi (totalmente a caso), mi fanno accomodare e chiedo qual è la specialità del ristorante o comunque cosa consiglierebbero a qualcuno che è lì per la prima volta. Per tutta risposta: «Se non sa nemmeno lei cosa mangiare, iniziamo male» e pensare che è esattamente la stessa cosa che pensavo anch io! Rinuncio alla polemica e opto per un piatto di spaghetti ai frutti di mare. Per ingannare l attesa chiedo anche una focaccetta al formaggio visto che la fame avanza e quello che propone la tavola è abbastanza triste. Passano 45 minuti e della focaccetta neanche l ombra e dello spaghetto tanto meno: l unica cosa che giunge al tavolo sono gli schiamazzi della gente che litiga in cucina e null altro. Nel frattempo arriva l acqua, che per qualche mistero occulto è possibile ordinare solo a botte di mezzo litro la classica bottiglietta di plastica! Non è possibile ordinarne un quantitativo superiore; manco fossimo su un isola dove c è scarsa disponibilità! Dopo 50 minuti di attesa, decido con l educazione che mi contraddistingue di alzarmi ed andarmene, mi avvicino alla cassa per pagare e il personaggio porta-vivande mi binomio impossibile? guarda stupito con le mie pietanze in mano, la focaccetta visibilmente sbruciacchiata e mi ferma. Gli dico: «Grazie di tutto, ma 50 minuti per una focaccetta mi sembrano eccessivi, cosa le devo per la bottiglietta di acqua e per quel frizzantino da colite istantanea?» Lui con profonda serietà e deciso mi guarda fisso negli occhi e mi dice. «Non vede che c è gente? Lo sa che io quel tempo lì lo aspetto per un panino?» Rispondo: «Ok, continui pure ad aspettare per i suoi panini io però devo andare a mangiare da qualcuno che ha voglia di darmene arrivederci.» Esco e, convinto che fosse un caso sporadico, mi fiondo al volo in un altro ristorante, visto che ormai si era fatta ora di merenda. Qui l esperienza è tutta diversa all apparenza, il locale è accogliente, il personale gentile, quasi chic. Il locale è di recente apertura e quindi ti aspetti una gran voglia di fare bene. Mi siedo e non posso fare a meno di notare che la forchetta è incrostata da residui di cibo di un precedente avventore, proprio mentre mi decantano le doti del cuoco e dell attenzione del ristorante ai particolari. Ordino un antipasto misto di mare, dove vengono proposti dei molluschi gratinati, e come primo una tagliatella al ragù bianco di carne. Arriva l antipasto di mare e tu pensi Camogli = posto di mare = pesce di qualità e trattato con rispetto. Ed infatti arrivano una (dicesi una) cozza ed ina (dicesi una) ostrica gratinate, che avevano sopra più pane che tutti i panifici di Camogli, un gambero il cui profumo raccontava già la provenienza e la lunga strada che il povero aveva dovuto affrontare per giungere al mio cospetto. Avendo già bruciato il 50 per cento di possibilità di mangiare qualcosa di decente, aspetto con ansia il primo piatto. Arrivano infine le mitiche tagliatelle al ragù bianco, ma la pasta non è visibilmente fatta in casa ed è condita con un trito di carne asciutta e slavata. Un connubio tra pesantezza ed insignificante carattere. Alla domanda se gradisco il dolce, potete immaginare la risposta. Decido di scappare a gambe levate mentre la titolare mi invitava a tornare per San Valentino per provare in quella data la loro proposta, anche se l unica proposta che sarebbe stato il caso di valutare sarebbe stata quella di cambiare mestiere. In conclusione non posso che farmi una domanda, partendo dal presupposto che essendo io Ligure sono ormai abituato a questo tipo di ospitalità: ma un turista che viene da un altra città per godersi una giornata di piacere e viene trattato in questa maniera, come si deve sentire? Il mio consiglio è: Camogli è bellissima da visitare e da vivere, prendetevi un pezzo di focaccia calda, qualche acciuga fritta nel cartoccio, una birra fresca ed andate a godervi il mare sul molo: ne guadagnerete in fegato, salute e soldi. Auguro una pronta guarigione dal coma da giorni di festa, dei ristoratori di Camogli. A tutti gli altri: godetevi il paesaggio. * GastroGourmet / 6 MARZO 2015 NUMERO 61 ECCORECCO

7 PERSONAGGI CON UN PICCOLO CANOTTINO NUOTA DA SORI A CAMOGLI, POI TORNA A CASA A PIEDI Eccola lì, la milanese ANNA MARIA PASSALACQUA>Scende leggera e sicura su questi scogli a rompicollo irti e scorbutici come i genovesi. Minuta... uno scricciolo. Grande sorriso, una lieve cadenza lombarda. Non più giovanissima, anzi, voglio essere cruda, non più giovane e tuttavia... una ragazzina. Non è mai stata considerata foresta perché l abbiamo conosciuta appena neonata e ora, quanto può fare, quando il lavoro glielo permette, è scendere da Milano a Sori, e mescolarsi ai rari bagnanti da scoglio, quelli che sanno nuotare, non hanno paura dei fondali misteriosi e hanno in uggia le spiagge affollate. È dei nostri. La scogliera è nei pressi della stazione, dominata dal casello 19 che, ohimè, è stato venduto dalle Ferrovie, e ora è abbandonato dagli attuali proprietari e ridotto a un rudere malinconico. Attorno svettano pini, lecci e canneti, l acqua del mare è, come diceva Firpo, un spegio de cristallo. È mezzogiorno. Ci saluta di fretta: «Ciao, devo andare a Camogli, si fa tardi». È uno degli ultimi giorni di bel tempo prima del periodaccio di capricci meteorologici che ci hanno portato quest anno tanti dispiaceri e tragedie. I pomeriggi già si vanno accorciando. Lo sappiamo, andare a nuoto fino a Camogli è per lei un rito, e lo compie suppongo come un ringraziamento alle divinità marine, tutte le volte che arriva da noi e il tempo glielo permette. Lo confesso, sono gelosa. Doveva arrivare una signora di Milano a impossessarsi zitta zitta di un amante così grande! E noi, gente di mare, noi donne intendo, per quanto ne sappia, non lo abbiamo mai omaggiato con una dedizione cosi costante. Lei si prepara per la partenza, non indossa pinne né maschera. Si porta appresso un cannotto giallo, rotondo, dal diametro di una teglia da forno. È il suo piccolo bagagliaio dove ripone un paio di infradito, un vestitino e qualche moneta... non si sa mai. Da Camogli ritornerà a piedi, percorrerà i sei chilometri che la separano dal punto di partenza e, grazie ai pochi spiccioli, sarà in grado di comprarsi anche una bottiglietta d acqua Confessa lei stessa di non aver mai sgonfiato il cannottino per la paura di danneggiarlo nell operazione di gonfia-sgonfia... «Sono sicura che non riuscirei a trovarne un altro così funzionale, lo metto nel ripostiglio, e quando arrivo a Sori lui è già pronto per partire». Con una cordicella lunga due o tre metri si lega in vita il prezioso bagagliaio in modo di non aver intralci nel suo nuotare. Scende la scaletta di ferro a pioli, lo appoggia dolcemente sull acqua e va. «Aspetta ti accompagniamo per un po...» Ma lei ha già doppiato l angolo dell insenatura. Ora voi vi aspetterete che vi descriva uno stile natatorio ultrasportivo, un eleganza di movenze oltre che di velocità imparate da addestramenti con maestri olimpionici; niente di tutto questo. La signora se ne va tutta tranquilla, la testa bionda completamente fuori dell acqua, si guarda distrattamente attorno, i suoi arti non sollevano spruzzi... i movimenti sono quelli della rana, una rana velocissima. «Ma quanto ci impieghi ad arrivare a Camogli?» «Dipende dalle correnti.» «Facciamo... una media di un ora e mezza...» questo ci aveva detto. Tornammo dal mare affamati, ci perdemmo sul terrazzino all ombra, a gozzovigliare con spaghetti e vino, immemori di chi faceva chilometri a nuoto e digiunava. Alle quattro i miei ospiti mi lasciarono. Ognuno per vie diverse. Se ne tornarono a casa, naturalmente in macchina. Drrriiiinnnn il telefono «Abbiamo incontrato la signora milanese, tornava da Camogli era già a Mulinetti, fresca e leggera sulla salita che va a Sori. Eravamo un po distratti, ma non abbiamo potuto non notare una signora bionda con un cannottino giallo sulle spalle». Risparmiare con le energie rinnovabili grazie alle nuove tecnologie. Chiedeteci un sopralluogo e un preventivo gratuito. L invito è rivolto in particolare a quanti non sono serviti dalla rete gas. Piazzale Europa Recco (Ge) Tel-Fax: Realizzazione e manutenzione impianti di riscaldamento, condizionamento, solari, idricosanitari, elettrici, antincendio. Ripartitori per la contabilizzazione dei consumi in impianti condominiali, con lettura dati. Azienda abilitata D.M. n. 37/2008 lettere a c d e g Abilitazione conduzione impianti termici n Isp. Lav. Ge ECCORECCO NUMERO 61 MARZO

8 arduino macelleria 10 FEBBRAIO 2015: LA GIORNATA DEL RICORDO DELL ESODO D Recco ospitale da o SANDRO PELLEGRINI> Anche quest anno i fiumani ed i giuliano dalmati di Recco hanno celebrato la loro Giornata del Ricordo (divenuta celebrazione nazionale dal 2004) a ricordo del massiccio esodo della popolazione di lingua italiana, circa 350 mila persone, dall Istria, Pola e Fiume e Dalmazia alla fine dell ultima Guerra mondiale. Già dai primi giorni di maggio del 1945, con l entrata delle truppe jugoslave in Istria e Trieste (occupata per 40 giorni), si sapeva che le province orientali dell Italia sarebbero state perdute per sempre. Già il Governo di Hitler, subito dopo l istituzione della Repubblica Sociale Italiana avvenuta nel settembre 1943, nei primi giorni di ottobre dello stesso anno aveva decretato il distacco delle Province alpine e dell Istria costituendo la regione della Costa (Deutsches Kusterland) annessa al Reich. Si sapeva così che comunque si fossero sviluppate le vicende della guerra, a favore dei tedeschi o degli alleati, le Province orientali italiane sarebbero state perdute. Fra gli alleati infatti c erano anche gli jugoslavi di Tito che avevano fatto sapere di pretendere come risarcimento di guerra ll annessione alla Yugoslavia di tutte le terre fino al Tagliamento. Con la sconfitta dell esercito tedesco, ci si aspettava perciò che nella Venezia Giulia e nella Dalmazia il tricolore italiano sarebbe stato ripiegato e sostituito con la bandiera rosso-biancoblu, con la stella rossa al centro, della Jugoslavia comunista. A dir il vero fra il maggio 1945 e tutto il 1946 gli alleati avevano avanzato alcune ipotesi di spartizione dell Istria, cercando di mantenere all Italia almeno la metà occidentale di quella bella penisola. Purtroppo la conclusione del Trattato di Pace, sottoscritto a Parigi nel febbraio del 1947, stabiliva l incorporazione di Zara, Fiume, Pola con i relativi territori provinciali alla Jugoslavia titina. Vennero incorporate anche larghe parti delle Province di Trieste e di Gorizia. Molto delicata fu la sistemazione di Trieste che diventò capoluogo del Territorio Libero di Trieste, un piccola enclave suddivisa in due parti, la zona A (affidata all amministrazione inglese ed americana) che comprendeva la città-stato di Trieste ed una zona B affidata all amministrazione jugoslava. Ma già nel 1954, con il Memorandum di Londra, la Zona A (compresa Trieste) veniva affidata all amministrazione civile italiana e la zona B a quella jugoslava. Con il successivo trattato di Osimo (1975) fu infine sancita la sovranità italiana e jugoslava sulle rispettive zone. L occupazione jugoslava si rivelò subito drammatica, carica com era di odio, di rancori e di vendette che miravano a spargere il terrore fra gli italiani per spingerli ad abbandonare la terra dov erano nati. Gli slavi temevano che gli alleati volessero imporre un referendum fra la popolazione per lasciarla libera di scegliere fra Italia e Jugoslavia. Non fu così, ma nel frattempo poco alla volta, già dalla seconda metà del 1945, molta parte della popolazione di lingua, usi e costumi italiani decise di abbandonare la terra dov era nata e di rifugiarsi in Italia. Dopo il febbraio del 1947 venne concessa alla popolazione italiana di poter optare fra Italia e Jugoslavia: furono gli anni del grande esodo che si concluse verso il Circa 350 mila italiani, abbandonarono tutto e passarono la frontiera per cercare di ricostruirsi una vita. Molti vennero accolti nei campi profughi ove stazionarono alcuni anni in attesa di riorganizzarsi. Altri emigrarono negli Stati Uniti, in Canadà, in Argentina e Venezuela ed La panca bar ristorante cucina siciliana Via XX Settembre 35 - Recco - Tel Chiuso al lunedì traslochi de marchi traslochi nazionali e internazionali custodia mobili Via Fontanella, 3 AVEGNO Tel. e fax Tel Cell MARZO 2015 NUMERO 61 ECCORECCO

9 ELLE POPOLAZIONI ITALIANE DELL ISTRIA, FIUME E DALMAZIA ltre cinquant anni in Australia poco fiduciosi delle possibilità di risolvere i propri problemi in Italia. Ma anche chi rimase in Italia trovò in pochi anni un lavoro stabile e soddisfacente. Gran parte degli esuli si diresse verso Genova e la Liguria, peraltro anch esse gravemente colpite dalla guerra, perché si intravvedevano ampie possibilità di impiego, sia nelle libere professioni, che nell artigianato, nel commercio e nei servizi pubblici e anche nelle attività marinare e nel campo della commercializzazione e raffinazione del petrolio (prima della guerra a Fiume sorgeva la maggior raffineria italiana). E poi la Liguria aveva ed ha il famoso clima ligure, così simile a quello della Riviera istriana, e la gente ligure era da secoli abituata ad accogliere e confrontarsi con genti venute da lontano. Ma essendo quasi impossibile trovar casa a Genova, i profughi furono giocoforza costretti a spostarsi in Riviera. Nella stessa Recco, già nel 1946, quando la città era ancora praticamente distrutta, fu possibile trovare alcuni appartamenti in affitto nelle poche case risparmiate dai bombardamenti, a Mulinetti, lungo la strada per Megli ove si sistemarono i Lussi, i Viti e poi i Morella, i Silenzi e soprattutto sulla collina di Cotulo. Mio padre trovò libera una villetta appena riassettata, di proprietà di Pietro Chiesa, un recchelino che aveva fatto fortuna in Cile nei primi anni del Novecento e che si era acquistato prima della guerra un grosso edificio sopra la stazione, già albergo del primo Novecento e la villetta sovrastante. Suoi clienti furono anche gli Stefan, famiglia di un direttore didattico fiumano, ottimo violinista, mentre nella casa dei Fenelli Sull argomento, l Autore ha pubblicato Profughi da si sistemarono i Moderini, i Borri-Masiola, i Tich e un poco più Fiume a Recco - Ricordi tra avanti i Tyrolt, in un altra villetta. Si trattava di famiglie che due mari, Meca edizioni, mio padre conosceva già da Fiume, sistemate tutte in un tiro Recco 2008, 192 pp di sasso da casa nostra. Nel corso degli anni e fino al 1950, quasi per miracolo, giocando su amicizie famigliari e conoscenze varie, si installarono a Recco, magari per un periodo limitato di tempo, in attesa di emigrare, altre 300 e più persone, per lo fiumani. Mentre gli uomini lavoravano a Genova, le donne di casa facevano le loro spese a Recco, conoscevano altre donne reccheline e si scambiavano idee, impressioni, ricette culinarie. Alla concreta integrazione contribuirono anche i ragazzi che iniziavano a frequentare le scuole elementari in villa Keller, sulla strada per Mulinetti o presso le Suore Maestre Pie ed a fare amicizia con tutta la gioventù locale. Un poco alla volta i fiumani di Recco divennero recchesi di Recco, parte inscindibile di un unica realtà cittadina. Il volto della Recco odierna è anche il risultato di quella ospitalità ampia e diffusa. Nonostante il passare impietoso degli anni, gli originari fiumani non dimenticano il loro dramma e quello dei loro genitori, ma con la serenità di essere riusciti a rifarsi una vita in una cittadina che pur avendo patito a sua volta drammi terribili, si era rivelata per loro l Italia, la loro Italia. ECCORECCO NUMERO 61 MARZO

10 CULTURA E GASTRONOMIA UN CICLO DI APPUNTAMENTI SULL EVOLUZIONE DEL CIBO NEI SECOLI La storia in tavola: dai Romani FRANCESCA TREBINO> L alimentazione è uno degli aspetti fondamentali per comprendere la cultura di un popolo. La massima siamo quello che mangiamo esprime, spesso, verità evidenti e sostanziali: così siamo soliti associare gli italiani alla pasta, i cinesi al riso, i tedeschi alla birra e krauti, i francesi alla baguette e allo champagne. A partire da queste considerazioni e stimolata dalla manifestazione di Expo 2015, che tra pochi mesi animerà la nostra penisola, nasce l iniziativa La Storia in tavola. Un percorso alla riscoperta delle tradizioni culinarie che ci hanno portato ad essere (mangiando) ciò che siamo: dagli antichi Romani fino agli albori dell età Moderna, passando attraverso le corti rinascimentali. I ragazzi del Liceti di Rapallo hanno scavato nel passato alla ricerca di informazioni riguardanti questo centrale aspetto di civilizzazione: il cibo. Un salto indietro nel tempo per stimolare una riflessione su chi siamo, da dove veniamo ma anche, e soprattutto, dove possiamo arrivare. Del resto, oltre alla cultura e alle bellezze paesaggistiche, è proprio il cibo una delle attrattive che spinge moltissimi turisti, ogni anno, a recarsi nel nostro Paese ed è proprio questo un tema sul quale noi italiani dovremmo pensare e progettare. «Ritengo che questo tipo di analisi spiega il Dirigente Scolastico del Liceti, Mariabianca Barberis possa risultare un efficace strumento didattico: parlare ai ragazzi del Liceo di quello che mangiavano, ad esempio, gli antichi romani può senz altro aiutare a fargli avvertire il mondo classico come una realtà più vicina e sensorialmente umana compiendo così quei processi di identificazione e avvicinamento che sono i principali canali secondo i quali, a mio avviso, debba e possa muoversi la didattica». Si partirà quindi venerdì 20 marzo, alle 19.45, con la Cena con Catone presso il Ristorante Vitturin di Recco, che si è prestato con entusiasmo a tale iniziativa e rievocherà le atmosfere del mondo antico. Apriranno la serata i ragazzi della 2BLS del Liceti che, prima della cena, illustreranno le loro ricerche guidandoci nel mondo dell antica Roma, in un percorso che risveglierà le nostre menti ma anche, e soprattutto, i nostri appetiti! all età moderna A seguire, la grande ospite della serata, la professoressa Maria Federica Petraccia, docente di Storia Romana presso l Università di Genova, terrà una lectio magistralis sul mondo del cibo e dell alimentazione nell antica Roma. A introdurre i lavori sarà la professoressa Cristina Alabastro, che sostanzierà la serata di un respiro filosofico. L iniziativa ha ottenuto il patrocinio dell assessorato alla Pubbblica Istruzione nella persona di Maria Caterina Peragallo. Il menù della serata, curato da Francesca Pastori in collaborazione con il ristorante, si comporrà di piatti romani, rivisitati in chiave moderna, tratti dal De agri cultura liber di Marco Porcio Catone e dal De re coquinaria di Marco Gavio Apicio. Saranno proprio questi due personaggi a guidarci nel mondo della cucina romana, un mondo fatto di ricette e sapori che, se anche in un primo momento appariono lontani dai nostri gusti, non risulteranno poi sgraditi ai nostri palati. In fondo, molte delle pietanze che venivano consumate allora, sono ancora presenti sulle nostre tavole: dalle più comuni, come le grandi forme di formaggio che Plinio descrive come prodotti caseari tipici dell attuale Emilia o i filetti di tonno conservati sotto sale e affumicati realizzati dai pescatori calabresi e siciliani, fino alle più improbabili, come il garum, la salsa più utilizzata dai Romani per insaporire le pietanze, ottenuta dalla macerazione del pesce nel sale, che, in forma molto simile, è ancora prodotto dai pescatori salernitani. Questo il menù della serata, proposto a 25 euro tutto compreso: Gustatio: flan di ceci con fonduta di formaggio di pecora; Prima Mensa: polentina di farro con seppie; Caput Cenae: involtino di orata con ratatouille di verdure e Focaccia col formaggio (e vi spiegheremo il perché!); Secunda Mensa: cestino di mele cannella, crema e mandorle; pere caramellate al miele con noci; datteri ripieni. Disponibile anche un menù bimbi. Per informazioni e prenotazioni: Ristorante Vitturin, tel MARZO 2015 NUMERO 61 ECCORECCO

11 MARZO 2015 CROCE VERDE RECCO news Via Milite Ignoto 17 Tel ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI: IL PUNTO DELLA SITUAZIONE Oltre 9000 servizi in un anno di cui 1600 interventi di emergenza/urgenza per un totale di oltre 300mila chilometri percorsi, innumerevoli e svariate attività sociali, formative, ricreative, culturali e di protezione civile ma soprattutto la copertura dei turni di servizio 118 e di guardia medica 365 giorni su ore su 24. Saranno questi i dati che verranno analizzati in occasione dell Assemblea Generale dei Soci convocata Domenica 15 marzo presso la sede sociale. Una mole di lavoro davvero impressionante che ha visto protagonisti principali i volontari impegnati praticamente senza soluzione di continuità nelle varie tipologie di servizio. Altro argomento di fondamentale importanza sarà l approvazione del bilancio con l inevitabile riflessione sul sempre più difficile reperimento di risorse economiche ed umane per il mantenimento degli attuali standard organizzativi. SERVIZIO CIVILE 2014: CONCLUSA LA BELLA ESPERIENZA Si è concluso nel mese di febbraio il Servizio Civile Volontario Per un anno quattro giovani hanno dedicato le loro giornate alle attività della nostra Pubblica Assistenza collaborando con il personale volontario e dipendente e prendendo parte ai corsi di formazione organizzati da Anpas Liguria e dalla Centrale Operativa 118 Genova Soccorso. Senza dubbio un'esperienza di grande valore educativo e formativo che ha arricchito umanamente non solo i ragazzi del Servizio Civile ma anche chi con loro ha condiviso quotidianamente momenti sia di lavoro sia di svago. Un ringraziamento speciale quindi a Ginny Zhaboli, Laura Repetto e Ilaria Rossi che hanno vissuto per intero l'esperienza di Servizio Civile ed ad Andrea Atzeni ed Enrica Mancano che hanno condiviso soltanto parte del percorso. Nel 2015 sarà emanato un ulteriore bando di Servizio Civile rivolto a ragazzi e ragazze dai 18 ai 28 anni: per informazioni rivolgersi alla Croce Verde o ad Anpas Liguria. Nella foto le tre volontarie con la responsa- bile del Servizio Civile, Maria Chiara Chicca Zanzi, alcuni dipendenti ed alcuni consiglieri della Croce Verde in occasione della cerimonia di consegna della targa ricordo. ALESSIO GARDELLA MILITE SOCCORRITORE A.A.A. FARMACI INUTILIZZATI CERCASI I cittadini che avessero in casa farmaci non scaduti e materiale sanitario (garze, flaconaggio, pannoloni, ecc.) che non utilizzano più, possono portarli nella sede della Croce Verde, tutti i lunedì (escluso festivi) dalle ore alle ore 15.30, dove saranno ritirati da personale della Gigi Ghirotti. Si Si ricorda che che possano possano essere essere riu- riutilizzati solo solo i farmaci i farmaci contenuti contenuti in confezioni in confezioni integre. I farmaci I farmaci saranno controllati da un far- integremacista che opera nell Associazione per la verifica della loro scadenza e per lo stato di buona conservazione. DONATORI SANGUE Nelle mattine dei primi tre venerdì del mese, presso la nostra sede di via Milite Ignoto, un autoemoteca AVIS è presente con il personale medico per le donazioni, con inizio alle ore Info:

12 UN CARNEVALE RECCHELINO ALL ALTEZZA DELLA TRADIZIONE Dopo settimane di lavoro in garage, tra colla vinilica, carta, cartone e polistirolo, il carro della croce Verde di Recco (a sinistra) è pronto a partire per il carrosezzo! All ora di pranzo del 22 febbraio militi e soci della croce Verde, accompagnati dal gruppo country The Wanted, sono partiti alla volta di piazzale Europa per incontrare gli altri carri partecipanti al carnevale e sfilare per le vie di Recco. La carovana è partita dalla sede della Croce Verde carica di cow boys, indiani e donne di malaffare e, dopo aver affrontato il percorso previsto dal carrosezzo, tra una pentolaccia e l altra, si è riunita con gli altri partecipanti alla premiazione in passeggiata. Ad accompagnare la nostra carovana anche il presidente della Croce Verde, Giovanni Rainero che, nonostante non abbia smentito la sua proverbiale serietà non indossando alcun tipo di travestimento, è stato comunque ricoperto di coriandoli dai suoi militi, che hanno approfittato del carnevale per sfogarsi sul povero presidente. La giornata si è conclusa con la pentolaccia esplosiva che, come ogni anno, ci ha regalato uno spettacolo pirotecnico degno di un carnevale Recchelino! SILVIA BOSCHI MILITE SOCCORRITORE BARBARA: LA NUOVA GESTIONE DEL BAR Si chiama Barbara, è un amante del buon vino e un ottima cuoca e si è presa carico della nuova gestione del bar della Croce Verde. Non è nemmeno un mese che è stata fatta l inaugurazione e già il New Baby s Bar è partito con sprint, grazie alla simpatia della barista, ai suoi favolosi manicaretti e alla birra artigianale che serve alla spina (questa è una motivazione molto personale, lo ammetto!). A pranzo sono molti i soci e i militi che vengono a gustare le specialità preparate da Barbara che, con un menù fisso molto gustoso, soddisfa anche i palati più esigenti e il venerdì ci delizia con il suo stoccafisso accomodato. Molte sono le iniziative in cantiere per il futuro e noi le aspettiamo con ansia. Tenetevi aggiornati passando in sede a trovarci! Grazie Barbara per la ventata di novità e buona fortuna! UNA MILITESSA CORSO DI GENOVESE AL SABATO MATTINA Grande interesse per il corso di lingua genovese tenuto da Bruno Minardi, con incontri che si tengono ogni sabato mattina a partire dalle 10 alle 11 presso la sede sociale dell associazione. La partecipazione è libera e l iniziativa è rivolta ad adulti e ragazzi che vogliano approfondire o semplicemente avvicinarsi a quella che si può considerare non un dialetto ma una vera e propria lingua. Per informazioni: A.G. FOTO P. VALENTE Pronto Soccorso in azienda La Croce Verde organizza i corsi previsti dalla Legge 81/2008 L articolo 15 del D.Lgs. 626/94 (sulla sicurezza negli ambienti di lavoro) dispone che il Datore di Lavoro: - deve prendere i provvedimenti necessari in materia di pronto soccorso e di assistenza medica di emergenza, stabilendo i rapporti con i servizi esterni anche per il trasporto dei lavoratori infortunati; - deve designare uno o più lavoratori incaricati dell attuazione del pronto soccorso. Informazioni al numero Aiuta la CROCE VERDE RECCO... La Croce Verde ha bisogno di tutti Tutti hanno bisogno, prima o poi, della Croce Verde Iscriviti come SOCIO SOSTENITORE Tessera di euro 15 annuali. Iscriviti come MILITE Puoi scegliere l attività più confacente con la tua disponibilità di tempo. Iscriviti come DONATORE DI SANGUE La collaborazione con AVIS, di recente accordo, ti garantisce un ottimo servizio. Date di prelievo: autoemoteca presso la Croce Verde i primi 3 venerdì del mese dalle 7.30.

13 FATTI E NOTIZIE COMMERCIO: CHI APRE E CHI TRASLOCA Mentre restano le incognite sull operazione Coop-Microart, si registrano diverse novità tra le vetrine recchesi. In Valleverde ha aperto da tre mesi Vanestetica, l accogliente centro estetico (e ricostruzione unghie) di Vanessa Commisso, tel , che gentilmente si prenderà cura del distributore di EccoRecco per il quartiere. Il supermercato Picasso di via Ippolito d Aste è interessato da grossi lavori di ristrutturazione: nel frattempo Toni Picasso ha aperto un bel negozio di formaggi e salumi in passo Assereto (nei locali ex Libreria Capurro). È in arrivo in via XX Settembre un negozio del pastificio di Fiorella Conca, notissimo nome della pasta fresca a Camogli. Ha aperto da un paio di mesi Hangover Shop, giovane negozio di abbigliamento in via Assereto 62. E nuovo ortofrutta Da Federica in via Roma 148, nei locali ex antiquario. Cedas, servizio di elaborazione dati per conto terzi, si è trasferito da piazzale Olimpia a piazzale Europa 28/1. Sono meno i segnali negativi: la chiusura della Profumeria Rossana in via XX Settembre e del negozio Perdindirinbio nella stessa via. ECCO LA TRATTORIA DI UNA VOLTA Ristorante Alter Ego: punto a capo. Un po per la crisi dei consumi, un po per il desiderio dei sapori di una volta, Giovanna ha deciso di tornare alla trattoria dei nonni, con piatti tipici e prezzi modici. Ecco allora, accanto alla tipica focaccia col formaggio: torte liguri, ripieni, testa in cassetta, condigiun, trenette, cuculli, zimino di ceci, minestrone, stecchi fritti; e poi bagnun di acciughe, burridda di totani, frittelle di baccalà, trippe e stoccafisso. Per dolce: canestrelli, pandolce e pacciugo. SUORE MAESTRE PIE: PREOCCUPANTI FUORUSCITE D ACQUA DAL MURO Le piogge dei giorni scorsi hanno evidenziato un fenomeno preoccupante nel muraglione che sostiene il terreno dell ex Istituto Suore Maestre Pie in via Speroni. È evidente, infatti, una fuoruscita di acqua e terra molto fine, che filtrano attraverso fessure createsi nel cemento che lega i grossi massi del muro. Probabilmente all interno scorre una grossa quantità d acqua che trova via di fuga nelle fessure della struttura muraria. Tutto ciò potrebbe essere il segnale di una situazione a rischio, che meriterebbe l attenzione del Comune e della Città metropolitana. PROGRAMMAZIONE CINEMA RUTA Ecco la programmazione al Cinema San Giuseppe di Ruta (tel ). Sabato 7 marzo ore e domenica 8 ore Turner. Sabato 14 ore e domenica 15 ore Non sposate le mie figlie. Ingresso intero euro 6,00, ridotto euro 4,00. Carnet 6 film: intero euro 30,00, ridotto euro 18,00. GRAZIE ALL IMPEGNO DI TUTTI A RECCO UN CARNEVALE DAVVERO ESPLOSIVO L edizione 2015 ha visto la partecipazione di 8 carri: Pro Loco Sori, Amici di Uscio con due carri, Associazione San Fortunato Camogli, Comitato Valle Verde, Comitato Piazzale Europa, Croce Verde Recco, Recco Museum e Filarmonica Gioacchino Rossini. Sono state premiate anche maschere Il Gruppo delle diavole, il bambino prete, la signora vestita da Jolly e Mary Poppins con lo spazzacamino. Targa di ringraziamento per la collaborazione ad: Ascom, Civ, Consorzio Focaccia e Consorzio Recco Gastronomica, Marco Caroleo del Lunapark, Polizia Municipale. Un ringraziamento particolare a tutti gli amici della Pro Loco che hanno collaborato a rendere l'edizione del Carnevale Esplosivo 2015 davvero unica. Via Ippolito d Aste 2a Tel Sportello IAT Vendita biglietti AMT, APT, Autostradale Vendita abbonamenti e biglietti ferroviari Biglietti Acquario di Genova Ricariche cellulari on-line di tutti i gestori Vendita tessere Viacard Prenotazione e vendita biglietti dei teatri di Genova Biglietti dei principali concerti Affissione e pubblicità per i Comuni di Recco, Camogli e Avegno Sportello Touring Club Italiano TNT Point ECCORECCO NUMERO 61 MARZO

14 BENESSERE IN CUCINA FOTOGRAFIA RIMEDI CONTRO LE ALLERGIE Con l attivo della primavera, inizia anche la fioritura e compaiono i primi segnali delle allergie da polline. Che non si tratti di un fenomeno di poco conto lo confermano i dati: un italiano su cinque soffre di allergie. C è chi starnuta in continuazione, chi non riesce a respirare, chi ha gli occhi arrossati e lacrimanti, chi soffre di prurito, orticaria, eczemi... Sostanze come i pollini normalmente presenti nell aria (definiti allergeni) ma innocue per la maggior parte delle persone, possono scatenare una reazione allergica, con la produzione di anticorpi che si legano a particolari cellule immunitarie e favoriscono il rilascio di istamina, responsabile dei sintomi irritanti. Così ogni anno milioni di persone si sottopongono a terapie a base antistaminici, cortisone e anche di vaccini desensibilizzanti ma questa battaglia contro le allergie si sta dimostrando meno efficace del previsto. Perché? Oggi il mondo scientifico si sta orientando ad interpretare le allergie come un eccesso di difesa dell organismo. In altre parole il soggetto allergico sarebbe una persona che, per svariati motivi, ha perduto la capacità di regolare le corrette risposte cellulari che consentono ad ogni individuo di vivere in equilibrio con l ambiente circostante. In questo contesto, alla terapia farmacologica può essere affiancato con successo l approccio omeopatico, per combattere gli squilibri dell organismo. Diversi sono i rimedi che possono essere prescritti dal medico omeopata (ad esempio Allium cepa, Bryonia alba, Euphrasia, Pulsatilla, Sulfur), che possono essere acquistati nelle farmacie e parafarmacie di fiducia. VIA STAGNO 13 - SORI TEL CASTAGNACCIO, SEMPLICE MA BUONO Il castagnaccio è un tipico dolce ligure molto conosciuto nell entroterra, ma preparato in tutta la regione. È un piatto povero, di origine contadina, essendo la castagna diffusa nella campagna e nei boschi liguri. Nelle terre di Liguria a partire dall 800 questo dolce si arricchisce di uvetta e pinoli e si diffonde nel resto d Italia. La preparazione di questo piatto non è difficile, bisogna curare i particolari: la farina di castagna va rigorosamente setacciata perché non si creino dei grumi, poi si aggiunge qualche cucchiaio di zucchero in relazione alla dolcezza della farina. In una scodella mettere in ammollo l uvetta in acqua per circa 10 minuti, quindi scolare e asciugare con un canovaccio. Versare in una ciotola la fa- rina setacciata, aggiungere qualche pizzico di sale, il latte e mescolare col cucchiaio fino ad ottenere una pastella morbida, poi aggiungere due cucchiai di olio extra vergine di oliva, acqua e mescolare per rendere liquido l insieme. Ungere bene la teglia con olio e poi versare il composto, aiutandosi con un cucchiaio,e non direttamente dalla ciotola. Questo accorgimento è utile per non far attaccare il composto al tegame durante la cottura. Distribuire l uvetta su tutta la superficie della teglia insieme ad una manciata di pinoli (circa 100g.) e qualche seme di anice. Preparare il forno ad una temperatura di 150, infornare il tegame per una cottura della durata di circa minuti a 180. Quando il dolce è ben cotto, sfornare e portare in tavola. Il castagnaccio può essere servito sia caldo che freddo, magari accompagnato da un bicchierino di vin santo. ANTONIO BOVETTI IN COLLABORAZIONE CON ROSTICCERIA NANNI VIA XX SETTEMBRE 6 - RECCO - TEL LA NATURA ATTRAVERSO L OBIETTIVO Nato a Genova nel 1984, il mio interesse per la Natura inizia fin da piccolo grazie ai miei genitori che mi hanno dato la possibilità di passare l infanzia fra i monti dell entroterra genovese. Durante gli studi universitari in Scienze Naturali, incomincia la passione per la fotografia, che con gli anni diventa sempre più forte e alla quale, attualmente, dedico la quasi totalità del mio tempo libero. Il mio principale interesse in campo fotografico e quindi quello Naturalistico, con una maggiore attenzione alla Zoologia e soprattutto a quei gruppi minori di cui la maggior parte delle persone ignora l esistenza. Reputo la fotografia un potente mezzo per divulgare e sensibilizzare le persone alle tematiche ambientali. La fotografia naturalistica è un tipo di fotografia molto particolare, non basta la tecnica, ma c è bisogno anche della conoscenza naturalistica dei soggetti e tanta passione. Spesso la sveglia suona alle 4 di mattina e il cammino, con 20 kg di attrezzatura sulle spalle, può durare diverse ore. Per non parlare delle tante giornate nei capanni a diversi gradi sotto zero senza neanche uno scatto o alle ore passate con le gambe immerse nelle gelide acque di qualche corso d acqua dell entroterra. Mi direte, chi te lo fa fare? Basta solo e soltanto uno scatto, a volte anche solo godermi la scena, per avere quel senso di soddisfazione e realizzazione nell anima. Per chi fosse interessato alle mie avventure, trovate diverse gallerie fotografiche sul sito MARCO BERTOLINI 14 MARZO 2015 NUMERO 61 ECCORECCO

15 VECCHI GIORNALI IN LIBRERIA DAI QUOTIDIANI DI MARZO 1995 Ö Manuelo, mascotte del Carnevale recchese. La mascotte del Carrossezzo recchese, disegnata da Maurizio Immovilli, viene battezzata Ö Manuelo dai lettori del Secolo XIX che hanno partecipato al concorso indetto dal quotidiano ligure. Il Consorzio Recco Gastronomica presenta la ventesima edizione delle Serate Gastronomiche e il nuovo marchio dell Autentica Focaccia col formaggio di Recco: testimonial d eccezione l attore Ernesto Calindri. Né Recco né Camogli vogliono il previsto accorpamento di Liceo Nicoloso da Recco e Istituto Barsanti ventilato dal Provveditorato agli Studi di Genova. Dopo 55 anni tornano a Recco le spoglie di Paolo Assabino, l artigliere morto a 20 anni sul fronte russo durante la Seconda guerra mondiale. Saranno meno rigide le regole di ammissione all Ardiciocca, a compagnia di Recchelin : allo scopo istituita una apposita commissione. Iniziativa benefica a tavola: Recco per Alessandria. Una delle serate gastronomiche è dedicata alla raccolta di fondi per ricostruire un ristorante della città piemontese distrutto dall alluvione. Soddisfatti gli amanti del teatro per la nuova iniziativa di Pro Loco Recco che offrirà biglietti e abbonamenti per Carlo Felice, Stabile e Politeama Genovese. Nasce a Recco Ada (Associazione di Difesa Ambientale), che si pone tra gli obiettivi salvaguardare il verde e opporsi alla cementificazione selvaggia. Polemiche per i portici della chiesa parrocchiale, che sono stati chiusi alla due estremità per ricavare due nuovi locali, ciascuno di circa 20 mq. Quattro candidati sindaci per le elezioni amministrative di aprile: l uscente Giovanni Rainero, Gian Carlo Demarchi, Mariolina Diena, Domenico Bisbano. Nasce con qualche polemica interna l associazione Pro Loco Camogli. Intanto si vive molta incertezza per il passaggio del Golfo Paradiso sotto l Azienda di Promozione Turistica genovese. ARTIGIANATO LIGURE TRA ANTICHI MESTIERI ED ECCELLENZE L arngianato ligure è orgoglio e simbolo di una cultura locale che ha spesso portato a produzioni caratterizzate da una qualità che trascende la classica distinzione fra arte e artigianato, ad esempio i tessuti e i damaschi di Lorsica e Zoagli, la filigrana di Campoligure, i vetri di Altare e le ceramiche di Albisola. E sono da salvaguardare alcuni antichi mestieri, come il calzolaio, il materassaio o il mastro cartaio. A cura di Paola Castellazzo e Paolo De Ferrari. De Ferrari editore, 144 pp, 18,00 euro VADO A VIVERE IN CITTÀ Presi come siamo da tutti i nostri impegni non ci facciamo molto caso, ma gli animali selvatici sono una presenza costante nelle città. Il libro di Francesco Tomasinelli racconta, con l aiuto di moltissime fotografie, quali animali possiamo aspettarci di incontrare tra strade, edifici, parchi urbani, porti e raccolte di acqua assediate dal cemento, senza trascurare una serie di indicazioni per rendere più agevole la sopravvivenza di queste specie tra le nostre case. In diversi approfondimenti alcuni dei casi più curiosi, quali i falchi grillai a Matera o i granchi di fiume a Roma. Edizioni Il Piviere, 192 pp, 20,00 euro BRIGATA CODURI LA STORIA - LE VOCI Venticinquesimo volume per Sandro Antonini, dedicato a una delle più famose formazioni partigiane della Liguria e sviluppato secondo criteri rigorosi, che trovano nella profusione di documenti il loro punto focale. Documenti, occorre aggiungere, prodotti nella quasi totalità dai protagonisti di allora, cioè i partigiani. In sintesi, come si è davvero formata la brigata partigiana Coduri? Quanti gli uomini che la componevano? Come venne caratterizzandosi? Quali e quanti nemici affrontati in uno dei periodi più tragici della storia postunitaria? Internòs editore, 352 pp, 20,00 euro COMUNISTI E PARTIGIANI GENOVA Il libro di Manlio Calegari, articolato in dieci densi capitoli, si propone di rileggere i rapporti tra il partito comunista e il movimento partigiano che si sviluppa nell entroterra di Genova e culmina nella liberazione del capoluogo, avvenuta in anticipo rispetto all arrivo degli Alleati. La narrazione dell autore prende le mosse dalla riorganizzazione delle fila dei comunisti genovesi, realizzata tra gli inizi del 1942 e i 45 giorni badogliani, quando arriva in città una nuova e agguerrita compagine dirigenziale Editrice Impressioni Grafiche, 512 pp, 22,00 euro SEBASTIANO GALEOTTI A PALAZZO SPINOLA A cura di Farida Simonetti e Gianluca Zanelli. La donazione alla Galleria Nazionale di Palazzo Spinola di un disegno preparatorio per la volta affrescata da Sebastiano Galeotti nel primo salotto del secondo piano nobile del palazzo degli Spinola di Pellicceria, costituisce una preziosa occasione di studio per analizzare l attività del maestro fiorentino a Genova, dal celebre affresco nella residenza di piazza Pellicceria allo straordinario apparato decorativo della vicina chiesa della Maddalena. Sagep editrice, 128 pp, 20,00 euro IL GIARDINO DELLE REGOLE INFRANTE CONTROMANUALE DEL LIBERO GIARDINIERE Secondo l autore, Renato Ronco, oltre che un abile artigiano il giardiniere deve essere un piccolo artista, allora come un artista deve comportarsi quando è alle prese con il proprio giardino. Non ci sono regole certe, gusti da accettare e scelte necessarie Blu Edizioni, 144 pp, 12,50 euro in collaborazione con PIAZZA GASTALDI, 1 RECCO TEL. 0185/76870 FAX. 0185/ CARTOLERIA LIBRERIA GIOCATTOLI VIDEOGIOCHI PIAZZA S. GIOVANNI BONO, 22 RECCO TEL. 0185/ FAX. 0185/ CARTOLERIA ARTICOLI DA REGALO E DA UFFICIO VIA IV NOVEMBRE 37 RECCO TEL 0185/ FAX. 0185/ LIBRERIA VARIA SAGGISTICA ROMANZI VIA DELLA REPUBBLICA, 16 CAMOGLI TEL. 0185/ FAX. 0185/ CARTOLERIA LIBRERIA GIOCATTOLI VIDEOGIOCHI ECCORECCO NUMERO 61 MARZO

16 ECCORECCO ECCO I NOSTRI SOSTENITORI Via dei Giustiniani 48, Recco, Tel PIAZZA NICOLOSO 5, RECCO, TEL Zampaloni Via S. Giovanni Battista 9, Recco Tel Via Galata 23, Genova Tel una focaccia d autore trattoria con alloggio Locale Storico d Italia Via Roma, 160 tel Via XX Settembre 2 Tel Via B. Assereto 15 Tel IL SAPORE DELL OSPITALITÀ Ristorante Manuelina Via Roma Recco - Tel Fax FOCACCERIA & PIZZERIA Via San Giovanni Battista 33 - RECCO Tel Chiuso il lunedì RISTORANTE Lungomare Marinai d Italia tel Via Roma, 70 - Recco - Tel

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 Giugno 2010 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 2 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i dialoghi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. DEVI SCRIVERE LE TUE

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Giugno 2010 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Per ricordare meglio le parole nuove, scrivile e contemporaneamente leggile ad alta voce.

Per ricordare meglio le parole nuove, scrivile e contemporaneamente leggile ad alta voce. Consiglio Per ricordare meglio le parole nuove, scrivile e contemporaneamente leggile ad alta voce. La mia famiglia Federico ci presenta la sua famiglia. Guarda il disegno e completa con i nomi della famiglia.

Dettagli

Giulia Scarpaleggia CUCINA DA CHEF CON INGREDIENTI LOW COST. Compra con la testa Cucina con il cuore. varia

Giulia Scarpaleggia CUCINA DA CHEF CON INGREDIENTI LOW COST. Compra con la testa Cucina con il cuore. varia Giulia Scarpaleggia CUCINA DA CHEF CON INGREDIENTI LOW COST Compra con la testa Cucina con il cuore varia Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07688-3 Prima edizione

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012. 11:00π.μ. 14:15π.μ.

ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012. 11:00π.μ. 14:15π.μ. Μάθημα: ΙΣΑΛΙΚΑ ΤΠΟΤΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΔΙΕΤΘΤΝΗ ΑΝΩΣΕΡΗ ΚΑΙ ΑΝΩΣΑΣΗ ΕΚΠΑΙΔΕΤΗ ΤΠΗΡΕΙΑ ΕΞΕΣΑΕΩΝ ΠΑΓΚΤΠΡΙΕ ΕΞΕΣΑΕΙ 2012 Ημεπομηνία και ώπα εξέτασηρ : Δεςτέπα, 21 Μαϊος 2012 11:00π.μ. 14:15π.μ. ΣΟ

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

LA VOCE DEGLI ANTA. Autunno

LA VOCE DEGLI ANTA. Autunno È lieta di presentarvi LA VOCE DEGLI ANTA Numero 10, Ottobre 2015 Autunno La terra si veste del giallo delle foglie in autunno. Il vento raccoglie i sussurri dei trepidi uccelli e gioca coi rami avvizziti

Dettagli

Paolo DÊAmbrosio. La finestra sul mare. una storia del Sud

Paolo DÊAmbrosio. La finestra sul mare. una storia del Sud Paolo DÊAmbrosio La finestra sul mare una storia del Sud Paolo D Ambrosio La finestra sul mare Proprietà letteraria riservata 2011 Paolo D Ambrosio Kion Editrice, Terni Prima edizione luglio 2011 ISBN

Dettagli

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION Il presente report sintetizza i risultati dell indagine di customer satisfaction, condotta dall Ufficio II della Direzione Centrale

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

riportare quindi il centro del nostro mondo tra le mura della nostra città.

riportare quindi il centro del nostro mondo tra le mura della nostra città. magazine free press Firenze Urban Lifestyle è un magazine freepress che nasce dalla volontà di dare energia alla forza intrinseca della città di Firenze. La nostra redazione vuole dar voce a realtà e situazioni

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia

Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto - Prova n.1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento.

Dettagli

FAMIGLIA BLANCH CENTO ANNI IN TRATTORIA. In una pubblicazione vicende, aneddoti e curiosità della storica trattoria di Mossa

FAMIGLIA BLANCH CENTO ANNI IN TRATTORIA. In una pubblicazione vicende, aneddoti e curiosità della storica trattoria di Mossa FAMIGLIA BLANCH CENTO ANNI IN TRATTORIA In una pubblicazione vicende, aneddoti e curiosità della storica trattoria di Mossa Quella che nelle originarie intenzioni avrebbe voluto essere il racconto semplice

Dettagli

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O

Come va? I N O C C H I P E L L E C O P A N C I A R P O D E N T I R E S O R E C C H I E A T E S T A N P I E D I O Come va? 1 Trova nello schema le parti del corpo scritte di seguito e in orizzontale a cui si riferiscono le seguenti frasi. Le lettere rimaste completano l espressione indicata sotto. 1. Proteggila col

Dettagli

numero del giornalino scolastico.. Cari genitori, questo è il nostro primo PERCHÉ IL GIORNALINO? curiose e interessanti... TUTTE DA RACCONTARE!!!

numero del giornalino scolastico.. Cari genitori, questo è il nostro primo PERCHÉ IL GIORNALINO? curiose e interessanti... TUTTE DA RACCONTARE!!! Anno 2014 - N.1 ottobre/novembre 2014 Cari genitori, questo è il nostro primo numero del giornalino scolastico.. PERCHÉ IL GIORNALINO? Perché a scuola ne succedono di tutti i colori : cose belle, divertenti,

Dettagli

Da Marocco e Sudan, due storie diverse e lo stesso (difficile) sogno: rifarsi un vita

Da Marocco e Sudan, due storie diverse e lo stesso (difficile) sogno: rifarsi un vita Da Marocco e Sudan, due storie diverse e lo stesso (difficile) sogno: rifarsi un vita 17 ottobre 2009 Aicha e Achol sono due donne molto diverse, come diversa è la loro storia, che si intreccia solo pochi

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

RIUNIONE DI SEZIONE DEL 22/24/25/26 NOVEMBRE 2010 SCUOLA DELL INFANZIA Sacra Famiglia

RIUNIONE DI SEZIONE DEL 22/24/25/26 NOVEMBRE 2010 SCUOLA DELL INFANZIA Sacra Famiglia RIUNIONE DI SEZIONE DEL 22/24/25/26 NOVEMBRE 2010 SCUOLA DELL INFANZIA Sacra Famiglia Programmazione educativo-didattica anno scol. 2010/2011 Finalità generale della proposta educativa: Promuovere lo sviluppo:

Dettagli

Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc.

Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc. Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc.it Numero Verde 800.350.350 - Coordinamento redazionale: Patrizia Brovelli

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Il mais èoriginario dell America Centrale (Messico e Guatemala).

Il mais èoriginario dell America Centrale (Messico e Guatemala). Il mais èoriginario dell America Centrale (Messico e Guatemala). Una leggenda Maya vuole, che l'uomo sia stato plasmato dagli Dei partendo da un chicco di mais e acqua, conquistandosi una dignità è un'importanza

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3)

TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3) Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO A2 (Elementare 3) 1. Completa il testo con gli articoli e le desinenze dei nomi e degli aggettivi. Le tendenze alimentari italiane. Quali sono le mode alimentari

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE.

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE. IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE Istituto ROSMINI DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la scuola superiore

Dettagli

Location PhotoHappening 2015

Location PhotoHappening 2015 Location PhotoHappening 2015 ORATORIO CHIESA SAN BARTOLOMEO Piccola comunità religiosa alla periferia di Sestri Levante che organizza attività religiose e ricreative per gli adulti e i bambini della Parrocchia.

Dettagli

Eventi a Ferrara Luglio

Eventi a Ferrara Luglio Eventi a Ferrara Luglio Ferrara Sotto Le Stelle Il Festival di musica continua in Piazza Castello... Per ulteriori informazioni consultare il sito: www.ferrarasottolestelle.it Concerti nel mese di Luglio:

Dettagli

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado Esplorare e abitare il territorio con il cuore: esercizi di training sensoriale Siamo veramente «presenti» ai luoghi che abitiamo

Dettagli

CORSI DI CUCINA PER APPASSIONATI. CALENDARIO giugno-settembre 2016.indd 1 25/05/2016 15:27:37

CORSI DI CUCINA PER APPASSIONATI. CALENDARIO giugno-settembre 2016.indd 1 25/05/2016 15:27:37 CORSI DI CUCINA PER APPASSIONATI giugno s e t t e m b r e 2 0 1 6 CALENDARIO giugno-settembre 2016.indd 1 25/05/2016 15:27:37 GIUGNO mercoledì 1 SUA MAESTA IL TONNO P. 3 martedì 7 CUCINARE CON LEGGEREZZA

Dettagli

Anima conviviale testo Annarita Triarico Foto Villa la Bianca

Anima conviviale testo Annarita Triarico Foto Villa la Bianca Xxxx testo Annarita Triarico Foto Villa la Bianca Un amorevole restauro conservativo ha trasformato la villa che fu dello scrittore e critico letterario Cesare Garboli in un accogliente guest house di

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

L Italia Unita a tavola!

L Italia Unita a tavola! L Italia Unita a tavola! Gli stili alimentari e le origini dell accoglienza turistica nell Italia unitaria, come esperienza di integrazione nazionale. I.I.S. Paolo Baffi Fiumicino 17 marzo 1861 Proclamazione

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

Seminario Non luoghi qualsiasi La funzione sociale ed educativa degli Spazi per bambini e adulti Bergamo 21 novembre 2006

Seminario Non luoghi qualsiasi La funzione sociale ed educativa degli Spazi per bambini e adulti Bergamo 21 novembre 2006 Seminario Non luoghi qualsiasi La funzione sociale ed educativa degli Spazi per bambini e adulti Bergamo 21 novembre 2006 PAROLE E IMMAGINI PER RACCONTARE GLI SPAZI PER BAMBINI E ADULTI. Gruppo di coordinamento

Dettagli

LA CHIESA I SUOI SIMBOLI ED I SUOI SIGNIFICATI. Maggio-Giugno

LA CHIESA I SUOI SIMBOLI ED I SUOI SIGNIFICATI. Maggio-Giugno LA CHIESA I SUOI SIMBOLI ED I SUOI SIGNIFICATI Maggio-Giugno Le campane nel campanile suonano a festa. E risorto Gesù E Pasqua senti come suonano allegre! ascoltiamole Queste suonano forte! Maestra perchè

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO. COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto.

TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO. COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto. TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto. 1) studente abita a Firenze. 3) Io conosco città italiane.

Dettagli

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo.

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. 1. stadio 2. ristorante 3. cinema 4. stazione 5. biblioteca 6. monumento 7. palazzo 8. fiume 9. _ catena di montagne 10. isola 11. casa 12.

Dettagli

La casa di Beckett a Ussy-sur-Marne

La casa di Beckett a Ussy-sur-Marne materiali www.samuelbeckett.it La casa di Beckett a Ussy-sur-Marne di Larry Lund Nel 1953, con la somma ereditata dopo la morte della madre, Samuel Beckett acquistò una piccola casa a Ussy-sur- Marne,

Dettagli

Catalogo delle proposte didattiche per l anno scolastico 2013/2014 per le scuole di Varedo

Catalogo delle proposte didattiche per l anno scolastico 2013/2014 per le scuole di Varedo Catalogo delle proposte didattiche per l anno scolastico 2013/2014 per le scuole di Varedo Il Settore Servizi Educativi e Socio Culturali del Comune e le scuole, con obiettivi diversi e complementari,

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi Motivazione del gruppo Comincia l anno educativo per i bambini del nido. Alcuni bimbi entrano per la prima volta al nido e devono attraversare il periodo delicato

Dettagli

- 1 reference coded [1,15% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [1,15% Coverage] - 1 reference coded [1,15% Coverage] Reference 1-1,15% Coverage ok, quindi tu non l hai mai assaggiato? poi magari i giovani sono più attratti sono più attratti perché

Dettagli

Guida didattica all unità 4 La città in festa

Guida didattica all unità 4 La città in festa Destinazione Italiano Livello 2 Guida didattica all unità 4 La città in festa 1. Proposta di articolazione dell unità 1. Come attività propedeutica, l insegnante svolge un attività di anticipazione, che

Dettagli

PREMESSA E CONTENUTI AZIONI DI PROGETTO

PREMESSA E CONTENUTI AZIONI DI PROGETTO PREMESSA E CONTENUTI OBBIETTIVI AZIONI DI PROGETTO Il Comune di Porto Venere collabora da anni con il Comitato Provinciale Unicef della Spezia per promuovere nel territorio attività e manifestazioni finalizzate

Dettagli

Lavoratrici del secolo scorso mostra e testimonianze fotografiche di alcune donne tregnaghesi che hanno lavorato fuori casa nel 900

Lavoratrici del secolo scorso mostra e testimonianze fotografiche di alcune donne tregnaghesi che hanno lavorato fuori casa nel 900 Lavoratrici del secolo scorso mostra e testimonianze fotografiche di alcune donne tregnaghesi che hanno lavorato fuori casa nel 900 L ostetrica Lucia Spagnolo Ho fatto l ostetrica andando nelle case delle

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ALTINO

SCUOLA PRIMARIA ALTINO SCUOLA PRIMARIA ALTINO PROGETTO CONTINUITA : MANGIA SANO E VAI LONTANO Incontro con i bambini di 5 anni delle scuole dell infanzia di Altino Durante gli incontri di continuità con la Scuola dell Infanzia

Dettagli

Salento Kitchen 17-24 May 2014

Salento Kitchen 17-24 May 2014 Salento Kitchen 17-24 May 2014 Porti un po di magia nelle vostre cucine Benvenuto in Salento Kitchen Il regalo perfetto per tutti voi amanti del cibo Salento Kitchen vi offre una vacanza per gustare la

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Relazione al bilancio di previsione Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Anno 2013 Pubblica Istruzione Dimensionamento Scolastico

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

PROGRAMMA INVERNO / PRIMAVERA 2013

PROGRAMMA INVERNO / PRIMAVERA 2013 GENNAIO PROGRAMMA INVERNO / PRIMAVERA 2013 10 gennaio 2013 giovedì ore 19.30/ 22.30 TREVISANA IL FIORE DELL INVERNO Manila e Flavia Dall antipasto al dolce con questa verdura prelibate. Costo 60 euro 12

Dettagli

Associazione Cuochi di Milano e Provincia

Associazione Cuochi di Milano e Provincia 1 Associazione Cuochi di Milano e Provincia Bando di concorso El boton d or VII edizione riservato a giovani cuochi all inizio della loro carriera Condizioni per la partecipazione Il concorso è rivolto

Dettagli

Unità 7. Al ristorante. Completa lo schema. Sono posti dove si può mangiare e... scoprilo tu! A T H U D Q P U D H O E M M O N U M C N T O S V

Unità 7. Al ristorante. Completa lo schema. Sono posti dove si può mangiare e... scoprilo tu! A T H U D Q P U D H O E M M O N U M C N T O S V Unità pagina 35 DAL MINUTO 0.3 AL 1.52 1 Completa lo schema. Sono posti dove si può mangiare e... scoprilo tu! A T H U D Q P U D H O E M M O N U M C N T O S V P O I V B R E D U T A Q P N P A C H N Y Q

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

PALIO DEI CASTELLI XL

PALIO DEI CASTELLI XL PALIO DEI CASTELLI XL Dal 1972 al 2015 // Intro Carissimi Soci ed Amici, la Pro Loco Castiglione Olona è lieta di festeggiare la quarantesima edizione del Palio dei Castelli con tutti Voi, che in questi

Dettagli

PROGETTO dell ORATORIO di Zanica

PROGETTO dell ORATORIO di Zanica PROGETTO dell ORATORIO di Zanica Gennaio 2015 2 Premessa a. Comunità cristiana e oratorio L oratorio è il luogo in cui la comunità cristiana esprime l attenzione e la cura per l accoglienza, l educazione

Dettagli

La Scuola dell Infanzia

La Scuola dell Infanzia La Scuola dell Infanzia Un ambiente educativo accogliente e stimolante; nel quale sia naturale sviluppare, attraverso esperienze, attività e giochi, alcune competenze di base che strutturino la crescita

Dettagli

VOLONTARIATO & SERVIZIO

VOLONTARIATO & SERVIZIO www.tolentini.it GRUPPO VOLONTARIATO & SERVIZIO Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date. (Matteo 10, 8) Il Gruppo Volontariato e Servizio della Pastorale Universitaria è formato da studenti di

Dettagli

Bravo posa la cartella dove non passano né questo né quella! Il materiale che hai preparato in modo corretto deve essere usato.

Bravo posa la cartella dove non passano né questo né quella! Il materiale che hai preparato in modo corretto deve essere usato. Bravo posa la cartella dove non passano né questo né quella! Il materiale che hai preparato in modo corretto deve essere usato. ........ In ogni situazione occorre prestare molta attenzione. Se tanti pericoli

Dettagli

Ti presentiamo un testo che parla della figura del mediatore culturale. Ecco alcune parole ed espressioni che possono aiutarti a capire il testo.

Ti presentiamo un testo che parla della figura del mediatore culturale. Ecco alcune parole ed espressioni che possono aiutarti a capire il testo. Unità 3 Una nuova professione: il mediatore culturale CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere testi scritti in cui si parla della figura del mediatore culturale parole relative alla mediazione

Dettagli

10 febbraio 2016 GIORNO DEL RICORDO. In memoria delle vittime delle Foibe

10 febbraio 2016 GIORNO DEL RICORDO. In memoria delle vittime delle Foibe 10 febbraio 2016 GIORNO DEL RICORDO In memoria delle vittime delle Foibe 10 febbraio 2016 GIORNO DEL RICORDO In memoria delle vittime delle Foibe Informazione, film e fiction, approfondimenti e testimonianze

Dettagli

NONA LEZIONE L AUTOSTOP

NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE 96 L autostop Scendi pure tu dalla macchina? Devo spingere anch io? Sì, se vuoi. Ma scusa, quanto è distante il distributore di benzina? Non lo so qualche chilometro.

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

Guida MICHELIN Italia 2014

Guida MICHELIN Italia 2014 COMUNICATO STAMPA Milano, 5 novembre 2013 Guida MICHELIN Italia 2014 Contatto stampa 02 3395 3609 Guida MICHELIN Italia 2014: boom di novità e di stelle La nuova edizione della guida MICHELIN Italia raccoglie

Dettagli

Ministero della Salute. La salute dell anziano. per la promozione e il mantenimento del benessere

Ministero della Salute. La salute dell anziano. per la promozione e il mantenimento del benessere Ministero della Salute La salute dell anziano Vademecum per la promozione e il mantenimento del benessere Care amiche e cari amici, questo piccolo opuscolo racchiude alcuni semplici ma importanti consigli

Dettagli

IL PICCOLO PRINCIPE PROGETTUALITA ANNO SCOLASTICO 2013/2014

IL PICCOLO PRINCIPE PROGETTUALITA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 SCUOLA DELL INFANZIA CASA DEL BAMBINO ABBADIA LARIANA PROGETTUALITA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 IL PICCOLO PRINCIPE Non si vede bene che col cuore. L essenziale è invisibile agli occhi Antoine de Saint-

Dettagli

1. Diversi Mezzi di Trasporto

1. Diversi Mezzi di Trasporto 1. Diversi Mezzi di Trasporto Introduzione Oggi vorrei parlare del traffico e dei mezzi di trasporto: si può p.es. viaggiare in macchina, in treno, in aereo e in pullman. Chi vuole fare un viaggio turistico

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/14

ANNO SCOLASTICO 2013/14 ANNO SCOLASTICO 2013/14 LA LETTERA AL SINDACO L INVITO DEL SINDACO Palermo, 6 Novembre 2013 Caro Sindaco, siamo gli alunni della classe 4^ C della scuola Francesco Orestano che si trova a Brancaccio, in

Dettagli

e r i v a c l I www.madremisericordia.it/finestre/3stelle.asp

e r i v a c l I www.madremisericordia.it/finestre/3stelle.asp a c l I s l te lo dei tuoi an n i v e r d i ARCHIVIO www.madremisericordia.it/finestre/3stelle.asp 1 Stai per addentrarti in un affascinante viaggio alla scoperta di 3 Stelle. Come in ogni favola non può

Dettagli

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO UN INCONTRO CON LA STORIA UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO 5 FEBBRAIO 2015 Villafranca Padovana Classe terza A del plesso Dante Alighieri Insegnante: professoressa Barbara Bettini Il valore della

Dettagli

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO 6. ABITO A 7. QUESTA E LA MIA FAMIGLIA: 1 8. A CASA

Dettagli

spyros theodoridis Rizzoli

spyros theodoridis Rizzoli spyros theodoridis Rizzoli Introduzione Dopo l esperienza di MasterChef, durante le varie presentazioni del mio primo libro di ricette Cuoco per emozione, ho incontrato moltissimi ragazzi come voi con

Dettagli

IL POTERE DELLA MENTE

IL POTERE DELLA MENTE PARTE PRIMA IL POTERE DELLA MENTE Dimagrisci senza dieta_ testo.indd 1 28/02/13 09.28 Aspettati di farcela Ci sono cose che vi posso insegnare, altre che potete imparare dai libri. Ma ci sono cose che,

Dettagli

Esercizi il condizionale

Esercizi il condizionale Esercizi il condizionale 1. Completare secondo il modello: Io andare in montagna. Andrei in montagna. 1. Io fare quattro passi. 2. Loro venire da noi. 3. Lui prendere un caffè 4. Tu dare una mano 5. Noi

Dettagli