La struttura del Museo Ducati

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La struttura del Museo Ducati"

Transcript

1

2 Introduzione Nello stabilimento di Borgo Panigale su un area di 1000 mq, rivive la storia delle competizioni Ducati. Presentato il 12 giugno 1998 in occasione della prima edizione del WDW (World Ducati Week), e ufficialmente inaugurato il 16 ottobre dello stesso anno, il Museo Ducati raccoglie le testimonianze di oltre mezzo secolo di competizioni dell Azienda e una cospicua parte della storia dell Azienda di Borgo Panigale, fondata dai fratelli Ducati nel lontano Dal Cucciolo alla Desmosedici la storia è raccolta in un particolare e alquanto originale ambiente caratterizzato da un grande casco rosso centrale a cui fanno da corona 33 mitiche moto poste su una pista illuminata. L excursus storico è stato organizzato in sette stanze tematiche multimediali da Marco Montemaggi, originale Direttore del Museo, e poi da Livio Lodi, oggi Curatore del Museo. Ogni stanza regala emozioni senza tempo che rivivranno grazie ai filmati d epoca, agli accessori, ai cimeli e ovviamente alle moto che ricostruiscono la storia di Ducati a 360 gradi. E una vera e propria macchina del tempo dice Livio Lodi attraverso la quale le vecchie generazioni di appassionati rivivono i fasti di un epoca che sembrava scomparsa, mentre le nuove generazioni scoprono quanto vasta, ricca e importante sia la storia della Ducati. Finalmente, un grande sogno si avvera per tutti coloro che amano le rosse di Borgo Panigale. La progettazione e la direzione lavori del Museo è stata affidata agli architetti Pietrogrande e Martera con Studio Associato, mentre la realizzazione è di ICET. Vieni a scoprire il glorioso passato di Ducati: una tradizione impareggiabile di innovazione, stile italiano e vittorie sportive iniziata nel Introduzione 1

3 La struttura del Museo Ducati Questa esposizione permanente tratta l evoluzione sportiva dell azienda di Borgo Panigale, cercando di ricostruirne, tappa dopo tappa, i momenti più significativi. La visita al Museo si apre con una esposizione su quanto Ducati ha realizzato prima di diventare un azienda motociclistica, con una ampia panoramica su alcuni dei prodotti realizzati negli anni Trenta, un doveroso tributo ai fondatori della Società, i fratelli Bruno, Marcello e Adriano Cavalieri Ducati. La storia inizia con il Cucciolo, primo motore di produzione Ducati nel lontano 1946, quando l azienda si apre al mondo motociclistico. Quindi si passa all era Taglioni, cioè l arrivo in casa Ducati del mitico ingegnere cui si deve l applicazione del famoso sistema di distribuzione Desmodromica, che ancora oggi contraddistingue i motori Ducati. Taglioni fu anche l ideatore delle famose Marianna 100 e 125 Gran Sport, regine dei Motogiri d Italia intorno alla metà degli anni 50. Proseguendo nell itinerario si incontra il gruppo di moto che descrive una stagione molto breve ma intensa, quella dei bicilindrici paralleli trialbero da corsa che segnano il debutto di un giovane pilota di nome Mike Hailwood, di lì a poco leggendario. Si ritorna poi ai monocilindrici derivati dalla produzione di serie, dove le Ducati raccolsero significativi successi. La tappa successiva segna l introduzione dei bicilindrici ad L a coppie coniche. Essa è sicuramente rappresentata da due gloriosi piloti: Paul Smart, vincitore della 200 Miglia di Imola nel 1972 e Mike Hailwood, trionfatore al Tourist Trophy del Si prosegue con l arrivo del famoso bicilindrico Pantah con il nuovo motore a cinghia, che nasce sul finire degli anni 70 e da cui provengono le due pluripremiate TT2 e 750F1. La storia continua con l arrivo nel 1986 del rivoluzionario, e ancora attuale, motore quattro valvole Desmodromico. Il padre è un uomo il cui nome è da sempre legato al marchio Ducati, Gian Luigi ( Gigi ) Mengoli. E con questo nuovo potentissimo motore che la Ducati, dal 1990, colleziona un successo dopo l altro nell insidioso Campionato Superbike, prima con la 851, in seguito diventata 888, poi ancora la mitica 916, via via arrivando ai giorni nostri con le attuali moto da competizione. Il viaggio nella storia delle competizioni della Ducati termina idealmente nel paradiso dove ogni appassionato può visionare l ultima grande sfida che Ducati ha lanciato nel 2003 la Desmosedici, la nuova generazione delle moto da corsa realizzate a Borgo Panigale. La struttura del Museo Ducati 2

4 Il Museo Ducati è stato pensato in modo da offrire al visitatore una doppia lettura; la prima riguarda le moto sistemate cronologicamente secondo un percorso circolare, la seconda, in un percorso parallelo, le 7 sale tematiche che spiegano in maniera più approfondita i nove temi sopra citati. Il progetto del museo è stato realizzato grazie al fondamentale contributo di collezionisti, piloti, appassionati e di tutto lo staff di Ducati Motor Holding, che hanno generosamente contribuito alla riuscita di quest opera. Il Museo Ducati è dedicato a tutti coloro che hanno offerto, dal 1926 ai giorni nostri, la loro conoscenza, opera e passione a questa Azienda, diventata un simbolo di successo in tutto il mondo. Livio Lodi Di seguito alcuni testi nati da penne illustri che hanno fatto del motociclismo una professione oltre che la loro passione. Giornalisti che con i loro racconti ci hanno emozionato e hanno contribuito a rendere immortale la straordinaria storia di Ducati. La struttura del Museo Ducati 3

5 Sala 1 Il Cucciolo, Il Capostipite Vieni con me, ti porterò sul Cucciolo, il motorino è piccolo ma batte come il mio cuor. E appena finita la seconda guerra mondiale, c è una gran voglia di muoversi per lavoro e per svago ma scarseggiano i soldi. L economico micromotore della Ducati arriva provvidenzialmente sul mercato nel 1946 accompagnato da questa orecchiabile canzoncina diffusa dalla pubblicità radiofonica: darà un fortissimo contributo alla motorizzazione e sarà un enorme successo popolare. Progettato in tempo di guerra da due fedelissimi collaboratori di Motociclismo, l avvocato Aldo Farinelli e suo fratello l ingegner Enzo Furio, grazie al cambio a due marce il Cucciolo può portare due persone e può affrontare le salite anche ripide di cui è ricca l Italia. Inoltre, essendo a quattro tempi (con valvole in testa!), fa cento chilometri con un litro di benzina e non sporca le candele, mentre gli altri motorini, quasi tutti a due tempi, consumano di più e richiedono frequentemente la pulizia della candela. Il Cucciolo viene prodotto in sei versioni continuamente migliorate dal 1946 al Come ricorda Bruno Ducati, uno dei tre fratelli fondatori dell azienda, se ne faranno quasi un milione, compresi quelli costruiti su licenza all estero. Un record. Il Cucciolo entra nella storia non soltanto come riuscito mezzo utilitario. Saprà fare grandi cose anche nel turismo e nello sport: il raid Parigi-Tokio di chilometri nel 1949, i primati mondiali di velocità a Monza nel 1950, le vittorie di circuito di Zitelli (e tanti altri) a cavallo degli anni Cinquanta, la partecipazione alla Sei Giorni Internazionale di fuoristrada del 1951 con Tamarozzi, dimostrando così il suo alto potenziale. E poi il Cucciolo ha un altro grande merito: quello di aver lanciato la Ducati nel firmamento motociclistico. Carlo Perelli Sala 1 - Il Cucciolo, Il Capostipite 4

6 Sala 2 La famiglia Marianna Le Ducati 100 e 125 Gran Sport sono una pietra miliare nella storia della Ducati, le capostipiti sia dei trionfi sportivi, sia di quelli commerciali. Infatti, proprio con le Gran Sport - chiamate da sempre con l affettuoso nome di Marianna - la Ducati aumentò i suoi successi nelle corse e da allora, nelle gare, divenne sinonimo di affidabilità. Le Gran Sport furono progettate per partecipare alle lunghe gare di gran fondo, il Giro d Italia e la Milano-Taranto, corse massacranti di migliaia di chilometri, dove mai nessuna si fermò per guasti meccanici quindi, da allora, Ducati significa robustezza. Le Marianne erano tanto competitive che con poche modifiche furono usate nei circuiti di tutto il mondo, diventando, nel loro periodo, la spina dorsale della classe 125 in Italia e poi nel Campionato del Mondo, adottate da tutti i piloti privati ambiziosi. Altro merito delle Gran Sport è quello che dal progetto magistrale dell Ingegner Fabio Taglioni, il simbolo vivente della casa, derivarono le moto da Gran Premio della Ducati dell epoca, le desmodromiche 125, a cui solo la sfortuna impedì di vincere il Campionato del Mondo del La distribuzione desmodromica adottata per la prima volta sulle 125, è ancor oggi il cavallo di battaglia della Ducati, l esclusività meccanica che la distingue da tutta la concorrenza mondiale e la pone al vertice per la sua raffinatezza tecnica. Dalle Marianne poi derivarono i primi modelli stradali di grande successo commerciale della Casa: la serie delle monocilindriche monoalbero di varia cilindrata, che per anni e anni sono state ambite dai motociclisti di tutto il mondo. Fra queste bisogna ricordare particolarmente lo Scrambler, la prima motocicletta adatta alla strada e al fuoristrada, che ha tracciato la via a tutte le infinite Enduro, così come sono storici i primi modelli desmodromici stradali, che a tutt oggi, tanti anni dopo il loro apparire, sono sempre ambiti e ricercati dai competenti. Infine, l ultimo grande merito da ricordare della Marianna è quello di essere stata una fucina di campioni, che con queste moto dettero la scalata al successo. Ricordiamone solo qualcuno altrimenti l elenco sarebbe troppo lungo: per primo Gianni Degli Antoni (che alla Ducati immolò il suo bene più grande), Bruno Spaggiari, Alberto Gandossi, Luigi Taveri, Francesco Villa, Romolo Ferri, Franco Farné, Giuliano Maoggi, Giuseppe Mandolini, tutti portarono le Ducati sul gradino più alto del podio. Alla Marianna, all ingegner Taglioni che la ideò, ai tecnici e ai meccanici della grande famiglia che la costruirono e la seguirono nelle corse, a tutti i piloti che la guidarono nei suoi trionfi, vadano i ringraziamenti di tutti i motociclisti sportivi, per le meravigliose emozioni che hanno donato. Giovanni Perrone Sala 2 - La famiglia Marianna 5

7 Sala 2 Ducati Siluro 100 (Vincitore di 44 record mondiali) Gli anni Cinquanta videro una grande attività da parte delle Case costruttrici impegnate nella conquista degli allora popolarissimi record mondiali, utili a promuovere le vendite delle moto di serie. Il 30 novembre 1956, sulla pista sopraelevata di Monza, si presentarono i piloti Mario Carini e Santo Ciceri che si alternarono alla guida di un Siluro mosso da un motore Marianna di 98 cc con distribuzione monoalbero; lo stesso motore della Gran Sport utilizzata nelle competizioni in pista e su strada. Alla fine della sessione crollarono la bellezza di 46 record mondiali conquistando non solo quelli della classe 100, ma anche i primati nella 125, 175 e persino nella 250. La Marianna venne trasformata in mezzo da record con pochi interventi alla meccanica. In pratica, l unica modifica riguardava l adozione di un carburatore Dell Orto SS con diffusore da 25 mm al posto del 20 mm normalmente utilizzato. Più significativa è la profilatissima carenatura in lega leggera d alluminio (battuta a mano), progettata dall ingegner Nardi al fine di garantire la massima penetrazione aerodinamica, che era fissata al telaio da un esile traliccio in tubi mediante silent-block, per evitare che le vibrazioni potessero danneggiare la carenatura. La potenza massima di questa monoalbero era stimata attorno ai 12 cavalli a giri. Oggi non sembrano molti, ma il Siluro Ducati, nel corso del suo giro più veloce, toccò una media di 171,910 Km/h. Ma questa favolosa sessione di record si articolava sulla conquista dei primati che andavano dalla 50 chilometri alla sei ore, quindi si trattò di una ulteriore prova di affidabilità di questo piccolo motore capace di resistere per ore a sollecitazioni tremende. I due recordman, Ciceri e Carini, prepararono il mezzo con l appoggio della Ducati (presente in pista con l ingegner Fabio Taglioni e il dottor Cosimo Calcanile, all epoca ai vertici dell azienda). Non erano dei piloti di punta, ma due buoni piloti: il primo aveva da poco iniziato l attività sportiva, mentre il secondo vantava già una buona esperienza in pista e nelle gare di regolarità. Marco Masetti Sala 2 - Ducati Siluro 100 (Vincitore di 44 record mondiali) 6

8 Sala 3 I Monocilindrici e Bicilindrici Paralleli Trialberi I modelli di serie a carter larghi costituiscono il culmine della linea evolutiva dei monocilindrici Ducati con distribuzione monoalbero comandata da alberello e coppie coniche. Diretto sviluppo della precedente famiglia a carter stretti, sono entrati in produzione nella primavera del 1968, con le versioni 250 e 350 (alle quali si è andata ad aggiungere l anno seguente la 450), imponendosi immediatamente all attenzione degli appassionati per le loro prestazioni e la loro raffinatezza tecnica. Particolarmente famoso, al punto da essere ormai entrato nella leggenda, è stato lo Scrambler, venduto in decine di migliaia di esemplari. Il modello sportivo era il veloce e filante Mark 3, che è stato ben presto affiancato dal Mark 3 D, dotato di testata con distribuzione desmodromica. Con questa moto la Ducati diventava la prima Casa al mondo ad impiegare su modelli di serie motori con distribuzione desmodromica. Il sistema monoalbero, con due bilancieri di apertura e due di richiamo è analogo a quello impiegato tuttora sui modelli con testate a due valvole. Nel 1971 il Mark 3 D si è evoluto nel celebre modello denominato Desmo, sempre prodotto in tre versioni (250, 350 e 450), che, nell ultimo periodo della sua storia, è stato disponibile anche con freno anteriore a disco. Altri modelli rimasti famosi sono il 450 T/S e il 450 RT. I monocilindrici a carter larghi, la cui produzione è terminata alla fine del 1974, si prestavano molto bene a essere potenziati, infatti in aggiunta ai pochi esemplari usciti direttamente dal reparto corse della Casa e utilizzati da piloti seniores come Bruno Spaggiari e Roberto Gallina, vanno ricordati quelli di serie che, trasformati in moto da competizione da abili preparatori, sono stati impiegati con successo sia in circuito sia nelle gare in salita. La Ducati è famosa in tutto il mondo per i suoi monocilindrici e per i bicilindrici a L di 90. Non bisogna però dimenticare le bellissime moto da gara degli anni Cinquanta e Sessanta, equipaggiate con propulsori a due cilindri paralleli. A partire dalla 125 Gran Premio del 1958 dal grandissimo potenziale, i twin paralleli si fecero rispettare nelle corse. Tra tutti l esempio più affascinante e redditizio é senza dubbio il 250 (in pratica risultante dall unione di due 125 GP) utilizzato con successo da Hailwood. Questo bellissimo bicilindrico Desmo equipaggiò anche una moto che corse in Italia con Francesco Villa. Massimo Clarke Sala 3 - I Monocilindrici e Bicilindrici Paralleli Trialberi 7

9 Sala 4 Motori Ducati con distribuzione a coppie coniche La messa a punto del primo motore multicilindrico per la produzione ebbe luogo all inizio degli anni 70, grazie all innovativo progetto dell Ing. Taglioni di un motore bicilindrico a L a 90 con distribuzione a coppie coniche. Esso fu una pietra miliare che segnò il cammino della Ducati verso la sua attuale posizione di supremazia nell engineering delle moto sportive. Fino a quel momento la motocicletta Ducati con la più grossa cilindrata era una 450 monocilindrica. L avvento della gamma di motori bicilindrici a L da 750 cc, sviluppati sotto forma di prototipo attraverso le moto Grand Prix 500 cc che gareggiarono nel 1971, non solo ha consolidato la reputazione di Ducati come costruttore di moto di grossa cilindrata, ma ha anche portato diverse innovazioni di carattere tecnico. Spinte dal primo motore desmodromico multicilindrico, la nuova 750 SS e le sue sorelle con valvole e molle, sono state le prime motociclette poste sul mercato ad avere due cilindri a L a 90 e l albero motore trasversale. Questa soluzione consentiva una riduzione delle vibrazioni grazie al perfetto bilanciamento primario e una sezione frontale più stretta, caratteristica implicita in questo tipo di design. Insistendo su un metodo più costoso, ma tecnicamente più sofisticato, di funzionamento delle valvole grazie all albero conico verticale e alle camme in testa, Taglioni ha offerto ai clienti Ducati un propulsore degno di una moto da Gran Premio che, assieme a una ciclistica che deve il suo design alla leggendaria scuola britannica di costruttori di telai, ha consentito di realizzare un nuovo standard per una eccellente moto sportiva da strada. La validità del nuovo design Ducati è stata sottolineata al momento del debutto in gara nella Imola 200 del 1972, quando i piloti Paul Smart e Bruno Spaggiari dominarono tutte le altre squadre per finire primo e secondo sulle versioni modificate da gara della 750 SS da strada. Un anno dopo, nell estenuante gara di resistenza 24 Horas di Barcellona, che si corre sul circuito di Montjuic, situato nel centro della città, la versione a grande alesaggio del prototipo a 864 cc del motore con trasmissione a coppie coniche vinceva la sua prima vera gara, nelle mani di Benjamin Grau e Salvador Canellas. La vittoria venne ripetuta nel 1975, annunciando il debutto del modello 900 SS derivato dalla stessa moto, la cui versione per la clientela sbaragliò le più potenti giapponesi multicilindriche per vincere la Daytona Superbike nel 1977, grazie a Cook Neilson. Ma fu nel 1978 che la prima moto della famiglia delle bicilindriche a L ottenne la sua più grande vittoria, quando il leggendario Mike Hailwood scelse una Ducati per la gara che doveva segnare il suo rientro nell Isola di Man, sconfiggendo il team Honda e vincendo la Formula 1 TT a una velocità record e su uno dei circuiti di gara più duri. Era il coronamento ideale del successo per il classico motore Ducati bicilindrico a L, ma già l Ing. Taglioni, con la sua tipica lungimiranza, stava lavorando alacremente sul suo successore con trasmissione a cinghia, il Pantah... Alan Cathcart Sala 4 - Motori Ducati con distribuzione a coppie coniche 8

10 Sala 5 La famiglia Pantah Introdotto come un 500 nel 1979, il motore Pantah fu progettato dall Ing. Fabio Taglioni e Gian Luigi Mengoli e rappresentò la base del programma Ducati di produzione e da competizione durante i primi anni 80. Il design era così avanzato che rimase in produzione per molti anni. Il Pantah, un motore a due valvole a singolo albero a camme in testa, utilizzava una trasmissione dell albero a camme a cinghia dentata al posto della precedente trasmissione a coppie coniche. Gli altri importanti sviluppi tecnici che contraddistinguevano il Pantah erano le valvole ad angolo di 60, ispirate alle moto da corsa, e l albero motore fuso in un pezzo unico. Queste caratteristiche miglioravano l affidabilità e rendevano il design più adatto alle gare. La prima versione di produzione fu la 500 SL, ma nel 1981 il Pantah diventò un 581 cc con il modello 600 SL. Questo aumento di cilindrata consentì al Pantah di gareggiare nel Campionato Mondiale di Formula 2 TT, dove il pilota inglese Tony Rutter trionfò per quattro anni consecutivi, dal 1981 al Nel 1982 il motore si era trasformato in un 597 cc ed era alloggiato in un telaio specifico da corsa. Questo era il classico TT2, che nelle mani di Massimo Broccoli e Walter Cussigh vinse i Campionati italiani di Formula 2 nel 1981 e nel Il compatto motore Pantah, alloggiato in un telaio di acciaio tubolare tipo TT2 con ammortizzazione a molla, doveva diventare il tratto caratteristico delle Ducati sportive da strada per molti anni a venire. Il Pantah continuò a crescere e nel 1983 diventò un 650 SL. In tempi più recenti le versioni da corsa sono tutte 750 e hanno ottenuto vittorie notevoli a Montjuich con Benjamin Grau, Enrique de Juan e Luis Reyes, e nel Campionato italiano di Formula 1 con Virginio Ferrari. Nel 1986, Marco Lucchinelli conquistò la vittoria sul 750 cc TT1 a Daytona, Laguna Seca e Misano. Nel 1985 vennero realizzate le versioni da strada del TT1 con il 750 F1, che nel 1989 subirono una ulteriore evoluzione con il 900 Supersport. Quando cessò di rappresentare la base del programma corse ufficiale, il Pantah assunse un ruolo diverso e diede origine a tre famiglie complementari di moto da strada: Monster, ST2 e Supersport. Nella storia Ducati il Pantah ha rappresentato uno dei design più riusciti e longevi. Ian Falloon Sala 5 - La famiglia Pantah 9

11 Sala 6 La Ducati ed il Campionato del Mondo Superbike Da sempre la storia della Ducati è fortemente legata con quella del Campionato del Mondo Superbike, senza la Ducati, probabilmente non ci sarebbe mai stato un Campionato del Mondo di Superbike. Infatti l anno in cui prese il via la competizione, il 1988, la Ducati era parte vitale del neonato Campionato del Mondo e uno dei due costruttori europei che contrastavano lo strapotere giapponese. Inoltre era l unica moto a due cilindri. Ma la Ducati non aveva intenzione di partecipare soltanto per fare numero. L azienda italiana ha sempre avuto le corse nel sangue e aveva serie intenzioni di vincere sin dall inizio, avendo la moto perfetta per farlo: la formidabile 851 quattro valvole e, come pilota, niente meno che l ex Campione del Mondo delle 500 cc, Marco Lucchinelli, che la porta subito al successo. Ma la 851, e la 888 che ne derivò, non erano soltanto delle bicilindriche in lotta con le quadricilindriche: esse, infatti, erano contraddistinte da innovazioni tecniche di rilievo, come le testate desmodromiche a quattro valvole e l iniezione, il tutto contenuto in un telaio tubolare dell ultima generazione. Quando la concorrenza usava esclusivamente telai monotrave in alluminio, la Ducati si opponeva al trend generale dimostrando che un telaio tubolare correttamente disegnato poteva essere altrettanto valido, se non addirittura migliore. L ex Campione del Mondo di Endurance e stella del GP, il francese Raymond Roche, iniziò a correre per la Ducati nel 1989 e vinse cinque gare tra cui quattro sui circuiti più veloci in calendario, dimostrò che una due cilindri poteva essere qualcosa di più di una semplice concorrente rispetto alle quattro cilindri. Il 1990 vide l inizio del dominio Ducati. Le moto erano affidabili e veloci, tanto da essere soprannominate ben presto I Bolidi Bolognesi. Roche e la Ducati vinsero il titolo, salendo sul podio per ben sedici volte (su ventisei) e conseguendo otto primi posti. La nuova Ducati c era. Il 1991 e il 1992 videro la Ducati conquistare di nuovo il titolo mondiale di Superbike, vincendo con l americano Doug Polen e con Roche secondo entrambe le volte, a sottolineare la superiorità del progetto della 888. Sala 6 - La Ducati ed il Campionato del Mondo Superbike 10

12 Nel 1993 ci fu un altra vittoria per la Ducati, che questa volta gareggiava con l inglese Carl Fogarty, anche se solo nel campionato marche. Ma il pilota inglese non avrebbe dovuto aspettare molto per conquistare anche il titolo piloti. All inizio della stagione 1994 la Ducati lanciò sul Campionato Mondiale una vera e propria bomba: la 916 di concezione assolutamente innovativa, che all epoca venne definita la moto più sexy al mondo, meravigliosa da qualsiasi angolazione la si guardasse e completamente diversa da qualsiasi cosa realizzata in passato. Per una volta, le critiche sono rimaste senza aggettivi per esprimere le qualità di questo bolide. Pur conservando la configurazione del motore a due cilindri a L di marchio Ducati e il telaio tubolare, la 916 era assolutamente nuova. Dal punto di vista tecnico, era talmente all avanguardia, che quattro anni dopo il suo avvento, la concorrenza sta ancora tentando di eguagliarla. Non vi fu quindi da meravigliarsi se la 916 si rivelò immediatamente un grande successo, sia in gara sia su strada. Se la 851 e la 888 erano state le pietre miliari del successo della Ducati e avevano contribuito in misura affatto trascurabile alla risurrezione mondiale del marchio, la 916 rappresentò la personificazione assoluta di stile, funzionamento e performance. La Ducati vinse nuovamente il titolo per tre anni consecutivi (due volte con Fogarty e una volta con l australiano Troy Corser) affermandosi come la moto da battere. A parte i vincitori dei titoli mondiali, Raymond Roche (1990), Doug Polen (1991,1992), Carl Fogarty (1994, 1995, 1998, 1999), Troy Corser (1996), Troy Bayliss (2001, 2006, 2008) e Neil Hodgson (2003), molti altri piloti famosi hanno rappresentato il marchio nel corso di questi anni. L elenco è quello delle principali personalità del mondo delle corse, e i nomi che seguono sono soltanto alcuni di coloro che hanno assaporato il successo: Marco Lucchinelli, PierFrancesco Chili, John Kocinski, Baldassarre Monti, Giancarlo Falappa, Davide Tardozzi, Juan Garriga, Carlos Cardus, Jamie James, Stéphane Martens, Mauro Lucchiari, Virginio Ferrari, Fabrizio Pirovano, Andy Meklau, Jamie Whitham, Ben Bostrom, Ruben Xaus ed altri. Il loro posto nella storia delle corse motociclistiche è assicurato, così come quello della Ducati. Kel Edge Sala 6 - La Ducati ed il Campionato del Mondo Superbike 11

13 Sala 7 La Desmosedici e il ritorno al MotoGP Come proiettata in un ambiente quasi irreale, come in un sogno, la Ducati Desmosedici, protagonista della più recente stagione della MotoGP, ha conquistato il cuore dei vecchi e nuovi appassionati di Ducati, nella nuova sala inaugurata durante il World Ducati Week Si tratta senza dubbio della più impegnativa e difficile prova che ha visto Ducati Corse impegnata in un ritorno quasi leggendario. Infatti, oltre trent anni sono trascorsi dall ultima volta nella quale Ducati ha partecipato al Motomondiale e, in questi anni, la tecnica che vede impegnate queste moto ha subìto dei cambiamenti impressionanti e le tecnologie più sofisticate hanno reso questi mezzi più simili ad autentici razzi a due ruote. Ducati non si è fatta certo intimorire e, nel giro di poco più di un anno dall annuncio di volere rientrare nella categoria regina, ha saputo realizzare una delle moto più potenti che hanno mai percorso i circuiti di tutto il mondo. Fin dal 2003, con questa moto la Ducati ha colto un incredibile carnet di risultati. Senza dubbio il più importante finora è il Titolo Mondiale in MotoGP, conquistato da Casey Stoner sulla Desmosedici GP7 sul circuito di Motegi, il 23 settembre La storia della Ducati si rinnova e continua Livio Lodi Sala 7 - La Desmosedici e il ritorno al MotoGP 12

14

Dalla fondazione agli anni 70

Dalla fondazione agli anni 70 Dalla fondazione agli anni 70 1947 Tipo A Piccoli inizi Oggi si stenta a credere che il semplice ed essenziale Modello A sia l antenato dell intera, supertecnologica gamma Honda. Questo trabiccolo 2 tempi

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Sitorna sul triciclo. da guidare e più sicuri. facili. Scooter a tre ruote. Laprova completa su Corriere.it

Sitorna sul triciclo. da guidare e più sicuri. facili. Scooter a tre ruote. Laprova completa su Corriere.it La Laprova completa su Corriere.it Piaggio MP3 LT 30o IE Sport Quadro 350S e Peugeot Metropolis : 400 tre scooter a tre ruote prova completa. con immagini e commenti è su motori.corriere.it Sitorna sul

Dettagli

THE PAST IS THE PAST, THE PRESENT WON T LAST, BUT THE FUTURE IS IN OUR HANDS... www.fast-concept.com

THE PAST IS THE PAST, THE PRESENT WON T LAST, BUT THE FUTURE IS IN OUR HANDS... www.fast-concept.com THE PAST IS THE PAST, THE PRESENT WON T LAST, BUT THE FUTURE IS IN OUR HANDS... SINTESI DELLA RIVOLUZIONARIA TECNOLOGIA DI RIDLEY Basta il suono della parola velocità (FAST), perché il battito del vostro

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE Introduzione Il quindici e il sedici ottobre siamo andati in viaggio d'istruzione a Rovereto con la 3 C. Rovereto è una città a sud di Trento ricco di molte attrazioni

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

I mutamenti tecnologici fra le due guerre.

I mutamenti tecnologici fra le due guerre. I mutamenti tecnologici fra le due guerre. Vediamo ora i cambiamenti tecnologici tra le due guerre. È difficile passare in rassegna tutti i più importanti cambiamenti tecnologici della seconda rivoluzione

Dettagli

SEAT LEON PIÙ POTENZA ALLE TUE EMOZIONI TECHNOLOGY TO ENJOY

SEAT LEON PIÙ POTENZA ALLE TUE EMOZIONI TECHNOLOGY TO ENJOY SEAT LEON PIÙ POTENZA ALLE TUE EMOZIONI TECHNOLOGY TO ENJOY E l anima sportiva di SEAT, l icona del marchio, la massima espressione dei valori del brand: design accattivante, tecnologia all avanguardia

Dettagli

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Le caratteristiche tecniche si basano sulle informazioni di prodotto più recenti disponibili al momento della pubblicazione. Tutte le dimensioni sono espresse in millimetri

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti)

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) Uno degli incubi più ricorrenti per le aziende certificate l applicazione del requisito relativo alla progettazione in occasione dell uscita

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO TRIBUTO AL Fai sfilare la tua passione tra le strade di Torino. Iscrivi la tua vettura al DOMENICA, 14 GIUGNO 2015 la parata celebrativa delle automobili più importanti di sempre PARCO VALENTINO - SALONE

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della cultura UFC Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera realizzata per l Ufficio federale della cultura Luglio 2014 Rapport_I Indice

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI

Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI A) Vite di regolazione del minimo. B) Getto MAX C) Getto MIN D) Vite corta coperchio camera del galleggiante E) Vite lunga coperchio camera del galleggiante

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010

Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 Riflessioni a margine dei Campionati Italiani di kendo, Novara 2010 di Luca Navaglia Campionati Italiani dunque. Saprete già i risultati (Serena Ricciuti, Giuseppe Giannetto e Kodokan Alessandria). Per

Dettagli

Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà

Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà Un esperienza di riuso creativo per dare nuovo valore all anno che verrà Affrontare l anno che verrà (e quelli successivi) responsabilmente

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014

METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 METODO PER LA COMPILAZIONE DELLE CLASSIFICHE FEDERALI 2014 PERIODO TEMPORALE CONSIDERATO Viene considerata tutta l attività svolta dalla prima settimana di novembre 2012 (5 11 novembre 2012 ), all ultima

Dettagli

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)?

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Molti di voi avranno sentito parlare di gare in cui i cani concorrono in esercizi di olfatto, come la ricerca, o gare di agility e di

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Trophy SE 13/01/2015 19:02:37

Trophy SE 13/01/2015 19:02:37 13/01/2015 19:02:37 20.400,00 INFORMAZIONI PANORAMICA Affrontare le lunghe distanze nel massimo comfort è ciò che la Trophy sa fare meglio. A questa caratteristica si aggiunge la sua sorprendente capacità

Dettagli

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola E' italiana la casa ad alta efficienza energetica campione del mondo che si è aggiudicata il primo posto

Dettagli

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento La funzione dei cuscinetti a strisciamento e a rotolamento è quella di interporsi tra organi di macchina in rotazione reciproca. Questi elementi possono essere

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

DALLA TEORIA ALLA PRATICA

DALLA TEORIA ALLA PRATICA DALLA TEORIA ALLA PRATICA Comunicare a distanza: il telefono a filo La prima esperienza di telecomunicazione (dal greco tele = distante) si realizza con due piccoli contenitori di plastica, cartone o metallo,

Dettagli

CARATTERISTICHE DI UNA CANDELA GLOW PLUG

CARATTERISTICHE DI UNA CANDELA GLOW PLUG CARATTERISTICHE DI UNA CANDELA GLOW PLUG CENNI STORICI Nell anno 1946, l ingegnere americano Ray Arden, un vero pioniere della progettazione dei micromotori ed indiscusso genio in materia, ideò e perfezionò

Dettagli

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante trasporto pesante Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante www.brembo.com trasporto pesante L i m p i a n t o f r e n a n t e d i u n v e i c ol o pesante per trasporto d i m e r

Dettagli

pasquale natuzzi Presidente e stilista Gruppo Natuzzi

pasquale natuzzi Presidente e stilista Gruppo Natuzzi DOLCE FAR NIENTE IN NATUZZI SOGNIAMO UN MONDO PIÙ CONFORTEVOLE. CHIAMATELA PASSIONE, MA È IL NOSTRO IMPEGNO PER DONARVI BENESSERE. PER NOI, UNA POLTRONA NON È UN SEMPLICE OGGETTO, ESSA HA UNA PRESENZA

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA.

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI /MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. Switzerland PNEUMATICI SU MISURA. Lo sviluppo di uno pneumatico originale /MINI ha inizio già

Dettagli

Furto con scasso: cosa potevo fare che non ho fatto? Furto con destrezza: si possono evitare? Cosa fare per non trovarsi beffati?

Furto con scasso: cosa potevo fare che non ho fatto? Furto con destrezza: si possono evitare? Cosa fare per non trovarsi beffati? ESPERTI RIFERME SERRATURE ITALIA - 20090 FIZZONASCO (MI) - V.LE UMBRIA 2 TEL. 02/90724526 FAX 02/90725558 E-mail: info@ersi.it Web Site: www.ersi.it Furto con scasso: cosa potevo fare che non ho fatto?

Dettagli

Il campione Ivan Basso a Stezzano La sua bici per l ospedale dei bimbi

Il campione Ivan Basso a Stezzano La sua bici per l ospedale dei bimbi Venerdì 27 febbraio 2015 (0) Il campione Ivan Basso a Stezzano La sua bici per l ospedale dei bimbi Lunedì 2 marzo a partire dalle 15,30 il ciclista Ivan Basso, oggi corridore per il team Tinko!- Saxo,

Dettagli

L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI

L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI IL VOSTRO LAVORO E LA VOSTRA PASSIONE I VOSTRI CAVALLI La nostra iniziativa vuole essere un aiuto agli allevatori per raggiungere ogni potenziale cliente e trasformarlo

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

DODICI POLLICI ITALIAN CUP CAMPIONATO NAZIONALE A.S.C.

DODICI POLLICI ITALIAN CUP CAMPIONATO NAZIONALE A.S.C. DODICI POLLICI ITALIAN CUP CAMPIONATO NAZIONALE A.S.C. REGOLAMENTO INDICE 1 ORGANIZZAZIONE 2 SCOPO 3 NORME COMPORTAMENTALI 4 NORME DI CIRCOLAZIONE NEL PADDOCK 5 PRINCIPIO DI AMMONIZIONE 6 ABBIGLIAMENTO

Dettagli

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-F GPC Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-P GPC - GPE GPC Sicurezza conforme alle ultime normative CE; valvole di sicurezza; riempi botte antinquinante; miscelatore nel coperchio

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

di: Francesco Zanardi

di: Francesco Zanardi LE PISTOLE A RAFFICA di: Francesco Zanardi Tra i tanti argomenti di cui si parla nei poligoni di tiro non mancano mai le pistole a raffica. Queste armi un po particolari hanno sempre affascinato gli appassionati

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Communiqué de presse Octobre 2013 HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Minimal e asimmetrici, due tavoli firmati Mjiila in HI-MACS Il design, è l arte di progettare degli oggetti per

Dettagli

IL MOTO. 1 - Il moto dipende dal riferimento.

IL MOTO. 1 - Il moto dipende dal riferimento. 1 IL MOTO. 1 - Il moto dipende dal riferimento. Quando un corpo è in movimento? Osservando la figura precedente appare chiaro che ELISA è ferma rispetto a DAVIDE, che è insieme a lei sul treno; mentre

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 -AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 Arcore 26/03/2015 REGOLAMENTO Art. 1 - ORGANIZZAZIONE Il GILERA CLUB ARCORE con sede in Arcore via N. Sauro 12 (mail : motoclubarcore@gmail.com) e il MOTO CLUB BIASSONO con

Dettagli

Prossime gare ECCELLENZA - Girone UNICO Giorn Squadre Data Ora Campo R 8. A.S.D.POL. TIRLI IN MAREMMA - POL. TORNIELLA lun ROCCASTRADA

Prossime gare ECCELLENZA - Girone UNICO Giorn Squadre Data Ora Campo R 8. A.S.D.POL. TIRLI IN MAREMMA - POL. TORNIELLA lun ROCCASTRADA ultati ECCELLENZA - GIRONI - Girone UNICO R 5 A.S.D.POL. TIRLI IN MAREMMA - ATLETICO GROSSETO 2012 1-1 R 6 GAVORR TIRRENO CARRELLI SER - C.C. e SPORT POLVEROSA 1-2 Squadra P.Ti G V N P RF RS DR CD Pen

Dettagli

: il metano ha messo il turbo

: il metano ha messo il turbo Torino, 14 Giugno 2010 Nuovo DOBLO : il metano ha messo il turbo A pochi mesi dal lancio commerciale, Nuovo DOBLO ha già raggiunto la leadership nel segmento delle vetture multi spazio, riscuotendo un

Dettagli

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 PIANO DI IO CI SARÒ LIA LEVI LETTURA dai 9 anni Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE Lia Levi è oggi una delle più affermate

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

15R-8 PC15R-8 PC15R-8. POTENZA NETTA SAE J1349 11,4 kw - 15,3 HP M INIESCAVATORE. PESO OPERATIVO Da 1.575 kg a 1.775 kg

15R-8 PC15R-8 PC15R-8. POTENZA NETTA SAE J1349 11,4 kw - 15,3 HP M INIESCAVATORE. PESO OPERATIVO Da 1.575 kg a 1.775 kg PC 15R-8 PC15R-8 PC15R-8 M INIESCAVATRE PTENZA NETTA SAE J149 11,4 kw - 15, HP PES PERATIV Da 1.575 kg a 1.775 kg M INIESCAVATRE LA TECNLGIA PRENDE FRMA Frutto della tecnologia e dell esperienza KMATSU,

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno.

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Automotive Business Intelligence La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Prendere decisioni più consapevoli per promuovere la crescita del vostro business. Siete pronti ad avere

Dettagli

MODELLIZZAZIONE, CONTROLLO E MISURA DI UN MOTORE A CORRENTE CONTINUA

MODELLIZZAZIONE, CONTROLLO E MISURA DI UN MOTORE A CORRENTE CONTINUA MODELLIZZAZIONE, CONTROLLO E MISURA DI UN MOTORE A CORRENTE CONTINUA ANDREA USAI Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Andrea Usai (D.I.S. Antonio Ruberti ) Laboratorio di Automatica

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions MINI-ESCAVATORE 2230/2335 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Il è un mini-escavatore con sporgenza posteriore realmente nulla. Il contrappeso e la parte posteriore del telaio superiore della macchina

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

NEL SEGNO DI VETTEL LA STORIA DI UN PILOTA CHE ARRIVA IN FERRARI PER LASCIARE UN IMPRONTA UNICA E INDIMENTICABILE + SPECIALE MONDIALE FORMULA UNO 2015

NEL SEGNO DI VETTEL LA STORIA DI UN PILOTA CHE ARRIVA IN FERRARI PER LASCIARE UN IMPRONTA UNICA E INDIMENTICABILE + SPECIALE MONDIALE FORMULA UNO 2015 NEL SEGNO DI VETTEL LA STORIA DI UN PILOTA CHE ARRIVA IN FERRARI PER LASCIARE UN IMPRONTA UNICA E INDIMENTICABILE + SPECIALE MONDIALE FORMULA UNO 2015 ANNO 16. N. 10 (726), 14 marzo 2015. Poste Italiane

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Performance Line Dai tutto. Per ricevere ancora di più. Bosch ebike Systems 2015

Performance Line Dai tutto. Per ricevere ancora di più. Bosch ebike Systems 2015 Performance Line Dai tutto. Per ricevere ancora di più. Bosch ebike Systems 2015 mi lascio l autobus alle spalle Performance Line Dare tutto. Per ricevere ancora di più. puntuale all appuntamento 45 km/h

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate.

Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate. VOLO incluso DA MILANO MALPENSA Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate. a n t i l l e mar dei caraibi 2 0 1 3-1 4 Un arcipelago di isole di gioia e colore. Viaggia nel cuore delle Antille. Il ritmo

Dettagli

Rassegna del 28/04/2015

Rassegna del 28/04/2015 Rassegna del 28/04/2015... 28/04/15 Adige 47 Intervista a Diego Mosna - Mosna: «Noi sempre freddi» M.bar. 1 28/04/15 Adige 46 Macerata vuole Lanza... 4 28/04/15 Adige 46 Trento si gioca la finale L'occasione

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

LISTINO MINIMOTO 2013

LISTINO MINIMOTO 2013 LISTINO MINIMOTO 2013 NOTE: - Il presente listino annulla e sostituisce qualsiasi precedente - I prezzi indicati si intendono trasporto ed assicurazione esclusi - BZM Trade Srl si riserva qualsiasi variazione

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato

Esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Liceo Carducci Volterra - Classe 3 a B Scientifico - Francesco Daddi - 8 novembre 010 Esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Esercizio 1. Un corpo parte da fermo con accelerazione pari a

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate

Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate 6.1 Metodi per lo sviluppo di nuovi prodotti (MSNP) Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate Questo capitolo presenta alcune metodologie per gestire al meglio

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

COLLEZIONE ARCHE DA BAGNO. RADIATORE IN ACCIAIO VASCO ITALIA In vigore a partire dal 03/2014

COLLEZIONE ARCHE DA BAGNO. RADIATORE IN ACCIAIO VASCO ITALIA In vigore a partire dal 03/2014 COLLEZIONE ARCHE DA BAGNO RADIATORE IN ACCIAIO VASCO ITALIA In vigore a partire dal 03/2014 Quando la climatizzazione si fa arte Mai come a casa propria ci si occupa del comfort con tanta passione, l estetica

Dettagli

Il vantaggio della velocità. SpeedPulse, SpeedArc, SpeedUp. Saldare è ora chiaramente più veloce, offrendoti maggior produttività.

Il vantaggio della velocità. SpeedPulse, SpeedArc, SpeedUp. Saldare è ora chiaramente più veloce, offrendoti maggior produttività. Il vantaggio della velocità SpeedPulse, SpeedArc,. Saldare è ora chiaramente più veloce, offrendoti maggior produttività. Perche velocità = Produttività Fin da quando esiste l'umanità, le persone si sforzano

Dettagli

1^A - Esercitazione recupero n 4

1^A - Esercitazione recupero n 4 1^A - Esercitazione recupero n 4 1 In un cartone animato, un gatto scocca una freccia per colpire un topo, mentre questi cerca di raggiungere la sua tana che si trova a 5,0 m di distanza Il topo corre

Dettagli

Soluzione degli esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato

Soluzione degli esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Liceo Carducci Volterra - Classe 3 a B Scientifico - Francesco Daddi - 8 novembre 00 Soluzione degli esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Esercizio. Un corpo parte da fermo con accelerazione

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli