Il Kawasaki KLR è stato il primo a proporre di serie soluzioni come la distribuzione bialbero e il raffreddamento a liquido

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Kawasaki KLR è stato il primo a proporre di serie soluzioni come la distribuzione bialbero e il raffreddamento a liquido"

Transcript

1 I segreti del monocilindrico I motori con un solo pistone: come sono fatti e perché. Vantaggi e svantaggi, caratteristiche costruttive e scelte tecniche di Alberto Dell'Orto Il Ducati Supermono della metà degli anni Novanta, uno dei più sofisticati monocilindrici di tutti i tempi, dotato di numerose soluzioni esclusive, tra cui l'iniezione Il motore monocilindrico ha avuto una parte molto importante nella storia della moto. Moltissimi dei modelli più famosi, dagli albori a oggi, hanno avuto questo tipo di frazionamento. I motivi principali che hanno contribuito, almeno all inizio, alla sua diffusione, sono facilmente identificabili nella sua semplicità costruttiva, nella facilità di installazione in un telaio, nella possibilità di essere efficacemente raffreddati ad aria. Da non sottovalutare l aspetto delle dimensioni dei componenti: soprattutto in epoche in cui non erano pensabili grandi cilindrate e potenze su una motocicletta, era più conveniente produrre un unico cilindrico simile a quello di un automobile piuttosto che impegnarsi in un opera di miniaturizzazione dall esito incerto, specie con macchine utensili, materiali e lubrificanti dalle prestazioni molto lontane da quelle a cui oggi facciamo riferimento. In più un peso complessivo del motore, inferiore a quello di un frazionato di pari cilindrata, stressava meno telai e pneumatici, e il freno motore più efficace aiutava le decelerazioni.

2 L'Airone della Moto Guzzi adottava un 250 ad aste e bilancieri di schema complessivo molto simile al 500 del Falcone Le peculiarità del cilindro orizzontale e del volano esterno saranno riprese anche sulle vittoriose macchine da GP negli anni '40 e '50 Nelle cilindrate più elevate, il monocilindrico a quattro tempi ha vissuto una lunga storia di predominio fino a tutti gli anni Sessanta, quando una bicilindrica era un lusso per pochi e tre o più cilindri si vedevano solo nelle corse. Poi, un momento di declino dovuto alla corsa al frazionamento inaugurato dai giapponesi, che poi daranno una nuova giovinezza ai mono, a partire dalla Yamaha XT500 del Una sfida subito raccolta dalla Honda (XL500S, la prima con quattro valvole, e l unica con carter separati da un piano orizzontale) e dalla Suzuki (SP 370, seguita dalla DR 400) e poi sviluppata con nuovi motori (la Yamaha con l XT 550, poi 600 -montato anche su una stradale sportiva, la SRX-, infine 660 con cinque valvole e raffreddamento ad acqua; la Honda con il motore XL 500/600, poi cresciuto fino ai 650 cc della Dominator; la Suzuki con il DR 500 diventato anche 600 e 650, e poi i successivi -ma completamente nuovi- 750 e 800 "Big").

3 Il Kawasaki KLR è stato il primo a proporre di serie soluzioni come la distribuzione bialbero e il raffreddamento a liquido La Kawasaki è arrivata solo più tardi, con la KLR 570 bialbero raffreddata a liquido (l unica per qualche anno con queste caratteristiche) del 1984, mentre in Europa i primi passi li ha fatti la Cagiva (con un 350 per l Ala Rossa poi giunto fino a 600 cc), seguita dalla Rotax (distribuzione a cinghia dentata) e dalle Case votate al fuoristrada come Husqvarna e KTM. Singolare la genesi del mono Gilera, bialbero a cinghia dentata e raffreddato a liquido, nato 350/500 per la Saturno Bialbero e poi cresciuto fino a 570 cc per enduro anche molto specialistiche (come la RC) e la prima supermotard di serie, la Nordwest. ( 03/10/2002 ) I vantaggi

4 Il KTM LC4, nato alla fine degli anni Ottanta e ancora sulla breccia. Notare la compattezza e la semplicità, ancora oggi eccezionali: il basamento è derivato direttamente dal 500 a due tempi della Casa Ancora oggi molte categorie adottano motori monocilindrici: si tratta soprattutto di basse cilindrate unitarie a due tempi (da 50 a 200 cc) o di motori a quattro tempi destinati a muovere scooter ( cc) o motociclette da fuoristrada ( cc), dove i requisiti del contenimento del peso e delle dimensioni sono essenziali, mentre le prestazioni massime sono un aspetto di importanza tutto sommato relativa. Infatti in questi settori è più importante ottenere un erogazione della potenza dolce e gestibile e, nel caso delle cilindrate più piccole, un ampio range di utilizzo, consumi ed emissioni contenuti. Tra i pregi della scelta di una motorizzazione monocilindrica non ci sono, ovviamente, solo questioni di ingombri e di peso. Non è da sottovalutare l importanza del contenimento delle spese di gestione: in un monocilindrico di solito il numero delle candele e dei litri d olio da sostituire è inferiore, così come il numero delle valvole da regolare, e non c è quasi mai bisogno di sincronizzare carburatori.

5 .. Un bel disegno degli organi interni del mono Yamaha della serie XT/TT/SRX. Sono evidenti l'adamento dei condotti e la distribuzione monoalbero con bilancieri a doppio braccio, utile per contenere gli ingombi in altezza della testata rispetto a una più raffinata soluzione bialbero. In basso si distinguono chiaramente il filtro del lubrificante e il contralbero di bilanciamento (dietro alla base del cilindro) e i cuscinetti di banco a rotolamento Non dimentichiamo, poi, l economia di produzione: il costo di un motore dipende molto più dal numero dei pezzi che dalla loro dimensione, quindi un piccolo raffronto tra un "mono" e un "quattro" permette calcolare un risparmio di tre pistoni, nove segmenti, dodici valvole (di solito), ventiquattro molle, dodici camme, tre bielle, tre perni di biella e tre perni di banco, dodici bronzine, tre candele e almeno due carburatori e due collettori di scarico. Di solito, poi, anche un silenziatore. Inoltre, l albero motore può essere scomponibile e montato su cuscinetti a rotolamento, che permettono la realizzazione di impianti di lubrificazione decisamente più semplici. Da notare comunque, la diffusione anche in questo settore delle bronzine (Gilera, BMW).

6 Gli svantaggi Il Suzuki DR Big (che ha raggiunto la cilindrata eccezionale di 779 cc nella versione 800) è il campione di cubatura tra i mono moderni. L'alesagio ha raggiunto il valore record di 105 mm, ma questo ha richiesto l'adozione di camere di una fluidodinamica ad alta turbolenza e della doppia accensione per garantire i necessari rendimenti. Oggi di certe cilindrate unitarie non si parla più. Notare il sistema di equilibratura a doppio albero Accanto ai pregi, questo tipo di frazionamento presenta una serie di svantaggi che ne limitano la diffusione ad altri segmenti del mercato motociclistico. Nei motori a quattro tempi la regolarità di rotazione dell albero motore è minata dal ciclo stesso di funzionamento: l albero tende ad accelerare, sotto la spinta del pistone e della biella, durante la fase di espansione, cioè quella in cui i gas incendiati aumentano di temperatura e volume spingendo il pistone lontano dalla camera di combustione, una volta ogni due giri. In tutte le fasi successive (scarico dei gas combusti, aspirazione della carica fresca, compressione dei gas da bruciare) il sistema non produce potenza ma ne assorbe, disperdendola in attriti e rallentando così la corsa del pistone e, di conseguenza, la rotazione dell albero a gomiti. In un pluricilindrico le combustioni vengono "sfalsate" tra loro in modo da ridurre quella che si chiama irregolarità ciclica, mentre nei mono si può

7 solo fare affidamento sulle masse volaniche (generatore di corrente, albero motore, campana della frizione ): maggiore è il prodotto delle masse per il loro diametro, maggiore sarà l inerzia disponibile. Ciò manterrà più costante la rotazione ai bassissimi regimi, ma poi costituirà un limite notevole alla brillantezza nel prendere i giri. Emblematico in questo senso il volano esterno del motore Moto Guzzi 500 che, in varie versioni e allestimenti, ha accompagnato la casa per quasi mezzo secolo: il regime minimo molto basso deriva, oltre che dalla fasatura "stretta" della distribuzione, proprio dalle masse volaniche eccezionalmente dimensionate. Per questo, è normale che in un monocilindrico odierno, con potenze dagli 80 CV/litro in su, il volano venga mantenuto ragionevolmente leggero, e questo provoca spesso irregolarità ai bassi regimi. I motori a due tempi di solito soffrono in misura minore di questo problema, perché hanno una combustione ogni 360 di rotazione, cioè ogni giro.

8 Il motore della Aprilia Pegaso 650 può essere considerato una sorta di "anello di congiunzione" nell'evoluzione dei monocilindrici. Cilindrata, dimensioni e pesi risentono dei canoni nati negli anni Ottanta, ma raffinatezze come le cinque valvole a disposizione radiale, la distribuzione bialbero con camme troncoconiche, il raffreddamento a liquido e, ultimamente, l'iniezione ne fanno ancora un riferimento nella categoria dei mono stradali In più attualmente i motori a due tempi sono di cilindrata ridotta (fino a 250 cc): e il loro campo di impiego praticamente esclude i regimi più bassi, quelli ai quali è più sensibile il fenomeno. Dal punto di vista delle prestazioni, poi, un monocilindrico è più svantaggiato dei frazionati, soprattutto nelle grandi cilindrate. Le esigenze termodinamiche, infatti, rendono difficoltosa l'adozione di alesaggi molto grandi (oltre i 100 mm), perchè diventerebbe difficile mantenere le necessarie caratterstiche di rapidità e completezza della combustione in camere tanto ampie. Ne consegue che, data la cilindrata, la corsa non può essere particolamente contenuta e questo pone dei limiti al regime raggiungibile e quindi, complice un sistema di alimentazione difficile da realizzare con le caratteristiche adatte (per motivi di ingombro e fluidodinamici), la potenza erogabile. Ne sono la conferma i più recenti (e moderni) motori da fuoristrada: per raggiungere i giri necessari e avere lo spazio necessario a una fluidodinamica adeguata (condotti efficienti, carburatori di dimensioni ragionevoli, air-box di volume adeguato), la cilindrata si è assestata tra 400 e 450 cc. Un altro punto debole dei monocilindrici è la rumorosità: le pulsazioni di aspirazioni e scarico sono più "energiche" dei frazionati di pari cilindrata e questo impone studi approfonditi per silenziare adeguatamente il motore senza "strozzarlo".

9 Le vibrazioni Un metodo decisamente soddisfacente per equilibrare un monocilindrico è l'impiego di due alberi controrotanti disposti in posizione opposte rispetto all'albero motore. Le frecce indicano la direzione e il verso delle forze in gioco. Notare come, con l'albero a 90 dai punti morti, l'accelerazione quasi nulla del pistone ne renda trascurabile la trsmissione di forze all'albero motore, e quindi la propria influenza sul sistema complessivo Un altro degli aspetti critici del monocilindrico è l equilibratura delle masse alterne: il pistone, lo spinotto e quella metà -in massa- della biella a cui convenzionalmente si attribuisce un moto alternato, si muovono generando delle forze di inerzia, che, per effetto delle accelerazioni (positive e negative) dovute all inversione del loro moto, si scaricano sugli organi adiacenti (albero, cuscinetti, carter) creando delle vibrazioni. Le masse alterne non possono essere bilanciate al 100% con i contrappesi dell albero motore: questi contrasterebbero perfettamente le inerzie degli organi dotati di moto alternato solo al PMS (punto morto superiore) e al PMI (punto morto inferiore), quando il verso e il "vigore" delle due forze sarebbe il medesimo, ma con direzione opposta. In ogni altra posizione, e in particolare nei punti intermedi tra i due punti morti, si avrebbero degli squilibri (e quindi delle vibrazioni) enormi, perché le inerzie dei contrappesi acquistano verso e direzioni variabili, diversi da quelli delle masse alterne. Per questo si tende a bilanciare con i contrappesi dell albero motore il 100% delle masse rotanti (perno di manovella e porzione di biella considerata a moto prevalentemente rotatorio) e circa il 50-

10 60% delle masse alterne. A partire da una ventina di anni fa, comunque, con le Yamaha XT550 e le Honda XL500 si è generalizzata l adozione di alberi di equilibratura controrotanti, quasi sempre singoli, ma alcune volte (Honda, Suzuki) doppi, soluzione più complessa ma più efficace (riduce l insorgere di coppie tra i contrappesi dell albero motore e quelli del contralbero). Pur se meno efficiente, per ragioni di semplicità (costi, persi, ingombri) la soluzione più diffusa è l'impiego di un solo albero di equilibratura controrotante Contribuiscono alle vibrazioni dei motori di cilindrata maggiore anche le necessità di compattezza: i cilindri di questi motori sono invariabilmente verticali o solo leggermente inclinati, e la corsa non può essere troppo contenuta per non scontrarsi con pistoni di dimensioni eccessive, che sarebbero afflitti da problemi di peso o di resistenza dei pistoni stessi, oltre al problema di dover gestire con adeguata efficienza la combustione all interno di una camera di combustione molto larga e quindi (per raggiungere un adeguato rapporto di compressione) piuttosto "schiacciata". Per questo si impiegano corse raramente inferiori a 75/80 mm, e quindi per limitare l ingombro in altezza dei gruppi termici si ricorre all impiego di bielle piuttosto corte in relazione alla corsa. Ne deriva una forte inclinazione della biella durante la corsa del pistone, che provoca delle spinte laterali sul pistone non trascurabili, che si trasmettono al cilindro facendolo vibrare. Queste forze, però non possono essere in alcun modo equilibrate.

11 Lo stato attuale Il motore della Ducati Supermono, stretto parente dei bicilindrici da competizione della Casa, ha la particolarità di un sistema di equilibratura a bielletta oscillante. In pratica si simula la presenza di un altro gruppo termico a 90, una configurazione intrinsecamente efficiente sotto questo aspetto Notare la rettilineità del condotto di aspirazione Gli aspetti costruttivi degli attuali motori monocilindrici sono strettamente legati alla loro storia e all impiego a cui sono destinati. I motori a due tempi appaiono confinati a nicchie di mercato come le moto da cross fino a 250 cc (le 500 a 2T sono ormai quasi scomparse), le 125 di elevate prestazioni (stradali o enduro) e gli scooter fino a 200 cc caratterizzati da un basso prezzo d acquisto o da una personalità sportiva. In assenza di ulteriori, sconvolgenti sviluppi sulla gestione dell alimentazione e della combustione, comunque, il futuro di queste motorizzazioni appare piuttosto buio a causa delle crescenti restrizioni sulle emissioni inquinanti. I motori a quattro tempi, invece, dominatori incontrastati delle grandi cilindrate, sono apparsi prepotentemente anche nelle piccole cilindrate. Le strade seguite sono differenti: i motori meno votati alle prestazioni hanno il raffreddamento ad aria e, in molti scooter, due valvole per cilindro. Le quattro valvole appaiono comunque una dotazione obbligata per i mono di cilindrata superiore, perché permettono non solo prestazioni più credibili, ma anche forme più efficienti della camera di combustione. Quest ultima caratteristica appare irrinunciabile non solo nel caso dei motori più prestanti, come i 250 e i 400/450/500 che spopolano nel cross e nell enduro, ma anche per i motori turistici di cilindrata superiore per garantire un adeguata efficienza di combustione in presenza di alesaggi anche superiori ai 100 mm. Interessanti in questo senso le valvole radiali del mono Honda montato su Dominator e Vigor (con un comando monoalbero piuttosto complesso) e le cinque valvole per cilindro di Yamaha (660, 250, 400/426) e Aprilia (con valvole radiali).

12 Il sistema di raffreddamento a liquido adottato dai motori più performanti (nel disegno, lo Yamaha XTZ/SRZ 660) ricalca in tutto gli schemi dei più sofisticati motori supersportivi Non è un caso, nell ottica dell efficienza, che i grandi mono raffreddati ad aria ancora in produzione (Honda, Suzuki, Yamaha, Rotax) abbiano condotti di aspirazione orizzontali, pensati cioè per assicurare più una elevata turbolenza alla carica che entra nel cilindro (a garanzia di completezza della combustione), che un elevata potenza specifica. Il raffreddamento a liquido è anch esso diventato una caratteristica quasi obbligata, tranne nei casi di propulsori con destinazione turistico-utilitaria. Nei motori più prestanti, infatti, la temperatura può essere distribuita in modo più uniforme, esigenza sentita soprattutto per minimizzare il rischio di deformazioni termiche della testata e del cilindro: nella testata ciò può portare a una perdita di coassialità tra guide e sedi e minare così la tenuta delle valvole, mentre nel cilindro, in particolare quelli di alesaggio maggiore, si possono verificare peggioramenti della tenuta dei segmenti con conseguente passaggio di lubrificante nella camera di combustione, attraverso il gioco pistone-canna o dal recupero dei gas di sfiato del basamento. Infatti, tutti i motori di nuova progettazione vengono dotati di raffreddamento ad acqua, che ha anche una efficace funzione fonoisolante.

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento La funzione dei cuscinetti a strisciamento e a rotolamento è quella di interporsi tra organi di macchina in rotazione reciproca. Questi elementi possono essere

Dettagli

LISTINO MINIMOTO 2013

LISTINO MINIMOTO 2013 LISTINO MINIMOTO 2013 NOTE: - Il presente listino annulla e sostituisce qualsiasi precedente - I prezzi indicati si intendono trasporto ed assicurazione esclusi - BZM Trade Srl si riserva qualsiasi variazione

Dettagli

Dalla fondazione agli anni 70

Dalla fondazione agli anni 70 Dalla fondazione agli anni 70 1947 Tipo A Piccoli inizi Oggi si stenta a credere che il semplice ed essenziale Modello A sia l antenato dell intera, supertecnologica gamma Honda. Questo trabiccolo 2 tempi

Dettagli

Guida alla scelta di motori a corrente continua

Guida alla scelta di motori a corrente continua Motori Motori in in corrente corrente continua continua 5 Guida alla scelta di motori a corrente continua Riddutore Coppia massima (Nm)! Tipo di riduttore!,5, 8 8 8 Potenza utile (W) Motore diretto (Nm)

Dettagli

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions MINI-ESCAVATORE 2230/2335 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Il è un mini-escavatore con sporgenza posteriore realmente nulla. Il contrappeso e la parte posteriore del telaio superiore della macchina

Dettagli

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante trasporto pesante Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante www.brembo.com trasporto pesante L i m p i a n t o f r e n a n t e d i u n v e i c ol o pesante per trasporto d i m e r

Dettagli

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Le caratteristiche tecniche si basano sulle informazioni di prodotto più recenti disponibili al momento della pubblicazione. Tutte le dimensioni sono espresse in millimetri

Dettagli

Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C. Informazione tecnica

Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C. Informazione tecnica Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C Informazione tecnica Indice Caratteristiche 2 Vantaggi dei cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C 2 Tenuta e lubrificazione 2 Temperatura

Dettagli

Cambio di marcia completamente automatizzato tutt'altro che un lusso per un autobus di lusso

Cambio di marcia completamente automatizzato tutt'altro che un lusso per un autobus di lusso PRESS info P09X02IT / Per-Erik Nordström 15 ottobre 2009 Cambio di marcia completamente automatizzato tutt'altro che un lusso per un autobus di lusso Il nuovo Scania Opticruise per autobus completamente

Dettagli

15R-8 PC15R-8 PC15R-8. POTENZA NETTA SAE J1349 11,4 kw - 15,3 HP M INIESCAVATORE. PESO OPERATIVO Da 1.575 kg a 1.775 kg

15R-8 PC15R-8 PC15R-8. POTENZA NETTA SAE J1349 11,4 kw - 15,3 HP M INIESCAVATORE. PESO OPERATIVO Da 1.575 kg a 1.775 kg PC 15R-8 PC15R-8 PC15R-8 M INIESCAVATRE PTENZA NETTA SAE J149 11,4 kw - 15, HP PES PERATIV Da 1.575 kg a 1.775 kg M INIESCAVATRE LA TECNLGIA PRENDE FRMA Frutto della tecnologia e dell esperienza KMATSU,

Dettagli

DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! www.etichetta-pneumatici.

DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! www.etichetta-pneumatici. DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! PNEUMATICI MIGLIORI SULLE STRADE SVIZZERE Dire la propria nella scelta dei pneumatici? Dare

Dettagli

Sitorna sul triciclo. da guidare e più sicuri. facili. Scooter a tre ruote. Laprova completa su Corriere.it

Sitorna sul triciclo. da guidare e più sicuri. facili. Scooter a tre ruote. Laprova completa su Corriere.it La Laprova completa su Corriere.it Piaggio MP3 LT 30o IE Sport Quadro 350S e Peugeot Metropolis : 400 tre scooter a tre ruote prova completa. con immagini e commenti è su motori.corriere.it Sitorna sul

Dettagli

Tutti i diritti riservati SCUOLA DI GUIDA SICURA DI VITO POPOLIZIO

Tutti i diritti riservati SCUOLA DI GUIDA SICURA DI VITO POPOLIZIO PICCOLA ENCICLOPEDIA TECNICA di Vito Popolizio ABC. Acronimo di Active Body Control. Sistema di sospensioni attive in grado di controllare l assetto della vettura e di limitarne il rollio. Il tutto grazie

Dettagli

Maggiore efficienza per i motori elettrici. Cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C

Maggiore efficienza per i motori elettrici. Cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C Maggiore efficienza per i motori elettrici Cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C E l e v a t i v a n t a g g i p e r i l C l i e n t e I cuscinetti radiali rigidi a sfere Generation C... 35

Dettagli

LA DINAMICA LE LEGGI DI NEWTON

LA DINAMICA LE LEGGI DI NEWTON LA DINAMICA LE LEGGI DI NEWTON ESERCIZI SVOLTI DAL PROF. GIANLUIGI TRIVIA 1. La Forza Exercise 1. Se un chilogrammo campione subisce un accelerazione di 2.00 m/s 2 nella direzione dell angolo formante

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

Wahoo 15 Wahoo 20 MANUALE DI ASSISTENZA

Wahoo 15 Wahoo 20 MANUALE DI ASSISTENZA Wahoo Wahoo 0 MNULE DI SSISTENZ VVETENZ Questo manuale è stato redatto dalla Selva principalmente per l utilizzo da parte dei concessionari Selva e dei loro tecnici esperti nella manutenzione e nella riparazione

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna Unità monoblocco Potenza frigorifera: da 11 a 70.6 kw Potenza calorifica: da 11.7 a 75.2 kw Unità verticali compatte Ventilatori centrifughi Aspirazione e mandata canalizzate Gestione free-cooling con

Dettagli

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Trasmissioni a cinghia dentata CLASSICA INDICE Trasmissione a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Pag. Cinghie dentate CLASSICE

Dettagli

: il metano ha messo il turbo

: il metano ha messo il turbo Torino, 14 Giugno 2010 Nuovo DOBLO : il metano ha messo il turbo A pochi mesi dal lancio commerciale, Nuovo DOBLO ha già raggiunto la leadership nel segmento delle vetture multi spazio, riscuotendo un

Dettagli

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE a cura di G. SIMONELLI Nel motore a corrente continua si distinguono un sistema di eccitazione o sistema induttore che è fisicamente

Dettagli

Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson:

Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson: Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson: 50Z3 75Z3 Liberatevi: Escavatore Zero Tail Wacker Neuson. Elementi Wacker Neuson: Dimensioni compatte senza sporgenze. Cabina spaziosa e salita comoda. Comfort migliorato

Dettagli

Prova scritta di Fisica Generale I Corso di studio in Astronomia 22 giugno 2012

Prova scritta di Fisica Generale I Corso di studio in Astronomia 22 giugno 2012 Prova scritta di Fisica Generale I Corso di studio in Astronomia 22 giugno 2012 Problema 1 Due carrelli A e B, di massa m A = 104 kg e m B = 128 kg, collegati da una molla di costante elastica k = 3100

Dettagli

SCHEDA TECNICA. W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw

SCHEDA TECNICA. W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw SCHEDA TECNICA CAPACITÀ BENNE CARICO OPERATIVO BENNE PESO OPERATIVO POTENZA MASSIMA W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw W270C/W300C ECOLOGICO COME

Dettagli

Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI

Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI A) Vite di regolazione del minimo. B) Getto MAX C) Getto MIN D) Vite corta coperchio camera del galleggiante E) Vite lunga coperchio camera del galleggiante

Dettagli

Moto sul piano inclinato (senza attrito)

Moto sul piano inclinato (senza attrito) Moto sul piano inclinato (senza attrito) Per studiare il moto di un oggetto (assimilabile a punto materiale) lungo un piano inclinato bisogna innanzitutto analizzare le forze che agiscono sull oggetto

Dettagli

Grey Whale 200 EFI Fin Whale 225 EFI MANUALE D'OFFICINA

Grey Whale 200 EFI Fin Whale 225 EFI MANUALE D'OFFICINA Grey Whale 00 EFI Fin Whale EFI MANUALE D'OFFICINA AVVERTENZA Questo manuale è stato redatto dalla Selva principalmente per l utilizzo da parte dei concessionari Selva e dei loro tecnici esperti nella

Dettagli

Motori Diesel raffreddati ad aria. 12.0-26.0 kw

Motori Diesel raffreddati ad aria. 12.0-26.0 kw Motori Diesel raffreddati ad aria 12.026.0 kw Motori Diesel raffreddati ad aria 12.026.0 kw EQUIPGGIMENTO STNDRD vviamento elettrico con motorino e alternatore 12V Comando acceleratore a distanza Pressostato

Dettagli

Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità.

Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità. Tagliando Manutentivo Km. 10.000/30.000/50.000 XP500 TMAX. Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità. IMPORTANTE:

Dettagli

Avviatore d emergenza 12-24 Volts 4500-2250 A

Avviatore d emergenza 12-24 Volts 4500-2250 A 443 00 49960 443 00 49961 443 00 49366 443 00 49630 443 00 49963 443 00 49964 443 00 49965 976-12 V 2250 A AVVIATORE 976 C-CARICATORE AUTOM. 220V/RICAMBIO 918 BATT-BATTERIA 12 V 2250 A/RICAMBIO 955 CAVO

Dettagli

12LD 435-2 12LD 435-2/B1 12LD 475-2 12LD 475-2 EPA

12LD 435-2 12LD 435-2/B1 12LD 475-2 12LD 475-2 EPA MANUALE DI RIPARAZIONE Motori serie12 LD cod. 1-5302-489_ 3 ed. 12LD 435-2 12LD 435-2/B1 12LD 475-2 12LD 475-2 EPA - REGISTRAZIONE MODIFICHE AL DOCUMENTO Qualsiasi modifica di questo documento deve essere

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP LABORATORI INDUSTRIA COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI HP SERVIZIO CLIENTI CSM Maxi la Gamma MAXI HP Una soluzione per ogni esigenza Versione su Basamento Particolarmente indicato per installazioni

Dettagli

MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE

MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINE Anno Accademico 005-006 Francesco Pellicano Professore Associato di Meccanica Applicata alle Macchine Biografia dell autore Francesco Pellicano è nato a Roma il9 luglio

Dettagli

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico Vetro e risparmio energetico Controllo solare Bollettino tecnico Introduzione Oltre a consentire l ingresso di luce e a permettere la visione verso l esterno, le finestre lasciano entrare anche la radiazione

Dettagli

Cuscinetti SKF con Solid Oil

Cuscinetti SKF con Solid Oil Cuscinetti SKF con Solid Oil La terza alternativa per la lubrificazione The Power of Knowledge Engineering Cuscinetti SKF con Solid Oil la terza alternativa di lubrificazione Esistono tre metodi per erogare

Dettagli

Guide a sfere su rotaia

Guide a sfere su rotaia Guide a sfere su rotaia RI 82 202/2003-04 The Drive & Control Company Rexroth Tecnica del movimento lineare Guide a sfere su rotaia Guide a rulli su rotaia Guide lineari con manicotti a sfere Guide a sfere

Dettagli

Manuale - parte 1. Descrizione del generatore e istruzioni per l uso. Generatore Marine Panda 8000 NE Tecnologia silenziosissima

Manuale - parte 1. Descrizione del generatore e istruzioni per l uso. Generatore Marine Panda 8000 NE Tecnologia silenziosissima Manuale - parte 1 Descrizione del generatore e istruzioni per l uso Generatore Marine Panda 8000 NE Tecnologia silenziosissima 230V - 50 Hz / 6,5 kw Icemaster Fischer Panda 25 20 10 10 10 since 1977 Icemaster

Dettagli

Tutto sulle candele ad incandescenza

Tutto sulle candele ad incandescenza www.beru.com Tutto sulle candele ad incandescenza Informazione tecnica n 04 Perfezione integrata Sommario Il motore diesel Principio di funzionamento L avviamento a freddo I sistemi di iniezione 3 3 3

Dettagli

L=F x s lavoro motore massimo

L=F x s lavoro motore massimo 1 IL LAVORO Nel linguaggio scientifico la parola lavoro indica una grandezza fisica ben determinata. Un uomo che sposta un libro da uno scaffale basso ad uno più alto è un fenomeno in cui c è una forza

Dettagli

Calettatori per attrito SIT-LOCK

Calettatori per attrito SIT-LOCK Calettatori per attrito INDICE Calettatori per attrito Pag. Vantaggi e prestazioni dei 107 Procedura di calcolo dei calettatori 107 Gamma disponibile dei calettatori Calettatori 1 - Non autocentranti 108-109

Dettagli

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile Elegant ECM Condizionatore Pensile I condizionatori Elegant ECM Sabiana permettono, con costi molto contenuti, di riscaldare e raffrescare piccoli e medi ambienti, quali negozi, sale di esposizione, autorimesse,

Dettagli

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO 1 Impianti di Climatizzazione e Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO Premessa Gli impianti sono realizzati con lo scopo di mantenere all interno degli ambienti confinati condizioni

Dettagli

POMPE PERISTALTICHE PER OGNI ESIGENZA DI PROCESSO

POMPE PERISTALTICHE PER OGNI ESIGENZA DI PROCESSO POMPE PERISTALTICHE PER OGNI ESIGENZA DI PROCESSO altezza di aspirazione: fino a 9 metri capacità di funzionamento a secco autoadescante senso di rotazione reversibile senza dispositivi di tenuta monitoraggio

Dettagli

Rexroth Pneumatics. Cilindro senz asta Cilindri senza stelo. Pressione di esercizio min/max Temperatura ambiente min./max.

Rexroth Pneumatics. Cilindro senz asta Cilindri senza stelo. Pressione di esercizio min/max Temperatura ambiente min./max. Rexroth Pneumatics 1 Pressione di esercizio min/max 2 bar / 8 bar Temperatura ambiente min./max. -10 C / +60 C Fluido Aria compressa Dimensione max. particella 5 µm contenuto di olio dell aria compressa

Dettagli

4.1 COSTRUZIONI DI CALCESTRUZZO.. 7.4 COSTRUZIONI DI CALCESTRUZZO..

4.1 COSTRUZIONI DI CALCESTRUZZO.. 7.4 COSTRUZIONI DI CALCESTRUZZO.. E. Cosenza NORME TECNICHE Costruzioni di calcestruzzo Edoardo Cosenza Dipartimento di Ingegneria Strutturale Università di Napoli Federico II 4.1 COSTRUZIONI DI CALCESTRUZZO.. 7.4 COSTRUZIONI DI CALCESTRUZZO..

Dettagli

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata)

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) 1 Spruzzo convenzionale (aria nebulizzata) Una pistola a spruzzo convenzionale è uno strumento che utilizza aria compressa per atomizzare ( nebulizzare

Dettagli

CARATTERISTICHE DI UNA CANDELA GLOW PLUG

CARATTERISTICHE DI UNA CANDELA GLOW PLUG CARATTERISTICHE DI UNA CANDELA GLOW PLUG CENNI STORICI Nell anno 1946, l ingegnere americano Ray Arden, un vero pioniere della progettazione dei micromotori ed indiscusso genio in materia, ideò e perfezionò

Dettagli

Manuale dell operatore

Manuale dell operatore Technical Publications 20 Z-30 20HD Z-30 Manuale dell operatore Modelli precedenti al numero di serie 2214 First Edition, Second Printing Part No. 19052IT Sommario Pagina Norme di sicurezza... 3 Controllo

Dettagli

www.jabsco.com Nuova autoclave autoaspirante a basso consumo energetico, può servire in contemporanea 2 rubinetti massimo.

www.jabsco.com Nuova autoclave autoaspirante a basso consumo energetico, può servire in contemporanea 2 rubinetti massimo. Autoclave Autoclave Mod. RFL 122202A Nuova autoclave autoaspirante a basso consumo energetico, può servire in contemporanea 2 rubinetti massimo. Protezione termica interna per i sovracarichi. Gira a secco

Dettagli

ADVANCE Easy Moving. Il pellet diventa facile! Il primo SISTEMA COMPLETO per l alimentazione di caldaie a combustibile derivato da biomasse

ADVANCE Easy Moving. Il pellet diventa facile! Il primo SISTEMA COMPLETO per l alimentazione di caldaie a combustibile derivato da biomasse ADVANCE Easy Moving www.advanceeasymoving.com Il pellet diventa facile! Caldaia sempre alimentata... senza pensarci! Il primo SISTEMA COMPLETO per l alimentazione di caldaie a combustibile derivato da

Dettagli

Recuperatore di calore compatto CRE-R. pag. E-22

Recuperatore di calore compatto CRE-R. pag. E-22 pag. E- Descrizione Recuperatore di calore compatto con configurazione attacchi fissa (disponibili 8 varianti. Cassa autoportante a limitato sviluppo verticale con accesso laterale per operazioni d ispezione/manutenzione.

Dettagli

V90-3,0 MW. Più efficienza per generare più potenza

V90-3,0 MW. Più efficienza per generare più potenza V90-3,0 MW Più efficienza per generare più potenza Innovazioni nella tecnologia delle pale 3 x 44 metri di efficienza operativa Nello sviluppo della turbina V90 abbiamo puntato alla massima efficienza

Dettagli

Seconda Legge DINAMICA: F = ma

Seconda Legge DINAMICA: F = ma Seconda Legge DINAMICA: F = ma (Le grandezze vettoriali sono indicate in grassetto e anche in arancione) Fisica con Elementi di Matematica 1 Unità di misura: Massa m si misura in kg, Accelerazione a si

Dettagli

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second life" Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di second life Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191 Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second

Dettagli

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA Unita' di climatizzazione autonoma con recupero calore passivo efficienza di recupero > 50% e recupero di calore attivo riscaldamento, raffrescamento e ricambio aria

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

A. 5 m / s 2. B. 3 m / s 2. C. 9 m / s 2. D. 2 m / s 2. E. 1 m / s 2. Soluzione: equazione oraria: s = s0 + v0

A. 5 m / s 2. B. 3 m / s 2. C. 9 m / s 2. D. 2 m / s 2. E. 1 m / s 2. Soluzione: equazione oraria: s = s0 + v0 1 ) Un veicolo che viaggia inizialmente alla velocità di 1 Km / h frena con decelerazione costante sino a fermarsi nello spazio di m. La sua decelerazione è di circa: A. 5 m / s. B. 3 m / s. C. 9 m / s.

Dettagli

Rider 15V2s AWD. Istruzioni per l uso

Rider 15V2s AWD. Istruzioni per l uso Rider 15V2 Istruzioni per l uso Rider 15V2 AWD Rider 15V2s AWD Prima di usare la macchina, leggere per intero le istruzioni per l uso e accertarsi di averne compreso il contenuto. Italian INDICE Indice

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

Sistemi e modelli matematici

Sistemi e modelli matematici 0.0.. Sistemi e modelli matematici L automazione è un complesso di tecniche volte a sostituire l intervento umano, o a migliorarne l efficienza, nell esercizio di dispositivi e impianti. Un importante

Dettagli

www.italy-ontheroad.it

www.italy-ontheroad.it www.italy-ontheroad.it Rotonda, rotatoria: istruzioni per l uso. Negli ultimi anni la rotonda, o rotatoria stradale, si è molto diffusa sostituendo gran parte delle aree semaforizzate, ma l utente della

Dettagli

Per vedere quando è che una forza compie lavoro e come si calcola questo lavoro facciamo i seguenti casi.

Per vedere quando è che una forza compie lavoro e come si calcola questo lavoro facciamo i seguenti casi. LAVORO ED ENERGIA TORNA ALL'INDICE Quando una forza, applicata ad un corpo, è la causa di un suo spostamento, detta forza compie un lavoro sul corpo. In genere quando un corpo riceve lavoro, ce n è un

Dettagli

ALCAP S.R.L. ON SITE MACHINING. Case story Macchina Pressofusione ginocchiera Alesatura

ALCAP S.R.L. ON SITE MACHINING. Case story Macchina Pressofusione ginocchiera Alesatura ON SITE MACHINING Case story Macchina Pressofusione ginocchiera Alesatura CASE 1: WEINGARTEN 2000 Durante la apertura della macchina si grippa il spinotto piano razione in alto a causa del dosatore lubrifica

Dettagli

Tecnologia funzionale. Qualità costruttiva di lunga durata.

Tecnologia funzionale. Qualità costruttiva di lunga durata. SERIE JX 72-95 CV Ambiente di lavoro sicuro e produttivo. Sedile di guida confortevole. Tecnologia funzionale sotto tutti i punti di vista. Disponibili nella versione con o senza cabina, questi trattori

Dettagli

F S V F? Soluzione. Durante la spinta, F S =ma (I legge di Newton) con m=40 Kg.

F S V F? Soluzione. Durante la spinta, F S =ma (I legge di Newton) con m=40 Kg. Spingete per 4 secondi una slitta dove si trova seduta la vostra sorellina. Il peso di slitta+sorella è di 40 kg. La spinta che applicate F S è in modulo pari a 60 Newton. La slitta inizialmente è ferma,

Dettagli

Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio

Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio «La questione non è ciò che guardate, bensì ciò che vedete.» Henry David Thoreau, scrittore e filosofo statunitense Noi mettiamo in discussione l'esistente. Voi usufruite

Dettagli

Il motore a corrente continua, chiamato così perché per. funzionare deve essere alimentato con tensione e corrente

Il motore a corrente continua, chiamato così perché per. funzionare deve essere alimentato con tensione e corrente 1.1 Il motore a corrente continua Il motore a corrente continua, chiamato così perché per funzionare deve essere alimentato con tensione e corrente costante, è costituito, come gli altri motori da due

Dettagli

NE FLUSS 20 CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO

NE FLUSS 20 CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO Appr. nr. B94.02 T - CE 0063 AQ 2150 Appr. nr. B95.03 T - CE 0063 AQ 2150 CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO...

Dettagli

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Ventilconvettori Cassette Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Se potessi avere il comfort ideale con metà dei consumi lo sceglieresti? I ventilconvettori Cassette SkyStar

Dettagli

Tutto cio che non avete osato mai fare su un 4tempi (prima parte)

Tutto cio che non avete osato mai fare su un 4tempi (prima parte) Tutto cio che non avete osato mai fare su un 4tempi (prima parte) Testo originale su www.aeromodelisme.com Autore: Olivier ROGEAU eulboyington@libertysurf.fr Foto: Pascale ROGEAU Traduzione e commenti:

Dettagli

Cos è uno scaricatore di condensa?

Cos è uno scaricatore di condensa? Cos è uno scaricatore di condensa? Una valvola automatica di controllo dello scarico di condensa usata in un sistema a vapore Perchè si usa uno scaricatore di condensa? Per eliminare la condensa ed i gas

Dettagli

PRESCRIZIONI ANTISISMICHE E CRITERI DI CALCOLO: Interazione tra strutture e tamponamenti

PRESCRIZIONI ANTISISMICHE E CRITERI DI CALCOLO: Interazione tra strutture e tamponamenti Convegno CRITICITÀ DELLA PROGETTAZIONE TERMICA E ACUSTICA DEGLI EDIFICI IN RAPPORTO ALLE PRESCRIZIONI STRUTTURALI ANTISISMICHE Saie 2009, Sala Topazio, Sabato 31 ottobre ore 9.00 PRESCRIZIONI ANTISISMICHE

Dettagli

LE VALVOLE PNEUMATICHE

LE VALVOLE PNEUMATICHE LE VALVOLE PNEUMATICHE Generalità Le valvole sono apparecchi per il comando, per la regolazione della partenza, arresto e direzione, nonché della pressione e passaggio di un fluido proveniente da una pompa

Dettagli

Hawos Pegasus 230 Volt

Hawos Pegasus 230 Volt olt Pagina 2 Pagina 3 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 6/7 Pagina 7 Pagina 7 Pagina 8 Introduzione a Pegasus Scegliere le dimensioni della macinatura Iniziare e terminare il processo

Dettagli

PRINCIPI DI BASE. GPL e METANO: l alternativa in movimento. stop allo smog, dai gas al risparmio

PRINCIPI DI BASE. GPL e METANO: l alternativa in movimento. stop allo smog, dai gas al risparmio PRINCIPI DI BASE GPL e METANO: l alternativa in movimento stop allo smog, dai gas al risparmio Con un impianto GPL o Metano la tua auto inquinerà meno, scoprirai un modo di viaggiare più rispettoso dell

Dettagli

PROBLEMI SUL MOTO RETTILINEO UNIFORMEMENTE ACCELERATO

PROBLEMI SUL MOTO RETTILINEO UNIFORMEMENTE ACCELERATO PROBLEMI SUL MOTO RETTILINEO UNIFORMEMENTE ACCELERATO 1. Un auto lanciata alla velocità di 108 Km/h inizia a frenare. Supposto che durante la frenata il moto sia uniformemente ritardato con decelerazione

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE LIMITED WARRANTY EDILIZIA VERTICALE Wolly 2 La centrale che per la sua versatilità di installazione ha rivoluzionato il concetto di aspirapolvere centralizzato, consentendo la sua installazione anche nei

Dettagli

Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta

Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta Z750 Z750 ABS Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta Premessa Per una efficiente spedizione dei veicoli Kawasaki, prima dell imballaggio questi vengono parzialmente smontati. Dal momento

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

SOLARE AEROVOLTAICO. R-Volt. L energia fronte-retro. www.systovi.com FABBRICATO IN FRANCIA

SOLARE AEROVOLTAICO. R-Volt. L energia fronte-retro. www.systovi.com FABBRICATO IN FRANCIA SOLARE AEROVOLTAICO L energia fronte-retro www.systovi.com FABBRICATO IN FRANCIA SISTEMA BREVETTATO IL PUNTO DI RIFERIMENTO PER IL RISPARMIO ENERGETICO E IL COMFORT TERMICO Effetto fronte-retro Recupero

Dettagli

I tiri principali nel badminton

I tiri principali nel badminton I tiri principali nel badminton 4 2 3 5 6 1 Drop a rete 2 Pallonetto (lob) 3 Drive 4 Clear 5 Drop 6 Smash (schiacciata) 1 Traiettoria Definizione Impugnatura 1 Drop a rete Rovescio Sequenza fotografica

Dettagli

Verbale di Deposito Domanda di Brevetto per INVENZIONE INDUSTRIALE

Verbale di Deposito Domanda di Brevetto per INVENZIONE INDUSTRIALE Verbale di Deposito Domanda di Brevetto per Invenzione Industriale numero domanda: BO11A0007 Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura di BOLOGNA Verbale di Deposito Domanda di Brevetto

Dettagli

Trophy SE 13/01/2015 19:02:37

Trophy SE 13/01/2015 19:02:37 13/01/2015 19:02:37 20.400,00 INFORMAZIONI PANORAMICA Affrontare le lunghe distanze nel massimo comfort è ciò che la Trophy sa fare meglio. A questa caratteristica si aggiunge la sua sorprendente capacità

Dettagli

Costruzioni in legno: nuove prospettive

Costruzioni in legno: nuove prospettive Costruzioni in legno: nuove prospettive STRUZION Il legno come materiale da costruzione: origini e declino Il legno, grazie alla sua diffusione e alle sue proprietà, ha rappresentato per millenni il materiale

Dettagli

NE FLUSS 24 EL CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO

NE FLUSS 24 EL CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO Appr. nr. B94.01 A - CE 0063 AQ 2150 CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO... 30R0032/0... 02-99... IT... MANTELLATURA

Dettagli

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA DAI 5 AI 7 ANNI LO SCOPO FONDAMENTALE DELL ALLENAMENTO E CREARE SOLIDE BASI PER UN GIUSTO ORIENTAMENTO VERSO LE DISCIPLINE SPORTIVE DELLA GINNASTICA. LA PREPARAZIONE

Dettagli

APPLICAZIONE MODELLISTICA PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL ARIA NELL AREA DI INSEDIAMENTO DEL CENTRO AGRO ALIMENTARE TORINESE

APPLICAZIONE MODELLISTICA PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL ARIA NELL AREA DI INSEDIAMENTO DEL CENTRO AGRO ALIMENTARE TORINESE APPLICAZIONE MODELLISTICA PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ DELL ARIA NELL AREA DI INSEDIAMENTO DEL CENTRO AGRO ALIMENTARE TORINESE Introduzione La porzione di territorio situata a sud-ovest dell Area Metropolitana

Dettagli

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA 1 Specifiche tecniche WFC-SC 10, 20 & 30 Ver. 03.04 SERIE WFC-SC. SEZIONE 1: SPECIFICHE TECNICHE 1 Indice Ver. 03.04 1. Informazioni generali Pagina 1.1 Designazione

Dettagli

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale I Leader nella Tecnologia dell'agitazione Agitatori ad Entrata Laterale Soluzione completa per Agitatori Laterali Lightnin e' leader mondiale nel campo dell'agitazione. Plenty e' il leader di mercato per

Dettagli

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA Mod. 6 Applicazioni dei sistemi di controllo 6.2.1 - Generalità 6.2.2 - Scelta del convertitore di frequenza (Inverter) 6.2.3 - Confronto

Dettagli

Commento inteso alla costruzione pratica della macchina per esplorare il tempo

Commento inteso alla costruzione pratica della macchina per esplorare il tempo Commento inteso alla costruzione pratica della macchina per esplorare il tempo Alfred Jarry Edizione in italiano Patakosmos Press Open Access, 2013. (CC)Creative Commons Patakosmos Press Open Access è

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli

C.F.R. srl Via Raimondo dalla Costa 625-41122 Modena (MO) - Italy Tel: +39 059 250837 - Fax: +39 059 281655 / 2861223 E-mail : info@cfritalt.

C.F.R. srl Via Raimondo dalla Costa 625-41122 Modena (MO) - Italy Tel: +39 059 250837 - Fax: +39 059 281655 / 2861223 E-mail : info@cfritalt. C.F.R. srl Via Raimondo dalla Costa 625-41122 Modena (MO) - Italy Tel: +39 059 250837 - Fax: +39 059 281655 / 2861223 E-mail : info@cfritalt.com www.cfritaly.com È vietata la riproduzione o la traduzione

Dettagli

Motori Elettrici. Principi fisici. Legge di Lenz: se in un circuito elettrico il flusso concatenato varia nel tempo si genera una tensione

Motori Elettrici. Principi fisici. Legge di Lenz: se in un circuito elettrico il flusso concatenato varia nel tempo si genera una tensione Motori Elettrici Principi fisici Legge di Lenz: se in un circuito elettrico il flusso concatenato varia nel tempo si genera una tensione Legge di Biot-Savart: un conduttore percorso da corrente di intensità

Dettagli

Guarnizioni per oleodinamica e pneumatica

Guarnizioni per oleodinamica e pneumatica Raschiatori NBR/FPM DAS, DP6, DP, DP, DRS, DWR Guarnizioni a labbro NBR/FPM /, /M, /M, M, H, C Bonded seal NBR-metallo Guarnizioni a pacco in goa-tela TO, TG, TEO Guarnizioni per pistoni in poliuretano,

Dettagli