Eseguito da : Mattia Perissinotto IV anno d Ingegneria Elettronica Anno Accademico Per il corso di Elettronica, Professor Stefano Marsi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Eseguito da : Mattia Perissinotto IV anno d Ingegneria Elettronica Anno Accademico 2002-2003 Per il corso di Elettronica, Professor Stefano Marsi"

Transcript

1 Eseguito da : Mattia Perissinotto IV anno d Ingegneria Elettronica Anno Accademico Per il corso di Elettronica, Professor Stefano Marsi 1

2 ! " # $ % & ' ( ) * +, &-./ 0 ( * &! 1 ( * (!. 4! &-./ 5! #(!. $ / 5!! "!!!! 2

3 & / ( - : ( 8 ; : S 8 8 < '=) 0=> > %=??!! 8 3 # ) ) ' ' # " 3 < Figura 1 - Schema di funzionamento del dispositovo - 3

4 1.1 Descrizione &! " " ) & " A & ( & '> B( - " 5 )5 # )! " 5 " 5 / # 5 " 5 / 8 5! 9 5! A 8 ( & 'C B 4

5 %. / 5 (Queste informazioni sono riportate dalla dispensa messa a disposizione su internet dal CEDI, CEntro Didattico di Ingegneria dell Univesità di Parma) La rete telefonica trasferisce segnali elettrici analogici che rappresentano la voce. La trasformazione della voce in segnale elettrico avviene negli apparati d'utente (i comuni telefoni). La rete comprende nodi intermedi e linee trasmissive. I nodi sono detti centrali o autocommutatori o commutatori. La connessione d'utente che collega il telefono a una centrale è una linea formata da due fili di rame, di diametro circa 0,6 mm e lunghezza dell'ordine di qualche km, chiamata doppino. Sul doppino è presente un unico circuito analogico. Sulle linee che collegano le centrali fra loro sono presenti dei circuiti chiamati circuiti di giunzione o semplicemente giunzioni. Fig.2 Schema elettrico (semplificato) di un apparecchio telefonico L'apparecchio telefonico comprende un microfono e un ricevitore, messi in serie su un circuito elettrico (ossia il doppino) in cui circola corrente continua. Il microfono è un resistore la cui resistenza varia in funzione della pressione che su di esso esercitano le onde sonore emesse da chi parla. Il ricevitore svolge la funzione inversa del microfono: una tensione variabile applicata ai suoi morsetti provoca l'emissione di un'onda sonora. In figura 2 l'apparecchio è rappresentato a riposo: in questo stato il microtelefono è appeso a un gancio, il contatto pilotato dal gancio è interrotto e il circuito elettrico è aperto. Il telefono è alimentato dalla centrale attraverso la linea. La centrale è un generatore di tensione (esistono centrali a 60V, altre a 48V). Quando l'utente solleva il microtelefono (sgancia) il contatto del gancio provoca la chiusura del circuito elettrico in cui comincia a circolare una corrente continua di intensità da 20 a 60 ma, variabile in funzione della resistenza della linea. 5

6 Il familiare servizio telefonico di base funziona secondo il seguente modello di chiamata, che prevede tre fasi successive: 1. Fase di formazione (call setup). Uno dei due utenti (il chiamante) sgancia e comunica alla rete il numero dell'altro utente (il chiamato), quando il chiamato risponde viene stabilita una connessione fra i due utenti. La chiamata passa in 2. Fase di conversazione. I due utenti possono scambiarsi informazioni (tipicamente voce) in modo bidirezionale a loro piacimento. 3. Fase di svincolo. Quando uno dei due utenti riaggancia la connessione è persa. Riferendoci alla Figura 2, si tenga presente che in centrale è presente in serie sul doppino (non rappresentato in figura) un relè da 1000 ohm. Quando l'utente sgancia comincia a circolare corrente continua, il relè viene eccitato e la rete riconosce che l'utente chiede servizio. Oltre ad annunciare la propria presenza alla rete, l'utente deve dire chi vuole chiamare. Per fare questo trasmette alla rete una sequenza di cifre decimali che formano il numero del chiamato. Questa operazione si chiama selezione. La selezione multifrequenza, di tipo più moderno, si basa sull'invio di toni. I toni sono suoni puri (monofrequenza) che la centrale manda all'utente per mandargli delle informazioni. Nel caso di selezione multifrequenza, detta Dual Tone Multi Frequency (DTMF), anche l'utente manda dei toni alla centrale per codificare le cifre di selezione. Ogni cifra corrisponde a una coppia di toni emessi contemporaneamente. Gli attuali apparecchi a tastiera, se predisposti nel modo di selezione a toni ("tone"), usano questo tipo di selezione. Essa è riconosciuta dalle moderne centrali elettroniche, che comunque sono in grado di riconoscere anche la selezione a impulsi dando così accesso agli apparecchi di vecchio tipo. In Figura 3 è riassunto l'uso delle principali frequenze di segnalazione sul doppino d'utente. I toni inviati dalla rete (parte superiore della figura) sono emessi a cadenze discontinue in modo da provocare i noti effetti (il tuu, tuu,... del tono di occupato, ad esempio) e sono usati con qualsiasi tipo di selezione. I toni DTMF (parte inferiore) sono emessi dal telefono; ad esempio il numero "15" del caso precedente corrisponde alla coppia di frequenze 697/1209 emessa finché si tiene premuto il tasto "1", seguita dalla coppia 770/1336 emessa finché si preme il tasto "5". Fig. 3 Frequenze dei segnali telefonici 6

7 Oltre ai toni che sono inviati al chiamante la rete usa, per "allertare" il chiamato (ossia per avvisarlo che c'è una chiamata in arrivo), la corrente di chiamata. Questa corrente, alternata a 25 Hz, immessa dalla centrale sulla linea provoca l'oscillazione della suoneria che vibra alla medesima frequenza; l ampiezza che si misura è di circa 70V[ ]. ' 3.1 Il Cervello del circuito: La CPLD - &-./ A&, -. / B" D 5!! 5 ; 6 /.! = E!. 5 F! A B" Fig. 4 Schema semplificato del funzionamento di una CPLD -. G H E 7

8 & &-./ +, 7! 5 + &? 0'1 G? 0I I &? 0'1=#0- &))&" + &? 0'1" '1 =#0 #0" #0 - &))" )) A-. &! & B &" & A I C I J&B 8 5 '1! - > I I! & 5! 5! /! 5 &-./ 5 / 8

9 3.2 Lo squillo telefonico /! 5! 5. " Fig. 5 Riduzione di tensione dello squillo telefonico &#C )C I %06 K%0 #I L #I ; / C / > = ; 0; ( F!! &-./! M )!! #0 " ) + %0 + #0 5 #0I - > = 5 > %%! = 9

10 D F F A > B" 5 5! H A8 B A: B Fig. 6 Timer 555 usato come divisore di frequenza 5! A8 K 4 $ > =B #N' AD B! A8 6 KB %N' ; 7! 5 10

11 /! 5 ' O 8 A( B : A3 &-./ B Fig. 7 Divisione degli impulsi dello squillo telefonico. &-./ " Fig. 8 Configurazione del timer per lo squillo 11

12 & )C I $ #I L! ) %0 A! B - 5! " Fig. 9 LM555: Capacità e resistenza in funzione del tempo ( 5 #0 5 ' &%P %% $ K#P #7 &#5 I # $ 3.3 I bip di Risposta! # 3 3 H &-./ 1%0 6 & H 8! 5 ( &-./ 5 F. 5!! 5 12

13 3 5 #I L &-./. " Fig. 10 Configurazione del transistor per l emissione dei bip 13

14 3.4 La decodifica dei Toni DTMF. & 7 / &7 > > C I A&7 : ( / 8 7 $ K B = ) / 8 7 $ A! B 5 "! / 8 7 $ ( 5 A! B D #=D ) " Fig. 11 Tabella di decodifica 14

15 8! &7 : ( 5! 5! " Fig. 12 Timing dell inegrato CM8870. )! ( / D! / 8 7 $ 5 A B &F!!! D #=D ) / 8 7 $! ( /. D #=D ) ( / D = &-./! D #=D ) F H 15

16 - F!! " Linea Telefonica Fig. 13 Configurazione integrato CM ! 5 F 3.5 Risposta e Svincolo 3! &-./ -! M &-./ 5 ); - 5! 0; 5! 1I I :! &-./ 5 &-./ D > A 34- '=B % %%%%. 5 'I 3 &-./ ); " 4 I c = βi b 30*10 3 = 150* Rb " R b = 2K 16

17 3.6 Il clock interno H &-./ &! " Fig. 14 Configurazione Timer LM555 per la generazione di bip - H F 1%06. 5 " " &#P I # $ K 3 P #> L K < P #I L " 6 P I 1? 'AK 3 QK < B& #.P I 1? 'K < & # 5! K 3 #I K < 17

18 3.7 Il codice di sicurezza! : 5 > *! =!. *! > &-./ ; A ) I? B D ( &-./ 3.8 Il dispositivo di sicurezza -! 5!! &-./! 5. &-./ = O !! 5 ". P K R&# - #0 &# #I I $ K #7 18

19 3.9 Il pilotaggio dei relè - 5 &-./ 7! M 5! &-./ ); 5 *! 5 % %%%% 5 'I ;. %L A 5 '0B 3.10 L alimentazione C > I 0 I 03! 0; )I ; ( 5!! )C 0; - 5? ;. 0I I 35! G %0I 3 5 " - " #'S - A 5 B" I )S - 5 " I %S ). + &? 0'1. &-./! T,, S - H * * *,, D = =! / 5 19

20 4.1 Interfaccia Project Navigator. Fig. 15 Interfaccia del Project Navigator - 20

21 / - 5! 9 &( 5. " Fig. 16 Interfaccia del programma ECS - 21

22 .!!!! *! 5! &-./! 3 - H - 5 &-./ N:! - T 4.2 Dettaglio della logica di circuito D! 5 &-./ & 5! &-./ " Fig Schematico principale - 22

23 . O " D #D %D 'D )" ) "& ) / 8 7 $ &7 > > C I ( 8 / "& H &7 > > C I K " 3#=3)" 3)"- ) *! <#=<)" <)"( ) *! ( 9 & K9 ". = &.: &L "& H 1%06 6 :./ ".! <<: - ": K9.#=K9.)"- 5 / 5! " 3 K = 6 :./ ( ( 8 / 8 F! Fig Visione interna del blocco call - 23

24 ( / D D #= # D ) ) ( 8 8 K 9 Fig Interno del blocco pass - 5 = A % B G 24

25 . 8 8 K 9! ) ( #%')I > # > 3 5 / : : L 3&&9 / 2 2 Fig Blocco abilita - 25

26 5 = $ 8 & Fig Blocco relay - / 5 A B 26

27 . 6 6 :./! 8 8 K 9 " Fig Linea HOLD tra il blocco call e bibop - 1%06 D >! > Fig Parte superiore del blocco bibop - 27

28 . 8 8 & F 1%06 '#% 6 %6 3 / 8 8 &5 F 8 8 & Fig Parte inferiore del blocco bibop - D = 6 :./ 8 8 K 9 ( ( 8 / <<: - 3 &# &#=&) &) 2 / / #=/ # / ) ) <<: - 5 A B 28

29 ( ( 9 & K9 A '> B5 &.K &.K = A 2 B &-./ & 5! / / > > F 5 * : ": & :. 2 5! 29

30 5.1 Lo schematico in Orcad Capture *! 5 - &<!. 2! 5 5 " Fig. 25 Interfaccia del programma Orcad Capture - 30

31 . " 2 % ' *.! ' " &-./ N:!! < - H! 5 5 * Orcad Layout & A/ 9 $ &6 B( &! : A B! 5 F ( 5 G! 5! M 31

32 3 2 G! " Fig. 26 Disposizione dei componenti &-./! 5 = H 32

33 -! A# P I I %0 B" #>! &-./ " Fig. 27 Ingrandimento di alcune piste adiacenti la CPLD 'I ; '0 > I 5 33

34 3! #'0 2 5 " Fig. 28 Layers TOP e BOTTOM - 3 N9 K 7 5 5! 2 8 : - <: 8 8 : 7! K 9 &:. 2! & 2-5 L : / 34

35 - %0I * / " & D - A B K U S 8 0V %# I I #%W & - 1 I #C W & 9 % I #0W / # )#)> % I I > W / X #I ; % I I > W - I 0J # I '0W.7 C > I 0 # I 1'W ' I )? W &7 > > C I # %1'W &-./ + &? 0'1 # ''I W : 3 # I ##W ) %0 % I )1W. ; ) I %'W. K # I #0W 8 <Y 8 % %%%% 0 I C 1W & 3 # I 0C W & 8 % ##C W K5 8 # #1%W K5 ) %? I W : =: $ $ # I 0C W X - A8 B1 % I %'W X - A8 B> ' I %C W X - A8 B#> # I 1> W < - #I + #1 # ')> W 5 %0W 5 35

36 Datasheet &-./ =+ + &? 0'1" " $ 4) %0" / 8 7 $ K 4&7 > > C I " K 4.C.C > I 0" Siti Internet =( +, 7! = =( *! : & : =/! & / - = 36

37 =(!. (!. (!. (!. =

38 38

39 39

40 40

41 Elenco Componenti Schematico &# & - ''I &%&'&)&1&C &> &#I & - I # &0&#% & - #I &1 & - %% &## & 9 #I I &#' & - I I # &#1 & 9 )C &#C & - )C I K# < K + > #I L K%K' K #I I L K%0KC K #I L K%# K ; #I L K)K#1K#C K#> K#? K 01I K%I K%%K%'K%) K #> L K1 K #> L K0 K 'I I L K? K #7 K%1 K %C L K#% K > %I L K'% K 01L K'# K 1I I K'' K #0L / 1 / # )#)> / C / > / X #I ; / #I - I 03 #.7 C > I 0 ' 1 %I ) &7 > > C I C &-./ + &? 0'1 > : 3 %# %% ) %0 / #/ %/ '/ ). ; / 0. K D )D 0D 1D C D > 8 <Y 8 % %%%% Y # & 3 Y 'Y ) & 8 Y - 1 & Y 8 3 Y - #I Y - %I Y - 'I Y - )I & %%I ;.( # K5 8 K9.#K9.%K9.'K9.) K5 ( S # : =: $ $ ( S % ( *! + ) ( S ) ( *! + > 41

SISTEMA. SEZIONE 1 (Rev. B) INDICE DI SEZIONE. Scaricabile dal sito www.urmet.com nell area Manuali Tecnici. sez.1. Glossario...2

SISTEMA. SEZIONE 1 (Rev. B) INDICE DI SEZIONE. Scaricabile dal sito www.urmet.com nell area Manuali Tecnici. sez.1. Glossario...2 SEZIONE 1 (Rev. B) SISTEMA Scaricabile dal sito www.urmet.com nell area Manuali Tecnici. caratteristiche generali 2 Glossario...2 TIPOLOGIE DI IMPIANTO 3 Esempi di impianti per varie capacità...4 FUNZIONAMENTO

Dettagli

TELEVOX 892 COMBINATORE TELEFONICO EVOLUTO MANUALE TECNICO

TELEVOX 892 COMBINATORE TELEFONICO EVOLUTO MANUALE TECNICO TELEVOX 892 COMBINTORE TELEFONICO EVOLUTO MNULE TECNICO Il combinatore TELEVOX 892 provvede alle segnalazioni telefoniche di allarme con messaggi vocali che riportano chiaramente la situazione e l'indirizzo.

Dettagli

Centralino telefonico art. 335828

Centralino telefonico art. 335828 Centralino telefonico art. 335828 Manuale d uso Part. T5852C - 11/05 - PC Centralino telefonico 335828 BTicino la ringrazia per aver scelto il centralino telefonico art. 335828, un prodotto che consente

Dettagli

Mod. 1372. Sch. 1372/312 MANUALE D USO, PROGRAMMAZIONE E INSTALLAZIONE DS 1372-001E LBT 7945

Mod. 1372. Sch. 1372/312 MANUALE D USO, PROGRAMMAZIONE E INSTALLAZIONE DS 1372-001E LBT 7945 Mod. 1372 DS 1372-001E LBT 7945 MANUALE D USO, PROGRAMMAZIONE E INSTALLAZIONE Sch. 1372/312 INDICE GENERALITÀ... 5 1 Il centralino Agorà 2...6 2 Configurazione...7 2.1 Tipi di apparecchi...7 2.2 Tipi di

Dettagli

Euroset 5005 2 ANNI DI GARANZIA. Assistenza Siemens. Interfaccia. Dimensioni e pesi. Caratteristiche tecniche. Identificazione EAN. Colori disponibili

Euroset 5005 2 ANNI DI GARANZIA. Assistenza Siemens. Interfaccia. Dimensioni e pesi. Caratteristiche tecniche. Identificazione EAN. Colori disponibili Euroset 5005 Interfaccia Per installazione su linea analogica sia pubblica che privata (PABX) Dimensioni e pesi Telefono Dimensioni: 202 x 167,5 x 80,1 mm Peso: Kg. 0,4665 Confezione completa: Dimensioni

Dettagli

Sistema di comunicazione MD110 TERMINALI TELEFONICI DIALOG 4000

Sistema di comunicazione MD110 TERMINALI TELEFONICI DIALOG 4000 Doc: GSS-03:28577/K - GZ Rev.A 24/06/03 1(15) Sistema di comunicazione MD110 TERMINALI TELEFONICI DIALOG 4000 Doc: GSS-03:28577/K - GZ Rev.A 24/06/03 2(15) INDICE 1. TERMINALI TELEFONICI DIALOG 4000 3

Dettagli

Centralino telefonico art. 335818

Centralino telefonico art. 335818 Centralino telefonico art. 335818 Manuale d uso Part. T5842C - 11/05 - PC Note BTicino la ringrazia per aver scelto il centralino telefonico art. 335818, un prodotto che consente di integrare le funzioni

Dettagli

TELESALVALAVITA BEGHELLI COMBINATORE TELEFONICO A SINTESI VOCALE, PER L'INVIO TELEFONICO DI UN MESSAGGIO DI SOCCORSO E PER COLLOQUIO A VIVAVOCE

TELESALVALAVITA BEGHELLI COMBINATORE TELEFONICO A SINTESI VOCALE, PER L'INVIO TELEFONICO DI UN MESSAGGIO DI SOCCORSO E PER COLLOQUIO A VIVAVOCE TELESALVALAVITA BEGHELLI COMBINATORE TELEFONICO A SINTESI VOCALE, PER L'INVIO TELEFONICO DI UN MESSAGGIO DI SOCCORSO E PER COLLOQUIO A VIVAVOCE 4.98.225 B Telesalvalavita Beghelli è un sofisticato dispositivo

Dettagli

CENTRALINO. SEZIONE 3E (Rev.G) INDICE DI SEZIONE. Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. sez.3e

CENTRALINO. SEZIONE 3E (Rev.G) INDICE DI SEZIONE. Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. sez.3e SEZIONE 3E (Rev.G) CENTRALINO Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. CONFIGURAZIONE...2 Tipi di apparecchi...2 Tipi di impianto citofonico...2 Alimentazione...2 DICHIARAZIONE

Dettagli

XFE503 SCHEDA SERVIZI AUDIO E ALLARMI PER CENTRALI SERIE XF500 MANUALE DI INSTALLAZIONE E USO

XFE503 SCHEDA SERVIZI AUDIO E ALLARMI PER CENTRALI SERIE XF500 MANUALE DI INSTALLAZIONE E USO XFE503 SCHEDA SERVIZI AUDIO E ALLARMI PER CENTRALI SERIE XF500 MANUALE DI INSTALLAZIONE E USO Sommario Scheda XFE503 SOMMARIO PRESENTAZIONE DELLA SCHEDA XFE503...3 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE...3 CONNESSIONI

Dettagli

SEZIONE 3E (REV.F) CENTRALINO

SEZIONE 3E (REV.F) CENTRALINO SEZIONE 3E (REV.F) CENTRALINO Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. CONFIGURAZIONE...2 Tipi di apparecchi...2 Tipi di impianto citofonico...2 Alimentazione...2 DICHIARAZIONE

Dettagli

TELEBOX 328 INTERFACCIA TELEFONICA PER SECURBOX 368 MANUALE DI PROGRAMMAZIONE. versione 6.xx

TELEBOX 328 INTERFACCIA TELEFONICA PER SECURBOX 368 MANUALE DI PROGRAMMAZIONE. versione 6.xx TELEBOX 328 INTERFACCIA TELEFONICA PER SECURBOX 368 MANUALE DI PROGRAMMAZIONE versione 6.xx INDICE 1.1 INTRODUZIONE 2.1 STRUTTURA 2.2 CARATTERISTICHE 2.3 INFORMAZIONI PRELIMINARI 3.1 NUMERI TELEFONICI

Dettagli

GLI IMPIANTI CITOFONICI

GLI IMPIANTI CITOFONICI GLI IMPIANTI CITOFONICI Caratteristiche generali Un normale apparecchio citofonico è costituito da una base e da un microtelefono. All'interno della base sono collocati gli elementi di segnalazione e di

Dettagli

Per una corretta funzionalità del centralino si consiglia l'utilizzo di apparecchiature telefoniche omologate.

Per una corretta funzionalità del centralino si consiglia l'utilizzo di apparecchiature telefoniche omologate. DOMINO 2.8 N Gentile cliente, La ringraziamo per la preferenza accordataci. Acquistando un centralino DOMINO 2.8 N, Lei è entrato in possesso di un sistema affidabile, completo di possibilità e concepito

Dettagli

Informa 500 INFORMA 500 (cod. HEINFO5) e INFORMA 500/75 (cod. HEINFO7) con display retroilluminato (senza viva voce)

Informa 500 INFORMA 500 (cod. HEINFO5) e INFORMA 500/75 (cod. HEINFO7) con display retroilluminato (senza viva voce) Combinatore telefonico multifunzione a sintesi vocale Informa 500 INFORMA 500 (cod. HEINFO5) e INFORMA 500/75 (cod. HEINFO7) con display retroilluminato (senza viva voce) INFORMA 500E (cod. HEINF5E) e

Dettagli

Telefono Sirio lassico

Telefono Sirio lassico GUIDA USO Telefono Sirio lassico 46755H Aprile 2013 3 Indice INTRODUZIONE...1 CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI...1 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE...1 INSTALLAZIONE...2 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO...3

Dettagli

Manuale Operativo Telefoni Bca

Manuale Operativo Telefoni Bca Manuale Operativo Telefoni Bca Collegati ai sistemi Open Ip Autore:Cristiano Resnati 1 Sommario Manuale Operativo... 1 1_ Chiamata interna... 3 2_ Chiamata esterna... 3 3_ Messa in attesa.... 4 4_ Trasferta

Dettagli

INFORMATIVA AVVERTENZE

INFORMATIVA AVVERTENZE M.M.Electronics - http://www.mmetft.it M. M. Electronics Michele Marino - michele.marino@mmetft.it Sensore di prossimità a infrarossi V 0.1 Marzo 2008 INFORMATIVA Come prescritto dall art. 1, comma 1,

Dettagli

Reti di Telecomunicazioni 1

Reti di Telecomunicazioni 1 Reti di Telecomunicazioni 1 Corso on-line - AA2004/05 Blocco 1 Ing. Stefano Salsano e-mail: stefano.salsano@uniroma2.it 1 Definizioni- Le funzionalità delle reti di TLC 2 Definizioni Comunicazione: trasferimento

Dettagli

Centralino telefonico PABX

Centralino telefonico PABX 345829 Centralino telefonico PABX Istruzioni d'uso 08/13-01 PC 2 1 Introduzione 6 1.1 Il Centralino telefonico 6 Descrizione generale 6 2 Utilizzo 8 2.1 Funzioni telefoniche 8 Tasti dedicati presenti sui

Dettagli

COMBINATORE TELEFONICO SA031

COMBINATORE TELEFONICO SA031 COMBINATORE TELEFONICO SA0 INTRODUZIONE Il binatore telefonico modello SA0 è stato progettato per essere collegato alle più uni centrali d allarme, consentendo all occorrenza l invio di telefonate verso

Dettagli

C 127. Centralino telefonico C127 Due linee urbane / sei interni DESCRIZIONE DEL CENTRALINO

C 127. Centralino telefonico C127 Due linee urbane / sei interni DESCRIZIONE DEL CENTRALINO 2 3 Centralino telefonico C127 Due linee urbane / sei interni GENERALITA': Il C127 è un centralino telefonico che permette di collegare due linee urbane e sei apparecchi telefonici standard a due fili

Dettagli

Telefonia ed evoluzioni Evoluzione delle reti telefoniche Fine 800 inizio 900: 1876: brevetto del telefono di Bell Trasmissione analogica e commutazione manuale Architettura di rete non gerarchica Evoluzione

Dettagli

Sistemi di telecomunicazione Ascotel IntelliGate Ascotel Office 25 Istruzioni per l'uso

Sistemi di telecomunicazione Ascotel IntelliGate Ascotel Office 25 Istruzioni per l'uso Sistemi di telecomunicazione Ascotel IntelliGate Ascotel Office 25 Istruzioni per l'uso ascom 1 2 3 4 Elementi di comando e visualizzazione Elementi di comando e visualizzazione 11 12 13 14 1 2 3 4 7 10

Dettagli

PICLOCK. Classe 4 EA indirizzo elettronica ed elettrotecnica. Ivancich Stefano. Tecnologie e progettazione di sistemi elettrici ed elettronici

PICLOCK. Classe 4 EA indirizzo elettronica ed elettrotecnica. Ivancich Stefano. Tecnologie e progettazione di sistemi elettrici ed elettronici PICLOCK Classe 4 EA indirizzo elettronica ed elettrotecnica Ivancich Stefano Tecnologie e progettazione di sistemi elettrici ed elettronici Istituto tecnico C. Zuccante Mestre A.S. 2013/2014 progetto n

Dettagli

Manuale per il collegamento e l uso

Manuale per il collegamento e l uso RESET Manuale per il collegamento e l uso Citofoni e videocitofoni per sistemi Due Fili Elvox INDICE VideocitofonI serie T Pag 4 rt7529, 7529/D Citofono serie T Pag 10 rt7509, 7509/D Citofono serie PETRRC

Dettagli

Edizione agosto 2000-10/00 GUIDA ALL'USO SUPERLINEA ISDN. Il tuo telefono libero anche quando sei su Internet. www.187.it. Un numero fatto di persone.

Edizione agosto 2000-10/00 GUIDA ALL'USO SUPERLINEA ISDN. Il tuo telefono libero anche quando sei su Internet. www.187.it. Un numero fatto di persone. Edizione agosto 2000-10/00 GUIDA ALL'USO SUPERLINEA ISDN Il tuo telefono libero anche quando sei su Internet www.187.it Un numero fatto di persone. SUPERLINEA ISDN Integrated Services Digital Network UNA

Dettagli

CENTRALINO TELEFONICO INTERTEL IPX21S MANUALE DI PROGRAMMAZIONE

CENTRALINO TELEFONICO INTERTEL IPX21S MANUALE DI PROGRAMMAZIONE CENTRALINO TELEFONICO INTERTEL IPX21S MANUALE DI PROGRAMMAZIONE INTERTEL S.r.l. Sede operativa: Via 4 Novembre, 66 20050 Ronco Briantino (MI) Tel. (039) 6815272/3 6889026 (ISDN) 6889037 (ISDN) Fax. (039)

Dettagli

Chiave DTMF con PIC16F84. Angelo - IT9DOA

Chiave DTMF con PIC16F84. Angelo - IT9DOA Chiave DTMF con PIC16F84 Angelo - IT9DOA Mettendo in ordine la mia libreria ho avuto modo di rileggere degli appunti che trattano alcuni circuiti elettronici che ho realizzato diversi anni fa e di cui

Dettagli

Utilizzo della interfaccia AA-10/PA collegata su un traslatore urbano di tipo analogico del PBX.

Utilizzo della interfaccia AA-10/PA collegata su un traslatore urbano di tipo analogico del PBX. Interfacce AA-10/PA, AA-11/PA, DIAL-101BA Gsm, dispositivo T15-T con memoria messaggi Nota Applicativa N. 1 5 DICEMBRE 2013 Diffusione di messaggi di avviso su impianti amplificatori PA e altoparlanti

Dettagli

Istruzioni per l uso Yealink T20

Istruzioni per l uso Yealink T20 Istruzioni per l uso Yealink T20 1. Note generali... 2 2. Viva voce... 2 2.1. Attivare il viva voce durante la selezione... 2 2.2. Passare al viva voce durante una chiamata... 2 3. Messa in attesa (funzione

Dettagli

MicroLink - interfaccia GSM in contenitore (cod. 11.672) Manuale di Installazione ed uso Combivox Srl Via S. M. Arosio, 15-70019 Triggiano (BA), Italy Tel. +39 080 4686111 Fax +39 080 4686139 Assistenza

Dettagli

Orchid Telecom DX900. Manuale d Uso

Orchid Telecom DX900. Manuale d Uso Orchid Telecom DX900 Manuale d Uso Indice Accessori & Contenuto 2 Installazione 2 Montaggio a Parete 2 Caratteristiche 3 Tasti di Funzione 4 Impostazioni Menu Principale 7 Impostazioni 8 - Lingua 8 - Prefisso

Dettagli

Hometronic Interfaccia Vocale e Web HCI200IT-E Installazione e funzionamento

Hometronic Interfaccia Vocale e Web HCI200IT-E Installazione e funzionamento Honeywell Hometronic Interfaccia Vocale e Web HCI200IT-E Installazione e funzionamento Indice Indice Requisiti di sistema 3 Versione software per HCM200 3 Telefono 3 Panoramica 4 Informazioni generali

Dettagli

Business Communications Manager Scheda funzioni del telefono

Business Communications Manager Scheda funzioni del telefono Business Communications Manager Scheda funzioni del telefono 2002 Nortel Networks P0935989 Versione 02 Pulsanti Il pulsante Funzione del telefono Business Series Terminal (serie T) è rappresentato da

Dettagli

Capitolo 1 Informazioni generali

Capitolo 1 Informazioni generali Indice Capitolo 1 Introduzione Capitolo 2 Installazione Capitolo 3 Programmazione del sistema Capitolo 4 utilizzo del sistema Capitolo 5 Manutenzione e soluzione dei problemi Capitolo 6 Appendice 1 Capitolo

Dettagli

Business Series Terminal. Doorphone Guida per l'utente

Business Series Terminal. Doorphone Guida per l'utente Business Series Terminal Doorphone Guida per l'utente Informazioni su Business Series Terminal Doorphone BST (Business Series Terminal) Doorphone viene utilizzato come interfono per controllare l'accesso

Dettagli

Ministero delle Comunicazioni

Ministero delle Comunicazioni Ministero delle Comunicazioni ISTITUTO SUPERIORE DELLE COMUNICAZIONI E DELLE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE SPECIFICA TECNICA N. 768 INTERFACCE ANALOGICHE D UTENTE PER CENTRALI TELEFONICHE URBANE ANNO 2003

Dettagli

GUIDA BREVE PER L'UTILIZZO DEI SERVIZI DISPONIBILI SUGLI APPARECCHI COLLEGATI AL NUOVO SISTEMA TELEFONICO VOIP

GUIDA BREVE PER L'UTILIZZO DEI SERVIZI DISPONIBILI SUGLI APPARECCHI COLLEGATI AL NUOVO SISTEMA TELEFONICO VOIP GUIDA BREVE PER L'UTILIZZO DEI SERVIZI DISPONIBILI SUGLI APPARECCHI COLLEGATI AL NUOVO SISTEMA TELEFONICO VOIP Mod. IP TOUCH 4018 Mod. IP TOUCH 4038 TASTI PRINCIPALI: TASTO FUNZIONE RIAGGANCIA VIVAVOCE

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA' CE

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA' CE DICHIARAZIONE DI CONFORMITA' CE Il prodotto al quale si riferisce questo manuale è conforme alle seguenti norme: EN 55022 (1998) +A1 (2000) + A2 (2003) (Compatibilità elettromagnetica) EN 55024 (1998)

Dettagli

Art. 1461 CELL - GSM. Combinatore telefonico cellulare in combinazione con linea Telecom

Art. 1461 CELL - GSM. Combinatore telefonico cellulare in combinazione con linea Telecom Art. 1461 CELL - GSM Combinatore telefonico cellulare in combinazione con linea Telecom 2 Art. 1461 CELL - GSM Presentazione CELL - GSM Il combinatore telefonico è un dispositivo in grado di inviare l'allarme

Dettagli

Combivox NewLink Cod. 11.668 (in contenitore) Cod. 11.666 (solo scheda) Cod. 11.669 (senza alimentatore) Combivox 2010

Combivox NewLink Cod. 11.668 (in contenitore) Cod. 11.666 (solo scheda) Cod. 11.669 (senza alimentatore) Combivox 2010 Combivox NewLink Cod. 11.668 (in contenitore) Cod. 11.666 (solo scheda) Cod. 11.669 (senza alimentatore) Combivox 2010 RIVENDITORE AUTORIZZATO Combivox srl Unipersonale Via Suor Marcella Arosio, 15-70019

Dettagli

Guida rapida Polycom SoundStation IP6000

Guida rapida Polycom SoundStation IP6000 Guida rapida Polycom SoundStation IP6000 Indice Indice Introduzione 4 Panoramica del telefono 5 Gestione delle chiamate 8 Effettuare una chiamata 8 Rispondere a una chiamata 8 Concludere una chiamata 8

Dettagli

Manuale di installazione

Manuale di installazione Via dell'osio, 6 0090 Caleppio di Settala MI Tel. 0 9568 Fax 0 95307006 E-mail: info@fantinicosmi.it Http/www.fantinicosmi.com KIT ATTIVATORE TELEFICO CT5 Manuale di installazione Attenzione: l installazione

Dettagli

Telefono multifunzione con ricezione ad alta amplificazione e correzione di tono

Telefono multifunzione con ricezione ad alta amplificazione e correzione di tono VOL Dialogo Amplificato Telefono multifunzione con ricezione ad alta amplificazione e correzione di tono Guida all'uso TRASF PROG AMPLIF R RP SAIET Telecomunicazioni spa via del Vetraio, 21-40138 Bologna

Dettagli

Combinatore telefonico per invio messaggi vocali e digitali

Combinatore telefonico per invio messaggi vocali e digitali Sommario Combinatore telefonico per invio messaggi vocali e digitali Pagina 1.0. Descrizione generale... 2 2.0. Programmazione... 3 3.0. Registrazione messaggi... 3 4.0. Ascolto messaggi... 3 5.0. Inserimento

Dettagli

SCHEMI IMPIANTI MT101-010 95

SCHEMI IMPIANTI MT101-010 95 SCHEMI IMPIANTI MT101-010 95 COLLEGAMENTO DI CITOFONI AD UN PORTIERE ELETTRICO FUNZIONE Premendo uno dei tasti della pulsantiera, posta all'esterno dello stabile, viene inviata la chiamata elettronica

Dettagli

CTF-20/B COMMUTATORE AUTOMATICO FAX - TELEFONO

CTF-20/B COMMUTATORE AUTOMATICO FAX - TELEFONO CTF-20/B COMMUTATORE AUTOMATICO FAX - TELEFONO Installazione ed Uso 7IS-80037 V 2.0 09.12.96 INTRODUZIONE.2 MODALITÀ DI INSTALLAZIONE 2 MODALITÀ DI FUNZIONAMENTO.3 MODALITÀ AUTOMATICA:....3 MODALITÀ TELEFONO:.

Dettagli

IL CODICE BINARIO. Il codice binario. Codifica posizionale. Aritmetica binaria

IL CODICE BINARIO. Il codice binario. Codifica posizionale. Aritmetica binaria IL CODICE BINARIO Il codice binario Codifica posizionale Aritmetica binaria www.stoianov.it 1 CODIFICA DI BASE La voce si distribuisce con onde di frequenze 20-20.000 Hz La luce sta nel ordine di 500.000.000.000.000

Dettagli

Part. T5842A. Centralino telefonico. Terraneo PABX 18D. Istruzioni d uso per l utente 01/02 - PC. Art. 335818

Part. T5842A. Centralino telefonico. Terraneo PABX 18D. Istruzioni d uso per l utente 01/02 - PC. Art. 335818 Part. T5842A Terraneo Centralino telefonico PABX 18D Istruzioni d uso per l utente 1/2 - PC Art. 335818 Sistema telefonico Funzioni base Funzione Chiamata di un telefono interno Chiamata generale interna

Dettagli

FT530 COMBINATORE TELEFONICO GSM CON SINTESI VOCALE. Schema Elettrico 1/5 FT530K CARATTERISTICHE E FUNZIONAMENTO

FT530 COMBINATORE TELEFONICO GSM CON SINTESI VOCALE. Schema Elettrico 1/5 FT530K CARATTERISTICHE E FUNZIONAMENTO FT530 COMBINATORE TELEFONICO GSM CON SINTESI VOCALE Il nostro combinatore GSM è sicuramente un sistema all avanguardia, basato su un modem cellulare GM47 e su un PIC16F877 opportunamente programmato per

Dettagli

Manuale d'uso Dialog 3210, 3211 e 3212. Telefoni di sistema per MD110

Manuale d'uso Dialog 3210, 3211 e 3212. Telefoni di sistema per MD110 Manuale d'uso Dialog 3210, 3211 e 3212 Telefoni di sistema per MD110 Introduzione Benvenuti nel Manuale d'uso per i telefoni Dialog 3210, 3211 e 3212 del sistema di comunicazione aziendale MD110 Ericsson.

Dettagli

COMBINATORE TELEFONICO SU RETE GSM

COMBINATORE TELEFONICO SU RETE GSM COMBINATORE TELEFONICO SU RETE GSM RoHS Compliant 2002/95/EC 1 1 INFO Pagina 2 1.1 Manuale d installazione ed uso 2 1.2 Dichiarazione di conformità 2 1.3 Norme di sicurezza 2 1.4 Procedura di smaltimento

Dettagli

39 Il linguaggio grafico a contatti

39 Il linguaggio grafico a contatti 39 Il linguaggio grafico a contatti Diagramma a contatti, ladder, diagramma a scala sono nomi diversi usati per indicare la stessa cosa, il codice grafico per la programmazione dei PLC con il linguaggio

Dettagli

TECNOCELL-PRO PL TRASMETTITORE TELEFONICO GSM PER COMUNICAZIONI DATI, TI, VOCE E SMS

TECNOCELL-PRO PL TRASMETTITORE TELEFONICO GSM PER COMUNICAZIONI DATI, TI, VOCE E SMS 11. COLLEGAMENTO SULLA LINEA SERIALE TECNOCELL-PRO PL TRASMETTITORE TELEFONICO GSM PER COMUNICAZIONI DATI, TI, VOCE E SMS I due connettori per la linea seriale sono intercambiabili. Sono presenti due connettori

Dettagli

Grazie per aver scelto un prodotto Esse-ti

Grazie per aver scelto un prodotto Esse-ti GUIDA PER L USO - I manuali di Installazione-Programmazione e Software di Teleprogrammazione sono contenuti all interno del CD-ROM fornito a corredo della centrale - 7IS-80298 17/10/2013 Grazie per aver

Dettagli

Centralino Telefonico

Centralino Telefonico PART. T5853C - 11/05 - PC Manuale d installazione Centralino Telefonico 335828 3 INDICE 1. INTRODUZIONE Pag. 7 Avvertenze per l installatore Pag. 7 Contenuto della confezione Pag. 7 2. IL CENTRALINO Pag.

Dettagli

Per essere inviato il dato deve essere opportunamente codificato in modo da poter essere trasformato in SEGNALE, elettrico oppure onda luminosa.

Per essere inviato il dato deve essere opportunamente codificato in modo da poter essere trasformato in SEGNALE, elettrico oppure onda luminosa. La trasmissione dell informazione N.R2 La comunicazione tra due calcolatori si realizza tramite lo scambio di dati su un canale di comunicazione, esiste quindi un TRASMETTITORE che invia dei dati e un

Dettagli

mendiante un ciclo e finché il segnale rimane alto, si valuta il tempo T3 usando il timer del microcontrollore e una variabile di conteggio.

mendiante un ciclo e finché il segnale rimane alto, si valuta il tempo T3 usando il timer del microcontrollore e una variabile di conteggio. Svolgimento (a) Il sensore di temperatura ha un uscita digitale a 9 bit, emettendo un codice binario proporzionale al valore Temp richiesto. Possiamo pensare si tratti di un dispositivo 1-Wire. Un sistema

Dettagli

ascom Ascotel Office 25 Istruzioni per l'uso con norme di sicurezza www.ascom.com/ec/documents 20321611it_ba_b0

ascom Ascotel Office 25 Istruzioni per l'uso con norme di sicurezza www.ascom.com/ec/documents 20321611it_ba_b0 ascom Ascotel Office 25 Istruzioni per l'uso con norme di sicurezza www.ascom.com/ec/documents 20321611it_ba_b0 1 2 3 4 Elementi di comando e visualizzazione Elementi di comando e visualizzazione 11 12

Dettagli

innovaphone IP222 / IP232

innovaphone IP222 / IP232 Istruzioni per l uso innovaphone IP222 / IP232 Versione 11 R1 [110896] Stato Account Nome Data, ora Commuta pagina Presenza Informazioni App Display IP222 innovaphone AG Böblinger Str. 76 71065 Sindelfingen

Dettagli

Sistemi di comunicazione Ascotel IntelliGate

Sistemi di comunicazione Ascotel IntelliGate Sistemi di comunicazione Ascotel IntelliGate A150 A300 2025 2045 2065 Aastra 5360 / Aastra 5360ip Istruzioni per l'uso Elementi di comando e visualizzazione Elementi di comando e visualizzazione Elementi

Dettagli

TM-01V Manuale di istruzioni

TM-01V Manuale di istruzioni TM-01V Manuale di istruzioni Brondi si congratula con Voi per aver scelto TM-01V.Vi consigliamo di consultare il manuale d istruzioni per conoscere le utili prestazioni di questo apparecchio. INDICE 1.

Dettagli

MANUALE. Software di teleprogrammazione

MANUALE. Software di teleprogrammazione MANUALE Software di teleprogrammazione Grazie per aver scelto un prodotto Esse-ti Questo prodotto è stato progettato appositamente per facilitare l'utente nelle attività telefoniche quotidiane. I prodotti

Dettagli

Sistemi di comunicazione Ascotel IntelliGate A150 A300 2025 2045 2065. Aastra 5370 / Aastra 5370ip Istruzioni per l'uso

Sistemi di comunicazione Ascotel IntelliGate A150 A300 2025 2045 2065. Aastra 5370 / Aastra 5370ip Istruzioni per l'uso Sistemi di comunicazione Ascotel IntelliGate A150 A300 2025 2045 2065 Aastra 5370 / Aastra 5370ip Istruzioni per l'uso Elementi di comando e visualizzazione Elementi di comando e visualizzazione Elementi

Dettagli

Trasmissione di dati al di fuori di un area locale avviene tramite la commutazione

Trasmissione di dati al di fuori di un area locale avviene tramite la commutazione Commutazione 05.2 Trasmissione di dati al di fuori di un area locale avviene tramite la Autunno 2002 Prof. Roberto De Prisco -05: Reti a di circuito Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in

Dettagli

La configurazione e la messa in servizio dei dispositivi del sistema, si esegue facilmente e con poche operazioni: Fig. 2 2 a fase: trasmissione

La configurazione e la messa in servizio dei dispositivi del sistema, si esegue facilmente e con poche operazioni: Fig. 2 2 a fase: trasmissione Sistema RF comando e controllo Configurazione dei dispositivi a configurazione e la messa in servizio dei dispositivi del sistema, si esegue facilmente e con poche operazioni: A - Associazione tra i dispositivi

Dettagli

Elementi di rete che permettono lo scambio dei messaggi di segnalazione

Elementi di rete che permettono lo scambio dei messaggi di segnalazione SEGNALAZIONE Segnalazione e sistemi di segnalazione Segnalazione Messaggi tra elementi di una rete a commutazione di circuito (apparecchi di utente e centrali o fra le varie centrali) che permettono la

Dettagli

TASTIERA CODIFICATA PER SERRATURE

TASTIERA CODIFICATA PER SERRATURE CARATTERISTICHE E FUNZIONAMENTO HAA85 TASTIERA CODIFICATA PER SERRATURE (cod.haa85) 1. INTRODUZIONE Sistema dotato di doppia uscita a relè per controllo accessi e altre applicazioni destinate alla sicurezza.

Dettagli

Sistema di trasmissione allarmi su coassiale

Sistema di trasmissione allarmi su coassiale Sistema di trasmissione allarmi su coassiale Sistema trasmissione allarmi ZVA-AV18T/R 25/07/2011- G160/1/I Caratteristiche principali Trasmissione Il sistema ZVA-AV18 utilizza lo stesso mezzo di trasmissione,

Dettagli

Scheda tecnica. Art. 3215. Lampadina a risparmio energetico. Tipologia di lampadina: fluorescente compatta

Scheda tecnica. Art. 3215. Lampadina a risparmio energetico. Tipologia di lampadina: fluorescente compatta Art. 3215 15W 110 ma 800 lm Dimensioni (lungh. x diametro): 132x49 mm Art. 3220 20W 140 ma 1160 lm Dimensioni (lungh. x diametro): 157x49 mm Art. 3411 E14 11W 80 ma 600 lm Dimensioni (lungh. x diametro):

Dettagli

COMBINATORI TELEFONICI

COMBINATORI TELEFONICI COMBINATORI TELEFONICI A SINTESI VOCALE, MEMORIA NON VOLATILE VIA RETE TELEFONICA E CELLULARE 5140 MIDA C 5145 CELLULAR 5240/E COMBI WHITELINE EURO GSM Ericsson compatibili tipo A2618 - T28 - A2628. SOMMARIO

Dettagli

TELEVOX 903 COMBINATORE TELEFONICO GSM MANUALE TECNICO

TELEVOX 903 COMBINATORE TELEFONICO GSM MANUALE TECNICO TELEVOX 903 COMBINATORE TELEFONICO GSM MANUALE TECNICO Il combinatore TELEVOX 903 provvede alle segnalazioni telefoniche di allarme con messaggi vocali e scritti, utilizzando la rete GSM. Risponde alle

Dettagli

PROSPETTIVE FUTURE DELL INTEGRAZIONE OPTOELETTRONICA

PROSPETTIVE FUTURE DELL INTEGRAZIONE OPTOELETTRONICA CAPITOLO III PROSPETTIVE FUTURE DELL INTEGRAZIONE OPTOELETTRONICA III.1 Introduzione L attività scientifica sugli OEIC è iniziata nel 1979 con un grande progetto negli USA, per la realizzazione di circuiti

Dettagli

Manuale Utente DECT Gigaset A510 IP

Manuale Utente DECT Gigaset A510 IP Manuale Utente DECT Gigaset A510 IP Manuale Utente DECT Gigaset - Evolution INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 1.1. FUNZIONALITÀ EVOLUTION... 4 1.2. LIMITAZIONI ALLE FUNZIONALITÀ DEL TERMINALE DECT... 4 2. PANORAMICA

Dettagli

Part. T5852A. Centralino telefonico. Terraneo PABX 28D. Istruzioni d uso per l utente 01/02 - PC. Art. 335828

Part. T5852A. Centralino telefonico. Terraneo PABX 28D. Istruzioni d uso per l utente 01/02 - PC. Art. 335828 Part. T5852A Terraneo Centralino telefonico PABX 28D Istruzioni d uso per l utente /2 - PC Art. 335828 Sistema telefonico Funzioni base Funzione Chiamata di un telefono interno Chiamata generale interna

Dettagli

Misure di frequenza e di tempo

Misure di frequenza e di tempo Misure di frequenza e di tempo - 1 Misure di frequenza e di tempo 1 - Contatori universali Schemi e circuiti di riferimento Per la misura di frequenza e di intervalli di tempo vengono diffusamente impiegati

Dettagli

Sch. 1145/1 Sch. 1145/2 Sch. 1145/4 Sch. 1145/14

Sch. 1145/1 Sch. 1145/2 Sch. 1145/4 Sch. 1145/14 Mod. 1145 DS1145-017 LBT8070 POSTO ESTERNO CITOTELEFONICO UNIVERSALE Sch. 1145/1 Sch. 1145/2 Sch. 1145/4 Sch. 1145/14 LIBRETTO UTENTE INDICE INDICE...2 1 DESCRIZIONE BASE... 3 1.1 Caratteristiche... 3

Dettagli

MANUALE. Software di teleprogrammazione

MANUALE. Software di teleprogrammazione MANUALE Software di teleprogrammazione Grazie per aver scelto un prodotto Esse-ti Questo prodotto è stato progettato appositamente per facilitare l'utente nelle attività telefoniche quotidiane. I prodotti

Dettagli

Alcatel OmniPCX 4400. Servizi Telefonici

Alcatel OmniPCX 4400. Servizi Telefonici Alcatel OmniPCX 4400 Servizi Telefonici Indice Indice... 2 Servizi Interni... 3 CHIAMATA OPERATORE... 3 COMUNICAZIONE LOCALE... 3 Richiamata richiamata alternata... 3 CONFERENZA A TRE... 4 Immagine n.2...errore.

Dettagli

Dichiarazione di confrmità e marcatura CE

Dichiarazione di confrmità e marcatura CE Le presenti istruzioni d uso si riferiscono alle operazioni relative a elmeg hybird. Il sistema, che può essere utilizzato a livello privato o in ambiente di lavoro, offre un servizio specifico in modo

Dettagli

Nuovo Ricetrasmettitore portatile FM Dual Band VHF/UHF Kenwood.

Nuovo Ricetrasmettitore portatile FM Dual Band VHF/UHF Kenwood. HARDSOFT PRODUCTS di Alessandro Novelli VIA PESCARA, 2 - CHIETI SCALO - 66013 TEL. 0871-560100 / 0871-574936 - FAX. 0871-560000 P.IVA. : 01323150696 http://www.hsp.it - E-Mail : hsp@hsp.it DISTRIBUTORE

Dettagli

CIRCUITI OLEODINAMICI ELEMENTARI

CIRCUITI OLEODINAMICI ELEMENTARI CIRCUITI OLEODINAMICI ELEMENTARI Un esame sistematico dei circuiti completi, anche se limitato a pochi tipi di macchine e di attrezzature, sarebbe estremamente complesso e vasto. Il raggiungimento del

Dettagli

Aastra 6753i. Guida rapida. Telefono IP

Aastra 6753i. Guida rapida. Telefono IP Aastra 6753i Guida rapida Telefono IP Aastra 6753i - Guida rapida SOMMARIO Tasti del telefono Tasti funzione Personalizzazione del telefono Chiamata base Servizi Modulo di Espansione M670i Codici Servizi

Dettagli

IP Office 4.1 Funzionamento dei Pulsanti e spie di IP Office

IP Office 4.1 Funzionamento dei Pulsanti e spie di IP Office IP Office 4.1 Funzionamento dei Pulsanti e spie di IP Office Version 06d (22.10.2007) Sommario Introduzione... 5 Funzionamento dei Pulsanti e spie di IP Office...5 Caratteristiche dei pulsanti identificativi...6

Dettagli

Telefono di sistema serie DT300/DT700. Guida rapida di riferimento

Telefono di sistema serie DT300/DT700. Guida rapida di riferimento Telefono di sistema serie DT300/DT700 Guida rapida di riferimento Uso del telefono Visualizzazione di un esempio di layout A causa della flessibilità che contraddistingue il sistema, i codici di selezione

Dettagli

Nuovo manuale delle opzioni della linea telefonica interna

Nuovo manuale delle opzioni della linea telefonica interna Nuovo manuale delle opzioni della linea telefonica interna il presente manuale si usa per linee interne collegate alla centrale telefonica dell' Università e dell' Azienda Ospedaliera Risposta per assente

Dettagli

BEGHELLI TELEALLARMEVITA ISTRUZIONI PER L USO L E L INSTALLAZIONE AVVERTENZE ORE A SINTESI VOCALE, PER L'INVIO TELEFONICO DI UN MESSAGGIO DI SOCCORSO

BEGHELLI TELEALLARMEVITA ISTRUZIONI PER L USO L E L INSTALLAZIONE AVVERTENZE ORE A SINTESI VOCALE, PER L'INVIO TELEFONICO DI UN MESSAGGIO DI SOCCORSO AVVERTENZE - Questo apparecchio dovrà essere destinato solo all uso per il quale è stato costruito. Ogni altro uso è da considerarsi improprio e quindi pericoloso. Il costruttore non può essere considerato

Dettagli

Vi ringraziamo per aver scelto Parrot DRIVEBLUE, il viva voce a riconoscimento vocale dotato della tecnologia radio BluetoothTM.

Vi ringraziamo per aver scelto Parrot DRIVEBLUE, il viva voce a riconoscimento vocale dotato della tecnologia radio BluetoothTM. NOKIA Vi ringraziamo per aver scelto Parrot DRIVEBLUE, il viva voce a riconoscimento vocale dotato della tecnologia radio BluetoothTM. INSTALLAZIONE Connettare il DriveBlue sul accendisigari. La luce blue

Dettagli

TELEFONO MANUALE DI ISTRUZIONI DOLPHIN 1

TELEFONO MANUALE DI ISTRUZIONI DOLPHIN 1 DOLPHIN TELEFONO MANUALE DI ISTRUZIONI DOLPHIN 1 Brondi si congratula con Voi per avere scelto questo telefono. Vi consigliamo di consultare il manuale d istruzioni per conoscere le utili prestazioni di

Dettagli

TF/03 SR 09.03 TF/04 SR 09.04

TF/03 SR 09.03 TF/04 SR 09.04 S E R A I DIVISIONE SICUREZZA Divisione Sicurezza MANUALE DI ISTALLAZIONE TF/03 SR 09.03 TF/04 SR 09.04 COMBINATORE TELEFONICO (solo scheda) COMBINATORE TELEFONICO (con contenitore metallico) 02 20 021006

Dettagli

Schema del terminale di potenza. Inverter MONOFASE 230V 0.2~0.75kW. L1 L2 P B U V W

Schema del terminale di potenza. Inverter MONOFASE 230V 0.2~0.75kW. L1 L2 P B U V W ITALIANO TT100 Adattamento dal manuale esteso dell operatore degli inverter serie TT100 Collegamenti di potenza Nei modelli con ingresso trifase, collegare i terminali R/L1, S/L2 e T/L3 alla linea trifase

Dettagli

SOFTWARE DI TELEPROGRAMMAZIONE GUIDA PER L UTENTE

SOFTWARE DI TELEPROGRAMMAZIONE GUIDA PER L UTENTE SOFTWARE DI TELEPROGRAMMAZIONE GUIDA PER L UTENTE 7IS-80305 Grazie per aver scelto un prodotto Esse-ti Questo prodotto è stato progettato appositamente per facilitare l'utente nelle attività telefoniche

Dettagli

Sistemi di comunicazione Ascotel IntelliGate A150 A300 2025 2045 2065. Aastra 5380 / Aastra 5380ip Istruzioni per l'uso

Sistemi di comunicazione Ascotel IntelliGate A150 A300 2025 2045 2065. Aastra 5380 / Aastra 5380ip Istruzioni per l'uso Sistemi di comunicazione Ascotel IntelliGate A150 A300 2025 2045 2065 Aastra 5380 / Aastra 5380ip Istruzioni per l'uso Elementi di comando e visualizzazione Elementi di comando e visualizzazione Elementi

Dettagli

Istituto Istruzione Secondaria Superiore ETTORE MAJORANA

Istituto Istruzione Secondaria Superiore ETTORE MAJORANA PRESENTAZIONE In questa parte del laboratorio si andranno ad affrontare una serie di esperienze per scoprire il funzionamento del telefono e delle sue parti fondamentali, si ripeterà l esperienza di Meucci,

Dettagli

MANUALE D INSTALLAZIONE

MANUALE D INSTALLAZIONE MANUALE D INSTALLAZIONE Combinatore telefonico GSM Dual Band L2420 "Doppia Frequenza" SENZA RETE ELETTRICA É PIÚ SICURO! L allarme senza fili con la massima efficacia Intruzione Il combinatore telefonico

Dettagli

CENTRALINO TELEFONICO PABX ISDN

CENTRALINO TELEFONICO PABX ISDN SEZIONE 4 CENTRALINO TELEFONICO PABX ISDN FINO AD ESAURIMENTO SCORTE Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. sez.4 1 2 sez.4 SUPERLINEA ISDN SUPERLINEA ISDN Con la superlinea

Dettagli

3B SCIENTIFIC PHYSICS

3B SCIENTIFIC PHYSICS 3B SCIENTIFIC PHYSICS Kit "Propagazione del suono in aste" 230 V, 50/60 Hz: 1018469 / U8557180-230 115 V, 50/60 Hz: 1018468 / U8557180-115 Istruzioni per l'uso 04/15 TL/UD 1. Norme di sicurezza Un utilizzo

Dettagli