Il progetto formativo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il progetto formativo"

Transcript

1 Scuola Superiore Sant'Anna - Il progetto formativo Il progetto formativo Ogni allievo ordinario della Scuola Superiore Sant'Anna ha la possibilità di seguire un progetto formativo individuale. L'allievo sceglie in prima persona le migliori opportunità per ottenere una formazione altamente qualificata e in linea con le proprie attitudini e aspirazioni. Gli allievi ordinari hanno la possibilità di studiare in una comunità scientifica di livello internazionale. Inoltre, la Scuola Superiore Sant'Anna mette a loro disposizione servizi e attrezzature che agevolano e supportano l'attività di formazione e di ricerca. Una formazione personalizzata Ogni allievo è affiancato da un tutor durante tutto il periodo dei corsi. E' un aiuto importante offerto agli studenti, che nasce per fornire l'orientamento didattico necessario e creare un rapporto diretto ed informale tra allievo e docente. Ogni allievo è tenuto ad aggiornare il proprio tutor sull'avanzamento degli studi sia per quanto riguarda i corsi ordinari della Scuola Superiore Sant'Anna sia per il piano di studi dell'università di Pisa. Essere un allievo ordinario alla Scuola Superiore Sant'Anna Essere allievo alla Scuola Superiore Sant'Anna comporta: - seguire le lezioni e le esercitazioni dei corrispondenti corsi di laurea attivati presso l'università di Pisa, nonchè i corsi interni della Scuola Superiore Sant'Anna, secondo un piano di studio personalizzato e sotto la guida di un tutor - sostenere tutti gli esami previsti dal proprio piano di studi - apprendere almeno due lingue straniere ad un livello equivalente allo studio biennale delle stesse - rendere conto in maniera periodica al proprio tutor del progresso degli studi compiuti durante l'anno accademico in corso, mediante colloqui, seminari o scritti Gli allievi interni devono riportare, negli esami universitari una media non inferiore a 27/30, e in ciascuno di essi un punteggio non inferiore a 24/30, tranne casi eccezionali stabiliti dal Regolamento didattico. A questo soi aggiunge, al termine del percorso formativo, un momento appositamente dedicato all'avvicinamento con il mondo del lavoro. Agli allievi viene infatti richiesto lo svolgimento di uno stage formativo presso aziende ed enti pubblici, nonché centri ed istituti di ricerca 1 di 2 07/03/ :41

2 Scuola Superiore Sant'Anna - Il progetto formativo svolgimento di uno stage formativo presso aziende ed enti pubblici, nonché centri ed istituti di ricerca Le opportunità Per dare ai propri allievi una formazione di respiro internazionale, la Scuola Superiore Sant'Anna integra il percorso di studi con soggiorni studio. Vengono svolti in Italia e all'estero, presso università, aziende o enti pubblici. Per la partecipazione a queste attività la Scuola Superiore Sant'Anna offre appositi contributi. A titolo di esempio: - Scuole brevi di formazione - Partecipazione a convegni e a congressi scientifici, visite brevi - Soggiorni fuori sede per la preparazione della tesi - Stage - Internship in laboratori 2 di 2 07/03/ :41

3 Scuola Superiore Sant'Anna - Come fare domanda per il concorso Come fare domanda per il concorso 1. Dove è possibile trovare il modulo di domanda di partecipazione al concorso e tutte le informazioni sul suo svolgimento? La domanda deve essere registrata sul sito internet della Scuola alla pagina nella sezione AMMISSIONE. Accedendo a tale sezione ogni candidato può registrare la propria domanda seguendo le istruzioni fornite dal programma per la predisposizione di eventuali allegati richiesti dal bando. Successivamente alla registrazione, è necessario far pervenire copia cartacea della domanda stessa (e degli eventuali allegati) e di un documento di identità, secondo una delle seguenti modalità: per posta elettronica all indirizzo (esclusivamente nel caso di candidati in possesso di propria casella di posta elettronica certificata (PEC), all indirizzo via fax al numero 050/ In caso di impossibilità a registrare per via informatica la domanda o di difficoltà incontrate in fase di registrazione, si prega di contattare il numero Qual è il termine ultimo per la presentazione della domanda per la partecipazione al concorso? La domanda per la partecipazione al concorso deve essere registrata on-line all'indirizzo entro il 24 agosto La copia cartacea della domanda (ed eventualmente degli allegati) e del documento di identità deve pervenire alla Scuola entro il 25 agosto 2012 se consegnata personalmente, o inviata per fax o posta. 3. Quando si svolgono le prove scritte? Le prove scritte per l'ammissione alla Scuola si svolgeranno il 6 e il 7 settembre 2012, secondo il calendario pubblicato sul sito della Scuola. 4. Quando si svolgono le prove orali? Le prove orali si svolgeranno, presso la sede della Scuola, Piazza Martiri della Libertà n.33 - Pisa, a partire dal 10 settembre 2012 secondo il calendario pubblicato sul sito web della Scuola. 5. Per partecipare al concorso per il primo anno come allievi ordinari, è necessario iscriversi precedentemente all'università di Pisa? No, possono partecipare al concorso anche coloro che non si sono ancora iscritti all'università di Pisa oppure coloro che hanno effettuato l'iscrizione ad un'università diversa da quella di Pisa (sempre con riferimento al I anno di corso). Alla conclusione del concorso i soli vincitori dovranno obbligatoriamente iscriversi all'università di Pisa per il corso di laurea 1 di 3 07/03/201318:39 prescelto (oppure effettuare il trasferimento d'ateneo nel caso si siano iscritti in altra sede

4 Scuola Superiore Sant'Anna - Come fare domanda per il concorso da quella di Pisa (sempre con riferimento al I anno di corso). Alla conclusione del concorso i soli vincitori dovranno obbligatoriamente iscriversi all'università di Pisa per il corso di laurea prescelto (oppure effettuare il trasferimento d'ateneo nel caso si siano iscritti in altra sede universitaria) per poter frequentare i corsi Ordinari presso la Scuola. 6. E' possibile sostenere il concorso per ordinari quando si è già conseguita la laurea di I livello? No, perché l'ammissione ai corso Ordinari di I livello è consentita soltanto a coloro che hanno conseguito il diploma di maturità nell'anno scolastico 2011/2012 (vd. anche FAQ n. 12). 7. E' possibile partecipare al concorso per gli anni successivi al primo? No, tranne che per il settore di Medicina (corsi di laurea a ciclo unico), per il quale è possibile concorrere rispettivamente anche per il secondo e terzo anno e per il secondo anno (per maggiori dettagli vedere il bando di concorso). 8. Gli esami superati presso la facoltà di un ateneo diverso da quello pisano mi saranno convalidati? La convalida di esami sostenuti presso altre sedi universitarie è di competenza della Segreteria della Facoltà corrispondente dell'università di Pisa: numero verde Call Center ; per maggiori informazioni sulle segreterie studenti: 9. Il concorso di ammissione è compatibile con l'esame d'ingresso presso altre facoltà /università? Si, la Scuola non pone nessun divieto, fatta salva la compatibilità delle date degli esami. Nel caso si concorra per l'ammissione al primo anno del Settore di Medicina e Chirurgia, i candidati sono tenuti a dimostrare il superamento della prova di ammissione ai corsi di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia, programmati a livello nazionale per l'a.a. 2012/2013, presso una delle sedi universitarie statali indicate nel Decreto ministeriale che, annualmente, ne definisce modalità e contenuti. 10. Che relazione c'è tra il concorso di ammissione ai Corsi Ordinari di Medicina e Chirurgia della Scuola e i test di accesso al Corso di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia dell'università di Pisa? Il meccanismo è il seguente: il concorso nazionale deve essere comunque sostenuto perché è condizione per l'ammissione alla prova orale (sempre che il candidato abbia superato le prove scritte della Scuola con un punteggio di almeno 35/50) e l immatricolazione all Università di Pisa. 2 di 3 07/03/201318: Che rapporto esiste tra il concorso di ammissione ai corsi ordinari ed

5 Scuola Superiore Sant'Anna - Come fare domanda per il concorso all Università di Pisa. 11. Che rapporto esiste tra il concorso di ammissione ai corsi ordinari ed eventuali test di accesso alle università per Facoltà diverse da Medicina e Chirurgia? Non c'è nessuna relazione. La riforma universitaria prevede, tuttavia, che le Università verifichino "l'adeguata preparazione iniziale" dei propri studenti per l'accesso ai corsi di laurea mediante appositi test di accesso. Si tratta di meccanismi di orientamento e di allineamento degli studenti e non di sbarramento. Per maggiori informazioni sulle modalità di svolgimento di tali test e sulle loro implicazioni si consiglia di visitare il sito dell'università di Pisa alla pagina matricolandosi.unipi.it/. 12. Per partecipare al concorso è indispensabile aver conseguito il diploma di istruzione secondaria superiore nell'anno scolastico ? Sì, possono partecipare al concorso per l'ammissione al primo anno solo coloro che abbiano conseguito il diploma di istruzione secondaria superiore nell'anno scolastico La votazione conseguita agli esami di Stato rappresenta un requisito di ammissione? No, la selezione avviene soltanto in base ai risultati dell'esame di ammissione. 14. Perchè chiedete di indicare sulla domanda il voto di diploma? La richiesta del voto di maturità serve a soli fini statistici e per gli adempimenti richiesti dalle norme in tema di controllo delle autocertificazioni. 15. A chi mi posso rivolgere se ho altre domande o dubbi da chiarire? Presso la Scuola Superiore Sant'Anna, nel periodo estivo, è attivo un Punto Informazioni, che osserva il seguente orario: dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17. Il venerdì dalle 9 alle 13. Se non si ha la possibilità di recarsi personalmente alla Scuola Superiore Sant'Anna, è possibile contattare il punto informazioni al numero e all'indirizzo N. B. La Scuola Superiore Sant'Anna sarà chiusa nella settimana dal 6 al 19 agosto compresi. 3 di 3 07/03/ :39

6 Scuola Superiore Sant'Anna - Le prove Le prove 1. Dove è possibile reperire gli esempi delle prove degli anni precedenti e altre informazioni utili sul concorso? Le informazioni sullo svolgimento del concorso (come partecipare, i programmi delle materie oggetto del concorso, eventuali testi consigliati, la descrizione delle prove scritte settore per settore e esempi di prove già assegnate) si possono trovare nelle sezioni "Le Prove" e "Esempi di Prove". 2. In che cosa consiste la prova orale? La prova orale consiste in: a) una discussione volta ad approfondire le conoscenze del candidato nelle materie proposte per le prove scritte ed il suo profilo culturale. b) un colloquio volto a valutare l attitudine al settore prescelto e le motivazioni rispetto alla proposta formativa della Scuola; In particolare, per la Classe di Scienze sociali la discussione verterà su due delle tre materie previste per la seconda prova scritta, a scelta del candidato. 3. In cosa consiste la prima prova scritta per la classe di scienze sociali (Economia, Scienze Politiche e Giurisprudenza)? La prima prova scritta consiste nell'approfondimento di un problema della società contemporanea. Ha quindi lo scopo di valutare la cultura generale del candidato, nonché le sue capacità di analisi critica del mondo in cui viviamo. 4. Quali sono i criteri adottati in caso di parità nel punteggio complessivo? In caso di parità di votazione nel complesso delle prove, i titoli di preferenza sono, nell'ordine: - il punteggio globale conseguito nella prova orale - il punteggio conseguito nella prova orale relativa alle materie disciplinari - il punteggio conseguito nel colloquio volto a valutare l attitudine al settore prescelto e le 1 di 2 07/03/201318:39 motivazioni rispetto alla proposta formativa della Scuola.

7 Scuola Superiore Sant'Anna - Le prove - il punteggio conseguito nella prova orale relativa alle materie disciplinari - il punteggio conseguito nel colloquio volto a valutare l attitudine al settore prescelto e le motivazioni rispetto alla proposta formativa della Scuola. 5. Quando e come avviene la comunicazione dell'ammissione alle prove orali? La Scuola provvede a convocare tempestivamente i candidati ammessi alle prove orali indicando il giorno e l'ora stabiliti per lo svolgimento delle suddette prove, nonché il punteggio riportato nelle prove scritte. 6. Dove si possono reperire i risultati delle prove scritte e orali? La Scuola provvederà a comunicare per posta elettronica le valutazioni riportate nelle prove scritte ai candidati non ammessi all'orale. Con le stesse modalità comunicherà l'esito complessivo ai candidati ammessi alla prova orale. La graduatoria generale di merito dei candidati risultati idonei, formulata dalla Commissione ai sensi di quanto disposto dall'art. 13 del Bando di concorso, sarà affissa all'albo della Scuola e resa disponibile sulla pagina 7. Come alloggiare a Pisa durante i giorni del concorso? In occasione del concorso per l'ammissione ai Corsi Ordinari è possibile alloggiare in una delle numerose strutture ricettive di Pisa. Per informazioni un riferimento utile è il sito web dell'agenzia di Promozione Turistica di Pisa (www.pisaturismo.it). Inoltre il Consorzio Turistico Area Pisana offre un servizio di prenotazione (sito internet: tel , fax ). 8. A chi mi posso rivolgere se ho altre domande o dubbi da chiarire? Presso la Scuola Superiore Sant'Anna, nel periodo estivo, è attivo un Punto Informazioni, che osserva il seguente orario: dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17- Il venerdì dalle 9 alle 13. Se non si ha la possibilità di recarsi personalmente alla Scuola Superiore Sant'Anna, è possibile contattare il punto informazioni al numero e all'indirizzo N.B. La Scuola Superiore Sant'Anna sarà chiusa nella settimana dal 6 al 19 agosto compresi. 2 di 2 07/03/ :39

8 Scuola Superiore Sant'Anna - L'ingresso alla Scuola Superior... L'ingresso alla Scuola Superiore Sant'Anna 1. Quali sono i vantaggi di un allievo della Scuola rispetto ad uno studente universitario? Ai propri allievi interni la Scuola offre gratuitamente l'alloggio in apposite strutture, il servizio mensa (colazione, pranzo e cena), l'uso di laboratori scientifici e linguistici, della Biblioteca e del Centro di Calcolo, l'utilizzo di appositi spazi per l'organizzazione di attività ricreative, sportive e culturali. All'interno della Scuola gli allievi seguono inoltre un percorso di formazione integrativo che assicura l'alta qualità degli studi, il confronto interdisciplinare, programmi di scambio con le istituzioni universitarie più prestigiose a livello nazionale ed internazionale, la promozione di tirocini di formazione presso aziende italiane e straniere. Inoltre sono previsti contributi per viaggi di formazione all'estero e per stage. Alla fine del percorso di studi la Scuola conferisce ai propri allievi un diploma di licenza. 2. Quali sono invece gli obblighi di un allievo della Scuola? Un allievo della Scuola deve anzitutto integrare la formazione data dalla propria facoltà con corsi interni tenuti dai docenti della Scuola stessa. Deve inoltre seguire annualmente corsi di lingua a diversi livelli. Deve mantenere una media di almeno 27/30 negli esami sostenuti presso la propria facoltà, rispettando i tempi previsti dal Regolamento Didattico. 3. Un allievo della Scuola Sant'Anna deve pagare le tasse universitarie? L'allievo della Scuola è anche uno studente dell'ateneo Pisano e come tale deve quindi pagare le tasse universitarie. 4. A chi mi posso rivolgere se ho altre domande o dubbi da chiarire? Presso la Scuola Superiore Sant'Anna, nel periodo estivo, è attivo un Punto Informazioni, che osserva il seguente orario: dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17. Il venerdì dalle 9 alle 13.. Se non si ha la possibilità di recarsi personalmente alla Scuola Superiore Sant'Anna, è 1 di 2 07/03/201318:39

9 Scuola Superiore Sant'Anna - L'ingresso alla Scuola Superior... dalle 9 alle 13.. Se non si ha la possibilità di recarsi personalmente alla Scuola Superiore Sant'Anna, è possibile contattare il punto informazioni al numero e all'indirizzo N.B. La Scuola Superiore Sant'Anna è chiusa nella settimana dal 6 al 19 agosto compresi. 2 di 2 07/03/ :39

10 Scuola Superiore Sant'Anna - Le prove Le prove Il concorso è articolato in prove scritte e prove orali. Ciascun Settore (o anno di ammissione) prevede l approfondimento di materie diverse, specificate a fondo pagina. Per la Classe di Scienze Sociali il concorso è unico a prescindere dal Settore per il quale si è scelto di concorrere e prevede, una prova di preselezione per l'ammissione alle prove scritte. Le prove scritte Le prove scritte si propongono principalmente di saggiare la cultura e le potenzialità del candidato su un tema o una problematica del settore da lui prescelto. Tali prove verranno pertanto valutate con riguardo non solo alle conoscenze specifiche del candidato sull argomento oggetto della prove, ma anche alle sue capacità di esposizione, analisi e sintesi. La prova orale La prova orale si articola in una discussione volta ad approfondire le conoscenze del candidato nelle materie proposte per le prove scritte nonché il suo profilo culturale e un colloquio volto a valutare l attitudine al Settore prescelto e le motivazioni rispetto alla proposta formativa della Scuola. Al fine della valutazione relativa al colloquio di settore, la commissione potrà avvalersi del parere di esperti esterni, eventualmente ricorrendo, prima di tale colloquio, alla somministrazione, anche via telematica, di questionari o di altri strumenti di autovalutazione. La valutazione delle prove La durata di ogni prova viene stabilita da ciascuna Commissione giudicatrice. Per le prove scritte ogni Commissione giudicatrice dispone complessivamente di 50 punti. Sono ammessi alla prova orale i candidati che in tali prove abbiano riportato una votazione complessiva non inferiore a 35/50. Per la prova orale ciascuna Commissione giudicatrice dispone complessivamente di 50 punti. La prova si intende superata con una votazione non inferiore a 35/50. Al termine delle prove, le Commissioni giudicatrici formulano una graduatoria di merito degli idonei, in centesimi, sommando i risultati delle votazioni ottenute nelle prove d esame. Saranno ritenuti idonei per l ammissione alla Scuola coloro che avranno riportato una votazione complessiva non inferiore a 70/ di 2 07/03/ :36

11 Scuola Superiore Sant'Anna - Le prove una votazione complessiva non inferiore a 70/ di 2 07/03/ :36

12 Scuola Superiore Sant'Anna - Calendario prove di concorso Calendario prove di concorso Le prove scritte di tutti i Settori si svolgeranno secondo il calendario di seguito riportato. Per essere ammessi nelle aule d esame, sia per le prove di preselezione che per le prove scritte e orali, i candidati dovranno presentarsi muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità. Si segnala che le date di svolgimento delle prove scritte per il settore di Scienze agrarie hanno subito una variazione rispetto a quelle precedentemente comunicate. CONCORSO DI AMMISSIONE AI CORSI ORDINARI a.a CALENDARIO PROVE Classe/Settore Quando Dove SCIENZE SOCIALI (Scienze economiche e manageriali, Scienze giuridiche e Scienze politiche) SCIENZE AGRARIE E BIOTECNOLOGIE 3 settembre ore 10.30: PRESELEZIONE (sessione estiva) 6 settembre ore 9.00: I PROVA SCRITTA 7 settembre ore 9.00: II PROVA SCRITTA 11 e 12 settembre ore 9.00: PROVA ORALE 3 settembre ore 10.30: PRESELEZIONE (sessione estiva) 5 settembre ore 14.00: I PROVA SCRITTA 6 settembre ore 9.00: II PROVA SCRITTA POLO DIDATTICO ETRURIA Via Diotisalvi, 5 - PISA (zona Facoltà di Ingegneria) SEDE DELLA SCUOLA P.zza Martiri della Libertà, 33 POLO DIDATTICO ETRURIA Via Diotisalvi, 5- PISA (zona Facoltà di Ingegneria) SEDE DELLA SCUOLA P.zza Martiri della Libertà, 33 POLO DIDATTICO ETRURIA Via Diotisalvi, 5- PISA (zona Facoltà di Ingegneria) 21 settembre SEDE DELLA 1 di 2 07/03/ :35 ore 9.00: PROVA ORALE

13 Scuola Superiore Sant'Anna - Calendario prove di concorso INGEGNERIA INDUSTRIALE E DELL INFORMAZIONE SCIENZE MEDICHE 21 settembre ore 9.00: PROVA ORALE 3 settembre ore 10.30: PRESELEZIONE (sessione estiva) 6 settembre ore 8.30: PROVA SCRITTA - MATEMATICA ore 15.00: ATTITUDINE ALLA PROGETTAZIONE 7 settembre ore 8.30: PROVA SCRITTA - FISICA 26 e 27 settembre ore 8.30: PROVA ORALE 6 settembre ore 14.00: I PROVA SCRITTA 7 settembre ore 8.30: II PROVA SCRITTA 27 settembre ore 8.30: PROVA ORALE (zona Facoltà di Ingegneria) SEDE DELLA SCUOLA P.zza Martiri della Libertà, 33 POLO DIDATTICO ETRURIA Via Diotisalvi, 5- PISA (zona Facoltà di Ingegneria) SEDE DELLA SCUOLA P.zza Martiri della Libertà, 33 POLO DIDATTICO ETRURIA Via Diotisalvi, 5 - PISA (zona Facoltà di Ingegneria) SEDE DELLA SCUOLA P.zza Martiri della Libertà, 33 2 di 2 07/03/ :35

14 Corsi Unipi_Def_prima_manifesto _Corsi_Unipi_Def_p di 1 07/03/ :41

15 Graduatoria generale di merito Definitiva - Ingegneria industria di 2 07/03/ :40

16 Graduatoria generale di merito Definitiva - Ingegneria industria di 2 07/03/ :40

17 Scuola Superiore Sant'Anna - Ingegneria Ingegneria Per l'ammissione al primo anno di Ingegneria, le prove d esame sono articolate nel modo seguente: Preselezione Prova a risposta multipla con quesiti volti a valutare le capacità di ragionamento (verbale, astratto, logico e numerico) e le conoscenze di base nelle materie oggetto della seconda prova scritta (Matematica, Fisica). Prove scritte 1 prova scritta: Matematica. 2 prova scritta: Fisica. Al candidato verranno proposti una serie di esercizi. Gli esercizi, soprattutto per quanto riguarda le prove di matematica, tendono ad accertare le attitudini del candidato piuttosto che la preparazione pregressa che, per molta parte, dipende dalla scuola in cui si sono compiuti gli studi superiori. In quest ottica, tanto le prove scritte, quanto quelle orali, propongono più quesiti, affinché il candidato che non avesse informazioni sufficienti ad affrontarne qualcuno, possa cimentarsi in altri, dando ugualmente prova delle sue attitudini. 3 prova scritta: Attitudine alla progettazione. La prova consiste in una serie di esercizi ed ha l obiettivo di valutare l attitudine del candidato agli studi ingegneristici e, in particolare, le capacità di formalizzare i problemi, derivare modelli matematici, formulare ipotesi realistiche, identificare le variabili di interesse, trovare soluzioni efficienti e innovative, stimare i valori e le dimensioni di grandezze fisiche, e approssimare le soluzioni. Per tali motivi, alcuni problemi possono essere formulati lasciando alcune variabili non specificate, in modo che il candidato faccia le ipotesi opportune per trovare il risultato. Alcuni problemi possono avere più soluzioni accettabili. Pertanto è compito del candidato individuare le ipotesi opportune, stimare i valori di alcuni parametri non specificati, e individuare un metodo risolutivo che consenta di trovare la soluzione più appropriata. Prova orale Una discussione sulle materie proposte per le prove scritte e un colloquio volto a valutare l attitudine al Settore prescelto e le motivazioni rispetto alla proposta formativa della Scuola. Al fine della valutazione relativa al colloquio di settore, la commissione potrà 1 di 2 avvalersi del parere di esperti esterni, eventualmente ricorrendo, prima di tale colloquio, 07/03/2013 alla 18:33

18 Scuola Superiore Sant'Anna - Ingegneria Scuola. Al fine della valutazione relativa al colloquio di settore, la commissione potrà avvalersi del parere di esperti esterni, eventualmente ricorrendo, prima di tale colloquio, alla somministrazione, anche via telematica, di questionari o di altri strumenti di autovalutazione. 2 di 2 07/03/ :33

19 BANDO DI CONCORSO PER L'AMMISSIONE AI CORSI ORDINARI A.A Art. 1 Ammissione alla Scuola Allegato al D.R. n. 121 del 19 marzo La Scuola Superiore Sant'Anna di Studi Universitari e di Perfezionamento bandisce, per l'anno accademico 2012/2013, un concorso per esami per 50 posti di allievo interno dei Corsi ordinari. La ripartizione dei posti fra le Classi ed i Settori è specificata nel successivo art. 2. I posti potranno essere aumentati, anche tenendo conto del numero di domande di ammissione al concorso e dei risultati dello stesso, qualora, successivamente alla pubblicazione del presente bando, intervengano ulteriori disponibilità finanziarie. 2. La selezione è articolata in una Preselezione (ad eccezione che per il settore di Scienze mediche) ed in prove scritte ed orali, come specificato nei successivi articoli 5, 6, e Gli allievi dei Corsi ordinari partecipano ad attività formative altamente qualificate ad integrazione di quelle impartite nei corsi di laurea dell Università di Pisa. Tali attività consistono in programmi didattici appositi, scambi con l estero e stage presso enti ed aziende. La Scuola si impegna altresì a fornire agli allievi un avanzata preparazione linguistica e, con specifico riguardo alla lingua inglese, una preparazione tale da consentire l'acquisizione, al termine dei corsi, di una conoscenza comparabile agli standard previsti dalle certificazioni internazionali. Gli allievi sono ospitati presso le strutture collegiali in uso alla Scuola. 4. Fermo quanto previsto dall ultimo periodo del comma 5 del presente articolo, entro 30 giorni dall accettazione del posto ciascun vincitore dovrà formalizzare l iscrizione ad uno dei corsi di laurea, ovvero di Laurea magistrale in Giurisprudenza e Medicina e Chirurgia, attivati dall Università di Pisa, affini alle aree disciplinari della Scuola. Tali corsi sono indicati nella tabella riportata in allegato al presente bando. 5. Gli allievi iscritti ad un corso di laurea triennale che al termine del triennio abbiano adempiuto agli obblighi didattici previsti dai Regolamenti della Scuola e rispettino i termini di immatricolazione ai corsi di laurea magistrale stabiliti dall Università di Pisa, potranno accedere ai Corsi ordinari di II livello previo superamento di una procedura di valutazione interna. Successivamente ciascun allievo dovrà iscriversi ad un Corso di laurea magistrale dell Università di Pisa, scelto tra quelli individuati annualmente dal Senato Accademico. È salva, in ogni caso, l applicazione delle Convenzioni stipulate dalla Scuola con l Università di Pisa o con altre Università o Istituzioni di eccellenza di cui all art. 2, comma 3, del regolamento dei Corsi ordinari di I e II livello. Art. 2 Posti a concorso 1. I 50 posti di allievo dei Corsi ordinari sono così ripartiti: Classe Accademica di Scienze Sociali: 25 posti, di cui: - almeno 6 posti per il Settore di Scienze economiche e manageriali - almeno 6 posti per il Settore di Scienze giuridiche - almeno 6 posti per il Settore di Scienze politiche gli altri 7 posti saranno assegnati secondo l'ordine della graduatoria generale di merito degli idonei al primo anno per l intera Classe Accademica di Scienze Sociali; Classe Accademica di Scienze Sperimentali e applicate: 25 posti, di cui: - 4 posti per il Settore di Scienze agrarie e biotecnologie - 11 posti per il Settore di Ingegneria industriale e dell informazione - 10 posti per il Settore di Scienze mediche 2. I concorrenti per il primo anno del Settore di Scienze Mediche sono tenuti a dimostrare il superamento della prova di ammissione ai corsi di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia, programmati a livello nazionale per l'a.a. 2012/2013, presso una delle sedi universitarie statali indicate nel Decreto ministeriale che, annualmente, ne definisce modalità e contenuti. I candidati dovranno riportare un punteggio uguale o superiore a quello conseguito dall ultimo degli ammessi, in base alla

20 prima graduatoria pubblicata dall Università di Pisa. Il conseguimento di tale punteggio costituisce requisito di ammissibilità alla prova orale. Art. 3 Ammissione al primo anno 1. Possono partecipare al concorso per l ammissione al primo anno coloro che abbiano conseguito nell anno scolastico 2011/2012 il diploma di istruzione secondaria superiore o titolo equipollente valido per l'iscrizione a corsi universitari. Art. 4 Ammissione al secondo ed al terzo anno del Settore di Scienze mediche 1. Possono partecipare al concorso per l'ammissione al secondo ed al terzo anno coloro che siano iscritti ad un corso di laurea specialistica in Medicina e Chirurgia presso una Università italiana o straniera, e abbiano superato, con una votazione media non inferiore ai 27/30 o equivalente, tutti gli esami previsti dal piano di studi statutario o da quello individuale approvato dalla Facoltà di provenienza, e che inoltre si siano immatricolati rispettivamente nell a.a. 2011/12 e nell a.a. 2010/ Possono partecipare anche coloro che, al momento della presentazione della domanda, siano in debito di esami rispetto al piano di studi approvato dalla Facoltà di appartenenza, purché negli esami sostenuti abbiano riportato una votazione media non inferiore ai 27/30 o valore equivalente e il debito risulti al massimo di tre esami. 3. Nel caso in cui il candidato abbia già superato tutti gli esami del piano di studi sopra indicato l'ammissione al concorso è automatica; in presenza di debito di esami, l'ammissione è disposta dal Preside della Classe Accademica di Scienze Sperimentali e applicate, sentito il Presidente della Commissione giudicatrice. In quest'ultimo caso i vincitori del concorso dovranno superare gli esami di cui sono in debito nei termini stabiliti dal Regolamento didattico dei corsi ordinari di I e II livello. 4. I requisiti per ottenere l'ammissione al concorso devono essere posseduti al momento della scadenza del termine utile per la presentazione delle domande. 5. Coloro che risulteranno vincitori, se provenienti da altro ateneo, saranno ammessi alla Scuola, salvo buon esito delle procedure di trasferimento presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università di Pisa. Art. 5 Prove per l ammissione al primo anno 1. Per l'ammissione al primo anno le prove d esame sono articolate nel modo seguente: Classe Accademica di Scienze Sociali: La selezione è unica per l ammissione ai Settori di Scienze politiche, Scienze economiche e manageriali e Scienze giuridiche e prevede le seguenti prove: Preselezione: Prova a risposta multipla con quesiti volti a valutare le capacità di ragionamento (verbale, astratto, logico e numerico) e le conoscenze di base nelle materie oggetto della seconda prova scritta (Storia, Filosofia e Matematica); Prove scritte: 1) Prima prova scritta: svolgimento di una prova volta a valutare le capacità di analisi e approfondimento di un problema della società contemporanea; 2) Seconda prova scritta: svolgimento di una prova scelta dal candidato fra tre proposte dalla Commissione, di cui un tema di Storia, un tema di Filosofia e una prova di Matematica. Prova orale Una discussione su due materie, a scelta del candidato, tra quelle oggetto della seconda prova scritta e un colloquio volto a valutare l attitudine al Settore prescelto e le motivazioni rispetto alla proposta formativa della Scuola. Al fine della valutazione relativa al colloquio di settore, la commissione potrà avvalersi del parere di esperti esterni, eventualmente ricorrendo, prima di tale colloquio, alla somministrazione, anche via telematica, di questionari o di altri strumenti di autovalutazione.

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Art. 1. (Indizione concorso)

Art. 1. (Indizione concorso) Allegato 1 al Provvedimento del Direttore dell Istituto TeCIP n. 66 del 10/02/2015 Concorso per l attribuzione di due Borse di studio per attività di ricerca della durata di 12 mesi ciascuna presso l Istituto

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO DI ASSISTENTE AI SERVIZI AMMINISTRATIVI E CONTABILI CAT. C1. IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE,

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile Quante volte l anno si svolgono gli esami di Stato? Sono previste due sessioni d esame

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

Ministero dell Università e della Ricerca

Ministero dell Università e della Ricerca Statuto dei diritti e dei doveri degli Studenti Universitari In attuazione dell art. 34 della Costituzione della Repubblica Italiana, che sancisce il diritto per tutti i capaci e meritevoli, anche se privi

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE

POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE POLITECNICO DI BARI REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE IMMATRICOLAZIONI AL PRIMO ANNO DEI CORSI DI LAUREA TRIENNA- LI IN INGEGNERIA DEL POLITECNICO DI BARI - A.A. 2015/2016 Sommario REGOLAMENTO TEST DI AMMISSIONE...

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

Come si diventa insegnanti

Come si diventa insegnanti Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Provinciale di Padova Area della comunicazione e web Come si diventa insegnanti Il reclutamento del personale

Dettagli

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014

Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma. Anno 2014 Federazione Italiana Tennis Stadio Olimpico Curva Nord Ingresso 44 Scala G - 00135 Roma BANDO DI CONCORSO CORSO DI FORMAZIONE PER ISTRUTTORE DI 1 GRADO DI TENNIS ISTRUTTORE DI 1 LIVELLO DI BEACH TENNIS

Dettagli

Scuola di Ingegneria e Architettura

Scuola di Ingegneria e Architettura Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Bando per l ammissione ai Corsi di laurea a numero programmato - Anno Accademico 2014/2015 Il presente bando, congiunto tra la Scuola di Ingegneria e Architettura

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE: LEGGE 12 MARZO 1968, n. 442 (GU n. 103 del 22/04/1968) ISTITUZIONE DI UNA UNIVERSITÀ STATALE IN CALABRIA. (PUBBLICATA NELLA GAZZETTA UFFICIALE N.103 DEL 22 APRILE 1968) URN: urn:nir:stato:legge:1968-03-12;442

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

1) Sono fuori dai termini per cancellare/prenotare un esame, come posso rimediare?

1) Sono fuori dai termini per cancellare/prenotare un esame, come posso rimediare? 1) Sono fuori dai termini per cancellare/prenotare un esame, come posso rimediare? 2) Non ho prenotato, posso chiedere al docente di sostenere ugualmente l'esame? 3) La regola dell'appello alternato vale

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

U n i v e r s i t à degl i S t udi d i R o m a Tor V e r gat a

U n i v e r s i t à degl i S t udi d i R o m a Tor V e r gat a BANDO DI CONCORSO D.M. 5 FEBBRAIO 2014 N.85 MACROAREA DI INGEGNERIA AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO,DIRETTAMENTE FINALIZZATI ALLA FORMAZIONE DI ARCHITETTO INGEGNERIA EDILE ARCHITETTURA

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D. R. 767 del 30/06/2014 MANIFESTO GENERALE DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2014/2015 IL RETTORE VISTA la Legge 19 novembre 1990

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA AVVISO PUBBLICO Selezione di Statistici junior BIC Sardegna SpA, Soggetto Attuatore dell intervento IDMS, Sistema Informativo dell indice di Deprivazione Multipla

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

U n i v e r s i t à degl i S t udi d i R o m a Tor V e r gat a

U n i v e r s i t à degl i S t udi d i R o m a Tor V e r gat a BANDO DI CONCORSO D.M. 5 FEBBRAIO 2014 N.85 FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN MEDICINA E CHIRURGIA (CLASSE LM-41) CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore 1 di 20 Insegnamenti di Informatica nelle scuole superiori: la situazione attuale Prof. Minerva Augusto (Membro del Consiglio

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i.

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i. 28501 di dare atto che il presente provvedimento non comporta alcun mutamento qualitativo e quantitativo di entrata o di spesa né a carico del bilancio regionale né a carico degli enti per i cui debiti

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

Art.1 Modalità di accesso

Art.1 Modalità di accesso REGOLAMENTO DISCIPLINANTE I PROCEDIMENTI DI SELEZIONE ED ASSUNZIONE DEL PERSONALE TECNICO ED AMMINISTRATIVO DELL'UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI SIENA (Emanato con D.R. n. 418/Uff. Concorsi del 24 aprile 2001,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3, con il quale è stato approvato il testo unico delle disposizioni concernenti lo Statuto degli impiegati civili

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento

Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento Direzione Centrale del Personale Ufficio Selezione e inserimento Prot. 26329/2015 Selezione pubblica per l assunzione a tempo indeterminato di 892 unità per la terza area funzionale, fascia retributiva

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341;

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341; UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DICA IL RETTORE Ii[NyMITÀ DEGLI STUDI MI I ACATANIA Protocollo Generale 0 8 APR. 2014 Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D.R. n. 1000 del 16.7.2013 Master di I Livello in MANAGEMENT DEI PRODOTTI E SERVIZI DELLA COMUNICAZIONE I L R E T T O R E VISTO lo Statuto dell'università degli Studi di Cagliari, emanato con D.R. n. 339

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina i procedimenti di selezione,

Dettagli

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015 U.O.S.D. FORMAZIONE EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE Scadenza 15 DICEMBRE 2014 AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo

Dettagli

Ripartizione Relazioni Studenti I L R E T T O R E

Ripartizione Relazioni Studenti I L R E T T O R E Ripartizione Relazioni Studenti I L R E T T O R E VISTA la legge 9 maggio 1989. n. 168; VISTO il D.P.R. del 3 maggio 1957 n. 686, Norme di esecuzione del T.U. delle disposizioni sullo statuto degli impiegati

Dettagli