Docente: Federica Prete project manager e FP7 National Contact Point

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Docente: Federica Prete project manager e FP7 National Contact Point"

Transcript

1 Docente: Federica Prete project manager e FP7 National Contact Point

2 Typical Research Project Problem Research idea Proposal Project Result

3 Successful FP7 Research Project Spin Off Problem Research idea Proposal Project Result Solution

4 Step by Step - Acquisizione dei documen/ ufficiali (WP e GdA): il prima possibile! - Le>ura del bando e scelta del topic: a>enzione ai progea out of scope - Primo drae dell idea e della stru>ura: 2-3 pagine su cui lavorare con i partner - Individuazione della partnership, 2 livelli: 1. definire il nucleo della partneship 2. completare la partnership, complementarietà

5 Step by Step - Pianificazione tempi e aavità; suddivisione dei compi/ - Raccolta informazioni e documen/ dai partner - Monitoraggio periodico dello stato di avanzamento delle par/ della proposta - Preparazione del budget -

6 Criteri di valutazione

7 Timeline: Dall idea al progeco Project idea Submission of the proposal First indication from the EC Signed grant agreement with the EC Final Report Project Results Report Report 12 months Mid Term Proposal Preparation Negotiations Project Execution 1 3 years 3-6 months 2-4 months 2-3 months Start/Kick off

8

9 PARTNERSHIP europea complementare

10 1 Step: leggere acentamente il topic Offre una panoramica sinte/ca delle aavità obbligatorie nel proge>o Per ciascuna aavità = competenze specifiche Perme>e di evitare sovrapposizioni tra partners

11 Associare ad ogni aavità un sogge>o ben preciso: - Università - En, di ricerca - Industrie - PMI(fornitori/produ:ori/etc.) - Associazioni di Categoria - Esper,/policy makers - End users

12 2 Step: la scelta dei partners ACenzione al numero! - Verificare le regole di partecipazione e - Controllare lo schema di finanziamento: Small and medium project 6-10 partners Large project partners

13 ACenzione alla provenienza geografica! - Paesi Membri ed Associa/ - Assicurare rappresenta/vità di aree/regioni europee = non sbilanciare il partenariato prediligendo partners solo di alcuni Paesi ed escludendone altri (coerenza con il topic) - Coinvolgere Paesi che rappresentano un eccellenza in quel se>ore

14 Coinvolgere soggej esterni Chi sono? Persone fisiche (Esper/, stakeholders, policy- makers, scienzia/, industry representa/ves) Persone giuridiche da Paesi Terzi In che modo? - Membri dell Advisory Board - Partners del consorzio - Sub- contraen/ Ma - Fare a>enzione ai cos/ - Assegnare aavità coeren/ con il topic

15 I Sub- contraeno Sono necessari? Partners o subcontraen,? NO aavità di MGT (es. consulen/) NO core ac,vi,es SI aavità ben definite, limitate nel tempo, che necessitano di essere svolte al di fuori del consorzio (es. par/colari /pi di analisi) N.B. Non c è un limite max di budget da des,nare ai subcontractors purchè siano necessari al raggiungimento degli obieqvi del proge:o. Non rientrano nel calcolo dei cos, indireq!

16 I Partner dei Paesi Terzi Come coinvolgerli? Perchè? - Apertura della CE alla partecipazione dei Paesi Terzi; - Pros&Cons, dall esperienza di APRE: arricchimento dell EU in termini di know- how ma anche difficoltà di comunicazione e comprensione delle procedure

17 Altri soggej Esper/ End users Policy makers Etc..

18 3 Step: la ricerca partner (tools)

19 Le reo degli NCP HEALTH: h>p://www.fiiorhealth.eu/ h>p://healthcompetence.eu PMI: h>p://www.ncp- sme.net/ PEOPLE: h>p://www.fp7peoplenetwork.eu/

20 Il database APRE RicercaPartner.htm

21 Il Contenitore : leggiamo insieme la PARTE B

22 PROPOSAL 1. ScienOfic and/or technical quality, relevant to the topics addressed by the call 1.1 Concept and objec/ves 1.2 Progress beyond the state- of- the- art 1.3 S/T methodology and associated work plan 2. ImplementaOon 2.1 Management structure and procedures 2.2 Individual par/cipants 2.3 Consor/um as a whole 2.4 Resources to be commi>ed 3. Impact 3.1 Expected impacts listed in the work programme 3.2 Dissemina/on and/or exploita/on of project results, and management of intellectual property 4. Ethical Issues 5. ConsideraOon of gender aspects

23 Il progeco AgriFoodResults - topic KBBE : DisseminaOon of research projects in the food sector Call: FP7- KBBE B Dissemina/on measures can some/mes reach a full impact only aeer a project has ended, but when costs are not eligible any longer. This Coordina/on and Support Ac/on (CSA) would give the means to consor/a to effec/vely communicate their findings, in collabora/on with other consor/a, in the field of food science and technology, with emphasis on food safety and quality. The inten/on should be that the dissemina/on mechanisms developed are sustainable in the longer term and are designed to meet the needs of relevant stakeholder groups who would be the beneficiaries of the projects outcomes. This CSA is not only directed at consor/a of EC- funded projects, but also at projects funded by other means (na/onal, Member States in different configura/ons, global, industrial). Funding scheme: Coordina/on and support ac/on aiming at suppor/ng the KBBE Addi/onal informa/on: In order to ensure relevance and impact of the research effort, the ac/ve par/cipa/on of at least 5 par/cipants represen/ng 5 projects (out of which at least one project has not received EC funding) represents an added value to the ac/vi/es and this will be reflected in the evalua/on. Expected impact: Provide effec/ve and sustainable dissemina/on measures of research projects in the food area leading to a higher degree of technology transfer and innova/on and therefore increased compe//veness of the food industry.

24 StruCurare un progeco Definire obieavi chiari PERCHE? ObieAvi NON sono i risulta/!! Definire i risulta/ COSA? deliverables misurabili Responsabilità CHI? Ogni partner = ruolo e responsabilità per i risulta/ Pianificare le aavità QUANDO? WBS, gannt chart, pert chart etc. Allocare budgets RISORSE.? a WP s e aavità

25 Il progeco AgriFoodResults la partnership

26 Parte B* 1. Scien,fic and/or technical quality, relevant to the topics addressed by the call 1.1 Concept and objec-ves *differenze tra CP e CSA: verificare nei documen/!

27 ObieJvi: PERCHE? Definire gli obieavi nel contesto delle poli/che Europee: diversi livelli Overall objec-ves: è il contesto in cui si inserisce il proge>o, presentazione della problema/ca A lungo termine oltre la durata del proge>o e mirata a benefici Migliorare, rafforzare, facilitare, realizzare Spesso lo troviamo descri>o nella call o nel topic Project purposes o aims Da realizzare durante il proge>o Provare un conce>o, dimostrare una tecnologia, sviluppare conoscenze nuove Sono de>aglia/

28 Il progeco AgriFoodResults gli obiejvi Prima frase del paragrafo 1.1: AgriFoodResults has three main objec-ves: 1) To offer innova/ve and sustainable services for dissemina/on 2) To raise skills of European food scien/sts on dissemina/on prac/ces 3) To successfully disseminate recent results from agri- food research projects.

29 Il progeco AgriFoodResults il concept Dopo aver indicato brevemente la metodologia e i risulta/ a>esi, sinte/zzano i concea principali:

30 Parte B 1.2 Progress beyond the state- of- the- art 1.3 S/T methodology and associated work plan Table: Timing of work package and their components

31 WBS Fasi 3 o 4 fasi (definizione, sviluppo, dimostrazione, valutazione) Work Packages Un WP per ogni risultato principale del proge>o Stru>ura e numero dei WP secondo la complessità del lavoro e divisione dei ruoli Numerare i WP: WP1, WP2 etc. MGT e dissemina/on Tasks (AAvità) Definizione de>agliata del lavoro Numerare Task/AAvità coerentemente ai WPs: WP 1 Task 1.1, Task T 1.2 Deliverables Un risultato per ogni Task/AAvità Numerare Deliverables coerentemente alle Tasks/AAvità Task 1.1. Deliverable D.1.1.

32 Work Package descripoon ObjecOves Clearly phrased Realis/c and reachable Should not prescribe the approach DescripOon of work Ac/vi/es per task Deliverables Tangible, verifiable results Milestones Cri/cal moments in a project RED LIGHT / GREEN LIGHT

33 Il progeco AgriFoodResults: WP1 WP1: NEEDS ANALYSIS AND PRACTICES BENCHMARKING ObjecOves The objec/ves are to benchmark current dissemina/on prac/ces and to iden/fy successful strategies of dissemina/on. The WP leader is ACTIA. DescripOon of work Task 1.1 Survey to idenofy current pracoces and needs [ ] Task leader: EQY will develop the web tools for the survey and prepare the survey report Partners involved: ENITIAA for the defini,on of indicators, INW and EUFIC for the design of the survey, all partners to collect answers. Task 1.2 Workshops on current pracoces and needs Task 1.3 Benchmarking of current pracoces and needs Task1.4 Report on strategies for communicaoon of scienofic results Deliverables D1.1 Benchmarking report on current dissemina/on prac/ces & SME needs (M6) D1.2 Report on strategies for communica/on of scien/fic results (M6)

34 Il Pert PERT - Program EvaluaOon and Review Technique. È una tecnica (formalismo grafico) di project management sviluppata nel 1958 dalla Booz, Allen & Hamilton, Inc. (una di>a di consulenza ingegneris/ca), per l'ufficio ProgeA Speciali della Marina degli Sta/ Uni/. L obieavo era quello di ridurre i tempi ed i cos/ per la proge>azione e la costruzione dei so>omarini nucleari arma/ con i missili Polaris, coordinando nel contempo diverse migliaia di fornitori e di subappaltatori. Con questa tecnica si tengono so>o controllo le aavità di un proge>o u/lizzando una rappresentazione re/colare che /ene conto della interdipendenza tra tuce le ajvità necessarie al completamento del progeco. Si no/ che l'algoritmo PERT non schedula (cioè non elabora una sequenza temporizzata delle aavità stesse), perché non /ene conto della disponibilità delle risorse; considera cioè che le risorse siano a disponibilità infinita. *Definizione estratta da Wikipedia

35 Il progeco AgriFoodResults: Pert

36 WP VI Project Management (Cordinatore) WP I: Identification of European Critical Success Factors (Partner1 ) Database and guide for Interviews Interviews (10 US, 20 EU) Benchmarking and define ECISF s WP II Design Training Cycle (Parteners 2 e 3) Needs analyses with start-ups Design Training Approach based on ECISF s Develop Class Room Training Materials On-line tutorials and Business Plan Wizard WP III: Perform Training Cycle (Parteners 4) Select 24 candidate start-up SMEs Perform (3x) training and support cycle Validation and upgrading of business plans 3x Develop validation plan and establish Investors Advisory Comittee Measure user satisfaction and overall validation Finetuning course materials and on-line support tools WP IV Evaluation and Finetuning (Parteners 5 ) WP V Exploitation and Dissemination (Partener 6 )

37 Il GanC Il diagramma di GanC, usato principalmente nelle aavità di project management, è costruito partendo da: un asse orizzontale - a rappresentazione dell'arco temporale totale del proge>o, suddiviso in fasi incrementali (ad esempio, giorni, seamane, mesi) e da un asse ver-cale - a rappresentazione delle mansioni o aavità che cos/tuiscono il proge>o *Definizione estratta da Wikipedia

38 Il GanC Un diagramma di Gan> perme>e dunque la rappresentazione grafica di un calendario di ajvità, u/le al fine di pianificare, coordinare e tracciare specifiche aavità in un proge>o dando una chiara illustrazione dello stato d'avanzamento del proge>o rappresentato; di contro, uno degli aspea non tenu/ in considerazione in questo /po di diagrammazione è l'interdipendenza delle aavità, cara>eris/ca invece della programmazione re/colare, cioè del diagramma

39

40 ImplementaOon

41 2. Implementazione 2.1 Management structure and procedures Descrivi la stru>ura organizza/va ed i meccanismi decisionali del proge>o. Dimostra come essi si combinano con la complessità e le dimensioni del proge>o. (Lunghezza massima per la Sezione 2.1: 5 ( pagine i.e Comitati etici!

42 2.2 Individual par-cipants 1/2 For each par,cipant in the proposed project, provide a brief descrip-on of the legal en-ty, the main tasks they have been a:ributed, and the previous experience relevant to those tasks. Provide also a short profile of the staff members who will be undertaking the work.

43 2.2 Individual par-cipants 2/2 (Maximum length for Sec,on 2.2: one page per par-cipant. However, where two or more departments within an organisa,on have quite dis,nct roles within the proposal, one page per department is acceptable. The maximum length applying to a legal en,ty composed of several members, each of which is a separate legal en-ty, is one page per member, provided that the members have quite dis,nct roles within the proposal.)

44 Individual par-cipants Per il coordinatore: molto importante so>olineare precedeno esperienze in precedeno progej di Programma Quadro, così come la partecipazione in altri progea europei e nazionali Per ogni partecipante: fornire una breve descrizione dell organizzazione, delle principali ajvità che dovranno svolgere, preceden/ esperienze rilevan/ all aavità. Fornire inoltre un breve profilo dei membri dello staff coinvolto nelle aavità

45 2.3 Consor-um as a whole 1/2 Describe how the par-cipants collec-vely cons-tute a consor-um capable of achieving the project objec,ves, and how they are suited and are commi:ed to the tasks assigned to them. Show the complementarity between par,cipants. Explain how the composi-on of the consor-um is well- balanced in rela-on to the objec-ves of the project. If appropriate describe the industrial/commercial involvement to ensure exploita,on of the results, and how the opportunity of involving SMEs has been addressed.

46 to be specified i) Sub- contrac-ng: If any part of the work is to be sub- contracted by the par,cipant responsible for it, describe the work involved and explain why a sub- contract approach has been chosen for it. ii) Other countries: If one or more of the par,cipants reques,ng EU funding is based in a country that is outside the EU, and is not an Associated Country, and is not on the list of Interna,onal Coopera,on Partner Countries, explain in terms of the project s objec-ves why such funding would be essen-al. iii) Addi-onal partners: If there are as- yet- uniden,fied par,cipants in the project, the expected competences, the role of the poten,al par,cipants and their integra,on into the running project should be described. However, these as- yet- uniden-fied par-cipants will not be counted in the minimum number of par-cipants condi-on regarding the eligibility of the proposal. (No maximum length applies to this sec-on)

47 2.4 Risorse Oltre alla tabella A3 e all effort form, indicate ogni altro costo rilevante (es. viaggi, a>rezzatura ). Descrivi come la totalità delle risorse necessarie saranno reperite, comprese quelle complementari al contributo comunitario. Mostra come le risorse saranno integrate in modo coerente, mostra come l intero piano finanziario del proge>o è adeguato. Lunghezza massima sezione 2.4: 2 pagine

48 CosO eleggibili Definizione: Reali Sostenu/ nel corso del proge>o Determina/ e registra/ secondo contabilità interna Necessari, economici, efficien/ Non dà origine a profi>o Al ne>o dei cos/ non eleggibili ( IVA ) Basato sul conce>o di co- finanziamento

49 (ii) ImpaCo potenziale

50 3. ImpaCo 3.1 ImpaV awesi come indica- nel piano di lavoro Descrivi come il proge>o contribuirà al raggiungimento degli impaa a>esi indica/ nel piano di lavoro in relazione al topic in ques/one. Descrivi i passi necessari a realizzare gli impaa. Spiega perché questo contributo richiede un approccio Europeo (anziché nazionale o locale). Indica come altre aavità di ricerca nazionali o internazionali sono state prese in considerazione. Riferisci su qualsiasi fa>ore anche esterno che potrebbe influenzare il raggiungimento dell impa>o

51 3.2 Diffusione e/o sfruwamento dei risulta- e ges-one della proprietà intellewuale Descrivi le misure proposte per la diffusione e/o sfru>amento dei risulta/ e la ges/one della proprietà intelle>uale. Lunghezza massima sezione intera 3: 10 pagine

52 Alcuni suggerimeno: l u/lità a livello poli/co dei risulta/ di ricerca è un obieavo chiave Un piano di diffusione fin dall inizio del proge>o è essenziale Iden/ficare una persona responsabile per la comunicazione è necessario Definire i potenziali fruitori del proge>o sin dall inizio!

53 Se appropriato, dare messaggi polioci chiave e raccomandazioni per diversi target groups: * Policy makers (locali, regionali, nazionali, europei), * Comunità di Ricerca * Imprese/Industria * Organizzazioni della Società Civile * Media

54 Gli ultimi consigli!! Solo dopo che si è strucurato l idea progecuale si comincia a scrivere!!!

55 StruCura e approccio Introdurre (nuovi) concea all inizio, spiegare e elaborare (non introdurre nuovi concea ( successivamente Mantenere il discorso coerente Riferimen/ a da/ pubblici (sta/s/ci) per quanto rilevan/ Riferimen/ a progea finanzia/ nel passato (innovazione può essere il seguito) Testo breve e denso (u/lizzare ( figure

56 Curare i decagli Usare un inglese standard e conciso Rendere il testo chiaro, ben stru>urato, e scorrevole alla le>ura Prevedere un indice, u/lizzare paragrafi brevi, evidenziare i passaggi chiave, schema/zzare i concea Inserire solo informazioni rilevan/ al proge>o

57 Sviluppo del testo Rispondere a TUTTE! le domande che vengono indicate nel formulario U/lizzare terminologia rilevante nel contesto del Programma e dell invito Linguaggio coerente in tua capitoli della proposta (e.g. servizio sistema, sperimentazione testare (. etc

58 Rendete la proposta leggibile. Il valutatore ha poche ore per leggere la vostra proposta e valutarla! Usate grassea, corsivi, so>olinea/. Meglio una tabella rispe>o a mille parole

59 Eleven centres and research groups active in andrology and medical sexology have been selected: Leuven (B), Muenster (D), Leipzig (D), Barcelona (E), Rome (I), Florence (I) (these biomedical centres also have interdisciplinary connections with psychological and psychosexological research groups and inter sectorial connections with research groups in the sectors of sociology and science of communication; complementary training described in point B2.1 will be organised in these Centres); Malmoe (S), Manchester (UK), Giessen (D), Tartu (EE), Lodz (PL) (centres with clinical and bio-molecular facilities). See also point B3 with the individual Centres description. As previously noted, these centres are already linked by a common training project under the EAA. This new research and training project will be able to make use of an already effective network. Also inserted in the Network will be the companies most involved in producing the latest generation products active in the andrological field: Serono, Organon, Ferring, Sigma Tau producing hormones and drugs proposed for therapy male infertility, Eli Lilly, Pfizer, Bayer, and GSK, manufacturers of various type 5 phosphodiesterase inhibitors acting on erectile dysfunction, Johnson & Johnson, manufacturer of the forthcoming selective inhibitor of the serotonin reuptake, specifically aimed at treating premature ejaculation, Schering and Solvay, manufacturers of new testosterone formulations with innovative, specific administration methods dedicated to age-related forms of hypogonadism. Part of the complementary training describe in point B2.1 will be organised by experts from these pharmaceutical companies. List of involved Centres Malmö (S), University of Lund, Department of Urology Malmö, Chairman Prof. Aleksander Giwercman Manchester (UK), Department of Endocrinology, Manchester Royal Infirmary, Chairman Prof. Frederick Wu Tartu (EE), Department of Urology, Tartu University Hospital, Chairman Prof. Margus Punab Leuven (B), Department of Endocrinology, University Hospital, Chairman Prof. Dirk Vanderschueren Muenster (D), Institute of Reproductive Medicine University of Munster, Chairman Prof. Eberhard Nieschlag Giessen (D), Department of Dermatology, Justus-Liebig University of Giessen, Chairman Prof. Andreas Meinhardt Leipzig (D), Department of Andrology and Dermatology, University of Leipzig, Hans-Juergen Glander Lodz (PL), Department of Andrology and Reproductive Endocrinology, Medical University of Lodz, Chairman Prof. Krzysztof Kula Barcelona (E), Fundacion Puigvert Andrology Service, Clinica de la Santa Creu, Chairman Prof. Osvaldo Rajmil Rome (I), Department of Medical Physiopathology, University of Rome La Sapienza, Co-Chairmen Prof. Andrea Lenzi and Prof. Franco Dondero

60

61 Titolo accaavante, acronimo Sintesi organica del proge>o (obieavi, risulta,, approccio R&D, partnership, u,lità dei risulta,, ( sfru:amento Convincente background e stato dell arte Chiarire obieavi, metodi, risulta/ e deliverables Un piano di lavoro ben stru>urato Un appropriata stru>ura del management Un piano de>agliato per l implementazione e lo sfru>amento dei risulta/ Una descrizione realis/ca dei cos/ Un consorzio bilanciato (ruoli, ( qualifiche

62 Non considerate solo gli aspea scien/fici (non è uno scien/fic (! paper Ma anche quelli poli/ci, economici e sociali! E dimostrate la vostra preparazione anche su ques/ temi con da/ e cifre

63 A chi rivolgersi per un supporto

APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea. Scrivere una proposta di successo nel 7 Programma Quadro di RST dell UE

APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea. Scrivere una proposta di successo nel 7 Programma Quadro di RST dell UE APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea Scrivere una proposta di successo nel 7 Programma Quadro di RST dell UE 1 AGENDA Mattina: La presentazione della proposta Scrivere una proposta di successo

Dettagli

Scrivere una proposta nel VII Programma Quadro. Nicola Bergonzi

Scrivere una proposta nel VII Programma Quadro. Nicola Bergonzi Scrivere una proposta nel VII Programma Quadro Nicola Bergonzi Timeline: Dall idea al progetto Project idea Submission of the proposal First indication from the EC Signed grant agreement with the EC Final

Dettagli

APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea

APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea Scrivere una proposta di successo Nicola Bergonzi Punto di Contatto Nazionale SALUTE Timeline: Dall idea al progetto Project idea Submission of the

Dettagli

Come presentare una proposta di successo nel 7PQ: aspetti pratici di progettazione

Come presentare una proposta di successo nel 7PQ: aspetti pratici di progettazione Come presentare una proposta di successo nel 7PQ: aspetti pratici di progettazione Monique Bossi Punto di Contatto Nazionale Infrastrutture di Ricerca e Sicurezza bossi@apre.it Università Bocconi, 28 novembre

Dettagli

APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea Gli strumenti e le modalità di partecipazione al 7 PQ Antonio Carbone Roma, 8 giugno 2012

APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea Gli strumenti e le modalità di partecipazione al 7 PQ Antonio Carbone Roma, 8 giugno 2012 APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea Gli strumenti e le modalità di partecipazione al 7 PQ Antonio Carbone L' APRE è un Ente di ricerca non profit con obiettivo, sancito dall articolo 3

Dettagli

APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea

APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea Come presentare una proposta nel VII PQ: i fattori di successo Gianluca Rossi Sassari 29 Maggio 2008 Dall Idea al progetto 1. Project idea 2. Consortium

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA PROGETTAZIONE EUROPEA: INDICAZIONI PRATICHE E ASPETTI ORGANIZZATIVI

INTRODUZIONE ALLA PROGETTAZIONE EUROPEA: INDICAZIONI PRATICHE E ASPETTI ORGANIZZATIVI INTRODUZIONE ALLA PROGETTAZIONE EUROPEA: INDICAZIONI PRATICHE E ASPETTI ORGANIZZATIVI Chiara Zanolla L importanza di una buona progettazione Aumento fondi FP7 Allargamento Europa Tecniche di progettazione

Dettagli

Dall idea al progetto: La struttura della proposta APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea

Dall idea al progetto: La struttura della proposta APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea Dall idea al progetto: La struttura della proposta APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea Keji Alex Adunmo Project Manager & Punto di Contatto Nazionale: Scienze Socio-economiche ed Umanistiche

Dettagli

METODOLOGIA DI PROGETTAZIONE: SVILUPPO CONTENUTI E BUDGET. D e d i c a t e d t o S u c c e s s

METODOLOGIA DI PROGETTAZIONE: SVILUPPO CONTENUTI E BUDGET. D e d i c a t e d t o S u c c e s s METODOLOGIA DI PROGETTAZIONE: SVILUPPO CONTENUTI E BUDGET D e d i c a t e d t o S u c c e s s Analisi e sviluppo dell idea progettuale Fasi Analisi strategie Definizione idea progettuale Identificazione

Dettagli

LABORATORIO DI PROGETTAZIONE

LABORATORIO DI PROGETTAZIONE LABORATORIO DI PROGETTAZIONE PROMOS Come fare un buon progetto I KEY TAKEAWAYS DELLE PUNTATE PRECEDENTI Cosa avere sempre presente quando si fa un progetto DI COSA PARLIAMO? Entrare nelle cordate dei progetti

Dettagli

La sfida dei progetti a finanziamento europeo

La sfida dei progetti a finanziamento europeo La sfida dei progetti a finanziamento europeo 29 febbraio 2016 in collaborazione con Sara Grilli Andrea Innocenti Marcello Traversi 1 LA GIUNGLA DEI PROGETTI EUROPEI: OPPORTUNITÀ E LA SFIDA DEL PROJECT

Dettagli

PROGETTO parte di Programma Strategico

PROGETTO parte di Programma Strategico ALLEGATO B1 PROGETTO parte di Programma Strategico FORM 1 FORM 1 General information about the project INSTITUTION PRESENTING THE STRATEGIC PROGRAM (DESTINATARIO ISTITUZIONALE PROPONENTE): TITLE OF THE

Dettagli

Gli aspetti strategici dei progetti di ricerca. Gli aspetti strategici

Gli aspetti strategici dei progetti di ricerca. Gli aspetti strategici Dall idea al progetto: La struttura della proposta APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea Keji Alex Adunmo Project Manager & Punto di Contatto Nazionale: Scienze Socio economiche ed Umanistiche

Dettagli

DESTINAZIONE EUROPA. BOARDING PASS PER LE MARIE CURIE FELLOWSHIP Focus sul capitolo B4 IMPLEMENTATION

DESTINAZIONE EUROPA. BOARDING PASS PER LE MARIE CURIE FELLOWSHIP Focus sul capitolo B4 IMPLEMENTATION A P R E AGENZIA P E R L A PROMOZIONE D E L L A RICERCA EUROPEA DESTINAZIONE EUROPA BOARDING PASS PER LE MARIE CURIE FELLOWSHIP Focus sul capitolo B4 IMPLEMENTATION Di Angelo D Agostino con la collaborazione

Dettagli

La rete dei National Contact Point in Italia

La rete dei National Contact Point in Italia La rete dei National Contact Point in Italia Caterina BUONOCORE NCP HEalth, wellbeing demographic change. APRE www.apre.it APRE 2013 The Italian NCP System : APRE the Agency for the Promotion of the European

Dettagli

H2020 Secure, Clean and Efficient Energy Punti di forza e criticità delle proposte

H2020 Secure, Clean and Efficient Energy Punti di forza e criticità delle proposte H2020 Secure, Clean and Efficient Energy Punti di forza e criticità delle proposte Secure, Clean and Efficient Energy: Giornata Nazionale di Lancio dei Bandi 2016-17 in Horizon 2020 Roma, 9 novembre 2015

Dettagli

Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea ICT PSP Come presentare una proposta. Daniela Mercurio. Punto di Contatto Nazionale ICT PSP

Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea ICT PSP Come presentare una proposta. Daniela Mercurio. Punto di Contatto Nazionale ICT PSP APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea ICT PSP Come presentare una proposta Daniela Mercurio Punto di Contatto Nazionale ICT PSP Università degli studi Tor Vergata, 12 Luglio 2007 Argomenti

Dettagli

Pianificare un progetto: team, valutazione, disseminazione,

Pianificare un progetto: team, valutazione, disseminazione, Pianificare un progetto: team, valutazione, disseminazione, ecc. OBIETTIVI SECONDA PARTE 1) Comprendere le principali implicazioni organizzative di un progetto PH 2) Imparare ad organizzare le attività

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Erasmus+ Partenariati strategici

Erasmus+ Partenariati strategici Erasmus+ Partenariati strategici Questo documento è stato elaborato dall Agenzia nazionale Erasmus+ Indire per aiutare gli utenti nella compilazione dei alcune sezioni dell eform KA2 per partenariati strategici.

Dettagli

Il report è. correlati con le spese

Il report è. correlati con le spese Il report è - collegato ai pagamenti (intermedio e finale) - obbligatorio (da contratto) e deve essere prodotto entro 2 mesi dalla fine del progetto (data indicata nel contratto) - inoltre, deve essere

Dettagli

Docente: Federica Prete Project manager e FP7 National Contact Point

Docente: Federica Prete Project manager e FP7 National Contact Point Docente: Federica Prete Project manager e FP7 National Contact Point 7 PQ Che cosa è? È il principale strumento finanziario dell UE a sostegno della ricerca e dello sviluppo tecnologico copre quasi tuae

Dettagli

NATIONAL INFORMATION DAY 2012 PROGRAMMA DI AZIONE COMUNITARIA IN TEMA DI SALUTE (2008-2013) La progettazione di qualità e la gestione di progetti

NATIONAL INFORMATION DAY 2012 PROGRAMMA DI AZIONE COMUNITARIA IN TEMA DI SALUTE (2008-2013) La progettazione di qualità e la gestione di progetti NATIONAL INFORMATION DAY 2012 PROGRAMMA DI AZIONE COMUNITARIA IN TEMA DI SALUTE (2008-2013) La progettazione di qualità e la gestione di progetti Stefano Benvenuti Lorenzo Gios CReMPE Regione Veneto Coordinamento

Dettagli

Pianificare il management di un progetto

Pianificare il management di un progetto Workshop Area Science Park Pianificare il management di un progetto Federica Prete Trieste, 1 ottobre 2009 Gestione del progetto Obiettivo è di scrivere un project management ben strutturato un piano idoneo

Dettagli

PRESENTAZIONE AZIENDALE ATTIVITA E SERVIZI TECNOLOGIE PERSONALE OBIETTIVI ESPERIENZE

PRESENTAZIONE AZIENDALE ATTIVITA E SERVIZI TECNOLOGIE PERSONALE OBIETTIVI ESPERIENZE PRESENTAZIONE AZIENDALE ABOUT US ATTIVITA E SERVIZI ACTIVITY AND SERVICES TECNOLOGIE TECHNOLOGIES PERSONALE TEAM OBIETTIVI OBJECTIVI ESPERIENZE PRESENTAZIONE AZIENDALE B&G s.r.l. è una società di progettazione

Dettagli

L Europa ci aspetta! BENVENUTI!

L Europa ci aspetta! BENVENUTI! Ufficio Europa & Ufficio Politiche Giovanili L Europa ci aspetta! Seminario - Workshop sulla Progettazione Europea e non. BENVENUTI! COME SCRIVERE UN PROGETTO EUROPEO Mini - Guida per ogni tipo di programma

Dettagli

Il Consortium Agreement

Il Consortium Agreement Il Consortium Agreement AGENDA Il CA in generale La govenance Legal and Financial IPR Cos è il CA? Il CA è un accordo siglato fra i partecipanti ad un azione indiretta (ad es. un progetto) finanziata nell

Dettagli

Il punto di partenza. h$p://ec.europa.eu/erc. Il Work Programme. La Guide for Applicants

Il punto di partenza. h$p://ec.europa.eu/erc. Il Work Programme. La Guide for Applicants Il punto di partenza h$p://ec.europa.eu/erc Il Work Programme La Guide for Applicants ObieCvo strategico ObieCvo strategico L'ERC incoraggia proposte: di impostazione interdisciplinare che superano le

Dettagli

Elementi di Euro-progettazione

Elementi di Euro-progettazione Elementi di Euro-progettazione 1 parte - Ance Sicilia, Palermo Venerdì - 21 Giugno 2013 Giuseppe Pace - Università di Gent Lucia Coletti Esperto di euro-progettazione TEMI 1. Criteri generali di progettazione

Dettagli

LA VALUTAZIONE DELLA PROPOSTA

LA VALUTAZIONE DELLA PROPOSTA LA VALUTAZIONE DELLA PROPOSTA IN HORIZON 2020 Barbara Pernati CNR Ufficio Supporto alla Programmazione Operativa tel. +39 010 6475 306 voip +39 06 4993 2312 e-mail barbara.pernati@cnr.it AGENDA: - VALUTAZIONE

Dettagli

Erasmusplus 2015. Azione Chiave 2 Cooperazione per l innovazione e lo scambio di buone pratiche

Erasmusplus 2015. Azione Chiave 2 Cooperazione per l innovazione e lo scambio di buone pratiche Erasmusplus 2015 Azione Chiave 2 Cooperazione per l innovazione e lo scambio di buone pratiche PARTENARIATI STRATEGICI Consigli per la compilazione del modulo di candidatura 2015 NOTA Questo documento

Dettagli

La progettazione in ambito europeo: in pillole la pianificazione e qualche definizione

La progettazione in ambito europeo: in pillole la pianificazione e qualche definizione La progettazione in ambito europeo: in pillole la pianificazione e qualche definizione LA PIANIFICAZIONE DEL PROGETTO (1) 6 PUNTI CHIAVE NELLA PREPARAZIONE DI UNA PROPOSTA 1. Formulare obiettivi adeguati

Dettagli

CiaoTech S.r.l. (Member of PNO Group)

CiaoTech S.r.l. (Member of PNO Group) CiaoTech S.r.l. (Member of PNO Group) Opportunità di finanziamento europee per la Ricerca e lo Sviluppo - The New EU Framework Programme for Research and Innovation- Horizon 2014-2020 and LIFE opportunities

Dettagli

ALLEGATO A MODULO 1 PROGETTO ORDINARIO. FORM 1 General information about the project (MODULO 1 INFORMAZIONI GENERALI SUL PROGETTO)

ALLEGATO A MODULO 1 PROGETTO ORDINARIO. FORM 1 General information about the project (MODULO 1 INFORMAZIONI GENERALI SUL PROGETTO) ALLEGATO A MODULO 1 PROGETTO ORDINARIO FORM 1 General information about the project (MODULO 1 INFORMAZIONI GENERALI SUL PROGETTO) INSTITUTION PRESENTING THE PROJECT (DESTINATARIO ISTITUZIONALE PROPONENTE):

Dettagli

Impatto e disseminazione

Impatto e disseminazione Workshop Sardegna Ricerche Impatto e disseminazione Federica Prete Akghero, 19 novembre 2009 Cos è l IMPATTO? COLLISIONE! URTO VIOLENTO! Es: lo scontro tra le due macchine ha provocato la rottura del parabrezza

Dettagli

Lo strumento PMI di Horizon 2020

Lo strumento PMI di Horizon 2020 Lo strumento PMI di Horizon 2020 Regole per la sottomissione REGOLE DI PARTECIPAZIONE Il Regolamento EU N. 1290/2013, articolo 53, stabilisce che solo le PMI possono partecipare alle call pubblicate nell

Dettagli

We take care of your buildings

We take care of your buildings We take care of your buildings Che cos è il Building Management Il Building Management è una disciplina di derivazione anglosassone, che individua un edificio come un entità che necessita di un insieme

Dettagli

Eco-REFITec: Seminary and Training course

Eco-REFITec: Seminary and Training course Eco-REFITec: Seminary and Training course About Eco-REFITec: Eco-REFITEC is a research project funded by the European Commission under the 7 th framework Program; that intends to support repair shipyards

Dettagli

Indice degli argomenti

Indice degli argomenti La disseminazione dei risultati della ricerca nel settore agro-alimentare Chiara Pocaterra National Contact Point Indice degli argomenti Introduzione: perché comunicare la ricerca? Le peculiarità nel settore

Dettagli

EUROPEAN GRADING CONVERTING SYSTEM (EGRACONS)

EUROPEAN GRADING CONVERTING SYSTEM (EGRACONS) EUROPEAN GRADING CONVERTING SYSTEM (EGRACONS) Luciano Saso Deputy Rector for International Mobility Erasmus Institutional Coordinator luciano.saso@uniroma1.it February 2009 The traditional system A, B,

Dettagli

Workshop Genova 17 settembre 2015 Programma Spazio Alpino 2014-2020

Workshop Genova 17 settembre 2015 Programma Spazio Alpino 2014-2020 Workshop Genova 17 settembre 2015 Programma Spazio Alpino 2014-2020 Le modalità di partecipazione ai bandi Carlo Palazzoli IT National Contact Point This programme is co-financed by the European Regional

Dettagli

HTA e screening. Paolo Giorgi Rossi AUSL Reggio Emilia

HTA e screening. Paolo Giorgi Rossi AUSL Reggio Emilia HTA e screening Paolo Giorgi Rossi AUSL Reggio Emilia L Aquila 20 Giugno 2012 Perchè? Obiettivi di un Sistema Sanitario Dare una risposta alle aspettative dei cittadini fornendo servizi di altà qualità

Dettagli

Solutions in motion.

Solutions in motion. Solutions in motion. Solutions in motion. SIPRO SIPRO presente sul mercato da quasi trent anni si colloca quale leader italiano nella progettazione e produzione di soluzioni per il motion control. Porsi

Dettagli

12/02/2015. Istituto Comprensivo 3 Chieti. in collaborazione con. euphoria

12/02/2015. Istituto Comprensivo 3 Chieti. in collaborazione con. euphoria in collaborazione con Istituto Comprensivo 3 Chieti 1 TIMELINE #1 2 Struttura organizzativa e coordinamento Risorse - umane e - materiali Attività del progetto Tempo Budget 3 Conformità 4 Principi Tipi

Dettagli

Dall Idea al Progetto

Dall Idea al Progetto CORSO DI EUROPROGETTAZIONE MODULO 2 Dall Idea al Progetto DOTT. GIANLUCA COPPOLA Direttore generale - Responsabile Progetti Europei 1 CAPITOLO 1 STRUTTURARE UN PROGETTO Modulo 2 Dall Idea al Progetto 2

Dettagli

ERC Funding Schemes. Sapienza Università di Roma. Giornata Informativa, Roma 27 Gennaio 2014. Giuditta Carabella. Sapienza Università di Roma

ERC Funding Schemes. Sapienza Università di Roma. Giornata Informativa, Roma 27 Gennaio 2014. Giuditta Carabella. Sapienza Università di Roma ERC Funding Schemes Sapienza Università di Roma Giornata Informativa, Roma 27 Gennaio 2014 Giuditta Carabella Sapienza Università di Roma Area per l Internazionalizzazione Lo European Research Council

Dettagli

LA PREPARAZIONE E SOTTOMISSIONE

LA PREPARAZIONE E SOTTOMISSIONE LA PREPARAZIONE E SOTTOMISSIONE DELLA PROPOSTA IN HORIZON 2020 Giusy LO Grasso CNR Ufficio Supporto alla Programmazione Operativa tel. +39 010 6475847 voip +39 06 4993 2551 e-mail giusy.lograsso@cnr.it

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

GOLDEN GROUP PORTA LE AZIENDE IN EUROPA DIVISIONE EUROPROGETTAZIONE

GOLDEN GROUP PORTA LE AZIENDE IN EUROPA DIVISIONE EUROPROGETTAZIONE GOLDEN GROUP PORTA LE AZIENDE IN EUROPA DIVISIONE EUROPROGETTAZIONE GOLDEN GROUP PORTA LE AZIENDE IN EUROPA Un TEAM di specialisti in progettazione europea assiste le imprese per attivare gli strumenti

Dettagli

Dipartimento della programmazione e dell ordinamento del Servizio sanitario nazionale Direzione generale della programmazione sanitaria

Dipartimento della programmazione e dell ordinamento del Servizio sanitario nazionale Direzione generale della programmazione sanitaria DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO E LA COESIONE ECONOMICADIREZIONE GENERALE PER LA POLITICA REGIONALE UNITARIA COMUNITARIA Dipartimento della programmazione e dell ordinamento del Servizio sanitario nazionale

Dettagli

ITALIAN EGYPTIAN DEBT FOR DEVELOPMENT SWAP PROGRAM (Agreement signed in Cairo on 03.06.2007)

ITALIAN EGYPTIAN DEBT FOR DEVELOPMENT SWAP PROGRAM (Agreement signed in Cairo on 03.06.2007) ITALIAN EGYPTIAN DEBT FOR DEVELOPMENT SWAP PROGRAM (Agreement signed in Cairo on 03.06.2007) PROJECT DOCUMENT FORMAT EXECUTIVE SUMMARY Project title Sistemi Innovativi e di Ricerca per la Salvaguardia

Dettagli

Iris and SJU Project P15.2.6 Iris Public Event 04/02/2013 University of Salzburg Unipark P. Tavernise P15.2.6 PM. Ref.:

Iris and SJU Project P15.2.6 Iris Public Event 04/02/2013 University of Salzburg Unipark P. Tavernise P15.2.6 PM. Ref.: Iris and SJU Project P15.2.6 Iris Public Event 04 University of Salzburg Unipark P. Tavernise P15.2.6 PM R Content Project 15.2.6: Main objective Project 15.2.6: Project in brief Project 15.2.6: Specific

Dettagli

Il 7 Programma Quadro. e le opportunità per le PMI

Il 7 Programma Quadro. e le opportunità per le PMI APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea Il 7 Programma Quadro di Ricerca e Sviluppo Tecnologico e le opportunità per le PMI Agenzia no-profit dal 1990 creata con il patrocinio del Ministero

Dettagli

Customer satisfaction and the development of commercial services

Customer satisfaction and the development of commercial services Customer satisfaction and the development of commercial services Survey 2014 Federica Crudeli San Donato Milanese, 27 May 2014 snamretegas.it Shippers day Snam Rete Gas meets the market 2 Agenda Customer

Dettagli

FAC-SIMILE. 4. Disciplinary scientific field / Settore scientifico disciplinare

FAC-SIMILE. 4. Disciplinary scientific field / Settore scientifico disciplinare Project apply for 1. Project Title / Titolo del progetto 2. Acronym / Acronimo 3. Thematic area / Area tematica 4. Disciplinary scientific field / Settore scientifico disciplinare 5. Proposer Researcher

Dettagli

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORTI DIPENDENTI MINISTERO AFFARI ESTERI ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORT I DIPENDENTI MINISTE RO AFFARI ESTER I ATTESTATO

Dettagli

Attività di Research Governance Antonio Addis

Attività di Research Governance Antonio Addis L o g o EVENTO INTERNAZIONALIZZAZIONE TORINO, 08 novembre 2012 Attività di Research Governance Antonio Addis Agenda The Region in a nutshell Internationalization genesis Mapping regional research preparing

Dettagli

ISAC. Company Profile

ISAC. Company Profile ISAC Company Profile ISAC, all that technology can do. L azienda ISAC nasce nel 1994, quando professionisti con una grande esperienza nel settore si uniscono, e creano un team di lavoro con l obiettivo

Dettagli

CORSO DI EUROPROGETTAZIONE DOTT. GIANLUCA COPPOLA. Direttore generale - Responsabile Progetti Europei

CORSO DI EUROPROGETTAZIONE DOTT. GIANLUCA COPPOLA. Direttore generale - Responsabile Progetti Europei CORSO DI EUROPROGETTAZIONE DOTT. GIANLUCA COPPOLA Direttore generale - Responsabile Progetti Europei 1 COME SI GESTISCE UN PROGETTO APPROVATO 2 COME SI GESTISCE UN PROGETTO APPROVATO L importanza della

Dettagli

ILLY AND SUSTAINABILITY

ILLY AND SUSTAINABILITY ILLY AND SUSTAINABILITY DARIA ILLY BUSINESS DEVELOPMENT - PORTIONED SYSTEMS DIRECTOR NOVEMBER 14 THE COMPANY Trieste 1 9 3 3, I t a l y R u n b y t h e I l l y f a m i l y D i s t r i b u t e d i n m o

Dettagli

Descrivere un attività di business

Descrivere un attività di business I L B U S I N E S S P L A N I N H O R I Z O N 2 0 2 0 Introduzione Il programma europeo Horizon 2020 pone una forte enfasi sull innovazione in ogni forma e ogni fase, dall idea al mercato e costituisce

Dettagli

Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi

Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi ÉTUDES - STUDIES Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi Polo Interregionale di Eccellenza Jean Monnet - Pavia Jean Monnet

Dettagli

PROGRAMMA DI VALUTAZIONE POST LIFE AFTER LIFE EVALUATION PROGRAM

PROGRAMMA DI VALUTAZIONE POST LIFE AFTER LIFE EVALUATION PROGRAM PROGRAMMA DI VALU UTAZIONE POST LIFE AFTER LIFE EVALUATION PROGRAM Versione del 24/ /01/2014 LIFE099 ENV/IT/000068 WASTE LESS in CHIANTI Prevenzione e riduzione dei rifiuti nel territorio del Chianti INDICE

Dettagli

Strumenti operativi per la partecipazione ai bandi del VII Programma Quadro di Ricerca e Sviluppo della Commissione Europea.

Strumenti operativi per la partecipazione ai bandi del VII Programma Quadro di Ricerca e Sviluppo della Commissione Europea. Strumenti operativi per la partecipazione ai bandi del VII Programma Quadro di Ricerca e Sviluppo della Commissione Europea Barbara Labella labella@agenas.it Caltanissetta, 24 marzo 2009 OBIETTIVI FORMATIVI

Dettagli

ERC Starting Grant. la mia esperienza. Annalisa Buffa

ERC Starting Grant. la mia esperienza. Annalisa Buffa ERC Starting Grant la mia esperienza Annalisa Buffa Istituto di Matematica Applicata e Tecnologie Informatiche - Pavia Consiglio Nazionale delle Ricerche GeoPDEs : ERC Starting Grant A. Buffa (IMATI-CNR

Dettagli

Classificazione Nuovo Esame PMP

Classificazione Nuovo Esame PMP Notizie sul nuovo esame PMP a partire dal Agosto 0 Classificazione Nuovo Esame PMP Questo è il link al documento del PMI: Crosswalk Between Current and New PMP Classifications del PMI Di seguito trovi

Dettagli

Strumento per le PMI Horizon 2020

Strumento per le PMI Horizon 2020 Strumento per le PMI Horizon 2020 A cura di Carmen Disanto e Laura Pandolfi Maggio 2014 Horizon 2020 C o a c h a n d t r a i n ing w or kshop c o n t e n u t i Presentazione della Call Strumento PMI Approfondimento:

Dettagli

IMPLEMENTATION MONITORING PROTOCOL

IMPLEMENTATION MONITORING PROTOCOL IMPLEMENTATION MONITORING PROTOCOL Monitoraggio dell attuazione del progetto NO.WA No Waste 31/03/2012 2 Introduzione... 4 Introduction... 4 1. Ruoli e responsabilità... 5 Project Coordinator e Project

Dettagli

L INFORMATIVA GRI (CORE)

L INFORMATIVA GRI (CORE) 90 TABELLA DI CORRISPONDENZA CON L INFORMATIVA GRI (CORE) La presente tabella di raccordo indica la corrispondenza tra l informativa standard richiesta dalle nuove linee guida del Global Reporting Initiative

Dettagli

brand implementation

brand implementation brand implementation brand implementation Underline expertise in reliable project management reflects the skills of its personnel. We know how to accomplish projects at an international level and these

Dettagli

Roma, 23 aprile 2009 Alcol e marketing sociale Tiziana Codenotti Contesto della discussione sul marketing sociale Forum Alcol e Salute Organismo individuato all interno della Strategia Europea sull alcol,

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente ARFINI FILIPPO Matricola: 004535. Insegnamento: 1004423 - ECONOMIA DEI NETWORK AGROALIMENTARI. Anno regolamento: 2012 CFU:

Testi del Syllabus. Docente ARFINI FILIPPO Matricola: 004535. Insegnamento: 1004423 - ECONOMIA DEI NETWORK AGROALIMENTARI. Anno regolamento: 2012 CFU: Testi del Syllabus Docente ARFINI FILIPPO Matricola: 004535 Anno offerta: 2014/2015 Insegnamento: 1004423 - ECONOMIA DEI NETWORK AGROALIMENTARI Corso di studio: 3004 - ECONOMIA E MANAGEMENT Anno regolamento:

Dettagli

Strutturare. Sapienza Università di Roma 11/12 Giugno 2012

Strutturare. Sapienza Università di Roma 11/12 Giugno 2012 Strutturare una proposta di successo Chiara Pocaterra Punto di Contatto Nazionale Tema 2 "Prodotti Alimentari, Agricoltura e Pesca e Biotecnologie" 7PQ Tema 5 "Energia" 7PQ Programma Euratom Sapienza Università

Dettagli

Ciclo di vita del proge/o

Ciclo di vita del proge/o Ciclo di vita del proge/o Aspe2 amministra5vi ERCEA prepara il Grant agreement Non è prevista una negoziazione sugli aspe8 scien:fici o tecnici Il Pi e la HI devono fornire, se richieste, tuce le informazioni

Dettagli

SCHEMI DI FINANZIAMENTO E REGOLE DI PARTECIPAZIONE. Serena Borgna - APRE BIO NMP - ERC National Contact Point borgna@apre.it Venezia, 17.02.

SCHEMI DI FINANZIAMENTO E REGOLE DI PARTECIPAZIONE. Serena Borgna - APRE BIO NMP - ERC National Contact Point borgna@apre.it Venezia, 17.02. SCHEMI DI FINANZIAMENTO E REGOLE DI PARTECIPAZIONE Serena Borgna - APRE BIO NMP - ERC National Contact Point borgna@apre.it Venezia, 17.02.2014 Participant Portal http://ec.europa.eu/research/pa rticipants/portal/desktop/en/ho

Dettagli

Consigli pratici per presentare una proposta nell ambito del Programma IDEE

Consigli pratici per presentare una proposta nell ambito del Programma IDEE Consigli pratici per presentare una proposta nell ambito del Programma IDEE Serena Borgna National Contact Point IDEAS Programme Borgna@apre.it Firenze 14.06.12 Premessa In genere, i proponenti ERC sono

Dettagli

Aspetti Legali & Finanziari - FASE DI NEGOZIAZIONE - Sabrina Bozzoli (bozzoli@apre.it) Punto di Contatto Nazionale Aspetti Legali e Finanziari VII PQ

Aspetti Legali & Finanziari - FASE DI NEGOZIAZIONE - Sabrina Bozzoli (bozzoli@apre.it) Punto di Contatto Nazionale Aspetti Legali e Finanziari VII PQ Aspetti Legali & Finanziari - FASE DI NEGOZIAZIONE - Sabrina Bozzoli (bozzoli@apre.it) Punto di Contatto Nazionale Aspetti Legali e Finanziari VII PQ Ciclo di vita progetti UE FASE 1: PROPOSTA FASE 2:

Dettagli

Gli aspetti strategici dei progetti di ricerca. Gli aspetti strategici dei progetti di ricerca

Gli aspetti strategici dei progetti di ricerca. Gli aspetti strategici dei progetti di ricerca Gli aspetti strategici dei progetti di ricerca Gli aspetti strategici dei progetti di ricerca Quali aspetti considerare? Management Comunicazio ne Aspetti etici Gender Professionalizzazione della gestione

Dettagli

DESTINAZIONE EUROPA. BOARDING PASS PER LE MARIE CURIE FELLOWSHIP Focus sul capitolo B3. RESEARCHER

DESTINAZIONE EUROPA. BOARDING PASS PER LE MARIE CURIE FELLOWSHIP Focus sul capitolo B3. RESEARCHER A P R E AGENZIA P E R L A PROMOZIONE D E L L A RICERCA EUROPEA DESTINAZIONE EUROPA BOARDING PASS PER LE MARIE CURIE FELLOWSHIP Focus sul capitolo B3. RESEARCHER Di Angelo D Agostino con la collaborazione

Dettagli

ijliii МЯ ЬМЗЫЭЬ MOTORI ETTRICI

ijliii МЯ ЬМЗЫЭЬ MOTORI ETTRICI ijliii МЯ ЬМЗЫЭЬ MOTORI ETTRICI La nostra azienda opera da oltre 25 anni sul mercato della tranciatura lamierini magnetid e pressofusione rotori per motori elettrici: un lungo arco di tempo che ci ha visto

Dettagli

A Solar Energy Storage Pilot Power Plant

A Solar Energy Storage Pilot Power Plant UNIONE DELLA A Solar Energy Storage Pilot Power Plant DELLA Project Main Goal Implement an open pilot plant devoted to make Concentrated Solar Energy both a programmable energy source and a distribution

Dettagli

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Studenti iscritti al I anno (immatricolati nell a.a. 2014-2015 / Students enrolled A. Y. 2014-2015) Piano di studi 17-27 Novembre 2014 (tramite web self-service)

Dettagli

Eagle & Wise Service (E&W) is an advising and real estate services company for banking and financial institutions.

Eagle & Wise Service (E&W) is an advising and real estate services company for banking and financial institutions. Eagle & Wise Service (E&W) is an advising and real estate company for banking and financial institutions. E&W offers advising related to the real estate sector and specialized related to non performing

Dettagli

Dall Idea al Progetto

Dall Idea al Progetto CORSO DI EUROPROGETTAZIONE Dall Idea al Progetto DOTT. GIANLUCA COPPOLA Direttore generale - Responsabile Progetti Europei 1 CAPITOLO 1 STRUTTURARE UN PROGETTO 2 1. STRUTTURARE UN PROGETTO Definizione

Dettagli

YOUTH ON THE MOVE YOUTH ON THE MOVE I GIOVANI PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DEL TERRITORIO: NUOVE IDEE E PROGETTI INNOVATIVI

YOUTH ON THE MOVE YOUTH ON THE MOVE I GIOVANI PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DEL TERRITORIO: NUOVE IDEE E PROGETTI INNOVATIVI YOUTH ON THE MOVE Contenuti La WBS: struttura del work plan per work packages, activities and actions. La OBS: il partenariato e i team di lavoro, la gestione delle risorse umane nel progetto. Lo scheduling:

Dettagli

Gli aspetti innovativi del Draft International Standard (DIS) ISO 9001:2015

Gli aspetti innovativi del Draft International Standard (DIS) ISO 9001:2015 Gli aspetti innovativi del Draft International Standard (DIS) ISO 9001:2015 I requisiti per la gestione del rischio presenti nel DIS della nuova ISO 9001:2015 Alessandra Peverini Perugia 9/09/2014 ISO

Dettagli

Rafforzare la competitività e la capacità innovativa delle PMI. Priorità ed esigenze di fronte alle nuove opportunità di finanziamento.

Rafforzare la competitività e la capacità innovativa delle PMI. Priorità ed esigenze di fronte alle nuove opportunità di finanziamento. Rafforzare la competitività e la capacità innovativa delle PMI. Priorità ed esigenze di fronte alle nuove opportunità di finanziamento. Marcella Contini Politiche Innovazione, Ricerca e Credito CNA Emilia

Dettagli

User Guide Guglielmo SmartClient

User Guide Guglielmo SmartClient User Guide Guglielmo SmartClient User Guide - Guglielmo SmartClient Version: 1.0 Guglielmo All rights reserved. All trademarks and logos referenced herein belong to their respective companies. -2- 1. Introduction

Dettagli

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 Ingegneria del Software Testing Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 1 Definizione IEEE Software testing is the process of analyzing a software item to detect the differences between

Dettagli

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso PIANO DI STUDI Laurea in Economia, commercio internazionale e mercati finanziari (DM 270/04) L-33 Bachelor degree in Italian and in English (2 curricula in English) 1) CURRICULUM: Economia internazionale

Dettagli

e-privacy 2012 Open data e tutela giuridica dei dati personali

e-privacy 2012 Open data e tutela giuridica dei dati personali e-privacy 2012 Open data e tutela giuridica dei dati personali Milano, 22 giugno 2012 Prof. Avv. Alessandro Mantelero Politecnico di Torino IV Facoltà I. Informazione pubblica ed informazioni personali

Dettagli

ARRANGEMENT FOR A STUDENT EXCHANGE between University College London and The Scuola Normale Superiore, Pisa

ARRANGEMENT FOR A STUDENT EXCHANGE between University College London and The Scuola Normale Superiore, Pisa ARRANGEMENT FOR A STUDENT EXCHANGE between and The Scuola Normale Superiore, Pisa Preamble 1. The Faculty of Arts and Humanities (FAH) of (UCL) and the Scuola Normale Superiore of Pisa (SNS) have agreed

Dettagli

CIG 4824064F88. Risposte ai quesiti pervenuti

CIG 4824064F88. Risposte ai quesiti pervenuti Bando di gara a procedura aperta per l affidamento del Servizio di assistenza tecnica finalizzata al supporto alle attività di gestione, monitoraggio, valorizzazione e diffusione dei risultati del Programma

Dettagli

Requisiti minimi per la presentazione di una proposta nel VII Proogramma Quadro

Requisiti minimi per la presentazione di una proposta nel VII Proogramma Quadro Requisiti minimi per la presentazione di una proposta nel VII Proogramma Quadro N minimo partecipanti per schema di finanziamento Bando n.1 (FP7-SSH-2011-1) Total budget: EUR 40 million Funding scheme:

Dettagli

Le opportunità e i finanziamenti comunitari che coinvolgono le Università e le imprese nel settore della Salute

Le opportunità e i finanziamenti comunitari che coinvolgono le Università e le imprese nel settore della Salute Le opportunità e i finanziamenti comunitari che coinvolgono le Università e le imprese nel settore della Salute Ginevra Tonini Sportello APRE FVG Trieste Ufficio Coordinamento e Internazionalizzazione

Dettagli

Sabrina Bozzoli (bozzoli@apre.it) Punto di Contatto Nazionale Aspetti Legali e Finanziari VII PQ

Sabrina Bozzoli (bozzoli@apre.it) Punto di Contatto Nazionale Aspetti Legali e Finanziari VII PQ Gestione degli aspetti legali & finanziari nel VII PQ - FASE DI NEGOZIAZIONE - Sabrina Bozzoli (bozzoli@apre.it) Punto di Contatto Nazionale Aspetti Legali e Finanziari VII PQ CICLO DI VITA DEI PROGETTI

Dettagli

SPACE TECHNOLOGY. Per la creazione d impresa. for business creation. and environmental monitoring. ICT and microelectronics. e monitoraggio ambientale

SPACE TECHNOLOGY. Per la creazione d impresa. for business creation. and environmental monitoring. ICT and microelectronics. e monitoraggio ambientale Green economy e monitoraggio ambientale Green economy and environmental monitoring Navigazione LBS Navigation LBS ICT e microelettronica ICT and microelectronics Per la creazione d impresa SPACE TECHNOLOGY

Dettagli

Unbounce Optimization

Unbounce Optimization Unbounce Optimization Alberto Mucignat Milano, 01 dicembre 2015 Doralab - Experience Design Company User Intelligence User Experience Design Business value 2 3 Full stack UX design Architettura dell informazione

Dettagli

Sponsorship opportunities

Sponsorship opportunities The success of the previous two European Workshops on Focused Ultrasound Therapy, has led us to organize a third conference which will take place in London, October 15-16, 2015. The congress will take

Dettagli

Come presentare una proposta: una metodologia da seguire Verdiana Bandini

Come presentare una proposta: una metodologia da seguire Verdiana Bandini Come presentare una proposta: una metodologia da seguire Verdiana Bandini verdiana.bandini@aster.it 1 Contenuti della presentazione > Informazione sugli elementi più rilevanti per la progettazione nel

Dettagli