FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE"

Transcript

1 FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Nazionalità Data di nascita PANZA FRANCESCO Italiana Dal 16/01/2003 atutt'oggi Indirizzi sede Lavorativa Telefono ufficio (fisso e/o cellulare) Fax aziendali Dipartimento/Area/Unità Operativa / Servizio Qualifica Da più di 10 anni, ininterrottamente, ha diretto Unità Operative Aziendali, acquisendo valutazioni positive (di prima e di seconda istanza: alti livelli di performance professionale e gestionale), nonché verifica e valutazione positiva da parte dei Collegi Tecnici con relativa conferma/rinnovo degli incarichi delle strutture dirette. Dirigente Sociologo ASL SALERNO - Dirigente Responsabile Struttura Semplice Unità Operativa Ufficio Sociosanitario Distretto Sanitario di Base n. 60 Nocera Inferiore (Disposizione prot. 237/10 Direttore del Coordinamento Sociosanitario Aziendale) Dirigente Sociologo ASL SALERNO - Dirigente Responsabile Struttura Semplice - Unità Operativa "Servizi Sociali" del Coordinamento Sociosanitario (Deliberazione del Direttore Generale ex ASL SA 1 n del ). Via Giordano, Nocera Inferiore (SA); p.zza M. Caldi, Cava de1 Tirreni celi Coordinamento Sociosanitario ASL SALERNO Unità Operativa Ufficio Sociosanitario - Unità Operativa Servizi Sociali Dirigente Responsabile di Struttura Semplice di Macrostruttura Aziendale. Funzioni di coordinamento, monitoraggio e valutazione attività svolta dai Servizi Sociali e Sociosanitari presenti nei Distretti Sanitari di Base e nei Presidi Ospedalieri dell'asl SA. Promozione e verifica dei livelli d'integrazione organizzativa e interdisciplinare, mediante il governo tecnico-scientifico delle attività e delle funzioni svolte dagli operatori afferenti al Coordinamento Sociosanitario Aziendale. Coordinamento, monitoraggio, valutazione, consulenza e supporto tecnico-scientifico attività di Valutazione Integrata (UVI) e LEA- SOCIOSAN delle UU.OO. assistenziali Anziani, Riabilitazione, Dipendenze, Materno-lnfantiie, ecc.). Attività di implementazione e messa a regime della Porta Unitaria di Accesso (PUA). Elaborazione e controllo di una banca dati utenza, servizi e strutture domiciliari, residenziali e semiresidenziali presenti nel territorio Distrettuale. Elaborazione dei programmi di attività distrettuali (PAT), in collaborazione con i Direttori dei Distretti, del Presidio Ospedaliere e con i Comuni singoli e associati (Uffici di Coordinamento dei Piani Sociali di Zona Ambiti S1 e S3). Valutazione del fabbisogno assistenziale e Pianificazione del livello di copertura della domanda da parte dell'insieme dei servizi distrettuali. Sovrintendere alla produzione delle U.O. Semplici e Complesse monitorate, dei dati e delle informazioni utili per il controllo di gestione, il sistema informativo e le valutazioni epidemiologiche. Favorire la qualità dei servizi e verifica dei risultati ottenuti, con particolare riferimento alla valutazione del grado di soddisfazione degli utenti.). Promuovere attività di ricerca, formazione, aggiornamento e didattica. Favorire i cittadini-utenti nel corretto accesso ai servizi, espletando anche funzioni di interfaccia con l'utenza, in raccordo con l'u.o. Comunicazione e Marketing aziendale. Sviluppare la progettazione integrata con l'applicazione, in particolare, delle metodologie e delle tecniche della Ricerca-Azione e del Project Management finalizzate all'intercettazione di finanziamenti nazionali ed europei (europrogettazione). Pagina 1 - Curriculum vitae di [DrPANZA FRANCESCO] www. eu rescv-search. com

2 Dal 01/01/2003 a tutt'oggi Nome e indirizzo dei datore di Segretario Nazionale Aggiunto Sindacato Nazionale Sociologi (SINSI - FEDIR SANITÀ') Segretario Regionale Aggiunto Fedir-Sanità Segretario Provinciale Salerno Fedir-Sanità Sindacato Fedir-Sanità, via Statilia, ROMA Sindacato Nazionale Sociologi (SINSI), Via Statilia, ROMA Sindacato. Coordinatore Segreteria Organizzativa Nazionale e per il Centro- Sud Italia Segretario Provinciale Fedir-Sanità Responsabilità dirigenziali connesse all'attività di coordinamento e programmazione delle iniziative e degli interventi a tutela dei diritti degli iscritti al Sindacato e della categoria in generale. Partecipazione ad audizioni parlamentari, a Tavoli di Lavoro Ministeriali e Governativi, CNEL ed altri organismi istituzionali. Partecipazione al Tavolo delle trattative per la stipula del CCNL - Area Dirigenza Sanità - a livello nazionale (ARAN), per la contrattazione integrativa (livello regionale) e per la contrattazione decentrata (livello aziendale). Attività di informazione e formazione, attraverso l'organizzazione e realizzazione di Corsi, Seminari, Convegni, pubblicazioni scientifiche ecc. su specifici temi di natura contrattuale, lavorativa e professionale. Esperienze Lavorative Precedenti Dal 01/01/1995 al 15/01/2003 Dal 1/1/1993 al 31/12/1994 Pagina 2 - Currkulùm vitae di [DrPANIA FRANCESCO] Dirigente Sociologo-Coordinatore tecnico-scientifico dei Servizi Sociali del Dipartimento Fasce Deboli - Salerno 1. ASL SALERNO 1 -Via Giovanni Falcone, Nocera Inferiore (SA).. Coordinatore tecnico-scientifico Coordinamento delle attività di programmazione nel settore dell'integrazione socio-sanitaria del Dipartimento Fasce Deboli segnatamente nelle Aree Dipendenze, Anziani, Materno Infantile e Riabilitazione. Responsabilità nei settori della progettazione formazione, valutatone e ricerca in ambito aziendale. Collaborazione e coordinamento tecnico-scientifico con Enti ed Istituzioni pubbliche e private (Università italiane ed estere, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto Superiore della Sanità, Ministero della Salute, Osservatorio Europeo Dipendenze Patologiche di Lisbona, Gruppo Pompidoù di Bruxelles. Partecipazione e gruppi di tecnico-scientifici istituiti presso la Regione Campania, la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento Affari Sociali. Promotore, attraverso un'azione sinergica dì collaborazione tecnica e scientifica avviata con la Regione Toscana, della messa a regime presso la Regione Campania del Sistema Informativo delle Dipendenze Patologiche (SID). Ha svolto la funzione di Referente tecnico per la Regione Campania agli incontri Ministeriali nell'ambito della Progettazione Nazionale SESIT diretta dal Prof. Giovanni Serpelloni (Regione Veneto Capofila) Ha svolto funzioni di Responsabile e Coordinatore del Sistema Informativo dell'asl Salerno 1. Sociologo Collaboratore, presso l'usi n. 48 di Cava de'tirreni USL n. 48 Cava de' Tirreni - P.zza Marco Caldi Cava de' Tirreni (SA) Unità Sanitaria Locale Sociologo Collaboratore Unità Operativa SER.T. Attività di coordinamento tecnico-scientifico, anche in collaborazione con Centri di Ricerca accreditati (CNR, MOVI-PAIDEA, APS, SOIS, ecc.) nei settori della ricerca, programmazione, progettazione, formazione e vaiutazione nel campo della prevenzione primaria degli stati di dipendenza da sostanze stupefacenti o da comportamenti e stili di vita precursori. Responsablita e coordinamento negli interventi di prevenzione e di attività di progettazione e ricerca sul territorio e negli istituti scolastici di primo e secondo grado. Progettazione e realizzazione di interventi di riduzione del danno (da HIV- AIDS, da Epatiti B e C, da malattie a trasmissione sessuale, ecc.), nei settori della diagnosi e della cura. Coordinamento tecnico-scientifico nella progettazione e realizzazione di interventi nel campo della riabilitazione e del reinserimento sociale e lavorativo dei soggetti drug-free e/o con storia pregressa di dipendenza patologica (tossicodipendenza, alcolismo, gioco d'azzardo, ecc.). \r ulteriori informazio r\t\ \ "^

3 3 Dal 01/01/1990 al 31/12/1992 Dal 01/01/1991 al 31/12/1991 Dal 31/03/1980 al 31/12/ ;-. Dal 01/01/1990 al 31/12/1992 ' Principali mansioni e responsabilità Pagina 3 - Curriculum vitae di IDrPANZA FRANCESCO] Sociologo, di ruolo, con incarico di Responsabile dei Servizi Sociali del Comune di Bellizzi (SA). Comune di Bellizzi (SA) Ente Locale Sociologo Responsabile dei Servizi Sociali Attività generale di pianificazione, programmazione e controllo, gestione, valutazione e verifica di tutti i servizi, le attività degli interventi progettati, realizzati e funzionanti nel settore dei Servizi Sociali (target utenti: anziani, disabili, minori, tossicodipendenti, famiglie multiproblematiche, disoccupati, detenuti ed ex-detenuti, ecc.; servizi: assistenza domiciliare integrata, telesoccorso, centri sociali polivalenti, soggiorni climatici, colonie estive, integrazione sociale e lavorative per soggetti svantaggiati, assistenza sociale di sostegno economico ai meno ambienti, ecc.). Funzione di supporto tecnico, gestionale ed amministrativo, in posizione di staff, al Sindaco e alla Giunta Municipale nella gestione complessiva delle Politiche Sociali. Responsabilità diretta nei rapporti istituzionali con Enti, Istituzioni pubbliche, Terzo Settore ed altri stakeholders per promuovere e favorire polìtiche attive di integrazione (USI, Comuni, Provincia, Prefettura, Tribunale per Adulti e Minorenni, Regione, Università, CNR, Provveditorato, Associazioni di Volontariato, Comunità Terapeutiche, ecc.). Coordinatore ISTAT 13 Censimento della Popolazione e del 7 Censimento dell'industria e i Servizi del Comune di Bellizzi (SA). Comune di Bellizzi (SA) - Istituto nazionale di Statistica (ISTAT) - ROMA. Ente Locale - Istituto Pubblico di Ricerche Socio-Demografiche Incarico di Coordinatore ISTAT Responsabilità delle attività di pianificazione, programmazione, vaiutazione e verifica di tutti i servizi, le attività inerenti all'espletamento di rilevazione del 13 Censimento della Popolazione e del 7 Censimento dell'industria. Sociologo, di ruolo, con incarico di Responsabile dei Servizi Sociali, Pubblica Istruzione, Cultura e Sport del Comune di Montecorvino Rovella (SA). Comune di Montecorvino Rovella (SA) Ente Locale Sociologo Responsabile dei Servizi Sociali, Pubblica Istruzione, Cultura e Sport Attività generale di pianificazione, programmazione e controllo, gestione, valutazione e verifica di tutti i servizi, le attività degli interventi progettati, realizzati e funzionanti nel settore dei Servizi Sociali, della Pubblica Istruzione, della Cultura e dello Sport (target: intera popolazione residente, Enti, Istituzioni e Associazioni presenti sul territorio). Funzione di supporto tecnico, gestionale ed amministrativo, in posizione di staff, al Sindaco e alla Giunta Municipale nella gestione complessiva delle Politiche Sociali, Formative, Culturali, Sportive e del Tempo Libero. Responsabilità diretta nei rapporti istituzionali con Enti, Istituzioni pubbliche, Terzo Settore ed altri stakeholders per promuovere e favorire politiche attive di integrazione (USL, Comuni, Provincia, Prefettura, Tribunale per Adulti e Minorenni, Regione, Università, CNR, Provveditorato, CONI, Federazioni Locali e Nazionali Sportive, Associazioni di Volontariato, Comunità Terapeutiche, ecc.). Componente e consulente tecnico-scientifico del Comitato Intercomunale per la lotta alla Droga istituito e funzionante presso il Comune di Battipaglia (SA). Comune di Battipaglia (SA). Ente Locale. Incarico di Consulente tecnico-scientifico Responsabilità delle attività di pianificazione, programmazione, valutazione e verifica di tutti i servizi, le attività, gli interventi progettati, realizzati e funzionanti nel settore della prevenzione degli stati di dipendenza da sostanze stupefacenti e psicotrope. Le suddette funzioni venivano svolte nell'ambito del territorio di competenza del Comitato che comprendeva tutti i Comuni della Piana del Sele. int/comm/education/indexjt html

4 Dal 01/01/1981 al 31/12/1983 «Tipo di azienda o settore Dal 1981 al 1984 ' Principali mansioni e responsabilità Altre Esperienze Lavorative Precedenti 15 Febbraio dicembre ottobre 2009 Ha collaborato alle attività diagnostiche e terapeutiche dell'istituto di Indagini Psicologiche Centro Italiano di Ipnosi Medica e Psicologica di Milano (CIIMP), Centro Italiano di Ipnosi Medica e Psicologica - Milano. Istituto Scientifico di Ricerche Psicosociologiche. Incarico di Consulente tecnico-scientifico. Co-responsabilità nelle attività di pianificazione, programmazione, valutazione e verifica servizi, le iniziative di studio e ricerca, gli interventi ed i progetti realizzati dal CIMP. Ha ricoperto la carica di Vice Presidente dell'associazione Nazionale Sociologi (A.N.S.). Associazione Nazionale Sociologi (A.N.S.) - ROMA. Associazione Scientifica, culturale e professionale - Settore Sociologico. Incarico di Vice Presidente Nazionale. Responsabilità di rappresentanza istituzionale interna ed esterna con altre Istituzioni/Enti/Organismi Pubblici e Privati, nazionali ed internazionali. Attività di programmazione, ricerca e studio di tutte le attività svolte dall'ans.. A seguito di selezione, con nota prot. 741 del 15/2/2012 del Direttore del Polo Didattico Università Federico II di Napoli, gli è stato conferito l'incarico di docente del Corso di Laurea in Infermieristica Pediatrica - Corso integrato di Scienze Umane e del Management Insegnamento di Sociologia Generale - Anno Accademico 2011/2012. ASL Salerno - Università degli Studi Federico II di Napoli e Università Incarico di Docente Universitario Attività di docenza e responsabilità formativo-didattiche connesse all'insegnamento affidatogli. A seguito di seiezione, con nota prot. 656 del 20/12/2010 del Direttore del Polo Didattico Università Federico II di Napoli, gli è stato conferito l'incarico di docente del Corso di Laurea in Infermieristica Pediatrica - Corso integrato di Strumenti per la Ricerca - Insegnamento di Statistica per la Ricerca Sperimentale e Tecnologica - Anno Accademico 2010/2011. ASL Salerno - Università degli Studi Federico II di Napoli e Università Incarico di Docente Universitario Attività di docenza e responsabilità formativo-didattiche connesse all'insegnamento affidatogli. A seguito di selezione, con nota prot. 475 del 22/10/2009 del Direttore del Polo Didattico Università Federico II di Napoli, gli è stato conferito l'incarico di docente del Corso di Laurea in Fisioterapia - Corso integrato di Scienze Pedagogiche e Sociali - Insegnamento di Sociologia dei processi culturali e comunicativi - Anno Accademico 2009/2010. ASL Salerno 1 - Università degli Studi Federico II di Napoli e Università Incarico di Docente Universitario Attività di docenza e responsabilità formativo-didattiche connesse all'insegnamento affidatogli. dei Pagina 4 - Cutìtsulum vitae di [DrPANZA FRANCESCO]

5 s > 3 aprile Nome e indirizzo dei datore di Pagina 5 - Curriculum vitae di [DrPANZA FRANCESCO] Ha ideato.organizzato e realizzato, in occasione del suo ultimo volume La Professione del sociologo nel Servizio Sanitario Nazionale, FrancoAngeli, Milano, 2009, il Convegno Nazionale Scientifico dal titolo "// contributo della professione sociologica nelle sfide della salute all'inizio del terzo millennio: diritti di cittadinanza attiva e politiche di govemance", ASL Salerno 1, Patrocinio del Ministero della Salute, della Regione Campania, della Provincia di Salerno, delfais (Associazione Accademica Italiana di Sociologia), della SISS (Società Italiana di Sociologia della Salute) e di altre Associazioni accademiche, scientifiche e professionali. Chairman e Relatore del Convegno Scientifico Ideatore, organizzatore e realizzatore del Convegno. Nel corso delio stesso ha svolto funzioni di chairman, relatore e componente del boaro scientifico. A seguito di selezione, con nota prot. 416 del 22/10/2008 del Direttore del Polo Didattico Università Federico II di Napoli, gli è stato conferito l'incarico di docente del Corso di Laurea in Fisioterapia - Corso integrato di Scienze Pedagogiche e Sociali - Insegnamento di Sociologia Generale - Anno Accademico 2008/2009. ASL Salerno 1 - Università degli Studi Federico II di Napoli e Università Incarico di Docente Universitario Attività di docenza e responsabilità formativo-didattiche connesse all'insegnamento affidatogli. Ha collaborato con la Struttura Complessa di Staff alla Direzione Generale "Gestione Premiante". Detta struttura era inserita all'interno del Controllo Strategico e Direzionale (Controllo Interno, Controllo di Gestione, Budget) Incarico di Consulenza e Collaborazione tecnica Attività di studio, ricerca, valutazione connesse alle attività metodologiche ed operative inerenti le procedure di verifica dei livelli di efficienza e di efficacia delle performance prestazionali degli operatori e delle strutture organizzative (pesatura delle strutture aziendali ospedaliere e territoriali, caratura dei dirigenti, validazione delle procedure di vaiutazione comportamentale e gestionale per i dirigenti titolari di incarichi di struttura, regolamento disciplinante le procedure relative al conferimento ed alla revoca degli incarichi dirigenziali, ecc.). Con deliberazione n. 478 del del Direttore Generale, a seguito di valutazione positiva da parte del Collegio Tecnico, gli è stato rinnovato l'incarico di Struttura Semplice quale Responsabile della U.O. Servizi Sociali del Coordinamento Sociosanitario Aziendale. ASL Salerno 1 - Vìa Giovanni Falcone, 60 Nocera Inferiore (SA) Incarico dirigenziale di Struttura Semplice a valenza dipartimentale Funzioni di coordinamento, monitoraggio e valutazione dell'attività svolta dai Servizi Sociali presenti nei Distretti Sanitari di Base e nei Presidi Ospedalieri dell'asl SA 1. Promozione e verifica dei livelli d'integrazione organizzativa e interdisciplinare, mediante il governo tecnicoscientifico delle attività e delle funzioni svolte dagli operatori afferenti al Coordinamento Sociosanitario aziendale. Collaborazione, in qualità di Responsabile della U.O. Servizi Sociali del Coordinamento Sociosanitario dell'asl SA 1, al Progetto di Studio e Monitoraggio dei Livelli di Assistenza Socio-Sanitari (LEASS) erogati dalle Aziende Sanitarie Locali ai sensi del DPCM Il Progetto è realizzato dalla Giunta Regione Campania - Assessorato alla Sanità e dalla Agenzia Regionale Sanitaria (ARSAN).

6 ottobre 2006 Consulenza e Collaborazione tecnico-scientifica Funzioni di coordinamento, monitoraggio e valutazione dell'attività svolta nell'ambito dai LEASS dai Servizi Sociali presenti nei Distretti Sanitari di Base e nei Dipartimenti territoriali. Ha ideato, progettato e promosso la "Ricerca sociosanitaria sui comportamenti a rischio tra i giovani studenti residenti nel territorio dell' "ASL SA 1 L'iniziativa scientifica, prevedeva il coinvolgimento istituzionale ed operativo dell'asl SA 1, dell'università degli Studi di Salerno-Dipartimento di Sociologia e Scienza della Politica, del Piano di Zona Ambito S1 Agro Nocerino- Sarnese, del Piano di Zona Ambito S3 Costa d'amalfi. Con il Patrocinio e la collaborazione di vari Enti tra i quali: Istituto Superiore di Sanità, Farmindustria, Regione Campania, ARSAN, Provincia di Salerno, Prefettura di Salerno, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Ufficio Scolastico Regionale. Università degli Studi di Salerno - Università degli Studi di Salerno Responsabile e Coordinatore della Ricerca per l'asl SA 1 Funzioni di coordinamento tecnico-scientifico della Ricerca (per l'asl SA 1). Ha partecipato ai lavori del Convegno Nazionale "Sanità Sud Salute. Quali strategie per l'equità" (Raito-Vietri Sul Mare). Università degli Studi di Salerno - Dipartimento di Sociologia e Scienza della Politica e Società Italiana della Sociologia della Salute (SISS). Università degli Studi di Salerno-Società Scientifica SiSS. Referente Gruppo scientifico Attività di studio e ricerca 27 aprile «Nome e indirizzo del datore di Ha partecipato e collaborato alla realizzazione della III Edizione della "Giornata per la Sicurezza Stradale" (Angri) Consulente scientifico ed organizzativo Componente del board scientifico e attività di collaborazione e consulenza per la progettazione e la realizzazione dell'iniziativa Con delibera n 963 del 23/08/05 è stato nominato dal Direttore Generale dell'asl SA 1 ed ha svolto la funzione di Presidente della Commissione di esame del Concorso Pubblico Nazionale per l'assunzione di N. 2 posti di Dirigenti Sociologi presso l'azienda Sanitaria Salerno 1. Presidente della Commissione Esaminatrice Concorso Pubblico Nazionale Sovraintendere e presiedere ai lavori della Commissione Esaminatrice Con Determinazione n. 6 del Direttore Generale dell'asl SA 1 del è stato nominato, con incarico annuale, docente di Elementi di Sociologia, per l'anno scolastico , presso la Scuola per Operatori Sociosanitari della ASL Salerno. Docente Attività di docenza e responsabilità formativo-didattiche connesse all'insegnamento affidatogli Pagina 6 - Curriculum vitae di I Dr PANZA FRANCESCO ]

7 p Principali mansioni e responsabilità 2005 Con delibera 434 del 26/4/05 è stato nominato dal Direttore Generale dell'asl SA 1 Presidente della Commissione preposta'alla selezione interna per la copertura, nell'ambito del Coordinamento Sociosanitario, di otto incarichi di Coordinamento Ruolo Tecnico-Assistente Sociale. Presidente della Commissione Selezionatrice Presiedere i lavori della Commissione Selezionatrice È stato nominato, con delibera n. 787 del 29/06/05 dal Direttore Generale dell1 ASL SA 1, Coordinatore Responsabile Aziendale del S.I.D. (Sistema Informativo Dipendenze). ASL Salerno 1 - Via Giovanni Falcone, 60 Nocera inferiore (SA) Responsabile ASL SALERNO SID Coordinamento e supervisione, sul piano tecnico e scientifico, di tutte le attività finalizzate alla realizzazione del Sistema Informativo delle Dipendenze dell'asl SA 1. Con delibera del Direttore Generale dell' ASL SA 1 n 42 del è stato nominato ed ha svolto le funzioni di Presidente della Commissione esaminatrice dell' Avviso Interno per il conferimento, all'interno del Coordinamento Sociosanitario di un incarico di Posizione Organizzativa Assistente Sociale. Presidente della Commissione Esaminatrice Presiedere e coordinare i lavori della Commissione Esaminatrice Su nomina del Direttore del Coordinamento Sociosanitario ha partecipato, in rappresentanza dell'asl SA 1, al Gruppo di Lavoro inter-istituzionale ASL SA1 ASL SA2 - SFA (Social Porce Automation) Piano di Zona Ambito S2 Irno-Picentini - Enterprise SpA. Consulente tecnico-scientifico Nell'ambito del Gruppo di Lavoro inter-istituzionale ha svolto compiti e funzioni di esperto e consulente tecnico per la parte ASL in tutte le attività connesse alla realizzazione, nel settore dell'integrazione socio-sanitaria, di un modello operativo di Sistema Informativo capace di gestire e governare i flussi informativi correlati e prodotti dalla attivazione della Porta Unitaria di Accesso (P.U.A.) e dalla rete dei Servizi socio-sanitari integrati. Ha partecipato alla realizzazione del progetto di Educazione alla Salute ad alta integrazione istituzionale ed operativa organizzato dal Servizio Adolescenti dell1 ASL SA 1 dal titolo "Sicurezza Stradale e prevenzione degli incidenti stradali tra i giovani". Coordinatore e Consulente tecnico-scientifico ed organizzativo Coordinamento tecnico-scientifico, supervisione alla progettazione, alla realizzazione e alla vantazione del Progetto Nome e indirizzo del datore di Pagina 7 - Curriculum vitae di IDrPANZA FRANCESCO} Ha collaborato all'ideazione, organizzazione, realizzazione e valutazione del Corso dì Formazione, promosso dal Coordinamento Sociosanitario dell'asl SA1, dal titolo "// modello di integrazione socio-sanitaria dell'asl Salerno 1". Ha svolto, inoltre, funzioni di docente, tutor scientifico e conduttore dei Gruppi di Lavoro..AI Corso hanno partecipato docenti accademici e del mondo professionale di rilievo nazionale.

8 2004 «Tipo di impiego Consulente tecnico - scientifico ed organizzativo Ideazione, organizzazione, realizzazione e vaìutazione del Corso dì Formazione. Componente del Comitato Scientifico ha svolto, inoltre, funzioni di docente, tutor scientifico e conduttore dei Gruppi di Lavoro. Con deliberazione n del il Direttore Generale gli è stato conferito l'incarico di Struttura Semplice - Responsabile della U.O. Servizi Sociali del Dipartimento Territoriale Fasce Deboli. Dirigente Responsabiie di Struttura Semplice Dipartimentale Funzioni di coordinamento, monitoraggio e vaìutazione dell'attività svolta dai Servizi Sociali presenti nei Distretti Sanitari di Base e nelle altre strutture operative ASL rientranti nella competenza del Dipartimento Territoriale Fasce Deboli. Promozione e verifica dei livelli d'integrazione organizzativa e interdisciplinare, mediante il governo tecnico-scientifico delle attività e delle funzioni svolte dagli operatori afferenti al Coordinamento Sociosanitario aziendale. Nell'anno 2004, a seguito di nomina del Direttore Generale, ha svolto attività di docente di Sociologia presso la Scuola per operatori socio-sanitari dell'asl Sa 1 (determinazione n. 931 del e lettera d'incarico prot. n. 04/OSS del ) Docente Attività di docenza e responsabilità formativo-didattiche connesse all'insegnamento affidatogli Ha ideato, progettato e realizzato, in qualità di Direttore tecnico e scientifico, il Corso di Formazione dell'asl SA 1 dal titolo "Quality Management: l'intervento sociosanitarìo come processo operativo orientato alla qualità e all'integrazione". Il Corso della durata di 100 ore, indirizzato a dirigenti medici, psicologi e a tutte le altre figure professionali socio-sanitarie aziendali, ha ottenuto 44 crediti ECM dal Ministero della Salute. Direttore Scientifico e Formatore Direttore Scientifico del Corso. Attività di Supervisione, Coordinamento e Vaìutazione. Ha ricoperto l'incarico di Commissario esperto in formazione nelle procedure di selezione al Corso di Aita Formazione post-laurea per "Esperti in Tecnologie e Sistemi Integrati della Sicurezza" autorizzato dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca (MIUR) con Decreto Direttoriale n. 394 del Il Corso di Alta Formazione organizzato da ESSENIA - UETP (University and Enterprise Training Partnership) si è svolto sotto l'egida del Comune di Salerno, della Regione Campania e del M!UR Comune di Salerno - Regione Campania Commissario Esperto Attività di formazione e vaìutazione per la selezione dei partecipanti al Master » Tipo di azienda o settore [DrPANZAFRA È stato componente del Comitato Tecnico Scientifico della Regione Campania - Settore Fasce Deboli - e del Comitato Tecnico Scientifico Nazionale del Progetto dei Ministero della Salute"SESIT" finalizzato alla realizzazione di un sistema informativo informatizzato nel campo delle dipendenze patologiche. Un progetto in linea con i protocolli metodologici e gli standard europei europei emanati dall'o.e.d.t. - E.M.C.D.D.A di Lisbona ed il Gruppo Pompidou di Bruxelles. Regione Campania-Settore Fasce Deboli e Comitato Tecnico Scientifico Nazionale del Progetto dei Ministero della Salute "SESIT" Regione Campania - Ministero della Salute f\ 8 - Cumculi vitae di

9 2003» Principali mansioni e responsabilità novembre 2002 p Principali mansioni e responsabilità 2002 Esperto Scientifico Attività di studio, ricerca, analisi e valutazione È stato relatore e formatore al Consensus Conference "Nuove prospettive operative, organizzative e gestionali nel settore delle dipendenze patologiche alla luce del Decreto Ministeriale del 14 giugno 2002" organizzato dall'asl SA 1 e svoltosi a Cava de' Tirreni il 6 febbraio 2003 con il Patrocinio della Regione Campania, del Comune di Cava de' Tirreni e della FeDerSerD. (Accreditamento ECM del Ministero della Salute). ASL - Regione Campania - Ministero della Salute - Comune di Cava de' Tirreni - FeDer SerD Formatore e Relatore scientifico Ha svolto funzioni di relatore e formatore e componente della Segreteria Scientifica È stato Coordinatore - Responsabile della Formazione per il Dipartimento Territoriale Fasce Deboli delpasl SA 1 Coordinatore-Responsabile della Formazione Ha svolto funzioni di coordinamento e supervisione tecnico-scientifica nel settore della programmazione di tutte le iniziative formative e di aggiornamento professionale progettate e realizzate dalle strutture operative afferenti al Dipartimento Fasce Deboli (Area Materno- Infantile, Area Anziani, Area Dipendenze, Area Riabilitazione e Protesica). È stato Responsabile e Coordinatore tecnico-scientifico del Progetto di Educazione alla Salute "Pegaso" dell'asl Salerno 1 Coordinatore tecnico-scientifico Ha svolto attività di programmazione, progettazione degli interventi ed attività formativoinformativa in ambito scolastico e territoriale. Il progetto era finalizzato alla prevenzione, tra i giovani, degli stati di dipendenza da sostanze stupefacenti e psicotrope, nuove droghe e da alcool. Ha partecipato, come Relatore, al Convegno organizzato dall'asl Salerno 1 con II Patrocinio della Provincia di Salerno e nel corso del quale sono stati presentati i Progetti di Educazione alla Salute dell'asl SA 1 rivolti alle Scuole di ogni ordine e grado presenti nel territorio Aziendale (Provincia di Salerno - Palazzo S. Agostino, Salerno). - Provincia di Salerno Relatore scientifico e Responsabile di Progetto In qualità di Responsabile e Coordinatore tecnico-scientifico del Progetto di Educazione alla Salute della ASL SA 1 denominato "Pegaso" ha svolto funzioni di relatore illustrando le finalità, gli obiettivi e le metodologie del progetto. All'interno della U.O. Struttura Complessa "Valorizzazione Risorse Umane - Settore Educazione Sanitaria", a seguito di disposizione del Direttore Generale, è stato nominato componente della Commissione per l'educazione alla Salute dell'asl Salerno 1 (deliberazione del Direttore Generale n.1185 del 11/07/02). Consulente tecnico-scientifico Pagina 9 - Curriculum viiae di IDrPANZA FRANCESCO]

10 2002 «Tipo di azienda o settore «Tipo di impiego 2002 > Quale componente della Commissione per l'educazione alla Salute ha proposto e introdotto metodologie, tecniche e strumenti innovativi nell'ambito della progettazione e valutazione degli interventi nel settore della promozione e tutela della salute (Project Management, sistemi avanzati di valutazione: Modello Multicriteri, Delphi, NGT, ecc.). All'interno della U.C. Struttura Complessa "Valorizzazione Risorse Umane - Settore Formazione" è stato nominato Referente Aziendale per la Formazione. Referente Aziendale Formazione Quale Referente Aziendale per la Formazione si è impegnato nei settori della pianificazione, programmazione e progettazione delle attività di formazione continua (ECM) e di aggiornamento professionale degli operatori (dirigenti e non) sia a livello territoriale che ospedaliero. Anche in tale settore ha promosso e favorito l'introduzione di metodologie, tecniche e strumenti innovativi, sia sul versante delia progettazione che su quello della valutazione: P.M. modello di valutazione multicriteri, Delphi, NGT, ecc.). È stato responsabile tecnico-scientifico e coordinatore all'interno dell'asl Salerno 1, del Progetto "Sistema Informativo Aziendale Standardizzato Informatizzato Area Dipendenze" (S.I.A.S.D.). (Deliberazione del Direttore Generale n.724 dei ). Responsabile tecnico-scientifico Aziendale SIADS Attività di studio, ricerca, analisi, valutazione e progettazione finalizzata al raggiungimento degli obiettivi aziendali prefissati. A seguito di nomina aziendale ha rappresentato l'asl Salerno 1 all'interno del Gruppo di Lavoro per la elaborazione dei Regolamenti Unitari per la gestione integrata dei servizi sociali e sanitari del Piano di Zona dell'ambito S1. - Piano Sociale di Zona Ambito S1 Formatore e Consulente tecnico-scientifico aziendale Ha partecipato al suddetto Gruppo di Lavoro svolgendo attività di formatore e consulente tecnico nell'ambito di specifiche iniziative divulgative e didattiche collegate. È stato nominato dal Direttore Generale dell'asl Salerno 1 referente aziendale del Progetto del Ministero della Salute "Formazione dei Responsabili del Sistema Qualità dei SER.T." - Ministero della Salute Formatore e Consulente tecnico-scientifico aziendale Ha partecipato al suddetto Progetto svolgendo l'attività di formatore e consulente tecnico nell'ambito di specifiche iniziative divulgative operative e didattiche collegate. Ha provveduto, in qualità di componente del Comitato Scientifico e di Coordinatore Tecnico, alla ideazione ed elaborazione del Progetto ASL SA 1 " La domiciliarìzzazione delle cure ai soggetti non anziani: una nuova modalità operativa". Il Progetto rientrava nell'ambito del Progetto Obiettivo 1 della Regione Campania (Piano Sanitario Nazionale Finanziamento Fondi CIPE). Il Progetto è stato approvato e interamente finanziato - Ministero della Salute Project Manager e Consulente tecnico-scientifico del Progetto Pagina 10 - Currìculùm vìtae di IDrPANIA FRANCESCO] \J

11 ottobre Principali mansioni e responsabilità < Principali mansioni e responsabilità Pagina 11 - Curriculum vitae di [DrPANZA FRANCESCO] Ha partecipato al suddetto Progetto svolgendo l'attività di formatore e consulente tecnico nell'ambito di specifiche iniziative divulgative operative e didattiche collegate. È stato componente del Gruppo Tecnico Regionale per le Tossicodipendenze e l'alcolismo costituito dalla Regione Campania con atto deliberativo di Giunta Regionale n del 4 aprile Regione Campania - Assessorato alla Sanità - Settore Fasce Deboli Centro Direzionale - Isola C3 - Napoli Ente Regione Esperto e Consulente Scientifico Gruppo Tecnico della Regione Campania Ha partecipato e collaborato al suddetto Gruppo Tecnico Regionale promuovendo l'introduzione e l'utilizzo di metodologie strumenti innovativi nel settore della pianificazione, programmazione e valutazione degli interventi segnatamente nei settori della prevenzione, diagnosi, cura, riabilitazione, reinserimento sociale e lavorativo. Ha partecipato, in qualità di Relatore e Docente, al Seminario di Lavoro sul tema "Mobbing, terrore psicologico sul posto di e Risorse Umane: aspetti gestionalì, sociali e psicologici" organizzato dalla Regione Campania Salerno 2 (Salerno). ASL Salerno 2 - Regione Campania - Assessorato alla Sanità - Settore Fasce Deboli Centro direzionale Isola C3 Napoli - Ente Regione Esperto e Consulente Tecnico-Scientifico Ha partecipato al suddetto Seminario in qualità di relatore e docente È stato componente della "Commissione per la riqualificazione della spesa farmaceutica" istituita presso il Distretto Sociosanitario di Cava de' Tirreni. Esperto e Consulente tecnico La Commissione aveva il compito di verificare l'andamento e i'appropriatezza delle prescrizioni farmaceutiche e si è.avvalsa dalle competenze specifiche fornite dalle diverse professionalità dei componenti (sociologi sanitari, statistici, epidemiologi, economisti sanitari, esperti in controllo di gestione, MMG e PLS). È stato componente di uno Staff di Ricerca costituito presso il Distretto Sociosanitario di Cava de' Tirreni della ASL Salerno 1. Lo Staff, attraverso una Ricerca Sociologica ad hoc, ha effettuato una prima valutazione di impatto sociale del processo di innovazione organizzativa gestionale ed operativa distrettuale. Consulente scientifico e Responsabile del Gruppo di Ricerca Lo staff di ricerca, attraverso la metodologia e le tecniche fornite dalla sociologia generale e sanitaria (interviste, questionar!, focus group, ecc.) aveva, tra i molteplici obiettivi, anche quello di misurare (analisi quali-quantitativa) nei cittadini e negli utenti il livello di percezione dei mutamenti organizzativi messi in atto dalla Direzione Distrettuale al fine di valutarne il gradimento e soprattutto l'efficacia a livello assistenziale. È stato componente, in qualità di esperto, del Gruppo di Lavoro Inter-istituzionale ASL SA1- Distretto Sociosanitario di Cava de' Tirreni e Comune di Cava de' Tirreni. Esperto e Consulente tecnico-scientifico Sociologo esperto all'interno del Gruppo Istituzionale. Attività di studio, ricerca ed analisi sociologica applicata al settore degli interventi socio-sanitari e sociali nell'area della prevenzione primaria degli stati di disagio adolescenziale e giovanile.

12 '1997 «Nome e indirizzo del datore di ' Principali mansioni e responsabilità 1997 > Principali mansioni e responsabilità 1996 Ha svolto attività di consulenza al Comune di Bellizzi (SA) per il Progetto di intervento pluriennale "Peter Pan" finalizzato alla prevenzione primaria degli stati di disagio preadolescenziale, adolescenziale e giovanile. Comune di Beliizzi (SA) Ente Locale Consulente tecnico-scientifico e Responsabile Gruppo di Ricerca Ideazione, progettazione, realizzazione, supervisione e coordinamento delle attività di ricerca, studio e di intervento applicato nel settore del disagio pre-adolescenziale, adolescenziale e giovanile. Ha svolto, con funzioni direttive e di supervisione, attività di Comunicazione, Ricerca, Sviluppo e Marketing socio-sanitario. Esperto in Comunicazione e Marketing sanitario e sociosanitario Ideazione, progettazione, realizzazione di strumenti informativi e di comunicazione sociale (vari opuscoli informativi, convegni, articoli, ecc.). In particolare da segnalare una "Guida ai Servizi perle Tossicodipendenze e le Alcoodipendenze dell'a.s.l. SA T (edizioni anni: ). È stato nominato dalla Regione Campania componente del Gruppo di Coordinamento Regionale preposto alla realizzazione di un Progetto del Ministero Sanità finalizzato alla "Salutazione della Qualità dei Servizi per le Tossicodipendenze e Alcooldipendenze". Regione Campania -Assessorato Sanità. Centro Direzionale Isola C3 Napoli Ente Regione Consulente tecnico-scientifico ed Esperto della Regione Campania Ha svolto in qualità di esperto, compiti e funzioni progettuali, organizzative e formative. È stato nominato dalla Regione Campania componente dei Gruppi di Lavoro istituiti presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento degli Affari Sociali - per l'elaborazione delle Linee Guida per l'organizzazione della II Conferenza Nazionale sulle Tossicodipendenze. Regione Campania - Assessorato Sanità. Centro Direzionale Isola C3 Napoli Ministero Interno Ente Regione - Ministero Esperto e Consulente Scientifico presso la Presidenza Consiglio dei Ministri In qualità di esperto ha collaborato, attraverso attività di studio, analisi, ricerca e confronto scientifico, alla elaborazione delle Linee Guida della II Conferenza Nazionale sulle Tossicodipendenze. È stato nominato dalia Regione Campania, in qualità di esperto, componente di un Gruppo di Lavoro preposto alla organizzazione, realizzazione e sperimentazione dell'osservatorio Regionale sulle Tossicodipendenze ed Alcooldipendenze. Regione Campania -Assessorato Sanità. Centro Direzionale Isola C3 Napoli Ente Regione - Ministero Esperto e Consulente Scientifico Regione Campania In qualità di esperto ha contribuito, attraverso attività di studio, analisi, ricerca e applicazioni empiriche, alla realizzazione dell'osservatorio Regionale sulle Tossicodipendenze ed Alcooidipendenze. È stato promotore e realizzatore di una ricerca empirica quali-quantitativa svolta in collaborazione tra l'asl Salerno 1 SER.T di Cava de' Tirreni ed il Consiglio Nazionale delle Ricerche (C.N.R.) sul tema "Medici di Base e Tossicodipendenze". Pagina 12 - Curriculurq vitae di [DrPANZA FRAN.ÒESCO]

13 Nome e Indirizzo del datore di ' Principali mansioni e responsabilità ASL Salerno 1 - via Giovanni Falcone, 60 Nocera Inferiore (SA) Responsabile scientifico Ricerca sanitaria Ideazione, progettazione, realizzazione, supervisione e coordinamento tecnico-scientifico delle attività connesse alla Ricerca. Ha svolto, quale docente di Sociologia, attività formativa e didattica presso la Scuola per Infermieri Professionali del Presidio Ospedaliere di Nocera Inferiore (ASL Salerno 1). ASL Salerno 1 - Via Giovanni Falcone, 50 Nocera Inferiore (SA) Docente Attività di docenza e responsabilità formativo-didattiche connesse all'insegnamento affidatogli. Ha svolto, quale docente di Sociologia, attività formativa e didattica presso la Scuola per Infermieri Professionali del Presidio Ospedaliere di Pagani (ASL Salerno 1). ASL Salerno 1 - via Giovanni Falcone, 60 Nocera Inferiore (SA) Docente Attività di docenza e responsabilità formativo-didattiche connesse all'insegnamento affidatogli. Ha svolto, quale docente di Sociologia, attività formativa e didattica presso la Scuola per Infermieri Professionali del Presidio Ospedaliere di Eboli (ASL Salerno 2). ASL Salerno 2 - Via Nizza 146 Salerno Docente Attività di docenza e responsabilità formativo-didattiche connesse all'insegnamento affidatogli settembre ' Principali mansioni e responsabilità 1994 Pagina 13 - Cuniculum vitae di [ Dr PANZA FRANCESCO ] È stato Formatore e componente del Comitato Scientifico ed organizzativo del Corso di Formazione, di livello nazionale, per operatori pubblici e privati delle tossicodipendenze sul tema "Sociologia Professionale e Tossicodipendenze" realizzato dall'azienda Sanitaria Salerno 1, svoltosi in Vietri Sul Mare (SA). ASL Salerno 1 - Via Giovanni Falcone, 50 Nocera Inferiore (SA) Patrocini: Regione Campania - Provincia di Salerno, Comune di Cava de' Tirreni - Comune di Vietri Sui Mare - SOIS (Società Italiana di Sociologia) Coordinatore scientifico e Formatore (evento di rilievo nazionale) Ha svolto attività di formatore, conduzione e supervisione dei gruppi di studio Ha svolto le funzioni Coordinatore scientifico e docente al seminario di formazione su "Metodi e tecniche di rilevazione: la campionatura dell'universo", organizzato in collaborazione con il Consiglio Nazionale delle Ricerche (C.N.R.) Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Istituto Scientifico di Ricerca Coordinatore Scientifico e Formatore CNR Ha svolto attività di formatore, conduzione e supervisione dei gruppi di studio Ha collaborato alla Ricerca "Lo sviluppo di strumenti di comunicazione e flussi informativi tra servizi pubblici e privati che operano nel campo della tossicodipendenza nella Regione Campania". MO.V.I - PAIDEIA- Centro A. P.S. di Milano (Progetto finanziato dal Ministero dell'interno). Terzo Settore - Istituto Scientifico di Ricerca

14 «Tipo di impiego Collaborazione tecnico-scientifica a Progetto Ministero dellunterno Ha collaborato alle attività di ricerca, studio e di intervento applicato nel settore. Ha svolto attività di formatore, conduzione e supervisione dei gruppi di studio. Ha collaborato alla ideazione e realizzazione del Corso di Formazione su "Metodi e tecniche di rilevazione: il questionario come strumento conoscitivo dell'interazione tra medico di base e tossicodipendente", organizzato con il Consiglio Nazionale delle Ricerche (C.N.R.). Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Istituto Scientifico di Ricerca Collaborazione tecnico-scientifica CNR Ha collaborato alle attività di ideazione e realizzazione del Corso. Ha svolto attività di formatore, conduzione e supervisione dei gruppi di studio. Ha collaborato alla Ricerca scientifica sul tema "Le dinamiche del Sistema di Sicurezza italiano", svolta dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (C.N.R.). Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Istituto Scientifico di Ricerca Collaborazione tecnico-scientifica CNR Ha collaborato, in tutte le sue fasi, alle attività di realizzazione della Ricerca. Ha collaborato alla Ricerca "Criminalità organizzata e Servizi Sociali per la prevenzione", svolta dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (C.N.R.). Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Istituto Scientifico di Ricerca Collaborazione tecnico-scientifica CNR Ha collaborato, in tutte le sue fasi, alle attività di realizzazione della Ricerca. Ha collaborato alla realizzazione della Ricerca biennale "Ruolo delle Istituzioni, delle agenzie e dei Servizi Sociali Territoriali per la lotta alla criminalità organizzata e per la prevenzione delle forme di devianza e di anomia", progettata e realizzata dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (C.N.R.). Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Istituto Scientifico di Ricerca Collaborazione tecnico-scientifica CNR Ha collaborato, in tutte le sue fasi, alle attività di realizzazione della Ricerca. Ha collaborato alla Ricerca poliennale "La politica sanitaria nelle regioni italiane", svolta dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (C.N.R.). Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Istituto Scientifico di Ricerca Collaborazione tecnico-scientifica CNR Ha collaborato, in tutte le sue fasi, alle attività di realizzazione della Ricerca Pagina 14 - Cumculumlvitae di [DrPANZAFRANGESCO] Ha sviluppato molteplici collaborazioni con Università, Amministrazioni Pubbliche, Organizzazioni del Terzo Settore e del Privato Sociale. Università degli Studi di Salerno, Università Federico II di Napoli, Università di Bologna, Università di Chietì, Università di Teramo, ecc. Istituti di Ricerca (C.N.R., LABOS, ISTAT, FORMEZ, CENSIS, ecc.) Jerzo Settore (MO.VI., APS, ecc.). Istituti Scientifici di Ricerca e Formazione Collaborazione tecnico-scientifica e consulenza per Università ed altri Istituti di Ricerca html

15 Attività di studio, e ricerca nei settori sociale e sanitario, con particolare riguardo agli ambiti operativi, organizzativi e gestionali. Utilizzo di metodologie e tecniche innovative, anche sperimentali, applicate alla formazione, alla progettazione, verifica ed alia valutazione dei sevizi e degli interventi sociosanitari integrati. ISTRUZIONE E FORMAZIONE 26 Ottobre 1981 Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio Qualifica conseguita Livello classificazione nazionale LAUREA DI DOTTORE MAGISTRALE IN SOCIOLOGIA, CON LA VOTAZIONE DI 110/110 CON LODE. Università degli Studi di Salerno Sociologia Generale, Sociologia della Salute, Sociologia Sanitaria, Sociologia della Medicina, Sociologia delle Organizzazioni, Epidemiologia, Metodologia e Tecniche della Ricerca Sociale, Statistica, Economia, Economìa Politica, Psicologia, Psicologia Sociale, Formazione, Sociologia Industriale, Sociologia Politica, Sociologia Economica e dello Sviluppo, Sociologia della Comunicazione e dei mass-media, Sociologia dell'educazione, Sociologia della Famiglia e dei Gruppi, Antropologia Sociale e Culturale, Sociologia del Diritto. Dottore Magistrale in Sociologia Laurea Magistrale in Sociologia 29 Luglio Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio Qualifica conseguita Livello classificazione nazionale MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN: DIREZIONE DELLA AZIENDE E DELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE DAOSan, CON LA VOTAZIONE DI 110/110 CON LODE Università degli Studi di Salerno - Facoltà di Economia - Dipartimento Studi e Ricerche Aziendali Sicurezza e Sanità elettronica, ICT, Organizzazione e Gestione Risorse Umane, Marketing, Comunicazione e Sistemi Informativi, Contabilità Analitica e Controllo di Gestione, Sistemi Sanitari: Modelli, Regole e Strategie, Diritto Amministrativo, Economia, Economia Aziendale, Internai Auditing, Project Management. Abilitazione in Direzione delle Organizzazioni e delle Aziende Sanitarie Master certificato di II Livello a valenza nazionale ed internazionale Giugno 2005 Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio Qualifica conseguita 1 Livello classificazione nazionale Ha partecipato, superando l'esame finale, al Corso di Formazione " La formazione nei contesti di salute" e "/ saperi della formazione e l'apprendimento organizzativo" Azienda Unità Sanitaria Locale Città di Bologna Sociologia Generale, Sociologia della Salute, Sociologia Sanitaria, Analisi e Sviluppo Organizzativo, Project Management, Epidemiologia, Psicologia Clinica, Psicologia Sociale e di Comunità, Formazione, Management Sanitario, Valutazione dei Servizi, Change Management, Total Quality, Comunicazione intra ed inter-istituzionale. Attestato di Formatore Sanitario e della Salute Corso di Formazione Accreditato ECM dal Ministero della Salute di Livello Nazionale 2003 Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione Ha partecipato, superando l'esame finale, ai Corso di Formazione organizzato dalla ASL Salerno 1 "Organizzazione del Sistema di Programmazione e Controllo delle Aziende Sanitarie Locali e delle Aziende Ospedaliere". Studio Guzzardi di Cosenza. Prof. F. Guzzardi - Università degli Studi di Cosenza e Catanzaro Pagina 15 - Curriculum viiae di I Dr PANIA FRANCESCO }

16 6 PrincipalLmaterie / abilità professionali oggetto dello studio Qualifica conseguita Livello nella classificazione nazionale (se pertinente) 2003 Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio Qualifica conseguita 1 Livello nella classificazione nazionale giugno 2002 Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio Qualifica conseguita Livello nella classificazione nazionale Management Sanitario, Scienza delle Organizzazioni, Economia Sanitaria, Statistica generale e sanitaria, Valutazione e qualità, Pianificazione, Programmazione e Controllo delle Aziende Sanitarie, Valutazione quali-quantitativa delle performance organizzative e professionali, Modelli matematici applicati alla pesatura delle strutture organizzative ed alla caratura dei dirigenti, Analisi Comparata dei Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro della Dirigenza del SSN. Esperto in Programmazione e Controllo in Sanità Corso Accreditato ECM dal Ministero della Salute Ha partecipato, superando l'esame finale, al Corso di Alta Formazione per il Top Management delle Aziende Sanitarie tenuto dalla Società ERNST & YOUNG di Roma Società ERNST & YOUNG di Roma Management Sanitario e processi di aziendalizzazione, Scienza delle Organizzazioni, Economia Sanitaria, Statistica generale e sanitaria, Valutazione dei servizi e qualità delle prestazioni, Pianificazione, Programmazione e Controllo delle Aziende Sanitarie, Comunicazione e marketing sanitario, Valutazione quali-quantitativa delle performance organizzative e professionali, Analisi Costi-Benefici, Attività di Project Management, Benchmarking e Change Management Attestato di Alta Formazione in Top Management Master Accreditato ECM dal Ministero della Salute (valenza nazionale e internazionale) Ha partecipato, in qualità di Referente per la formazione della Rete Aziendale dell'asl SA 1, al Corso dì Formazione Residenziale "Processo di Formazione in un Sistema di Qualità". Azienda Unità Sanitaria Locale Città di Bologna Scienza delle Organizzazioni, Analisi dei processi organizzativi, gestionali ed operativi nelle Aziende Sanitarie, Analisi della domanda di salute, Valutazione dei servizi e qualità delle prestazioni, Pianificazione, Programmazione e Controllo delle Aziende Sanitarie, Comunicazione e Marketing sanitario, Analisi dei fabbisogni formativi e Programmazione delle attività di Aggiornamento e Formazione continua. Attestato di Formazione, con superamento dell'esame finale Corso di Formazione Accreditato ECM dai Ministero della Salute di valenza nazionale 1-2 marzo e 5-6 aprile 2002 Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio Qualifica conseguita 1 Livello nella classificazione nazionale Ha partecipato, in qualità di Referente per la formazione della Rete Aziendale dell'asl SA 1, al Corso dì Formazione sulla "Comunicazione" tenuto dall'ausl Città di Bologna Azienda Unità Sanitaria Locale Città di Bologna Scienza della Comunicazione, Sociologia della Comunicazione, Psicologia di Comunità, Organizzazioni sanitarie e Analisi dei processi comunicativi e relazionali, Comunicazione interna ed esterna, Rilevazione del Clima Aziendale, Comunicazione e miglioramento continuo della qualità organizzativa, gestionale ed assistenziale, empowerment dei cittadini, degli operatori attraverso la leva della comunicazione efficace, Comunicazione e buone prassi nel SSN., Tecniche e strumenti di customer satisfaction. Attestato di Formazione, con superamento dell'esame finale Corso di Formazione Accreditato ECM dal Ministero della Salute di valenza nazionale Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione Ha partecipato, superando l'esame finale, al Corso di Formazione "Laboratorio per la progettazione integrata" nell'ambito delle attività organizzate dal Piano di Zona del Patto Territoriale dell' Agro Nocerino-Sarnese STUDIO ERReSSE - Risorse e strategie per il mutamento sociale - ROMA. Pagina 16 - Curriculum vitaa di [DrPANZA FRANCESCO]

17 Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio Qualifica conseguita 1 Livello nella classificazione nazionale 1998 Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio Qualifica conseguita 1 Livello nella classificazione nazionale Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio Qualifica conseguita Livello nella classificazione nazionale 1994 Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio Qualifica conseguita Livello nella classificazione nazionale Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione Pagina 17 - Curriculum vìtae di [DrPANZA FRANCESCO] Norrnativa_Nazionale e regionale in materia, Lea sociosanitari, Sociologia Sanitaria e della Salute, Project Management, Integrazione socio-sanitaria, Pianificazione, Programmazione e Progettazione territoriale integrata dei servizi sociali e sanitari, Tavoli tecnici per lo sviluppo della concertazione operativa tra ASL- Piani di Zona -Terzo Settore for -profit e no-profit e altri stakeholder, Sistema Informativo territoriale, Carta dei Servizi, Valutazione e verifica della qualità erogata dai servizi agli utenti, Innovazione sociale, Empowerment dei cittadini, degli operatori, Integrazione Ospedale -Territorio, Dimissioni protette, Programmi terapeutici integrati personalizzati, Unità di Valutazione Integrata, Porta Unitaria di Accesso alle prestazioni socio-sanitarie integrate. Esperto in Progettazione integrata. Corso di Formazione Accreditato dalla Regione Campania a livello ministeriale. Ha partecipato, superando l'esame finale, al Corso di Formazione di Psicologia di Comunità " L'educazione Socio Affettiva". Artemide Servizi per la Formazione s.r.l. ROMA (Direttore Prof. Donata Francescato - Università La Sapienza - Roma) Psicologia Generale, Psicologia di Comunità, Scienza della Comunicazione, Sociologia della Comunicazione, Organizzazioni sanitarie e analisi dei processi comunicativi e relazionali, Comunicazione individuale e di gruppo, Comunicazione e miglioramento continuo della qualità organizzativa ed assistenziale, Empowerment dei cittadini, degli utenti e degli operatori attraverso l'applicazione delle tecniche e degli strumenti della Psicologia di Comunità. Acquisizione di specifiche competenze didattico-formative e relazionali applicabili ai diversi contesti lavorativio/professionali e nei differenti ambiti di intervento metodologico-operativo. Esperto formatore in educazione socio-affettiva Corso di Formazione Accreditato dal MIUR (livello nazionale) Ha partecipato, superando l'esame finale, al "Master di Formazione per Dirigenti dell' Salerno 1" tenuto dalla LUISS MANAGEMENT S.p.A. di Roma LUISS MANAGEMENT S.p.A. di Roma Management Sanitario, Sociologia, Economia Politica e Sanitaria, Economia Aziendale, Statistica, Statistica Sanitaria, Pianificazione e Controllo di Gestione, Aziendalizzazione e riorganizzazione della Rete Ospedaliera, II percorso dell'accreditamento, II contratto della Dirigenza, La Gestione delle Risorse Umane, La misurazione delle prestazioni ospedaliere. Attestato di Formazione Top Management Master Accreditato ECM dal Ministero della Salute (valenza nazionale e internazionale) Ha partecipato, superando l'esame finale, al Corso di Formazione "Sociologia professionale e tossicodipendenze" svoltosi a Cesenatico Forti. Società Italiana di Sociologia (SOIS) Sociologia Sanitaria, Epidemiologia, Statistica Sanitaria, Metodologia e Tecniche della Ricerca Sociale, Valutazione dei servizi, Programmazione e progettazione dei servizi e degli interventi nei settori della prevenzione, della diagnosi, della terapia, della riabilitazione e del reinserimento sociale, Sistemi Informativi, Osservatori sociologici ed epidemiologici. Attestato di Formatore settore dipendenze patologiche Corso di Formazione accreditato dal Ministero della Salute e dalla Regione Emilia- Romagna (valenza nazionale) Ha partecipato, superando l'esame finale, al Corso di Formazione su "Sorveglianza e prevenzione dell'infezione da HIV e da Virus Epatitici nei soggetti Tossicodipendenti nella Regione Campania". Istituto Superiore di Sanità e Assessorato alla Sanità della Regione Campania.

18 Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio Qualifica conseguita 1 Livello nella classificazione nazionale Medicina Interna, Epatologia, Epidemiologia, Statistica Sanitaria, Sociologia Sanitaria. Metodologia e Tecniche della Ricerca Sociale ed Epidemiologica, Valutazione dei servizi, Strategie di informazione e comunicazione alla popolazione, Programmazione e progettazione dei servizi e degli interventi nei settori della prevenzione, della diagnosi, della terapia, della riabilitazione e del reinserimento sociale dei soggetti affetti da HiV e da virus epatitici, Sistemi Informativi, Osservatori sociologici ed epidemiologie!. Attestato di Formazione area statistico-epidemiologica Corso di Formazione accreditato dal Ministero della Salute e dalla Regione Campania (valenza nazionale) CAPACITÀ E COMPETENZE PERSONALI Acquisite nel corso della vita e della carriera ma non necessariamente riconosciute da certificati e diplomi ufficiali. MADRELINGUA ITALIANO ALTRE LINGUE Capacità di lettura Capacità di scrittura Capacità di espressione orale CAPACITÀ E COMPETENZE RELAZIONALI Vivere e lavorare con altre persone, in ambiente multiculturale, occupando posti in cui la comunicazione è importante e in situazioni in cui è essenziale lavorare in squadra (ad es. cultura e sport), ecc. INGLESE Buona. Buona Buona. Buone capacità e competenze relazionali sono state acquisite e sviluppate, negli anni, sia in ambito professionale-lavorativo che in quello sociale, in una prospettiva di miglioramento sinergico continuo tra esigenze di crescita personale e sviluppo culturale dei diversi contesti operativi ed organizzativi agiti. I settori, afferenti l'area del management direzionale aziendale, dove sono stati acquisiti e maggiormente implementati tali skill, sono quelli: della Programmazione e del Controllo Strategico, dell'audit, della formazione, della ricerca, della progettazione integrata, dei sistemi informativi, della valutazione e della comunicazione. Dette competenze costituiscono, per il raggiungimento della mission aziendale, delle risorse, delle leve essenziali fondamentali per la crescita culturale, operativa e della performance dell'organizzazione e della sua governance. In particolare, in sanità e nel welfare più in generale, il in team multidisciplinari integrati rappresenta un importante valore aggiunto capace di produrre risultati positivi dal punto di vista della qualità, dell'efficienza e dell'efficacia delle prestazioni sanitarie e sociosanitarie erogate ai cittadini/utenti. Lo scrivente, consapevole di questo, in tutte le esperienze maturate sul piano professionale (elencate nel presente curriculum), ma anche nella normale vita di relazione, ha cercato sempre di considerare gli altri come una risorsa a cui fare riferimento per migliorare la qualità della propria vita e tutti insieme quella degli altri (utilizzando quella che A. Touraine ed altri importanti sociologi contemporanei definiscono la pratica/metodologia dell'/nnovaz/one Sociale). Oggi, più che mai, nella società cosiddetta "liquida" (I. Bauman), della comunicazione, del web, della conoscenza e della globalizzazione, in un contesto generalizzato di riduzione delle risorse, ci si sente sempre più soli e lontani gli uni dagli altri, e pertanto è più che mai necessario sviluppare sistemi di reti sociali solidali, dotate di senso comunitario, il più possibile rispettose dei principi etici, orientate ancor più verso valori e criteri di inclusione ed equità sociale. Oggi più che mai appare importante riflettere, ilio tempore, sul pensiero del poeta inglese John Donne sintetizzabile con la sua celebre frase/riflessione "Nessun uomo è un'isola" e dunque sviluppare e mettere in campo, in tutti i settori, strategie di governance, nel rispetto dei vincoli economico-fìnanziari attuali, sempre più interattive, empatiche, condivise e partecipate. Pagina 18 - Curriculum vitae di IDrPANZA FRANCESCO] Per uiteriori informazioni: int/comm/education/index_it.html

19 CAPACITÀ E COMPETENZE ORGANIZZATIVE Ad es. coordinamento e amministrazione di persone, progetti, bilanci; sul posto di, in attività di volontariato (ad es, cultura e sport), a casa, ecc. CAPACITÀ E COMPETENZE TECNICHE Con computer, attrezzature specifiche, macchinarì, ecc. CAPACITÀ E COMPETENZE ARTISTICHE Musica, scrittura, disegno ecc. _Nel corso degli anni l'esperienza professionale e lavorativa maturata e riportata sinteticamente nel presente curriculum, hanno fatto si che lo scrivente, nell'ambito delle attività connesse alle funzioni proprie del Centro di Controllo Direzionale Aziendale, acquisisse buone capacità e competenze organizzative, segnatamente nei settori dell'integrazione socio-sanitaria, dei servizi sociali, del governo clinico e delle politiche di governance dei processi di salute. In particolare sono state affinate le capacità professionali connesse alle funzioni di: coordinamento, monitoraggio e valutazione dell'attività svolta dai Servizi sociali e sanitari presenti nei Distretti Sanitari di Base e nei Presidi Ospedalieri delle Aziende Sanitarie Locali; promozione e verifica dei livelli d'integrazione organizzativa e interdisciplinare, mediante il governo tecnico-scientifico delle attività e delle funzioni svolte dagli operatori; elaborazione dei programmi di attività distrettuali, in collaborazione con i Direttori dei Distretti, dei Presidi Ospedalieri e con i Comuni singoli e associati (Uffici di Piano dei Piani Sociali di Zona); definizione del fabbisogno di prestazioni e servizi socio/assistenziali e socio/sanitari integrati; collaborazione alla Programmazione distrettuale nella fase di valutazione del fabbisogno assistenziale e di Pianificazione del livello di copertura della domanda da parte dell'insieme dei servizi distrettuali. Ulteriore competenze sono state acquisite nel: sovrintendere alla produzione, da parte dei referenti delle U.O. Semplici e Complesse monitorate, dei dati e delle informazioni utili per il controllo di gestione, il sistema informativo e le valutazioni epidemiologiche; promozione di azioni volte a favorire la qualità dei servizi e sottoporre a verifica i risultati ottenuti, con particolare riferimento alla valutazione del grado di soddisfazione degli utenti; analisi e definizione dei fabbisogni formativi degli operatori e dei servizi; promozione della cultura della documentazione scientifica e delle attività di ricerca, formazione, aggiornamento e didattica; attivazione di processi orientati a favorire i cittadini-utenti nell'accesso ai servizi, espletando anche funzioni di interfaccia con l'utenza; promozione dell'integrazione tra le attività dei Presidi Ospedalieri, dei Servizi Territoriali aziendali e dei servizi sociosanitari e sociali per assicurare la continuità assistenziale e la globalità del trattamento del paziente-utente; coordinamento nell'espletamento e lo sviluppo delle attività di ricerca, di formazione di studio e di verifica della qualità delle prestazioni; promozione e sviluppo delle attività di progettazione integrata con l'applicazione, in particolare, delle metodologie e delle tecniche della Ricerca-Azione, dewaudit Internai, del Project Management, Cloud Computing, Change Management finalizzate al miglioramento delle performance operative, organizzative e gestionali prodotte dai diversi attori coinvolti nel delicato e complesso processo di riorganizzazione che, allo stato, investe la governance globale dell'asl SALERNO. Piena padronanza del PC e dei pacchetti informatici Office (Word, Excell. Access, Power Point). Buona conoscenza ed uso di SPSS e di altri software finalizzati alla ricerca sociale e statisticoepidemiologica. Utilizzo di videoproiettore, lavagna luminosa, posta elettronica, internet e altre attrezzature multimediali. Conoscenza ed utilizzo delle tecnologie e-learning e quelle connesse alle attività di pianificazione e controllo gestionale ed operativo. Suona ia chitarra classica e elettrica. Nel passato ha suonato in gruppi musicali di musica pop e rock, partecipando a manifestazioni musicali e a tour nazionali. Scrive e pubblica, per case editrici nazionali, libri di saggistica, narrativa e di poesie. Cultore ed appassionato della pittura in particolare di quella impressionista francese, della filosofia, della letteratura e narrativa italiana, di quella russa, francese, in special modo quella esistenzialista. Pagina 19 - Curriculum vitae di [DrPANZA FRANCESCO] \ ì

20 ALTRE CAPACITÀ E COMPETENZE Anno 2009 Competenze non precedentemente indicate. 1. PROJECT MANAGEMENT Ha partecipato, superando l'esame finale, al Corso di Formazione "Principi di Project Management - Come Gestire un Progetto" realizzato da Civica - Servizi Integrati per la Competitivita - Professionisti per l'europa (Montesilvano - Pescara luglio 2009). Cìvica è un Consorzio di imprese che si occupa di sviluppo locale, sviluppo sostenibile, europrogettazione e governance. Con detto Corso ha potenziato le sue competenze già possedute nel settore del Project Management mediante una conoscenza più aggiornata, ampia e profonda di metodi innovativi come: Logicai framework approach, Stakeholder analysis, Business case, Risk management, Quality assurance, Configuration management, Tecniche di pianificazione. Inoltre sono stati acquisiti skill specifici quali: Project Portfolio Management e Programm Management, Gestione di contratti (contract management), Change Management, Configuration Management., Tolleranze e Change Budget, Risk Management, Stima e programmazione, Pianificazione a Rete, Gannt, Pert, Criticai Path, WBS, PBS, Work Packages, Pianificazione top down e bottom up, Motivazione e Incentivazione, Team Building, Creatività e Partecipazione, Knowledge Management, Comunicazione, Reporting (finanziario, di tempo, punti di controllo, ecc.), Obiettivi S.M.A.R.T. (Specific, Measurable, Applicable, Realistic, Time Constricted), Learned Value Management, Tempistica, Chiusura, Investment Appraisal Methods: Redditività del Capitale Investito (ROI), tasso interno di rendimento, tempo di recupero del capitale investito. Fornitori che sopportano parte del rischio aziendale, Fund Raising. L'esperienza formativa e la pratica acquisita accresce nello scrivente la capacità di valutare quando e con quale profondità applicare queste tecniche e questi metodi nell'azienda di appartenenza. 2. EUROPROGETTAZIONE Ha partecipato, superando l'esame finale, al Corso di Formazione "Come accedere ai Fondi Unione Europea" realizzato da Civica - Servizi Integrati per la Competitivita - Professionisti per l'europa (Montesilvano - Pescara Giugno 2009). Cìvica è un Consorzio di imprese che si occupa di sviluppo locale, sviluppo sostenibile, europrogettazione e governance. EuroLab di Civica è un percorso formativo a carattere professionalizzante finalizzato a sviluppare alte qualità progettuali e, a garantire la ottimale gestione delle Sovvenzioni Comunitarie a gestione centralizzata e a gestione concorrente. L'obiettivo formativo dunque è stato, non limitato alla mera "conoscenza" della materia dei Fondi Comunitari, ma indirizzato alla trasmissione delle tecniche del "saper fare". Mediante un percorso guidato, attraverso l'assistenza tecnica dei Consulenti Civica, lo scrivente ha acquisito le capacità necessarie per progettare e gestire risorse comunitarie mediante gli strumenti del Project Cycle Management, del Logicai Framework Approach e del Work Breakdown Structure. L'esperienza formativa e la pratica acquisita accresce la capacità dello scrivente di valutare quando e con quale profondità applicare queste tecniche e questi metodi dalla Azienda di appartenenza al fine di candidarsi ai Fondi Europei. PATENTE o PATENTI Patente di guida tipo B Pagina 20 - Curriculum vitae di [OrPANIA FRANCESCO]

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

p e r i l c u r r i c u l u m

p e r i l c u r r i c u l u m F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Indirizzo Ferraina Caterina Rosaria Località Feudotto compl. AZUR Vibo Valentia Telefono 0963.94428 328/2888930

Dettagli

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...4 3. DOVE LAVORA...5 4. CONDIZIONI DI LAVORO...6 5. COMPETENZE...7 CHE COSA DEVE ESSERE IN GRADO DI FARE...7 CONOSCENZE...10

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Dirigente ASL II fascia - Dipartimento di Prevenzione - Servizio Igiene e Sanità Pubblica ex ASL NA5

Dirigente ASL II fascia - Dipartimento di Prevenzione - Servizio Igiene e Sanità Pubblica ex ASL NA5 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 05/01/1959 Qualifica CAROTENUTO ADELE Dirigente Medico Amministrazione ASL NAPOLI 3 SUD (EX ASL 4 e 5) Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Approvato nella seduta di Consiglio del 10 gennaio 2014 Del.01/2014 IL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI CONSIDERATO

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

Dal 2002 a tutt oggi è Direttore Sanitario dell Ospedale di Mormanno.

Dal 2002 a tutt oggi è Direttore Sanitario dell Ospedale di Mormanno. C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome MARILENA MORANO Data di nascita 04-07-1956 Qualifica Direzione Sanitaria Amministrazione ASP COSENZA Incarico attuale DIRETTORE SANITARIO OSPEDALE

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus -ijp ASLLanusei Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6 Organigramma DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus DIREZIONE SANITARIA Direttore: dott. Maria Valentina Marras DIREZIONE AMMINISTRATIVA

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara PROMECO Progettazione e intervento per la prevenzione Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara Aprile 2006 Premessa Punti di forza, obiettivi raggiunti Elementi su cui

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Distr. Sc. n 9 - Via V. Veneto 89822 SERRA SAN BRUNO (VV) FONDI STRUTTURALI 2007-2013 PEC: vvis003008@pec.istruzione.it PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170. Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192)

LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170. Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192) Gazzetta Ufficiale N. 244 del 18 Ottobre 2010 LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170 Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192) La Camera dei deputati ed il Senato

Dettagli

Il sistema di classificazione per profili finalizzati all appropriatezza delle Cure Domiciliari

Il sistema di classificazione per profili finalizzati all appropriatezza delle Cure Domiciliari LA PROGRAMMAZIONE REGIONALE IN TEMA DI CURE DOMICILIARI E ANALISI DEL DECRETO COMMISSARIALE N. 1/2013 Il sistema di classificazione per profili finalizzati all appropriatezza delle Cure Domiciliari Annalisa

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

PROGETTO REGIONALE IN-DIPENDENTI Per un effettivo reinserimento delle persone svantaggiate e la promozione della salute negli ambienti di lavoro

PROGETTO REGIONALE IN-DIPENDENTI Per un effettivo reinserimento delle persone svantaggiate e la promozione della salute negli ambienti di lavoro REGIONE VENETO Assessorato alle Politiche Sociali, Volontariato, e Non-Profit Direzione Regionale per i Servizi Sociali - Servizio Prevenzione delle devianze D.G.R. 4019 del 30/12/2002 FONDO REGIONALE

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

Azienda Sanitaria Provinciale Trapani

Azienda Sanitaria Provinciale Trapani \ Regione Siciliana Azienda Sanitaria Provinciale Trapani Documento di Organizzazione Direzione Amministrativa Direzione Generale Direzione Sanitaria Staff Direzionale TP 1 Distretto Ospedaliero TP 2 Distretto

Dettagli

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE: LEGGE 12 MARZO 1968, n. 442 (GU n. 103 del 22/04/1968) ISTITUZIONE DI UNA UNIVERSITÀ STATALE IN CALABRIA. (PUBBLICATA NELLA GAZZETTA UFFICIALE N.103 DEL 22 APRILE 1968) URN: urn:nir:stato:legge:1968-03-12;442

Dettagli

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DELPIANO Laura Indirizzo Via Torino n. 112 int. 2 10036 SETTIMO TORINESE Telefono 011.898.26.34 Mobile: 333.10.60.176 Fax 011.898.26.34 E-mail laura.delpiano@cespi-centrostudi.it

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Sergio dal Maso Viale C.Colombo, 165 Foggia Telefono 328/2775122 Fax 0881/720007 E-mail Nazionalità

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

OGGETTO STRUTTURE SEMPLICI DIPARTIMENTALI E STRUTTURE SEMPLICI

OGGETTO STRUTTURE SEMPLICI DIPARTIMENTALI E STRUTTURE SEMPLICI 1 OGGETTO STRUTTURE SEMPLICI DIPARTIMENTALI E STRUTTURE SEMPLICI QUESITO (posto in data 31 luglio 2013) pongo un quesito relativo alla organizzazione gerarchica delle strutture operative semplici e semplici

Dettagli

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO Allegato A alla deliberazione n. 11 dell 08/06/2012 MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO 1. COMPITI E FINALITA

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza Dipartimento di Sanità Pubblica S a l u t e è S a p e r e Azioni di Prevenzione n. 2 28 Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Indice Presentazione Strutture Sanitarie Introduzione Contesto Risultati

Dettagli

Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento. D.M. 142 del 25 marzo 1998.

Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento. D.M. 142 del 25 marzo 1998. Circolare 15 luglio 1998 n. 92 Ministero del lavoro Occupazione - misure straordinarie - tirocini formativi e di orientamento - stages - precisazioni del ministero. Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento.

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

NORME GENERALI SULL'ORGANIZZAZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE

NORME GENERALI SULL'ORGANIZZAZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE 1 1 LEGGE REGIONALE 23 dicembre 2004, n. 29 #LR-ER-2004-29# NORME GENERALI SULL'ORGANIZZAZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE Testo coordinato con le modifiche apportate da: L.R.

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC La formazione sul campo (di seguito, FSC) si caratterizza per l utilizzo, nel processo di apprendimento, delle

Dettagli

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n.

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n. Legge 15 marzo 2010, n. 38 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (G.U. 19 marzo 2010, n. 65) Art. 1. (Finalità) 1. La presente legge tutela il diritto del

Dettagli

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341;

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341; UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DICA IL RETTORE Ii[NyMITÀ DEGLI STUDI MI I ACATANIA Protocollo Generale 0 8 APR. 2014 Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) Il sottoscritto Salvatore Silvano Lopez, nato a Milano, il 10 ottobre 1954, residente in

Dettagli

Informazioni personali

Informazioni personali Informazioni personali Nome e cognome Alessandro Melchionna Laurea Scienze Statistiche Presetaie Le mie esperienze professionali e le competenze acquisite gravitano in diversi domini, quali quello del

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca

Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca Parere n. 5 del 22/6/2011 Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca Oggetto: Programmazione nazionale dei

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Presentazione Progetto Sport di Classe

Presentazione Progetto Sport di Classe Presentazione Progetto Sport di Classe a sostegno dell attività motoria e sportiva nella scuola 1 GOVERNANCE dello sport a scuola MIUR - CONI - Promuove il riconoscimento in ambito scolastico del valore

Dettagli

BOZZA FUNZIONI DEL SERVIZIO SOCIALE PROFESSIONALE IN SANITÀ

BOZZA FUNZIONI DEL SERVIZIO SOCIALE PROFESSIONALE IN SANITÀ PREMESSA BOZZA FUNZIONI DEL SERVIZIO SOCIALE PROFESSIONALE IN SANITÀ La SALUTE è uno stato di pieno ben-essere fisico, mentale e sociale e non la semplice assenza di malattia o di infermità.il godimento

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome TARZIA SALVATORE Telefono 0961 857310 Fax 0961 857279 E mail s.tarzia@regcal.it Nazionalità Luogo di Nascita Data di

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli