Il progetto formativo

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il progetto formativo"

Transcript

1 Scuola Superiore Sant'Anna - Il progetto formativo Il progetto formativo Ogni allievo ordinario della Scuola Superiore Sant'Anna ha la possibilità di seguire un progetto formativo individuale. L'allievo sceglie in prima persona le migliori opportunità per ottenere una formazione altamente qualificata e in linea con le proprie attitudini e aspirazioni. Gli allievi ordinari hanno la possibilità di studiare in una comunità scientifica di livello internazionale. Inoltre, la Scuola Superiore Sant'Anna mette a loro disposizione servizi e attrezzature che agevolano e supportano l'attività di formazione e di ricerca. Una formazione personalizzata Ogni allievo è affiancato da un tutor durante tutto il periodo dei corsi. E' un aiuto importante offerto agli studenti, che nasce per fornire l'orientamento didattico necessario e creare un rapporto diretto ed informale tra allievo e docente. Ogni allievo è tenuto ad aggiornare il proprio tutor sull'avanzamento degli studi sia per quanto riguarda i corsi ordinari della Scuola Superiore Sant'Anna sia per il piano di studi dell'università di Pisa. Essere un allievo ordinario alla Scuola Superiore Sant'Anna Essere allievo alla Scuola Superiore Sant'Anna comporta: - seguire le lezioni e le esercitazioni dei corrispondenti corsi di laurea attivati presso l'università di Pisa, nonchè i corsi interni della Scuola Superiore Sant'Anna, secondo un piano di studio personalizzato e sotto la guida di un tutor - sostenere tutti gli esami previsti dal proprio piano di studi - apprendere almeno due lingue straniere ad un livello equivalente allo studio biennale delle stesse - rendere conto in maniera periodica al proprio tutor del progresso degli studi compiuti durante l'anno accademico in corso, mediante colloqui, seminari o scritti Gli allievi interni devono riportare, negli esami universitari una media non inferiore a 27/30, e in ciascuno di essi un punteggio non inferiore a 24/30, tranne casi eccezionali stabiliti dal Regolamento didattico. A questo soi aggiunge, al termine del percorso formativo, un momento appositamente dedicato all'avvicinamento con il mondo del lavoro. Agli allievi viene infatti richiesto lo svolgimento di uno stage formativo presso aziende ed enti pubblici, nonché centri ed istituti di ricerca 1 di 2 07/03/ :41

2 Scuola Superiore Sant'Anna - Il progetto formativo svolgimento di uno stage formativo presso aziende ed enti pubblici, nonché centri ed istituti di ricerca Le opportunità Per dare ai propri allievi una formazione di respiro internazionale, la Scuola Superiore Sant'Anna integra il percorso di studi con soggiorni studio. Vengono svolti in Italia e all'estero, presso università, aziende o enti pubblici. Per la partecipazione a queste attività la Scuola Superiore Sant'Anna offre appositi contributi. A titolo di esempio: - Scuole brevi di formazione - Partecipazione a convegni e a congressi scientifici, visite brevi - Soggiorni fuori sede per la preparazione della tesi - Stage - Internship in laboratori 2 di 2 07/03/ :41

3 Scuola Superiore Sant'Anna - Come fare domanda per il concorso Come fare domanda per il concorso 1. Dove è possibile trovare il modulo di domanda di partecipazione al concorso e tutte le informazioni sul suo svolgimento? La domanda deve essere registrata sul sito internet della Scuola alla pagina nella sezione AMMISSIONE. Accedendo a tale sezione ogni candidato può registrare la propria domanda seguendo le istruzioni fornite dal programma per la predisposizione di eventuali allegati richiesti dal bando. Successivamente alla registrazione, è necessario far pervenire copia cartacea della domanda stessa (e degli eventuali allegati) e di un documento di identità, secondo una delle seguenti modalità: per posta elettronica all indirizzo (esclusivamente nel caso di candidati in possesso di propria casella di posta elettronica certificata (PEC), all indirizzo via fax al numero 050/ In caso di impossibilità a registrare per via informatica la domanda o di difficoltà incontrate in fase di registrazione, si prega di contattare il numero Qual è il termine ultimo per la presentazione della domanda per la partecipazione al concorso? La domanda per la partecipazione al concorso deve essere registrata on-line all'indirizzo entro il 24 agosto La copia cartacea della domanda (ed eventualmente degli allegati) e del documento di identità deve pervenire alla Scuola entro il 25 agosto 2012 se consegnata personalmente, o inviata per fax o posta. 3. Quando si svolgono le prove scritte? Le prove scritte per l'ammissione alla Scuola si svolgeranno il 6 e il 7 settembre 2012, secondo il calendario pubblicato sul sito della Scuola. 4. Quando si svolgono le prove orali? Le prove orali si svolgeranno, presso la sede della Scuola, Piazza Martiri della Libertà n.33 - Pisa, a partire dal 10 settembre 2012 secondo il calendario pubblicato sul sito web della Scuola. 5. Per partecipare al concorso per il primo anno come allievi ordinari, è necessario iscriversi precedentemente all'università di Pisa? No, possono partecipare al concorso anche coloro che non si sono ancora iscritti all'università di Pisa oppure coloro che hanno effettuato l'iscrizione ad un'università diversa da quella di Pisa (sempre con riferimento al I anno di corso). Alla conclusione del concorso i soli vincitori dovranno obbligatoriamente iscriversi all'università di Pisa per il corso di laurea 1 di 3 07/03/201318:39 prescelto (oppure effettuare il trasferimento d'ateneo nel caso si siano iscritti in altra sede

4 Scuola Superiore Sant'Anna - Come fare domanda per il concorso da quella di Pisa (sempre con riferimento al I anno di corso). Alla conclusione del concorso i soli vincitori dovranno obbligatoriamente iscriversi all'università di Pisa per il corso di laurea prescelto (oppure effettuare il trasferimento d'ateneo nel caso si siano iscritti in altra sede universitaria) per poter frequentare i corsi Ordinari presso la Scuola. 6. E' possibile sostenere il concorso per ordinari quando si è già conseguita la laurea di I livello? No, perché l'ammissione ai corso Ordinari di I livello è consentita soltanto a coloro che hanno conseguito il diploma di maturità nell'anno scolastico 2011/2012 (vd. anche FAQ n. 12). 7. E' possibile partecipare al concorso per gli anni successivi al primo? No, tranne che per il settore di Medicina (corsi di laurea a ciclo unico), per il quale è possibile concorrere rispettivamente anche per il secondo e terzo anno e per il secondo anno (per maggiori dettagli vedere il bando di concorso). 8. Gli esami superati presso la facoltà di un ateneo diverso da quello pisano mi saranno convalidati? La convalida di esami sostenuti presso altre sedi universitarie è di competenza della Segreteria della Facoltà corrispondente dell'università di Pisa: numero verde Call Center ; per maggiori informazioni sulle segreterie studenti: 9. Il concorso di ammissione è compatibile con l'esame d'ingresso presso altre facoltà /università? Si, la Scuola non pone nessun divieto, fatta salva la compatibilità delle date degli esami. Nel caso si concorra per l'ammissione al primo anno del Settore di Medicina e Chirurgia, i candidati sono tenuti a dimostrare il superamento della prova di ammissione ai corsi di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia, programmati a livello nazionale per l'a.a. 2012/2013, presso una delle sedi universitarie statali indicate nel Decreto ministeriale che, annualmente, ne definisce modalità e contenuti. 10. Che relazione c'è tra il concorso di ammissione ai Corsi Ordinari di Medicina e Chirurgia della Scuola e i test di accesso al Corso di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia dell'università di Pisa? Il meccanismo è il seguente: il concorso nazionale deve essere comunque sostenuto perché è condizione per l'ammissione alla prova orale (sempre che il candidato abbia superato le prove scritte della Scuola con un punteggio di almeno 35/50) e l immatricolazione all Università di Pisa. 2 di 3 07/03/201318: Che rapporto esiste tra il concorso di ammissione ai corsi ordinari ed

5 Scuola Superiore Sant'Anna - Come fare domanda per il concorso all Università di Pisa. 11. Che rapporto esiste tra il concorso di ammissione ai corsi ordinari ed eventuali test di accesso alle università per Facoltà diverse da Medicina e Chirurgia? Non c'è nessuna relazione. La riforma universitaria prevede, tuttavia, che le Università verifichino "l'adeguata preparazione iniziale" dei propri studenti per l'accesso ai corsi di laurea mediante appositi test di accesso. Si tratta di meccanismi di orientamento e di allineamento degli studenti e non di sbarramento. Per maggiori informazioni sulle modalità di svolgimento di tali test e sulle loro implicazioni si consiglia di visitare il sito dell'università di Pisa alla pagina matricolandosi.unipi.it/. 12. Per partecipare al concorso è indispensabile aver conseguito il diploma di istruzione secondaria superiore nell'anno scolastico ? Sì, possono partecipare al concorso per l'ammissione al primo anno solo coloro che abbiano conseguito il diploma di istruzione secondaria superiore nell'anno scolastico La votazione conseguita agli esami di Stato rappresenta un requisito di ammissione? No, la selezione avviene soltanto in base ai risultati dell'esame di ammissione. 14. Perchè chiedete di indicare sulla domanda il voto di diploma? La richiesta del voto di maturità serve a soli fini statistici e per gli adempimenti richiesti dalle norme in tema di controllo delle autocertificazioni. 15. A chi mi posso rivolgere se ho altre domande o dubbi da chiarire? Presso la Scuola Superiore Sant'Anna, nel periodo estivo, è attivo un Punto Informazioni, che osserva il seguente orario: dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17. Il venerdì dalle 9 alle 13. Se non si ha la possibilità di recarsi personalmente alla Scuola Superiore Sant'Anna, è possibile contattare il punto informazioni al numero e all'indirizzo N. B. La Scuola Superiore Sant'Anna sarà chiusa nella settimana dal 6 al 19 agosto compresi. 3 di 3 07/03/ :39

6 Scuola Superiore Sant'Anna - Le prove Le prove 1. Dove è possibile reperire gli esempi delle prove degli anni precedenti e altre informazioni utili sul concorso? Le informazioni sullo svolgimento del concorso (come partecipare, i programmi delle materie oggetto del concorso, eventuali testi consigliati, la descrizione delle prove scritte settore per settore e esempi di prove già assegnate) si possono trovare nelle sezioni "Le Prove" e "Esempi di Prove". 2. In che cosa consiste la prova orale? La prova orale consiste in: a) una discussione volta ad approfondire le conoscenze del candidato nelle materie proposte per le prove scritte ed il suo profilo culturale. b) un colloquio volto a valutare l attitudine al settore prescelto e le motivazioni rispetto alla proposta formativa della Scuola; In particolare, per la Classe di Scienze sociali la discussione verterà su due delle tre materie previste per la seconda prova scritta, a scelta del candidato. 3. In cosa consiste la prima prova scritta per la classe di scienze sociali (Economia, Scienze Politiche e Giurisprudenza)? La prima prova scritta consiste nell'approfondimento di un problema della società contemporanea. Ha quindi lo scopo di valutare la cultura generale del candidato, nonché le sue capacità di analisi critica del mondo in cui viviamo. 4. Quali sono i criteri adottati in caso di parità nel punteggio complessivo? In caso di parità di votazione nel complesso delle prove, i titoli di preferenza sono, nell'ordine: - il punteggio globale conseguito nella prova orale - il punteggio conseguito nella prova orale relativa alle materie disciplinari - il punteggio conseguito nel colloquio volto a valutare l attitudine al settore prescelto e le 1 di 2 07/03/201318:39 motivazioni rispetto alla proposta formativa della Scuola.

7 Scuola Superiore Sant'Anna - Le prove - il punteggio conseguito nella prova orale relativa alle materie disciplinari - il punteggio conseguito nel colloquio volto a valutare l attitudine al settore prescelto e le motivazioni rispetto alla proposta formativa della Scuola. 5. Quando e come avviene la comunicazione dell'ammissione alle prove orali? La Scuola provvede a convocare tempestivamente i candidati ammessi alle prove orali indicando il giorno e l'ora stabiliti per lo svolgimento delle suddette prove, nonché il punteggio riportato nelle prove scritte. 6. Dove si possono reperire i risultati delle prove scritte e orali? La Scuola provvederà a comunicare per posta elettronica le valutazioni riportate nelle prove scritte ai candidati non ammessi all'orale. Con le stesse modalità comunicherà l'esito complessivo ai candidati ammessi alla prova orale. La graduatoria generale di merito dei candidati risultati idonei, formulata dalla Commissione ai sensi di quanto disposto dall'art. 13 del Bando di concorso, sarà affissa all'albo della Scuola e resa disponibile sulla pagina 7. Come alloggiare a Pisa durante i giorni del concorso? In occasione del concorso per l'ammissione ai Corsi Ordinari è possibile alloggiare in una delle numerose strutture ricettive di Pisa. Per informazioni un riferimento utile è il sito web dell'agenzia di Promozione Turistica di Pisa (www.pisaturismo.it). Inoltre il Consorzio Turistico Area Pisana offre un servizio di prenotazione (sito internet: tel , fax ). 8. A chi mi posso rivolgere se ho altre domande o dubbi da chiarire? Presso la Scuola Superiore Sant'Anna, nel periodo estivo, è attivo un Punto Informazioni, che osserva il seguente orario: dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17- Il venerdì dalle 9 alle 13. Se non si ha la possibilità di recarsi personalmente alla Scuola Superiore Sant'Anna, è possibile contattare il punto informazioni al numero e all'indirizzo N.B. La Scuola Superiore Sant'Anna sarà chiusa nella settimana dal 6 al 19 agosto compresi. 2 di 2 07/03/ :39

8 Scuola Superiore Sant'Anna - L'ingresso alla Scuola Superior... L'ingresso alla Scuola Superiore Sant'Anna 1. Quali sono i vantaggi di un allievo della Scuola rispetto ad uno studente universitario? Ai propri allievi interni la Scuola offre gratuitamente l'alloggio in apposite strutture, il servizio mensa (colazione, pranzo e cena), l'uso di laboratori scientifici e linguistici, della Biblioteca e del Centro di Calcolo, l'utilizzo di appositi spazi per l'organizzazione di attività ricreative, sportive e culturali. All'interno della Scuola gli allievi seguono inoltre un percorso di formazione integrativo che assicura l'alta qualità degli studi, il confronto interdisciplinare, programmi di scambio con le istituzioni universitarie più prestigiose a livello nazionale ed internazionale, la promozione di tirocini di formazione presso aziende italiane e straniere. Inoltre sono previsti contributi per viaggi di formazione all'estero e per stage. Alla fine del percorso di studi la Scuola conferisce ai propri allievi un diploma di licenza. 2. Quali sono invece gli obblighi di un allievo della Scuola? Un allievo della Scuola deve anzitutto integrare la formazione data dalla propria facoltà con corsi interni tenuti dai docenti della Scuola stessa. Deve inoltre seguire annualmente corsi di lingua a diversi livelli. Deve mantenere una media di almeno 27/30 negli esami sostenuti presso la propria facoltà, rispettando i tempi previsti dal Regolamento Didattico. 3. Un allievo della Scuola Sant'Anna deve pagare le tasse universitarie? L'allievo della Scuola è anche uno studente dell'ateneo Pisano e come tale deve quindi pagare le tasse universitarie. 4. A chi mi posso rivolgere se ho altre domande o dubbi da chiarire? Presso la Scuola Superiore Sant'Anna, nel periodo estivo, è attivo un Punto Informazioni, che osserva il seguente orario: dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17. Il venerdì dalle 9 alle 13.. Se non si ha la possibilità di recarsi personalmente alla Scuola Superiore Sant'Anna, è 1 di 2 07/03/201318:39

9 Scuola Superiore Sant'Anna - L'ingresso alla Scuola Superior... dalle 9 alle 13.. Se non si ha la possibilità di recarsi personalmente alla Scuola Superiore Sant'Anna, è possibile contattare il punto informazioni al numero e all'indirizzo N.B. La Scuola Superiore Sant'Anna è chiusa nella settimana dal 6 al 19 agosto compresi. 2 di 2 07/03/ :39

10 Scuola Superiore Sant'Anna - Le prove Le prove Il concorso è articolato in prove scritte e prove orali. Ciascun Settore (o anno di ammissione) prevede l approfondimento di materie diverse, specificate a fondo pagina. Per la Classe di Scienze Sociali il concorso è unico a prescindere dal Settore per il quale si è scelto di concorrere e prevede, una prova di preselezione per l'ammissione alle prove scritte. Le prove scritte Le prove scritte si propongono principalmente di saggiare la cultura e le potenzialità del candidato su un tema o una problematica del settore da lui prescelto. Tali prove verranno pertanto valutate con riguardo non solo alle conoscenze specifiche del candidato sull argomento oggetto della prove, ma anche alle sue capacità di esposizione, analisi e sintesi. La prova orale La prova orale si articola in una discussione volta ad approfondire le conoscenze del candidato nelle materie proposte per le prove scritte nonché il suo profilo culturale e un colloquio volto a valutare l attitudine al Settore prescelto e le motivazioni rispetto alla proposta formativa della Scuola. Al fine della valutazione relativa al colloquio di settore, la commissione potrà avvalersi del parere di esperti esterni, eventualmente ricorrendo, prima di tale colloquio, alla somministrazione, anche via telematica, di questionari o di altri strumenti di autovalutazione. La valutazione delle prove La durata di ogni prova viene stabilita da ciascuna Commissione giudicatrice. Per le prove scritte ogni Commissione giudicatrice dispone complessivamente di 50 punti. Sono ammessi alla prova orale i candidati che in tali prove abbiano riportato una votazione complessiva non inferiore a 35/50. Per la prova orale ciascuna Commissione giudicatrice dispone complessivamente di 50 punti. La prova si intende superata con una votazione non inferiore a 35/50. Al termine delle prove, le Commissioni giudicatrici formulano una graduatoria di merito degli idonei, in centesimi, sommando i risultati delle votazioni ottenute nelle prove d esame. Saranno ritenuti idonei per l ammissione alla Scuola coloro che avranno riportato una votazione complessiva non inferiore a 70/ di 2 07/03/ :36

11 Scuola Superiore Sant'Anna - Le prove una votazione complessiva non inferiore a 70/ di 2 07/03/ :36

12 Scuola Superiore Sant'Anna - Calendario prove di concorso Calendario prove di concorso Le prove scritte di tutti i Settori si svolgeranno secondo il calendario di seguito riportato. Per essere ammessi nelle aule d esame, sia per le prove di preselezione che per le prove scritte e orali, i candidati dovranno presentarsi muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità. Si segnala che le date di svolgimento delle prove scritte per il settore di Scienze agrarie hanno subito una variazione rispetto a quelle precedentemente comunicate. CONCORSO DI AMMISSIONE AI CORSI ORDINARI a.a CALENDARIO PROVE Classe/Settore Quando Dove SCIENZE SOCIALI (Scienze economiche e manageriali, Scienze giuridiche e Scienze politiche) SCIENZE AGRARIE E BIOTECNOLOGIE 3 settembre ore 10.30: PRESELEZIONE (sessione estiva) 6 settembre ore 9.00: I PROVA SCRITTA 7 settembre ore 9.00: II PROVA SCRITTA 11 e 12 settembre ore 9.00: PROVA ORALE 3 settembre ore 10.30: PRESELEZIONE (sessione estiva) 5 settembre ore 14.00: I PROVA SCRITTA 6 settembre ore 9.00: II PROVA SCRITTA POLO DIDATTICO ETRURIA Via Diotisalvi, 5 - PISA (zona Facoltà di Ingegneria) SEDE DELLA SCUOLA P.zza Martiri della Libertà, 33 POLO DIDATTICO ETRURIA Via Diotisalvi, 5- PISA (zona Facoltà di Ingegneria) SEDE DELLA SCUOLA P.zza Martiri della Libertà, 33 POLO DIDATTICO ETRURIA Via Diotisalvi, 5- PISA (zona Facoltà di Ingegneria) 21 settembre SEDE DELLA 1 di 2 07/03/ :35 ore 9.00: PROVA ORALE

13 Scuola Superiore Sant'Anna - Calendario prove di concorso INGEGNERIA INDUSTRIALE E DELL INFORMAZIONE SCIENZE MEDICHE 21 settembre ore 9.00: PROVA ORALE 3 settembre ore 10.30: PRESELEZIONE (sessione estiva) 6 settembre ore 8.30: PROVA SCRITTA - MATEMATICA ore 15.00: ATTITUDINE ALLA PROGETTAZIONE 7 settembre ore 8.30: PROVA SCRITTA - FISICA 26 e 27 settembre ore 8.30: PROVA ORALE 6 settembre ore 14.00: I PROVA SCRITTA 7 settembre ore 8.30: II PROVA SCRITTA 27 settembre ore 8.30: PROVA ORALE (zona Facoltà di Ingegneria) SEDE DELLA SCUOLA P.zza Martiri della Libertà, 33 POLO DIDATTICO ETRURIA Via Diotisalvi, 5- PISA (zona Facoltà di Ingegneria) SEDE DELLA SCUOLA P.zza Martiri della Libertà, 33 POLO DIDATTICO ETRURIA Via Diotisalvi, 5 - PISA (zona Facoltà di Ingegneria) SEDE DELLA SCUOLA P.zza Martiri della Libertà, 33 2 di 2 07/03/ :35

14 Corsi Unipi_Def_prima_manifesto _Corsi_Unipi_Def_p di 1 07/03/ :41

15 Graduatoria generale di merito Definitiva - Ingegneria industria di 2 07/03/ :40

16 Graduatoria generale di merito Definitiva - Ingegneria industria di 2 07/03/ :40

17 Scuola Superiore Sant'Anna - Ingegneria Ingegneria Per l'ammissione al primo anno di Ingegneria, le prove d esame sono articolate nel modo seguente: Preselezione Prova a risposta multipla con quesiti volti a valutare le capacità di ragionamento (verbale, astratto, logico e numerico) e le conoscenze di base nelle materie oggetto della seconda prova scritta (Matematica, Fisica). Prove scritte 1 prova scritta: Matematica. 2 prova scritta: Fisica. Al candidato verranno proposti una serie di esercizi. Gli esercizi, soprattutto per quanto riguarda le prove di matematica, tendono ad accertare le attitudini del candidato piuttosto che la preparazione pregressa che, per molta parte, dipende dalla scuola in cui si sono compiuti gli studi superiori. In quest ottica, tanto le prove scritte, quanto quelle orali, propongono più quesiti, affinché il candidato che non avesse informazioni sufficienti ad affrontarne qualcuno, possa cimentarsi in altri, dando ugualmente prova delle sue attitudini. 3 prova scritta: Attitudine alla progettazione. La prova consiste in una serie di esercizi ed ha l obiettivo di valutare l attitudine del candidato agli studi ingegneristici e, in particolare, le capacità di formalizzare i problemi, derivare modelli matematici, formulare ipotesi realistiche, identificare le variabili di interesse, trovare soluzioni efficienti e innovative, stimare i valori e le dimensioni di grandezze fisiche, e approssimare le soluzioni. Per tali motivi, alcuni problemi possono essere formulati lasciando alcune variabili non specificate, in modo che il candidato faccia le ipotesi opportune per trovare il risultato. Alcuni problemi possono avere più soluzioni accettabili. Pertanto è compito del candidato individuare le ipotesi opportune, stimare i valori di alcuni parametri non specificati, e individuare un metodo risolutivo che consenta di trovare la soluzione più appropriata. Prova orale Una discussione sulle materie proposte per le prove scritte e un colloquio volto a valutare l attitudine al Settore prescelto e le motivazioni rispetto alla proposta formativa della Scuola. Al fine della valutazione relativa al colloquio di settore, la commissione potrà 1 di 2 avvalersi del parere di esperti esterni, eventualmente ricorrendo, prima di tale colloquio, 07/03/2013 alla 18:33

18 Scuola Superiore Sant'Anna - Ingegneria Scuola. Al fine della valutazione relativa al colloquio di settore, la commissione potrà avvalersi del parere di esperti esterni, eventualmente ricorrendo, prima di tale colloquio, alla somministrazione, anche via telematica, di questionari o di altri strumenti di autovalutazione. 2 di 2 07/03/ :33

19 BANDO DI CONCORSO PER L'AMMISSIONE AI CORSI ORDINARI A.A Art. 1 Ammissione alla Scuola Allegato al D.R. n. 121 del 19 marzo La Scuola Superiore Sant'Anna di Studi Universitari e di Perfezionamento bandisce, per l'anno accademico 2012/2013, un concorso per esami per 50 posti di allievo interno dei Corsi ordinari. La ripartizione dei posti fra le Classi ed i Settori è specificata nel successivo art. 2. I posti potranno essere aumentati, anche tenendo conto del numero di domande di ammissione al concorso e dei risultati dello stesso, qualora, successivamente alla pubblicazione del presente bando, intervengano ulteriori disponibilità finanziarie. 2. La selezione è articolata in una Preselezione (ad eccezione che per il settore di Scienze mediche) ed in prove scritte ed orali, come specificato nei successivi articoli 5, 6, e Gli allievi dei Corsi ordinari partecipano ad attività formative altamente qualificate ad integrazione di quelle impartite nei corsi di laurea dell Università di Pisa. Tali attività consistono in programmi didattici appositi, scambi con l estero e stage presso enti ed aziende. La Scuola si impegna altresì a fornire agli allievi un avanzata preparazione linguistica e, con specifico riguardo alla lingua inglese, una preparazione tale da consentire l'acquisizione, al termine dei corsi, di una conoscenza comparabile agli standard previsti dalle certificazioni internazionali. Gli allievi sono ospitati presso le strutture collegiali in uso alla Scuola. 4. Fermo quanto previsto dall ultimo periodo del comma 5 del presente articolo, entro 30 giorni dall accettazione del posto ciascun vincitore dovrà formalizzare l iscrizione ad uno dei corsi di laurea, ovvero di Laurea magistrale in Giurisprudenza e Medicina e Chirurgia, attivati dall Università di Pisa, affini alle aree disciplinari della Scuola. Tali corsi sono indicati nella tabella riportata in allegato al presente bando. 5. Gli allievi iscritti ad un corso di laurea triennale che al termine del triennio abbiano adempiuto agli obblighi didattici previsti dai Regolamenti della Scuola e rispettino i termini di immatricolazione ai corsi di laurea magistrale stabiliti dall Università di Pisa, potranno accedere ai Corsi ordinari di II livello previo superamento di una procedura di valutazione interna. Successivamente ciascun allievo dovrà iscriversi ad un Corso di laurea magistrale dell Università di Pisa, scelto tra quelli individuati annualmente dal Senato Accademico. È salva, in ogni caso, l applicazione delle Convenzioni stipulate dalla Scuola con l Università di Pisa o con altre Università o Istituzioni di eccellenza di cui all art. 2, comma 3, del regolamento dei Corsi ordinari di I e II livello. Art. 2 Posti a concorso 1. I 50 posti di allievo dei Corsi ordinari sono così ripartiti: Classe Accademica di Scienze Sociali: 25 posti, di cui: - almeno 6 posti per il Settore di Scienze economiche e manageriali - almeno 6 posti per il Settore di Scienze giuridiche - almeno 6 posti per il Settore di Scienze politiche gli altri 7 posti saranno assegnati secondo l'ordine della graduatoria generale di merito degli idonei al primo anno per l intera Classe Accademica di Scienze Sociali; Classe Accademica di Scienze Sperimentali e applicate: 25 posti, di cui: - 4 posti per il Settore di Scienze agrarie e biotecnologie - 11 posti per il Settore di Ingegneria industriale e dell informazione - 10 posti per il Settore di Scienze mediche 2. I concorrenti per il primo anno del Settore di Scienze Mediche sono tenuti a dimostrare il superamento della prova di ammissione ai corsi di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia, programmati a livello nazionale per l'a.a. 2012/2013, presso una delle sedi universitarie statali indicate nel Decreto ministeriale che, annualmente, ne definisce modalità e contenuti. I candidati dovranno riportare un punteggio uguale o superiore a quello conseguito dall ultimo degli ammessi, in base alla

20 prima graduatoria pubblicata dall Università di Pisa. Il conseguimento di tale punteggio costituisce requisito di ammissibilità alla prova orale. Art. 3 Ammissione al primo anno 1. Possono partecipare al concorso per l ammissione al primo anno coloro che abbiano conseguito nell anno scolastico 2011/2012 il diploma di istruzione secondaria superiore o titolo equipollente valido per l'iscrizione a corsi universitari. Art. 4 Ammissione al secondo ed al terzo anno del Settore di Scienze mediche 1. Possono partecipare al concorso per l'ammissione al secondo ed al terzo anno coloro che siano iscritti ad un corso di laurea specialistica in Medicina e Chirurgia presso una Università italiana o straniera, e abbiano superato, con una votazione media non inferiore ai 27/30 o equivalente, tutti gli esami previsti dal piano di studi statutario o da quello individuale approvato dalla Facoltà di provenienza, e che inoltre si siano immatricolati rispettivamente nell a.a. 2011/12 e nell a.a. 2010/ Possono partecipare anche coloro che, al momento della presentazione della domanda, siano in debito di esami rispetto al piano di studi approvato dalla Facoltà di appartenenza, purché negli esami sostenuti abbiano riportato una votazione media non inferiore ai 27/30 o valore equivalente e il debito risulti al massimo di tre esami. 3. Nel caso in cui il candidato abbia già superato tutti gli esami del piano di studi sopra indicato l'ammissione al concorso è automatica; in presenza di debito di esami, l'ammissione è disposta dal Preside della Classe Accademica di Scienze Sperimentali e applicate, sentito il Presidente della Commissione giudicatrice. In quest'ultimo caso i vincitori del concorso dovranno superare gli esami di cui sono in debito nei termini stabiliti dal Regolamento didattico dei corsi ordinari di I e II livello. 4. I requisiti per ottenere l'ammissione al concorso devono essere posseduti al momento della scadenza del termine utile per la presentazione delle domande. 5. Coloro che risulteranno vincitori, se provenienti da altro ateneo, saranno ammessi alla Scuola, salvo buon esito delle procedure di trasferimento presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università di Pisa. Art. 5 Prove per l ammissione al primo anno 1. Per l'ammissione al primo anno le prove d esame sono articolate nel modo seguente: Classe Accademica di Scienze Sociali: La selezione è unica per l ammissione ai Settori di Scienze politiche, Scienze economiche e manageriali e Scienze giuridiche e prevede le seguenti prove: Preselezione: Prova a risposta multipla con quesiti volti a valutare le capacità di ragionamento (verbale, astratto, logico e numerico) e le conoscenze di base nelle materie oggetto della seconda prova scritta (Storia, Filosofia e Matematica); Prove scritte: 1) Prima prova scritta: svolgimento di una prova volta a valutare le capacità di analisi e approfondimento di un problema della società contemporanea; 2) Seconda prova scritta: svolgimento di una prova scelta dal candidato fra tre proposte dalla Commissione, di cui un tema di Storia, un tema di Filosofia e una prova di Matematica. Prova orale Una discussione su due materie, a scelta del candidato, tra quelle oggetto della seconda prova scritta e un colloquio volto a valutare l attitudine al Settore prescelto e le motivazioni rispetto alla proposta formativa della Scuola. Al fine della valutazione relativa al colloquio di settore, la commissione potrà avvalersi del parere di esperti esterni, eventualmente ricorrendo, prima di tale colloquio, alla somministrazione, anche via telematica, di questionari o di altri strumenti di autovalutazione.

BANDO DI CONCORSO PER L'AMMISSIONE AI CORSI ORDINARI A.A. 2013 2014. Art. 1 Ammissione alla Scuola

BANDO DI CONCORSO PER L'AMMISSIONE AI CORSI ORDINARI A.A. 2013 2014. Art. 1 Ammissione alla Scuola BANDO DI CONCORSO PER L'AMMISSIONE AI CORSI ORDINARI A.A. 2013 2014 Art. 1 Ammissione alla Scuola Allegato al D.R. n. 87 del 5 aprile 2013 1. La Scuola Superiore Sant'Anna di Studi Universitari e di Perfezionamento

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER L'AMMISSIONE AI CORSI ORDINARI A.A. 2015 2016. Art. 1 Ammissione alla Scuola

BANDO DI CONCORSO PER L'AMMISSIONE AI CORSI ORDINARI A.A. 2015 2016. Art. 1 Ammissione alla Scuola Allegato 1 al D.R. n. 126 del 27 marzo 2015 BANDO DI CONCORSO PER L'AMMISSIONE AI CORSI ORDINARI A.A. 2015 2016 Art. 1 Ammissione alla Scuola 1. La Scuola Superiore Sant'Anna di Studi Universitari e di

Dettagli

tutto ciò premesso REQUISITI PER L AMMISSIONE

tutto ciò premesso REQUISITI PER L AMMISSIONE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BRESCIA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA BANDO DI AMMISSIONE CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN BIOTECNOLOGIE MEDICHE AFFERENTE ALLA CLASSE DELLE LAUREE LM-9 ANNO ACCADEMICO 2013/2014

Dettagli

La Scuola Superiore Sant Anna e il Concorso per Allievo Ordinario.

La Scuola Superiore Sant Anna e il Concorso per Allievo Ordinario. La Scuola Superiore Sant Anna e il Concorso per Allievo Ordinario. STUDIARE AL SANT ANNA I Corsi ordinari e il concorso di ammissione La Scuola Superiore Sant Anna è un università speciale, un istituto

Dettagli

I.S.I.A. - ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE (DISEGNO INDUSTRIALE)

I.S.I.A. - ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE (DISEGNO INDUSTRIALE) I.S.I.A. - ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE (DISEGNO INDUSTRIALE) MINISTERO ISTRUZIONE, UNIVERSITA E RICERCA ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE piazza della Maddalena, 53 00186 Roma tel.

Dettagli

FISICA CHIMICA MATEMATICA

FISICA CHIMICA MATEMATICA FISICA CHIMICA MATEMATICA con il sostegno Regione Autonoma Friuli Venezia-Giulia enti fondatori Area di Ricerca Comune di Trieste Consorzio per la Fisica Università degli Studi di Trieste enti/soci sostenitori

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Università degli Studi di Cagliari Regolamento Didattico del Corso di Studi in Ingegneria Elettrica, A.A. 2007/08 CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Art. 1. Articolazione del Corso di Laurea in Ingegneria

Dettagli

La durata dei corsi è di 3 anni, con inizio il 1 gennaio 2014 e termine il 31 dicembre 2016.

La durata dei corsi è di 3 anni, con inizio il 1 gennaio 2014 e termine il 31 dicembre 2016. SERVIZIO FORMAZIONE ALLA RICERCA BANDO DI CONCORSO PER 15 BORSE DI DOTTORATO RISERVATE A CANDIDATI STRANIERI PER L AMMISSIONE AI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA- XXIX CICLO SCADENZA: 19 settembre 2013 Art.

Dettagli

La durata dei corsi è di 3 anni, con inizio il 1 novembre 2014 e termine il 31 ottobre 2017.

La durata dei corsi è di 3 anni, con inizio il 1 novembre 2014 e termine il 31 ottobre 2017. SERVIZIO FORMAZIONE ALLA RICERCA BANDO DI CONCORSO PER 15 BORSE DI DOTTORATO RISERVATE A CANDIDATI STRANIERI PER L AMMISSIONE AI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA- XXX CICLO SCADENZA: 9 GIUGNO 2014 Art. 1

Dettagli

BANDO RELATIVO AL TEST DI AMMISSIONE E ASSOLVIMENTO DEL DEBITO FORMATIVO PER I CORSI DI LAUREA TRIENNALE DELLA SCUOLA DI INGEGNERIA

BANDO RELATIVO AL TEST DI AMMISSIONE E ASSOLVIMENTO DEL DEBITO FORMATIVO PER I CORSI DI LAUREA TRIENNALE DELLA SCUOLA DI INGEGNERIA Rep. 179/2013 Prot. 1520 del 1/7/2013 BANDO RELATIVO AL TEST DI AMMISSIONE E ASSOLVIMENTO DEL DEBITO FORMATIVO PER I CORSI DI LAUREA TRIENNALE DELLA SCUOLA DI INGEGNERIA Art. 1 PREMESSA Test per l accertamento

Dettagli

Scuola di Lettere e Beni culturali

Scuola di Lettere e Beni culturali Scuola di Lettere e Beni culturali Titolo: DAMS - DISCIPLINE DELLE ARTI, DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO Testo: LAUREA IN DAMS Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo CLASSE L- 3 REGOLAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA IN MEDICINA E CHIRURGIA (LM41)

REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA IN MEDICINA E CHIRURGIA (LM41) Page 1 of 5 Facoltà: MEDICINA E CHIRURGIA Corso: 8415 - MEDICINA E CHIRURGIA (LM) Ordinamento: DM270 Titolo: MEDICINA E CHIRURGIA Testo: Scuola di Medicina e Chirurgia REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE. Corso di laurea magistrale in Ingegneria meccanica

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE. Corso di laurea magistrale in Ingegneria meccanica UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE Corso di laurea magistrale in Ingegneria meccanica Classe di laurea magistrale n. LM-33 Ingegneria meccanica DM 270/2004,

Dettagli

Facoltà di Giurisprudenza REGOLAMENTO

Facoltà di Giurisprudenza REGOLAMENTO REGOLAMENTO del Corso di Laurea magistrale a ciclo Unico in Giurisprudenza ( Classe LMG /01 ) Anno Accademico di istituzione: 2006/2007 Art. 1. Organizzazione del corso di studio 1. È istituito presso

Dettagli

Articolo 1 Riferimento normativo e obiettivi formativi

Articolo 1 Riferimento normativo e obiettivi formativi Prot. n. 1002 /D1 Bando per l ammissione al corso biennale di Diploma Accademico di secondo livello in DESIGN DEI SISTEMI Anno Accademico 2011/2012 (Delibera n. 217 del Consiglio Accademico del 30.06.11)

Dettagli

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO del Corso di Laurea in SCIENZE DELL ARCHITETTURA (Classe L - 17 ) Anno Accademico di istituzione: 2008-2009 Art. 1. Organizzazione del corso di

Dettagli

Bando di ammissione a.a.2006-2007

Bando di ammissione a.a.2006-2007 UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI LECCE FACOLTA DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE BIOLOGICHE (Classe 12) www.biologia.unile.it Bando di ammissione a.a.2006-2007 La

Dettagli

A.A. 2015/2016 - AVVISO

A.A. 2015/2016 - AVVISO A.A. 2015/2016 - AVVISO di BANDO FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE, NATURALI UNIVERSITÀ DEL SALENTO Corso di laurea ad accesso programmato in: OTTICA E OPTOMETRIA (LB24, CLASSE L-30) PROVA DI AMMISSIONE

Dettagli

Dipartimento di Psicologia e Scienze cognitive

Dipartimento di Psicologia e Scienze cognitive Dipartimento di Psicologia e Scienze cognitive Bando per l ammissione al Corso di Laurea in Scienze e Tecniche di Psicologia Cognitiva Classe L-24 (classe delle lauree in scienze e tecniche psicologiche)

Dettagli

Articolo 2 Periodo di studio all estero

Articolo 2 Periodo di studio all estero BANDO DI MOBILITÀ INTERNAZIONALE PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGRAMMA DI DOPPIA LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA DEL TURISMO DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO - BICOCCA (ITALIA) E DELL ACCADEMIA INTERNAZIONALE

Dettagli

FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA, LINGUE E BENI CULTURALI Il Manager Didattico

FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA, LINGUE E BENI CULTURALI Il Manager Didattico FACOLTA DI LETTERE E FILOSOFIA, LINGUE E BENI CULTURALI CORSO DI LAUREA IN LINGUE, CULTURE E LETTERATURE STRANIERE CLASSE L-11 Conoscenze richieste per l accesso Per l'ammissione al Corso è richiesto un

Dettagli

Bando di ammissione. al corso di laurea magistrale a ciclo unico in. Giurisprudenza. e ai corsi di laurea in

Bando di ammissione. al corso di laurea magistrale a ciclo unico in. Giurisprudenza. e ai corsi di laurea in Bando di ammissione al corso di laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza e ai corsi di laurea in Interfacce e Tecnologie della Comunicazione Scienze e Tecniche di Psicologia Cognitiva Servizio

Dettagli

Università per Stranieri di Siena I L R E T T O R E

Università per Stranieri di Siena I L R E T T O R E Università per Stranieri di Siena Decreto n.454.12 Prot. 11753 I L R E T T O R E - Viste Leggi sull Istruzione Superiore; - Vista la Legge n. 204 del 17/02/1992; - Visto il D.M. n. 509 del 03/11/1999;

Dettagli

Scuola di Lettere e Beni culturali

Scuola di Lettere e Beni culturali Scuola di Lettere e Beni culturali Titolo: SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE Testo: LAUREA IN SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE - CLASSE L- 20 REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI STUDIO PARTE NORMATIVA Art. 1 Requisiti

Dettagli

Allegato al D.R. n.13653 del 3 agosto 2006

Allegato al D.R. n.13653 del 3 agosto 2006 Allegato al D.R. n.13653 del 3 agosto 2006 Procedura di valutazione della preparazione di base finalizzata all iscrizione ai corsi speciali di cui all art. 2, comma 1-c bis e comma 1 ter della Legge 143/2004,

Dettagli

Corso di laurea in SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE

Corso di laurea in SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE Corso di laurea in SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE A.A. 2014/2015 Anno Accademico 2014/2015 I ANNO II ANNO III ANNO E2401P - Scienze e tecniche psicologiche (Classe L-24 D.M. 270/2004) Attivato Attivato

Dettagli

Art. 6 Progetti di tutorato

Art. 6 Progetti di tutorato AVVISO DI SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI ASSEGNI PER COLLABORAZIONI DI TUTORATO E ATTIVITÀ DIDATTICHE- INTEGRATIVE, PROPEDEUTICHE E DI RECUPERO SU FONDI M.I.U.R. (D.M. 198/2003, ART. 2) DA IMPIEGARE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI BIOSCIENZE E BIOTECNOLOGIE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI BIOSCIENZE E BIOTECNOLOGIE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI BIOSCIENZE E BIOTECNOLOGIE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE (CLASSE L-2 BIOTECNOLOGIE) Art. 1 Premesse e finalità 1.

Dettagli

Articolo 2 Periodo di studio all estero

Articolo 2 Periodo di studio all estero BANDO DI MOBILITÀ INTERNAZIONALE PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGRAMMA DI DOPPIA LAUREA MAGISTRALE DI ECONOMIA DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA (ITALIA) E DELL UNIVERSIDAD DE BELGRANO (ARGENTINA),

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA BANDO DI AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE E TECNICHE DELLE ATTIVITA' MOTORIE PREVENTIVE E ADATTATE -CLASSE LM 67- ANNO

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE AREA PER LA DIDATTICA BANDO DI AMMISSIONE. Anno Accademico 2015/16. Selezione Primaverile

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE AREA PER LA DIDATTICA BANDO DI AMMISSIONE. Anno Accademico 2015/16. Selezione Primaverile UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE AREA PER LA DIDATTICA BANDO DI AMMISSIONE Anno Accademico 2015/16 Selezione Primaverile Laurea in Economia aziendale - (classe L-18) Laurea in Economia e commercio - (classe

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE DI SECONDO LIVELLO IN CRIMINOLOGIA FORENSE MA.CRI.F.

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE DI SECONDO LIVELLO IN CRIMINOLOGIA FORENSE MA.CRI.F. REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE DI SECONDO LIVELLO IN CRIMINOLOGIA FORENSE MA.CRI.F. Art. 1 - Istituzione del Master in Criminologia Forense MA.CRI.F. E istituito presso l Università Carlo

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO DI ASSISTENTE AI SERVIZI AMMINISTRATIVI E CONTABILI CAT. C1. IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE,

Dettagli

Possono iscriversi i laureati o gli studenti che conseguiranno la laurea entro il 30 novembre 2015.

Possono iscriversi i laureati o gli studenti che conseguiranno la laurea entro il 30 novembre 2015. Scuola di Economia e Scienze Politiche Avviso di ammissione, anno accademico 2015-2016 Corso di Laurea Magistrale in lingua inglese Human Rights and Multi-level Governance - Classe LM-52 - Classe delle

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI BIOSCIENZE E BIOTECNOLOGIE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI BIOSCIENZE E BIOTECNOLOGIE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI BIOSCIENZE E BIOTECNOLOGIE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN BIOLOGIA (CLASSE LM-6 BIOLOGIA) Art. 1 Premesse e finalità

Dettagli

Articolo 1 Definizioni e finalità

Articolo 1 Definizioni e finalità Università di Cassino Facoltà di Ingegneria Regolamento didattico dei corsi di laurea magistrale in LM-23 - Classe delle Lauree Magistrali in INGEGNERIA CIVILE Ingegneria Civile LM -27 Classe delle Lauree

Dettagli

L'obbligo formativo aggiuntivo assegnato si intende superato con il superamento dell'esame di Matematica generale.

L'obbligo formativo aggiuntivo assegnato si intende superato con il superamento dell'esame di Matematica generale. SCUOLA DI ECONOMIA, MANAGEMENT E STATISTICA Regolamento di MANAGEMENT E MARKETING - Parte normativa- Art. 1 Requisiti per l'accesso al corso Requisiti di accesso Per essere ammessi al corso di laurea è

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN CHIMICA E TECNOLOGIA FARMACEUTICHE (CLASSE LM-13 FARMACIA E FARMACIA

Dettagli

Scuola di Giurisprudenza

Scuola di Giurisprudenza Scuola di Giurisprudenza PARTE NORMATIVA DEL REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN GIURISPRUDENZA - sede di Bologna ART. 1 REQUISITI PER L'ACCESSO AL CORSO Per essere ammesso

Dettagli

Corso Triennale in Disegno industriale. Procedure di ammissione

Corso Triennale in Disegno industriale. Procedure di ammissione Corso Triennale in Disegno industriale Procedure di ammissione A.A. 2014-2015 Informazioni generali L iscrizione al primo anno del corso di Disegno Industriale dell ISIA di Firenze è concessa a un massimo

Dettagli

ORIENTAMENTO ALL UNIVERSITA

ORIENTAMENTO ALL UNIVERSITA ORIENTAMENTO ALL UNIVERSITA Proposte formative e informative per l a.s. 2013-2014 U.O.C. Orientamento, Stage, Placement Viale Europa, 39 25133 Brescia tel. 030 2016083, e-mail orientamento@amm.unibs.it

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER L AMMISSIONE AD UN CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN BIOINGEGNERIA IN COLLABORAZIONE CON LA FONDAZIONE IIT DI GENOVA A.A.

BANDO DI CONCORSO PER L AMMISSIONE AD UN CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN BIOINGEGNERIA IN COLLABORAZIONE CON LA FONDAZIONE IIT DI GENOVA A.A. ALLEGATO 1 AL D.D. N. 671 DEL 27.12.04 BANDO DI CONCORSO PER L AMMISSIONE AD UN CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN BIOINGEGNERIA IN COLLABORAZIONE CON LA FONDAZIONE IIT DI GENOVA A.A. 2004 2005 Art. 1 (Principi

Dettagli

REGOLAMENTO DI CORSO DI LAUREA

REGOLAMENTO DI CORSO DI LAUREA REGOLAMENTO DI CORSO DI LAUREA Corsi di studio: Laurea in Ingegneria elettronica e telecomunicazioni Scuola di Ingegneria e Architettura - Sede di Bologna Classe: L8 Ingegneria dell'informazione Art. 1:

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN MARKETING E ORGANIZZAZIONE D IMPRESA (CLASSE L-18 Scienze dell economia e della gestione aziendale) Art. 1 Premesse e finalità 1. Il presente Regolamento disciplina

Dettagli

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/2015

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/2015 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA DIPARTIMENTO DIIES Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/ 1 Premessa L offerta formativa del DIIES dell Università degli Studi

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA PER LA FINANZA E L ASSICURAZIONE

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA PER LA FINANZA E L ASSICURAZIONE REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA PER LA FINANZA E L ASSICURAZIONE Art. 1 - Denominazione e classe di appartenenza E` istituito presso l'università degli Studi di Torino il Corso di Laurea

Dettagli

REGOLAMENTO TRASFERIMENTI DA ALTRI ATENEI AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA

REGOLAMENTO TRASFERIMENTI DA ALTRI ATENEI AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA REGOLAMENTO TRASFERIMENTI DA ALTRI ATENEI AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA Approvato dal Consiglio di corso di laurea in Medicina e Chirurgia nella seduta del 20/07/2015 Approvato

Dettagli

Ufficio Mobilità Internazionale Università degli Studi di Milano Bicocca Via Dell Innovazione 10 20126 Milano

Ufficio Mobilità Internazionale Università degli Studi di Milano Bicocca Via Dell Innovazione 10 20126 Milano BANDO DI MOBILITÀ INTERNAZIONALE PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGRAMMA DI DOPPIA LAUREA MAGISTRALE IN BIOTECNOLOGIE INDUSTRIALI E DI DOPPIA LAUREA MAGISTRALE IN BIOLOGIA DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA DIREZIONE AMMINISTRATIVA Servizio Segreterie Studenti Avviso di selezione per l assegnazione di contratti per attività di tutorato (tutor junior) presso le Facoltà dell

Dettagli

DOMANDE FREQUENTI. Quali sono le modalità per partecipare al concorso della Scuola Superiore di Catania?

DOMANDE FREQUENTI. Quali sono le modalità per partecipare al concorso della Scuola Superiore di Catania? DOMANDE FREQUENTI Si riportano di seguito alcune domande frequenti sul bando di ammissione alla Scuola Superiore di Catania. Si raccomanda, comunque, di leggere attentamente il bando di ammissione prima

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI AGRARIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI AGRARIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI AGRARIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN Scienze e Tecnologie Agrarie e degli Alimenti (interclasse L-25 - Scienze e Tecnologie Agrarie

Dettagli

Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali. Parte generale

Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali. Parte generale Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali Capo I. Disposizioni generali Parte generale Art. 1. Ambito di competenza 1. Il presente Regolamento disciplina,

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI STUDIO PARTE NORMATIVA -

REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI STUDIO PARTE NORMATIVA - Scuola di Lettere e Beni culturali LAUREA MAGISTRALE IN CINEMA, TELEVISIONE E PRODUZIONE MULTIMEDIALE CLASSE LM-65 REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI STUDIO PARTE NORMATIVA - Art. 1 Requisiti per l'accesso

Dettagli

Università di Pisa DOTTORATO IN LETTERATURE STRANIERE MODERNE (INGLESE, FRANCESE, SPAGNOLO, TEDESCO) REGOLAMENTO

Università di Pisa DOTTORATO IN LETTERATURE STRANIERE MODERNE (INGLESE, FRANCESE, SPAGNOLO, TEDESCO) REGOLAMENTO Università di Pisa DOTTORATO IN LETTERATURE STRANIERE MODERNE (INGLESE, FRANCESE, SPAGNOLO, TEDESCO) REGOLAMENTO Art. 1 Istituzione del Corso di Dottorato di Ricerca Il corso di Dottorato di Ricerca in

Dettagli

Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione. Parte generale

Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione. Parte generale Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione Capo I. Disposizioni generali Parte generale Art. 1. Ambito di competenza 1. Il presente Regolamento

Dettagli

Regolamento della Scuola APD. Scuola di Archivistica Paleografia e Diplomatica

Regolamento della Scuola APD. Scuola di Archivistica Paleografia e Diplomatica Regolamento della Scuola APD ARCHIVIO DI STATO DI NAPOLI Scuola di Archivistica Paleografia e Diplomatica La Scuola dell'archivio di Stato di Napoli fondata nel 1811 con lo scopo di curare la preparazione

Dettagli

Master Universitario di I livello INGEGNERIA METALLURGICA a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di I livello INGEGNERIA METALLURGICA a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Università degli Studi di Udine Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Udine Master Universitario di I livello INGEGNERIA METALLURGICA a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione

Dettagli

BANDO DI CONCORSO VIII edizione Corso di Alta Formazione Marketing e distribuzione di prodotti assicurativi maggio 2008 ottobre 2008

BANDO DI CONCORSO VIII edizione Corso di Alta Formazione Marketing e distribuzione di prodotti assicurativi maggio 2008 ottobre 2008 BANDO DI CONCORSO VIII edizione Corso di Alta Formazione Marketing e distribuzione di prodotti assicurativi maggio 2008 ottobre 2008 Art. 1 Attivazione del Corso Presso la Scuola Superiore Sant'Anna di

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN FARMACIA (CLASSE LM-13 FARMACIA E FARMACIA INDUSTRIALE) Art. 1

Dettagli

BANDO PER ATTIVITA DI TUTORATO RELATIVO ALLE PROBLEMATICHE DELL HANDICAP. Il DIRETTORE

BANDO PER ATTIVITA DI TUTORATO RELATIVO ALLE PROBLEMATICHE DELL HANDICAP. Il DIRETTORE Prot. N. 503 del 18/03/2014 BANDO PER ATTIVITA DI TUTORATO RELATIVO ALLE PROBLEMATICHE DELL HANDICAP Il DIRETTORE VISTI i Regolamenti di Ateneo vigenti, D.R. n.385 del 28.01.2004, con il quale sono stati

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 11 luglio 1980, n. 382; VISTA la legge 19 novembre 1990, n. 341; VISTA la legge 24 dicembre 1993, n. 537 recante «Interventi correttivi di finanza pubblica»

Dettagli

LINGUA INGLESE, ALTRE CONOSCENZE LINGUISTICHE, INFORMATICA DI BASE E TIROCINI

LINGUA INGLESE, ALTRE CONOSCENZE LINGUISTICHE, INFORMATICA DI BASE E TIROCINI Allegato L-14/5 al Regolamento del Corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici per l'impresa, le organizzazioni pubbliche ed il lavoro (art. 11, comma 4 e 12, comma 4) ( i ) LINGUA INGLESE, ALTRE

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE

PROVINCIA DI CROTONE PROVINCIA DI CROTONE REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEGLI ESAMI DI IDONEITA PER DIRETTORE TECNICO DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (approvato con delibera consiliare N nella seduta del, ) La Provincia di

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN CFO- DIREZIONE AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE Seconda Edizione

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN CFO- DIREZIONE AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE Seconda Edizione REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN CFO- DIREZIONE AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE Seconda Edizione Articolo 1 «E istituito presso l Università Carlo Cattaneo -

Dettagli

BANDO DI CONCORSO Emanato con DR278/2014

BANDO DI CONCORSO Emanato con DR278/2014 BANDO DI CONCORSO Emanato con DR278/2014 CORSO DI ALTA FORMAZIONE Corso di formazione Manageriale per Direttori Generali, Sanitari, Amministrativi delle Aziende Sanitarie - di Nuova Nomina II edizione

Dettagli

OPEN DAY LAUREE TRIENNALI 13 LUGLIO 2015

OPEN DAY LAUREE TRIENNALI 13 LUGLIO 2015 Scuola di Lingue e Letterature, Traduzione e Interpretazione - Sede di Bologna OPEN DAY LAUREE TRIENNALI 13 LUGLIO 2015 Presidente prof.ssa Daniela Gallingani Scuola di Lingue e Letterature, Traduzione

Dettagli

Procedura di valutazione dei requisiti di accesso al Corso di Laurea Magistrale in Economia e politica

Procedura di valutazione dei requisiti di accesso al Corso di Laurea Magistrale in Economia e politica Procedura di valutazione dei requisiti di accesso al Corso di Laurea Magistrale in Economia e politica economica (EPELM) Curriculum in Economia e politica economica (EPE) (Ordinamento D.M. 270 - Codice

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN CUSTOMER EXPERIENCE e SOCIAL MEDIA ANALYTICS modalità didattica in presenza A.A. 2015/2016

Dettagli

Cos è la Scuola Galileiana

Cos è la Scuola Galileiana Cos è la Scuola Galileiana Cos è la Scuola Galileiana Cinque anni di eccellenza È la Scuola d eccellenza dell Università di Padova. Un opportunità in più da cogliere per chi si iscrive per la prima volta

Dettagli

BANDO RELATIVO AL TEST DI AUTOVALUTAZIONE PER COLORO CHE INTENDONO IMMATRICOLARSI AI CORSI DI LAUREA TRIENNALE DELLA SCUOLA DI INGEGNERIA

BANDO RELATIVO AL TEST DI AUTOVALUTAZIONE PER COLORO CHE INTENDONO IMMATRICOLARSI AI CORSI DI LAUREA TRIENNALE DELLA SCUOLA DI INGEGNERIA Repertorio n.219/2014 Prot. n. 2398 del 03.07.2014 Fascicolo V/2.1 - Class. V/2 BANDO RELATIVO AL TEST DI AUTOVALUTAZIONE PER COLORO CHE INTENDONO IMMATRICOLARSI AI CORSI DI LAUREA TRIENNALE DELLA SCUOLA

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale Interateneo in Fisica Manifesto degli Studi A.A. 2015/2016

Corso di Laurea Magistrale Interateneo in Fisica Manifesto degli Studi A.A. 2015/2016 Corso di Laurea Magistrale Interateneo in Fisica Manifesto degli Studi A.A. 2015/2016 Indice: Premessa, Borse di studio, Internazionalizzazione 1) Titoli accademici 2) Requisiti di ammissione 3) Periodo

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI STUDIO: Culture e tecniche del costume e della moda FACOLTÀ: Lettere e Filosofia CLASSE: 23 Art. 1 Coerenza tra crediti delle attività formative e obiettivi formativi programmati

Dettagli

Ammissione al Corso di Laurea Magistrale in SOCIOLOGIA E SERVIZIO SOCIALE (SOSS) cod. 8786 (Classe lauree magistrali LM 87 e LM 88) a.a.

Ammissione al Corso di Laurea Magistrale in SOCIOLOGIA E SERVIZIO SOCIALE (SOSS) cod. 8786 (Classe lauree magistrali LM 87 e LM 88) a.a. SCUOLA DI SCIENZE POLITICHE VICEPRESIDENZA DI BOLOGNA Ammissione al Corso di Laurea Magistrale in SOCIOLOGIA E SERVIZIO SOCIALE (SOSS) cod. 8786 (Classe lauree magistrali LM 87 e LM 88) a.a. 2015/16 Il

Dettagli

FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE, NATURALI UNIVERSITÀ DEL SALENTO

FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE, NATURALI UNIVERSITÀ DEL SALENTO AVVISO di BANDO FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE, NATURALI UNIVERSITÀ DEL SALENTO Corso di laurea magistrale ad accesso libero in: SCIENZE AMBIENTALI (LM60, CLASSE LM-75) PROVE DI AMMISSIONE A.A.

Dettagli

SEGRETERIA SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE TFA E PAS. Bando di concorso per l ammissione al primo anno delle Scuole di Specializzazione area sanitaria

SEGRETERIA SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE TFA E PAS. Bando di concorso per l ammissione al primo anno delle Scuole di Specializzazione area sanitaria DIV.III-7/ED/GB/mb Il D.P.R. 10.03.1982, n. 162; il D.M. 16.09.1982; SEGRETERIA SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE TFA E PAS Bando di concorso per l ammissione al primo anno delle Scuole di Specializzazione area

Dettagli

Articolo 1 Definizioni e finalità. Articolo 2 Attività formative

Articolo 1 Definizioni e finalità. Articolo 2 Attività formative Università di Cassino Facoltà di Ingegneria Regolamento didattico dei corsi di laurea in L7 - Classe delle Lauree in INGEGNERIA CIVILE ED AMBIENTALE Ingegneria Civile ed Ambientale L8 - Classe delle Lauree

Dettagli

Ammissione al Corso di Laurea Magistrale in POLITICA, AMMINISTRAZIONE E ORGANIZZAZIONE (PAO) cod. 8784 (classe lauree magistrali LM 63) a.a.

Ammissione al Corso di Laurea Magistrale in POLITICA, AMMINISTRAZIONE E ORGANIZZAZIONE (PAO) cod. 8784 (classe lauree magistrali LM 63) a.a. SCUOLA DI SCIENZE POLITICHE VICEPRESIDENZA DI BOLOGNA Ammissione al Corso di Laurea Magistrale in POLITICA, AMMINISTRAZIONE E ORGANIZZAZIONE (PAO) cod. 8784 (classe lauree magistrali LM 63) a.a. 2015/16

Dettagli

BANDO DI CONCORSO A.A. 2007/2008

BANDO DI CONCORSO A.A. 2007/2008 BANDO DI CONCORSO A.A. 2007/2008 ART. 1 Attivazione VIII Edizione della Scuola Estiva di Alta Formazione Nuove metodologie partecipative per la cooperazione allo sviluppo rurale in Africa (Ex - Sistemi

Dettagli

CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO in TECNOLOGIE FARMACEUTICHE E ATTIVITA REGOLATORIE

CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO in TECNOLOGIE FARMACEUTICHE E ATTIVITA REGOLATORIE CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO in TECNOLOGIE FARMACEUTICHE E ATTIVITA REGOLATORIE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA IN COLLABORAZIONE CON CONSORZIO INTERUNIVERSITARIO DI TECNOLOGIE FARMACEUTICHE

Dettagli

IL TECNICO DIRIGENTE DEL NUOVO ENTE LOCALE

IL TECNICO DIRIGENTE DEL NUOVO ENTE LOCALE FACOLTA DI INGEGNERIA BANDO PER L AMMISSIONE AL MASTER DI II LIVELLO IL TECNICO DIRIGENTE DEL NUOVO ENTE LOCALE Anno Accademico 2007 2008 Codice Corso di Studio da inserire nel bollettino di immatricolazione:

Dettagli

FACOLTA' DI ECONOMIA

FACOLTA' DI ECONOMIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI ANCONA FACOLTA' DI ECONOMIA DIPLOMI UNIVERSITARI IN "Economia ed Amministrazione delle Imprese" Economia e Gestione dei Servizi Turistici "Servizio Sociale" Anno Accademico 2000/2001

Dettagli

Art. 1 Definizioni Art. 2 Istituzione Art. 3 Obiettivi formativi specifici Art. 4 Risultati di apprendimento attesi

Art. 1 Definizioni Art. 2 Istituzione Art. 3 Obiettivi formativi specifici Art. 4 Risultati di apprendimento attesi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE E INTERNAZIONALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE INTERNAZIONALI INTERNATIONAL STUDIES (Classe LM 52 Relazioni

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA DI AGRARIA REGOLAMENTO ELABORATO FINALE LAUREA/TESI DI LAUREA MAGISTRALE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA DI AGRARIA REGOLAMENTO ELABORATO FINALE LAUREA/TESI DI LAUREA MAGISTRALE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA DI AGRARIA REGOLAMENTO ELABORATO FINALE LAUREA/TESI DI LAUREA MAGISTRALE Art. 1 Riferimenti Normativi L articolo 21 del Regolamento didattico dell Università degli

Dettagli

AREA AFFARI GENERALI

AREA AFFARI GENERALI AREA AFFARI GENERALI BANDO DI MOBILITA VOLONTARIA ESTERNA EX ART. 30 D.LGS 165/2001 PER LA COPERTURA A TEMPO PIENO ED INDETERMINATO DI UN POSTO DI ISTRUTTORE CONTABILE CAT. C SETTORE FINANZIARIO. IL SEGRETARIO

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico 2014) Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016

Dettagli

SCADENZA BANDO: 14/11/2014

SCADENZA BANDO: 14/11/2014 ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA Bando di concorso per l assegnazione di 3 Premi di Studio intitolati alla memoria dell Ing. Lodovico Priori per laureandi/laureati in materie attinenti l ambito

Dettagli

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e Sede U.C.S.C. Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013 CLASSE DI LAUREA DI APPARTENENZA: LM/SNT1 SCIENZE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SCIENZE GASTRONOMICHE REGOLAMENTO DI ATENEO IN MATERIA DI BORSE DI STUDIO PER ADDESTRAMENTO E PERFEZIONAMENTO ALLA RICERCA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SCIENZE GASTRONOMICHE REGOLAMENTO DI ATENEO IN MATERIA DI BORSE DI STUDIO PER ADDESTRAMENTO E PERFEZIONAMENTO ALLA RICERCA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SCIENZE GASTRONOMICHE REGOLAMENTO DI ATENEO IN MATERIA DI BORSE DI STUDIO PER ADDESTRAMENTO E PERFEZIONAMENTO ALLA RICERCA Art. 1 - Finalità e oggetto 1.1 Il presente regolamento

Dettagli

Bando di selezione per l anno accademico 2013/2014 per corsi di laurea, corsi di laurea magistrale a ciclo unico e corsi di laurea magistrale

Bando di selezione per l anno accademico 2013/2014 per corsi di laurea, corsi di laurea magistrale a ciclo unico e corsi di laurea magistrale Bando di selezione per l anno accademico 2013/2014 per corsi di laurea, corsi di laurea magistrale a ciclo unico e corsi di laurea magistrale Bando di selezione per l anno accademico 2013/2014 per corsi

Dettagli

Per partecipare alla selezione i candidati devono possedere i requisiti di seguito elencati:

Per partecipare alla selezione i candidati devono possedere i requisiti di seguito elencati: Allegato A AVVISO PER LA SELEZIONE DI N. 2 NEOLAUREATI PER L INSERIMENTO IN TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO DA ATTIVARE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI CAMPOBASSO - CENTRO PATLIB (Patent Library)

Dettagli

Regolamento didattico del corso di studio MAGISTRALE in Economia e Management Marittimo Portuale

Regolamento didattico del corso di studio MAGISTRALE in Economia e Management Marittimo Portuale Regolamento didattico del corso di studio MAGISTRALE in Economia e Management Marittimo Portuale Art. 1 Premessa e ambito di competenza Art. 2 Requisiti di ammissione. Modalità di verifica Il presente

Dettagli

D E C R E T A. Dipartimento Risorse Umane e Organizzazione Area Reclutamento Settore V Oggetto: bando concorso ammissione C.L.M. in Psicologia clinica

D E C R E T A. Dipartimento Risorse Umane e Organizzazione Area Reclutamento Settore V Oggetto: bando concorso ammissione C.L.M. in Psicologia clinica Decreto n.5315 IL RETTORE VISTA la legge 9.5.1989, n. 168; VISTA la legge 7.8.1990, n. 241 e successive modificazioni ed integrazioni; VISTA la legge 5.2.1992, n.104, così come modificata dalla legge 28

Dettagli

Bando per l ammissione. ai corsi di laurea in. Fisica. Matematica. Informatica. Ingegneria dell Informazione e Organizzazione d Impresa

Bando per l ammissione. ai corsi di laurea in. Fisica. Matematica. Informatica. Ingegneria dell Informazione e Organizzazione d Impresa Bando per l ammissione ai corsi di laurea in Fisica Matematica Informatica Ingegneria dell Informazione e Organizzazione d Impresa Ingegneria dell Informazione e delle Comunicazioni ANNO ACCADEMICO 2015/2016

Dettagli

UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA ISTITUITA CON D.M. 8/05/2006 MASTER DI I LIVELLO TEORIE E TECNICHE DI VALUTAZIONE NELLA SCUOLA II EDIZIONE

UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA ISTITUITA CON D.M. 8/05/2006 MASTER DI I LIVELLO TEORIE E TECNICHE DI VALUTAZIONE NELLA SCUOLA II EDIZIONE UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA ISTITUITA CON D.M. 8/05/2006 MASTER DI I LIVELLO in TEORIE E TECNICHE DI VALUTAZIONE NELLA SCUOLA II EDIZIONE L Università Telematica San Raffaele Roma ha attivato

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DELLE BORSE DI STUDIO PER STUDENTI DEL PERCORSO FORMATIVO COMUNE DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MATEMATICA

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DELLE BORSE DI STUDIO PER STUDENTI DEL PERCORSO FORMATIVO COMUNE DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MATEMATICA REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DELLE BORSE DI STUDIO PER STUDENTI DEL PERCORSO FORMATIVO COMUNE DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MATEMATICA Art. 1 - Finalità, durata, e modalità di assegnazione 1. La

Dettagli

SCIENZA E TECNICHE DELLA PREVENZIONE E DELLA SICUREZZA LIVELLO I - A.A. 2015-2016 EDIZIONE VII

SCIENZA E TECNICHE DELLA PREVENZIONE E DELLA SICUREZZA LIVELLO I - A.A. 2015-2016 EDIZIONE VII SCIENZA E TECNICHE DELLA PREVENZIONE E DELLA SICUREZZA LIVELLO I - A.A. 2015-2016 EDIZIONE VII Presentazione Il Master mira alla definizione di una figura professionale tecnico-scientifica di alto livello

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SALERNO MANIFESTO DEGLI STUDI Anno Accademico 2013/14 Approvato dal Senato Accademico nella seduta del 18 giugno 2013 INDICE >OFFERTA FORMATIVA< TEST E PROVE DI ACCESSO IMMATRICOLAZIONI

Dettagli

STUDENTI STRANIERI RESIDENTI ALL ESTERO

STUDENTI STRANIERI RESIDENTI ALL ESTERO NORME PER L ACCESSO DEGLI STUDENTI STRANIERI AI CORSI UNIVERSITARI PER IL TRIENNIO 2011-2014 (nota ministeriale prot. n. 602 del 18 maggio 2011) STUDENTI STRANIERI RESIDENTI ALL ESTERO IMMATRICOLAZIONE

Dettagli

BANDO UNICO BORSE DI STUDIO

BANDO UNICO BORSE DI STUDIO BANDO UNICO BORSE DI STUDIO a.a. 2015 - Viste le disposizione del Regolamento di Quality Evolution Consulting - Area Management - Divisione Master a.a. 2015; - Viste le disposizioni di politica della qualità

Dettagli

BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN. Tecnologie Farmaceutiche ed Attività Regolatorie

BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN. Tecnologie Farmaceutiche ed Attività Regolatorie BANDO DI AMMISSIONE CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN Tecnologie Farmaceutiche ed Attività Regolatorie Istituito ai sensi del D.M. 22/10/2004 n. 270, realizzato

Dettagli